Le operazioni Intracomunitarie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le operazioni Intracomunitarie"

Transcript

1 UR Le operazioni Intracomunitarie Manuale Operativo

2 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo, elettronico, meccanico o altri, senza la preventiva autorizzazione di Wolters Kluwer Italia s.r.l. I manuali/schede programma sono costantemente aggiornate, tuttavia i tempi tecnici di redazione possono comportare che le esemplificazioni riportate e le funzionalità descritte non corrispondano esattamente a quanto disponibile all utente.

3 INDICE LE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE... 4 Premessa... 4 Sequenza logica delle operazioni... 4 Anagrafica... 4 Primo elenco Intrastat presentato - Cessazione di attività o variazione della partita IVA... 5 Gestione Automatismi PdC... 6 Manutenzione dei dettagli Intrastat... 6 Registrazione fatture di vendita di beni Registrazione fatture di acquisto di beni Registrazione fatture relative a servizi resi Registrazione fatture relative a servizi ricevuti Registrazione di fatture con beni e servizi Gestione Rettifiche Invio telematico Liquidazione IVA periodica Stampa registri IVA Brogliaccio operazioni Intrastat Stampa progressivi Modelli Ministeriali Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 3/33

4 Quadro normativo Premessa Decreto Legge 30 agosto 1993, n Art Acquisti intracomunitari. LE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE "L'imposta sul valore aggiunto si applica sugli acquisti intracomunitari di beni effettuati nel territorio dello Stato nell'esercizio di imprese o di arti e professioni o comunque da enti, associazioni o altre organizzazioni di cui all'art. 4, 4 comma, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, soggetti passivi d'imposta nel territorio dello Stato. Costituiscono acquisti intracomunitari le acquisizioni, derivanti da atti a titolo oneroso, della proprietà di beni o di altro diritto reale di godimento sugli stessi, spediti o trasportati nel territorio dello Stato da altro Stato membro dal cedente, nella qualità di soggetto passivo d'imposta, ovvero dell'acquirente o da terzi per loro conto." Art Territorialità delle operazioni intracomunitarie. "Gli acquisti intracomunitari sono effettuati nel territorio dello Stato se hanno per oggetto beni, originari di altro Stato membro o ivi immessi in libera pratica ai sensi degli artt. 9 e 10 del Trattato istitutivo della Comunità economica europea, spediti o trasportati dal territorio di altro Stato membro nel territorio dello Stato." Art Cessioni intracomunitarie non imponibili. "Costituiscono cessioni non imponibili: a) le cessioni a titolo oneroso di beni, trasportati o spediti nel territorio di altro Stato membro, dal cedente o dall'acquirente, o da terzi per loro conto, nei confronti di cessionari soggetti di imposta o di enti, associazioni e altre organizzazioni indicate nell'art. 4, 4 comma, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, non soggetti passivi d'imposta;... b) le cessioni in base a cataloghi, per corrispondenza e simili, di beni diversi da quelli soggetti ad accisa, spediti o trasportati dal cedente o per suo conto nel territorio di altro Stato membro nei confronti di cessionari ivi non tenuti ad applicare l'imposta sugli acquisti intracomunitari e che non hanno optato per l'applicazione della stessa.... c) le cessioni, con spedizione o trasporto dal territorio dello Stato, nel territorio di altro Stato membro di beni destinati a essere ivi installati, montati o assiemati da parte del fornitore o per suo conto." Art Cessioni a viaggiatori. "Fino al 30 giugno 1999 sono non imponibili agli effetti dell'articolo 8 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, nr. 633, le cessioni di beni ai viaggiatori diretti in un altro stato membro, effettuate negli speciali negozi istituiti nell'ambito dei porti e degli aeroporti ai sensi dell'art. 128 del Testo Unico delle disposizioni legislative in materia doganale...". Art Operazioni non imponibili. "Non sono imponibili anche agli effetti del secondo comma dell'articolo 8 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, nr. 633, le cessioni di beni, anche tramite commissionari, effettuate nei confronti di cessionari o commissionari di questi, se i beni sono trasportati o spediti in altro stato membro a cura o a nome del cedente, anche per incarico dei propri cessionari o commissionari di questi...". Anagrafica Sequenza logica delle operazioni Nell'anagrafica dell'azienda è necessario attivare la gestione Intracomunitaria tramite il test "Gestione operazioni intracomun.: S" e nei campi "Periodicità modello Vendite" e "Periodicità modello Acquisti" dovrà essere indicato se si intende stampare il modello Vendite e Acquisti con periodicità Mensile o Trimestrale oppure N se non viene compilato il modello. La periodicità degli elenchi si determina separatamente per acquisiti e cessioni intracomunitarie in relazione al volume delle operazioni effettuate. È inoltre possibile usufruire di una compilazione guidata attivando i test "Tipo Compilaz. Vendite" e "Tipo Compilaz. Acquisti". In presenza di una periodicità mensile si potrà scegliere un valore da "1" a "5", mentre lasciando il test a "0" la compilazione dei dettagli Intrastat rimarrà libera. In presenza di una periodicità trimestrale si potrà scegliere alternativamente il valore "1" per la compilazione guidata o "0" per la compilazione libera. Negli automatismi deve essere specificato il conto relativo all'i.v.a. conto/cee. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 4/33

5 Si ricorda che per i soggetti che operano con periodicità trimestrale, in caso di superamento del limite del volume delle operazioni effettuate previsto dalla legge nel corso dell'anno, la periodicità diverrà mensile a partire dal mese successivo a quello di superamento del suddetto limite. In tale situazione si opererà il cambio di periodicità da trimestrale a mensile e si dovrà inviare il modello trimestrale contenente il primo mese (ovvero il primo ed il secondo mese del trimestre) e per i mesi successivi il modello mensile. In caso di variazione di periodicità l'operatività da trimestrale a mensile in corso d'anno, sarà la seguente: verranno inseriti i dettagli con la periodicità trimestrale impostata nell'anagrafica azienda fino all'ultimo giorno del mese in cui è avvenuto il superamento del limite; a partire dal mese successivo a quello in cui è avvenuto il superamento del limite si dovrà modificare la periodicità da trimestrale a mensile nell'anagrafica azienda e solo successivamente inserire i dettagli relativi alla suddetta mensilità ed alle successive; occorrerà poi effettuare l'invio del modello trimestrale contenente i dettagli del primo mese ovvero del primo e secondo mese del trimestre in cui è avvenuto il superamento del limite (se detto superamento è avvenuto nel terzo mese, l'invio del trimestre sarà di tipo ordinario); successivamente dovrà essere effettuato l'invio del modello relativo al mese successivo a quello in cui è avvenuto il superamento del limite, con periodicità mensile. Primo elenco Intrastat presentato - Cessazione di attività o variazione della partita IVA Attraverso la scelta esterna "Dati Anagrafici" è possibile gestire i seguenti casi: Primo elenco Intrastat presentato: si indicherà nel test "Presentati elenchi riepilogativi in precedenza: N" e nel test "Cessazione attività o variazione Partita I.V.A.: N"; Cessazione di attività o variazione della partita iva: si indicherà nel test "Presentati elenchi riepilogativi in precedenza: S" e nel test "Cessazione attività o variazione Partita I.V.A.: S"; Entrambe le fattispecie: si indicherà nel test "Presentati elenchi riepilogativi in precedenza: N" e nel test "Cessazione attività o variazione Partita I.V.A.: S"; Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 5/33

6 Gestione Automatismi PdC Nella "Gestione Automatismi PdC" deve essere specificato il conto relativo alla contropartita "I.V.A. conto/cee" che sarà utilizzato per tutte le aziende che effettuano operazioni intracomunitarie. Manutenzione dei dettagli Intrastat La manutenzione dei dettagli Intrastat di Prima Nota può avvenire sia mediante la funzione "MP Manutenzione Prima Nota", sia con scelta esterna "Gestione Progressivi". Di seguito la schermata di manutenzione dei dettagli mediante la funzione "MP Manutenzione Prima Nota". Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 6/33

7 Se non risulta necessario modificare la scrittura contabile, ma solo l'intrastat, è possibile operare dalla scelta esterna "Gestione Progressivi". Una volta individuato il Tipo Modello (Acquisti/Vendite/Prestazioni servizi resi/prestazioni servizi ricevuti) si potrà scegliere il movimento da variare dagli estremi (Numero Partita/Data Inizio/Data Fine). È consigliabile quest'ultima modalità in quanto permette di variare il dettaglio dei dati richiesti dai modelli Intra-1 e Intra-2 senza avere conseguenze sulle movimentazioni contabili. Di seguito viene proposta la schermata di selezione del movimento mediante il richiamo per Numero Partita. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 7/33

8 Il richiamo dei movimenti può avvenire: mediante il tasto <F2> che consente di evidenziare i righi compilati; mediante il tasto <Enter> che consente di evidenziare anche i movimenti contabili per quali non è stato compilato il modello Intrastat. Verifica partita IVA comunitaria In fase di caricamento del dettaglio Intrastat, il programma effettua un controllo automatico sulla struttura della partita IVA comunitaria. Tale controllo si attiva quando il cursore si posiziona sul campo "Ammontare delle operazioni" e in caso di mancata conformità della stessa viene proposto il seguente messaggio: Inoltre è possibile verificare l'esistenza della partita IVA comunitaria del cliente/fornitore, sia all'interno della funzione "MP Manutenzione Prima Nota" sia con scelta esterna "Gestione Progressivi", tramite la tendina richiamabile col tasto funzione "<F11> Ulteriori funzioni". Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 8/33

9 Quest'ultimo apre un collegamento con il sito dell'agenzia delle Entrate, il quale offre un servizio di verifica della partita IVA comunitaria, comunicando all'utente l'effettiva validità della stessa. Nomenclatura combinata Qualora sia necessario compilare il campo "Nomenclatura combinata" (Intra-1 bis/ter, Intra-2 bis/ter), è possibile richiamare, attraverso il tasto funzione <F2>, un help di scelta delle nomenclature combinate proposte. Quest'ultimo permette, tramite il tasto "RICERCA CODICE PER STRINGA", di effettuare una ricerca di una parola chiave all'interno dell'elenco. Il tasto "DETTAGLIO DESCRIZIONE" invece permette di Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 9/33

10 visualizzare la descrizione completa del codice selezionato. Inoltre è possibile personalizzare un elenco di nomenclature combinate mediante il tasto funzione <F7>. Verifica soglia euro In presenza di una periodicità trimestrale, nel momento in cui si effettua una nuova registrazione, è possibile, tramite il tasto funzione "<F11> Ulteriori funzioni", visualizzare l'ammontare totale delle operazioni caricate per una specifica categoria di operazioni (per es. vendite di beni). Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 10/33

11 Nel caso in cui, sempre per una specifica categoria di beni, vengano caricate operazioni che superino la soglia dei euro, al termine del caricamento un messaggio avviserà l'utente del superamento della suddetto limite. Registrazione fatture di vendita di beni La registrazione di una fattura di vendita derivante da una operazione intracomunitaria va effettuata con una causale di vendita preceduta dal prefisso 40 (ad esempio 40200). Il cliente dovrà essere residente in uno dei paesi membri della U.E., sul campo relativo al Codice fiscale dovrà essere riportato il codice IVA preceduto dal codice ISO dello stato di appartenenza. L'utente potrà effettuare la registrazione contabile mediante la funzione "PI Prima Nota Iva". Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 11/33

12 Al termine della registrazione ai fini IVA e ai fini contabili, viene proposta una ulteriore schermata nella quale vengono richieste le informazioni aggiuntive utili alla compilazione del modello Intra-1 bis. I dati richiesti per la compilazione del modello Intra-1 bis dipendono dal valore inserito nel test "Tipo Compilaz. Vendite". Per i soggetti mensili occorre compilare: 0 -> Nessun controllo in compilazione; 1 -> Fiscale (< 20 Ml): dalla colonna 2 alla 6; 2 -> Fiscale e statistico (< 20 Ml): dalla colonna 2 alla 8 e dalla colonna 12 alla 13; 3 -> Statistico (< 20 Ml): dalla colonna 5 alla 9 e dalla colonna 12 alla 13; 4 -> Fiscale e statistico (> 20 Ml): tutte le colonne; 5 -> Statistico (> 20 Ml): dalla colonna 5 alle 13. Per i soggetti trimestrali occorre compilare: 0 -> Nessun controllo in compilazione; 1 -> Fiscale: dalla colonna 2 alla 5. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 12/33

13 Registrazione fatture di acquisto di beni La registrazione di una fattura di acquisto derivante da un'operazione intracomunitaria va effettuata con una causale di acquisto preceduta dal prefisso 40 (ad esempio 40100). Il fornitore dovrà essere residente in uno dei paesi membri della U.E., sul campo relativo al Codice fiscale dovrà essere riportato il Codice IVA preceduto dal codice ISO dello stato di appartenenza. L'utente potrà effettuare la registrazione contabile mediante la funzione "PI Prima Nota Iva". Al termine della registrazione ai fini IVA e ai fini contabili, viene proposta un'ulteriore schermata nella quale vengono richieste le informazioni aggiuntive utili alla compilazione del modello Intra-2 bis. Si ricorda che l'indicazione del corrispettivo in valuta estera deve essere riportato nel campo Annotazioni in sede di registrazione della fattura di acquisto. I dati richiesti per la compilazione del modello Intra-2 bis dipendono dal valore inserito nel test "Tipo Compilaz. Acquisti". Per i soggetti mensili occorre compilare: 0 -> Nessun controllo in compilazione; 1 -> Fiscale (< 20 Ml): dalla colonna 2 alla 7; 2 -> Fiscale e statistico (< 20 Ml): dalla colonna 2 alla 9 e dalla colonna 13 alla 15; 3 -> Statistico (< 20 Ml): dalla colonna 6 alla 10 e dalla colonna 13 alla 15; 4 -> Fiscale e statistico (> 20 Ml): tutte le colonne; 5 -> Statistico (> 20 Ml): dalla colonna 6 alle 15. Per i soggetti trimestrali occorre compilare: 0 -> Nessun controllo in compilazione; 1 -> Fiscale: dalla colonna 2 alla 6. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 13/33

14 La procedura permette l'inserimento consecutivo di più dettagli del modello Intra-2 bis a fronte della medesima fattura. Al termine della registrazione del primo dettaglio, la procedura si predispone all'inserimento di un nuovo dettaglio in riferimento alla medesima fattura. Premendo il tasto <F7> "CONSULTAZIONI registrazioni intracomun" sul campo "Ammontare delle operazioni in Euro" è possibile visualizzare i dettagli delle registrazioni intracomunitarie precedentemente inserite con possibilità di richiamarle ed eventualmente apportare le opportune modifiche. Terminato l'inserimento dei dettagli della registrazione intracomunitaria, viene aperta una ulteriore schermata per la registrazione della cessione compensativa. In questo modo i dati relativi alla fattura di acquisto, verranno riportati anche sul registro delle fatture emesse, ottemperando così, all'obbligo di autoliquidazione dell'imposta. Si precisa che in fase di generazione del movimento registrato con causale 225 viene generata una scrittura contabile "fittizia" (cliente e conto di ricavo) che non viene trattata dalla procedura (stampa del libro giornale, schede, ecc ). I dati richiesti in questa schermata sono: Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 14/33

15 Campo Contenuto Codice registro In caso di più sezionali dovrà essere indicato il sezionale sul quale si intende stampare la registrazione; in caso contrario viene proposto automaticamente 01. Codice cliente/conto Verranno proposti in automatico i dati del fornitore da riportare sul registro IVA delle fatture con la contropartita cliente. Data documento Viene riportata la data del documento precedentemente inserita. Numero protocollo/numero documento Vengono proposti in automatico. Annotazioni Vengono riportate le eventuali annotazioni indicate precedentemente nella registrazione della fattura. In caso di variazione di un movimento di acquisto registrato con l'utilizzo del prefisso 40 viene visualizzato un messaggio nel quale si ricorda all'utente che sarà necessario effettuare anche la variazione della relativa fattura compensativa generata con la causale 225. Registrazione fatture relative a servizi resi La registrazione di una fattura relativa a servizi resi derivante da una operazione intracomunitaria va effettuata con una causale 200 preceduta dal prefisso 40 con codice IVA 7T (art.7 ter Dpr 633/72, classificazione fiscale 4 = N/IVA). Il cliente dovrà essere residente in uno dei paesi membri della U.E., sul campo relativo al Codice fiscale dovrà essere riportato il codice IVA preceduto dal codice ISO dello stato di appartenenza. L'utente potrà effettuare la registrazione contabile mediante la funzione "PI Prima Nota Iva". Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 15/33

16 I dati richiesti per la compilazione del modello Intra-1 quater dipendono dal valore inserito nel test "Tipo Compilaz. Vendite", senza nessuna differenza tra una periodicità mensile ed una trimestrale. Se il test "Tipo Compilaz. Vendite" ha valore 0 -> Nessun controllo in compilazione. Se il test "Tipo Compilaz. Vendite" assume valore 1,2,3,4,5 -> Occorre compilare tutte le colonne. Registrazione fatture relative a servizi ricevuti La registrazione di una fattura relativa ad un servizio ricevuto derivante da un'operazione intracomunitaria va effettuata con la causale 185 preceduta dal prefisso 40. Il fornitore dovrà essere residente in uno dei paesi membri della U.E., sul campo relativo al Codice fiscale dovrà essere riportato il codice IVA preceduto dal codice ISO dello stato di appartenenza come da tabella da noi rilasciata. L'utente potrà effettuare la registrazione contabile mediante la funzione "PI Prima Nota Iva". Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 16/33

17 I dati richiesti per la compilazione del modello Intra-1 quater dipendono dal valore inserito nel test "Tipo Compilaz. Acquisti", senza nessuna differenza tra una periodicità mensile e una trimestrale. Se il test "Tipo Compilaz. Acquisti" ha valore 0 -> Nessun controllo in compilazione. Se il test "Tipo Compilaz. Acquisti" assume valore 1,2,3,4,5 -> Occorre compilare tutte le colonne. In presenza di un apposito sezionale per la registrazione della cessione compensativa (indicato nel test "Fatture" in Anagrafica), è possibile indicare il relativo numero del sezionale, tramite il tasto funzione <F11> nel campo "Numero Fattura", in modo tale che la procedura proponga il numero fattura corrispondente alla cessione compensativa. Terminato l'inserimento della registrazione intracomunitaria, viene aperta una ulteriore schermata per la registrazione della cessione compensativa. In questo modo i dati relativi alla fattura di acquisto, verranno riportati anche sul registro delle fatture emesse, ottemperando così, all'obbligo di autoliquidazione dell'imposta. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 17/33

18 Registrazione di fatture con beni e servizi In fase di registrazione di una fattura in Prima Nota Iva è possibile la compilazione sia dell'intra dei beni che dei servizi mediante, a seconda dei casi, le funzioni Apertura INTRA-1 bis (beni), Apertura INTRA-1 quater (servizi), Apertura INTRA-2 bis (beni), Apertura INTRA-2 quater (servizi), che permettono di accedere ai diversi modelli INTRA. Tali funzioni sono richiamabili dalla tendina <F11> Ulteriori funzioni che raccoglie anche le funzionalità già esistenti Verifica Codice Iva via web e Verifica Limite euro (laddove attive). Si possono presentare i seguenti casi: A seguito della registrazione in Prima Nota Iva di una fattura intracomunitaria relativa alla cessione di beni e di servizi resi (contemporanea presenza nel castelletto Iva), la procedura: richiama automaticamente entrambi i modelli INTRA-1 bis e INTRA-1 quater in base all'ordine di inserimento; permette all operatore, accedendo alla tendina <F11> Ulteriori funzioni, il passaggio fra i due modelli. A seguito della registrazione in Prima Nota Iva di una fattura intracomunitaria di cessione di beni (servizi resi), la procedura: richiama automaticamente il modello INTRA-1 bis (INTRA-1 quater) in relazione alla causale ed al Codice Iva selezionati (l operatività rimane invariata); permette all operatore, accedendo alla tendina <F11> Ulteriori funzioni, di richiamare il corrispondente modello INTRA-1 quater dei servizi resi (INTRA-1 bis), qualora la fattura contenga al suo interno voci relative a prestazioni di servizi rese (cessioni di beni). Analoga funzionalità è disponibile in fase di registrazione di fatture relative all'acquisto di beni e di servizi ricevuti. Gestione Rettifiche Rettifiche alle cessioni/acquisti di beni relativi a periodi precedenti La rettifica dei movimenti di acquisto e vendita di beni relativi a periodi precedenti (inviati con i Modelli Intra- 1 bis e Intra-2 bis) dovute a variazioni nell'ammontare delle operazioni intervenute successivamente alla presentazione degli elenchi, ovvero dovute ad errori od omissioni sostanziali non già rilevati dagli uffici doganali o dagli altri organi dell Amministrazione finanziaria, possono essere effettuate tramite la scelta esterna "Gestione Rettifiche". Le rettifiche determinano l'obbligo di inviare i modelli Intra-1 ter e Intra-2 ter. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 18/33

19 Si possono presentare i seguenti casi: 1) rettifica dell'ammontare delle operazioni o del valore statistico: è sufficiente indicare le variazioni in aumento od in diminuzione degli importi, dopo aver riportato il numero di identificazione (Stato e codice IVA) e, nel caso di rettifiche di elenchi mensili, il codice della nomenclatura combinata e la natura della transazione. All'interno della scelta esterna "Gestione Rettifiche", nel test "Estremi Presentazione", occorre inserire il mese in cui avviene la presentazione della rettifica mentre il campo "Periodo di Riferimento" si riferisce al periodo del dettaglio che si desidera rettificare. Si riporta di seguito un esempio di registrazione e successiva rettifica. Si riporta di seguito un esempio di registrazione e successiva rettifica delle colonne "Ammontare delle operazioni" e "Valore statistico". Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 19/33

20 2) In caso di rettifica del numero di identificazione dell acquirente (Stato e codice IVA), ovvero della nomenclatura combinata, ovvero della natura della transazione occorre compilare due distinte righe dettaglio: la prima per annullare quanto dichiarato in precedenza riportando in tutte le colonne i dati già comunicati ed indicando il segno - nella colonna 7; la seconda per inserire i dati corretti, indicando il segno + nella colonna 7. Si riporta di seguito un esempio di registrazione e successive rettifiche di annullamento e di variazione delle colonne "Stato" e "Codice iva", "Natura transazione" e "Nomenclatura combinata". Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 20/33

21 3) In caso di cancellazione di un dettaglio occorre riportare in tutte le colonne i dati già comunicati e indicare il segno - nella colonna 7. Per poter presentare una dichiarazione con esclusivamente delle rettifiche occorre attivare, all'interno della scelta esterna "Modelli Intra su disco", il test "Filtri telematico:s" (si veda relativo paragrafo). Rettifiche alle prestazioni di servizi resi o ricevuti relativi a periodi precedenti Le rettifiche dei servizi resi o prestati relativi a periodi precedenti (quindi inviati con i Modelli Intra-1 quater e Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 21/33

22 Intra-2 quater) dovute a variazioni intervenute successivamente alla presentazione degli elenchi, ovvero dovute ad errori e/o correzioni non già rilevati dagli organi dell Amministrazione finanziaria, possono essere effettuate nella scelta esterna "Gestione Rettifiche". Le rettifiche determinano l'obbligo di inviare i modelli Intra-1 quinquies e Intra-2 quinquies. In caso di modifica di una qualsiasi informazione di una riga dettaglio dichiarata in precedenza occorre: indicare nelle colonne da 2 a 5 gli estremi che identificano la riga dettaglio da modificare dichiarata in precedenza; indicare nelle colonne da 6 a 14 tutti i dati comprensivi delle modifiche. Si riporta di seguito un esempio di registrazione e di una rettifica di modifica. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 22/33

23 In caso di cancellazione di una riga dettaglio dichiarata in precedenza occorre: indicare nelle colonne da 2 a 5 gli estremi che identificano la riga dettaglio da cancellare dichiarata in precedenza; non compilare le colonne da 6 a 14; le colonne 6 e 7 vengono compilate in automatico dalla procedura ma non saranno considerate nella generazione del file SCAMBI.CEE. Si riporta di seguito un esempio di una rettifica di cancellazione. Qualora, invece, sia necessario integrare in una precedente dichiarazione prestazioni di servizio rese (all'interno dei termini di presentazione) si dovrà compilare un apposita dichiarazione indicando tale/i operazione/i nei moduli Intra-1 quater e Intra-2 quater. Per poter presentare una dichiarazione con esclusivamente delle rettifiche occorre attivare, all'interno della scelta esterna "Modelli Intra su disco", il test "Filtri telematico:s" (si veda relativo paragrafo). Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 23/33

24 Si ricorda che la gestione delle rettifiche non comporta nessun collegamento con il movimento contabile oggetto della rettifica stessa. Invio telematico È possibile generare il file da utilizzare per l'invio telematico, ed eventualmente procedere alla stampa del frontespizio, attraverso la scelta esterna "Modelli Intra su disco". Questa permette di creare il file SCAMBI.CEE, da inviare tramite e in aggiunta anche il file ZENT<data>.I<nn> (si tratta del file SCAMBI.CEE integrato con il record di testa), da inviare tramite Entratel. Dopo aver generato il file SCAMBI.CEE, la procedura propone la seguente domanda: In caso di risposta positiva verrà visualizzata la seguente videata, dove andranno inseriti i campi "Cod. sez. doganale" e "Progressivo invio". Anche nel caso in cui venga utilizzato il canale Entratel ed il file telematico da trasmettere venga sottoposto a verifica tramite i Controlli Sogei, risulta ancora necessario effettuare il controllo formale del contenuto attraverso l applicazione Stand-Alone (versione o successiva) dell Agenzia delle Dogane. Durante la generazione del file telematico la procedura propone l'ultimo numero progressivo usato per l'invio e ne permette eventualmente la variazione. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 24/33

25 Nel caso in cui un medesimo soggetto delegato (intermediario) debba gestire contemporaneamente gli invii di più soggetti aventi contabilità diverse può utilizzare intervalli di numerazione differenti. Per esempio: Soggetti in contabilità ordinaria da a Soggetti in contabilità semplificata da a Soggetti in contabilità professionisti da a Periodicità variata Nel caso di variazione della periodicità da trimestrale a mensile, l'invio telematico del modello trimestrale dovrà essere effettuato selezionando l'opzione "Tipo elaborazione: Periodicità Variata", indicando il trimestre interessato e se le informazioni riguardano solo il primo oppure il primo ed il secondo mese del trimestre (frontespizio dei modelli Intra-1 e Intra-2). Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 25/33

26 Di seguito alcuni esempi di cambio di periodicità in corso d anno da trimestrale a mensile. Caso 1: se un soggetto trimestrale nel mese di gennaio supera il tetto di ,00 euro (calcolato con riferimento ai 4 trimestri precedenti) cambia periodicità a partire dal mese di febbraio e si dovrà operare come segue: si registreranno con test "Periodicità modello Acquisti/Vendite: Trimestrale" i movimenti di gennaio; dal 1 di febbraio si varierà il test " Periodicità modello Acquisti/Vendite" impostandolo a Mensile ; si registreranno con test "Periodicità modello Acquisti/Vendite: Mensile" i movimenti di febbraio e i successivi (nel caso siano stati già caricati dei movimenti di febbraio con periodicità trimestrale occorrerà modificare la periodicità di ciascuno di essi); si trasmetterà il modello Trimestrale contenente il solo mese di gennaio; si trasmetterà il modello mensile a partire dal mese di febbraio. Caso 2: se un soggetto trimestrale supera il tetto di ,00 euro nel mese di febbraio, cambia periodicità a partire dal mese di marzo e si dovrà operare come segue: si registreranno con test "Periodicità modello Acquisti/Vendite: Trimestrale" i movimenti di gennaio e di febbraio; dal 1 di marzo si varierà il test "Periodicità modello Acquisti/Vendite" impostandolo a Mensile ; si registreranno con test "Periodicità modello Acquisti/Vendite: Mensile i movimenti di marzo e i successivi (nel caso siano stati già caricati dei movimenti di marzo con periodicità trimestrale occorrerà modificare la periodicità di ciascuno di essi); si trasmetterà il modello Trimestrale contenente i mesi di gennaio e di febbraio; si trasmetterà il modello mensile a partire dal mese di marzo. Caso 3: se un soggetto trimestrale supera il tetto di ,00 euro nel mese di marzo, cambia periodicità a partire dal mese di aprile e si dovrà operare come segue: si registreranno con test "Periodicità modello Acquisti/Vendite: Trimestrale" i movimenti di gennaio, febbraio e marzo; dal 1 di aprile si varierà il test "Periodicità modello Acquisti/Vendite" impostandolo a Mensile ; si registreranno con test "Periodicità modello Acquisti/Vendite: Mensile" i movimenti di aprile e i successivi (nel caso siano stati già caricati dei movimenti di aprile con periodicità trimestrale occorrerà modificare la periodicità di ciascuno di essi); si trasmetterà il modello Trimestrale contenente i mesi di gennaio, febbraio e marzo; si trasmetterà il modello mensile a partire dal mese di aprile. Nel caso si voglia effettuare una rettifica di un periodo o di una singola operazione che presenta una periodicità differente da quella attualmente in uso, occorre, nella scelta esterna "Modelli ministeriali", selezionare nel test "Tipo elaborazione:p" ossia Periodicità variata come mostrato di seguito. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 26/33

27 Filtri telematico Il test "Filtri telematico:s", all'interno della scelta esterna "Modelli Intra su disco", permette di selezionare i dettagli delle rettifiche che si vogliono inserire nell'invio, indipendentemente dagli altri dettagli del medesimo periodo di presentazione. Dopo l'attivazione del test "Filtri telematico:s" e l'inserimento dell'anagrafica dell'azienda e del numero di riferimento oggetto dell'invio telematico, verrà visualizzata la schermata "Filtri per il telematico" come di seguito riportata. Al suo interno, l'utente potrà scegliere fra i seguenti test: S: seleziona tutti i movimenti caricati; N: non seleziona alcuno dei movimenti caricati; P: permette di scegliere, tramite un help (di seguito riportato), fra i movimenti caricati quali inserire nell'invio. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 27/33

28 Quindi la scelta <P> consente di generare un file SCAMBI.CEE che contenga esclusivamente le rettifiche che si vogliono inviare. Accodamento All'interno della scelta esterna "Modelli Intra su disco" è possibile generare un unico file SCAMBI.CEE che contenga più presentazioni. Dopo aver impostato i test "Parametri Stampa" ed aver scelto nel campo "Codice" una o più aziende, è possibile accodare tramite il test "Vuoi (A)ccodare altri elenchi o (G)enerare il dischetto:a" altre presentazioni che abbiano diversi "Parametri Stampa". Questa opportunità si può utilizzare solo se le varie aziende che si vogliono accodare hanno il medesimo soggetto delegato. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 28/33

29 Liquidazione IVA periodica La liquidazione dell'iva periodica può essere effettuata nella scelta esterna "Chiusura Iva Periodica". Una volta che la liquidazione è stata elaborata, nella colonna credito è evidenziata una riga intestata all'iva su acquisti intracomunitari nella quale viene riportato l'importo dell'imposta risultante dai movimenti generati con causali di acquisto precedute dal prefisso 40. Tale imposta non rientra però nel calcolo della liquidazione IVA in quanto viene compensata dall'importo risultante nella colonna debito evidenziato nella riga intestata all'iva su acquisti intracomunitaria (cessione compensativa), importo generato in automatico dalla causale 225. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 29/33

30 Stampa registri IVA La stampa dei registri IVA può essere effettuata nella scelta esterna "Registro Iva". Le operazioni intracomunitarie vengono evidenziate da un asterisco che viene stampato a fianco della data di registrazione e riportate nel riepilogo IVA in una sezione specifica. Allo stesso modo, l'autoliquidazione dell'imposta, ottenuta con la generazione del movimento mediante la causale 225, viene riportata sul registro delle fatture emesse e nel riepilogo IVA dello stesso con imponibile uguale a zero, in quanto tale operazione non incrementa il volume d'affari. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 30/33

31 Brogliaccio operazioni Intrastat È possibile visualizzare tutti i dettagli delle operazioni Intrastat attraverso la scelta esterna "Brogliaccio Operaz. Intra". Con un asterisco vengono evidenziate le operazioni senza movimento contabile. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 31/33

32 Stampa progressivi È possibile avere un riepilogo del totale dell'ammontare delle operazioni Intrastat caricate, visualizzando anche i vari dettagli di cui è composto, attraverso la scelta esterna "Stampa progressivi". Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 32/33

33 Modelli Ministeriali Con la scelta esterna "Modelli Ministeriali" è possibile ottenere la stampa dei Modelli Ministeriali Intra-1 bis/ter/quarter/quinquies e Intra-2 bis/ter/quarter/quinquies conformi alla determinazione dell'agenzia delle Dogane del 22/02/2010. Wolters Kluwer Italia Le operazioni Intracomunitarie Pag. 33/33

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 18978/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti Suite Contabile Fiscale 08 novembre 2013 Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti 1) Domanda: Come posso verificare i codici fiscali errati delle anagrafiche

Dettagli

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 Premessa rmativa Entro il 28 febbraio 2013 i soggetti pasvi IVA devo presentare telematicamente il Modello per la comunicazione dati

Dettagli

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export La documentazione contabile delle operazioni di import/export Importazioni - Esportazioni Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export Importazioni GRUPPO DI LAVORO OPERAZIONI DOGANALI

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

I VA CORSO BASE. a) operazioni nel campo IVA

I VA CORSO BASE. a) operazioni nel campo IVA a) operazioni nel campo IVA Si tratta delle operazioni nelle quali sono presenti tutti i presupposti di applicazione dell imposta, e cioè: presupposto soggettivo = esercizio di impresa, arte o professione;

Dettagli

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A

GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A GUIDA ALLO SPESOMETRO IN SUITE NOTARO 4.1 SP4A Comunicazione Spesometro 2 Attivazione 2 Configurazioni 3 Classificazione delle Aliquote IVA 3 Dati soggetto obbligato 4 Opzioni 5 Nuovo adempimento 6 Gestione

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: Prot. n. 2014/159941 Modalità operative per l inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI

MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 2 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI Indice MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI 3 1 MANUALE ELENCO CLIENTI FORNITORI L'elenco prevede 5 sezioni

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Indice. Roma, 24 marzo 2015. Prot. 2009/ OGGETTO: Descrizione. OGGETTO: Depositi IVA CIRCOLARE N. 12/E

Indice. Roma, 24 marzo 2015. Prot. 2009/ OGGETTO: Descrizione. OGGETTO: Depositi IVA CIRCOLARE N. 12/E CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa Prot. 2009/ Roma, 24 marzo 2015 OGGETTO: Descrizione OGGETTO: Depositi IVA Indice 1. Premessa... 3 2. Depositi IVA - definizione... 4 Agenzia delle Entrate

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015 CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 13 aprile 2015 OGGETTO: Operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni: cd. scissione dei pagamenti. Articolo 1, commi 629, lettere

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(Testo rilevante ai fini del SEE) 25.6.2015 L 159/27 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/983 DELLA COMMISSIONE del 24 giugno 2015 sulla procedura di rilascio della tessera professionale europea e sull'applicazione del meccanismo di allerta

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

INDICE NEWSLETTER. ELATOS SRL, Viale Andreis 74, Desenzano del Garda (BS) - 030 2071562 - commerciale@elatos.net - w w w.elatos.

INDICE NEWSLETTER. ELATOS SRL, Viale Andreis 74, Desenzano del Garda (BS) - 030 2071562 - commerciale@elatos.net - w w w.elatos. INDICE NEWSLETTER 30/03/12 Agenti: provvigioni fisse Controllo partite aperte Elenco Primanota Gestione collaudi IVA esigibilità differita Mastrini clienti e fornitori: situazione partite Primanota: importazione

Dettagli

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A)

IMMOBILI ABITATIVI - IMPRESA COSTRUTTRICE ENTRO 5 ANNI (Quadro A) D.L. 22.06.2012 n. 83, in vigore dal 26.06.2012 IMMOBILI ABITATIVI - La disciplina delle cessioni di fabbricati abitativi Con riferimento al regime delle cessioni la novella sostituisce il n. 8-bis dell

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRÆCIA DI CATANZARO LE NOTE DI VARIAZIONE AI FINI IVA 1 NOTE DI VARIAZIONE IVA (art. 26 del DPR n. 633/1972) Obbligatorie Facoltative Si tratta delle variazioni in aumento

Dettagli

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04 SWIM SKF World-class Invoice Matching Specifiche SKF per fatture e documenti di consegna Rev 04 Indice 1 Scopo...3 2 Introduzione...3 3 Dati contenuti in fattura...3 4 Dati obbligatori richiesti in una

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

Casi in cui l autorità doganale può rinunciare alla presentazione del D.V.1

Casi in cui l autorità doganale può rinunciare alla presentazione del D.V.1 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL D.V.1 Di cosa si tratta Il modello D.V.1 è un particolare stampato da allegare alla dichiarazione doganale, nel quale vanno dichiarati gli elementi relativi al valore in dogana

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING

SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING Versione 1.0 del 23 giugno 2014 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Contenuto della Fattura PA... 2 3. Dati obbligatori

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. 2015/4790 Approvazione della Certificazione Unica CU 2015, relativa all anno 2014, unitamente alle istruzioni di compilazione, nonché del frontespizio per la trasmissione telematica e del quadro

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce ~ ~ ID: 292415 MEF - RGS - Prot. 2565 del 14/01/2015 - U ' J/tn~o ~//'g'cononu;a, e~~ w::- J't?UM?/.:ce DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO!SPETTO RATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO II -

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

MANUALE APPLICATIVO. Allegato

MANUALE APPLICATIVO. Allegato Allegato MANUALE APPLICATIVO Disposizioni in materia di raccolta di informazioni statistiche per la bilancia dei pagamenti e la posizione patrimoniale verso l estero 1 INDICE PREMESSA...7 PARTE PRIMA

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0

ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 ELENCO MIGLIORIE INCLUSE DALLA 10.0.0 ALLA 14.3.0 NUOVE PRINCIPALI FUNZIONALITÀ 14.3.0 GENERAZIONE FILE EFFETTI IN FORMATO SEPA Dal programma 'Incassi e Pagamenti Automatici' è ora possibile generare file

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ)

CIRCOLARE N. 25/E. OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ) CIRCOLARE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 7 luglio 2015 OGGETTO: EXPO MILANO 2015 Ulteriori chiarimenti - Risposte a quesiti in materia fiscale (Frequently Asked Questions FAQ) 2 1. PREMESSA...

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

III. QUANDO SI ACQUISTA CASA

III. QUANDO SI ACQUISTA CASA III. QUANDO SI ACQUISTA CASA Quando si compra casa le imposte da pagare indicato nell'atto, provvede alla rettifica e sono diverse (registro o Iva) a seconda che il alla liquidazione della maggiore imposta

Dettagli

Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI. 2. I contribuenti minimi pag.

Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI. 2. I contribuenti minimi pag. Ordine dei dottori commercialisti e degli esperi contabili di Modena Commissione imposte dirette I REGIMI AGEVOLATI A cura di: Dott.ssa Luana Bernardoni Dott.ssa Antonella Scaglioni Dott. Marco Ferri Dott.

Dettagli

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco

Dettagli

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBN-UNIX IN ARCHITETTURA CLIENT/SERVER 2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Manuale d uso (Versione

Dettagli

Teorema New Gestione condominio

Teorema New Gestione condominio Teorema New Gestione condominio manuale per l'utente 1 Indice Introduzione e condizioni di utilizzo del software La licenza d'uso Supporto tecnico e aggiornamenti I moduli e le versione di Teorema per

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli