INDICE GENERALE PARTE PRIMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE GENERALE PARTE PRIMA"

Transcript

1 INDICE GENERALE PARTE PRIMA PREMESSA 1. Armonizzazione con la legislazione comunitaria... pag Normativa interna in materia di IVA...» 5 3. Operazioni imponibili ad IVA...» 8 TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI CAPITOLO PRIMO - Presupposto oggettivo dell imponibilita` I. Cessioni di beni...» Premessa...» Atti a titolo oneroso che comportano trasferimento della proprieta`, ovvero costituzione o trasferimento di diritti reali di godimento su beni di ogni genere...» Operazioni assimilate a cessioni di beni...» Operazioni non considerate cessioni di beni...» 32 II. Prestazioni di servizi...» Prestazioni di servizi vere e proprie...» Operazioni equiparate a prestazioni di servizi...» Autoconsumo di servizi - Prestazioni di servizi a titolo gratuito» Operazioni che non costituiscono prestazioni di servizi...» 59 III. Operazioni permutative - Dazioni in pagamento...» Operazioni permutative...» Dazioni in pagamento...» Cessioni di residuati della lavorazione...» 65 IV. Importazioni e acquisti intracomunitari...» 66 Parte Seconda - Massimario (da n. 1 a n. 258) CAPITOLO SECONDO - Presupposto soggettivo dell imponibilita` I. Premessa...» 67 II. Esercizio di imprese...» Concetto di esercizio di imprese...» Persone fisiche (imprenditori individuali)...» Societa`...» Enti pubblici e privati diversi dalle societa` commerciali. Gli enti non commerciali...» Momento di acquisto e di perdita della qualifica di soggetto passivo...» 97 III. Esercizio di arti e professioni...» Concetto di esercizio di arti e professioni...» 102 VII

2 2. Lavoratori autonomi, intellettuali e non... pag. 105 Parte Seconda - Massimario (da n. 259 a n. 469) CAPITOLO TERZO - Territorialita` dell imposta 1. Principi generali. Territorio dello Stato e territorio comunitario» Effettuazione nel territorio dello Stato delle operazioni...» 112 Parte Seconda - Massimario (da n. 470 a n. 523) CAPITOLO QUARTO - Effettuazione delle operazioni I. Premessa...» 137 II. Cessioni di beni...» Criteri generali...» Cessioni ad effetti differiti...» Cessioni per atto della pubblica autorita` ; contratti di somministrazione; passaggi dal committente al commissionario; autoconsumo; contratti estimatori; assegnazione di case di abitazione...» Fatturazione o pagamento anticipati...» Cessioni allo Stato ed a enti pubblici; cessioni di prodotti farmaceutici e di beni a soci e associati...» 147 III. Prestazioni di servizi...» In generale...» Prestazioni di servizi rese allo Stato, ad enti pubblici, nonche ai soci e associati...» 152 IV. Acquisti intracomunitari...» 152 V. Importazioni...» 154 Parte Seconda - Massimario (da n. 524 a n. 568) CAPITOLO QUINTO - Cessioni intracomunitarie. Esportazioni e operazioni assimilate. Servizi internazionali I. Criteri generali...» 155 II. Cessioni all esportazione e intracomunitarie non imponibili...» Cessioni di beni trasportati o spediti fuori del territorio della Comunita` da parte del cedente, anche per incarico del proprio cessionario...» Cessioni di beni trasportati o spediti fuori del territorio della Comunita` da parte di cessionario non residente. Sgravio di imposta per soggetti domiciliati o residenti extra CE...» Cessioni relative a scambi intracomunitari...» Cessioni e prestazioni di servizi a soggetti che hanno effettuato cessioni all esportazione o operazioni intracomunitarie...» 178 VIII

3 III. Operazioni assimilate alle cessioni all esportazione... pag Cessioni di navi, aeromobili, apparati motori e di beni destinati a dotazione di bordo ecc. Prestazioni di servizi relativi a lavori navali ecc....» Acquisto di beni e servizi senza pagamento dell imposta...» 196 IV. Servizi internazionali o connessi agli scambi internazionali...» Premessa...» Servizi internazionali...» Altri servizi connessi agli scambi internazionali...» Acquisto di beni e di servizi senza pagamento d imposta...» 207 V. Sanzioni per violazioni relative alle esportazioni...» 208 Parte Seconda - Massimario (da n. 569 a n. 740) CAPITOLO SESTO - Operazioni esenti dall imposta I. Premessa...» 216 II. Elencazione delle operazioni esenti...» 217 III. Dispensa da adempimenti per le operazioni esenti...» 271 Parte Seconda - Massimario (da n. 741 a n. 897) CAPITOLO SETTIMO - Soggetti passivi - Rivalsa I. Soggetti passivi - Rappresentante fiscale...» 275 II. Rivalsa...» Diritto-dovere della rivalsa...» Non obbligatorieta` o inapplicabilita` della rivalsa...» Privilegio per il credito di rivalsa...» 290 Parte Seconda - Massimario (da n. 898 a n. 915) CAPITOLO OTTAVO - Base imponibile 1. Corrispettivo dovuto. Costi accessori. Oneri verso terzi...» Esclusioni dalla base imponibile...» Norme da applicare per particolari operazioni...» Regime speciale per il commercio di beni usati, di oggetti d arte, di antiquariato o da collezione...» 310 Parte Seconda - Massimario (da n. 916 a n. 989) CAPITOLO NONO - Aliquote I. Disposizioni generali...» 315 II. Prodotti soggetti alle aliquote ridotte del 4% e del 10%...» 318 III. Servizi soggetti ad aliquote ridotte...» 371 IV. Prodotti della tabella B...» 392 IX

4 V. Settore edilizio... pag. 395 VI. Prodotti alimentari...» 422 VII. Prestazioni di servizi dipendenti da contratti per la produzione di beni...» 424 Parte Seconda - Massimario (da n. 990 a n. 1227) CAPITOLO DECIMO - Determinazione periodica dell imposta I. Periodo d imposta...» 427 II. Principio delle «detrazioni»...» Funzionamento del sistema iva...» Il diritto di detrazione. Presupposti e limiti...» Esclusione o riduzione della detrazione per alcuni beni e servizi» Esercizio di attivita` che danno luogo anche ad operazioni esenti. Percentuale di detrazione...» Rettifica della detrazione...» Detrazione per gli enti non commerciali...» 466 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 1311) CAPITOLO UNDICESIMO - Volume di affari» 469 TITOLO II - OBBLIGHI DEI CONTRIBUENTI CAPITOLO PRIMO - Norme generali I. Premessa...» 475 II. Presentazione delle dichiarazioni in genere. Dichiarazioni di inizio, di variazione e di cessazione...» 477 III. Disposizioni particolari nei confronti dei contribuenti con minimo volume di affari...» 485 IV. Esercizio di piu` attivita`...» 496 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 1334) CAPITOLO SECONDO - Fatturazione delle operazioni I. Obbligo della fatturazione. Soggetti obbligati all emissione della fattura...» 503 II. Contenuto della fattura. Termini e modalita` di emissione. Conservazione e archiviazione delle fatture...» 507 III. Fatturazione di operazioni inesistenti e fatturazione inesatta per eccesso...» 521 IV. Casi di non obbligatorieta` di emissione della fattura...» Esoneri disposti direttamente dalla legge...» Esoneri previsti da decreti ministeriali...» 532 X

5 V. Violazioni dell obbligo di fatturazione... pag Sanzioni amministrative...» Responsabilita` del cessionario o committente...» Sanzioni penali...» 549 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 1410) CAPITOLO TERZO - Ricevuta fiscale I. Operazioni soggette all obbligo di rilascio della ricevuta fiscale...» 553 II. Modalita` di rilascio e caratteristiche della ricevuta fiscale...» 563 III. Sanzioni...» 566 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 1450) CAPITOLO QUARTO - Bolla di accompagnamento dei beni viaggianti I. Soppressione dell obbligo generale del documento di accompagnamento...» 573 II. Violazioni e sanzioni...» 577 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 1489) CAPITOLO QUINTO - Scontrino fiscale - Registratori di cassa I. Operazioni soggette all obbligo dello scontrino fiscale...» 581 II. Momento del rilascio dello scontrino fiscale...» 587 III. Apparecchi misuratori fiscali...» 589 IV. Contenuto dello scontrino fiscale. Conservazione dei documenti.» 593 V. Obblighi dei terzi...» 597 VI. Controlli e sanzioni...» 598 CAPITOLO SESTO - Registrazione delle operazioni I. Tenuta e conservazione di registri e documenti...» 603 II. Registrazione delle fatture...» 611 III. Registrazione dei corrispettivi percetti per operazioni non soggette a fatturazione. Comunicazione telematica dei corrispettivi...» Disposizioni comuni...» Disposizioni particolari per alcune categorie di commercianti al minuto...» 622 IV. Registrazione degli acquisti...» 624 V. Regime semplificato per i contribuenti minori (sino al 31 dicembre 2007)...» 626 XI

6 VI. Speciali registrazioni per i rivenditori di beni mobili usati, di oggetti d arte, di antiquariato o da collezione... pag. 627 VII. Violazioni degli obblighi di registrazione e di conservazione dei registri...» Sanzioni amministrative...» Sanzioni penali...» 633 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 1508) CAPITOLO SETTIMO - Variazioni dell imponibile o dell imposta 1. Variazioni in aumento...» Variazioni in diminuzione...» Variazioni in meno per inesattezza di fatturazione...» Correzione di errori in sede di registrazione...» Variazioni nelle operazioni intracomunitarie...» 643 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 1544) CAPITOLO OTTAVO - Liquidazioni periodiche, dichiarazioni e versamenti I. Premessa...» 645 II. Liquidazioni (dichiarazioni) e versamenti infrannuali...» 646 III. Versamenti in acconto...» 666 IV. Dichiarazione annuale. Versamento di conguaglio ovvero eccedenza a credito...» Soggetti obbligati. Termini e contenuto della dichiarazione annuale...» Versamenti di conguaglio...» Eccedenza a credito. Computo in detrazione o compensazione. Rimborsi...» Elenco dei clienti ed elenco dei fornitori. Elenchi delle operazioni intracomunitarie...» 719 V. Violazioni relative agli obblighi di dichiarazioni, liquidazioni e versamenti. Sanzioni...» 725 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 1648) CAPITOLO NONO - Regime speciale per i produttori agricoli I. Requisiti soggettivi ed oggettivi...» 743 II. Passaggi dei prodotti agricoli a enti, cooperative, ecc. ai fini della vendita...» 750 III. Detrazione forfetizzata dell iva afferente gli acquisti...» 752 IV. Regime di esonero per i produttori agricoli minimi...» 764 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 1702) XII

7 TITOLO III - SANZIONI CAPITOLO PRIMO - Norme generali in materia di sanzioni I. Premessa... pag. 773 II. Sanzioni penali - Principio di specialita`...» Abolizione del principio della ultrattivita` della norma penale tributaria...» Pene principali ed accessorie...» Responsabilita` per il reato. Elemento soggettivo...» Continuazione. Concorso formale di reati tributari...» Circostanze attenuanti speciali...» Prescrizione dei reati...» Competenza...» Rapporti tra procedimento penale e procedimento e processo tributario...» 781 III. Sanzioni amministrative...» Il nuovo sistema sanzionatorio. Decorrenza. Disposizioni transitorie...» La sanzione amministrativa pecuniaria e le sanzioni accessorie» Il principio di legalita`...» Imputabilita`...» Elemento soggettivo: colpevolezza. Cause di non punibilita`...» Autore della violazione. Responsabilita` per la sanzione...» Concorso di persone nella violazione...» Intrasmissibilita` delle sanzioni agli eredi...» Concorso materiale e formale di violazioni. Violazioni continuate...» Cessione di azienda...» Determinazione delle sanzioni...» Ravvedimento. Attenuazione delle sanzioni. Circostanze esimenti...» Organi competenti all accertamento delle violazioni. Processo verbale di constatazione...» Procedimento di irrogazione delle sanzioni. Definizione agevolata. Decadenza e prescrizione...» Misure cautelari...» Pagamento delle sanzioni. Mezzi di tutela avverso provvedimenti irrogativi delle sanzioni. Esecuzione delle sanzioni. Riscossione...» 828 IV. Provvedimenti speciali di sanatoria o di condono...» 831 V. Esposizione schematica delle violazioni e sanzioni iva...» 848 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 1756) XIII

8 TITOLO IV - ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE CAPITOLO PRIMO - Accertamento e riscossione I. Premessa... pag. 857 II. Attribuzioni e poteri degli Uffici...» In genere...» Accessi, ispezioni e verifiche...» 871 III. Rettifica della dichiarazione e accertamento d ufficio...» Premessa...» Rettifica della dichiarazione (accertamento analitico)...» Accertamento in base ai parametri e agli studi di settore...» Accertamento parziale...» Accertamento con adesione...» Accertamento induttivo (o extracontabile)...» Esercenti imprese minori ovvero arti e professioni. Rettifica induttiva. Accertamento in base a parametri...» Periodo di riferimento della rettifica e dell accertamento...» Notificazione degli atti di rettifica e di accertamento...» Motivazione degli avvisi di rettifica e di accertamento...» Integrazione o modificazione dell accertamento...» Termine per gli accertamenti...» Ricorsi contro i provvedimenti di rettifica o di accertamento..» Ricorsi per restituzione di imposta indebitamente pagata...» 959 IV. Riscossione dell imposta...» Pagamento delle imposte accertate...» Riscossione coattiva...» Privilegi...» 972 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 2006) TITOLO V - ACQUISTI INTRACOMUNITARI - IMPORTAZIONI CAPITOLO PRIMO - Acquisti intracomunitari I. Operazioni costituenti acquisti intracomunitari...» 977 II. Operazioni non considerate acquisti intracomunitari...» 983 III. Regime degli acquisti intracomunitari...» 987 CAPITOLO SECONDO - Importazioni I. Premessa...» 989 II. Operazioni che costituiscono importazioni...» 991 III. Altre operazioni soggette ad imposta...» 996 IV. Soggetti passivi - Dichiarazioni...» 998 V. Base imponibile...» Importazioni in genere...» 1001 XIV

9 2. Reimportazioni... pag VI. Importazioni non soggette ad iva...» Importazioni di beni da parte di soggetti che hanno effettuato cessioni all esportazione o operazioni intracomunitarie...» Importazioni di navi, aeromobili, provviste di bordo, ecc...» Importazioni di altri beni...» 1008 VII. Controversie e sanzioni. Rimborsi...» 1009 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 2068) TITOLO VI - DISPOSIZIONI VARIE E TRANSITORIE CAPITOLO PRIMO - Rapporti con Stati esteri I. Operazioni con lo Stato della Citta` del Vaticano e con la Repubblica di San Marino...» Disposizioni comuni...» Interscambio fra la Repubblica italiana e la Repubblica di San Marino...» 1018 II. Trattati e accordi internazionali...» 1023 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 2105) CAPITOLO SECONDO - Provvedimenti speciali di competenza del Ministro per le finanze I. Modalita` e termini speciali...» Premessa...» Operazioni effettuate da imprese a mezzo di sedi secondarie o altre dipendenze. Passaggi di beni al commissionario. Cessioni inerenti a contratti estimatori...» Banche. Societa` ed enti esercenti assicurazioni e riassicurazioni» Vendite effettuate dalla Federazione italiana dei consorzi agrari...» Cessione di imballaggi e recipienti a rendere...» Cessione di beni per prezzo da determinare...» Operazioni effettuate da esercenti arti o professioni...» Registrazioni effettuate con macchine elettrocontabili...» Operazioni effettuate dalla Associazione Italiana della Croce Rossa...» 1039 II. Restituzione e sostituzione gratuita di beni...» 1040 III. Cessione di beni contenuti in recipienti...» 1042 IV. Societa` controllanti e controllate...» 1043 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 2123) CAPITOLO TERZO - Disposizioni per l identificazione di determinati prodotti» 1053 XV

10 CAPITOLO QUARTO - Disposizioni relative a particolari settori I. Premessa... pag II. Commercio di sali e tabacchi...» 1057 III. Commercio di fiammiferi...» 1058 IV. Commercio di giornali quotidiani, dei periodici e dei libri...» 1059 V. Prestazioni dei gestori di telefoni a disposizione del pubblico e vendita di mezzi tecnici per i servizi di telecomunicazione e di telematica...» 1067 VI. Vendita di documenti di viaggio relativi a trasporti pubblici urbani di persone e di documenti di sosta nei parcheggi veicolari...» 1069 VII. Attivita` di intrattenimento, spettacolistiche e di gioco...» 1071 VIII. Cessioni di rottami, cascami, avanzi, ecc....» 1082 IX. Cessioni di beni effettuate da esercenti agenzie di vendita all asta» 1088 X. Giuochi di abilita` e concorsi pronostici...» 1089 XI. Disposizioni per le agenzie di viaggio e turismo...» 1090 XII. Servizi resi tramite i mezzi elettronici da soggetti domiciliati o residenti fuori della Comunita` a committenti comunitari non soggetti passivi di imposta...» 1098 Parte Seconda - Massimario (da n a n. 2138) PARTE SECONDA MASSIMARIO Sommario...» 1103 Massimario...» 1105 PARTE TERZA INDICE Indice alfabetico-analitico...» 1555 XVI

INDICE GENERALE. Parte I Premesse. Parte IV Appendice. Indice analitico

INDICE GENERALE. Parte I Premesse. Parte IV Appendice. Indice analitico INDICE GENERALE Parte I Premesse 1. Note introduttive... pag. 14 2. Tavole di concordanza 2.1 DPR n. 633/1972 Dir. n. 2006/112 Reg. 282/2011/UE DL n. 331/93... pag. 16 2.2 DL n. 331/1993 DPR n. 633/1972...

Dettagli

Commentario IVA Testo coordinato Decreto Presidente della Repubblica n. 633 del 26 ottobre 1972 SOMMARIO

Commentario IVA Testo coordinato Decreto Presidente della Repubblica n. 633 del 26 ottobre 1972 SOMMARIO Commentario IVA Testo coordinato Decreto Presidente della Repubblica n. 633 del 26 ottobre 1972 SOMMARIO Titolo I Disposizioni generali Art. 1 DPR 633/72 Operazioni imponibili...pag. 123 art. 1, art. 2,

Dettagli

INDICE GUIDA OPERATIVA

INDICE GUIDA OPERATIVA INDICE GUIDA OPERATIVA MODELLI DI DICHIARAZIONE IVA RELATIVI ALL ANNO 2012 1 Premessa 1 Novità 1 Soggetti che presentano la dichiarazione IVA in via autonoma 2 Struttura dei modelli 3 Modalità e termini

Dettagli

2. Forma, contenuto, emissione, trasmissione, archiviazione e conservazione

2. Forma, contenuto, emissione, trasmissione, archiviazione e conservazione SOMMARIO Parte I La fattura elettronica 1. L emissione della fattura elettronica da parte del fornitore 1.1. Le disposizioni contenute nel decreto legislativo n. 52 del 20 aprile 2004... 5 1.2. Le disposizioni

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO 1. Il diritto tributario e le entrate dello Stato... pag. 1 2. Le fonti del diritto...» 6 3. Le fonti

Dettagli

INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11

INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11 INDICE PREMESSA... 9 1. CENNI GENERALI SULL IVA... 11 1. Introduzione... 11 2. L Iva Principali fonti normative... 11 3. Campo di applicazione... 12 3.1 Presupposto oggettivo Cessioni di beni... 13 3.2

Dettagli

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1

pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 pag. SINTESI ESPOSITIVA DELLA MATERIA TRATTATA... 1 TESTI LEGISLATIVI... 11 1. Legge 25 giugno 1999, n. 205 (Delega al Governo per la depenalizzazione dei reati minori e modifiche al sistema penale e tributario):

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Sanzioni in materia di imposte dirette e di imposta sul valore aggiunto. Sanzioni in materia di imposte dirette

Sanzioni in materia di imposte dirette e di imposta sul valore aggiunto. Sanzioni in materia di imposte dirette Sanzioni 26. D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471 (G.U. 8-1-1998, n. 5, s.o.). Riforma delle sanzioni tributarie non penali in materia di imposte dirette, di imposta sul valore aggiunto e di riscossione dei

Dettagli

La nuova disciplina dell IVA per cassa si applica alle operazioni effettuate dall 1.12.2012.

La nuova disciplina dell IVA per cassa si applica alle operazioni effettuate dall 1.12.2012. Circolare n. 2/2013 Versamento dell IVA dopo la riscossione del corrispettivo (c.d. IVA per cassa ) - Nuova disciplina - Esercizio, durata e revoca dell opzione 1 Premessa Come anticipato nella circolare

Dettagli

Commentario IVA Testo coordinato

Commentario IVA Testo coordinato Commentario IVA Testo coordinato SOMMARIO Parte I Premesse Guida alla ricerca e Tavole sinottiche 1. Metodologia espositiva...pag. 41 2. Guida alla ricerca: uso delle tavole e degli indici...pag. 45 3.

Dettagli

SANZIONI (tabelle di sintesi)

SANZIONI (tabelle di sintesi) (tabelle di sintesi) DELL OBBLIGO DI DICHIARAZIONE ANNUALE IVA ART. 5 - DLGS 471/1997 Dichiarazione omessa: con IVA dovuta senza IVA dovuta (IVA a credito o saldo a zero) Dichiarazione infedele con incidenza

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Entro il 28 febbraio 2014 i titolari di partita Iva sono tenuti a presentare

Dettagli

INDICE. Prefazione... pag. 11 PARTE PRIMA. CAPITOLO PRIMO IL SISTEMA DELL IVA COMUNITARIA 1. I principi dell Iva comunitaria... pag.

INDICE. Prefazione... pag. 11 PARTE PRIMA. CAPITOLO PRIMO IL SISTEMA DELL IVA COMUNITARIA 1. I principi dell Iva comunitaria... pag. INDICE Prefazione... pag. 11 PARTE PRIMA CAPITOLO PRIMO IL SISTEMA DELL IVA COMUNITARIA 1. I principi dell Iva comunitaria... pag. 15 CAPITOLO SECONDO IL TERRITORIO COMUNITARIO 1. La Comunità europea...

Dettagli

Dichiarazione IVA 2010: Check List per la compilazione

Dichiarazione IVA 2010: Check List per la compilazione Dichiarazione IVA 2010: Check List per la compilazione Informazioni e dati preliminari - frontespizio Contribuente I dati anagrafici sono aggiornati? Verificare (soggetti diversi dalle persone fisiche):

Dettagli

iva: guida agli adempimenti

iva: guida agli adempimenti iva: guida agli adempimenti di G. Pantoni, C. Sabbatini, N. Dell Isola, D. Di Emidio INDICE GENERALE Indice alfabetico...iii Presentazione... VII IVA: INTRODUZIONE ALL IMPOSTA...1 1. Natura del tributo...1

Dettagli

Il Presidente della Repubblica

Il Presidente della Repubblica Il Presidente della Repubblica Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; Vista la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28 novembre 2006, relativa al sistema comune d imposta sul valore aggiunto;

Dettagli

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013 Circolare n. 34 del 21 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb.

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb. Informativa - ONB Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione - Modello

Dettagli

OBBLIGHI FATTURAZIONE, CONTENUTO, MODALITA,TERMINI DELLA FATTURAZIONE

OBBLIGHI FATTURAZIONE, CONTENUTO, MODALITA,TERMINI DELLA FATTURAZIONE Circolare n. 14 - pagina 1 di 11 Circolare n. 14 del 20 dicembre 2012 A tutti i Clienti Loro sedi Nuove disposizioni in materia di fatturazione Riferimenti normativi: Decreto Legge n. 216 del 11 dicembre

Dettagli

SPESOMETRO. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908. Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 23 ottobre 2013

SPESOMETRO. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908. Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 23 ottobre 2013 SPESOMETRO Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 23 ottobre 2013 INDICE Inquadramento normativo Analisi del modello di comunicazione Casi

Dettagli

11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre

11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre Primo Corso Base di Contabilità Bilancio e Diritto Tributario 2011 11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre Territorialità art.

Dettagli

Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013

Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013 Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di

Dettagli

Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA

Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA posta@.com Altavilla Vicentina, 9 gennaio 2008 associati tirocinanti viviana gentile gaia peloso collaboratori giovanna guerra Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA Ai gentili Clienti Loro sedi Scade

Dettagli

LE SANZIONI TRIBUTARIE E PENALI

LE SANZIONI TRIBUTARIE E PENALI LE SANZIONI TRIBUTARIE E PENALI Gli aggiornamenti più recenti Sanzioni in materia di monitoraggio fiscale aggiornamento gennaio 2015 SANZIONE AMMINISTRATIVA MONITORAGGIO FISCALE REATI TRIBUTARI SANZIONI

Dettagli

Gennaio 2008 Anno IV N. 1

Gennaio 2008 Anno IV N. 1 Fisco Pratico magazine 1 Sintesi Srl 38100 Trento Via alto Adige 170 Tel. 0461-968.900 - Fax 0461-968.989 Codice Fiscale, Partita Iva e Numero iscrizione al Registro Imprese di Trento: 00 616 500 229 info@sintesiservizi.com

Dettagli

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI Commercialisti Associati Revisori Legali Largo Caleotto, 1-23900 LECCO (LC) Tel. 0 3 4 1 / 3 6 4 0 2 2 - Fax 0 3 4 1 / 2 8 7 0 4 2 Gent. Sig.ra / Egr. Sig. Spett. le Ditta

Dettagli

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente OGGETTO: Circolare 11.2015 Seregno, 23 marzo 2015 LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente L art. 21 D.L. 78/2010 ha previsto l obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti

Dettagli

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013 Circolare n. 33 del 10 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

INDICE. pag. Premessa... Capitolo Primo CON LE NUOVE SANZIONI Ev FINITA L ERA DELLE MULTE MILIARDARIE

INDICE. pag. Premessa... Capitolo Primo CON LE NUOVE SANZIONI Ev FINITA L ERA DELLE MULTE MILIARDARIE Premessa... pag. XV Capitolo Primo CON LE NUOVE SANZIONI Ev FINITA L ERA DELLE MULTE MILIARDARIE 1.1. La riforma delle sanzioni.... 1 1.1.1. Sanzioni su riscossioni... 2 1.1.2. Moltiplicazione delle sanzioni...

Dettagli

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 3/2013 del 31 gennaio 2013 FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ In questa Circolare 1. Normativa Iva nazionale Novità

Dettagli

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA L art. 21 del DL 31.5.2010 n. 78 (conv. L. 30.7.2010 n. 122) ha introdotto l obbligo, per i soggetti passivi IVA, di comunicare in via telematica all Agenzia delle Entrate le

Dettagli

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA CIRCOLARE n. 03/2010 Pesaro, 25 gennaio 2010 Spett.li Clienti Loro SEDI COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA 1 Chiarimenti compensazioni iva: 1.1 Compensazione verticale

Dettagli

IVA E PRATICA PROFESSIONALE

IVA E PRATICA PROFESSIONALE master DI approfondimento Master in 6 incontri (42 ore formative) a numero chiuso IVA E PRATICA PROFESSIONALE Le regole nazionali di funzionamento dell imposta e gli adempimenti negli scambi con l estero

Dettagli

Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA

Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA Scade il prossimo 28 febbraio 2013 il termine per trasmettere esclusivamente in via telematica la Comunicazione annuale dei dati Iva

Dettagli

IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013

IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013 Ai Gentili Clienti IVA ADEMPIMENTI DICHIARATIVI 2013 Di seguito si illustrano per sommi capi gli aspetti principali dei suddetti adempimenti. Scadenze Comunicazione Iva Presentazione 28/02/2013 Dichiarazione

Dettagli

Network for Value. A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi. Informatore n 1 del 11 gennaio 2013. Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013

Network for Value. A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi. Informatore n 1 del 11 gennaio 2013. Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 A tutti i Sig.ri Clienti Loro Sedi Informatore n 1 del 11 gennaio 2013 Oggetto: NOVITA IVA IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2013 PREMESSA Al fine di recepire il contenuto della direttiva 2010/45/UE, la L. 24.12.2012

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DELMASTRO DELLE VEDOVE, MARTINAT, ZACCHERA, RASI, FOTI, MIGLIORI, LANDI, BUTTI, PASETTO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE DELMASTRO DELLE VEDOVE, MARTINAT, ZACCHERA, RASI, FOTI, MIGLIORI, LANDI, BUTTI, PASETTO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2240 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI DELMASTRO DELLE VEDOVE, MARTINAT, ZACCHERA, RASI, FOTI, MIGLIORI, LANDI, BUTTI, PASETTO Norme

Dettagli

Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013

Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013 Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013 SPESOMETRO OPERAZIONI CON PARADISI FISCALI CONTRATTI DI LEASING, LOCAZIONE E NOLEGGIO E ALTRE COMUNICAZIONI ALL ANAGRAFE TRIBUTARIA NUOVE MODALITÀ E TERMINI DI EFFETTUAZIONE

Dettagli

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI FULVIO BONELLI LUCIA BERNARDI ROSETTA AGOSTINO ROSSANA CIRIGLIANO ANNA QUAI Torino, lì 24 ottobre 2013 Ai signori Clienti Loro indirizzi email Questa circolare ha la finalità di informare i clienti che

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comunicazione dati IVA per l anno 2014 Dichiarazione IVA per l anno 2014 - Chiusure contabili 2014 Entro lunedì 2 marzo 2015 deve

Dettagli

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S G P P N D R P L S MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 QUADRO VE DETERMINAZIONE DEL VOLUME D AFFARI E DELLA IMPOSTA RELATIVA ALLE OPERAZIONI IMPONIBILI Sez. - Conferimenti di prodotti agricoli e cessioni

Dettagli

ADEMPIMENTI DI INIZIO ANNO

ADEMPIMENTI DI INIZIO ANNO Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dott. Oscar Sartor Dott.ssa

Dettagli

S T U D I O A S S O C I A T O B U S S O

S T U D I O A S S O C I A T O B U S S O Baschi 27 novembre 2012 VERSAMENTO DELL IVA DOPO LA RISCOSSIONE DEL CORRISPETTIVO (Art. 32 bis D.L. 83/2012 Decreto Min. Economia del 11 ottobre 2012 Provvedimento Direttore Agenzia Entrate n. 165764/2012

Dettagli

3. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI

3. LE CESSIONI E GLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI DI BENI SOMMARIO 1. IL TERRITORIO DELL UNIONE EUROPEA 1.1. I paesi dell Unione Europea... 3 1.1.1. Ingresso di nuovi Stati nell Unione Europea: disposizioni transitorie... 3 1.2. Lo status di operatore comunitario...

Dettagli

Quale documentazione attesta la vendita on line

Quale documentazione attesta la vendita on line Conferenza organizzata dall Associazione ICT Dott.Com Quale documentazione attesta la vendita on line Direzione Regionale del Piemonte a cura di Sandra Migliaccio Ufficio Fiscalità Generale 1 22 novembre

Dettagli

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari Manuale di Contabilità Aziendale di Paolo Montinari Indice sistematico Capitolo 1 -La contabilità e il metodo della partita doppia 1.1 La funzione della contabilità... 15 1.2 Il metodo della partita doppia

Dettagli

> MISURE PARTE V CONTRO L EVASIONE 1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO) 2. GLI INTERVENTI IN MATERIA DI STUDI DI SETTORE

> MISURE PARTE V CONTRO L EVASIONE 1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO) 2. GLI INTERVENTI IN MATERIA DI STUDI DI SETTORE PARTE V > MISURE CONTRO L EVASIONE 1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO) Cosa comunicare Quando e come trasmettere i dati 2. GLI INTERVENTI IN MATERIA DI STUDI DI SETTORE La pubblicazione

Dettagli

SEGNALAZIONI E ASSISTENZA: T. 0376.775130 F. 0376.770151. Novità approfondimenti sugli adempimenti IVA

SEGNALAZIONI E ASSISTENZA: T. 0376.775130 F. 0376.770151. Novità approfondimenti sugli adempimenti IVA SEGNALAZIONI E ASSISTENZA: T. 0376.775130 F. 0376.770151 Argomenti Novità approfondimenti sugli adempimenti IVA Le novità IVA della Finanziaria 2008 Adempimenti operativi 2008: - gli elenchi clienti-fornitori

Dettagli

LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI

LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI Presentazione... VII PARTE PRIMA LINEAMENTI GENERALI DEI REATI TRIBUTARI CAPITOLO I LA REPRESSIONE DEGLI ILLECITI PENALI TRI- BUTARI 1 L illecito tributario... 3 2 Reati finanziari e tributari... 5 3 Soggetto

Dettagli

IVA: novità, con decorrenza 1 gennaio 2013, in materia di fatturazione e di operazioni intracomunitarie

IVA: novità, con decorrenza 1 gennaio 2013, in materia di fatturazione e di operazioni intracomunitarie ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 42 31 DICEMBRE 2012 IVA: novità, con decorrenza 1 gennaio 2013, in materia di fatturazione

Dettagli

a cura dello Studio de Strobel - Forti (Consulenza Societaria e Tributaria) - Roma, Via Montello, 20

a cura dello Studio de Strobel - Forti (Consulenza Societaria e Tributaria) - Roma, Via Montello, 20 Scadenze fiscali Principali adempimenti di carattere fiscale e previdenziale per i Professionisti e le Società in genere in scadenza nel periodo compreso dal 1 gennaio al 31 febbraio 2013. a cura dello

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

SEGUE DICHIARAZIONE I.V.A.

SEGUE DICHIARAZIONE I.V.A. SEGUE DICHIARAZIONE I.V.A. Il quadro VJ è riservato all indicazione di particolari tipologie di operazioni, per le quali l imposta, in base a specifiche disposizioni, è dovuta da parte del cessionario

Dettagli

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero 24/2014 Pagina 1 di 10 La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero : 24/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : IVA COMUNICAZIONE DATI IVA PROVVEDIMENTO DIRETTORE AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2015

LEGGE DI STABILITA 2015 Pag.1 di 7 LEGGE DI STABILITA PER IL 2015 (Legge n. 190 del 23.12.2014): LE PRINCIPALI NOVITA FISCALI - 1^ PARTE N. 1 del 23 gennaio 2015 Gentilissimo Cliente, con la legge di stabilità per il 2015 il

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XV PARTE PRIMA LA DISCIPLINA DEI REATI IN MATERIA DI IMPO- STE SUI REDDITI E SUL VALORE AGGIUNTO CAPITOLO 1 LA REPRESSIONE DEGLI ILLECITI PENALI TRI- BUTARI 1. L illecito tributario...

Dettagli

SPESOMETRO 2014. Nella tabella seguente riportiamo i dati utili per la predisposizione della Comunicazione: Dati utili all adempimento

SPESOMETRO 2014. Nella tabella seguente riportiamo i dati utili per la predisposizione della Comunicazione: Dati utili all adempimento Comunicazione del 27/03/2014 SPESOMETRO 2014 Gentili Clienti, il 10 aprile 2014, per i soggetti che effettuano la liquidazione IVA mensile e il 22 aprile 2014, per gli altri soggetti, scade il termine

Dettagli

IL NUOVO REGIME DEI MINIMI A CONFRONTO

IL NUOVO REGIME DEI MINIMI A CONFRONTO IL NUOVO REGIME DEI MINIMI A CONFRONTO Dal prossimo anno il nuovo regime dei minimi sarà scontato, con l'imposta sostitutiva che si ridurrà al 5%, ma saranno poche le persone fisiche che lo potranno applicare.

Dettagli

Nuove regole di fatturazione

Nuove regole di fatturazione Ufficio Studi Nuove regole di fatturazione Dal 1 gennaio 2013 sono in vigore in Italia le nuove regole di fatturazione previste nella Direttiva 2010/45/UE del Consiglio UE del 13/7/2010, così come introdotte

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista 1/6 OGGETTO COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA RELATIVA ALL ANNO 2013 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 9 D.P.R. 7 DICEMBRE 2001 N. 435; ART. 8BIS D.P.R. 22 LUGLIO 1998 N. 322; PROVVEDIMENTO AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

Legge di stabilità n. 220 del 13/12/2010

Legge di stabilità n. 220 del 13/12/2010 Circolare n. 1/2011 del 20 Gennaio 2011 PROVVEDIMENTI FISCALI 2011 L inizio del nuovo anno comporta l entrata in vigore di numerose novità fiscali contenute in diversi provvedimenti, alcuni di tipo legislativo

Dettagli

SPESOMETRO ANNO 2013

SPESOMETRO ANNO 2013 Tipologia: FISCO Protocollo: 2005414 Data: 28.03.2014 Oggetto: spesometro anno 2013 SPESOMETRO ANNO 2013 Gentile Associato, come noto, l art. 21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 ha previsto l obbligo

Dettagli

COMUNE DI CORMANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE

COMUNE DI CORMANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE COMUNE DI CORMANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE Approvato con deliberazione C.C. n. 99 del 22/12/1998 Modificato con deliberazione C.C. n. 87 del 18/12/2001

Dettagli

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 17/2015

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 17/2015 Como, 3.4.2015 INFORMATIVA N. 17/2015 Spesometro e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria Modello di comunicazione polivalente relativo al 2014 INDICE 1 SPESOMETRO... pag. 2 1.1 AMBITO SOGGETTIVO...

Dettagli

ELENCHI CLIENTI/FORNITORI 2011 scadenza 30 aprile 2012

ELENCHI CLIENTI/FORNITORI 2011 scadenza 30 aprile 2012 ELENCHI CLIENTI/FORNITORI 2011 scadenza 30 aprile 2012 IN BREVE L art. 21, DL n. 78/2010, ha introdotto l obbligo di comunicare telematicamente all Agenzia delle Entrate, entro il 30 aprile dell anno successivo

Dettagli

Decreto sulle semplificazioni fiscali.

Decreto sulle semplificazioni fiscali. Decreto sulle semplificazioni fiscali. Il Governo, il 20 giugno scorso, ha dato il via ad uno schema di decreto legislativo contenente disposizioni in materia di semplificazioni fiscali, in attuazione

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n.

COMUNICAZIONE POLIVALENTE. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n. COMUNICAZIONE POLIVALENTE Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n. 94908 Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 20 marzo 2015 INDICE Scadenze

Dettagli

Comune di Badia Calavena PROVINCIA DI VERONA

Comune di Badia Calavena PROVINCIA DI VERONA Comune di Badia Calavena PROVINCIA DI VERONA Tel. 045 / 7810503 045 / 7810685 Fax. 045 / 7810266 C R I T E R I PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PER VIOLAZIONI DI NORME IN MATERIA DI TRIBUTI

Dettagli

IMPOSTE DIRETTE, IVA E RISCOSSIONE

IMPOSTE DIRETTE, IVA E RISCOSSIONE Suppl. al n. 45/98 Pag. 7 IMPOSTE DIRETTE, IVA E RISCOSSIONE Decreto Legislativo (DLG) n. 471 del 18 dicembre 1997, pubblicato nel Suppl. Ord. n. 4/L alla Gazzetta Ufficiale n. 5 del 08/01/1998 Testo aggiornato

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Protocollo n. 2013/5272 Approvazione delle istruzioni per la compilazione del modello di dichiarazione IVA 74-bis per il fallimento o per la liquidazione coatta amministrativa approvato con provvedimento

Dettagli

Lineamenti dell Imposta sul Valore Aggiunto. Parte II

Lineamenti dell Imposta sul Valore Aggiunto. Parte II RTB NETWORK Lineamenti dell Imposta sul Valore Aggiunto Parte II (Prof. Giuseppe D ANDREA) Obiettivi Proseguire l analisi della struttura dell Imposta sul Valore Aggiunto. Classificazione delle operazioni

Dettagli

w w w. f e r d i n a n d o b o c c i a. i t

w w w. f e r d i n a n d o b o c c i a. i t Circ. n. 11 del 27 gennaio 2013 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: COMUNICAZIONA ANNUALE DATI IVA Scade il prossimo 28 febbraio il termine per trasmettere telematicamente la Comunicazione annuale

Dettagli

Sommario ACQUISTI COMUNITARI CAMPIONI, OMAGGI E CESSIONI GRATUITE. Ipsoa - Iva, intrastat, dogane. Casi pratici e soluzioni

Sommario ACQUISTI COMUNITARI CAMPIONI, OMAGGI E CESSIONI GRATUITE. Ipsoa - Iva, intrastat, dogane. Casi pratici e soluzioni ACQUISTI COMUNITARI 1. Acquisto di oli pag. 16 2. Acquisto privato in Regno Unito pag. 17 3. Acquisto da fornitore extra-ue con rappresentante fiscale pag. 17 4. Momento di effettuazione dell operazione

Dettagli

Acconto Iva al 27 dicembre 2013

Acconto Iva al 27 dicembre 2013 Numero 237/2013 Pagina 1 di 10 Acconto Iva al 27 dicembre 2013 Numero : 237/2013 Gruppo : IVA Oggetto : ACCONTO IVA Norme e prassi : ART. 6, LEGGE N. 405/90; RISOLUZIONE AGENZIA ENTRATE N. 157/2004. Sintesi

Dettagli

NOVITA IN MATERIA DI ACCERTAMENTO

NOVITA IN MATERIA DI ACCERTAMENTO Rho, 19 gennaio 2011 Alla cortese attenzione Ai Signori CLIENTI Oggetto: Novità Fiscali 2011 Le novità fiscali in vigore dal 1 gennaio 2011 sono rappresentati dal D.L. 31.05.2010 n. 78 recante misure urgenti

Dettagli

Copyright 2015 by Maggioli S.p.A. Maggioli Editore è un marchio di Maggioli S.p.A. Azienda con sistema qualità certificato ISO 9001: 2008

Copyright 2015 by Maggioli S.p.A. Maggioli Editore è un marchio di Maggioli S.p.A. Azienda con sistema qualità certificato ISO 9001: 2008 Copyright 2015 by Maggioli S.p.A. Maggioli Editore è un marchio di Maggioli S.p.A. Azienda con sistema qualità certificato ISO 9001: 2008 47822 Santarcangelo di Romagna (RN) Via del Carpino, 8 Tel. 0541/628111

Dettagli

ADEMPIMENTI FISCALI NELLE MANIFESTAZIONI A PREMI

ADEMPIMENTI FISCALI NELLE MANIFESTAZIONI A PREMI ADEMPIMENTI FISCALI NELLE MANIFESTAZIONI A PREMI Convegno giorno 12 dicembre 2008 presso Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura di Treviso FISCALITA INDIRETTA Il trattamento tributario

Dettagli

Il Credito Iva in Italia e all estero. Confindustria Biella, 14 settembre 2010 Alberto Venturini

Il Credito Iva in Italia e all estero. Confindustria Biella, 14 settembre 2010 Alberto Venturini Il Credito Iva in Italia e all estero Confindustria Biella, 14 settembre 2010 Alberto Venturini 1 Agenda 1. Gestione del credito Iva 2. Rimborsi Iva esteri vecchia procedura 3. Rimborsi Iva esteri nuova

Dettagli

Novità IVA 2011. Associazione italiana dottori commercialisti Milano, 1 febbraio 2011. giorgio@studioconfente.eu

Novità IVA 2011. Associazione italiana dottori commercialisti Milano, 1 febbraio 2011. giorgio@studioconfente.eu Novità IVA 2011 Associazione italiana dottori commercialisti Milano, 1 febbraio 2011 La dichiarazione IVA autonoma (Circolare Agenzia delle entrate 1/E del 25 gennaio 2011) Tutti i contribuenti possono

Dettagli

LA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO

LA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO Periodico quindicinale FE n. 10 14 agosto 2012 LA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO ABSTRACT Il cosiddetto Decreto Semplificazioni Fiscali è intervenuto sull obbligo di comunicazione delle dichiarazioni

Dettagli

STUDIO ANTONELLI. Forlì, 27 settembre 2004

STUDIO ANTONELLI. Forlì, 27 settembre 2004 Dott. Alessandro Antonelli TRIBUTARISTA - PUBBLICISTA REVISORE CONTABILE Dott.ssa Giancarla Berti COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE Dott. Federico Mambelli ASSISTENTE Dott. Alessandro Mengozzi COMMERCIALISTA

Dettagli

Imposta sul Valore Aggiunto

Imposta sul Valore Aggiunto Imposta sul Valore Aggiunto Detrazione Art. 19 dpr 633/72 Rivalsa Art. 18 dpr 633/72 Neutralit à 1 Momento impositivo art. 6 d.p.r. n. 633/72 Momento di effettuazione dell operazione Esigibilità Obbligo

Dettagli

Studio Commercialisti Associati

Studio Commercialisti Associati Revisore Contabile AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Circolare Studio N. 1 / 2013 del 10/01/2013 Oggetto: le novità inerenti l I.V.A. e la fatturazione a decorrere dal 01/01/2013 Numerose sono le novità in

Dettagli

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Ottobre 2014

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Ottobre 2014 OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Ottobre 2014 ADEMPIMENTI Mercoledì 1 Ottobre CONTRATTI DI LOCAZIONE Registrazione e versamento Venerdì 10 Ottobre NUOVE INIZIATIVE PRODUTTIVE - Invio telematico

Dettagli

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE (D.L. 30 agosto 1993, n.331 convertito con L. 29/10/1993 n 427)

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE (D.L. 30 agosto 1993, n.331 convertito con L. 29/10/1993 n 427) OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE (D.L. 30 agosto 1993, n.331 convertito con L. 29/10/1993 n 427) DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE Art.43 Base imponibile ed aliquota 1. Per gli acquisti intracomunitari di

Dettagli

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Vicenza, Gennaio 2012 Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

IVA. Liquidazioni Periodiche e Versamenti. Art. 27 del D.P.R. 633/72

IVA. Liquidazioni Periodiche e Versamenti. Art. 27 del D.P.R. 633/72 IVA Liquidazioni Periodiche e Versamenti Art. 27 del D.P.R. 633/72 Periodicità delle liquidazioni Mensile Trimestrale per opzione Limiti Prestazioni di servizi: 309.874,14 Altre attività: 516.456,90 L

Dettagli

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014 Informativa per la clientela di studio N. 45 del 19.03.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 29/2013

NOTA INFORMATIVA N. 29/2013 Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI RITA MAGGI PIAZZA CITTADELLA 6 37122

Dettagli

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE CESSIONI ACQUISTI NON IMPONIBILI IMPONIBILI CESSIONI INTRACOMUNITARIE Costituiscono cessioni intracomunitarie: le cessioni a titolo oneroso di beni,

Dettagli

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 PERIODICO INFORMATIVO N. 08/2010 Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 Come di consueto entro la fine del mese di febbraio va presentata, esclusivamente in via telematica, la Comunicazione dati IVA.

Dettagli

STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Contabili Avvocati

STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Contabili Avvocati STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Contabili Avvocati Maurizio De Alexandris Commercialista Revisore contabile Rossella Bernardinello Commercialista Revisore contabile Loredana Molinaro Avvocato

Dettagli

DEFINIZIONE DEFINIZIONE

DEFINIZIONE DEFINIZIONE DEFINIZIONE 55. SEMPLIFICAZIONI PER I CONTRIBUENTI MINORI DEFINIZIONE DEFINIZIONE I contribuenti minori possono beneficiare di alcune semplificazioni in materia di IVA, ricollegate al differimento dei

Dettagli

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche

UFFICIO COMPETENTE TIPO DI DICHIARAZIONE DATI DEL CONTRIBUENTE. Persone fisiche CODICE FISCALE MODELLO IVA 74-bis DICHIARAZIONE DELLE OPERAZIONI EFFETTUATE NELLA FRAZIONE D ANNO ANTECEDENTE LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO O DI LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA AVVENUTA NELL ANNO 0

Dettagli

STUDIO BRAMBILLA COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO BRAMBILLA COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO BRAMBILLA COMMERCIALISTI ASSOCIATI FOCUS 1 AGOSTO 2014 IN BREVE Proroga invio modello 770 e ravvedimento operoso del versamento delle ritenute Differimento al 20 agosto dei versamenti e degli adempimenti

Dettagli

SEZIONE 1 AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 2014 TERRITORIO DELLO STATO, DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI E DELLE IMPORTAZIONI

SEZIONE 1 AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 2014 TERRITORIO DELLO STATO, DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI E DELLE IMPORTAZIONI Sezione Ammontare degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni SEZIONE AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 0 Periodo d imposta

Dettagli

Imposta Valore Aggiunto Territorialità

Imposta Valore Aggiunto Territorialità Imposta Valore Aggiunto Territorialità Intervento Salvatore Fichera Dirigente Agenzia delle Entrate www.salvatorefichera.it Università di Brescia 14 ottobre 2010 1 Concetti preliminari Caratteristiche

Dettagli

PARTE I - OPERAZIONI INTERNE

PARTE I - OPERAZIONI INTERNE INDICE PARTE I - OPERAZIONI INTERNE Capitolo 1 - Cessioni di beni 55 1 Premessa 55 2 Cessioni con riserva di proprietà 56 3 Locazioni con clausola di trasferimento della proprietà 57 4 Passaggi di beni

Dettagli

IVA E PRATICA PROFESSIONALE Le regole nazionali di funzionamento dell imposta e gli adempimenti negli scambi con l estero e nelle operazioni doganali

IVA E PRATICA PROFESSIONALE Le regole nazionali di funzionamento dell imposta e gli adempimenti negli scambi con l estero e nelle operazioni doganali Master in 6 incontri (42 ore formative) a numero chiuso VERIFICA I CREDITI FORMATIVI IVA E PRATICA PROFESSIONALE Le regole nazionali di funzionamento dell imposta e gli adempimenti negli scambi con l estero

Dettagli