Il programma. Presentazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il programma. Presentazione"

Transcript

1

2 Il programma Presentazione Il XVII secolo raccontato attraverso quattro percorsi musicali che descrivono i pensieri, gli stati d animo, l immaginario di quell epoca: la vita, le battaglie, gli amori, la morte, il Paradiso e l Inferno. Quattro affreschi che vogliono trasportare lo spettatore anche visivamente da un momento all'altro della vita sociale e della spiritualità dell'epoca. Lo spettacolo riutilizza e ripropone i modi e gli strumenti utilizzati nel Seicento per veicolare concetti e precetti, o semplicemente per raccontare: la musica e l'immagine rappresentano gli strumenti ideali per coinvolgere emozionalmente lo spettatore oggi e l'uomo comune allora. Seguendo lo spirito coevo, abbiamo voluto tracciare un percorso morale e spirituale tratteggiando quattro momenti di vita reale o immaginaria che costituiscono contesti generalmente utilizzati nel Rinascimento e nel Barocco per confezionare brani di carattere morale e spirituale. Le musiche proposte sono lontane dallo spirito compositivo e formale proprio dei brani liturgici che hanno il compito di completare e rafforzare i differenti momenti della liturgia sacra; si tratta invece di composizioni profane, spesso contenenti melodie note, bassi ostinati, elementi della tradizione musicale popolare. Tale processo compositivo di riutilizzo di elementi musicali noti per educare gli ascoltatori trovava la sua ragione d'essere nella ricorrenza di materiale già conosciuto, quindi facilmente riconoscibile.

3 Non stupisce quindi il fatto che molta musica di carattere moraleggiante attingesse al vasto repertorio delle melodie popolari travestendone il testo e parodiandone il contenuto, con la precisa intenzione di rievocare motivi musicali noti attraverso cui veicolare concetti morali o spirituali. Melodie ormai popolari e variamente utilizzate in ambito vocale e strumentale furono per tutto il Seicento utilizzate per questo scopo. La facile fruibilità e utilizzabilità dei testi e delle melodie popolari o note, facilmente udibili e riconoscibili dai più, permise la creazione di brani caratterizzati generalmente da variazioni o elaborazioni di tale materiale. In questo contesto l'utilizzo di bassi ostinati (caratterizzati dalla ripetizione ossessiva di alcune note di basso su cui si improvvisavano variazioni) per la composizione di arie o cantate morali e spirituali consentiva di catturare facilmente l'attenzione e il favore dell'uditorio. Molti sono i brani strumentali e vocali sacri, profani o morali contenuti nel programma, che si sviluppano su un basso ostinato o ne contengono al loro interno alcuni frammenti. Spesso venivano confezionate intere raccolte di brani a cura delle istituzioni religiose, che attraverso l'uso di melodie popolari o di forme musicali accattivanti, come quella canzonettistica, perseguivano un preciso scopo educativo. Dalla Raccolta di C. F. Rolla, pubblicata a Milano nel 1657, e destinata ad un uso oratoriale (Canzonette spirituali e morali che si cantano nell'oratorio di Chiavenna eretto sotto la protettione di S. Filippo Neri), i due brani Passacaglia della vita (Homo fugit velut umbra) e Ciaccona del Paradiso e dell'inferno contengono già nel titolo l'elemento musicale caratterizzante, cioè la base ostinata del basso di passacaglia e di ciaccona, su cui si sviluppano le variazioni vocali innestate su testi che richiamano la caducità della vita (Passacaglia della vita) o la contrapposizione di anime beate e dannate (Ciaccona del Paradiso e Inferno). Tale contrapposizione abbiamo voluto ritrovare ed accentuare nel gruppo di brani di Falconieri che precedono la citata ciaccona, in cui due eserciti (diavoli ed angeli?) si contrappongono in una battaglia, preceduta da una scena di satanassi danzanti (Bayle de los dichos diabolos). In questa composizione rappresentativa la tenzone è resa strumentalmente attraverso l'utilizzo di altri motivi melodici all'epoca celeberrimi e spesso utilizzati per la composizione di brani variati, come il tema della battaglia, caratterizzato da suoni evocativi che ne richiamano i rumori, gli squilli e i tamburi presenti sul terreno di guerra. Abbiamo voluto mettere in particolare evidenza frammenti di altre melodie popolari talvolta presenti a livello embrionale all'interno delle composizioni, come la Girometta, canzone assai nota e oggetto di numerose riproposizioni sino a quelle della nostra più recente tradizione popolare del nord Italia. Questo primo blocco di composizioni che esprime il senso ultimo del trapasso, con la collocazione dell'anima all'inferno o in Paradiso in una visione quasi caricaturale, costituisce il primo passaggio verso un percorso morale all'indietro, che dallo sguardo alla vita ultraterrena conduce lo spettatore attraverso due momenti di vita mondana. Nel primo una figura femminile aristocratica cede alle seduzioni della passione e si concede all'amante, ed è per ciò costretta a farsi monaca. Il secondo vuole esprimere la caducità della vita attraverso l'utilizzo del basso di follia(falconieri, Folias echa para mi señora doña Tarolilla) come elemento ripetitivo che simboleggia lo scorrere della vita per giungere alla già citata

4 Passacaglia della Vita di Stefano Landi, in cui si afferma l'inutilità dell'affannosa ricerca del piacere dal momento che morire bisogna. L'ultimo blocco di composizioni è un epilogo spirituale che si ricollega al primo momento narrativo-musicale, ed indica come il buon governo della propria anima può condurre al Paradiso. Primo precetto è la lode a Dio, espressa con la splendida composizione di Monteverdi Laudate Dominum, che al suo interno presenta un'ampia sezione vocale costruita sopra un basso di ciaccona; il secondo è evocato dal ballo di Mantova, qui proposto in una versione strumentale elaborata e variata da Marco Uccellini e in una delle numerose versioni vocali, tra quelle oggi a noi note, dal contenuto più precettistico, con le sue allusioni alla vacuità del mondo e dei piaceri della vita terrena(fuggi fuggi dal mondo bugiardo). Michele Bertucci Link di ascolto- videoclip alcuni estratti dal primo racconto Di Diavoli e Battaglie, di Paradiso e Inferno, si possono vedere e ascoltare al seguente indirizzo web:

5 Quattro storie del Seicento in musica Di diavoli, di battaglie, di Paradiso ed Inferno Della caducità della vita Dell'amore, della donna e del rimpianto Noninterra,mainCielo

6 Di diavoli, di battaglie, di Paradiso ed Inferno danza di diavoli prima della battaglia l'arrivo degli eserciti sul campo di battaglia la battaglia il ritorno a casa dei sopravvissuti sguardo sul campo di battaglia e sui caduti dialogotraleanimegiusteeleanimedannate Andrea Falconieri Bayle de los diabolos Rinen y Pelean entre Berzebillo con Satanillo, ycaruf,ypantul Anonimo Les Boffons Andrea Falconieri Battalla de Barabaso Yerno de Satanas Anonimo La Girometta Andrea Falconieri La Suave Melodia Stefano Landi Ciaccona di Paradiso e Inferno

7 Lorenzo de' Medici Trionfo di Bacco e Arianna Andrea Falconieri Folias echa para mi Señora Doña Tarolilla de Carallenos Stefano Landi Passacaglia della vita Della caducità della vita l'effimera giovinezza il trascorrere del tempo la caducità della vita Andrea Falconieri L'infanta arcibizzarra Giovanni Stefani Bella mia questo mio core Gasparo Zanetti Ballo della torchia Lorenzo Allegri Ballo detto della Notte d'amore Dell'amore, della donna e del rimpianto la principessa ribelle le lusinghe dell'amante ilballotralaprincipessaeilsuoamante l' amore carnale

8

9 Gli esecutori Chiara Maggi Giorgio Tosi Michele Bertucci Donato Sansone Sergio Chierici Anna Maria Barbaglia Claudia Poz Silvio Rosi Marco Montanelli Bruna Vero soprano violino e canto flauti dolci, ghironda, percussioni e canto flauti dolci, gaita, ance, percussioni e canto organo portativo, percussioni e canto dulciana violoncello chitarra, chitarriglia, colascione e canto clavicembalo e chitarra voce recitante

10 Lo spettacolo Passacaglia della Vita è uno spettacolo in cui l esecuzione musicale è corredata da brani recitati e proiezione di quadri. In questa versione ogni racconto è introdotto da un attore e durante l esecuzione vengono proiettate le immagini di quadri che conducono lo spettatore attraverso il percorso tematico, aiutandolo ad identificare i vari brani e ad inserirli significativamente nel contesto narrativo.

11 I testi recitati utilizzati nello spettacolo sono di Donato Sansone, interpolati con brani tratti da: Francisco BLASCO LANUZA, Patrocinio de ángeles y combate de demonios, 1652 L' Apocalisse, o la Rivelatione di S. Giovanni Teologo,( Bibbia Diodati 1607) Antonino ALFANO, La battaglia celeste, 1568 Littera de le meravigliose battaglie apparse novamente in bergamasca, 1517 Girometta(Venezia, 1587) Gioseffo ZARLINO, Sopplimenti musicali(venezia, 1588) Giacomo LUBRANO, Prediche quaresimali postume, Napoli, 1702 CiroDEPERS,L orologiodelerote VIRGILIO, Metamorfosi, IV Matteo BANDELLO, Novelle, II,9 Giovanni Battista MARINO, Adone, XX, Vita della Madre Suor Felice Rasponi, Bologna, 1883 Girolamo SAVONAROLA, Epistola de Contemptu Mundi Salmo 150(Bibbia Diodati 1641)

12 Di diavoli, di battaglie, di Paradiso ed Inferno Escontinualaguerra,yloseráhastaquesedéfinalmundo,entrelos santos ángeles y demonios. danza di diavoli prima della battaglia Andrea Falconieri Bayle de los diabolos Rinen y Pelean entre Berzebillo con Satanillo, y Caruf, y Pantul Ballan in ridda prima della pugna Pantullo, Belzebillo e Barabasso; a più tremendo aspetto il volto ingrugna allor l imperatore Satanasso e l orrido tridente tosto impugna a porre fine al danzereccio spasso: cessi la sarabanda indiavolata e sol si pensi all angelica armata! l'arrivo degli eserciti sul campo di battaglia Anonimo Les Boffons la battaglia Andrea Falconieri Battalla de Barabaso Yerno de Satanas E si fece battaglia nel cielo: Micael, ed i suoi angeli, combatterono col dragone: il dragone parimente, ed i suoi angeli, combatterono. Havevanoinsulelortestecomedellecoroned'oro,elelorfacce erano come facce d'huomini. Et havevano capelli, come capelli di donne;&ilordentieranocomedentidileoni. Il numero degli eserciti della cavalleria erano ventimila decine di decine di migliaia: havevano delle corazze di fuoco, di giacinto, e di solfo:eletestede'cavallieranocometestedileoni;edelleboccheloro uscivafuoco,efumo,esolfo.

13 Il general del Ciel Michel s affronta, col feroce Dragon, superbo et empio et in giust ira, et in audatia monta, perfar,diquelgranfallostracioescempio. Einquelloistanteodesitantisuonidetamburrietnacaree terribilissimo strepito d artiglieria non meno credo si faccia all infernal fucina. Hor,quahor,làscorrendo,mainoncessa difar,vendetta;edipunir,quelmale l essercito Divin, che spenta, e oppressa hasìlaturbaria,chenullavale Dapoipasatoilspaciodimezahoraognicosaracquietasi,enullaaltra cosasivede,senoncampispaciosicopertidineve. In luogo poi della scurril trombetta, dello squillo volgar del rio nemico diboccainboccas alzailcantoantico della rural poesia di Girometta.

14 il ritorno a casa dei sopravvissuti il ritorno a casa dei sopravvissuti Anonimo La Girometta Venirà con mi, Girometta, venirà con mi Al cader vespertino di quel giorno dei superstiti armati è un sol pensiero: deporre il cor feroce del guerriero e pregustar le gioie del ritorno Tornatornaneltuopaese-veniràconmi Venirà con mi, Girometta, venirà con mi sguardo sul campo di battaglia e sui caduti Andrea Falconieri La Suave Melodia Taccionol arme,epiendilarveilcampo e d umbre popolato alfin si svela dove la Morte corse senza scampo e della vita scisse l alma tela. Al suo galoppo fa crudele inciampo stuolo di corpi che dal suol trapela. Edove lferroaveamuggitopria s effonde una soave melodia. dialogo traleanimegiusteeleanimedannate Stefano Landi Ciaccona di Paradiso e Inferno Alma dannata allor con fosco viso E spirto eletto a gloria celestiale Cantar udrai: l un su carboni assiso E l altro in ciel librandosi sull ale. LegioietidiràdelParadiso, L alma beata che all Empireo sale. Dell infinito duolo e fuoco eterno Ti dirà il prigioniero dell Inferno.

15 Ciaccona di Paradiso, e d Inferno OchebelstareèstareinParadiso Dovesivivesempreinfest'eriso Vedendosi di Dio svelato il viso OchebelstareèstarinParadiso. Chi potrà mai narrar quell'armonia Chefanlevocicontalmelodia Che rapiscon il cor sol a narrarle Ochefiapoiilcolàsuprovarle. Havrai insomma là quanto vorrai E quanto non vorrai non haverai Equestoèquanto,oMusa,possodire Peròfapausailcantoefinl'ardire. Ohimè che orribil star qui nell'inferno Ovesiviveinpiantoefocoeterno Senza veder mai Dio in sempiterno Ahi, ahi, che orribil star giù nell'inferno. Urli di bestie et orrendi mugiti Confuse strida de porci e rugiti Dileoniedifiered ognisorte Odonchelitrafiggonpiùchemorte. Quel ch'aborrisce qua, là tutto havrai Queltedilettaepiacemaihavrai Epienod'ognimaletusarai Dispera tu d'uscirne mai, mai, mai! Lànonviregnagiel,vento,calore, Cheiltempoètemperatoatuttel'hore Pioggia non v'è, tempesta, nè baleno, CheilCiellàsempresivedesereno. Nettar, ambrosia, manna e ogni liquore Ilgustogodeeinboccaèuntalsapore Misto di dolce brusco o piccadiglia Chesatiiemettifameamaraviglia. OchebelstareèstareinParadiso Dovesivivesempreinfest'eriso Vedendosi di Dio svelato il viso OchebelstareèstarinParadiso. Ilfuocoe'lghiacciolà,ochestupore Lebrine,letempeste,eilsommoardore Stanno in un loco tute l'intemperie Si radunan laggiù, o che miserie. Hanfamesicaniaeseteardente Ch il proprio corpo l havran col dente Ne mai gocciola d acqua gusteranno Ma sempre mai di sete arrabbiaranno.

16 Trionfo di Bacco e Arianna Passacalli della Vita (homo fugit velut humbra) Quant è bella giovinezza, che si fugge tuttavia! chi vuol esser lieto, sia: di doman non c è certezza. Quest è Bacco e Arïanna, belli, e l un dell altro ardenti: perché l tempo fugge e inganna, sempre insieme stan contenti. Queste ninfe ed altre genti sono allegre tuttavia. Ocomet'inganni/Sepensicheglianni Nonhannoafinire/Bisognamorire E'unsognolavita/Cheparsigradita Èbreveilgioire/Bisognamorire Nonvalmedicina/Nongiovalachina Nonsipuòguarire/Bisognamorire Simuorecantando/Simuoresonando lacetraosampogna/morirebisogna Si muore danzando/ Bevendo mangiando Con quella carogna/ Morire bisogna Igiovaniiputti/Eglihominitutti Si hann'a finire/ Bisogna morire I sani gl'infermi/ I bravi gl'inermi Tutt'hann'a finire/ Bisogna morire Non vaglion sberate/ Minarie bravate Che caglia l'ardire/ Bisogna morire Dottrina che giova/ Parola non trova Che plachi l'ardire/ Bisogna morire Nonsitrovamodo/Discioglier'stonodo Nonvalilfuggire/Bisognamorire Commun'è il statuto/ Non vale l'astuto 'Sto colpo schermire/ Bisogna morire LaMortecrudele/atuttièinfedele Ogn'uno svergogna/ Morire bisogna Èpuropazzia/Ogranfrenesia Par dirsi menzogna/ Morire bisogna Equandochemeno/Tipensinelseno Tivienafinire/Bisognamorire Setunonvipensi/Haipersilisensi Seimortoepuoidire/Bisognamorire

17 Della caducità della vita Che direm della bellezza incantatrice de sensuali, che perdono l anima in mirarla né pensan esser una fragilissima spoglia del corpo di brieve durata? Quae spectatissime florent, celerrime marcescere. QuestoilTempofapergastigoditantedonneinvanite nella leggiadria de sembianti. Semprearipulirsi,amentirquelchenonsonoco voltiposticci,senza riflettere che marciranno fracide nel sepolcro. l'effimera giovinezza Lorenzo d' Medici IltrionfodiBaccoeArianna Memento homo quia pulvis es. Ricordati, uomo, che sei polvere: così comincia, così finisce l inventario de beni temporali. Sembra incredibile che quanti vivono si dimenticano del proprio essere, che bisogna ad alta voce ripetere la formola del Memento. il trascorrere del tempo Andrea Falconieri Folias echa para mi Señora Doña Tarolilla de Carallenos O ingannata vanità de mondani, benché si veggano in ogni terra fosse di sepolcri. In ogni strada processioni di esequie, inognicasastraccidilutto,inognicorposintomidimorbi, inognivitasequestridimorte,quasinontoccasseate. Ceneri, ceneri, nausee di cimiteri, escrementi della Morte rimangono a più grandi discendenti di Adamo. Mentisce chiunque dice: io sono. Fostivivoesaraivivocolforse: finisce di morire chi muore, comincia a morire chi nasce. Pulvis es: tanto sei morto quanto sei vivo. la caducità della vita terrena Stefano Landi Passacaglia della vita

18 Dell'amore, della donna e del rimpianto la principessa ribelle Andrea Falconieri L'infanta arcibizzarra le lusinghe dell'amante Giovanni Stefani Bella mia questo mio core Luidituttiigiovaniilpiùbello,leiunicafratuttelefanciulle, abitavano in case contigue. Grazie alla vicinanza si conobbero e col tempo crebbe l'amore. E si sarebbero uniti in matrimonio, se i genitori non l'avessero impedito; ma impedire non poterono che perdutamente ardessero l'uno dell'altra. Daunasottilefessuraerasolcatoilmurocomunealleduecase. Quel difetto, ignoto a tutti per centinaia d'anni voi, innamorati, per primiloscorgesteel'usastecomeviaperparlarvi:dilìbenprotette passavano giorno per giorno in un sussurro le vostre effusioni. "Muro invidioso", dicevano,"perché ti frapponi al nostro amore? Quantoticosterebbelasciarciunirecontuttoilcorpoo,sequestoè troppo, aprirti perché potessimo baciarci? Pronunciate invano, l'uno dall'altra divisi, queste parole, a notte si salutarono e ognuno alla sua parte di muro impresse baci senza speranza che s'incontrassero. Avvenneadunquecheunanno,dopoNatalesicominciaronoafarde lefeste.ilprincipefeceunabellissimafestaalaqualeinvitògran nobiltá d'uomini e di donne. Quivi si videro, e di tal maniera si guardavano che riscontrandosi taloragliocchiloroedinsiememescolandosiifocosiraggidelavista del'unoedel'altra,cheognivoltachelevistesiscontravano,tuttidui empivano l'aria d'amorosi sospiri.

19 Desideravamoltofortelagiovanecheeglisimettesseinballo,aciò chemegliovedersipotesseel'udisseparlare;maeglituttosolosene sedevanédiballaravervogliadimostrava.tuttoilsuostudioerain vagheggiar la bella giovanetta, e quella ad altro non metteva il pensiero che a mirar lui. il ballo tra la principessa e l'amante Gasparo Zanetti Ballo della torchia Venneilfinedelafestadelballareesicominciòafarladanzaosiail ballo del«torchio» che altri dicono il ballo del«cappello». Facendosi questo giuoco, ché cosí richiedeva l'ordine, quella prese per mano con piacer inestimabile di tutte due le parti. Comedal'amantesisentípigliarpermano,forsevagadisentirlo ragionare, con lieto viso alquanto verso lui rivoltata, con tremante voce gli disse: Benedettasialavenutavostraalatoame! e cosí dicendo amorosamente gli strinse la mano. Compito il primo ballo, ecco s appresta la coppia lieta a variar mutanza, e prende ad agitar, poco modesta, con mill atti difformi oscena danza. Perailsozzoinventorchetranoiquesta introdusse primier barbara usanza. Chiama questo suo giuoco empio e profano saravanda e ciaccona il novo ispano. Quanti moti a lascivia e quanti gesti provocar ponno i più pudici affetti, l'amore carnale Lorenzo Allegri Ballo detto della Notte d'amore

20 quanto corromper può gli animi onesti rappresentano agli occhi in vivi oggetti. Cenniebacidisegnaorquellaorquesti, fanno i fianchi ondeggiar, scontrarsi i petti, socchiudon gli occhi e quasi infra se stessi vengon danzando agli ultimi complessi. la principessa, scoperta, costretta a farsi monaca Anonimo Aria della Monaca Non guari passò, che fu dalla crudel genitrice messa in un convento disuore,etincominciòainfestarladifarlamonaca;etella,cheatal vocazione per avventura chiamata non era, tremante come foglia al vento, le rispose non vuolerse far monaca. Ma la crudel Medea pigliandolaneicapellilasetiròdietro,etantischiaffi,pugnaecalci lediede,chelalasciòtuttasangueenera.etlaseraaltardiledisse cheovolesseonon,eradispostissimadifarlamonacaconparole spaventevole et arrogante, e che non vi vuolendo andare ve la farebbe portare violentemente. Che vuoi tu adunque essere? vuoi tu farti pinzochera o diventar monaca? il rimpianto Marco Uccellini Aria della Monaca"E tanto tempo Hormai" Madrenonmifarmonaca chenonmivogliofar. Nonmitagliarlatonaca che non la vuo portar. Tutt ildìincoro al vespr et alla messa, e la madr abadessa chefasenongridar. Che possela creppar.

21 NoninterramainCielo,lodandoDio Idio donque vi dimonstra chiaramente che le speranze humane sonociecheefalse,perlevarel animovostroalecoseceleste; il vostro Creatore vi percotte spesso per destarvi acioche vui vi leviati dal grave sonno nel quale setti stata molto tempo, più amando la vita presente che la futura. Queste, Madre mia sono potentissime voce dal Cielo come saggitte, le quale fortemente a levarvi l affecto da le cose terrene e caduche gridano. Crediteame,Madreesorellemieefratellitutidilecti,cheil dolcissimo Jesu e clementissimo nostro Salvatore vi viene dreto gridando: Venite al regno mio, lassate questo mondo pieno di malignitate e nequitia.lapaceelacaritàdidiosiasempreconvui,amen non seguir il mondo fallace ed immondo Marco Uccellini AriasoprailBallodiMantova Anonimo Fuggi fuggi fuggi dal mondo bugiardo eroeècoluicheseguelaviatracciatadalsignore Andrea Falconieri L'Eroica Laudate Iddio nel suo santuario: Laudatelo nella distesa della sua gloria Laudatelo col suon della tromba: Laudatelo col saltero e con la cetera Laudatelo col tamburo e col flauto Laudatelo con cembali sonanti: Laudatelo con cembali squillanti OgnicosachehafiatolaudiilSignore Halleluja epilogo morale: silodidiosenzacurarsidiciòcheèterreno, nell'attesa della vita eterna Claudio Monteverdi Laudate Dominum

22 Bella mia questo mio core Aria della Monaca Fuggi fuggi fuggi Bella mia, questo mio core Pervoiviveepervoimore: Chevoisietepermiasorte lamiavitaelamiamorte. Col bel guardo mi ferite, Col bel guardo mi guarite Quando dunque mi mirate, Morteevita,ohimé!midate. Anziindubbioancoriovivo S'iosonmortoos'iosonvivo: Masiaquelchevuoleilfato, Vivoemortoavoim'hodato. Madrenonmifarmonaca chénonmivogliofar. Nonmitagliarlatonaca chénonlavuo portar. Tutt ildìincoroalvesproedallamessa. E la madre abbadessa nonfasenongridar. Che possela crepar. Ludate Dominum Laudate Dominum in sanctis eius. Laudate eum in firmamento virtutis eius. Laudate eum in sono tubae. Laudate eum in psalterio et citara. Laudate eum in timpano et choro. Laudate eum in cimbalis bene sonantibus. Laudate eum in cimbalis iubilationibus. Omnis spiritus laudet Dominum! Aleluia! Fuggi fuggi fuggi dal mondo bugiardo suoi lacci distruggi non essere codardo. Guardatibenedinoncadereinpene che stan preparate per l'anime dannate Han seguito il mondo fallace ed immondo Fuggi fuggi fuggi dal mondo bugiardo suoi lacci distruggi non essere codardo Guarda guarda guarda ch'alfin non ti colga lamortenont'ardaelatuavitasciolga Eperunpuocodigiacereinfuoco abbi in eterno laggiù nell'inferno Fuggi dunque presto, pensa bene a questo. Guarda guarda guarda ch'alfin non ti colga lamortenont'ardaelatuavitasciolga. Presto presto presto non esser più tardo e perdere il resto col mondo bugiardo Vince chi fugge el mondo distrugge ch'eraunbelpeccatoatemiovilhodato, Fuggi dunque omai, che pensi? che fai? Presto presto presto non esser più tardo e perdere il resto col mondo bugiardo.

23 ZERO EMISSION BAROQUE ORCHESTRA ZEBO(Zero Emission Baroque Orchestra)è un orchestra che suona musica dal xvii al xix secolo su strumenti originali d epoca o loro copie. come un attività culturale può diventare veicolo di un messaggio etico? ZEBO vuole aderire a quel movimento mondiale che persegue come obiettivo l equilibrio tra attività umana ed ecosistema nella difesa della cultura e della natura, lavorando a emissione zero e trovando in questo la sua identità nonchéilsuopuntodiforza. Cosa vuol dire lavorare ad emissione zero? tutte le emissioni di Co2 prodotte per realizzare gli eventi saranno compensate da ZEBO attraverso il finanziamento di riforestazione equivalente di aree garantite, tramite la fondazione Myclimate(www.myclimate.org). Perché l Orchestra Barocca? Quest ultima, a tutti gli effetti, racchiude quelli che sono gli elementi fondamentali per un vivere ecologico: INNOVAZIONE TECNICA, RICERCA, FLESSIBILITA. Se pensiamo alla cultura sia come bagaglio personale sia come patrimonio sociale, che riguarda il rapporto tra l individuo e l ambiente che lo circonda, ecco che l orchestra barocca può diventare, attraverso l esecuzione pubblica, un veicolo sufficientemente raffinato ed efficace per poter espandere il più possibile questi ideali.

24 Fonti Musicali Il primo libro di Canzone, Sinfonie, Fantasie, Capricci, Brandi, Correnti, Gagliarde, Alemane,VolteperViolinieVioleoueroaltroStromentoauno,dueetreconilBasso Continuo. Di Andrea Falconiero Maestro della Real Cappella di Napoli. In Napoli, Appresso Pietro Paolini, e Giuseppe Ricci, Trascrizione e edizione moderna a cura di Michele Bertucci * Il primo libro delle musiche di Lorenzo Allegri, dedicato al Serenissimo granduca di Toscana In Venetia, Appresso Antonio Gardano, 1618 * Canzonette spirituali e morali che si cantano nell'oratorio di Chiavenna eretto sotto la protettionedis.filipponeri.accomodatepercantara1,2,3vocicomepiùpiaceconle lettere della chitarra sopra arie communi e nuove date in luce per trattenimento spirituale d'ogni persona In Milano, Carlo Francesco Rolla, * Il scolaro di Gasparo Zannetti per imparar a suonare di violino, et altri stromenti In Milano, per Carlo Camagno, 1645 * SonateArieetCorrenti,A2e3 Per Sonare con diversi Instromenti di Don Marco Uccellini dedicate all'altezza Serenissima del Signor Duca di Modona Libro III In Venetia, Appresso Alessandro Vincenti, 1642 * Selva Morale e Spirituale di Claudio Monteverde Maestro di Capella della Serenissima Republica Di Venetia Dedicata alla Sacra Cesarea Maesta dell'imperatrice Eleonora Gonzaga Con Licenza de Superiori& Priuilegio. In Venetia 1640 Appresso Bartolomeo Magni. *

25

26

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me.

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me. BEATO L UOMO Beato l'uomo che retto procede e non entra a consiglio con gli empi e non va per la via dei peccatori, nel convegno dei tristi non siede. Nella legge del Signore ha risposto la sua gioia;

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

La rivelazione della Parola di Dio

La rivelazione della Parola di Dio Domenica, 26 settembre 2010 La rivelazione della Parola di Dio Salmo 119:130- La rivelazione delle tue parole illumina; rende intelligenti i semplici. Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

Scuola Primaria Montanaso, 28 maggio 2014 PRESENTAZIONI: NOI RAGAZZI DI QUINTA DIAMO IL BENVENUTO A TUTTI VOI E VI AUGURIAMO UN BUON ASCOLTO.

Scuola Primaria Montanaso, 28 maggio 2014 PRESENTAZIONI: NOI RAGAZZI DI QUINTA DIAMO IL BENVENUTO A TUTTI VOI E VI AUGURIAMO UN BUON ASCOLTO. Scuola Primaria Montanaso, 28 maggio 2014 PRESENTAZIONI: BUON POMERIGGIO. NOI RAGAZZI DI QUINTA DIAMO IL BENVENUTO A TUTTI VOI E VI AUGURIAMO UN BUON ASCOLTO. QUEST ANNO ABBIAMO RIFLETTUTO SUL TEMA DELLLA

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Scritto da Marzio Domenica 27 Febbraio 2011 19:49 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Febbraio 2011 20:16

Scritto da Marzio Domenica 27 Febbraio 2011 19:49 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Febbraio 2011 20:16 Giacomo Leopardi dedica i versi della poesia A Silvia ad una ragazza in cui si può riconoscere Teresa Fattorini, vicina di casa dello scrittore e morta giovanissima di tubercolosi. Questo poema, che si

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE

PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE INTRODUZIONE I progetti di educazione musicale da me proposti si articolano in differenti approcci che variano a seconda dell età dei bambini. La differenziazione avviene

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B 1 Letture: 2 Samuele 7, 1-5.8.12.14.16 Salmo 89 (88) Romani 16, 25-27 Vangelo: Luca 1, 26-38 Oleggio, 21/12/2014 IV Domenica di Avvento - Anno B NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. AMEN!

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Tre minuti per Dio SHALOM

Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Editrice Shalom - 22.05.2005 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile concessione Fondazione di Religione Santi

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

Francesca Gallus. Poesie in volo

Francesca Gallus. Poesie in volo Il sole sorge ed è già poesia e il profumo della vita io lo sento, quando l amore ti entra nelle vene, e un sorriso allevia le tue pene, il profumo della vita, io, lo sento! Francesca Gallus Prendi un

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

Dante Alighieri. Classi seconde. Scuola secondaria Galileo Galilei

Dante Alighieri. Classi seconde. Scuola secondaria Galileo Galilei Dante Alighieri Classi seconde Scuola secondaria Galileo Galilei Dante Alighieri La vita Dante Alighieri nasce a Firenze nel 1265 in questa casa La famiglia appartiene alla piccola nobiltà cittadina La

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO di Giovannella Massari Sopra un prato verde chiaro l alberello se ne stava e guardandosi un po in giro, tristemente sospirava. Nessun albero lì intorno, su quel

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

QUESTA NON E' LA FINE MA SOLO L'INIZIO!

QUESTA NON E' LA FINE MA SOLO L'INIZIO! Domenica 31 Marzo 2013 QUESTA NON E' LA FINE MA SOLO L'INIZIO! Gesù è risorto e noi vogliamo risorgere con lui. GEREMIA 29:11 Dio dice io so i pensieri che medito per voi, pensieri di pace e non di male

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Contiene tre tipi di letteratura: Apocalisse: «Rivelazione (αποκαλυψις) di Gesù Cristo, che Dio gli diede per mostrare ai suoi servi le cose che devono avvenire tra

Dettagli

TERZA CATECHESI: LA VOCAZIONE CONIUGALE

TERZA CATECHESI: LA VOCAZIONE CONIUGALE TERZA CATECHESI: LA VOCAZIONE CONIUGALE Oggi dobbiamo riflettere su una dimensione profonda della vita coniugale. Prima però di cominciare dobbiamo fare un piccolo sforzo di memoria nel ricordare ciò che

Dettagli

Pregate il Padrone della messe

Pregate il Padrone della messe PASTORALE VOCAZIONALE Pregate il Padrone della messe Dalla Trinità all Eucaristia: chiamati alla comunione Suor Carmela Pedrini L icona della Trinità di Andrei Rublev (1360-1430) si ispira all apparizione

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni CANZONE: QUESTO VESTITO BELLISSIMO Giacobbe: Ecco, figlio qui per te una cosa certo che ti coprirà, ti scalderà, e poi sarà un pensiero mio per te. Ti farà pensare a me, al

Dettagli

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì!

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Limerik di Ettore (nipotino grande) 9 PREFAZIONE È stata un emozione

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

DOMENICA 2 NOVEMBRE 2014 COMMEMORAZIONE DEI FEDELI DEFUNTI. Beato Angelico, Giudizio universale, 1431 circa, Museo nazionale di San Marco, Firenze.

DOMENICA 2 NOVEMBRE 2014 COMMEMORAZIONE DEI FEDELI DEFUNTI. Beato Angelico, Giudizio universale, 1431 circa, Museo nazionale di San Marco, Firenze. DOMENICA 2 NOVEMBRE 2014 COMMEMORAZIONE DEI FEDELI DEFUNTI Beato Angelico, Giudizio universale, 1431 circa, Museo nazionale di San Marco, Firenze. La liturgia di oggi, con la commemorazione di tutti i

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13)

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) Il deserto di Tamanrasset in Algeria Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni tentato da Satana. (Mc 1,12-13) «Rabbì è bello per noi essere qui. Facciamo tre capanne».

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa.

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa. 1 22 febbraio 2013 Sesto incontro Introduzione Nella Teologia Spirituale troviamo tre tappe per la crescita dello spirito. Nella Religione Cattolica le tre dimensioni sono: la purificazione, l illuminazione,

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

«È stupendo vivere nell amore»

«È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» «È stupendo vivere nell amore» La storia di don Luigi Monza Testo di Francesca Pedretti Illustrazioni di Claudia Chinaglia Immaginate un piccolo paese, poco lontano da qui...

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais)

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) Quando la notte scende giu devo mi fidare Mi fidare su sta luce se ci sei E se ci sei tu in

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

Settimana della Comunità Seconda assemblea parrocchiale LA COMUNITA. Compaginati dallo Spirito A C C O G L I E N Z A

Settimana della Comunità Seconda assemblea parrocchiale LA COMUNITA. Compaginati dallo Spirito A C C O G L I E N Z A Settimana della Comunità Seconda assemblea parrocchiale LA COMUNITA Compaginati dallo Spirito A C C O G L I E N Z A Quando l'assemblea si è riunita si apre la catechesi con un intervento che crei, secondo

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

VIA CRUCIS. Gesù, Gesù mio Bene Stampatemi nel cor le vostre pene. Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio

VIA CRUCIS. Gesù, Gesù mio Bene Stampatemi nel cor le vostre pene. Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio VIA CRUCIS Composta dal Sig. Abate Pietro Metastasio (1698-1782) T eco vorrei, Signore, Oggi portar la Croce, Nella tua doglia atroce Io ti vorrei seguir. Ma troppo infermo, e lasso Donami Tu coraggio,

Dettagli

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 1 Oleggio 08/02/2009 V Domenica del Tempo Ordinario Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 Il compito dell evangelizzazione. Giobbe fa esperienza di

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

31 dicembre PREGHIERA NELL ULTIMO GIORNO DELL ANNO CIVILE

31 dicembre PREGHIERA NELL ULTIMO GIORNO DELL ANNO CIVILE 31 dicembre PREGHIERA NELL ULTIMO GIORNO DELL ANNO CIVILE Il Direttorio su Pietà popolare e liturgia Benedici, Signore, il tuo popolo che attende i doni della tua misericordia; porta a compimento i desideri

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi.

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi. http://web.tiscali.it La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. FIABE GIAPPONESI Le Creature delle fiabe giapponesi. LA PRINCIPESSA DEL BAMBÙ. C'erano una volta

Dettagli

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania IL PECCATO LA CADUTA e L ORIGINE DUE SPECIE DI PECCATO IL PECCATO ATTUALE IL PECCATO ORIGINALE Il peccato

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

Pietro Ciavarella Ebrei 11:1-3 P 1/10

Pietro Ciavarella Ebrei 11:1-3 P 1/10 Pietro Ciavarella Ebrei 11:1-3 P 1/10 Sermone 24 Testo: Ebrei 11:1-3 Data predicato: 20 ottobre 2013 Titolo: La fede Per favore, aiutate Mirko e Simona. Grazie! Pietro Per capire in che modo, ecco il link

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 ATTORI: 3B RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 CANTANTI: 4B Narratrice Valentina Massimo Re sì Re no Orsetto Farfalla Uccellino Cerbiatto Lepre Popolo del paese sì Popolo del paese no Sophie Dana

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli