2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati"

Transcript

1 2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati

2 Sommario COME INSTALLARE STR VISION CPM... 3 Concetti base dell installazione Azienda... 4 Avvio installazione... 4 Scelta del tipo Installazione... 5 INSTALLAZIONE STR VISION CPM - AZIENDA... 6 Installazione Azienda... 7 Prerequisito framework.net Installazione server Configuratore ed installazione del servizio server Scelta del servizio da configurare Servizio con autenticazione integrata (Windows Authentication) Prima installazione Aggiornamento installazione esistente Servizio con autenticazione tramite password (Custom Authentication) Prima installazione Aggiornamento installazione esistente Servizio Web con autenticazione integrata (Windows Authentication) Prima installazione Aggiornamento installazione esistente Servizio Web con autenticazione tramite password (Custom Authentication) Prima installazione Aggiornamento installazione esistente Installazione Client Attivazione licenza Aggiornamento Client Installazione piccola rete...73 Prerequisito Framework Installazione postazione Attivazione Installazione Microsoft SQL Express Aggiornamento piccola rete

3 3 Come Installare STR VISION CPM

4 Concetti base dell installazione Azienda INSTALLAZIONE AZIENDA L installazione azienda presuppone l esistenza di una rete aziendale e si basa sull installazione di STR Vision su un server di rete aziendale. STR Vision utilizza la propria Base Dati su DBMS Microsoft SQL Server; quest ultimo può essere installato sia sullo stesso computer server di STR Vision sia su un altro server aziendale Tramite un ambiente di configurazione (Configurator) l applicazione verrà pubblicata e resa disponibile ad altri computer. I computer client possono accedere alla cartella condivisa di pubblicazione ed installare quindi STR Vision Client. Ogni client accede per autenticarsi e lavorare al server centrale. Il sistema di aggiornamento del Server e dei client è centralizzato: aggiornando il server, viene pubblicato un nuovo client che consente un rapido aggiornamento automatico a tutti i client installati nella rete aziendale. INSTALLAZIONE AZIENDA - PICCOLA RETE L installazione Azienda - piccola rete, non prevede l installazione di un server di rete aziendale, ma consiste in più installazioni autonome che condividono la stessa Base Dati. La Base Dati condivisa è Microsoft SQL Server, sia in versione standard/enterprise sia in versione Express. L utilizzo della versione Express (disponibile nel DVD di installazione) si consiglia per un massimo di due/tre postazioni, a causa delle limitazioni di questa versione nell utilizzo in rete. La Base Dati può risiedere su una delle postazioni su cui è installato STR Vision (in questo caso è bene avere i requisiti hardware adeguati e consigliati), oppure su un server dati dedicato. L aggiornamento di questa tipologia di installazione non è centralizzato, ma ogni postazione va aggiornata in modo manuale. Si consiglia l installazione azienda piccola rete per quelle reti (2/3 postazioni) generalmente senza un dominio aziendale. L installazione di questa configurazione necessita dei requisiti di sistema della Singola postazione di lavoro. Avvio installazione Inserire il CD di installazione e attendere il caricamento della pagina iniziale. 4

5 Scelta del tipo Installazione La prima pagina di installazione propone due tipi di installazione: Singola Postazione : installazione di una singola postazione senza collegamenti ad altri computer Azienda (più postazioni) : installazione di più postazioni in una rete aziendale Cliccare su Azienda (più postazioni) per lanciare l installazione su rete aziendale di STR Vision CPM. La pagina di installazione Azienda (più postazioni) propone la scelta fra altri due tipi distinti di installazione Azienda: Piccola rete : STR Vision non verrà installato su un unico server, ma verranno installate più postazioni autonome che si collegheranno ad una base dati condivisa. L installazione degli aggiornamenti dovrà pertanto essere eseguita su ogni posto di lavoro. Azienda : STR Vision verrà installato su un server. Gli aggiornamenti verranno eseguiti esclusivamente sul server, mentre le postazioni di lavoro (client) si aggiorneranno in automatico. 5

6 6 Installazione STR Vision CPM - AZIENDA

7 Installazione Azienda La pagina di installazione Azienda propone più scelte, in dettaglio: Installazione server : selezionando questa opzione viene installato il server STR Vision. Prerequisito framework.net 3.5 : selezionando questa opzione viene installato il prerequisito obbligatorio Microsoft Framework.Net 3.5 Sp1. Se non si è sicuri della presenza del prerequisito Microsoft Framework.NET 3.5, cliccare sull opzione Prerequisito framework.net 3.5 per installarlo (verrà comunque eseguito un controllo di esistenza del prerequisito). Se il prerequisito Microsoft Framework.NET 3.5 è già installato sul server, selezionare l opzione Installazione server per proseguire la procedura. Nei paragrafi successivi vengono mostrati in dettaglio i passi per l installazione. 7

8 Prerequisito framework.net 3.5 Premere su Prerequisito framework.net 3.5 per installare il prerequisito obbligatorio Microsoft.NET Framework 3.5. Se Microsoft Framework.NET è gia presente, passare al paragrafo successivo Installazione server. >> Nota bene: per il sistema operativo Windows Vista e Windows Server 2008 potrebbe essere richiesta l autorizzazione per l esecuzione del file dotnetfx35.exe (.net Framework 3,5). Confermare premendo Continua In avvio di installazione, accettare le condizioni del contratto e confermare le varie maschere fino al termine dell installazione di Microsoft.NET Framework

9 >> Nota bene: se Microsoft.NET Framework 3.5 è stato precedentemente installato verrà visualizzato questa finestra. Premere Annulla e passare direttamente al paragrafo successivo Installazione server. >> Nota bene: Per una corretta installazione è necessario RIAVVIARE IL COMPUTER 9

10 Installazione server Premere Installazione server per installare la parte server del programma. >> Nota bene: se non è stato precedentemente installato Microsoft.NET Framework 3.5 verrà visualizzato questo messaggio Prerequisito Framework.NET 3.5 non trovato. L installazione verrà interrotta. Premere OK e tornare al paragrafo precedente Prerequisito framework.net 3.5. Premere Avanti 10

11 Accettare le condizioni di fornitura premendo su Accetto Scegliere la cartella di destinazione nella quale installare STR Vision utilizzando il pulsante Sfoglia, oppure inserendola manualmente, quindi premere Avanti Selezionare l interfaccia di lavoro più adatta: Interfaccia con singolo prezzo nel preventivo - scelta consigliata per Studi Tecnici ed Enti; Interfaccia con costo, offerta e Prezzo base d asta nel preventivo - scelta consigliata per Imprese di costruzione ed altre organizzazioni. ATTENZIONE: Questa scelta non limita le funzionalità di STR Vision, ma modifica esclusivamente l impostazione iniziale delle videate. 11

12 Partirà la procedura di installazione che potrà richiedere qualche minuto Al termine dell installazione di STR Vision Server premere Fine Al termine dell installazione Server viene avviato automaticamente il programma per la configurazione (STR Vision Configurator). Questo pannello di configurazione si può anche avviare manualmente da: Start - Programmi - STR - Vision Server - Configurator. ATTENZIONE: Alla prima installazione e per i successivi aggiornamenti è necessario sempre eseguire le adeguate operazioni con il Configuratore. 12

13 Configuratore ed installazione del servizio server Il configuratore è composto da diverse sezioni elencate nella parte sinistra della maschera, ciascuna delle quali consente di impostare e configurare STR Vision Server sia per la prima installazione sia per i successivi aggiornamenti. - Scelta del servizio da configurare E possibile scegliere tra 4 tipi di servizi Server, che differiscono per il sistema di autenticazione utente e per il tipo di protocollo di comunicazione: Servizio Windows con autenticazione integrata (Protocollo TCP / Windows Authentication): il Server è esposto tramite un servizio Windows, i client si connettono utilizzando il proprio utente di Windows. Il protocollo di comunicazione utilizzato è il TCP; questo sistema di autenticazione è ottimale per reti aziendali locali (LAN) con dominio. Servizio Windows con autenticazione tramite password (Protocollo TCP / Custom Authentication): il Server è esposto tramite un servizio Windows, i client per accedere devono immettere Utente e Password. Il protocollo di comunicazione utilizzato è il TCP. Questo sistema di autenticazione è pensato per reti aziendali locali (LAN) prive di dominio o per architetture miste, ovvero quando gli accessi al server STR Vision avvengono sia da macchine in dominio che da macchine esterne al dominio ma sempre collegate in LAN. Servizio Web con autenticazione integrata (Protocollo HTTP / Windows Authentication): il Server è esposto tramite Internet Information Service (IIS ver. 6 o 7); i client si connettono utilizzando il proprio utente di windows. Il protocollo di comunicazione utilizzato è l'http. Servizio Web con autenticazione tramite password (Protocollo HTTP / Custom Authentication): Il Server è esposto tramite Internet Information Service (IIS ver. 6 o 7); i client per accedere devono immettere Utente e Password. Il protocollo di comunicazione utilizzato è l'http. 13

14 Il configuratore, per default è impostato per configurare il Servizio Server Windows con autenticazione integrata (Windows Authentication). Le configurazioni di tipo Web sono diponibili solo se viene rilevata la presenza di Internet Information Services (IIS) versione 6 o 7 (Windows 2003/2008, Vista o Windows7) E possibile passare alla configurazione del Servizio con autenticazione tramite password cliccando sul menu Utilità Gestione Servizi STR Vision Appare quindi la finestra Gestione Servizi che consente di aggiungere (tramite l apposito pulsante) il sevizio con autenticazione tramite password (Custom autentication) Dopo aver cliccato su Aggiungi il configuratore attiva le sezioni di configurazione del nuovo servizio. 14

15 Per tornare alla configurazione del Servizio con autenticazione integrata, riaprire la finestra Gestione Servizi ( Utilità Gestione Servizi STR Vision ) e cliccare sul pulsante Configura del servizio con autenticazione integrata. IMPORTANTE: E possibile attivare contemporaneamente entrambe le modalità di autenticazione server di STR Vision; questo permette di configurare accessi nelle due modalità, per gestire quelle situazioni in cui accedono a STR Vision, oltre ad utenti del dominio della LAN aziendale, anche utenti che alla rete accedono, senza essere però utenti di dominio (ad esempio collaboratori, consulenti ). Ogni servizio si gestisce ed è configurabile in modo autonomo. Il servizio licenza è unico. - Servizio con autenticazione integrata (Windows Authentication) Prima installazione > Sezione Utente: impostazione utente che eseguirà il servizio del Server 15

16 Indicare nel campo Nome Azienda la dicitura che apparirà durante la pubblicazione del Client. Selezionare l utente per l esecuzione del Servizio del Server. E possibile scegliere: o o Utente di Default (selezione consigliata), ovvero l account di sistema locale del computer; Specifica utente: in questo caso si deve scegliere l Utente Windows indicando <Dominio\Nome_Utente> e relativa Password. >>nota bene: L utente con cui andrà in esecuzione il servizio: - Deve essere un utente accreditato alla gestione dei servizi Windows. - Se la connessione alla base dati si basa su autenticazione Windows (vedi sezione Base Dati ), l utente deveavere accesso al motore DBMS ed essere almeno dbowner. > Sezione Base Dati: impostazioni per la creazione e l accesso alla Base Dati di STR Vision In Nome Base Dati indicare il nome del Database (Base Dati) che verrà creato/utilizzato per STR Vision; In Nome Server DBMS indicare il nome del Server dove verrà creato il Database. (Il server dati può risiedere sullo stesso computer su cui si sta installando oppure può risiedere su un altro computer) In Tipo Base Dati selezionare il tipo di Database che verrà utilizzato. Impostazione delle credenziali per la connessione al server DBMS; è possibile scegliere fra due modalità di autenticazione: 16

17 o o Credenziali Windows: il server STR Vision accederà alla Base Dati autenticandosi con l utente impostato per l esecuzione del servizio nella sezione Utente; o NOTA: l utente Windows del servizio server deve accedere al Server DBMS. Autenticazione di SQL Server: il server STR Vision accederà alla DBMS autenticandosi con un utente SQL-Server che dovrà avere autorizzazioni di scrittura nella Base Dati indicata. In questo caso è necessario indicare Nome Utente e relativa Password. E possibile, solo se strettamente necessario, anche modificare manualmente la stringa di connessione alla Base Dati di STR VISION premendo il pulsante Personalizza. Questa modifica va però eseguita solo da utenti molto esperti su supervisione di un consulente STR. Dopo aver completato le impostazioni, premere il link Verifica Base Dati ; si attiverà il pulsante Crea e comparirà il messaggio Premendo il bottone CREA, verrà creata la nuova Base Dati Versione x.x.xxxx.x 17

18 Premere sul pulsante Crea per creare la nuova Base Dati. Si aprirà la maschera Credenziali Utente Base Dati in cui definire le credenziali di accesso per la creazione del database. Esistono 2 possibilità: Autenticazione SQL Server: specificare Nome utente e Password di un utente abilitato alla creazione di un database sul DBMS; Autenticazione con credenziali Windows: l utente con il quale si sta installando dovrà essere abilitato alla creazione di un database sul DBMS. Dopo aver fornito le credenziali, inizierà la procedura di creazione della Base Dati. Al termine verrà visualizzato il messaggio: La versione della Base Dati è aggiornata (versione x.x.xxxx.x). Nella pagina sono anche disponibili alcuni strumenti di utilità, in particolare: Il pulsante Backup/Ripristino Base Dati: utile per eseguire backup e ripristini della Base Dati di STR Vision. Il link Apri Editor sql apre un ambiente di editazione che consente di eseguire query con il linguaggio Sql. Questa funzionalità è per utenti molto esperti che dovranno essere seguiti da un consulente STR. 18

19 19

20 > Sezione servizio Windows: configurazione del servizio Windows di STR Vision (configurazione per rete LAN aziendale) STR Vision utilizza il protocollo TCP/IP per gestire la comunicazione tra client e server; il sistema di autenticazione è basata sugli utenti di sistema Windows (autenticazione integrata di Windows). In Porte servizi vengono indicate le porte utilizzate di default dal sistema STR Vision. Le porte utilizzate sono 2 e sono configurabili. La configurabilità delle porte è utile anche per la gestione di eventuali firewall che potrebbero bloccare la comunicazione tra client e server. Si consiglia di modificare queste impostazioni solo se necessario. In Utente primo accesso a STR Vision specificare Dominio/login Windows dell utente che effettuerà il primo accesso a STR Vision. Ogni altro successivo utente verrà quindi creato da questo primo utente amministratore utilizzando l applicazione. 20

21 In Cartella di installazione specificare il percorso dove verranno copiate le componenti del servizio Windows di STR Vision. In Cartella del file di log specificare il percorso dove verrà creato il file di Log del server utile a tracciare eventuali anomalie. Completate le impostazioni, premere il pulsante Installa /Aggiorna Servizi. Verrà visualizzata una finestra di conferma che riepiloga le porte utilizzate dal servizio. Il servizio server verrà installato (dopo la conferma). Al termine dell installazione del servizio nella parte sinistra verrà visualizzato il messaggio: Il servizio è attivo ed un semaforo verde. E sempre possibile: verificare lo stato del servizio con il link Controlla stato ; arrestare il servizio con il link Arresta e riavviarlo premendo il pulsante Installa/Aggiorna Servizi. 21

22 > Sezione servizio Licenza: impostazione del servizio di gestione licenza. Il servizio licenza di STR Vision è unico, anche se vengono configurati e installati più servizi server. E possibile configurare la porta di ascolto, su protocollo TCP del servizio di licenza.. Si consiglia di modificare questa impostazione solo se necessario. Nel caso sia installato sia il servizio con autenticazione integrata sia il servizio con autenticazione tramite password, è possibile scegliere su quale attivare il servizio licenza. >> Nota bene: il servizio licenza è unico per server fisico (o virtuale); gestisce tutti gli accessi al server, indipendentemente che questi avvengano tramite il servizio con autenticazione integrata oppure tramite il servizio con autenticazione con password. 22

23 > Sezione pubblicazione Client: impostazione per la pubblicazione del Client. In Percorso di pubblicazione specificare il percorso di pubblicazione in cui verranno copiati i file necessari all installazione del client da parte degli utenti. La cartella va definita secondo le logiche seguenti : o o o La cartella deve essere condivisa (condivisione e protezione impostate opportunamente per consentire la lettura agli utenti che dovranno installare il client); La cartella deve essere inserita utilizzando il formalismo UNC (Universal Naming Convention) che ha la seguente struttura: \\<NOMEMACCHINA>\path La cartella di pubblicazione può anche essere su una macchina differente da quella in cui si è installato il server STR Vision. Il check Ripubblica prerequisiti forza la ripubblicazione dei prerequisiti di STR Vision Client, nell attuale versione, il Framework.NET 3.5 SP1 e Windows installer

24 In Configurazione Certificato scegliere un certificato digitale necessario per la sicurezza del deployment. Tramite il pulsante Modifica è possibile creare, eliminare e creare nuovi certificati. Se non si dispone di un certificato digitale aziendale, premere il pulsante Modifica. Premere il pulsante Genera Nuovo. Digitare a piacere il nome del certificato. Selezionarlo premendo il pulsante OK. Per rendere disponibile il client agli utenti, premere il pulsante Pubblica. Verrà quindi richiesta conferma tramite una apposita finestra: 24

25 Confermando, la versione del client verrà copiata nella cartella condivisa. Al termine della pubblicazione, verrà visualizzato il messaggio Operazione terminata. Nella sezione sono visibili anche informazioni relative alle versioni, in particolare: In Versione rilasciata viene riportato la versione appena pubblicata (in prima installazione è vuota) In Versione da distribuire viene riportata la versione del client da pubblicare. Dopo la pubblicazione l amministratore che sta eseguendo l installazione deve comunicare agli utenti il link della pagina (auto esplicativa) HTLM contenente le istruzione per l installazione del client (la prima installazione dovrà essere eseguita dall utente primo accesso definito nella sezione Servizio Windows). Il link sarà: \\<NOMEMACCHINA>\path\STRVisionDownload.htm >>nota bene: i prerequisiti dei client vanno eseguiti da un Amministratore. L installazione di STR Vision e i successivi aggiornamenti NON richiederanno diritti di amministrare. 25

26 Aggiornamento installazione esistente > Installazione aggiornamento server Per eseguire l installazione dell aggiornamento server seguire gli stessi passi seguiti nel paragrafo Installazione server. Premere Si per procedere con l aggiornamento. Confermare tutte le maschere successive. Al termine dell installazione verrà attivato il Configuratore con il quale sarà necessario effettuare le operazioni di aggiornamento Base Dati, aggiornamento del servizio Windows e pubblicazione del nuovo client. > Sezione Base Dati: aggiornamento Base Dati di STR Vision >> Nota Bene: le impostazioni relative a Nome Base Dati, Server DBMS, Tipo Base Dati e Stringa di Connessione non vanno modificati. 26

27 Premere link Verifica Base Dati per verificare se è necessario aggiornare la Base Dati; se quest ultima richiede un aggiornamento, viene visualizzato il messaggio: Premendo il bottone AGGIORNA, verrà aggiornata la Base Dati alla versione x.x.xxxx.x. Premere il pulsante Aggiorna per eseguire l aggiornamento. Verranno richieste le credenziali (serve un utente abilitato all aggiornamento della Base Dati in linea). Fornite le credenziali premere il pulsante OK per iniziare l aggiornamento. Al termine della procedura di aggiornamento viene riportato il messaggio: La versione della Base Dati è aggiornata (versione x.x.xxxx.x) >> Nota Bene: prima di procedere con l aggiornamento della Base Dati è consigliabile procedere con un backup della Base Dati stessa, utilizzando l apposito pulsante presente nel configuratore. 27

28 > Sezione servizio Windows: aggiornamento del servizio Windows di STR Vision >> Nota Bene: le impostazioni precedentemente impostate non vanno modificate. E necessario solo premere il pulsante Installa/Aggiorna servizi per aggiornare il servizio server STR Vision > Sezione pubblicazione Client >> Nota Bene: le impostazioni precedentemente impostate non vanno modificate. E necessario solo premere il pulsante Pubblica per rendere disponibile agli utenti il nuovo Client. Quest ultimi all avvio di STR Vision riceveranno automaticamente il messaggio che li guiderà all auto-aggiornamento. 28

29 - Servizio con autenticazione tramite password (Custom Authentication) Prima installazione > Sezione Utente: impostazione utente che eseguirà il servizio del Server Indicare nel campo Nome Azienda la dicitura che apparirà durante la pubblicazione del Client. Selezionare l utente per l esecuzione del Servizio del Server. E possibile scegliere: o o Utente di Default (selezione consigliata), ovvero l account di sistema locale del computer; Specifica utente: in questo caso si deve scegliere l Utente Windows indicando <Dominio\Nome_Utente> e relativa Password. >>nota bene: L utente con cui andrà in esecuzione il servizio: - Deve essere un utente accreditato alla gestione dei servizi Windows. - Se la connessione alla base dati si basa su autenticazione Windows (vedi sezione Base Dati ), l utente deveavere accesso al motore DBMS ed essere almeno dbowner. 29

30 > Sezione Base Dati: impostazioni per la creazione e l accesso alla Base Dati di STR Vision In Nome Base Dati indicare il nome del Database (Base Dati) che verrà creato/utilizzato per STR Vision; In Nome Server DBMS indicare il nome del Server dove verrà creato il Database. (Il server dati può risiedere sullo stesso computer su cui si sta installando oppure può risiedere su un altro computer) In Tipo Base Dati selezionare il tipo di Database che verrà utilizzato. Impostazione delle credenziali per la connessione al server DBMS; è possibile scegliere fra due modalità di autenticazione: o o Credenziali Windows: il server STR Vision accederà alla Base Dati autenticandosi con l utente impostato per l esecuzione del servizio nella sezione Utente; o NOTA: l utente Windows del servizio server deve accedere al Server DBMS. Autenticazione di SQL Server: il server STR Vision accederà alla DBMS autenticandosi con un utente SQL-Server che dovrà avere autorizzazioni di scrittura nella Base Dati indicata. In questo caso è necessario indicare Nome Utente e relativa Password. 30

31 E possibile, solo se strettamente necessario, anche modificare manualmente la stringa di connessione alla Base Dati di STR VISION premendo il pulsante Personalizza. Questa modifica va però eseguita solo da utenti molto esperti su supervisione di un consulente STR. Dopo aver completato le impostazioni, premere il link Verifica Base Dati ; si attiverà il pulsante Crea e comparirà il messaggio Premendo il bottone CREA, verrà creata la nuova Base Dati Versione x.x.xxxx.x Premere sul pulsante Crea per creare la nuova Base Dati. Si aprirà la maschera Credenziali Utente Base Dati in cui definire le credenziali di accesso per la creazione del database. Esistono 2 possibilità: Autenticazione SQL Server: specificare Nome utente e Password di un utente abilitato alla creazione di un database sul DBMS; Autenticazione con credenziali Windows: l utente con il quale si sta installando dovrà essere abilitato alla creazione di un database sul DBMS. 31

32 Dopo aver fornito le credenziali, inizierà la procedura di creazione della Base Dati. Al termine verrà visualizzato il messaggio: La versione della Base Dati è aggiornata (versione x.x.xxxx.x). Nella pagina sono anche disponibili alcuni strumenti di utilità, in particolare: Il pulsante Backup/Ripristino Base Dati: utile per eseguire backup e ripristini della Base Dati di STR Vision. Il link Apri Editor sql apre un ambiente di editazione che consente di eseguire query con il linguaggio Sql. Questa funzionalità è per utenti molto esperti che dovranno essere seguiti da un consulente STR. 32

33 > Sezione servizio Windows: configurazione del servizio Windows di STR Vision (configurazione per rete LAN aziendale) STR Vision utilizza il protocollo TCP/IP per gestire la comunicazione tra client e server; il sistema di autenticazione è basata su utenti funzionali definiti (con Codice e password) all interno di STR Vision. In Utente primo accesso a STR Vision, viene definito il primo utente che potrà accedere al sistema Vision; inserire atrraverso il pulsante Modifica il nome utente desiderato ( il configuratore assegnerà la password iniziale vision che poi successivamente potrà essere cambiata) In Porte servizi vengono indicate le porte utilizzate di default dal sistema STR Vision. Le porte utilizzate sono 2 e sono configurabili. La configurabilità delle porte è utile anche per la gestione di eventuali firewall che potrebbero bloccare la comunicazione tra client e server. Si consiglia di modificare queste impostazioni solo se necessario. 33

34 In Configurazione Certificato, scegliere, tramite il pulsante Modifica un certificato da associare al Servizio Server di Vision. Il certificato digitale consentirà di rendere sicura la comunicazione tra client e server. o E possibile scegliere un certificato già presente, oppure è possibile generarne uno nuovo, tramite il pulsante Genera nuovo. Posizionarsi quindi sulla riga corrispondente al certificato scelto e confermare la scelta premendo il pulsante Ok. In Cartella di installazione specificare il percorso dove verranno copiate le componenti del servizio Windows di STR Vision. In Cartella del file di log specificare il percorso dove verrà creato il file di Log del server utile a tracciare eventuali anomalie. Completate le impostazioni, premere il pulsante Installa /Aggiorna Servizi. Verrà visualizzata una finestra di conferma che riepiloga le porte utilizzate dal servizio. Il servizio server verrà installato (dopo la conferma). 34

35 Al termine dell installazione del servizio nella parte sinistra verrà visualizzato il messaggio: Il servizio è attivo ed un semaforo verde. E sempre possibile: verificare lo stato del servizio con il link Controlla stato ; arrestare il servizio con il link Arresta e riavviarlo premendo il pulsante Installa/Aggiorna Servizi. 35

36 > Sezione servizio Licenza: impostazione del servizio di gestione licenza. Il servizio licenza di STR Vision è unico, anche se vengono configurati e installati più servizi server. E possibile configurare la porta di ascolto, su protocollo TCP del servizio di licenza.. Si consiglia di modificare questa impostazione solo se necessario. Nel caso sia installato sia il servizio con autenticazione integrata sia il servizio con autenticazione tramite password, è possibile scegliere su quale attivare il servizio licenza. >> Nota bene: il servizio licenza è unico per server fisico (o virtuale); gestisce tutti gli accessi al server, indipendentemente che questi avvengano tramite il servizio con autenticazione integrata oppure tramite il servizio con autenticazione con password. 36

37 > Sezione pubblicazione Client: impostazione per la pubblicazione del Client. In Percorso di pubblicazione specificare il percorso di pubblicazione in cui verranno copiati i file necessari all installazione del client da parte degli utenti. La cartella va definita secondo le logiche seguenti : o o o La cartella deve essere condivisa (condivisione e protezione impostate opportunamente per consentire la lettura agli utenti che dovranno installare il client); La cartella deve essere inserita utilizzando il formalismo UNC (Universal Naming Convention) che ha la seguente struttura: \\<NOMEMACCHINA>\path La cartella di pubblicazione può anche essere su una macchina differente da quella in cui si è installato il server STR Vision. Il check Ripubblica prerequisiti forza la ripubblicazione dei prerequisiti di STR Vision Client, nell attuale versione, il Framework.NET 3.5 SP1 e Windows installer

38 In Configurazione Certificato scegliere un certificato digitale necessario per la sicurezza del deployment. Tramite il pulsante Modifica è possibile creare, eliminare e creare nuovi certificati. Se non si dispone di un certificato digitale aziendale, premere il pulsante Modifica. Premere il pulsante Genera Nuovo. Digitare a piacere il nome del certificato. Selezionarlo premendo il pulsante OK. Per rendere disponibile il client agli utenti, premere il pulsante Pubblica. Verrà quindi richiesta conferma tramite una apposita finestra: 38

39 Confermando, la versione del client verrà copiata nella cartella condivisa. Al termine della pubblicazione, verrà visualizzato il messaggio Operazione terminata. Nella sezione sono visibili anche informazioni relative alle versioni, in particolare: In Versione rilasciata viene riportato la versione appena pubblicata (in prima installazione è vuota) In Versione da distribuire viene riportata la versione del client da pubblicare. Dopo la pubblicazione l amministratore che sta eseguendo l installazione deve comunicare agli utenti il link della pagina (auto esplicativa) HTLM contenente le istruzione per l installazione del client (la prima installazione dovrà essere eseguita dall utente primo accesso definito nella sezione Servizio Windows). Il link sarà: \\<NOMEMACCHINA>\path\STRVisionDownload.htm >>nota bene: i prerequisiti dei client vanno eseguiti da un Amministratore. L installazione di STR Vision e i successivi aggiornamenti NON richiederanno diritti di amministrare. 39

40 Aggiornamento installazione esistente > Installazione aggiornamento server Per eseguire l installazione dell aggiornamento server seguire gli stessi passi seguiti nel paragrafo Installazione server. Premere Si per procedere con l aggiornamento. Confermare tutte le maschere successive. Al termine dell installazione verrà attivato il Configuratore con il quale sarà necessario effettuare le operazioni di aggiornamento Base Dati, aggiornamento del servizio Windows e pubblicazione del nuovo client. > Sezione Base Dati: aggiornamento Base Dati di STR Vision >> Nota Bene: le impostazioni relative a Nome Base Dati, Server DBMS, Tipo Base Dati e Stringa di Connessione non vanno modificati. 40

41 Premere link Verifica Base Dati per verificare se è necessario aggiornare la Base Dati; se quest ultima richiede un aggiornamento, viene visualizzato il messaggio: Premendo il bottone AGGIORNA, verrà aggiornata la Base Dati alla versione x.x.xxxx.x. Premere il pulsante Aggiorna per eseguire l aggiornamento. Verranno richieste le credenziali (serve un utente abilitato all aggiornamento della Base Dati in linea). Fornite le credenziali premere il pulsante OK per iniziare l aggiornamento. Al termine della procedura di aggiornamento viene riportato il messaggio: La versione della Base Dati è aggiornata (versione x.x.xxxx.x) >> Nota Bene: prima di procedere con l aggiornamento della Base Dati è consigliabile procedere con un backup della Base Dati stessa, utilizzando l apposito pulsante presente nel configuratore. 41

42 > Sezione servizio Windows: aggiornamento del servizio Windows di STR Vision >> Nota Bene: le impostazioni precedentemente impostate non vanno modificate. E necessario solo premere il pulsante Installa/Aggiorna servizi per aggiornare il servizio server STR Vision > Sezione pubblicazione Client >> Nota Bene: le impostazioni precedentemente impostate non vanno modificate. E necessario solo premere il pulsante Pubblica per rendere disponibile agli utenti il nuovo Client. Quest ultimi all avvio di STR Vision riceveranno automaticamente il messaggio che li guiderà all auto-aggiornamento. 42

43 - Servizio Web con autenticazione integrata (Windows Authentication) Prima installazione > Sezione Base Dati: impostazioni per la creazione e l accesso alla Base Dati di STR Vision In Nome Base Dati indicare il nome del Database (Base Dati) che verrà creato/utilizzato per STR Vision; In Nome Server DBMS indicare il nome del Server dove verrà creato il Database. (Il server dati può risiedere sullo stesso computer su cui si sta installando oppure può risiedere su un altro computer) In Tipo Base Dati selezionare il tipo di Database che verrà utilizzato. Impostazione delle credenziali per la connessione al server DBMS; è possibile scegliere fra due modalità di autenticazione: o o Credenziali Windows: il server STR Vision accederà alla Base Dati autenticandosi con l utente impostato per l esecuzione del servizio nella sezione Utente; o NOTA: l utente Windows del servizio server deve accedere al Server DBMS. Autenticazione di SQL Server: il server STR Vision accederà alla DBMS autenticandosi con un utente SQL-Server che dovrà avere autorizzazioni di scrittura nella Base Dati indicata. In questo caso è necessario indicare Nome Utente e relativa Password. 43

44 E possibile, solo se strettamente necessario, anche modificare manualmente la stringa di connessione alla Base Dati di STR VISION premendo il pulsante Personalizza. Questa modifica va però eseguita solo da utenti molto esperti su supervisione di un consulente STR. Dopo aver completato le impostazioni, premere il link Verifica Base Dati ; si attiverà il pulsante Crea e comparirà il messaggio Premendo il bottone CREA, verrà creata la nuova Base Dati Versione x.x.xxxx.x Premere sul pulsante Crea per creare la nuova Base Dati. Si aprirà la maschera Credenziali Utente Base Dati in cui definire le credenziali di accesso per la creazione del database. Esistono 2 possibilità: Autenticazione SQL Server: specificare Nome utente e Password di un utente abilitato alla creazione di un database sul DBMS; 44

45 Autenticazione con credenziali Windows: l utente con il quale si sta installando dovrà essere abilitato alla creazione di un database sul DBMS. Dopo aver fornito le credenziali, inizierà la procedura di creazione della Base Dati. Al termine verrà visualizzato il messaggio: La versione della Base Dati è aggiornata (versione x.x.xxxx.x). Nella pagina sono anche disponibili alcuni strumenti di utilità, in particolare: Il pulsante Backup/Ripristino Base Dati: utile per eseguire backup e ripristini della Base Dati di STR Vision. Il link Apri Editor sql apre un ambiente di editazione che consente di eseguire query con il linguaggio Sql. Questa funzionalità è per utenti molto esperti che dovranno essere seguiti da un consulente STR. 45

46 > Sezione Server Web: configurazione del servizio Http STR Vision utilizza il protocollo HTTP per gestire la comunicazione tra client e server; il sistema di autenticazione è basata sugli utenti di sistema Windows (autenticazione integrata di Windows). In Utente primo accesso a STR Vision specificare Dominio/login Windows dell utente che effettuerà il primo accesso a STR Vision. Ogni altro successivo utente verrà quindi creato da questo primo utente amministratore utilizzando l applicazione. In Url http pubblico specificare l url tramite il quale il servizio è raggiungibile. In Cartella fisica indicare la cartella locale che conterrà fisicamente i file del servizio. 46

47 In Path log specificare il percorso dove verrà creato il file di Log del server utile a tracciare eventuali anomalie. Completate le impostazioni, premere il pulsante Installa /Aggiorna Servizi. Al termine dell installazione è possibile controllare lo stato del servizio tramite un click sul link Controlla stato oppure tramite un browser web aprendo la pagina del servizio. 47

48 > Sezione servizio Licenza: impostazione del servizio di gestione licenza. Il servizio licenza di STR Vision è unico, anche se vengono configurati e installati più servizi server. Nel caso si siano configurati entrambi i servizi web è possibile selezionare quale dei due esporrà il servizio licenza. Si consiglia di modificare questa impostazione solo se necessario. >> Nota bene: il servizio licenza è unico per server fisico (o virtuale); gestisce tutti gli accessi al server, indipendentemente che questi avvengano tramite il servizio con autenticazione integrata oppure tramite il servizio con autenticazione con password. 48

49 > Sezione pubblicazione Client: impostazione per la pubblicazione del Client. In Selezione dell Url specificare: o o Percorso cartella di pubblicazione : rappresenta l url tramite il quale si potrà scaricare il client; Cartella fisica : rappresenta la cartella fisica dove verranno copiati i file del client; 49

50 In Configurazione Certificato scegliere un certificato digitale necessario per la sicurezza del deployment. Tramite il pulsante Modifica è possibile creare, eliminare e creare nuovi certificati. Se non si dispone di un certificato digitale aziendale, premere il pulsante Modifica. Premere il pulsante Genera Nuovo. Digitare a piacere il nome del certificato. Selezionarlo premendo il pulsante OK. Per rendere disponibile il client agli utenti, premere il pulsante Pubblica. Confermando, la versione del client verrà copiata nella cartella di pubblicazione e verrà creata una pagina web di riepilogo tramite la quale sarà possibile scaricare ed installare il client. 50

51 Dopo la pubblicazione l amministratore che sta eseguendo l installazione deve comunicare agli utenti il link della pagina (auto esplicativa) HTLM contenente le istruzione per l installazione del client (la prima installazione dovrà essere eseguita dall utente primo accesso definito nella sezione Servizio Windows). Il link sarà: >>nota bene: in caso il di installazione del client su un computer sul quale non sono installati i prerequisiti, questi verranno scaricati direttamente dal sito del produttore (Microsoft). L installazione dei prerequisiti sul client va fatta da un Amministratore. L installazione di STR Vision e i successivi aggiornamenti NON richiederanno diritti di amministrare. 51

52 Aggiornamento installazione esistente > Installazione aggiornamento server Per eseguire l installazione dell aggiornamento server seguire gli stessi passi seguiti nel paragrafo Installazione server. Premere Si per procedere con l aggiornamento. Confermare tutte le maschere successive. Al termine dell installazione verrà attivato il Configuratore con il quale sarà necessario effettuare le operazioni di aggiornamento Base Dati, aggiornamento del servizio Windows e pubblicazione del nuovo client. > Sezione Base Dati: aggiornamento Base Dati di STR Vision >> Nota Bene: le impostazioni relative a Nome Base Dati, Server DBMS, Tipo Base Dati e Stringa di Connessione non vanno modificati. 52

53 Premere link Verifica Base Dati per verificare se è necessario aggiornare la Base Dati; se quest ultima richiede un aggiornamento, viene visualizzato il messaggio: Premendo il bottone AGGIORNA, verrà aggiornata la Base Dati alla versione x.x.xxxx.x. Premere il pulsante Aggiorna per eseguire l aggiornamento. Verranno richieste le credenziali (serve un utente abilitato all aggiornamento della Base Dati in linea). Fornite le credenziali premere il pulsante OK per iniziare l aggiornamento. Al termine della procedura di aggiornamento viene riportato il messaggio: La versione della Base Dati è aggiornata (versione x.x.xxxx.x) >> Nota Bene: prima di procedere con l aggiornamento della Base Dati è consigliabile procedere con un backup della Base Dati stessa, utilizzando l apposito pulsante presente nel configuratore. 53

54 > Sezione servizio Web: aggiornamento del servizio web di STR Vision >> Nota Bene: le impostazioni precedentemente impostate non vanno modificate. E necessario solo premere il pulsante Installa/Aggiorna servizi per aggiornare il servizio server STR Vision > Sezione pubblicazione Client >> Nota Bene: le impostazioni precedentemente impostate non vanno modificate. E necessario solo premere il pulsante Pubblica per rendere disponibile agli utenti il nuovo Client. Quest ultimi all avvio di STR Vision riceveranno automaticamente il messaggio che li guiderà all auto-aggiornamento. 54

55 - Servizio Web con autenticazione tramite password (Custom Authentication) Prima installazione > Sezione Base Dati: impostazioni per la creazione e l accesso alla Base Dati di STR Vision In Nome Base Dati indicare il nome del Database (Base Dati) che verrà creato/utilizzato per STR Vision; In Nome Server DBMS indicare il nome del Server dove verrà creato il Database. (Il server dati può risiedere sullo stesso computer su cui si sta installando oppure può risiedere su un altro computer) In Tipo Base Dati selezionare il tipo di Database che verrà utilizzato. Impostazione delle credenziali per la connessione al server DBMS; è possibile scegliere fra due modalità di autenticazione: o o Credenziali Windows: il server STR Vision accederà alla Base Dati autenticandosi con l utente impostato per l esecuzione del servizio nella sezione Utente; o NOTA: l utente Windows del servizio server deve accedere al Server DBMS. Autenticazione di SQL Server: il server STR Vision accederà alla DBMS autenticandosi con un utente SQL-Server che dovrà avere autorizzazioni di scrittura nella Base Dati indicata. In questo caso è necessario indicare Nome Utente e relativa Password. 55

56 E possibile, solo se strettamente necessario, anche modificare manualmente la stringa di connessione alla Base Dati di STR VISION premendo il pulsante Personalizza. Questa modifica va però eseguita solo da utenti molto esperti su supervisione di un consulente STR. Dopo aver completato le impostazioni, premere il link Verifica Base Dati ; si attiverà il pulsante Crea e comparirà il messaggio Premendo il bottone CREA, verrà creata la nuova Base Dati Versione x.x.xxxx.x Premere sul pulsante Crea per creare la nuova Base Dati. Si aprirà la maschera Credenziali Utente Base Dati in cui definire le credenziali di accesso per la creazione del database. Esistono 2 possibilità: Autenticazione SQL Server: specificare Nome utente e Password di un utente abilitato alla creazione di un database sul DBMS; 56

57 Autenticazione con credenziali Windows: l utente con il quale si sta installando dovrà essere abilitato alla creazione di un database sul DBMS. Dopo aver fornito le credenziali, inizierà la procedura di creazione della Base Dati. Al termine verrà visualizzato il messaggio: La versione della Base Dati è aggiornata (versione x.x.xxxx.x). Nella pagina sono anche disponibili alcuni strumenti di utilità, in particolare: Il pulsante Backup/Ripristino Base Dati: utile per eseguire backup e ripristini della Base Dati di STR Vision. Il link Apri Editor sql apre un ambiente di editazione che consente di eseguire query con il linguaggio Sql. Questa funzionalità è per utenti molto esperti che dovranno essere seguiti da un consulente STR. 57

58 > Sezione Server Web: configurazione del servizio Http STR Vision utilizza il protocollo HTTP per gestire la comunicazione tra client e server; il sistema di autenticazione è basata su utenti funzionali definiti (con Codice e Password) all interno di STR Vision. In Utente primo accesso a STR Vision specificare Dominio/login Windows dell utente che effettuerà il primo accesso a STR Vision. Ogni altro successivo utente verrà quindi creato da questo primo utente amministratore utilizzando l applicazione. In Configurazione Certificato, scegliere, tramite il pulsante Modifica un certificato da associare al Servizio Server di Vision. Il certificato digitale consentirà di rendere sicura la comunicazione tra client e server. 58

59 o E possibile scegliere un certificato già presente, oppure è possibile generarne uno nuovo, tramite il pulsante Genera nuovo. Posizionarsi quindi sulla riga corrispondente al certificato scelto e confermare la scelta premendo il pulsante Ok. In Url http pubblico specificare l url tramite il quale il servizio è raggiungibile. In Cartella fisica indicare la cartella locale che conterrà fisicamente i file del servizio. In Path log specificare il percorso dove verrà creato il file di Log del server utile a tracciare eventuali anomalie. Completate le impostazioni, premere il pulsante Installa /Aggiorna Servizi. Al termine dell installazione è possibile controllare lo stato del servizio tramite un click sul link Controlla stato oppure tramite un browser web aprendo la pagina del servizio. 59

60 60

61 > Sezione servizio Licenza: impostazione del servizio di gestione licenza. Il servizio licenza di STR Vision è unico, anche se vengono configurati e installati più servizi server. Nel caso si siano configurati entrambi i servizi web è possibile selezionare quale dei due esporrà il servizio licenza. Si consiglia di modificare questa impostazione solo se necessario. >> Nota bene: il servizio licenza è unico per server fisico (o virtuale); gestisce tutti gli accessi al server, indipendentemente che questi avvengano tramite il servizio con autenticazione integrata oppure tramite il servizio con autenticazione con password. 61

62 > Sezione pubblicazione Client: impostazione per la pubblicazione del Client. In Selezione dell Url specificare: o o Percorso cartella di pubblicazione : rappresenta l url tramite il quale si potrà scaricare il client; Cartella fisica : rappresenta la cartella fisica dove verranno copiati i file del client; In Configurazione Certificato scegliere un certificato digitale necessario per la sicurezza del deployment. Tramite il pulsante Modifica è possibile creare, eliminare e creare nuovi certificati. Se non si dispone di un certificato digitale aziendale, premere il pulsante Modifica. 62

63 Premere il pulsante Genera Nuovo. Digitare a piacere il nome del certificato. Selezionarlo premendo il pulsante OK. 63

64 Per rendere disponibile il client agli utenti, premere il pulsante Pubblica. Confermando, la versione del client verrà copiata nella cartella di pubblicazione e verrà creata una pagina web di riepilogo tramite la quale sarà possibile scaricare ed installare il client. Dopo la pubblicazione l amministratore che sta eseguendo l installazione deve comunicare agli utenti il link della pagina (auto esplicativa) HTLM contenente le istruzione per l installazione del client (la prima installazione dovrà essere eseguita dall utente primo accesso definito nella sezione Servizio Windows). Il link sarà: >>nota bene: in caso il di installazione del client su un computer sul quale non sono installati i prerequisiti, questi verranno scaricati direttamente dal sito del produttore (Microsoft). L installazione dei prerequisiti sul client va fatta da un Amministratore. L installazione di STR Vision e i successivi aggiornamenti NON richiederanno diritti di amministrare. 64

65 Aggiornamento installazione esistente > Installazione aggiornamento server Per eseguire l installazione dell aggiornamento server seguire gli stessi passi seguiti nel paragrafo Installazione server. Premere Si per procedere con l aggiornamento. Confermare tutte le maschere successive. Al termine dell installazione verrà attivato il Configuratore con il quale sarà necessario effettuare le operazioni di aggiornamento Base Dati, aggiornamento del servizio Windows e pubblicazione del nuovo client. > Sezione Base Dati: aggiornamento Base Dati di STR Vision >> Nota Bene: le impostazioni relative a Nome Base Dati, Server DBMS, Tipo Base Dati e Stringa di Connessione non vanno modificati. 65

66 Premere link Verifica Base Dati per verificare se è necessario aggiornare la Base Dati; se quest ultima richiede un aggiornamento, viene visualizzato il messaggio: Premendo il bottone AGGIORNA, verrà aggiornata la Base Dati alla versione x.x.xxxx.x. Premere il pulsante Aggiorna per eseguire l aggiornamento. Verranno richieste le credenziali (serve un utente abilitato all aggiornamento della Base Dati in linea). Fornite le credenziali premere il pulsante OK per iniziare l aggiornamento. Al termine della procedura di aggiornamento viene riportato il messaggio: La versione della Base Dati è aggiornata (versione x.x.xxxx.x) >> Nota Bene: prima di procedere con l aggiornamento della Base Dati è consigliabile procedere con un backup della Base Dati stessa, utilizzando l apposito pulsante presente nel configuratore. 66

67 > Sezione servizio Web: aggiornamento del servizio web di STR Vision >> Nota Bene: le impostazioni precedentemente impostate non vanno modificate. E necessario solo premere il pulsante Installa/Aggiorna servizi per aggiornare il servizio server STR Vision > Sezione pubblicazione Client >> Nota Bene: le impostazioni precedentemente impostate non vanno modificate. E necessario solo premere il pulsante Pubblica per rendere disponibile agli utenti il nuovo Client. Quest ultimi all avvio di STR Vision riceveranno automaticamente il messaggio che li guiderà all auto-aggiornamento. 67

68 Installazione Client L utente che deve installare STR Vision sul proprio PC riceverà (ad esempio via mail) il link per accedere alla pagina HTML. Per eseguire l installazione del Client STR Vision andare su Start Esegui ed incollare nel campo Apri il link alla pagina WEB ricevuto. In alternativa raggiungere con Esplora risorse la cartella di pubblicazione del Client e fare doppio click sul file STRVisionDownload.htm. Eseguendo questo comando viene aperta una pagina HTML (all apertura potrebbe essere richiesto di Consentire l esecuzione del contenuto bloccato nelle pagine WEB), utilizzabile per l installazione dei Client. Si aprirà quindi la pagina seguente dipendentemente dal servizio che si sta configurando: Servizio con autenticazione integrata (Windows Authentication) Servizio con autenticazione tramite password (Custom Authentication) 68

69 La pagina contiene: Informazioni su nome e autore del software; Informazioni sulla versione pubblicata; Link ai prerequisiti dell installazione (sono installabili singolarmente). o L installazione dei prerequisiti (da effettuarsi solo la prima volta) richiede i diritti di Amministratore. link cliccare qui per avviare consente di avviare l applicazione client se i prerequisiti sono già stati installati; Il pulsante Installa o avvia applicazione con verifica dei prerequisiti consente di installare in modo automatizzato e semplice il client e i prerequisiti se non presenti; Dopo l esecuzione dell installazione, se i prerequisiti sono già presenti vengono aperte alcune finestre che chiedono autorizzazione per l esecuzione degli eseguibili di installazione: Premere il pulsante Esegui per iniziare la fase di scaricamento del client. Premere il pulsante Esegui. Premere il pulsante Installa per installare. 69

70 Al termine della procedura verrà eseguito automaticamente il client di STR Vision. Se il client si riferisce al servizio con autenticazione integrata, si apre automaticamente senza nessuna richiesta di credenziali (l utente di accesso è quello windows con cui si sta lavorando sul PC). Se il client si riferisce al servizio con autenticazione tramite password, verranno richieste le credenziali per l accesso: nome utente e password. 70

71 Attivazione licenza All avvio dell applicazione, se questa non è stata ancora attivata, viene visualizzata una maschera per l attivazione della licenza. Se l applicazione non viene attivata, sarà comunque possibile accedere al programma in versione dimostrativa per 40 giorni premendo il pulsante Annulla. Per l attivazione (prima di procedere verificare di avere una connessione internet valida), premere il pulsante Avanti. Se richiesto, fare la verifica della connessione e quindi premere Avanti. Indicare quindi Codice Utente, numero Licenza per l attivazione e premere Avanti. Sulla maschera di attivazione effettuata con successo premere Fine. 71

72 Aggiornamento Client L aggiornamento del client viene rilevato automaticamente durante l avvio di STR Vision. Aggiornamento automatico o All avvio del client, l applicativo rileva la presenza di una nuova versione pubblicata o Premendo sul bottone Installa nuova versione si avvierà la procedura di aggiornamento. 72

73 Installazione piccola rete La pagina Installazione piccola rete visualizza propone più scelte, in dettaglio: Installazione postazione : selezionando questa opzione viene lanciata l installazione di una postazione STR Vision. Prerequisito framework.net 3.5 : selezionando questa opzione viene installato il prerequisito obbligatorio Microsoft Framework.Net 3.5 Sp1. SQL Express : se non si dispone di un server dati DBMS (Database), selezionando questa opzione è possibile installare il DBMS Microsoft SQL Express. SQL Express va installato su un solo computer, che può avere installato anche una postazione di STR VISION. >> nota bene: prima di installare le varie postazioni, se non è già presente in rete un server dati SQL, è necessario installare SQL Express. Cliccare quindi direttamente su SQL Express (opzionale) e passare al paragrafo Installazione SQL Express, al termine dell installazione del Server dati si può procedere con l installazione delle postazioni di lavoro. NOTA: se nel computer viene installato solo SQL Express (Server dati dedicato) non è necessario il prerequisito Microsoft Framework.NET 3.5. Se non si è sicuri della presenza del prerequisito Microsoft Framework.NET 3.5, cliccare sull opzione Prerequisito framework.net 3.5 per installarlo (verrà comunque eseguito un controllo di esistenza del prerequisito) >>nota bene: l installazione del prerequisito, se necessaria, va effettuata su ogni postazione di lavoro che si intende installare Se il prerequisito Microsoft Framework.NET 3.5 è già installato sulla postazione, cliccare sul lopzione Installazione postazione per proseguire. Se si sta installando il server dati cliccare direttamente su SQL Express (opzionale) e passare al paragrafo Installazione SQL Express 73

74 Prerequisito Framework 3.5 Premere su Prerequisito framework.net 3.5 per installare il prerequisito obbligatorio Microsoft.NET Framework 3.5. Se Microsoft Framework.NET è gia presente, passare al paragrafo successivo Installazione postazione. >> Nota bene: per il sistema operativo Windows Vista e Windows Server 2008 potrebbe essere richiesta l autorizzazione per l esecuzione del file dotnetfx35.exe (.net Framework 3,5). Confermare premendo Continua In avvio di installazione, accettare le condizioni del contratto e confermare le varie maschere fino al termine dell installazione di Microsoft.NET Framework

75 >> Nota bene: se Microsoft.NET Framework 3.5 è stato precedentemente installato verrà visualizzato questa finestra. Premere Annulla e passare direttamente al paragrafo successivo Installazione postazione. >> Nota bene: Per una corretta installazione è necessario RIAVVIARE IL COMPUTER 75

76 Installazione postazione Selezionare l opzione Installazione postazione per installare una postazione di STR Vision Premere Avanti Accettare le condizioni di fornitura premendo su Accetto 76

77 Scegliere la cartella di destinazione nella quale copiare le componenti software necessarie all installazione di STR Vision utilizzando il pulsante Sfoglia, oppure digitandola manualmente. Quindi premere Avanti Selezionare l interfaccia di lavoro più adatta: Interfaccia con singolo prezzo nel preventivo - scelta consigliata per Studi Tecnici ed Enti; Interfaccia con costo, offerta e Prezzo base d asta nel preventivo - scelta consigliata per Imprese di costruzione ed altre organizzazioni. ATTENZIONE: Questa scelta non limita le funzionalità di STR Vision ma modifica esclusivamente l impostazione iniziale delle videate. 77

78 Partirà la procedura di installazione che potrà richiedere qualche minuto. Quando l installazione di STR Vision Piccola rete sarà completata Premere Fine Al termine della procedura di installazione, si aprirà una nuova finestra, che consente la configurazione della connessione alla Base Dati condivisa con le altre postazioni. 78

79 In Origine dati inserire il nome del Server Dati a cui collegarsi. Per default viene proposto un nome di esempio: (NOMESERVER)\STRVISION Se il server dati installato è quello installato dal DVD ed è stato installato sulla stessa macchina in cui sta installando la postazione, basterà togliere le parentesi tonde dal nome proposto ed il nome sarà valido. Se il server dati installato è quello installato dal DVD e non è stato installato sulla stessa macchina in cui si sta installando la postazione, il nome dell origine dati sarà del tipo: NOMESERVERSLQ\STRVISION (dove NOMESERVERSLQ va sostituito con il nome del computer sul quale SQL Server è stato installato). Se il server dati è una versione di Microsoft SQL Server Standard o Enterprise, l origine dati sarà: NOMESERVERSLQ (dove NOMESERVERSLQ va sostituito con il nome del computer sul quale SQL Server è stato installato). In Base Dati impostare il nome del Database di STR VISION che verrà creato sul Server dati (accettare il nome proposto se non si hanno specifiche particolari). In Utente e Password: inserire le credenziali dell utente SQL Server (che deve avere diritti di creazione di database) o se si utilizza l installazione fornita con il DVD, lasciare i valori proposti ; o (la password criptata per l utente sa è StrPwd12345) se si utilizza un altro server dati, inserire delle credenziali (nome utente SQL e password) con diritti sufficienti alla creazione di una Base Dati. (Sbiancando entrambi i campi, si imposterà l autenticazione con credenziali Windows). Premere Verifica connessione per verificare la bontà delle impostazioni appena effettuate; se i dati sono corretti appare il messaggio: La Base Dati sul computer specificato non esiste. Continuando verrà creata la nuove Base Dati. (questo messaggio apparirà solo sulla prima postazione installata, le successive otterranno il messaggio Connessione avvenuta con successo ) Premere Continua installazione per creare la Base Dati 79

80 Ad installazione completata si riceverà il seguente messaggio. Premere il pulante Chiudi. Da Start-Tutti i programmi-str-str Vision lanciare STR VISION. Attivazione Per attivare la postazione (ogni postazione andrà attivata con una propria licenza) si veda il paragrafo Attivazione della parte relativa all installazione azienda. 80

81 Installazione Microsoft SQL Express Scegliendo l opzione SQL Express (opzionale) viene eseguita l installazione di Microsoft SQL Express. L installazione è stata completamente automatizzata, pertanto non viene richiesto nessun parametro di configurazione. Al termine dell installazione è possibile procedere con l installazione delle postazioni STR Vision. 81

82 Aggiornamento piccola rete Per eseguire l installazione dell aggiornamento seguire gli stessi passi seguiti nel paragrafo Installazione postazione. Premere il pulsante Si per procedere con l aggiornamento. La procedura di aggiornamento sarà completamente automatica. >>Nota bene: dopo l aggiornamento della prima postazione, le altre postazioni non potranno più lavorare fino a quando non saranno state aggiornate (la prima installazione infatti aggiorna anche la Base Dati a cui accedono tutte le rimanenti postazioni). 82

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD 1.1 Premessa Il presente documento è una guida rapida che può aiutare i clienti nella corretta configurazione del software MOZILLA THUNDERBIRD

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI... ambiente Windows INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...8 GESTIONE DELLE COPIE DI SICUREZZA...10 AGGIORNAMENTO

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

Indice. Pannello Gestione Email pag. 3. Accesso da Web pag. 4. Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6. Microsoft Outlook pagg.

Indice. Pannello Gestione Email pag. 3. Accesso da Web pag. 4. Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6. Microsoft Outlook pagg. POSTA ELETTRONICA INDICE 2 Indice Pannello Gestione Email pag. 3 Accesso da Web pag. 4 Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6 Microsoft Outlook pagg. 7-8-9 Mail pagg. 10-11 PANNELLO GESTIONE

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici Sommario Sommario... 1 Parte 1 - Nuovo canale di sicurezza ANPR (INA-AIRE)... 2 Parte 2 - Collegamento Client INA-SAIA... 5 Indicazioni generali... 5 Installazione e configurazione... 8 Operazioni di Pre-Installazione...

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014)

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014) GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad (v. 1.0.0 Maggio 2014) Benvenuto alla guida di configurazione della posta elettronica per dispositivi mobili tipo iphone/ipad. Prima di proseguire, assicurati

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

guida utente showtime

guida utente showtime guida utente showtime occhi, non solo orecchie perché showtime? Sappiamo tutti quanto sia utile la teleconferenza... e se poi alle orecchie potessimo aggiungere gli occhi? Con Showtime, il nuovo servizio

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Procedura Import tracciato ministeriale

Procedura Import tracciato ministeriale Progetto SINTESI Dominio Provinciale Modulo Applicativo:COB Procedura Import tracciato ministeriale 1 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 LETTURA DEL FILE... 4 3 IMPORT DEI FILE... 10 4 VERIFICA DELLE BOZZE E

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Accesso alle risorse elettroniche SiBA da reti esterne

Accesso alle risorse elettroniche SiBA da reti esterne Accesso alle risorse elettroniche SiBA da reti esterne Chi può accedere? Il servizio è riservato a tutti gli utenti istituzionali provvisti di account di posta elettronica d'ateneo nel formato nome.cognome@uninsubria.it

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Disabilitare lo User Account Control

Disabilitare lo User Account Control Disabilitare lo User Account Control Come ottenere i privilegi di sistema su Windows 7 1s 2s 1. Cenni Generali Disabilitare il Controllo Account Utente (UAC) Win 7 1.1 Dove può essere applicato questo

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli