CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DELLA LUISS GUIDO CARLI 15 AGOSTO AGOSTO 2020

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DELLA LUISS GUIDO CARLI 15 AGOSTO 2015 14 AGOSTO 2020"

Transcript

1 CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DELLA LUISS GUIDO CARLI 15 AGOSTO AGOSTO 2020

2 Indice Premessa... 6 TITOLO I: DEFINIZIONI E OGGETTO E DURATA DEL CONTRATTO... 8 Art. 1 Definizioni... 8 Art. 2 Oggetto e valore del contratto... 8 Art. 3 Attività connesse... 8 Art. 4 Durata del contratto... 9 Art. 5 Inizio della fornitura del servizio... 9 Art. 6 Tipologia e dimensione dell utenza... 9 Art. 7 Modalità di esecuzione Art. 8 Criterio di aggiudicazione Art. 9 Standard minimi di qualità del servizio TITOLO II: INDICAZIONI GENERALI Art. 10 Generalità Art. 11 Orari e modalità di espletamento Art. 12 Svolgimento del servizio Art. 13 Sciopero e/o interruzione del servizio Art. 14 Relazione sull andamento del servizio TITOLO III: ONERI CONTRATTUALI Art. 15 Spese inerenti il servizio Art. 16 Assicurazioni Art. 17 Autorizzazioni e licenze Art. 18 Cauzione definitiva Art. 19 Termine per la stipulazione del contratto Art. 20 Trattamento dati personali Art. 21 Risoluzione del contratto Art. 22 Manutenzione Art. 23 Domicilio del Gestore Art. 24 Divieto di cessione del contratto, subappalto del servizio e cessione dei crediti Art. 25 Sopralluogo Art. 26 Rinuncia all aggiudicazione Art. 27 Spese per la realizzazione strutturale e tecnologica Art. 28 Oneri a carico della Committente TITOLO IV: NORME CONCERNENTI PERSONALE ADDETTO Art. 29 Personale Art. 30 Organico Art. 31 Applicazioni contrattuali /49

3 Art. 32 Rispetto delle normative vigenti Art. 33 Reintegro personale mancante Art. 34 Formazione e informazione Art. 35 Direzione del servizio Art. 36 Idoneità sanitaria Art. 37 Vestiario Art. 38 Igiene del personale Art. 39 Disposizioni igienico-sanitarie TITOLO V: CARATTERISTICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI Art. 40 Tabelle merceologiche Art. 41 Etichettatura delle derrate Art. 42 Pianificazione degli approvvigionamenti delle derrate Art. 43 Garanzie di qualità TITOLO VI: MENÙ E TABELLE DIETETICHE Art. 44 Composizione dei pasti Art. 45 Composizione del menù intero Art. 46 Composizione del menù ridotto Art. 47 Alternative ai menù intero e ridotto Art. 48 Sala ospiti Art. 49 Variazioni del menù Art. 50 Quantità e qualità degli alimenti TITOLO VII: IGIENE DELLA PRODUZIONE Art. 51 Igiene della produzione Art. 52 Conservazione delle derrate Art. 53 Riciclo Art. 54 Limiti di contaminazione microbica TITOLO VIII: TECNOLOGIE DI MANIPOLAZIONE E COTTURA Art. 55 Manipolazione e cottura Art. 56 Preparazione piatti freddi Art. 57 Criteri di sicurezza nella manipolazione degli alimenti Art. 58 Linea refrigerata Art. 59 Pentolame per la cottura Art. 60 Condimenti Art. 61 Preparazione e somministrazione dei pasti durante la fase di adeguamento TITOLO IX: SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE Art. 62 Informazione agli utenti Art. 63 Distribuzione Art. 64 Operazioni da effettuarsi prima e durante la distribuzione /49

4 Art. 65 Disposizioni igienico sanitarie Art. 66 Personale addetto alla distribuzione Art. 67 Modalità dei trasporti TITOLO X: PULIZIA E IGIENE Art. 68 Pulizia e igiene dei locali e delle attrezzature Art. 69 Personale addetto alle pulizie Art. 70 Servizi igienici e spogliatoi del personale Art. 71 Detergenti e sanificanti Art. 72 Interventi ordinari e straordinari Art. 73 Rifiuti Art. 74 Divieti TITOLO XI: NORME DI PREVENZIONE E SICUREZZA Art. 75 Norme in materia di sicurezza e prevenzione Art. 76 Impiego di energia Art. 77 Segnaletica di sicurezza sul posto di lavoro Art. 78 Norme generali per l igiene del lavoro Art. 79 Norme di sicurezza nell uso dei detergenti e sanificanti Art. 80 Pulizia attrezzature e impianti Art. 81 Piano di evacuazione TITOLO XII: CONTROLLI DI QUALITA DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE Art. 82 Diritto di controllo della Committente Art. 83 Organismi preposti al controllo Art. 84 Metodologia dei controlli Art. 85 Blocco delle derrate Art. 86 Autocontrollo secondo il sistema H.A.C.C.P Art. 87 Conservazione dei campioni Art. 88 Rintracciabilità delle sostanze alimentari TITOLO XIII: SANZIONI PER EVENTUALI INADEMPIMENTI Art. 89 Penalità Art. 90 Applicazione delle penalità TITOLO XIV: PAGAMENTO DEI PASTI Art. 91 Corrispettivi Art. 92 Pagamento del corrispettivo Art. 93 Revisione prezzi TITOLO XV CONDIZIONI GENERALI PER I LAVORI DI ADEGUAMENTO Art. 94 Adeguamento dei locali e realizzazione degli impianti Art. 95 Realizzazione degli interventi di adeguamento e di riorganizzazione Art Attrezzature /49

5 Art. 97 Oneri ed obblighi diversi a carico dell Appaltatore Art. 98 Tempo utile per la ultimazione dei lavori di realizzazione degli interventi Art. 99 Collaudi TITOLO XVI: STRUTTURE, ATTREZZATURE E ARREDI Art. 100 Consegna dei locali all Impresa Art. 101 Verifica periodica dei locali di produzione e consumo pasti Art. 102 Accessi Art. 103 Inventario di riconsegna alla scadenza del contratto TITOLO XVII: NORME FINALI Art. 104 Arbitrato Art Richiamo alla legge Art. 106 Allegati /49

6 PREMESSA Il presente capitolato è stato costruito nell ottica di trovare un ottimale livello qualitativo, sia per quanto concerne gli aspetti nutrizionali, che per la qualità sensoriale, unitamente alla progettazione di un organizzazione efficiente del servizio. Qualità nutrizionale Il comportamento alimentare condiziona lo stato di salute. Ruolo di un servizio di ristorazione è anche quello di indirizzare i comportamenti alimentari degli utenti attraverso un attenta strutturazione dei menù, l informazione sulle scelte alimentari anche nel rispetto della stagionalità, le indicazioni relative ad un corretto ed equilibrato completamento della giornata alimentare. Nello specifico l elaborazione dei piani alimentari dovrà avvenire: - nel rispetto dei LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed Energia per la popolazione italiana - rev 2014) con un adeguato apporto di macro e micronutrienti; - assicurando una varietà nelle scelte alimentari tale da garantire un apporto ottimale di micronutrienti; - attraverso l utilizzo preferenziale di prodotti regionali, biologici, DOP, IGP sempre nell ottica di fornire, attraverso una riduzione dei tempi di percorrenza e la certificazione di qualità, una maggiore qualità nutrizionale. Qualità sensoriale La proposta alimentare e le preparazioni culinarie dovranno essere strutturate in maniera tale da assicurare un ottimale qualità sensoriale, prevedendo a tal fine la misurazione del livello di soddisfazione dell'utente. La capacità degli operatori di elaborare e presentare le pietanze in modo gradevole diventa essenziale. La formazione continua del personale è un prerequisito indispensabile a tal fine. Nello specifico, l elaborazione dei piani alimentari deve avvenire curando la variabilità dei menù che rappresenta un criterio irrinunciabile. In tale ottica: - la creazione di menù diversificati per le quattro stagioni con utilizzo preferenziale di carni, prodotti ortofrutticoli stagionali e regionali; - la varietà nelle scelte alimentari (diverse scelte per i primi e secondi piatti e contorni). Le procedure di gestione e manipolazione degli alimenti (programmazione, ricevimento derrate, prelievo magazzino, preparazione, cottura, confezionamento, somministrazione) debbono essere strutturate secondo rigidi protocolli aziendali certificati in maniera tale da preservarne al massimo la sensorialità (ci si riferisce in particolare ai prodotti ortofrutticoli). Customer satisfaction e qualità oggettiva La customer satisfaction è in stretta connessione con la qualità sensoriale. Il rapporto tra i servizi di ristorazione e l utenza rappresenta un intreccio relazionale complesso all interno del quale è possibile individuare una serie di processi e contesti di studio. La ricerca e la verifica sulla qualità dei servizi (VrQ) e sulla soddisfazione dell utenza sono diventati strumenti di lavoro indispensabili nell attività di ristorazione sia a scopo conoscitivo sia per l individuazione delle eventuali carenze offerte dal Servizio erogatore. La Soddisfazione dell utente e la Qualità risultano funzionalmente correlate tra di loro: se la qualità del servizio è determinata dal rispetto di numerosi paramenti, la soddisfazione dell utenza sarà il risultato della coincidenza tra le aspettative di qualità e la relativa percezione. Paradossalmente, può esistere un servizio altamente qualitativo che, invece, non soddisfa l utenza perché non corrisponde alle sue necessità. 6/49

7 Misurare la qualità del Servizio significa, attivare un sistema informativo diffuso ed efficiente, sia da parte del Gestore che del Committente, che eroghi un flusso continuo di dati riguardanti le caratteristiche e la percezione del Servizio erogato. Tali dati, in particolare laddove riguarderanno soggetti con abitudini alimentari nutrizionalmente non corrette, andranno adeguatamente valutati e potranno portare anche ad interventi di tipo educazionale. In tale ottica, accanto al rilevamento delle valutazioni soggettive (accettabilità da parte degli utenti, giudizio su presentazione, variabilità e sapore, adeguatezza delle informazioni sui menu, temperatura e cottura delle pietanze, ), verranno effettuati controlli a campione sull efficienza e sulla qualità del servizio di Ristorazione attraverso la misurazione di parametri oggettivi (peso delle porzioni, temperatura degli alimenti al momento della distribuzione, quota di alimenti scartati, rispetto delle procedure igieniche, corrispondenza degli ordini, tempi di distribuzione del vitto, ). La ricerca e la verifica sulla qualità dei servizi come sopra accennata deve essere integrata da un piano di informazione agli utenti sulla distribuzione nell arco della giornata e della settimana delle singole pietanze, sulle strategie di selezione delle derrate alimentari, sui controlli della qualità dei prodotti, sulle tecniche di cottura e di trasformazione delle derrate alimentari. 7/49

8 TITOLO I: DEFINIZIONI E OGGETTO E DURATA DEL CONTRATTO Art. 1 Definizioni Per Impresa o Gestore si intende l Impresa alla quale viene affidato il servizio di ristorazione per gli studenti della LUISS Libera Università degli Studi Sociali Guido Carli. Per Committente s intende l Amministrazione della LUISS Libera Università degli Studi Sociali Guido Carli, che affida all Impresa il servizio di ristorazione. Art. 2 Oggetto e valore del contratto Il contratto ha per oggetto l affidamento in gestione dei servizi mensa della LUISS Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli, presso le strutture di Viale Romania 32, di Viale Pola 12 e di Via di Trasone 56, organizzati dall ufficio del Diritto allo Studio. La tipologia del servizio di ristorazione prescelto per la gestione dei pasti sarà realizzato con legame fresco-caldo. Il servizio, deve essere espletato dall Impresa a proprio rischio e con propria autonoma organizzazione secondo quanto definito dal presente capitolato nell osservanza dei requisiti minimi ambientali previsti dal D.M. 25 luglio Ferma restando la non prevedibilità ex ante del numero dei pasti da erogarsi per ciascun anno e della loro distribuzione tra pasti a tariffa intera e pasti a tariffa ridotta, ai fini della determinazione del valore dell'appalto è stato considerato il numero medio dei pasti erogati negli ultimi due anni accademici moltiplicato per l'importo del pasto a tariffa intera a base d asta. Detto valore è presuntivo e la LUISS non assume alcun impegno in relazione all'effettiva affluenza ai servizi di ristorazione da parte degli studenti. Al fine del valore complessivo dell appalto per l intero quinquennio, pertanto, si assume come valore l importo di Art. 3 Attività connesse Connessa alla gestione del servizio e a carico del Gestore, sono tra l altro: manutenzione ordinaria e straordinaria come succ. art. 22; smaltimento di oli e grassi mediante idoneo conferimento ad Enti preposti; sostituzione e/o integrazione delle stoviglie, delle posate, del pentolame gastronorm, dei vassoi, ecc ; operazioni di pulizia, sanificazione, disinfestazione e derattizzazione dei locali in uso nonché della fornitura di tutti i detersivi e materiali di consumo occorrenti; gestione della sala ospiti annessa alle sale mensa nelle sedi universitarie in Viale Pola e Viale Romania; individuare e attrezzare spazi adeguati per lo stoccaggio delle merci nel rispetto delle leggi vigenti; individuare e attrezzare spazi adeguati per lo stoccaggio e il lavaggio delle stoviglie e delle posate. Costituisce altresì oggetto del presente appalto la presentazione di una proposta di progetto finalizzato ad individuare soluzioni innovative con lo scopo di: - ottimizzare il servizio di distribuzione dei pasti riducendo al minimo i tempi di attesa; 8/49

9 - creare percorsi semplici ed efficienti sia per il personale nella fasi di lavoro che per gli utenti durante il servizio mensa; - riorganizzare gli spazi dedicati alla consumazione dei pasti con un design moderno e innovativo, anche con l utilizzo di soluzioni tecnologiche e scelta di materiali sostenibili; - riorganizzare la sala ospiti di viale Pola riservata al personale docente ed alle Autorità dell Università, migliorandone la fruibilità anche con nuove soluzioni di arredo. Tali interventi, ivi inclusi la rimozione e lo smaltimento delle attrezzature ritenute non utilizzabili esistenti presso la cucina/mensa, lo smaltimento di tutti i materiali derivanti dai lavori di riadattamento del locale cucina, mensa e locali annessi saranno a cura e spese dell Impresa aggiudicataria. Il Gestore dovrà iniziare gli adeguamenti progettuali nel corso del corrente anno durante la chiusura estiva della mensa e portarli a termine nel più breve tempo possibile e comunque rispettando la cronologia del programma lavori presentato in sede di gara che, comunque, non potrà essere superiore a 180 giorni dalla firma del contratto di appalto, salvo diverso accordo con la Committente. Il Gestore, insieme al cronoprogramma del piano di intervento, dovrà presentare anche un piano di gestione delle cucine e delle mense in corso d opera, tale da ridurre al minimo il disagio per l utenza e la LUISS Guido Carli. LUISS si riserva di non richiedere, in toto o in parte, la realizzazione di lavori di miglioramento, ancorchè proposti in sede di offerta. Art. 4 Durata del contratto Il contratto avrà durata di cinque anni a decorrere dal 15 agosto 2015, con possibilità di rinnovo per ulteriori tre anni nel rispetto delle procedure di cui al D.Lgs. 163/2006, art.57, comma 5, lettera b). Il Gestore dovrà inoltre garantire il servizio nelle more dell espletamento di ulteriore gara di appalto; in tale periodo Il Gestore si impegna ad erogare il servizio secondo il calendario e agli stessi prezzi e condizioni al momento vigenti. Art. 5 Inizio della fornitura del servizio La LUISS Guido Carli si impegna a comunicare al Gestore con almeno 10 giorni di preavviso, la data di inizio del servizio. L eventuale mancata attivazione parziale o totale del servizio di ristorazione per motivi derivanti dalla Committente non dà diritto al Gestore di richiedere nessun indennizzo o risarcimento. Art. 6 Tipologia e dimensione dell utenza Il servizio concerne la gestione dei centri cottura e delle mense site all interno dei complessi di Viale Romania 32, di Viale Pola 12 e di Via di Trasone 56 ed è riservato agli studenti. Può essere utilizzato, previa autorizzazione, anche dal personale amministrativo e docente, dai consulenti, dai dipendenti di Ditte eventualmente operanti in sede, nonché da eventuali ospiti della LUISS Guido Carli. La dimensione complessiva del servizio è stimata in circa pasti annui (valore medio degli ultimi 2 anni accademici). Il numero dei pasti è da considerarsi solo indicativo e non si farà luogo a variazioni del prezzo pattuito per eventuali variazioni in più o in meno che dovessero verificarsi, in quanto la LUISS Guido Carli corrisponderà al Gestore solo l importo relativo ai pasti effettivamente erogati. 9/49

10 Art. 7 Modalità di esecuzione L Impresa, nell assumere la gestione del servizio, è tenuta per tutta la durata del contratto a somministrare, a propria cura e spese e con propria adeguata organizzazione, pasti e bevande di primaria qualità, garantendo quale condizione essenziale che tutta l attività di somministrazione avvenga nel più rigoroso rispetto della vigente normativa igienico-sanitaria. La tipologia del servizio nello specifico prevede per le struttura di Viale Romania, di Viale Pola e di Via di Trasone: Preparazione dei pasti presso i locali cucina Distribuzione col sistema self-service Sbarazzo, lavaggio di stoviglie, pulizia e sanificazione dei locali annessi al servizio mensa e di quant altro necessario Art. 8 Criterio di aggiudicazione L appalto sarà affidato con sistema dell appalto concorso, procedura aperta (art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, D.Lgs. n. 163/2006) ed applicazione del criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa (art. 83, D.Lgs. n. 163/2006), valutata sulla base dei seguenti elementi, elencati in ordine crescente di importanza, ai quali è riservato un punteggio massimo di 100 punti così suddivisi: A) Offerta tecnica Punti 70/100 B) Offerta economica Punti 30/100 Relativamente al punto A), Offerta tecnica, la valutazione, per un punteggio massimo di 70 punti, verrà effettuata, distintamente, per rciascuno degli elementi di seguito indicati: 1. Organizzazione e qualità del servizio per un punteggio massimo di 40 punti si procederà alla valutazione delle offerte sulla base dei seguenti parametri: 1.a - progetto nutrizionale, contenente la relazione tecnica sui menù offerti, sulle scelte relative alle derrate alimentari e su qualsiasi altra iniziativa finalizzata al miglioramento della qualità nutrizionale e sensoriale del servizio, compresa la tutela ambientale, per un massimo di 16 punti; 1.b - organizzazione e organigramma del personale con cui il concorrente intende assicurare la gestione del servizio, specificando le qualifiche e le mansioni di ciascuna unità operativa, il timing operativo e l organico giornaliero impiegato per il servizio in relazione all organizzazione del lavoro nelle singole fasi della produzione (ricevimento, stoccaggio, cottura, distribuzione, sbarazzo, etc) in relazione al numero dei pasti previsti, per un massimo di 16 punti; 1.c - progetto educativo, contenente le proposte innovative più interessanti con particolare riferimento ad attività culturali e di aggregazione comprese le attività di educazione alimentare rivolte all utenza e da svolgersi di concerto ed in collaborazione con la LUISS Guido Carli, comprendente anche un Piano di Informazione agli Utenti, così come meglio specificato al successivo art. 62, per un massimo di 5 punti; 1.d progetto per la gestione della sala ospiti con eventuale proposta di menù ad hoc, organizzazione del personale qualificato con cui l offerente intende organizzare il servizio per un massimo di 3 punti. 10/49

11 2. Proposta di riorganizzazione dei locali destinati al servizio di ristorazione per un massimo di 30 punti, saranno prese in considerazione: 2.a - progetto per l individuazione e l allestimento degli spazi da destinare allo stoccaggio delle merci e allo stoccaggio e lavaggio delle stoviglie e delle posate, per un massimo di 3 punti; 2.b - proposta degli interventi finalizzati alla riorganizzazione degli spazi dedicati alla preparazione e consumazione dei pasti, comprensiva della sala ospiti in viale Pola, con un design moderno e innovativo, anche con l utilizzo di soluzioni tecnologiche e scelta di materiali sostenibili, per un massimo di 8 punti; 2.c - proposta di organizzazione del servizio di distribuzione dei pasti finalizzata alla riduzione dei tempi di attesa, per un massimo di 8 punti; 2.d - elenco attrezzature ed arredi da acquistare ex novo, rispondenza alle esigenze, lay-out dei locali elenco attrezzature da riutilizzare, per un massimo di 6 punti; 2.e - tempi di realizzazione dei lavori di adeguamento in cui si evidenzi il piano di gestione delle cucine e delle mense durante i lavori di adeguamento, per un massimo di 3 punti; 2.f - piano di manutenzione ordinaria e straordinaria dei locali e delle attrezzature e impianti tecnologici, per un massimo di 2 punti. Le offerte tecniche di ciascun concorrente ammesse saranno specificamente valutate secondo i singoli elementi ed i rispettivi punteggi sopra indicati, che saranno determinati applicando il metodo aggregativo.compensatore, attraverso la seguente formula: C (a) = Σ n [ W i * V (a) i ] dove: C (a) = indice di valutazione dell offerta (a); n = numero totale dei requisiti; W i = peso o punteggio attribuito al requisito (i); V (a)i = coefficiente della prestazione dell offerta (a) rispetto al requisito (i) variabile tra zero e uno; Σ n = sommatoria. I coefficienti V(a)i saranno determinati secondo il metodo della media dei coefficienti, variabili tra zero e uno, attribuiti discrezionalmente dai singoli commissari secondo il metodo di cui all allegato P del D.P.R. n. 207/2010 lettera a) n. 4. Nel caso in cui, per uno o più elementi di valutazione, nessuno dei concorrenti ottenga il relativo punteggio massimo previsto dal presente disciplinare, la commissione giudicatrice procederà alla riparametrazione del punteggio assegnando il punteggio massimo al concorrente che avrà ricevuto il punteggio più alto e adeguando in misura proporzionale i punteggi degli altri concorrenti. Saranno ammessi alla valutazione delle offerte economiche i soli concorrenti che avranno riportato per la parte tecnica un punteggio complessivo almeno pari a 36/ /49

12 Relativamente al punto B) Offerta economica - per un punteggio massimo di 30 punti, la valutazione delle offerte riguarderà separatamente il vitto a tariffa intera (15 pti) e quello a tariffa ridotta (15 pti). Sarà applicata in ambedue i casi la seguente formula: Pm x Pum P dove Pm è il prezzo minimo, P è il prezzo di ciascuna offerta, Pum è il punteggio assegnato al prezzo minimo. I risultati saranno arrotondati al centesimo di punto. In entrambe le tariffe indicate in offerta (tariffa intera e tariffa ridotta) deve essere indicata la quota di ammortamento relativo agli interventi di riorganizzazione dei locali destinati al servizio di destinazione. Il punteggio verrà calcolato solo sulla quota dell offerta relativa al costo del pasto. Quest ultimo, infine dovrà essere scomposto nelle singole componenti, fra le quali gli oneri per la sicurezza aziendali, che ne determinano l importo. Le offerte che presentano una percentuale di ribasso che superi di 1/5 la media aritmetica delle offerte ammesse in gara saranno soggette a verifica ai sensi dell art. 87 del D.Lgs 163/06 e successive modifiche e integrazioni. Il prezzo espresso dall Impresa concorrente si intende comprensivo di tutte le spese che la stessa dovrà sostenere (al netto dell IVA) per l esecuzione del servizio in caso di aggiudicazione a lei favorevole. Art. 9 Standard minimi di qualità del servizio Gli standard minimi di qualità e le relative specifiche tecniche sono quelli riportati nel presente Capitolato e vari allegati che ne costituiscono parte integrante e sostanziale. Tali standard sono da considerarsi minimi. 12/49

13 TITOLO II: INDICAZIONI GENERALI Art. 10 Generalità La LUISS Guido Carli mette a disposizione gratuitamente i locali destinati alla preparazione, distribuzione e consumazione dei pasti, della gastronomia e delle bevande ed all immagazzinamento dei generi necessari all espletamento dei servizi, ubicati nei complessi di Viale Romania 32, di Viale Pola 12 e di Via di Trasone 56. Alla scadenza del contratto il Gestore dovrà riconsegnare alla LUISS Guido Carli tutti i beni riportati nel Verbale di consegna redatto in sede di affidamento dell incarico per il periodo precedente (15 agosto agosto 2020), nello stato e quantità risultanti all atto della consegna, fatto salvo il normale deterioramento dei medesimi a seguito di un corretto utilizzo. Sarà addebitato al Gestore quanto risulterà danneggiato per incuria o dolo. La LUISS Guido Carli si riserva di effettuare in qualsiasi momento e senza preavviso controlli sul servizio e sui generi alimentari immessi al consumo, avvalendosi di Consulenti nonché del Comitato Mensa, effettuando anche i prelievi ritenuti necessari per verificare la rispondenza degli alimenti e delle bevande a quanto previsto dalle vigenti disposizioni di legge in materia d igiene, conservazione e manipolazione. Il Gestore è tenuta a provvedere, a sua cura e spese, all approvvigionamento e conservazione di tutti i generi alimentari e bevande, ed al relativo stoccaggio degli stessi presso i locali adibiti a deposito, oppure negli appositi frigoriferi. Il Gestore dovrà inoltre fornire: pane imbustato con l attuale metodologia in appositi sacchetti traforati, trasparenti, di materiale biodegradabile definiti per alimenti e con stampigliatura della data e ora di produzione; sacchi di plastica per lo smaltimento differenziato dei rifiuti; detersivi, prodotti, materiali e beni strumentali occorrenti all espletamento di tutte le operazioni di pulizia. Il Gestore s impegna ad effettuare la raccolta differenziata dei rifiuti secondo la normativa vigente in materia di raccolta differenziata. In particolare lo smaltimento deve avvenire in maniera coerente con quanto stabilito dall Amministrazione Capitolina e nel rispetto delle direttive impartite dall Università (orari, luoghi di deposito dei rifiuti, ). Il Gestore si impegna al rispetto del DM 25 luglio 2011 all 1 Adozione dei criteri minimi ambientali da inserire nei bandi di gara della Pubblica amministrazione per l'acquisto di prodotti e servizi nei settori della ristorazione collettiva e fornitura di derrate alimentari e serramenti esterni. In particolare: - l offerente deve dimostrare la propria capacità ad eseguire il contratto in modo da arrecare il minore impatto possibile sull ambiente attraverso l applicazione un sistema di gestione ambientale, ai sensi di una norma tecnica riconosciuta (EMAS, ISO 14001); - l offerente deve impegnarsi a rispettare le Specifiche tecniche descritte al punto 5.3 del predetto allegato (5.3.1 Produzione degli alimenti e delle bevande; Requisiti dei prodotti in cartatessuto; Trasporti; Consumi energetici; Pulizie dei locali; Requisiti degli imballaggi; Gestione dei rifiuti; Informazioni agli utenti). Art. 11 Orari e modalità di espletamento La somministrazione dei pasti dovrà essere effettuata nel rispetto dei seguenti orari in tutte e tre le mense: 13/49

14 Sede di Viale Romania dal lunedì al venerdì Pranzo ore Cena ore Sabato Pranzo ore Sede di Viale Pola dal lunedì al venerdì Pranzo ore Sede di Via di Trasone Tutti i giorni Cena ore Sabato, Domenica e festivi Pranzo ore Art. 12 Svolgimento del servizio Il servizio dovrà svolgersi col sistema self-service, per tutte le strutture, con stoviglie e posate di proprietà della LUISS Guido Carli. Le posate dopo accurato lavaggio, dovranno essere imbustate dalla Impresa aggiudicataria in appositi sacchetti sigillati di materiale biodegradabile definiti per alimenti o sigillati da apposita macchina confezionatrice. Contemporaneamente alla distribuzione dei pasti caldi dovrà essere prevista la distribuzione, su richiesta, di pasti alternativi, anche in confezione da asporto (cestini o take-away) come indicato al succ. art. 44. Le confezioni da asporto devono essere richiesti, nei giorni di apertura del servizio, entro i seguenti orari: - entro le ore per il servizio del pranzo; - entro le ore per il servizio della cena. Nei periodi di sospensione dell attività didattica, le mense potranno funzionare con orari ridotti che saranno preventivamente concordati con la LUISS Guido Carli, ufficio del Diritto allo studio. Le mense osserveranno la chiusura durante il periodo di sospensione dell attività accademica e nei periodi concordati fra le parti. Art. 13 Sciopero e/o interruzione del servizio Il Gestore si obbliga a far rispettare dai propri dipendenti le disposizioni di cui alla Legge 12/6/1990 n. 146 e successive modifiche sull esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali nonché le determinazioni di cui alle deliberazioni della commissione di garanzia per l attuazione della predetta legge. Al verificarsi delle evenienze di cui sopra, andranno concordate con la Committente, in via straordinaria, particolari situazioni organizzative come la fornitura di piatti freddi alternativi d eguale valore economico. Le interruzioni del servizio per causa di forza maggiore non daranno diritto al Gestore a risarcimenti o indennizzi a qualsiasi titolo. Per forza maggiore si intende qualunque fatto eccezionale ed imprevedibile e al di fuori del controllo del Gestore che quest ultima non possa evitare. Art. 14 Relazione sull andamento del servizio Al termine di ogni semestre il Gestore trasmetterà alla LUISS Guido Carli Ufficio del Diritto allo Studio una relazione sull andamento del servizio contenente, tra l altro le informazioni relative all organigramma del lavoro, al controllo di qualità, alle attività di formazione del personale, ai rapporti con gli addetti al controllo della qualità, alle cause di eventuali controversie con la Committente. 14/49

15 TITOLO III: ONERI CONTRATTUALI Art. 15 Spese inerenti il servizio Tutte le spese, nessuna esclusa, relative alla realizzazione del servizio di ristorazione, sono a carico del Gestore, compresi i reintegri delle stoviglie destinate alla mensa, di tutti gli utensili di cucina, la pulizia, la sanificazione e la disinfestazione dei locali, lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e speciali, la manutenzione degli impianti e degli arredi, la fornitura ed il lavaggio delle divise del personale. Sono altresì a carico del Gestore le eventuali spese di bollo, stipulazione, registrazione ed ogni altra spesa, accessoria inerente il contratto. Art. 16 Assicurazioni Ogni responsabilità sia civile sia penale, per danni in relazione all espletamento del servizio o causa ad esso connesse, che derivassero alla LUISS Guido Carli o a terzi, cose o persone, s intendono senza riserve od eccezioni a totale carico del Gestore, salvi gli interventi a favore della stessa di Società Assicuratrice. A tale scopo il Gestore dovrà stipulare una polizza di assicurazione con primaria Compagnia di Assicurazioni. La polizza, con vincolo a favore della LUISS Guido Carli, dovrà essere sottoposta alla preventiva approvazione della LUISS Guido Carli per quanto concerne la precisa definizione dei rischi e dei relativi massimali che in nessun caso, dovranno essere inferiori a ,00 (un milione di euro) per ogni danno a persona e ,00 (centodiecimilaeuro) per danni a cose. Detti massimali saranno aggiornati d anno in anno in base agli indici ISTAT relativi al costo della vita. Copie delle polizze dovranno essere consegnate alla LUISS Guido Carli entro la data d inizio del servizio. La LUISS Guido Carli è esonerata da ogni responsabilità per danni, infortuni o altro che dovesse accadere al personale del Gestore, durante l esecuzione del servizio, convenendosi a tale riguardo che qualsiasi eventuale onere è da intendersi già compreso o compensato nel corrispettivo previsto dal presente contratto. Il Gestore è tenuta a corrispondere ai propri dipendenti un trattamento normativo ed economico conforme alle leggi e ai contratti collettivi di lavoro per la categoria e a provvedere a proprie cure e spese esclusive al pagamento di tutti gli oneri assicurativi e previdenziali relativi ai dipendenti medesimi. La LUISS Guido Carli non assume alcuna responsabilità per ogni conseguenza che dovesse in ipotesi derivare a carico del Gestore in dipendenza del mancato pagamento delle retribuzioni e degli oneri predetti. Ai sensi D.Lgs. 163/2006, il Progettista o i progettisti incaricati della progettazione esecutiva devono essere muniti, a far data dall approvazione del progetto, di una polizza di responsabilità civile professionale per i rischi derivanti dalle attività di propria competenza per tutta la durata dei lavori e sino alla data di emissione del certificato di collaudo provvisorio. Art. 17 Autorizzazioni e licenze Il Gestore dovrà provvedere, a sua cura e spese, all acquisizione delle necessarie autorizzazioni amministrative, sanitarie sia per la somministrazione di alimenti e bevande che per l esercizio delle Mense, secondo la normativa vigente in materia, per tutta la durata del presente contratto, in base anche alle eventuali successive disposizioni di legge. Il Gestore deve altresì attuare l osservanza delle norme, che s intendono tutte richiamate, derivanti dalle vigenti leggi e decreti relativi alla prevenzione infortuni sul lavoro, all igiene del lavoro, alle 15/49

BANDO DI GARA D APPALTO. Appalto di servizi (CIG 6164392932) L appalto non rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli

BANDO DI GARA D APPALTO. Appalto di servizi (CIG 6164392932) L appalto non rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli LUISS LIBERA UNIVERSITÀ INTERNAZIONALE DEGLI STUDI SOCIALI GUIDO CARLI BANDO DI GARA D APPALTO Appalto di servizi (CIG 6164392932) L appalto non rientra nel campo di applicazione dell accordo sugli appalti

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento alla Società

Dettagli

C O M U N E D I P O M E Z I A P R O V I N C I A D I R O M A CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

C O M U N E D I P O M E Z I A P R O V I N C I A D I R O M A CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO C O M U N E D I P O M E Z I A P R O V I N C I A D I R O M A SETTORE ISTRUZIONE, CULTURA, SPORT, TURISMO E TEMPO LIBERO Via Pier Crescenzi, 1 Tel. 06.91146490 Fax 06.91146474 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 ART. 1. OGGETTO DEL SERVIZIO L incarico comporta lo svolgimento di

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA. PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze

CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA. PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze CAPITOLATO D ONERI BANDO DI GARA PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SERVIZIO BAR-RISTORO NEI LOCALI DELL IPSSCT Sassetti-Peruzzi di Firenze Il presente capitolato d oneri disciplina la concessione d uso

Dettagli

Centro Estivo Dante (scuola dell infanzia) Dal 1 al 31 luglio 2015 per 23 giorni max 200 iscritti

Centro Estivo Dante (scuola dell infanzia) Dal 1 al 31 luglio 2015 per 23 giorni max 200 iscritti CAPITOLATO SPECIALE PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DEI CENTRI ESTIVI 2015 DEL COMUNE DI CORSICO. PERIODO dal 1 LUGLIO al 4 SETTEMBRE 2015. CIG: 62619146E6 ART. 1 OGGETTO E FINALITA DELL APPALTO Oggetto

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

COMUNE DI BOVA MARINA

COMUNE DI BOVA MARINA COMUNE DI BOVA MARINA Prov. Di REGGIO CALABRIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA PASTI CONFEZIONATI PER LA REFEZIONE NELLE SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO, PRIMARIA E DELL INFANZIA BIENNIO 2014/2016

Dettagli

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona AREA TERRITORIO AMBIENTE E LAVORI PUBBLICI Servizio Patrimonio e Demanio BANDO DI GARA PER LOCAZIONE DEL BAR RISTORANTE SITUATO PRESSO GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIA STATALI DEL COMUNE DI BASSANO ROMANO AA.SS. 2012/2013 2013/2014

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIA STATALI DEL COMUNE DI BASSANO ROMANO AA.SS. 2012/2013 2013/2014 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA E PRIMARIA STATALI DEL COMUNE DI BASSANO ROMANO AA.SS. 2012/2013 2013/2014 INDICE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2... DURATA

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI: GESTIONE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE ZONE ERBOSE PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L OSPEDALE DI CONSELVE

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

FOGLIO PATTI E CONDIZIONI PER IL SERVIZIO BAR DEL CENTRO SPORTIVO DI VIA CAVIAGA 4 - SAN DONATO MILANESE (MI)

FOGLIO PATTI E CONDIZIONI PER IL SERVIZIO BAR DEL CENTRO SPORTIVO DI VIA CAVIAGA 4 - SAN DONATO MILANESE (MI) FOGLIO PATTI E CONDIZIONI PER IL SERVIZIO BAR DEL CENTRO SPORTIVO DI VIA CAVIAGA 4 - SAN DONATO MILANESE (MI) Art. 1 - Oggetto del servizio L'Azienda Comunale di Servizi S.r.l. intende attivare un servizio

Dettagli

Documentazione di gara

Documentazione di gara Comune di Santa Maria a Monte Provincia di Pisa SETTORE 3 OGGETTO ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI ALL INTERNO DEL PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL CENTRO STRORICO E RECUPERO DELL AREA DELLA ROCCA CON

Dettagli

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE XIV Corpo di Polizia Municipale Via M. Spadola n 56 97100 Ragusa Tel. 0932 244211 676771 Fax 0932 248826 e mail polizia.municipale@comune.ragusa.it OGGETTO:

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

MODELLO DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONI E DERATTIZZAZIONI Presso l Accademia di Francia a Roma Villa Medici

MODELLO DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONI E DERATTIZZAZIONI Presso l Accademia di Francia a Roma Villa Medici MODELLO DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONI E DERATTIZZAZIONI Presso l Accademia di Francia a Roma Villa Medici TRA L Accademia di Francia a Roma Villa Medici, ente pubblico di diritto francese

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER APPALTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA SCUOLA ME- DIA, ELEMENTARE E MATERNA DEL COMUNE DI PIANCASTAGNAIO ANNO SCOLA- STICO 2015/16

CAPITOLATO D ONERI PER APPALTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA SCUOLA ME- DIA, ELEMENTARE E MATERNA DEL COMUNE DI PIANCASTAGNAIO ANNO SCOLA- STICO 2015/16 CAPITOLATO D ONERI PER APPALTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA SCUOLA ME- DIA, ELEMENTARE E MATERNA DEL COMUNE DI PIANCASTAGNAIO ANNO SCOLA- STICO 2015/16 ART.1 NATURA DELL INCARICO Il Comune di piancastagnaio

Dettagli

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA

CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CITTÀ DI VERBANIA Provincia del Verbano Cusio Ossola CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO - PISCINA COMUNALE DI SUNA CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL LIDO PISCINA COMUNALE

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

Art. 4 Organizzazione del servizio e personale e oneri a carico della ditta aggiudicataria

Art. 4 Organizzazione del servizio e personale e oneri a carico della ditta aggiudicataria CAPITOLATO D APPALTO PER AFFIDAMENTO GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE MAGICA BULA E DELLA MENSA SCOLASTICA ALL. C Il Comune di Cagli intende provvedere all affidamento della gestione di alcuni servizi Nido

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI per la fornitura di gasolio per autotrazione presso la sede operativa di C.L.I.R. S.p.A. in Via della STAZIONE,snc 27020- Parona Lomellina (PV). 1) OGGETTO DELL APPALTO Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

ART. 4 MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO

ART. 4 MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO CAPITOLATO D ONERI REGOLANTE L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER ANZIANI E DIVERSAMENTE ABILI ART. 1 OGGETTO DURATA DELL APPALTO Oggetto dell appalto è l affidamento del servizio di

Dettagli

(Provincia di Reggio Calabria)

(Provincia di Reggio Calabria) CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI Art. 1 Oggetto dell appalto Costituisce oggetto del presente appalto l affidamento dell affissione di manifesti, avvisi e fotografie, di

Dettagli

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari Dipartimento Amministrativo Capitolato Speciale d appalto Procedura Aperta per la fornitura di G.P.L. da riscaldamento con comodato d uso gratuito del serbatoio, per i corpi separati dell Azienda Ospedaliera

Dettagli

Capitolato Amministrativo

Capitolato Amministrativo ALLEGATO C Capitolato Amministrativo Relativo al bando di gara per l affidamento del Servizio di realizzazione, personalizzazione, erogazione, monitoraggio e rendicontazione dei voucher sociali del valore

Dettagli

CIG: 6170029500 Tra le parti

CIG: 6170029500 Tra le parti COMUNE DI TARVISIO PROVINCIA DI UDINE Repubblica Italiana REP. N. SCHEMA DI CONTRATTO D APPALTO RIFERITO AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PRESSO LA SCUOLA PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E DELL INFANZIA

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA . REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INFERMIERISTICI PRESSO LA CASA DI RECLUSIONE E LA CASA CIRCONDARIALE DI PADOVA. * * * * * * CAPITOLATO D ONERI

Dettagli

1. ENTE APPALTANTE: Comune di Rignano Flaminio; tel. 0761/597924 fax 0761/597952 - e-mail: areaamministrativa@comune.rignanoflaminio.rm.

1. ENTE APPALTANTE: Comune di Rignano Flaminio; tel. 0761/597924 fax 0761/597952 - e-mail: areaamministrativa@comune.rignanoflaminio.rm. Prot. n. 15787 del 12.08.2014 AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO P.B. RASI DI PROPRIETA COMUNALE COMPOSTO DA CAMPO DA CALCIO REGOLAMENTARE E PISTA DI

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE DI MANIFESTI E DELLA PICCOLA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI.

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE DI MANIFESTI E DELLA PICCOLA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI. Comune di Livorno U. O.va Entrate - Patrimonio Ufficio Affissioni Pubblicità Tosap Passi Carrabili CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE DI MANIFESTI E DELLA PICCOLA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI.

Dettagli

Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015

Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015 Prot. n. 7317/A35h Dalmine, 4 novembre 2015 Al Sito Web della scuola All Albo dell Istituto A tutti gli interessati Pubblicato sul sito il 04/11/2015 OGGETTO: Avviso pubblico per il reclutamento del Medico

Dettagli

Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2. Articolo. 2 Requisiti... 3. Articolo. 3 Videoterminali 3. Articolo. 4 Esami clinici e biologici...

Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2. Articolo. 2 Requisiti... 3. Articolo. 3 Videoterminali 3. Articolo. 4 Esami clinici e biologici... Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2 Articolo. 2 Requisiti.... 3 Articolo. 3 Videoterminali 3 Articolo. 4 Esami clinici e biologici... 3 Articolo. 5 Rapporto con i lavoratori.... 3 Articolo. 6 Cause di

Dettagli

Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA www.progettoservizi.it - info@progettoservizi.

Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA www.progettoservizi.it - info@progettoservizi. Questo documento è fornito da PROGETTO SERVIZI SRL. Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA www.progettoservizi.it - info@progettoservizi.it Richiedi un preventivo

Dettagli

Allegato 4 Capitolato Tecnico

Allegato 4 Capitolato Tecnico Progetto SICS (Sistema di Informazione e Comunicazione in Sanità) Regione Puglia Gara a procedura aperta per l affidamento del Servizio di somministrazione di lavoro a tempo determinato per il Progetto

Dettagli

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali

COMUNE DI CASIER CAPITOLATO D ONERI. per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali COMUNE DI CAER CAPITOLATO D ONERI per il servizio di noleggio full service di macchine fotocopiatrici digitali per gli Uffici comunali Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il noleggio full-service

Dettagli

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO STAMPANTI, FAX E FOTOCOPIATORI

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO STAMPANTI, FAX E FOTOCOPIATORI AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza Telefono 0971612677 Fax 0971612551 e-mail: provveditore@ospedalesancarlo.it Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 Contratto ad

Dettagli

COMUNE di MONGUZZO. (Regione Lombardia - Provincia di Como) Protocollo n. 2604/IM Monguzzo, 01 agosto 2007.

COMUNE di MONGUZZO. (Regione Lombardia - Provincia di Como) Protocollo n. 2604/IM Monguzzo, 01 agosto 2007. Protocollo n. 2604/IM Monguzzo, 01 agosto 2007. Oggetto: Bando di gara per appalto fornitura pasti per refezione scolastica per gli anni scolastici 2007/08 2008/09 2009/2010. BANDO DI GARA Si rende noto

Dettagli

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO. Paola Rebufatti

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO. Paola Rebufatti LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO LA FORMAZIONE: UN SUPPORTO PER LA COMMISSIONE MENSA Paola Rebufatti LA MISSIONE Essere di ausilio alla Camera di Commercio di Torino ed alle altre Camere

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE. Concessione per l affidamento del Servizio di ristoro a mezzo distributori automatici

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE. Concessione per l affidamento del Servizio di ristoro a mezzo distributori automatici UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE Concessione per l affidamento del Servizio di ristoro a mezzo distributori automatici CAPITOLATO D ONERI CIG: 39919884B5 1/10 SOMMARIO ART. 1 Pag.

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI

SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA PISCINA COMUNALE UBICATA NELLA CITTADELLA SPORTIVA DEI MONTI ROSSI Art. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE Il Comune di Nicolosi,

Dettagli

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per:

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per: Settore Amministrativo U.O. Provveditorato Economato Capitolato speciale di appalto per: affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo in favore di ARPA Lombardia, per la durata di 36 (trentasei)

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI ---------------------- ART. 1 Oggetto del servizo

CAPITOLATO D ONERI ---------------------- ART. 1 Oggetto del servizo ALL. A PROCEDURA DI AFFIDAMENTO IN ECONOMIA, MEDIANTE COTTIMO FIDUCIARIO, DEL SERVIZIO DI PULIZIA ORDINARIA DEI LOCALI DELLA SEDE DEL GABINETTO G.P. VIEUSSEUX, SITI IN PALAZZO STROZZI, PALAZZO CORSINI

Dettagli

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO ALLEGATO F SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI LADISPOLI E LA COOPERATIVA SOCIALE TIPO B, Al SENSI DELL'ART. 5 LEGGE 381/91, PER LA GESTIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DI LADISPOLI

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara

AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara AUTOMOBILE CLUB VARESE Viale Milano 25 211100 VARESE http://www.varese.aci.it - Sezione Bandi di gara BANDO DI GARA (scadenza presentazione offerte: 12 novembre 2012- ore 12,00) L Automobile Club Varese,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEI CONTRATTI IN ECONOMIA TITOLO I PRINCIPI E DISPOSIZIONI COMUNI. Articolo 1. Principi

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEI CONTRATTI IN ECONOMIA TITOLO I PRINCIPI E DISPOSIZIONI COMUNI. Articolo 1. Principi REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEI CONTRATTI IN ECONOMIA TITOLO I PRINCIPI E DISPOSIZIONI COMUNI Articolo 1 Principi 1.1 L affidamento da parte della S.A.G.A. S.p.A. di lavori, servizi e forniture deve

Dettagli

Art. 1 - Oggetto dell appalto. Art. 2 - Durata dell appalto

Art. 1 - Oggetto dell appalto. Art. 2 - Durata dell appalto ALLEGATO SUB A) COMUNE DI TRIESTE Area Risorse Economiche e Finanziarie ed Economato-Provveditorato Gestione Appalti e Servizi prot. 15-38/4-06 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per l esecuzione del servizio

Dettagli

Via Michele Iacobucci n.4 L Aquila Fax:0862 644728 http://www.consiglio.regione.abruzzo.it

Via Michele Iacobucci n.4 L Aquila Fax:0862 644728 http://www.consiglio.regione.abruzzo.it REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE DELL ABRUZZO DIREZIONE ATTIVITA AMMINISTRATIVA Servizio Risorse Finanziarie e Strumentali Via Michele Iacobucci n.4 L Aquila Fax:0862 644728 http://www.consiglio.regione.abruzzo.it

Dettagli

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A ALLEGATO 1) FORNITURA MATERIALE ELETTRICO REDATTO DALL ASSISTENTE TECNICO SORANZO LORIS VISTO: IL DIRETTORE S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Arch. Antonietta PASTORE

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI 1 CONTRATTO PER APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA TRA Il Condominio

Dettagli

C O M U N E D I V I A D A N A. Provincia di Mantova

C O M U N E D I V I A D A N A. Provincia di Mantova C O M U N E D I V I A D A N A Provincia di Mantova AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA CONCESSIONE DEI LOCALI POSTI IN VIA AL PONTE NEI PRESSI DEL CENTRO SPORTIVO COMUNALE PER LA

Dettagli

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari 1 COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari DISCIPLINALE PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN CAPANNONE PER ESSERE ADIBITO

Dettagli

Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno

Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno Comune di Rosignano Marittimo Provincia di Livorno Settore Servizi alla Persona Servizio Attività Educative CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO Art. 1 - OGGETTO 1 - L appalto

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN SALVATORE PESARO CAPITOLATO SPECIALE PER L ACQUISIZIONE DI ATTREZZATURE SANITARIE VARIE Art.1 OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente Capitolato Speciale ha come oggetto la

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO

CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO CAPITOLATO D ONERI E SCHEMA DI CONTRATTO INDIVIDUAZIONE DI UN OPERATORE ECONOMICO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE E DELLA RELATIVA MANUTENZIONE DI UNA FLOTTA DI BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA

Dettagli

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE Allegato 7 determinazione n. 68 del 04/05/2012 COMUNE DI FONTANELLA Provincia di Bergamo Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE DEL SISTEMA DI VIDEO-SORVEGLIANZA REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Allegato 1 all avviso di indagine di mercato CAPITOLATO D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto la fornitura dei seguenti servizi per gli anni 2007/2009: - manovalanza operai - prestazione

Dettagli

CITTÀ DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

CITTÀ DI MONTICHIARI Provincia di Brescia CITTÀ DI MONTICHIARI Provincia di Brescia P.zza Municipio, 1 - CAP 255018 Montichiari (BS) Tel. 030/9656246 - Fax 030/9656351 e-mail: serviziallapersona@montitichiari.it http://www.comune.montichiari.bs.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA CUCINA E DEL REFETTORIO SCOLASTICI (Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 20/05/2015) Art. 1 Individuazione dei locali L Amministrazione Comunale,

Dettagli

AVVISO D ASTA IL DIRIGENTE. In esecuzione della deliberazione di Giunta Esecutiva n.59 del 13/11/2008. RENDE NOTO

AVVISO D ASTA IL DIRIGENTE. In esecuzione della deliberazione di Giunta Esecutiva n.59 del 13/11/2008. RENDE NOTO AVVISO D ASTA PUBBLICO INCANTO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI UN IMMOBILE TURISTICO DESTINATO A STRUTTURA RICETTIVA-PRODUTTIVA DENOMINATO PALAZZO MAZARA. II Esperimento IL DIRIGENTE In esecuzione della

Dettagli

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO/COTTIMO

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO/COTTIMO FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO/COTTIMO L Impresa con sede legale in Via n. C.F. n. P. I.V.A. nella persona del legale rappresentate nato a il, C.F. in appresso denominata APPALTATORE E l

Dettagli

FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST

FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST ALLEGATO N. 1.6 al Capitolato Speciale d oneri Azienda pubblica di Servizi alla Persona Cordenonese Arcobaleno FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST VERIFICA EFFETTUATA IL GIORNO / / DALLE ORE ALLE ORE TUTTI

Dettagli

COMUNE DI RIMINI Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato

COMUNE DI RIMINI Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato Direzione Risorse Finanziarie Settore Tributi ed Economato U.O. Economato SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI RIMINI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Il Responsabile (Dott.

Dettagli

COMUNE DI TORRACA Provincia di Salerno C.F. 84001450653 VIA FENICE,N.2 84030 TORRACA Tel. 0973/398127 Fax 0973/398255

COMUNE DI TORRACA Provincia di Salerno C.F. 84001450653 VIA FENICE,N.2 84030 TORRACA Tel. 0973/398127 Fax 0973/398255 COMUNE DI TORRACA Provincia di Salerno C.F. 84001450653 VIA FENICE,N.2 84030 TORRACA Tel. 0973/398127 Fax 0973/398255 AREA TECNICA CAPITOLATO DI GARA C.I.G. 0554938D4F- numero gara versamento 599561 ALLEGATO

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI N. 40 COMPOSTIERE DA 660 L.

DISCIPLINARE DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI N. 40 COMPOSTIERE DA 660 L. DISCIPLINARE DI GARA PER L'AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI N. 40 COMPOSTIERE DA 660 L. Premessa Il presente Disciplinare di gara, allegato al capitolato di gara di cui costituisce parte integrale e sostanziale,

Dettagli

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO COMUNE DI PALERMO Area AMMIN ISTRATIVA DELLA R IQUALIF ICAZIONE URBANA E DELLE INFRASTRUTTURE Ufficio Contratti ed Approvvigionamenti Via Roma, 209 90133 Palermo T e l. 0 9 1 7 4 0 3 5 9 2 - m a i l :

Dettagli

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI

DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI DISCIPLINARE DI FORNITURA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI LOCANDINE E MANIFESTI PER PROMOZIONE EVENTI FINALI NELL AMBITO DEL PROGETTO ALP CAMPUS GIOVANI FINANZIATO DALL U.P.I. ALL INTERNO DEL PROGRAMMA AZIONE

Dettagli

COMUNE DI Provincia di

COMUNE DI Provincia di Oppure COMUNE DI Provincia di SCUOLA PARITARIA. CAPITOLATO SPECIALE D ONERI RELATIVO ALLA FORNITURA DELLE DERRATE ALIMENTARI PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA ART. 1) OGGETTO DELL APPALTO Il presente

Dettagli

CITTA DI POTENZA Unità di Direzione Istruzione

CITTA DI POTENZA Unità di Direzione Istruzione CITTA DI POTENZA Unità di Direzione Istruzione CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL SERVIZIO DI INTEGRA- ZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI ISCRITTI ALLE SCUOLE DELL

Dettagli

COMUNE DI ACCADIA. (Provincia di Foggia)

COMUNE DI ACCADIA. (Provincia di Foggia) COMUNE DI ACCADIA (Provincia di Foggia) PROGETTO PER LA DOTAZIONE DI IMPIANTO DI VODEOSORVEGLIANZA E FORNITURE ARREDI PER GLI IMMOBILI DI PROPRIETA' COMUNALE DENOMINATI "CASONE PADULI" E "CASONE DIFESA".

Dettagli

COMUNE DI PALESTRINA

COMUNE DI PALESTRINA COMUNE DI PALESTRINA CAPITOLATO SPECIALE DI ONERI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA AI PORTATORI DI HANDICAP PRESSO LE SCUOLE DELL OBBLIGO NONCHE ASSISTENZA DOMICILIARE HANDICAPPATI E ANZIANI PRE SCUOLA E

Dettagli

Guardia di Finanza REPARTO T.L.A. EMILIA ROMAGNA Ufficio Amministrazione

Guardia di Finanza REPARTO T.L.A. EMILIA ROMAGNA Ufficio Amministrazione Guardia di Finanza REPARTO T.L.A. EMILIA ROMAGNA Ufficio Amministrazione BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE,INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale:

Dettagli

C O M U N E D I C O P E R T I N O P r o v i n c i a d i L e c c e AREA AFFARI GENERALI E FINANZIARI

C O M U N E D I C O P E R T I N O P r o v i n c i a d i L e c c e AREA AFFARI GENERALI E FINANZIARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI ED ALTRI SERVIZI AD ESSO CONNESSI PER UN PERIODO DI MESI DODICI (12) CAPO I CAPITOLATO DESCRITTIVO - PRESTAZIONALE ART.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Servizio Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO. Provincia di LUCCA

COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO. Provincia di LUCCA COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO Provincia di LUCCA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA ALUNNI SCUOLA MATERNA ED EVENTUALI DISABILI SCUOLA DELL OBBLIGO DURANTE IL TRASPORTO SCOLASTICO

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010.

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010. CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010. ART. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto la

Dettagli

SERVIZIO CONTROLLO DI GESTIONE ASSOCIATO

SERVIZIO CONTROLLO DI GESTIONE ASSOCIATO COMUNE DI DERUTA SERVIZIO CONTROLLO DI GESTIONE ASSOCIATO ANALISI ECONOMICHE DEI SERVIZI REPORT PARZIALE ANNO 2013 CONFRONTO CON ANNI 2010-2011-2012 Servizi monitorati: Igiene urbana Asilo nido 1 COMUNE

Dettagli

Comune di Cagliari Area Gestione del Territorio ASSESSORATO AI SERVIZI TECNOLOGICI

Comune di Cagliari Area Gestione del Territorio ASSESSORATO AI SERVIZI TECNOLOGICI Comune di Cagliari Area Gestione del Territorio ASSESSORATO AI SERVIZI TECNOLOGICI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA ANNUALE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE RELATIVE A TUTTI GLI EDIFICI

Dettagli

COMUNE DI COSTACCIARO PG CAPITOLATO D ONERI E DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI COSTACCIARO PG CAPITOLATO D ONERI E DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI COSTACCIARO PG CAPITOLATO D ONERI E DISCIPLINARE DI GARA Art. 1 - Oggetto del servizio Il presente capitolato d oneri e disciplinare di gara riguarda i servizi tecnici da espletare per la realizzazione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTA DI VITTORIO VENETO Provincia di Treviso Comando Polizia Locale e Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE ART. 1 OGGETTO

Dettagli

LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA

LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA LE ASSICURAZIONI DI ROMA MUTUA ASSICURATRICE ROMANA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO INTEGRATO PER LA PROGETTAZIONE ESECUTIVA ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA DI PALAZZO

Dettagli

SCUOLA D INFANZIA PARITARIA ENRICO POCCI

SCUOLA D INFANZIA PARITARIA ENRICO POCCI SCUOLA D INFANZIA PARITARIA ENRICO POCCI REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA REFEZIONE SCOLASTICA TITOLO I MENSA SCOLASTICA Art. 1 FINALITA La mensa scolastica è un servizio a domanda individuale di

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE REPUBBLICA ITALIANA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE Schema di Contratto per l affidamento del servizio assicurativo a favore dei volontari in servizio civile

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM ART. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto il servizio di animazione e socializzazione rivolto

Dettagli

Allegato B CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI PESARO E URBINO

Allegato B CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI PESARO E URBINO 1 Allegato B CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI PESARO E URBINO CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA MEDAGLIE PER CONCORSO FEDELTA AL LAVORO ANNO 2012. 1. OGGETTO DELLA FORNITURA L appalto

Dettagli

Allegato 1. Articolo 1 - Oggetto dell appalto

Allegato 1. Articolo 1 - Oggetto dell appalto CAPITOLATO PER L ACQUISTO MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA (COTTIMO FIDUCIARIO) DI UN AUTOCARRO DOTATO DI SPONDA IDRAULICA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DOMICILIARE DI RIFIUTI SOLIDI URBANI- Articolo 1 - Oggetto

Dettagli

PROVINCIA DI FIRENZE

PROVINCIA DI FIRENZE Repertorio n. Fasc. n. /2008 PROVINCIA DI FIRENZE Contratto di appalto per l esecuzione dei lavori di CIG: REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilatredici (2013) addí () del mese di, in Firenze, in una sala

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI LENDINARA PROVINCIA DI ROVIGO 45026 LENDINARA Piazza Risorgimento, 1 Tel 0425/605611 Fax 0425/600977 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA INDICE

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N. 181 NONCHÉ PER IL SERVIZIO DI STOCCAGGIO E CUSTODIA DEGLI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA C O M U N E D I P A D R I A (Provincia di Sassari) REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 TITOLO I MENSA SCOLASTICA Art. 1 Finalità La mensa scolastica è un servizio a domanda individuale

Dettagli

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO L Impresa con sede legale in Via n C.F. n. P. I.V.A. nella persona del legale rappresentate nato a il, in appresso per brevità denominata APPALTATORE E L Impresa

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Art.1 OGGETTO DELL APPALTO. Art.2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO TECNICO. Art.1 OGGETTO DELL APPALTO. Art.2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DELL APPALTO U.O.C. Acquisti Attrezzature e Beni Sanitari CAPITOLATO TECNICO Servizio di produzione, gestione, distribuzione dei documenti e degli stampati in uso presso l Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini

Dettagli

COMUNE DI CARRARA GESTIONE DELLO SPORTELLO CENTRO DI ASCOLTO DONNA CHIAMA DONNA

COMUNE DI CARRARA GESTIONE DELLO SPORTELLO CENTRO DI ASCOLTO DONNA CHIAMA DONNA COMUNE DI CARRARA GESTIONE DELLO SPORTELLO CENTRO DI ASCOLTO DONNA CHIAMA DONNA In attuazione degli indirizzi di programmazione degli interventi relativi alle politiche giovanili da parte dell Assessorato

Dettagli