Provincia di Benevento Regolamento Provinciale per la Gestione Faunistico Venatoria del Cinghiale - BOZZA -

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Provincia di Benevento Regolamento Provinciale per la Gestione Faunistico Venatoria del Cinghiale - BOZZA -"

Transcript

1 Provincia di Benevento Regolamento Provinciale per la Gestione Faunistico Venatoria del Cinghiale - BOZZA - Titolo I - Parte generale Art. 1 - Finalità Il presente regolamento disciplina la gestione faunistica e venatoria del cinghiale in provincia di Benevento. L obiettivo della provincia è il mantenimento di nuclei autosufficienti di cinghiali la cui presenza sul territorio deve essere gestita come una risorsa ed allo stesso tempo non deve arrecare danni all ambiente agricolo. Le linee guida della gestione faunistica e venatoria del cinghiale in provincia di Benevento sono definite dalla collaborazione tra Provincia e Ambito Territoriale di Caccia attraverso il suo Comitato di Gestione e Comitato Tecnico Faunistico Venatorio Provinciale (C.T.F.V.P.). Art. 2 Registro provinciale squadre di caccia la cinghiale È istituito presso la Provincia di Benevento Settore Agricoltura e Foreste il Registro Provinciale delle squadre di caccia al cinghiale ed il Registro Provinciale dei cacciatori di cinghiale in squadra ed in forma singola. L iscrizione al registro delle squadre avviene annualmente attraverso un apposito modulo provinciale entro il 30 maggio. Nel modulo la squadra oltre a riportare i dati dei singoli cacciatori, definisce il responsabile di squadra e i responsabili di battuta fino ad un massimo di tre,richiede l iscrizione ad un distretto e l area di caccia di pertinenza. Ogni cacciatore può iscriversi ad una sola squadra. Le squadre sono assegnate annualmente ad un unico distretto. Al termine di ogni stagione la Provincia valuta l operato di ogni squadra e ne tiene conto per le assegnazioni a distretti e territorio per la stagione venatoria successiva. La Provincia entro il 30 di giugno definisce le iscrizioni delle squadre ai distretti ed alle aree di competenza. Le squadre che all interno del distretto vogliano operare in maniera congiunta devono darne comunicazione entro la stessa data alla Provincia che d intesa con l ATC, si riserva di decidere nei 15 giorni successivi. Per l assegnazione delle squadre e delle aree la Provincia tiene conto in primo luogo della residenza anagrafica dei singoli cacciatori iscritti alla squadra. Art. 3 Registro provinciale e dei cacciatori di cinghiale in girata I cacciatori che vogliono cacciare il cinghiale in girata devono iscriversi entro il 30 maggio al registro provinciale dei cacciatori di cinghiale in girata, compilando l apposito modulo e indicando annualmente il comune dove intendono praticare la caccia. Pagina 1 di 5

2 Art. 4 Registro provinciale e dei cacciatori di cinghiale in forma singola I cacciatori che vogliono cacciare il cinghiale in forma individuale devono iscriversi entro il 30 maggio al registro provinciale dei cacciatori di cinghiale in forma singola, compilando l apposito modulo e indicando annualmente il comune dove intendono praticare la caccia. Le squadre o i cacciatori non iscritti all albo provinciale non hanno diritto all assegnazione del territorio e alla caccia al cinghiale. Titolo II - Organizzazione del territorio Art. 5 Organizzazione del territorio provinciale 1. La Provincia, sentito l ATC, individua nel Piano Faunistico Venatorio Provinciale il territorio vocato e non vocato per il cinghiale. 2. Nel territorio vocato la presenza della specie è da ritenersi compatibile con le attività agricole e con la tutela degli habitat e delle specie selvatiche. Nel territorio vocato si attua la gestione faunistica e venatoria del cinghiale con l obiettivo di mantenere la specie a densità agro-forestali sostenibili con le attività antropiche e con le finalità di conservazione degli habitat e delle altre specie. Tutto il territorio vocato è organizzato in unità minime di gestione definite Distretti di Gestione a loro volta suddivisi in Aree di Caccia. 3. Nel territorio non vocato non è tollerata la presenza del cinghiale. L obiettivo è la totale assenza della specie. Art. 6 Densità Agricolo Forestale La Provincia definisce la Densità Agricolo Forestale D.A.F. sostenibile per ciascun Distretto di Gestione in linea con i criteri generali indicati dall I.S.P.R.A. Il raggiungimento o mantenimento della Densità Agricolo Forestale rappresenta l obiettivo da conseguire per ogni Distretto di Gestione attraverso una gestione ambientale, faunistica e venatoria del territorio di propria pertinenza. La Densità Agricolo Forestale per ogni distretto è definite in base a censimenti, ai capi abbattuti nella stagione venatoria precedente ed alla tipologia ed entità dei danni all agricoltura registrati nel distretto e nel suo intorno. Art. 7 Distretti di gestione La Provincia d intesa con l A.T.C. suddivide il territorio vocato al cinghiale in distretti omogenei. Ogni distretto è costituito da un area con caratteristiche ambientali simili e delimitata da confini naturali o ben identificabili sul territorio. I confini dei Distretti di Gestione vengono aggiornati annualmente dalla Provincia entro il 30 aprile. Pagina 2 di 5

3 Art. 8 Aree di caccia All interno di ogni Distretto di Gestione sono individuate e perimetrate dalla Provincia le aree di caccia al cinghiale. Come per i distretti, anche i confini delle aree di caccia devono essere facilmente individuabili. La Provincia, d intesa con l ATC, assegna e autorizza per l intera stagione venatoria le squadre ad un area di caccia di un unico distretto. È ammessa la rotazione delle zone tra le sole squadre di un distretto previa autorizzazione da parte della Provincia. Art. 9 Piano di gestione dei distretti Annualmente l ATC, redige il Piano di gestione del cinghiale per ogni distretto. Il Piano di Gestione comprende: 1. densità obiettivo della specie; 2. piano di prelievo di massima; 3. modalità e tipologie dei censimenti; 4. piano di colture a perdere; 5. eventuali piani di foraggiamento dissuasivo; 6. piano contenimento dei danni. Le squadre sono tenute alla piena collaborazione con l ATC al fine di garantire una corretta gestione del cinghiale. Titolo III Tempi e modalità di caccia Art. 10 Periodi e tempi di caccia La caccia la cinghiale è consentita esclusivamente nei giorni previsti dal Calendario Venatorio Provinciale. Le battute in squadra e la caccia in girata (artxx e xx) non possono iniziare prima delle ore Art. 11 Modalità di caccia aree vocate Nelle aree vocate la caccia al cinghiale è svolta esclusivamente da squadre autorizzate dalla Provincia ad effettuare gli abbattimenti con la tecnica della braccata ovvero battuta con l uso di cani da seguita, in alternativa la specie può essere cacciata mediante la tecnica della girata con il cane limiere. Art. 12 Modalità di caccia aree non vocate Nella aree non vocate gli interventi di contenimento e/o eradicazione sono realizzati da cacciatori in forma singola, regolarmente autorizzati dalla Provincia e senza l ausilio di cani. Durante la caccia al cinghiale sia in forma singola, sia in squadra o in girata è fatto divieto assoluto di cacciare altre specie. Pagina 3 di 5

4 Art. 13 Caccia individuale La caccia al cinghiale in forma individuale si può svolgere solo nelle aree non vocate alla specie ed esclusivamente dai cacciatori iscritti all albo provinciale. I cacciatori in forma singola o al massimo in gruppi di tre possono esercitare la caccia al cinghiale da appostamento o alla cerca, ma sempre senza l uso di cani. I cacciatori che intendono cacciare il cinghiale in forma singola ne danno comunicazione via fax alla provincia con almeno 24 ore di anticipo. Al termine della stagione venatoria devono comunicare alla Provincia il n di uscite e i capi abbattuti e/o feriti. Art. 14 Caccia collettiva Sono ammesse due forme di caccia collettiva: girata e braccata. Art. 15 Composizione del gruppo per la girata Alla girata possono prendere parte non più di cinque cacciatori con un unico cane con funzione di limiere. Ogni gruppo che attua la girata ha un proprio responsabile cui spetta il compito di organizzare le cacciate e di curare la modulistica e comunicazioni con Provincia e ATC. Art. 16 Composizione delle squadre La Provincia individua annualmente il numero massimo di squadre per distretto sulla base delle dimensioni e numero delle aree di caccia che lo compongono. Per richiedere l iscrizione al Registro Prov.le e squadre di caccia al cinghiale devono essere composte da almeno 30 persone. La battuta può essere effettuata con la presenza di un numero minimo di cacciatori di 20. La partecipazione ad ogni battuta è attestata con apposita firma sul registro fornito dalla Provincia. Possono prendere parte alla battuta cacciatori non iscritti alla squadra fino ad un massimo di 1/3 dei partecipanti iscritti alla squadra. Art. 17 Compiti del Responsabile delle squadra e del Responsabile di Battuta Ogni squadra designa un Responsabile di squadra e due Responsabili di battuta. Al Responsabile della squadra spetta il compito di curare i rapporti tra squadra ATC e Provincia, la realizzazione dei censimenti, collaborare con le altre squadre del distretto e di organizzare e supervisionare la realizzazione del piano di prelievo. I responsabili di battuta provvedono per ogni battuta alla compilazione degli elenchi dei partecipanti, compresi gli ospiti. Al termine della battuta compilano la scheda di battuta con n capi abbattuti, sesso, peso, classi di età, capi feriti e capi avvistati. Possono essere utilizzati solo i registri e schede vidimati dalla Provincia. Sono escluse le fotocopie. Pagina 4 di 5

5 Con cadenza quindicinale il responsabile provvede a far pervenire all ATC tutte le schede sui partecipanti, sugli abbattimenti ed eventuali comunicazioni inerenti l organizzazione e realizzazione del prelievo. Art. 18 Capi abbattuti I capi abbattuti sono di proprietà della squadra, salvo diversi accorti tra i componenti della squadra. Il cacciatore che effettua l abbattimento, oltre ad annotarlo sul tesserino venatorio, ne informa il responsabile di battuta che provvede ad annotarlo sui registri. Per ogni giornata è ammesso il prelievo massimo di 3 esemplari adulti di peso pari o superiore a 30 Kg. Art. 19 Armi utilizzabili Nella caccia in battuta al cinghiale sono utilizzabili: Fucile a canna liscia caricato a palla unica; Fucile a canna rigata di calibro non inferiore a 5,6 mm e con bossolo di altezza, a vuoto, non inferiore a 40mm. È ammesso l uso di fucili a 2 o 3 canne. È fatto assoluto divieto di portare cartucce a munizione spezzata. I battitori e bracchieri possono far uso di cartucce a salve. Art Norme di sicurezza Durante le battute al cinghiale tutti i partecipanti sono tenuti ad indossare un gilet di sicurezza di tipo fosforescente di colore arancio o giallo. Art. 21 Sanzioni disciplinari Qualsiasi infrazione a titolo individuale o collettivo nei confronti di quanto previsto dal presente regolamento comporta la sospensione dell intera squadra per un periodo di tempo non inferiore ai 15 giorni. La Provincia, su segnalazione dell ATC, della Polizia Provinciale e/o altro personale di vigilanza provvede alla sospensione per la durata di un anno dei cacciatori che: abbiano abbattuto fauna selvatica diversa dal cinghiale, in tal caso la squadra viene sospesa per almeno 15 giorni; abbiano effettuato immissioni non autorizzate di cinghiali; siano sorpresi a cacciare il cinghiale in forma singola nelle aree assegnate alle squadre. Tutte le sanzioni saranno annotate in un apposito registro dei provvedimenti disciplinari tenuto dalla Polizia Provinciale e aggiornato annualmente su segnalazione degli Organi di Vigilanza. Pagina 5 di 5

5. L Ambito Territoriale di Caccia di Benevento, in

5. L Ambito Territoriale di Caccia di Benevento, in REGOLAMENTO IN VIGORE 23 giugno Riorganizzata MARINO Art. 1 Finalità. Art. 1 Finalità. Art. 1 Finalità. 1 1. Il presente regolamento disciplina la gestione faunistica e venatoria del cinghiale in provincia

Dettagli

Regolamento Provinciale per la Gestione Faunistica Venatoria del Cinghiale

Regolamento Provinciale per la Gestione Faunistica Venatoria del Cinghiale POLITICHE PER L AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE DELLE COMUNITA MONTANE E RURALI Settore Attività Produttive, Sviluppo Attività Economiche e Agricoltura Servizio Forestazione, Caccia e Pesca Regolamento

Dettagli

A.T.C. TO1 ZONA EPOREDIESE DISCIPLINA DEL PRELIEVO SULLA SPECIE CINGHIALE ZONA B A CACCIA REGOLAMENTATA

A.T.C. TO1 ZONA EPOREDIESE DISCIPLINA DEL PRELIEVO SULLA SPECIE CINGHIALE ZONA B A CACCIA REGOLAMENTATA A.T.C. TO1 ZONA EPOREDIESE DISCIPLINA DEL PRELIEVO SULLA SPECIE CINGHIALE ZONA B A CACCIA REGOLAMENTATA FINALITA 1. Razionalizzare il prelievo e ottimizzare gli abbattimenti; 2. Porre in atto una efficace

Dettagli

UFFICIO ATTIVITA PRODUTTIVE. Il Dirigente

UFFICIO ATTIVITA PRODUTTIVE. Il Dirigente . UFFICIO ATTIVITA PRODUTTIVE Il Dirigente Piazza delle Regioni, 52 85100 POTENZA Tel 0971.417272 Fax 0971.417272 luigia.pace@provinciapotenza.it AUTODISCIPLINA PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL

Dettagli

1) Caccia al cinghiale in area non vocata

1) Caccia al cinghiale in area non vocata Piano per la caccia di selezione al cinghiale nelle aree non vocate alla specie della Provincia di Firenze In attuazione del Piano Faunistico Venatorio Provinciale 2012-2015 1) Caccia al cinghiale in area

Dettagli

PROVINCIA DI SIENA Area POLITICHE DELL AMBIENTE SERVIZIO RISORSE FAUNISTICHE E RISERVE NATURALI

PROVINCIA DI SIENA Area POLITICHE DELL AMBIENTE SERVIZIO RISORSE FAUNISTICHE E RISERVE NATURALI PROVINCIA DI SIENA Area POLITICHE DELL AMBIENTE SERVIZIO RISORSE FAUNISTICHE E RISERVE NATURALI REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DI CERVIDI E BOVIDI TITOLO I PRINCIPI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA D.G.R. N DEL 06/05/2013

REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA D.G.R. N DEL 06/05/2013 AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A.T.C.VC1 VIA VERCELLI 44 13030 CARESANABLOT TEL./FAX 0161 58181 REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA

Dettagli

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DEL CINGHIALE

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DEL CINGHIALE REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI CUNEO P.zza Dompè,13/A 12045 FOSSANO (CN) C.F. e P.I. 92011130041 e-mail: atc_cn1@libero.it TEL. e FAX 0172/48.83.72 GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DEL CINGHIALE REGOLAMENTO

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A DELLA PROVINCIA DI MATERA Ufficio del Presidente e sede legale Via Cappelluti n. 35-75100 Matera Matera 30/11/2017 Prot. n. 67/17 CACCIA ALLA SPECIE VOLPE (Vulpes vulpes)

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA D.G.R. N DEL 06/05/2013

REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA D.G.R. N DEL 06/05/2013 AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A.T.C.VC1 VIA VERCELLI 44 13030 CARESANABLOT TEL./FAX 0161 58181 REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO PER LA GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DEL CINGHIALE (D.G.R. n. 656 del 6/5/2008).

REGOLAMENTO INTERNO PER LA GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DEL CINGHIALE (D.G.R. n. 656 del 6/5/2008). REGIONE BASILICATA AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA B DELLA PROVINCIA DI MATERA Via G. Fortunato, 1 75018 STIGLIANO-(MT) Tel: 0835/566051 - fax :0835 /566522 - www.atcbmatera.it REGOLAMENTO INTERNO PER LA

Dettagli

«Modificazioni ed integrazioni del regolamento regionale 30/11/1999, n. 34 Prelievo venatorio della specie cinghiale».

«Modificazioni ed integrazioni del regolamento regionale 30/11/1999, n. 34 Prelievo venatorio della specie cinghiale». REGOLAMENTO REGIONALE 28 GIUGNO 2006, N. 8 «Modificazioni ed integrazioni del regolamento regionale 30/11/1999, n. 34 Prelievo venatorio della specie cinghiale». BOLLETTINO UFFICIALE REGIONE UMBRIA N.

Dettagli

Regolamento per la caccia al cinghiale

Regolamento per la caccia al cinghiale Ambito territoriale di Caccia VV 2 Regolamento per la caccia al cinghiale Art. 1 1 Finalità Il presente regolamento, nel rispetto delle norme vigenti, disciplina e pianifica la caccia alla specie del cinghiale.

Dettagli

DCP n.36/2010 DCP n.11/2011. REGOLAMENTO DELLA CACCIA AL CINGHIALE (art. 34, comma 13, L. R. n. 17/1995) Art. 1 (Finalità)

DCP n.36/2010 DCP n.11/2011. REGOLAMENTO DELLA CACCIA AL CINGHIALE (art. 34, comma 13, L. R. n. 17/1995) Art. 1 (Finalità) DCP n.36/2010 DCP n.11/2011 REGOLAMENTO DELLA CACCIA AL CINGHIALE (art. 34, comma 13, L. R. n. 17/1995) Art. 1 (Finalità) 1. Il presente regolamento disciplina le modalità di esecuzione della caccia al

Dettagli

Regolamento per la caccia al Cinghiale in forma collettiva ed indicazioni di gestione faunistica della specie

Regolamento per la caccia al Cinghiale in forma collettiva ed indicazioni di gestione faunistica della specie Provincia di Genova Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti Regolamento per la caccia al Cinghiale in forma collettiva ed indicazioni di gestione faunistica della specie CAPO I Principi Generali

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO DELL ATC PS2

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO DELL ATC PS2 Ambito Territoriale di Caccia Pesaro 2 REGOLAMENTO ATTUATIVO PER LA GESTIONE E IL PRELIEVO DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO DELL ATC PS2 (Reg. Reg. n. 3/12 e ss. mm. e ii.) Stagione Venatoria 2013-2014 ART.

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento della caccia al cinghiale

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento della caccia al cinghiale PROVINCIA DI ROMA Regolamento della caccia al cinghiale Adottato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 41 del 13/09/2010 1 REGOLAMENTO DELLA CACCIA AL CINGHIALE NELLA PROVINCIA DI ROMA Art. 34

Dettagli

Cosa cambia: cultura della sicurezza pianificazione e programmazione regionale faunistico-venatoria nuovi organismi informativi e consultivi

Cosa cambia: cultura della sicurezza pianificazione e programmazione regionale faunistico-venatoria nuovi organismi informativi e consultivi 1 Cosa cambia: cultura della sicurezza pianificazione e programmazione regionale faunistico-venatoria nuovi organismi informativi e consultivi governance regionale istituti faunistici e faunistico-venatori

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA B

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA B REGOLAMENTO CACCIA AL CINGHIALE Approvato con verbale nr. 08/14 del 12 agosto 2014 1 REGOLAMENTO INTERNO PER LA GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DEL CINGHIALE (D.G.R. n. 656 del 6/5/2008). Fatto salvo quanto

Dettagli

L esercizio venatorio, nella stagione 2013/2014, è consentito con le seguenti modalità:

L esercizio venatorio, nella stagione 2013/2014, è consentito con le seguenti modalità: ALLEGATO A La Giunta regionale Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 Visto l art. 11- quaterdecies della legge 2 dicembre 2005, n. 248 Visto l art. 40 della l.r. 4 maggio 2012, n. 5 Vista la D.G.R. n.

Dettagli

REGOLAMENTO per L ATTIVITA VENATORIA al CINGHIALE PRATICATA IN SQUADRA In ottemperanza alla D.G.R. n del 6 maggio 2013

REGOLAMENTO per L ATTIVITA VENATORIA al CINGHIALE PRATICATA IN SQUADRA In ottemperanza alla D.G.R. n del 6 maggio 2013 Approvato 20 Marzo 2017 AMBITO TERRITORIALE CACCIA BIELLA1 PIANURA E COLLINE BIELLESI Via Candelo 64 A/B 13900 Biella (www.atcbi1.it - info@atcbi1.it) REGOLAMENTO per L ATTIVITA VENATORIA al CINGHIALE

Dettagli

PROVINCIA DI ASTI Medaglia d oro al valor militare

PROVINCIA DI ASTI Medaglia d oro al valor militare PROVINCIA DI ASTI Medaglia d oro al valor militare VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO nell esercizio dei poteri della Giunta Provinciale N. meccanografico DL007-3-2013 del 25/01/2013

Dettagli

REGOLAMENTO CACCIA AL CINGHIALE

REGOLAMENTO CACCIA AL CINGHIALE REGOLAMENTO CACCIA AL CINGHIALE Art.1 FINALITA Il presente disciplinare regola l attività venatoria al cinghiale su tutto il territorio venabile dell ATC CN3 Roero in base alla DGR 17 del 6/5/13 Linee

Dettagli

CORSI DI PREPARAZIONE ALLA GESTIONE FAUNISTICA DI CUI ALLA L.R. N. 8/1994, ART. 16, COMMA 3 E SUCCESSIVE MODIFICHE

CORSI DI PREPARAZIONE ALLA GESTIONE FAUNISTICA DI CUI ALLA L.R. N. 8/1994, ART. 16, COMMA 3 E SUCCESSIVE MODIFICHE (Dalla DGR n. 1104/2005) CORSI DI PREPARAZIONE ALLA GESTIONE FAUNISTICA DI CUI ALLA L.R. N. 8/1994, ART. 16, COMMA 3 E SUCCESSIVE MODIFICHE I corsi vengono istituiti per il controllo delle specie maggiormente

Dettagli

REGIONE TOSCANA CALENDARIO VENATORIO REGIONALE STAGIONE VENATORIA (L.R.T. N 20/2002) Capo I. Art. 1 Stagione venatoria e giornate di caccia

REGIONE TOSCANA CALENDARIO VENATORIO REGIONALE STAGIONE VENATORIA (L.R.T. N 20/2002) Capo I. Art. 1 Stagione venatoria e giornate di caccia REGIONE TOSCANA CALENDARIO VENATORIO REGIONALE (L.R.T. N 20/2002) Capo I STAGIONE VENATORIA Art. 1 Stagione venatoria e giornate di caccia 1. La stagione venatoria ha inizio la terza domenica di settembre

Dettagli

MODALITA E PRESCRIZIONI PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI.

MODALITA E PRESCRIZIONI PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI. Provincia di Ravenna Settore Agricoltura Caccia e pesca MODALITA E PRESCRIZIONI PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI. Art 1 Recupero degli ungulati feriti 1. Il recupero degli ungulati feriti, in azione

Dettagli

Caccia al cinghiale Art. 1

Caccia al cinghiale Art. 1 Testo Decreto Delegato Caccia al cinghiale 2016-2017 Art. 1 1. La caccia al cinghiale è esercitata esclusivamente in forma collettiva utilizzando il metodo della braccata, fatto salvo quanto previsto al

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L ESERCIZIO VENATORIO AL CINGHIALE NELLA PROVINCIA DI SALERNO ART. 1

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L ESERCIZIO VENATORIO AL CINGHIALE NELLA PROVINCIA DI SALERNO ART. 1 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L ESERCIZIO VENATORIO AL CINGHIALE NELLA PROVINCIA DI SALERNO (Delibera Consiglio le del 17 settembre 2010) ART. 1 La provincia di Salerno disciplina la caccia al cinghiale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI

REGOLAMENTO PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI REGOLAMENTO PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI ART. 1 Principi generali 1. L Ambito Territoriale di Caccia Perugia 2 con il presente Regolamento istituisce il servizio di recupero degli ungulati feriti

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI VERONA

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI VERONA IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI VERONA Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157, ed in particolare gli articoli 9 e 18 in ordine, rispettivamente, alle competenze della Provincia di materia di prelievo

Dettagli

L esercizio venatorio nella stagione 2014/2015, è consentito con le seguenti modalità:

L esercizio venatorio nella stagione 2014/2015, è consentito con le seguenti modalità: ALLEGATO A CALENDARIO VENATORIO PER LA STAGIONE 2014/2015 L esercizio venatorio nella stagione 2014/2015, è consentito con le seguenti modalità: 1) SPECIE E PERIODI DI ATTIVITA' VENATORIA 1.1. Ai fini

Dettagli

DISPOSIZIONI PER IL PRELIEVO VENATORIO AL CINGHIALE (Sus scrofa e relativi ibridi) IN REGIONE PIEMONTE

DISPOSIZIONI PER IL PRELIEVO VENATORIO AL CINGHIALE (Sus scrofa e relativi ibridi) IN REGIONE PIEMONTE Allegato A DISPOSIZIONI PER IL PRELIEVO VENATORIO AL CINGHIALE (Sus scrofa e relativi ibridi) IN REGIONE PIEMONTE 1. METODI DI PRELIEVO E SUDDIVISIONE TERRITORIALE 1. La gestione faunistico-venatoria del

Dettagli

Determinazione n. 2671 del 05/10/2015

Determinazione n. 2671 del 05/10/2015 PROVINCIA DI GROSSETO FRONTESPIZIO Determinazione n. 2671 del 05/10/2015 IP N 2882/2015 OGGETTO: Disposizioni relativamente al regolamento regionale di attuazione della LRT 3/1994 artt. 88 comma 1, 90

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE n Prelievo venatorio della specie cinghiale

REGOLAMENTO REGIONALE n Prelievo venatorio della specie cinghiale REGOLAMENTO REGIONALE n Prelievo venatorio della specie cinghiale Art. 1 Finalità Il presente regolamento disciplina la caccia al cinghiale al fine di regolare le presenze dei cacciatori sul territorio,

Dettagli

Schema di Regolamento Regionale Regolamento per la caccia al cinghiale in forma collettiva

Schema di Regolamento Regionale Regolamento per la caccia al cinghiale in forma collettiva Schema di Regolamento Regionale Regolamento per la caccia al cinghiale in forma collettiva Articolo 1 Caccia al cinghiale in forma collettiva 1. La caccia al cinghiale in forma collettiva può essere esercitata

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AL 1 VAL CERRINA CASALESE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE ZONE DI CACCIA AL CINGHIALE IN SQUADRE

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AL 1 VAL CERRINA CASALESE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE ZONE DI CACCIA AL CINGHIALE IN SQUADRE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AL 1 VAL CERRINA CASALESE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE ZONE DI CACCIA AL CINGHIALE IN SQUADRE In ottemperanza alla D.G.R. 52-13330 del 15 febbraio 2010 E alla D.G.R.

Dettagli

PROVINCIA DI PESCARA SETTORE IV - POLITICHE AMBIENTALI, ENERGETICHE E GENIO CIVILE

PROVINCIA DI PESCARA SETTORE IV - POLITICHE AMBIENTALI, ENERGETICHE E GENIO CIVILE Determina 2013-0003213 del 19/12/2013 Pagina 1 di 5 PROVINCIA DI PESCARA SETTORE IV - POLITICHE AMBIENTALI, ENERGETICHE E GENIO CIVILE Oggetto: Regolamentazione dell'utilizzo del cane da seguita nel periodo

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO A CACCIA PROGRAMMATA DELL A.T.C.

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO A CACCIA PROGRAMMATA DELL A.T.C. REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL CINGHIALE NEL TERRITORIO A CACCIA PROGRAMMATA DELL A.T.C. ART. 1 FINALITÀ Il presente regolamento disciplina la gestione faunistico-venatoria

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE:

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE: 16 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - 130 suppl. del 16-11-2017 REGOLAMENTO REGIONALE 15 novembre 2017, n. 21 Regolamento per la caccia al cinghiale in forma collettiva IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA

Dettagli

Allegato al REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLE POPOLAZIONI DI CINGHIALE IN PROVINCIA DELLA SPEZIA

Allegato al REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLE POPOLAZIONI DI CINGHIALE IN PROVINCIA DELLA SPEZIA Allegato A Allegato al REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLE POPOLAZIONI DI CINGHIALE IN PROVINCIA DELLA SPEZIA specificazione ex art 36 comma 2 lett. c L.R. 29/94 ART. 1 - FINALITA Il presente regolamento

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 1 POTENZA Via Umberto I, Rionero in Vulture Tel. 0972/ Fax: 0972/724856

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 1 POTENZA Via Umberto I, Rionero in Vulture Tel. 0972/ Fax: 0972/724856 AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 1 POTENZA Via Umberto I, 10 85028 Rionero in Vulture Tel. 0972/724605 - Fax: 0972/724856 ===================== ANNO 2015 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLE POPOLAZIONI DI CINGHIALE IN PROVINCIA DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLE POPOLAZIONI DI CINGHIALE IN PROVINCIA DELLA SPEZIA REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLE POPOLAZIONI DI CINGHIALE IN PROVINCIA DELLA SPEZIA ART. 1 - FINALITA Il presente regolamento disciplina gli interventi di controllo delle popolazioni di cinghiale in

Dettagli

b) Densità della specie cinghiale compatibile con le componenti faunistiche; con le attività produttive agricole e con le specie venabili.

b) Densità della specie cinghiale compatibile con le componenti faunistiche; con le attività produttive agricole e con le specie venabili. REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL A.T.C. NOVARA 2 SESIA in esecuzione alla DGR 6 maggio 2013, n. 17-5754 (approvato dal Comitato di Gestione dell ATC NO 2 del

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE - PER BATTUTA DI CACCIA ALLA VOLPE IN SQUADRA - NEL TERRITORIO DEL C.A. CN 4 Valle Stura. CHIEDE

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE - PER BATTUTA DI CACCIA ALLA VOLPE IN SQUADRA - NEL TERRITORIO DEL C.A. CN 4 Valle Stura. CHIEDE SCHEDA DOMANDA n. 1 AL Presidente del Comprensorio Alpino CN 4 Valle Stura Via Divisione Cuneense, 5 12014 DEMONTE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE - PER BATTUTA DI CACCIA ALLA VOLPE IN SQUADRA - NEL TERRITORIO

Dettagli

PROVINCIA DI GROSSETO

PROVINCIA DI GROSSETO Disciplinare inerente le modalità tecniche per l allenamento e l utilizzo dei cani da traccia ed il recupero dei capi feriti Regolamento Provinciale per la gestione faunistica e venatoria dei Cervidi e

Dettagli

CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2016/2017

CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2016/2017 ALLEGATO A CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2016/2017 L esercizio venatorio nella stagione 2016/2017, è consentito con le seguenti modalità: 1) SPECIE E PERIODI

Dettagli

Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Servizio Territoriale Provinciale Benevento

Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Servizio Territoriale Provinciale Benevento Giunta Regionale della Campania Direzione Generale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Servizio Territoriale Provinciale Benevento (ALLEGATO A) DISCIPLINARE PER LA GESTIONE E L ESERCIZIO

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CACCIA DI SELEZIONE AL CINGHIALE E PER LE PROCEDURE DI ABILITAZIONE

DISCIPLINARE PER LA CACCIA DI SELEZIONE AL CINGHIALE E PER LE PROCEDURE DI ABILITAZIONE DISCIPLINARE PER LA CACCIA DI SELEZIONE AL CINGHIALE E PER LE PROCEDURE DI ABILITAZIONE (Approvato con Deliberazione G.P. n. del ) A cura del Servizio Risorse Faunistiche DISCIPLINARE PER LA CACCIA DI

Dettagli

A T C R N 2 DISCIPLINARE PER L ESERCIZIO DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA (BRACCATA GIRATA)

A T C R N 2 DISCIPLINARE PER L ESERCIZIO DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA (BRACCATA GIRATA) DISCIPLINARE PER L ESERCIZIO DELLA IN FORMA COLLETTIVA (BRACCATA GIRATA) Il presente disciplinare determina le modalità di prelievo del Cinghiale nell ATC RN2 in attuazione: del Calendario Venatorio Regionale

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA B

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA B REGOLAMENTO CACCIA AL CINGHIALE 1 Approvato con verbale nr. 04 del 10 agosto 2015 REGOLAMENTO INTERNO PER LA GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DEL CINGHIALE (D.G.R. n. 656 del 6/5/2008). Fatto salvo quanto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CACCIA AL CINGHIALE NELL ATCAL 4 (In ottemperanza alla D.G.R. n. 17-5754 del 6 maggio 2013 e s.m.i.)

REGOLAMENTO PER LA CACCIA AL CINGHIALE NELL ATCAL 4 (In ottemperanza alla D.G.R. n. 17-5754 del 6 maggio 2013 e s.m.i.) REGOLAMENTO PER LA CACCIA AL CINGHIALE NELL ATCAL 4 (In ottemperanza alla D.G.R. n. 17-5754 del 6 maggio 2013 e s.m.i.) PARTE A) NORME GENERALI Art. 1 Durata della stagione venatoria e giornate di caccia

Dettagli

Il soggetto organizzatore consegna a ciascun partecipante il materiale adeguato alla preparazione per sostenere la prova d esame.

Il soggetto organizzatore consegna a ciascun partecipante il materiale adeguato alla preparazione per sostenere la prova d esame. ALLEGATO B DISPOSIZIONI MINIME RELATIVE AI CORSI DI ABILITAZIONE AL CENSIMENTO E AL PRELIEVO SELETTIVO DEGLI UNGULATI, ALLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA E A CAPOSQUADRA PER LA CACCIA COLLETTIVA

Dettagli

COMITATO DI GESTIONE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N PISTOIA PROT. N. 308/15 DELIBERA N APRILE 2015

COMITATO DI GESTIONE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N PISTOIA PROT. N. 308/15 DELIBERA N APRILE 2015 COMITATO DI GESTIONE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 16 - PISTOIA PROT. N. 308/15 DELIBERA N. 40 16 APRILE 2015 OGGETTO: QUOTE DI ACCESSO ALLA CACCIA AL CINGHIALE IN BATTUTA, ALLA CACCIA DI SELEZIONE

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE Norme per il prelievo venatorio e per la protezione della fauna selvatica omeoterma. Art. 1 Finalità

PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE Norme per il prelievo venatorio e per la protezione della fauna selvatica omeoterma. Art. 1 Finalità Gruppo Consiliare Forza Italia Consiglio regionale della Toscana Proposta di Legge n. 210 Prot. n. 10755/2.6 del 23.08.2007 PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE Norme per il prelievo venatorio e per la protezione

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE E L ESERCIZIO VENATORIO AL CINGHIALE nella Provincia di SALERNO

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE E L ESERCIZIO VENATORIO AL CINGHIALE nella Provincia di SALERNO (ALLEGATO A) DISCIPLINARE PER LA GESTIONE E L ESERCIZIO VENATORIO AL CINGHIALE nella Provincia di SALERNO ART. 1 La Regione Campania Servizio Territoriale Provinciale di Salerno Ufficio Caccia - disciplina

Dettagli

Sezione I TESTI AGGIORNATI E COORDINATI

Sezione I TESTI AGGIORNATI E COORDINATI AVVERTENZA: Il testo coordinato è stato redatto a cura dell Ufficio ATC n. 3 Ternano Orvietano in attesa del testo coordinato ufficiale Le modifiche apportate il 14 aprile 2015 sono evidenziate in grassetto

Dettagli

PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DEL CINGHIALE

PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DEL CINGHIALE PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA GESTIONE FAUNISTICA E VENATORIA DEL CINGHIALE (Approvato con delibera di Consiglio provinciale n. 119 del 27 ottobre 2006) TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art.

Dettagli

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI DIRETTIVE REGIONALIPERLAGESTIONE ELESERCIZIO VENATORIO DEL CINGHIALE (Sus scrofa) Articolo 1 Finalità La presente direttiva disciplina

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A DELLA PROVINCIA DI MATERA Ufficio del Presidente e sede legale Via Cappelluti n. 35-75100 - Matera Casella Postale n. 58 Ufficio Postale Via del Corso n. 15 75100 Matera

Dettagli

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento agricoltura, turismo, formazione e lavoro Politiche della montagna e della fauna selvatica - Settore

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento agricoltura, turismo, formazione e lavoro Politiche della montagna e della fauna selvatica - Settore CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2017/2018 Articolo 1 (Caccia programmata) 1. Ai fini della razionale gestione delle risorse faunistiche sull intero territorio della Liguria si applica

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AL 1 VAL CERRINA CASALESE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DI CACCIA AL CINGHIALE

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AL 1 VAL CERRINA CASALESE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DI CACCIA AL CINGHIALE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA AL 1 VAL CERRINA CASALESE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DI CACCIA AL CINGHIALE In ottemperanza alla D.G.R. 52-13330 del 15 febbraio 2010 E alla D.G.R. 17-5754 del 6 maggio 2013

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO, LA GESTIONE E IL PRELIEVO VENATORIO DEL CINGHIALE (SUS SCROPHA L. 1758)

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO, LA GESTIONE E IL PRELIEVO VENATORIO DEL CINGHIALE (SUS SCROPHA L. 1758) Approvato con Deliberazione Consiliare n. 26 in data 19 maggio 2014 REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO, LA GESTIONE E IL PRELIEVO VENATORIO DEL CINGHIALE (SUS SCROPHA L. 1758) Articolo 1 Finalità Il presente

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO DECRETO DELEGATO 6 agosto 2012 n.116 Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 6, comma 1, lettera f), del Decreto Delegato 5 agosto 2011 n.129;

Dettagli

CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2014/2015. Articolo 1 (Caccia programmata)

CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2014/2015. Articolo 1 (Caccia programmata) Anno XLV - N. 16 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte II 16.04.2014 - pag. 32 CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2014/2015 Articolo 1 (Caccia programmata) 1. Ai fini della

Dettagli

Ambito Territoriale di Caccia ASCOLI PICENO Via Salaria Inferiore, Ascoli Piceno

Ambito Territoriale di Caccia ASCOLI PICENO Via Salaria Inferiore, Ascoli Piceno Ambito Territoriale di Caccia ASCOLI PICENO Via Salaria Inferiore, 84 63100 Ascoli Piceno CORSO FORMATIVO per l abilitazione alla figura tecnica di CACCIATORE DI CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA (lett. e),

Dettagli

CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2016/2017. Articolo 1 (Caccia programmata)

CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2016/2017. Articolo 1 (Caccia programmata) CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2016/2017 Articolo 1 (Caccia programmata) 1. Ai fini della razionale gestione delle risorse faunistiche sull intero territorio della Liguria si applica

Dettagli

Regolamento per la gestione venatoria della specie cinghiale

Regolamento per la gestione venatoria della specie cinghiale AMBITO TERRITORIALE CACCIA ATC - AT2 SUD TANARO" Via Valle S. Giovanni, 8 14049 Nizza Monferrato Asti Telefono e fax 0141-793679 E-mail: atcat2@alice.it Regolamento per la gestione venatoria della specie

Dettagli

PROVINCIA DI GROSSETO AREA TERRITORIO AMBIENTE SOSTENIBILITA U.O.C. Caccia e Pesca. Articolo 1 Generalità

PROVINCIA DI GROSSETO AREA TERRITORIO AMBIENTE SOSTENIBILITA U.O.C. Caccia e Pesca. Articolo 1 Generalità DISCIPLINARE PER ASSEGNAZIONE DEL BREVETTO DI CONDUTTORE DI CANE LIMIERE E OPERATORE DI GIRATA Articolo 1 Generalità 1) L attività di conduttore di cane Limiere in girata può essere fatta sia in regime

Dettagli

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA UFFICI REGIONALI GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 27-12-2017 (punto N 35 ) Delibera N 1503 del 27-12-2017 Proponente MARCO REMASCHI DIREZIONE AGRICOLTURA E SVILUPPO

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE E DELLA ISCRIZIONE DELLE SQUADRE CINGHIALISTE. Art.

REGOLAMENTO INTERNO PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE E DELLA ISCRIZIONE DELLE SQUADRE CINGHIALISTE. Art. REGOLAMENTO INTERNO PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITA VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE E DELLA ISCRIZIONE DELLE SQUADRE CINGHIALISTE. Art. 1 Consistenza della Specie Il Comitato di Gestione dell ATC

Dettagli

ASSESSORATO DELLA DIFESA DELL AMBIENTE. D E C R E T O N 29968/DecA/44 del

ASSESSORATO DELLA DIFESA DELL AMBIENTE. D E C R E T O N 29968/DecA/44 del L Assessore D E C R E T O N 29968/DecA/44 del 23.12.2011 Oggetto: prosecuzione attività venatoria gennaio 2012. Visto Vista Vista Visto lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

Dettagli

A T C R N 2 DISCIPLINARE PER L ESERCIZIO DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA (BRACCATA GIRATA) S.V. 2016/2017

A T C R N 2 DISCIPLINARE PER L ESERCIZIO DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA (BRACCATA GIRATA) S.V. 2016/2017 DISCIPLINARE PER L ESERCIZIO DELLA IN FORMA COLLETTIVA (BRACCATA GIRATA) S.V. 2016/2017 Il presente disciplinare riporta una sintesi di quanto previsto dalle norme e dagli atti vigenti, circa le modalità

Dettagli

(Allegato alla deliberazione n. 08 del 18.03.2010 )

(Allegato alla deliberazione n. 08 del 18.03.2010 ) A.T.C. n. 16 PISTOIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CINGHIALE IN PROVINCIA DI PISTOIA (Allegato alla deliberazione n. 08 del 18.03.2010 ) Art. 1 - (Finalità) 1. Il presente regolamento disciplina la gestione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI

REGOLAMENTO PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI REGOLAMENTO PER IL RECUPERO DEGLI UNGULATI FERITI ART. 1 Principi generali 1. L Ambito Territoriale di Caccia Perugia 2 con il presente Regolamento istituisce il servizio di recupero degli ungulati feriti

Dettagli

DELIBERA DI GIUNTA PROVINCIALE N. 519 DEL 16/12/2003 e successiva modifica Del.G.P. n. 197 del 15/07/2008

DELIBERA DI GIUNTA PROVINCIALE N. 519 DEL 16/12/2003 e successiva modifica Del.G.P. n. 197 del 15/07/2008 DELIBERA DI GIUNTA PROVINCIALE N. 519 DEL 16/12/2003 e successiva modifica Del.G.P. n. 197 del 15/07/2008 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO DI INTERVENTO PER LE AREE NON VOCATE ALLA CACCIA AL CINGHIALE E INDIRIZZI

Dettagli

Ambito Territoriale di Caccia RN1 NORME PER LA GESTIONE FAUNISTICA DEL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA. Regolamento interno

Ambito Territoriale di Caccia RN1 NORME PER LA GESTIONE FAUNISTICA DEL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA. Regolamento interno Ambito Territoriale di Caccia RN1 NORME PER LA GESTIONE FAUNISTICA DEL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA Regolamento interno Ultima revisione : Marzo 2014 1 Finalità Il presente Regolamento recepisce integralmente

Dettagli

D E C R E T O N 15556 /DecA/ 14 dell 11.07.2011 D E C R E T A

D E C R E T O N 15556 /DecA/ 14 dell 11.07.2011 D E C R E T A L Assessore D E C R E T O N 15556 /DecA/ 14 dell 11.07.2011 Oggetto: Calendario venatorio 2011/12. Visto lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; la legge regionale 7/1/1977,

Dettagli

TITOLO I Principi e disposizioni generali. Art. 1 (Finalità)

TITOLO I Principi e disposizioni generali. Art. 1 (Finalità) Regione Abruzzo Indirizzi generali per la gestione delle popolazioni di cinghiale e principi generali per la gestione delle popolazioni di cervo e capriolo TITOLO I Principi e disposizioni generali Art.

Dettagli

DISCIPLINARE PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA S.V. 2014/2015

DISCIPLINARE PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA S.V. 2014/2015 All. 1 alla Delibera del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta n. 309 del 10/10/2014 DISCIPLINARE PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN FORMA COLLETTIVA S.V. 2014/2015

Dettagli

R E G I O N E B A S I L I C A T A

R E G I O N E B A S I L I C A T A R E G I O N E B A S I L I C A T A CALENDARIO VENATORIO REGIONALE 2007-2008 D.P.G.R. n. _168_ IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE VISTO l art. 18 della Legge n. 157 dell 11.02.1992; VISTO l art. 30 della

Dettagli

Regolamento per il controllo della popolazione di cinghiale

Regolamento per il controllo della popolazione di cinghiale Regolamento per il controllo della popolazione di cinghiale Indice: Art. 1 Finalità Art. 2 Organizzazione del controllo Art. 3 Registro del personale abilitato al controllo del cinghiale e conduttori di

Dettagli

PROTOCOLLO OPERATIVO PER L APPLICAZIONE DEL PIANO DI CONTROLLO DEL CINGHIALE (Sus scrofa) IN PROVINCIA DI FIRENZE

PROTOCOLLO OPERATIVO PER L APPLICAZIONE DEL PIANO DI CONTROLLO DEL CINGHIALE (Sus scrofa) IN PROVINCIA DI FIRENZE (Allegato al Piano di Intervento di cui all art. 93, 3 comma Reg. Regionale 34/2002) PROTOCOLLO OPERATIVO PER L APPLICAZIONE DEL PIANO DI CONTROLLO DEL CINGHIALE (Sus scrofa) IN PROVINCIA DI FIRENZE Introduzione

Dettagli

REGIONE TOSCANA. LEGGE REGIONALE 10 giugno 2002, n Bollettino Ufficiale della Regione Toscana - n. 13

REGIONE TOSCANA. LEGGE REGIONALE 10 giugno 2002, n Bollettino Ufficiale della Regione Toscana - n. 13 REGIONE TOSCANA LEGGE REGIONALE 10 giugno 2002, n. 20 19.6.2002 Bollettino Ufficiale della Regione Toscana - n. 13 Modificata con L.R. n. 45 del 20 dicembre 2002 Avviso di rettifica B.U. 5 luglio 2002,

Dettagli

PROVINCIA DI ASCOLI PICENO medaglia d oro al Valor Militare per attività partigiana

PROVINCIA DI ASCOLI PICENO medaglia d oro al Valor Militare per attività partigiana PROVINCIA DI ASCOLI PICENO medaglia d oro al Valor Militare per attività partigiana REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEGLI UNGULATI (CINGHIALI) NELLA PROVINCIA DI ASCOLI PICENO n. 30 Approvato

Dettagli

Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 ed in particolare l art. 18 concernente le specie cacciabili e i periodi di attività venatoria;

Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157 ed in particolare l art. 18 concernente le specie cacciabili e i periodi di attività venatoria; REGIONE PIEMONTE BU17S1 24/04/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 15 aprile 2014, n. 30-7447 Art. 18, legge 11.2.1992, n. 157. Art. 40, comma 2, della l.r. 5/2012. D.G.R. n. 94-3804 del 27.4.2012

Dettagli

CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2002/2003

CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2002/2003 ALLEGATO 1 ALLEGATO A CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2002/2003 Articolo 1. (Caccia programmata). 1. Ai fini della razionale gestione delle risorse faunistiche sull intero territorio della

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 23 del 17/08/2017

Decreto Dirigenziale n. 23 del 17/08/2017 Decreto Dirigenziale n. 23 del 17/08/2017 Direzione Generale 07 Direzione Generale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Oggetto dell'atto: Calendario venatorio 2017/2018 caccia al cinghiale

Dettagli

PROVINCIA DI MASSA-CARRARA SETTORE AGRICOLTURA E FORESTE SERVIZIO CACCIA E PESCA

PROVINCIA DI MASSA-CARRARA SETTORE AGRICOLTURA E FORESTE SERVIZIO CACCIA E PESCA Dec. di Medaglia d oro al V.M. PROVINCIA DI MASSA-CARRARA SETTORE AGRICOLTURA E FORESTE SERVIZIO CACCIA E PESCA DPGR n 13/R del 25/02/2004 modificato ex DPGR n 48/r del 29/07/2005 ed art. 28 comma 3 lett.

Dettagli

COMITATO DI GESTIONE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA - ATC PISTOIA 16

COMITATO DI GESTIONE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA - ATC PISTOIA 16 MODULO DI RICHIESTA PER LA PARTECIPAZIONE AI PIANI DI PRELIEVO DEL CERVO IN QUALITA DI OSPITE Il sottoscritto nato il / / a residente a nel comune di (CAP ) via, n Codice Fiscale dichiara: di essere stato

Dettagli

ATC LUCCA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN BRACCATA

ATC LUCCA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN BRACCATA ATC LUCCA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN BRACCATA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DELLA CACCIA AL CINGHIALE IN BRACCATA Art.1 FINALITA Il

Dettagli

CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2013/2014

CAPO I CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2013/2014 CALENDARIO VENATORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2013/2014. ARTICOLO 34, COMMA 4, LEGGE REGIONALE 1 LUGLIO 1994, N. 29 (NORME REGIONALI PER LA PROTEZIONE DELLA FAUNA OMEOTERMA E PER IL PRELIEVO VENATORIO)

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLE POPOLAZIONI DI CINGHIALE IN PROVINCIA DELLA SPEZIA TESTO COORDINATO

REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLE POPOLAZIONI DI CINGHIALE IN PROVINCIA DELLA SPEZIA TESTO COORDINATO All. A Provincia della Spezia M.O.V.M. per attività partigiana REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DELLE POPOLAZIONI DI CINGHIALE IN PROVINCIA DELLA SPEZIA TESTO COORDINATO Regolamento Provinciale adottato con

Dettagli

CALENDARIO VENATORIO DELLA CITTA METROPOLITANA DI FIRENZE

CALENDARIO VENATORIO DELLA CITTA METROPOLITANA DI FIRENZE Allegato A CALENDARIO VENATORIO 2015-2016 DELLA CITTA METROPOLITANA DI FIRENZE Integrazioni al calendario venatorio regionale per la caccia nel territorio della Città Metropolitana di Firenze nella stagione

Dettagli

XIX CORSO PER CACCIATORI DI SELEZIONE AGLI UNGULATI

XIX CORSO PER CACCIATORI DI SELEZIONE AGLI UNGULATI XIX CORSO PER CACCIATORI DI SELEZIONE AGLI UNGULATI Il corso intende fornire la preparazione necessaria a conseguire l abilitazione di personale addetto ai censimenti di Ungulati ed al loro prelievo selettivo,

Dettagli

Provincia di Brescia Assessorato Caccia e Pesca

Provincia di Brescia Assessorato Caccia e Pesca Provincia di Brescia Assessorato Caccia e Pesca REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL PRELIEVO SELETTIVO DEGLI UNGULATI Approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale N.1 del 30 gennaio 2006 Articolo 1

Dettagli

ATC CN5 Cortemilia CACCIATORI TEMPORANEI - ANNATA VENATORIA 2013/2014 REGOLAMENTO PER LA CACCIA DI SELEZIONE AGLI UNGULATI

ATC CN5 Cortemilia CACCIATORI TEMPORANEI - ANNATA VENATORIA 2013/2014 REGOLAMENTO PER LA CACCIA DI SELEZIONE AGLI UNGULATI ATC CN5 Cortemilia CACCIATORI TEMPORANEI - ANNATA VENATORIA 2013/2014 REGOLAMENTO PER LA CACCIA DI SELEZIONE AGLI UNGULATI Delibera del Comitato di gestione dell ATC CN5 n.25 del 25/6/2013 ai sensi della

Dettagli

Il cacciatore produttore primario:

Il cacciatore produttore primario: Il cacciatore produttore primario: realtà bresciana e composizione del carniere 5 ottobre 2010 a cura di Michela Giacomelli PROVINCIA DI BRESCIA PREMESSA In provincia di Brescia si effettua la caccia agli

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA CACCIA AL CINGHIALE ART. 1 CACCIA A SQUADRE E ZONIZZAZIONE DEL TERRITORIO ASSEGNATO ALLE STESSE.

PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA CACCIA AL CINGHIALE ART. 1 CACCIA A SQUADRE E ZONIZZAZIONE DEL TERRITORIO ASSEGNATO ALLE STESSE. PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA CACCIA AL CINGHIALE ART. 1 CACCIA A SQUADRE E ZONIZZAZIONE DEL TERRITORIO ASSEGNATO ALLE STESSE. 1) Ai fini della caccia al cinghiale, tutto il territorio

Dettagli

CINGHIALE PIANO DI GESTIONE E CALENDARIO VENATORIO NELLE AREE NON VOCATE DELLA REGIONE TOSCANA

CINGHIALE PIANO DI GESTIONE E CALENDARIO VENATORIO NELLE AREE NON VOCATE DELLA REGIONE TOSCANA CINGHIALE PIANO DI GESTIONE E CALENDARIO VENATORIO NELLE AREE NON VOCATE DELLA REGIONE TOSCANA PERIODO 2016-2018 1) Introduzione La Legge Obiettivo Ungulati della Regione Toscana, oltre a porre le basi

Dettagli

BOZZA REGOLAMENTO DI CACCIA AL CINGHIALE ATC CS3

BOZZA REGOLAMENTO DI CACCIA AL CINGHIALE ATC CS3 BOZZA REGOLAMENTO DI CACCIA AL CINGHIALE ATC CS3 Art. 1 (Caratteri generali) 1. Il presente, disciplina la gestione faunistico-venatoria del cinghiale nella Provincia di Cosenza, nel rispetto della normativa

Dettagli