Recenti novità in materia di IVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Recenti novità in materia di IVA"

Transcript

1 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Recenti novità in materia di IVA Legge di stabilità: le novità introdotte a seguito del recepimento della Direttiva 13 luglio 2010 n. 2010/45/UE Stefano Maffi (Commissione Diritto Tributario Nazionale ODCEC Milano) Lunedì 11 febbraio Sala Convegni ODCEC Milano, C.so Europa n Milano

2 Iter legislativo Direttiva fatturazione 13 luglio 2010 n. 2010/45/UE Schema D. Lgs di recepimento del 31 luglio 2012 e consultazione pubblica fino 25 settembre 2012 D.L. 11 dicembre 2012, n. 216 (G.U.( n. 288, 11/12/2012) presentazione decreto salva infrazioni Emendamento n V Commissione permanente Bilancio del Senato al D.d.l. di stabilità 2013, recante le disposizioni del decreto salva infrazioni Legge 24 dicembre 2012, n. 228 (G.U.( n. 302, 29 /12/2012) art. 1, commi da

3 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Nuovo momento impositivo delle operazioni intracomunitarie Analisi artt. 39,46,47 D.L. 30 agosto 1993 n. 331

4 Momento di effettuazione degli acquisti/cessioni intracomunitarie e fino al UE Dicotomia acquisti e cessioni intracomunitarie Sganciamento Acquisto intracomunitario Fattura Momento di effettuazione (art. 39, co. 1, D.L. 331/1993): arrivo a destino nel caso di spedizione o consegna al cessionario se trasporto effettuato con mezzi propri (rileva fatturazione o pagamento anticipato). (Momento giuridico) Termini integrazione (art. 46, co. 1, D.L. 331/1993): nulla è detto sul termine per integrare. Termine annotazione reg. acq e vendite (art. 47, co. 1, D.L. 331/1993): entro il mese di ricevimento o anche oltre ma comunque entro 15 gg dal ricevimento. Rif. Mese ricevimento (Momento contabile) Termine eventuale autofattura (art. 46, co. 5, D.L. 331/1993): se entro il mese successivo a quello in cui l operazione è effettuata non si riceve fattura da integrare è necessario emettere autofattura entro il mese seguente ed annotarla entro lo stesso termine nei reg. acq e vendite. (Momento giuridico) Stati UE 4

5 Momento di effettuazione degli acquisti/cessioni intracomunitarie e fino al Dicotomia acquisti e cessioni intracomunitarie Fattura UE Cessione intracomunitaria: Momento di effettuazione (art. 59, D.L. 331/1993, rimando all art. 6, D.P.R. 633/1972): consegna o spedizione. (rileva fatturazione o pagamento anticipato). Termini emissione (art. 46, co. 2, DPR 633/1972): immediata all effettuazione. Termine annotazione ragistro vendite (art. 47, co. 4, DPR 633/1972): devono essere annotate con riferimento alla data di emissione. Stati UE 5

6 Momento di effettuazione degli acquisti/cessioni intracomunitarie e fino al Acquisto intracomunitario effettuato in data 15/01/2012 (data di consegna merce nel territorio dello Stato) RICEZIONE FATTURA 1 Gennaio Febbraio Marzo 2012 fattura non ricevuta NUMERAZIONE, INTEGRAZIONE E ANNOTAZIONE 31 gennaio 2012 o anche oltre ma comunque entro 15 gg ricevimento 29 febbraio 2012 o anche oltre ma comunque entro 15 gg ricevimento Emissione e annotazione autofattura ex. Art. 46, comma 5 DL 331/93 entro il 31 marzo 2012 MESE RIFERIMENTO Gennaio 2012 Febbraio 2012 Marzo

7 Momento di effettuazione delle cessioni/acquisti intracomunitari dal Rilevanza binaria per acquisti e cessioni intracomunitarie Stati UE Sganciamento UE Acquisti e cessioni intracomunitarie Momento di effettuazione (art. 39, co. 1, D.L. 331/1993): all atto dell inizio del trasporto o della spedizione o anteriormente se vi é anticipo della fatturazione. (Momento giuridico) a) Acquisti intracomunitari: Termini integrazione (art. 46, co. 1, DPR 633/1972): nulla è detto sul termine per integrare. Termine annotazione reg vendite (art. 47, co. 1, DPR 633/1972): entro il 15 del mese successivo a quello di ricezione della fattura con riferimento al mese precedente. (Momento contabile) Termine eventuale autofattura (art. 46, co. 5, D.L. 331/1993): se entro il secondo mese successivo a quello in cui l operazione è effettuata non si riceve fattura da integrare è necessario emettere autofattura entro il 15 del terzo mese successivo a quello di in cui l operazione è effettuata. (Momento giuridico) + annotazione immediata con riferimento al mese precedente b) Cessioni intracomunitare: Termini emissione (art. 46, co. 2, DPR 633/1972): entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 47, co. 4, DPR 633/1972): devono essere annotate con riferimento alla data di emissione. Fattura 7

8 Momento di effettuazione degli acquisti/cessioni intracomunitarie e dal Acquisto intracomunitario effettuato in data 15/01/2013 (data di spedizione merce dal paese intra UE di origine) RICEZIONE FATTURA NUMERAZIONE, INTEGRAZIONE E ANNOTAZIONE MESE RIFERIMENTO 1 Gennaio febbraio 2013 Gennaio Febbraio marzo 2013 Febbraio Marzo aprile 2013 Marzo Aprile 2013 Non ricevuta 15 aprile 2013 termine per Emissione ed annotazione autofattura ex. Art. 46, comma 5 DL 331/93 Marzo

9 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Nuove previsioni di integrazione della fattura per operazioni effettuate da soggetti non residenti Analisi art. 17, D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633

10 Cessione di beni e prestazioni di servizi effettuate in A da soggetti s non residenti a soggetti passivi stabiliti in A (B2B) [cfr. R.M. 25 agosto 2010 n. 89/E] fino al Territorialità A Extra UE UE Stati UE o extra-ue REVERSE CHARGE Obbligo di ricorso al sistema dell autofattura art. 21, co 5 (anche nel caso di formale emissione di un documento (comportamento ammesso dalla R.M. 89E/2010), il quale non ha alcuna valenza ai fini IVA REVERSE CHARGE Obbligo di ricorso al sistema dell autofattura art. 21, co 5 (anche nel caso di formale emissione di un documento, il quale non ha alcuna valenza ai fini IVA (comportamento ammesso dalla R.M. 89E/2010) tranne nel caso dei servizi generici ex. art. 7- ter per cui si applicava il sistema dell integrazione ex. Artt. 46,47 DL 331/1993. (Comunitaria Cfr. intervento di prassi CM12/E 2010) 10

11 Cessione di beni e prestazioni di servizi effettuate in A da soggetti s non residenti a soggetti passivi stabiliti in A (B2B) - cfr. R.M. 25 agosto 2010 n. 89/E Dal Territorialità A Extra UE UE Stati UE o extra-ue REVERSE CHARGE Obbligo di ricorso al sistema dell autofattura art. 21, co 5 (anche nel caso di formale emissione di un documento (comportamento ammesso dalla R.M. 89E/2010), il quale non ha alcuna valenza ai fini IVA REVERSE CHARGE Obbligo di ricorso generalizzato al sistema dell integrazione ex. Artt. 46,47 DL 331/

12 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Modifica del contenuto della fattura, nuove previsioni di emissione obbligatoria di fattura, nuove fattispecie di fatture differite, modifica dei termini di emissione Analisi art. 21, D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633

