Discorso alla Commissione per gli Affari Economici e Monetari. (ECON) Parlamento Europeo Martedì 15 luglio 2008

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Discorso alla Commissione per gli Affari Economici e Monetari. (ECON) Parlamento Europeo Martedì 15 luglio 2008"

Transcript

1 Discorso alla Commissione per gli Affari Economici e Monetari (ECON) Parlamento Europeo Martedì 15 luglio 2008 Alla Presidente, gentile Signora, alle Signore e Signori Deputati, Signore e Signori, Sono lieta di essere presente al Parlamento Europeo dove ho già avuto l occasione di venire quando ero Ministro delegato al commercio. Vi ringrazio di avermi invitata e di offrirmi la possibilità di presentarvi le priorità individuate dalla presidenza francese riguardanti le competenze della vostra commissione. Mi congratulo di lavorare con voi e credo che avremo un agenda molto intensa. Se riusciremo a rendere l attualità internazionale meno lesionista, avremo fatto un buon lavoro. Ma entriamo nel vivo del soggetto: le priorità della Presidenza francese. Per cominciare occorre una metologia: Al fine di far fronte alle sfide alle quali oggi, l Unione Europea è confrontata, la Presidenza francese si impegnerà a elaborare soluzioni in stretta collaborazione con i suoi partner del Consiglio, della Commissione e del Parlamento Europeo. All interno del Consiglio, mi sono impegnata a instaurare una stretta collaborazione con i miei colleghi della repubblica ceca e i colleghi svedesi, con lo scopo di stabilire un programma congiunto di cui siete stati informati. Con il mio gruppo, abbiamo già collaborato con i colleghi sloveni che ci hanno preceduto con un concatenamento di azioni per garantire la continuità dei lavori. Tornerò a parlarvi, in particolare, dell importante lavoro realizzato dalla Presidenza slovena, che noi proseguiremo. Accompagnati da Xavier Musca, Direttore Generale del Tesoro e della Politica Economica, e con i nostri servizi, abbiamo cercato di instaurare un dialogo con i nostri colleghi degli altri Stati membri e, rispettivamente ai nostri livelli, abbiamo cercato di ottenere un unanime accordo e analizzare le eventuali divergenze di opinioni. Spero che la mia presenza di oggi, sia l inizio di una fruttuosa relazione con il Parlamento Europeo. In occasione della vostra venuta a Parigi, il 28 maggio scorso, ho notato le vostre notevoli aspettative 1/8

2 riguardo i lavori che eseguiremo, trattandosi da una parte di risposte inerenti alla crisi finanziaria, dall altra dei lavori relativi alla governance della zona euro. Mi auguro che potremo lavorare insieme su questi temi, in particolar modo, sulle questioni finanziarie che deliberate insieme. Dobbiamo innanzi tutto dare concretamente delle risposte europee ai problemi di attualità Il mio principale obiettivo, e sono certa di condividerlo con voi, è di assicurami che la nostra azione collettiva, consenta di rispondere alle aspettative dei cittadini. I nostri argomenti, che sono anche i vostri, sono questioni un pò difficili. In termini di comunicazione, sarà necessario spiegare ai cittadini europei in quale modo, le soluzioni che proporremo sul teatro internazionale finanziario, sono volte a migliorare la loro condizione. Tutto il lavoro pedagogico che svolgeremo insieme sarà di grande utilità affinché la stabilità finanziaria sia percepita e volta a far migliorare la loro situazione individuale. Credo che ciò di cui abbiamo bisogno, sia principalmente, di una diagnosi chiara, di una volontà di azione e di provare agli europei che siamo in grado di dare loro delle soluzioni. Fornire delle risposte europee ai problemi globali, rappresenta una rilevante opportunità per dimostrare che l Europa ha un suo ruolo ben definito nell economia mondiale odierna. Dobbiamo, oggi più che mai, mostrare la nostra reattività e la nostra efficacia per dare risposte alle legittime aspettative ai nostri concittadini. I temi da trattare durante i prossimi sei mesi sono le fondamenta che costituiranno un Europa più forte, a vantaggio di tutti. Consentitemi ora di esporvi alcune delle pratiche principali che dovremo trattare, riguardo tre tematiche importanti: - la stabilità finanziaria e la supervisione europea - i problemi macroeconomici - la fiscalità 1. I servizi finanziari Nell ambito dei servizi finanziari, le risposte che dovremo dare sono determinanti. 2/8

3 Stiamo operando in clima di crisi una crisi provocata da problemi di natura immobiliare e regolamentare nel settore finanziario e soprattutto bancario; una crisi di liquidità, una crisi di fiducia aggravata da difficoltà sui mercati delle materie prime energetiche. Per analizzare questi argomenti, considero primordiale risalire all origine di questa crisi finanziaria. Nell Unione europea, i disordini finanziari attuali ci conducono all importanza di avere un solido sistema finanziario e che sia controllato in modo esemplare. La mia proposta è di cercare, nei prossimi sei mesi, di consolidare e adattare il nostro metodo di controllo, continuando a trarre insegnamento dallo stato di crisi. - controllo Dobbiamo applicare un metodo di vigilanza più adeguato. Sono consapevole e approvo il fatto che la vostra Commissione sia fortemente intervenuta su questo argomento, affidando la missione di eseguire una relazione alla Sig.ra Van den Burg e al Sig. Daianu. Penso inoltre, che dobbiamo essere pragmatici e ambiziosi. Il nostro obiettivo è quello di costituire una supervisione più europea e più idonea alla realtà dei gruppi transnazionali che si sono istituiti in Europa. Abbiamo preferito, in modo collegiale, optare per una evoluzione pragmatica del nostro sistema, piuttosto che provocare uno sconvolgimento istituzionale, di cui, coi tempi che corrono, dubito francamente dell efficacia. Desideriamo quindi rafforzare la cooperazione fra i supervisori nazionali e garantire una coerenza delle regole europee, la più efficiente possibile. Se desideriamo che questa metodologia porti i suoi frutti, vale a dire, essere in grado di prevenire la crisi del domani, dobbiamo metterla in atto il più rapidamente possibile con volontà e determinazione. L opportunità ci è data grazie alla direttiva della Solvibilità II e del CRD: deve essere colta immediatamente. Dobbiamo trascrivere in queste direttive, i principi che permetteranno un controllo più efficace et un miglior coordinamento fra supervisori. Durante il primo semestre della Presidenza slovena, il Consiglio ECOFIN ha dibattuto a lungo per determinare i principi del piano elaborato nel dicembre /8

4 A tal proposito, il mio pensiero si avvale di due punti fondamentali: - Solvibilità II: è giunto il momento di cogliere i frutti del lavoro effettuato sotto la Presidenza Slovena. Prima della fine di settembre dovremmo arrivare a una scelta collegiale di questa direttiva. - Basilea II: in merito al Nuovo Accordo di Basilea, il mio obiettivo è di giungere a un accordo politico sulla revisione della direttiva per l approvazione di una scelta comune prima del termine della Assemblea legislativa. Mi auguro che vogliate sostenere questo approccio ricco di ambizione e volontà. La direttiva Solvibilità II La negoziazione del Consiglio è già andata molto avanti. Tuttavia, il nuovo regime di supervisione dei gruppi di lavoro delle assicurazioni, proposto dal Consiglio, separa ancora gli Stati membri. La Presidenza francese ha proposto di recente, un compromesso equilibrato, riguardo la supervisione del gruppo, che sarà discusso per la prima volta, domani, dal gruppo che costituisce il Consiglio. Tale compromesso rafforza lo spirito collegiale della supervisione, dona un nuovo equilibrio ai poteri del controllore del gruppo e dei supervisori delle filiali e introduce un limite quantitativo al sostegno del gruppo. Spero che questo compromesso apra le porte per una contrattazione costruttiva per giungere a un accordo in prima lettura. E un compromesso audace anche se pragmatico. Resteremo in contatto con il vostro relatore per potere andare avanti non solo in questo argomento, ma anche nel più gran numero di punti rimasti in sospeso, riguardanti questa direttiva prima del voto in Commissione. Il rafforzamento della solidità del sistema finanziario europeo L Europa deve perseverare portando il suo contributo nell impegno internazionale di trasparenza e responsabilizzazione dei protagonisti finanziari. Mi congratulo, a tal merito, delle conclusioni adottate durante il consiglio Ecofin dell 8 luglio scorso, riguardo: l istituzione delle agenzie di notazione e della loro coerenza, il miglioramento della trasparenza dei protagonisti finanziari e della governance delle norme IASB. 4/8

5 Il Consiglio ECOFIN, ne ha tratto in effetti, l 8 luglio scorso, delle conclusioni molto importanti sulla trasparenza dei mercati: di fatto, la trasparenza e la paragonabilità dei dati forniti dalle banche, saranno necessariamente migliori. Trattandosi di agenzie di notazione, il Consiglio ha optato per un meccanismo di registrazione e di controllo continuativo a livello europeo. Il Commissario McCreevy ci ha comunicato la sua intenzione di proporre una regolamentazione in merito, che ovviamente sosteniamo pienamente e di cui le modalità devono essere definite quanto prima. Il Presidente della Repubblica lo ha affermato a Strasburgo il 10 luglio scorso: non sarebbe pensabile accontentarsi di un autoregolamento da parte della professione in questo campo: l Unione Europea deve avere il suo potere sulle regole, alle quali le agenzie comunitarie devono conformarsi. Ma non mi fermo qui! Torneremo a analizzare in Consiglio, a più riprese, la situazione dei mercati: in primo luogo, in occasione della riunione informale dei Ministri e dei Governatori della Banca centrale a Nizza, che avrà luogo il prossimo settembre, ma anche durante il Consiglio ECOFIN, di ottobre, traendo risoluzioni che saranno volte al progresso nel campo della sorveglianza prudenziale in Europa. Ci dedicheremo inoltre alla preparazione del Consiglio Europeo di dicembre, che consentirà l occasione di fare il punto sulle nostre strategie et sulla realizzazione del nostro piano d azione. Questo è quanto riguarda la stabilità finanaziaria. Noterete che questo è un programma ambizioso che ha, come finalità, l attuazione di un autentica supervisione europea che sarà inserita nelle direttive della Solvibilità II e del CRD. Le caratteristiche macroeconomiche Riguardo la situazione economica ci troviamo di fronte a ciò che chiamiamo regolarmente le tre F: Finanza, Food, Fuel. Che si tratti di squilibri mondiali, di problemi di cambio, del prezzo delle materie prime, soprattutto di quelle energetiche, dobbiamo discuterne in ambito macroeconomico, considerando anche il rallentamento della crescita a livello mondiale, trainato da quello americano. In questo contesto, i paesi emergenti, che hanno una loro propria dinamica, procedono verso una crescita mondiale di cui dobbiamo essere soddisfatti. Ho fatto richiesta al Consiglio Ecofin di incaricarsi rapidamente dei lavori in corso, avviati dal Consiglio europeo dal 19 al 20 giugno scorso. Il calendario che avevo proposto e che è stato approvato dal 5/8

6 Consiglio, ci permetterà, conformemente al mandato attribuito dal Consiglio europeo, di proseguire con la Commissione su tre importanti missioni: - Prima di tutto, avere una migliore percezione del quadro dei mercati, in particolar modo quello del petrolio. - Identificare i mezzi di finanziamento e di miglioramento sulle questioni di efficacità energetica - Infine, esaminare tutte le misure in grado di diminuire le conseguenze dell impennata del prezzo del petrolio, per le popolazioni. A questo proposito, desidero tranquillizzarvi: non si tratterà di favorire una proposta piuttosto che un altra, ma di analizzare ogni possibilità senza pregiudizi e senza stati d animo. Il problema consiste nell individuare quali misure potrebbero alleviare le nostre popolazioni, e a tal merito, sono previste numerose piste. Durante la runione Ecofin dell 8 luglio, è stato adottato un metodo concreto per il funzionamento dei mercati, che è stato approvato all unanimità dai 27 Stati membri. Ho fatto richiesta alla commissione di comunicarmi con precisione, per ottobre, le misure che consentiranno di aumentare la trasparenza, istituendo la pubblicazione settimanale dei dati pertinenti riguardo i prodotti petroliferi particolarmente sulla quantità delle riserve commerciali del petrolio. Un altra sfida essenziale e sulla quale desidero impegnarmi particolarmente, è il buon funzionamento della zona euro. I lavori cominciati dalla Commissione, prima della sua comunicazione devono proseguire. In effetti, la creazione dell Unione Economica e Monetaria (UEM) è una grande conquista: l importante stabilità macroeconomica di questi ultimi anni e l attrattività della zona euro ne sono la prova. A tal proposito, l ingresso della Slovacchia - primo Paese dell ex blocco sovietico nella zona euro, è una nuova prova di questo successo. Questo è il segno che non abbiamo fallito; al contrario, la nostra riuscita è stata tale che attiriamo nuovi paesi. Bisogna tuttavia determinare quello che siamo in grado di fare in più, e sempre meglio, per migliorare il funzionamento dell eurozona a favore dello sviluppo e dell impiego. Aspetto con grande interesse la relazione che preparerete su questo argomento; non so a che punto siate arrivati, ma spero 6/8

7 lavorare con voi per contribuire a un coordinamento migliore della politica economica della zona euro. Sarebbe opportuno inserire i vostri lavori nell ambito delle nostre riflessioni. 3. La fiscalità la fisclità è un tema sensibile e la regola dell unanimità è d obbligo in questo campo, ma desidero approfittare della mia presidenza per potare avanti il dibattito, dato che le questioni fiscali interessano da vicino i nostri cittadini e le nostre imprese. La fiscalità nell economia europea, ci deve assicurare il buon funzionamento del mercato interno, lottando contro le distorsioni della concorrenza. Per questo, desidero fare portare avanti l idea di un coordinamento della nostra fiscalità, realizzabile in breve tempo, pur continuando nell impegno di stabilire accordi, particolarmente sull IVA dei servizi finanziari. Mi pare, del resto, che il principio di sussidiarità debba essere insito, ogni volta che non vi è rischio di distorsione da parte della concorrenza. E su tale prospettiva che vorrei che i dibattiti sulla proposta della Commissione, consentissero delle varianti sui tassi ridotti dell IVA, per i servizi caratterizzati da un importante mano d opera e dalla ristorazione. L azione giudiziaria contro la frode e l evasione fiscale è un altro dei miei propositi. Può essere solo un toccasana per l Europa e gli europei. Ho deciso di portare avanti i lavori volti a compensare le lacune della direttiva sulla fiscalità del reddito sul risparmio, procedere con le discussioni sulle misure legislative per la lotta contro la frode sull IVA intracomunitaria. Da questo punto di vista, credo che il progetto EUROFISC potrà essere applicato utilmente. Considerando infine, le preoccupazioni ambientali comuni a tutti noi, desidero che si possa dedicare nell ambito del Consiglio, una attenzione particolare sull impiego degli strumenti fiscali, destinati alla lotta contro il cambiamento climatico e, in particolare, invitare il Consiglio a fissare l IVA specificatamente per gli ecoprodotti, come ne avevamo convenuto con il Regno Unito, 7/8

8 Vi ho presentato una panoramica delle priorità che desidero sviluppare durante la presidenza francese. Esistono ovviamente altre tematiche che porteremo avanti, come la Strategia di Lisbona, soprattutto dopo il Ho mostrato questo programma al Consiglio Ecofin dell 8 luglio scorso, e posso confermarvi che i miei colleghi lo hanno sostenuto fortemente. Ho esposto anche qualche strumento metodologico: cercheremo di rispettare in ambito Ecofin, i principi di una solida gestione del tempo e dell efficacità del dialogo collettivo. Rimango a vostra disposizione per un lavoro di decisione comune e per rispondere anche alle vostre domande del momento. 8/8

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Strasburgo, 12 gennaio 2015. Sono grato per l occasione di partecipare nuovamente ai lavori di questa Commissione.

Strasburgo, 12 gennaio 2015. Sono grato per l occasione di partecipare nuovamente ai lavori di questa Commissione. Intervento del Ministro Padoan alla Commissione Affari Economici e Monetari (ECON) del Parlamento Europeo al termine del semestre di presidenza italiana della Ue Presidente, Onorevoli Membri, Strasburgo,

Dettagli

C. Affari Economici e Finanziari

C. Affari Economici e Finanziari C. Una Nuova Agenda di Politica Economica L attuale congiuntura richiede un profondo cambiamento nell agenda di politica economica dell UE, che vada nella direzione di una strategia politica più efficace

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Sesto Forum Europeo sulla coesione

Sesto Forum Europeo sulla coesione Sesto Forum Europeo sulla coesione Bruxelles 8 settembre 2014 Intervento del Sottosegretario di Stato, On.Sandro Gozi, nella sessione di apertura Restoring growth and jobs: how can cohesion policy contribute

Dettagli

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 !1 COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION Brussels, 22 July 2014 Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 Onorevole Presidente, Onorevoli Membri della Commissione, Sono

Dettagli

Lavorare dove inizia il futuro.

Lavorare dove inizia il futuro. Lavorare dove inizia il futuro. Volete una carriera con un futuro? Allora unitevi al team di Swiss Life. 2 Lavorare dove inizia il futuro. Swiss Life investe nel futuro dei suoi collaboratori. E voi? Chi

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E ALLA BANCA CENTRALE EUROPEA

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E ALLA BANCA CENTRALE EUROPEA COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 21.10.2015 COM(2015) 602 final COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E ALLA BANCA CENTRALE EUROPEA Una tabella di marcia verso una rappresentanza

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Obiettivi strategici 2013-2016

Obiettivi strategici 2013-2016 Obiettivi strategici 2013-2016 Colophon Editore: Grafica: Stampa: Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA Einsteinstrasse 2 CH-3003 Berna Tel. +41 (0)31 327 91 00 Fax +41 (0)31 327

Dettagli

Roma, 31 ottobre 2014. Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan IL RISPARMIO NELL UNIONE BANCARIA EUROPEA

Roma, 31 ottobre 2014. Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan IL RISPARMIO NELL UNIONE BANCARIA EUROPEA 90 a Giornata Mondiale del Risparmio Roma, 31 ottobre 2014 Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan IL RISPARMIO NELL UNIONE BANCARIA EUROPEA Signor Governatore, Presidente

Dettagli

E. Occupazione, Politica Sociale, Salute e Consumatori

E. Occupazione, Politica Sociale, Salute e Consumatori E. Un Economia Europea Inclusiva Alla luce delle conseguenze della crisi finanziaria ed economica, c è un urgente bisogno di evitare il deterioramento della coesione sociale e le sue drammatiche ripercussioni,

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA

LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA LE ISTITUZIONI DELL UNIONE EUROPEA L UE è uno Stato, una confederazione, una federazione, un organizzazione internazionale? È un organizzazione internazionale dotata di ampi poteri che configurano cessioni

Dettagli

MISURE DELL'UE PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLA GRECIA E LA STABILIZZAZIONE DELL AREA EURO

MISURE DELL'UE PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLA GRECIA E LA STABILIZZAZIONE DELL AREA EURO Camera dei deputati - XVI Legislatura - Dossier di documentazione (Versione per stampa) Autore: Titolo: Ufficio Rapporti con l'unione Europea Misure dell'ue per il sostegno finanziario alla Grecia e la

Dettagli

Accesso al mercato: un caposaldo della strategia di crescita

Accesso al mercato: un caposaldo della strategia di crescita Fa fede la versione orale Conferenza stampa del 3 settembre 2013 Claude-Alain Margelisch, CEO, Associazione svizzera dei banchieri Accesso al mercato: un caposaldo della strategia di crescita Gentili signore,

Dettagli

GRUPPO LVMH CODICE DI CONDOTTA

GRUPPO LVMH CODICE DI CONDOTTA GRUPPO LVMH CODICE DI CONDOTTA I II III PREMESSA PRINCIPI APPLICAZIONE 1 I. PREMESSA Il Gruppo LVMH ( LVMH ) intende essere il leader indiscusso nel settore dei beni di lusso. Il suo sviluppo e il suo

Dettagli

Bruxelles, 3 settembre 2014

Bruxelles, 3 settembre 2014 Presentazione del Programma della Presidenza italiana del Consiglio dell Unione Europea alla Commissione per la Cultura e l Istruzione del Parlamento Europeo Bruxelles, 3 settembre 2014 Caro Presidente

Dettagli

G. Trasporti, Telecomunicazioni ed Energia

G. Trasporti, Telecomunicazioni ed Energia G. Allo scopo di rafforzare la competitività, la crescita e l occupazione dell UE, e nel quadro della revisione di medio termine della Strategia Europa 2020, il ruolo delle tecnologie digitali, dell energia

Dettagli

LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA. Come funziona l Unione. europea. Guida del cittadino alle istituzioni dell UE. Unione europea

LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA. Come funziona l Unione. europea. Guida del cittadino alle istituzioni dell UE. Unione europea LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA Come funziona l Unione Guida del cittadino alle istituzioni dell UE europea Unione europea LE POLITICHE DELL UNIONE EUROPEA Questa pubblicazione fa parte di una serie che

Dettagli

Barometro bancario, too big to fail e vigilanza macroprudenziale

Barometro bancario, too big to fail e vigilanza macroprudenziale Fa fede il discorso orale Conferenza stampa del 5 settembre 2011 Barometro bancario, too big to fail e vigilanza macroprudenziale Claude-Alain Margelisch, CEO, Associazione svizzera dei banchieri Gentili

Dettagli

Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli

Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli ACRI 91ª GIORNATA MONDIALE DEL RISPARMIO Risparmio e ripresa in una nuova Europa Relazione del Presidente dell ABI Antonio Patuelli Roma, Palazzo della Cancelleria 28 ottobre 2015. INTERVENTI ABI 2015

Dettagli

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte La Agenda Seoul, obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte è uno dei maggiori

Dettagli

I. Partenariato. II. Verifica

I. Partenariato. II. Verifica Lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Raggiungere gli obiettivi Comunicato della Conferenza dei Ministri dell Istruzione Superiore, Bergen, 19-20 Maggio 2005 Noi, Ministri dell Istruzione Superiore

Dettagli

15^ Congresso AIAF ASSICOM ATIC FOREX

15^ Congresso AIAF ASSICOM ATIC FOREX 15^ Congresso AIAF ASSICOM ATIC FOREX Milano, 21 febbraio 2009 Alessandro Profumo CEO UniCredit Group Relazione Introduttiva In questi ultimi anni il sistema finanziario internazionale è stato caratterizzato

Dettagli

MARKT/2513/02 IT Orig. EN. PROGETTO DI PUNTI DI DECISIONE E DI CONCLUSIONI DELLA 30a RIUNIONE DEL COMITATO DELLE ASSICURAZIONI

MARKT/2513/02 IT Orig. EN. PROGETTO DI PUNTI DI DECISIONE E DI CONCLUSIONI DELLA 30a RIUNIONE DEL COMITATO DELLE ASSICURAZIONI MARKT/2513/02 IT Orig. EN PROGETTO DI PUNTI DI DECISIONE E DI CONCLUSIONI DELLA 30a RIUNIONE DEL COMITATO DELLE ASSICURAZIONI Bruxelles, 16 aprile 2002 1. Ordine del giorno L'ordine del giorno della riunione

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

4. I verbi del comunicare Scrivete l esempio usando il LEI Sono lieto di Mi pregio Sono costretto a

4. I verbi del comunicare Scrivete l esempio usando il LEI Sono lieto di Mi pregio Sono costretto a 1 IL REGISTRO LINGUISTICO 2 Scrivere nel registro colto/solenne - esercitazioni 1. PER COMINCIARE Egregio Signore Gentile Signore/a Gentilissimo/a Chiarissimo Professore Spettabile Ditta (Egregio Sig.

Dettagli

ASSOPREVIDENZA. Analisi delle tematiche. di gestione degli investimenti e. del patrimonio. Conclusioni. di Antonio Finocchiaro. Presidente della COVIP

ASSOPREVIDENZA. Analisi delle tematiche. di gestione degli investimenti e. del patrimonio. Conclusioni. di Antonio Finocchiaro. Presidente della COVIP ASSOPREVIDENZA Analisi delle tematiche di gestione degli investimenti e del patrimonio Conclusioni di Antonio Finocchiaro Presidente della COVIP Roma 15 marzo 2012 Cassa Forense 0 Ho ascoltato con interesse

Dettagli

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014)

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014) RESeT INTERNAZIONALE Fondo Monetario Internazionale FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE ED. IT. DI ALDO CARBONE 19 Giugno 2014 Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell

Dettagli

A regola d ARTE. Manuale di lavoro RENA

A regola d ARTE. Manuale di lavoro RENA A regola d ARTE Manuale di lavoro RENA Che cos è RENA? Intelligenza collettiva al servizio dell Italia La Rete per l eccellenza nazionale (RENA) è un associazione indipendente e plurale, animata da giovani

Dettagli

Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012.

Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012. Audizione X Commissione Senato sulla Strategia Energetica Nazionale. Roma, 10 ottobre 2012. Intervento di Bruno Lescoeur, Amministratore Delegato, Edison Nella prima occasione in cui ho parlato a questa

Dettagli

Silvia Trampetti. il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta

Silvia Trampetti. il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta Silvia Trampetti il finanziamento per il diritto allo studio: una nuova proposta Riflessioni e idee per l inclusione finanziaria di studenti universitari meritevoli Prefazione a cura del Prof. Dott. G.

Dettagli

INTERVENTO DEL MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITA

INTERVENTO DEL MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITA INTERVENTO DEL MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITA Signor Presidente, Signore e Signori, Cari colleghi, ringrazio innanzitutto il Governo del Brasile per l ospitalità che ha voluto riservare alle delegazioni

Dettagli

Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva

Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva Un giorno in SENATO Come nasce una legge: dalla presentazione all approvazione definitiva Presentazione L iter di una legge inizia con la presentazione, al Senato o alla Camera, di un progetto di legge;

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

NOVITÀ IN ARRIVO, COSA CAMBIA CON LA MIFID E COME APPROFITTARNE

NOVITÀ IN ARRIVO, COSA CAMBIA CON LA MIFID E COME APPROFITTARNE INVESTIMENTI NOVITÀ IN ARRIVO, COSA CAMBIA CON LA MIFID E COME APPROFITTARNE 2 Caro cliente, che tu abbia investito in obbligazioni, azioni, titoli di stato o fondi comuni, che tu sia un esperto trader

Dettagli

SCOPEO WEBMARKETING INDICE:

SCOPEO WEBMARKETING INDICE: Egregi Signori, Vi invitiamo a leggere queste righe di presentazione dei Servizi Scopeo, partner ideali per i vostri progetti di visibilità e marketing sul Word Wide Web. Sarà nostro compito assistervi

Dettagli

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG TERZA CONFERENZA AMBIENTALE DEI MINISTRI E DEI LEADER POLITICI REGIONALI DELL'UNIONE EUROPEA LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG Dopo l incontro di preparazione tenuto nella regione Rhône-Alpes, Francia, il 28

Dettagli

Edifici: la sfida dell'economia circolare

Edifici: la sfida dell'economia circolare Edifici: la sfida dell'economia circolare materiarinnovabile.it Bruxelles costruisce un futuro sostenibile A Bruxelles il settore edilizio che conta 25.000 occupati è responsabile del 70% delle emissioni

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

La nostra politica del personale

La nostra politica del personale La nostra politica del personale Editore: Federazione delle Cooperative Migros Fotografie: Cat Tuong Nguyen Realizzazione grafica: Esther Hostettler Stampa: Appenzeller Druckerei, Herisau Le persone che

Dettagli

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE, 101 Raccomandazione della Commissione 15 febbraio 2005, n. 2005/162/Ce, sul ruolo degli amministratori senza incarichi esecutivi o dei membri del consiglio di sorveglianza delle società quotate e sui comitati

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

Scuole Europee. Ufficio del Segretario Generale. Segretariato Generale. Rif. : 2003-D-7610-it-7 Orig. : EN Versione : IT

Scuole Europee. Ufficio del Segretario Generale. Segretariato Generale. Rif. : 2003-D-7610-it-7 Orig. : EN Versione : IT Scuole Europee Ufficio del Segretario Generale Segretariato Generale Rif. : 2003-D-7610-it-7 Orig. : EN Versione : IT Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori

Dettagli

"SMS senza frontiere": la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero

SMS senza frontiere: la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero IP/08/1144 Bruxelles, 15 luglio 2008 "SMS senza frontiere": la Commissione intende porre fine ai prezzi esorbitanti del roaming per gli SMS all'estero Le cifre pubblicate oggi dalla Commissione europea

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Casi pratici di comunicazione per il farmacista

Casi pratici di comunicazione per il farmacista Casi pratici di comunicazione per il farmacista 1 Premessa e Punti di vista Un futuro farmacista viene addestrato, ma vuol dire la sua opinione La storia Farmacia lunedì mattina ore 8.15 Buon giorno. Si

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Schema relazione su rapporto Formedil 2013

Schema relazione su rapporto Formedil 2013 Schema relazione su rapporto Formedil 2013 Questa seconda giornata nazionale della formazione edile inizia con la presentazione del rapporto Formedil 2013, un lavoro impegnativo realizzato come impegno

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato Cari amici, illustri ospiti, Voglio innanzitutto ringraziarvi tutti per

Dettagli

ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO

ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO 1- Presso il Servizio in cui operi e previsto un progetto analogo? La maggior parte dei partecipanti ha risposto in maniera negativa. Al momento, solo presso il nostro Servizio

Dettagli

TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi

TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi Gentili ospiti e convenuti, dopo un incontro così denso di interventi e ricco di stimoli cercare di tirare

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Il benessere educativo che i figli ci chiedono

Il benessere educativo che i figli ci chiedono Il benessere educativo che i figli ci chiedono Maristella Meli IL BENESSERE EDUCATIVO CHE I FIGLI CI CHIEDONO affetto e disciplina nella genitorialità www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maristella

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Benchmarking tool (Questionario di valutazione comparativa)

Benchmarking tool (Questionario di valutazione comparativa) Benchmarking tool (Questionario di valutazione comparativa) Questo progetto è stato finanziato con il sostegno della Commissione Europea. Questo portale riflette il punto di vista degli sviluppatori e

Dettagli

GRUPPO DI STUDIO FLC Cgil DI VICENZA SULLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO ASIAGO 30-31 AGOSTO 2007

GRUPPO DI STUDIO FLC Cgil DI VICENZA SULLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO ASIAGO 30-31 AGOSTO 2007 GRUPPO DI STUDIO FLC Cgil DI VICENZA SULLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO ASIAGO 30-31 AGOSTO 2007 Premessa La FLC Cgil di Vicenza, ha costruito l opportunità per una trentina di insegnanti della provincia,

Dettagli

SINTESI. Introduzione

SINTESI. Introduzione SINTESI Introduzione Il mandato che ci è stato conferito verte su un argomento esteso e complesso: la dimensione sociale della globalizzazione. La nostra Commissione è ampiamente rappresentativa degli

Dettagli

Audizione Confindustria. Disegno di legge n. 1051

Audizione Confindustria. Disegno di legge n. 1051 Audizione Confindustria Disegno di legge n. 1051 Delega al Governo su Informazione e Consultazione lavoratori e definizione misure su Democrazia economica XI Commissione Lavoro Senato della Repubblica

Dettagli

Dichiarazione di intenti. del Presidente. del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza INAIL

Dichiarazione di intenti. del Presidente. del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza INAIL Dichiarazione di intenti del Presidente del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza INAIL Francesco Rampi Roma, 1 ottobre 2013 L occasione dell insediamento della quinta consiliatura del Consiglio di Indirizzo

Dettagli

PRESIDENZA FRANCESE DEL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA PROGRAMMA DI LAVORO. 1 luglio 31 dicembre 2008

PRESIDENZA FRANCESE DEL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA PROGRAMMA DI LAVORO. 1 luglio 31 dicembre 2008 PRESIDENZA FRANCESE DEL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA PROGRAMMA DI LAVORO 1 luglio 31 dicembre 2008 UN EUROPA CHE AGISCE PER RISPONDERE ALLE SFIDE DI OGGI SOMMARIO INTRODUZIONE... 4 1. FARE DELL EUROPA

Dettagli

MASSIMO CAPUANO. Amministratore Delegato della Borsa Italiana. tarda. Cercherò di essere sintetico e di riuscire in questi pochi minuti a

MASSIMO CAPUANO. Amministratore Delegato della Borsa Italiana. tarda. Cercherò di essere sintetico e di riuscire in questi pochi minuti a MASSIMO CAPUANO Amministratore Delegato della Borsa Italiana Mi appresto a un compito difficile: riuscire a concludere un dibattito così interessante in questa vostra prima giornata di convegno, a un ora

Dettagli

Raccomandazione di DECISIONE DEL CONSIGLIO

Raccomandazione di DECISIONE DEL CONSIGLIO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 13.11.2012 COM(2012) 655 final Raccomandazione di DECISIONE DEL CONSIGLIO che autorizza la Commissione europea a partecipare, per conto dell Unione europea, ai negoziati

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana 79 a Giornata Mondiale del Risparmio Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana Roma, 31 ottobre 2003 Signor Ministro dell Economia, Signor Governatore della Banca d Italia,

Dettagli

QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA

QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA QUESTIONARIO 3: MATURITA ORGANIZZATIVA Caratteristiche generali 0 I R M 1 Leadership e coerenza degli obiettivi 2. Orientamento ai risultati I manager elaborano e formulano una chiara mission. Es.: I manager

Dettagli

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE) é un'organizzazione indipendente di regioni e la più importante rete di cooperazione interregionale nella Grande Europa. Rappresenta 12 organizzazioni interregionali

Dettagli

Progetto HOPEurope Costruire cittadinanza, democrazia, pace e sostenibilità in un Europa unita e multilivello

Progetto HOPEurope Costruire cittadinanza, democrazia, pace e sostenibilità in un Europa unita e multilivello Progetto HOPEurope Costruire cittadinanza, democrazia, pace e sostenibilità in un Europa unita e multilivello 6. Istituzioni dell'unione europea La Corte dei conti dell'ue e la Banca europea degli investimenti

Dettagli

Discorso dell Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica del Kazakhstan nella Repubblica Italiana S.E. Andrian Yelemessov

Discorso dell Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica del Kazakhstan nella Repubblica Italiana S.E. Andrian Yelemessov Discorso dell Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica del Kazakhstan nella Repubblica Italiana S.E. Andrian Yelemessov Egregi partecipanti! Cari amici! (29 gennaio 2013, Venezia)

Dettagli

Committente e Acquirente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa

Committente e Acquirente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa Public S.r.l. Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO SONDAGGIO IPSOS - ACRI 86ª Giornata Mondiale del Risparmio SONDAGGIO IPSOS - Rigore e sviluppo nell era del mercato. Risultati diffusi nell ambito della

Dettagli

INDUSTRIAL DESIGN AS A TOOL FOR INNOVATION AND SOCIO-

INDUSTRIAL DESIGN AS A TOOL FOR INNOVATION AND SOCIO- DIPARTIMENTO IMPRESA ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI INDUSTRIAL DESIGN AS A TOOL FOR INNOVATION AND SOCIO- ECONOMIC GROWTH:

Dettagli

Grazie presidente Cerchiai. Presidente Giannini, assicuratori, signore e signori,

Grazie presidente Cerchiai. Presidente Giannini, assicuratori, signore e signori, ASSEMBLEA ANNUALE DI ANIA (Roma, 2 luglio 2009) INTERVENTO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON. CLAUDIO SCAJOLA Grazie presidente Cerchiai. Presidente Giannini, assicuratori, signore e signori, l

Dettagli

UNA COMUNITA IN CRESCITA

UNA COMUNITA IN CRESCITA UNA COMUNITA IN CRESCITA Proposte di formazione per bambini, ragazzi, insegnanti e genitori 2008-2009 2009 La Bottega dei Ragazzi Cooperativa Sociale Onluss Via Tintoretto 41 35020 Albignasego (PD) Tel.

Dettagli

DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre

DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre Commission européenne Comunicato stampa L autonomia scolastica in Europa Politiche e modalità attuative

Dettagli

Competenze del Dirigente scolastico

Competenze del Dirigente scolastico Competenze del Dirigente scolastico Repertorio elaborato in ambito SI.VA.DI.S Repertorio delle competenze del dirigente scolastico Il repertorio descrittivo delle azioni professionali e delle competenze

Dettagli

Ministeri a favore dei bambini Certificazione per gli animatori II livello, corso n. 1

Ministeri a favore dei bambini Certificazione per gli animatori II livello, corso n. 1 Ministeri a favore dei bambini Certificazione per gli animatori II livello, corso n. 1 SVILUPPARE UNA VISIONE PER I MINISTERI A FAVORE DEI BAMBINI (MIB) Linda Mei Lin Koh Ministeri a favore dei Bambini,

Dettagli

SESSIONE PLENARIA CREDITO ALLE FAMIGLIE (9.00 13.00) IL NUOVO CREDITO ALLE FAMIGLIE IN UN CONTESTO ECONOMICO E REGOLAMENTARE CHE CAMBIA

SESSIONE PLENARIA CREDITO ALLE FAMIGLIE (9.00 13.00) IL NUOVO CREDITO ALLE FAMIGLIE IN UN CONTESTO ECONOMICO E REGOLAMENTARE CHE CAMBIA CREDITO AL CREDITO 2011 1 SCHEMA DI SINTESI MARTEDÌ 22 NOVEMBRE SESSIONE PLENARIA CREDITO ALLE FAMIGLIE (9.00 13.00) IL NUOVO CREDITO ALLE FAMIGLIE IN UN CONTESTO ECONOMICO E REGOLAMENTARE CHE CAMBIA SESSIONI

Dettagli

Governance Gestione locale per la sostenibilità

Governance Gestione locale per la sostenibilità Capitolo 1/2 Governance Gestione locale per la sostenibilità Aalborg Commitment 1 Ci impegniamo a rafforzare i nostri processi decisionali tramite una migliore democrazia partecipatoria. Lavoreremo quindi

Dettagli

Il Sesto programma quadro di ricerca dell Unione europea

Il Sesto programma quadro di ricerca dell Unione europea COMMISSIONE EUROPEA DIREZIONE GENERALE DELLA RICERCA Il Sesto programma quadro di ricerca dell Unione europea Quesiti più frequenti Cos è il programma quadro (PQ) di ricerca dell Unione europea? Il PQ

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

Bottega del Terzo Settore

Bottega del Terzo Settore Bottega del Terzo Settore 1 Finalità del progetto La Bottega del Terzo Settore (in sintesi BTS) deve essere un luogo ed un progetto di contaminazione tra Terzo Settore e Comunità, e prima ancora tra Terzo

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

Quadro europeo delle qualifiche per l apprendimento permanente (EQF)

Quadro europeo delle qualifiche per l apprendimento permanente (EQF) Quadro europeo delle qualifiche Quadro europeo delle qualifiche per l apprendimento permanente (EQF) Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE C 463/4 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 23.12.2014 Conclusioni del Consiglio e dei Rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, su un piano di lavoro per la cultura

Dettagli

La nostra visione del traffico transfrontaliero di merci e di viaggiatori è ben diversa! Per illustrarla vi abbiamo invitato a questo incontro.

La nostra visione del traffico transfrontaliero di merci e di viaggiatori è ben diversa! Per illustrarla vi abbiamo invitato a questo incontro. Signore e signori, questo cartello, fotografato alla stazione di confine di Domodossola, dice tutto sull attuale situazione nel traffico ferroviario tra l Italia e la Svizzera: Strutture obsolete Impianti

Dettagli

Towards Recovery and Partnership with Citizens: the Call for Innovative and Open Government

Towards Recovery and Partnership with Citizens: the Call for Innovative and Open Government Towards Recovery and Partnership with Citizens: the Call for Innovative and Open Government Intervento del Ministro Renato Brunetta Signori, Signore, Il titolo dell odierna sessione plenaria ci invita

Dettagli

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Premessa La Carta di qualità di cui si parla in questa scheda è stata elaborata da ONG e associazioni di 5 regioni italiane nel corso del

Dettagli

1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012

1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012 1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012 Descrizione del progetto L Istituto di Formazione Politica Pedro Arrupe Centro Studi Sociali è per tradizione e per vocazione impegnato nella promozione

Dettagli

ABITARE IN EUROPA Settimana europea dell'alloggio sociale Parlamento europeo, Bruxelles, dal 10 al 14 ottobre 2005

ABITARE IN EUROPA Settimana europea dell'alloggio sociale Parlamento europeo, Bruxelles, dal 10 al 14 ottobre 2005 ABITARE IN EUROPA Settimana europea dell'alloggio sociale Parlamento europeo, Bruxelles, dal 10 al 14 ottobre 2005 Organizzato dal CECODHAS, il Comitato europeo di coordinamento per l'alloggio sociale

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2014. dopo aver dato lettura del Piano Programmatico Pluriennale 2014-2016,

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2014. dopo aver dato lettura del Piano Programmatico Pluriennale 2014-2016, DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2014. Egregi Signori, dopo aver dato lettura del Piano Programmatico Pluriennale 2014-2016, approvato dal Consiglio Generale nella seduta del 15 ottobre e prima di

Dettagli

L Agenda Sociale Europea

L Agenda Sociale Europea L Agenda Sociale Europea La politica sociale europea La politica sociale e per l'occupazione dell'unione Europea mira a promuovere l'occupazione, il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro,

Dettagli

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy CONSIGLIO EUROPEO IL PRESIDENTE Bruxelles, 26 giugno 2012 EUCO 120/12 PRESSE 296 PR PCE 102 VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

Dettagli

2ª COMMISSIONE PERMANENTE

2ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 2ª COMMISSIONE PERMANENTE (Giustizia) Seduta n. 548 DISEGNI DI LEGGE IN SEDE DELIBERANTE 90º Resoconto stenografico SEDUTA DI MARTEDÌ 17 GENNAIO 2006 (Notturna)

Dettagli

Notizie dall Unione europea

Notizie dall Unione europea Commissione Speciale sui Rapporti con l Unione europea e sulle Attività Internazionali della Regione Notizie dall Unione europea 10 dicembre 2007 Promozione dei prodotti agricoli comunitari all esterno

Dettagli