CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DELLA LUISS GUIDO CARLI 15 AGOSTO AGOSTO 2020

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DELLA LUISS GUIDO CARLI 15 AGOSTO 2015 14 AGOSTO 2020"

Transcript

1 CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DELLA LUISS GUIDO CARLI 15 AGOSTO AGOSTO 2020

2 Indice Premessa... 6 TITOLO I: DEFINIZIONI E OGGETTO E DURATA DEL CONTRATTO... 8 Art. 1 Definizioni... 8 Art. 2 Oggetto e valore del contratto... 8 Art. 3 Attività connesse... 8 Art. 4 Durata del contratto... 9 Art. 5 Inizio della fornitura del servizio... 9 Art. 6 Tipologia e dimensione dell utenza... 9 Art. 7 Modalità di esecuzione Art. 8 Criterio di aggiudicazione Art. 9 Standard minimi di qualità del servizio TITOLO II: INDICAZIONI GENERALI Art. 10 Generalità Art. 11 Orari e modalità di espletamento Art. 12 Svolgimento del servizio Art. 13 Sciopero e/o interruzione del servizio Art. 14 Relazione sull andamento del servizio TITOLO III: ONERI CONTRATTUALI Art. 15 Spese inerenti il servizio Art. 16 Assicurazioni Art. 17 Autorizzazioni e licenze Art. 18 Cauzione definitiva Art. 19 Termine per la stipulazione del contratto Art. 20 Trattamento dati personali Art. 21 Risoluzione del contratto Art. 22 Manutenzione Art. 23 Domicilio del Gestore Art. 24 Divieto di cessione del contratto, subappalto del servizio e cessione dei crediti Art. 25 Sopralluogo Art. 26 Rinuncia all aggiudicazione Art. 27 Spese per la realizzazione strutturale e tecnologica Art. 28 Oneri a carico della Committente TITOLO IV: NORME CONCERNENTI PERSONALE ADDETTO Art. 29 Personale Art. 30 Organico Art. 31 Applicazioni contrattuali /49

3 Art. 32 Rispetto delle normative vigenti Art. 33 Reintegro personale mancante Art. 34 Formazione e informazione Art. 35 Direzione del servizio Art. 36 Idoneità sanitaria Art. 37 Vestiario Art. 38 Igiene del personale Art. 39 Disposizioni igienico-sanitarie TITOLO V: CARATTERISTICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI Art. 40 Tabelle merceologiche Art. 41 Etichettatura delle derrate Art. 42 Pianificazione degli approvvigionamenti delle derrate Art. 43 Garanzie di qualità TITOLO VI: MENÙ E TABELLE DIETETICHE Art. 44 Composizione dei pasti Art. 45 Composizione del menù intero Art. 46 Composizione del menù ridotto Art. 47 Alternative ai menù intero e ridotto Art. 48 Sala ospiti Art. 49 Variazioni del menù Art. 50 Quantità e qualità degli alimenti TITOLO VII: IGIENE DELLA PRODUZIONE Art. 51 Igiene della produzione Art. 52 Conservazione delle derrate Art. 53 Riciclo Art. 54 Limiti di contaminazione microbica TITOLO VIII: TECNOLOGIE DI MANIPOLAZIONE E COTTURA Art. 55 Manipolazione e cottura Art. 56 Preparazione piatti freddi Art. 57 Criteri di sicurezza nella manipolazione degli alimenti Art. 58 Linea refrigerata Art. 59 Pentolame per la cottura Art. 60 Condimenti Art. 61 Preparazione e somministrazione dei pasti durante la fase di adeguamento TITOLO IX: SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE Art. 62 Informazione agli utenti Art. 63 Distribuzione Art. 64 Operazioni da effettuarsi prima e durante la distribuzione /49

4 Art. 65 Disposizioni igienico sanitarie Art. 66 Personale addetto alla distribuzione Art. 67 Modalità dei trasporti TITOLO X: PULIZIA E IGIENE Art. 68 Pulizia e igiene dei locali e delle attrezzature Art. 69 Personale addetto alle pulizie Art. 70 Servizi igienici e spogliatoi del personale Art. 71 Detergenti e sanificanti Art. 72 Interventi ordinari e straordinari Art. 73 Rifiuti Art. 74 Divieti TITOLO XI: NORME DI PREVENZIONE E SICUREZZA Art. 75 Norme in materia di sicurezza e prevenzione Art. 76 Impiego di energia Art. 77 Segnaletica di sicurezza sul posto di lavoro Art. 78 Norme generali per l igiene del lavoro Art. 79 Norme di sicurezza nell uso dei detergenti e sanificanti Art. 80 Pulizia attrezzature e impianti Art. 81 Piano di evacuazione TITOLO XII: CONTROLLI DI QUALITA DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE Art. 82 Diritto di controllo della Committente Art. 83 Organismi preposti al controllo Art. 84 Metodologia dei controlli Art. 85 Blocco delle derrate Art. 86 Autocontrollo secondo il sistema H.A.C.C.P Art. 87 Conservazione dei campioni Art. 88 Rintracciabilità delle sostanze alimentari TITOLO XIII: SANZIONI PER EVENTUALI INADEMPIMENTI Art. 89 Penalità Art. 90 Applicazione delle penalità TITOLO XIV: PAGAMENTO DEI PASTI Art. 91 Corrispettivi Art. 92 Pagamento del corrispettivo Art. 93 Revisione prezzi TITOLO XV CONDIZIONI GENERALI PER I LAVORI DI ADEGUAMENTO Art. 94 Adeguamento dei locali e realizzazione degli impianti Art. 95 Realizzazione degli interventi di adeguamento e di riorganizzazione Art Attrezzature /49

5 Art. 97 Oneri ed obblighi diversi a carico dell Appaltatore Art. 98 Tempo utile per la ultimazione dei lavori di realizzazione degli interventi Art. 99 Collaudi TITOLO XVI: STRUTTURE, ATTREZZATURE E ARREDI Art. 100 Consegna dei locali all Impresa Art. 101 Verifica periodica dei locali di produzione e consumo pasti Art. 102 Accessi Art. 103 Inventario di riconsegna alla scadenza del contratto TITOLO XVII: NORME FINALI Art. 104 Arbitrato Art Richiamo alla legge Art. 106 Allegati /49

6 PREMESSA Il presente capitolato è stato costruito nell ottica di trovare un ottimale livello qualitativo, sia per quanto concerne gli aspetti nutrizionali, che per la qualità sensoriale, unitamente alla progettazione di un organizzazione efficiente del servizio. Qualità nutrizionale Il comportamento alimentare condiziona lo stato di salute. Ruolo di un servizio di ristorazione è anche quello di indirizzare i comportamenti alimentari degli utenti attraverso un attenta strutturazione dei menù, l informazione sulle scelte alimentari anche nel rispetto della stagionalità, le indicazioni relative ad un corretto ed equilibrato completamento della giornata alimentare. Nello specifico l elaborazione dei piani alimentari dovrà avvenire: - nel rispetto dei LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed Energia per la popolazione italiana - rev 2014) con un adeguato apporto di macro e micronutrienti; - assicurando una varietà nelle scelte alimentari tale da garantire un apporto ottimale di micronutrienti; - attraverso l utilizzo preferenziale di prodotti regionali, biologici, DOP, IGP sempre nell ottica di fornire, attraverso una riduzione dei tempi di percorrenza e la certificazione di qualità, una maggiore qualità nutrizionale. Qualità sensoriale La proposta alimentare e le preparazioni culinarie dovranno essere strutturate in maniera tale da assicurare un ottimale qualità sensoriale, prevedendo a tal fine la misurazione del livello di soddisfazione dell'utente. La capacità degli operatori di elaborare e presentare le pietanze in modo gradevole diventa essenziale. La formazione continua del personale è un prerequisito indispensabile a tal fine. Nello specifico, l elaborazione dei piani alimentari deve avvenire curando la variabilità dei menù che rappresenta un criterio irrinunciabile. In tale ottica: - la creazione di menù diversificati per le quattro stagioni con utilizzo preferenziale di carni, prodotti ortofrutticoli stagionali e regionali; - la varietà nelle scelte alimentari (diverse scelte per i primi e secondi piatti e contorni). Le procedure di gestione e manipolazione degli alimenti (programmazione, ricevimento derrate, prelievo magazzino, preparazione, cottura, confezionamento, somministrazione) debbono essere strutturate secondo rigidi protocolli aziendali certificati in maniera tale da preservarne al massimo la sensorialità (ci si riferisce in particolare ai prodotti ortofrutticoli). Customer satisfaction e qualità oggettiva La customer satisfaction è in stretta connessione con la qualità sensoriale. Il rapporto tra i servizi di ristorazione e l utenza rappresenta un intreccio relazionale complesso all interno del quale è possibile individuare una serie di processi e contesti di studio. La ricerca e la verifica sulla qualità dei servizi (VrQ) e sulla soddisfazione dell utenza sono diventati strumenti di lavoro indispensabili nell attività di ristorazione sia a scopo conoscitivo sia per l individuazione delle eventuali carenze offerte dal Servizio erogatore. La Soddisfazione dell utente e la Qualità risultano funzionalmente correlate tra di loro: se la qualità del servizio è determinata dal rispetto di numerosi paramenti, la soddisfazione dell utenza sarà il risultato della coincidenza tra le aspettative di qualità e la relativa percezione. Paradossalmente, può esistere un servizio altamente qualitativo che, invece, non soddisfa l utenza perché non corrisponde alle sue necessità. 6/49

