UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE STATISTICHE ED ECONOMICHE TESI DI LAUREA Valuazione di opzioni europee in presenza di eeroschedasicià condizionale ed analisi della "volailiy smile" RELATORE: CH.MO PROF. NUNZIO CAPPUCCIO LAUREANDO: ALESSANDRO GALLO ANNO ACCADEMICO

2 Alla mia famiglia

3 Indice Indice Inroduzione Pag. III Capiolo I Concei generali. Azioni. Gli indici di Borsa ialiani.3 Mib Composizione 6.3. Revisione 9.4 Opzioni.5 Mibo Effeo dei dividendi 8 Capiolo II Un approccio per la valuazione dei Derivai. Analisi Black & Scholes 3. Assunzione di log-normalià dei prezzi delle azioni 5.3 Disribuzione del asso di rendimeno 6.4 Sima della volailià in base ai dai sorici 7.5 Equazione differenziale di Black & Scholes 9.6 Valuazione neurale verso il rischio 3.7 Formule di valuazione di Black & Scholes 3.8 Proprieà delle formule di Black & Scholes 34.9 Implicazioni del modello Black & Scholes 36.0 Cause della volailià 4. Volailià implicia 44. Ricerche empiriche sulla volailià implicia 46 Capiolo III Modello GARCH 3. Dai processi ARCH ai processi GARCH Il modello GARCH per la deerminazione del prezzo dell opzione Procedure numeriche Procedure per la riduzione della varianza 65 I

4 Indice Pag. 3.4 Confrono del modello GARCH (,) per la deerminazione del prezzo con il modello Black & Scholes 70 Capiolo IV Applicazioni 4. Dai Sime dei Modelli Disegno della simulazione Mone Carlo Volailià implicia e rapporo IVR Scela dei dai simulai da uilizzare Risulai della simulazione GARCH Risulai della simulazione TARCH Risulai della simulazione EGARCH 97 Appendice A Lisao della simulazione in codice Malab per il modello GARCH 05 Bibliografia 5 II

5 Inroduzione Inroduzione La volailià ha un imporane ruolo nella valuazione del prezzo di un opzione. La noa formula di Black & Scholes è frequenemene usaa per la valuazione di opzioni di ipo europeo, ma ha il difeo di considerare la volailià cosane nel empo. Tale formula è anche usaa per calcolare la volailià del soosane osservando il prezzo dell opzione (volailià implicia); se si effeua il calcolo della volailià implicia in diversi isani, si vede che essa varia sensibilmene con il variare del empo. Da qui l esigenza di verificare il comporameno della volailià nel empo assumendo che i prezzi del soosane seguano diversi modelli economerici. La esi, perano, si propone di confronare la volailià implicia risulane dai re modelli considerai GARCH, TARCH ed EGARCH rispeo al modello Black & Scholes. Dal puno di visa sruurale il lavoro si compone di quaro capioli. Il primo capiolo ha l obieivo di offrire nozioni circa: i più frequeni soosani ipici delle opzioni (azioni e indici azionari) e sulle diverse ipologie delle opzioni; soffermandoci in paricolare sull indice Mib30 e sui conrai Mibo30 (conrao d opzione di ipo europeo scrio sull indice Mib30). Nel secondo capiolo si analizza l approccio Black & Scholes per la valuazione di un derivao; in paricolare, la valuazione di un opzione call di ipo europeo. Black & Scholes sono riuscii a risolvere la loro equazione differenziale al fine di oenere le formule chiuse di valuazione delle calls e pus europee scrie su ioli che non pagano III

6 Inroduzione dividendi. Nel far ciò, hanno dovuo porre alcune assunzioni più o meno fori, ra cui il vincolo della volailià cosane nel empo. Mole ricerche empiriche hanno dimosrao, in realà, che queso vincolo viene violao. Il erzo capiolo si propone di offrire un alernaiva al modello Black & Scholes. Il modello GARCH (Generalized AuoRegressive Condiional Heeroskedasiciy) considerao in queso lavoro è sao sviluppao per accogliere la locally risk-neural valuaion relaionship (LRNVR): versione generalizzaa della risk-neural valuaion relaionship (RNVR). Queso srumeno consene di valuare un derivao in maniera semplificaa rendendo ininfluene il ipo di propensione al rischio degli invesiori nella soluzione finale. Nel quaro capiolo si analizzano le evidenze empiriche dell indice Mib30 al fine di oenere le sime dei parameri per i modelli GARCH, TARCH (Threshold AuoRegressive Condiional Heeroskedasiciy) ed EGARCH (Exponenial GARCH). In quesa pare del lavoro si descrive, inolre, il disegno di simulazione (necessario per valuare le opzioni in un coneso di volailià socasica) che verrà adoao; assumendo alcuni vincoli e decidendo le diverse combinazioni dei parameri per i differeni modelli. Infine, ci soffermeremo sull analisi dei risulai delle diverse simulazioni per i differeni modelli. Tali simulazioni cercheranno di caurare le diverse ipologie di volailià implicia (smile o skew) ipiche dei modelli considerai. Le analisi, inolre, evidenzieranno gli effei che scauriscono nella volailià implicia modificando paricolari parameri dei modelli o aumenando la via residua dell opzione. IV

7 Capiolo I Concei generali Capiolo I Un derivao (derivaive o derivaive securiy) è uno srumeno finanziario il cui valore dipende da quello di alre più fondamenali variabili soosani. Negli anni receni, il mercao dei derivai è divenuo sempre più imporane nel mondo della finanza. Sono re i principali ipi di operaori che operano in queso mercao: gli hedgers, gli speculaori e gli arbiraggisi. Gli hedgers si rovano a dover froneggiare il rischio associao ad un aivià finanziaria e, per ridurre o eliminare queso rischio, ricorrono ai derivai; gli speculaori desiderano scommeere sui fuuri movimeni del prezzo di un aivià, menre gli arbiraggisi cercano di rarre vanaggio da discrepanze dei prezzi in due diversi mercai. Se, per esempio, si accorgono che il prezzo fuures di un aivià derivaa sa andando fuori linea rispeo al prezzo spo, assumono posizioni di segno opposo nei due mercai per oenere un profio. Come si è deo un derivao è collegao ad un soosane. Le principali aivià soosani sono le azioni e gli indici azionari. Qui di seguio si considereranno le caraerisiche di quese aivià con paricolare riferimeno al mercao ialiano.. Azioni Un azione è un documeno che aesa la proprieà di una quoa del capiale sociale di una socieà per azioni (S.p.A.). L azionisa usufruisce dei profii dell azienda per una quoa proporzionale degli uili qualora essi siano disribuii e del parimonio in caso di liquidazione; nel conempo egli acquisisce il dirio a prendere pare alla poliica

8 Capiolo I Concei generali decisionale della socieà, parecipando all assemblea degli azionisi. Le azioni cosiddee ordinarie (common socks) garaniscono la possibilià di parecipazione aiva alla via della socieà. Possiamo disinguere varie ipologie di azioni sulla base di diversi crieri di classificazione. In base ai dirii che l azionisa acquisisce disinguiamo: azioni ordinarie, azioni di risparmio, azioni privilegiae e azioni a voo limiao. In base al regime di circolazione possiamo avere azioni nominaive o azioni al poraore. In base al livello di capializzazione della socieà che emee si è solii disinguere ra blue chips, mid e small caps. Quese disinzioni sono rilevani dal puno di visa dell analisi quaniaiva dao che a ciascun ipo corrispondono caraerisiche che sono diversamene valuae dal mercao. Una classificazione paricolarmene rilevane è quella che consene di disinguere, all inerno di una sessa caegoria di azioni, ioli ad ala e bassa capializzazione (inendendo per valore di capializzazione di una socieà il prodoo ra il numero di azioni quoae in Borsa ed il loro valore di mercao). Con il ermine blue chips (muuao dal gioco d azzardo, dove le fiches di colore blu sono quelle che valgono di più) si è solii indicare azioni relaive a ioli ad elevaa capializzazione. Le azioni sono scambiae su mercai specializzai: durane i periodi di aperura ufficiale si concenra la maggior pare degli scambi che vengono finalizzai per un prezzo ed un quaniaivo (volume). Durane il periodo di chiusura dei mercai esise il modo di procedere a compravendia di azioni: ciascun mercao è organizzao seguendo regole proprie. Un recene fenomeno è quello del rading on-line con la possibilià di compravendia ramie inermediario su Inerne.. Gli indici di Borsa ialiani Gli indici rappresenano panieri più o meno ampi di ioli azionari e possono essere ano grandi da comprendere ue le azioni quoae su un mercao (indici globali), oppure solano alcune (indici parziali) selezionae in base a specifici crieri. La funzione primaria degli indici di Borsa è quella di fornire una rappresenazione sineica dell andameno di prezzo dei ioli che compongono il paniere. Una seconda funzione molo imporane è quella di cosruire l aivià soosane di srumeni

9 Capiolo I Concei generali derivai: gli operaori possono così eseguire operazioni di coperura del rischio in maniera poco cososa ed efficiene, e al empo sesso uilizzare i conrai derivai sugli indici per offrire allo speculaore una leva finanziaria, leverage, che non gli è offera dal mercao spo. L effeo leva è la facolà di conrollare un elevao ammonare di risorse finanziarie, araverso il possesso di una piccola pare di ali risorse, con un basso impiego di capiale. La leva finanziaria è espressa dal rapporo ra il valore delle posizioni apere ed il capiale invesio. Gli indici azionari maggiormene conosciui sono calcolai ufficialmene dalla Borsa ialiana per i diversi mercai: Mercao Ufficiale, Nuovo Mercao, Mercao Risreo e Trading Afer Hours. Gli indici del mercao ufficiale Tra gli indici fornii ufficialmene dalla Borsa ialiana al Mercao Telemaico Azionario (MTA) l indice Mibel (acronimo di Mercao Ialiano della Borsa Telemaica) cosiuisce una misura sineica dell andameno del mercao nel suo complesso. Viene calcolao giornalmene durane la fase della negoziazione coninua (dalle 9.30 alle 7:30 dopo una fase di pre-aperura dalle 8:5 alle 9:5) con frequenza di un minuo sulla base dei prezzi degli ulimi conrai conclusi su ciascuna azione. Il Mibel (calcolao su base =0000) viene riviso annualmene, con l aggiornameno del numero base delle azioni e del prezzo base (prezzo degli ulimi conrai conclusi alla daa di revisione) di ui i componeni. Al conempo, è un indice cosiddeo a base apera avendo la possibilià di includere, in qualsiasi momeno dell anno, nuovi ioli o eliminarne alri, che non rispondano più ai requisii. L indice Mib (Mib sorico, base =000) è anche esso relaivo a ue le azioni quoae nella Borsa ialiana 3 ale indice è calcolao una sola vola al giorno al ermine della sedua di Borsa uilizzando i prezzi ufficiali di ui i componeni. Menre il Mibel regisra valori di minuo in minuo, il Mib rileva un solo valore esclusivamene alla fine della giornaa. Tale differenza caraerizza i due indici, che Un ipo di conrao sui derivai è raao nel paragrafo.4. Dal cui sio ho assuno varie informazioni. 3 Indici Mib seoriali vengono calcolai su panieri che rifleono la suddivisione seoriale del lisino ufficiale. Vengono calcolai alla chiusura di ogni sedua, uilizzando i prezzi ufficiali delle rispeive componeni. Esisono 3 macroseori: Indusriale, Servizi e Finanziario. Al loro inerno si disinguono 0 microseori, per un oale di 3 indici. 3

10 Capiolo I Concei generali offrono evidenemene informazioni diverse e complemenari. Come il Mibel anche il Mib è soggeo a revisione annuale (aggiornameno del numero base delle azioni e del prezzo base al prezzo ufficiale alla daa di revisione), uavia, l inserimeno di nuove azioni quoae e l esclusione di quelle revocae può avvenire in qualunque momeno dell anno. Le 30 socieà che hanno il maggior peso in ermini di liquidià e capializzazione vanno a cosruire l indice Mib30. In seguio, ale indice, verrà approfondio poiché come base di parenza per le analisi successive verranno uilizzai dai giornalieri del Mib30. Il Midex raccoglie, invece, le cosiddee socieà a media capializzazione (le 5 successive in ordine di imporanza a quelle che enrano nella composizione del Mib30). Alri indici azionari vengono diffusi da isiuzioni diverse da Borsa Ialia, ra quesi ricordiamo quelli prodoi dal Servizio analisi della Banca Commerciale Ialiana, ra cui l indice Comi globale ed il Comi30, composo dai 30 ioli più rappresenaivi del mercao. Il Numel ed il Numex Il nuovo mercao è un mercao azionario elemaico specializzao in socieà di dimensione relaivamene ridoe ma ad alo poenziale di crescia. La borsa ialiana calcola e diffonde giornalmene indici informaici dell andameno del nuovo mercao: ricordiamo, in paricolare, il Numel (base =000) relaivo a ue le azioni quoae sul nuovo mercao, calcolao giornalmene durane la fase della negoziazione coninua con frequenza di un minuo sulla base dei prezzi degli ulimi conrai conclusi su ciascuna azione. Il Numex è anch esso relaivo a ue le azioni quoae sul nuovo mercao, ma viene calcolao giornalmene al ermine della sedua di negoziazione. La meodologia di calcolo rispecchia quella del calcolo dell indice Mibel. L IMR Sul mercao risreo vengono negoziai ioli non ammessi alla quoazione ufficiale di Borsa. L indice IMR (base =000) è una misura sineica dell andameno di ue le azioni ammesse alle negoziazioni nel mercao risreo. Viene calcolao 4

11 Capiolo I Concei generali sulla base dei prezzi ufficiali e diffuso una sola vola al giorno al ermine delle negoziazioni su ale mercao. Il Trading Afer Hours Alla chiusura del mercao elemaico ordinario, viene apero un mercao, deo Trading Afer Hours, in cui le negoziazioni si svolgono dalle 8:00 alle 0:30 con una fase di pre-aperura dalle 7:50 alle 8:00. In corrispondenza agli indici del mercao ordinario, la Borsa ialiana fornisce specifici indici (Mibel-s, Mib30-s e Midex-s) che vengono calcolai in modo analogo a Mibel, Mib30 e Midex parendo dai valori delle 7:30, orario di chiusura del mercao. Il valore di quesi indici, diffusi nella sessione afer hours, ha una funzione solo informaiva; nel giorno successivo, infai, le variazioni degli indici coninui andranno riferie ai valori di chiusura della sessione diurna..3 Mib30 L indice azionario Mib30 è un indice sineico cosiuio dalle 30 azioni a più elevaa capializzazione ed a maggiore liquidià quoae sul Mercao Telemaico Azionario; ale indice presena una fore correlazione con lo sviluppo complessivo del mercao azionario ialiano. Assieme al Mibel, il Mib30 è l indice più rappresenaivo dell andameno della Borsa Ialiana: infai, benché cosiuio da un numero limiao di azioni, rappresena correamene l andameno dell inero mercao azionario. Il Mib30 rappresena uno sviluppo dell indice azionario Bci30 (Comi30) messo a puno dalla Banca Commerciale Ialiana (BCI). Nel luglio del 994, la Borsa Ialiana S.p.A. e la BCI hanno concordao il passaggio del Bci30 al conrollo direo della Borsa Ialiana S.p.A. e la rasformazione del nome in Mib30. L unica differenza fra i due sa nel numero delle cifre decimali: i valori del Mib30 sono infai moliplicai per 00 rispeo a quelli del Bci30. La serie emporale di valori del Mib30 per il periodo precedene il 3 oobre 994 viene quindi calcolaa prendendo come riferimeno la serie sorica Bci30. 5

12 Capiolo I Concei generali I valori del Mib30 vengono calcolai con cadenza regolare in base all ulima quoazione di scambio dei vari ioli che lo compongono, e resi noi (dal 3 0obre 994) in empo reale araverso sisemi informaivi eleronici. Figura.: Andameno dell'indice Mib30 Su ale indice è sao cosruio il primo conrao fuure della Borsa ialiana, il Fib30; più recenemene è sao affiancao al Fib30 un alro fuure, il Mini Fib30. Inolre il Mib30 cosiuisce anche l aivià soosane (underlying) ad uno specifico conrao di opzioni, il Mibo Composizione La composizione dell indice e la scela dei pesi dei ioli che lo compongono, vengono effeuae dalla Borsa Ialiana S.p.A, araverso il calcolo dell indice di liquidià e capializzazione (ILC). Per ogni azione quoaa (con riferimeno ai dai aggiornai a 5 giorni di Borsa apera anecedeni la daa di efficacia del provvedimeno) si deermina: La capializzazione media giornaliera (CampMg i ), risulane dal prodoo del numero di azioni in circolazione per la media dei prezzi ufficiali nei sei mesi precedeni (evenualmene reificai in seguio ad operazioni sul capiale), ovvero: CampMg i = Numero di azioni emesse media dei prezzi su sei mesi. 6

13 Capiolo I Concei generali Il volume (conrovalore) medio giornaliero degli scambi (VolMg i ) relaivo allo sesso semesre. Il coefficiene α i definio come: CapMg i α i =. VolMgi Si procede poi ad un calcolo analogo per un indice α M di mercao. α M i N = = N i= CapMg VolMg i i dove N è il numero di azioni preseni nel mercao. Infine, si calcola un Indicaore di Liquidià e Capializzazione ( ILC ) per l i -esimo iolo come segue: i ILC i = CapMg i + α VolMg M i In base all indicaore ILC viene silaa una graduaoria delle azioni e vengono incluse nel paniere le azioni con ILC più elevao.. Dalla graduaoria sono escluse:. Tra le diverse caegorie di azioni di una sessa emiene, le azioni con ILC più basso, considerando la caegoria con ILC più alo;. I ioli il cui α i azionario superi il valore di 0.000, al fine di eviare che azioni caraerizzae da uno scarso livello di liquidià nonosane un elevaa capializzazione enrino a far pare dell indice; 3. Le azioni il cui periodo di conraazione ufficiale presso la Borsa non sia rienuo sufficienemene significaivo; 4. Le azioni per le quali esise, al momeno della selezione, la ragionevole cerezza che i requisii fondamenali necessari alla loro inclusione nell indice 7

14 Capiolo I Concei generali (liquidià, elevaa capializzazione di mercao, conraazione ufficiale) verranno a mancare nei sei mesi successivi; I ioli non inclusi nell indice vengono ordinai in base ai relaivi valori ILC e enui di riserva. Tioli Numero Prezzo Capializzazione Pesi(%) azioni base Auogrill , ,7833 Alleanza Assicurazioni , Auosrade , ,007 Banca Fideuram , ,0495 Banca Inesa ord , ,7566 Banca Mone Paschi Siena , ,63730 Banca Nazionale Lavoro ord , ,07888 Banche Popolari Unie , ,4354 Banco Popolare di Verona e Novara , ,9990 Capialia , ,77043 Edison ord , ,59690 ENEL , ,65368 ENI , , Fia ord , ,63967 Finmeccanica , , Generali , ,07088 Luxoica Group , , Mediobanca , ,7393 Mediolanum , ,860 Mediase , ,94778 Banca Anonvenea , ,338 Sea Pagine Gialle ord , ,58357 Ras ord , , San Paolo IMI , ,86986 Saipem ord , ,73744 Snam Ree Gas , ,74030 STMicroelecronics , , TIM ord , ,60573 Telecom Ialia ord , ,47469 UniCredio Ialiano ord , ,35604 Tabella.:Tioli componeni l indice Mib30 in vigore dal 3 dicembre 003 La formula uilizzaa per il calcolo dell indice Mib30 con base fissaa pari a alla daa del 3 Dicembre 99 è la seguene dove Mib 30 () = p p (, i) ( 0 i) i=, () w i 8

15 Capiolo I Concei generali w () i p = 30 i = ( 0, i) q( 0, i) p( 0, i) q( 0, i) Nelle formule precedeni (caraerisiche di un indice di Laspeyres), p ( 0, i) e q 0,i sono rispeivamene il prezzo-base e il numero-base di azioni in circolazione della i-esima azione e p (, i) è l ulimo prezzo fao regisrare da ciascuna azione inclusa nel paniere alla scadenza di un inervallo di empo presabilio. ( ) Il valore dell indice viene aggiornao di minuo in minuo durane la sedua di Borsa (procedura di fixing) in base al prezzo dell ulimo conrao concluso su ciascun iolo del paniere. Ogni minuo si rileva: il valore dell indice, la sua variazione percenuale, il numero di ioli in fase di negoziazione, la percenuale dei ioli negoziabili rapporaa al peso del paniere, la endenza dell ulimo valore calcolao rispeo al precedene e l ora di rilevazione. Se nel corso della sedua di Borsa un iolo del paniere non è negoziao, per il calcolo dell indice si uilizza il prezzo dell ulimo conrao concluso nella sedua di Borsa precedene. A fine giornaa il Mib30 è calcolao in base al prezzo di chiusura delle Blue chips 4. Ogni giorno, al ermine delle conraazioni, viene calcolao il valore del Mib30 uilizzando i prezzi di riferimeno 5 di ciascun iolo (Mib30-r), valido per la generazione delle basi negoziabili delle opzioni sull indice sesso..3. Revisione La composizione del Mib30 viene rivisa ed evenualmene modificaa due vole l anno, nei mesi di marzo e seembre (revisioni ordinarie). Tali aggiornameni hanno sempre efficacia a parire dal primo giorno di Borsa apera successivo alla scadenza degli srumeni derivai collegai all indice, salvo che nel caso di scissione di socieà. Le revisioni ordinarie essere uavia anicipae o posicipae, previa empesiva comunicazione al mercao, in considerazione di eveni eccezionali; ad esempio, la 4 In Ialia sono dee blue chips le azioni appareneni all'indice Mib30. Rispeo alle alre azioni, offrono, a parià di rendimeno aeso, un rischio generalmene più basso. 5 Il prezzo di riferimeno è pari alla media ponderaa dell ulimo 0% delle quanià negoziae, al neo delle quanià scambiae mediane la funzione cross-order. E uilizzao come paramero di inizio delle negoziazioni della giornaa successiva. 9

16 Capiolo I Concei generali revisione viene posicipaa se si riiene che effeuare inerveni roppo ravvicinai possano generare siuazioni di elevaa volailià: se l indice è già sao aggiornao a gennaio (revisione sraordinaria), in genere, non si procede all aggiornameno di marzo. Si procede, invece, ad una modifica anicipaa del paniere del Mib30 se una socieà emiene di un iolo del paniere si scinde, dando via a due socieà che presenino requisii di capializzazione e liquidià ali che le loro azioni possano essere incluse nell indice. Qualora solo una delle due socieà preseni i requisii di immissione nel MIB 30, non si procede alla revisione anicipaa, ma la composizione dell indice viene modificaa nella successiva revisione regolare. La composizione dell indice è modificaa anicipaamene anche quando viene quoaa una nuova socieà la cui capializzazione è almeno il 3% di quella del mercao, incluso il nuovo iolo. E sao il caso della quoazione dell ENI, le cui azioni sono sae incluse nel Mib30 in anicipo rispeo alla revisione ufficiale. Nel periodo inercorrene ra una revisione e la successiva, avvenimeni eccezionali quali, ad esempio, la cancellazione dalle quoazioni ufficiali di un iolo, la sospensione delle conraazioni per più di dieci giorni consecuivi di Borsa apera, la perdia rilevane ed acceraa di liquidià o capializzazione in seguio ai quali il Mib30 verrebbe presumibilmene a perdere la propria efficacia come indicaore di liquidià e capializzazione di mercao, possono porare all esclusione di una azione dal paniere. In quesi casi, le azioni escluse vengono sosiuie da quelle successive nella graduaoria silaa in base all indicaore ILC dell ulima revisione, e viene effeuao il ricalcalo dei pesi dell inero paniere uilizzando come prezzo-base per ue le azioni quello di aperura del giorno successivo in cui diviene efficace l aggiornameno, e come numero-base delle azioni quello presene sul lisino re giorni di borsa apera anecedeni ale inerveno. Il Mib30 non prevede alcun aggiornameno per il pagameno di regolari dividendi per le azioni componeni il paniere. Per superare ogni erraa percezione di disconinuià da pare del mercao viene calcolaa l incidenza in ermini sia assolui (puni-indice) sia percenuali e se ne diffonde la risulanza araverso i canali informaivi abiualmene uilizzai dagli operaori. Al fine di dare coninuià all indice, in caso di sacco di dividendi sraordinari dalle azioni componeni il paniere, si applica un 0

17 Capiolo I Concei generali coefficiene di reifica seguene modo k, sia al prezzo-base che al numero delle azioni, calcolao nel k = P P D In occasione di ogni inerveno di modifica della composizione del paniere, la coninuià della serie sorica dell indice viene risabilia raccordando, all ulimo valore rivelao prima della revisione, quello calcolao secondo il paniere revisionao. Più precisamene, si assume come base per l indice il suo ulimo valore con il vecchio paniere..4 Opzioni I conrai di opzione su azioni sono sai raai in Borsa per la prima vola nel 973. Le opzioni vengono ora raae in diverse Borse sparse per uo il mondo. Volumi enormi di opzioni vengono negoziai anche nei mercai over he couner da banche e alre isiuzioni finanziarie. Le aivià soosani includono le azioni, gli indici azionari, le value, le obbligazioni, le merci e i conrai fuures. Le opzioni sono conrai che conferiscono il dirio di acquisare (call opion) o vendere (pu opion) una cera quanià di un aivià soosane (underlying) ad una cera daa fuura e ad un prezzo predeerminao al momeno della sipula. La daa indicaa nel conrao è dea daa di esinzione (expiraion dae), daa d esercizio (exercise dae) o scadenza (mauriy). Il prezzo specificao nel conrao è chiamao prezzo di esercizio (exercise price) o prezzo base (srike price). Le opzioni si disinguono in due ipologie: europee o americane 6. Le prime riservano l esercizio del dirio solo alla scadenza del conrao, le seconde permeono l esercizio del dirio in ogni momeno della via. Una differenza sosanziale ra le opzioni e gli alri conrai derivai dei anche dirii coningeni (coningen claims) è deerminaa dal fao che si acquisisce un dirio (facolà) a compiere una cera 6 Si noi che il ermine europea ed americana non si riferiscono alla localizzazione dell opzione o della borsa.

18 Capiolo I Concei generali operazione in un deerminao periodo, e non un obbligo come quello che compee ad una conropare che ha negoziao un qualsiasi alro conrao (basi pensare ad un conrao fuures o ad un conrao forward). Il dirio alla presazione è concesso dal vendiore dell opzione (wrier) all acquirene (buyer) e, per queso, il vendiore riceve una somma monearia chiamaa premio o coso dell opzione: quesa caraerisica, come rappresenao nelle figure. e.3, è alla base dell asimmeria del payoff 7 che spea al deenore dell opzione. Profii Premio Prezzo d esercizio Curva profii/perdie per chi acquisa Premio Prezzo del soosane Curva profii/perdie per chi vende Perdie Figura.: Payoff di un'opzione call Una paricolare erminologia viene adoaa per indicare la posizione su un opzione: chi vende assume una posizione cora (shor posiion), chi invece acquisa assume una posizione lunga (long posiion). Profii Curva profii/perdie per chi vende Prezzo d esercizio Premio Premio Prezzo del soosane Perdie Curva profii/perdie per chi acquisa Figura.3: Payoff di un'opzione pu 7 Il empo necessario affinché il reddio moneario di un invesimeno eguagli il coso iniziale dell invesimeno sesso.

19 Capiolo I Concei generali Il cosiddeo valore inrinseco di un opzione è rappresenao dal differenziale posiivo, per il iolare dell opzione, ra il prezzo di mercao e lo srike price. Nell opzione call è rappresenao dalla differenza ra il prezzo spo di mercao dell aivià soosane, S, e lo srike price, X. Viceversa, per l opzione pu il valore inrinseco è pari alla differenza ra lo srike ed il prezzo spo di mercao. Call = max Pu = max ( 0, S X ) ( 0, X S ) Non può avere un valore negaivo perché il iolare dell opzione, non avendo un obbligo, non la esercierebbe lasciandola decadere. In base al valore inrinseco (inrinsic value) l opzione può essere in-he-money (ITM), a-he-money (ATM) o ou-of-hemoney (OTM). Sao Call Pu In-he-money S>X S<X A-he-money S=X S=X Ou-of-he-money S<X S>X Se un opzione ha valore inrinseco posiivo è dea in-he-money ed è quindi conveniene per il iolare eserciarla. Più precisamene, quando: in una opzione call, il prezzo dell aivià soosane sul mercao è maggiore del prezzo di esercizio; in una opzione pu, il prezzo di esercizio è maggiore del prezzo di mercao dell aivià soosane. L opzione è a-he-money quando ha valore inrinseco pari a zero ed è indifferene per il iolare eserciarla oppure no. Queso è il caso in cui il prezzo d esercizio è uguale al prezzo dell aivià soosane. Porebbe comunque risulare conveniene eserciare l opzione se si considerano le commissioni di inermediazione, dovue 3

20 Capiolo I Concei generali all inermediario, per gli evenuali acquisi sullo sesso soosane e le aspeaive sull andameno fuuro del soosane medesimo. L opzione è ou-of-he-money quando ha valore inrinseco pari a zero ed è quindi non conveniene per il iolare eserciarla. Più precisamene, quando: in una opzione call, il prezzo di esercizio supera il prezzo dell aivià soosane sul mercao; in una opzione pu, il prezzo di mercao dell aivià soosane supera il prezzo di esercizio. Le aivià soosani su cui può essere scria un opzione sono diverse. Possono essere scrie opzioni su value (currency opions), che danno dirio di acquisare o vendere una deerminaa quanià di valua esera: risulano molo uili a isiuzioni finanziarie e invesiori che desiderano coprirsi dal rischio di cambio. Diffuse e imporani sono anche le opzioni su indici (index opions), vole ad esempio all assicurazione di grossi porafogli azionari ben diversificai, e le opzioni su fuures (fuures opions). Le più noe comunque, in Ialia, rimangono le opzioni su azioni, come le opzioni ISO-α, che danno dirio al deenore di acquisare o vendere un loo prefissao di azioni di un cero iolo..5 Mibo30 Mibo30 è la sigla che individua il conrao d opzione di ipo europeo scrio sull indice Mib30. E sao inrodoo dal Consiglio di Borsa il 5 Novembre 995, ed è negoziao sull IDEM (Ialian Derivaives Equià Marke). Il Mibo30 è un conrao d opzione sandardizzao con caraerisiche predefinie. Pagando un premio, pari al prodoo ra il prezzo di negoziazione dell opzione e il moliplicaore del conrao (pari a.5 Euro, imporo aribuio ad ogni puno indice), il conrao aribuisce all acquirene il dirio a riscuoere a scadenza un imporo pari al prodoo ra il moliplicaore e la differenza ra il valore dell indice sabilio al momeno della sipula del conrao (srike price) e il valore alla scadenza (prezzo spo). I conrai fuure, come il Fib30 e il MiniFib30, sono conrai simmerici in cui enrambe le conropari si impegnano ad eseguire a scadenza le condizioni 4

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI Alma Maer Sudiorum Universià di Bologna FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Maemaica Maeria di Tesi: Maemaica per le applicazioni economiche e finanziarie MODELLI PER

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

Gestione della produzione MRP e MRPII

Gestione della produzione MRP e MRPII Sommario Gesione della produzione e Inroduzione Classificazione Misure di presazione La Disina Base Logica Lo Sizing in II Inroduzione Inroduzione Def: Gesire la produzione significa generare e sfruare

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 356/2013/R/IDR CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI IDRICI Documeno per la consulazione nell ambio del procedimeno avviao con la deliberazione

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

Esercizi svolti di teoria dei segnali

Esercizi svolti di teoria dei segnali Esercizi svoli di eoria dei segnali Alessia De Rosa Mauro Barni Novembre Indice Inroduzione ii Caraerisiche dei segnali deerminai Sviluppo in Serie di Fourier di segnali periodici Trasformaa di Fourier

Dettagli

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici OTORI A ORRENTE ONTINUA OTORIDUTTORI W W W.DAGU.IT cerificazioni Dagu s.r.l. è un azienda che si è sviluppaa negli anni con discrea rapidià, seguendo un rend di cosane crescia, ciò grazie ad un assiduo

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Principi di ingegneria elerica Lezione 19 a Conversione eleromeccanica dell'energia Trasmissione e disribuzione dell'energia elerica acchina elerica elemenare Una barra condurice di lunghezza l immersa

Dettagli

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A.

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A. Eserciio ( es le La marice è diagonaliabile: verificare, rovando la marice diagonaliane, che è simile a. Esisono re auovalori: mol.alg(- dim V - ; mol.alg( dim V ; mol.alg(- dim V -. Esise una marice simile

Dettagli

Circuiti del primo ordine

Circuiti del primo ordine Circuii del primo ordine Un circuio del primo ordine è caraerizzao da un equazione differenziale del primo ordine I circuii del primo ordine sono di due ipi: L o C Teoria dei Circuii Prof. Luca Perregrini

Dettagli

Problema 1: Una collisione tra meteoriti

Problema 1: Una collisione tra meteoriti Problema : Una colliione ra meeorii Problemi di imulazione della econda prova di maemaica Eami di ao liceo cienifico 5 febbraio 05 Lo udene deve volgere un olo problema a ua cela Tempo maimo aegnao alla

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO NUMERO 2 del 23.04.08 COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature Numero 2 del 23-04-08 APPLICAZIONI APPARECCHIAURE E IMPIANI LE VARIE SOLUZIONI SARANNO ELENCAE NEL MODO PIÙ SINEICO POSSIBILE. ROVAA LA

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi.

Introduzione (1) Introduzione (2) Prodotti e servizi sono realizzati per mezzo di processi produttivi. Iroduzioe () Ua defiizioe (geerale) del ermie qualià: qualià è l isieme delle caraerisiche di u eià (bee o servizio) che e deermiao la capacià di soddisfare le esigeze espresse ed implicie di chi la uilizza.

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus 13, Seembre 10 Lampade: Plus Lampade ai vapori di sodio ad ala pressione di ala qualià realizzae con ecnologia PIA (Philips Inegraed Anenna). Vanaggi La ecnologia PIA aumena l'affidabilià e riduce il asso

Dettagli

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE SOMMARIO 1 INTRODUZIONE ALLE OPZIONI 1.1 Teoria delle opzioni 1.2 Specifiche contrattuali delle opzioni su azioni 2 FORMALIZZAZIONI 3 PROPRIETA FONDAMENTALI DELLE OPZIONI SU AZIONI 3.1 Put-Call Parity

Dettagli

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI

PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIANZA DELLE QUANTITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIONE CON I DATI OSSERVATI statistica, Università Cattaneo-Liuc, AA 006-007, lezione del 08.05.07 IDICE (lezione 08.05.07 PROBABILITA, VALORE ATTESO E VARIAZA DELLE QUATITÁ ALEATORIE E LORO RELAZIOE CO I DATI OSSERVATI 3.1 Valore

Dettagli

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Corso di Economia Aziendale II modulo Capitolo 4 Lo scambio monetario e i valori scaturenti da esso 1 Stru%ura del corso Introduzione

Dettagli

La do&rina del precedente

La do&rina del precedente La do&rina del precedente I Stare Decisis Lo stare decisis è invece una tecnica decisionale elaborata dai giudici per garan6re stabilità, una sorta di «gerarchia» tra le fon6 giurisprudenziali. Esprime

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono

Buon appetito 3. comunicazione. grammatica. vocabolario Espresso. bene / buono Buon appeio comunicazione Cosa desidera? Vorrei solo un primo Che cosa avee oggi? Prende un caffè? Scusi, mi pora ancora un po di pane? Il cono, per coresia È possibile prenoare un avolo? grammaica I verbi

Dettagli

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali

PROCESSI CASUALI. Segnali deterministici e casuali POCESSI CASUALI POCESSI CASUALI Segnal deermnsc e casual Un segnale () s dce DEEMIISICO se è una funzone noa d, coè se, fssao un qualunque sane d empo o, l valore ( o ) assuno dal segnale è noo con esaezza

Dettagli

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività

Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto anno tra contenuti e attività XXXII CONVEGNO UMI-CIIM IL VALORE FORMATIVO DELLA MATEMATICA NELLA SCUOLA DI OGGI dedicato a Federigo Enriques Livorno, 16-18 ottobre 2014 Una proposta per la matematica del Secondo Biennio e per il quinto

Dettagli

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit.

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda.html?isin=it0004781412&lang=en http://www.borsaitaliana.it/borsa/derivati/idem-stock-futures/lista.html?underlyingid=ucg&lang=en

Dettagli

INTERAZIONI TRA ATMOSFERA E IDROSFERA

INTERAZIONI TRA ATMOSFERA E IDROSFERA INTERAZIONI TRA ATMOSFERA E IDROSFERA PIETRO CALOI Isiuo Naionale di Geofisica - Roma. RIASSUNTO: Fra i legami che vincolano i movimeni di pari della idrosfera mari, laghi a quelli dell'amosfera, si prendono

Dettagli

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione Raduno precampionato 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat Il referto di gara Indicazioni per la corre1a compilazione Il referto di gara Il referto di gara rappresenta il documento che completa l incarico arbitrale:

Dettagli

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI Capitolo 9: PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI 9.1 Propagazione degli errori massimi ella maggior parte dei casi le grandezze fisiche vengono misurate per via indiretta. Il valore della grandezza viene cioè dedotto

Dettagli

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future.

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Roma, 11.11.2014

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE.

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. CONSERVA QUESTA GUIDA, TI SARÀ UTILE NEL PERIODO DI OFFERTA. IL PRESENTE DOCUMENTO NON È UN PROSPETTO INFORMATIVO, OGNI DECISIONE DI INVESTIMENTO DEVE ESSERE ASSUNTA SOLO

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità)

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità) 4 Quai eravamo, quai siamo, quai saremo Che cosa si impara el capiolo 4 er cooscere le caraerisiche e l evoluzioe della popolazioe ialiaa araverso u lugo arco di empo uilizziamo il asso di icremeo medio

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE

API (FORMATO JSON) PER IMPORT DATI IN CONTABILITA' FACILE ONLINE API (FORMAO JSON) PER IMPOR DAI IN CONABILIA' FACILE ONLINE Lo Staff della Geritec SRL mette a disposizione delle API per lo scambio DAI tra applicativi di terze parti e Contabilità facile online (di seguito

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA ECONOMIA E FINANZA IL TRADING DI STRUMENTI DERIVATI. RELAZIONE DI STAGE PRESSO LA T4T. RELATORE: CH.MO PROF.

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI I. Disposizioni generali 1. Le presenti Regole di esecuzione delle istruzioni dei clienti riguardanti i contratti di compensazione delle differenze (CFD) e gli strumenti

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Se a e b sono numeri interi, si dice che a divide b, in simboli: a b, se e solo se esiste c Z tale che b = ac. Si può subito notare che:

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :,

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :, TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Un rsforzione geoeric del pino in sé è un corrispondenz iunivoc r i puni del pino P P, P P P è l igine di P rispeo ll rsforzione. Ad ogni puno P(,) corrisponde uno ed un solo

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia

Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia Report di Borsa Settimanale per gli Azionisti Retail di Telecom Italia 30 settembre 203 4 ottobre 203 Telecom Italia e il mercato italiano Prezzo Chiusura Volumi medi giornalieri Capitalizzazione** da

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Rosa Maria Mininni a.a. 2014-2015 1 Introduzione ai modelli binomiali La valutazione degli strumenti finanziari derivati e, in particolare, la valutazione

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Il sistema AVA e la VQR: la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Lecce, 19.02.2014 La

Dettagli

Scelta sotto incertezza

Scelta sotto incertezza Scelta sotto incertezza 1. Introduzione Nei capitoli 1 e 2 della microeconomia standard si studia la scelta dei consumatori e dei produttori, che hanno un informazione perfetta sulle circostanze che caratterizzano

Dettagli

Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari. Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari

Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari. Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari Conoscere la Borsa e gli strumenti finanziari Una breve guida al ruolo di Borsa Italiana e alle caratteristiche dei principali strumenti finanziari ALETTI VIEW CERTIFICATE Prima dell'adesione leggere il

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

Valore di costo procedimen+ sinte+ci

Valore di costo procedimen+ sinte+ci Corso di valutazione es+ma+va del proge5o Clasa a.a. 2012/13 Valore di costo procedimen+ sinte+ci Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Il mercato delle costruzioni LE

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Operativitàin derivati Marialaura Napoli 2 Agenda I contratti derivati nell attuale quadro normativo Novità introdotte dalla Dir. 2004/39 Le sedi

Dettagli

LA BORSA ITALIANA DAL 1928. Indice annuale dei corsi della Borsa italiana ***

LA BORSA ITALIANA DAL 1928. Indice annuale dei corsi della Borsa italiana *** LA BORSA ITALIANA DAL 1928 Indice annuale dei corsi della Borsa italiana La serie storica dell indice di borsa dal 2 gennaio 1928 al 3 giugno 213 è stata elaborata a puro titolo indicativo. Essa è stata

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel FATTURAZIONE ELETTRONICA Fa# PA è il servizio online di fa/urazione ele/ronica semplice e sicuro

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Finanza Aziendale Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti Decisioni di finanziamento e VAN Informazioni e

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 1 RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 Numeri Binari 2 Sistemi di Numerazione Il valore di un numero può essere espresso con diverse rappresentazioni. non posizionali:

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

L approccio parametrico o delle varianze-covarianze

L approccio parametrico o delle varianze-covarianze L approccio parametrico o delle varianze-covarianze Slides tratte da: Andrea Resti Andrea Sironi Rischio e valore nelle banche Misura, regolamentazione, gestione Egea, 2008 AGENDA Il VaR nell ipotesi di

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli