Ascotel Voice Mail System ACCS della ascom. Manuale di sistema

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ascotel Voice Mail System ACCS della ascom. Manuale di sistema"

Transcript

1 Ascotel Voice Mail System ACCS della ascom Manuale di sistema Ascotel Voice Mail System ACCS della ascom Manuale di sistema 20DK it

2 Ascom Business Systems AG Divisione PBX CH-4503 Soletta Introduzione Funzioni Progettazione, Pianificazione Manuale di sistema Ascotel Voice Mail System ACCS Installazione Configurazione Messa in funzione Esercizio e manutenzione Indice Versione: 4.10 Aggiornato: ABSC Ce document est la propriété intellectuelle de Ascom Business Systems. Il ne peut pas être copié, que ce soit entièrement ou partiellement, reproduit ou remis à des tiers sans son autorisation.

3 0 Parte 1: Introduzione 1 Versione Con riserva di modifiche tecniche Copyright Ascom Business Systems AG 20KB310959/C0_it 1.I

4 1.II 20KB310959/C0_it

5 Indice Parte 1: Introduzione 1 La famiglia Ascotel Messaging System KB310959/C0_it 1.III

6 1.IV 20KB310959/C0_it

7 1 La famiglia Ascotel Messaging System 1 Il criterio decisivo nel campo delle telecomunicazioni è la raggiungibilità. I sistemi di Messaging sono raggiungibili 24 ore su 24 e 7 giorni la settimana. Chi chiama non è mai costretto all ascolto dell insopportabile tono di occupato. I sistemi di Messaging assicurano quindi comunicazioni telefoniche molto più efficienti fra collaboratori, clienti e fornitori e consentono un miglioramento del risultato d esercizio. In ambito privato e nel settore delle piccole imprese (SOHO), il più noto ausilio della comunicazione, la segreteria telefonica, è tuttora uno strumento indispensabile. Ma già nelle piccole e medie imprese (PMI), questo strumento si rivela poco adatto. Una seconda o addirittura una terza segreteria telefonica non rappresenta certo la soluzione ottimale. Si tratterà perciò di valutare l ampliamento del PBX con un sistema di Messaging per rimanere competitivi e per non perdere clienti. La famiglia Ascotel Messaging System (ACC, ACCS) è stata sviluppata appositamente per le piccole e medie imprese (PMI). Si tratta dello sviluppo coerente della segreteria telefonica che diventa così un sistema centralizzato di segreteria per tutta l azienda e non solo per alcuni collaboratori o reparti. Oltre alle note funzioni di segreteria, i sistemi di Messaging offre numerose nuove possibilità ai chiamanti ed utenti. Nella Tab. 1.1 sono riassunte le funzioni della famiglia Ascotel Messaging System. 20KB310959/C0_it La famiglia Ascotel Messaging System 1.1

8 Tab. 1.1: Prospetto della famiglia Ascotel Messaging System Funzioni Voice Mail System ACCS Messaging System ACC N di porte di comunicazione (analogiche) 2 oppure 4 1) fino a 16 N porte Fax (analogiche) fino a 16 Programmazione del sistema locale PC, V.24 consolle di sistema remota telefono, DTMF PC, TA Integrazione Ascotel V.24 V.24 Segnalazione sui terminali di sistema 2) 3) Multilingue Numero di lingue contemporaneamente attive Posto Operatore Automatico Struttura ad albero: numero di livelli Voice Mail Numero di Mailbox Capacità di registrazione Gruppi di Mailbox, liste di distribuzione N di liste di distribuzione per ogni sistema Notifica esterna Numeri per ogni Mailbox Testo audio Numero di testi audio 3 max oppure 7 h 4 1 max illimitato 4) illimitato 4) 10 MB per h illimitato 4) 9 illimitato 4) Riconoscimento tono di Fax Fax Queuing (Fax mai occupato) Fax Server Fax Mail (stessa Mailbox del Voice Mail) Fax On Demand Access Gestione delle Mailbox personali tramite PC Risponditore Automatico (IVR) Networking (AMIS, VIPM)) 1) 2) 3) 4) EVM22 = 2 porte a/b; MVM48 = 4 porte a/b La segnalazione viene impostata separatamente per ogni Mailbox ed è valida senza limite alcuno per i terminali di sistema Office 20 / Office 30 / Office 40 / Office 100 / Office 150 e Crystal La segnalazione viene impostata in generale nel sistemi di Messaging ed è valida per il terminale di sistema Office 20 oppure per i terminali di sistema Office 30 / Office 40 / Office 100 / Office 150 e Crystal Il numero massimo dipende dai parametri di Ascotel 1.2 La famiglia Ascotel Messaging System 20KB310959/C0_it

9 V.24 haz0513aaxxa0 Ascotel Fig. 1.1: Schema di collegamento del Sistema Ascotel Voice Mail integrato ACCS Porte vocali Porte Fax V.24 LAN haz0515aaita0 Ascotel Fig. 1.2: Schema di collegamento dell Ascotel Messaging System ACC 20KB310959/C0_it La famiglia Ascotel Messaging System 1.3

10 1.4 La famiglia Ascotel Messaging System 20KB310959/C0_it

11 0 1 Parte 2: Funzioni 2 Versione Con riserva di modifiche tecniche Copyright Ascom Business Systems AG 20US310959/C0_it 2.I

12 2.II 20US310959/C0_it

13 Indice Parte 2: Funzioni 1 Ascotel Voice Mail System ACCS Funzioni Possibilità di configurazione Protezione tramite Password (Security) Funzioni Tabella di instradamento Trasferimento automatizzato Call Processor (CP) Funzioni CP Modi di funzionamento dell ACCS Riconoscimento del tono di Fax Scambio di comunicazioni verbali (Voice Mail) Mailbox (MB) Gruppi di Mailbox Notifica US310959/C0_it 2.III

14 2.IV 20US310959/C0_it

15 1 Ascotel Voice Mail System ACCS Funzioni L ACCS è lo sviluppo coerente della segreteria telefonica che diventa così un sistema centralizzato di segreteria, integrato nel PBX, per tutta l azienda e non solo per alcuni collaboratori o reparti. Oltre alle note funzioni di segreteria, l ACCS offre numerose nuove possibilità ai chiamanti ed utenti, fra cui: Servizio multilingue (Multilingual) Il chiamante ha la possibilità di scegliere la lingua preferita; l ACCS supporta contemporaneamente 3 lingue. Lo standard svizzero prevede le lingue tedesco, francese ed italiano. In altre aree in cui il sistema viene commercializzato, vengono offerte combinazioni linguistiche specifiche del paese, in genere con la lingua inglese. Statistiche L ACCS offre al gestore del sistema diversi dati statistici, quali: Utilizzo della memoria Flash Chiamate con risposta per ogni linea ACCS Lista dei messaggi (con informazioni dettagliate per le singole Mailbox) ecc. Tabella di instradamento Il gestore del sistema ha la possibilità di configurare una tabella di instradamento. In base ai criteri di instradamento configurati nella tabella (DDI, CLIP, deviazione di chiamata interna o esterna, ecc.), le chiamate vengono trasferite direttamente alle diverse destinazioni (Call Processor, Mailbox, ecc.). Il trasferimento tramite tabella di instradamento è prioritario rispetto al trasferimento automatico. Tutte le altre chiamate che non corrispondono ad alcun criterio di instradamento nella tabella, vengono instradate al normale menù iniziale (p. es. CP00 per il servizio Giorno). 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.1

16 Nella Fig. 2.1 è riportata una selezione delle principali funzioni: Notifica esterna PBX Trasferimento della chiamata alla Mailbox personale Trasferimento automatico all utente ACCS Trasferimento automatico p. es. a Previsioni meteorologiche... Selezione della lingua haz0518aaita0... Assistenza Tecnica... Registrazione ordini Trasferimento automatico con riconoscimento del tono di Fax Fig. 2.1: Le funzioni dell ACCS L ACCS dispone di 39 Call Processor per il "trasferimento automatico" (Posto Operatore Automatico) e di un massimo di 100 Mailbox per lo scambio di messaggi verbali (Voice Mail). Con le opzioni offerte dai messaggi registrati, il chiamante ha la possibilità di stabilire la connessione desiderata. A tale scopo è sufficiente premere un singolo tasto. 2.2 Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

17 1.2 Possibilità di configurazione ascom Ascotel Voice Mail System ACCS Per l integrazione nel PBX e la configurazione dell ACCS sono previste tre operazioni: Inizializzazione L inizializzazione viene effettuata con un PC (compatibile con Windows 95 o Windows NT) ed il Voice Mail Utility Program (VUP) (vedi "Parte 5: Configurazione"). L ACCS viene fornito già inizializzato; il sistema è cioè pronto per la configurazione. Solo in alcuni casi, p. es. per il caricamento di un altra lingua di sistema, l ACCS deve essere riinizializzato. Configurazione La configurazione dell ACCS può essere effettuata con: un telefono con caratteri di selezione DTMF, dall interno o esterno (Configurazione remota). Le corrispondenti stringe di comando sono descritte nella Parte 7. con un PC (compatibile con Windows 95 o Windows NT) ed il Voice Mail Utility Program (VUP). Predisposizione Questa comprende: La registrazione dei messaggi registrati CP specifici di ogni cliente (p. es. saluto per il funzionamento Giorno e Notte e per le opzioni di trasferimento programmate, ecc.). Questo avviene con il comando DTMF *100 (vedi "Parte 7: Esercizio e manutenzione") Attivare porte Voice Mail Questo avviene con il comando DTMF *363 (vedi "Parte 7: Esercizio e manutenzione") oppure con il Voice Mail Utility Programm (VUP). 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.3

18 1.3 Protezione tramite Password (Security) Le Password sono composte da numeri a quattro cifre, con le cifre da 0 a 9 (i caratteri DTMF * e # non sono ammessi). Il valore di default è Il sistema possiede 3 livelli di protezione: 1. "Gestore di sistema" (livello massimo) Il Gestore di sistema ha accesso a tutti i dati memorizzati nell ACCS ed ha la possibilità per esempio di realizzare statistiche e di riportare le Password dei livelli inferiori al loro valore di default 1234 (vedi "Parte 5: Configurazione"). 2. "Operatore" Con un comando DTMF l Operatore ha la possibilità di commutare il modo di funzionamento (p. es. dal modo di funzionamento Giorno a Notte, a meno che questo non avvenga automaticamente) oppure di attivare il modo di funzionamento Fine settimana / Ferie (prima dei festivi o della chiusura per ferie). 3. "Proprietario Mailbox" Il proprietario della Mailbox ha la possibilità di proteggere il contenuto della propria Mailbox dall accesso di terzi. Risultano protetti non solo tutti i messaggi a lui destinati ma anche i messaggi registrati dal proprietario stesso, come p. es. il suo benvenuto personale. Nota: Il proprietario di una Mailbox ha la possibilità di disattivare la protezione della Password impostandola a Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

19 1.4 Funzioni Tabella di instradamento I criteri configurati nella tabella di instradamento sono prioritari rispetto al trasferimento automatico. ACCS Tabella di instradamento Trasferimento automatice (P.O. Automatico) Scambio di comunicazioni verbali (Voice Mail / Mailbox) haz0925aaita0 Fig. 2.2: Categorie di funzioni L instradamento dipende dal tipo di chiamata. Sono disponibili le seguenti opzioni: 0 = Dir. Est.- DDI 1 = Dir. Est.- CLIP 2 = Dir. Int.- N Chiamante 3 = Dev. Est. - N Deviante 4 = Dev. Est. - CLIP 5 = Dev. Int. - N Deviante 6 = Dev. Int. - N Chiamante Questi tipi di chiamate possono essere elaborate nella tabella di instradamento. A seconda del tipo di chiamata, nella colonna "Criterio di instradamento" viene registrato un DDI, CLIP, un numero d interno (o parte degli stessi). Per ogni criterio di instradamento, nei campi "Funzione CP" e "Destinazione" deve essere specificata una funzione di trasferimento ed eventualmente una destinazione. 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.5

20 Protocollo V.24 ➀ DDI / CLIP ➁ Utente dev. / CLIP PBX ➀ Utente est. ➁ Utente est. ACCS haz0923aaita0 DDC al GR PO Fig. 2.3: Principio di instradamento per chiamate esterne dirette e deviate Chiamata esterna diretta Per questo tipo di chiamata, il numero DDI o il CLIP possono essere utilizzati come criterio di instradamento. Chiamata esterna deviata Per questo tipo di chiamata, il CLIP o il numero dell'interno che ha eseguito la deviazione, possono essere utilizzati come criterio di instradamento. 2.6 Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

21 Protocollo V.24 ➂ Utente ➃ Utente dev. PBX ➂ Utente int. ➃ Utente int. ACCS haz0924aaita0 DDC al GR PO Fig. 2.4: Principio di instradamento per chiamate interne dirette e deviate Chiamata interna diretta Per questo tipo di chiamata, il numero dell utente chiamante può essere utilizzato come criterio di instradamento. Chiamata interna deviata Per questo tipo di chiamata, sia il numero dell utente chiamante sia il numero dell'interno che ha eseguito la deviazione possono essere utilizzati come criterio di instradamento. 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.7

22 Esempi di instradamento: Tabella di instradamento Pagina 1 Pagina 2 Record Tipo di chiamata Criterio di instradamento Funzione CP Dest. Dir. Est.-DDI Trasferimento ad un messaggio registrato CP 12 Dir. Est.-CLIP Trasferimento ad un messaggio registrato CP 14 Dev. Int.- Nº Chiamante 3321 Trasferimento all'operatore Dev. Int. - Nº Deviante Trasferimento automatico Dev. Int. - Nº Deviante Trasferimento automatico Dev. Int. - Nº Deviante Trasferimento automatico Dev. Int. - Nº Deviante Trasferimento automatico Dev. Int. - Nº Deviante Trasferimento automatico Dev. Int. - Nº Deviante Trasferimento automatico Dev. Int. - Nº Deviante Trasferimento automatico OK Annulla Aiuto haz1047aaita0 Fig. 2.5: Tabella di instradamento Esempio 1 (Chiamata esterna diretta) Un utente esterno ha selezionato il numero L ACCS riconosce il numero di selezione passante (DDI) come criterio di instradamento e trasferisce la chiamata direttamente al Call Processor 12. Le chiamate di questo tipo senza criterio di instradamento specifico vengono connesse con il CP 00 di default. Esempio 2 (Chiamata esterna diretta) In base al criterio di instradamento CLIP (o del solo indicativo di Stato 0049), l ACCS identifica la chiamata come proveniente dalla Germania. La chiamata viene perciò instradata al CP 14 con messaggi registrati in lingua tedesca (invece che al CP 00). Esempio 3 (Chiamata interna deviata) Un utente interno con il numero 3321 chiama un altro utente interno, la cui connessione è trasferita all ACCS. L ACCS riconosce il numero 3321 come criterio di instradamento e collega il chiamante direttamente con l operatrice (invece che all Mailbox dell'interno chiamato). 2.8 Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

23 Nota: La Parte 7 contiene altri esempi di applicazioni della tabella di instradamento con una descrizione dettagliata dei criteri di instradamento. Tutte le chiamate senza un criterio di instradamento specifico vengono connesse con il CP 00 iniziale. CP 00 è il CP di default per il servizio Giorno. 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.9

24 1.4.2 Trasferimento automatizzato ACCS Tabella di instradamento Trasferimento automatico (P.O. Automatico) Scambio di comunicazioni verbali (Voice Mail / Mailbox) haz0921aaita0 Fig. 2.6: Categorie di funzioni dell ACCS Il trasferimento automatico viene realizzato con i Call Processor (CP). Un Call Processor è composto da un messaggio registrato specifico per le singole applicazioni e dalle corrispondenti funzioni di trasferimento e CP. Il Gestore di sistema ha la possibilità di formulare liberamente i messaggi registrati destinati ai chiamanti. La durata minima per la registrazione dei messaggi CP è di 2 secondi. La durata massima può essere regolata dal gestore di sistema fra 1 e 9 minuti (con il comando *790). Il tempo impostato ha validità globale per tutto il sistema. Il valore di default è di 2 minuti. Per registrare un messaggio che supera il tempo impostato, il gestore del sistema ha la possibilità di impostare temporaneamente un tempo di registrazione più lungo per il messaggio in questione (max. 9 minuti). Dopo la registrazione del messaggio più lungo è possibile ripristinare nuovamente il tempo globale più breve, senza compromettere il messaggio più lungo. Un messaggio registrato è normalmente costituito da un benvenuto e da diverse opzioni di trasferimento. Per le opzioni di trasferimento devono essere programmate le corrispondenti funzioni CP. A tale scopo ogni Call Processor dispone di 11 posizioni (0 9 ed End of Message, EOM) per l assegnazione delle funzioni CP. Una di queste posizioni, la cifra per "Identificativo operatore" (normalmente 0), viene utilizzata per il trasferimento alla Posto Operatore. Come "Identificativo operatore" viene automaticamente assegnata la stessa cifra in tutti i Call Processor. Alle altre cifre possono essere liberamente assegnate le altre funzioni CP (vedi Tab. 2.3) Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

25 Lo stesso dicasi, seppure con alcune restrizioni, per l EOM. I chiamanti hanno quindi la possibilità di farsi connettere con una delle destinazioni offerte nel messaggio registrato (connessione utente, Mailbox, Operatore, ecc.) oppure p. es. selezionare un altra lingua di sistema. La funzione CP assegnata ad EOM viene eseguita dopo alcuni secondi, se il chiamante non preme alcun tasto oppure se usa un telefono che non invia caratteri di selezione DTMF. Il comando *105 consente di impostare per il tempo di controllo EOM di ogni CP un valore specifico compreso tra 0 e 9 secondi. Il valore di default è di 5 secondi. Nella Fig. 2.7 è illustrato il principio del "trasferimento automatico": Call Processor: 00 Buon giorno... Premere il tasto cifra 0 per la telefonista, 1 per la segreteria, 9 per le previsioni meteorologiche fr, ecc. * 1 Messaggio registrato CP Trasferimento alla telefonista (11) EOM* 2 Trasferimento alla segreteria 201 Trasferimento al Call Processor 01 Disconnessione con annuncio selezioni possibili Funzioni CP VA 201 * 1 Tutti gli inserimenti devono essere eseguiti con la selezione DTMF * 2 EOM: End of Message Se per alcuni secondi non viene digitato nessuna cifra, viene eseguita la funzione specificata sotto "EOM" Call Processor: 01 Trasferimento alla telefonista (11) Previsioni meteorologiche in francese EOM Alcuna registrazione Alcuna registrazione Trasferimento al Call Processor 00 haz0521aaitb0 Fig. 2.7: Principio del "Trasferimento automatico" Nota: Quando la connessione viene stabilita da un collegamento interno con Mailbox, EOM disattiva il collegamento sempre con un annuncio. 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.11

26 Call Processor (CP) L ACCS dispone di 39 Call Processor programmabili. I Call Processor 00, 10, 15 e 20 sono i CP inziali di default per il servizio Giorno, Notte, Pausa, e Fine Settimana / Ferie. Gli altri numeri CP compresi fra 00 e 20 sono a disposizione dell utente. Per i collegamenti non attivati, e cioè in caso di "Occupato", "Mancata risposta" oppure quando è attivato il servizio "Non disturbare", per ognuna delle tre lingue del sistema sono previsti altri 6 Call Processor (21 26, e 41 46). I Call Processor 26, 36 e 46 sono previsti per i menù di Post Recording. Post Recording è un opzione globale che offre all utente, in fase di benvenuto (vedi Tab. 2.1 e nota alla pagina seguente). Questi 18 CP sono già configurati per il trasferimento automatico e contengono già i corrispondenti messaggi registrati di default. Esempio: Un chiamante desidera farsi collegare con un utente, ma il numero dell utente è occupato. In questo caso l ACCS riproduce il messaggio registrato CP apposito ed offre al chiamante diverse opzioni (vedi Tab. 2.2). Tab. 2.1: Call Processor prestabiliti Numero CP Condizioni di funzionamento "Menù iniziale, modo di funzionamento Giorno" "Menù iniziale, modo di funzionamento Notte" "Menù iniziale, modo di funzionamento Pausa" "Menù iniziale, modo di funzionamento Fine settimana / Ferie" CP "Occupato", 1 a lingua, collegamento UT con Mailbox CP "Occupato", 1 a lingua, collegamento UT senza Mailbox CP "Mancata risposta", 1 a lingua, collegamento UT con Mailbox CP "Mancata risposta", 1 a lingua, collegamento UT senza Mailbox CP "Non disturbare", 1 a lingua, collegamento UT con Mailbox CP di "Post recording", 1 a lingua CP "Occupato", 2 a lingua, collegamento UT con Mailbox CP "Occupato", 2 a lingua, collegamento UT senza Mailbox CP "Mancata risposta", 2 a lingua, collegamento UT con Mailbox CP "Mancata risposta", 2 a lingua, collegamento UT senza Mailbox CP "Non disturbare", 2 a lingua, collegamento UT con Mailbox CP di "Post recording", 2 a lingua CP "Occupato", 3 a lingua, collegamento UT con Mailbox CP "Occupato", 3 a lingua, collegamento UT senza Mailbox CP "Mancata risposta", 3 a lingua, collegamento UT con Mailbox CP "Mancata risposta", 3 a lingua, collegamento UT senza Mailbox CP "Non disturbare", 3 a lingua, collegamento UT con Mailbox CP di "Post recording", 3 a lingua 2.12 Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

27 Nota: La 1 a, 2 a e 3 a lingua sono riferite alla combinazione linguistica specifica del paese. Il Gestore di sistema ha la possibilità di definire una di queste lingue come lingua di default. Per la durata della loro connessione, i chiamanti hanno la possibilità di passare alla 2 a o 3 a lingua se tale opzione viene loro offerta nel menù iniziale. Call Processor 26, 36 e 46 per il Post Recording. Se durante il benvenuto oppure dopo la registrazione di un messaggio, un utente preme il tasto *, gli verrà offerto il menù di Post Recording con le seguenti opzioni di default: Tasto 0 = Trasferimento all operatore Tasto 1 = Trasferimento ad un altro utente Tasto 9 = Ritorno al menù principale Il Gestore di sistema ha la possibilità di adattare i Call Processor preconfigurati alle proprie esigenze, e cioè di registrare messaggi appositi e di programmare funzioni. Nella Tab. 2.2 sono riportati i menù di default dei Call Processor 21 25, e Tab. 2.2: Menù di default per le chiamate con Mancata risposta Mancata risposta da UT con Mailbox 0: Trasferimento all'operatore 1: Trasferimento ad un altro UT 8: Lasciare un messaggio 9: Ritorno al menù principale Menù di default nelle lingue di sistema attualmente attive per Mancata risposta da UT senza Mailbox 0: Trasferimento all'operatore 1: Trasferimento ad un altro UT 9: Ritorno al menù principale Occupato per UT con Mailbox 0: Trasferimento all'operatore 1: Trasferimento ad un altro UT Occupato per UT senza Mailbox 0: Trasferimento all'operatore 1: Trasferimento ad un altro UT 2: Attendere 2: Attendere 8: Lasciare un messaggio 9: Ritorno al menù principale 9: Ritorno al menù principale Non disturbare 1) 0: Trasferimento all'operatore 1: Trasferimento ad un altro UT 9: Ritorno al menù principale 1) I proprietari di una Mailbox possono attivare o disattivare individualmente questo servizio tramite le funzioni di gestione Mailbox. Quando il servizio è attivo, l ACCS non trasferisce più alcun messaggio a questo collegamento utente, ma esegue le funzioni CP programmate nel CP25/35/45. 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.13

28 Funzioni CP Per eseguire le funzioni CP sono disponibili le cifre DTMF 0 9 ed EOM. A queste cifre può essere liberamente attribuita una delle funzioni CP descritte nella Tab Tab. 2.3: Funzioni CP e loro significato Nessuna registrazione Trasferimento a messaggio registrato CP Trasferimento a messaggio registrato CP Lingua 1 1) Trasferimento a messaggio registrato CP Lingua 2 1) Trasferimento a messaggio registrato CP Lingua 3 1) Trasferimento ad utente Trasferimento alla Mailbox Selezione diretta di un utente 1) Selezione diretta di una Mailbox 1) Lasciare un messaggio 1) Ascolto messaggi 1) Svincolo Svincolo + annuncio Ritorno al menù principale Trasferimento all'operatore Richiamata su Occupato Istruzione del sistema: inserimento non valido Digitare il numero CP Digitare il numero CP e selezionare la 1a lingua. Il CP deve contenere messaggi registrati nella lingua 1. Digitare il numero CP e selezionare la 2a lingua. Il CP deve contenere messaggi registrati nella lingua 2. Digitare il numero CP e selezionare la 3a lingua. Il CP deve contenere messaggi registrati nella lingua 3. Trasferimento ad un utente specificato oppure al Gruppo di chiamata con il numero nnn. Questo numero deve essere specificato nell ACCS. Trasferimento ad una Mailbox definita nell ACCS con il numero specificato nnn (p. es. registrazione ordini). Trasferimento all'utente che il chiamante deve selezionare. Attenzione: Se questa funzione viene attribuita ad esempio al tasto "2", si potrà selezionare solamente un numero che inizia con la cifra 2. Trasferimento alla Mailbox da selezionare a cura del chiamante. Attenzione: se questa funzione viene attribuita adesempio al tasto "2", si potrà selezionare solamente un numero Mailbox che inizia con la cifra 2 (utilizzato solo in CP00, 10 e 20). Trasferimento alla Mailbox da selezionare a cura del chiamante. Il chiamante sente il messaggio di benvenuto e può lasciare il suo messaggio. Dopo aver digitato il numero Mailbox e la Password è possibile ascoltare e gestire i messaggi memorizzati nella Mailbox. Esempio: ascolto da remoto della Mailbox La connessione viene abbattuta senza alcun annuncio. La connessione viene terminata con un annuncio (p. es. grazie per la Vostra chiamata ). Viene riprodotto il menù nella lingua valida per il modo di funzionamento attivo (p. es. menù iniziale, Giorno) Per questa funzione in tutti i Call Processor deve essere utilizzato lo stesso carattere di selezione DTMF. In caso di "Occupato", il chiamante può mettere in attesa la chiamata. Dopo un tempodefinito, l ACCS tenta di ritrasferire la chiamata. (Usato solo nei CP "Occupato"). 1) Queste funzioni CP non sono disponibili sotto EOM 2.14 Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

29 Modi di funzionamento dell ACCS ascom Ascotel Voice Mail System ACCS Con l ACCS, un azienda è raggiungibile 24 ore su 24, perfino nel periodo di chiusura per ferie. Perché il chiamante possa sempre essere salutato conformemente alla situazione e per fornirgli opzioni di trasferimento realistiche, l ACCS offre 4 modi di funzionamento: "Giorno", "Pausa", "Notte" e "Fine settimana / Ferie". A seconda del modo di funzionamento, l ACCS dà il benvenuto al chiamante con diversi messaggi registrati CP e con diverse opzioni di trasferimento (menù iniziale). CP 00 è il Call Processor di default per il servizio Giorno. La commutazione del modo di funzionamento può essere effettuata dalla Operatore / dal Gestore di sistema con i comandi DTMF. Il modo di funzionamento selezionato con un comando DTMF è valido fino al successivo comando di commutazione. ACCS Commutazione con comando DTMF: *8 + xxxx + n 1) n = 0 per Servizio Giorno Call Processor N 00 N nn N nn n = 4 per Servizio pausa Call Processor N 15 N nn N nn n = 1 per Servizio nottumo Call Processor N 10 N nn N nn n = 2 per Fine Settimana / Servizio festivo Call Processor N 20 N nn N nn n = 3 per il modo di funzionamento Auto Modo di funzionamento Auto haz0922aaita0 1) xxxx è la Password di Operatore Fig. 2.8: Commutazione del modo di funzionamento con il comando DTMF 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.15

30 Pausa ascom Ascotel Voice Mail System ACCS Quando con il comando DTMF *8 + xxxx + 3 si seleziona il modo di funzionamento Auto, è necessario definire l orario di lavoro quotidiano (dalle hh:mm alle hh:mm) e come opzione anche la pausa. La commutazione automatica avviene in base a queste indicazioni impostate. ACCS Modo di funzionamento Auto Giorno Notte Call Processor N 00 N nn N nn Call Processor N 15 N nn N nn Call Processor N 10 N nn N nn haz0523aaita0 Fig. 2.9: Commutazione temporizzata nel modo di funzionamento Auto Nota: Se p. es. per le giornate di sabato e di domenica non sono indicati gli orari o solo i valori dalle 00:00 alle 00:00, chi chiama in questi giorni sente il menù iniziale per il modo di funzionamento Notte Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

31 Descrizione dei modi di funzionamento ascom Ascotel Voice Mail System ACCS Il modo di funzionamento selezionato dall'operatore o dal Gestore di sistema è valido per tutti i collegamenti utenti e i numeri Mailbox definiti nell ACCS. Nella Tab. 2.4 sono descritti i modi di funzionamento e la modalità della loro attivazione: Tab. 2.4: Descrizione dei modi di funzionamento Funzionamento Giorno Comando DTMF: *8 + xxxx + 0 Funzionamento Pausa Comando DTMF: *8 + xxxx + 4 Funzionamento Notte Comando DTMF: *8 + xxxx + 1 Funzionamento Fine Settimane / Ferie Comando DTMF: *8 + xxxx + 2 Funzionamento Auto Comando DTMF: *8 + xxxx + 3 xxxx è la Password di Operatore CP 00 è il Call Processor di default per il servizio Giorno. Non è prevista nessuna commutazione automatica fra i modi di funzionamento Giorno, Pausa e Notte. CP 15 è il Call Processor di default per il servizio Pausa. Non è prevista nessuna commutazione automatica fra servizio Giorno, Pausa e Notte. CP 10 è il Call Processor di default per il servizio Notte. Non è prevista nessuna commutazione automatica fra i modi di funzionamento Giorno, Pausa e Notte. CP 20 è il Call Processor di default per il servizio Fine Settimana / Ferie. Questo modo di funzionamento può essere attivato solo manualmente. A seconda dell ora e dell orario di lavoro definito per i singoli giorni della settimana (eventualmente anche diversi), e di una pausa (optional), avviene la commutazione al modo di funzionamento Giorno, Pausa o Notte. 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.17

32 Controllo del trasferimento Nell ACCS sono previste tre modalità di controllo del trasferimento ad una connessione utente: Non controllato Il trasferimento avviene "alla cieca", senza cioè controllare lo stato della connessione utente chiamata. Nota: Quando il collegamento utente chiamato è occupato, la connessione viene abbattuta senza alcun avviso. Se l utente chiamato non risponde, dopo il tempo di richiamata impostato nel PBX viene attivata una richiamata al sistema Voice Mail. Parzialmente controllato Il trasferimento avviene solo se il collegamento utente chiamato non è occupato; l ACCS tuttavia non attende la risposta oppure lo stato di "Mancata risposta" al termine del tempo di attesa). In caso di "Occupato", il chiamante sente un messaggio registrato con le opzioni di trasferimento. Controllato Il trasferimento avviene solo se l utente chiamato risponde entro il tempo di attesa. In caso di "Occupato" o "Mancata risposta", il chiamante sente diversi messaggi registrati con le opzioni di trasferimento. A GR B (destinazione) controllo temporizzato ( ) Gruppo di chiamata per Voice Mail Porta ACCS haz0528aaita0 Fig. 2.10: Trasferimento con controllo temporizzato 2.18 Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

33 Il tempo di controllo viene definito con il parametro "Tempo di attesa per mancata risposta". Per evitare un conflitto con i parametri PBX "TEMP. RIC. DI CH." e "RITARDO TRASF. DCC", i valori di questi devono essere specificati secondo la seguente regola: PBX "TEMP. RIC. DI CH." > PBX "RITARDO TRASF. DCC" > ACCS "Tempo di attesa per mancata risposta". Occorre distinguere fra i tipi di collegamento "Posto Operatore (PO)" ed altri "Collegamenti UT". Infatti per il PO è possibile selezionare "Non controllato" (il PO 1) ) è normalmente non occupato, le chiamate in entrata vanno in coda di attesa) e per tutti gli altri collegamenti utenti "controllato" o "parzialmente controllato". Tab. 2.5: Controllo del trasferimento Utente di destinazione: Libero Stato: <Mancata risposta> Trasferimento non controllato Trascorso il tempo di richiamata programmato: Richiamata alla stessa porta ACCS. Se la porta nel frattempo risulta occupata, il chiamante ha comunque il tono di controllo di chiamata. Trasferimento parzialmente controllato Trascorso il tempo di richiamata programmato: Richiamata alla stessa porta ACCS. Se la porta nel frattempo risulta occupata, il chiamante ha comunque il tono di controllo di chiamata. Trasferimento controllato CP23 oppure CP24 Utente di destinazione: Swincolo CP21 oppure CP22 CP21 oppure CP22 Occupato Sovraccarico di rete Swincolo CP23 oppure CP24 CP23 oppure CP24 1) Se in sostituzione del PO viene utilizzato un normale collegamento utente, è possibile che il collegamento sostitutivo del PO sia occupato. 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.19

34 Riconoscimento del tono di Fax L ACCS riconosce le chiamate Fax in arrivo e le trasferisce al collegamento Fax prestabilito. DDI Gruppo Voice Mail ACCS FAX FAX haz0527aaita0 Fig. 2.11: Attivazione dei collegamenti fax Nota: Le chiamate fax al gruppo di chiamata Voice Mail RC con riconoscimento del servizio (Fax 3, Fax 4) devono essere trasferite tramite la tabella di destinazione del servizio dati nel PBX direttamente al collegamento Fax corrispondente Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

35 1.4.3 Scambio di comunicazioni verbali (Voice Mail) ACCS Tabella di instradamento Trasferimento automatico (P.O. Automatico) Scambio di comunicazioni verbali (Voice Mail / Mailbox) haz0921aaita1 Fig. 2.12: Funzioni dell ACCS Da sempre i terminali offrono la possibilità di inviare un messaggio scritto agli utenti interni non raggiungibili per telefono o di lasciare un messaggio per il chiamante. Non sarebbe forse più comodo e più personalizzato farlo a voce come con una segreteria telefonica? Con Voice Mail ciò è possibile; e con Voice Mail anche i videolesi dispongono di un telefono confortevole e moderno. I chiamanti interni ed esterni possono farsi guidare dai menù vocali e, premendo un unico tasto, collegarsi con la destinazione di trasferimento desiderata, p. es. una Mailbox per lasciare un messaggio oppure per fare un ordine, ecc. 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.21

36 Mailbox (MB) Per lo scambio di messaggi, l ACCS mette a disposizione complessivamente 100 Mailbox reali e virtuali. Tipi di Mailbox: Normali Mailbox utenti Queste funzionano come una segreteria telefonica. In una Mailbox i chiamanti possono lasciare fino a 22 messaggi. La lunghezza dei messaggi è regolabile. Il gestore del sistema ha la possibilità di definire per l intero sistema una durata globale di registrazione compresa fra 1 e 9 minuti (comando *790 + X). Il valore di default è di 2 minuti. Master Mailbox Il gestore del sistema ha la possibilità di definire una delle Mailbox aperte come Master Mailbox. La Master Mailbox funziona come una normale Mailbox, ma è in grado di registrare fino a 99 messaggi. Mailbox del gestore del sistema Il gestore del sistema ha la possibilità di definire una delle Mailbox aperte come Mailbox del gestore del sistema che consente di controllare la capacità globale di registrazione. Non appena viene superato il 90% della capacità di registrazione complessiva, l ACCS invia un messaggio di avviso al gestore del sistema. Mailbox di informazione Il gestore del sistema ha la possibilità di definire una o più Mailbox aperte come Mailbox di informazione. I chiamanti hanno la possibilità di ascoltare le informazioni contenute in queste Mailbox, ma non di lasciare messaggi nelle stesse Mailbox. Tuttavia, con il tasto * hanno la possibilità di accedere al menù di Post Recording Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

37 A B N UT 200 ACCS Deviazione della chiamata alla Mailbox se «Occupato» Mailbox N 200 C haz0524aaita0 Fig. 2.13: Lasciare un messaggio Le Mailbox reali hanno lo stesso numero del relativo collegamento utente. La chiamata per la notifica della presenza di un messaggio, può essere sia interna che esterna. Funzionamento: Dopo che un proprietario Mailbox ha effettuato il trasferimento all ACCS, poiché i numeri sono identici (N MB = N UT), il chiamante viene automaticamente collegato con la Mailbox corretta e salutato con la voce (nota) dell utente chiamato (funzione di segreteria telefonica). Le Mailbox virtuali non sono assegnate a nessun collegamento utente. E possibile la notifica esterna (non quella interna poiché manca il collegamento interno). Le Mailbox virtuali possono essere selezionate solo tramite funzioni CP. 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.23

38 Funzionamento: Per i collaboratori del servizio esterno oppure in un punto vendita di un altra città (anche per il telelavoro ecc.) è possibile istituire una Mailbox virtuale (senza un telefono interno). Questi possono quindi ascoltare in ogni momento e ovunque il contenuto della propria Mailbox (p. es. con un telefono cellulare) e, se necessario, inviare a loro volta e contemporaneamente dei messaggi a diversi altri proprietari di Mailbox. Le Mailbox reali e quelle virtuali sono identiche. Nella Fig è riportato lo schema di principio di una Mailbox. Tutti i proprietari Mailbox hanno sempre a disposizione le stesse funzioni per la gestione e la manutenzione delle proprie Mailbox. L autorizzazione per la notifica esterna viene rilasciata individualmente dal Gestore di sistema. Mailbox N 200 Benvenuto personale Funzioni di gestione Messaggi arrivati haz0525aaita0 Fig. 2.14: Struttura di una Mailbox 2.24 Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

39 Una Mailbox è composta dai seguenti elementi: ascom Ascotel Voice Mail System ACCS La memoria vocale con il messaggio di benvenuto per il chiamante, registrato personalmente dal proprietario della Mailbox. La memoria vocale, in cui il chiamante può lasciare il suo messaggio. È possibile lasciare un massimo di 22 messaggi (questo valore non è configurabile). La lunghezza minima di registrazione per ogni messaggio è di 2 secondi, il gestore del sistema ha la possibilità di impostare una lunghezza massima compresa fra 1 e 9 minuti. Quando la durata viene ad esempio portata da 4 a 2 minuti, i saluti e i messaggi di durata maggiore già registrati rimangono conservati. Quando in una Mailbox sono registrati 22 messaggi, il chiamante successivo ottiene il seguente annuncio: Siamo spiacenti ma per questa mailbox non si possono più registrare messaggi. Se durante questo annuncio viene premuto il tasto 0 (valore di default), il chiamante viene collegato per default conl operatore. Premendo il tasto 9 (valore di default) durante l annuncio e digitando la Password relativa a questa Mailbox, si possono ascoltare i messaggi. Se durante questo annuncio viene premuto il tasto "*", il chiamante sente il menù di Post Recording. Le funzioni di gestione della Mailbox (ascoltare messaggi, deviare, cancellare, ecc.) e predisposizione della Mailbox: registrazione del messaggio di benvenuto personale, definizione della Password, ecc. sono descritte nelle istruzioni per l uso dell ACCS. 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.25

40 Gruppi di Mailbox I gruppi di Mailbox consentono l'invio contemporaneo dello stesso messaggio a diverse Mailbox ed hanno quindi la funzione di una lista di distribuzione. Se un gruppo di Mailbox ha uno scopo diverso (non funge da lista di distribuzione), il corrispondente annuncio può essere registrato. Comunicazione ACCS Gruppo Mailbox N 002 Mailbox N 200 Mailbox N 201 Mailbox N 200 Mailbox N 201 Mailbox N 219 Mailbox N 219 haz0519aaita0 Fig. 2.15: Principio di funzionamento di un gruppo Mailbox Nell ACCS ci sono cinque gruppi Mailbox con i numeri di default 000, 001, 002, 003 e 099. In ciascuno dei primi quattro gruppi Mailbox è possibile immettere fino a 20 numeri Mailbox diversi; uno o più di questi numeri Mailbox possono far parte di diversi o di tutti i gruppi. Il quinto gruppo Mailbox (099) raggruppa tutti i numeri Mailbox aperti nell ACCS per Mailbox reali e virtuali. Questo consente per esempio al Gestore di sistema (ma non solo) di inviare una comunicazione Voice Mail "A tutti", ad es. "Alle ore l ACCS sarà fuori servizio per lavori di manutenzione". Il Gestore di sistema o l installatore hanno la possibilità di cambiare la prima cifra del numero del gruppo, utilizzando il comando DTMF *545+ X (X è una cifra compresa tra 0 e 9). Esempio: * Dopo l immissione di questo comando i gruppi Mailbox hanno i numeri e 399. Per questa modifica l installatore ha anche la possibilità di utilizzare il VUP Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

41 Notifica I proprietari Mailbox hanno la possibilità di essere informati dall ACCS dell arrivo di un nuovo messaggio nella loro Mailbox. Se il proprietario Mailbox non ascolta il nuovo messaggio, la notifica acustica può essere ripetuta una o più volte a determinati intervalli. Questi parametri di notifica (intervallo, numero e durata) dei tentativi di notifica vengono stabiliti dal Gestore di sistema centralmente per tutti gli utenti e sono validi per la notifica acustica "interna" ed "esterna". La notifica interna ed esterna può essere attivata contemporaneamente su tutte le unità terminali del tipo 1. Comunicazione PBX ACCS Mailbox N 200 Terminale Tipo 1 Mailbox N 201 Terminale Tipo 2 Mailbox N 202 Chiamata senza annuncio Gi 18:54 Messaggio di Voice Mail Terminale con display alfanumerico MESSAGE 201 Terminale con display numerico (Terminale analogico) Mailbox N 203 Chiamata con annuncio (Terminale analogico) Mailbox N 204 Notifica esterna (Chiamata con annuncio) haz0526aaita0 Fig. 2.16: Possibilità di notifica Per la notifica sulle unità terminali analogiche (Chiamata senza annuncio o chiamata con annuncio) occorre usare la funzione "Deviazione condizionata di chiamata" (DCC) al gruppo di chiamata Voice Mail e non la "Deviazione di chiamata" (DDC). Con DDC non verrebbe effettuata alcuna notifica, ma la chiamata verrebbe deviata direttamente al sistema Voice Mail. 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.27

42 Notifica interna La notifica interna dipende dal tipo di terminale: "Terminale tipo 1" L ACCS segnala al PBX che in una Mailbox è stato lasciato un nuovo messaggio. Questo fatto viene quindi visualizzato sul display alfanumerico del relativo terminale di sistema. La segnalazione avviene tramite l interfaccia V.24 e non occupa una porta Voice Mail. "Terminale tipo 2" Segnalazione per visualizzare "MESSAGE" sui terminali di sistema con display numerico. Codice per On = *38X, Codice per Off = #38X (X è il numero utente interno). "Chiamata senza annuncio" L ACCS effettua la notifica acustica secondo i parametri di notifica definiti a livello centrale. Viene usato quando il proprietario della Mailbox non dispone di un terminale di sistema. "Chiamata con annuncio" Identico a "Chiamata senza annuncio". Non appena l utente chiamato risponde, egli viene invitato ad digitare la sua Password e ad ascoltare i propri messaggi. "Nessuna" Il proprietario Mailbox non viene informato dell arrivo di nuovi messaggi Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

43 Notifica esterna (Outcalling) I nuovi messaggi arrivati possono essere segnalati con una chiamata alla connessione esterna definita dal proprietario di Mailbox (a casa, cellulare GSM etc.). La chiamata avviene sempre con annuncio. Il proprietario di Mailbox deve aver inserito la notifica esterna (tramite menù vocale) ed aver definito un numero telefonico esterno qualsiasi con un massimo di 20 cifre. È inoltre possibile effettuare la notifica tramite Pager (e quindi senza annuncio). A tal fine, il proprietario di Mailbox, dopo il proprio numero di Pager deve immettere da 5 a 7 caratteri di pausa P ed un codice di notifica (una o più cifre) che verrà visualizzato sul suo Pager quando nella sua Mailbox viene ricevuto un nuovo messaggio Esempio: PPPPP12*1# è il numero del cercapersone PPPPP provoca un ritardo di 5 s (1 s per ogni P) 12 è il codice della notifica *1# Chiusura della procedura I caratteri di pausa sono necessari perché ci vogliono alcuni secondi per stabilire il collegamento con il Paging System e per il successivo trasferimento del codice di notifica (nell esempio è "12"). Se la pausa di 5 secondi è troppo breve o se il codice di notifica deve avere più di due caratteri, al posto della P può essere utilizzata la lettera Q (4s di pausa). Il Gestore di sistema ha la possibilità di attribuire l autorizzazione alla notifica esterna ad un massimo di 20 Mailbox liberamente selezionabili. Nota: Le pause possono essere generate in diversi modi: Nel VUP P corrisponde ad una pausa di 1 secondo Q corrisponde ad una pausa di 4 secondi Con comandi DTMF *1 corrisponde ad una pausa di 1 secondo *2 corrisponde ad una pausa di 4 secondi 20US310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 2.29

44 2.30 Ascotel Voice Mail System ACCS 20US310959/C0_it

45 0 1 2 Parte 3: Progettazione, Pianificazione 3 3 Versione Con riserva di modifiche tecniche Copyright Ascom Business Systems AG 20PR310959/C0_it 3.I

46 3.II 20PR310959/C0_it

47 Indice Parte 3: Progettazione, Pianificazione 1 Ascotel Voice Mail System ACCS Checklist di progettazione Lista dei comandi DTMF (Documentazione dell impianto) PR310959/C0_it 3.III

48 3.IV 20PR310959/C0_it

49 1 Ascotel Voice Mail System ACCS 3 Per la progettazione di un ACCS sono previsti due moduli ossia ausili di progettazione: Checklist di progettazione per il PBX Ha lo scopo di sincronizzazione e di predisposizione delle risorse nel PBX. Lista dei comandi DTMF Serve per la configurazione di un ACCS e come documentazione dell impianto. 1.1 Checklist di progettazione Per l impiego con il PBX devono essere soddisfatte le seguenti condizioni: Requisiti minimi del PC (in caso di configurazione con il VUP): PC 486 o superiore 8 MB di RAM 1,3 MB di memoria libera sull hard disk Windows 95 oppure Windows NT porta COM libera Requisiti del PBX: Versione del SW (vedi Tab. 3.1) in funzione della generazione del PBX I3 e I3+ e del modulo utilizzato, EVM oppure MVM. 1 slot libero per moduli (MUP/ ZEE, LTA, LPI) Indirizzi delle porte a/b, gli indirizzi delle porte necessari devono essere disponibili. 1) Disponibilità dell interfaccia V.24 dell unità centrale (oppure, a partire da I4,1 bus AD2 libero per Adattatore Pocket AP V.24, con versione SW 2.2 o superiore) 1) L EVM presenta 2 porte a/b, l MVM 4 porte a/b 20PR310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 3.1

50 Nota: La comunicazione fra PBX ed ACCS occupa permanentemente un interfaccia V.24, che non risulta perciò disponibile per altre applicazioni. La configurazione PBX deve perciò essere effettuata con un altro collegamento V.24, p. es. con un Crystal PO o, a partire dalla generazione I4, tramite un Pocket Adapter con versione software 2.2 o superiore. Attraverso l interfaccia V.24, il PBX invia i dati di instradamento all ACCS e l ACCS segnala al PBX su quali unità terminali (del tipo 1) deve essere segnalato l arrivo di nuovi messaggi. Questo metodo di integrazione fra PBX e ACCS viene chiamato anche integrazione Outband. Il PBX invia anche periodicamente all ACCS delle interrogazioni dello stato che vengono confermate dall ACCS. Questo significa che il sistema Voice Mail è disponibile per la registrazione e l ascolto di messaggi. Tab. 3.1: Lista delle compatibilità Canale di vendita ISDN-3 ISDN-3+ bcs 8 S EVM bcs 8 EVM bcs 64 / 64 S MVM bcs 64 / 64 S MVM A Austria B Belgium 3.72 CH Switzerland bcs 4: 3.70 bcs 16: D Germany DK Denmark E Spain Fl Finland, Estonia 3.72 I Italy 3.0 N N Norway NL Netherlands P Portugal UK Great Britain 3.0 N 3.50 Nota: Il sistema Ascotel Voice Mail ACCS viene supportato in generale a partire dall introduzione della versione ISDN Ascotel Voice Mail System ACCS 20PR310959/C0_it

51 Checklist di progettazione Per la progettazione sono necessarie altre informazioni, per cui si raccomanda di compilare la seguente checklist: Premessa La checklist corrisponde ad una guida per la progettazione. Con alcune brevi note intende fornire allo specialista un supporto per tenere conto dei principali punti. 20PR310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 3.3

52 Azienda / Utente Nome dell azienda:... Via:... Responsabile:... CAP / Località:... Telefono:... Fax:... Numero collaboratori:... Numero sedi:... Azienda / Installatore Nome dell azienda:... Via:... Responsabile progetto:... CAP / Località:... Telefono:... Fax:... Impianto telefonico Tipo:... Versione SW:... Slot liberi disponibili (EVM / MVM)? si no Che tipo di terminali:... Interfaccia V.24: libero occupato A partire da I4 bus AD2 libero: si no AP disponibile (versione SW 2.2): si no Dislocazione dell impianto:... Linee urbane: digitali analogiche Distanza fra PBX e ripartitore principale in:... m Lingue Lingue (integrate): de fr it altre:... (max. 3 lingue possibili) Dettagli importanti Data di installazione desiderata:... Operatore automatico richiesto Il sistema Voice Mail gestisce tutte le chiamate Il sistema Voice Mail gestisce solo l overflow Mailbox personali desiderate Quante:...(max. 100) Notifica esterna con messaggio nella Mailbox (p. es. su Pager, Natel, ecc.) Piano di numerazione Ascotel 2 cifre 3 cifre 4 cifre maggiore Configuraz. da remoto / Ascolto a remoto si no 3.4 Ascotel Voice Mail System ACCS 20PR310959/C0_it

53 1.2 Lista dei comandi DTMF (Documentazione dell impianto) Nella lista dei comandi sono riportati tutti i comandi disponibili (procedure * #). Nella seconda riga della colonna "Formato del comando" possono essere inseriti i valori configurati nell impianto. Tab. 3.2: Comandi DTMF e valori dei parametri Formato del comando Comando parametri configurati Passaggio dall ora legale all ora solare *7 + XXXX + Y *7 + + Selezione del modo di funzionamento *8 + XXXX + Y *8 + + Registrazione messaggio CP *100 + XX + Tono + Registrazione + # * Tono + + # Ascolto messaggio CP *101 + XX *101 + Cancellazione messaggio CP (con programma) *102 + XX *102 + Valori di default Impostazione temporizzazione EOM *105 + XX + Y + # 5 s * # Trasferimento ad un Call Processor *110 + XX + B + YY + # * _ + + # Ridefinizione del CP di default *112 + XX + YY + Z + # CP 00 (per ogni linea) * _ + # 00 CP 10 (per ogni linea) * _ + # 10 CP 15 (per ogni linea) * _ + # 15 CP 20 (per ogni linea) * _ + # 20 Ritorno al menù principale *115 + XX + B # * # Trasferimento ad un CP + selezione 1 a lingua *117 + XX + B + YY + Z +# * _ + + _ + # Selezione lingua di default *118 + Z 1 a lingua *118 + _ Trasferimento ad un UT *120 + XX + B + Numero della connessione + # * # Trasferimento ad operatore *125 + XX + # * # Trasferimento ad una Mailbox *130 + XX + B+ Numero della Mailbox+ # * _ + + # 20PR310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 3.5

54 Comando Svincolo *140 + XX + B + Z + # * _ + _ + # Lasciare un messaggio in una Mailbox *150 + XX + B + # * # Ascolto dei messaggi di una Mailbox *160 + XX + B + # * # Definizione cifre per la selezione diretta di un utente Definizione cifre per la selezione diretta di una Mailbox *170 + XX + Prima(e) cifra(e) + # * # *175 + XX + Prima(e) cifra(e) + # * # Definizione della richiamata su occupato *180 + XX + B + # * # Reset dell intero programma CP *190 + XX + # * # Reset di una funzione di un programma CP *190 + XX + B + # * # Configurazione della tabella di instradamento (tipo di chiamata e criterio di instradamento) Definizione della funzione CP *200 + XX + Y + ZZZ...Z + # * Y # *201 + XX + YY * Definizione della destinazione *202 + XX + YYYY + # * # Definizione del numero di squilli prima della *310 + X + Y "Risposta" Linea 1 * Linea 2 * Linea 3 * Linea 4 * Definizione del tempo di attesa per "Mancata risposta" Formato del comando parametri configurati *311 + XX *311 + Numeri utenti definiti, interni *320 + X + Primo Nº + * + Ultimo Nº + # Gruppo 0 * * + + # Gruppo 1 * * + + # Gruppo 2 * * + + # Gruppo 3 * * + + # Gruppo 4 * * + + # Reset del gruppo *320 + Y # * # Ridefinizione dell identificativo operatore *330 + B *330 + Valori di default 15 s Ascotel Voice Mail System ACCS 20PR310959/C0_it

55 Comando Ridefinizione del tasto per l ascolto da remoto dei messaggi in una Mailbox *331 + X *331 + Ridefinizione del codice di accesso urbano *340 + XX + # * # Ridefinizione del trasferimento a tutti i numeri ad eccezione del Posto Operatore Ridefinizione del trasferimento al Posto Operatore *350 + X *350 + *351 + X *351 + Ridefinizione operatore giorno *360 + Numero della connessione + # * # Ridefinizione operatore notte *361 + Numero della connessione + # * # Definizione del numero fax *362 + Numero della connessione + # * # Cancellazione del numero fax *362 + # Definizione dei numeri della connessione per le *363 + X + Numero della connessione + # porte ACCS Porta 1 * # Porta 2 * # Porta 3 * # Porta 4 * # Definizione della Mailbox del gestore del sistema *364 + Numero della Mailbox + # * # Impostazione del volume dei messaggi registrati *369 + X *369 + Ridefinizione Flash 1 *370 + XXX *370 + Flash 2 (non può essere cambiato) Ridefinizione del tono di occupato "inattivo" *371 + XXX *371 + Ridefinizione del tono di occupato "attivo" *372 + XXX *372 + Ridefinizione del tono di disconnessione "inattivo" *373 + XXX *373 + Ridefinizione del tono di svincolo "attivo" *374 + XXX *374 + Identificazione della durata del tono di occupato (identificazione e apprendimento della durata) Impostazione del livello di ricezione Formato del comando parametri configurati *375 + XXXX + # * # *376 + X *376 + Definizione del codice per unità terminali del tipo 1 *380 + MB No. + # Valori di default ms 1200 ms 500 ms 500 ms 240 ms 240 ms 5 20PR310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 3.7

56 Comando Ridefinizione del codice per unità terminali del tipo 2, ON Tipo 2, ON cancellazione Ridefinizione del codice per unità terminali del tipo 2, OFF Tipo 2, OFF cancellazione *381 + CODE + # * # *381 + # *382 + CODE + # * # *382 + # Ridefinizione del codice di trasferimento *390 + CODE + # * # Ridefinizione del codice di richiamata su "Occupato" Ridefinizione del codice di richiamata su "Mancata risposta" Selezione del modo di funzionamento Selezione del formato per data + ora Impostazione del giorno della settimana e dell ora Impostazione della data *391 + CODE + # * # *392 + CODE + # * # *400 + X *400 + *410 + X *410 + *420 + D + HH + MM * *430 + DD + MM + YY * Ascolto data e ora ACCS *440 Definizione dell orario di lavoro (per ogni giorno) *450 + D + HH MM + HH MM * Definizione delle pause (per ogni giorno) *460 + D + HH MM + HH MM * Impostazione dei tempi per la notifica esterna *490 + HH MM + HH MM * Apertura di una serie di Mailbox reali *500 + Prima MB + * + Ultima MB + # * * + + # Apertura di una Mailbox reale *501 + Numero della Mailbox + # * # Definizione di una Mailbox di informazione (Mailbox deve essere aperta) Definizione della Master Mailbox reale (Mailbox deve essere aperta) *502 + Numero della Mailbox+ Y + # * Y + # *505 + Numero della Mailbox + # * # Cancellazione della Mailbox *510 + Numero della Mailbox + # * # Apertura di una serie di Mailbox virtuali *520 + Prima MB + * + Ultima MB + # * * + + # Apertura di una Mailbox virtuale *521 + Numero della Mailbox+ # * # Definizione della Master Mailbox virtuale (Mailbox deve essere aperta) Formato del comando parametri configurati *525 + Numero della Mailbox + # * # Valori di default **38*0 *438*0 *2*1*0 *21*1*1 *21*1*1 0 giorno 08:00 22: Ascotel Voice Mail System ACCS 20PR310959/C0_it

57 Comando Definizione se l ascolto della data e ora devono essere attivi o meno (per una serie di Mailbox) Definizione se l ascolto della data e ora devono essere attivi o meno (per una Mailbox) *530 + Prima MB + * + Ultima MB + B + # * * + + # *531 + Numero della Mailbox+ B + # * # Definizione della lingua per una serie di Mailbox *532 + Prima MB + * + Ultima MB + X + # * * # Definizione della lingua per una Mailbox *533 + Numero della Mailbox + X + # * # Aggiungere la Mailbox al gruppo *540 + Gruppo Nº + MB Nº + # Gruppo MB 000 * # Gruppo MB 001 * # Gruppo MB 002 * # Gruppo MB 003 * # Gruppo MB 099 * # Definizione della prima cifra di un gruppo MB *545 + X *545 + Cancellazione di una Mailbox in da un gruppo di Mailbox *550 + Gruppo Nº + MB Nº + # * # Reset di un gruppo di Mailbox *560 + Gruppo Nº *560 + Reset della Password di un proprietario Mailbox *570 + Numero della Mailbox + # * # Cambiamento della Password del gestore di sistema Cambiamento della Password operatore Cold Reset *600 + * + Vecchia PSWD + Nuova PSWD + # *600 + * # *601 + * + Vecchia PSWD + Nuova PSWD + # *601 + * # *654 + * + Password del gestore del sistema + # Ascolto della versione software *680 Richiesta delle lingue di sistema disponibili *690 + Z + Prompt. No. Ascolto di tutti i messaggi registrati del sistema (in una lingua) Definizione della notifica interna per una serie di Mailbox *691 + Z *691 + *700 + Prima MB + * + Ultima MB + X + # * * # Definizione della notifica interna per una Mailbox *701 + Numero della Mailbox+ X + # * # Definizione della notifica esterna per una serie di Mailbox Formato del comando parametri configurati *710 + Prima MB + * + Ultima MB + Y + # * * # Valori di default 0 sono udibili 0 sono udibili PR310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 3.9

58 Comando Definizione della notifica esterna per una Mailbox *711 + Numero della Mailbox+ Y + # * # Definizione dell intervallo di notifica *720 + XX *720 + Definizione della durata della notifica *730 + X *730 + Definizione della durata di conservazione dei messaggi nelle Mailbox Definizione del numero di tentativi di notifica Definizione della durata di registrazione dei messaggi Formato del comando parametri configurati *740 + XX *740 + *750 + XX *750 + *790 + X *790 + Valori di default 30 min. 1 lungo 30 giorni 5 2 min. Tab. 3.3: Programma settimanale Orario di lavoro, pausa Orario di lavoro Pausa Inizio Fine Inizio Fine 1 Lunedì 2 Martedì 3 Mercoledì 4 Giovedì 5 Venerdì 6 Sabato 7 Domenica La prossima pagina contiene un prestampato su cui potranno essere riportate le funzioni CP per 8 Call Processor. La pagina prestampata può essere fotocopiata per altri Call Processor Ascotel Voice Mail System ACCS 20PR310959/C0_it

59 Tab. 3.4: Programmazione CP Numero CP: Numero CP: EOM EOM Numero CP: Numero CP: EOM EOM Numero CP: Numero CP: EOM EOM Numero CP: Numero CP: EOM EOM 20PR310959/C0_it Ascotel Voice Mail System ACCS 3.11

60 3.12 Ascotel Voice Mail System ACCS 20PR310959/C0_it

61 Parte 4: Installazione 4 Versione Con riserva di modifiche tecniche Copyright Ascom Business Systems AG 20KI310959/C0_it 4.I

62 4.II 20KI310959/C0_it

63 Indice Parte 4: Installazione 1 Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail Equipaggiamento di un Ascotel 2020 / 2030 con un EVM Collegamento dell EVM Collegamento del PC per la configurazione con VUP Equipaggiamento di un Ascotel 2050 / 2060 con un MVM Fissaggio del MVM Collegamento del MVM Collegamento del PC per la configurazione con VUP LED di stato KI310959/C0_it 4.III

64 4.IV 20KI310959/C0_it

65 1 Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 4 Ci sono 2 tipi di modulo Voice Mail: 1. Il tipo EVM22 è fatto apposta per essere utilizzato con l Ascotel 2020 / Esso dispone di 2 canali vocali ed occupa 2 porte a/b del PBX. La capacità di registrazione corrisponde all incirca a 2 ore. Fino all introduzione di I4 Net il modulo EVM22 verrà riconosciuto dal PBX come EXA Il tipo MVM48 è fatto apposta per essere utilizzato con l Ascotel 2050 / Esso dispone di 4 canali vocali ed occupa 4 porte a/b del PBX. La capacità di registrazione corrisponde all incirca a 7 ore. Fino all introduzione di I4 Net il modulo MVM48 verrà riconosciuto dal PBX come MAT Equipaggiamento di un Ascotel 2020 / 2030 con un EVM22 Per ogni impianto è possibile inserire una sola scheda di espansione EVM22. In tal caso, è possibile occupare lo slot sinistro o destro presente sulla Scheda principale (MUP). L assegnazione delle porte dipende dallo slot (fare riferimento alla Fig. 4.1). Porta 1.1 / 1.2 Porta 3.1 / 3.2 haz0529aaita0 EVM22 nello slot sinistro EVM22 nello slot destro Fig. 4.1: Assegnazione delle porte 20KI310959/C0_it Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 4.1

66 1.1.1 Collegamento dell EVM22 L interfaccia seriale (V.24) della scheda di espansione EVM22 deve essere collegata con un interfaccia V.24 del PBX (MUP V.24 oppure Adattatore Pocket V.24). In questo caso vengono suggerite due varianti di connessione (fare riferimento alla Fig. 4.2). Cheda Principale (MUP 3) Slot sinistro Slot per scheda opzionale OCD Slot destro EVM22 haz0531aaita0 AD2 V.24 Pocket Adapter PC per la configurazione con VUP [1] Con il software PBX I4 e il software Pocket Adapter versione 2.2 o superiore Fig. 4.2: Varianti di collegamento EVM22 (Variante 1: ; Variante 2: [1] 4.2 Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 20KI310959/C0_it

67 Variante di collegamento 1 ( ) ascom Ascotel Voice Mail System ACCS Il collegamento V.24 EMV22 V.24 MUP viene realizzato con il cavo fornito a corredo. Variante di collegamento 2 ) Il collegamento V.24 EMV22 V.24 AP viene realizzato con i cavi presenti sul PA. Per le segnalazioni (CLIP ecc.), la scheda di espansione EVM22 deve comunicare con il PBX tramite un interfaccia V.24. Il collegamento V.24 può essere realizzato in due modi (vedi Fig. 4.2). Con entrambe le varianti occorre considerare che per la configurazione con un PC ed il Voice Mail Utility Program (VUP), il collegamento V.24 (EVM MUP oppure EVM PA) deve essere interrotto. L interfaccia V.24 del PC invece viene collegata con la V.24 della EVM22 (l ACCS non è in funzione). Non appena il VUP viene avviato, l ACCS viene prebloccato. 20KI310959/C0_it Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 4.3

68 1.1.2 Collegamento del PC per la configurazione con VUP L interfaccia V.24 del PC deve essere collegata direttamente tramite il connettore D-Sub della scheda di espansione EVM22 (vedi Fig. 4.2). Il cavo Link utilizzato a tale scopo (cavo standard, disponibile in commercio) è incrociato (come il cavo corto fornito a corredo, vedi Fig. 4.3). PC DTE 9 poli D-Sub maschio PIN Segnale 2 RXD 3 TXD 5 GND collegato con EVM22 DTE 9 poli D-Sub maschio PIN Segnale 2 RXD 3 TXD 5 GND PC V.24 9 poli D-Sub maschio PC V poli D-Sub femmina 25 poli D-Sub * 9 poli D-Sub femmina cavo a corredo 9 poli D-Sub femmina maschio * Standard (disponibile in commercio) 9 poli D-Sub femmina EVM22 haz0532aaita0 Fig. 4.3: Collegamento PC Se sul PC l interfaccia V.24 è dotata di un connettore 25 poli D-Sub, viene utilizzato un adattatore (vedi Fig. 4.4). 4.4 Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 20KI310959/C0_it

69 Segnale D-Sub 25 poli femmina Fili del cavo Standard (disponibile in commercio) D-Sub 9 poli maschio Segnale TXD 2 3 TXD RXD 3 2 RXD RTS 4 7 RTS CTS 5 8 CTS DTR 20 4 DTR DSR 6 6 DSR DCD 8 1 DCD RI 22 9 RI SGND 7 5 SGND Fig. 4.4: Adattatore diritto a 25 poli (f) 9 poli (m) PC 25 poli D-Sub 25 poli femmina haz0542aaita0 D-Sub 9 poli maschio 20KI310959/C0_it Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 4.5

70 1.2 Equipaggiamento di un Ascotel 2050 / 2060 con un MVM48 Per ogni impianto può essere montato un solo modulo MVM48. Sono disponibili le posizioni di innesto 1 oppure 2 su una LPI o LTA oppure la posizione di innesto 2 sulla ZEE. Scheda di linea MVM MVM haz0535aaita0 Fig. 4.5: Modulo Voice Mail ACCS (MVM48) Tab. 4.1: Numerazione delle porte Porta Numero Tipo Numero 1 Voice Mail X.17 1 Voice Mail X.18 1 Voice Mail X.19 1 Voice Mail X.20 1 Voice Mail X.25 1 Voice Mail X.26 1 Voice Mail X.27 1 Voice Mail X.28 Slot innesto per modulo 1 2 X: Numero di slot della scheda di linea (LPI: X=1) 4.6 Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 20KI310959/C0_it

71 1.2.1 Fissaggio del MVM48 ascom Ascotel Voice Mail System ACCS L MVM48 deve essere fissato usando il perno con filettatura interna e la vite forniti a corredo (non possibile con LTA). Motivo: sollecitazione meccanica relativamente consistente in fase di inserimento / estrazione del cavo di collegamento V.24. e di azionamento del tasto di reset. haz0545aaita0 Fig. 4.6: Fissaggio del modulo MVM48 Foro per vite di fissaggio 20KI310959/C0_it Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 4.7

72 1.2.2 Collegamento del MVM48 Per scopi di segnalazione (CLIP ecc.), il modulo deve comunicare con l Ascotel tramite interfaccia V.24. Questo collegamento V.24 può essere realizzato in 3 modi diversi. Per tutte e tre le varianti occorre considerare che, per la configurazione con un PC e il Voice Mail Utility Programm (VUP), il collegamento V.24 (MVM ZEE oppure MVM Pocket Adapter) deve essere interrotto. L interfaccia V.24 del PC va invece collegata con l interfaccia V.24 dello MVM48 (l ACCS non è in funzione). Con l attivazione del VUP, l ACCS viene prebloccato. Permutatore D-Sub 9 poli (m) PBX ANSA-ZEE V.24 ZEE Cavo LA ZEE Schede di linea Cavo di prolunga 2 x 9 poli D-Sub (f) Pocket Adapter V.24 AD2 V.24 PC Progr. D-Sub 9 poli (m) Cavo DF 16 x 4 V.24 Cavo LK M V M Slot modulo 1 Slot modulo 2 [1] haz0536aaita0 [1] Con il software PBX I4 e il software Pocket Adapter versione 2.2 o superiore Fig. 4.7: Varianti di collegamento MVM48 (Variante 1: ; Variante 2: ; Variante 3: 4.8 Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 20KI310959/C0_it

73 Variante di collegamento 1 ( ): ascom Ascotel Voice Mail System ACCS Collegamento V.24 modulo MVM48 tramite cavo DF con V.24 ZEE. Con questa variante la comunicazione avviene tramite il cavo DF. Il collegamento del cavo deve essere incrociato come da Fig (Il cavo fornito a corredo corrisponde all incrocio nella Fig. 4.9). Gli jumper sul modulo dovranno essere inseriti secondo la Fig Reset X7 Modulo MVM G R T haz0537aaita0 Fig. 4.8: Posizioni degli jumper sul MVM48 Questa soluzione ha il vantaggio che per la configurazione il PC può essere collegato direttamente con il permutatore (vedi Fig. 4.7), senza aprirel'armadio del PBX. Il cavo DF non deve essere più lungo di 7,5 m. Il cablaggio deve essere eseguito secondo la Fig KI310959/C0_it Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 4.9

74 1) ANF ZEE 1) DCE 25 poli D-Sub femmina PIN Segnale 2 TXD 3 RXD 7 GND ANSA-ZEE DTE collegato con MVM48 DTE oppure 9 poli 9 poli 9 poli Slot modulo 1 Slot modulo 2 D-Sub Cavo di D-Sub D-Sub Bicoppia twistata Bicoppia twistata (m) collegamento (m) maschio sul sul 9 13 Perm. Perm. PIN Segnale PIN PIN Colore segnale Colore segnale 2 RXD 2 2 rosso TXD nero TXD 3 TXD 3 3 marrone GND verde GND 5 GND 5 5 turchese RXD turchese RXD viola GND viola GND haz0538aaita0 Cavo Link* Cavo DF 25 poli D-Sub maschio 9 poli D-Sub femmina 9 poli D-Sub femmina 9 poli D-Sub femmina Cavo Link* Fig. 4.9: Cablaggio variante di collegamento 1 Cavo DF * Cavo fornito a corredo oppure cavo standard (disponibile in commercio) 1) L'area connessioni ANF-ZEE è prevista solo negli impianti con alloggiamento di tipo vecchio 4.10 Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 20KI310959/C0_it

75 Variante di collegamento 2 ( ): Collegamento V.24 modulo MVM48 con V.24 ANSA-ZEE. ascom Ascotel Voice Mail System ACCS Con questa variante la comunicazione ha luogo attraverso il connettore D-Sub del modulo. A tale scopo viene utilizzato il cavo fornito a corredo. Per l allacciamento ad un campo di collegamento ANF-ZEE 1) è possibile ordinare un cavo adattatore V.24 (come illustrato nella Fig. 4.10). Attenzione: questo adattatore non è disponibile in commercio. 25 poli 9 poli D-Sub (m) D-Sub (m) haz0534aaita0 Fig. 4.10: Cablaggio dell adattatore per il collegamento alla ANF-ZEE 1) Gli jumper sul modulo devono essere inseriti secondo la Fig T R G X7 [1] Modulo MVM haz0539aaita0 [1] Se innestati in posizione orizzontale, gli jumper non sono efficaci. Fig. 4.11: Posizione degli jumper sul MVM48 Si tratta della variante più semplice che presenta però lo svantaggio di dovere aprire l armadio del PBX per la configurazione dell ACCS con il VUP come risulta dalla Fig. 4.7 il PC viene collegato direttamente al connettore D-Sub del cavo di collegamento fornito a corredo (lato ANSA-ZEE). 1) L'area connessioni ANF-ZEE è prevista solo negli impianti con alloggiamento di tipo vecchio 20KI310959/C0_it Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 4.11

76 Variante di collegamento 3 ( ): Collegamento V.24 modulo MVM48 con V.24 Adattatore Pocket (AP). Con questa variante la comunicazione si svolge tramite il cavo DF. Gli jumper devono essere inseriti nello stesso modo della variante 1 (Fig. 4.8). Il PC utilizzato per la configurazione viene collegato allo stesso modo che nella variante 1. La lunghezza massima del cavo DF può essere di 13,5 m. Il cablaggio deve essere realizzato secondo la Fig PIN Segnale 2 TXD 3 RXD 5 GND Pocket Adapter DCE collegato con 9 poli D-Sub femmina PA 9 poli D-Sub (m) sul Perm. PIN Slot modulo 1 Bicoppia twistata 9 Colore segnale Cavo DF MVM48 DTE oppure rosso TXD marrone GND turchese RXD viola GND Slot modulo 2 Bicoppia twistata 13 Colore segnale nero TXD verde GND turchese RXD viola GND haz0540aaita0 [1] 9 poli D-Sub femmina [1] Con il software PBX I4 e il software Pocket Adapter versione 2.2 o superiore. Fig. 4.12: Cablaggio variante di collegamento Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 20KI310959/C0_it

77 1.2.3 Collegamento del PC per la configurazione con VUP Il PC deve essere collegato con l interfaccia V.24 del modulo tramite il cavo DF oppure direttamente con il connettore D-Sub del modulo (vedi Fig. 4.10). Il cavo di prolunga fornito a corredo è incrociato (vedi Fig. 4.13). PC MVM48 DTE DTE collegato con oppur 9 poli D-Sub maschio 9 poli D-Sub maschio Slot modulo 1 Bicoppia twistata 9 Slot modulo 2 Bicoppia twistata 13 PIN Segnale PIN Segnale Colore segnale Colore segnale 2 RXD 2 RXD rosso TXD nero TXD 3 TXD 3 TXD marrone GND verde GND 5 GND 5 GND turchese RXD turchese RXD viola GND viola GND PC V.24 9 poli D-Sub maschio PC V poli d_sub maschio * 25 poli 9 poli D-Sub D-Sub femmina maschio 9 poli D-Sub femmina cavo fornito a corredo 9 poli D-Sub femmina MVM48 Cavo LinK* oppure cavo fornito a corredo 9 poli D-Sub femmina Connettore sul RP Cavo DF haz0541aaita0 * Cavo standard (disponibile in commercio) Fig. 4.13: Collegamento del PC Se l interfaccia V.24 del PC è provvista di un connettore a 25 poli D-Sub viene utilizzato un adattatore (vedi Fig. 4.14). 20KI310959/C0_it Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 4.13

78 Segnale D-Sub 25 poli femmina Fili del cavo Standard (disponibile in commercio) D-Sub 9 poli maschio Segnale TXD 2 3 TXD RXD 3 2 RXD RTS 4 7 RTS CTS 5 8 CTS DTR 20 4 DTR DSR 6 6 DSR DCD 8 1 DCD RI 22 9 RI SGND 7 5 SGND Fig. 4.14: Adattatore diritto a 25 poli (f) 9 poli (m) PC 25 poli D-Sub 25 poli femmina haz0542aaita0 D-Sub 9 poli maschio 4.14 Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 20KI310959/C0_it

79 1.3 LED di stato Ogni modulo Voice Mail dispone di quattro LED di stato che visualizzano la condizioni di esercizio e gli eventuali errori. STATO GIORNO (D) NOTTE (N) FINE SETTI- MANA (H) AUTO (A) 1 Modo giorno: Manuale On Off Off Off 2 Modo notte: Manuale Off On Off Off 3 Modo F/S: Manuale Off Off On Off 4 Modo giorno: Auto On Off Off On 5 Modo notte: Auto Off On Off On 6 Modo pausa: Auto On On Off On 7 Errore di sistema Off Lampeggiante Off Off Lampeggiante Lampeggiante 8 Errore di sistema Lampeggiante 9 Errore di sistema Lampeggiante Lampeggiante Lampeggiante Lampeggiante 10 Diagnostici automatici On On On On 11 Inizializzazione del sistema Off Off Off Off Descrizione degli errori di sistema e delle funzioni speciali (Stato 7-11): Se lampeggia il LED "Notte", la prima memoria flash non è funzionante. 1) Off Se tutti i LED lampeggiano il DSP1 ed eventualmente il DSP0 non funzionano correttamente. 1) Se il LED "Auto" è spento ed i rimanenti lampeggiano solo il DSP0 ha dei malfunzionamenti. 1) (Solamente i primi due DSP sono controllati, poiché il sistema non sa se la scheda e da due o quattro porte). Tutti i 4 LED sono accesi: il sistema controlla ed aggiorna il data base (Clean up routine). Se questa situazione persiste per più di 4 minuti, il data base è rovinato, eseguire l'inizializzazione con il programma VUP. Tutti e 4 i LED sono spenti: il sistema sta trasferendo il data base dalla memoria flash alla memoria statica. Se questa situazione persiste per più di un minuto, il data base è rovinato, eseguire l'inizializzazione con il programma VUP. 1) Il modulo deve essere riparato / sostituito. Contattare il vostro venditore 20KI310959/C0_it Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 4.15

80 LED di stato EVM22 MVM48 D N H A haz0706aaena0 V.24 tasto di reset V.24 DN H A tasto di reset Fig. 4.15: Posizioni dei LED di stato e del tasto di reset 4.16 Installazione di un sistema Ascotel Voice Mail 20KI310959/C0_it

81 Parte 5: Configurazione 5 Versione Con riserva di modifiche tecniche Copyright Ascom Business Systems AG 20BS310959/C0_it 5.I

82 5.II 20BS310959/C0_it

83 Indice Parte 5: Configurazione 1 Configurazione dell ACCS nel PBX Impostazioni specifiche dell ACCS nel PBX Caricamento delle lingue di sistema con VUP Indirizzi COM Configurazione dell applicazione specifica del cliente con VUP Registrazione dei messaggi Call Processor Configurazione con un telefono (con caratteri di selezione DTMF) BS310959/C0_it 5.III

84 5.IV 20BS310959/C0_it

85 1 Configurazione dell ACCS nel PBX 5 Per la configurazione dell ACCS e per l integrazione nel PC si consiglia di procedere come segue: 1. Configurazione delle impostazioni specifiche per l ACCS nel PBX. 2. Caricamento delle lingue di sistema con il "Voice Mail Utility Programm" (VUP), menù "Comunicazione" "Inizializza ACCS". (Di norma non è necessario, visto che il modulo viene fornito con le lingue installate). 3. Configurazione dell applicazione specifica del cliente con il «Voice Mail Utility Program» (VUP) o tramite telefono interno oppure esterno (con caratteri di selezione DTMF). L ordine deve essere rispettato. Menù "Parametri" Parametri PBX Parametri generali Menù "Voice Mail" Lista delle Mailbox (apertura e ridefinizione delle Mailbox) Parametri di notifica Gruppi di Mailbox Menù "Operatore automatico" Menù CP Ora e data Menù "Parametri" Tabella di instradamento 4. Attivazione delle porte Voice Mail. 5. Registrazione dei messaggi Call Processor. 20BS310959/C0_it Configurazione dell ACCS nel PBX 5.1

86 PBX Pronto V.24 PC VUP ACCS Pronto haz0547aaita0 Fig. 5.1: Configurazione ACCS 5.2 Configurazione dell ACCS nel PBX 20BS310959/C0_it

87 1.1 Impostazioni specifiche dell ACCS nel PBX La configurazione viene effettuata con il Crystal oppure con AIMS (vedi indice nel manuale PBX per i menù Crystal e per AIMS con le voci del menù in ordine alfabetico). Sono necessarie le seguenti operazioni di configurazione: 1. Alle 4 porte PBX di comunicazione con l ACCS devono essere assegnati i numeri d utente interni. Esempio: Porta N 3.25 UT N 205 Porta N 3.26 UT N 206 Porta N 3.27 UT N 207 Porta N 3.28 UT N 208 Termine di ricerca AIMS: Termine di ricerca Crystal: Configurazione della porta Piano di numerazione 2. Accertarsi che l interfaccia V.24 attraverso cui il modulo ACCS deve comunicare con il PBX non sia occupata dalla stampante. Il modulo può essere collegato alla V.24 della ZEE / MUP oppure ad un Pocket Adapter (PA). Esempio: Stampante IGZ V.24-UT N 930 Stampante GDE V.24-UT N 930 Stampante di servizio V.24-UT N 930 Stampante allarmi V.24-UT N 930 Criterio di ricerca AIMS: Criterio di ricerca Crystal: Stampante; stampante / UT locale Stampante; stampante / UT locale 20BS310959/C0_it Configurazione dell ACCS nel PBX 5.3

88 3. Configurazione dell interfaccia V.24 per il funzionamento con l ACCS. Impostazione dei parametri di trasmissione V.24. Con ANSA-ZEE Con PA Tramite menù (AIMS o Crystal) Con DIP-switches sul retro del PA Impostazioni consigliate per V.24 ANSA-ZEE: Velocità di trasmissione: 9600 Bit/s Formato: 8 Bit Parità: nessuna Bit di stop: 1 Modo (controllo del flusso): (nessuno) Impostazioni raccomandate del PA: haz0548aaita0 Velocità di trasmissione (9600) Controllo di flusso (nessuno) Psion Backup (Off) Indirizzo TE (1 oppure 2) Funzionamento (PC) Fig. 5.2: Impostazioni con dip-switch Criterio di ricerca AIMS: Impostazione V.24 Criterio di ricerca Crystal: Impostazione V Configurazione dell ACCS nel PBX 20BS310959/C0_it

89 4. Preimpostazione del Gruppo di chiamata ACCS GR 17 (EVM), GR 25 (MVM) Tutti i numeri utenti interni selezionati nell operazione 1 per l ACCS devono essere registrati nel GR 17/25. Infine sarà necessario impostare le caratteristiche GR. Esempio: Numeri utenti nel GR 17/25: 205, 206, 207, 208 Caratteristiche GR 17/25 Distribuzione chiamate: Operatore: Suoneria centralizzata: Gruppo CDL: Ritardi: Criterio di ricerca AIMS: Criterio di ricerca Crystal: ciclica no no nessuno nessuno Gruppo di chiamata Gruppo di chiamata Nota: Si raccomanda nella configurazione del Gruppo di chiamata PBX di configurare il parametro "Ritardo" per 5 squilli, visto che l ACCS richiede 4 squilli per rispondere alla chiamata se l integrazione non è disponibile. Va applicata la regola di dimensionamento descritta nella Parte 2: PBX "TEMP. RIC. DI CH." > PBX "RITARDO TRASF. DCC" > ACCS "Tempo di controllo fino a mancata risposta". 5. Attivazione del modulo ACCS nel PBX Selezionare l interfaccia V.24 tramite la quale si dovrà svolgere la comunicazione con il modulo ACCS: V.24 ZEE / MUP oppure Pocket Adapter (PA). Per il parametro Voice-, Fax Mail selezionare SI. Se tutte le impostazioni sono correttamente eseguite, lo stato del Voice-, Fax Mail passa automaticamente ad "attivo". Criterio di ricerca AIMS: Criterio di ricerca Crystal: Voice-, Fax Mail Voice-, Fax Mail 20BS310959/C0_it Configurazione dell ACCS nel PBX 5.5

90 1.2 Caricamento delle lingue di sistema con VUP Con il Voice Mail Utility Programm" (VUP), menù "Comunicazione" "Inizializza ACCS" vengono caricati nell ACCS i messaggi registrati di sistema in 3 lingue, il menù per la gestione e la manutenzione delle Mailbox personali e le impostazioni standard specifiche del PBX. Alla consegna l ACCS è già stato inizializzato con questi dati. L inizializzazione con VUP è necessaria solamente per gli aggiornamenti delle lingue e del software e si procede come segue: 1. Copiare i file vocali con estensione "*.vox" sul disco rigido, all'interno del direttorio in cui è installato il VUP. 2. Collegare il PC all ACCS (vedi "Parte 4: Installazione") ed attendere per circa 30 secondi. 3. Selezionare la porta Com del PC attraverso la quale il VUP deve comunicare con l ACCS Menù "Comunicazione" "Porta seriale" 4. Inviare i file "*.vox" all ACCS tramite il VUP Menù "Comunicazione" "Inizializza ACCS" "Sfoglia" Nel VUP, sotto "Cerca in" marcare i file "*.vox" da caricare e premere il tasto "Apri" Premere due volte il tasto OK per caricare i file "*.vox" A questo punto l ACCS è pronto per la configurazione personalizzata del cliente con l ausilio del programma Voice Mail Utility (VUP) oppure tramite i comandi DTMF Indirizzi COM Indirizzi COM standard: COM1-3F8 e COM3-3E8: IRQ 4 COM2-2F8 e COM4-2E8: IRQ Configurazione dell ACCS nel PBX 20BS310959/C0_it

91 1.3 Configurazione dell applicazione specifica del cliente con VUP La configurazione dell applicazione specifica del cliente comprende la predisposizione delle Mailbox personali e la programmazione dell'operatore automatico. A questo scopo può essere usato un telefono (con caratteri di selezione DTMF) oppure il Voice Mail Utility Program (VUP). La variante con il PC è più confortevole e comprensibile, ma si presta solo limitatamente per la configurazione remota. La configurazione con VUP viene sempre eseguita "Off-line". Menù principale VUP haz0549aaitb0 Fig. 5.3: Menù principale VUP 20BS310959/C0_it Configurazione dell ACCS nel PBX 5.7

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra Manuale d uso Servizio Segreteria Telefonica Memotel per Clienti con linea Fibra 1 INDICE 1. GUIDA AL PRIMO UTILIZZO 2. CONFIGURAZIONE SEGRETERIA 3. CONSULTAZIONE SEGRETERIA 4. NOTIFICHE MESSAGGI 5. ASCOLTO

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 1 2 3 4 Elementi di comando e visualizzazione Elementi di comando e visualizzazione 11 12

Dettagli

Avena 135/135 Duo. T elefono cordless analogico DECT. Istruzioni per l uso

Avena 135/135 Duo. T elefono cordless analogico DECT. Istruzioni per l uso Avena 135/135 Duo T elefono cordless analogico DECT Istruzioni per l uso Attenzione: istruzioni per l uso con avvertenze di sicurezza! Leggerle attentamente prima di mettere in funzione l apparecchio e

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Programmazione TELXXC

Programmazione TELXXC Manuale Programmazione Versione 5.0 Programmazione TELXXC TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it INDICE Programmazione e comandi... 2 Messaggio comando multiplo.. Formato... 3 Messaggi

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:... INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...14 Ultimo Aggiornamento del Documento: 23 / Marzo / 2012 1 INFORMAZIONI

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Panasonic. Analog Pbx System KX-TES 824 (NE) e TEA308 (NE) Chiamate senza restrizioni (PIN,Codice Conto e Cambio COS)

Panasonic. Analog Pbx System KX-TES 824 (NE) e TEA308 (NE) Chiamate senza restrizioni (PIN,Codice Conto e Cambio COS) Panasonic Analog Pbx System KX-TES 824 (NE) e TEA308 (NE) Chiamate senza restrizioni (PIN,Codice Conto e Cambio COS) Centrale Telefonica KX-TES 824 e TEA308 Informazione Tecnica N 010 Panasonic Italia

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Serie Motorola D1110. Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica

Serie Motorola D1110. Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica Serie Motorola D1110 Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica Avvertenza Servirsi unicamente di batterie ricaricabili. Caricare il portatile per 24 ore prima dell uso. Benvenuti... al vostro

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless Gentile Cliente, Ti ringraziamo per aver scelto Aladino Vision. Aladino Vision è unico, essenziale, elegante e definisce un nuovo concetto per la telefonia cordless assegnando un ruolo attivo alla stazione

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

+L3DWK#6333# +L3DWK#8333#560

+L3DWK#6333# +L3DWK#8333#560 +L3WK#6333# +L3WK#8333#560 +L3WK#$OO6HUYH/#+LFRP#483#(2+ RSWL3RLQW#833#HFRQRP\ RSWL3RLQW#833#EVLF RSWL3RLQW#833#VWQGUG RSWL3RLQW#833#GYQFH,VWU]LRQL#G VR Sulle istruzioni d uso Sulle istruzioni d uso Le

Dettagli

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio.

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio. Guida Rapida Guida Rapida Progetto Telefoni N e x t Collegati ai sistemi Progetto 35 PROMELT Meglio comunicare meglio. Telefoni PROGETTO NEXT Telefono ntercomunicante PROGETTO NEXT l Vs. apparecchio ha

Dettagli

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 INDICE GENERALE 1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 4. COME DEVIARE LE CHIAMATE SU UN ALTRO APPARECCHIO...

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014)

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) Il monitoring che permette di avere la segnalazione in tempo reale dei problemi sul vostro sistema IBM System i Sommario Caratterisitche... Errore. Il segnalibro non

Dettagli

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Guida pratica all utilizzo della gestione crediti formativi pag. 1 di 8 Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Gentile avvocato, la presente guida è stata redatta per

Dettagli

Bravo Gold. Manuale istruzioni - italiano

Bravo Gold. Manuale istruzioni - italiano Bravo Gold Manuale istruzioni - italiano 1. INSTALLAZIONE DEL TELEFONO 1.1 Connessione della base Connettore cavo telefonico Connettore alimentazione 1) Collegate l alimentazione e la linea telefonica

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2)

MICROSPIA GSM PROFESSIONALE. 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) MANUALE UTENTE FT607M /FT607M2 MICROSPIA GSM PROFESSIONALE 1 MICROFONO (cod. FT607M) 2 MICROFONI (cod. FT607M2) FT607M /FT607M2 MANUALE UTENTE INDICE 1. Informazioni importanti.......................................4

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBN-UNIX IN ARCHITETTURA CLIENT/SERVER 2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Manuale d uso (Versione

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE

Manuale istruzioni. 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Manuale istruzioni 01913 Cronotermostato GSM. CLIMAPHONE Spazio riservato per annotare le tre cifre del PIN dell'eventuale password di protezione. Indice Principali operazioni a cura dell'utente............................................

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS Manuale istruzioni 01942 Comunicatore GSM-BUS Indice 1. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Contenuto della confezione 2 4. Vista frontale 3 5. Funzione dei tasti e led 4 6. Operazioni preliminari

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli

Manuale di utilizzo centrale ST-V

Manuale di utilizzo centrale ST-V Accessori 1 Capitolo I : Introduzione 2 1.1 Funzioni 2 1.2 Pannello_ 5 1.3 I CON 5 Capitolo II : Installazione e connessione 6 2.1 Apertura della confezione 6 2.2 Installazione del pannello_ 6 2.3 Cablaggio

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone A Installazione di Rosetta Stone Windows: Inserire il CD-ROM dell'applicazione Rosetta Stone. Selezionare la lingua dell'interfaccia utente. 4 5 Seguire i suggerimenti per continuare l'installazione. Selezionare

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

MANUALE UTILIZZO PIATTAFORMA PUBBLICA VOIPCONNECT

MANUALE UTILIZZO PIATTAFORMA PUBBLICA VOIPCONNECT MANUALE PER UTILIZZO DA PC MANUALE UTILIZZO PIATTAFORMA PUBBLICA VOIPCONNECT Guida pratica all utilizzo e gestione dei servizi di unified messaging della piattaforma pubblica di telecomunicazioni digitali

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Manuale d uso del Nokia 6610i. 9230886 Edizione 2

Manuale d uso del Nokia 6610i. 9230886 Edizione 2 Manuale d uso del Nokia 6610i 9230886 Edizione 2 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto RM-37 è conforme alle disposizioni

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

1. Instruzioni d uso 2

1. Instruzioni d uso 2 1. Instruzioni d uso 2 1.0 Prefazione Leggere attentamente queste instruzione d uso per utilizzare in modo ottimale tutte le funzioni dell interruttore orario. Il progetto di questo interruttore orario

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Dipartimento Comunicazione Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Sommario 1. Premessa... 3 2. Identificazione al Portale di Roma Capitale tramite documento d identità... 4 2.1 Registrazione

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori PANDORA is powered by

PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori PANDORA is powered by PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori l'espressione v a s o d i P a n d o r a viene usata metaforicamente per alludere all'improvvisa scoperta di un problema o una serie di problemi che per molto

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Il gruppo emettitore di biglietti - piantana, è studiatoin modo da consentire l uso del sistema, anche a persone diversamente abili.

Il gruppo emettitore di biglietti - piantana, è studiatoin modo da consentire l uso del sistema, anche a persone diversamente abili. Made in Italy Sistemi gestione code MS32 Il sistema può utilizzare : - la documentazione eventi, numero di operazioni per servizio e postazione e dei tempi medi di attesa, con il programma MSW - il servizio

Dettagli

BTEL-GT. Manuale di installazione ed uso ISO 14001 IT-52588 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 9001 IT-52587 OHSAS 18001 OHSAS 18001

BTEL-GT. Manuale di installazione ed uso ISO 14001 IT-52588 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 9001 IT-52587 OHSAS 18001 OHSAS 18001 BTEL-GT Manuale di installazione ed uso 0470 ISO 9001 9105.BNT1 ISO 9001 IT-52587 ISO 14001 9191.BNT2 ISO 14001 IT-52588 OHSAS 18001 OHSAS 18001 9192.BSEC IT - 60983 Tab.1 N. I IDENTIFICAZIONE DELLE PARTI

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli