Revue de Presse. Energy Efficiency Campus Accord Schneider Electric Services Environnementaux

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Revue de Presse. Energy Efficiency Campus Accord Schneider Electric Services Environnementaux"

Transcript

1 Revue de Presse Energy Efficiency Campus Accord Schneider Electric Services Environnementaux 1

2 Sommaire Energy Efficiency Campus... p.3 Accord Schneider Electric... p.5 Nouvelle classification des déchets... p.23 2

3 Energy Efficiency Campus 3

4 05/2015 Il Sole 24 ore (quotidien international - page nationale) EDF Fenice ouvre le campus aux managers et aux entreprises 4

5 Accord Schneider Electric 5

6 6

7 7

8 05/2015 Rromyshlenny ezhenedel`nik quotidien international - page nationale) Schneider Electric et EDF Fenice Rus améliorent l efficacité énergétique du "JELEKTROSHHIT" de Samara 8

9 05/2015 Rromyshlenny ezhenedel`nik quotidien international - page nationale) Schneider Electric et EDF Fenice Rus améliorent l efficacité énergétique du "JELEKTROSHHIT" de Samara 9

10 05/2015 Kommersant.ru Samara "Elektroshchit" investit plus de 55 millions de roubles pour l amélioration de la consommation d énergie 10

11 05/2015 Industri.ru Schneider Electric et EDF Fenice Rus augmentent l efficacité énergétique des "electroboards" de Samara 11

12 Date 05/2015 Mirprom.ru Schneider Electric et EDF Fenice Rus augmentent l efficacité énergétique des "electroboards" de Samara 12

13 Date 05/2015 Mirprom.ru 13

14 05/2015 Avtprom Schneider Electric et EDF Fenice Rus augmentent l efficacité énergétique des "electroboards" de Samara 14

15 05/2015 Isup.ru Schneider Electric et EDF Fenice Rus augmentent l efficacité énergétique des "electroboards" de Samara 15

16 05/2015 Mashportal.ru Schneider Electric et EDF Fenice Rus augmentent l efficacité énergétique des "electroboards" de Samara 16

17 05/2015 PRtime.ru Schneider Electric et EDF Fenice Rus augmentent l efficacité énergétique des "electroboards" de Samara 17

18 05/2015 Proektant.ru Schneider Electric et EDF Fenice Rus augmentent l efficacité énergétique des "electroboards" de Samara 18

19 05/2015 Energyexpert.ru Schneider Electric augmenterá les investissement pour le développement du "GK" Elektroshchit "- TM Samara" acquis 19

20 05/2015 Elektrovesti.ru Schneider Electric et EDF Fenice Rus augmentent l efficacité énergétique des "electroboards" de Samara 20

21 05/2015 kp.ru Schneider Electric et EDF Fenice Rus augmentent l efficacité énergétique des "electroboards" de Samara 21

22 05/2015 Elec.ru EDF Fenice Rus et Schneider Electric mettent en œuvre un projet pour améliorer l'efficacité énergétique des "electroboards" de Samara 22

23 Nouvelle classification des déchets 23

24 06/2015 Bollettino legislazione tecnica Classification des déchets: une révision juridique et technique des nouvelles obligations requis par le Règlement UE 24

25 06/2015 Bollettino legislazione tecnica 25

26 06/2015 Bollettino legislazione tecnica 26

27 06/2015 Bollettino legislazione tecnica 27

28 06/2015 Bollettino legislazione tecnica 28

29 06/2015 Bollettino legislazione tecnica 29

30 06/2015 Bollettino legislazione tecnica 30

31 06/2015 Bollettino legislazione tecnica 31

32 04/2015 Il Sole 24 ore (quotidien international - page nationale) Le pollueur paye, mais l'histoire ne pèse pas Chi inquina paga, ma la storia non pesa SOLE 24 ORE Jacopo Giliberto 21 aprile 2015 IN QUESTO ARTICOLO Argomenti: Trieste Roberto Urgese Franco Pastorelli Emilia Grassi Montedison Eni Livorno Consiglio di Stato Lucchini My24 Una decisione del tribunale civile di Livorno potrebbe produrre un cambiamento di scenario nei contenziosi sul risarcimento dei danni ambientali da inquinamento. I giudici livornesi dicono che il gruppo siderurgico Lucchini non deve dare il risarcimento di 588 milioni chiesto dal ministero dell Ambiente per l inquinamento prodotto dalle acciaierie di Piombino e dalla Ferriera di Servola a Trieste perché non si sa quanta parte dell inquinamento sia dovuto a chi possedeva gli impianti prima di Lucchini. Chi inquina paga, e Lucchini deve pagare per quanto ha inquinato, non per quanto hanno inquinato le due ferriere nella loro lunghissima storia industriale. Se l ordinanza livornese fosse presa a modello e con ogni probabilità lo sarà lo stesso tema potrebbe riproporsi per l acciaieria Ilva di Taranto, per il polo petrolchimico veneziano di Marghera e per decine di altri contenziosi di danno ambientale che riguardano impianti con una lunga storia d industria. Il caso più classico è dato dei processi per i poli chimici che l Eni ha ereditato dalla Montedison. Potrebbero esserci effetti anche sul dibattito in corso sul contrastato disegno di legge Ecoreati, all esame del Parlamento. 32

33 04/2015 Il Sole 24 ore (quotidien international - page nationale) Le norme europee sul danno ambientale danno una graduatoria. La prima cosa da fare è evitare che sia generato un danno (per questo esistono strumenti come la procedura di Via, Valutazione di impatto ambientale); se il danno non è evitabile, l ambiente va ripristinato; se non è ripristinabile (per esempio, non si può riportare allo stato di natura il luogo che viene occupato dalla posa di piloni di un autostrada), il danno va mitigato e compensato con opere ambientali alternative; infine se nemmeno ciò è possibile si passa alla monetizzazione economica del danno. L ordinanza livornese non significa che comunque chi possiede un'area inquinata in precedenza da altri può omettere interventi. Deve comunque evitare che il suo stabilimento, anche se oggi condotto benissimo, possa produrre danni alla salute delle persone estranee e dei dipendenti: il risanamento è d obbligo. Che cosa scrivono nell ordinanza i giudici Roberto Urgese (presidente), Emilia Grassi e Franco Pastorelli? Nella causa civile aperta dal ministero e dell Autorità portuale di Trieste contro il commissario straordinario della Lucchini affermano che la richiesta è fuori tempo massimo ma anche «essa è comunque inammissibile sia per difetto di legittimazione passiva della Lucchini, essendo i fatti dannosi rappresentati nel ricorso riferibili a soggetti diversi da Lucchini», inoltre «può essere proposta solo in caso di omessa esecuzione di misure di riparazione». Per i giudici la domanda di risarcimento è comunque infondata perché non c'è «la responsabilità di Lucchini sotto i profili oggettivo (rapporto di causalità) e soggettivo (dolo o colpa)». Traduzione dal giudicese: l inquinamento accertato nei due opifici è quello attuale, e non si sa quanto fossero inquinati i due stabilimenti quando la società li ha rilevati; per gli inquinamenti precedenti la responsabilità è delle società che c'erano prima. Di questo parere anche il Consiglio di Stato il quale in una plenaria aveva stabilito che il proprietario incolpevole non responsabile dell'inquinamento storico (in assenza di qualsiasi prova della sua responsabilità) «non ha l obbligo ma solo la facoltà di procedere alle attività di messa in sicurezza e di bonifica (art. 245) scrivono i giudici livornesi gravando il relativo onere solo sul responsabile dell'inquinamento ove individuato». Inoltre la legislazione vieta che il danno ambientale sia risarcito per equivalente monetario. Questo tema esaminato a Torino in un dibattito promosso dal gruppo Fenice EdF è al centro della nuova direttiva europea Ied sulle emissioni industriali, che impone di fare una relazione preliminare, una fotografia dello stato dell'inquinamento di uno stabilimento, in modo che si possano vedere le variazioni degli impatti ambientali nel tempo e quindi attribuire alle diverse gestioni i differenti effetti. RIPRODUZIONE RISERVATA 33

LA BONIFICA DEI SITI CONTAMINATI. (Titolo V - Parte IV)

LA BONIFICA DEI SITI CONTAMINATI. (Titolo V - Parte IV) LA BONIFICA DEI SITI CONTAMINATI (Titolo V - Parte IV) 2 3 Confronto fra alcune normative internazionali in materia di bonifica dei siti contaminati 4 Come cambia la determinazione dell accettabilità della

Dettagli

angelo buonfrate LTC Avvocati & Dottori Commercialisti

angelo buonfrate LTC Avvocati & Dottori Commercialisti RAPPORTO TRA IL PROCEDIMENTO DI BONIFICA E IL PROCEDIMENTO PER IL RISARCIMENTO DEL DANNO AMBIENTALE LTC Avvocati & Dottori Commercialisti principi di protezione ambientale CHI INQUINA PAGA normativa comunitaria

Dettagli

Incontri di animazione Alcotra 2014-2020. Torino 23-07-2015 SYNERGIE CTE

Incontri di animazione Alcotra 2014-2020. Torino 23-07-2015 SYNERGIE CTE Incontri di animazione Alcotra 2014-2020 Torino 23-07-2015 SYNERGIE CTE 1 Agenda Synergie CTE: introduzione e presentazione del contesto Inserimento di un progetto: elementi principali Assistenza 2 Introduzione

Dettagli

Ministero dell ambiente e della tutela del territorio e del mare Ministero dello sviluppo economico

Ministero dell ambiente e della tutela del territorio e del mare Ministero dello sviluppo economico Ministero dell ambiente e della tutela del territorio e del mare Ministero dello sviluppo economico Comitato nazionale di gestione e attuazione della direttiva 2003/87/CE Deliberazione n. 1/2009 ESECUZIONE

Dettagli

Bonifica dei siti inquinati. Prof. Alessandra Ghi 28/11/2014

Bonifica dei siti inquinati. Prof. Alessandra Ghi 28/11/2014 Bonifica dei siti inquinati Prof. Alessandra Ghi 28/11/2014 Premessa Indice del seminario La disciplina sulla bonifica dei siti inquinati: il Testo Unico Ambientale (D.Lgs.n.152/2006) La riparazione del

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2H2. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2H2. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2H2 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

Il contributo delle tecnologie

Il contributo delle tecnologie Fausto De Santis Direttore generale della Direzione generale di Statistica del Ministero della giustizia. Presidente della Commission européenne pour l efficacité de la justice del Consiglio d Europa ---------------------------------

Dettagli

La relazione di riferimento e la normativa sulle bonifiche

La relazione di riferimento e la normativa sulle bonifiche Convegno su Il nuovo diritto dell ambiente: le recenti riforme su danno ambientale, bonifiche e IED. Aspetti legali, tecnici e assicurativi La relazione di riferimento e la normativa sulle bonifiche Donatella

Dettagli

Cassazione Penale, 28 luglio 2011, n. 30071 - Smaltimento di materiali tossici e mancanza di formazione professionale

Cassazione Penale, 28 luglio 2011, n. 30071 - Smaltimento di materiali tossici e mancanza di formazione professionale Cassazione Penale, 28 luglio 2011, n. 30071 - Smaltimento di materiali tossici e mancanza di formazione p Cassazione Penale, 28 luglio 2011, n. 30071 - Smaltimento di materiali tossici e mancanza di formazione

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA

ACCORDO DI PROGRAMMA ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO INTEGRATO DI MESSA IN SICUREZZA, RICONVERSIONE INDUSTRIALE E SVILUPPO ECONOMICO PRODUTTIVO NELL AREA DELLA FERRIERA DI SERVOLA (articolo 252-bis del Decreto

Dettagli

Tribunale di Milano. Sezione V Civile. Sentenza 19 febbraio 2009, n. 2334

Tribunale di Milano. Sezione V Civile. Sentenza 19 febbraio 2009, n. 2334 Tribunale di Milano Sezione V Civile Sentenza 19 febbraio 2009, n. 2334 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE V CIVILE In persona del Giudice Istruttore, in funzione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Emilia Romagna

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Emilia Romagna T.A.R. Emilia Romagna, Parma, sez. I, 08.01.08, n. 1 Pres. Papiano, Est. Giovannini - Buscarini (Avv.ti Franchi, Manfredi e Monegatti Ziliotti) c. Comune di Gossolengo (Avv. Ferrari) Rifiuti Altre sentenze

Dettagli

energy efficiency campus Eff icienza energetica: una nuova sf ida culturale

energy efficiency campus Eff icienza energetica: una nuova sf ida culturale energy efficiency campus Eff icienza energetica: una nuova sf ida culturale L Energy Eff iciency Campus: una nuova sf ida culturale I nuovi scenari economici, industriali, sociali e ambientali che il mondo

Dettagli

Il Progetto di cooperazione transfrontaliera Bois-Lab

Il Progetto di cooperazione transfrontaliera Bois-Lab Il Progetto di cooperazione transfrontaliera Bois-Lab Alberto Pierbattisti - Servizio Sviluppo Montano, rurale e valorizzazione delle produzioni tipiche Restructura 2010 26/11/2010 Secondo l Inventario

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO ORDINANZA EX ART 702 BIS C.P.C. a scioglimento della riserva che precede, nella causa RG: 6977/09 promossa da TIZIO, residente a

TRIBUNALE DI TREVISO ORDINANZA EX ART 702 BIS C.P.C. a scioglimento della riserva che precede, nella causa RG: 6977/09 promossa da TIZIO, residente a TRIBUNALE DI TREVISO ORDINANZA EX ART 702 BIS C.P.C. a scioglimento della riserva che precede, nella causa RG: 6977/09 promossa da TIZIO, residente a Treviso, xxxxx, rappresentato e difeso dall Avv. xxxxxx,

Dettagli

Pubblicità sanitaria al pubblico

Pubblicità sanitaria al pubblico Pubblicità sanitaria al pubblico Come evolve la disciplina alla luce dei nuovi strumenti di comunicazione digitale Alessandra Canali Tavolo Interassociativo Dispositivi Medici 27 settembre 2012 In questo

Dettagli

.S.A. SRL. www.sogesasrl.biz. Società Gestione Servizi Ambientali. Via Campania, 33 74100 Taranto 099.7303538

.S.A. SRL. www.sogesasrl.biz. Società Gestione Servizi Ambientali. Via Campania, 33 74100 Taranto 099.7303538 SR.G.GE.S.A..S.A. SRL Società Gestione Servizi Ambientali www.sogesa.biz Via Campania, 33 74100 Taranto 099.7303538 Il contenuto di questo documento è di proprietà della So.. La riproduzione, la comunicazione

Dettagli

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA AL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO AL MINISTRO DELL'AMBIENTE AL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA PREMESSO CHE: La Vinyls Italia Spa deriva dalla Ineos Vinyls Italia spa, ex

Dettagli

HOME CHI SIAMO ATTIVITA' MISSIONE BANDI SEMIDE RASSEGNA STAMPA MAPPA

HOME CHI SIAMO ATTIVITA' MISSIONE BANDI SEMIDE RASSEGNA STAMPA MAPPA HOME CHI SIAMO ATTIVITA' MISSIONE BANDI SEMIDE RASSEGNA STAMPA MAPPA Home page» Selezione Profili Professionali - Roma Avviso del 9 aprile 2015 Sogesid S.p.A., società interamente partecipata dal Ministero

Dettagli

Quali sono gli effetti concreti della decisione della Corte di Giustizia Europea?

Quali sono gli effetti concreti della decisione della Corte di Giustizia Europea? La corte di Giustizia Europea dichiara che la legislazione italiana in materia di contratti a termine per il personale della scuola OSTA con la normativa comunitaria La Corte di Giustizia Europea dichiara

Dettagli

Clementoni S.p.A. - Zona Ind.le Fontenoce - 62019 Recanati (MC) - Italia OGGETTO DELLA DICHIARAZIONE:

Clementoni S.p.A. - Zona Ind.le Fontenoce - 62019 Recanati (MC) - Italia OGGETTO DELLA DICHIARAZIONE: 13695 52045 55003 69375 67107 66576 60089 94105 CLEMPAD 4.4 13696 52046 55004 69376 67108 66577 60090 CLEMPAD 4.4 PLUS 13697 52047 55005 69377 67109 CLEMPAD 4.4 XL 13693 52043 69373 67105 66574 63153 MY

Dettagli

EQUIPMENTS DE PULVERISATION D EAU ETUDE DE DIMENSIONNEMENT/IMPIANTO AD ACQUA NEBULIZZATA RELAZIONE DI CALCOLO

EQUIPMENTS DE PULVERISATION D EAU ETUDE DE DIMENSIONNEMENT/IMPIANTO AD ACQUA NEBULIZZATA RELAZIONE DI CALCOLO 1 INDICE 1 INDICE... 2 2 RESUME/RIASSUNTO... 3 3 DOCUMENTAZIONE APPLICABILE... 4 3.1 Norme funzionali... 4 3.2 Altri documenti di riferimento... 4 4 DIMENSIONAMENTO DELL IMPIANTO... 5 4.1 Generalità...

Dettagli

Focus Porti, Aeroporti ed Interporti (Alfredo Leonardi, Anna Cacciuni - ISPRA)

Focus Porti, Aeroporti ed Interporti (Alfredo Leonardi, Anna Cacciuni - ISPRA) Focus Porti, Aeroporti ed Interporti (Alfredo Leonardi, Anna Cacciuni - ISPRA) L integrazione modale fra le diverse infrastrutture di trasporto si rende necessaria per costruire una rete logistica che

Dettagli

Curriculum Arch. Anna Di Bene

Curriculum Arch. Anna Di Bene Diploma di Laurea in Architettura Università degli Studi di Roma Anno Accademico 1977 Abilitazione all esercizio della libera professione 1978 Diploma di specializzazione della Scuola Superiore della Pubblica

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TERZA SEZIONE CIVILE SENTENZA. domiciliato in ROMA, VIALE MAZZINI 11 PAL H-3, presso

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TERZA SEZIONE CIVILE SENTENZA. domiciliato in ROMA, VIALE MAZZINI 11 PAL H-3, presso -6901/2015 1 ORIGINALE i REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE TERZA SEZIONE CIVILE Oggetto Danno anibientale - Prescrizione R.G.N. 18598/2011 Composta dagli Ill.mi

Dettagli

CONVEGNO Veicoli elettrici: normativa e progetti industriali 21 novembre 2011, Milano, Palazzo delle Stelline

CONVEGNO Veicoli elettrici: normativa e progetti industriali 21 novembre 2011, Milano, Palazzo delle Stelline CONVEGNO Veicoli elettrici: normativa e progetti industriali 21 novembre 2011, Milano, Palazzo delle Stelline CIVES - Commissione Italiana Veicoli Elettrici a Batteria, Ibridi e a Celle a combustibile

Dettagli

del Comune di Folignano al risarcimento del danno arrecato dall atto impugnato.

del Comune di Folignano al risarcimento del danno arrecato dall atto impugnato. La responsabilità patrimoniale della pubblica Amministrazione conseguente all adozione di provvedimenti illegittimi deve essere inserita nel sistema delineato dagli articoli 2043 e seguenti del codice

Dettagli

Un fondo nazionale per le bonifiche in Italia Ing. Stefano Ciafani Coordinatore Ufficio scientifico Direzione nazionale di Legambiente

Un fondo nazionale per le bonifiche in Italia Ing. Stefano Ciafani Coordinatore Ufficio scientifico Direzione nazionale di Legambiente Un fondo nazionale per le bonifiche in Italia Ing. Stefano Ciafani Coordinatore Ufficio scientifico Direzione nazionale di Legambiente scaricato dal sito Web di ARPAT - http://www.arpat.toscana.it 1 Il

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Abstract. Allineandosi all attuale orientamento giurisprudenziale in materia di responsabilità del Ministero della Salute per omessa vigilanza sulla produzione e sulla distribuzione dei vaccini e del sangue

Dettagli

SITI CONTAMINATI E SALUTE. SENTIERI Studio epidemiologico nazionale dei territori e degli insediamenti esposti a rischio da inquinamento

SITI CONTAMINATI E SALUTE. SENTIERI Studio epidemiologico nazionale dei territori e degli insediamenti esposti a rischio da inquinamento SITI CONTAMINATI E SALUTE SENTIERI Studio epidemiologico nazionale dei territori e degli insediamenti esposti a rischio da inquinamento Roberta Pirastu, 1 Pietro Comba 2 1. Dipartimento di Biologia e Biotecnologie,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA L offerta e la vendita di prodotti effettuata sul sito web www.beds4pets.it sono regolate dalle presenti Condizioni Generali di Vendita. Per qualsiasi altra informazione

Dettagli

Solo il superamento dei limiti CSR legittima il sequestro probatorio di area inquinata

Solo il superamento dei limiti CSR legittima il sequestro probatorio di area inquinata Solo il superamento dei limiti CSR legittima il sequestro probatorio di area inquinata SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE (Terza Sezione Penale) -n. 19962 del 22 gennaio 2013 (dep. 9 maggio 2013)- Collegio

Dettagli

Come l alleanza tra porto e industria può trasformare l Italia nella piattaforma logistica del Mediterraneo per il rilancio dell economia europea

Come l alleanza tra porto e industria può trasformare l Italia nella piattaforma logistica del Mediterraneo per il rilancio dell economia europea Come l alleanza tra porto e industria può trasformare l Italia nella piattaforma logistica del Mediterraneo per il rilancio dell economia europea Antonio Revedin Direttore Pianificazione Strategica e Sviluppo

Dettagli

Capitolo 5 Il danno ambientale

Capitolo 5 Il danno ambientale Edizioni Simone - Vol. 48/1 Compendio di Diritto dell ambiente Capitolo 5 Il danno ambientale Sommario 1. Nozione e qualificazione giuridica. - 2. Ambito di applicazione. - 3. Prevenzione e ripristino

Dettagli

Il sistema bancario tunisino

Il sistema bancario tunisino Il sistema bancario tunisino Sommario Il sistema bancario tunisino e tipologia di banche presenti... 2 Obbligo di rimpatrio e normativa sul trasferimento degli utili... 4 Tipologia di conti correnti...

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) ORLANDI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTORO Membro designato

Dettagli

torino bologna venezia www.fabbricafuturo.it 19 marzo 2015 10 giugno 2015 8 ottobre 2015 Presentano gli eventi 2015 di

torino bologna venezia www.fabbricafuturo.it 19 marzo 2015 10 giugno 2015 8 ottobre 2015 Presentano gli eventi 2015 di Presentano gli eventi 2015 di Idee e strumenti per l impresa manifatturiera del domani bologna 19 marzo 2015 torino 10 giugno 2015 Novità venezia 8 ottobre 2015 www.fabbricafuturo.it Il Progetto e i contenuti

Dettagli

SOMMAIRE / INDICE. PD2_C2B_1644_50-00-50_10-03_FSA SUSA Controllo Accessi e Antintrusione Relazione_B.doc 2/9

SOMMAIRE / INDICE. PD2_C2B_1644_50-00-50_10-03_FSA SUSA Controllo Accessi e Antintrusione Relazione_B.doc 2/9 SOMMAIRE / INDICE RESUME/RIASSUNTO... 3 1. NORMATIVE DELLA SOUMISSION 44 RELATIVE AL PRESENTE PROGETTO... 4 1.1 Norme funzionali... 4 1.2 Norme sui Materiali e le Apparecchiature... 4 2. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO...

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE Appalti- Appalti pubblici- offerta condizionata Cons. St., sez. VI, 25.01.10 n. 248 ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Comunicazioni e informazioni

Comunicazioni e informazioni Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 166 A Edizione in lingua italiana Comunicazioni e informazioni 58 o anno 21 maggio 2015 Sommario V Avvisi PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI Ufficio europeo di selezione

Dettagli

Tav. 13 Carta degli interventi.

Tav. 13 Carta degli interventi. 2246 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 14 del 22-01-2010 Tav. 6a Carta delle rilevanze faunistiche e della idoneità ambientale potenziale di uccelli e rettili; Tav. 6b Carta delle rilevanze

Dettagli

Modalità di aggiudicazione

Modalità di aggiudicazione Modalità di aggiudicazione del servizio di pulizia degli uffici ed ambienti vari della Autorità Portuale di Trieste, Circoscrizione Doganale e Guardia di Finanza e zone portuali gestite dall Autorità Portuale

Dettagli

CODICE DI PROCEDURA CIVILE. Parte prima DISPOSIZIONI GENERALI. Titolo primo DISPOSIZIONI FONDAMENTALI

CODICE DI PROCEDURA CIVILE. Parte prima DISPOSIZIONI GENERALI. Titolo primo DISPOSIZIONI FONDAMENTALI (Avvertenza: testo emendato dalla redazione; Gazzetta ufficiale no. 148 del 20.12.2012 testo emendato e no. 25 del 28.02.2013, nelle quali è indicato il periodo della loro entrata in vigore) CODICE DI

Dettagli

LAUNCH OF EDF FENICE S ENERGY EFFICIENCY CAMPUS

LAUNCH OF EDF FENICE S ENERGY EFFICIENCY CAMPUS Energy Efficiency Campus - 1 rst International Meeting LAUNCH OF EDF FENICE S ENERGY EFFICIENCY CAMPUS (October 17, ) Press Review ITALY INDEX NATIONAL MEDIA NEWS AGENCIES PIEDMONT REGIONAL PRESS ENERGY

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Anno 2009 IL CONSIGLIO DI STATO IN SEDE GIURISDIZIONALE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Anno 2009 IL CONSIGLIO DI STATO IN SEDE GIURISDIZIONALE REPUBBLICA ITALIANA N.2737 Reg.Sent. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Anno 2009 IL CONSIGLIO DI STATO IN SEDE GIURISDIZIONALE N. 24 Reg.Ric. Sezione Quinta Anno 2005 ha pronunciato la seguente DECISIONE sul

Dettagli

Novembre 2014. Commissioni interbancarie: legittime per la Corte di Giustizia quando forniscono benefici per gli esercenti

Novembre 2014. Commissioni interbancarie: legittime per la Corte di Giustizia quando forniscono benefici per gli esercenti Novembre 2014 Commissioni interbancarie: legittime per la Corte di Giustizia quando forniscono benefici per gli esercenti Andrea De Matteis, De Matteis Studio Legale Le commissioni interbancarie multilaterali

Dettagli

Automotive in Europa: scenario a lungo termine

Automotive in Europa: scenario a lungo termine Paola Villani - DIIAR Sezione Infrastrutture viarie, sistemi di trasporto e movimentazione Ecomobility2012 Montecatini Terme - Excelsior Sala Storica Automotive in Europa Per una corretta valutazione del

Dettagli

Pubblico e Privato a confronto

Pubblico e Privato a confronto Côte d Azur - Provence Gruppo Regionale Piemonte Gruppo Regionale Liguria Convegno: Precarietà e Motivazione: Pubblico e Privato a confronto Sabato, 8 Ottobre 2011 Officine Grandi Riparazioni - Torino

Dettagli

Delibera n. 23 2014. Oggetto: Definizione della controversia GU14 73/2013 XXX XXX/TELECOM ITALIA XXX

Delibera n. 23 2014. Oggetto: Definizione della controversia GU14 73/2013 XXX XXX/TELECOM ITALIA XXX Verbale n. 18 Adunanza dell 8 settembre 2014 L anno duemilaquattordici, il giorno 8 del mese di settembre, alle ore 11.00 in Torino, presso la sede del Corecom, via Lascaris 10, nell apposita sala delle

Dettagli

Collegio di Milano. - Prof.ssa Antonella Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d Italia

Collegio di Milano. - Prof.ssa Antonella Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d Italia Collegio di Milano composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof.ssa Antonella Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d Italia - Prof. Avv. Emanuele Lucchini Guastalla

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) ha pronunciato la seguente DECISIONE - sul ricorso in opposizione di terzo n. 6540/07, proposto

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU11 13/03/2014

REGIONE PIEMONTE BU11 13/03/2014 REGIONE PIEMONTE BU11 13/03/2014 Codice SB0103 D.D. 26 novembre 2013, n. 76 Progetto europeo REDDSO. Affidamento del servizio di organizzazione di un seminario sulla valutazione di percorsi didattici in

Dettagli

Condizioni d Utilizzo di Marco Valente Design

Condizioni d Utilizzo di Marco Valente Design Condizioni d Utilizzo di Marco Valente Design Introduzione Le presenti condizioni generali d uso (le Condizioni d Utilizzo ) si applicano all accesso e all uso di www.marcovalentedesign.com ( marcovalentedesign.com

Dettagli

1991 - sentenza Francovich: responsabilità dello Stato per omesso recepimento delle direttive comunitarie;

1991 - sentenza Francovich: responsabilità dello Stato per omesso recepimento delle direttive comunitarie; 1991 - sentenza Francovich: responsabilità dello Stato per omesso recepimento delle direttive comunitarie; 1993 - sentenza Brasserie du Pecheur: 1) le condizioni fissate per il risarcimento del danno a

Dettagli

Cartella stampa. Sommario. Enìa pag. 2. La struttura pag. 5. Azionariato pag. 7. Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7. La storia pag.

Cartella stampa. Sommario. Enìa pag. 2. La struttura pag. 5. Azionariato pag. 7. Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7. La storia pag. Cartella stampa Sommario Enìa pag. 2 La struttura pag. 5 Azionariato pag. 7 Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7 La storia pag. 8 Scheda di sintesi pag. 11 Contact: Ufficio Stampa Enìa SpA Selina

Dettagli

e) possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado, con corso di studi almeno quadriennale. I titoli di studio conseguiti all estero devono

e) possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado, con corso di studi almeno quadriennale. I titoli di studio conseguiti all estero devono Avviso al pubblico per l assunzione con contratto di lavoro giornalistico ai sensi dell art. 42 della legge regionale 31 agosto 1981, n.53 e s.m.i., a tempo determinato e pieno, per la durata di due anni,

Dettagli

Convegno Intelligenze per l energia

Convegno Intelligenze per l energia Convegno Intelligenze per l energia Gestione dell energia e dell efficienza Energetica L esperienza Fenice S.p.A. Gruppo EDF 28 Febbraio 2008 26/02/2008 1 Agenda 1. Fenice S.p.A. Principali dati Servizi

Dettagli

Tribunale di Firenze, in composizione monocratica in funzione di giudice del lavoro

Tribunale di Firenze, in composizione monocratica in funzione di giudice del lavoro Tribunale di Firenze, in composizione monocratica in funzione di giudice del lavoro Nella persona del giudice dott. Vincenzo Nuvoli ha pronunciato la seguente SENTENZA nella causa iscritta al n. 2959 R.G.

Dettagli

ENTRATA IN VIGORE PRINCIPALI SOGGETTI COINVOLTI. I principali soggetti coinvolti sono:

ENTRATA IN VIGORE PRINCIPALI SOGGETTI COINVOLTI. I principali soggetti coinvolti sono: DOCUMENTO INFORMATIVO SERVIZI PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Aquara - società cooperativa Sede legale: 84020 Aquara (SA) - Via G. Garibaldi, 5 Tel.: 0828 962755 - Fax: 0828

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI MILANO. Membro designato dalla Banca d'italia. (MI) SANTORO Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: (MI) GAMBARO (MI) LUCCHINI GUASTALLA (MI) SANTONI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (MI) SANTORO Membro designato

Dettagli

Collegio di Milano. - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente (Estensore) - Prof.ssa Antonella Maria Sciarrone Membro designato dalla Banca

Collegio di Milano. - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente (Estensore) - Prof.ssa Antonella Maria Sciarrone Membro designato dalla Banca Collegio di Milano composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente (Estensore) - Prof.ssa Antonella Maria Sciarrone Membro designato dalla Banca Alibrandi d'italia - Prof. Avv. Emanuele Cesare

Dettagli

Giurisprudenza di legittimità CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sez. III, 19 febbraio 2013, n. 4021

Giurisprudenza di legittimità CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sez. III, 19 febbraio 2013, n. 4021 Giurisprudenza di legittimità CORTE DI CASSAZIONE CIVILE Sez. III, 19 febbraio 2013, n. 4021 Distanza di sicurezza Tamponamento A catena Veicoli in movimento Presunzione di colpa a carico dei conducenti

Dettagli

DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA. STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA. STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 33/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA STUDIO MCM XXX / EUTELIA XXX in XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità,

Dettagli

1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione

1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione Nota della Redazione 1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione scientifica Revue des questions scientifiques n. XXVII del 1920. Benché le Œuvres edite

Dettagli

Perde tutti i propri averi in investimenti sbagliati. La banca risarcisce anche il lucro cessante Cassazione Sentenza n. 16674/2012 commento e testo

Perde tutti i propri averi in investimenti sbagliati. La banca risarcisce anche il lucro cessante Cassazione Sentenza n. 16674/2012 commento e testo Perde tutti i propri averi in investimenti sbagliati. La banca risarcisce anche il lucro cessante Cassazione Sentenza n. 16674/2012 commento e testo Studio legale law.it Ricco, ma incapace di gestire il

Dettagli

Avv. Sergio Maria Battaglia. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009

Avv. Sergio Maria Battaglia. Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009 Avv. Sergio Maria Battaglia Docente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio Roma, 28 marzo 2009 I profili di responsabilità nei rapporti banca cliente La violazione degli obblighi Biennio

Dettagli

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it

CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it CAMPER CLUB LA GRANDA www.camperclublagranda.it beppe@cnnet.it DANNO DA MORTE: PER OGNI CONGIUNTO SE AGISCE AUTONOMAMENTE VALE IL MASSIMALE CASSAZIONE, SEZ. III CIVILE, SENTENZA 09.02.2005 N 2653 Svolgimento

Dettagli

Verbale n. 16 Adunanza del 23 giugno 2014

Verbale n. 16 Adunanza del 23 giugno 2014 Verbale n. 16 Adunanza del 23 giugno 2014 L anno duemilaquattordici, il giorno 23 del mese di giugno, alle ore 11.00, in Torino presso la sede del Corecom, via Lascaris 10, nell apposita sala delle adunanze,

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.9 del 18.04.2012. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI (artt. 13 e 14)

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.9 del 18.04.2012. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI (artt. 13 e 14) Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.9 del 18.04.2012 LICENZIAMENTI INDIVIDUALI (artt. 13 e 14) ART. 13 Modifiche alla legge 15 luglio 1966, n. 604 Forma e procedure del licenziamento

Dettagli

Delibera n. 40 2014. Oggetto: Definizione della controversia GU14 301/2013 XXX /TELECOM ITALIA XXX

Delibera n. 40 2014. Oggetto: Definizione della controversia GU14 301/2013 XXX /TELECOM ITALIA XXX Verbale n. 24 Adunanza del 27 ottobre 2014 L anno duemilaquattordici, il giorno 27 del mese di ottobre alle ore 11,00 in Torino, presso la sede del Corecom, via Lascaris 10, nell apposita sala delle adunanze,

Dettagli

2011 Polizza RA Insediamenti

2011 Polizza RA Insediamenti 2011 Polizza RA Insediamenti La Polizza di Responsabilità Ambientale Insediamenti (RA Insediamenti 2011) è il testo di polizza messo a punto per offrire, con un linguaggio chiaro e comprensibile, la più

Dettagli

CLASS ACTION. Dal primo gennaio 2010, anche in Italia è possibile, come ormai da. moltissimi anni in tanti Paesi, procedere alle cause di gruppo.

CLASS ACTION. Dal primo gennaio 2010, anche in Italia è possibile, come ormai da. moltissimi anni in tanti Paesi, procedere alle cause di gruppo. CLASS ACTION Dal primo gennaio 2010, anche in Italia è possibile, come ormai da moltissimi anni in tanti Paesi, procedere alle cause di gruppo. La class action, regolamentata dall art. 140 bis del codice

Dettagli

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze

Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze Giustizia & Sentenze Il commento alle principali sentenze N. 70 31.10.2013 Frode fiscale. Sequestro della casa coniugale La casa coniugale è sequestrabile anche se è stata assegnata alla moglie dell indagato

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DI PRODOTTI E SERVIZI DELL per vendite dirette ai Consumatori

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DI PRODOTTI E SERVIZI DELL per vendite dirette ai Consumatori CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DI PRODOTTI E SERVIZI DELL per vendite dirette ai Consumatori Se state acquistando Prodotti e/o Servizi per scopi commerciali, imprenditoriali o professionali, si prega di

Dettagli

Stefano Ciafani Vice presidente di Legambiente

Stefano Ciafani Vice presidente di Legambiente Stefano Ciafani Vice presidente di Legambiente Le bonifiche: i ritardi in cifre 180mila ettari di superficie contaminate (oggi con la riduzione del numero dei SIN da 57 a 39 grazie al decreto ministeriale

Dettagli

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE UMBRIA N.1. Sede Legale (provvisoria): Via Guerra 17/21 Perugia

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE UMBRIA N.1. Sede Legale (provvisoria): Via Guerra 17/21 Perugia AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE UMBRIA N.1 Sede Legale (provvisoria): Via Guerra 17/21 Perugia AVVISO PUBBLICO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI QUALIFICAZIONE PER L ACCESSO AL PROFILO DI OPERATORE SOCIO SANITARIO

Dettagli

LA RESPONSABILITÀ CIVILE DELL AMMINISTRAZIONE: GIURISDIZIONE E PROCESSO REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA. (Giugno 2011)

LA RESPONSABILITÀ CIVILE DELL AMMINISTRAZIONE: GIURISDIZIONE E PROCESSO REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA. (Giugno 2011) LA RESPONSABILITÀ CIVILE DELL AMMINISTRAZIONE: GIURISDIZIONE E PROCESSO REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Giugno 2011) Prof. Giandomenico FALCON Fulvio CORTESE Nell ordinamento italiano il sistema complessivo

Dettagli

Abstract Documento di Monitoraggio del PRIIM (oggetto della GR del 23 marzo 2015)

Abstract Documento di Monitoraggio del PRIIM (oggetto della GR del 23 marzo 2015) Abstract Documento di Monitoraggio del PRIIM (oggetto della GR del 23 marzo 2015) Grandi opere Le Autostrade. Proseguono i lavori di progettazione e realizzazione delle terze corsie dell Autostrada del

Dettagli

CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO

CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO TERZA SEZIONE DECISIONE SULLA RICEVIBILITÀ Del ricorso n o 36659/04 presentato da Adrian Mihai IONESCU contro la Romania La Corte europea dei diritti

Dettagli

AREA DI TARANTO STATO DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA SCENARIO/PERCORSO AZIONI DA PORRE IN ESSERE

AREA DI TARANTO STATO DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA SCENARIO/PERCORSO AZIONI DA PORRE IN ESSERE AREA DI TARANTO STATO DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA SCENARIO/PERCORSO AZIONI DA PORRE IN ESSERE Audizione Esame del disegno di legge n. 1733 - conversione in Legge del DL 5 gennaio 2015, n. 1, recante Disposizioni

Dettagli

IL CONTRATTO DI RENDIMENTO ENERGETICO E I SUOI «ELEMENTI MINIMI»

IL CONTRATTO DI RENDIMENTO ENERGETICO E I SUOI «ELEMENTI MINIMI» IL CONTRATTO DI RENDIMENTO ENERGETICO E I SUOI «ELEMENTI MINIMI» di Marisaria Maugeri Sommario: 1. Breve introduzione al tema. 2. L obiettivo di efficienza energetica e il suo perseguimento anche attraverso

Dettagli

SOMMARIO n. 2, 2000. Interventi. Centri di detenzione ed espulsioni (irrazionalità del sistema e alternative possibili), di Livio Pepino

SOMMARIO n. 2, 2000. Interventi. Centri di detenzione ed espulsioni (irrazionalità del sistema e alternative possibili), di Livio Pepino SOMMARIO n. 2, 2000 Presentazione pag. 9 Interventi Centri di detenzione ed espulsioni (irrazionalità del sistema e alternative possibili), di Livio Pepino Avvocati esperti di diritto umanitario: sono

Dettagli

LA ROULETTE RUSSA DELL'ARTICOLO 18 di Andrea Ichino e Paolo Pinotti. La voce.info

LA ROULETTE RUSSA DELL'ARTICOLO 18 di Andrea Ichino e Paolo Pinotti. La voce.info LA ROULETTE RUSSA DELL'ARTICOLO 18 di Andrea Ichino e Paolo Pinotti La voce.info La protezione di un diritto fondamentale della persona è affidata alla roulette russa che si attiva con l assegnazione casuale

Dettagli

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: TERRITORIO, URBANISTICA, MOBILITA E RIFIUTI Area: CICLO INTEGRATO DEI RIFIUTI

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: TERRITORIO, URBANISTICA, MOBILITA E RIFIUTI Area: CICLO INTEGRATO DEI RIFIUTI REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 864 09/12/2014 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 20854 DEL 01/12/2014 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: TERRITORIO, URBANISTICA, MOBILITA E RIFIUTI Area: CICLO INTEGRATO

Dettagli

A U T O R I T À P O R T U A L E D I P I O M B I N O CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE AREE ESTERNE DEL CENTRO

A U T O R I T À P O R T U A L E D I P I O M B I N O CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE AREE ESTERNE DEL CENTRO N. DI REPERTORIO A U T O R I T À P O R T U A L E D I P I O M B I N O PROVINCIA DI LIVORNO CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE AREE ESTERNE DEL CENTRO INTEGRATO SERVIZI PORTUALI (CISP) E

Dettagli

Oggi parliamo di. INPS MESSAGGIO N. 3695 DEL 1 MARZO 2013 N 11/2013 COEFFICIENTE ISTAT PER T.F.R. MESE DI FEBBRAIO 2013

Oggi parliamo di. INPS MESSAGGIO N. 3695 DEL 1 MARZO 2013 N 11/2013 COEFFICIENTE ISTAT PER T.F.R. MESE DI FEBBRAIO 2013 N 11/2013 18 Marzo 2013 (*) Gentili Colleghe e Cari Colleghi, nell ambito di questa nuova iniziativa editoriale di comunicazione e di immagine, ma pur sempre collegata alla instancabile attività di informazione

Dettagli

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere.

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere. RACCOMANDATA A/R Spett. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA in persona del ministro pro tempore Viale Trastevere 76/A 00153 - ROMA OGGETTO: Domanda di ammissione alle Fasi del piano

Dettagli

SENTENZA N. 346 ANNO 1994 REPUBBLICA ITALIANA. In nome del Popolo Italiano LA CORTE COSTITUZIONALE

SENTENZA N. 346 ANNO 1994 REPUBBLICA ITALIANA. In nome del Popolo Italiano LA CORTE COSTITUZIONALE 1 di 5 14/09/2011 8.43 SENTENZA N. 346 ANNO 1994 REPUBBLICA ITALIANA In nome del Popolo Italiano LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: Presidente Prof. Francesco Paolo CASAVOLA Giudici Prof. Gabriele

Dettagli

Servizio Sanitario Regionale - Azienda USL Umbria n.1

Servizio Sanitario Regionale - Azienda USL Umbria n.1 Servizio Sanitario Regionale - Azienda USL Umbria n.1 Delibera del Direttore Generale n. 705 del 12/09/2013 Oggetto: Corso di formazione per l'acquisizione della qualifica di operatore socio sanitario.

Dettagli

Histara Les comptes rendus http://histara.sorbonne.fr

Histara Les comptes rendus http://histara.sorbonne.fr Flaminia Bardati, Lorenz E. Baumer, François Queyrel Histara Les comptes rendus http://histara.sorbonne.fr Histara les comptes rendus pubblica recensioni scientifiche in francese, inglese, italiano e tedesco

Dettagli

INFORMAZIONI DI BASE SUI BREVETTI PER LA TUTELA DELLE INVENZIONI

INFORMAZIONI DI BASE SUI BREVETTI PER LA TUTELA DELLE INVENZIONI INFORMAZIONI DI BASE SUI BREVETTI PER LA TUTELA DELLE INVENZIONI Preparate da : ing. Mario Gallo e-mail : mario.gallo_mg@libero.it 1 Che cos è un brevetto 2 Tipologie di brevetti 3 Come si ottiene un brevetto

Dettagli

OBIETTIVI: MENO INQUINAMENTO AL:

OBIETTIVI: MENO INQUINAMENTO AL: 1^ FASE: 2011 VERIFICA STATO INQUINAMENTO DEL: 2^ FASE: 1999 TORNARE ALL INQUINAMENTO DEL: 3^ FASE: 2015 OBIETTIVI: MENO INQUINAMENTO AL: SOMMACAMPAGNA 2015 1^ FASE: VERIFICA STATO INQUINAMENTO DEL:

Dettagli

INDICE PRESENTAZIONE...5

INDICE PRESENTAZIONE...5 INDICE PRESENTAZIONE...5 1. IL QUADRO A LIVELLO NAZIONALE...5 1.1. La situazione generale del Gruppo Snia...5 1.2. Un aggiornamento sulla vicenda Ineos Vinyls...6 2. GLI AVVENIMENTI LOCALI PIÙ RECENTI...6

Dettagli

CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 17 gennaio 2014, n. 898

CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 17 gennaio 2014, n. 898 CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 17 gennaio 2014, n. 898 Lavoro - Mobbing - Pagamento del premio di rendimento - Note di qualifica del datore - Valutazione mediocre del dipendente Svolgimento del processo

Dettagli

Modifica delle condizioni stabilite nella sentenza di divorzio La modifica decorre dal momento della proposizione della domanda

Modifica delle condizioni stabilite nella sentenza di divorzio La modifica decorre dal momento della proposizione della domanda Modifica delle condizioni stabilite nella sentenza di divorzio La modifica decorre dal momento della proposizione della domanda Cassazione Sentenza n. 3922/2012 commento e testo Studio legale law In materia

Dettagli

Laboratorio di Informatica per il Corso di laurea triennale in Chimica Prova pratica di HTML. L?ambiente in città

Laboratorio di Informatica per il Corso di laurea triennale in Chimica Prova pratica di HTML. L?ambiente in città Laboratorio di Informatica per il Corso di laurea triennale in Chimica Prova pratica di HTML Data:Thu Jun 13 14:02:01 GMT+0200 (ora legale Europa occ.) 2002 L?ambiente in città Statistiche in breve - 10

Dettagli

UN ANNO DI GOVERNO PER L AMBIENTE

UN ANNO DI GOVERNO PER L AMBIENTE UN ANNO DI GOVERNO PER L AMBIENTE LOTTA AL DISSESTO IDROGEOLOGICO Piano nazionale senza precedenti da 7 miliardi in 7 anni per la sicurezza del territorio. Recuperati 2,3 miliardi non spesi. Già aperti

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PHARE E ESEMPIOD UNIHA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PHARE E ESEMPIOD UNIHA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PHARE E ESEMPIOD UNIHA Salvator MAIRA Directeur Institut IRIMA Institut de Recherche et d'innovation en Management des Achats Grenoble Ecole de Management 4 place Robert Schuman

Dettagli