;' ',L f,o "-co )Lnà.. (q c 4ìtt^ c-o e-^'- r*!,,-try,- A' t oo/to c 't::{f:w&, +"rà,: "eou--q- c,c.-.rw F*4Vw" name="description"> ;' ',L f,o "-co )Lnà.. (q c 4ìtt^ c-o e-^'- r*!,,-try,- A' t oo/to c 't::{f:w&, +"rà,: "eou--q- c,c.-.rw F*4Vw"> lll r*!,,-try,- A' t oo/to c 't::{f:w&, 5, *72'tho,fl;?(-A- d' ff"^;*nf)q 'e*/n">

o[ 1' Y"t-^{" f*lrc T t a 'x'4 *]"1' b/a> lll r*!,,-try,- A' t oo/to c 't::{f:w&, 5, *72'tho,fl;?(-A- d' ff"^;*nf)q 'e*/n

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "o[ 1' Y"t-^{" f*lrc T t a 'x'4 *]"1' b/a> lll r*!,,-try,- A' t oo/to c 't::{f:w&, 5, *72'tho,fl;?(-A- d' ff"^;*nf)q 'e*/n"
lll r*!,,-try,- A' t oo/to c 't::{f:w&, 5, *72'tho,fl;?(-A- d' ff"^;*nf)q 'e*/n.pdf" class="btn bg-purple-seance" href="#" target="_blank" style="margin-top: 10px; display: none;"> Download Document

Transcript

1 - lll rtfa tc 5, *72'tho,fl;?(-A- d' ff"^;*nf)q V, r-*' :,--*"' * ["-"-^--"-- ; 7' *]"1' b/a> ;' ',L f,o "-co )Lnà.. (q c 4ìtt^ c-o e-^'- r*!,,-try,- A' t oo/to c 't::{f:w&, +"rà,: "eou--q- c,c.-.rw F*4Vw T t A 'x'9 U*/W o[ 1' Y"t-^{" f*lrc T t a 'x'4 'e*/n

2 Cot* n*dq,5,, 0l*,?L, o"/" b- *Àì,'' ou'zcj; 'au4 )--,-/q ", "' ò, 1)n1 I **,).u,-,^ i k ry*4 t ilr + ù -* =- I. / /') l', Urrlo qru rn--o ; ff"r o', r*,' A /2u a{a.o)gn<,ù "uaao y,,{h: ff- frf*y È 4# hu^-,\'t 0;" r -l\um 1r*^rry* ol"-f^,\ ^ho- ww o- 4l''la- Q-'D att'''-cn' "10"- X-T-- Ld.il*r+ #**J,l,,*-Jr'h 'À '! iua'ul^'*-- ry/ ) u,jl" n,(l'x ; "'; ' 'fio- '..i oots"t**o-,.*?1fa f #: M s-pac*rn*]u tr,o,{p-t*"'''t" f'.a 4o;t.J ; h^ q- /*'- X TaXL r F" *,Jr* ; *, a cn- ^d!',,!b,t-,r-w k*jrl il"fl *tr:fw{ R ] / ol*ju'l *br"'t W{Tq "{vrt * " fu',}-,:,^1,,k '* )e,,4,, J& ' Jrf l S f lér,r*t \-/t- q +n u d-il!'aal t4r>/r--,-ùl-a- a

3

4 ln nome e per conto del RTP che nto, avente a capogruppo ETS S.p.A. Engineering-and Technical Services, si informa la Stazione Apda.ltante e codesta Commissìone di gaf dell'inte giurisdizionale, ai sensi e per gli effetti dblla normativa vigente, per i motiii che qu.i.1 per gli altri che verranno eventualmente successivamente esplicitati in rappresenta q uanto segue: r proporre ncorso seguìto si riportano e giurisdizionale e a tal fine ;,,,-eel^ r.t lz f- classificato il concorrente...-. con ln esito alle operazioni di gara della seduta pubblica odierna è ris punteggio di../ ],,9 ll raggruppamento avente a capogruppo ETS si è classificaloll1...l. con punteggio di.("#- 5l 2 Allri òoncorrenti iri pòlizione superiore in graduatorig<61...v..-r--r-.-,.6-4. "if" A seguito dell'apertura della busta C - offerta pfezzo da parte della Commissione di Gara, è sua formulazione, rlazione, è e caratterizzata da cq.[enze inze ed omissioni che certamente avrebbero dovuto comportare l'esclusion"e re dello ste^sso^dalla stesso pr nrocedrrra diche tr?ttasi. ll-eoneor+ents:.:: Éntf.Ì...1?t concor'renti va%sclusd va%iclusd dalla procedura in argomento in quanto..s, 1:, rrc(rnc\rh-er r Le...r t uorcllrrenu val esctu5(r. (]dlla procequra tn argomenlo tn quanlo*v, stessdhaqel SIess Lna oet tutto omesso, nella prop;ia offerta economica, la dichiarazione di avere quantificato l'incidenza degli oneri relatìvi alla sicurezza aziàndale a carico del concorrente per l'espletamento dei servizi a base digara. Di contro, invece-, nell'offerta prezzo forrnulata dal costituendo RTP avente a capogruppo ETS è stato dichiarato che)'"oi sensi dell'drticolo 86 commo 3 bis e dell'ort. 87 commo 4 det D.Lgs. 163/2006, l'importo offerto è comprensivo dei costi relotivi ollo sicurezza propri dello specifico oppolto, vdlutoti in 1.500,00 (M I LLECI NQUECE NTO/00) po rlg!,0,6xy,4etl'im ptòito o basè d' osto." L'onere di dichiarare in seno all'offerta economica l'ammontare degli oneri per la sicurezza da rischio specifico o aziendale discende dalcombinato disposto degli artt.86 comma 3 bis e 87 comma 4 del D.Lgs. n. L63/2O06, i quali impongono la specifica indicazione nell'offerta economica di tutti i costi relativi alla sicurezza. ln particolare, gli oneri sulla sicurezza interna sono i costi discendenti dalla esigenza, normativamente prevista in capo a ciascun ciatore di lavoro ai sensi degli arlt. 1,5, 17 e 18 del D.Lgs. n. 87/2008, di garantire la sicurezza del personale operante presso il proprio complesso aziendale. L'obbligo di escludere tutti quei concorrenti che non abbiano specificamente indicato nell'offerta economica l'ammontare degli oneri per la sicurezza aziendale discende da una costante lettura della giurisprudenza amministrativa che ha trovato conferma da parte del Consiglio di Stato, secondo il cui insegna mento "l'indicdzione in s costituisce - sia nel comparto dei lavori che in quelli dei servizi e delle forniture - un adempimento ìmposto daoli ortt.86. co. 3 bis, e 87, co.4, del d,lqs. 72 dprile 2006 n, 76i ss,mm.ii. qll'evidente scopo di consentire alld stazione ddpdltonte di ademoiere dl suo onere di verificore il rispetto di norme inderoaabili a tutela dei fondamentali interessi dei lovoratori in relazione all'entità ed alle caratteristiche del lavoro, servizio o fornìtura da affidare: - stante la naturo di obblioo leddle rivestitd doll'indicdzione, resto iffilevante lo circostdnzd che ld lex specialis di aard non abbia richiesto la medesimo indicazione, rendendosi dltrimenti scusobile una iqnordntia leqis: - poiché la medesimd indicdzione riauordq I'offertd, non può ritenersene consentita l'intearazione medidnte esercizio del potere/dovere di soccotso dd parte dello stazione dppdltante (ex drt.46, co. 7 bis, cit. d.lqs, n, 763 del 2006), pena la violozione delld p condicio trd i concorrenti" (cfr. Cons. Stato, sez. Ill, 3 luqlio 2013, n. 3565; in termini cfr. anche T.A.R. Sicilia - Palermo, sez. l, 17 gennaio 201,3, n.124). +-l\r1, --(",*-+^ È,lel-seleo-eli-ttle ind irizzo.esegeuco si è pronunciato il T.A.R. Sicilia - Palermo, sez. l, con sentenza n del 17 settembre 2013, ribadendo la imperatività della prescrizione introdotta dalcombinato disposto degli artt. 85 comma 3 bis ed 87 comma 4 del Codice, ed il conseguente obbligo per la Commissione di gara di disporre, anche in assenza di una specifica previsione in seno alla lex speciolis,la esclusione delle offerte prive della indicazione degli oneri azìendali di sicurezza non soggetti a ribasso, poiché carenti di uno degli elementi essenzialie costitutivi dell'offerta ai sensi dell'art. 46 comma 1 bis del D.Lgs. n.1,63/ \ '\

5 Ed invero, a conferma di quanto sostenuto, preme evìdenziare come, nel solco ditale indirizzo esegetico si ìnserisca la recentissima pronuncia resa dal Trìbunale Amministrativo Regionale di Palermo Sezione lll - ossia l'autorità Giurisdizionale competente a dìrimere la controversia nascente dal caso in parola nella denegata ipotesi in cui Codesta Spett.le Amministrazione dovesse pervcrire ad un rigetto dell'invito di esercitare il potere di autotutela di cui è tìtolare - in data 24 marzo 2014' n.852. ln particolare nella recentissima sentenza il predetto Organo Giudicante, con precipuo rìferimento all'ipotesì in cui venga in rilievo un appalto di servizi, ha fermamente asserito che: "EJDpl?te-pgÉ9gipSÉ oniteri di sicurezza per le interferenze, onche idetti oneri di sicurezza da rischio specifico' o azienddli ltole conseouenzo viene fatta derivore dol combinato disoosto dei citati artt.86 c.3-bis e 87 c.4 D.Las. n. 763/2006,, in consequenzd della loro imperdtività, ed in rdaione deali interessi di ordine Dubblico dd esse sottesi, in qudnto posti a presidio di diritti fondamentali dei ldvoratori. Secondo tdle impostazione, neppure la moncanza cli una specifica previsione sul punto nello lex specialis potrebbe aiustificdre l,omessd indicazione dei costi per lo sicurezzd aziendale, otteso il cardttere immediotdmente Precettivo delle norme di leoae sopra richiomate, che prescrivono di esibire distintamente tali costi' in virtù di i nosserva nza, l' escl usion e d olla proced u ra )". Sì invita Codesta Spett.le Amministrazione nell'esercizio dei poteri di autotutela ai sensi dell'artìcolo 243 bis del D.Lgs. 1,63/200O e s.m.i., ad accertare le superiori circostanze e, conseguentemente, procedere al,esclusionede lagaradequo...-..'...deiconcorrenti..,.l...t-a,,* ''.',-- /,^-.\

Consiglio di Stato n. 3565 del 03.07.2013

Consiglio di Stato n. 3565 del 03.07.2013 MASSIMA Oneri di sicurezza aziendali ex art. 87 co. 4 del d.lgs. 163/2006. stante la natura di obbligo legale rivestita dall indicazione, resta irrilevante la circostanza che la lex specialis di gara non

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it NOTA A CONSIGLIO DI STATO SEZIONE TERZA SENTENZA 9 Maggio 2014, n. 2376 A cura di DARIO CARLO ROBERTO GIUNTA

www.ildirittoamministrativo.it NOTA A CONSIGLIO DI STATO SEZIONE TERZA SENTENZA 9 Maggio 2014, n. 2376 A cura di DARIO CARLO ROBERTO GIUNTA NOTA A CONSIGLIO DI STATO SEZIONE TERZA SENTENZA 9 Maggio 2014, n. 2376 A cura di DARIO CARLO ROBERTO GIUNTA Sull esercizio del c.d. potere di soccorso in materia di gare pubbliche Inquadramento della

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N. 01323/2014 REG.PROV.COLL. N. 00453/2014 REG.RIC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA N. 01323/2014 REG.PROV.COLL. N. 00453/2014 REG.RIC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 01323/2014 REG.PROV.COLL. N. 00453/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Liguria (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA

Dettagli

Legge n. 161/2014: ennesima puntata della telenovela <>

Legge n. 161/2014: ennesima puntata della telenovela <<l avvalimento frazionato>> Legge n. 161/2014: ennesima puntata della telenovela di Arrigo Varlaro Sinisi 1 1.- Premessa La nuova puntata della telenovella su l avvalimento frazionato è costituita dalla

Dettagli

C I T T À D I E R I C E PROVINCIA DI TRAPANI

C I T T À D I E R I C E PROVINCIA DI TRAPANI C I T T À D I E R I C E PROVINCIA DI TRAPANI Settore II Ufficio Pubblica Istruzione OGGETTO: Verbale procedura di gara del 12.03.2014 per l affidamento della fornitura del servizio di mensa (preparazione,

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Autorità Nazionale Anticorruzione Presidente Parere n.69 del 14/10/2014 PREC 210/14/L Oggetto: Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. n. 163/2006

Dettagli

Cons. Stato, V, ord. 16 gennaio 2015, n. 88 Pres. Pajno, est. Caringella

Cons. Stato, V, ord. 16 gennaio 2015, n. 88 Pres. Pajno, est. Caringella Contratti pubblici e oneri per la sicurezza Cons. Stato, V, ord. 16 gennaio 2015, n. 88 Pres. Pajno, est. Caringella Deve rimettersi all Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato la soluzione della questione

Dettagli

contro nei confronti di per l'annullamento

contro nei confronti di per l'annullamento N. 00852/2014 REG.PROV.COLL. N. 01806/2013 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Terza) ha pronunciato la

Dettagli

N. 01262/2014 REG.PROV.COLL. N. 00941/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

N. 01262/2014 REG.PROV.COLL. N. 00941/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 01262/2014 REG.PROV.COLL. N. 00941/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto (Sezione Prima) ha pronunciato la presente SENTENZA

Dettagli

Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Il DPR 207/2010 prevede espressamente all art. 275 che, anche in relazione all affidamento dei servizi, la mandataria in ogni caso deve possedere i requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggioritaria.

Dettagli

OGGETTO: PROCEDURA APERTA PER L'APPALTO DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA CASSA DI ESPANSIONE SUL TORRENTE GRAVA. CIG 5539088803, GARA 5395460.

OGGETTO: PROCEDURA APERTA PER L'APPALTO DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA CASSA DI ESPANSIONE SUL TORRENTE GRAVA. CIG 5539088803, GARA 5395460. OGGETTO: PROCEDURA APERTA PER L'APPALTO DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA CASSA DI ESPANSIONE SUL TORRENTE GRAVA. CIG 5539088803, GARA 5395460. Risposta ai questi posti dalle ditte concorrenti (art. 4.1

Dettagli

Parere n. 03 del 16 gennaio 2014 PREC 166/13/S

Parere n. 03 del 16 gennaio 2014 PREC 166/13/S Parere n. 03 del 16 gennaio 2014 PREC 166/13/S OGGETTO: Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del D.Lgs. n. 163/2006 presentata dalla Cooperativa Sociale

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente Pagina 1 di 8 N. 01690/2014 REG.PROV.COLL. N. 00816/2012 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Liguria (Sezione Seconda)

Dettagli

TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA

TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA TAR TOSCANA: NON SEM PRE BASTA LA SOA di Massimo Gentile Il caso di specie Oggetto del presente approfondimento è una recentissima pronuncia del Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana (sentenza

Dettagli

T.A.R. Puglia - Lecce, Sez. 3, 07 gennaio 2015, n. 36 - Omessa dichiarazione degli oneri di sicurezza da rischio aziendale

T.A.R. Puglia - Lecce, Sez. 3, 07 gennaio 2015, n. 36 - Omessa dichiarazione degli oneri di sicurezza da rischio aziendale T.A.R. Puglia - Lecce, Sez. 3, 07 gennaio 2015, n. 36 - Omessa dichiarazione degli oneri di sicurezza da ris T.A.R. Puglia - Lecce, Sez. 3, 07 gennaio 2015, n. 36 - Omessa dichiarazione degli oneri di

Dettagli

A cura di Sonia Lazzini

A cura di Sonia Lazzini In un appalto di servizi, qualora la cauzione provvisoria non venga accompagnata dall impegno del fideiussiore, in caso di aggiudicazione, ad emettere la successiva cauzione definitiva, come richiesto

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Parere n.62 del 14/10/2014 PREC 95/14/S OGGETTO: Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex art. 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 presentata dalla Ecosprint

Dettagli

N. 00740/2014 REG.PROV.COLL. N. 00897/2013 REG.RIC.

N. 00740/2014 REG.PROV.COLL. N. 00897/2013 REG.RIC. N. 00740/2014 REG.PROV.COLL. N. 00897/2013 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (Sezione Prima) ha pronunciato la presente SENTENZA

Dettagli

BANDO DI GARA SETTORE SPECIALE

BANDO DI GARA SETTORE SPECIALE BANDO DI GARA SETTORE SPECIALE Procedura aperta ex articoli 220-238 del D. Lgs. n. 163/2006 e ss.mm.ii. per l'individuazione dell'operatore economico cui affidare il: Servizio di conduzione e manutenzione

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO CENTRALE ACQUISTI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA

COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO CENTRALE ACQUISTI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SERVIZIO CENTRALE ACQUISTI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante:comune di Firenze - Direzione Risorse Finanziarie, Servizio Centrale Acquisti,

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Parere n.45 del 30/9/2014 PREC 66/2014/L Oggetto: Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. n. 163/2006 presentata dalla Impresa Athena Restauri

Dettagli

Consiglio di Stato n. 5882 del 20.11.2012

Consiglio di Stato n. 5882 del 20.11.2012 MASSIMA: Sulla possibilità per i soggetti senza scopo di lucro di partecipare alle gare. L'assenza dello scopo di lucro non impedisce la qualificazione di un soggetto come imprenditore e non ne giustifica

Dettagli

Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Non si ritiene assolto l'obbligo di dimostrazione dei requisiti di partecipazione ex art. 48 del D. Lgs. 163/2006 qualora vengano prodotti documenti aventi ad oggetto servizi difformi da quelli dichiarati

Dettagli

Subappalto necessario e soccorso istruttorio alla luce del d.l. n.90/2014 1.

Subappalto necessario e soccorso istruttorio alla luce del d.l. n.90/2014 1. Subappalto necessario e soccorso istruttorio alla luce del d.l. n.90/2014 1. di Arrigo Varlaro Sinisi 2 Alla luce della recente novità normativa 3 in tema di soccorso istruttorio, c è da domandarsi se

Dettagli

quesito n. 01 : quesito n. 02 :

quesito n. 01 : quesito n. 02 : quesito n. 01 : - Si è chiesto alla Stazione Appaltante se sono previsti interessi di mora in caso di ritardato pagamento. Nell'eventuale ipotesi di ritardo colpevole nel pagamento del corrispettivo dovuto

Dettagli

LAZIO FSE 3 2014/2020. QUESITO N

LAZIO FSE 3 2014/2020. QUESITO N FAQ QUESITO N 1 Relativamente alla dichiarazione di cui al Modello 1.4 (Art. 38, comma 1, lettere b), c) ed m-ter) del D.Lgs. 163/2006, Art. 4 del Disciplinare - BUSTA CHIUSA N. 1 Documentazione Amministrativa,

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 33 del 27/02/2013

Decreto Dirigenziale n. 33 del 27/02/2013 Decreto Dirigenziale n. 33 del 27/02/2013 Approvazione capitolato d'oneri e disciplinare di gara per l'affidamento del servizio di assistenza organizzativa presso gli uffici giudiziari della Campania terza

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) Via S. Di Giacomo n. 5 C.A.P. 80017

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) Via S. Di Giacomo n. 5 C.A.P. 80017 COMUNE DI MELITO DI NAPOLI (Provincia di Napoli) Via S. Di Giacomo n. 5 C.A.P. 80017 IV SETTORE - SERVIZIO ATTIVITA NEGOZIALE (tel.081/2386286 fax 081.2386237) sito internet: www.comune.melito.na.it BANDO

Dettagli

SICUREZZA NEI CONTRATTI PUBBLICI Problematiche e prospettive applicative

SICUREZZA NEI CONTRATTI PUBBLICI Problematiche e prospettive applicative REGIONE SICILIANA REGIONE LAZIO REGIONE PIEMONTE Convegno Nazionale SICUREZZA NEI CONTRATTI PUBBLICI Problematiche e prospettive applicative GESTIONE DELLA SICUREZZA NEI LAVORI PUBBLICI Congruità costo

Dettagli

Le novità in materia di verifica delle offerte anomale nei pubblici appalti alla luce del recente decreto anticrisi.

Le novità in materia di verifica delle offerte anomale nei pubblici appalti alla luce del recente decreto anticrisi. Le novità in materia di verifica delle offerte anomale nei pubblici appalti alla luce del recente decreto anticrisi. di Stefano Cresta* Il delicato tema delle c.d. offerte anomale e, in particolare il

Dettagli

regolarizzazione delle domande e delle offerte che siano prive dei requisiti richiesti dalla legge o dal bando.

regolarizzazione delle domande e delle offerte che siano prive dei requisiti richiesti dalla legge o dal bando. MASSIMA L art. 46, comma 1-bis, del codice dei contratti pubblici, introdotto dall art. 4, comma 2, lettera d), del decreto legge n. 70/2011, prevede la tassatività delle cause di esclusione dalla procedura

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

FATTO. - della determina n. 851 del 3 novembre 2005 di riapertura delle operazioni di gara, originariamente aggiudicata alla ricorrente;

FATTO. - della determina n. 851 del 3 novembre 2005 di riapertura delle operazioni di gara, originariamente aggiudicata alla ricorrente; C.G.A., sez. giurisdiz., 03.10.07, n. 906 Pres. Barbagallo, Est. Trovato - Edilstyl di Licciardello Geom. Corrado (Avv. Calpona) c. Comune di Casteldaccia (n.c.) ed Impresa Costruzioni Eredi Marotta Salvatore

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE ISTRUZIONE BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE ISTRUZIONE BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE ISTRUZIONE BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Istruzione, Servizio Supporto alla Scuola, via A. Nicolodi n.2 - CAP 50131 Firenze

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 9/09 CIG. N. 0331526FE4. 1. Ente appaltante: Comune di Cagliari - Servizio Appalti - Via Roma

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 9/09 CIG. N. 0331526FE4. 1. Ente appaltante: Comune di Cagliari - Servizio Appalti - Via Roma COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 9/09 CIG. N. 0331526FE4 1. Ente appaltante: Comune di Cagliari - Servizio Appalti - Via Roma 145-09124 Cagliari. Sito internet: www.comune.cagliari.it.

Dettagli

Le novità in materia di appalti pubblici d interesse per le cooperative sociali e loro consorzi

Le novità in materia di appalti pubblici d interesse per le cooperative sociali e loro consorzi Le novità in materia di appalti pubblici d interesse per le cooperative sociali e loro consorzi Negli ultimi mesi si sono susseguiti una serie di provvedimenti normativi variamenti collegati al processo

Dettagli

contro nei confronti di per l'annullamento

contro nei confronti di per l'annullamento N. 00452/2015 REG.PROV.COLL. N. 00654/2001 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto (Sezione Prima) ha pronunciato la

Dettagli

NOTA A CONSIGLIO DI STATO ADUNANZA PLENARIA SENTENZA 20 marzo 2015, n. 3. A cura di CARLO DI CATALDO

NOTA A CONSIGLIO DI STATO ADUNANZA PLENARIA SENTENZA 20 marzo 2015, n. 3. A cura di CARLO DI CATALDO NOTA A CONSIGLIO DI STATO ADUNANZA PLENARIA SENTENZA 20 marzo 2015, n. 3 A cura di CARLO DI CATALDO Sull esclusione dell impresa che non indica i costi per la sicurezza MASSIMA Nelle procedure di affidamento

Dettagli

Consiglio di Stato n. 3484 del 08/07/2014

Consiglio di Stato n. 3484 del 08/07/2014 MASSIMA 1. Nelle gare pubbliche, la scelta del criterio più idoneo per l'aggiudicazione di un appalto (tra quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa e quello del prezzo più basso) costituisce

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente Pagina 1 di 7 N. 01041/2014 REG.PROV.COLL. N. 00844/2014 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Emilia Romagna (Sezione Prima)

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA -

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità - Servizio Programmazione progettazioni

Dettagli

D. Si chiede se per l appalto in progetto, sia previsto un sopralluogo/presa visione con rilascio attestato. R. Come riportato al punto 1.

D. Si chiede se per l appalto in progetto, sia previsto un sopralluogo/presa visione con rilascio attestato. R. Come riportato al punto 1. D. Si chiede se per l appalto in progetto, sia previsto un sopralluogo/presa visione con rilascio attestato. R. Come riportato al punto 1.11 lettera c di pagina 26 del Disciplinare di gara, l operatore

Dettagli

Consiglio di Stato n. 177 del 15.01.2013

Consiglio di Stato n. 177 del 15.01.2013 MASSIMA I motivi d appello terzo e quarto riguardano la questione sostanziale dell ammissibilità di un offerta pari a zero, riproponendosi con essi le censure di primo grado sopra sintetizzate. Al riguardo,

Dettagli

C O M U N E DI CAPPADOCIA

C O M U N E DI CAPPADOCIA Prot. n. del Raccomandata A. R. Spett.le Impresa UFFICIO UNICO CENTRALE UNICA DI COMMITTENZA Comuni di: CAPPADOCIA ORICOLA - PERETO ROCCA DI BOTTE OGGETTO : Invito alla gara Procedura Negoziata. O.P.C.M.

Dettagli

Consiglio di Stato sez. V 17/7/2014 n. 3821

Consiglio di Stato sez. V 17/7/2014 n. 3821 MASSIMA 1. La stazione appaltante è titolare di un ampia discrezionalità, nella specie esercitata in modo ragionevole, in ordine all individuazione della documentazione da produrre al fine della comprova

Dettagli

Tribunale Amministrativo Regionale Emilia Romagna Bologna sez. I, 23/10/2009 n. 1947

Tribunale Amministrativo Regionale Emilia Romagna Bologna sez. I, 23/10/2009 n. 1947 Tribunale Amministrativo Regionale Emilia Romagna Bologna sez. I, 23/10/2009 n. 1947 Raggruppamenti temporanei negli appalti di servizi- Obbligo di sottoscrizione offerta congiunta - Obbligo di specificazione

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA

COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA COMUNE DI FIRENZE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA 1) Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Risorse Finanziarie Servizio Centrale Acquisti Piazzale delle Cascine

Dettagli

CITTA' DI CASTEL DI SANGRO (c_c096) - Reg. nr.0011724/2015 del 14/09/2015

CITTA' DI CASTEL DI SANGRO (c_c096) - Reg. nr.0011724/2015 del 14/09/2015 CITTA' DI CASTEL DI SANGRO (c_c096) - Reg. nr.0011724/2015 del 14/09/2015 CITTA DI CASTEL DI SANGRO (Provincia di L Aquila) BANDO DI GARA Procedura aperta per l affidamento della concessione avente ad

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Autorità Nazionale Anticorruzione Presidente Parere n.109 del 17/12/2014 PREC 183-14-S Oggetto: Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. n. 163/2006

Dettagli

QUESITO n. 1 Quesito n. 1 Risposta Dichiarazione esclusione automatica QUESITO n. 2 Quesito n. 2 Risposta

QUESITO n. 1 Quesito n. 1 Risposta Dichiarazione esclusione automatica QUESITO n. 2 Quesito n. 2 Risposta ai quesiti pervenuti, in merito alla richiesta di chiarimento di carattere amministrativo, alla Stazione Appaltante in ordine alla Gara n. 02/2014 Lavori di realizzazione di nuove piazzole di emergenza

Dettagli

Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Istruzione, Via A. Nicolodi n.2-50131 Firenze - Tel. 055-2625626 - Fax 055-2625656 - Indirizzo

Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Istruzione, Via A. Nicolodi n.2-50131 Firenze - Tel. 055-2625626 - Fax 055-2625656 - Indirizzo COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE ISTRUZIONE BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Istruzione, Via A. Nicolodi n.2-50131 Firenze - Tel. 055-2625626 - Fax 055-2625656

Dettagli

Consiglio di Stato n. 4964 del 09.10.2013

Consiglio di Stato n. 4964 del 09.10.2013 MASSIMA Vale invece la pena di evidenziare la pronuncia di questa Sezione del 23 luglio 2010, n. 4849, sempre relativa ad appalti di servizi (manutenzione del patrimonio immobiliare), la quale ha posto

Dettagli

www.ildirittoamministrativo.it

www.ildirittoamministrativo.it N. 04642/2012REG.PROV.COLL. N. 07602/2010 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente

Dettagli

Appalti, la cauzione provvisoria non può essere inferiore al 2% Tar di Catania sentenza n. 1905 del 23 luglio 2012 commento e testo

Appalti, la cauzione provvisoria non può essere inferiore al 2% Tar di Catania sentenza n. 1905 del 23 luglio 2012 commento e testo Appalti, la cauzione provvisoria non può essere inferiore al 2% Tar di Catania sentenza n. 1905 del 23 luglio 2012 commento e testo Giurdanella.it La cauzione provvisoria costituisce parte integrante della

Dettagli

Consiglio di Stato, sezione V, sentenza 27 novembre 2015, n. 5381. concorso pubblico-requisiti di ammissione-specializzazione post universitaria

Consiglio di Stato, sezione V, sentenza 27 novembre 2015, n. 5381. concorso pubblico-requisiti di ammissione-specializzazione post universitaria Consiglio di Stato, sezione V, sentenza 27 novembre 2015, n. 5381. concorso pubblico-requisiti di ammissione-specializzazione post universitaria Il comune di Roma, in data 23 febbraio 2010, bandiva un

Dettagli

DECRETO N. 05 DEL 14.02.2014 IL SINDACO

DECRETO N. 05 DEL 14.02.2014 IL SINDACO LAVORI RIQUALIFICAZIONE, MESSA IN SICUREZZA, RISTRUTTURAZIONE E MANUTENZIONE STRAORDINARIA EDIFICIO SCUOLA MATERNA E SCUOLA ELEMENTARE DETERMINAZIONE A CONTRARRE - INDIZIONE GARA MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA Busta A) ALLEGATO 1 P.ZZA IV NOVEMBRE 4 AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE VOLONTARIA E COATTIVA DELL ICI-IMU, TARSU, ICP E DPA, COSAP, SANZIONI AMMINISTRATIVE E VERBALI

Dettagli

Le fasi operative nell'esperimento di gare di appalto di lavori, servizi e forniture secondo il Codice dei contratti pubblici

Le fasi operative nell'esperimento di gare di appalto di lavori, servizi e forniture secondo il Codice dei contratti pubblici Appalti pubblici Le fasi operative nell'esperimento di gare di appalto di lavori, servizi e forniture secondo il Codice dei contratti pubblici Questo contributo ha la finalità di illustrare, in modo sistematico

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente CONSIGLIO DI STATO SEZIONE IV, 19 novembre 2015 n. 5280 Appalto di servizi-cauzione provvisoria Decisum: sulla riforma della sentenza TAR Lazio Roma n. 10167/2015 concernente affidamento del servizio di

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 01217/2011 REG.PROV.COLL. N. 02064/2010 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia (Sezione Prima) ha pronunciato

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CRITERI DI SCELTA DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AL TERZO SETTORE E AGLI ALTRI SOGGETTI PRIVATI

REGOLAMENTO SUI CRITERI DI SCELTA DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AL TERZO SETTORE E AGLI ALTRI SOGGETTI PRIVATI REGOLAMENTO SUI CRITERI DI SCELTA DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AL TERZO SETTORE E AGLI ALTRI SOGGETTI PRIVATI Art. 1 (Principi generali) Il presente Regolamento disciplina l affidamento dei

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

1. CARENZE NON SANABILI COSTITUENTI CAUSA DI ESCLUSIONE SENZA SANZIONE:

1. CARENZE NON SANABILI COSTITUENTI CAUSA DI ESCLUSIONE SENZA SANZIONE: Regolarizzazione ed integrazione documentale ai sensi degli artt. 38, comma 2 bis e 46, comma 1 ter del D.Lgs 163/2006 e smi. (rivista alla luce della determinazione ANAC n. 1/2015 e del Comunicato del

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Deliberazione n. 57 del 15 luglio 2015 Fasc. 3789/2014 Autorità Nazionale Anticorruzione Oggetto: Lavori di ristrutturazione del complesso storico Leon Battista Alberti con destinazione a locali per l

Dettagli

N. 02080/2012 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia.

N. 02080/2012 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. In linea generale va osservato che non è in contestazione la necessità - evidenziata dalla copiosa giurisprudenza citata dalla ricorrente - che l'offerta esponga sia i costi per la sicurezza da interferenze,

Dettagli

QUESITO n. 1 Quesito n. 1 Risposta Dichiarazione esclusione automatica QUESITO n. 2 Quesito n. 2 Risposta

QUESITO n. 1 Quesito n. 1 Risposta Dichiarazione esclusione automatica QUESITO n. 2 Quesito n. 2 Risposta ai quesiti pervenuti, in merito alla richiesta di chiarimento di carattere amministrativo, alla Stazione Appaltante in ordine alla Gara n. 03/2014 Lavori di realizzazione di nuove piazzole di emergenza

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata L IRREGOLARITÀ CONTRIBUTIVA NELLA GARA D APPALTO: GRAVITÀ E DEFINITIVO ACCERTAMENTO Dott.ssa Arianna de Benedetti Specializzanda presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell Università

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata RUOLO DEL R.U.P. NELLA VERIFICA DI CONGRUITÀ DELL OFFERTA ANOMALA. Nota a sentenza Consiglio di Stato, n. 36, del 29 novembre 2012. Dott.ssa Anna Casillo Specializzanda presso la Scuola di Specializzazione

Dettagli

OSSERVATORIO SULLA GIURISPRUDENZA AMMINISTRATIVA Al 30 GIUGNO 2015. A cura di TIZIANA MASTROJENI

OSSERVATORIO SULLA GIURISPRUDENZA AMMINISTRATIVA Al 30 GIUGNO 2015. A cura di TIZIANA MASTROJENI OSSERVATORIO SULLA GIURISPRUDENZA AMMINISTRATIVA Al 30 GIUGNO 2015 A cura di TIZIANA MASTROJENI Consiglio di Stato, sezione Quarta, ordinanza 3 giugno 2015, n. 2707 Il concorrente di una gara d appalto

Dettagli

Il Direttore di Sezione

Il Direttore di Sezione Tar Veneto, sentenza n. 3663 del 13 ottobre 2005 - sulla inapplicabilità dell art. 10 bis della Legge 15/2005 alle procedure di gara e sull esclusione dalla gara disposta per dichiarazioni non conformi

Dettagli

Tribunale Amministrativo Regionale Sardegna sez. I 29/9/2008 n. 1796

Tribunale Amministrativo Regionale Sardegna sez. I 29/9/2008 n. 1796 Tribunale Amministrativo Regionale Sardegna sez. I 29/9/2008 n. 1796 GARA D'APPALTO - REGOLARIZZAZIONE DOCUMENTALE - LIMITI - NON PUO' TRADURSI IN INTEGRAZIONE POSTUMA DOCUMENTI MANCANTI Nell ambito delle

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE NUOVE INFRASTRUTTURE E MOBILITA - BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante: Comune di Firenze - Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità - via Mannelli n.119/i CAP

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente 1 di 7 13/12/2012 8.47 N. 06117/2012REG.PROV.COLL. N. 09587/2011 REG.RIC. ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione

Dettagli

FORNITURA A PIE D OPERA APPARECCHIATURE TECNICHE NUOVA CABINA ELETTRICA CENTRO SERVIZI DI PALMANOVA

FORNITURA A PIE D OPERA APPARECCHIATURE TECNICHE NUOVA CABINA ELETTRICA CENTRO SERVIZI DI PALMANOVA C.U.P.: I61B07000340005 C.I.G.: 0438423619 Via V. Locchi, 19-34123 Trieste SCHEDE FORNITURA A PIE D OPERA APPARECCHIATURE TECNICHE NUOVA CABINA Scheda 1 - Soggetto concorrente ; Scheda 1 bis - Associazioni

Dettagli

CODICE IDENTIFICATIVO DI GARA 5564438F7C CODICE UNICO DI PROGETTO G46E11000690001 RISPOSTA A RICHIESTA DI INFORMAZIONI COMPLEMENTARI N.

CODICE IDENTIFICATIVO DI GARA 5564438F7C CODICE UNICO DI PROGETTO G46E11000690001 RISPOSTA A RICHIESTA DI INFORMAZIONI COMPLEMENTARI N. Appalto integrato complesso per l affidamento dell incarico di progettazione definitiva, esecutiva ed esecuzione dei lavori di adeguamento delle strutture edilizie e degli impianti tecnologici per l ottenimento

Dettagli

All attenzione di: arch. Loredana Balzaretti

All attenzione di: arch. Loredana Balzaretti SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) CONCESSIONE DI LAVORI PUBBLICI DENOMINAZIONE INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Comune di Ceriano Laghetto Indirizzo postale: Via Roma,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA. contro

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA. contro Torna alla pagina precedente HOME N. 05297/2014REG.PROV.COLL. N. 01344/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 32/08 CIG. N. 0189208B5E MANTENIMENTO E ADOZIONE DEI CANI DEL COMUNE DI

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 32/08 CIG. N. 0189208B5E MANTENIMENTO E ADOZIONE DEI CANI DEL COMUNE DI COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 32/08 CIG. N. 0189208B5E 1. Ente appaltante: Comune di Cagliari - Servizio Appalti - Via Roma 145-09124 Cagliari. Sito internet: www.comune.cagliari.it.

Dettagli

Frequently Asked Questions (FAQ) (Aggiornato al 28/09/2012)

Frequently Asked Questions (FAQ) (Aggiornato al 28/09/2012) Frequently Asked Questions (FAQ) (Aggiornato al 28/09/2012) Domanda: In relazione agli avvisi di rettifica e proroga dei termini pubblicati sul sito della regione Sardegna, la società ha già inviato entrambi

Dettagli

DIREZIONE GENERALE. Unità Organizzativa a Progetto per la gestione delle attività negoziali nell ambito del PON e dei Progetti Regionali

DIREZIONE GENERALE. Unità Organizzativa a Progetto per la gestione delle attività negoziali nell ambito del PON e dei Progetti Regionali P.O.N. Ricerca & Competitività 2007-2013 per le Regioni della Convergenza. PONa3_00053 finanziamento a valere sull Asse I - Sostegno ai mutamenti strutturali. Obiettivo operativo 4.1.1.4 Potenziamento

Dettagli

S.O.C. Provveditorato Direttore S.O.C./RUP: Dott.ssa Lucia Carrea Riscontro: lo chassis principale blade center h è: type: 7989-bch s/n: 65-04f4a

S.O.C. Provveditorato Direttore S.O.C./RUP: Dott.ssa Lucia Carrea Riscontro: lo chassis principale blade center h è: type: 7989-bch s/n: 65-04f4a S.O.C. Provveditorato Direttore S.O.C./RUP: Dott.ssa Lucia Carrea Casale Monferrato Viale Giolitti, 2 Alle ditte partecipanti All appalto oggettivato Loro sedi Oggetto: Riscontro 5. Quesiti gara Anac 5483449

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture

SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture Comune di Oristano SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI Opere Pubbliche e Infrastrutture Prot. n del Cat. cl. fasc. Risposta a nota n del All Impresa APPALTO PUBBLICO DI LAVORI DI IMPORTO INFERIORE ALLA

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN UNICO LOTTO, DEI SERVIZI DI PULIZIA DI ALCUNI IMMOBILI DELLA S.I.TO S.p.A - CIG N.

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN UNICO LOTTO, DEI SERVIZI DI PULIZIA DI ALCUNI IMMOBILI DELLA S.I.TO S.p.A - CIG N. PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN UNICO LOTTO, DEI SERVIZI DI PULIZIA DI ALCUNI IMMOBILI DELLA S.I.TO S.p.A - CIG N. 6385255F1A Quesito n. 1) ricevuto in data 15.09.2015 - Protocollato con n. 3227

Dettagli

E D i S U E N T E P E R I L D I R I T T O A L L O S T U D I O U N I V E R S I T A R I O P A V I A

E D i S U E N T E P E R I L D I R I T T O A L L O S T U D I O U N I V E R S I T A R I O P A V I A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DI ESECUZIONE LAVORI OPERE DI TINTEGGIATURA DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI IMMOBILI IN USO ALL EDISU DI PAVIA. ANNO 2015 CODICE CIG 6139504EF6 Quesito nr.1

Dettagli

D O M A N D E. 1. Le dichiarazioni rilasciate da n 2 istituti bancari servono anche per le associazioni culturali o solo per le imprese?

D O M A N D E. 1. Le dichiarazioni rilasciate da n 2 istituti bancari servono anche per le associazioni culturali o solo per le imprese? D O M A N D E 1. Le dichiarazioni rilasciate da n 2 istituti bancari servono anche per le associazioni culturali o solo per le imprese? 2. L età del personale viene calcolato per il maggiore o la media?

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA IGEA SPA BANDO DI GARA - ALLEGATO B.2 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (Resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 445/2000) APPALTO RELATIVO ALLA FORNITURA E POSA IN OPERA DI MEMBRANA IN POLIOLEFINE, SCOSSALINA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA N. 03677/2012REG.PROV.COLL. N. 00583/2011 REG.RIC. ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) SENTENZA sul

Dettagli

IL DISCIPLINARE DI GARA

IL DISCIPLINARE DI GARA F.A.Q. GARA COMUNITARIA PER LA FORNITURA E LA DISTRIBUZIONE, NELL AMBITO DEL PROGRAMMA FRUTTA NELLE SCUOLE, DI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI AGLI ALLIEVI DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DI PRIMO GRADO ITALIANI. A.S.

Dettagli

Spett.le Acqualatina S.p.A. Viale Pier Luigi Nervi s.n.c. Centro Commerciale Latinafiori Torre 10 Mimose, V piano scala B 04100 Latina

Spett.le Acqualatina S.p.A. Viale Pier Luigi Nervi s.n.c. Centro Commerciale Latinafiori Torre 10 Mimose, V piano scala B 04100 Latina Spett.le Acqualatina S.p.A. Viale Pier Luigi Nervi s.n.c. Centro Commerciale Latinafiori Torre 10 Mimose, V piano scala B 04100 Latina Dichiarazioni sostitutive ai sensi degli artt. 19, 19 bis, 38, 46,

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE MIGNANO MARZANO Corso Umberto 1, 208 81049 MIGNANO MONTELUNGO (CE) Tel. e Fax: 0823/904424 C.F.: 95005860614 e-mail: ceic8ax00c@istruzione.it PEC: ceic8ax00c@pec.istruzione.it

Dettagli

UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA

UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA UFFICIO SEGRETERIA GENERALE E AFFARI ISTITUZIONALI BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA Ente appaltante:comune di Firenze Ufficio Segreteria Generale e Affari Istituzionali Servizio Contratti e Appalti Piazza

Dettagli

N. 00849/2011 REG.PROV.COLL. N. 01006/2010 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

N. 00849/2011 REG.PROV.COLL. N. 01006/2010 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 00849/2011 REG.PROV.COLL. N. 01006/2010 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia sezione staccata di Catania (Sezione Terza) ha pronunciato

Dettagli

sottoscritto nato in qualità di titolare / legale rappresentante della Ditta con sede in via C.F.: P.lva N tel. n Fax CHIEDE

sottoscritto nato in qualità di titolare / legale rappresentante della Ditta con sede in via C.F.: P.lva N tel. n Fax CHIEDE AL COMUNE DI MAGIONE AREA SOCIO EDUCATIVA Piazza Frà Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 - MAGIONE (PG) DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA AD EVIDENZA PUBBLICA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO

Dettagli

BANDO DI GARA D APPALTO PER FORNITURE SEZIONE I - AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E

BANDO DI GARA D APPALTO PER FORNITURE SEZIONE I - AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E BANDO DI GARA D APPALTO PER FORNITURE SEZIONE I - AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: ASL di Cagliari S.C. Patrimonio e Servizi Tecnici; Via Piero Della Francesca

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Autorità Nazionale Anticorruzione Presidente Parere n.78 del 28/10/2014 PREC 228/14/L Oggetto: Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d.lgs. n. 163/2006

Dettagli

SERUSO S.p.A. DISCIPLINARE DISCIPLINARE

SERUSO S.p.A. DISCIPLINARE DISCIPLINARE I PROCEDURA APERTA PER LAVORI DI DA 480 kw CON CARATTERISTICHE INNOVATIVE Stabilimento di Via Piave, 89 Verderio Inferiore (LC) CIG 5057142598 PREMESSA La scrivente Seruso SpA, in ottemperanza alla delibera

Dettagli

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari

COMUNE DI SELARGIUS Provincia di Cagliari Prot. Del Spett.le Ditta OGGETTO: Invito a procedura negoziata per l affidamento del servizio di pulizia dei locali comunali. - Codice CIG: 60666749C0. Il Comune di Selargius deve procedere all affidamento

Dettagli

Bandi di gara e tassatività della cause di esclusione : la giurisprudenza più recente

Bandi di gara e tassatività della cause di esclusione : la giurisprudenza più recente Bandi di gara e tassatività della cause di esclusione : la giurisprudenza più recente Matera, 24 settembre 2013 Lorenza Ponzone* *Il presente intervento è svolto a titolo personale e non impegna l Autorità

Dettagli

COMUNE DI LATERINA Provincia di Arezzo

COMUNE DI LATERINA Provincia di Arezzo COMUNE DI LATERINA Provincia di Arezzo PROCEDURA NEGOZIATA EX ART. 267, COMMA 8, DPR 207/2010 PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI PROGETTAZIONE PRELIMINARE E DEFINITIVA PER LA RISISTEMAZIONE DEL PONTE CATOLFI

Dettagli