13 Analisi art. 21, D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 co 2 Nuovi elementi da indicare in fattura e modifiche alla numerazione ne (cfr. R.M. 10 gennaio 2013 n. 1) co 4, lett a) Nuove ipotesi di fatturazione differita cumulativa per servizi co 4, lett c) Fatturazione differita per servizi generici resi FC IVA 7-ter, 7 in ambito B2B UE co 4, lett d) Fatturazione differita per servizi generici resi o ricevuti in ambito B2B EXTRA-UE co 6-bis, 6 lett a) Nuove ipotesi di fatturazione per cessioni di beni e prestazione di servizi FC ex. Artt septies escluse le operazioni esenti ex. Art. 10 nn. Da 1) a 4) e 9) - resi a soggetti passivi UE che siano debitori d imposta d (con annotazione inversione contabile ) co 6-bis, 6 lett b) Nuove ipotesi di fatturazione per cessioni di beni e prestazione di servizi FC ex. Artt septies resi a soggetti EXTRA-UE (con annotazione operazione non soggetta ) co 6-ter6 Annotazione autofatturazione nei casi di fatture emesse dal cessionario o dal committente 13

14 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO CASI PRATICI: 1. Servizi generici resi (B2B)

15 Prestazioni di servizi generici rese a soggetti UE (B2B) fino al Fattura UE Territorialità paese UE committente Momento di effettuazione (art. 6, co. 6, DPR 633/1972): ULTIMAZIONE o anticipato PAGAMENTO (non rileva fatturazione anticipata). Obbligo emissione fattura (art. 21, co. 6, DPR 633/1972): SI Termine emissione (art. 21, co. 4, DPR 633/1972): nel momento di effettazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima. Stati UE 15

16 Prestazioni di servizi generici rese a soggetti UE (B2B) dal Fattura UE Territorialità paese UE committente Momento di effettuazione (art. 6, co. 6, DPR 633/1972): ULTIMAZIONE o anticipato PAGAMENTO (non rileva fatturazione anticipata). Obbligo emissione fattura (art. 21, co. 6-bis, lett a), DPR 633/1972): SI ma solo se il soggetto passivo UE é anche debitore d imposta! + annotazione inversione contabile Termine emissione (art. 21, co. 4, lett c), DPR 633/1972): entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima. Stati UE 16

17 Prestazioni di servizi generici rese a soggetti EXTRA-UE (B2B) fino al Fattura CH Momento di effettuazione (art. 6, co. 6, DPR 633/1972): ULTIMAZIONE o anticipato PAGAMENTO (non rileva fatturazione anticipata). Obbligo emissione fattura: NO Territorialità paese EXTRA UE committente Stati EXTRA-UE 17

18 Prestazioni di servizi generici rese a soggetti EXTRA-UE (B2B) dal Fattura CH Territorialità paese EXTRA UE committente Momento di effettuazione (art. 6, co. 6, DPR 633/1972): ULTIMAZIONE o anticipato PAGAMENTO (non rileva fatturazione anticipata). Obbligo emissione fattura (art. 21, co. 6-bis, lett b), DPR 633/1972): SI + annotazione operazione non soggetta Termine emissione (art. 21, co. 4, lett d), DPR 633/1972): entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima Stati EXTRA-UE 18

19 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO CASI PRATICI: 2. Servizi specifici (B2B)

20 Prestazioni di servizi specifici rese a soggetti UE (B2B) fino al Fattura UE Momento di effettuazione (art. 6, co. 3 e 4, DPR 633/1972): PAGAMENTO o anticipata FATTURAZIONE. Obbligo emissione fattura: NO Territorialità paese UE committente Stati UE 20

21 Prestazioni di servizi specifici rese a soggetti UE (B2B) dal Fattura UE Territorialità paese UE committente Momento di effettuazione (art. 6, co. 3 e 4, DPR 633/1972): PAGAMENTO o anticipata FATTURAZIONE. Obbligo emissione fattura (art. 21, co. 6-bis, lett a), DPR 633/1972): SI ma solo se il soggetto passivo UE é anche debitore d imposta! + annotazione inversione contabile Termine emissione (art. 21, co. 4, DPR 633/1972): immediata al momento di effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima Stati UE 21

22 Prestazioni di servizi specifici rese a soggetti UE (B2B) esempio dal Servizio DE Momento di effettuazione (art. 6, co. 3 e 4, DPR 633/1972): PAGAMENTO o anticipata FATTURAZIONE. Obbligo emissione fattura (art. 21, co. 6-bis, lett a), DPR 633/1972): NO perché il soggetto passivo UE non é debitore d imposta! Obbligo di identificazione diretta o nomina rappresentante fiscale in GB per adempiere obblighi IVA Territorialità paese in cui è situato l immobile 1 Identificazione diretta o nomina rappresentante fiscale GB DE 22

23 Prestazioni di servizi specifici rese a soggetti EXTRA-UE (B2B) fino al Fattura CH Momento di effettuazione (art. 6, co. 3 e 4, DPR 633/1972): PAGAMENTO o anticipata FATTURAZIONE. Obbligo emissione fattura: NO Territorialità paese EXTRA-UE committente Stati EXTRA-UE 23

24 Prestazioni di servizi specifici rese a soggetti EXTRA-UE (B2B) dal Fattura CH Territorialità paese EXTRA-UE committente Momento di effettuazione (art. 6, co. 3 e 4, DPR 633/1972): PAGAMENTO o anticipata FATTURAZIONE. Obbligo emissione fattura (art. 21, co. 6-bis, lett b), DPR 633/1972): SI + annotazione operazione non soggetta Termine emissione (art. 21, co. 4, DPR 633/1972): immediata al momento di effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima Stati EXTRA-UE 24

25 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO CASI PRATICI: 3. Servizi resi tra soggetti B2C

26 Prestazioni di servizi resi a soggetti UE (B2C) fino al Fattura UE 1 Identificazione diretta o nomina rappresentante fiscale Momento di effettuazione (art. 6, co. 3 e 4, DPR 633/1972): PAGAMENTO o anticipata FATTURAZIONE. Obbligo emissione fattura: NO Obbligo di identificazione diretta o nomina rappresentante fiscale in UE per adempiere obblighi IVA Territorialità paese UE committente Stati UE 26

27 Prestazioni di servizi resi a soggetti UE (B2C) dal (idem 2012) Fattura UE 1 Identificazione diretta o nomina rappresentante fiscale Momento di effettuazione (art. 6, co. 3 e 4, DPR 633/1972): PAGAMENTO o anticipata FATTURAZIONE. Obbligo emissione fattura (art. 21, co. 6-bis, lett a), DPR 633/1972): NO perché l emissione è prevista solamente nei confronti di soggetti passivi che siano anche debitori d imposta (in relazione all operazione) Obbligo di identificazione diretta o nomina rappresentante fiscale in UE per adempiere obblighi IVA Territorialità paese UE committente Stati UE 27

28 Prestazioni di servizi resi a soggetti UE (B2C) esempio dal (idem 2012) Servizio DE 1 Identificazione diretta o nomina rappresentante fiscale Es: effettua un concerto in Germania ed il committente non è soggetto passivo (prestazioni relative ad attività artistiche ex. art. 7-quinquies, lett. a)) Territorialità: NON territorialmente rilevante in A. Obbligo emissione fattura (art. 21, co. 6-bis, lett a), DPR 633/1972): NO Obbligo di identificazione diretta o nomina rappresentante fiscale in DE per adempiere obblighi IVA Territorialità paese UE committente DE 28

29 Prestazioni di servizi resi a soggetti EXTRA-UE (B2C) fino al Servizio CH Momento di effettuazione (art. 6, co. 3 e 4, DPR 633/1972): PAGAMENTO o anticipata FATTURAZIONE. Obbligo emissione fattura: NO Territorialità paese EXTRA-UE committente Stati EXTRA-UE 29

30 Prestazioni di servizi resi a soggetti EXTRA-UE (B2C) dal Fattura CH Momento di effettuazione (art. 6, co. 3 e 4, DPR 633/1972): PAGAMENTO o anticipata FATTURAZIONE. Obbligo emissione fattura (art. 21, co. 6-bis, lett b), DPR 633/1972): SI + annotazione operazione non soggetta Termine emissione (art. 21, co. 4, DPR 633/1972): immediata al momento di effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima. Territorialità paese EXTRA-UE committente Stati EXTRA-UE 30

31 Prestazioni di servizi resi a soggetti EXTRA-UE (B2C) Esempio dal Fattura USA Territorialità paese EXTRA-UE committente Es: rende una consulenza legale ad un committente non soggetto passivo extra-ue (prestazioni ex. art. 7-septies, lett. c)) Territorialità: NON territorialmente rilevante in A. Obbligo emissione fattura (art. 21, co. 6-bis, lett b), DPR 633/1972): SI + annotazione operazione non soggetta Termine emissione (art. 21, co. 4, DPR 633/1972): immediata al momento di effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima Stati EXTRA-UE 31

32 S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO CASI PRATICI: 4. Operazioni effettuate in da soggetti non residenti

33 Cessione di beni effettuate in A da soggetti non residenti a soggetti passivi stabiliti in A (B2B) - cfr. R.M. 25 agosto 2010 n. 89/E Movimento dei beni fino al Fattura NON RESIDENTE Adempimenti IVA a carico del cessionario/committente REVERSE CHARGE Sistema dell autofattura (art. 21, co. 5, DPR 633/1972) Termine emissione (art. 21, co. 4, DPR 633/1972): immediata al momento di effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima. Stati UE o extra-ue Territorialità A Rappresentante Fiscale del NON RESIDENTE RM 89E/2010 possibile emissione di un documento ma senza alcuna valenza ai fini IVA Deposito 33

34 Cessione di beni effettuate in A da soggetti non residenti (EXTRA TRA- UE) a soggetti passivi stabiliti in A (B2B) Movimento dei beni Dal Fattura Territorialità A CH Rappresentante Fiscale di CH Adempimenti IVA a carico del cessionario/committente REVERSE CHARGE Sistema dell autofattura (art. 21, co. 5, DPR 633/1972) Annotazione sul documento autofatturazione (art. 21, co. 6-bis, DPR 633/1972) Termine emissione (art. 21, co. 4, DPR 633/1972): immediata al momento di effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima RM 89E/2010 possibile emissione di un documento ma senza alcuna valenza ai fini IVA Stati extra-ue Deposito 34

35 Cessione di beni effettuate in A da soggetti non residenti (UE) ) a soggetti passivi stabiliti in A (B2B) Movimento dei beni Dal UE Fattura Adempimenti IVA a carico del cessionario/committente REVERSE CHARGE Sistema dell integrazione (art. 46, co. 1, DPR 633/1972). Sistema dell autofattura: se entro il secondo mese successivo all effettuazione dell operazione il cessionario non ha ricevuto fattura. Termine per l emissione: 15 terzo mese successivo all effettuazione dell operazione (art. 46, co. 5, D.L. n. 331/1993). Termine registrazione (art. 47, co. 1, D.L. 331/1993): entro il giorno 15 del mese successivo a quello di ricezione della fattura (o entro il termine di emisssione nel caso di autofattura ex. Art. 46, co 5, D.L. 331/1993). Stati UE Territorialità A Rappresentante Fiscale dell UE La fattura del fornitore UE diviene quindi obbligatoria (cfr. art. 21, co. 6bis, lett a) ed è quindi pienamente valente ai fini IVA Deposito 35

36 Prestazioni di servizi specifici effettuate in A da soggetti non n residenti (UE) a soggetti passivi stabiliti in A (B2B) fino al Prestazione servizio UE Adempimenti IVA a carico del cessionario/committente REVERSE CHARGE Sistema dell autofattura (art. 21, co. 5, DPR 633/1972) Termine emissione (art. 21, co. 4, DPR 633/1972): immediata al momento di effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima Stati UE Territorialità A 36

37 Prestazioni di servizi specifici effettuate in A da soggetti non n residenti (UE) a soggetti passivi stabiliti in A (B2B) Prestazione servizio Dal UE Adempimenti IVA a carico del cessionario/committente REVERSE CHARGE Sistema dell integrazione (art. 46, co. 1, DPR 633/1972). Sistema dell autofattura: se entro il secondo mese successivo all effettuazione dell operazione il cessionario non ha ricevuto fattura. Termine per l emissione: 15 terzo mese successivo all effettuazione dell operazione (art. 46, co. 5, D.L. n. 331/1993). Termine registrazione (art. 47, co. 1, D.L. 331/1993): entro il giorno 15 del mese successivo a quello di ricezione della fattura (o entro il termine di emisssione nel caso di autofattura ex. Art. 46, co 5, D.L. 331/1993). Stati UE Territorialità A 37

38 Prestazioni di servizi generici effettuate in A da soggetti non residenti (UE) a soggetti passivi stabiliti in A (B2B) Prestazione servizio Nulla cambia rispetto al 2012 UE Adempimenti IVA a carico del cessionario/committente REVERSE CHARGE Sistema dell integrazione (art. 46, co. 1, DPR 633/1972) Sistema dell autofattura: se entro il secondo mese successivo all effettuazione dell operazione il cessionario non ha ricevuto fattura. Termine per l emissione: 15 terzo mese successivo all effettuazione dell operazione (art. 46, co. 5, D.L. n. 331/1993):. Termine registrazione (art. 47, co. 1, D.L. 331/1993): entro il giorno 15 del mese successivo a quello di ricezione della fattura (o entro il termine di emisssione nel caso di autofattura ex. Art. 46, co 5, D.L. 331/1993). Stati UE Territorialità A 38

39 Prestazioni di servizi generici effettuate in A da soggetti non residenti (EXTRA-UE) a soggetti passivi stabiliti in A (B2B) Fino al Prestazione servizio CH Adempimenti IVA a carico del cessionario/committente REVERSE CHARGE Sistema dell autofattura (art. 21, co. 5, DPR 633/1972) Termine emissione (art. 21, co. 4, DPR 633/1972): immediata al momento di effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima. Stati extra - UE Territorialità A 39

40 Prestazioni di servizi generici effettuate in A da soggetti non residenti (EXTRA-UE) a soggetti passivi stabiliti in A (B2B) Dal Prestazione servizio CH Adempimenti IVA a carico del cessionario/committente REVERSE CHARGE Sistema dell autofattura (art. 21, co. 5, DPR 633/1972) Termine emissione (art. 21, co. 4, lett. d), DPR 633/1972): entro il giorno 15 del mese successivo all effettuazione dell operazione. Termine registrazione (art. 23, co. 1, DPR 633/1972): entro 15 giorni dalla data di emissione con riferimento a quest ultima. Stati extra - UE Territorialità A 40

41 41

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

I VA CORSO BASE. a) operazioni nel campo IVA

I VA CORSO BASE. a) operazioni nel campo IVA a) operazioni nel campo IVA Si tratta delle operazioni nelle quali sono presenti tutti i presupposti di applicazione dell imposta, e cioè: presupposto soggettivo = esercizio di impresa, arte o professione;

Dettagli

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella La sentenza n. 12581 del 2010 1 della Corte di cassazione è parte di un gruppo di recenti sentenze 2, le prime a intervenire

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 Premessa rmativa Entro il 28 febbraio 2013 i soggetti pasvi IVA devo presentare telematicamente il Modello per la comunicazione dati

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA 1 NOTE DI VARIAZIONE IVA (art. 26 del DPR n. 633/1972) Obbligatorie Facoltative Si tratta delle variazioni in aumento

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 27 marzo 2015

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 27 marzo 2015 CIRCOLARE N. 14/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 marzo 2015 OGGETTO: Reverse charge Estensione a nuove fattispecie nel settore edile, energetico, nonché alle cessioni di pallets recuperati ai cicli

Dettagli

Indice. Roma, 24 marzo 2015. Prot. 2009/ OGGETTO: Descrizione. OGGETTO: Depositi IVA CIRCOLARE N. 12/E

Indice. Roma, 24 marzo 2015. Prot. 2009/ OGGETTO: Descrizione. OGGETTO: Depositi IVA CIRCOLARE N. 12/E CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa Prot. 2009/ Roma, 24 marzo 2015 OGGETTO: Descrizione OGGETTO: Depositi IVA Indice 1. Premessa... 3 2. Depositi IVA - definizione... 4 Agenzia delle Entrate

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Dr. Rag. D Antuono Emilio

Dr. Rag. D Antuono Emilio Aggiornato al 26/02/2013 Copyright Riproduzione Riservata IL REVERSE CHARGE IN EDILIZIA L Art. 1 comma 44 della legge n. 296/2006 ha introdotto nel nostro sistema il meccanismo del REVERSE CHARGE o INVERSIONE

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export La documentazione contabile delle operazioni di import/export Importazioni - Esportazioni Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export Importazioni GRUPPO DI LAVORO OPERAZIONI DOGANALI

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015 CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 13 aprile 2015 OGGETTO: Operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni: cd. scissione dei pagamenti. Articolo 1, commi 629, lettere

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti Suite Contabile Fiscale 08 novembre 2013 Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti 1) Domanda: Come posso verificare i codici fiscali errati delle anagrafiche

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING

SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING Versione 1.0 del 23 giugno 2014 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Contenuto della Fattura PA... 2 3. Dati obbligatori

Dettagli

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A)

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A) D.L. 22.06.2012 n. 83, in vigore dal 26.06.2012 IMMOBILI ABITATIVI - La disciplina delle cessioni di fabbricati abitativi Con riferimento al regime delle cessioni la novella sostituisce il n. 8-bis dell

Dettagli

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04 SWIM SKF World-class Invoice Matching Specifiche SKF per fatture e documenti di consegna Rev 04 Indice 1 Scopo...3 2 Introduzione...3 3 Dati contenuti in fattura...3 4 Dati obbligatori richiesti in una

Dettagli

Per la Cassazione l omesso Reverse charge non genera danni erariali di Francesco Greggio

Per la Cassazione l omesso Reverse charge non genera danni erariali di Francesco Greggio Edizione di giovedì 7 maggio 2015 CRISI D IMPRESA Vademecum su transazione fiscale e crisi da sovraindebitamento di Alessandro Bonuzzi AGEVOLAZIONI Novità modello IRAP 2015: la deduzione per incremento

Dettagli

Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni

Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni Studio Associato Servizi Professionali Integrati Member Crowe Horwath International Split payment: come regolarizzare le fatture irregolari della Dott.ssa Cristina Seregni Abstract Le fatture emesse mediante

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: Prot. n. 2014/159941 Modalità operative per l inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio

Dettagli

Prot. n. 3/2015 Roma, 23/01/2015 REVERSE CHARGE PULIZIE, DEMOLIZIONI, INSTALLAZIONE IMPIANTI E COMPLETAMENTO EDIFICI

Prot. n. 3/2015 Roma, 23/01/2015 REVERSE CHARGE PULIZIE, DEMOLIZIONI, INSTALLAZIONE IMPIANTI E COMPLETAMENTO EDIFICI Prot. n. 3/2015 Roma, 23/01/2015 Alle Associazioni del sistema Confimi e alle relative Imprese associate REVERSE CHARGE PULIZIE, DEMOLIZIONI, INSTALLAZIONE IMPIANTI E COMPLETAMENTO EDIFICI La legge di

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

L imposta sul valore aggiunto

L imposta sul valore aggiunto Università degli Studi di Roma 3 Facoltà di Giurisprudenza L imposta sul valore aggiunto Dispense ad uso degli studenti del corso di Diritto Tributario Indice IL SISTEMA DELL IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO...

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti CIRCOLARE N. 40/E Direzione Centrale Normativa Roma, 8 ottobre 2012 OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti Premessa

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Roma, 30 dicembre 2014. OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. Circolare n.

Roma, 30 dicembre 2014. OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. Circolare n. Circolare n. 31/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 dicembre 2014 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. PREMESSA... 5 CAPITOLO I:

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

OGGETTO: Impianti fotovoltaici Profili catastali e aspetti fiscali

OGGETTO: Impianti fotovoltaici Profili catastali e aspetti fiscali CIRCOLARE N.36/E Direzione Centrale Normativa Direzione Centrale Catasto e Cartografia Roma, 19 dicembre 2013 Allegati: 1 OGGETTO: Impianti fotovoltaici Profili catastali e aspetti fiscali 2 INDICE Premessa...4

Dettagli

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ)

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ) CIRCOLARE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 7 luglio 2015 OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ) 2 1. PREMESSA...

Dettagli

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare Vademecum operativo Marzo 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1 Abitazioni... 4 1.1 Cessioni... 4 1.1.1 Esercizio dell opzione

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015 CIRCOLARE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 11 maggio 2015 OGGETTO: Trattamento agli effetti dell IVA dei contributi pubblici relativi alle politiche attive del lavoro e alla formazione professionale

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA

DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA AA9/11 DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ, VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ AI FINI IVA (IMPRESE INDIVIDUALI E LAVORATORI AUTONOMI) ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non diversamente specificato,

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

PROGRAMMA PERCORSO SEMINARIALE

PROGRAMMA PERCORSO SEMINARIALE PROGRAMMA PERCORSO SEMINARIALE 16 E 17 GENNAIO 2013 Metodologia Didattica STUDIO DEL SORBO SRL L'attività didattica si avvale di metodologie finalizzate a rendere il partecipante protagonista del processo

Dettagli

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov. Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.it Proposta n. 3560 del 03/08/2015 RIFERIMENTI CONTABILI Anno bilancio

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità

PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità PRO MEMORIA PER LE PUBBLICAZIONI (SETTORI ORDINARI) Riepilogo pubblicità LAVORI (articoli, e del decreto legislativo n. del 00) Importi in euro: fino a 00.000 da 00.000 a.000.000 da.000.000 di preinformazione

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI

GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI GUIDA FISCALE PER GIOVANI AVVOCATI Ordine degli avvocati di Genova Direzione Regionale della Liguria La Guida prende spunto dal confronto tra Agenzia delle Entrate e Ordine degli Avvocati di Genova. Principale

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

RISOLUZIONE N. 15/E. Roma, 12 febbraio 2015

RISOLUZIONE N. 15/E. Roma, 12 febbraio 2015 Direzione b Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 15/E Roma, 12 febbraio 2015 OGGETTO: Istituzione dei codici tributo per il versamento, mediante i modelli F24 ed F24 Enti pubblici, dell IVA

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI. 2. I contribuenti minimi pag.

Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI. 2. I contribuenti minimi pag. Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI A cura di: Dott.ssa Luana Bernardoni Dott.ssa Antonella Scaglioni Dott. Marco Ferri Dott.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica»

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2013 Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» Gianluca Cristofori 31 maggio 2013 Sala Orlando - Corso

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 2/E R RrRrrr Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Modifiche alla tassazione applicabile, ai fini dell imposta di registro, ipotecaria e catastale, agli atti di trasferimento o di costituzione

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 6/E Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa 1.1 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Chiarimenti interpretativi relativi a quesiti posti in occasione degli eventi Videoforum

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 18978/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013 Circolare n. 12/E Direzione Centrale Normativa Roma, 3 maggio 2013 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dall articolo 1, comma 1,

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

n. 7 del 3 aprile 2015

n. 7 del 3 aprile 2015 n. 7 del 3 aprile 2015 FISCO In evidenza Mod. 730-4: comunicazione entro il 15 aprile pag. 2 Fatturazione elettronica: servizi per i commercialisti pag. 3 Tax credit per il turismo digitale pag. 4 LAVORO

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

Adempimenti fiscali e doganali riguardanti le operazioni di import/export primo secondo terzo Agenzia delle Dogan Le dogane

Adempimenti fiscali e doganali riguardanti le operazioni di import/export primo secondo terzo Agenzia delle Dogan Le dogane Adempimenti fiscali e doganali riguardanti le operazioni di import/export Le imprese che intrattengono rapporti commerciali con l'estero devono rispettare alcuni adempimenti formali specifici. Essi riguardano

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli