I colori sicurezza. Attraverso le esperienze per una nuova percezione del cantiere

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I colori sicurezza. Attraverso le esperienze per una nuova percezione del cantiere"

Transcript

1 I colori della sicurezza Attraverso le esperienze per una nuova percezione del cantiere

2 II

3 I colori della sicurezza Attraverso le esperienze per una nuova percezione del cantiere

4 Tutti i diritti riservati 2015 CEFMECTP - Organismo Paritetico per la formazione e la sicurezza in edilizia di Roma e provincia Sedi operative Pomezia: Via Monte Cervino, 8 - Tel (15 linee R.A.) - Fax Roma: Via Casilina, Tel Fax Fotografie MED in Italy: EdwinRodriguez Ubinas - Flaminia De Rossi - Team RhOME for dencity: Lorenzo Procaccini - Flaminia De Rossi - Collaboratori Francesca Romana Ferruzzi, Francesca Romana Tedeschi e Federico Fratini Responsabili scientifici Alfredo Simonetti per il CEFMECTP di Roma e provincia Chiara Tonelli per il Dipartimento della Facoltà di Architettura dell Università di Roma Tre Progetto grafico e impaginazione Aton - Immagine e comunicazione - Roma Stampa The Factory - Roma

5 Sommario Prefazione di Mario Panizza...5 Introduzione di Alessandro Minicucci...7 I colori della Sicurezza a cura di Flaminia De Rossi...9 Solar Decathlon Europe - Edizione Madrid 2012 di Flaminia De Rossi...10 L esperienza di MED in Italy...13 Solar Decathlon Europe - Edizione Versailles 2014 di Flaminia De Rossi...22 L esperienza di RhOME for dencity...25 DYS - displayoursite di Flaminia De Rossi, Raffaella Bonsignore, Emanuela Bonella...38 I colori della solidarietà Serata per RhOME - Teatro Palladium, 2 dicembre 2014 di Alfredo Simonetti

6 4

7 Prefazione di Mario Panizza, Rettore dell Università di Roma Tre Nel luglio 2014 il Team dell Università degli Studi Roma Tre (Dipartimenti di Architettura, Ingegneria ed Economia), ha partecipato a Versailles alla manifestazione internazionale Solar Decathlon, l Olimpiade dell architettura green, dove ha conquistato il primo posto assoluto. Ha vinto inoltre il primo premio per il lighting design e per il funzionamento della casa, il secondo premio per il social housing e il terzo premio per l innovazione, oltre a numerose menzioni speciali per efficienza energetica e sostenibilità. Il progetto e l esperienza maturata nella competizione internazionale hanno dato particolare impulso alla ricerca e all innovazione del nostro Ateneo evidenziando l eccellenza dell Università italiana a livello internazionale nell ambito della sostenibilità ambientale e dello sviluppo tecnologico. L esigenza di essere competitivi ha inoltre innescato virtuose dinamiche di partnership tra mondo accademico, istituzioni e imprese. Il progetto prevedeva la realizzazione di un prototipo pluripiano di social housing destinato a proporre soluzioni reali per la domanda abitativa di Roma. La casa denominata RhOME, patrocinata dal Dipartimento per l Energia degli Stati Uniti e finanziata dal Governo francese, è costituita da un edificio di 65 metri quadrati ad alta tecnologia, realizzato in legno a basso impatto ambientale, dotato di illuminazione naturale e artificiale molto innovativa, e attento alla qualità dell aria interna per garantire comfort e salubrità. L esperienza di Versailles ha messo in risalto la valenza didattica del progetto partecipato, al quale hanno lavorato 10 docenti oltre a 40 studenti, laureandi e dottorandi che hanno assieme costruito RhOME, concretizzando una delle priorità dell Ateneo Roma Tre: l apprendimento attraverso le esperienze reali, direttamente rivolto al mondo del lavoro. Un occasione di crescita, che ha avvicinato gli allievi alle responsabilità professionali permettendo di condividere esperienze orientate allo stesso obiettivo. 5

8 6

9 Introduzione di Alessandro Minicucci, Presidente del CEFMECTP La vita è un bene prezioso e supremo da difendere in ogni circostanza e ancor più durante il lavoro. La formazione merita sicurezza sul lavoro, è da sempre elemento fondamentale nel lungo processo di avvicinamento alla consapevolezza ed alla capacità da parte del lavoratore di prendersi cura della propria salute sul luogo di lavoro. Anche la normativa, a partire dalla Costituzione per arrivare al D.Lgs. n. 626 del 1994 fino al Decreto legislativo 81/08, ha individuato nella formazione uno degli obblighi fondamentali a cui deve adempiere il Datore di Lavoro nei confronti dei propri lavoratori. Troppo spesso, però, la formazione è vista dal Datore di Lavoro solo come mero adempimento normativo e viene affidata a soggetti che spesso non posseggono le capacità, e a volte nemmeno i requisiti, affinché questo processo possa dirsi realmente efficace. Efficace è il termine chiave per garantire che la formazione ottenga i risultati che il Legislatore ha immaginato nel momento in cui tale processo veniva inserito come elemento cardine all interno della normativa in materia di sicurezza sul lavoro. Se la formazione è stata efficace è la domanda che tutti i soggetti interessati da questo processo datori di lavoro, lavoratori e formatori dovrebbero porsi al fine di valutare il successo della loro azione. Siamo riusciti a rendere la formazione realmente efficace, ovvero capace non solo di trasferire informazioni, ma anche di modificare le capacità sul campo, in modo da rendere lo studente/lavoratore consapevole dei necessari comportamenti che possano garantire una reale sicurezza sul luogo di lavoro. Progettare adeguatamente significa redigere buoni piani di sicurezza e coordinamento, valutare e gestire i tanti rischi che presenta il lavoro nel cantiere edile, stimare analiticamente e in modo congruo i costi di attuazione delle misure di prevenzione e protezione e dei dispositivi collettivi e individuali. L esigenza primaria per chi si occupa di prevenzione e sicurezza come il CefmeCtp resta quella di ridurre progressivamente il numero degli infortuni sul lavoro, promuovendo una attenta informazione e formazione nei e sui luoghi di lavoro. Si vuole concorrere alla realizzazione di quei presupposti che consentano di lavorare nel cantiere edile effettivamente in sicurezza, a difesa dei valori della vita e dell etica lavorativa. Un analisi del percorso formativo effettuato dimostrerà, inoltre, che la corretta formazione non raggiunge solo lo scopo fondamentale di garantire un continuo miglioramento della sicurezza sul lavoro dei suoi destinatari, ma anche un vantaggio nella cultura della Sicurezza. La considerazione finale a evidenziare che lo scambio di esperienze e l incontro di mondi è sicuramente positivo, i risultati ottenuti sono da ripetere ed incrementare. 7

10 [ ] Per imparare a progettare un edificio con l obiettivo di costruirlo è, infatti, necessario un lungo percorso di addestramento, il cui successo dipende non solo dall acquisizione di una conoscenza tecnica in continua evoluzione, ma anche dalle tante esperienze alle quali si è partecipato: lavorando in uno studio, incontrando i produttori di materiali, confrontandosi con i committenti, discutendo con gli specialisti, ma soprattutto verificando le proprie idee in cantiere. Conoscenze ed esperienze concorrono così, non solo a definire le capacità critiche necessarie alle scelte progettuali e al disegno dei dettagli costruttivi, ma anche a preparare un architetto consapevole dei materiali che utilizza, delle diverse configurazioni degli elementi costruttivi, delle risorse e degli strumenti a disposizione per prefigurare in modo credibile e in una corretta sequenza temporale, la vicenda costruttiva del cantiere. (Tratto da Cantiere e Costruzione - Capitolo L Università con il mondo del lavoro: un esperienza didattica tra aula e cantiere, a cura di Paola Marrone, Università degli Studi di Roma Tre) 8

11 I colori della Sicurezza a cura di Flaminia De Rossi, architetto Con Cantiere e Costruzione, Master di primo livello (A.A ), inizia la collaborazione tra l Università degli Studi di Roma Tre e il CEFMECTP (già CTP), per dare una preparazione supplementare e operativa agli studenti-lavoratori nel settore dell edilizia, sia sotto il profilo pratico costruttivo che sotto l aspetto della prevenzione e protezione in cantiere. Dal 2008 al 2013, nell ambito del Protocollo d Intesa tra la Facoltà d Architettura dell Università di Roma Tre e il CEFMECTP (già CTP), vengono organizzati dei corsi per studenti, da 120 ore per Coordinatori della Sicurezza in Fase di Progettazione ed Esecuzione. Dal 2012 questa collaborazione varca le soglie delle aule universitarie per entrare in cantiere in un esperienza di realizzazione nell ambito di una competizione internazionale: Il Solar Decathlon Europe, nelle Edizioni di Madrid e di Versailles. Con questa nuova pubblicazione dal titolo I Colori della Sicurezza - Attraverso le esperienze per una nuova percezione del cantiere, il CEFMECTP di Roma vuole illustrare come da questo cammino scaturisca una nuova concezione del cantiere. Tale percorso evidenzia infatti che ogni qualvolta la progettazione della Sicurezza nasce e si sviluppa in continua collaborazione con quella architettonica, l efficacia in cantiere aumenta considerevolmente, in termini di consapevolezza del rischio e di prevenzione. Dando questo come dato acquisito, se pur da consolidare e diffondere, il contributo che si vuole dare da ora vorrebbe rappresentare un valore aggiunto al fare sicurezza in cantiere puntando sull aspetto metodologico e su strumenti creativi e innovativi che si spingano oltre il requisito minimo di legge. Un nuovo modo di percepire e far percepire il cantiere che si avvale del contributo attivo del lavoratore, che è del tutto economicamente sostenibile poiché utilizza al massimo delle potenzialità gli strumenti del comunicare in modo che il messaggio in cantiere sia chiaro, mai rutinario e davvero stimolante. Una sicurezza a colori. 9

12 Solar Decathlon Europe Edizione Madrid 2012 di Flaminia De Rossi, architetto Il Solar Decathlon Europe ha la sua origine nella competizione americana US DOE Solar Decathlon nel Il SDEurope nasce da un accordo bilaterale tra il governo americano e quello spagnolo, dopo la partecipazione della Universidad Politécnica de Madrid nelle edizioni precedenti tenutesi a Washington DC. Il primo concorso al di fuori degli Stati Uniti, il Solar Decathlon Europe 2010, ha avuto luogo a Madrid nel giugno 2010, ripetendosi anche nel Solar Decathlon Europe è una competizione internazionale tra le università, che promuove la ricerca per lo sviluppo di abitazioni efficienti. L obiettivo delle squadre partecipanti è quello di progettare e costruire case che consumano il minor numero di risorse naturali e, se possibile, produrre prodotti di scarto minimo durante il loro ciclo di vita. Particolare attenzione è dedicata a ridurre i consumi energetici e a ottenere tutta l energia necessaria dal sole. Durante la fase finale del concorso, i team hanno montato le loro case a Madrid (Casa de Campo), in un luogo aperto al pubblico, denominato Villa Solar. Le squadre hanno disputato dieci gare (da qui il nome Decathlon ), al termine delle quali è stato proclamato il vincitore di questa edizione. Nella gara che ha avuto luogo nel mese di settembre 2012, vi sono state 19 proposte provenienti da 12 Paesi diversi, 8 dei quali europei (Germania, Danimarca, Spagna, Francia, Ungheria, Italia, Portogallo, Romania) e altre 4 da Cina, Giappone, Brasile ed Egitto. Tutte queste squadre sono state supportate da una o più università e hanno avuto il sostegno economico e tecnico da parte delle istituzioni e dalle aziende. I principali protagonisti durante l intero processo, dalla progettazione alla fase finale del concorso di Madrid, sono stati gli studenti, conosciuti come Decatleti, guidati da un professore, il Faculty Advisor. Team Rhone Alpes è stato il vincitore finale dell edizione SDEurope

13 Para Eco-House (Tongji, Cina) Canopea (Grenoble, Francia) Odoo (Budapest, Ungheria) PRISPA (Bucarest, Romania) House π_unizar (Saragozza, Spagna) Sumbiosi (Bordeaux, Francia) SML system (Valencia, Spagna) Counter Entropy House (Aquisgrana, Germania) Patio 2.12 (Siviglia/Jaén/Granada/Málaga, Spagna) Ekó House (Santa Catarina/San Paolo, Brasile) (e)co (Barcellona, Spagna) MED in Italy (Roma/Bolzano, Italia) The Omotenashi House (Chiba, Giappone) CEM Casas Em Movimento (Porto, Portogallo) Ekihouse (Spagna) Arkan (Il Cairo, Egitto) ECOLAR Home (Costanza, Germania) Astonyshine (Parigi/ Marne-la-Vallée/Ferrara Bari, Francia/Italia) FOLD (Danimarca) 11

14 12 MED in Italy si è classificato terzo assoluto nella competizione Solar Decathlon Europe 2012 e ha vinto il primo premio per la Sostenibilità, il secondo premio per il Funzionamento domestico

15 L esperienza MED in Italy Vengo contattata da Chiara Tonelli coordinatrice MED in Italy (e RhOME for dencity) per la partecipazione attiva nel progetto MED in Italy. Sono stata incaricata quindi dall Università degli Studi di Roma Tre e nominata Health and Safety Coordinator all interno del team MED in Italy, con la collaborazione attiva di due giovani Health and Safety Officers: Giulia Maranesi e Mario Falcone. A maggio inizia l avventura tra il CEFMECTP (già CTP) e l Università degli studi di Roma Tre. MED in Italy è stato il primo progetto italiano ammesso al Solar Decathlon Europe, competizione tra università di tutto il mondo per la progettazione e realizzazione di edifici ad alta efficienza energetica. La collaborazione con il CEFMECTP ha previsto l informazione e la formazione degli studenti per l ingresso in cantiere specifiche e finalizzate al progetto da realizzare, i ragazzi sono stati addestrati sulle procedure di emergenza e antincendio, sul Primo Soccorso e soggetti a sorveglianza sanitaria per il rilascio delle idoneità per le mansioni specifiche di cantiere. Il CEFMECTP inoltre ha dotato i decatleti di tutti i dispositivi di protezione individuale: elmetti, guanti, e scarpe. L impresa Rubner (che ha realizzato le componenti strutturali del prototipo) ha dato il suo contributo non solo nella fase esecutiva delle opere ma anche in fase di progettazione della Sicurezza; infatti durante il primo montaggio del prototipo a Chienes abbiamo realizzato insieme la nostra linea vita grazie alle proprie maestranze nelle persone di Walter Stolzlechner, Armin e Bono. Nella mappa seguente sono evidenziate le interazioni che ci sono state tra i protagonisti di questa competizione. 13

16 Mappa delle interazioni del Team MED in Italy Team MED in Italy Progettazione prototipo Direzione lavori DECATLETI Emergenza/antincendio Primo soccorso Uso DPI Sorveglianza sanitaria PROGETTAZIONE Riunioni Montaggio/smontaggio FORMAZIONE ESECUZIONE CEFMECTP Informazione/formazione: Emergenza/antincendio Primo soccorso Uso DPI Sorveglianza sanitaria Fornitura: DPI di base 14

17 SDE 2012 Verifiche per fasi Ispezioni e collaudo Sanzioni e bonus Riunioni di supercoordinamento COMUNICAZIONE ESECUZIONE Healt & Safety Progettazione sicurezza Progettazione linea vita COMUNICAZIONE Riunioni di coordinamento Sicurezza in fase di esecuzione RUBNER PROGETTAZIONE Realizzazione prototipi Realizzazione linea vita Montaggio/smontaggio 15

18 I decatleti dotati di DPI entrano in cantiere al Solar Decathlon Europe Madrid Le riunioni di coordinamento. 16

19 La progettazione della Sicurezza, esempio sinergico della collaborazione tra gli Health & Safety Coordinator, Rubner e i decatleti: la nostra linea vita e le funi direzionali per movimentare i carichi. La progettazione della Sicurezza, il coordinamento si aggiorna in cantiere. 17

20 CREDITS (elenco partecipanti) MED in Italy Solar Decathlon Europe - edizione Madrid 2012 Management Università Roma Tre Chiara Tonelli Faculty Advisor Stefano Converso Project Manager Ivan Guiducci Technical Management Staff Pamela Moretto Secretariat Chiara Pepe Administration Manager Diego Pisilli Administration Staff Valentina Taibi Project Management Staff Maria Leporelli Student Team Leader 18

21 MARKETING & COMMUNICATIONS Università Roma Tre Carlo Alberto Pratesi Sponsorship Manager Costanza Nosi Marketing Simonetta Lombardo Communications Coordinator Richard Paola Press Office Ludovica Principato Online Communication Eleonora Velluto Student - Online Communication DESIGN & CONSTRUCTION Università Roma Tre Gabriele Bellingeri Construction Manager Luigi Franciosini Project Architect Francesca Geremia Mediterranean Building Tradition Francesco R. Ghio Landscape Designer Mario Panizza Project Architect Alfredo Passeri Quantity Survey Michele Zampilli Mediterranean Building Tradition Massimo Catalani Artist Carmine Guarino Botanic - UniSannio Mario Marziano Botanic - UniNa Cristina Casadei Project Architect Daniele Micozzi Quantity Survey Valentina Pini Quantity Survey Agnese Pizzuti Quantity Survey Valentina Urbini Design Visualization Aurora Berna Berionni Student - Public Tour Enrico Caiolo Student - Public Tour Maria Francesca Di Alessandro Student - Public Tour Carlo Alberto Di Carlo Student - Public Tour Riccardo Magnisi Student - Drawings Marco Neri Student - Drawings Vincenzo Panasiti Student - Interiors Valeria Vitale Student - Drawings ENERGY & CLIMATE Università Roma Tre Francesco Bianchi Acoustic Engineer Aldo Fanchiotti Energy Engineer Marco Frascarolo Daylighting & Lighting Michele La Rocca Plumbing System Francesca Fieri Energetical Strategy Staff Mario Grimaudo Energy Manager Pietro Prestininzi Plumbing System Massimo Del Buono Student - PV System Stefano Martorelli Student - Lighting Design Marta Pellegrini Student - Energetical Strategy Staff 19

22 ENERGETICAL STRATEGY CONSULTANCY Libera Università di Bolzano & Fraunhofer Italia Cristina Benedetti Project Engineer Irene Paradisi MEP & Energetical Simulations Gabriele Pasetti Monizza Rules and Laws Verifing Ilaria Brauer Master Student - Thermoigrometric assessment Elisa Cum Master Student - Laboratory Diana Di Palma Master Student - Graphics Giulia Fatarella Master Student - Thermoigrometric Assessment Maria Teresa Girasoli PhD Student - Energy Consultancy Chief Maurita Glorioso 3D modeling Nicolas Kaufmann Marianna Marchesi PhD Student - Detail Design Matteo Martinelli Tommaso Prati Julia Ratajczak Master Student - Virtual Modeling Matteo Rondoni MEP & Energetical Simulations STRUCTURES Università Roma Tre Luigi Nicola Rizzi Structural Engineer Ginevra Salerno Structural Engineer Flaminia De Rossi Health & Safety Giulia Maranesi Health & Safety Pietro Prestininzi Hydraulic Engineering Ugo Carusi Student - Structural Engineering Francesco Cusani Student - Construction Modeling Mario Falcone Student - Health & Safety Cristiano Piagnerelli Student - Construction Modeling Claudio Vittori Antisari Student - Construction Modeling 20

23 INDUSTRIAL DESIGN Università La Sapienza Vincenzo Cristallo Industrial Designer Researcher Sabrina Lucibello Industrial Designer Researcher Tonino Paris Industrial Design Team Manager Andrea Ettorre Industrial Designer Elisabetta Furin Industrial Designer Giulia Nicolucci Student - Industrial Design Danilo Perozzi Student - Industrial Design Mario Raduazzo Student - Industrial Design Vincenzo Romano Student - Industrial Design Valentina Santillo Student - Industrial Design Francesca Simoni Student - Industrial Design Andrea Spadaccini Student - Industrial Design Alan Zirpoli Student - Industrial Design Antonella Casillo Student - Industrial Design Zenia Chinese Student - Industrial Design Fabrizia Merolla Student - Industrial Design DESIGN UNIFORMS Accademia di Costume e Moda Sergio Ciucci Fashion Coordinator Maria Di Napoli Project Coordinator Olivier Di Gianni Communication and Press Office Students of CRASI Project Piergiorgio Meschini Student - Fashion Design Marco Marrone Student - Fashion Design Antonella Domingo Student - Fashion Design Francesca Ricci Student - Fashion Design Marzia Graziani Student - Fashion Design Virginia Parisi Student - Fashion Design 21

24 Solar Decathlon Europe Edizione Versailles 2014 di Flaminia De Rossi, architetto Solar Decathlon Europe è una competizione internazionale tra le università che promuove la ricerca per lo sviluppo di abitazioni efficienti. L obiettivo delle squadre partecipanti è quello di progettare e costruire case utilizzando il sole come unica fonte di energia; particolare attenzione è dedicata a ridurre i consumi energetici. 20 università, dopo una valutazione dettagliata, sono state selezionate per partecipare a Versailles I decatleti studenti imparano a lavorare in team multidisciplinari e ad affrontare le sfide del futuro dell edilizia per lo sviluppo di soluzioni innovative. I decatleti studenti si concentrano non solo sulla progettazione e costruzione delle loro case, ma anche sui modi per migliorare l integrazione dei sistemi solari, sulla conoscenza dell edilizia sostenibile e su come sensibilizzare l opinione pubblica sui valori SDE. Nella gara, che ha avuto luogo nel mese di giugno 2014 nella Cité du Soleil a Versailles (Allée des Mortemets), sono state 20 le proposte provenienti da 16 Paesi diversi, 7 dei quali dall Europa (Germania, Danimarca, Spagna, Francia, Italia, Svizzera e Paesi Bassi) e altri 8 da USA, Messico, Costa Rica, Cile, Giappone, Taiwan, Thailandia, India. I 20 team si sono affrontati in una competizione in dieci gare (Architettura, Ingegneria e cantiere, Efficienza energetica, Bilancio energetico, Comfort, Attrezzatura e funzionamento, Comunicazione e sensibilizzazione sociale, Progetto urbano, mobilità e costi, Innovazione, Solidità e durata). Il pubblico ha potuto vedere e diventare consapevole delle reali possibilità di ridurre l impatto ambientale mantenendo al tempo stesso il comfort e la qualità del design nelle loro abitazioni. Team RhOME for dencity è stato il vincitore finale dell edizione SDEurope

25 Philéas (Nantes, Francia) Ressò (Barcellona, Spagna) EFdeN (Bucarest, Romania) Renai-House (Chiba, Giappone) The Skin (Delft, Paesi Bassi) Embrace (Copenaghen, Danimarca) Casa Fenix (Valparaiso/La Rochelle, Cile/Francia) Adaptive House (Bangkok, Thailandia) Techstyle Haus (Rhode Island/Erfurt, Stati Uniti/Germania) Casa (Città del Messico, Messico) Ontop (Francoforte, Germania) Your + (Lucerna, Svizzera) Symbcity (Alcala & La Mancha, Spagna) Live-Lib (Parigi, Francia) Project H Naught (Mumbai, India) Rooftop (Berlino, Germania) Maison Reciprocity (Boone/Angers, Stati Uniti/Francia) RhOME for dencity (Roma, Italia) Trópika (Cartago, Costa Rica) Orchid House (Hsinchu, Taiwan) 23

26 Team RhOME for dencity è stato il vincitore finale dell edizione SDEurope2014. Il traguardo raggiunto in questa edizione è il risultato anche di quello che abbiamo fatto in passato nella competizione del Questa collaborazione tra l Università degli Studi di Roma Tre e l Ente CEFMECTP è stata affinata e ha portato ottimi risultati nell ultima edizione. Il nostro punto di forza è stato quello di avere sviluppato il progetto architettonico del prototipo contestualmente al progetto della Sicurezza, così come dovrebbe essere nella realtà professionale. Queste esperienze vanno celebrate, fanno bene a noi e all Italia. RhOME for dencity si è classificato primo assoluto nella competizione Solar Decathlon Europe 2014 e ha vinto il primo premio per Lighting Design e per il Funzionamento della casa, il secondo premio per il Social Housing, Architettura e Condizioni di comfort e il terzo premio per Innovazione, menzioni speciali in Efficienza Energetica e Sostenibilità 24

27 L esperienza RhOME for dencity Il percorso di collaborazione tra il CEFMECTP e Roma Tre continua con la partecipazione nel 2014 al Solar Decathlon Europe a Versailles. Con l arch. Ilaria Grugni siamo state incaricate dal CefmeCtp e nominate in qualità di Health & Safety Coordinator dall Università degli Studi di Roma Tre all interno del team RhOME for dencity, dove abbiamo collaborato con gli Health and Safety Officers Barbara Cardone, Giuliano Valeri e Matteo Persanti. Il CeFmeCtp ha provveduto a dare l informazione e la formazione degli studenti per il cantiere specifica alla realizzazione dell unità abitativa autosufficiente. I decatleti sono stati addestrati sulle procedure di emergenza e antincendio e sul Primo Soccorso. Sono stati inoltre dotati di tutti i dispositivi di protezione individuale, elmetti, guanti, mascherine e scarpe, dispositivi anticaduta, gilet ad alta visibilità, segnaletica, estintori e indumenti di cantiere, pantaloni e t-shirt. Grazie alla sinergia con Rubner siamo riusciti a progettare una linea vita efficace per il nostro prototipo, la copertura a falde della casa è stata caratterizzata da una serie di piastre che disegnano delle dorsali lungo le pendenze e lungo la linea di colmo tale da permettere ai lavoratori una movimentazione sicura con l uso di un doppio cordino, così da non rimanere mai sganciati. L impresa Rubner ha dato il suo contributo prezioso anche e soprattutto nella fase esecutiva grazie alle proprie maestranze nelle persone di Walter, Stan, Lubo, Giovanni, Dimitri e Herman. Durante il montaggio a Versailles l arch. Ilaria Grugni ha ulteriormente formato gli studenti sui dispositivi anticaduta per espressa richiesta dell ente organizzatore SDE Abbiamo inoltre dimostrato tramite una relazione tecnica descrittiva la nostra scelta progettuale: risultando inefficace la protezione collettiva, abbiamo optato per i dispositivi di protezione individuale per le nostre lavorazioni in quota. 25

28 Mappa delle interazioni del Team RhOME for dencity Team MED in Italy Progettazione prototipo Direzione lavori FORMAZIONE DECATLETI Emergenza/antincendio Primo soccorso Uso DPI Sorveglianza sanitaria Riunioni PROGETTAZIONE COMUNICAZIONE DPI anticaduta FORMAZIONE ESECUZIONE Montaggio/smontaggio Uso trabattelli CEFMECTP Informazione/formazione: Emergenza/antincendio Primo soccorso Uso DPI di base Sorveglianza sanitaria Fornitura: DPI di base DPI anticaduta Segnaletica 26

29 SDE 2014 Verifiche per fasi Ispezioni e collaudo Sanzioni e bonus FORMAZIONE Formazione trabattelli Healt & Safety ESECUZIONE Progettazione sicurezza Progettazione linea vita FORMAZIONE Riunioni di coordinamento Uso DPI anticaduta ESECUZIONE Sicurezza in fase di esecuzione Relazione scelte progettuali PROGETTAZIONE RUBNER Realizzazione prototipo Realizzazione linea vita Montaggio/smontaggio 27

30 I decatleti in cantiere dotati di DPI. 28

31 Gli Health & Safety Officers a richiesta dell Ente organizzatore SDE 2014 forniscono: il depliant di benvenuto a RhOME for dencity illustrativo di tutte le fasi di lavorazione, del layout di cantiere e delle misure preventive e protettive da attuare; il giornale di cantiere da aggiornare con ispezioni, provvedimenti, documenti, etc.; il test di valutazione di ingresso dei nostri decatleti al cantiere. 29

32 Gli Health and Safety Coordinator a richiesta dell Ente organizzatore SDE 2014 e in risposta all ispezione francese del Ministère du travail, de l emploi et du dialogue social si occupano di: corso di formazione di 6 decatleti sui Dispositivi Anticaduta dell Ente SDE 2014; relazione tecnica descrittiva sulle scelte progettuali per i lavori in quota. L Ente organizzatore SDE 2014 forma al montaggio dei trabattelli alcuni decatleti di ogni team. 30

33 Le riunioni di coordinamento. 31

34 La progettazione della Sicurezza, esempio sinergico della collaborazione tra gli Health & Safety Coordinator, il datore di lavoro e i lavoratori. Il nostro sistema anticaduta (conforme alla norma UNI EN 362:2008): imbracatura anticaduta conforme alla norma UNI EN 361; connettori conformi alla norma UNI EN 362; dispositivo anticaduta conforme alla norma UNI EN

35 Dispositivo di ancoraggio che può essere di due tipi: linea vita conforme alla norma UNI EN 795 classe B (portatili) e punti di ancoraggio conformi alla norma UNI EN 795 classe A + B. Gli architetti Flaminia De Rossi e Ilaria Grugni (Health & Safety Coordinator) introducono il CEFMECTP al Solar Decathlon Europe Versailles

36 CREDITS (elenco partecipanti) RhOME for dencity Solar Decathlon Europe - edizione Versailles 2014 Management Università Roma Tre Chiara Tonelli Faculty Adviser Stefano Converso Project Manager Chiara Pepe Accountability Michele Caltabiano Student Team Leader 34

37 Architecture Università Roma Tre Luigi Franciosini Project Architect Manuel Andrè Bottiglieri Construction Modelling Cristina Casadei Project Architect Alessio Clarizio Interior Design Francesca Di Benedetto Urban Design Chiara Melchionna Interior Design Cristiano Piagnerelli Construction Modelling Angelo Romano Urban Sociologist Antonio Vellucci Modelling ENERGY Gabriele Bellingeri Energy Strategie Roberto De Lieto Vollaro Energy Systems Marco Frascarolo Artificial Lighting Francesco Lidozzi Electric System Luca Solero Electrical Engineer Gabriele Battista Fluid Dynamic Emiliano Carnielo Energy Simulation Luca Evangelisti Energy Simulation Massimo Del Buono PV System Luca Bigarelli Electric System Francesca Bottaro Home Automation Giuseppe Campanile Fluid Dynamic Federico Corazza Thermodynamic System Arianna Dolce Artificial Lighting Stefano Latella Electric System Paola Lenzoni Milli Materials LCA Francesca Marino PV System Ilaria Montella CasaClima Certification Vincenzo Panasiti Home Automation Matteo Pisani Home Automation Andrea Rastrello Artificial Lighting Gabriele Roselli Contest Captain Valerio Sabatini Monitoring System Marco Sinopoli Thermodynamic System Valeria Vitale Energy Strategy Validation ABC Politecnico di Milano Marco Imperadori Active House Validation Gabriele Masera Active House Validation Arianna Brambilla Active House Validation Graziano Salvalai Active House Validation Chiara Valsecchi Active House Validation 35

38 Engineering and construction Università Roma Tre Michele La Rocca Plumbing System Ginevra Salerno Structural Engineer Ugo Carusi Project Engineer Manager Paolo Cioffi Plumbing System Chiara Di Battista Plumbing System Pier Angelo Perna Structures Lorenzo Pirone Structures Healt & safety Flaminia De Rossi Health & Safety Coordinator Ilaria Grugni Health & Safety Coordinator Giuliano Valeri Safety Officer Barbara Cardone Safety Officer Matteo Persanti Safety Officer Marketing and quantity survey Università Roma Tre Alfredo Passeri Quantity Survey Costanza Nosi Marketing Carlo Alberto Pratesi Marketing & Communication Giulia Assogna Quantity Survey Sara Boraschi Quantity Survey Michele Capuccio Marketing Camilla Desideri Marketing Edoardo Franchi Marketing Roberta Franza Marketing Valentina Moro Quantity Survey Elena Oetiker Sponsorship Manager Patrizia Recco Quantity Survey Rodrigo Salsedo Quantity Survey 36

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DA CADUTA DALL ALTO PRESSO LE INDUSTRIE CERAMICHE Allegato B REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008 I LAVORI IN QUOTA I Dispositivi di Protezione Individuale Problematiche e soluzioni Luigi Cortis via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova D.Lgs 81/08 art. 96 c.1 Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Azienda Sanitaria

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio Trento dal 27/05/2012 al 27/05/2012 RIEPILOGO 100 Dorso Esordienti A Femminile - Serie 1) DONINI Valentina 00 RARI NANTES TRENTO 1'125 2) BAZZANELLA Chiara 00 2001 TEAM ASD - ROVER 1'153 3) CRISTOFALETTI

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Leadership in Energy and Environmental Design

Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici più in uso al mondo: si tratta di una serie di criteri sviluppati negli

Dettagli

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI ALLEGATO II 1 0 R A P P O R T O S U L L A F O R M A Z I O N E N E L L A P A : I L G R U P P O D I L A V O R O E G L I A U T O R I D E G L I A P P

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

LE CADUTE DALL ALTO E

LE CADUTE DALL ALTO E LE CADUTE DALL ALTO E LA RESPONSABILITÀ DEGLI AMMINISTRATORI A.U. Salvatore Ruocco Lecce, 15 febbraio 2014 PROGRAMMA 1) Rischio caduta: normativa e soggetti coinvolti 2) UNI EN 795 e dispositivi di ancoraggio

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Corso Programmare e progettare la biblioteca pubblica Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Angelo Marchesi con la collaborazione di Alessandro Agustoni e Giulia Villa Il contesto Vimercate

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media Commissione 1 - COMMISSIONE AFFARI ESTERI (AFET) CHAIR: Ilaria BLASUCCI, Alessandro IANNAMORELLI TOTALE INCONTRI: CALCIOTTI LUDOVICA VAIANA VALENTINA DI CASTRO MATTEO VERNICA DIANA LE LUCA MARIANNA SBARDELLA

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

4 (01:35:20) (2-91) CUS BARI(A) Binetti Saverio Boccuto Alberto Altamura Dionisio Piromallo Alfonso Giampietro Giovann +0:1:60

4 (01:35:20) (2-91) CUS BARI(A) Binetti Saverio Boccuto Alberto Altamura Dionisio Piromallo Alfonso Giampietro Giovann +0:1:60 GARA 3 del 22 Ore 15:00 QUATTRO CON Senior A M Finale 1 CAMPIONATI UNIVERSITARI MONATE (Codice 7 mt.500 N.Eq. 6 N.Isc. 6) 1 (01:33:60) (4-55) Wurzel Marius (1) Casetti Andrea (1) Palma Jacopo (2) Banti

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Il RIF è un marchio che l impresa potrà apporre nella sua carta intestata e nelle sue comunicazioni.

Il RIF è un marchio che l impresa potrà apporre nella sua carta intestata e nelle sue comunicazioni. 1. RIF: che cos è Il RIF (Registro dell Impresa Formativa) è lo strumento, approvato dal FORMEDIL e dalla CNCPT, collegato al sito della Banca dati formazione costruzioni (BDFC) del Formedil nel quale

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture LINEE GUIDA RELATIVE ALLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE DA PREDISPORRE NEGLI EDIFICI PER L ACCESSO, IL TRANSITO E L ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE IN QUOTA IN CONDIZIONI DI SICUREZZA Aprile 2007

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it Avv. Giovanni Romano Avv. Paola Genito Avv. Natascia Delli Carri Avv. Maria Cristina Fratto Avv. Annalisa Iannella Avv. Egidio Lizza Avv. Giuseppina Mancino Avv. Roberta Mongillo Avv. Francesco Pascucci

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura ABBONATI RIVISTE ONLINE! TROVA AZIENDE EDILBOX CONTATTI HOME NEWS! AZIENDE ECONOMIA EDILIZIA IMMOBILI APPUNTAMENTI! LEGGI & NORME Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura CERCA

Dettagli

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA Enel Produzione SpA Concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutnzione sicura Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2010-2011 Napoli, 27 Ottobre 2011 Villa Colonna Bandini Stefano Di Pietro Responsabile

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA 1 10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA MEMORANDUM SULL EASS L' Educazione all Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile, una necessità! L'Educazione Ambientale

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli