Il qualificato team di RE/MAX InvestireLondra.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il qualificato team di RE/MAX InvestireLondra."

Transcript

1 RE/MAX a Londra parla italiano RE/MAX London è la branch londinese di RE/MAX, un network immobiliare fra i più importanti al mondo. Con una rete di oltre 6,700 uffici e 100,000 agenti attivi in più di 98 Paesi, RE/MAX è, infatti, un vero e proprio gigante dell industria immobiliare internazionale. Da capogiro i numeri relativi al fatturato e ai profitti di questa multinazionale globale del mattone: nel 2013 gli agenti RE/MAX nel mondo hanno concluso 1,4 milioni di transazioni per un valore complessivo di proprietà vendute pari a 215 miliardi di sterline e un volume di commissioni generate superiore a 5,5 miliardi di sterline. RE/MAX ha una consolidata presenza nel Regno Unito, con 3 Regioni operative e 44 uffici distribuiti tra Inghilterra, Scozia e Irlanda, 16 dei quali nella sola Londra. Grazie alla presenza al vertice del Gruppo di un italiano doc come Andrea Frigo, RE/MAX London ha da anni un solido rapporto con la clientela italiana e gestisce moltissimi immobili di proprietà di nostri connazionali tramite un Property Manager italiano qualificato ARLA. Al fine di assistere in modo ancora più completo gli italiani presenti o interessati al mercato immobiliare di Londra, RE/ MAX London ha recentemente creato un vero e proprio Italian Department denominato RE/MAX InvestireLondra, che offre a proprietari, compratori, investitori ed inquilini un servizio integrato in grado di coprire a 360 tutte le esigenze legate alla vendita, acquisto, affitto e gestione di proprietà residenziali nella Capitale. L assistenza fornita da RE/MAX Investire Londra non si limita, infatti, ai servizi di natura immobiliare: grazie alla collaborazione con qualificati professionisti italiani operanti da anni a Londra, RE/ MAX Investire Londra offre assistenza legale in lingua italiana nel processo di conveyancing, consulenza fiscale bilaterale italo- Sito Ufficiale: Il qualificato team di RE/MAX InvestireLondra. britannica, accesso ai servizi di mortgage broker e assistenza nelle transazioni valutarie internazionali. RE/MAX InvestireLondra si caratterizza, dunque, come uno sportello integrato in grado di assistere e consigliare i clienti italiani in tutte le loro esigenze di natura immobiliare, legale, fiscale e finanziaria nell area di Londra. Da sempre gli italiani sono stati uno dei gruppi nazionali più attivi nel mercato immobiliare londinese. Questo fenomeno, storicamente rilevante, ha subito una forte accelerazione negli ultimi anni in coincidenza con la fase più acuta della crisi economica italiana e internazionale ed è particolarmente significativa nella fascia più prestigiosa del mercato. Fra il secondo trimestre 2009 e lo stesso periodo del 2012, gli italiani sono stati il quarto gruppo nazionale di acquirenti di prime location londinesi dopo gli inglesi, i russi e gli indiani, con il 3,5% delle compravendite complessive registrate nel triennio. Anche nel 2103 gli italiani si sono si sono confermati al terzo posto nella classifica dei compratori non britannici di proprietà di lusso a Londra, con 215 acquisizioni e una somma totale investita pari a 433 milioni di sterline. Nel 2014, poi, questa tendenza si è ulteriormente consolidata. Complice anche il calo dell attività degli investitori russi conseguente alla crisi ucraina e alle difficoltà dell economia russa, i nostri connazionali sono balzati al primo posto tra i compratori di prime locations londinesi con il 6% delle vendite totali registrate tra gennaio e agosto RE/MAX InvestireLondra può contare in primo luogo sull esperienza e la vasta conoscenza del mercato immobiliare londinese di Andrea Frigo, titolare tra il 2004 e il 2010 dell Agenzia RE/MAX Central di Westminster e Direttore Regionale di RE/MAX London da gennaio A Frigo si affiancano altri sei professionisti di nazionalità italiana: Giacomo Gatti, Marketing Manager di RE/MAX London; Chiara Ciroldi, Sales Property Finder; Giovanni Feltrinelli, Sales Agent; Valentina Cocini, Lettings Property Finder; Nadine Von Rotz, Lettings Agent; Mattia Muoio, Property Manager qualificato ARLA. RE/MAX Investire Londra è presente all interno del sito di RE/ MAX London (www.remax.co.uk/investirelondra) con una sezione dedicata in italiano e sui principali social network (FB, Twitter e LinkedIn). Per chi vuole rimanere aggiornato sull andamento del mercato immobiliare di Londra e dell economia britannica è poi disponibile una Newsletter in italiano inviata ogni settimana a migliaia di contatti in Italia e nel Regno Unito. Per ricevere la Newsletter e avere maggiori informazioni sui servizi offerti ai clienti italiani dai professionisti di RE/MAX London, si può inviare un all indirizzo: o chiamare in orari d ufficio il numero ********************************************************************************** Graphic Designer:

2 2

3 3 A cura di Isabella Grimaldi de Monterval La rivoluzione della prima colazione Dalla zuppa di latte al caffè al volo, fino alla colazione seduti con yogurt e spremuta, i riti della prima colazione in Italia sono molto cambiati. A ricostruire la storia, e le mutazioni, del primo pasto della giornata nelle case del Belpaese è l Osservatorio Doxa-Aidepi Io Comincio bene, che svela in un dossier aneddoti e curiosità: ogni decennio è segnato anche in campo alimentare da piccole rivoluzioni, che in alcuni casi hanno cambiato le abitudini in meglio. Eccole: Una svolta storica è stata la Prima Guerra Mondiale durante la quale la vita militare ha omologato le abitudini. Ai soldati venivano distribuiti latte, caffè e gallette e cioccolato, ingredienti che sopravviveranno al conflitto, prima che la colazione viri decisamente verso il dolce. In generale nell Italia contadina degli Anni Cinquanta si parlava semplicemente di latte o zuppa di latte, ben lontani quindi dall immaginario odierno della prima colazione. Oltretutto si faceva colazione a metà mattina, dopo ore di lavoro e poi zero carbonella fino a sera. E mentre nei cinema di tutta Italia trionfava Poveri ma belli, il menù della colazione di allora era composto da: pane raffermo, un residuo di polenta, un tocchetto di aringa, una fettina di salame, un pezzetto di formaggio, quel che restava della zuppa o della pastasciutta. Solo i più fortunati mangiavano biscotti. Nella pseudo colazione degli Anni 50 l apporto di nutrienti era in genere piuttosto sbilanciato verso un eccesso di grassi oltre che di carboidrati, ma l elevato dispendio energetico dell epoca non dava ricadute sulla salute, afferma la biologa nutrizionista Valeria del Balzo dell Università La Sapienza di Roma. Gli anni della Dolce Vita coincidono con la nascita della colazione mediterranea così come la intendiamo oggi, che inizia a prendere forma abbattendo le differenze locali che nell Italia contadina facevano del primo pasto della giornata una sagra degli avanzi. Col miracolo economico arrivano croissants, biscotti, burro, fette biscottate, cereali, creme spalmabili, marmellata, miele, frutta, yogurt, fiocchi, merendine. Di questa mutazione diventa simbolo il caffè: se fino agli Anni 50 era considerato un bene di lusso da offrire agli ospiti, dieci anni dopo diventa la bevanda più presente nella tavola degli italiani a colazione. Un po come accade con i biscotti. Negli Anni Sessanta arrivano sulle tavole della prima colazione anche i primi prodotti da forno confezionati. E nel 1964 viene inventata la più celebre crema spalmabile alla nocciola. Anche la marmellata, prima prodotta solamente in casa, comincia a diffondersi come prodotto confezionato legato alla prima colazione, insieme a vari prodotti solubili da mettere nel latte, come l orzo, il caffè e, soprattutto per i per i bambini, il cacao. In questo decennio la colazione si fa dolce. Gli Anni Settanta vedono i primi albori di onda salutista. In generale comincia ad affacciarsi il concetto del leggero. Nella colazione degli italiani fanno la loro comparsa, non a caso, le fette biscottate che prima avevano una diffusione assai limitata - si chiamavano biscotti della salute - e diventano di uso sempre più comune in affiancamento al pane. Inoltre, in questo decennio i biscotti si affermano sempre più come protagonisti della prima colazione, accanto alle merendine e ai croissants confezionati. Anche lo yogurt compare negli Anni 70, all inizio come prodotto di nicchia. A partire dagli Anni Ottanta, nelle nuove generazioni è sempre più presente il desiderio di esplorare nuove frontiere del gusto. Un esempio è la diffusione dei fiocchi di cereali. All inizio furono i cornflakes, poi arrivano prodotti salutistici realizzati con fibre, crusca, avena, e muesli. In questi anni i consumi di prodotti dolci aumentano del 36% e la pubblicità comincia a svolgere un ruolo chiave. I prodotti da colazione della nostra industria alimentare cominciano a essere esportati con successo, insieme al modello di colazione all italiana. Negli Anni Novanta cresce l onda salutista. Soprattutto nella seconda metà comincia ad affiorare una domanda di ingredienti più sani, con conseguente diffusione di prodotti integrali, dai biscotti con basso contenuto di grasso (presenti anche prima ma molto meno diffusi) alle fette biscottate integrali, al pane nero. Alcune aziende di prodotti per la prima colazione decidono, con successo, di puntare proprio sul concetto del meno (grassi, zuccheri) da una parte, e del più (fibre) dall altra. Aumenta il consumo del miele e, contestualmente, diminuisce quello del burro. Si preferisce latte scremato. E oggi come mangiano gli italiani a colazione? La fretta, che caratterizza la vita contemporanea, continua a essere la vera nemica della prima colazione degli anni Duemila. Se è vero che, secondo l indagine dell Osservatorio Aidepi/Doxa, ancora oggi ben 7 milioni di italiani saltano il primo pasto della giornata. Ma chi comincia bene - 35 milioni di italiani - fa invece colazione praticamente tutti i giorni, a casa propria, concedendo il giusto tempo a questo momento (più di un quarto d ora), possibilmente in compagnia di amici o familiari, con un occhio attento ai prodotti salutistici (li consumano il 44% degli italiani), mangiando sempre qualcosa (non solo un caffè) e concedendosi il più spesso possibile anche un po di frutta fresca. Insomma, oggi per molti la colazione è un vero e proprio rito che, a dispetto dei frenetici ritmi di vita a cui ci lasciamo sottoporre, riunisce ogni giorno una famiglia su 3 al completo. Inoltre, 8 volte su 10 figli e genitori mangiano gli stessi prodotti e perfino le stesse marche. La nostra cultura, in fatto di gastronomia, è molto sensibile ai sapori della memoria. Ancora oggi - afferma Marino Niola, dell Università Suor Orsola Benincasa di Napoli - ci aiuta e ci tranquillizza il fatto di ritrovare sulla tavola della prima colazione i sapori della tradizione. Una volta il pane era un elemento fondamentale della colazione, lo è stato storicamente per secoli. Oggi è affiancato da prodotti da forno - fette biscottate, biscotti, cornetti, pancarré - che, come emerge anche dagli ultimi studi sociologici fatti in materia, mantengono un importanza decisiva nel primo pasto della giornata. Saldamente al primo posto troviamo i biscotti, scelti da 6 italiani su 10 (58%), seguiti da pane e/o fette biscottate, con o senza marmellata, miele e creme spalmabili alla nocciola o al cacao (19%). A seguire, più o meno a pari merito (tra il 7% e l 9% dei consensi), 3 gruppi di alimenti: cereali/muesli; merendine/brioches/ cornetti confezionati e yogurt. Tra le bevande cresce il peso del tè (14%), accanto ai più tradizionali latte (35%), caffè (33%) e caffelatte/cappuccino (28%). Si torna a preparare gli ortaggi La spesa degli italiani in ortaggi pronto uso, come spinaci, cicoria, broccoletti, già puliti, lavati tagliati e pronti da cuocere si è ridotta del 21 per cento nel 2014, secondo un indagine Coldiretti, sul cambiamento delle abitudini degli italiani per effetto della crisi, sulla base dei dati Ismea relativi ai primi nove mesi. Una tendenza che riguarda anche le insalate pronte, cosiddette di IV gamma, con una contrazione della spesa del 13 per cento. Si tratta di una netta inversione di tendenza in un settore che - ricorda Coldiretti - è stato in forte crescita nei dieci anni precedenti con una spesa circa 700 milioni di euro per una quantità di oltre 90 milioni di chili all anno. I prodotti più acquistati sono le insalate, le carote e i pomodorini da utilizzare in casa o fuori, ma cominciano anche a diffondersi le vaschette difrutta già tagliata e sbucciata. Il ritorno degli italiani a pulire e a preparare direttamente le verdure, secondo l associazione, è stato favorito dalle esigenze di risparmio. Il calo degli acquisti, anche in questo segmento, spinge al ribasso i consumi di ortofrutta degli italiani, che nel 2014 si sono fermati a 130,6 La Focaccia di Recco diventa IGP È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea il Regolamento con l iscrizione della Indicazione Geografica Protetta «Focaccia di Recco col formaggio» nel registro ufficiale europeo delle DOP e IGP. Salgono così a 268 le denominazioni italiane registrate in ambito comunitario, oltre a due Stg, consolidando il primato che il nostro Paese detiene ormai da anni. La zona di produzione della IGP è rappresentata dall intero territorio ligure del comune di Recco e dei comuni confinanti di Avegno, Sori e Camogli. La «Focaccia di Recco col formaggio IGP» è un prodotto da forno ottenuto dalla lavorazione di un impasto a base di farina di grano tenero, olio extravergine di oliva, acqua, sale, farcito con formaggio fresco a pasta molle. È composta da due sottilissime sfoglie farcite col formaggio. Alla vista si distingue facilmente dalle focacce tipiche della tradizione italiana e ligure in quanto è estremamente sottile e all interno è farcita con uno strato di formaggio fuso. L altra particolarità è rappresentata dal formaggio, dolce con una leggera e gradevole nota acidula e consistenza cremosa. chili a persona, pari a circa 360 grammi al giorno (l Oraganizzazione Mondiale della Sanità consiglia 400 grammi). Gli acquisti familiari di frutta e verdura degli italiani sono crollati di oltre il 20 per cento negli anni della crisi. Si tratta degli effetti della spirale recessiva tra deflazione e consumi, iniziata dal 2007, nonostante la posizione dell Italia come leader europeo nella produzione.

4 4 Incontro ABC Economics Ha riscosso un lusinghiero successo di critica e di pubblico il convegno ABC Economics #economiareale, svoltosi a Londra lo scorso 7 febbraio presso la University of Westminster. All evento, al quale hanno preso parte molti professionisti provenienti dalla City tra cui diversi analisti di Mediobanca Securities hanno relazionato il fondatore di ABC Economics, Stefano Fugazzi (esperto di risk management e normativa bancaria ed autore di A.B.C. Italia ), Daniele Pace (ricercatore indipendente di scuola auritiana ed autore de La Moneta dell Utopia ), Paolo Tintori (responsabile amministrativo in Rete Quinc) e Marco Cattaneo (presidente di CPI Private Equity ed autore della proposta dei Certificati di Credito Fiscale). Molti gli interventi che hanno reso ricco il dibattito soprattutto l interesse mostrato intorno al valore indotto della moneta (Daniele Pace: Considerazioni sulla moneta auritiana. La riserva di valore e circolazione) e all operatività delle monete complementari (Paolo Tintori: Come funzionano le monete complementari) e dei certificati di credito fiscale (Marco Cattaneo: QE, una battaglia inutile: la soluzione è la Moneta Fiscale). Nel corso dell evento, sono state presentate le principali conclusioni di due ricerche curate da ABC Economics sul Misery Index (Stefano Fugazzi: Calcolare lo spread dell eurocrisi con il Misery Index) e le politiche monetarie della Banca Centrale Europea (Stefano Fugazzi: TLTRO e QE, ecco come la BCE ha beffato i mercati sotto elezioni). Tutto lo staff di ABC Economics (http:// abceconomics.com/chisiamo/) ringrazia, tramite le pagine di Londra Sera i tanti amici, partners (News NSP) e sponsors (Luadan Future Trade Ltd e Art-Gourmet Sicily Ltd) per il sostegno ricevuto. Da notare che il prossimo convegno di ABC Economics si terrà a Londra in data 21 marzo e sarà presente, tra gli altri, Maurizio Gustinicchi di Scenari Economici per la presentazione del saggio Piano di rilancio dell economia italiana. Stefano Fugazzi, nel 2004 ha conseguito un Master in Strategic Management presso The Michael Smurfit Graduate School of Business, University College Dublin. Dal 2005 si occupa di normativa di vigilanza bancaria e rischio. Nel 2011 ha frequentato un corso intensivo in News Journalism presso la London School of Journalism. Nel biennio ha collaborato con il portale Investire Oggi. Autore di due saggi, Idee per l Italia del 2013 e A.B.C. Italia del 2014, è il fondatore del portale di analisi e informazione ABC Economics. Daniele Pace è ricercatore indipendente e scrittore. Ha dedicato gli ultimi anni allo studio del tema monetario collaborando con alcune associazioni culturali per la diffusione delle scoperte sulla moneta abbracciando quelle che sono le teorie del prof. Auriti. Autore de La Moneta dell Utopia (2012) e Dialoghi con Auriti. (2014), nel settembre 2013 ha fondato assieme ad altri auritiani storici la Scuola di Studi Giuridici e Monetari Giacinto Auriti, per la diffusione e l insegnamento della proprietà popolare della moneta e il suo valore indotto. Paolo Tintori, con esperienza imprenditoriale nel settore orafo, da oltre 10 anni si occupa di tematiche finanziarie e monetarie, con lo scopo di realizzare concretamente sistemi di transazioni non monetarie per reti di aziende, enti e cittadini, a beneficio dell economia reale locale. Attualmente lavora quale Responsabile Amministrativo in Rete Quinc (www.retequinc.it). Marco Cattaneo, laureato a pieni voti in economia aziendale (Bocconi 1985), ha ricoperto tra il 1985 e il 1994, cariche nell area pianificazione, controllo, finanza aziendale e finanza straordinaria presso il Gruppo Montedison. Dal 1995 gestisco fondi e rappresento primari investitori internazionali in operazioni di private equity. È stato amministratore delegato di LBO Italia ( ). Dal 2008 è presidente di CPI Private Equity. DALL ALTO A SINISTRA IN BASSO IN SENSO ORARIO: Paolo Tintori, Marco Cattaneo, Daniele Pace, Stefano Fugazzi. Un momento del Convegno. Pasquale Padalino, Stefano Fugazzi, Zena Ravella Edgar, Anna Scarselletti, Giulia Carrà e Carlo Signani. Manuela Smania, Stefano Fugazzi, Tiziana Simonetti. La troika: la pausa caffè e biscotti (offerti da Luadan Future Trade Ltd e Art- Gourment Sicily).

5 5 L AVVENTURA INGLESE I Maîtres dell I.M.A.H.R. UK, Carmine Supino e Fraquelli, hanno accompagnato un gruppo di studenti della Scuola Alberghiera e di Ristorazione provenienti da Serramazzoni (Modena), presso alcune delle strutture alberghiere e di ristorazione di maggiore prestigio di Londra. Gli alunni della Scuola di Giuseppe Schipano accompagnati dal Tutor Katia Cavicchioli, hanno avuto la possibilità di fare dei tirocini in alcuni dei migliori ristoranti ed hotels inglesi della capitale. Hanno gustato l ospitalità londinese e sono rimasti così affascinati dalla poliedrica e cosmopolita metropolis da voler ritornare a Londra per future esperienze. Nelle foto gli studenti della Scuola Alberghiera di Serramazzoni in visita all Hilton di Park Lane, l arteria principale che divide Mayfair da Hyde Park. COMPRATO PER 3500, RIVENDUTO PER 5 MILIONI DI DOLLARI Quando la nostra connazionale Maria Carmela Attolico, Contessa Hambleden, portò un quadro da Christie s per metterlo all asta, non si aspettava di possedere un tesoro (la casa d aste londinese l aveva valutato dalle 500 alle sterline). Christie s era riuscito poi a venderlo per la massima cifra di sterline. Ma il compratore, pochi mesi dopo l ha portato da Sotheby s di New York, riuscendo a rivenderlo per l astronomica cifra di 5 milioni di dollari, dopo che fosse stato identificato dalla casa d aste newyorkese come opera del grande artista britannico John Constable ( ). Il dipinto, ritoccato in diversi punti nel XIX secolo, rappresenta uno studio dal titolo Salisbury Cathedral from the Meadow del 1831, il cui originale appartiene alla Tate Gallery di Londra. Anna Lyles, esperta della Tate Britain, ha confermato l attribuzione a Constable, affermando che si tratta di un opera considerata perduta. Nelle foto Lady Hambleden fotografata davanti la sua casa, ed il quadro in questione.

6 6 Bando per traduzione e divulgazione del libro italiano Il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale ha indetto il Bando 2015 per la richiesta di contributi e premi per la divulgazione del libro italiano e per la traduzione di opere letterarie e scientifiche, nonché per la produzione, il doppiaggio e la sottotitolatura di cortometraggi e lungometraggi e di serie televisive destinati ai mezzi di comunicazione di massa. Il Maeci evidenzia che nell ambito della promozione della lingua e della cultura italiana all estero gli incentivi alla traduzione, e al doppiaggio/sottotitolatura, sono uno strumento strategico. Ad oggi, la Farnesina eroga due tipi di incentivi: Premio, incentivo a un opera italiana già diffusa all estero; Contributo, incentivo alla futura traduzione e diffusione di un opera italiana all estero. Nel 2014 sono stati assegnati 152 incentivi, tra premi e contributi. Nel 2013 erano stati 100, nel 2012, 31. Le candidature vanno presentate annualmente, come da Bando, alle Ambasciate e agli Istituti Italiani di cultura. La scadenza è il 31 marzo. Gli interessati sono invitati dalla Farnesina anche a visionare il Bando per i Premi alla Traduzione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali: mae/resource/doc/2015/02/bando_2015_ contributi_e_premi.pdf. La scadenza è l ultimo giorno lavorativo del mese di febbraio. Per informazioni: contattare gli Istituti di Cultura oppure le Ambasciate italiane all estero. Conferenza Stato Regioni Si è tenuta a Roma la riunione della Conferenza Stato Regioni, presso la sede della Conferenza delle Regioni (Via Parigi, 11). Nell ambito della Conferenza si è anche riunito anche il Coordinamento delle Consulte Regionali per gli Italiani nel Mondo. All incontro sono stati invitati il direttore dell Agenzia ICE, Roberto Luongo e i dirigenti del Ministero dello Sviluppo Economico: Giuseppe Tripoli; Fiorella Mannoia, portavoce del Ministro Federica Guidi; Pietro Celi e la dott.ssa Sanfilippo, per la presentazione delle iniziative che stanno curando per l EXPO di Milano. Un secondo momento è stato dedicato alle iniziative messe in campo dal coordinamento delle Consulte regionali per gli Italiani nel mondo in collaborazione con la Società EXPO e, a tal fine è intervenuta all incontro anche Silvia Bartolini, responsabile di tale coordinamento interregionale. Alla riunione erano presenti anche alcuni responsabili del Progetto EXPO e Territori della Presidenza del Consiglio. Museo della Emigrazione del Castello di Lagopesole È prevista per il prossimo 22 maggio, in concomitanza con la Giornata dei Lucani nel Mondo, l inaugurazione del Museo dell Emigrazione che sarà realizzato nel Castello di Lagopesole di Avigliano (Potenza) e le cui attività saranno coordinate dal Centro dei Lucani nel mondo Nino Calice. Si è svolta la presentazione ufficiale nel corso di una conferenza stampa presso l Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale della Basilicata. All incontro con i giornalisti il presidente del Consiglio Regionale Pietro Lacorazza, il presidente della CRLE Nicola Benedetto, il vicepresidente Francesco Mollica, il sindaco di Avigliano Vito Summa. Intervenuto anche il coordinatore del nuovo Comitato Tecnico Scientifico del Centro Nino Calice Luigi Scaglione, che ha evidenziato che la realizzazione del Museo dell emigrazione nel Castello di Lagopesole si colloca nelle nuove politiche a favore dei lucani nel mondo, a testimonianza del forte legame tra le comunità lucane emigrate ed i loro parenti. Grande ha sottolineato Scaglione - la sollecitazione venuta dalle nuove generazioni per la creazione di una simile struttura che ha bisogno di essere viva, anche in virtù delle azioni politiche che si andranno a concretizzare e degli interventi specifici a favore dei lucani nel mondo, al di là del normale e ovvio contributo. Fondamentali, dunque, le azioni che il Consiglio regionale metterà in campo per attuare la nuova legge sulla Commissione, di recente approvazione, con politiche di accoglienza della nuova emigrazione e di rimembranze preziose relative alla emigrazione dell Ottocento e Novecento. Una grande opportunità da non perdere ha aggiunto - e, con l aggregazione ai tanti flussi di emigrati che verranno a visitare Expo 2015, in omaggio ad una storia che non può essere dimenticata, ma che va raccontata. Una raccolta continua e capillare di documenti e testimonianze per l arricchimento continuo del Museo, una raccolta materiale, ma intrisa di quella sensibilità che il popolo lucano è in grado di esternare. Scaglione ha concluso con un ringraziamento al mio predecessore e per tanti versi, mentore dell iniziativa, Pietro Simonetti. Il presidente della CRLE Benedetto ha espresso la sua soddisfazione per un intervento che deve diventare uno strumento fondamentale per il turismo di ritorno, non solo in occasione di Expo 2015, ma che deve dare un impulso forte per la ripresa della regione, abbandonando le vesti fredde di cui, troppo spesso, sono avvolte strutture del genere. I fondi stanziati finora, non sono certamente esaustivi, ma rispecchiano la volontà della Istituzione di voler armonizzare il patrimonio culturale di cui la Basilicata è ricca con la contemporanea valorizzazione del territorio. Puntare sul turismo culturale sotto l occhio vigile dei connazionali, incentivando le associazioni dei giovani, sfruttandone la loro freschezza di idee, il tutto nell ottica dell entusiasmo ora all apice per Matera capitale europea della cultura Il sindaco di Avigliano Summa ha sottolineato che si è in presenza di un contenitore che va riempito. Con l iniziativa in atto ha detto si rafforza questo contenitore che finora rappresentava, sia pure nel suo inestimabile valore, solo un monumento. Una gestione innovativa per rendere il Museo un vero attrattore, incrementando ogni sua connessione con l intero mondo di Federico. Un momento identitario ha concluso Summa da rendere accessibile in ogni stagione attraverso una sfida assolutamente innovativa di cura e con la gestione di quanto preziosamente custodito e da esportare senza soluzione di continuità all esterno. Il vice presidente della CRLE Mollica, nell illustrare le novità non solo normative, della nuova legge con le ultime modifiche alla 16/99, essenzialmente legate allo snellimento del funzionamento ed allo svecchiamento per renderla più consona alla tempistica delle azioni da intraprendere anche con la presenza del Comitato, ha sottolineato il legame imprescindibile che il Museo dovrà avere con tutte le altre iniziative in cantiere. Deve essere in continua sinergia ha specificato Mollica con quanto deciso dalla Commissione, dal Consiglio Regionale, in continuo raccordo con il territorio. Gli attrattori da soli non funzionano, di qui l esigenza della condivisione costante, ponendo a regime una rete solida di valorizzazione e di promozione di tutto quanto la Basilicata ha espresso e continua ad esprimere. Fondamentali ha spiegato - le nuove tecnologie adottate per la messa in opera della struttura, tecnologie che rendono il progetto legato strettamente alla emigrazione attuale, fatta, essenzialmente di imprenditori e giovani laureati. Rinnovare il meccanismo delle Associazioni dei lucani nel mondo con questo nuovo strumento che risponde alle esigenze ed alle volontà tutte allineate nella finalità dell offerta di qualità basata una storia ricca di tradizione, ma anche di enormi capacità per il futuro. Il presidente del Consiglio Regionale Lacorazza, nel concludere l incontro ha fatto una prima considerazione: non si tratta di un manufatto. Il Museo ha rimarcato - è il simbolo tangibile di una grande storia della memoria collettiva dei lucani che devono aprire le proprie case, i propri armadi, i loro cassetti, le loro antichità che nascondono grandi tesori. Il senso di un museo non è quello di mummificare una identità, bensì di trasmetterla con il coinvolgimento delle nuove generazioni lungo il percorso intrapreso. È importante ha proseguito - mantenere la data del 22 maggio per l inaugurazione, dal momento che due giorni dopo il 24 maggio 1914 vi fu l annuncio dell ingresso dell Italia nella Grande guerra. Avviare, in tal modo, un percorso misto, guardando l emigrazione anche attraverso il conflitto bellico. Un lavoro di stimolo, dunque, dando al Museo alcune particolarità che lo rendano unico con l aggiunta di un idea in più che può essere la storia dell emigrazione anche attraverso la musica o altri fenomeni e avvenimenti pregnanti dell epoca. Un forte contributo operativo per una strategia più larga che riguarda l Istituzione nella sua capacità di innovarsi, le radici dell emigrazione quale idea di libertà e il futuro, pensando a Matera 2019, e non solo. La capacità delle Istituzioni di far fare a Cristo un altro passo avanti, oltre Eboli, ha concluso Lacorazza. Premio Lucani Insigniti 2015 È stato pubblicato sul sito del Consiglio Regionale della Basilicata, l avviso pubblico per il Premio «Lucani Insigni 2015», che la Regione conferisce a otto personalità lucane e straniere, residenti in Italia o all estero, che si sono distinte «per meriti raggiunti in campo sociale, scientifico, artistico e letterario e a personalità impegnate nella diffusione e nella conoscenza dell identità lucana». Le candidature per i meriti raggiunti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario, possono essere presentate da Enti e Organismi pubblici, Associazioni culturali italiane ed estere, Associazioni e Federazioni dei Lucani nel Mondo e dai consiglieri regionali. Le domande, corredate da un dettagliato curriculum della personalità designata, dovranno es-

7 7 sere presentate entro il 28 febbraio 2015 all Ufficio Politiche per la Rappresentanza e Partecipazione del Consiglio regionale o inviate per posta (Ufficio Politiche per la Rappresentanza e Partecipazione Commissione regionale dei Lucani nel Mondo Via V. Verrastro n. 6, Potenza). Secondo il Bando: Il Consiglio regionale della Basilicata può conferire 8 premi a personalità lucane e straniere, residenti in Italia o all estero, che si sono distinte per meriti raggiunti in campo sociale, scientifico, artistico e letterario e a personalità impegnate nella diffusione e nella conoscenza dell identità lucana. A ciascun premiato sarà consegnata un opera di pregio di un autore lucano, stabilita con delibera dell Ufficio di Presidenza. Le candidature per i meriti raggiunti in campo sociale, scientifico, artistico e letterario, corredate di un curriculum vitae in formato europeo e di curriculum professionale dettagliato, possono essere presentate da Enti e Organismi pubblici, Associazioni culturali italiane ed estere, Associazioni e Federazioni dei Lucani nel Mondo, dai Consiglieri regionali. Le candidature per la diffusione e la conoscenza dell identità lucana, corredate di un curriculum vitae in formato europeo e di curriculum professionale dettagliato, possono essere presentate da Enti e Organismi pubblici, Associazioni culturali italiane ed estere, Associazioni e Federazioni dei Lucani nel Mondo, dai Consiglieri regionali, dalle case editrici, dai critici d arte e dagli autori. Pubblicata una raccolta degli atti CGIE A pochi mesi dalle elezioni per il rinnovo dei Comites, il CGIE (Consiglio Generale degli Italiani all Estero) pubblica una raccolta in due volumi che ripercorre la propria storia, dall istituzione ufficiale sino agli sviluppi più recenti. Il primo dei due testi che compongono l opera, Atti e documenti sull attività del Consiglio, è una rassegna degli atti e dei documenti più significativi dell attività del Consiglio, dalla sua nascita, dalla seconda Conferenza Nazionale dell Emigrazione del 1988 sino agli Stati Generali della Lingua Italiana nel Mondo dell ottobre scorso. Il secondo volume, La normativa, raccoglie la parte normativa riguardante il CGIE e i Comites e si sviluppa partendo dalle promulgazioni che ufficialmente istituiscono i due organismi e ne regolamentano le competenze sino ad arrivare agli ultimi testi normativi. Questa pubblicazione (disponibile scaricando il Pdf) si inserisce nel più ampio programma di informazione, comunicazione e rinnovamento che il CGIE sta realizzando negli ultimi mesi, e va ad accrescere un robusto numero di iniziative già concretizzate (l ampliamento del sito web, l attivazione di un apposito canale YouTube, la creazione di una applicazione per ipad e iphone etc). Sempre più italiani a Berlino L emigrazione italiana a Berlino, come e più che nel resto della Germania, ha subito una forte accelerazione negli ultimi quattro anni. Berlino ha beneficiato della propria posizione di capitale di una Germania unificata e di altri fattori che, con ritardo rispetto ad altre città tedesche, hanno attratto una crescente immigrazione sia di comunità estere sia, fatto chiave, di nuovi residenti di cittadinanza tedesca. Ad analizzare i dati è l Osservatorio Italiani a Berlino, blog dedicato allo studio della comunità italiana a Berlino e in generale delle nuove forme di migrazione, curato dal sociologo Federico Quadrelli, con l economista PierAntonio Rumignani e il filosofo Tullio Viola. Dopo avere prevalentemente dedicato negli interventi precedenti la nostra attenzione al quadro generale dell emigrazione italiana in Germania, passiamo ad analizzare brevemente la sua evoluzione a Berlino. Come detto in altra sede, la popolazione italiana nella capitale tedesca sarà l argomento centrale del nostro blog. I dati dell Ufficio statistico di Berlino-Brandeburgo mostrano appieno l accelerazione dell emigrazione italiana degli scorsi quattro anni, superiore a quella mostrata nella metà degli anni novanta, anch essi caratterizzati da un andamento insoddisfacente dell economia del nostro paese. L utilizzo dei dati dell Ufficio statistico di Berlino e Brandeburgo è preferibile rispetto a quelli dell Ufficio centrale tedesco di statistica (Destatis) poiché questi ultimi non tengono conto, per ragioni tecniche altrove specificate, delle registrazioni degli ultimi anni se non provenienti da fonti diverse da quelle dell Ufficio statistico berlinese. La dinamica della popolazione di cittadinanza italiana a Berlino, che ha portato il suo numero a superare le 22mila unità alla fine del 2013, si è rivelata maggiore sia della popolazione residente totale sia di quella di cittadinanza non tedesca. La quota dei residenti italiani su tutta la popolazione straniera ha raggiunto alla fine del 2013 un massimo del 4,2%, raddoppiando quasi il valore dell inizio degli anni novanta, e dello 0,7% sul totale della popolazione residente, più del doppio del valore nel Anche negli anni precedenti al 2010 la quota degli italiani residenti a Berlino aveva mostrato un aumento, anche se più debole, a causa della sostanziale stagnazione sia della popolazione di cittadinanza tedesca sia di quella straniera. È interessante notare che la dinamica della popolazione di cittadinanza italiana sia tra le maggiori a Berlino e inferiore solo a quella di paesi dell est europeo quali la Romania e la Bulgaria o della Spagna. Non è sorprendente constatare che questi paesi siano tra i più colpiti dalla recente crisi economica che può essere anche essere considerata responsabile della forte accelerazione della crescita media degli stranieri residenti che passa dallo 0,5% annuo nel periodo al 5,6% nei tre anni seguenti. Come nei dati della statistica nazionale la comunità turca si muove in controtendenza mostrando una diminuzione da 127mila residenti nel 2000 a 100mila nel 2013, in parte imitata da quella dei paesi dell ex-jugoslavia. Anche a Berlino la riduzione della popolazione turca deve essere vista tenendo conto dell alto numero delle naturalizzazioni che sono ammontate nel periodo a persone, rappresentando ben il 28% di tutte le naturalizzazioni della capitale. È importante inquadrare l evoluzione demografica berlinese nell ambito più vasto dei movimenti migratori in Germania. Pur tenendo conto della correzione negativa per una sovrastima apportata in seguito ai risultati del censo del 2011, si può dire sulla base dei dati di Destatis che la popolazione di cittadinanza tedesca abbia subito dagli anni novanta una quasi costante riduzione annua di 100mila unità circa, mentre gli stranieri, dopo un periodo di lieve diminuzione a partire dal 1995 pari in media a circa 20mila unità all anno, hanno ripreso a crescere fortemente negli anni successivi al 2011 al ritmo annuo di circa 300mila unità. È utile qui ricordare come la crescita dell economia tedesca abbia mostrato un andamento sostanzialmente debole negli anni novanta fino alla metà del decennio scorso. La popolazione delle maggiori città tedesche ha invece segnato nel periodo di osservazione un aumento dei residenti sia di cittadinanza tedesca sia di quella LA RICETTA DELLA SETTIMANA LA RICETTA DELLA SETTIMANA Fusilli alla Salsiccia straniera con l eccezione delle città del bacino della Ruhr (Essen e Dortmund) che hanno mostrato nel periodo una flessione continuando a risentire della conversione industriale conseguente alla crisi dell industria pesante. Particolarmente dinamica è stata l evoluzione della popolazione di Monaco grazie a un andamento dell econopmia particolarmente favorevole, seguita per ragioni analoghe da quelle di Stoccarda e Francoforte. Non è un caso che in tutte e tre le città, situate nel meridione della Germania, si sia assistito anche a un consistente aumento dei residenti di cittadinanza tedesca attratti dalle occasioni di lavoro e di vita nel caso di Francoforte e Stoccarda anche più forte dell aumento dei residenti stranieri, contrariamente all andamento globale nel paese. Il caso di Berlino si differenzia dagli altri poiché la sua crescita è riconducibile a fattori sostanzialmente diversi rispetto a quelli di cui ha prevalentemente beneficiato il meridione della Germania. Tali fattori possono essere identificati con l essere divenuta la capitale della Germania unificata e con un ritorno di crescita tardivo rispetto alle città del meridione perché indotto, in assenza di un forte tessuto industriale, da attività del settore terziario, dell edilizia questa in parte sostenuta dalla forte spesa della mano pubblica e dalla vitalità crescente di iniziative nel settore delle piccole imprese. Occorre ricordare qui come la città abbia fortemente sofferto durante tutto il periodo della divisione tedesca. Solo forti incentivi fiscali e altri aiuti avevano artificialmente tenuto in vita Berlino Ovest mentre la parte orientale subiva tutte le conseguenze dell irreparabile declino economico della Repubblica Democratica. Berlino perse abitanti di cittadinanza tedesca fino alla metà del decennio scorso. Soprattutto nel periodo iniziale dopo l unificazione tale perdita di abitanti fu particolarmente forte e crescente fino al 1997 a mano a mano che le numerose e corpose facilitazioni fiscali venivano progressivamente abolite. Solo a partire dal 2006 il saldo divenne positivo con un massimo nel 2010 superiore alle 14mila persone. Ingredienti: 400 gr di farina; 4 uova; 400 gr di salsiccia; 400 gr di pomodori; olio extravergine d oliva; ricotta salata grattugiata; peproncino; sale. Esecuzione: Preparare una farina di farina.mettervi sopra le uova sbattute, un pizzico di sale ed un cucchiaio d olio. Impastare e far riposare l impasto ottenuto per mezz ora. Formare dei cilindri di una ventina di centimetri. Con un filo da maglia formare dei fusilli rotolando la pasta, e facendo attenzione che restino bucati al centro. Preparare una salsa con la salsiccia e il pomodoro. Far cuocere i fusilli e condirli con la salsa. Mettere la pasta nei piatti di portata ed aggiungere il peperoncino tritato e la ricotta salata.

8 8 L aeropittura di Tato decolla a Roma Personaggio chiave del nostro futurismo e fondatore dell aeropittura, Guglielmo Sansoni (Bologna, Roma, 1974), che nel 1920 organizzò un finto funerale per morire come Guglielmo Sansoni e rinascere come Tato, viene raccontato, fino al 28 febbraio, da un ampia antologica allestita nella romana Galleria Russo (via Alibert, 20) sotto il titolo TATO - 60 opere del maestro dell Aeropittura, a cura di Salvatore Ventura. Le opere esposte, che coprono oltre trent anni di produzione artistica del pittore bolognese, descrivono la particolare predisposizione di Tato per la visione aerea e realistica del mondo e la sua ricerca, come spiega Ventura nel suo testo critico, di una pittura «che spezzi gli schemi tradizionali della triplice dimensione: che dia il segno della libertà negli spazi, e permetta di fondere insieme la linea rigida di un longarone d ala con il carosello multicolore di un paesaggio sottostante: che sappia intersecare aria, terra, mare in una infinita varietà di piani compenetranti; che frantumi, polverizzi, evapori, in un arcobaleno di sensazioni velocissime, la IN QUESTA PAGINA DALL ALTO VERSO IL BASSO: Stormo, 1931 Aeropittura, Anni Trenta del Novecento PAGINA AL LATO DALL ALTO AL BASSO IN SENSO ORARIO: Folgore alata, 1930 Fiat CR32 in acrobazia - Sorvolando un officina, 1932 Rovesciata, 1928 Me ne frego e vado in su, 1933 Coppa Scheider a Venezia, 1927 Lancio con il paracadute (Sensazioni di volo), 1931 (particolare) Sorvolando in spirale il Colosseo, 1930 (dettaglio)

9 pigra tavolozza dei colori tradizionali, sino a darci uno spettro visivo del paesaggio in volo, rispondente alle nuove esperienze umane, create da un venticinquennio di attività aviatoria». Fra i dipinti presenti nell allestimento vi sono alcune opere di grande importanza storica: Sorvolando in spirale il Colosseo, già esposto alla recente mostra dedicata al Futurismo al Guggenheim Museum di New York; Lancio con il paracadute (Sensazioni di volo), esposto alla prima mostra dell aeropittura del 1931; la rara Natura morta del 1921, firmata con lo pseudonimo Olga Mazzieri; la serie delle Aeropitture di guerra realizzate alla metà degli Anni Trenta e, a testimonianza un importante tappa raggiunta dall aviazione italiana, la tempera su carta kraft Idrovelocità (Folgore rossa pilotata da De Bernardi che ha superato per la prima volta nel 1928 i 500 km/h). 9

10 10 10

11 11

12 12 FOTOGIORNALE Aumenta la fiducia nell Unione Europea Pubblicati i risultati dell ultimo sondaggio Eurobarometro standard. Il sondaggio Eurobarometro standard dell autunno scorso è il primo sondaggio d opinione effettuato a livello di UE da quando, il 1 novembre scorso, la Commissione Juncker ha assunto le sue funzioni. Il sondaggio è stato realizzato attraverso colloqui individuali ( faccia a faccia ) svoltisi tra l 8 e il 17 novembre In totale sono state intervistate persone negli Stati membri dell Unione Europea e nei Paesi candidati. La Rappresentanza in Italia della Commissione Europea evidenzia che i nuovi risultati mostrano il miglioramento di alcuni indicatori chiave. Aumenta il numero dei cittadini che hanno un immagine positiva dell Unione europea e fiducia in essa. Si registra anche un considerevole sostegno della pubblica opinione per quanto riguarda i settori di intervento delineati negli Orientamenti politici della Commissione. Il numero di europei che dichiarano di avere un immagine positiva dell UE è passato dal 35% dello scorso giugno al 39% dello scorso novembre. Il 37% ha un immagine neutra e il 22% un immagine negativa (quest ultimo gruppo rappresentava lo scorso giugno il 25% degli intervistati). Inoltre, anche il numero degli europei che dichiarano di avere fiducia nell Unione europea è salito al 37% (con un aumento di 6 punti percentuali rispetto al precedente sondaggio, condotto immediatamente dopo le elezioni per il Parlamento europeo). È leggermente aumentato anche il livello medio di fiducia nei governi nazionali, attestatosi al 29% (+2 punti percentuali). Il numero di coloro che ritengono che la loro voce conti nell UE (40%) è diminuito (-2%) dopo aver raggiunto il livello massimo degli ultimi 10 anni all indomani delle elezioni europee del maggio Per quanto riguarda l economia, le aspettative degli europei si attestano grosso modo al livello del rilevamento precedente, con più di un europeo su cinque (22%, -1%) che si dichiara ottimista circa i prossimi dodici mesi, mentre il 45% ritiene che la situazione rimarrà invariata. Ciò significa che più di sei europei su dieci pensano che la situazione non sia destinata a peggiorare. Il numero di europei che ritiene che l impatto della crisi sull occupazione abbia già toccato il suo apice (44%, -2%) è leggermente inferiore a quello di coloro che pensano che il peggio debba ancora venire (46%, +2%). I giudizi positivi sull euro sono stabili (56% nell UE, 67% nella zona euro). Il gradimento della moneta unica è aumentato in 18 Stati membri, in misura maggiore in Lituania (63%, +13%), paese che entrerà a far parte della zona euro il 1 gennaio 2015, e Lettonia (74%, +6%). Per quanto concerne le principali preoccupazioni dei cittadini, l immigrazione continua a salire nella graduatoria delle questioni più frequentemente menzionate sia a livello nazionale che dell UE. Attualmente questo tema occupa a livello di UE il quarto posto tra quelli maggiormente citati (24%, +3%) e il terzo a livello nazionale (18%, +3%). Nel caso di Malta, del Regno Unito e della Germania si colloca addirittura al primo posto. Il sondaggio Eurobarometro evidenzia anche sottolinea la Rappresentanza in Italia - il notevole apprezzamento dei cittadini per le priorità individuate dalla Commissione Juncker. Relativamente agli investimenti nell UE, oltre il 60% dei cittadini europei concorda sul fatto che il denaro pubblico dovrebbe essere utilizzato per stimolare gli investimenti del settore privato a livello dell UE. In materia di energia, il 73% degli europei si dichiara favorevole a una politica energetica comune tra gli Stati membri dell UE. Riguardo al mercato unico (la libera circolazione delle persone, delle merci e dei servizi all interno dell UE), la maggior parte degli europei (52%) ritiene che esso costituisca uno dei risultati più positivi dell UE, dopo la pace tra gli Stati membri (56%). Per quanto concerne la questione della migrazione, il 71% degli europei è a favore di una politica europea comune in materia. La maggior parte degli europei (52%) ha un atteggiamento positivo rispetto all immigrazione di cittadini di altri Stati membri dell UE. I cittadini rimangono infine ottimisti sul futuro dell UE. Il 56% (valore immutato) degli europei si dice ottimista, mentre il 37% (-1%) si dichiara pessimista. 8 su 10 italiani sognatori con la valigia Otto italiani su dieci si trasferirebbero per il lavoro dei propri sogni, secondo quanto emerge da un indagine della Kelly Services, condotta in 31 Paesi su 230mila persone, di cui circa quattromila in Italia. Quasi la metà degli italiani, il 49%, lavorerebbe volentieri in un Paese europeo, ma tra le mete più gettonate c è anche l America del Nord. Dallo studio emerge poi che in Italia il 58% degli intervistati sarebbe disposto a sacrificare anche un aumento di stipendio per acquisire nuove competenze. Migliorare l equilibrio tra il lavoro e la vita privata è un altro elemento importante per i lavoratori. Per raggiungere questo obiettivo la metà degli italiani sacrificherebbe parte della propria busta paga. La ricerca individua, infine, l ambiente di lavoro ideale per i dipendenti che vorrebbero operare con nuove tecnologie e strumenti di ultima generazione. «I lavoratori non considerano più lo stipendio l elemento principale nella scelta di un nuovo lavoro - sottolinea Stefano Giorgetti, amministratore delegato e vice presidente di Kelly Services Italia -. I dati evidenziano, infatti, che un ambiente collaborativo, una maggiore flessibilità, l accesso a tecnologie all avanguardia e una cultura dell innovazione sono elementi-chiave, che influiscono sull attrazione e sulla capacità di trattenere talenti.

13 13 FOTOGIORNALE Braccialetti conta-calorie spesso inaffidabili Sono l ultima moda per chi ama la palestra o fa sport. Ma i braccialetti che monitorano le calorie e i passi durante l arco della giornata e mentre ci si dedica all arrività Lo spot della 500X non piace a tutti Una pubblicità pacchiana quella della 500X, che punta sul solito espediente del sesso. Ci chiediamo: ma perché non si è riusciti a trovare un messaggio un po più originale? È un problema di creativi a corto di idee?». È l opinione del presidente dell Associazione di Telespettatori Cattolici AIART, Luca Borgomeo, a proposito dello spot che mette in relazione le misure maggiorate della 500X con la nota pillola blu, diffuso aiutino per le prestazioni maschili. «Le pubblicità delle auto sono sempre state famose per l innovazione, per le scenografie e gli effetti scenici. Insomma, ci fanno sognare. Qui invece ci sembra che siamo di fronte a una piccola commedia all italiana, per noi, di modesto livello - aggiunge Borgomeo -. Evidentemente Marchionne non vuole contraddire i vecchi stereotipi sugli italiani». fisica, non sempre rilevano i dati in maniera corretta. Alcuni modelli, infatti, tenderebbero a sovrastimare le calorie bruciate, con esiti controproducenti per chi li ha acquistati per L erosione del proprio potere d acquisto è ormai un dato di fatto per 7 italiani su 10 (71,5%) che hanno visto nell ultimo anno diminuire nettamente o in parte la capacità di affrontare le spese con le proprie entrate, secondo l Eurispes. A mutare non sono solo i modelli di consumo che si esprimono con la contrazione degli acquisti indirizzati al superfluo (tempo libero, pasti fuori casa, parrucchiere, estetista, ecc.), ma anche i modelli di acquisto (e-commerce e mercato dell usato) - continua l Eurispes -. Ci si rivolge più spesso a punti vendita economici come grandi magazzini, mercatini, (lo fa l 84,5% contro il 75,3% dello scorso anno) e si rimandando gli acquisti ai saldi (l 88,2% vs l 82,9%). L 81,7% cambia marca di un prodotto alimentare se più conveniente (+5,8). È aumentata di ben 13 avere un quadro chiaro della situazione nella sfida ai chili di troppo. A rivelarlo è un indagine realizzata dal Daily Mail insieme all University of Bath (GB) che ha testato sul campo i dispositivi da polso. Gli esperti stimano che entro il 2018 il mercato di questi prodotti arriverà a 130 milioni di pezzi venduti. Un recente studio dell Iowa State University (USA) ha rivelato che alcuni braccialetti potrebbero sovrastimare del 40% le calorie bruciate. Ogni dispositivo ha un margine di errore - spiega Dylan Thompson, docente di medicina dello sport punti la percentuale di chi si è rivolto ai discount stores (70,9%) per la spesa alimentare. I tagli si riflettono anche sugli articoli tecnologici, l 80,1% (+8,5), quelle per la benzina, con un maggiore utilizzo dei mezzi pubblici (41,6%), quelle dedicate agli animali domestici (49,5%), per la bambinaia (53,5%) e per i collaboratori domestici (60,8%). Il 44,2% dei consumatori fa sempre più riferimento al mercato dell usato (+18,3%), il 48,8% (+4,8) ha dichiarato di aver effettuato acquisti online per ottenere sconti e aderire ad offerte speciali. Il dato sui tagli sulle spese mediche(32,3%) va di pari passo con l aumento delle rateizzazioni per coprire i costi per curarsi (46,7%, +24,3%). «La fotografia scattata dall Eurispes ci mostra chiaramente un Italia sempre più allo all Università di Bath, che ha testato i braccialetti con una macchina che misura la calorimetria - alcuni però si sono dimostrati meno attendibili di altri. I risultati hanno evidenziato le difficoltà che alcuni prodotti hanno nel registrare le calorie consumate quando si facevano determinati sport, ad esempio quando si andava in bicicletta, ma anche quando semplicemente si usava la tastiera del computer. In quest ultimo caso - avvertono gli autori dell indagine - è possibile che il numero di calorie venga sovrastimato perché il braccialetto pensa che al movimento delle mani che battono sulla tastiera corrisponda anche un certo tipo di attività del corpo. Ma non è così - concludono - e le persone potrebbero pensare, a fine giornata, di aver bruciato più energia di quello che in realtà è avvenuto. Disastrosa erosione del potere di acquisto stremo, dove centinaia di migliaia di famiglie hanno visto ridotto il proprio benessere e fanno sempre più fatica ad andare avanti - ha commentato il Codacons -. La catena di dati negativi è impressionante: quasi la metà degli italiani (il 47%) non riesce ad arrivare a fine mese con le proprie entrate. Il 71,5% ha subito una riduzione del proprio potere d acquisto e addirittura il 46,7% della popolazione è costretto a ricorrere alle rate per potersi curare e pagare le spese mediche. Sono dati vergognosi per un paese civile - accusa il Codacons - che dimostrano come il 2014 sia stato l annus horribilis per le famiglie italiane, e come la classe politica non solo non sia stata capace di sostenere i cittadini, ma addirittura si sia resa complice del grave e progressivo impoverimento del paese.

14 14

15 15

16

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

Il fare impresa dei migranti in Italia

Il fare impresa dei migranti in Italia Il fare impresa dei migranti in Italia Natale Forlani direttore generale immigrazione ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali L Italia è stata per quasi un secolo e mezzo un Paese a forte emigrazione.

Dettagli

L OSSERVATORIO. 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA

L OSSERVATORIO. 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA L OSSERVATORIO 14 Aprile 2014 CATEGORIA: SOCIETA EFFICACIA DELLA LAUREA LAUREATI, DISOCCUPATI E SCORAGGIATI 14 Aprile 2014 Nella prima metà degli anni Cinquanta, per le strade circolavano poco più di 400mila

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività Un progetto per premiare con 100.000 euro la start-up italiana più innovativa, un percorso

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

- comunicato stampa -

- comunicato stampa - - comunicato stampa - SPESA PUBBLICA E FEDERALISMO : L ITALIA SPRECA 26 MILIARDI DI EURO Il presidente Tessari: Gli enti periferici gestiscono il 37% della spesa pubblica complessiva col 42% del personale,

Dettagli

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

Flussi di cittadini nella UE

Flussi di cittadini nella UE Flussi di cittadini nella UE Immigrazione UE-27, 2009-2011. Fonte Eurostat. Immigrati ogni 1000 abitanti, 2011. Fonte Eurostat. Quota di immigrati per gruppo cittadinanza, UE-27, 2011. Fonte Eurostat.

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 0 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 1. L andamento

Dettagli

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Roma 28 novembre 2013 - Nel 2012 il volume economico generato dal sistema italiano delle costruzioni, compresi i servizi, è stato

Dettagli

Promuovere il Brand Italia in Germania: si parte da Francoforte giugno 26, 2014

Promuovere il Brand Italia in Germania: si parte da Francoforte giugno 26, 2014 Promuovere il Brand Italia in Germania: si parte da Francoforte giugno 26, 2014 La Settimana Italiana è ormai un appuntamento fisso nell estate di Francoforte sul Meno, la capitale economica della Germania.

Dettagli

ESPERIENZE E PROSPETTIVE DEL SERVIZIO CIVILE IN SICILIA

ESPERIENZE E PROSPETTIVE DEL SERVIZIO CIVILE IN SICILIA ESPERIENZE E PROSPETTIVE DEL SERVIZIO CIVILE IN SICILIA Slide n. 1 A nome dei componenti dell Ufficio regionale del Servizio Civile desidero ringraziare per gli interventi di saluto l Assessore prof. Andrea

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

IL PROGETTO BIELORUSSIA

IL PROGETTO BIELORUSSIA IL PROGETTO BIELORUSSIA PRESENTAZIONE Lanza & Thompson nasce dall esperienza maturata da alcuni professionisti in società internazionali specializzate in assistenza alle imprese per servizi globali (fiscali,

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

L alimentazione: Alla scoperta del gusto

L alimentazione: Alla scoperta del gusto L alimentazione: Alla scoperta del gusto Breve storia del cibo Anche se preferiamo un bel piatto di pasta siamo tutti accomunati dal bisogno di cibo.oggi non è fame ma è questione di gusto. L uomo primitivo

Dettagli

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010, Forbes

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

L inflazione nel 2004

L inflazione nel 2004 L inflazione nel 2004 Un quadro generale In Italia l inflazione media annua per l anno 2004 si è attestata intorno al 2,2%, un risultato di gran lunga migliore rispetto al 2003 quando il valore medio di

Dettagli

Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la

Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la Migranti nel mondo Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la popolazione immigrata periodo 2000/2001

Dettagli

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO

Gli acquisti domestici di prodotti biologici confezionati in Italia nella GDO Maggio 2012 In sintesi Il quadro internazionale dell agricoltura biologica Nel 2010, secondo gli ultimi dati disponibili, l agricoltura biologica a livello mondiale ha sostanzialmente confermato l estensione

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

APPRENDISTATO, UNO STRUMENTO PER AIUTARE I GIOVANI

APPRENDISTATO, UNO STRUMENTO PER AIUTARE I GIOVANI Appunti APPRENDISTATO, UNO STRUMENTO PER AIUTARE I GIOVANI Sono 54 mila i giovani in apprendistato, pari al 15% degli occupati tra i 15 e i 9 anni d età. Nel biennio 009-010 si è registrato un calo complessivo

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est e la riduzione dei consumi

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est e la riduzione dei consumi OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est e la riduzione dei consumi Il Gazzettino, 15.05.2012 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto

Dettagli

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato,

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato, DALLE TARIFFE ALLA CRESCITA UN ASSICURATORE GLOBALE CHE COPRE I BISOGNI DEL CLIENTE ANCHE IN AMBITI COME LA SALUTE, L ABITAZIONE, LA SICUREZZA PATRIMONIALE. TRA RIGORE TECNICO, RICHIESTA DI FLESSIBILITÀ

Dettagli

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF Barometro CRIF della domanda di credito da parte delle famiglie: a ottobre ancora vivace la domanda di mutui (+42,5%) e prestiti finalizzati (+17,8%). In controtendenza, si consolida la flessione dei prestiti

Dettagli

Indagine sul mondo del lavoro: Direttori del Personale e neolaureati a confronto

Indagine sul mondo del lavoro: Direttori del Personale e neolaureati a confronto Indagine sul mondo del lavoro: Direttori del Personale e neolaureati a confronto Indagine nazionale neolaureati - G.I.D.P/H.R.D.A. A cura di Paolo Citterio Presidente Nazionale Associazione Risorse Umane

Dettagli

AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO

AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO per l innovazione della città CHANGE MILANO è un iniziativa del Partito Democratico: un piano di progetti d innovazione per il governo della Città AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO Per aprire la

Dettagli

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ I RISULTATI DI UN SONDAGGIO CONDOTTO DA CASA.IT IN COLLABORAZIONE CON L'ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI Luglio 2013 La crisi ha tolto

Dettagli

14 Barometro Vacanze Ipsos - Europ Assistance

14 Barometro Vacanze Ipsos - Europ Assistance Comunicato Stampa 14 Barometro Vacanze Ipsos - Europ Assistance La vacanza rimane sacra per gli Italiani: degli 80 euro del Governo 37 potrebbero essere investiti in viaggi. Il Belpaese meta europea preferita

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari

L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari EURO 6 L euro e l integrazione dei mercati bancari e finanziari Giovanni Berneschi Dopo anni di attesa e di preparazione, a partire dal 1 gennaio 2002 l Euro ha preso il posto di dodici monete nazionali

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA 14 settembre 2007 Si tratta di un rapporto riservato. Nessuna parte di esso può essere riprodotta, memorizzata in un

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2014

RASSEGNA STAMPA 2014 RASSEGNA STAMPA 2014 Indice: 10.01.2014 LegaCoop Fundraising strumento su misura per la cooperazione 3 06.02.2014 Tiscali Social Il fundraiser figura chiave del non profit e non solo 4 07.02.2014 Avvenire

Dettagli

Il settore moto e il credito al consumo

Il settore moto e il credito al consumo Il settore moto e il credito al consumo Rapporto di ricerca ISPO per Marzo 2010 RIF. 1201V110 Indice 2 Capitolo 1: Lo scenario pag. 3 Capitolo 2: Il Credito al Consumo: atteggiamenti 13 Capitolo 3: Il

Dettagli

Banca e Finanza in Europa

Banca e Finanza in Europa Università degli Studi di Parma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 2. EUROPA: PROFILI ISTITUZIONALI Le tappe Le istituzioni La Banca centrale europea 2 2. Europa: profili istituzionali 3 2. Europa: profili

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO

CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO CRISI DELLE COSTRUZIONI E MERCATO DEL CALCESTRUZZO PRECONFEZIONATO Costruzioni: all illusione del 2011 fa seguito un nuovo calo produttivo nel 2012 Verona 21 giugno 2012 - Dopo tre anni di profondo declino,

Dettagli

EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO

EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO 5144-01:07:15/13:05 - milano, (agra press) - nel 2014 per l'agroalimentare le esportazioni, pari a circa 35 miliardi di euro, sono

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona VERONA La dotazione immobiliare della provincia di 13 città intermedie Nord Est Tavola 1 Italia Stock abitazioni 2009 (n.) 456.881 4.794.134 5.607.108 32.484.071 Var. % stock abitazioni 2008/09 1,6 1,6

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Il mercato dell e-book: lettori e editori a confronto

Il mercato dell e-book: lettori e editori a confronto Il mercato dell e-book: lettori e editori a confronto 2/3 di Francesca Cosi e Alessandra Repossi Continua l inchiesta sull e-book in Italia: dopo aver visto che cos è e come funziona il libro digitale,

Dettagli

Il comportamento economico delle famiglie straniere

Il comportamento economico delle famiglie straniere STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Il comportamento economico delle straniere Redditi, consumi, risparmi e povertà delle straniere in Italia nel 2010 Elaborazioni su dati Banca d Italia Perché

Dettagli

L OSSERVATORIO. 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET

L OSSERVATORIO. 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET L OSSERVATORIO 30 Dicembre 2013 CATEGORIA: SOCIETA POPOLO DI NAVAGATORI MA NON SU INTERNET POPOLO DI NAVIGATORI MA NON SU INTERNET 30 Dicembre 2013 Nella fascia di popolazione tra i 54 e i 59 anni, la

Dettagli

Nel mondo ci sono molte classifiche che

Nel mondo ci sono molte classifiche che L opinione pubblica viene spesso bombardata da una grande quantità di statistiche sui sistemi Paese che dicono tutto e il contrario di tutto. Come orientarsi in questo mare magnum? E come si colloca il

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

L Italia dei Libri 2011-2013

L Italia dei Libri 2011-2013 L Italia dei Libri 2011-2013 Indagine condotta mensilmente sul panel consumer Nielsen Dott.ssa Rossana Rummo, Direttore Generale per le biblioteche, gli istituti culturali ed il diritto d autore 1 Che

Dettagli

La Stampa in Italia 2008 2010

La Stampa in Italia 2008 2010 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia 2008 2010 Roma 13 aprile 2011 Le ricadute della crisi economica sul settore dell editoria giornalistica nel biennio 2008-2009 sono state pesanti.

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013

Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013 Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013 1 La stagione 2013 Al termine della stagione 2013 l indagine analizza l andamento del settore dei parchi di divertimento italiani intendendosi

Dettagli

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 -

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - Sono 96.369 le imprese registrate alla Camera di commercio al 30 giugno 2015,

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle

La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle Trento, 23 gennaio 2012 La popolazione residente in provincia di Trento attraverso l anagrafe e i flussi demografici anche in un ottica di Comunità di Valle La popolazione residente in provincia di Trento

Dettagli

LA FORMAZIONE POST DIPLOMA,

LA FORMAZIONE POST DIPLOMA, LA FORMAZIONE POST DIPLOMA, LA FORMAZIONE PROFESSIONALE, LA FORMAZIONE INTEGRATA, LA FORMAZIONE CONTINUA DI SERGIO TREVISANATO * * Segretario Regionale Formazione Lavoro - Regione Veneto Sergio Trevisanato

Dettagli

Intervento del Presidente ANTONIO PATUELLI

Intervento del Presidente ANTONIO PATUELLI Intervento del Presidente ANTONIO PATUELLI DOCUMENTI 31 Ottobre 2014 Il risparmio è una lungimirante scelta etica civile, frutto innanzitutto del lavoro, che presuppone valori come la parsimonia, la previdenza

Dettagli

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1. Sesso maschile femminile 2. Età anni 14-17 18-25 26-35 36-60 più di 60 3. In quale settore/i svolgi prioritariamente la tua attività? Ricerca Pubblica

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2113 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI VANNUCCI, BERSANI Agevolazioni per l arredo della prima casa di abitazione e dell ufficio,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

L OSSERVATORIO. 3 Febbraio 2014 CATEGORIA: POLITICA LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO

L OSSERVATORIO. 3 Febbraio 2014 CATEGORIA: POLITICA LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO L OSSERVATORIO 3 Febbraio 2014 CATEGORIA: POLITICA LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO LA CRISI CHE INFRANGE IL SOGNO EUROPEO 3 Febbraio 2014 E un Europa sospesa tra l essere minaccia e rappresentare

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

MILIONI DI PICCOLI E MEDI IMPRENDITORI NELLA TRAPPOLA DELLA POVERTÀ

MILIONI DI PICCOLI E MEDI IMPRENDITORI NELLA TRAPPOLA DELLA POVERTÀ RASSEGNA STAMPA - 16 aprile 2010 Tratto da San Marino Notizie www.sanmarinonotizie.com A San Marino la prima Unione Mondiale delle Piccole e Medie Imprese 14/04/10 17:29 [c.s.] San Marino ospita la prima

Dettagli

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre (bozza non corretta) Accesso al credito: il ruolo di Cassa depositi e prestiti. Gli strumenti di sostegno alle PMI ed alle Pubbliche Amministrazioni" GIOVEDI' 14 GIUGNO 2012 FERMO (Sala dei Ritratti -

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce IL MERCATO AGROALIMENTARE IN THAILANDIA Il settore del Food in Thailandia è sicuramente uno dei piu promettenti e in rapida crescita. La concorrenza sta crescendo di pari passo; ogni anno infatti assistiamo

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 PARMA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione è

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 VERONA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI per IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI ELEMENTI DI SINTESI INVESTIMENTI IN OPERE PUBBLICHE: 3,9 miliardi il valore degli investimenti in opere pubbliche

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

Rapporto dei presidenti

Rapporto dei presidenti Rapporto dei presidenti Nonostante le difficili condizioni quadro economiche, nel 2015 il Gruppo Migros ha ottenuto un fatturato pari a CHF 27.4 miliardi, con una crescita dello 0.1 %. Inoltre è riuscita

Dettagli

Economia degli intermediari finanziari 2/ed Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1

Economia degli intermediari finanziari 2/ed Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1 Capitolo 9 La strategia e l organizzazione delle attività di intermediazione finanziaria Esercizio 1 Volendo rappresentare il settore dei servizi finanziari fate riferimento: a. ai tre tipi di intermediazione

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO NAZIONALE IMMIGRATI E CASA 9 RAPPORTO LUGLIO 2012 VIA LORENZO MAGALOTTI, 15 00197 ROMA TEL. 06/8558802 FAX 06/84241536 E' in corso

Dettagli

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%).

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI CREDITO DA PARTE DELLE FAMIGLIE Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). Le evidenze

Dettagli

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!!

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! A comprare il nostro Paese sono pronte le maggiori istituzioni finanziarie internazionali che,

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso di inflazione, il mercato ha avuto un calo improvviso

Dettagli

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo

Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Il commercio internazionale dei servizi: il turismo Grafico 1 Andamento del tasso di cambio fra Euro e Dollaro Usa La situazione di instabilità politica e sociale che ha come epicentro il Medio Oriente

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: i primi 9 mesi di rilevazione, le sfide per il 2015. Andrea Tozzi

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: i primi 9 mesi di rilevazione, le sfide per il 2015. Andrea Tozzi L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: i primi 9 mesi di rilevazione, le sfide per il 2015 Andrea Tozzi 12 febbraio 2015 METODOLOGIA DELLA RICERCA Istituto Piepoli realizza per conto di Confturismo-Confcommercio

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà. CONVEGNO IL FUTURO DEL LAVORO SI CHIAMA FORMAZIONE Roma, 19 aprile, Auditorium Parco della Musica RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA Sono diversi anni che la nostra economia attraversa

Dettagli

La Stampa in Italia (2009 2011)

La Stampa in Italia (2009 2011) FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia (2009 2011) Roma 18 aprile 2012 Quadro generale L andamento recessivo del Paese nella seconda metà del 2011 e le prospettive di accentuazione di

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

IL FUTURO. DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo. II Edizione

IL FUTURO. DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo. II Edizione DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo II Edizione 3 2 chi siamo p 3 l' INDAGINE p 4 SCENARIO p 6 LA VENDITA previsioni CONCLUSIONI p14 p20 p24 3 Chi siamo AIGO è una società di consulenza in marketing e comunicazione

Dettagli

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013 Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012 Luglio 2013 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Marisa Corazza Mappe a cura di:

Dettagli

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014 Le imprese attive nel comune di Bologna dal 28 al 214 33. Imprese attive nel comune di Bologna 32.5 32. 31.5 31. Fonte: UnionCamere Emilia-Romagna Il numero delle imprese attive a Bologna tra il 28 e il

Dettagli