VENETO CASA Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale INDICE. Padova, 22 Febbraio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VENETO CASA 18-03-2011. Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale INDICE. Padova, 22 Febbraio 2011. 1."

Transcript

1 Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Padova, 22 Febbraio 2011 INDICE 1. Introduzione 2. Schema di governance 3. Obiettivi sociali e linee guida operative 4. Gli interventi in fase di analisi 5. Altri potenziali sottoscrittori 6. Sottoscrittori Enti Pubblici 7. Sottoscrittori imprese edili 8. Caratteristiche e operatività del Fondo 9. Implicazioni dell apporto nel Fondo 10. Come proporre un progetto al Fondo 11. Conclusioni 1

2 INTRODUZIONE 3 Vi sono consistenti nuovi fabbisogni derivanti da flussi migratori, giovani coppie, famiglie monoreddito, studenti fuori sede e soggetti con bisogni abitativi temporanei. Il contesto economico sociale attuale sta evidenziando nuove esigenze abitative. Regione Veneto, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione di Venezia e Intesa SanPaolo hanno scelto di intervenire, attraverso un fondo di investimento immobiliare, per contribuire a risolvere le necessità abitative del territorio. Lo stesso Governo ha deciso di intervenire nell Housing Sociale con il Fondo Investire nell Abitare e Cassa Depositi e Prestiti Immobiliare SGR ha da poco deliberato l impegno preliminare a sottoscrivere quote del fondo Veneto Casa con un plafond di 30 mil. di euro. Il fondo di investimento immobiliare è stato identificato dai promotori quale strumento ottimale per flessibilità, trasparenza e regime fiscale. L obiettivo pubblico di sviluppare interventi di housing sociale può essere perseguito in questo modo mantenendo un approccio privato. Beni Stabili Gestioni SGR, parte del gruppo Beni Stabili quotato alla borsa di Milano, è stata selezionata dopo un processo competitivo, quale società di gestione del Fondo. BSG è uno dei principali gestori di fondi immobiliari in Italia con circa 1,4 miliardi di immobili in gestione distribuiti in 3 fondi retail e 8 fondi istituzionali, di cui uno speculativo. Altri fondi sono in fase di collocamento e altri sono stati autorizzati da parte di Banca d Italia. Abitare Veneto, è l Advisor Tecnico del Fondo e riunisce al suo interno le competenze di operatori specializzati nel settore abitativo sociale e nello sviluppo del territorio. 2. SCHEMA DI GOVERNANCE 4 Flusso Informativo Governance * approvato l impegno preliminare di so2oscrizione di quote A1 2

3 3. OBIETTIVI SOCIALI E LINEE GUIDA OPERATIVE 5 L obiettivo del Fondo è quello di contribuire a risolvere il problema abitativo di soggetti in condizione di debolezza o svantaggio sociale eo economico. I target del progetto sono, in via generale e non esaustiva: famiglie monoreddito, giovani coppie, studenti universitari fuori sede, anziani, supporto alla mobilità lavorativa etc. Il Fondo si indirizza a quella fascia grigia troppo ricca per accedere all ERP ma troppo povera per accedere ad un alloggio dignitoso sul libero mercato. Con i singoli interventi si vuole evitare la creazione di quartieri ghetto, favorendo lo sviluppo di adeguati mix abitativi e di un tessuto sociale equilibrato anche tramite la realizzazione di serviziattività a supporto degli utenti (asili, etc.). Questo intento sarà perseguito attraverso la gestione di operatori specializzati che hanno già maturato positive esperienze. Nelle iniziative di nuova realizzazione la progettazione delle stesse cercherà di applicare criteri di eco-sostenibilità e di efficienza energetica innovativi insieme all utilizzo di nuove tecnologie costruttive tali da poter minimizzare i tempi di costruzione. 3. OBIETTIVI SOCIALI E LINEE GUIDA OPERATIVE 6 LOCALIZZAZIONE A seguito di un approfondito studio sui fabbisogni abita;vi della Regione Veneto e della redazione del documento Mappatura del gestore sociale sono state individuate le aree urbane d intervento in ordine di priorità: Verona VeneziaMestre Padova Oltre alle inizia;ve localizzate nei capoluoghi di Provincia sopra riporta;, sono considera; primari anche gli interven; si; nei comuni limitrofi agli stessi se ben collega; da mezzi pubblici o facilmente raggiungibili (il Comune capoluogo deve essere raggiungibile al massimo in 20 minu;). Comuni capoluogo di Treviso e di Vicenza; Comuni capoluogo di Belluno e di Rovigo; Comuni che presentano una dimensione di almeno abitan;. I seguen; requisi; danno comunque cara2ere di preferenzialità alle inizia;ve proposte al Fondo: buon collegamento con traspor; pubblici al capoluogo di provincia; buona viabilità stradale e di facilità di accesso all area; localizzazione nei pressi di poli d interesse generale (complessi direzionaliindustriali, università, stru2ure sanitarie, ecc.) buona presenza di servizi per la famiglia (scuoleasili, centri ricrea;vi e spor;vi, piccolo commercio al de2aglio, verde pubblico, poste, banche ecc.) 3

4 GLI INTERVENTI IN FASE DI ANALISI Area Prusst - 81 Alloggi Residenze per studen; Arena Staz. ferroviaria Area d intervento Fiera Fondazione La Casa - 29 Alloggi Taggì di So2o - 60 Alloggi Marcon 42 Alloggi PADOVA 8 5. ALTRI POTENZIALI SOTTOSCRITTORI Le quote del Fondo possono essere so2oscri2e da inves;tori qualifica;: So2oscri2ori priva; So2oscri2ori pubblici Fondazioni bancariebanche Provincie Imprese di costruzione Comuni Imprese di inves;mento Altri En; Locali Fondi pensionecasse di previdenza En; pubblici 4

5 6. SOTTOSCRITTORI ENTI PUBBLICI 9 La Pubblica Amministrazione (in par;colare il Comune) può partecipare e contribuire al processo di sviluppo di inizia;ve di housing sociale sul proprio territorio a2raverso il Fondo nei seguen; modi: Individuazione di par;colari fabbisogni abita;vi sul proprio territorio; Esame del proprio patrimonio immobiliare (edifici e terreni) e segnalazione della possibilità di avviare inizia;ve di housing sociale con una dimensione tale da perme2ere efficienze in fase di sviluppo e di ges;one; Conferimento dei terreni e degli immobili (o diria reali di godimento) al Fondo a valori sostenibili e in linea con le sue finalità; Modifica ad hoc degli strumen; urbanis;ci per consen;re gli insediamen; in aree dismesse eo terreni agricoli; Concessione da parte dei Comuni di premi di cubatura realizzabile; Definizione degli ulteriori oneri rela;vi al proge2o (es. oneri di costruzione) e di manutenzione dello stesso (es. ICI), modula; in funzione dell effeava reddi;vità del proge2o; Individuazione di necessità abita;ve sul territorio; Segnalazione di possibili inizia;ve (limite minimo dimensionale); Conferimentocessione di terreni e immobili a valori sostenibili; Strumen; urbanis;ci ad hoc; Concessione di premi di cubatura per gli interven;. 7. SOTTOSCRITTORI - IMPRESE EDILI 10 Le imprese edili possono partecipare al processo di sviluppo di iniziative di housing sociale sul proprio territorio in diversi modi che comportano ruoli e un diverso livello di coinvolgimento 1. Fase iniziale di realizzazione individuazione immobiliterreni a. La SGR per la realizzazione di un immobile svolgerà una selezione informale in loco a cui l impresa potrà candidarsi b. L impresa ha in proprietà un immobileterreno che può vendere al Fondo Collaborazione di breve durata 2. Impresa edile come investitore del Fondo a. L impresa ha in proprietà un immobileterreno che può apportare al Fondo Collaborazione di lungo periodo 5

6 8. CARATTERISTICHE E OPERATIVITA DEL FONDO 11 Nomina INVESTITORI Pareri e indirizzi Supporto alla gestione Quote del Fondo Gestione OPERATORI PRIVATI Apporto in denaro o beni (o diritti reali) Supporto tecnico Scouting e advisory finanziaria e socioimmobiliare Intervento nei singoli progetti Iniziativa di HS 1 Iniziativa di HS 2 Iniziativa di HS 3 Concessione cessione di strutture aree (e accordo su modalità di intervento) 9. IMPLICAZIONE DELL APPORTO NEL FONDO 12 Con l apporto l impresa o l Ente si spossessa del proprio asset a fronte della sua valorizzazione attraverso quote del Fondo per un valore equivalente valutazione del bene apportato svolta obbligatoriamente anche da un esperto indipendente Non sono previste classi di quote differenti: l impresa o l Ente diventa quotista del Fondo con i medesimi diritti degli altri sottoscrittori partecipazione all assemblea e, nel caso di partecipazione rilevante, al Comitato Consultivo incasso pro quota dei dividendi nel caso l assemblea decida la loro distribuzione rimborso delle quote e degli utili non distribuiti al termine della vita del Fondo o rendimento obiettivo a ml termine del Fondo pari a 3 p.p. sopra l inflazione La logica di partecipazione al Fondo è quella di un investimento di lungo periodo, le quote sono comunque liberamente trasferibili a condizione che il titolare delle stesse trovi l acquirente. Si beneficia della gestione indipendente e professionale della SGR il cui obiettivo è di amministrare in maniera profittevole il patrimonio del Fondo nell interesse dei soci e nel rispetto del Regolamento. 6

7 10. COME PROPORRE UN PROGETTO AL FONDO 13 Nel caso in cui l impresa o l Ente avesse interesse a sottoporre all attenzione del Fondo un potenziale investimento o apporto, la procedura formale di valutazione è la seguente: 1. Contattare e comunicare ad Abitare Veneto tale interesse preliminare 2. Abitare Veneto invia al proponente una scheda di raccolta dati al fine di raccogliere in via preliminare informazioni e documentazione relativamente a: Informazioni sul richiedente funzioni,...) Informazioni tecniche sul progetto (superfici, vincoli, Struttura del trasferimento (vendita, apporto) Abitare Veneto utilizzerà la documentazione raccolta per sviluppare una analisi preliminare di tipo socio-territoriale, dell aderenza ai requisiti tecnicoeconomici di base e di rispondenza ai fabbisogni abitativi. 3. Tale analisi preliminare sarà completata dalla SGR verificando la coerenza di massima rispetto alle finalità del Fondo, in seguito verranno effettuati tutti i necessari incontri e approfondimenti 11. CONCLUSIONI 14 Il Fondo Veneto Casa può rappresentare un opportunità per le imprese e per gli Enti, sia tramite la vendita ma anche tramite l apporto Il Fondo, seppur etico, è gestito in maniera professionale e nell interesse della remunerazione di lungo periodo dei propri soci Nel caso l impresa o l Ente entrasse nel Fondo, parteciperebbe a fianco dei promotori e degli altri potenziali soci, allo sviluppo delle iniziative sociali sul territorio L impresa o l Ente, come quotista, acquisirebbe i medesimi diritti e obblighi degli altri quotisti, potendo anche partecipare, in ragione della percentuale detenuta, agli organi di indirizzo e beneficiando della distribuzione dei dividendi nel tempo La partecipazione di Cassa Depositi e Prestiti, attraverso CDPI SGR, offre la possibilità di risorse aggiuntive fino al 40% delle sottoscrizioni raccolte dal Fondo (sia in natura che in denaro), ampliando quindi notevolmente gli investimenti realizzabili sul territorio regionale. 7

Veneto Casa. Storia e prospettive future 19/11/2012. Fondo di Investimento Immobiliare Etico per l Housing Sociale.

Veneto Casa. Storia e prospettive future 19/11/2012. Fondo di Investimento Immobiliare Etico per l Housing Sociale. 19/11/2012 Veneto Casa Fondo di Investimento Immobiliare Etico per l Housing Sociale Storia e prospettive future 15 Novembre 2012 I.I. BENI Beni STABILI Stabili Gestioni GESTIONI S.P.A S.P.A. SGR - SGR

Dettagli

Dall edilizia residenziale pubblica al social housing

Dall edilizia residenziale pubblica al social housing Dall edilizia residenziale pubblica al social housing **** Fondi Immobiliari e Housing Sociale FORUM PA 2010 Roma, 20 maggio 2010 1 Premessa Per Social Housing, si intende l insieme delle iniziative e

Dettagli

febbraio 2011 Il sistema dei Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale

febbraio 2011 Il sistema dei Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Il Sistema Integrato dei Fondi immobiliari per l edilizia privata Sociale FONDI IMMOBILIARI E HOUSING SOCIALE Roberto Brustia CBA Studio Legale e Tributario febbraio 2011 Premessa Per Social Housing si

Dettagli

Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale

Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale IL FONDO INVESTIMENTI PER L ABITARE NEL SISTEMA INTEGRATO DI FONDI Stefano Brancaccio febbraio 2011 Il contesto di riferimento Con

Dettagli

Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale. Torino, 4 Febbraio 2010

Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale. Torino, 4 Febbraio 2010 Attività di CDP Investimenti Sgr nell edilizia sociale Torino, 4 Febbraio 2010 Premessa Nel febbraio 2009 Cassa Depositi e Presiti Spa (CDP), ACRI ed ABI hanno costituito CDP Investimenti Sgr S.p.A. (CDPI

Dettagli

Livio Cassoli Responsabile Investimenti CDP Investimenti SGR S.p.A. Bologna, 15 Novembre 2012

Livio Cassoli Responsabile Investimenti CDP Investimenti SGR S.p.A. Bologna, 15 Novembre 2012 Il Fondo Investimenti per l Abitare gestito da CDP Investimenti Sgr I criteri seguiti per verificare l ammissibilità delle proposte di investimento nei fondi immobiliari locali Livio Cassoli Responsabile

Dettagli

Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale IL FONDO INVESTIMENTI PER L ABITARE NEL SISTEMA INTEGRATO DI FONDI

Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale IL FONDO INVESTIMENTI PER L ABITARE NEL SISTEMA INTEGRATO DI FONDI Il Sistema Integrato di Fondi immobiliari per l edilizia privata sociale IL FONDO INVESTIMENTI PER L ABITARE NEL SISTEMA INTEGRATO DI FONDI Stefano Marchettini Marzo 2011 Contenuti del documento Il mercato

Dettagli

Ruolo delle Fondazioni di origine bancaria nei programmi di housing sociale. Padova, Palazzo Moroni, 22 febbraio 2011

Ruolo delle Fondazioni di origine bancaria nei programmi di housing sociale. Padova, Palazzo Moroni, 22 febbraio 2011 Ruolo delle Fondazioni di origine bancaria nei programmi di housing sociale Padova, Palazzo Moroni, 22 febbraio 2011 COS È LA FONDAZIONE La Fondazione ha come scopo la promozione dello sviluppo sociale

Dettagli

SOCIAL HOUSING E FONDI IMMOBILIARI

SOCIAL HOUSING E FONDI IMMOBILIARI SOCIAL HOUSING E FONDI IMMOBILIARI Milano, 26 Novembre 2010 L intervento pubblico: principi di intervento Nel contesto odierno l intervento pubblico deve essere finalizzato a : Individuare soluzioni per

Dettagli

Evoluzione del mercato immobiliare: fondi immobiliari per l'housing sociale

Evoluzione del mercato immobiliare: fondi immobiliari per l'housing sociale Evoluzione del mercato immobiliare: fondi immobiliari per l'housing sociale 17 Ottobre 2012 Giacomo Morri, Topic Leader Real Estate BAA, Docente SDA Bocconi Paola Delmonte, Dirigente CDP Investimenti SGR,

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2128 del 10 novembre 2014 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 2128 del 10 novembre 2014 pag. 1/5 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2128 del 10 novembre 2014 pag. 1/5 Giunta Regionale AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI D'INTERESSE PER LA POSSIBILE CESSIONE DI IMMOBILI O INTERVENTI

Dettagli

L Attività di CDP Investimenti Sgr e del Fondo Investimenti per l Abitare

L Attività di CDP Investimenti Sgr e del Fondo Investimenti per l Abitare CREDITO AL CREDITO: IL MERCATO DEL CREDITO TRA SVILUPPO ECONOMICO ED EQUITÀ SOCIALE L Attività di CDP Investimenti Sgr e del Fondo Investimenti per l Abitare ABI Palazzo Altieri Roma, 24 novembre 2010

Dettagli

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA NOTA TECNICA SUL PIANO CASA L art. 11 della legge 133/08 ha inteso rilanciare un Piano Casa per realizzare un offerta di alloggi in proprietà e in locazione prima casa nelle aree di bisogno abitativo,

Dettagli

FONDO IMMOBILIARE PER LA VALORIZZAZIONE E GESTIONE DI BENI PATRIMONIALI DEI BORGHI PIU BELLI D ITALIA. Dott. Roberto Giovannini

FONDO IMMOBILIARE PER LA VALORIZZAZIONE E GESTIONE DI BENI PATRIMONIALI DEI BORGHI PIU BELLI D ITALIA. Dott. Roberto Giovannini FONDO IMMOBILIARE PER LA VALORIZZAZIONE E GESTIONE DI BENI PATRIMONIALI DEI BORGHI PIU BELLI D ITALIA Dott. Roberto Giovannini Concentrare presso un unico soggetto attuatore le possibilità di sviluppo

Dettagli

Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015

Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015 Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015 Opportunità socioeconomica per rilanciare il settore edile, il mercato immobiliare e quello degli

Dettagli

Fondo Investimenti per l Abitare

Fondo Investimenti per l Abitare Fondo Investimenti per l Abitare Stato di avanzamento Incontro DSC Roma, 18 gennaio 2014 Fondo Investimenti per l Abitare (FIA) Il FIA è stato istituto per realizzare interventi di Edilizia Privata Sociale

Dettagli

PROPOSTE PER GLI IMMOBILI OGGETTO DI PROCEDURE GIUDIZIALI O DI DISMISSIONE

PROPOSTE PER GLI IMMOBILI OGGETTO DI PROCEDURE GIUDIZIALI O DI DISMISSIONE HOUSING SOCIALE PROPOSTE PER GLI IMMOBILI OGGETTO DI PROCEDURE GIUDIZIALI O DI DISMISSIONE Ing. Vincenzo Di Nardo Vice Presidente Ance Roma, 18 febbraio 2015 La nuova definizione di housing sociale L art.1

Dettagli

Codice europeo per la trasparenza degli investimenti sostenibili e responsabili - Eurosif

Codice europeo per la trasparenza degli investimenti sostenibili e responsabili - Eurosif Codice europeo per la trasparenza degli investimenti sostenibili e responsabili - Eurosif Prospetto di adesione dei fondi immobiliari Aristotele ed Erasmo gestiti da Fabrica Immobiliare SGR SpA Dati al

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 47/23 DEL 25.11.2014

DELIBERAZIONE N. 47/23 DEL 25.11.2014 Oggetto: Fondo immobiliare regionale - housing sociale di cui all articolo 11 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133 e D.P.C.M. del 16.4.2009.

Dettagli

Il FONDO Housing Sociale Italia Centrale e Palazzo Sgariglia di Ascoli Piceno

Il FONDO Housing Sociale Italia Centrale e Palazzo Sgariglia di Ascoli Piceno Il FONDO Housing Sociale Italia Centrale e Palazzo Sgariglia di Ascoli Piceno Nel 2011 ad iniziativa di Fondazione Tercas e Fondazione CARISAP è stato istituito il Fondo Housing Sociale (HS) Italia Centrale,

Dettagli

FIA - Fondo Investimenti per l Abitare. Made Expo 2015. Milano, 20 Marzo 2015. Strettamente Riservato e Confidenziale

FIA - Fondo Investimenti per l Abitare. Made Expo 2015. Milano, 20 Marzo 2015. Strettamente Riservato e Confidenziale FIA - Fondo Investimenti per l Abitare Made Expo 2015 Milano, 20 Marzo 2015 Strettamente Riservato e Confidenziale 1 Il Fondo Investimenti per l Abitare in sintesi Il Fondo Investimenti per l Abitare («FIA»):

Dettagli

che il Comune assume la definizione di alloggio sociale così come previsto dal decreto ministeriale 22 aprile 2008 (G.U. 146 del 24.06.

che il Comune assume la definizione di alloggio sociale così come previsto dal decreto ministeriale 22 aprile 2008 (G.U. 146 del 24.06. CDP Investimenti SGR ACER REGGIO EMILIA Prot. n. 3293 AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI D'INTERESSE PER LA POSSIBILE CESSIONE DI IMMOBILI O INTERVENTI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE AD UN FONDO

Dettagli

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE AVVISO PUBBLICO PER LA RACCOLTA DI CANDIDATURE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO E CON PATTO DI

Dettagli

Fondo Housing Toscano

Fondo Housing Toscano Fondo Housing Toscano HOUSING SOCIALE_ Definizione Nuova offerta di alloggi e servizi con forte connotazione sociale per coloro che non riescono a soddisfare il proprio bisogno abitativo sul mercato per

Dettagli

Investimenti deliberati da CDP Investimenti Sgr per conto del Fondo Investimenti per l Abitare (dati aggiornati al 24 settembre 2014)

Investimenti deliberati da CDP Investimenti Sgr per conto del Fondo Investimenti per l Abitare (dati aggiornati al 24 settembre 2014) Investimenti deliberati da CDP Investimenti Sgr per conto del Fondo Investimenti per l Abitare (dati aggiornati al 24 settembre 2014) Il Fia ha finora assunto complessivamente delibere definitive d investimento

Dettagli

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Le iniziative della Regione Emilia- Romagna per l housing sociale Bologna 15 novembre 2012 Caterina Brancaleoni Nucleo

Dettagli

Piano nazionale di edilizia abitativa

Piano nazionale di edilizia abitativa ALLEGATO Piano nazionale di edilizia abitativa Art. 1 (Linee d intervento) 1. Il piano è articolato in sei linee di intervento, di seguito indicate: a) costituzione di un sistema integrato nazionale e

Dettagli

I N D I C E. Riferimenti normativi 6 PARTE PRIMA: I FONDI IMMOBILIARI, ELEMENTI DI BASE 15

I N D I C E. Riferimenti normativi 6 PARTE PRIMA: I FONDI IMMOBILIARI, ELEMENTI DI BASE 15 I N D I C E IL SOCIAL HOUSING 3 Riferimenti normativi 6 PARTE PRIMA: I FONDI IMMOBILIARI, ELEMENTI DI BASE 15 1 IL REGIME GIURIDICO DEI FONDI IMMOBILIARI 15 1.1 Nozione e caratteristiche normative dei

Dettagli

I fondi immobiliari per il Social Housing

I fondi immobiliari per il Social Housing I fondi immobiliari per il Social Housing Arch. Andrea Sica Polaris Sgr Spa Seminario introduttivo Strumenti finanziari alternativi per l»edilizia residenziale pubblica Roma 23/02/2011 in collaborazione

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg.delib.n. 400 Prot. n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: Promozione del progetto per la costituzione del Fondo di Housing Sociale Trentino

Dettagli

I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di InvImIt

I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di InvImIt I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di InvImIt Roma, 26-27-28 maggio 2015 CONTATTI: Tel +39 06 87725701 - Fax +39 06 87725799 - Email: segreteria@invimit.it

Dettagli

Fondi Demetra. Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare

Fondi Demetra. Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare Fondi Demetra Progetto Private Equity nel settore agro-alimentare Agenda 1.1 Lo scenario di riferimento 1.2 La Società di Gestione 1.3 La Governance della SGR 1.4 Il Fondo Demetra Demetra: dea greca del

Dettagli

Housing Sociale in Friuli Venezia Giulia

Housing Sociale in Friuli Venezia Giulia Fare clic per Housing Sociale in Friuli Venezia Giulia Relatore: Prof. Ing. Edino Valcovich Correlatore: Laureando: Introduzione Premessa Social Housing Housing Sociale Edilizia Residenziale Pubblica (ERP)

Dettagli

Art. 41 (Immobili uso abitativo)

Art. 41 (Immobili uso abitativo) Articolo 41 (Incremento del patrimonio immobiliare destinato alla locazione di edilizia abitativa) Per incrementare il patrimonio immobiliare destinato alla locazione di edilizia abitativa, con particolare

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di Invimit

I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di Invimit I Fondi immobiliari per gli Enti Territoriali come strada per la valorizzazione: il ruolo di Invimit Relatore: Nicola Fobia Responsabile Amministrazione, Pianificazione e Controllo Roma, 26-27-28 maggio

Dettagli

Creare una smart community Giordana FERRI

Creare una smart community Giordana FERRI Creare una smart community Giordana FERRI Milano, 21 marzo 2015 VERSO IL CONDOMINIO SMART Madeexpo 2015, Milano Brescia, 25 febbraio 2015 Edilizia Privata Sociale e Alloggio Sociale Che cosa si intende

Dettagli

Una risposta alla questione abitativa a Roma: l abitare, non solo case. Conferenza stampa - 27 Aprile 2015

Una risposta alla questione abitativa a Roma: l abitare, non solo case. Conferenza stampa - 27 Aprile 2015 Una risposta alla questione abitativa a Roma: l abitare, non solo case Conferenza stampa - 27 Aprile 2015 Famiglie e abitazioni a Roma 1971 2001 2011 Popolazione 2.781.993 2.546.804 2.617.465 Anziani per

Dettagli

SOCIAL HOUSING: IL QUADRO NORMATIVO IL NUOVO ANNO INIZIA MALE

SOCIAL HOUSING: IL QUADRO NORMATIVO IL NUOVO ANNO INIZIA MALE SOCIAL HOUSING: IL QUADRO NORMATIVO IL NUOVO ANNO INIZIA MALE E il 3 gennaio 2012, quasi il primo giorno lavorativo del nuovo anno, quando arriva il comunicato della Corte dei Conti. Il Piano Casa non

Dettagli

Capitali di rischio per le infrastrutture e il partenariato pubblico privato. Aprile 2012

Capitali di rischio per le infrastrutture e il partenariato pubblico privato. Aprile 2012 Capitali di rischio per le infrastrutture e il partenariato pubblico privato Aprile 2012 www.equiterspa.com 1 Società del Gruppo Contenuti 1 Profilo 2 Strategia di investimento 3 Società target & Partners

Dettagli

FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento

FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento 1. Premessa e scopo Il Comparto Plus del Fondo Investimenti per la Valorizzazione (FIV Plus

Dettagli

FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento

FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento FONDO INVESTIMENTI PER LA VALORIZZAZIONE COMPARTO PLUS Scopo, oggetto d investimento e modalità d intervento 1. Premessa e scopo Il Comparto Plus del Fondo Investimenti per la Valorizzazione (FIV Plus

Dettagli

SOCIAL HOUSING: LE RESIDENZE UNIVERSITARIE UN NUOVO MODELLO IN RISPOSTA EDILIZIA ALLE TRASFORMAZIONI DEL TESSUTO SOCIALE DELLA CITTÀ

SOCIAL HOUSING: LE RESIDENZE UNIVERSITARIE UN NUOVO MODELLO IN RISPOSTA EDILIZIA ALLE TRASFORMAZIONI DEL TESSUTO SOCIALE DELLA CITTÀ Pagina 4 DI GIAMPAOLO E MANUELA GUFFANTI* SOCIAL HOUSING: LE RESIDENZE UNIVERSITARIE UN NUOVO MODELLO IN RISPOSTA ALLE TRASFORMAZIONI Tietgen Dormitory - Ørestad - Copenhagen - Lundgaard & Tranberg Architects

Dettagli

I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto

I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto Le problematiche operative e le soluzioni possibili Roma 28 ottobre 2005 SORGENTE Società di Gestione del Risparmio S.p.A.

Dettagli

L EDILIZIA IN VENETO

L EDILIZIA IN VENETO Dal declino al nuovo ciclo delle 3R: Ristrutturazioni Riqualificazioni Rigenerazioni Luca Romano Direttore Local Area Network Villa Braida Mogliano Veneto 16 maggio 2014 IL PATRIMONIO EDILIZIO E LA CRESCITA

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 1 agosto 2014

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 1 agosto 2014 Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2014 03604/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti MP 1/C CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

Attività operative e servizi di FPC e di IFEL. Ruolo ANCI e strutture tecniche. FPC e IFEL

Attività operative e servizi di FPC e di IFEL. Ruolo ANCI e strutture tecniche. FPC e IFEL Ruolo ANCI e strutture tecniche FPC e IFEL Ruolo istituzionale di assistenza agli Enti locali per la valorizzazione del patrimonio immobiliare di proprietà, con particolare attenzione al processo di trasferimento

Dettagli

Fondo i3-core VADEMECUM per gli investimenti Executive Summary

Fondo i3-core VADEMECUM per gli investimenti Executive Summary Fondo i3-core VADEMECUM per gli investimenti Executive Summary Potenza, 17 marzo 2015 INVIMIT SGR: contesto di riferimento L art. 33, co. 1, del Dl 98/2011 ha previsto la costituzione di una SGR per attuare

Dettagli

La vigilanza sull attività di gestione collettiva del risparmio

La vigilanza sull attività di gestione collettiva del risparmio La vigilanza sull attività di gestione collettiva del risparmio Roma 24 maggio 2013 Avv. Agostino Papa 1 Gestione collettiva del risparmio: cenni La gestione collettiva del risparmio è il servizio che

Dettagli

Azioni comuni in materia di strumen0 finanziari

Azioni comuni in materia di strumen0 finanziari Azioni comuni in materia di strumen0 finanziari Rilevazioni, fabbisogni e consistenze Assemblea delle Coopera.ve di ABITA.net La Rete delle Coopera.ve di Abitan. Bologna, 27 e 28 febbraio 2014 La rilevazione

Dettagli

Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Assemblea 29.4.15 BANCAMEDIOCREDITO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Dopo un 2013 difficile chiuso con una forte perdita che aveva significativamente inciso la solidità patrimoniale della Banca, pur in un contesto

Dettagli

La valutazione degli attivi nei Fondi Immobiliari

La valutazione degli attivi nei Fondi Immobiliari La valutazione degli attivi illiquidi detenuti dagli intermediari finanziari La valutazione degli attivi nei Fondi Immobiliari Stefano Deleo Investire Immobiliare SGR S.p.A. 12 luglio 2012 - Milano S.A.F.

Dettagli

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE La trasparenza nelle Istituzioni: FACCIAMO IL PUNTO SULL ATTIVITÀ DI GOVERNO Aggiornato al 28 agosto 2013 IL GOVERNO LETTA E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE Nelle pagine

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Per gli investimenti pubblici

Cassa depositi e prestiti. Per gli investimenti pubblici Cassa depositi e prestiti Per gli investimenti pubblici CDP per lo sviluppo del territorio Oltre a finanziare gli investimenti della PA, CDP opera a favore dello sviluppo del territorio, supportando le

Dettagli

Comune di Vicenza. Bilancio di previsione 2014

Comune di Vicenza. Bilancio di previsione 2014 Comune di Vicenza Bilancio di previsione 2014 Da dove siamo partiti Voce Abolizione IMU prima casa -8,3 Minori incassi IMU (n.b:beni merce esentati dallo Stato -D.L.102/13) -1.3 Taglio trasferimenti statali

Dettagli

LA STRATEGIA DELLA BCE PER AUMENTARE IL CREDITO

LA STRATEGIA DELLA BCE PER AUMENTARE IL CREDITO Direzione Affari Economici e Centro Studi LA STRATEGIA DELLA BCE PER AUMENTARE IL CREDITO ALLE IMPRESE E ALLE FAMIGLIE Lo scorso 5 giugno il Consiglio direttivo della BCE ha varato il programma Targeted

Dettagli

design collaborative Stefano Anfossi arch. Fabrizio Pierandrei arch. Marzia Liberatore service designer Marco Bocola sociologo advisor

design collaborative Stefano Anfossi arch. Fabrizio Pierandrei arch. Marzia Liberatore service designer Marco Bocola sociologo advisor Sergio Agape arch. Giovanni D aronzo arch. Collaboratori: Maria Carla Panessa arch. Camilla Agape arch. Ali Shariathpanahi arch. Carlo Maiocchi arch. design collaborative Stefano Anfossi arch. Fabrizio

Dettagli

PROGETTO DI RAZIONALIZZAZIONE DEI FONDI PENSIONE DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO

PROGETTO DI RAZIONALIZZAZIONE DEI FONDI PENSIONE DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO Cluster PROGETTO DI RAZIONALIZZAZIONE DEI FONDI PENSIONE DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO Pietro De Sarlo Responsabile Welfare Gruppo Intesa Sanpaolo 25/03/2011 1 Il sistemawelfare di Intesa Sanpaolo Indice

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE DI BENEFICIARI PER ALLOGGI DA ASSEGNARE IN LOCAZIONE

AVVISO DI SELEZIONE DI BENEFICIARI PER ALLOGGI DA ASSEGNARE IN LOCAZIONE AVVISO DI SELEZIONE DI BENEFICIARI PER ALLOGGI DA ASSEGNARE IN LOCAZIONE BENI STABILI GESTIONI S.P.A. S.G.R. FONDO VENETO CASA - SOCIETÀ PROPRIETARIA - ENERGIE SOCIALI ONLUS COOPERATIVA SOCIALE - GESTORE

Dettagli

LA GUIDA NEL SITO. Prefabbricazione: intervista a Giovanni Plizzari, presidente del Cte, l associazione dei tecnici specializzati

LA GUIDA NEL SITO. Prefabbricazione: intervista a Giovanni Plizzari, presidente del Cte, l associazione dei tecnici specializzati EDILIZIA n 19 E TERRITORIO 2010 3 SOMMARIO www.ediliziaterritorio.ilsole24ore.com LA GUIDA EDILIZIA PRIVATA SOCIALE PAGINA 6 Dalle norme al rischio gestione: una bussola per orientarsi nel Sistema Fondi

Dettagli

Social Housing: residenzialità integrata e collaborativa tra pubblico e privato

Social Housing: residenzialità integrata e collaborativa tra pubblico e privato Social Housing: residenzialità integrata e collaborativa tra pubblico e privato 17.XII.2014 Obiettivo del seminario Fornire primi elementi per valutare interventi contenenti alloggi sociali I temi della

Dettagli

Housing sociale, un nuovo strumento per realizzare interventi di edilizia sociale (a cura di Fondazione Housing Sociale)

Housing sociale, un nuovo strumento per realizzare interventi di edilizia sociale (a cura di Fondazione Housing Sociale) Palazzo delle Stelline Milano 27 novembre ore 10,00 13,00 ATTI DEL SEMINARIO Housing sociale, un nuovo strumento per realizzare interventi di edilizia sociale (a cura di Fondazione Housing Sociale) L attuale

Dettagli

Torino città universitaria

Torino città universitaria Dossier Stampa a cura dell Ufficio stampa 30 aprile 2013 Workshop Torino città universitaria Campus universitari e housing temporaneo, infrastrutture strategiche per la Città Torino, Palazzo civico 29

Dettagli

UN PIANO NAZIONALE PER L'EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, LA QUALITÀ URBANA E L'OCCUPAZIONE

UN PIANO NAZIONALE PER L'EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, LA QUALITÀ URBANA E L'OCCUPAZIONE UN PIANO NAZIONALE PER L'EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, LA QUALITÀ URBANA E L'OCCUPAZIONE 1. Investire sulla città per uno sviluppo urbano inclusivo e sostenibile Negli ultimi 20 anni, malgrado il lungo

Dettagli

FAQ. Automezzi. Cosa si intende per automezzi oggetto dell attività artigiana?

FAQ. Automezzi. Cosa si intende per automezzi oggetto dell attività artigiana? FAQ Automezzi Avvio degli investimenti Beni immobili Capitale proprio Contributo in conto interessi Cumulabilità Finanziamento agevolato Leasing Passaggio generazionale Spese agevolabili Automezzi Relativamente

Dettagli

I servizi di inves+mento

I servizi di inves+mento Economia e Ges+one degli Intermediari Finanziari I servizi di inves+mento 10 O2obre 2014 Anno Accademico 2014-2015 I temi della lezione La raccolta indire2a. I servizi di negoziazione. I servizi di collocamento.

Dettagli

HCINQUE. Descrizione sintetica

HCINQUE. Descrizione sintetica HCINQUE Descrizione sintetica La Consulenza Finanziaria Indipendente è stata finalmente accettata anche in Italia così come negli Stati Uniti, dove esiste da 30 anni, e come in molti altri Paesi dove la

Dettagli

Agenda Digitale del Veneto: le infrastru3ure digitali e non solo

Agenda Digitale del Veneto: le infrastru3ure digitali e non solo Agenda Digitale del Veneto: le infrastru3ure digitali e non solo Tasso Elvio Regione del Veneto Sezione Sistemi Informa5vi Agenda Digitale del Polesione Rovigo 25 se

Dettagli

Cassa depositi e prestiti

Cassa depositi e prestiti Cassa depositi e prestiti Il Gruppo Cassa depositi e prestiti opera a sostegno della crescita del Paese ed impiega le sue risorse, prevalentemente raccolte attraverso il Risparmio Postale (Buoni fruttiferi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Dott. Luca Anzola A.A. Corso 60012 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Edile Sommario CARATTERISTICHE DEI FONDI IMMOBILIARI IL MERCATO ITALIANO I DRIVER

Dettagli

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività.

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività. Glossario finanziario Asset Allocation Consiste nell'individuare classi di attività da inserire in portafoglio al fine di allocare in maniera ottimale le risorse finanziarie, dati l'orizzonte temporale

Dettagli

BANCA POPOLARE ETICA La finanza etica per l efficienza energetica:

BANCA POPOLARE ETICA La finanza etica per l efficienza energetica: BANCA POPOLARE ETICA La finanza etica per l efficienza energetica: l esperienza di Banca Etica Alessandro Celoni Responsabile Commerciale Area Nordest Trieste 13.02.2014 Banca Popolare Etica è. I Nostri

Dettagli

Direzione Centrale Strategie, Progetti di Valorizzazione e Partecipazioni SEMINARIO FORUM P.A. Roma 26 maggio 2015

Direzione Centrale Strategie, Progetti di Valorizzazione e Partecipazioni SEMINARIO FORUM P.A. Roma 26 maggio 2015 Direzione Centrale Strategie, Progetti di Valorizzazione e Partecipazioni SEMINARIO FORUM P.A. PROPOSTA IMMOBILI 2015 Roma 26 maggio 2015 Contenuto della Presentazione Agenzia del Demanio Normativa di

Dettagli

NOTA ANCAb SUL PIANO CASA

NOTA ANCAb SUL PIANO CASA NOTA ANCAb SUL PIANO CASA Il Piano Casa del Governo, istituito dall art. 11 della legge n 133 del 2008, rivolto all incremento del patrimonio immobiliare ad uso abitativo attraverso l offerta di abitazioni

Dettagli

Commenti al Documento di consultazione Disciplina dei limiti agli investimenti e dei conflitti d interesse per i fondi pensione

Commenti al Documento di consultazione Disciplina dei limiti agli investimenti e dei conflitti d interesse per i fondi pensione A: Dipartimento del Tesoro dt.direzione4.ufficio2@tesoro.it Da: PROMETEIA Data: 31 gennaio 2008 Oggetto: Commenti al Documento di consultazione Disciplina dei limiti agli investimenti e dei conflitti d

Dettagli

IL WELFARE DEL FUTURO: QUALI PROSPETTIVE PER IL WELFARE AZIENDALE IN ITALIA?

IL WELFARE DEL FUTURO: QUALI PROSPETTIVE PER IL WELFARE AZIENDALE IN ITALIA? IL WELFARE DEL FUTURO: QUALI PROSPETTIVE PER IL WELFARE AZIENDALE IN ITALIA? Convegno MetLife Roma, 16 ottobre 2012 Milano, 18 ottobre 2012 Franca Maino e Giulia Mallone Dipartimento di Scienze Sociali

Dettagli

In I t n roduz u i z o i ne n e ai MINI BOND

In I t n roduz u i z o i ne n e ai MINI BOND Introduzione ai MINI BOND AGENDA Mini bond: una nuova opportunità per le imprese Mini bond: inquadramento normativo, definizione, caratteristiche e beneficiari Motivazioni all emissione Vantaggi e svantaggi

Dettagli

Il project financing per l attuazione di opere di interesse pubblico

Il project financing per l attuazione di opere di interesse pubblico Il project financing per l attuazione di opere di interesse pubblico Venezia, 3 dicembre 2014 Valentina Antoniucci valutareilprogetto2@gmail.com Estimo Corso di laurea magistrale in Architettura per il

Dettagli

Piano Regionale dei Trasporti del Veneto 17 ALLEGATI

Piano Regionale dei Trasporti del Veneto 17 ALLEGATI Piano Regionale dei Trasporti del Veneto Allegati 17 ALLEGATI Qui di seguito sono riportate alcune significative elaborazioni effettuate sull'universo dei dati ISTAT 1991 relativi alla mobilità sistematica

Dettagli

Dal Saggio Il gestore sociale quale garante della sostenibilità negli interventi di Housing Sociale

Dal Saggio Il gestore sociale quale garante della sostenibilità negli interventi di Housing Sociale Dal Saggio Il gestore sociale quale garante della sostenibilità negli interventi di Housing Sociale Maria Luisa Del Gatto Dipartimento BEST, Politecnico di Milano Giordana Ferri Fondazione Housing Sociale

Dettagli

VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI

VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI Ai sensi della Convenzione tra Comune di Milano e Pessina Costruzioni S.P.A.

Dettagli

CONFERENZA STAMPA 12/02/2015

CONFERENZA STAMPA 12/02/2015 PROTOCOLLO DI INTESA TRA COMUNE DI BERGAMO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO CDP INVESTIMENTI SGR S.P.A. PER LA RIQUALIFICAZIONE E RICONVERSIONE FUNZIONALE DELLA SEDE STORICA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DI

Dettagli

Project Financing e confronto con gli altri strumenti di PPP

Project Financing e confronto con gli altri strumenti di PPP PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO PER I SERVIZI DI GESTIONE,VALORIZZAZIONE E RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO DEI COMUNI ROBERTO GIOVANNINI Project Financing e confronto con gli altri strumenti di

Dettagli

DOCUMENTAZIONE ILLUSTRATIVA. Complesso Immobiliare PORTA MARGHERA

DOCUMENTAZIONE ILLUSTRATIVA. Complesso Immobiliare PORTA MARGHERA DOCUMENTAZIONE ILLUSTRATIVA Complesso Immobiliare PORTA MARGHERA AGENDA Descrizione generale Localizzazione Collegamenti Il Progetto Sezioni Dati Metrici Riferimenti DESCRIZIONE GENERALE Prospettiva SpA

Dettagli

Consiglio Regionale del Veneto - Ufficio archivio e protocollo - 23/01/2013-0001494

Consiglio Regionale del Veneto - Ufficio archivio e protocollo - 23/01/2013-0001494 Consiglio Regionale del Veneto - Ufficio archivio e protocollo - 23/01/2013-0001494 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 6 del 21 gennaio 2013 pag. 1/81 PIANO STRATEGICO DELLE POLITICHE

Dettagli

Il mercato immobiliare residenziale ed il fabbisogno di abitazioni

Il mercato immobiliare residenziale ed il fabbisogno di abitazioni Il mercato immobiliare residenziale ed il fabbisogno di abitazioni Prot.n. DC130060 Firenze 25 novembre 2013 Firenze 25 novembre 2013 1. Motivazioni di mercato e valutazioni sull investimento in abitazioni

Dettagli

Il mondo del Private Equity

Il mondo del Private Equity Pietro Busnardo Il mondo del Private Equity Obiettivi e modalità di intervento Reggio Emilia, 11 marzo 2014 Cosa si intende per Private Equity Finanza Debito Equity Mercati Corporate Il Private Equity

Dettagli

LINEE GUIDA. Premessa

LINEE GUIDA. Premessa LINEE GUIDA Premessa Poste Insieme Onlus nasce il 16 aprile 2015 dalla volontà di Poste Italiane SpA di promuovere e sviluppare una organica presenza istituzionale di ambito nazionale e territoriale a

Dettagli

SOCIAL HOUSING: Quadro interpretativo dei metodi e delle esperienze in Italia Torino, 17 maggio 2007

SOCIAL HOUSING: Quadro interpretativo dei metodi e delle esperienze in Italia Torino, 17 maggio 2007 SOCIAL HOUSING: Quadro interpretativo dei metodi e delle esperienze in Italia Torino, 17 maggio 2007 Franco Prizzon Luisa Ingaramo Marco Bagnasacco SOCIAL HOUSING HOUSING Una prima definizione (derivata

Dettagli

Un impegno comune per la crescita

Un impegno comune per la crescita Un impegno comune per la crescita Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria proseguono la collaborazione avviata con l Accordo del luglio 2009, rinnovata nel 2010, e condividono una linea d azione

Dettagli

III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI

III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI III Assemblea ANDIGEL Genova, 21 Novembre 2003 FINANZA INNOVATIVA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI ENTI TERRITORIALI 1 Sommario Introduzione 1.1 La valorizzazione del patrimonio immobiliare

Dettagli

Operatori per il Piano Casa Paolo Urbani Ordinario di diritto amministrativo

Operatori per il Piano Casa Paolo Urbani Ordinario di diritto amministrativo Operatori per il Piano Casa Paolo Urbani Ordinario di diritto amministrativo Prof. Paolo Urbani Ordinario di Diritto Amministrativo FEDERCASA ANCONA 22 APRILE 2009 Paolo Urbani OPERATORI PER IL PIANO CASA

Dettagli

IMMOBILIARE & SOCIAL HOUSING

IMMOBILIARE & SOCIAL HOUSING IMMOBILIARE & SOCIAL HOUSING IMMOBILIARE & SOCIAL HOUSING IMMOBILIARE & SOCIAL HOUSING EDILIZIA PRIVATA SOCIALE, LA SFIDA DEI FONDI IMMOBILIARI (AGI) - Palermo, 8 mar. - Si e' svolto oggi presso la Fondazione

Dettagli

La dismissione dei portafogli dei fondi immobiliari in scadenza

La dismissione dei portafogli dei fondi immobiliari in scadenza La dismissione dei portafogli dei fondi immobiliari in scadenza 29 Febbraio 2012 Previsioni di asset in liquidazione nel medio termine (1/2) Nel corso dei prossimi anni si assisterà all immissione sul

Dettagli

Gestione dei progetti urbani e infrastrutturali attraverso il PPP

Gestione dei progetti urbani e infrastrutturali attraverso il PPP Corso di valutazione economica del progetto Clamarch a.a. 2013/14 Gestione dei progetti urbani e infrastrutturali attraverso il PPP Docenti Collaboratori prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it

Dettagli

CDPI Sgr Cassa Depositi e Prestiti Sp ACRI

CDPI Sgr Cassa Depositi e Prestiti Sp ACRI Social Housing Il Social Housing nasce dall esigenza di risolvere il disagio abitativo delle famiglie a reddito medio e medio basso che, pur non rientrando nei piani di edilizia popolare, non riescono

Dettagli

Fondi immobiliari e housing sociale

Fondi immobiliari e housing sociale 1 - Social Housing: una nuova frontiera delle politiche abitative Cosa intendiamo per Social Housing? Fondi immobiliari e housing sociale Una nuova frontiera delle politiche abitative 14 Febbraio 2013

Dettagli

RASSEGNA SUI MASSIMALI DI COSTO PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

RASSEGNA SUI MASSIMALI DI COSTO PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA RASSEGNA SUI MASSIMALI DI COSTO PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Al fine di fornire elementi conoscitivi utili alla riflessione sull assetto attuale dei massimali di costo per l e.r.p. vigenti in Toscana,

Dettagli