IT MANUALE TECNICO. Centralino telefonico Art Schede di espansione Art

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IT MANUALE TECNICO. Centralino telefonico Art. 2906 Schede di espansione Art. 2907-2908 - 2909-2913. www.comelitgroup.com"

Transcript

1 IT MANUALE TECNICO Centralino telefonico Art Schede di espansione Art

2

3 SOMMARIO 1. NORME DI SICUREZZA pag INTRODUZIONE pag INSTALLAZIONE pag SERVIZI TELEFONICI DI BASE pag Selezione linea urbana pag Risposta ad una chiamata telefonica esterna pag Selezione linea urbana specifica pag Chiamata a derivato interno pag Chiamata generale pag Chiamata di gruppo pag Selezione da agenda pag Messa in attesa pag Chiamata intermedia pag Conferenza pag Uscita dalla conferenza pag Trasferta senza offerta pag Trasferta con offerta pag Risposta ad avviso di chiamata pag Servizio RIDO ( RIsposta DOppia ): pag Parcheggio di una linea urbana pag SERVIZI DI CENTRALINO pag Servizio giorno/notte pag Descrizione pag Attivazione (PO) pag Servizio giorno/notte automatico pag Descrizione pag Configurazione pag Abilitazione / Disabilitazione (PO) pag Messaggio di cortesia pag Descrizione pag Configurazione pag Attivazione / Disattivazione (PO) pag Riconoscimento automatico fax pag Descrizione pag Configurazione pag Attivazione / Disattivazione (PO) pag Disa pag Descrizione pag Configurazione pag Attivazione / Disattivazione (PO) pag Televerifica rele pag Descrizione pag Configurazione pag Attivazione / Disattivazione (PO) pag Seguimi citofonico ( follow me ) pag Descrizione pag Configurazione pag Abilitazione (PO) pag. 34 1

4 5.8 Seguimi linea su linea pag Descrizione pag Configurazione pag Attivazione / Disattivazione (PO) pag Telesoccorso pag Descrizione pag Configurazione pag Filtri pag Descrizione pag Configurazione pag Configurazione con Software Art pag Attivazione Filtri su derivato pag SERVIZI TELEFONICI AUSILIARI pag Sblocco chiamate uscenti pag Risposta per assente pag Prenotazione interno / urbana pag Cattura chiamata pag Inclusione pag Abilitazione / Disabilitazione pag Inserimento numero breve (PO) pag Non disturbare pag Deviazione su interno pag Avviso di chiamata pag Chiamata notificata ai derivati (PO) (valida per i servizi Cortesia Seguimi citofonico Seguimi Linea su Linea) pag Conversazione automatica (PO) (valida per i servizi seguimi citofonico e seguimi linea linea) pag Sveglia pag Descrizione pag Configurazione pag Attivazione / Disattivazione pag Ascolto musica d attesa (PO) pag Teleprogrammazione / Telecaricamento firmware (PO) pag Connessione diretta linea urbana pag Reset configurazioni pag Room monitor pag STS (Servizi Telefonici Supplementari ) pag R1 pag R5 pag R2 pag R7 pag Messaggi di testo SMS pag SERVIZI CITOFONICI pag Chiamata verso posto esterno pag Attivazione rele pag Verifica stato rele pag CONFIGURAZIONI DI CENTRALINO pag Cambio codice impianto pag Definizione nazione pag Scelta musica d attesa pag. 49 2

5 8.4 Partizioni pag Attivazione partizioni pag Associazione derivati Partizioni pag Associazione linee Partizioni pag Associazione tasti di chiamata citofonica Partizioni pag Funzionamento Home / Office pag Caratterizzazione derivato pag Abilitazione / Disabilitazione uso linee pag Abilitazione pag Disabilitazione pag Accesso diretto line a urbana pag Definizione numero squilli per chiamata citofonica pag Gruppi di derivati pag CLI (Chi è) pag Funzionamento chiamate entranti pag Abilitazione / Disabilitazione linee su derivati pag Servizi telefonici supplementari pag Caratterizzazione tasti di chiamata citofonica pag Abilitazione / Disabilitazione tasti di chiamata citofonica pag Numero di squilli per servizi a risposta automatica pag Impostazione della data di sistema pag Impostazione dell orario di sistema pag TELEGESTIONE pag TELECONFIGURAZIONE pag Teleconfigurazione locale pag Configurazione pag TELECONFIGURAZIONE pag Startup pag Finestra di presentazione pag Pulsante configurazione PBX pag Pulsante configurazione URBANA pag Pulsante configurazione DISA pag Pulsante configurazione P.E. pag Pulsante configurazione RELE pag Pulsante configurazione Derivati pag Pulsante Abilitazione del centralino pag Pulsante Abilitazioni del derivato pag Pulsante Rubrica pag Pulsanti di comando e di finestre di stato pag Utility del programma pag. 68 APPENDICE A pag. 69 APPENDICE B pag. 77 APPENDICE C pag. 79 APPENDICE D pag. 81 APPENDICE E pag. 82 APPENDICE F pag. 83 3

6 1 NORME DI SICUREZZA Leggete attentamente le norme che seguono perché contengono importanti informazioni che riguardano la sicurezza delle persone e delle cose. NORME L accesso all interno del centralino è consentito solamente a personale specializzato. E vietato l utilizzo del centralino telefonico per usi che non siano quelli per cui è stato progettato. L impianto elettrico a cui il centralino verrà collegato deve rispondere alle normative vigenti. AVVERTENZE In caso di un guasto o malfunzionamento togliere l alimentazione estraendo la presa di rete o tramite l interruttore generale. Per ogni possibile guasto rivolgersi solamente a personale specializzato. Nell attesa della riparazione o sostituzione il centralino può funzionare nella modalità di emergenza. Per fare questo basta semplicemente staccare l alimentazione 220V. ALIMENTAZIONE La centrale deve essere alimentata con una tensione di rete di V ~. Si consiglia di dedicare un interruttore bipolare all uso esclusivo del centralino. In caso di mancanza della tensione di rete, il centralino si porta in modalità di EMERGENZA. In questo modo la prima linea telefonica è dirottata direttamente al derivato uno, mentre la seconda linea, se è montata l espansione 2908, al derivato due. E quindi garantito il funzionamento del servizio telefonico, mentre il servizio citofonico rimane escluso fino al ripristino della tensione di alimentazione. MANUTENZIONE Le manutenzioni al centralino debbono essere effettuate da personale specializzato. 4 2 INTRODUZIONE GENERALITÀ Il sistema è in grado di gestire: Autoapprendimento delle schede di espansione. Messa in attesa di una linea urbana o di un interno tramite tasto R. Avviso di chiamata per chiamate interne,citofoniche e telefoniche. Conferenza a tre interni o due interni + linea urbana. Configurazione di un derivato come FAX, SEGRETERIA, TELEFONO FAX o semplice TELEFONO. Programmazione del numero di squilli di suoneria del derivato a seguito di una chiamata citofonica. Configurazione di max 5 gruppi di telefoni. Chiamata interna generale o di gruppo. Room monitor per controllo ambiente. Servizio sveglia indipendente per ogni derivato. Possibilità di eseguire impianti con due partizioni. Funzionamento GIORNO/NOTTE distinto per ogni partizione. Il cambio di scenario avviene in modo manuale su digitazione di un codice oppure automaticamente ad orari preregistrati. Gestione di max 5 conversazioni contemporanee. Per esempio con centralino equipaggiato con 2 linee urbane,8 derivati e la scheda citofonica, potremmo avere 2 coppie di derivati in conversazione interna, 2 derivati in conversazione con linea urbana e 1 derivato in conversazione con il posto esterno.

7 Funzionamento HOME/OFFICE per dare la possibilità di semplificare il funzionamento del centralino. Selezione da derivato della prima linea urbana libera oppure di una linea urbana specifica. Rubrica con 40 numeri brevi comuni. E possibile definire numeri brevi come SOS, questi non saranno sottoposti ad eventuali filtri sui prefissi attivati nel centralino. Filtro sulle chiamate telefoniche per tipo di gestore e prefissi. Accesso ai servizi TELECOM, compresi quelli di messaggistica SMS. Connessione diretta di un derivato alla linea urbana solo sollevando il microtelefono. Gestione dell identificativo del chiamante (call identifier- standard ETSI). Scelta tra 3 musiche di attesa (Primavera di Vivaldi, Melodia Catalana, Over the Rainbow), con la possibilità di ascolto delle stesse. Attivazione anche da remoto di 3 relè ausiliari,con possibilità di controllarne lo stato. Connessione diretta alla linea urbana per i telefoni connessi ai derivati T1 e T2. Collegamento a PC tramite RS232 per velocizzare la programmazione. Funzione Telesoccorso che in caso di allarme, chiama fino a 5 numeri telefonici programmati e invia un messaggio preregistrato in caso di risposta. Funzione seguimi da linea telefonica a linea telefonica. Funzione seguimi da posto esterno citofonico a linea telefonica (follow-me). Possibilità di configurare un ingresso di chiamata citofonica come chiamata di piano. Funzione Messaggio di cortesia. Aggiornamento del firmware ( locale oppure remoto) e programmazione del centralino da remoto tramite PC oppure telefono. Divisione delle programmazioni in CONFIGURAZIONI e ABILITAZIONI. Tutte le CONFIGURAZIONI devono avvenire previo inserimento di una password personalizzata e solamente da derivato 1. Riconoscimento automatico di MODEM e FAX. Funzione DISA per instradamento automatico di una chiamata. Selezione del paese di utilizzo per modificare alcune impostazioni del centralino e potersi così adattare ai mercati Europei. Risposta per assente su chiamata interna o telefonica indirizzata al singolo interno. Funzione non disturbare. Funzione seguimi su interno,immediata o dopo n squilli. Possibilità di disabilitare il filtro sui gestori e i prefissi delle chiamata urbane tramite un codice + password personalizzabile. Prenotazione su interno occupato. Prenotazione di una linea urbana occupata. Trasferta di una chiamata telefonica con o senza offerta. Servizio Cattura chiamata. Possibilità di includersi in una conversazione se il derivato chiamato è abilitato. Servizio RIDO per messe in attesa multiple. Tabella 1: Prestazioni principali del centralino e delle espansioni ARTICOLO SERVIZI OFFERTI 2906 scheda base Servizi telefonici di base, servizio giorno notte, servizio giorno notte automatico, sveglia, filtri, STS, riconoscimento automatico fax 2907 espansione derivati Si aggiungono 4 derivati 2908 espansione linea urbana Si aggiunge 1 linea urbana, seguimi linea su linea 2909 espansione citofono tradizionale Servizi citofonici, Seguimi citofonico, televerifica relé 2913 espansione messaggi Messaggio di cortesia, DISA, telesoccorso 5

8 DESCRIZIONE DELLE PRINCIPALI FUNZIONI PARTIZIONI: Si intende la possibilità di distribuire le risorse del centralino su 2 sistemi distinti detti PARTIZIONI. Ad ognuno si può associare linee urbane, telefoni derivati oppure tasti di chiamata citofonica per permettere di dividere una stessa unità abitativa in due zone distinte. GRUPPI DI DERIVATI: Si intende la possibilità di dividere in gruppi i telefoni derivati collegati al centralino. E possibile definirne fino a un massimo di 5, dove un derivato può appartenere a diversi gruppi. (Vedi paragrafo 8.10 per creare un gruppo, vedi paragrafo 2.5 per la chiamata.) CARATTERIZZAZIONE DEL TELEFONO DERIVATO: (Vedi paragrafo 8.6) Il telefono derivato connesso al centralino può essere configurato affinché venga riconosciuto come: - Normale telefono BCA - Telefono Posto Operatore. Ha l autorizzazione ad eseguire tutte le abilitazioni / disabilitazioni dei servizi di centralino ( MESSAGGIO DI CORTESIA - RICONOSCIMENTO FAX DISA etc ) - Fax. Le chiamate entranti riconosciute come Fax verranno instradate su questo derivato. - Telefono Fax. Su di esso vengono instradate chiamate entranti sia di tipo Fax che di tipo voce. E una configurazione adatta ad apparecchi multifunzione. - Segreteria telefonica SCENARI GIORNO / NOTTE: E possibile stabilire due scenari operativi,definiti come SCENARIO GIORNO e NOTTE, che si differenziano per : - Diversa configurazione delle linee urbane in ingresso o uscita per singolo derivato. - Diversa distribuzione delle chiamate citofoniche sui telefoni derivati. - Diversa caratterizzazione dei derivati interni. - Diversa attivazione dei servizi MESSAGGIO DI CORTESIA SEGUIMI CITOFONICO e SEGUIMI LINEA LINEA. Il passaggio da uno scenario all altro avviene in modo manuale su digitazione di un comando (Vedi paragrafo 5.1), oppure in modo automatico ad orari stabiliti dall utente (Vedi paragrafo 5.2). FUNZIONAMENTO HOME / OFFICE: (Vedi paragrafo 8.5) E possibile impostare il centralino affinché funzioni in modalità HOME oppure OFFICE: - HOME : semplifica le operazioni di chiamata su linea urbana, risposta per assente e cattura chiamata. E indicata per applicazioni domestiche. - OFFICE: è la modalità indicata per applicazioni in uffici ed aziende,è l impostazione di fabbrica del centralino. DISA: E il servizio che permette l instradamento automatico della chiamata da linea urbana. Il chiamante può selezionare direttamente tramite codice DTMF il derivato o i gruppi di derivati con cui interloquire (Vedi paragrafo 5.5). MESSAGGIO DI CORTESIA: E il servizio tale per cui il centralino emette un messaggio di benvenuto preregistrato,quando sulla linea urbana oppure sul citofono è in arrivo una chiamata (Vedi paragrafo 5.3). FOLLOW-ME: E il servizio che permette di trasferire una chiamata citofonica sulla linea urbana ad un numero di telefono programmato dall utente (Vedi paragrafo 5.7). 6

9 TELESOCCORSO: E il servizio che permette di chiamare una lista di numeri telefonici se presente su centralino un segnale d allarme (Vedi paragrafo 5.9). SEGUIMI LINEA SU LINEA: E il servizio che permette di trasferire una chiamata da linea urbana sull altra linea urbana ad un numero di telefono programmato dall utente (Vedi paragrafo 5.8). RICONOSCIMENTO AUTOMATICO FAX: E il servizio che permette di instradare automaticamente i fax su un derivato caratterizzato come Fax oppure Telefono Fax (Vedi paragrafo 5.4). TELEVERIFICA RELE : E il servizio che permette di attivare dalla linea urbana i relè presenti sulla scheda espansione citofonica art.2909 ed eventualmente di controllarne lo stato di chiuso o aperto (Vedi paragrafo 5.6). PROGRAMMAZIONE LOCALE: Permette di eseguire la configurazione del centralino tramite linea seriale RS232, utilizzando il software Configuration Manager Art TELEGESTIONE: Permette sia l aggiornamento del firmware che la configurazione del centralino da linea urbana (Vedi paragrafo 9). CHIAMATA DI PIANO: Il segnale di chiamata citofonica presente sui morsetti S1 / S2 / S3 / S4 viene trattato come semplice segnalazione in luogo della chiamata standard che prevede connessione fonica con il posto esterno (Vedi paragrafo 8.17). RIDO ( RIsposta DOppia ): E il servizio che permette al derivato 801 che si trova nella situazione di chiamata intermedia,di servire un ulteriore chiamata proveniente da una linea urbana. TIPI DI APPARECCHI La centrale può funzionare con telefoni BCA a tastiera (decadici o DTMF), cordless (CT1, CT2, DECT), segreterie telefoniche, fax,.. Inoltre è possibile collegare il telefono COMTEL Art in versione posto operatore o utente derivato. 7

10 3 INSTALLAZIONE RACCOMANDAZIONI Il centralino va installato in un ambiente chiuso, con una temperatura che vari tra 0 e 40 gradi C e con una umidità relativa da 0% a 85% non condensante. Perché siano soddisfatti i requisiti dell autorizzazione dell ente gestore dei telefoni, la centrale deve essere collegata alla presa telefonica mediante cavo telefonico e tassativamente con spina estraibile. Non far passare i cavi telefonici vicino alla rete 220 V. GENERALITÀ I comandi di configurazioni sono effettuati dal derivato 01 con un telefono multifrequenza. Come in tutte le operazioni previste da questo centralino, il comando viene accettato solo se in cornetta é presente il tono continuo di attesa comandi. Se é presente il tono temporizzato di dissuasione o nessun tono si deve agganciare la cornetta e ripetere l operazione. CENTRALINO BASE 2906 La centrale è contenuta in una scatola 12 moduli DIN. Per poter accedere ai morsetti di collegamento togliere il coperchio laterale come in Fig. 1. Fig. 1: accesso vano morsettiere La spina di alimentazione di rete deve essere disinserita durante le operazioni di cablaggio e collegamento dell impianto. La connessione agli apparati telefonici (linee Telecom e apparecchi derivati) deve essere realizzata con un doppino telefonico. Sia lato rete che lato derivato non ha alcuna importanza la polarità del collegamento. Lo schema di installazione base è riportato di seguito (Schema 1). I morsetti di collegamento presenti sulla interfaccia sono riportati in Tabella 2. 8

11 Tabella 2: Morsetti centralino e schede espansioni associate MORSETTO FUNZIONE ESPANSIONE EARTH Morsetto di terra L1 - L1 Morsetti linea 1 L2 - L2 Morsetti linea V Morsetto alimentazione 5V per telefono PO RX Morsetto RX per PO TX Morsetto TX per PO T1 Morsetti derivato 1. T2 Morsetti derivato 2. T3 Morsetti derivato 3. T4 Morsetti derivato 4. T5 Morsetti derivato T6 Morsetti derivato T7 Morsetti derivato T8 Morsetti derivato Fonia verso microfono posto esterno citofonico Fonia verso altoparlante posto esterno citofonico Massa impianto citofonico S1 Ingresso segnale di chiamata citofonico S2 Ingresso segnale di chiamata citofonico S3 Ingresso segnale di chiamata citofonico S4 Ingresso segnale di chiamata citofonico Uscita tensione +24Vdc ( max 30mA ) 2909 GND Massa AL Ingresso di allarme per servizio telesoccorso 2913 N1 Contatto relè 10A ( attivabile con cifra DTMF # ) 2909 C1 Contatto relè 10A ( attivabile con cifra DTMF # ) 2909 N2 Contatto relè 1A ( attivabile con cifra DTMF * ) 2909 C2 Contatto relè 1A ( attivabile con cifra DTMF * ) 2909 N3 Contatto relè 1A ( attivabile con cifra DTMF 5 ) 2909 C3 Contatto relè 1A ( attivabile con cifra DTMF 5 ) VAC BAT 12V Connettore Jack Alimentazione 230V di rete (sui poli esterni del morsetto) Ingresso per batteria di emergenza (max 80mA) Ingresso per musica esterna 9

12 Schema 1 - CT 08A: Impianto con 1 linea analogica e 4 derivati L=14,5mm -- + ø3,5mm Jack per musica esterna BAT 12V 230V AC Fig. 2: collegamento alimentazione 230VAC, batteria 12V, Jack per musica esterna. 10

13 SCHEDA ESPANSIONE LINEA URBANA ANALOGICA ART Questa scheda permette di collegare una seconda linea telefonica Telecom al centralino. Si può inserire una sola espansione 2908 per un massimo di due linee telefoniche. In case di mancanza di alimentazione, la seconda linea telefonica é connessa automaticamente sul derivato T2. Installazione della espansione Prima di procedere si deve togliere la tensione 220V al centralino. A questo punto, secondo quanto riportato in Fig. 3: 1. Togliere dal centralino i coperchi laterali e la calotta centrale. 2. Togliere il tappo dal connettore che alloggerà la scheda. 3. Inserire la scheda Per garantire stabilità alla scheda è necessario il fissaggio tramite il distanziale fornito in dotazione. 5. Rimontare i coperchi e la calotta. 6. Rimettere l alimentazione 220V. 7. La scheda verrà riconosciuta automaticamente. Configurazione di default Una volta inserita la scheda, la configurazione dei derivati in funzione della linea 2 è la seguente: Tutti i derivati sono abilitati a ricevere chiamate dalla linea 2 Tutti i derivati sono abilitati ad uscire sulla linea 2 Cosa bisogna programmare in caso di sostituzione della scheda: Non è necessario eseguire nessuna programmazione,le configurazioni / abilitazioni della seconda linea urbana vengono mantenute. IMPIANTO ISDN 1 ACCESSO BASE CON INTERFACCIA TELECOM NT1 PLUS Nel caso di impianto telefonico a due linee ISDN (un accesso base) con un solo numero telefonico e un unico gruppo di derivati che rispondono e chiamano indifferentemente sulla linea 1 e 2 è necessario configurare l interfaccia Telecom NT1 PLUS in modo appropriato. Facciamo un esempio: ipotizziamo che l utente Rossi abbia un accesso base ISDN con interfaccia NT1 PLUS. Sulle due linee analogiche (1 e 2) della interfaccia è attaccato un centralino 2906 completo di espansione seconda linea. Il numero telefonico del signor Rossi è Con la configurazione di default della NT1 PLUS chiamando il numero entrambe le linee 1 e 2 squillano. La prima che viene impegnata per la risposta libera la seconda. Per un uso corretto del centralino telefonico è necessario programmare la NT1 plus in modo che chiamando il numero squilli solo una delle due linee, la prima che viene trovata libera. Per programmare l interfaccia Telecom si deve eseguire la configurazione estesa delle chiamate entranti: par manuale NT1 PLUS sconnettere l alimentazione di rete aprire il vano morsettiere e sconnettere il doppino di linea riconnettere l alimentazione di rete collegare un telefono alla uscita analogica a/b 1 o a/b 2 par manuale NT1 PLUS digitare i tasti multifrequenza # * # #*# 11

14 par manuale NT1 PLUS eseguire il comando di assegnazione: * 05*1# dopo la conferma vocale della accettazione del comando si può riconnettere il doppino di linea: sconnettere l alimentazione di rete aprire il vano morsettiere connettere il doppino di linea chiudere il vano morsettiere connettere l alimentazione di rete NOTA: i passaggi sopra riportati si riferiscono al manuale di installazione AETHRA della NT1 plus rev. 0. A B A B Fig. 3: installazione espansione seconda linea 12

15 IMPIANTO A DUE LINEE TELEFONICHE Nello Schema 3 é riportato lo schema di installazione di un impianto con due linee telefoniche e quattro derivati. Schema 3 - CT 09A: Impianto con 2 linee analogiche e 4 derivati SCHEDA ESPANSIONE DERIVATI ART Inserendo una scheda espansione 2907 è possibile ampliare a 8 il numero di derivati interni. Installazione della espansione Prima di procedere si deve togliere la tensione 220V al centralino. A questo punto, secondo quanto riportato in Fig. 4 : 1. Togliere dal centralino i coperchi laterali e la calotta centrale. 2. Inserire la scheda 2907 nell apposito alloggiamento. ATTENZIONE a rispettare la giusta polarità di inserzione. 3. Rimettere i coperchi e la calotta. 4. Riconnettere la tensione 220V al centralino. 5. La scheda verrà riconosciuta automaticamente. Configurazione di default Una volta installata e configurata la scheda la configurazione dei derivati aggiunti è la seguente: Sono abilitati a ricevere e chiamare sulle linee presenti nel centralino Se è presente l espansione citofonica (2909) sono abilitati a ricevere le chiamate da posto esterno Sono configurati come derivati utente Cosa bisogna programmare in caso di sostituzione della scheda: Non è necessario eseguire nessuna programmazione, le configurazioni / abilitazioni dei derivati vengono mantenute. 13

16 IMPIANTO A OTTO DERIVATI Nello Schema 4 é riportato lo schema di installazione di un impianto a due linee e 8 derivati. Fig. 4: Installazione scheda

17 Schema 4 - CT01A: Impianto con 2 linee analogiche ed 8 derivati SCHEDA ESPANSIONE INTERFACCIA CITOFONICA ART Questa scheda permette di collegare il centralino telefonico ad un impianto citofonico. In questo modo é possibile rispondere alle chiamate citofoniche direttamente dai telefoni e comandare da questi l apertura della porta, l accensione delle luci... E possibile gestire quattro ingressi di chiamata da posto esterno o, in alternativa, configurare questi come chiamata di piano. Installazione della espansione Prima di procedere si deve togliere la tensione 220V al centralino. A questo punto, secondo quanto riportato in Fig. 5 : 1. Togliere dal centralino i coperchi laterali e la calotta centrale. 2. Inserire la scheda 2909 nell apposito alloggiamento. 3. Rimontare i coperchi. 4. Riconnettere la tensione 220V al centralino. 5. La scheda verrà riconosciuta automaticamente. Configurazione di default Una volta installata l espansione 2909 la configurazione è la seguente: Sono configurate quattro chiamate da posto esterno Tutti i telefoni sono abilitati a ricevere le chiamate citofoniche La durata dell apriporta è di un secondo Le uscite ausiliarie a relé sono monostabili Cosa bisogna programmare in caso di sostituzione della scheda: E necessario eseguire la regolazione dei volumi del posto esterno. 15

18 Comandi a relé Con microtelefono sollevato è possibile attivare le seguenti uscite a relé: Tabella 4: Descrizione dei relè presenti su scheda 2909 MORSETTO DESCRIZIONE POTENZA COMTEL BCA NOTE N1 C1 Comando Relé Max # L uscita può essere configurata Apriporta 7 A come bistabile o come monostabile. 80Vdc Questa uscita può essere attivata 50Vrms da remoto su chiamata dalla linea telefonica. N2 C2 Comando Relè Max * L uscita può essere configurata come: Luci Scale 1A - - Bistabile o monostabile. 24Vdc - Uso Accensione interna o uso generico. 120Vrms Se configurata come Accensione interna,l uscita non può essere attivata da remoto con il servizio Televerifica Relè N3 C3 Comando Relè Max 5 L uscita può essere configurata Apri cancello 1A - come bistabile o come monostabile. 24Vdc Questa uscita può essere attivata 120Vrms da remoto su chiamata dalla linea telefonica Regolazione volume posto esterno La fonia dell interfaccia citofonica è stata progettata in modalità full-duplex, secondo cui chi parla può anche ascoltare il proprio interlocutore. Dispone di volumi preimpostati da Comelit, stabilita una conversazione con il posto esterno è però possibile modificarli direttamente da telefono agendo sui tasti , secondo la modalità visibile nella figura sottostante. Sono possibili 17 livelli di regolazione,ogni pressione del tasto modifica il volume di 1 livello. E necessario digitare la cifra 2 per memorizzare i livelli di volume raggiunti. 16 Per aumentare il volume nella direzione Posto esterno Derivato interno Per diminuire il volume nella direzione Posto esterno Derivato interno # Per aumentare il volume nella direzione Derivato interno Posto esterno Memorizzazione dei volumi raggiunti. Per diminuire il volume nella direzione Derivato interno Posto esterno

19 Fig. 5: Installazione espansione citofonica 17

20 18 Schema 5 - CT 02A: Impianto citofonico COMELIT con 4 chiamate da posto esterno

21 Schema 6 - CT FA: Impianto citofonico COMELIT chiamata da posto esterno, chiamata di piano, comando luci scale 19

22 20 Schema 7 - CT 10A: Impianto citotelefonico con IDEALKIT

23 Schema 8 - VCT 01A: Impianto video citotelefonico a cablaggio tradizionale. 21

24 SCHEDA ESPANSIONE MESSAGGI ART L aggiunta di questa scheda permette di poter registrare i messaggi necessari al corretto funzionamento di alcuni servizi di centralino vedi Messaggio di Cortesia, DISA etc.. Installazione della espansione Prima di procedere si deve togliere la tensione 220V al centralino. A questo punto, secondo quanto riportato in Fig Togliere dal centralino i coperchi laterali e la calotta centrale. 2. Inserire la scheda 2913 nell apposito alloggiamento. 3. Rimontare i coperchi e la calotta. 4. Riconnettere la tensione 220V. 5. La scheda verrà riconosciuta automaticamente. Configurazione di default Non è registrato nessun messaggio. Cosa bisogna programmare in caso di sostituzione della scheda: E necessario registrare i messaggi desiderati. Schema 13 - CT GA: Impianto con ricevitore radio per telesoccorso 22

25 4 SERVIZI TELEFONICI DI BASE 4.1 SELEZIONE LINEA URBANA Accesso alla linea urbana da un derivato Selezione dell utente remoto 0 ESEMPIO Bla bla Alzo cornetta Tono continuo Accesso alla linea urbana Tono di invito a selezionare Numero telefonico L utente remoto suona Tono di chiamata Conversazione Viene selezionata la prima linea libera. E possibile selezionare solo linee della stessa partizione. La versione HOME ha di default l accesso diretto alla linea urbana. Sono possibili le seguenti alternative: Sulla pressione del tasto 0 il centralino invia il tono di occupato nel caso in cui la linea o le linee su cui il derivato è abilitato sono già impegnate. Se il derivato genera in linea delle cifre che fanno parte dei prefissi disabilitati riceve in cornetta il tono di dissuasione. 4.2 RISPOSTA AD UNA CHIAMATA TELEFONICA ESTERNA Il derivato squilla sulla chiamata Bla bla Il telefono squilla Alzo cornetta Conversazione 4.3 SELEZIONE LINEA URBANA SPECIFICA Accesso alla linea urbana 1 da un derivato Selezione dell utente remoto 9 1 ESEMPIO Bla bla Alzo cornetta Tono continuo Accesso alla linea 1 Tono di invito a selezionare Numero telefonico L utente remoto suona Tono di chiamata Conversazione Accesso alla linea urbana 2 da un derivato Selezione dell utente remoto 9 2 ESEMPIO Bla bla Alzo cornetta Tono continuo Accesso alla linea 2 Tono di invito a selezionare Numero telefonico L utente remoto suona Tono di chiamata Conversazione E possibile selezionare solo linee della stessa partizione. La versione HOME ha di default l accesso diretto alla linea urbana. 23

26 4.4 CHIAMATA A DERIVATO INTERNO TELEFONO BCA STANDARD Chiamata Conversazione ESEMPIO Bla bla Alzo cornetta Tono continuo Tasto 8 seguito dall interno desiderato da 01 a 08 (es. 04) L interno chiamato squilla Tono di chiamata Conversazione 4.5 CHIAMATA GENERALE Si intende la possibilità da parte di un derivato di chiamare contemporaneamente tutti i derivati della propria partizione. Chiamata TELEFONO BCA STANDARD Conversazione Bla bla Alzo cornetta Tono continuo Tasto 800 Tutti gli interni squillano Tono di chiamata Conversazione 4.6 CHIAMATA DI GRUPPO Questo servizio si può eseguire solo dopo aver creato un gruppo di derivati (Vedi paragrafo 8.10). TELEFONO BCA STANDARD Chiamata Conversazione ESEMPIO Bla bla Alzo cornetta Tono continuo Tasti 8 e 3 seguiti dal gruppo desiderato da 1 a 5 (es. 5) Gli interni appartenenti al gruppo squillano Tono di chiamata Conversazione 4.7 SELEZIONE DA AGENDA La centrale telefonica dispone di una memoria di 40 (da 01 a 40) numeri brevi di 16 cifre max ciascuno. Tutti i derivati possono richiamare i numeri brevi, solo i posti operatore li possono programmare (Vedi paragrafo 6.7). La selezione viene ignorata se il numero breve non è stato programmato. TELEFONO BCA STANDARD Richiamo del numero breve ESEMPIO Conversazione Bla bla Alzo cornetta Tono continuo Tasto 4 Numero breve da 01 a 40 ( es. 19 ) L utente remoto suona Tono di chiamata Conversazione Nel caso di partizioni, ad ognuna viene assegnata una rubrica composta da 20 numeri brevi. 24

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra Manuale d uso Servizio Segreteria Telefonica Memotel per Clienti con linea Fibra 1 INDICE 1. GUIDA AL PRIMO UTILIZZO 2. CONFIGURAZIONE SEGRETERIA 3. CONSULTAZIONE SEGRETERIA 4. NOTIFICHE MESSAGGI 5. ASCOLTO

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Avena 135/135 Duo. T elefono cordless analogico DECT. Istruzioni per l uso

Avena 135/135 Duo. T elefono cordless analogico DECT. Istruzioni per l uso Avena 135/135 Duo T elefono cordless analogico DECT Istruzioni per l uso Attenzione: istruzioni per l uso con avvertenze di sicurezza! Leggerle attentamente prima di mettere in funzione l apparecchio e

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 1 2 3 4 Elementi di comando e visualizzazione Elementi di comando e visualizzazione 11 12

Dettagli

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 INDICE GENERALE 1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 4. COME DEVIARE LE CHIAMATE SU UN ALTRO APPARECCHIO...

Dettagli

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless Gentile Cliente, Ti ringraziamo per aver scelto Aladino Vision. Aladino Vision è unico, essenziale, elegante e definisce un nuovo concetto per la telefonia cordless assegnando un ruolo attivo alla stazione

Dettagli

+L3DWK#6333# +L3DWK#8333#560

+L3DWK#6333# +L3DWK#8333#560 +L3WK#6333# +L3WK#8333#560 +L3WK#$OO6HUYH/#+LFRP#483#(2+ RSWL3RLQW#833#HFRQRP\ RSWL3RLQW#833#EVLF RSWL3RLQW#833#VWQGUG RSWL3RLQW#833#GYQFH,VWU]LRQL#G VR Sulle istruzioni d uso Sulle istruzioni d uso Le

Dettagli

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili IT MANUALE TECNICO MT SBC 0 Videocitofonia a colori con cablaggio a fili Assistenza tecnica Italia 046/750090 Commerciale Italia 046/75009 Technical service abroad (+9) 04675009 Export department (+9)

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio.

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio. Guida Rapida Guida Rapida Progetto Telefoni N e x t Collegati ai sistemi Progetto 35 PROMELT Meglio comunicare meglio. Telefoni PROGETTO NEXT Telefono ntercomunicante PROGETTO NEXT l Vs. apparecchio ha

Dettagli

Programmazione TELXXC

Programmazione TELXXC Manuale Programmazione Versione 5.0 Programmazione TELXXC TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it INDICE Programmazione e comandi... 2 Messaggio comando multiplo.. Formato... 3 Messaggi

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Serie Motorola D1110. Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica

Serie Motorola D1110. Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica Serie Motorola D1110 Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica Avvertenza Servirsi unicamente di batterie ricaricabili. Caricare il portatile per 24 ore prima dell uso. Benvenuti... al vostro

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Indice Sistemi di citofonia e videocitofonia - Tecnologia e qualità... - Installazione più facile e rapida... 4 - I sistemi

Dettagli

BTEL-GT. Manuale di installazione ed uso ISO 14001 IT-52588 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 9001 IT-52587 OHSAS 18001 OHSAS 18001

BTEL-GT. Manuale di installazione ed uso ISO 14001 IT-52588 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 9001 IT-52587 OHSAS 18001 OHSAS 18001 BTEL-GT Manuale di installazione ed uso 0470 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 9001 IT-52587 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 14001 IT-52588 OHSAS 18001 OHSAS 18001 9192.BSEC IT - 60983 Tab.1 N. I IDENTIFICAZIONE DELLE PARTI

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS Manuale istruzioni 01942 Comunicatore GSM-BUS Indice 1. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Contenuto della confezione 2 4. Vista frontale 3 5. Funzione dei tasti e led 4 6. Operazioni preliminari

Dettagli

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00 Istruzioni di montaggio e per l'uso Altoparlante ad incasso 1258 00 Descrizione dell'apparecchio Con l'altoparlante ad incasso, il sistema di intercomunicazione Gira viene integrato in impianti di cassette

Dettagli

Manuale di utilizzo centrale ST-V

Manuale di utilizzo centrale ST-V Accessori 1 Capitolo I : Introduzione 2 1.1 Funzioni 2 1.2 Pannello_ 5 1.3 I CON 5 Capitolo II : Installazione e connessione 6 2.1 Apertura della confezione 6 2.2 Installazione del pannello_ 6 2.3 Cablaggio

Dettagli

Bravo Gold. Manuale istruzioni - italiano

Bravo Gold. Manuale istruzioni - italiano Bravo Gold Manuale istruzioni - italiano 1. INSTALLAZIONE DEL TELEFONO 1.1 Connessione della base Connettore cavo telefonico Connettore alimentazione 1) Collegate l alimentazione e la linea telefonica

Dettagli

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano.

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. DUE FILI PLUS Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. Abbiamo aumentato le performance, le distanze, le possibilità di dialogo. Da oggi con la nuova tecnologia Due Fili Plus si

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

PPF 685 PPF 695. Manuale d istruzioni

PPF 685 PPF 695. Manuale d istruzioni PPF 685 PPF 695 Manuale d istruzioni Stimato cliente, Introduzione Brand Variabel Acquistando questo apparecchio, avete scelto un prodotto PHILIPS di qualità. L apparecchio soddisfa i molteplici requisiti

Dettagli

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Manuale istruzioni 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Spazio riservato per annotare le tre cifre del PIN dell'eventuale password di protezione. Indice Principali operazioni a cura dell'utente............................................

Dettagli

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2)

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) MANUALE UTENTE FT607M /FT607M2 MICROSPIA GSM PROFESSIONALE 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) FT607M /FT607M2 MANUALE UTENTE INDICE 1. Informazioni importanti.......................................4

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31)

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) CE 100-8 CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) AVVERTENZE Si ricorda che l installazione del prodotto deve essere effettuata da personale Specializzato. L'installatore

Dettagli

Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI

Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI Alimentazione 1. INFORMAZIONI GENERALI Il cavo di alimentazione è rigidamente fissato nella parte inferiore del terminale (fig.1), tale cavo deve essere connesso al trasformatore esterno (fig. ) e, questi,

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Bravo 10. Telefono con vivavoce e grandi tasti. Manuale d`istruzioni-italiano

Bravo 10. Telefono con vivavoce e grandi tasti. Manuale d`istruzioni-italiano Bravo 10 Telefono con vivavoce e grandi tasti Manuale d`istruzioni-italiano Caratteristiche principali PRESTAZIONI SPECIALI Conversazione in vivavoce Grandi tasti con numeri ben visibili Grande indicatore

Dettagli

User guide Conference phone Konftel 100

User guide Conference phone Konftel 100 User guide Conference phone Konftel 100 Dansk I Deutsch I English I Español I Français I Norsk Suomi I Svenska Conference phones for every situation Sommario Descrizione Connessioni, accessoires, ricambi

Dettagli

Phonak ComPilot. Manuale d uso

Phonak ComPilot. Manuale d uso Phonak ComPilot Manuale d uso Indice 1. Benvenuto 5 2. Per conoscere il dispositivo ComPilot in uso 6 2.1 Legenda 7 2.2 Accessori 8 3. Come cominciare 9 3.1 Impostazione dell alimentatore 9 3.2 Come caricare

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Citofono interno Standard con auricolare 1281..

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Citofono interno Standard con auricolare 1281.. Istruzioni di montaggio e per l'uso Citofono interno Standard con auricolare 1281.. Descrizione dell'apparecchio Il citofono interno Standard con auricolare fa parte del sistema di intercomunicazione Gira

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Portatile Gigaset SL37

Portatile Gigaset SL37 Portatile Gigaset SL37 Portatile Gigaset SL37 20 19 18 16 17 15 14 13 12 11 10 9 Ð ½òÃ V INT 1 15.11.07 09:45? SMS 8 1 2 1 Display in stand-by 2 Livello di carica della batteria = e V U (da scarica a carica)

Dettagli

Alto II Telefono Mobile. Manuale d'utilizzazione

Alto II Telefono Mobile. Manuale d'utilizzazione Alto II Telefono Mobile Manuale d'utilizzazione 1 Preambolo Copyright 2011 Gold GMT SA Tous droits réservés momento senza notificazione preliminare. La riproduzione, il trasferimento o lo stoccaggio del

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

Manuale del telefono Cisco Unified IP Conference Station 7937G per Cisco Unified Communications Manager 6.0

Manuale del telefono Cisco Unified IP Conference Station 7937G per Cisco Unified Communications Manager 6.0 Manuale del telefono Cisco Unified IP Conference Station 7937G per Cisco Unified Communications Manager 6.0 LICENZA E GARANZIE INCLUSE Sede U.S.A. Cisco Systems, Inc. 170 West Tasman Drive San Jose, CA

Dettagli

LA PIÙ COMPLETA, INNOVATIVA ED EFFICIENTE.

LA PIÙ COMPLETA, INNOVATIVA ED EFFICIENTE. LA PIÙ COMPLETA, INNOVATIVA ED EFFICIENTE. LA TUA CENTRALE D ALLARME. LA NOSTRA FILOSOFIA Leader nel settore dei sistemi di sicurezza e domotica, dal 1978 offre soluzioni tecnologiche all avanguardia.

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com DEFENDER HYBRID Sistema antintrusione ibrido wireless e filare Il sistema Un sistema completamente nuovo e flessibile Impianto filare o wireless? Da oggi Defender Hybrid Defender Hybrid rivoluziona il modo

Dettagli

BARON Manuale di istruzioni Italian

BARON Manuale di istruzioni Italian BARON Manuale di istruzioni Italian Introduzione: (1). Vista d assieme del telefono 1.1. 1.1 Tasti Tasto Funzione SIM1 /SIM2 Fine / Accensione Tasto OK Tasto di navigazione Tasto opzioni sinistro/destro

Dettagli

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE 1 MORSETTIERA INTERNA Qui di seguito è riportato lo schema della morsettiera interna: Morsettiera J1 12 V + - N.C.

Dettagli

Panasonic. Analog Pbx System KX-TES 824 (NE) e TEA308 (NE) Chiamate senza restrizioni (PIN,Codice Conto e Cambio COS)

Panasonic. Analog Pbx System KX-TES 824 (NE) e TEA308 (NE) Chiamate senza restrizioni (PIN,Codice Conto e Cambio COS) Panasonic Analog Pbx System KX-TES 824 (NE) e TEA308 (NE) Chiamate senza restrizioni (PIN,Codice Conto e Cambio COS) Centrale Telefonica KX-TES 824 e TEA308 Informazione Tecnica N 010 Panasonic Italia

Dettagli

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções feeling feeling rf D GB F E P NL CZ Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi nstruzioni per l uso nstrucciones de uso Manual de instruções Bedieningshandleiding Návod k obsluze 2 42 82 122 162

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Manuale Tecnico di installazione e programmazione

Manuale Tecnico di installazione e programmazione Manuale Tecnico di installazione e programmazione AVVERTENZE Questo manuale contiene informazioni esclusive appartenenti alla Combivox Srl Unipersonale. I contenuti del manuale non possono essere utilizzati

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:... INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...14 Ultimo Aggiornamento del Documento: 23 / Marzo / 2012 1 INFORMAZIONI

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1.

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1. DPS-Promatic Telecom Control Systems Famiglia TCS-AWS di Stazioni Metereologiche Autonome connesse alla rete GSM (www.dpspro.com) Guida rapida all'uso versione 1.0 Modelli che compongono a famiglia TCS-AWS:

Dettagli

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBN-UNIX IN ARCHITETTURA CLIENT/SERVER 2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Manuale d uso (Versione

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

MANUALE UTENTE ND-08 CONTENUTI

MANUALE UTENTE ND-08 CONTENUTI MANUALE UTENTE ND-08 CONTENUTI 1. Informazioni basilari 1.1 Breve introduzione 2. Come procedere prima dell utilizzo 2.1 Nome e spiegazione di ogni parte 2.1.1 Mappa illustrativa 2.1.2 Descrizione delle

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

UTC Fire & Security Italia

UTC Fire & Security Italia UTC Fire & Security Italia Corso tecnico V1.6 Sistema Advisor Advanced Versione Fw di riferimento 019.019.085 Obbiettivi del corso Questo corso Vi illustrerà la nuova centrale intrusione Advisor Advanced.

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

DALLA TEORIA ALLA PRATICA DALLA TEORIA ALLA PRATICA Comunicare a distanza: il telefono a filo La prima esperienza di telecomunicazione (dal greco tele = distante) si realizza con due piccoli contenitori di plastica, cartone o metallo,

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

Guida Samsung Galaxy S Advance

Guida Samsung Galaxy S Advance Guida Samsung Galaxy S Advance Il manuale utente completo del telefono si può scaricare da qui: http://bit.ly/guidasamsung NB: la guida è riferita solo al Samsung Galaxy S Advance, con sistema operativo

Dettagli

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone A Installazione di Rosetta Stone Windows: Inserire il CD-ROM dell'applicazione Rosetta Stone. Selezionare la lingua dell'interfaccia utente. 4 5 Seguire i suggerimenti per continuare l'installazione. Selezionare

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

IT MANUALE TECNICO MT SH39 IT ART. 21047335 - COMUNICATORE TELEFONICO GSM SMS MULTIFUNZIONE

IT MANUALE TECNICO MT SH39 IT ART. 21047335 - COMUNICATORE TELEFONICO GSM SMS MULTIFUNZIONE IT MANUALE TECNICO ART. 21047335 - COMUNICATORE TELEFONICO GSM SMS MULTIFUNZIONE Assistenza tecnica Italia 0346/750090 Commerciale Italia 0346/750091 Technical service abroad Export department (+39) 0346750092

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Manuale d uso del Nokia 6610i. 9230886 Edizione 2

Manuale d uso del Nokia 6610i. 9230886 Edizione 2 Manuale d uso del Nokia 6610i 9230886 Edizione 2 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto RM-37 è conforme alle disposizioni

Dettagli

LOCALIZZATORE SU RETE GSM

LOCALIZZATORE SU RETE GSM MANUALE UTENTE FT908M LOCALIZZATORE SU RETE GSM (cod. FT908M) Introduzione La ringraziamo per aver acquistato questo localizzatore miniaturizzato. Il dispositivo consente di localizzare una persona o un

Dettagli

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms big

Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms big MANUALE D USO MODULI PIC-SMS Descrizione e modalità d uso del modulo pic-sms big Rev.0807 Pag.1 di 43 www.carrideo.it INDICE 1. I MODULI SMS... 4 1.1. DESCRIZIONE GENERALE... 4 1.2. DETTAGLI SUL MICROCONTROLLORE

Dettagli

SmartVision GUIDA UTENTE

SmartVision GUIDA UTENTE SmartVision GUIDA UTENTE SmartVision Guida Utente (Rev. 2.3) 1 Introduzione Congratulazioni per l aquisto di SmartVision by KAPSYS. SmartVision è il primo smartphone specificatamente progettato per le

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli

Attivatore Telefonico GSM

Attivatore Telefonico GSM Part. U1991B - 10/09-01 PC Attivatore Telefonico GSM art. F462 Istruzioni d uso INFORMAZIONI PER LA SICUREZZA L'impiego dell'attivatore GSM art. F462 in componenti o sistemi per supporto vita non è consentito

Dettagli

VIP X1/VIP X2 Server video di rete

VIP X1/VIP X2 Server video di rete VIP X1/VIP X2 Server video di rete IT 2 VIP X1/VIP X2 Guida all'installazione rapida Attenzione Leggere sempre attentamente le misure di sicurezza necessarie contenute nel relativo capitolo del manuale

Dettagli

ETERNITY NE IP-PBX di Nuova Generazione per Piccole Aziende

ETERNITY NE IP-PBX di Nuova Generazione per Piccole Aziende ETERNITY NE IP-PBX di Nuova Generazione per Piccole Aziende Ottimizzare le risorse, aumentare l'efficienza e portare al massimo la produttività è inevitabile per qualsiasi azienda per sopravvivere e rimanere

Dettagli

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT BOATRONIC M-2, M-420 BOATRONIC M-2 BOATRONIC M-420 Indice Pagina 1 Generalità... 2 2 Sicurezza... 2 2.1 Contrassegni delle indicazioni nel manuale... 2 2.2 Qualifica

Dettagli

Galaxy Dimension. Manuale di installazione. Honeywell Security

Galaxy Dimension. Manuale di installazione. Honeywell Security Galaxy Dimension Manuale di installazione Honeywell Security Sommario Sommario INTRODUZIONE... 1-1 Varianti disponibili... 1-1 SEZIONE 1: CONFIGURAZIONE RAPIDA... 1-3 SEZIONE 2: ARCHITETTURA DI SISTEMA...

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli