Una prima riuscitissima: il congresso nazionale delle operatrici di prevenzione dentaria. [ 3 ]

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una prima riuscitissima: il congresso nazionale delle operatrici di prevenzione dentaria. [ 3 ]"

Transcript

1 N. 117 Inverno 2012 del servizio dentario scolastico Una prima riuscitissima: il congresso nazionale delle operatrici di prevenzione dentaria. [ 3 ] Il progetto «Bambini sorridenti» in Cechia [ 10 ] Regioni [ 16 ] Corsi [ 19 ]

2 [ 2 ] Attualità n. 117 / inverno 2012 EDITORIALE Dr. Felix Magri, Redattore della Fondazione per le OPD A cosa devo prestare attenzione se vengo assunta a tempo parziale come OPD? A quanto dovrebbe ammontare una retribuzione adeguata? Ecco alcune delle domande che ci vengono poste regolarmente. Il 31 ottobre scorso si è presentata l occasione di affrontarle e discuterle nell ambito del primo congresso annuale delle operatrici di prevenzione dentaria. Durante il congresso, sono stati affrontati anche temi importanti relativi all odontoiatria preventiva: cosa possiamo fare per evitare gli infortuni ai denti e come dobbiamo comportarci qualora si verifichino? Come prepariamo i bambini ad andare dal dentista e come preveniamo i danni ai denti nella prima infanzia? Due relatori hanno parlato dello stato generale di salute degli adolescenti e dei maltrattamenti di cui sono vittime i bambini. Tutte le OPD che si sono recate a Olten sono rientrate al proprio domicilio con un bagaglio di impressioni sul mondo della medicina dentaria da usare con i bambini di cui si occupano. Se volete saperne di più sul congresso, leggete i contributi del presente Bollettino! ^ Le relazioni stimolano la riflessione. I contatti che la Fondazione intrattiene con altre persone o istituzioni sfociano a volte in progetti concreti, come la collaborazione con il progetto «Bambini sorridenti» nella Repubblica ceca. In un intervista, la responsabile del progetto Hana Zallmanovà racconta qual è la situazione dell odontoiatria e del servizio dentario scolastico nel suo paese. Vi auguriamo buone feste e felice anno nuovo! A nome della Fondazione per le OPD Felix Magri PS: visto il successo del primo congresso, il 5 novembre 2013 si terrà il secondo congresso della Fondazione. Segnate subito la data in agenda! IMPRESSUM Editrice: Fondazione per le Operatrici di Prevenzione Dentaria (OPD), Redazione/abbonamenti: Moussonstrasse 19, 8044 Zurigo, CHF 40. all anno. Periodicità: 4 numeri all anno. Redattore responsabile: Dr. F. Magri, Fondazione per le OPD e Sandra Küttel, Rahel Brönnimann, Servizio stampa e d informazione SSO. I contributi senza sigla o senza nome dell autore e nome della ditta rispecchiano il parere degli autori, che non deve necessariamente corrispondere all opinione della redazione. Layout: Claudia Bernet, Berna. Stampa: Schippert AG, 8123 Ebmatingen. Tiratura: 550 esemplari. Fotografie: a disp. La redazione si riserva tutti i diritti. Vietata la riproduzione e la diffusione di interi numeri. È permessa la riproduzione previa indicazione della fonte. ^ Rolf Hess, presidente della Fondazione per le OPD e membro del Comitato della Società svizzera odontoiatri SSO.

3 n. 117 / inverno 2012 [ 3 ] Una giornata densa di contenuti: il primo congresso delle operatrici di prevenzione dentaria Il primo congresso nazionale della Fondazione per le OPD, tenutosi il 31 ottobre 2012 a Olten, è stata l occasione, per i circa 200 partecipanti, di fare proprie tutta una serie di informazioni specialistiche. Qui di seguito verranno illustrati alcuni dei punti salienti del riuscitissimo congresso. Sandra Küttel Il primo congresso svizzero della Fondazione per le OPD, organizzato lo scorso 31 ottobre 2012 presso il Centro congressuale Arte a Olten, è stato un susseguirsi di momenti di grande interesse. Gli illustri relatori sono infatti riusciti a catturare l interesse di tutti i partecipanti. Punto della situazione Il benvenuto ai partecipanti al congresso è stato dato da Rolf Hess, presidente della Fondazione per le OPD e membro del comitato della Società svizzera odontoiatri SSO. Il presidente ha ringraziato gli sponsor della Fondazione e sottolineato che quest ultima riesce a finanziare le proprie attività solo grazie al sostegno del settore dentario. Rolf Hess ha in seguito ricordato che negli anni passati la Fondazione ha vissuto momenti difficili, che è fortunatamente riuscita a superare grazie all appoggio della SSO. Rolf Hess ha poi fatto i complimenti alle operatrici di prevenzione dentaria per il loro impegno. Grazie al loro infaticabile lavoro, gli allievi riescono a capire il significato della prevenzione e a vedere i risultati sui loro denti anno dopo anno. «È sorprendente che, nonostante questi successi, siano spesso proprio le autorità politiche e non i dentisti a voler ridurre la profilassi di base per questioni finanziarie!» ha affermato preoccupato Hess. Ciò dimostra che in questo ambito i medici dentisti hanno un obbligo etico. Infortuni ai denti: come reagire? Nella sua relazione, Hubertus van Waes, vicepresidente della Fondazione per le OPD e responsabile della Clinica di pedodonzia dell Università di Zurigo, ha illustrato le misure da adottare in caso di infortuni ai denti. Continua a pagina 4

4 [ 4 ] n. 117 / inverno 2012 Come reagire in caso di infortuni ai denti? Lo spiega Hubertus van Waes, vicepresidente della Fondazione per le OPD. > ^ Durante le pause si può discutere con i relatori: la giurista Sarah Schläppi (a sinistra) a colloquio con alcune OPD. > Il pubblico partecipa animatamente alla discussione. Dato che spesso le ferite al viso sanguinano copiosamente, vi è il rischio che ci si concentri soprattutto sulle ferite esterne, trascurando invece quelle più pericolose e non visibili dall esterno. Nell ambito delle cure dentarie, la prima cosa da fare è l anamnesi, che permette di stabilire che cosa è successo esattamente. Per i medici curanti è importante disporre di informazioni dettagliate sull accaduto. Altrettanto importante è sapere se il bambino soffre di allergie, se ha tendenza a emorragie o se ha problemi generali di salute: vi sono segnali che indicano un trauma cranico? Il bambino ha vomitato, ha nausea o capogiri? Qual è dunque il compito delle OPD nell ambito degli infortuni ai denti? Le OPD possono spiegare ai docenti che cosa fare in questi casi. Ecco alcune misure importanti: se possibile, rimettere un dente fuoriuscito dall alveolo al suo posto; così facendo, la prognosi risulta nettamente migliore; se non fosse possibile riposizionare il dente, occorre conservarlo in un ambiente umido. Il dente può essere messo in un contenitore con del latte, dell acqua o della soluzione fisiologica, ma in nessun caso in acqua gelida; la soluzione ottimale è costituita dal Dentosafe o dal Curasafe, che dovrebbero far parte dell equipaggiamento di pronto soccorso di molte scuole e dei centri sportivi; se non c è alcun liquido a portata di mano, il dente può essere conservato nella saliva, ossia in bocca. In questo caso, tuttavia, vi è il pericolo che il bambino inghiotta il dente; la cosa più importante è reagire con prontezza, andando immediatamente da un medico dentista e portando con sé i denti fuoriusciti dall alveolo e i frammenti di denti. Aspetti giuridici dell attività delle OPD A questo punto, all ordine del giorno vi erano gli aspetti giuridici. La giurista Sarah Schläppi dello studio legale Bracher & Partner di Berna ha iniziato riferendo di un piccolo test, eseguito proprio in vista del suo intervento al congresso, in un comune dell Oberland bernese. Alla domanda: «Come vanno le cose con la vostra operatrice di prevenzione dentaria?» il responsabile di questo servizio le ha risposto: «Con chi? Ah, con la «sciura» dei denti?» (affermazione che naturalmente ha suscitano parecchie risatine in sala). Con la sua relazione, la giurista ha voluto incoraggiare le OPD, trasmettere loro sicurezza e rafforzare la loro autostima. «Volete essere prese sul serio e non essere considerate le «sciure» dei denti? Desiderate condizioni di lavoro migliori? Allora datevi da fare!» Da un indagine condotta in sala è risultato che la maggioranza delle OPD ha stipulato un contratto di lavoro. Sarah

5 O F S W I T Z E R L A N D Con le sue vibrazioni soniche al minuto, lo spazzolino TRISA Sonicpower pulisce con i vostri denti decisamente meglio dei soliti spazzolini manuali. (Test IDP in vitro, ricerca dentale TRISA) Ricarica per 14 giorni La ricarica della batteria copre ca. 14 giorni di utilizzo senza rete elettrica (3 x 2 minuti al giorno). Testina con sistema di ricambio Questo pratico sistema di ricambio consente di sostituire con facilità la testina dopo 3 mesi di utilizzo (raccomandato dai dentisti). vibrazioni soniche

6 [ 6 ] n. 117 / inverno 2012 > La pedodontista Juliane Erb spiega come trasmettere ai bambini un immagine positiva del medico dentista. Schläppi ha però consigliato alle presenti, una volta tornate a casa, di leggere con sguardo critico il proprio contratto. Un contratto di lavoro deve obbligatoriamente disciplinare i seguenti aspetti: il campo di attività e i compiti dell OPD; l inizio dell attività; il periodo di prova; la durata e la fine del rapporto di lavoro; l orario di lavoro/le ore o le lezioni da eseguire; il salario; le vacanze/l indennità di vacanza; le condizioni di versamento del salario in caso di malattia o infortunio; l assicurazione contro gli infortuni; la cassa pensioni/la previdenza per il personale; le condizioni generali. Il salario: un argomento scottante Per le OPD non è previsto un salario minimo legale, quindi la retribuzione va pattuita tra il datore di lavoro e la lavoratrice. Generalmente, ci si accorda su una retribuzione a lezione o su una retribuzione oraria. Ed è qui che casca l asino: la retribuzione a lezione non copre tutto il lavoro prestato dalle OPD. Occorre tenere conto anche del tempo impiegato per preparare le lezioni e per sbrigare i lavori amministrativi. Per questo motivo, la retribuzione a lezione dovrebbe essere più alta di quella oraria. Il diritto alle vacanze: anche in caso di salario orario Per principio, i lavoratori hanno diritto ad almeno quattro settimane di vacanze pagate all anno. Questo vale sia per i lavoratori con un salario a ore, sia per i lavoratori con un salario mensile. In caso di lavoro saltuario a ore è possibile farsi pagare le vacanze, a patto però che questo accordo sia fissato nel contratto. Come districarsi nella giungla delle assicurazioni sociali E come la mettiamo con l AVS, l AI, l AD e l IPG? A questo riguardo, Sarah Schläppi ha fornito alle OPD presenti in sala una guida per districarsi nella giungla delle assicurazioni sociali. In linea di massima, per tutti i salari è previsto l obbligo di versare i contributi sociali. Vi è comunque un eccezione: in caso di salario annuo inferiore ai franchi, i contributi alle assicurazioni sociali vengono dedotti solo su richiesta esplicita del lavoratore. Anche per i contributi al secondo pilastro è previsto un salario annuo minimo: i salari inferiori a franchi (stato 2012) non vanno assicurati obbligatoriamente alla LPP. Se una persona lavora per diversi datori di lavoro, ha il diritto di assicurarsi alla LPP nella misura in cui il salario complessivo superi il salario annuo minimo. Per quanto riguarda l assicurazione infortuni (LAINF), occorre segnalare che le persone che lavorano meno di otto ore settimanali non sono assicurate contro gli infortuni non professionali. Da ultimo, Sarah Schläppi ha affrontato il tema dell assicurazione maternità. Tutte le donne che esercitano un attività professionale dipendente o indipendente hanno diritto a un indennità maternità pari all 80 per cento del salario percepito prima del parto. Tale indennità viene versata per 14 settimane o 98 giorni. Il bambino nello studio dentistico Quando si parla dell igiene orale, i genitori e gli insegnanti tendono a martellare i bambini con frasi del tipo: «Se non ti lavi i denti, ti si formerà un bel buco e dovrai andare dal dentista. Vedrai che male ti farà!» Questi messaggi minacciosi possono ripercuotersi negativamente sul rapporto tra bambini e dentisti e, in questo modo, non si fa l interesse di nessuno. Ma allora, come migliorare la situazione? Nella sua relazione, la pedodontista Juliane Erb ha illustrato come far passare la paura del dentista ai bambini e ciò che possono fare le OPD per trasmettere un immagine positiva del medico dentista. Le cure dentarie sui bambini rappresentano una grande sfida, in particolare se si tratta di bambini piccoli o disabili, che non possono cooperare con il medico dentista. È oltremodo importante che i bambini vengano abituati al più presto e senza alcuna fretta ad andare dal medico dentista. L ideale sarebbe portarli per un primo controllo

7 n. 117 / inverno 2012 [ 7 ] < < Ferdinanda Pini Züger presenta il suo studio sul comportamento degli adolescenti in fatto di salute. < Un tema emotivamente forte: Georg Staubli, del Gruppo di protezione dell infanzia presso l ospedale pediatrico di Zurigo, affronta il tema dei maltrattamenti a danno dei bambini. all età di due anni. Questa prima visita dovrebbe essere l occasione per trasmettere emozioni positive al bambino. Molti genitori rendono insicuri i bambini con affermazioni del tipo: «Non avere paura» oppure «Vedrai che non ti farà male»: questo genere di rassicurazioni non contribuiscono a calmare il bambino, anzi! Per molti bambini della scuola dell infanzia, l OPD rappresenta il primo contatto con il personale odontoiatrico. In questo suo ruolo, l OPD può dare un contributo importante per evitare che il medico dentista diventi un incubo per i bambini. L OPD può aiutare i bambini a capire che «il dentista mi aiuta a mantenere sani i miei denti». La carie ai denti da latte La dottoressa Erb ha in seguito attirato l attenzione sulla preoccupante evoluzione della cosiddetta «Early Childhood Caries», ossia della carie della prima infanzia. Circa il 13% dei bambini di due anni che vivono a Zurigo è affetto da carie. I motivi sono i seguenti: il continuo uso del biberon e del ciuccio, il consumo frequente di bevande zuccherate, come il tè solubile, i succhi di frutta o le bibite gasate, e l allattamento a oltranza. Per questo motivo, i pedodontisti consigliano di smettere di allattare i bambini appena spunta il primo dentino. La prevenzione Secondo Juliane Erb, le OPD possono dare un importante contributo alla prevenzione della carie, perché sono a contatto con gli insegnanti e i genitori, a cui possono fornire informazioni molto utili, che non riguardano unicamente le regole per una corretta pulizia dei denti, ma anche le abitudini alimentari che non danneggiano i denti. Come stanno i bambini e gli adolescenti? Ferdinanda Pini Züger, responsabile del servizio dentario scolastico del canton Zurigo, ha presentato il suo studio sul benessere, sullo stato di salute e sul comportamento in fatto di salute e sui comportamenti a rischio dei ragazzi e delle ragazze tra i 13 e i 16 anni. Dall indagine risulta un quadro contraddittorio: gran parte dei giovani interpellati sono felici e soddisfatti della loro situazione personale, ma la situazione è ben diversa per gli allievi delle classi speciali o con difficoltà di apprendimento. Molti di loro non si sentono bene nella loro pelle, non sono contenti della situazione che vivono e guardano con sfiducia al futuro. Questi allievi sono confrontati con diverse difficoltà: rispetto agli altri allievi, soffrono in misura maggiore di sovrappeso, consumano più tabacco e alcol, sono spesso vittime di atti di violenza o sono a loro volta violenti, hanno più spesso propositi suicidi, marinano la scuola e tendono ad assumere comportamenti sessuali a rischio. Di conseguenza, questi allievi sono maggiormente esposti a rischi per la salute. Lo studio evidenzia inoltre una differenza tra i sessi. Rispetto ai ragazzi, le ragazze soffrono in misura maggiore di disturbi psicosomatici, sono più spesso tristi e depresse, presentano un comportamento maggiormente autolesionista e, complessivamente, sono meno soddisfatte della loro situazione rispetto ai coetanei maschi. Riconoscere i punti di forza ed evitare di criticare i punti deboli Le aspettative a livello di rendimento scolastico rappresentano un enorme peso per gli adolescenti di oggi: gran parte di loro sono insoddisfatti del proprio rendimento scolastico. Secondo Ferdinanda Pini Züger qui vi è un notevole margine di intervento preventivo: gli insegnanti dovrebbero riconoscere maggiormente i punti di forza degli allievi. Come risulta da diversi studi, il sostegno da parte degli insegnanti influisce particolarmente sulla soddisfazione degli allievi, molto più del sostegno dei compagni di classe o dei genitori. Secondo la relatrice, il messaggio per le OPD è il seguente: rafforzare maggiormente gli allievi nelle loro competenze. Continua a pagina 8

8 [ 8 ] n. 117 / inverno 2012 Gli insegnanti dovrebbero evidenziare in misura minore i punti deboli e riconoscere maggiormente i punti di forza degli adolescenti. Maltrattamenti minorili: osservare, chiedere e agire! Il congresso si è concluso con l intervento di Georg Staubli, del Gruppo di protezione dell infanzia presso l ospedale pediatrico di Zurigo, che ha affrontato un tema emotivamente forte: i maltrattamenti a danno dei bambini. Avere un sospetto di maltrattamento è una questione molto delicata; spesso non è per nulla facile capire se un bambino è stato maltrattato o se si è ferito: «Noi tendiamo a credere ai genitori, ma a volte vale la pena di analizzare criticamente quanto ci viene detto». Generalmente i bambini non dicono mai che sono stati maltrattati dal padre o dalla madre. Sono estremamente leali nei confronti dei loro genitori. Nella metà dei casi di maltrattamento, i bambini presentano ferite al viso. Si tratta di ferite ben visibili. Di solito, si esaminano più attentamente gli ematomi o altre ferite che si riscontrano in punti «tipici» del gomito, del ginocchio, della fronte o del mento, ma a volte l apparenza inganna. Georg Staubli ha spiegato che non tutti i maltrattamenti hanno conseguenze psichiche permanenti. Tuttavia, il rischio aumenta se i maltrattamenti iniziano presto, se durano a lungo e se il rapporto con chi maltratta il bambino è stretto. Avere una rete sociale rappresenta un importante fattore di protezione per crescere sani. Che cosa possono fare le OPD quando sospettano un caso di maltrattamento? Secondo Georg Staubli è utile rifarsi ai seguenti principi: mai agire da sole; procedendo con cautela, si raggiunge più facilmente lo scopo: la protezione del bambino ha la priorità, i passi successivi vanno valutati e discussi accuratamente; mettere per iscritto i fatti; consultare un esperto o un servizio specialistico. Oltre a seguire una serie molto interessante di presentazioni, i partecipanti hanno anche potuto visitare l esposizione organizzata nell ambito del congresso: gli espositori, tutti sponsor della Fondazione per le OPD, hanno dato prova di grande generosità. Le operatrici di prevenzione dentaria hanno così avuto la possibilità di portare a casa tutta una serie di piccoli gadget (dalle gomme da masticare al necessaire, dagli spazzolini agli specchietti orali) da regalare ai loro allievi. Le relazioni presentate al congresso annuale sono disponibili sul sito al seguente indirizzo: > Novità < < Gadget per le OPD e i loro allievi: gli sponsor della Fondazione per le OPD si sono dimostrati molto generosi. < Il team della Fondazione per le OPD: il presidente Rolf Hess (a destra) ringrazia Felix Magri e Bettina Richle per l eccellente organizzazione del congresso. sponsor della Fondazione per le OPD

9 Nov_tà: ad_esso con impugn_tu_a. Più semplice ed efficace del filo interdentale CURAPROX CPS prime plus E se invece delle lettere mancassero dei denti? I nostri scovolini interdentali prevengono le gengiviti, le parodontiti e la caduta dei denti molto più efficacemente e facilmente del filo interdentale. E per non farvi mancare nulla, è stata creata la nuova confezione CPS prime plus, con un impugnatura dello stesso colore dello scovolino. Su trovate dei consigli per usare correttamente gli scovolini interprossimali. CURADEN International AG 6011 Kriens

10 [ 10 ] progetto n. 117 / inverno 2012 «Sono regolarmente confrontata con bambini con denti danneggiati da una cattiva igiene orale. Voglio cambiare questa situazione.» La dottoressa Hana Zallmannová esercita la propria attività di medico dentista a Praga. Con il progetto «Bambini sorridenti» combatte in prima linea per prevenire la carie tra gli allievi cechi. Alla redazione del nostro Bollettino la dottoressa illustra vari aspetti della sua attività. Intervista a cura di Sandra Küttel Che misure sono state adottate in Cechia per mantenere sani i denti dei bambini? Prima della separazione dalla Slovacchia, della cosiddetta Rivoluzione di velluto, vigeva il sistema dei dentisti scolastici. Due volte all anno, gli allievi si sottoponevano a una visita di controllo. L ingranaggio era talmente ben funzionante che i genitori non dovevano fare nulla. Dopo la separazione, però, questo sistema è stato abolito. Da allora, la responsabilità della salute orale dei bambini è a carico dei genitori, che devono cercarsi un medico dentista, cosa non sempre facile. all anno la cassa malati rimborsa il corrispettivo di 15 franchi, per un trattamento del canale radicolare 12 franchi, per un otturazione 11 franchi. Per darvi un idea, basti pensare che in Cechia, con 11 franchi si comperano 10 litri di latte. Se i bambini hanno meno di sei anni, per un otturazione le assicurazioni versano 5 franchi in più, tuttavia per l otturazione di un dente da latte la il controllo e la radiografia sono a carico della cassa malati, mentre l otturazione è a carico del paziente. Il dentista non ha però la possibilità di applicare un supplemento agli importi coperti dall assicurazione malattia. Alcuni dentisti e io sono una di loro lavorano autonomamente, ossia non sono legati alle casse malati. Se un paziente va dal dentista, deve decidere se vuole farsi Perché? Nella Repubblica ceca, i medici dentisti non fanno propriamente a botte per curare i bambini. Nel nostro paese, infatti, i costi per le cure dentarie sono a carico delle casse malati e le tariffe sono molto basse, il che purtroppo va spesso a scapito della qualità delle cure fornite. Un paziente adulto, invece, può optare per un trattamento privato. In questo caso rinuncia alle prestazioni della cassa malati e paga tutte le cure di tasca propria. Se un dentista stipula un contratto con una cassa malati, ed è il caso per la maggior parte dei dentisti, per contratto i bambini che cura sono «pazienti della cassa», che paga i costi delle cure. Come sono strutturati i tariffari per i medici dentisti? Per un controllo eseguito due volte cassa paga solo 7 franchi. Anche tenendo conto che il livello dei prezzi in Cechia è inferiore a quello svizzero, l indennizzo resta comunque molto basso. Per questo motivo, la maggioranza dei medici dentisti fornisce un «servizio misto»: fattura una parte delle prestazioni alle casse malati e una parte ai pazienti. Facciamo un esempio: ^ Grazie al sostegno della Svizzera, le operatrici di prevenzione dentaria ceche possono contare su una formazione migliore.

11 n. 117 / inverno 2012 progetto [ 11 ] rimborsare le cure dalla cassa malati o se pagarle di tasca propria. Immagino che non siano molti i pazienti che decidono di pagare di tasca propria le cure dentarie. Dipende dalla motivazione del paziente. Se cerca un medico dentista le cui cure sono pagate dalla cassa malati, non si rivolge ai dentisti che lavorano autonomamente. Se invece ne sceglie uno perché lavora bene o perché gli è stato consigliato, è una sua scelta. In questo caso il paziente è libero. Le tariffe applicate a un paziente privato sono più alte di quelle applicate ai pazienti coperti dall assicurazione malattia? Se un medico dentista desidera coprire i propri costi, deve applicare tariffe più alte o deve lavorare molto velocemente. Secondo le casse malati, un otturazione vale 220 corone, ossia 11 franchi. I costi di uno studio medico dentistico con un infrastruttura media si aggirano sugli 80 franchi l ora. Per coprire i costi, quindi, in un ora un medico dentista dovrebbe eseguire più di sette otturazioni, il che è impossibile. Si può quindi proporre al paziente di farsi curare privatamente: in questo modo rinuncia agli 11 franchi della cassa malati e paga di tasca propria l onorario del medico dentista. Quindi se un paziente paga di tasca propria beneficia di un trattamento qualitativamente migliore? In teoria sì, nella pratica spero proprio di sì. Sono molti i pazienti che optano per il trattamento privato? Dipende molto dal valore che le persone danno alla propria salute. Oggigiorno, in Cechia, lo stipendio medio ammonta a circa franchi. I prezzi del nostro studio medico dentistico sono leggermente più alti della media, anche perché siamo a Praga. Tuttavia, da noi non vengono solo persone con redditi alti. I nostri pazienti vogliono semplicemente trattamenti che durino nel tempo. Molti di loro hanno sperimentato sulla loro pelle le cure a basso costo, che hanno poi richiesto ulteriori ritocchi. Meglio sottoporsi subito a un trattamento corretto che dover apportare dei correttivi in un secondo momento. ^ I quaderni di lavoro svizzeri non hanno potuto essere semplicemente copiati, ma sono stati adeguati alla realtà ceca. Quindi, dal punto di vista economico, ai dentisti cechi non conviene lavorare solo con pazienti coperti dall assicurazione malattia? Effettivamente non conviene ed è per questo motivo che sono pochissimi i dentisti che lavorano esclusivamente con pazienti coperti dall assicurazione malattia. Non ha mai pensato di esercitare all estero? L opportunità l ho avuta, ma il mio posto è qui in Cechia. Undici anni fa, lei è stata tra i promotori di un progetto per le scuole che mira a prevenire la carie tra i bambini: il progetto «Bambini sorridenti». Cosa vi ha spinto a lanciare questo progetto? La volontà di cambiare la situazione. Sono regolarmente confrontata con Continua a pagina 13

12 Il VER- SATILE Pulizia sonica idroattiva, fino a vibrazioni al minuto. Accessorio per la pulizia degli spazi interdentali e degli apparecchi ortodontici. Testina delicata Dual-Clean: per pulire in profondità proteggendo la gengiva. Lo spazzolino paro sonic è in vendita presso la Profimed SA (www.profimed.ch ), i principali distributori del settore e nelle farmacie. PARO SISTEMA DI PREVENZIONE Il sistema paro unisce l igiene orale all innovazione svizzera. Il risultato è un sistema di prevenzione unico nel suo genere comprendente numerosi articoli suddivisi nei seguenti settori: IGIENE ORALE E DENTALE Dentifrici e prodotti per l igiene orale. SPAZZOLINI Dagli spazzolini per i bambini a quelli professionali fino agli spazzolini sonici idroattivi. SPAZIO INTERDENTALE Scovolini interprossimali, Brush-Stick, stuzzicadenti e filo interdentale.

13 n. 117 / in V er no 2012 progetto [ 13 ] < Hana Zallmannová, medico dentista di Praga, apprezza la collaborazione con la Fondazione per le OPD: «Le nostre autorità ci ascoltano quando illustriamo loro le esperienze della Svizzera». bambini con denti danneggiati da una cattiva igiene orale. Curo questi danni ai denti e, nel contempo, penso che avrebbero potuto essere evitati. Noi approfittiamo dell esperienza fatta in Svizzera: il prof. Thomas Marthaler, medico dentista specializzato in odontoiatria preventiva, è stato al nostro fianco sin dall inizio del progetto. Com è evoluto il progetto? Dopo la separazione dalla Slovacchia, il medico dentista ceco Georg W. Pollak, che da anni vive in Svizzera, ha lanciato un progetto per le scuole dell infanzia denominato «Bambini sorridenti». Successivamente, il progetto è stato ampliato ed esteso anche alle scuole, il che ha comportato un cambiamento della strategia. Fino ad allora, infatti, si istruivano i dentisti, che poi, a loro volta, avevano il compito di formare le maestre della scuola dell infanzia. Nelle loro classi, le maestre insegnavano ai bambini a lavarsi i denti e a seguire una dieta sana. Quali ostacoli ha dovuto superare finora il progetto? Nel 2001, ho lanciato il progetto per le scuole insieme a mio marito. Nella fase iniziale, Georg Pollak ha svolto un ruolo decisivo. Poi, attraverso Thomas Marthaler, è nata una collaborazione con la Fondazione per le OPD. Nel 2004, mio marito ha perso la vita in un incidente stradale: a quel punto ho dovuto decidere se continuare da sola o se lasciar morire il progetto con lui. All inizio avevo diversi timori di natura organizzativa e finanziaria: avevo solo cinque collaboratrici che andavano nelle classi e otto scuole che avevano aderito al progetto. Oggi le igieniste dentali e le operatrici di prevenzione dentaria sono 24, le scuole elementari, dell infanzia e le strutture di accoglienza per bambini in difficoltà sono 40, sparse in diverse regioni della Cechia. Durante l ultimo anno scolastico siamo riusciti a raggiungere bambini. Questo significa che il progetto si sta gradualmente affermando in tutto il paese? Proprio così, ma il finanziamento resta ancora il problema principale. Anche dal punto di vista organizzativo abbiamo regolarmente problemi da risolvere. Non è facile copiare il modello svizzero, dove i comuni collaborano a livello organizzativo. Da noi la realtà è diversa. Il progetto viene portato avanti dalla Croce verde ceca, che organizza anche la distribuzione del materiale, come i quaderni di lavoro, e che si accolla quindi un compito logistico non indifferente. Hana Zallmannová è medico dentista specializzata in endodontologia e in odontoiatria conservativa ed esercita la sua professione a Praga. Durante la sua formazione presso l università di Praga, ha trascorso un semestre in Svizzera. Nel nostro paese ha avuto modo di conoscere il servizio dentario scolastico e ne ha apprezzato immediatamente l efficacia. Rientrata in Cechia, ha fondato E dopo la scuola dell infanzia non si faceva più nulla? con il marito la Croce verde ceca, un istituzione di utilità pubblica attiva nella prevenzione delle Proprio così, perché un sistema del genere è difficile da estendere alla scuola. I docenti hanno troppo da fare e non ce la fanno a partecipare al progetto. Per questo motivo, oggi le lezioni per imparare a pulirsi i denti sono tenute dalle operatrici di prevenzione dentaria, figure professionali esterne. venzione della carie tra i bambini, che si ispira al modello svizzero. Il progetto si chiama «Bambini malattie. Nell ambito di questa istituzione, Hana Zallmannová ha lanciato un progetto per la presorridenti». Oggi, sono 24 le igieniste dentali e le operatrici di prevenzione dentaria che visitano 40 scuole elementari, dell infanzia e strutture di accoglienza per bambini in difficoltà sparse in diverse regioni della Cechia, in cui hanno insegnato a bambini ad avere cura della propria igiene orale.

14 [ 14 ] progetto n. 117 / inverno 2012 Anche la creazione dei quaderni di lavoro non è stato un lavoro da poco. All inizio, la Fondazione per le OPD ci ha dato molti consigli, suggerito diverse idee e messo a disposizione le schede di lavoro. Ben presto, però, ci siamo resi conto che avremmo dovuto adeguare il materiale alla realtà ceca e così, in anni di lavoro, abbiamo elaborato un progetto su misura per il nostro paese. Abbiamo iniziato con schede di lavoro molto semplici, nel frattempo abbiamo realizzato cinque quaderni di lavoro, che coprono la fascia di età che va dalla scuola dell infanzia alla quarta elementare. Ci mancava però ancora il materiale didattico per la formazione di base e continua delle operatrici di prevenzione dentaria. Grazie alla Svizzera, quest anno disporremo anche di questo materiale. Com è stato finanziato il materiale didattico? Abbiamo ottenuto un sostegno finanziario grazie al cosiddetto contributo svizzero all allargamento. Con questo contributo, la Svizzera contribuisce a ridurre le disparità economiche e so- ciali nell EU allargata, quindi nei paesi dell Europa centrale e orientale. Senza questo sostegno finanziario non avremmo potuto acquistare, far tradurre e adeguare alla nostra realtà il materiale didattico. Nell immediato futuro, questo materiale non ci aiuterà solo a preparare in maniera più specifica le operatrici di prevenzione dentaria in vista della loro attività all interno delle scuole, ma garantirà la continuazione del progetto «Bambini sorridenti». Negli aggiornamenti del materiale confluiranno le nuove conoscenze ed esperienze acquisite. Grazie al contributo svizzero all allargamento, in Cechia potremo fare enormi passi avanti nella prevenzione della carie. Le autorità e le scuole ceche hanno sostenuto il progetto? Nelle scuole il progetto viene accolto molto favorevolmente. Il finanziamento è in gran parte garantito dagli sponsor. Finora, il sostegno finanziario da parte delle autorità e delle scuole è stato minimo. Il nostro è un lavoro pionieristico. Visto che la situazione economica generale non ci è di grande aiuto, occorre fare un gran lavoro di sensibilizzazione. Quale strategia seguite nella raccolta dei fondi? Cerchiamo di coinvolgere i genitori. L interesse non sembra mancare. Ci piacerebbe che all inizio dell anno i genitori versassero un piccolo contributo a favore del progetto; in questo modo riusciremmo a coprire circa un terzo delle nostre spese. Abbiamo deciso di tentare questa strada. Oltre a ciò, intendiamo coinvolgere anche le autorità. Infine, stiamo cercando sponsor tra le aziende del settore dentario, ma non solo. Con che frequenza fate visita alle classi? Sin dagli inizi del progetto, ogni anno scolastico facciamo sei visite nelle classi, da quelle della scuola dell infanzia fino alla quarta elementare. Il nostro obiettivo futuro è di estendere il progetto alle altre regioni del paese. Per noi è stato di grande aiuto poter approfittare sin dall inizio delle esperienze fatte in Svizzera. Apprezziamo molto gli scambi con la Fondazione per le OPD e il sostegno professionale che ci garantisce. Le nostre autorità ci ascoltano quando illustriamo loro le esperienze della Svizzera. > Durante l ultimo anno scolastico, il team del progetto «Bambini sorridenti» ha raggiunto bambini.

15 n. 117 / inverno 2012 [ 15 ] GABA News n. 4/2012 Informazioni sui set per la profilassi disponibili dal 2013 Come annunciato nell edizione di settembre del Bollettino, i set per la profilassi destinati agli allievi sono disponibili solo fino alla fine del Da gennaio 2013, sarà temporaneamente possibile richiedere singole componenti del set. In primavera, i set saranno proposti in confezioni per le classi e non saranno più imballati singolarmente. Ordinazioni alla GABA Per ordinare prodotti in offerta, campioncini, opuscoli, riassunti di studi ecc., vi preghiamo di mettervi in contatto con il Customer Service del Settore Dentaria: GABA Suisse SA, 4106 Therwil, tel (dalle 8.00 alle 16.30) oppure Informazioni su elmex PROTEZIONE EROSIONE Le erosioni dentali sono un problema in costante crescita tra i giovani. Il consumo regolare di bevande zuccherate, frutta, succhi di frutta o altri alimenti contenenti acidi naturali, infatti, intacca e scioglie lentamente lo smalto dei denti. Il nuovo dentifricio elmex PROTEZIONE EROSIONE (per i bambini dai 6 anni), grazie alla straordinaria tecnologia ChitoActive TM, rafforza lo smalto dei denti, rendendoli più resistenti ai ripetuti attacchi degli acidi e proteggendoli durante la pulizia dei denti da un ulteriore perdita di smalto intaccato. Colgate News Colgate aggiorna l offerta 2013 per le scuole Al momento, il materiale didattico e tutta l offerta per le scuole sono in fase di rielaborazione. Nel 2013 sarà disponibile una nuova appassionante avventura del dottor Knabbel. Verrà aggiornato anche il flipchart, particolarmente apprezzato dai bambini e dalle OPD. È inoltre previsto altro materiale nuovo. Preparatevi! Per ulteriori informazioni: Ordinazioni alla Colgate Per ordinare materiale e documenti di Colgate, vi preghiamo di mettervi in contatto con il Colgate Professional Service, telefonando allo o inviando una mail a

16 [ 16 ] n. 117 / inverno 2012 < Sul sito è possibile scaricare alcuni modelli di lezione e le schede degli esperimenti sul tema dell igiene orale. Una lezione di profilassi un po diversa dalle altre L Azione Salute orale in Svizzera vuole migliorare la profilassi della carie nella scuola media. Sul sito si trovano dei modelli di lezione e le schede da scaricare riguardanti alcuni esperimenti da fare con gli allievi. L operatrice di prevenzione dentaria Bea Berger ha presentato gli esperimenti in una seconda media di Niederwangen, nel canton Berna. Sandra Küttel È un lunedì mattina di agosto: gli allievi della seconda media di Niederwangen hanno ancora l aria assonnata, ma scommettiamo che in men che non si dica l operatrice di prevenzione dentaria Bea Berger riuscirà a svegliarli, coinvolgendoli in alcuni esperimenti sul tema della salute orale? Per prima cosa, Bea Berger mette alla prova le conoscenze dei giovani: «Come si chiama lo strato esterno dei denti?». «Smalto» rispondono quasi all unisono gli allievi. Risulta subito evidente che in questa scuola si dà molta importanza alle lezioni di profilassi dentaria. L uovo nella Coca cola: l esperimento sulle erosioni Bea Berger spiega agli allievi che consumando spesso bevande o alimenti L Azione Salute orale Svizzera acidi, lo smalto si consuma lentamente, come avranno modo di vedere con il primo esperimento. Su un tavolo sono stati disposti alcuni bicchieri contenenti La prima campagna preventiva di Salute orale in Svizzera, condotta a livello nazionale, risale al L obiettivo di queste campagne, organizzate a scadenza biennale, è promuovere e mantenere la salute orale in tutte le fasce di età e in tutte le classi sociali della popolazione svizzera. A tale scopo, l Azione Salute orale in Svizzera mette in atto un progetto di prevenzione per un gruppo target specifico. Quest anno la campagna si rivolge ai ragazzi e alle ragazze tra i 12 e i 16 anni. L Azione Salute orale in Svizzera è sostenuta da una comunità d interessi composta dalla Società svizzera odontoiatri SSO, da Swiss Dental Hygienists e dalla ricerca elmex (GABA International SA).

17 n. 117 / inverno 2012 [ 17 ] diverse bibite e uno contenente dell aceto. In ogni bicchiere, in precedenza l OPD aveva immerso per metà un uovo con il guscio marroncino. I ragazzi vengono invitati a togliere le uova dai vari bicchieri e a pulirle con lo spazzolino e il dentifricio. Il risultato è impressionante: lo strato esterno delle uova che erano state immerse nell aceto o nel succo di arance è consumato, tanto quanto quello delle uova immerse nelle bevande energetiche o nella Coca cola. «Questo effetto viene chiamato erosione», spiega Bea Berger, che in seguito illustra agli allievi e alle allieve come evitarle. Le sigarette nel vasetto di marmellata: l esperimento sul fumo Per l esperimento successivo, l operatrice di prevenzione dentaria sistema sul tavolo un vasetto di marmellata con delle sigarette e un colino con un uovo. «E adesso cos altro avrà in mente?» chiede Kadri, di 13 anni. «Con questo esperimento vi voglio mostrare gli effetti del fumo sui denti e sulle mucose», gli risponde Bea Berger. Per evitare di esporre gli allievi al fumo, l operatrice di prevenzione dentaria ha eseguito la prima parte dell esperimento sul balcone di casa sua, dove ha dapprima appiccicato un pezzetto di nastro adesivo sull uovo, poi lo ha sistemato nel colino, ha acceso le sigarette e le ha messe nel vasetto e, da ultimo, ha appoggiato il colino con l uovo sul vasetto di marmellata. A questo punto, gli allievi vengono invitati a togliere lo scotch dall uovo. «Vedete la patina che si è formata sull uovo? Sappiate che la patina che si forma sul guscio dell uovo si deposita anche sui denti. Fumare non fa solo male alla salute, ma lascia tracce ben visibili anche sui vostri denti», aggiunge Bea Berger. «Che schifo!», afferma Salomé. Gli allievi rimangono a bocca aperta. L operatrice di prevenzione dentaria termina la lezione consegnando agli allievi delle schede di lavoro sulle erosioni e sulle colorazioni dei denti. In questo modo, i giovani riconoscono le correlazioni tra il loro comportamento e gli effetti sulla loro salute e fissano nella memoria quanto hanno sperimentato. Prima di congedarsi dagli allievi, Bea Berger mostra loro sul sito www. boccasana.ch quattro videoclip divertenti. I ragazzi ricorderanno senz altro questa lezione di profilassi un po diversa dalle altre! [ LU ] Corso di formazione continua per OPD nel canton Lucerna Su incarico della Società dei medici dentisti del canton Lucerna, la Commissione d igiene orale ha organizzato, in collaborazione con Therese Rohrer, un nuovo corso di formazione continua per le operatrici di prevenzione dentaria. Il corso si è svolto il 5 novembre 2012 presso il Centro di formazione professionale di Lucerna. Therese Rohrer Tema: prima e seconda elementare Per affrontare il tema dell alimentazione, è stato ideato il gioco della pesca nel ghiaccio. Con questo gioco, l OPD spiega in maniera ludica ai bambini dopo quale alimento è particolarmente importante lavare i denti. Con una canna da pesca, i bambini possono pescare diversi oggetti di legno (alimenti) e disporli sulle rispettive caselle nel tabellone di stoffa. Tutte le partecipanti al corso hanno ricevuto una valigetta di legno contenente 37 oggetti di legno, un buco nel ghiaccio di stoffa, due canne da pesca, una cartella informativa e le regole del gioco. Grazie al numero elevato di partecipanti al corso, con questo gioco sarà possibile coinvolgere tanti bambini e invogliarli a pulirsi i denti. Attenzione! Il prossimo corso si terrà il 2 maggio ^ Grazie al gioco della pesca, i bambini imparano in maniera ludica a prevenire la carie.

18 [ 18 ] n. 117 / inverno 2012 Concorso per le OPD creative Nell ultimo Bollettino, l Azione Salvadenti ha lanciato un concorso. I partecipanti avevano il compito di creare fogli di lavoro originali con il dentino felice Il riscontro non è stato enorme, ma i progetti che sono stati inviati sono molto originali: dai puzzle ai memory, dal gioco con il dentino felice alla scatoletta per i denti da latte, tante idee stupende per rendere più vivace una lezione a scuola con il dentino felice. I progetti potranno presto essere ammirati sul sito internet All inizio del 2013, l Azione Salvadenti metterà a disposizione altri fogli di lavoro da scaricare dal suo sito. In questo modo, troverete numerosi spunti per una lezione originale all insegna del dentino felice. Attenzione: non tutti i lavori inviati hanno potuto essere scansionati, di conseguenza questa è solo una piccola selezione. 1 Unire i puntini: gioco per la seconda elementare. Inviato da Susanne Stettler di Seon (AG). 2 Puzzle da ritagliare e ricomporre. In seguito, l immagine può essere colorata. Inviato da Silvia Wampfler di Fislisbach (AG). 3 Scatoletta per i denti da latte: per bambini della scuola dell infanzia, per conservare i denti da latte. Inviato da Susanne Stettler di Seon (AG). 4 Puzzle: incollare l immagine su un cartoncino e poi ritagliarla. Questo lavoro è stato inviato da un bambino (un OPD ticinese ha inviato tutta una serie di lavori eseguiti da bambini). Eseguito dall allieva Asya D. di Tenero. 5 Gioco di società del dentino felice e relative istruzioni: gioco creato dalla concorrente, simile al gioco dell oca. Il tema del gioco ruota attorno al dentino felice e ai dolci amici dei denti. Inviato da Lettitia Lüthold-Hofer di Alpnach (OW). 6 Memory: diverse immagini riguardanti i denti, su cartoncino, colorate e ritagliate dai bambini. Il bordo colorato aiuta a riconoscere le coppie (eseguito da due bambine e inviato da un OPD ticinese). Eseguito dalle allieve Nicole Bonazzi e Lucrezia Cesaretti (entrambe di Tenero).

19 n. 117 / inverno 2012 CORSI [ 19 ] Corsi introduttivi proposti dalla Fondazione per le OPD 23 maggio 2013, Zurigo Corso preparatorio di un giorno 4 e 5 giugno 2013, Zurigo Corso introduttivo di due giorni Informazioni e iscrizioni: Corsi di formazione continua proposti dalla Fondazione per le OPD mercoledì 13 marzo 2013, Zurigo Regioni Corso di base per le OPD del TI Martedì 23 aprile e mercoledì 24 aprile 2013 «Alimentazione ed erosioni» Corso di formazione continua per la scuola media. Informazioni e iscrizioni: Sementina, Sala multiuso al Ciossetto Iscrizioni possibili unicamente online sul sito della Fondazione per operatrici di prevenzione dentaria Formazione continua per le OPD di AG e SO 16 maggio Congresso annuale e di formazione continua AG/SO (i moduli per la formazione continua delle OPD di AG e SO si trovano su Le OPD nelle regioni) Il bus dentario scolastico 2013 Calendario degli appuntamenti per il 2013 marzo e Emmenbrücke / LU aprile Metzerlen / SO 11 e Flüh / SO 11 e Hofstetten / SO Davos / GR Klosters / GR novembre Neuendorf / SO dicembre Yverdon / VD I servizi offerti dal bus dentario scolastico non sono aperti a tutti. Con riserva di modifiche. Per avere una conferma dell orario, telefonateci allo º congresso svizzero delle operatrici di prevenzione dentaria Martedì 5 novembre 2013, Centro congressuale Arte a Olten Una nuova rubrica: «La parola all esperta» Nella nuova rubrica «La parola all esperta» del nostro Bollettino, un operatrice di prevenzione dentaria con una lunga esperienza alle spalle risponderà alle vostre domande sulla professione. In una determinata situazione non sapevate come reagire? C è una domanda che vi viene posta regolarmente e alla quale non sapete rispondere? Avete bisogno di consigli per interagire con gli allievi di una determinata fascia di età? Scrivete a:

20

Un sano sorriso... per il tuo bambino

Un sano sorriso... per il tuo bambino Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Provincia Autonoma di Trento Direzione per la promozione e l educazione alla salute Dipartimento di Odontostomatologia Un sano sorriso... per il tuo bambino Progetto

Dettagli

Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon

Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon Informazioni sulla Clinica odontoiatrica scolastica di Arbon Schulzahnklinik Arbon Telefon: 071 446 65 61 Stacherholzstrasse 32 Fax: 071 446 65 67 9320 Arbon E-Mail: szk.arbon@psgarbon.ch Basi La cura

Dettagli

Opuscolo informativo per i pazienti. I fluoruri per prevenire la carie

Opuscolo informativo per i pazienti. I fluoruri per prevenire la carie Opuscolo informativo per i pazienti I fluoruri per prevenire la carie Tutto quello che dovete sapere sui fluoruri Negli ultimi decenni, in Svizzera e in molti paesi industrializzati, si è assistito a una

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero)

RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero) RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero) Ins. Margherio Guglielmina. Scuola Primaria di Mazzè. Classe Seconda. Anno scolastico 2013-2014 Gli incontri con il prof. Trinchero sono stati molto

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Il datore di lavoro Sandra Meier La signora F. è impiegata nella nostra azienda al servizio clienti. Lavora alla Helsana da oltre 20 anni. L ho conosciuta nel 2006 al

Dettagli

Copertura assicurativa di prima qualità svizzera. La nostra offerta per gli immigranti

Copertura assicurativa di prima qualità svizzera. La nostra offerta per gli immigranti Copertura assicurativa di prima qualità svizzera La nostra offerta per gli immigranti Benvenuti presso l assicurazione malattia leader in Svizzera. Grazie alla nostra esperienza pluriennale possiamo offrirvi

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

ECHO Informazioni sulla Svizzera: Regole pratiche per l insegnamento

ECHO Informazioni sulla Svizzera: Regole pratiche per l insegnamento ECHO Informazioni sulla Svizzera: Regole pratiche per l insegnamento Giugno 2005 Cari docenti, Vi ringraziamo per aver aderito al progetto ECHO mirante a fornire ai partecipanti al corso di orientamento

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Rimini Fiera 7-10 novembre 07 ECOMONDO

Rimini Fiera 7-10 novembre 07 ECOMONDO Rimini Fiera 7-10 novembre 07 Presentazione La presenza dell U.O.S. Tutela dell Ambiente Naturale fra le iniziative previste nella manifestazione fieristica 2007 nasce dal desiderio di approfittare di

Dettagli

Formazione base sul network marketing rivolta ai distributori Fm group.

Formazione base sul network marketing rivolta ai distributori Fm group. Formazione base sul network marketing rivolta ai distributori Fm group. A cura di Massimo Luisetti Sito Internet: http://www.1freecom.com email: m.luisetti@tiscali.it Tel. 339 2597666 id Skype: giomax50

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. I.C. Della Torre Scuola primaria D. Alighieri. di Gradisca d Isonzo. Comune di Gradisca d Isonzo

PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. I.C. Della Torre Scuola primaria D. Alighieri. di Gradisca d Isonzo. Comune di Gradisca d Isonzo PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE I.C. Della Torre Scuola primaria D. Alighieri di Gradisca d Isonzo Comune di Gradisca d Isonzo Indice QUADRO DI RIFERIMENTO E MOTIVAZIONI pag. 3 FINALITA, OBIETTIVI

Dettagli

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale

Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale Scuola Primaria Paritaria «San Giuseppe» Foggia Igiene orale Conoscenza e cura dell'apparato dentale 17 e 24 aprile 2012 Dott. Felice Lipari odontoiatra IL SORRISO Ciao, amici, sapete che il nostro sorriso

Dettagli

CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI

CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI Progetto in rete I CARE CRESCERE LAVORANDO IN GRUPPI AUTENTICI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CURNO SCUOLA PRIMARIA DI CURNO GIOCHI LOGICI MATEMATICI REFERENTE: Ins. EPIFANI VINCENZA Tempi : II QUADRIMESTRE Classe

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

INSIEME A LUPO ROSSO

INSIEME A LUPO ROSSO Istituto Comprensivo n.1 Bologna Anno Scolastico 2007-2008 Scuola dell'infanzia "Giovanni XXIII" INSIEME A LUPO ROSSO IMPARIAMO LE REGOLE DELLA STRADA PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE GUIDATO DA SILVIA

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E

A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E A. S. 2014/2015 A U T O V A L U T A Z I O N E Con il DPR 28 marzo 2013, n. 80 è stato emanato il regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) in materia di istruzione e formazione. Le istituzioni

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

FAQ per i datori di lavoro

FAQ per i datori di lavoro FAQ per i datori di lavoro - Perché io, imprenditore, dovrei aspettarmi aiuto da un istituzione come l ufficio AI? L ufficio AI si impegna a mantenere o reinserire nel mondo del lavoro le persone diversamente

Dettagli

Perche l, igiene orale si impara da piccoli!

Perche l, igiene orale si impara da piccoli! Prevenzione avanzata della carie Perche l igiene orale si impara da piccoli! I tuoi denti.. un mondo pieno di sorprese Lo sapevi che......i tuoi primi dentini si sono formati ancor prima di nascere? Nella

Dettagli

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras Sostegno a Distanza Scuola San José Honduras COMUNICAZIONE GENERALE 2010 222 I.- INTRODUZIONE- Cari amici, con la presente comunicazione desideriamo raccontarvi le attività realizzate grazie al sostegno

Dettagli

«Ciao, sono io!» Commento didattico

«Ciao, sono io!» Commento didattico «Ciao, sono io!» Commento didattico Cari insegnanti, con il quaderno di lavoro «Ciao, sono io!» per la scuola primaria disponete di uno strumento didattico che permette ai vostri allievi di conoscere meglio

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

Alimentazione al Femminile A cura di

Alimentazione al Femminile A cura di Milano, 22 Giugno 2015 Alimentazione al Femminile A cura di SCENARIO E OBIETTIVI DELLA RICERCA PRESSO LE DONNE ITALIANE Questa ricerca ha l obiettivo di indagare a 360 gradi il tema dell alimentazione

Dettagli

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere

Alcol: sai cosa bevi? Più sai meno rischi! UN PROGRAMMA IN 6 PUNTI PER CAMBIARE LE ABITUDINI DEVI SMETTERE DI BERE? quando smettere di bere quando smettere di bere DEVI SMETTERE DI BERE? Se il bere é una scelta libera e consapevole da parte di un individuo, é anche vero che molti non si trovano nelle condizioni di poter bere e continuare a

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

La vostra consulenza personale. Il futuro comincia qui.

La vostra consulenza personale. Il futuro comincia qui. La vostra consulenza personale Il futuro comincia qui. Qualunque sia la fase della vita in cui vi trovate, noi vi diamo sicurezza finanziaria. La vostra consulenza personale 3 La vostra consulenza personale

Dettagli

L unica linguaggi, consueti. domande e ambiti imprevisti o, comunque, diversi, in generale, da quelli più

L unica linguaggi, consueti. domande e ambiti imprevisti o, comunque, diversi, in generale, da quelli più GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO PER 2009 SCUOLA - 2010 PRIMARIA Il di Centro Gruppo Matematica di ricerca F. Enriques sulla didattica dell'università della matematica degli Studi nella scuola di Milano,

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

YouLove Educazione sessuale 2.0

YouLove Educazione sessuale 2.0 YouLove Educazione sessuale 2.0 IL NOSTRO TEAM Siamo quattro ragazze giovani e motivate con diverse tipologie di specializzazione, due psicologhe, una dottoressa in Servizi Sociali e una dottoressa in

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

L autostima (self-esteem) è il complesso delle valutazioni che l individuo ha maturato sul proprio conto. L'autostima è il processo soggettivo e

L autostima (self-esteem) è il complesso delle valutazioni che l individuo ha maturato sul proprio conto. L'autostima è il processo soggettivo e L autostima (self-esteem) è il complesso delle valutazioni che l individuo ha maturato sul proprio conto. L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA

U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA Regione del Veneto Azienda Unità Locale Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO U.O.C. MATERNO INFANTILE U.O. PEDIATRIA DI COMUNITA educazione alla salute come avere denti da campione prevenzione

Dettagli

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV Riunione del 13/06//2013 celivo. - AIDO ass. donatori organi tessuti e cellule; - Ass. Il Cesto;

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite

Guida per il paziente. Gengivite e parodontite Guida per il paziente Gengivite e parodontite La parodontite è più comune di quanto tu possa immaginare. Circa il 40% degli adulti soffre di questa patologia - spesso senza esserne a conoscenza. Le condizioni

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

Sicurezza dei pazienti Svizzera

Sicurezza dei pazienti Svizzera Organizzata dalla Fondazione Sicurezza dei pazienti Svizzera Settimana d azione Sicurezza dei pazienti dialogo con i pazienti Informazioni di base Di che cosa si tratta? 3 Chi e che cosa desideriamo raggiungere?

Dettagli

Stress sul posto di lavoro: segnali e cause. Check list personale (Versione 02.2006)

Stress sul posto di lavoro: segnali e cause. Check list personale (Versione 02.2006) Stress sul posto di lavoro: segnali e cause Check list personale (Versione 02.2006) Questa check list la aiuterà a identificare lo stress vissuto personalmente e a deteminarne le cause. Poi, sulla base

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

PRIMI IN SICUREZZA Premio Emilio Rossini XI EDIZIONE L'ITALIA E' UNA REPUBBLICA DEMOCRATICA FONDATA SUL LAVORO (SICURO)

PRIMI IN SICUREZZA Premio Emilio Rossini XI EDIZIONE L'ITALIA E' UNA REPUBBLICA DEMOCRATICA FONDATA SUL LAVORO (SICURO) PRIMI IN SICUREZZA Premio Emilio Rossini XI EDIZIONE L'ITALIA E' UNA REPUBBLICA DEMOCRATICA FONDATA SUL LAVORO (SICURO) Campagna di informazione rivolta al mondo scolastico sul tema della sicurezza nei

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI!

MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI! MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI! 10 trucchi per aver cura dei propri denti e non avere mai paura del dentista. Cari genitori, lʼimportanza dellʼigiene orale e la familiarità con lʼambulatorio odontoiatrico

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

Dopo le vacanze natalizie l attenzione dei bambini si è rivolta. prevalentemente nella ricostruzione della propria storia.

Dopo le vacanze natalizie l attenzione dei bambini si è rivolta. prevalentemente nella ricostruzione della propria storia. Dal diario di bordo, relazione lavoro di storia, terzo bimestre. La mia storia, alla ricerca delle fonti. Dopo le vacanze natalizie l attenzione dei bambini si è rivolta prevalentemente nella ricostruzione

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010

Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Agenzia dell Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) MEMO / 26 gennaio 2010 Considerare l olocausto dal punto di vista dei diritti umani: il primo studio a livello di Unione europea sull istruzione

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE

SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE ARTICOLO CASTELLETTO TICINO SCONFIGGERE LA CARIE DENTALE OGGI SI PUO! COME FARE CE LO SVELA L IGIENISTA DENTALE Esiste un miglior biglietto da visita di un bel sorriso? La nostra epoca è sicuramente dominata

Dettagli

in Svizzera Professioni, formazione, perfezionamento professionale e politica di categoria

in Svizzera Professioni, formazione, perfezionamento professionale e politica di categoria L odontoiatria in Svizzera Professioni, formazione, perfezionamento professionale e politica di categoria Indice 2 L assistenza odontoiatrica in Svizzera Il «modello svizzero» La salute orale Il servizio

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

0844... Basta una telefonata. Swissmade

0844... Basta una telefonata. Swissmade 0844... Basta una telefonata. Servizio assistenza Swissmade Sempre vicino a voi, reperibili 24 ore su 24. Le macchine Schulthess ad uso domestico e industriale sono esemplari dal punto di vista della qualità

Dettagli

Assistenza per tutta la famiglia

Assistenza per tutta la famiglia Assistenza per tutta la famiglia La nostra offerta per le famiglie Casse malati buono: 5.2 Soddisfazione clienti 03/2014 Fino al 78 % di sconto per i bambini Cassa malati Gestione efficiente < 4.2 % dei

Dettagli

SMART BRUSHING. Ti aiuta a monitorare la salute orale

SMART BRUSHING. Ti aiuta a monitorare la salute orale SMART BRUSHING Ti aiuta a monitorare la salute orale VISION Noi crediamo in un mondo dove le persone si prendono cura del loro benessere personale in modo cosciente e responsabile. IL PRESENTE Le nuove

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

CORSO LIBERI DI SCEGLIERE. Prima giornata

CORSO LIBERI DI SCEGLIERE. Prima giornata CORSO LIBERI DI SCEGLIERE Prima giornata Ore 16,45 manuali Benvenuto lezione frontale Foglio firme, biro, posizionare le sedie a cerchio. Breve presentazione del Gruppo di Lavoro e metodologia interattiva...

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Denti sani per la gestante e il bambino

Denti sani per la gestante e il bambino Denti sani per la gestante e il bambino Schweizerische Zahnärzte-Gesellschaft Société Suisse d Odonto-stomatologie Società Svizzera di Odontologia e Stomatologia Denti sani durante la gravidanza Il detto

Dettagli

5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado

5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado 5.4. Il PIM nella scuola secondaria di II grado Percorso didattico: Accogliere e orientare Autore Corrado Marchi e Franca Regazzoni Scuola Scuola secondaria di secondo grado Classi Prima, terza, quarta

Dettagli

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana giugno 2011 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE 2 PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

La Posta svizzera SecurePost SA, Oensingen

La Posta svizzera SecurePost SA, Oensingen La Posta svizzera SecurePost SA, Oensingen Il datore di lavoro Richard Mann Circa un anno e mezzo fa, nell ambito del progetto Integrazione di persone disabili presso la Posta, abbiamo assunto una nuova

Dettagli

Scuola in ospedale e istruzione domiciliare come garanzia di servizio integrato alla persona in contesti di particolare complessità.

Scuola in ospedale e istruzione domiciliare come garanzia di servizio integrato alla persona in contesti di particolare complessità. Scuola in ospedale e istruzione domiciliare come garanzia di servizio integrato alla persona in contesti di particolare complessità. Verbania 1 2 aprile 2008 1 QUADRO DI RIFERIMENTO INTERNAZIONALE Il 13

Dettagli

Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 6-11 anni e dei giovani di 12-17 anni

Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 6-11 anni e dei giovani di 12-17 anni Indagine su abitudini alimentari, attività motoria e benessere fisico dei bambini di 611 anni e dei giovani di 1217 anni Sintesi dei risultati Aprile 2004 S. 0402930 Premessa Nelle pagine seguenti vengono

Dettagli

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico.

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Assumersi responsabilità. Con provvedimenti energeticamente efficienti. L efficienza energetica è una strategia efficace per la protezione

Dettagli

Insegna al tuo bambino la Regola del Quinonsitocca.

Insegna al tuo bambino la Regola del Quinonsitocca. 1. Insegna al tuo bambino la Regola del Quinonsitocca. Circa un bambino su cinque è vittima di varie forme di abuso o di violenza sessuale. Non permettere che accada al tuo bambino. Insegna al tuo bambino

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

BUSINESS COACHING: COS E E COME FUNZIONA

BUSINESS COACHING: COS E E COME FUNZIONA BUSINESS COACHING: COS E E COME FUNZIONA Chiarimenti per applicare questa monografia? Telefonate al nr. 3387400641, la consulenza telefonica è gratuita. Best Control Milano www.best-control.it Pag. 1 Il

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

E la vostra salute Siate coinvolti

E la vostra salute Siate coinvolti E la vostra salute Siate coinvolti Il finanziamento per questo progetto e stato fornito dal Ministero della Sanita e dell Assistenza a Lungo Termine dell Ontario www.oha.com 1. Siate coinvolti nella cura

Dettagli

Richiesta di assicurazione. Ulteriori domande?

Richiesta di assicurazione. Ulteriori domande? Richiesta di assicurazione Ulteriori domande? Sì, voglio godermi la vita senza preoccupazioni e stipulo la TCS Protezione giuridica seguente: Per maggiori informazioni sulla TCS Protezione giuridica chiami

Dettagli

GRUPPO TELECOM ITALIA. Tel@com srl. La gioia di vendere. Colloquio di vendita

GRUPPO TELECOM ITALIA. Tel@com srl. La gioia di vendere. Colloquio di vendita Tel@com srl GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Colloquio di vendita Il nostro processo comunicativo 1 Presentazione personale 2 Feeling 3Motivo dell'incontro 4 Presentazione Aziendale 5 Conferma

Dettagli

I.C.Sassoferrato, scuola dell'infanzia G.Rodari Sez.A4 (orsetti),docente Maria Rita Ascani

I.C.Sassoferrato, scuola dell'infanzia G.Rodari Sez.A4 (orsetti),docente Maria Rita Ascani UDIA: QUANTI SIAMO? I.C.Sassoferrato, scuola dell'infanzia G.Rodari Sez.A4 (orsetti),docente Maria Rita Ascani 1 giornata: Oggi è un giorno speciale, c'è un compleanno da festeggiare,la festeggiata assumerà

Dettagli

Guida per il paziente. Consigli utili per un sorriso sano

Guida per il paziente. Consigli utili per un sorriso sano Guida per il paziente Consigli utili per un sorriso sano 2 Denti sani per tutta la vita Hai parecchio da guadagnare dedicando ai tuoi denti qualche minuto di attenzione ogni giorno. Lo sapevi che una bocca

Dettagli

Chiaro! FAI LA TUA PARTE! Scheda 6a

Chiaro! FAI LA TUA PARTE! Scheda 6a 6a Obiettivi: Esercitare soprattutto l abilità del parlato, in particolare la competenza discorsiva; organizzare e sviluppare un progetto in team, imparando a reagire con una certa flessibilità a situazioni

Dettagli

Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte

Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte SCHEDA D INFORMAZIONE N 3: QUESTIONI SULLA RIDISTRIBUZIONE Dal 1990 le imprese pagano sempre più imposte Parlare della riforma dell imposizione delle imprese significa anche affrontare i timori relativi

Dettagli

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI

SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Daniela Batisti SPORCHICINI NASCOSTI TRA I DENTINI Guida per mamme e papà alla prevenzione della carie Daniela Batisti, Sporchicini nascosti tra i dentini Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale

Dettagli

Via Vevey, 17 11100 AOSTA Tel 055. 5539720 aidi@congresslab.it

Via Vevey, 17 11100 AOSTA Tel 055. 5539720 aidi@congresslab.it Via Martiri della Liberazione, 126/3 16043 CHIAVARI (GE) Tel: 0185 599487 Fax: 0185 376315 Cell: 347 9602102 E-Mail: info@associazionearke.it Web: www.associazionearke.it CF: 91038960109 Iscr. al Registro

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale

Gengivite e parodontite. Scovolini TePe. guida per il paziente. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe

Scovolini TePe. Prodotti in Svezia, usati in tutto il mondo. Angle. Originali. TePe Gel Gengivale. Extra soft. Spazzolini Speciali TePe Scovolini TePe Originali 0.4 mm 930410826 0.45 mm 930410840 0.5 mm 930410853 0.6 mm 930410865 0.7 mm 930410877 0.8 mm 930410889 1.1 mm 930410891 1.3 mm 935421305 1.5 mm Angle 0.4 mm 931080461 0.45 mm 931080473

Dettagli