7 Misurare la qualità del Servizio significa, attivare un sistema informativo diffuso ed efficiente, sia da parte del Gestore che del Committente, che eroghi un flusso continuo di dati riguardanti le caratteristiche e la percezione del Servizio erogato. Tali dati, in particolare laddove riguarderanno soggetti con abitudini alimentari nutrizionalmente non corrette, andranno adeguatamente valutati e potranno portare anche ad interventi di tipo educazionale. In tale ottica, accanto al rilevamento delle valutazioni soggettive (accettabilità da parte degli utenti, giudizio su presentazione, variabilità e sapore, adeguatezza delle informazioni sui menu, temperatura e cottura delle pietanze, ), verranno effettuati controlli a campione sull efficienza e sulla qualità del servizio di Ristorazione attraverso la misurazione di parametri oggettivi (peso delle porzioni, temperatura degli alimenti al momento della distribuzione, quota di alimenti scartati, rispetto delle procedure igieniche, corrispondenza degli ordini, tempi di distribuzione del vitto, ). La ricerca e la verifica sulla qualità dei servizi come sopra accennata deve essere integrata da un piano di informazione agli utenti sulla distribuzione nell arco della giornata e della settimana delle singole pietanze, sulle strategie di selezione delle derrate alimentari, sui controlli della qualità dei prodotti, sulle tecniche di cottura e di trasformazione delle derrate alimentari. 7/49

8 TITOLO I: DEFINIZIONI E OGGETTO E DURATA DEL CONTRATTO Art. 1 Definizioni Per Impresa o Gestore si intende l Impresa alla quale viene affidato il servizio di ristorazione per gli studenti della LUISS Libera Università degli Studi Sociali Guido Carli. Per Committente s intende l Amministrazione della LUISS Libera Università degli Studi Sociali Guido Carli, che affida all Impresa il servizio di ristorazione. Art. 2 Oggetto e valore del contratto Il contratto ha per oggetto l affidamento in gestione dei servizi mensa della LUISS Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli, presso le strutture di Viale Romania 32, di Viale Pola 12 e di Via di Trasone 56, organizzati dall ufficio del Diritto allo Studio. La tipologia del servizio di ristorazione prescelto per la gestione dei pasti sarà realizzato con legame fresco-caldo. Il servizio, deve essere espletato dall Impresa a proprio rischio e con propria autonoma organizzazione secondo quanto definito dal presente capitolato nell osservanza dei requisiti minimi ambientali previsti dal D.M. 25 luglio Ferma restando la non prevedibilità ex ante del numero dei pasti da erogarsi per ciascun anno e della loro distribuzione tra pasti a tariffa intera e pasti a tariffa ridotta, ai fini della determinazione del valore dell'appalto è stato considerato il numero medio dei pasti erogati negli ultimi due anni accademici moltiplicato per l'importo del pasto a tariffa intera a base d asta. Detto valore è presuntivo e la LUISS non assume alcun impegno in relazione all'effettiva affluenza ai servizi di ristorazione da parte degli studenti. Al fine del valore complessivo dell appalto per l intero quinquennio, pertanto, si assume come valore l importo di Art. 3 Attività connesse Connessa alla gestione del servizio e a carico del Gestore, sono tra l altro: manutenzione ordinaria e straordinaria come succ. art. 22; smaltimento di oli e grassi mediante idoneo conferimento ad Enti preposti; sostituzione e/o integrazione delle stoviglie, delle posate, del pentolame gastronorm, dei vassoi, ecc ; operazioni di pulizia, sanificazione, disinfestazione e derattizzazione dei locali in uso nonché della fornitura di tutti i detersivi e materiali di consumo occorrenti; gestione della sala ospiti annessa alle sale mensa nelle sedi universitarie in Viale Pola e Viale Romania; individuare e attrezzare spazi adeguati per lo stoccaggio delle merci nel rispetto delle leggi vigenti; individuare e attrezzare spazi adeguati per lo stoccaggio e il lavaggio delle stoviglie e delle posate. Costituisce altresì oggetto del presente appalto la presentazione di una proposta di progetto finalizzato ad individuare soluzioni innovative con lo scopo di: - ottimizzare il servizio di distribuzione dei pasti riducendo al minimo i tempi di attesa; 8/49

9 - creare percorsi semplici ed efficienti sia per il personale nella fasi di lavoro che per gli utenti durante il servizio mensa; - riorganizzare gli spazi dedicati alla consumazione dei pasti con un design moderno e innovativo, anche con l utilizzo di soluzioni tecnologiche e scelta di materiali sostenibili; - riorganizzare la sala ospiti di viale Pola riservata al personale docente ed alle Autorità dell Università, migliorandone la fruibilità anche con nuove soluzioni di arredo. Tali interventi, ivi inclusi la rimozione e lo smaltimento delle attrezzature ritenute non utilizzabili esistenti presso la cucina/mensa, lo smaltimento di tutti i materiali derivanti dai lavori di riadattamento del locale cucina, mensa e locali annessi saranno a cura e spese dell Impresa aggiudicataria. Il Gestore dovrà iniziare gli adeguamenti progettuali nel corso del corrente anno durante la chiusura estiva della mensa e portarli a termine nel più breve tempo possibile e comunque rispettando la cronologia del programma lavori presentato in sede di gara che, comunque, non potrà essere superiore a 180 giorni dalla firma del contratto di appalto, salvo diverso accordo con la Committente. Il Gestore, insieme al cronoprogramma del piano di intervento, dovrà presentare anche un piano di gestione delle cucine e delle mense in corso d opera, tale da ridurre al minimo il disagio per l utenza e la LUISS Guido Carli. LUISS si riserva di non richiedere, in toto o in parte, la realizzazione di lavori di miglioramento, ancorchè proposti in sede di offerta. Art. 4 Durata del contratto Il contratto avrà durata di cinque anni a decorrere dal 15 agosto 2015, con possibilità di rinnovo per ulteriori tre anni nel rispetto delle procedure di cui al D.Lgs. 163/2006, art.57, comma 5, lettera b). Il Gestore dovrà inoltre garantire il servizio nelle more dell espletamento di ulteriore gara di appalto; in tale periodo Il Gestore si impegna ad erogare il servizio secondo il calendario e agli stessi prezzi e condizioni al momento vigenti. Art. 5 Inizio della fornitura del servizio La LUISS Guido Carli si impegna a comunicare al Gestore con almeno 10 giorni di preavviso, la data di inizio del servizio. L eventuale mancata attivazione parziale o totale del servizio di ristorazione per motivi derivanti dalla Committente non dà diritto al Gestore di richiedere nessun indennizzo o risarcimento. Art. 6 Tipologia e dimensione dell utenza Il servizio concerne la gestione dei centri cottura e delle mense site all interno dei complessi di Viale Romania 32, di Viale Pola 12 e di Via di Trasone 56 ed è riservato agli studenti. Può essere utilizzato, previa autorizzazione, anche dal personale amministrativo e docente, dai consulenti, dai dipendenti di Ditte eventualmente operanti in sede, nonché da eventuali ospiti della LUISS Guido Carli. La dimensione complessiva del servizio è stimata in circa pasti annui (valore medio degli ultimi 2 anni accademici). Il numero dei pasti è da considerarsi solo indicativo e non si farà luogo a variazioni del prezzo pattuito per eventuali variazioni in più o in meno che dovessero verificarsi, in quanto la LUISS Guido Carli corrisponderà al Gestore solo l importo relativo ai pasti effettivamente erogati. 9/49

10 Art. 7 Modalità di esecuzione L Impresa, nell assumere la gestione del servizio, è tenuta per tutta la durata del contratto a somministrare, a propria cura e spese e con propria adeguata organizzazione, pasti e bevande di primaria qualità, garantendo quale condizione essenziale che tutta l attività di somministrazione avvenga nel più rigoroso rispetto della vigente normativa igienico-sanitaria. La tipologia del servizio nello specifico prevede per le struttura di Viale Romania, di Viale Pola e di Via di Trasone: Preparazione dei pasti presso i locali cucina Distribuzione col sistema self-service Sbarazzo, lavaggio di stoviglie, pulizia e sanificazione dei locali annessi al servizio mensa e di quant altro necessario Art. 8 Criterio di aggiudicazione L appalto sarà affidato con sistema dell appalto concorso, procedura aperta (art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, D.Lgs. n. 163/2006) ed applicazione del criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa (art. 83, D.Lgs. n. 163/2006), valutata sulla base dei seguenti elementi, elencati in ordine crescente di importanza, ai quali è riservato un punteggio massimo di 100 punti così suddivisi: A) Offerta tecnica Punti 70/100 B) Offerta economica Punti 30/100 Relativamente al punto A), Offerta tecnica, la valutazione, per un punteggio massimo di 70 punti, verrà effettuata, distintamente, per rciascuno degli elementi di seguito indicati: 1. Organizzazione e qualità del servizio per un punteggio massimo di 40 punti si procederà alla valutazione delle offerte sulla base dei seguenti parametri: 1.a - progetto nutrizionale, contenente la relazione tecnica sui menù offerti, sulle scelte relative alle derrate alimentari e su qualsiasi altra iniziativa finalizzata al miglioramento della qualità nutrizionale e sensoriale del servizio, compresa la tutela ambientale, per un massimo di 16 punti; 1.b - organizzazione e organigramma del personale con cui il concorrente intende assicurare la gestione del servizio, specificando le qualifiche e le mansioni di ciascuna unità operativa, il timing operativo e l organico giornaliero impiegato per il servizio in relazione all organizzazione del lavoro nelle singole fasi della produzione (ricevimento, stoccaggio, cottura, distribuzione, sbarazzo, etc) in relazione al numero dei pasti previsti, per un massimo di 16 punti; 1.c - progetto educativo, contenente le proposte innovative più interessanti con particolare riferimento ad attività culturali e di aggregazione comprese le attività di educazione alimentare rivolte all utenza e da svolgersi di concerto ed in collaborazione con la LUISS Guido Carli, comprendente anche un Piano di Informazione agli Utenti, così come meglio specificato al successivo art. 62, per un massimo di 5 punti; 1.d progetto per la gestione della sala ospiti con eventuale proposta di menù ad hoc, organizzazione del personale qualificato con cui l offerente intende organizzare il servizio per un massimo di 3 punti. 10/49

11 2. Proposta di riorganizzazione dei locali destinati al servizio di ristorazione per un massimo di 30 punti, saranno prese in considerazione: 2.a - progetto per l individuazione e l allestimento degli spazi da destinare allo stoccaggio delle merci e allo stoccaggio e lavaggio delle stoviglie e delle posate, per un massimo di 3 punti; 2.b - proposta degli interventi finalizzati alla riorganizzazione degli spazi dedicati alla preparazione e consumazione dei pasti, comprensiva della sala ospiti in viale Pola, con un design moderno e innovativo, anche con l utilizzo di soluzioni tecnologiche e scelta di materiali sostenibili, per un massimo di 8 punti; 2.c - proposta di organizzazione del servizio di distribuzione dei pasti finalizzata alla riduzione dei tempi di attesa, per un massimo di 8 punti; 2.d - elenco attrezzature ed arredi da acquistare ex novo, rispondenza alle esigenze, lay-out dei locali elenco attrezzature da riutilizzare, per un massimo di 6 punti; 2.e - tempi di realizzazione dei lavori di adeguamento in cui si evidenzi il piano di gestione delle cucine e delle mense durante i lavori di adeguamento, per un massimo di 3 punti; 2.f - piano di manutenzione ordinaria e straordinaria dei locali e delle attrezzature e impianti tecnologici, per un massimo di 2 punti. Le offerte tecniche di ciascun concorrente ammesse saranno specificamente valutate secondo i singoli elementi ed i rispettivi punteggi sopra indicati, che saranno determinati applicando il metodo aggregativo.compensatore, attraverso la seguente formula: C (a) = Σ n [ W i * V (a) i ] dove: C (a) = indice di valutazione dell offerta (a); n = numero totale dei requisiti; W i = peso o punteggio attribuito al requisito (i); V (a)i = coefficiente della prestazione dell offerta (a) rispetto al requisito (i) variabile tra zero e uno; Σ n = sommatoria. I coefficienti V(a)i saranno determinati secondo il metodo della media dei coefficienti, variabili tra zero e uno, attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari secondo il metodo di cui all allegato P del D.P.R. n. 207/2010 lettera a) n. 4. Nel caso in cui, per uno o più elementi di valutazione, nessuno dei concorrenti ottenga il relativo punteggio massimo previsto dal presente disciplinare, la commissione giudicatrice procederà alla riparametrazione del punteggio assegnando il punteggio massimo al concorrente che avrà ricevuto il punteggio più alto e adeguando in misura proporzionale i punteggi degli altri concorrenti. Saranno ammessi alla valutazione delle offerte economiche i soli concorrenti che avranno riportato per la parte tecnica un punteggio complessivo almeno pari a 36/ /49

12 Relativamente al punto B) Offerta economica - per un punteggio massimo di 30 punti, la valutazione delle offerte riguarderà separatamente il vitto a tariffa intera (15 pti) e quello a tariffa ridotta (15 pti). Sarà applicata in ambedue i casi la seguente formula: Pm x Pum P dove Pm è il prezzo minimo, P è il prezzo di ciascuna offerta, Pum è il punteggio assegnato al prezzo minimo. I risultati saranno arrotondati al centesimo di punto. In entrambe le tariffe indicate in offerta (tariffa intera e tariffa ridotta) deve essere indicata la quota di ammortamento relativo agli interventi di riorganizzazione dei locali destinati al servizio di destinazione. Il punteggio verrà calcolato solo sulla quota dell offerta relativa al costo del pasto. Quest ultimo, infine dovrà essere scomposto nelle singole componenti, fra le quali gli oneri per la sicurezza aziendali, che ne determinano l importo. Le offerte che presentano una percentuale di ribasso che superi di 1/5 la media aritmetica delle offerte ammesse in gara saranno soggette a verifica ai sensi dell art. 87 del D.Lgs 163/06 e successive modifiche e integrazioni. Il prezzo espresso dall Impresa concorrente si intende comprensivo di tutte le spese che la stessa dovrà sostenere (al netto dell IVA) per l esecuzione del servizio in caso di aggiudicazione a lei favorevole. Art. 9 Standard minimi di qualità del servizio Gli standard minimi di qualità e le relative specifiche tecniche sono quelli riportati nel presente Capitolato e vari allegati che ne costituiscono parte integrante e sostanziale. Tali standard sono da considerarsi minimi. 12/49

13 TITOLO II: INDICAZIONI GENERALI Art. 10 Generalità La LUISS Guido Carli mette a disposizione gratuitamente i locali destinati alla preparazione, distribuzione e consumazione dei pasti, della gastronomia e delle bevande ed all immagazzinamento dei generi necessari all espletamento dei servizi, ubicati nei complessi di Viale Romania 32, di Viale Pola 12 e di Via di Trasone 56. Alla scadenza del contratto il Gestore dovrà riconsegnare alla LUISS Guido Carli tutti i beni riportati nel Verbale di consegna redatto in sede di affidamento dell incarico per il periodo precedente (15 agosto agosto 2020), nello stato e quantità risultanti all atto della consegna, fatto salvo il normale deterioramento dei medesimi a seguito di un corretto utilizzo. Sarà addebitato al Gestore quanto risulterà danneggiato per incuria o dolo. La LUISS Guido Carli si riserva di effettuare in qualsiasi momento e senza preavviso controlli sul servizio e sui generi alimentari immessi al consumo, avvalendosi di Consulenti nonché del Comitato Mensa, effettuando anche i prelievi ritenuti necessari per verificare la rispondenza degli alimenti e delle bevande a quanto previsto dalle vigenti disposizioni di legge in materia d igiene, conservazione e manipolazione. Il Gestore è tenuta a provvedere, a sua cura e spese, all approvvigionamento e conservazione di tutti i generi alimentari e bevande, ed al relativo stoccaggio degli stessi presso i locali adibiti a deposito, oppure negli appositi frigoriferi. Il Gestore dovrà inoltre fornire: pane imbustato con l attuale metodologia in appositi sacchetti traforati, trasparenti, di materiale biodegradabile definiti per alimenti e con stampigliatura della data e ora di produzione; sacchi di plastica per lo smaltimento differenziato dei rifiuti; detersivi, prodotti, materiali e beni strumentali occorrenti all espletamento di tutte le operazioni di pulizia. Il Gestore s impegna ad effettuare la raccolta differenziata dei rifiuti secondo la normativa vigente in materia di raccolta differenziata. In particolare lo smaltimento deve avvenire in maniera coerente con quanto stabilito dall Amministrazione Capitolina e nel rispetto delle direttive impartite dall Università (orari, luoghi di deposito dei rifiuti, ). Il Gestore si impegna al rispetto del DM 25 luglio 2011 all 1 Adozione dei criteri minimi ambientali da inserire nei bandi di gara della Pubblica amministrazione per l'acquisto di prodotti e servizi nei settori della ristorazione collettiva e fornitura di derrate alimentari e serramenti esterni. In particolare: - l offerente deve dimostrare la propria capacità ad eseguire il contratto in modo da arrecare il minore impatto possibile sull ambiente attraverso l applicazione un sistema di gestione ambientale, ai sensi di una norma tecnica riconosciuta (EMAS, ISO 14001); - l offerente deve impegnarsi a rispettare le Specifiche tecniche descritte al punto 5.3 del predetto allegato (5.3.1 Produzione degli alimenti e delle bevande; Requisiti dei prodotti in cartatessuto; Trasporti; Consumi energetici; Pulizie dei locali; Requisiti degli imballaggi; Gestione dei rifiuti; Informazioni agli utenti). Art. 11 Orari e modalità di espletamento La somministrazione dei pasti dovrà essere effettuata nel rispetto dei seguenti orari in tutte e tre le mense: 13/49

14 Sede di Viale Romania dal lunedì al venerdì Pranzo ore Cena ore Sabato Pranzo ore Sede di Viale Pola dal lunedì al venerdì Pranzo ore Sede di Via di Trasone Tutti i giorni Cena ore Sabato, Domenica e festivi Pranzo ore Art. 12 Svolgimento del servizio Il servizio dovrà svolgersi col sistema self-service, per tutte le strutture, con stoviglie e posate di proprietà della LUISS Guido Carli. Le posate dopo accurato lavaggio, dovranno essere imbustate dalla Impresa aggiudicataria in appositi sacchetti sigillati di materiale biodegradabile definiti per alimenti o sigillati da apposita macchina confezionatrice. Contemporaneamente alla distribuzione dei pasti caldi dovrà essere prevista la distribuzione, su richiesta, di pasti alternativi, anche in confezione da asporto (cestini o take-away) come indicato al succ. art. 44. Le confezioni da asporto devono essere richiesti, nei giorni di apertura del servizio, entro i seguenti orari: - entro le ore per il servizio del pranzo; - entro le ore per il servizio della cena. Nei periodi di sospensione dell attività didattica, le mense potranno funzionare con orari ridotti che saranno preventivamente concordati con la LUISS Guido Carli, ufficio del Diritto allo studio. Le mense osserveranno la chiusura durante il periodo di sospensione dell attività accademica e nei periodi concordati fra le parti. Art. 13 Sciopero e/o interruzione del servizio Il Gestore si obbliga a far rispettare dai propri dipendenti le disposizioni di cui alla Legge 12/6/1990 n. 146 e successive modifiche sull esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali nonché le determinazioni di cui alle deliberazioni della commissione di garanzia per l attuazione della predetta legge. Al verificarsi delle evenienze di cui sopra, andranno concordate con la Committente, in via straordinaria, particolari situazioni organizzative come la fornitura di piatti freddi alternativi d eguale valore economico. Le interruzioni del servizio per causa di forza maggiore non daranno diritto al Gestore a risarcimenti o indennizzi a qualsiasi titolo. Per forza maggiore si intende qualunque fatto eccezionale ed imprevedibile e al di fuori del controllo del Gestore che quest ultima non possa evitare. Art. 14 Relazione sull andamento del servizio Al termine di ogni semestre il Gestore trasmetterà alla LUISS Guido Carli Ufficio del Diritto allo Studio una relazione sull andamento del servizio contenente, tra l altro le informazioni relative all organigramma del lavoro, al controllo di qualità, alle attività di formazione del personale, ai rapporti con gli addetti al controllo della qualità, alle cause di eventuali controversie con la Committente. 14/49

15 TITOLO III: ONERI CONTRATTUALI Art. 15 Spese inerenti il servizio Tutte le spese, nessuna esclusa, relative alla realizzazione del servizio di ristorazione, sono a carico del Gestore, compresi i reintegri delle stoviglie destinate alla mensa, di tutti gli utensili di cucina, la pulizia, la sanificazione e la disinfestazione dei locali, lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e speciali, la manutenzione degli impianti e degli arredi, la fornitura ed il lavaggio delle divise del personale. Sono altresì a carico del Gestore le eventuali spese di bollo, stipulazione, registrazione ed ogni altra spesa, accessoria inerente il contratto. Art. 16 Assicurazioni Ogni responsabilità sia civile sia penale, per danni in relazione all espletamento del servizio o causa ad esso connesse, che derivassero alla LUISS Guido Carli o a terzi, cose o persone, s intendono senza riserve od eccezioni a totale carico del Gestore, salvi gli interventi a favore della stessa di Società Assicuratrice. A tale scopo il Gestore dovrà stipulare una polizza di assicurazione con primaria Compagnia di Assicurazioni. La polizza, con vincolo a favore della LUISS Guido Carli, dovrà essere sottoposta alla preventiva approvazione della LUISS Guido Carli per quanto concerne la precisa definizione dei rischi e dei relativi massimali che in nessun caso, dovranno essere inferiori a ,00 (un milione di euro) per ogni danno a persona e ,00 (centodiecimilaeuro) per danni a cose. Detti massimali saranno aggiornati d anno in anno in base agli indici ISTAT relativi al costo della vita. Copie delle polizze dovranno essere consegnate alla LUISS Guido Carli entro la data d inizio del servizio. La LUISS Guido Carli è esonerata da ogni responsabilità per danni, infortuni o altro che dovesse accadere al personale del Gestore, durante l esecuzione del servizio, convenendosi a tale riguardo che qualsiasi eventuale onere è da intendersi già compreso o compensato nel corrispettivo previsto dal presente contratto. Il Gestore è tenuta a corrispondere ai propri dipendenti un trattamento normativo ed economico conforme alle leggi e ai contratti collettivi di lavoro per la categoria e a provvedere a proprie cure e spese esclusive al pagamento di tutti gli oneri assicurativi e previdenziali relativi ai dipendenti medesimi. La LUISS Guido Carli non assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza che dovesse in ipotesi derivare a carico del Gestore in dipendenza del mancato pagamento delle retribuzioni e degli oneri predetti. Ai sensi D.Lgs. 163/2006, il Progettista o i progettisti incaricati della progettazione esecutiva devono essere muniti, a far data dall approvazione del progetto, di una polizza di responsabilità civile professionale per i rischi derivanti dalle attività di propria competenza per tutta la durata dei lavori e sino alla data di emissione del certificato di collaudo provvisorio. Art. 17 Autorizzazioni e licenze Il Gestore dovrà provvedere, a sua cura e spese, all acquisizione delle necessarie autorizzazioni amministrative, sanitarie sia per la somministrazione di alimenti e bevande che per l esercizio delle Mense, secondo la normativa vigente in materia, per tutta la durata del presente contratto, in base anche alle eventuali successive disposizioni di legge. Il Gestore deve altresì attuare l osservanza delle norme, che s intendono tutte richiamate, derivanti dalle vigenti leggi e decreti relativi alla prevenzione infortuni sul lavoro, all igiene del lavoro, alle 15/49

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all occupazione dei giovani. Possono essere assunti in

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli