COMUNE DI MONTORFANO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI MONTORFANO"

Transcript

1 COMUNE DI MONTORFANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione di C.C. n. 40/2013 Modificato con deliberazione di C.C. n. 28 del 30/11/2015 1

2 I N D I C E Articolo 1 - OGGETTO E FINALITA DEL REGOLAMENTO Articolo 2 - FUNZIONI DI UFFICIALE DELLO STATO CIVILE Articolo 3 - MATRIMONIO CON L AUSILIO DI UN INTERPRETE Articolo 4 - MATRIMONIO SU DELEGA Articolo 5 - MATRIMONIO CELEBRATO DA CITTADINO DELEGATO Articolo 6 - FORMALITA PRELIMINARI ALLA CELEBRAZIONE Articolo 7 - RICHIESTA DELLA CELEBRAZIONE Articolo 8 - LUOGO DELLA CELEBRAZIONE Articolo 9 - ORARIO DELLA CELEBRAZIONE Articolo 10 - TARIFFE Articolo 11 - ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO Articolo 12 - ALLESTIMENTO DELLA SALA Articolo 13 - DANNI E RESPONSABILITA Articolo 14 - DISPOSIZIONI FINALI Articolo 15 - ENTRATA IN VIGORE 2

3 ARTICOLO 1 OGGETTO E FINALITA DEL REGOLAMENTO 1. Il presente regolamento disciplina le modalità di organizzazione del servizio comunale incaricato delle attività connesse alla celebrazione dei matrimoni civili, come regolato dalle disposizioni del Codice Civile, dagli articoli 84 e seguenti. 2. La celebrazione del matrimonio è attività istituzionalmente garantita ai cittadini, così come previsto dal Codice Civile e dal Regolamento di Stato Civile (D.P.R. 396/2000). ARTICOLO 2 FUNZIONI DI UFFICIALE DELLO STATO CIVILE 1. Per la celebrazione dei matrimoni civili, il Sindaco può delegare le funzioni di Ufficiale dello Stato Civile agli assessori, ai consiglieri comunali, ai cittadini che abbiano i requisiti per l elezione a consigliere comunale a ciò abilitati per legge ed appositamente delegati dal Sindaco. ARTICOLO 3 MATRIMONIO CON L AUSILIO DI UN INTERPRETE 1. Nel caso in cui i nubendi, i testimoni o un solo di essi siano cittadini stranieri, dovranno dimostrare all Ufficiale dello Stato Civile, prima della celebrazione del matrimonio, di comprendere la lingua italiana. Qualora dimostrassero di non intendere la lingua italiana, dovranno avvalersi di un interprete come previsto dagli articoli 13 e 66 del D.P.R. 396/2000, al reperimento del quale dovranno provvedere gli sposi stessi. 2. L eventuale interprete dovrà presentarsi all Ufficiale dello Stato Civile prima della celebrazione del matrimonio, esibendo documento di identità in corso di validità, per comunicare la propria disponibilità ad assumere l incarico, dimostrando la capacità di effettuare la traduzione richiesta. ARTICOLO 4 MATRIMONIO SU DELEGA 1. Nel caso in cui il matrimonio avvenga per delega da parte di Ufficiale di Stato Civile di altro Comune, gli sposi dovranno inoltrare preventiva richiesta di disponibilità alla celebrazione, indicando la data e l ora scelta all Ufficiale dello Stato Civile del Comune di Montorfano con anticipo di almeno 30 giorni. 3

4 2. Il matrimonio sarà celebrato nel rispetto dei vincoli stabiliti dal presente regolamento. 3. Per il matrimonio celebrato su delega conferita da altro Comune, i nubendi dovranno produrre, al momento della presentazione della richiesta, la seguente documentazione: - Delega dell Ufficiale dello Stato Civile del Comune ove sono avvenute le pubblicazioni di matrimonio - Fotocopia dei propri documenti di identità in corso di validità; - Fotocopia dei documenti di identità dei testimoni in corso di validità; - Indicazione del regime patrimoniale prescelto. ARTICOLO 5 MATRIMONIO CELEBRATO DA CITTADINO DELEGATO 1. Qualora i nubendi intendano far celebrare il loro matrimonio da cittadino/a italiano/a avente i requisiti necessari a ricoprire la carica di consigliere comunale, come previsto dall articolo 1, comma 3, del D.P.R. 396/2000, gli stessi dovranno presentare domanda, su apposita modulistica fornita dall Ufficio di Stato Civile, indirizzata al Sindaco con anticipo di almeno 30 giorni. 2. Il possesso dei requisiti di cui al punto precedente potranno essere dichiarati dalla persona celebrante mediante sottoscrizione di una dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà resa ai sensi dell art.47 del D.P.R. 445/2000 o mediante dichiarazione scritta rilasciata dinnanzi all Ufficiale dello Stato Civile. 3. Una volta ricevuta la documentazione di cui ai precedenti commi, il Sindaco, effettuate le necessarie verifiche, disporrà se delegare le funzioni di Ufficiale di Stato Civile, per la celebrazione dell evento specifico, alla persona richiesta, la quale dovrà sottoscrivere una dichiarazione di accettazione. ARTICOLO 6 FORMALITA PRELIMINARI ALLA CELEBRAZIONE 1. Nel giorno previsto per la celebrazione, per il regolare svolgimento della stessa, dovranno essere presenti oltre ai nubendi, due testimoni maggiorenni (uno per lo sposo e uno per la sposa), anche parenti, muniti di documento di identità in corso di validità. 2. Almeno 30 giorni prima della data prevista per la celebrazione, i nubendi dovranno consegnare presso l Ufficiale dello Stato Civile la fotocopia del documento di identità dei testimoni. 3. In caso di variazione dei testimoni o dell interprete per motivi di urgenza o della scelta del regime patrimoniale, gli sposi dovranno comunicare la variazione entro quarantotto ore dal giorno del matrimonio. ARTICOLO 7 RICHIESTA DELLA CELEBRAZIONE 4

5 1. La celebrazione del matrimonio civile dovrà essere richiesta presso l Ufficio di Stato Civile compilando apposita domanda sottoscritta da entrambi i nubendi ed indirizzata al Sindaco, secondo il modello predisposto dall Ufficio predetto, da inoltrarsi almeno 45 giorni prima della data prescelta per la celebrazione del matrimonio. 2. L istanza dovrà contenere le generalità dei nubendi, la data, l ora del matrimonio e la scelta del regime patrimoniale. 3. La domanda sarà sottoposta al visto del Sindaco ed ai nubendi verrà successivamente trasmessa una comunicazione scritta di conferma della prenotazione. 4. La celebrazione del matrimonio dovrà essere preceduta dalle regolari pubblicazioni, come previsto dall articolo 50 e seguenti del D.P.R. n.396 del 03/11/2000. Qualora queste non avvenissero nei termini e nei modi stabiliti dalla legge, non si potrà procedere alla celebrazione e la prenotazione del matrimonio decadrà automaticamente. ARTICOLO 8 LUOGO DELLA CELEBRAZIONE 1. I matrimoni civili vengono celebrati pubblicamente in via ordinaria: a) nella sala del Consiglio, ubicata al piano terra del Palazzo Municipale di Montorfano, sito in Piazza Roma n.18. b) in uno degli Uffici Comunali del Palazzo Municipale, qualora il numero complessivo delle persone presenti lo consenta. c) altri locali idonei di proprietà comunale e/o in concessione, deputati, con atto della Giunta Comunale, ad Ufficio Distaccato di Stato Civile con carattere di continuità. 2. La celebrazione fuori della Casa Comunale potrà avvenire solo nei casi previsti dall articolo 110 del Codice Civile (celebrazione in caso di impedimento fisico). ARTICOLO 9 ORARIO DELLA CELEBRAZIONE 1. I matrimoni civili potranno essere celebrati nei seguenti orari, previa disponibilità dell Ufficiale dello Stato Civile: - dal lunedì al venerdì dalle ore alle ore 13.00; - il sabato dalle ore alle ore 11.00; 2. La celebrazione richiesta in orari diversi e comunque non oltre le ore è subordinata alla disponibilità degli operatori e della struttura dell Amministrazione Comunale. 3. Non si effettuano celebrazioni nelle seguenti giornate: - tutte le domeniche; - tutti i giorni festivi, non coincidenti con la domenica; - nei pomeriggi prefestivi dei giorni festivi o domenicali. 4. La celebrazione dei matrimoni è inoltre sospesa il 27 dicembre, Festa del Santo Patrono San Giovanni Evangelista ed in occasione delle consultazioni elettorali. 5. Con riferimento alla celebrazione dei matrimoni nei siti di cui all art. 8, comma 1, lettera c), 5

6 gli orari di servizio e relative tariffe saranno determinati con specifico atto della Giunta Comunale. ARTICOLO 10 TARIFFE 1. Per la celebrazione del matrimonio verrà versato al Comune un rimborso spese forfettario come quantificato nell allegato A del presente regolamento che ne forma parte integrante e sostanziale, che tiene conto: - Il costo del personale necessario per l espletamento del servizio; - Il costo dei servizi offerti per la celebrazione del matrimonio (utilizzo della sala, spese gestionali, riscaldamento, energia elettrica e pulizia della sala). 2. Le tariffe dovute per la celebrazione dei matrimoni di cui al precedente articolo 9, potranno essere adeguate con deliberazione della Giunta Comunale oppure aggiornate agli indici Istat con determinazione dirigenziale. 3. La tariffa dovrà essere versata a mezzo bollettino di conto corrente postale e la ricevuta di pagamento dovrà essere presentata 10 giorni lavorativi prima della data della cerimonia, all Ufficiale dello Stato Civile. ARTICOLO 11 ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO 1. L ufficio comunale competente all organizzazione della celebrazione del matrimonio è l Ufficio di Stato Civile. 2. La visita della sala consiliare e dell ufficio Comunale, destinate alla celebrazione dei matrimoni civili, potrà essere effettuata da parte dei richiedenti negli orari di apertura al pubblico dell Ufficio di Stato Civile, previo appuntamento. ARTICOLO 12 ALLESTIMENTO DELLA SALA 1. I richiedenti potranno, a propria cura e spese, arricchire la sala consiliare, l ingresso ed il parco esterno con ulteriori arredi ed addobbi che al termine della cerimonia dovranno essere tempestivamente ed integralmente rimossi, sempre a cura dei richiedenti. 2. È assolutamente vietato gettare riso, coriandoli o altro all interno delle strutture comunali. 3. È vietato l uso di apparecchiature microfoniche, di filodiffusione e riproduzione sonora o video di proprietà comunali di cui è dotata la sala consiliare. 4. È possibile l utilizzo di apparecchiature sonore e musicali a condizione che non creino disturbo 6

7 all attività istituzionale. 5. Nel caso in cui la sala consiliare debba essere visionata preventivamente da parte di incaricati per l allestimento di decorazioni floreali e/o accompagnamenti musicali gli stessi dovranno preventivamente prendere accordi con l Ufficio di Stato Civile. 6. La sala consiliare sarà aperta trenta minuti prima dell inizio della cerimonia e chiuderà trenta minuti dopo la fine della cerimonia stessa, onde consentire il posizionamento ed il recupero di suppellettili e/o decorazioni floreali. ARTICOLO 13 DANNI E RESPONSABILITA 1. Nel caso si verifichino danneggiamenti alle strutture concesse per la celebrazione, l ammontare del danno sostenuto, salvo identificazione del diretto responsabile, sarà addebitato al soggetto richiedente. 2. Nessun rimborso spetterà qualora la mancata prestazione dei servizi richiesti sia imputabile alle parti richiedenti. ARTICOLO 14 DISPOSIZIONI FINALI 1. Per quanto non previsto dal presente regolamento trovano applicazione: - il Codice Civile; - il D.P.R. 03/11/2000 n.396; - il D.P.R. 18/08/2000 n.267; - lo Statuto Comunale. ARTICOLO 15 ENTRATA IN VIGORE 1. Il presente regolamento entra in vigore il giorno successivo alla data di esecutività della deliberazione di approvazione. 7

C O M U N E D I E R B E PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

C O M U N E D I E R B E PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI C O M U N E D I E R B E PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n 25 del 27.05.2010 Modificato con deliberazione della

Dettagli

COMUNE di BASIANO. PROVINCIA di MILANO REGOLAMENTO USO SALA CONSILIARE PER CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI

COMUNE di BASIANO. PROVINCIA di MILANO REGOLAMENTO USO SALA CONSILIARE PER CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI COMUNE di BASIANO PROVINCIA di MILANO REGOLAMENTO USO SALA CONSILIARE PER CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 29 del 26.7.2010 Regolamento uso sala consiliare

Dettagli

COMUNE DI CAMBIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI CAMBIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CAMBIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 12 DEL 12/03/2010 1 INDICE: Articolo 1 Oggetto e finalità del regolamento...

Dettagli

COMUNE DI RICCO DEL GOLFO DI SPEZIA Provincia della Spezia

COMUNE DI RICCO DEL GOLFO DI SPEZIA Provincia della Spezia Allegato A) alla deliberazione del C.C. n. 26 del 06/06/2016 COMUNE DI RICCO DEL GOLFO DI SPEZIA Provincia della Spezia REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

COMUNE DI BOLANO Provincia di La Spezia

COMUNE DI BOLANO Provincia di La Spezia COMUNE DI BOLANO Provincia di La Spezia REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 2 del 10 febbraio 2011 Integrato con DCC 13 del 18 luglio

Dettagli

C O M U N E DI B A D O L A T O Prov. Catanzaro

C O M U N E DI B A D O L A T O Prov. Catanzaro C O M U N E DI B A D O L A T O Prov. Catanzaro DISPOSIZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 44 del 18/04/2014 ) Art. 1 La celebrazione del

Dettagli

COMUNE DI PREGANZIOL Provincia di Treviso

COMUNE DI PREGANZIOL Provincia di Treviso COMUNE DI PREGANZIOL Provincia di Treviso REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 46 del 26.7.2010 Indice generale Art. 1 - Oggetto e finalità

Dettagli

Comune di Stradella Provincia di Pavia. Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili

Comune di Stradella Provincia di Pavia. Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Comune di Stradella Provincia di Pavia Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 59 DEL 25/07/2013 1 Indice generale Art. 1 - Oggetto e finalità

Dettagli

Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili

Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili C O M U N E D I S C I O L Z E Regolamento Comunale sulla Celebrazione dei Matrimoni Civili a cura del settore Servizi Demografici ed Elettorali del Comune di Sciolze Approvato con delibera di CC n.45 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI SAN ZENO DI MONTAGNA Provincia di Verona - UFFICIO DELLO STATO CIVILE- Contrada Cà Montagna, 11 37010 SAN ZENO DI MONTAGNA (VR) Telefono: 045 7285950 Fax: 045-7285222 - Cod. Fisc e Part. IVA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE COMUNE DI NOICÀTTARO PROVINCIA DI BARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE COMUNE DI NOICÀTTARO PROVINCIA DI BARI COMUNE DI NOICÀTTARO PROVINCIA DI BARI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. DEL ART. 1 OGGETTO E FINALITÀ DEL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI MOSCIANO S. ANGELO (TE) REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI MOSCIANO S. ANGELO (TE) REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI MOSCIANO S. ANGELO (TE) REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n 66 del 23/5/2012 INDICE Articolo 1 Oggetto e finalità del regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E LA COSTITUZIONE DELLE UNIONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E LA COSTITUZIONE DELLE UNIONI CIVILI COMUNE DI LUGO DI VICENZA Piazza XXV Aprile, 28 36030 Lugo di Vicenza REGOLAMENTO COMUNALE SULLA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E LA DELLE UNIONI CIVILI Approvato con delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI INDICE GENERALE Art. 1 - Oggetto e finalità del Regolamento Art. 2 Funzioni Art. 3 - Luogo della celebrazione Art. 4 - Orario di celebrazione

Dettagli

COMUNE DI BREGANO Provincia di Varese. Regolamento per la celebrazione dei Matrimoni Civili

COMUNE DI BREGANO Provincia di Varese. Regolamento per la celebrazione dei Matrimoni Civili COMUNE DI BREGANO Provincia di Varese Regolamento per la celebrazione dei Matrimoni Civili APPROVATO CON DELIBERAZIONE N. 20 DEL 28.07.2014 ESECUTIVO DAL 10.08.2014 ART.1 OGGETTO Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI ROBBIATE Provincia di Lecco

COMUNE DI ROBBIATE Provincia di Lecco COMUNE DI ROBBIATE Provincia di Lecco REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLE SALE COMUNALI PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 06/04/2009

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle sale per la celebra- zione del matrimonio con rito civile

Regolamento per l utilizzo delle sale per la celebra- zione del matrimonio con rito civile COMUNE DI SAN FERDINANDO DI PUGLIA PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI Regolamento per l utilizzo delle sale per la celebra- zione del matrimonio con rito civile (Approvato con Delibera di C.C. n. 16 del

Dettagli

Comune di Abbadia San Salvatore Provincia di Siena

Comune di Abbadia San Salvatore Provincia di Siena Comune di Abbadia San Salvatore Provincia di Siena REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 70/2014)

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 70/2014) REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 70/2014) Articolo 1 - Oggetto Il presente Regolamento disciplina le modalità di celebrazione del matrimonio

Dettagli

COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con delibera di Consiglio comunale n. 13 del 31-03-2015 1 Indice generale Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

COMUNE DI IGLESIAS PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

COMUNE DI IGLESIAS PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS COMUNE DI IGLESIAS PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS UFFICIO STATO CIVILE REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 16 del 27.03.2014 1 Indice

Dettagli

COMUNE SAN VINCENZO Provincia di Livorno

COMUNE SAN VINCENZO Provincia di Livorno COMUNE SAN VINCENZO Provincia di Livorno REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (approvato con deliberazione consiliare n. 89 del 29.12.2014) In vigore dal 20 gennaio 2015 INDICE ARTICOLO

Dettagli

COMUNE DI VERRUA SAVOIA Provincia di Torino DISCIPLINARE ORGANIZZATIVO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI VERRUA SAVOIA Provincia di Torino DISCIPLINARE ORGANIZZATIVO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI VERRUA SAVOIA Provincia di Torino DISCIPLINARE ORGANIZZATIVO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI - INDICE - ART. 1 IL SERVIZIO MATRIMONI CIVILI ART. 2 GIORNI DI CELEBRAZIONE ART. 3 TARIFFE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E DELLE UNIONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E DELLE UNIONI CIVILI REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E DELLE UNIONI CIVILI Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 57 del 18.11.2016 1 COMUNE DI CUSANO MILANINO REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI

Dettagli

P R O V I N C I A C A R B O N I A I G L E S I A S

P R O V I N C I A C A R B O N I A I G L E S I A S COMUNE SANT ANNA ARRESI P R O V I N C I A C A R B O N I A I G L E S I A S REGOLAMENTO MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione di C.C. n.13 del 06.05.2016 INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità Art. 2

Dettagli

Comune di Sutri REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

Comune di Sutri REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Comune di Sutri REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (Bozza) Indice Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento Art 2 Funzioni Art. 3 - Matrimonio su delega Art.4 - Richiesta della celebrazione

Dettagli

COMUNE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO

COMUNE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO ALLEGATO A COMUNE di SAN GIOVANNI IN PERSICETO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 88 del 15/12/2015 1 Indice generale Art.

Dettagli

VERBALE N. 28 DEL 03/05/2007 IL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE N. 28 DEL 03/05/2007 IL CONSIGLIO COMUNALE VERBALE N. 28 DEL 03/05/2007 OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI. All atto della trattazione del presente argomento, dopo l appello, risulta entrato il consigliere

Dettagli

Città di Marsala Medaglia d oro al Valore Civile. Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili

Città di Marsala Medaglia d oro al Valore Civile. Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Città di Marsala Regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento 1. Il presente regolamento disciplina le modalità di celebrazione dei matrimoni

Dettagli

COMUNE DI CERESOLE D ALBA PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E DELLE UNIONI CIVILI

COMUNE DI CERESOLE D ALBA PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E DELLE UNIONI CIVILI COMUNE DI CERESOLE D ALBA PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E DELLE UNIONI CIVILI Approvato con deliberazione CC n. 36 del 14/12/2016 Art. Titolo 1. Oggetto e finalità

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI. Approvato con deliberazione C.C. n. 9 del 01/04/2014

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI. Approvato con deliberazione C.C. n. 9 del 01/04/2014 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione C.C. n. 9 del 01/04/2014 ART. 1 OGGETTO E FINALITA 1. Il presente regolamento detta le modalita di celebrazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E LA COSTITUZIONE DELLE UNIONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E LA COSTITUZIONE DELLE UNIONI CIVILI COMUNE DI CASTELNUOVO BOCCA D ADDA REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E LA COSTITUZIONE DELLE UNIONI CIVILI (Approvato con deliberazione di C.C. n. 47 del 27/10/2016) 1 SOMMARIO ART. 1 - Oggetto

Dettagli

COMUNE DI SESTO AL REGHENA PROVINCIA DI PORDENONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI SESTO AL REGHENA PROVINCIA DI PORDENONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI SESTO AL REGHENA PROVINCIA DI PORDENONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione consiliare n. 59 del 28.11.2009 Indice generale Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO

COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO COMUNE DI CASTIGLION FIBOCCHI PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 30.04.2009 MODIFICATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

COMUNE di CASTROCIELO

COMUNE di CASTROCIELO COMUNE di CASTROCIELO Provincia di Frosinone Sede Via Roma n. 44-03030 Castrocielo - telefono 0776 79001 fax 0776 79822 - C.F. 81002090603 sito www.comune.castrocielo.fr.it C O M U N E DI C A S T R O C

Dettagli

COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA PROV. PALERMO

COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA PROV. PALERMO Allegato A COMUNE DI CAMPOFELICE DI ROCCELLA PROV. PALERMO ------ ------ REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI ART. 1 (Oggetto e finalità del regolamento) Il presente regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Allegato a Delibera di Consiglio Comunale n.8 del 14.03.15 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DI GARFAGNANA

COMUNE DI CASTIGLIONE DI GARFAGNANA Allegato A COMUNE DI CASTIGLIONE DI GARFAGNANA Provincia di Lucca REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Approvato con deliberazione del C.C. n. 23 del 28/06/2013 Art. 1

Dettagli

Comune di Monvalle Provincia di Varese Regolamento per l organizzazione del servizio per la celebrazione dei matrimoni civili

Comune di Monvalle Provincia di Varese Regolamento per l organizzazione del servizio per la celebrazione dei matrimoni civili Comune di Monvalle Provincia di Varese Regolamento per l organizzazione del servizio per la celebrazione dei matrimoni civili Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 22 del 22.09.2016 INDICE Art.

Dettagli

Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili nel Comune di Sant'Anna d'alfaedo

Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili nel Comune di Sant'Anna d'alfaedo Approvato con Deliberazione di C.C. n. 23 del 24/11/2015 COMUNE DI SANT ANNA D ALFAEDO C.A.P. 37020 PROVINCIA DI VERONA P.IVA 00796760239 TEL. 045/ 7532502 Segreteria FAX 045/ 7532600 Regolamento per la

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MATRIMONIO CIVILE SUL TERRITORIO DEL COMUNE

REGOLAMENTO DEL MATRIMONIO CIVILE SUL TERRITORIO DEL COMUNE AREA DEMOGRAFICI, URP, ATTIVITÀ PRODUTTIVE E PATRIMONIO IMMOBILIARE PRODUTTIVO SETTORE DEMOGRAFICI REGOLAMENTO DEL MATRIMONIO CIVILE SUL TERRITORIO DEL COMUNE Allegato alla deliberazione di C.C. n. 56

Dettagli

CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CEFALU Provincia di Palermo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI Articolo 1 Oggetto e finalità disciplinare 1. Il presente

Dettagli

COMUNE DI SAN MINIATO

COMUNE DI SAN MINIATO COMUNE DI SAN MINIATO PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E DELLE UNIONI CIVILI Approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. 61 del 26.07.2016 In vigore

Dettagli

Comune di Besozzo. Provincia di Varese REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

Comune di Besozzo. Provincia di Varese REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Comune di Besozzo Provincia di Varese REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con delibera di Consiglio Comunale N. 7 in data 27/02/2013 1 INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Indice generale Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art. 11 Art. 12 Art. 13 Oggetto e finalità del regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI MONTANARO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 49 del 30/11/2013 Pubblicato all Albo Web dall 11.12.2013

Dettagli

COMUNE DI UMBERTIDE (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI UMBERTIDE (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI UMBERTIDE (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con Delibera di C.C. n. 8 del 17 aprile 2016 1 Indice Art. 1 : Oggetto e finalità del

Dettagli

CITTA DI GIULIANOVA PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

CITTA DI GIULIANOVA PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI CITTA DI GIULIANOVA PROVINCIA DI TERAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con delibera del Commissario Straordinario n. 131/C del 30.09.2008 Art. 1 - Oggetto e finalità

Dettagli

Art. 1 Oggetto e finalità. Art. 2 Funzioni. Art. 3 Luoghi della celebrazione. Art. 4 Orari di celebrazione. Art. 5 Tariffe

Art. 1 Oggetto e finalità. Art. 2 Funzioni. Art. 3 Luoghi della celebrazione. Art. 4 Orari di celebrazione. Art. 5 Tariffe Provincia di Prato REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 27 marzo 2010 I NDICE GENERALE Art. 1 Oggetto e finalità Art.

Dettagli

Comune di Monticiano. Regolamento Comunale per la celebrazione dei Matrimoni Civili

Comune di Monticiano. Regolamento Comunale per la celebrazione dei Matrimoni Civili Comune di Monticiano Regolamento Comunale per la celebrazione dei Matrimoni Civili Indice Generale Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 Funzioni Art. 3 Luoghi della celebrazione Art. 4 Orario

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO SULLA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO SULLA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 4 del 27/03/2015 pubblicato all albo pretorio online dal 30/03/2015 al 14/04/2015 in vigore dal

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI SUVERETO Provincia di Livorno REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con Deliberazione C.C. n. 12 del 22.02.2017 Regolamento celebrazione dei matrimoni civili

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI C O M U N E D I S I Z I A N O PROVINCIA DI PAVIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. del INDICE GENERALE ART. 1 OGGETTO E

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI 1 COMUNE DI CRISPIANO PROVINCIA DI TARANTO REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 8 DEL 31.03.2015 2 Indice Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Comune di Fontevivo SETTORE: SERVIZI GENERALI E ALLA PERSONA DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI La presente disciplina: - È stata approvata con deliberazione della Giunta

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI MURAVERA PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 29.06.2016 ART. 1 FINALITA' ED OGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Il presente regolamento è stato: - approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 80 del 05.11.2008, - pubblicato all Albo Pretorio Comunale

Dettagli

MODALITA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E DELLE UNIONI CIVILI PRESSO LE SEDI COMUNALI

MODALITA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E DELLE UNIONI CIVILI PRESSO LE SEDI COMUNALI COMUNE DI MIRANDOLA MODALITA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E DELLE UNIONI CIVILI PRESSO LE SEDI COMUNALI Approvato con delibera della Giunta Comunale n.65 del 21/05/2015, modificato con delibera della

Dettagli

COMUNE DI ZERBOLO Provincia di Pavia

COMUNE DI ZERBOLO Provincia di Pavia ALLEGATO A ALLA DELIBERA G.C. N. 99 DEL 09/11/2006 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Indice generale Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento Art. 2 Funzioni Art. 3 Luoghi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E DELLE UNIONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E DELLE UNIONI CIVILI REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E DELLE UNIONI CIVILI Approvato con delibera di C.C. n. 27 del 31.07.2013 e modificato con delibera di C.C. n. 67 del 28.11.2016 Sommario SOMMARIO...2

Dettagli

COMUNE DI VIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI VIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO MATRIMONI CIVILI COMUNE DI VIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione di G.C. n.95 del 14/12/2013 e modificato con deliberazione di G.C. n.9 del 04/02/2016 Indice generale

Dettagli

COMUNE DI OLIVETO CITRA Provincia di Salerno

COMUNE DI OLIVETO CITRA Provincia di Salerno COMUNE DI OLIVETO CITRA Provincia di Salerno REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Articolo 1 - Oggetto (approvato con delibera C.C. n. 13 del 21.04.2008 ) Il presente regolamento disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con delibera di Consiglio Comunale nr. 39 del 26/11/2011 INDICE GENERALE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 Funzioni

Dettagli

C O M U N E D I U R B I N O

C O M U N E D I U R B I N O C O M U N E D I U R B I N O Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 94 del 09.05.2016 Art. 1 La celebrazione del matrimonio,

Dettagli

COMUNE DI ROCCA SAN CASCIANO PROVINCIA DI FORLI CESENA. REGOLAMENTO Per la CELEBRAZIONE dei MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI ROCCA SAN CASCIANO PROVINCIA DI FORLI CESENA. REGOLAMENTO Per la CELEBRAZIONE dei MATRIMONI CIVILI COMUNE DI ROCCA SAN CASCIANO PROVINCIA DI FORLI CESENA REGOLAMENTO Per la CELEBRAZIONE dei MATRIMONI CIVILI Allegato alla delibera del C.C. N. 8 del 18/02/2011 Art.1 Oggetto e finalità del Regolamento

Dettagli

Comune di Casaletto Lodigiano Provincia di Lodi. Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili

Comune di Casaletto Lodigiano Provincia di Lodi. Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Comune di Casaletto Lodigiano Provincia di Lodi Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Approvato con deliberazione C.C. n. 15 del 7 maggio 2007 Indice generale Art.1 Oggetto e finalità

Dettagli

COMUNE DI ROBBIO Provincia di PAVIA

COMUNE DI ROBBIO Provincia di PAVIA COMUNE DI ROBBIO Provincia di PAVIA REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E PER LA COSTITUZIONE DELLE UNIONI CIVILI TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO Approvato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE di BUSSOLENO CITTA METROPOLITANA DI TORINO AREA DEMOGRAFICA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con Deliberazione C.C. n. 3 del 31.03.2016 INDICE INDICE pag.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione C.C. n. 11 del 21/08/2014 Articolo 1 - Oggetto Il presente regolamento disciplina le modalità di celebrazione del matrimonio

Dettagli

COMUNE DI VILLANOVA MONDOVI'

COMUNE DI VILLANOVA MONDOVI' COMUNE DI VILLANOVA MONDOVI' Ripartizione Anagrafe-Stato Civile-Elettorale Tel. 0174/698151 - Fax 0174/698191 e-mail anagrafe@comune.villanova-mondovi.cn.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E COSTITUZIONE UNIONI CIVILI

COMUNE DI LANCIANO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E COSTITUZIONE UNIONI CIVILI COMUNE DI LANCIANO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E COSTITUZIONE UNIONI CIVILI 1 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI COMUNE DI MASSA LUBRENSE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI Approvato con deliberazione consiliare n.46 del 17.9.2007 In vigore dall 1.1.2008 1 Articolo 1 Oggetto

Dettagli

Città di Montalto Uffugo (Provincia di Cosenza)

Città di Montalto Uffugo (Provincia di Cosenza) Città di Montalto Uffugo (Provincia di Cosenza) REGOLAMENTO COMUNALE PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PER LA CELEBRAZIONE DELLE PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO, DEI MATRIMONI E DELLE UNIONI CIVILI Approvato

Dettagli

Regolamento Comunale per la celebrazione di matrimoni civili

Regolamento Comunale per la celebrazione di matrimoni civili COMUNE DI MURISENGO Provincia di Alessandria Regolamento Comunale per la celebrazione di matrimoni civili Indice generale: art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento art. 2 - Funzioni art. 3 - Luogo della

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA ORIGINALE COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA DELIBERAZIONE N. 7 in data: 27.04.2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA ORDINARIA DI PRIMA CONVOCAZIONE - SEDUTA PUBBLICA

Dettagli

COMUNE DI SARSINA. Provincia di Forlì-Cesena REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI SARSINA. Provincia di Forlì-Cesena REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI COMUNE DI SARSINA Provincia di Forlì-Cesena REGOLAMENTO CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 27 DEL 28/05/2015 INDICE Articolo 1 Oggetto e finalità del regolamento Articolo

Dettagli

Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili

Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili COMUNE DI BRUNELLO Provincia di Varese Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 24 del 20/07/2016 INDICE Articolo 1 - Oggetto e finalità

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEL MATRIMONIO CIVILE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEL MATRIMONIO CIVILE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEL MATRIMONIO CIVILE APPROVAZIONE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale N. 12 del 26/03/2008 PUBBLICAZIONE Pubblicato all Albo Pretorio il 07/04/2008

Dettagli

All. A) D.G. n.3 del COMUNE DI BROZOLO (PROVINCIA DI TORINO) DISCIPLINARE E TARIFFARIO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

All. A) D.G. n.3 del COMUNE DI BROZOLO (PROVINCIA DI TORINO) DISCIPLINARE E TARIFFARIO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI All. A) D.G. n.3 del 14.01.2015 COMUNE DI BROZOLO (PROVINCIA DI TORINO) DISCIPLINARE E TARIFFARIO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Indice generale Art.1 - Oggetto e finalità del trattamento. Art.2

Dettagli

DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE

DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE COMUNE DI CARPANETO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Approvata con deliberazione della Giunta Comunale n 46 in data 01/07/2015

Dettagli

COMUNE DI PORTO TORRES

COMUNE DI PORTO TORRES COMUNE DI PORTO TORRES Provincia di Sassari REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI E UNIONI CIVILI Approvato con deliberazione di C.C. n. 25 del 10/04/2017 1 INDICE ART. 1 - OGGETTO E FINALITÀ ART.

Dettagli

DISCIPLINARE RELATIVO ALLE PROCEDURE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Delibera di Giunta Comunale n. 118 del

DISCIPLINARE RELATIVO ALLE PROCEDURE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Delibera di Giunta Comunale n. 118 del DISCIPLINARE RELATIVO ALLE PROCEDURE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Delibera di Giunta Comunale n. 118 del 31.05.2011 Art. 1 Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento disciplina le modalità

Dettagli

COMUNE DI MONTORFANO

COMUNE DI MONTORFANO COMUNE DI MONTORFANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 40 del 23/09/2013 1 I N D I C E Articolo 1 - OGGETTO E FINALITA DEL

Dettagli

Comune di Gravedona ed Uniti Provincia di Como. Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili

Comune di Gravedona ed Uniti Provincia di Como. Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Comune di Gravedona ed Uniti Provincia di Como Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili Approvato con deliberazione del Commissario Prefettizio n. 19 del 18.03.2011 con i poteri del

Dettagli

via Iasolino n.1 80077 Ischia (NA) - telefono 0813333111 telefax 0813333201 sito web :www.comuneishia.it

via Iasolino n.1 80077 Ischia (NA) - telefono 0813333111 telefax 0813333201 sito web :www.comuneishia.it via Iasolino n.1 80077 Ischia (NA) - telefono 0813333111 telefax 0813333201 sito web :www.comuneishia.it REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Indice generale Art. 1 Oggetto e finalità del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE COMUNE DI GORNATE OLONA PROVINCIA DI VARESE ------------------------------------------------------------ UFFICIO STATO CIVILE REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Delibera del

Dettagli

C O M U N E D I C ALVIGNANO

C O M U N E D I C ALVIGNANO C O M U N E D I C ALVIGNANO REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON IL RITO CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 29.05.2015 ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEL REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMPRENSIVO DELLE TARIFFE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMPRENSIVO DELLE TARIFFE COMUNE DI NEGRAR Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMPRENSIVO DELLE TARIFFE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 25 del 29.04.2013 e successivamente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DI MATRIMONIO CIVILE

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DI MATRIMONIO CIVILE REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DI MATRIMONIO CIVILE (Adottato con delibera di C.C. n. 84 del 13.09.2007) (Integrato con atto di G.M. n. 217 del 02.11.2007 Tariffe) (Modificato con atto di C.C. n. 103

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CON RITO CIVILE Art. 1 OGGETTO 1. Il presente regolamento disciplina le modalità di celebrazione dei matrimoni civili come regolati dalle disposizioni di cui

Dettagli

COMUNE DI CORCIANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI CORCIANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI CORCIANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17 del 24/02/2011) Indice Generale Art. 1 Oggetto e finalità del

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI **aggiornato al 02.12.2009** REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato dalla Giunta Comunale nella seduta del 23.4.2008 - atti n. 77 Modificato dalla Giunta Comunale nella

Dettagli

COMUNE DI SATRIANO DI LUCANIA (Provincia di Potenza)

COMUNE DI SATRIANO DI LUCANIA (Provincia di Potenza) COMUNE DI SATRIANO DI LUCANIA (Provincia di Potenza) DISPOSIZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E DELLE RICHIESTE DELLE PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO (approvato con deliberazione di Giunta Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Comune di Lecce REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 15 del 15 febbraio 2013 Emendato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 81

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI BERTINORO (Provincia di Forlì-Cesena) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 126 del 22.12.2008 ed entrato in vigore

Dettagli

Comune di Aquilonia. Terra d Irpinia REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI. Ufficio Segreteria

Comune di Aquilonia. Terra d Irpinia REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI. Ufficio Segreteria Comune di Aquilonia Terra d Irpinia Ufficio Segreteria REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Approvato con delibera della Giunta Municipale n. 59, del 19/06/2009 Articolo 1 1. La celebrazione

Dettagli

Allegato alla delibera di G.C. n. 75 del 06/09/2012 REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

Allegato alla delibera di G.C. n. 75 del 06/09/2012 REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Allegato alla delibera di G.C. n. 75 del 06/09/2012 REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI ARTICOLO 1 1. La celebrazione del matrimonio civile è attività istituzionale garantita ai cittadini,

Dettagli

COMUNE DI COCCONATO PROV. DI ASTI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E DELLE UNIONI CIVILI

COMUNE DI COCCONATO PROV. DI ASTI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E DELLE UNIONI CIVILI COMUNE DI COCCONATO PROV. DI ASTI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI E DELLE UNIONI CIVILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 33 del 15/11/2016 INDICE Art.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI 1 INDICE GENERALE Art. 1 Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 Funzioni Art. 3 Luogo della celebrazione Art. 4 Orario di celebrazione Art.

Dettagli

COMUNE DI UTA. Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI UTA. Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI COMUNE DI UTA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER LA CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI INDICE Articolo 1 - Oggetto e finalità del regolamento Articolo 2 - Luogo della celebrazione Articolo 3 - Calendario

Dettagli