STEFANO POLI IL PEGNO DIAZIONI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STEFANO POLI IL PEGNO DIAZIONI"

Transcript

1 STEFANO POLI IL PEGNO DIAZIONI MILANO - DOTT. A. GIUFFRE EDITORE

2 INDICE-SOMMARIO INTRODUZIONE Considerazioni introduttive sugli interessi coinvolti dal pegno di azioni ed i «fattori di complicazione» dell'istituto 1 Piano dell'opera 14 CAPITOLO PRIMO I CRITERI DI INTERPRETAZIONE ED INTEGRAZIONE DELLA DISCIPLINA Sezione I LE CHIAVI DI LETTURA STORICA E SISTEMAT1CA DEL PEGNO DI AZIONI 1.1. II dato storico: la disciplina del pegno di azioni nel codice civile del 1865 e nel codice di commercio del Assenza di una regolamentazione dei diritti incorporati dalle azioni date in pegno; le soluzioni interpretative proposte dalla dottrina e dalla giurisprudenza neh'agnosticisnio del legislatore II pegno di azioni nel codice civile del 1942: prima disciplina degli effetti «societari» del vincolo. I motivi delle scelte operate dal legislatore storico ah'interno dell'art II dato logico sistematico. Le metodologie di approccio della dottrina: la prospettiva «dominicale» e quella «societaria» adottata da C. Angelici e G. Partesotti; la prospettiva «cartolare» adottata da G.C. Rivolta Limitata utilita della prospettiva «cartolare» ai fini della soluzione di problematiche attinenti al pegno della partecipazione sociale; carattere parziario della prospettiva «societaria» e di quella «dominicale» (Segue): i precetti dell'art ex. come contestualizzazione delle facolta pignoratizie alia materia societaria. II pegno di azioni come «fattispecie funzionalmente complessa»: conseguente necessita di adottare una chiave di lettura del pegno di azioni che tenga presenti sia la disciplina dominicale, sia quella societaria; criteri di coordinamento fra le due fonti 60

3 XIV IL PEGNO DI AZIONI Sezione II II PEGNO DI AZIONI SUL PIANO DEL RAPPORTO BILATERALE DI GARANZIA 1.6. Le caratteristiche generali del pegno. II significato e la portata nell'art nei rapporti fra il creditore ed il debitore pignoratizio. Criteri di ripartizione dei diritti sociali neu'ambito del rapporto bilaterale di garanzia Continuita funzionale e normativa fra pegno di azioni e la figura generale del diritto di garanzia nell'ipotesi di spettanza del voto al creditore. Conseguente applicabilita analogica, sul piano bilaterale, dell'art. 2352, primo comma. Carattere «anomalo» del pegno nell'ipotesi di attribuzione convenzionale del voto al socio debitore Conseguenze sul piano della disciplina: applicabilita delle norme in tema di pegno di beni mobili al pegno di azioni Un'ulteriore precisazione: l'oggetto «sostanziale» del pegno di azioni non e costituito dai diritti facenti parte della partecipazione sociale o dai beni ricompresi nel patrimonio sociale, bensi dal valore dei titoli dati in garanzia Alcune precisazioni relative al valore delle azioni rilevante ai fini del pegno. Applicazioni delle conclusioni raggiunte: la disciplina dell'art c.c Pegno ed usufrutto di azioni: affinita e differenze. Conclusione: le differenze funzionali e strutturali dei due diritti reali impediscono una generalizzata estensione delle soluzioni interpretative dall'una au'altra fattispecie 110 Sezione III I PROFILI DI INTERFERENZA FRA LA FUNZIONE E LA DISCIPLINA PIGNORATIZIA E QUELLE SOCIETARIE L'interferenza fra il piano bilaterale della garanzia e la funzione e la disciplina societaria; le alternative alia disciplina formulata dal legislatore: divieto di costituire in pegno le azioni, sospensione del voto incorporato dalle azioni vincolate II significato, sul piano endosocietario, dell'attribuzione del voto, con norma dispositiva, al creditore pignoratizio. Un primo limite di diritto societario: inderogabilita, ad opera delle parti del rapporto pignoratizio, degli indici di legittimazione all'esercizio dei diritti sociali, come conseguenza del fatto che le norme dell'art c.c. attengono alia titolarita e non all'esercizio dei diritti sociali II rapporto fra la disciplina dell'art c.c. ed il principio di indivisibilita delle azioni; caratteri e portata del principio; intangibilita del principio (e di quello complementare di eguaglianza delle azioni) ad opera delle parti del rapporto pignoratizio La disciplina del pegno di azioni e la c.d. «inscindibilita» delle azioni: la disciplina dell'art c.c. costituisce una deroga al principio suscettibile di applicazione estensiva ai diritti sociali non regolamentati 150

4 INDICE-SOMMARIO XV L'ambito di applicazione dell'art c.c. al di fuori della partecipazione azionaria: applicabilita in via analogica al pegno di quota di s.r.l (Segue): il pegno di quota di societa personale. Ammissibilita del vincolo; inapplicability dell'art c.c; estraneita del creditore alia gestione della societa (Segue): inapplicability dell'art c.c. alle altre ipotesi di «vincolo» sulle azioni (sequestro, pignoramento, c.d. «fermo prowisorio» e «leasing» di azioni) Pegno di azioni e autonomia statutaria: considerazioni generali in merito alia opponibilita delle clausole statutarie al creditore pignoratizio delle azioni Profili di liceita ed efficacia della clausola di gradimento espressamente riferita al pegno di azioni. Inapplicability delle norme limitative poste in relazione alia alienazione della proprieta delle azioni; conseguente ammissibilita di una clausola di mero gradimento rispetto alia rilevanza organizzativa del creditore pignoratizio II divieto statutario di costituire in pegno le azioni. Altre clausole statutarie limitative della circolazione che incidono sul pegno di azioni; in particolare: illegittimita della clausola di prelazione; profili di applicabilita al pegno di azioni delle clausole genericamente limitative della circolazione delle azioni II pegno dei titoli azionari; cenni di diritto cartolare: modalita ordinarie e speciali di costituzione del vincolo; inammissibilita di una costituzione «di diritto comune» mediante semplice accordo e consegna delle azioni Conclusioni sul rapporto fra prospettiva «dominicale» e «societaria» (e quella cartolare) nella identificazione della disciplina applicable al pegno di azioni 249 CAPITOLO SECONDO LA «SPETTANZA» DEI DIRITTI SOCIALI IN PRESENZA DI PEGNO DI AZIONI 2.1. Considerazioni introduttive sulla natura della partecipazione sociale: adesione alia concezione di De Ferra, nella lettura atomististica di F. d'alessandro e conseguente metodologia d'analisi della spettanza dei singoli diritti sociali al creditore pignoratizio e al socio debitore 255 Sezione I LA «SPETTANZA» (TITOLARITA) DEL DIRITTO DI VOTO E DEGLI ALTRI DIRITTI A «RILEVANZA ORGANIZZATTVA» 2.2. La «spettanza» al creditore pignoratizio della titolarita (iure proprio) del diritto di voto. Fonte e fondamento razionale. Prime conseguenze applicative in tema di rappresentanza, conflitto di interessi e voto «divergente» 265

5 XVI IL PEGNO DI AZIONI 2.3. Le tesi dottrinali in merito all'ambito di spettanza del voto al creditore pignoratizio: la prospettiva «dominicale» e quella «societaria». (Segue): accoglimento della lettura «dominicale» ad opera della giurisprudenza di legittimita. Carattere parziario delle soluzioni proposte I limiti «legali» alia spettanza e all'esercizio del voto da parte del creditore pignoratizio che traggono fonte dal rapporto e dalla disciplina pignoratizi con cenni comparatistici ed in merito alia legittimita della partecipazione del creditore ad un sindacato di voto I limiti «legali» specifici alia spettanza del voto al creditore pignoratizio di fonte societaria; estensibilita al creditore delle norme in tema di sospensione del voto: a) la disciplina del socio moroso (art c.c); inapplicabilita al creditore pignoratizio (Segue): b) la disciplina delle azioni proprie (art ter c.c), delle azioni della controllata (art bis c.c.) e delle partecipazioni incrociate nelle societa quotate (art. 121 legge Draghi); applicabilita della sospensione del voto anche nelle ipotesi in cui il voto spetti al creditore pignoratizio ex art. 2352, primo comma, c.c (Segue): c) la sospensione per violazione degli obblighi di comunicazione delle partecipazioni rilevanti in societa quotata: casi in cui la segnalazione deve essere effettuata, a pena di sospensione del voto, anche dal titolare del diritto parziario; inapplicabilita al creditore pignoratizio della sospensione del voto in caso di omissione della comunicazione da parte del socio. Le ulteriori ipotesi di sospensione: art. 2373, terzo comma, c.c; art. 2441, settimo comma, c.c; art. 110 e 120, quarto comma, del D.Lgs. 58/98 (cenni di rinvio) I limiti generali all'esercizio del diritto di voto da parte del creditore pignoratizio: profili di applicabilita delle norme sul conflitto di interessi; analisi degli elementi della fattispecie dell'art c.c che richiedono una lettura peculiare in relazione alia posizione del creditore Conclusione: estensione all'interesse «pignoratizio» del novero degli interessi legittimamente perseguibili con il voto, in caso di esercizio del diritto da parte del creditore I principi di correttezza e buona fede come limite all'esercizio del voto e degli altri diritti sociali ah'interno della concezione contrattualistica della societa per azioni (Segue): ambito di operativita del principio di correttezza e buona fede rispetto all'esercizio del voto e degli altri diritti sociali da parte del creditore pignoratizio: nel rapporto con il debitore (in base alia disciplina del pegno); nei confronti degli altri membri della compagine sociale (applicando le tesi di Rescigno e Gambino) La convenzione contraria che attribuisce al socio la spettanza del voto. Caratteri tipologici (accordo parasociale bilaterale sulla titolarita del voto accessorio ad un rapporto reale). Incidenza dell'art c.c. sul tema della validita della convenzione a carattere «obbligatorio» fra le parti del rapporto pignoratizio e, in genere, dei sindacati di voto (Segue): la disciplina applicable alia convenzione contraria ex art. 2352, primo comma, c.c. con particolare riferimento all'art. 122 della legge Draghi e alle norme di diritto internazionale privato (in nota) 373

6 INDICE-SOMMARIO XVII (Segue): forma e requisiti di validita e di opponibilita alia societa della convenzione contraria II contenuto della convenzione contraria: inammissibilita di una convenzione parziale; ammissibilita di una convenzione soggetta a termine o a condizione e di un accordo «di ritorno» che ritrasferisca successivamente il voto al creditore Le conseguenze dell'esercizio illegittimo del voto incorporato da azioni costituite in pegno. Rilievo «endopignoratizio» della violazione dei limiti all'esercizio del voto di matrice dominicale La rilevanza «organizzativa» della violazione dell'art. 2352, primo comma, c.c: inesistenza della delibera assembleare adottata con l'apporto decisivo del voto viziato da difetto di titolarita o legittimazione cd. «primaria» (con considerazioni sulla rilevabilita del vizio) (Segue): conferma della soluzione accolta ad una rilettura in chiave tipologica del problema. Limite all'operativita deh'inesistenza in virtu delle regole processuali in tema di interesse ad agire Le conseguenze della violazione dei limiti di matrice societaria che impongono delle «regole dell'agire» rispetto al voto del creditore pignoratizio e delle cause di sospensione del voto estensibili al creditore pignoratizio. Riepilogo conclusivo delle conseguenze dell'esercizio illegittimo del voto incorporato da azioni in pegno Titolarita del diritto di impugnativa delle delibere assembleari in presenza di pegno di azioni. Le soluzioni della dottrina e della giurisprudenza. Prime considerazioni (anche in relazione all'azione di nullita della deliberazione) (Segue): adesione alia tesi che afferma che il diritto di impugnativa spetta al soggetto che, in concreto, risulti titolare del voto, sulla base dei criteri interpretativi selezionati nel capitolo precedente La sorte degli altri diritti amministrativi e di controllo e del diritto di recesso Osservazioni in tema di pegno di azioni e controllo, con considerazioni (in nota) sull'inapplicabilita della disciplina dell'opa obbligatoria a chi «partecipi» alia societa in qualita di creditore pignoratizio 470 Sezione II L A «SPETTANZA» DEI DIRITTI E DEGLI OBBLIGHI DI NATURA PATRIMONIALE Premesse La spettanza del diritto al dividendo: le posizioni della dottrina e della giurisprudenza, con considerazioni prodromiche su diritto agli utili ed al dividendo Adesione alia interpretazione di matrice dottrinale: spettanza del diritto in capo al creditore pignoratizio in virtu della funzione satisfattiva del diritto reale di garanzia L'incidenza delle norme e dei principi societari sulla soluzione accolta: 1'individuazione del contenuto del diritto al dividendo e le regole sulla legittimazione 510

7 XVIII IL PEGNO DI AZIONI (Segue): la matrice sostanziale del diritto al dividendo del creditore pignoratizio consente di affermare che ad esso spettino tanto le erogazioni di utili di esercizio, quanto quelle di utili di bilancio e, conseguentemente, degli acconti dividendo, sino a concorrenza della somma garantita. (Segue): profili di derogabilita della titolarita del diritto ad opera delle parti del rapporto pignoratizio, ma non dell'autonomia statutaria La titolarita del diritto di opzione da parte del socio debitore: genesi, ratio e portata del precetto II problema della estensibilita del pegno alle azioni optate o al corrispettivo della cessione del diritto: le diverse tesi di Walter Bigiavi, da un lato, e di Giuseppe Ferri e Alberto Asquini dall'altro lato; la posizione della giurisprudenza Impostazione della questione alia luce dei criteri interpretativi selezionati nel capitolo precedente. Prime conclusioni: il problema va valutato esclusivamente alia luce dell'assetto di interessi, giuridicamente protetti, del socio debitore e del creditore pignoratizio; l'estensione, in ogni caso, non opera in relazione ai titoli oggetto di prelazione ex art. 2441, terzo comma, c.c (Segue): accoglimento della tesi della non estensione del pegno alle azioni optate e al ricavato deu'alienazione del diritto d'opzione in base all'applicazione diretta o estensiva dei precetti dell'art. 2352, secondo comma, c.c. I rimedi «dominicali» a disposizione del creditore per evitare la insufficienza della garanzia (Segue): passaggio di riserve a capitale e pegno di azioni. Adesione all'interpretazione dominante che ritiene che le azioni assegnate ex art c.c. debbano riprodurre la situazione di quelle originarie L'esercizio del diritto di opzione incorporato dalle azioni in pegno: la ratio delle norme dell'art. 2352, secondo (e terzo) comma. Prime conseguenze applicative L'ambito di applicazione e la portata dei precetti dell'art. 2352, secondo comma, seconda parte: il contenuto degli obblighi del creditore; ammissibilita di un esercizio diretto dell'opzione ad opera e per scelta del socio debitore (Segue): analisi di alcuni problemi applicativi legati alle modalita di esercizio diretto e indiretto dell'opzione nella disciplina legale e nella prassi statutaria. Inapplicabilita delle norme alle azioni dematerializzate immesse in un sistema di gestione accentrata II versamento dei decimi residui relativi alle azioni in pegno: ratio e portata dei precetti dell'art. 2352, terzo comma, anche mediante un parziale richiamo della lettura sostanziale e, mutatis mutandis, delle conclusioni formulate in tema di esercizio del diritto di opzione 610 Alcune considerazioni finali de lege ferenda in tema di pegno di azioni: proposte di modifica dell'art c.c 617 Indice degli autori 627

INDICE SOMMARIO. Capo V DELLE SOCIETÀ PER AZIONI. Sezione I Disposizioni generali

INDICE SOMMARIO. Capo V DELLE SOCIETÀ PER AZIONI. Sezione I Disposizioni generali INDICE SOMMARIO Presentazione... Gli autori... Abbreviazioni delle principali riviste.... VII XI XXV Capo V DELLE SOCIETÀ PER AZIONI Sezione I Disposizioni generali Art. 2325. Responsabilità... 1 1. Introduzione...

Dettagli

poter procedere al suo aumento 6.8 L obbligo di dimostrare in sede di aumento del capitale che il capitale originario è interamente versato e integro

poter procedere al suo aumento 6.8 L obbligo di dimostrare in sede di aumento del capitale che il capitale originario è interamente versato e integro 1 CAPITALE E PATRIMONIO 1.1 Il capitale sociale: nozione e caratteri 1.2 Funzione del capitale sociale 1.3 Capitale e patrimonio: classificazioni 1.4 Il nuovo concetto di capitale alla luce delle esperienze

Dettagli

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI

INDICE DELLE OBBLIGAZIONI DELLE OBBLIGAZIONI Art. 2410 c.c. Emissione... 1 1. Premessa... 1 2. Competenza... 3 2.1. Competenza dell organo amministrativo... 3 2.2. Competenza di altri organi sociali... 4 2.3. I compiti del collegio

Dettagli

Pegno di azioni e quote: presupposti, modalità costitutive ed effetti

Pegno di azioni e quote: presupposti, modalità costitutive ed effetti 062307AVV0907_038Amati.qxd 27-08-2007 17:03 Pagina 38 Pegno di azioni e quote: presupposti, modalità costitutive ed effetti Presupposti ed effetti del pegno sui diritti inerenti agli strumenti partecipativi

Dettagli

VENDITA DELLA PARTECIPAZIONE DI "CONTROLLO" E GARANZIE CONTRATTUALI

VENDITA DELLA PARTECIPAZIONE DI CONTROLLO E GARANZIE CONTRATTUALI IL DIRITTO DELLA BANCA E DELLA BORSA STUDI E D1BATTITI 38 MARCO SPERANZIN VENDITA DELLA PARTECIPAZIONE DI "CONTROLLO" E GARANZIE CONTRATTUALI MILANO - DOTT. A. GIUFFRE EDITORE - 2006 INDICE-SOMMARIO CAPITOLO

Dettagli

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00 IL PROGRAMMA 2016 MODULO I - IMPRESA E SOCIETÀ 1 22 gennaio 2016-9.00-13.00 Introduzione al diritto delle società. - I tipi di società: classificazioni; tipicità e autonomia privata; autonomia patrimoniale

Dettagli

GIURISPRUDENZA CRITICA Collana diretta da Paolo Cendon. Lorenzo Balestra - Antonio De Rosa Fabrizio Gradassi - Fabio Mariani LA S.N.C.

GIURISPRUDENZA CRITICA Collana diretta da Paolo Cendon. Lorenzo Balestra - Antonio De Rosa Fabrizio Gradassi - Fabio Mariani LA S.N.C. GIURISPRUDENZA CRITICA Collana diretta da Paolo Cendon Lorenzo Balestra - Antonio De Rosa Fabrizio Gradassi - Fabio Mariani LA S.N.C. UTET INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA. LA COSTITUZIONE, I CONFERIMENTI,

Dettagli

Indice NOZIONI E CARATTERI. -------------------------------------------------------------------------------------------------- 3

Indice NOZIONI E CARATTERI. -------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 INSEGNAMENTO DI DIRITTO COMMERCIALE I LEZIONE VII LE AZIONI PROF. RENATO SANTAGATA Indice 1 NOZIONI E CARATTERI. --------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

DISCIPLINA DELL AZIENDA

DISCIPLINA DELL AZIENDA Prefazione alla seconda edizione....................... VII Prefazione alla prima edizione........................ IX Avvertenze................................ XIII PARTE PRIMA DISCIPLINA DELL AZIENDA

Dettagli

Dottorato di Ricerca Diritto degli Affari I LIMITI STATUTARI ALLA CIRCOLAZIONE DELLE AZIONI

Dottorato di Ricerca Diritto degli Affari I LIMITI STATUTARI ALLA CIRCOLAZIONE DELLE AZIONI Libera Università Internazionale degli Sudi Sociali Guido Carli Dottorato di Ricerca Diritto degli Affari I LIMITI STATUTARI ALLA CIRCOLAZIONE DELLE AZIONI Tutor Chiar.mo Prof. Gustavo Visentini Candidato

Dettagli

Introduzione alle società di capitali

Introduzione alle società di capitali Appunti di Economia Società per azioni Introduzione alle società di capitali... 1 Società per azioni (S.p.A.)... 2 Diritto di voto... 3 Diritto agli utili ed al dividendo... 4 Diritto di opzione... 5 Le

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima LA CESSIONE DEL CREDITO di Giovanni Finazzi

INDICE SOMMARIO. Parte Prima LA CESSIONE DEL CREDITO di Giovanni Finazzi Parte Prima LA CESSIONE DEL CREDITO di Giovanni Finazzi Capitolo Primo LA CESSIONE DI CREDITO E LA SUCCESSIONE DEL CESSIONARIO NEL DIRITTO CEDUTO 1. La cessione del credito nella sistematica del codice

Dettagli

INDICE SOMMARIO TITOLO III DEI SINGOLI CONTRATTI. Capo I DELLA VENDITA Sezione I Disposizioni generali

INDICE SOMMARIO TITOLO III DEI SINGOLI CONTRATTI. Capo I DELLA VENDITA Sezione I Disposizioni generali INDICE SOMMARIO Presentazione... Gli autori... Abbreviazioni delle principali riviste.... VII XI XXVII TITOLO III DEI SINGOLI CONTRATTI Capo I DELLA VENDITA Sezione I Disposizioni generali Art. 1470. Nozione...

Dettagli

Prefazione... 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3

Prefazione... 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3 INDICE Prefazione... XVII I LA VENDITA 1 La vendita... 3 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3 2 Obbligazioni del compratore... 7 2.1 Il prezzo: aspetti generali e modalità di adempimento... 7

Dettagli

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio

S.p.a. unipersonale. Altrimenti, responsabilità illimitata per il periodo in cui c è l unico socio Nozione (2325 c.c.) Solo la società con il suo patrimonio risponde delle obbligazioni sociali Capitale sociale di almeno 120.000 euro Sola garanzia offerta ai creditori Creditori forti e deboli - gruppi

Dettagli

Rules Research Unit Law and Economics Studies

Rules Research Unit Law and Economics Studies Rules Research Unit Law and Economics Studies Paper No. 2013-6 Problemi in materia di trasparenza dei patti parasociali (art. 122 TUF) By Luigi A. Bianchi Problemi in materia di trasparenza dei patti parasociali

Dettagli

Requisiti per l'accesso al regime Tassazione di gruppo: l Agenzia stringe sul controllo

Requisiti per l'accesso al regime Tassazione di gruppo: l Agenzia stringe sul controllo Requisiti per l'accesso al regime Tassazione di gruppo: l Agenzia stringe sul controllo In due recenti pronunce l Amministrazione finanziaria ha fornito importanti chiarimenti in ordine al requisito soggettivo

Dettagli

PATTI PARASOCIALI. Avv. Emanuela Sabbatino 16/03/2010

PATTI PARASOCIALI. Avv. Emanuela Sabbatino 16/03/2010 PATTI PARASOCIALI Avv. Emanuela Sabbatino 16/03/2010 1. Definizione E da circa sessant anni che, accanto alle forme tipiche di accordi tra i soci volte a regolare la vita e l organizzazione della società

Dettagli

Modifiche di adeguamento necessario

Modifiche di adeguamento necessario DIRITTO SOCIETARIO Approvazione del Decreto Legislativo n. 27 del 27 gennaio 2010 di attuazione della direttiva n. 2007/36/CE sull esercizio dei diritti degli azionisti di società quotate Contenuti 1.

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Parte prima IL SOCIO FINANZIATORE NELL ORDINAMENTO COOPERATIVO CAPITOLO PRIMO ANTECEDENTI E AMBITO ATTUALE DELLA FIGURA

INDICE-SOMMARIO. Parte prima IL SOCIO FINANZIATORE NELL ORDINAMENTO COOPERATIVO CAPITOLO PRIMO ANTECEDENTI E AMBITO ATTUALE DELLA FIGURA Parte prima IL SOCIO FINANZIATORE NELL ORDINAMENTO COOPERATIVO CAPITOLO PRIMO ANTECEDENTI E AMBITO ATTUALE DELLA FIGURA Sezione prima GLI ANTECEDENTI 1. Premessa... 3 2. Il sovventore nella mutua assicuratrice...

Dettagli

Pegno, usufrutto e sequestro parziali su partecipazione di s.r.l.

Pegno, usufrutto e sequestro parziali su partecipazione di s.r.l. Studio n. 836-2014/I Pegno, usufrutto e sequestro parziali su partecipazione di s.r.l. Approvato dall Area Scientifica Studi d Impresa il 10 ottobre 2014 Approvato dal CNN nella seduta del 9 gennaio 2015

Dettagli

LA CESSIONE DEL C-REDITO NEL DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO

LA CESSIONE DEL C-REDITO NEL DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO STUDI E PUBBLICAZIONI DELLA RIVISTA DI DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO E PROCESSUALE ---------46--------- ALBERTO MALATESTA LA CESSIONE DEL C-REDITO NEL DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO CEDAM CASA EDITRICE

Dettagli

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria).

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria). Luogo di convocazione dell assemblea nelle società di capitali della Dott.ssa Roberta De Pirro L ADEMPIMENTO Il Consiglio nazionale del notariato, nello Studio n. 98-2013/I ha fatto il punto sul luogo

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Parte prima IL LEASING (Mariassunta Imbrenda)

INDICE-SOMMARIO. Parte prima IL LEASING (Mariassunta Imbrenda) INDICE-SOMMARIO Parte prima IL LEASING (Mariassunta Imbrenda) Capitolo I IL LEASING FRA DIRITTO POSITIVO E PRASSI NEGOZIALE 1. Evoluzione storica, struttura formale e sostrato tecnico-aziendale del leasing.

Dettagli

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 41 La nuova disciplina delle quote di partecipazione nella società a responsabilità limitata

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 41 La nuova disciplina delle quote di partecipazione nella società a responsabilità limitata DOCUMENTI ARISTEIA documento n. 41 La nuova disciplina delle quote di partecipazione nella società a responsabilità limitata gennaio 2004 LA NUOVA DISCIPLINA DELLE QUOTE DI PARTECIPAZIONE NELLA SOCIETÀ

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Introduzione... 1 CAPITOLO I LE GARANZIE NELLA DISCIPLINA GENERALE DEI CONTRATTI

INDICE SOMMARIO. Introduzione... 1 CAPITOLO I LE GARANZIE NELLA DISCIPLINA GENERALE DEI CONTRATTI INDICE SOMMARIO Introduzione... 1 CAPITOLO I LE GARANZIE NELLA DISCIPLINA GENERALE DEI CONTRATTI CAPITOLO II LE GARANZIE NEL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA 2.1. Distinzione tra garanzie legali e convenzionali...

Dettagli

INDICE. Sezione I Disposizioni generali

INDICE. Sezione I Disposizioni generali INDICE Evoluzione normativa societaria... Presentazione... pag. V XV D.Lgs. 17 gennaio 2003 n. 6. Riforma organica della disciplina delle società di capitali e società cooperative, in attuazione della

Dettagli

PRELAZIONE E LOCK UP NEGLI STATUTI DI SPA E SRL E NEI PATTI PARASOCIALI

PRELAZIONE E LOCK UP NEGLI STATUTI DI SPA E SRL E NEI PATTI PARASOCIALI PRELAZIONE E LOCK UP NEGLI STATUTI DI SPA E SRL E NEI PATTI PARASOCIALI Angelo Busani Lo statuto sociale, un abito su misura Milano 4 luglio 2013 Studio Morri Cornelli e Ass.ti AGENDA Il quadro normativo

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO Elenco delle principali abbreviazioni... XXIII CAPITOLO PRIMO ESTENSIONE E LIMITI DEL MANTENIMENTO Guida bibliografica... 3 Profili generali................ 7 1.1. Le questioni da affrontare..........

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN DIRITTO SOCIETARIO (30 LEZIONI) NOTAIO STEFANO SANTANGELO. Il bilancio delle società di capitali

PROGRAMMA DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN DIRITTO SOCIETARIO (30 LEZIONI) NOTAIO STEFANO SANTANGELO. Il bilancio delle società di capitali PROGRAMMA DEL CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN DIRITTO SOCIETARIO (30 LEZIONI) NOTAIO STEFANO SANTANGELO Il bilancio delle società di capitali - Composizione del bilancio (stato patrimoniale, conto economico,

Dettagli

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 23 I patti parasociali nella riforma del diritto societario

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 23 I patti parasociali nella riforma del diritto societario DOCUMENTI ARISTEIA documento n. 23 I patti parasociali nella riforma del diritto societario maggio 2003 I patti parasociali nella riforma del diritto societario DOCUMENTO ARISTEIA N. 23 I PATTI PARASOCIALI

Dettagli

NOTA INTRODUTTIVA Documento Informativo Regolamento Emittenti

NOTA INTRODUTTIVA Documento Informativo Regolamento Emittenti S.P.A. DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AI PIANI DI COMPENSI BASATI SULL ATTRIBUZIONE DI OPZIONI (STOCK OPTION) PER LA SOTTOSCRIZIONE DI AZIONI ORDINARIE S.P.A. (redatto ai sensi dell articolo 84-bis del

Dettagli

Le vicende della quota nelle società personali

Le vicende della quota nelle società personali Le vicende della quota nelle società personali A causa dell INTUITUS PERSONAE, nelle società di persone le variazioni nella composizione soggettiva della compagine sociale sono apprezzate come vere e proprie

Dettagli

Caratteri delle azioni come partecipazioni sociali

Caratteri delle azioni come partecipazioni sociali Caratteri delle azioni come partecipazioni sociali Indivisibilità = necessaria unità e non frazionabilità dei diritti inerenti all azione effetti sul rapporto tra i comproprietari e la società (per i rapporti

Dettagli

Presentazione... Legenda delle abbreviazioni, acronimi ed espressioni di uso comune utilizzate nel testo.

Presentazione... Legenda delle abbreviazioni, acronimi ed espressioni di uso comune utilizzate nel testo. INDICE SOMMARIO Presentazione... Legenda delle abbreviazioni, acronimi ed espressioni di uso comune utilizzate nel testo. V XVII Introduzione LA DISCIPLINA DEL MERCATO FINANZIARIO TRA RIFORME E CONTRORIFORME

Dettagli

TITOLI DI CREDITO. artt. 1992, 1993 e 1994 c.c.

TITOLI DI CREDITO. artt. 1992, 1993 e 1994 c.c. 1 TITOLI DI CREDITO Norme primarie di riferimento: artt. 1992, 1993 e 1994 c.c. [La disciplina unitaria del codice nasce dalla convinzione dell esistenza di una funzione economica caratteristica dei titoli

Dettagli

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE LIBRO V DEL LAVORO TITOLO V DELLE SOCIETA' CAPO V SOCIETÀ PER AZIONI (modificato dall'art. 1, del D. Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, recante

Dettagli

IL TRUST NEL DIRITTOINTERNAZIONALE PRIVATOITALIANO

IL TRUST NEL DIRITTOINTERNAZIONALE PRIVATOITALIANO UNIVERSITA DI MACERATA PUBBLICAZIONI DELLA FACOLTÄ DI GIURISPRUDENZA Seconda serie 108 GIANLUCA CONTALDI IL TRUST NEL DIRITTOINTERNAZIONALE PRIVATOITALIANO MILANO - DOTT. A. GIUFFRE EDITORE - 2001 INDICE

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c. INDICE - SOMMARIO CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) 1. Il titolo esecutivo... Pag. 1 CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.) 1. Il precetto... Pag.

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA AZIONI RAPPRESENTATE DA TITOLI CAPITOLO PRIMO LA DISCIPLINA DEI TITOLI AZIONARI: IL PROBLEMA

INDICE PARTE PRIMA AZIONI RAPPRESENTATE DA TITOLI CAPITOLO PRIMO LA DISCIPLINA DEI TITOLI AZIONARI: IL PROBLEMA ABBREVIAZIONI Xin INTRODUZIONE 1 PARTE PRIMA AZIONI RAPPRESENTATE DA TITOLI CAPITOLO PRIMO LA DISCIPLINA DEI TITOLI AZIONARI: IL PROBLEMA 1. La funzione dei titoli azionari. I titoli azionari come «strumenti»

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo Primo L AMBITO DELLA TRATTAZIONE

INDICE SOMMARIO. Capitolo Primo L AMBITO DELLA TRATTAZIONE INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... xv Capitolo Primo L AMBITO DELLA TRATTAZIONE Guida bibliografica... 3 1. Perché studiare ancora i titoli di credito... 5 2. Circolazione della ricchezza

Dettagli

IL CONTRATTO INTERNAZIONALE DI ASSICURAZIONE

IL CONTRATTO INTERNAZIONALE DI ASSICURAZIONE STUDI E PUBBLICAZIONI DELLA RIVISTA DI DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO E PROCESSUALÉ 35 MARCO FRIGESSI di RATTALMA IL CONTRATTO INTERNAZIONALE DI ASSICURAZIONE PADOVA CEDAM CASA EDITRICE DOTT ANTONIO MILANI

Dettagli

INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE

INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE INDICE SOMMARIO XIII PREMESSA INTRODUZIONE 1 1. Gli strumenti di finanziamento dell impresa: le ragioni della riforma CAPITOLO 1 QUESTIONI LEGATE ALLA IDENTIFICAZIONE DELLA FATTISPECIE OBBLIGAZIONARIA

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Abbreviazioni delle Riviste e delle Enciclopedie...

INDICE SOMMARIO. Abbreviazioni delle Riviste e delle Enciclopedie... INDICE SOMMARIO Abbreviazioni delle Riviste e delle Enciclopedie... Pag. XIX CAPITOLO I PRELIMINARE, NEGOZI PREPARATORI E FORMAZIONE PROGRESSIVA DEL CONTRATTO di Giovanni Capo 1. La conclusione del contratto

Dettagli

La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l.

La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l. Il bilancio delle società di capitali La sua impugnazione Firenze 15 giugno 2010 La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l. Francesco D Angelo (Università di Firenze)

Dettagli

ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDA DI DIRITTO CONCORSUALE N. 03/2013

ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDA DI DIRITTO CONCORSUALE N. 03/2013 ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDA DI DIRITTO CONCORSUALE N. 03/2013 MONETARI entità e natura Gli interessi sono prestazioni pecuniarie accessorie, cioè che si aggiungono ad

Dettagli

L acquisto di azioni proprie

L acquisto di azioni proprie L acquisto di azioni proprie 1 Le azioni proprie Sono titoli rappresentativi del capitale della società acquistate e detenute dalla stessa. 2 L acquisto di azioni proprie Le principali motivazioni alla

Dettagli

Cass. Pen. 27 maggio 2014, n. 21621. Avv. Adolfo Tencati

Cass. Pen. 27 maggio 2014, n. 21621. Avv. Adolfo Tencati RIFLESSI CIVILISTICI DEL SEQUESTRO PREVENTIVO ANTIMAFIA Cass. Pen. 27 maggio 2014, n. 21621 Avv. Adolfo Tencati Il trust è illegittimo (sham) quando la segregazione patrimoniale mira a realizzare fini

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO INTRODUZIONE E CENNI STORICI

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO INTRODUZIONE E CENNI STORICI Elenco delle principali abbreviazioni... XXV CAPITOLO PRIMO INTRODUZIONE E CENNI STORICI Guida Bibliografica... 3 1.1. Introduzione... 5 1.1.1. La disciplina previgente.... 6 1.1.1.1. La riforma del 1975....

Dettagli

Dott. Riccardo Patimo

Dott. Riccardo Patimo CESSIONE DI QUOTE DI S.R.L. QUESTIONI GIURIDICHE Dott. Riccardo Patimo NOZIONI GENERALI Quote di partecipazione (art. 2468 c.c.) CARATTERISTICHE NO AZIONI NO OGGETTO DI SOLLECITAZIONE PUBBLICO RISPARMIO

Dettagli

6. Cessione di quote in situazioni particolari: crediti del socio, pegno e usufrutto

6. Cessione di quote in situazioni particolari: crediti del socio, pegno e usufrutto 6. Cessione di quote in situazioni particolari: crediti del socio, pegno e usufrutto Luciano De Angelis - Christina Feriozzi 6.1 Cessione della quota in presenza di finanziamento soci a) Premessa Nelle

Dettagli

LOMBARDIA/16/2009/PAR

LOMBARDIA/16/2009/PAR LOMBARDIA/16/2009/PAR REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Antonio Caruso dott. Giorgio

Dettagli

Accordi di ristrutturazione dei debiti (art. 182-bis l. fall.)

Accordi di ristrutturazione dei debiti (art. 182-bis l. fall.) Accordi di ristrutturazione dei debiti (art. 182-bis l. fall.) Avv. Vittorio Lupoli 14 febbraio 2014 www.beplex.com II. GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI EX ART. 182-BIS L. FALL. Sommario: 1.

Dettagli

Le azioni proprie. Sono titoli rappresentativi del capitale della società acquistate e detenute dalla stessa.

Le azioni proprie. Sono titoli rappresentativi del capitale della società acquistate e detenute dalla stessa. Le azioni proprie 1 Le azioni proprie Sono titoli rappresentativi del capitale della società acquistate e detenute dalla stessa. 2 L acquisto di azioni proprie Le principali motivazioni alla base dell

Dettagli

SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO?

SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO? regolazione SONO DAVVERO APPETIBILI PER GLI INVESTITORI GLI STRUMENTI FINANZIARI DI TIPO PARTECIPATIVO? Raffaele Lener * Gli strumenti finanziari di tipo partecipativo, che il diritto societario ha consentito

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione della sesta edizione... Presentazione della seconda edizione... PREMESSA

INDICE SOMMARIO. Presentazione della sesta edizione... Presentazione della seconda edizione... PREMESSA Presentazione della sesta edizione... Presentazione della seconda edizione... pag. V VII PREMESSA 1. L assicurazione della responsabilità civile e il suo evolversi nel tempo... 1 2. Possibilità di una

Dettagli

ASPETTIFISCALI DELLE PROCEDURE CONCORSUALI

ASPETTIFISCALI DELLE PROCEDURE CONCORSUALI STEFANO TONETTI ASPETTIFISCALI DELLE PROCEDURE CONCORSUALI / i CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI 2006 INDICE-SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni Pag- XIII Capitolo Vrimo L'IVA NEL FALLIMENTO

Dettagli

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione Introduzione Parte I Il contratto di leasing 1 Premessa... 15 2 Il leasing nelle sue diverse forme... 16 3 Il leasing operativo e le sue principali caratteristiche... 17 4 Limiti soggettivi per le società

Dettagli

Parte I I patrimoni di destinazione...» 1

Parte I I patrimoni di destinazione...» 1 INDICE SOMMARIO Prefazione... pag. XXIX Parte I I patrimoni di destinazione...» 1 Capitolo I La categoria dei patrimoni destinati allo scopo...» 3 1.1. Introduzione...» 4 1.2. Patrimonio separato ed autonomia

Dettagli

PARTE I: L INQUADRAMENTO SISTEMATICO DELLE FORME DI PREVIDENZA VOLONTARIA

PARTE I: L INQUADRAMENTO SISTEMATICO DELLE FORME DI PREVIDENZA VOLONTARIA Art 2123 (Forme di previdenza) PARTE I: L INQUADRAMENTO SISTEMATICO DELLE FORME DI PREVIDENZA VOLONTARIA CAPITOLO I: LA PREVIDENZA VOLONTARIA NEL SISTEMA ITALIANO E COMUNITARIO DI SICUREZZA SOCIALE (Maurizio

Dettagli

Le operazioni sul capitale nelle società di capitali- Gli aumenti

Le operazioni sul capitale nelle società di capitali- Gli aumenti Le operazioni sul capitale nelle società di capitali- Gli aumenti Le operazioni sul capitale Il capitale può subire, nel corso della gestione aziendale, variazioni di due tipi: Aumenti di capitale Riduzioni

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

Capitolo 6 La società per azioni: nozione e costituzione

Capitolo 6 La società per azioni: nozione e costituzione Edizioni Simone - Vol. 26 Compendio di Diritto delle Società Capitolo 6 La società per azioni: nozione e costituzione Sommario 1. La società per azioni: nozione e caratteri essenziali. - 2. Costituzione

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

INDICE I CONTRATTI E LE CONDOTTE

INDICE I CONTRATTI E LE CONDOTTE INDICE Introduzione. Speculazione e prudenza, di ANGELO DOLMETTA......... XIII I CONTRATTI E LE CONDOTTE DANIELE MAFFEIS L UFFICIO DI DIRITTO PRIVATO DELL INTERMEDIARIO E IL CONTRATTO DERIVATO OVER THE

Dettagli

Avvertenze per i singoli riquadri

Avvertenze per i singoli riquadri MODULO INTERCALARE S Elenco dei soci e degli altri titolari di diritti su azioni o quote sociali - Pubblicità delle società soggette all'altrui attività di direzione e coordinamento AVVERTENZE GENERALI

Dettagli

SOCIETÀ. Guide e Soluzioni. a cura di. Alessandro COTTO Maurizio MEOLI Francesca TOSCO Roberta VITALE

SOCIETÀ. Guide e Soluzioni. a cura di. Alessandro COTTO Maurizio MEOLI Francesca TOSCO Roberta VITALE Guide e Soluzioni SOCIETÀ a cura di Alessandro COTTO Maurizio MEOLI Francesca TOSCO Roberta VITALE AGGIORNATO CON: Srl semplificate Start up innovative Società tra professionisti Formazione del Registro

Dettagli

CESSIONE DI QUOTE DI S.R.L. QUESTIONI GIURIDICHE. Dott. Riccardo Patimo

CESSIONE DI QUOTE DI S.R.L. QUESTIONI GIURIDICHE. Dott. Riccardo Patimo CESSIONE DI QUOTE DI S.R.L. QUESTIONI GIURIDICHE Dott. Riccardo Patimo NOZIONI GENERALI Quote di partecipazione (art. 2468 c.c.) CARATTERISTICHE CARATTERISTICHE NO NO AZIONI AZIONI NO NO OGGETTO OGGETTO

Dettagli

INDICE. Prefazione... XIX

INDICE. Prefazione... XIX INDICE Prefazione... XIX 1 Il contratto preliminare... 1 1.1 Funzione ed effetti del contratto preliminare... 2 1.2 I requisiti formali del preliminare...... 3 1.2.1 e del relativo negozio risolutorio...

Dettagli

A.1) per riportare, allegandolo al modello S1, i dati essenziali dei soci al momento della costituzione della società e, allegandolo al modello S2 i

A.1) per riportare, allegandolo al modello S1, i dati essenziali dei soci al momento della costituzione della società e, allegandolo al modello S2 i MODELLO INT. S Elenco dei soci e degli altri titolari di diritti su azioni o quote sociali Avvertenze generali Soggetti utilizzatori del modello Società a responsabilità limitata, anche unipersonali Società

Dettagli

IL CONCORDATO PREVENTIVO

IL CONCORDATO PREVENTIVO GIOVANNI LO CASCIO IL CONCORDATO PREVENTIVO SESTA EDIZIONE V \ MILANO - DOTT. A. GIUFFRfe EDITORE - 2007 INDICE Prefazione. CAPITOLO I IL NUOVO CONCORDATO PREVENTIVO 1. Evoluzione del sistema normativo

Dettagli

Assemblea AIPPI 5 febbraio 2010. Paolo AUTERI. Tutela dei segreti d impresa

Assemblea AIPPI 5 febbraio 2010. Paolo AUTERI. Tutela dei segreti d impresa 1 Assemblea AIPPI 5 febbraio 2010 Paolo AUTERI Tutela dei segreti d impresa 1. La questione Aippi Q215 è rivolta ad accertare come le informazioni aziendali segrete o riservate sono protette o si ritiene

Dettagli

Quadro normativo: l impugnazione delle delibere sociali

Quadro normativo: l impugnazione delle delibere sociali Quadro normativo: l impugnazione delle delibere sociali Si è cercato il punto di equilibrio tra la tutela dei soci e la salvaguardia del buon funzionamento della società e della certezza dei rapporti societari

Dettagli

LA SOCIETÀ PER AZIONI : NOZIONE E COSTITUZIONE

LA SOCIETÀ PER AZIONI : NOZIONE E COSTITUZIONE INSEGNAMENTO DI DIRITTO COMMERCIALE LEZIONE V LE SOCIETÀ DI CAPITALI PROF. VALENTINA SCOGNAMIGLIO Indice 1 LA SOCIETÀ PER AZIONI : NOZIONE E COSTITUZIONE ------------------------------------------------------

Dettagli

Contratti di distribuzione Disciplina sui ritardi di pagamento

Contratti di distribuzione Disciplina sui ritardi di pagamento Contratti di distribuzione Disciplina sui ritardi di pagamento Corso di Diritto civile, A.A. 2014-2015 Prof. Giuseppe Vettori 7 ottobre 2014 Mario Mauro I contratti di distribuzione I contratti di distribuzione

Dettagli

Le cessioni di punti premio fra società partner sono esenti da Iva

Le cessioni di punti premio fra società partner sono esenti da Iva Le cessioni di punti premio fra società partner sono esenti da Iva L Agenzia delle entrate, con la risoluzione 26 novembre 2012, n. 101 1, rispondendo ad un interpello presentato da una Società, ha chiarito

Dettagli

Capitolo V LA CIRCOLAZIONE DELLE AZIONI. Introduzione. La circolazione delle partecipazioni sociali senza titoli. di F.G. Panté

Capitolo V LA CIRCOLAZIONE DELLE AZIONI. Introduzione. La circolazione delle partecipazioni sociali senza titoli. di F.G. Panté Capitolo V LA CIRCOLAZIONE DELLE AZIONI di F.G. Panté SOMMARIO: 5.1 Introduzione. - 5.2 La circolazione delle partecipazioni sociali senza titoli. - 5.3 Circolazione delle azioni rappresentate da certificati

Dettagli

Diritti patrimoniali e diritti amministrativi negli strumenti finanziari partecipativi

Diritti patrimoniali e diritti amministrativi negli strumenti finanziari partecipativi Diritti patrimoniali e diritti amministrativi negli strumenti finanziari partecipativi Avv. Matteo Deboni Milano, 17 giugno 2014 Art. 2346, comma 6, c.c. "Resta salva la possibilità che la società, a seguito

Dettagli

Capitale - Azioni - Strumenti finanziari - Finanziamenti dei. Articolo. 2. Il capitale sociale è diviso in n. azioni ordinarie.

Capitale - Azioni - Strumenti finanziari - Finanziamenti dei. Articolo. 2. Il capitale sociale è diviso in n. azioni ordinarie. Capitale - Azioni - Strumenti finanziari - Finanziamenti dei soci Articolo 1. Il capitale sociale è determinato in Euro 2. Il capitale sociale è diviso in n. azioni ordinarie del valore nominale di euro

Dettagli

Istituzioni di diritto privato corso L -Z

Istituzioni di diritto privato corso L -Z UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA Istituzioni di diritto privato corso L -Z anno accademico 2010/2011 secondo semestre - seconda parte SCHEMI LEZIONI 4 Prof. Avv. Laura Cavandoli

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo I IL MERCATO FINANZIARIO

INDICE SOMMARIO. Capitolo I IL MERCATO FINANZIARIO INDICE SOMMARIO Premessa... XVII Introduzione... XIX Capitolo I IL MERCATO FINANZIARIO 1. Il concetto di mercato... 1 2. Segmenti tradizionali del mercato finanziario e l attenuarsi del significato della

Dettagli

LE QUOTE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA

LE QUOTE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA LE QUOTE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA di Claudio Venturi Sommario: - 1. Le quote e i diritti dei soci. 1.1. Le quote sociali secondo l attuale normativa. - 1.2. Le quote sociali secondo

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Introduzione...

INDICE SOMMARIO. Introduzione... SOMMARIO Introduzione... XV CAPITOLO 1 LA FORMA DEL PIGNORAMENTO 1. Come si articola la disciplina di riferimento... 2 2. Alcune osservazioni sul dato positivo... 5 3. L atto di pignoramento presso terzi...

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE

INDICE SOMMARIO CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XV CAPITOLO PRIMO L ACCETTAZIONE DELL EREDITÀ IN GENERALE Guida bibliografica... 3 1. Le diverse forme di accettazione dell eredità... 7 2. L apertura

Dettagli

IL KNOW-HOW NEL DIRITTO INDUSTRIALE

IL KNOW-HOW NEL DIRITTO INDUSTRIALE SOMMARIO Prefazione di Umberto Scotti... I collaboratori... V XVII PARTE PRIMA IL KNOW-HOW NEL DIRITTO INDUSTRIALE CAPITOLO 1 KNOW-HOW E SEGRETO NELL EVOLUZIONE DELLE FONTI di ALBERTO CAMUSSO 1. Introduzione...

Dettagli

E U R O T E C H S.P. A.

E U R O T E C H S.P. A. E U R O T E C H S.P. A. SED E IN AMARO (UD) VIA FRAT ELLI SOLARI, 3/A CODICE FISCALE 01791330309 ISCRITTA AL REGIST RO IMPRESE DI UDIN E AL N. 01791330309 CAPITALE SO CIALE IN EURO 8.878.946,00 I.V. R

Dettagli

INDICE. Art. 1742 (Nozione) SEZIONE I: LINEAMENTI DELL AGENZIA

INDICE. Art. 1742 (Nozione) SEZIONE I: LINEAMENTI DELL AGENZIA INDICE Art. 1742 (Nozione) SEZIONE I: LINEAMENTI DELL AGENZIA I. - L incarico dell agente 1. «Promuovere la conclusione di contratti» significa renderla possibile. 3 2. Il significato specifico di promuovere.

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO Studio n. 6071/I Il pegno su azioni nelle operazioni sul capitale sociale: aspetti problematici ed indirizzi operativi Approvato dalla Commissione Studi d Impresa il 24

Dettagli

Bilancio - Corso Avanzato

Bilancio - Corso Avanzato [1] Sui problemi contabili posti dalla disciplina per le definizione agevolata dei rapporti tributari di cui alla Legge 27 dicembre 2002, n. 289 e sue successive modificazioni, si rinvia al documento interpretativo

Dettagli

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA

L INTESTAZIONE FIDUCIARIA SOMMARIO Capitolo I L INTESTAZIONE FIDUCIARIA 1. Premessa... 3 2. Il negozio fiduciario... 4 3. L intestazione fiduciaria di beni a favore di società fiduciarie: il mandato fiduciario... 10 4. Le società

Dettagli

NOTA A CONSIGLIO DI STATO ADUNANZA PLENARIA SENTENZA 20 marzo 2015, n. 3. A cura di CARLO DI CATALDO

NOTA A CONSIGLIO DI STATO ADUNANZA PLENARIA SENTENZA 20 marzo 2015, n. 3. A cura di CARLO DI CATALDO NOTA A CONSIGLIO DI STATO ADUNANZA PLENARIA SENTENZA 20 marzo 2015, n. 3 A cura di CARLO DI CATALDO Sull esclusione dell impresa che non indica i costi per la sicurezza MASSIMA Nelle procedure di affidamento

Dettagli

Conferimento e persona giuridica

Conferimento e persona giuridica conferimento atto con il quale i soci provvedono all organizzazione dei loro investimenti in modo funzionale all esercizio collettivo dell attività di impresa: vedi art. 2247 c.c. (Società) MA ANCHE conferimento

Dettagli

FUSIONI E SCISSIONI: IMPORTANTI NOVITÀ

FUSIONI E SCISSIONI: IMPORTANTI NOVITÀ Gennaio 2013 FUSIONI E SCISSIONI: IMPORTANTI NOVITÀ Il 18 agosto 2012 è entrato in vigore il D.Lgs. 22 giugno 2012, n. 123 ( Attuazione della direttiva 2009/109/CE, che modifica le direttive 77/91/CEE,

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I LE TIPOLOGIE DI RAPPORTI TRA REATO E CONTRATTO

INDICE SOMMARIO CAPITOLO I LE TIPOLOGIE DI RAPPORTI TRA REATO E CONTRATTO INDICE SOMMARIO CAPITOLO I LE TIPOLOGIE DI RAPPORTI TRA REATO E CONTRATTO 1. Considerazione introduttive... 1 2. L evoluzione dottrinale... 9 3. I reati «implicanti» la conclusione di un contratto... 20

Dettagli

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro FANCY PIXEL SRL Sede in VIA SARAGAT N.1 FERRARA FE Codice Fiscale 01910420387 - Numero Rea P.I.: 01910420387 Capitale Sociale Euro 20.000 Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA Settore di

Dettagli

LEASING NEL FALLIMENTO: SODDISFAZIONE DEL CONCEDENTE FUORI DAL CONCORSO SOSTANZIALE E ACCERTAMENTO DEL CREDITO NEL CONCORSO FORMALE

LEASING NEL FALLIMENTO: SODDISFAZIONE DEL CONCEDENTE FUORI DAL CONCORSO SOSTANZIALE E ACCERTAMENTO DEL CREDITO NEL CONCORSO FORMALE LEASING NEL FALLIMENTO: SODDISFAZIONE DEL CONCEDENTE FUORI DAL CONCORSO SOSTANZIALE E ACCERTAMENTO DEL CREDITO NEL CONCORSO FORMALE di Bruno Inzitari, Professore Ordinario presso l Università di Milano

Dettagli

I LIVELLI REGOLAMENTARI DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

I LIVELLI REGOLAMENTARI DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE SOMMARIO CAPITOLO 1 I LIVELLI REGOLAMENTARI DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE 1. Il quadro attuale... 2 2. Fondi pensione e altre manifestazioni della previdenza c.d. contrattuale: in particolare i fondi

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Capitolo I PROFILI GENERALI DELLA MATERIA

INDICE-SOMMARIO. Capitolo I PROFILI GENERALI DELLA MATERIA INDICE-SOMMARIO Capitolo I PROFILI GENERALI DELLA MATERIA 1. - Nozione di ente pubblico. La concezione tradizionale e quella moderna. I criteri di individuazione dell ente pubblico... Pag. 1 2. - Principali

Dettagli

Signori Azionisti, Articolo 2 SEDE La società ha la sede in Torino, corso Galileo Ferraris n. 32.

Signori Azionisti, Articolo 2 SEDE La società ha la sede in Torino, corso Galileo Ferraris n. 32. PROPOSTE DI MODIFICA DEGLI ARTICOLI DELLO STATUTO SOCIALE NUMERI 2, 5, 7, 8, 9, 10, 12, 13, 15, 17, 18 E INSERIMENTO DI UN NUOVO ARTICOLO CONCERNENTE IL CONTROLLO CONTABILE (ART. 24); DELIBERAZIONI INERENTI

Dettagli

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano Diritto al dividendo e facoltà di exit del socio di minoranza di srl In ogni numero della rivista trattiamo una questione dibattuta a cui i nostri esperti forniscono una soluzione operativa. Una guida

Dettagli