Carlo Minucci. Linux per utonti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Carlo Minucci. Linux per utonti"

Transcript

1 Carlo Minucci Linux per utonti

2 Capitolo 1 Introduzione sommaria all opera Ho cominciato a scrivere questo manuale spinto da Paolo Fanelli, membro del FanoLUG (http://www.fanolug.org) di cui anche io faccio parte. Ho accolto l idea perche ho un sacco di tempo libero al lavoro e anche perche volevo scrivere una guida su Linux per chi vuole tutto e subito, per chi non ha voglia di leggersi troppi how to e cose del genere - anche se non e l approcio giusto - il tutto seguendo lo spirito punk che mi accompagna in tutte le cose. Scrivo questo manuale dal mio portatile che ha problemi alla lettera h, per cui qualcuna puo essermi sfuggita. Per scrivere uso, ovviamente, Linux e Lyx come editor Ringraziamenti Ringrazio, ovviamente, Paolo Fanelli per l idea, Giacomo Alessandroni per il supporto, Alessandro Lepore per alcune dritte sulla compilazione del kernel, Myrddin_Emrys di #linux per alcune correzione e infine Andrea Bazzani che e stato il primo a supportare economicamente la mia fatica. Poi ci sarebbero altre persone segrete che indirettamente mi hanno spronato, ma che comunque rimarranno segrete. Ovviamente mi sento in dovere di ringraziare anche Linus Torvalds e Richard Stallman per tutto quello che hanno fatto, oltre tutti gli altri personaggi minori del mondo dell open source Contatti Se vuoi contattarmi scrivimi una mail a il mio UIN di ICQ e , o se hai ichat ogni tanto mi trovi on line cercando 1

3 1.3. Licenza Questo manuale viene rilasciato con la licenza Creative Commons. 2

4 Capitolo 2 Introduzione a Linux 2.1. Linux fa funzionare il computer Linux e un sistema operativo e in quanto tale fa funzionare un computer. In verita Linux sarebbe solo il kernel del sistema operativo, quello che c e tutto intorno viene chiamata distro 1 o distribuzione, ma comunque, nel linguaggio comune, con linux si intende tutto quanto. Il kernel e quel pezzo di programma che fa partire il computer e fa comunicare tra di loro le varie periferiche, un rapido esempio puo essere la pressione di una lettera sulla tastiera che viene visualizzata sul monitor. Una distro, le chiamano tutti cosi per cui anche io, e l insieme di tutti quei programmi che stanno intorno intorno al kernel e le varie utility che aiutano l installazione. Chi fa una distro decide quale software inserire seguendo delle proprie idee Le distro, e allora? Quando decidi di installare linux (per essere pignolo dovrei scrivere GNU/Linux 2, ma dovrei essere veramente pignolo, cosa che non sono) ti devi procurare una di queste distro, ce ne sono diversi e ognuna ha le sue caratteristiche e i suoi difetti. Ora ne elenchero alcune descrivendone, sommariamente, le caratteristiche: 1 distro e la contrazione di distribuzione, la contrazione viene usata anche in altri campi al di fuori dell informatica. 2 Richard Stallman in passato ha deciso di scriversi un sistema operativo open source, non ci e mai riuscito. Trovando in Linux quello che voleva fare lui stesso, ha deciso di chiamarlo GNU/Linux. GNU e la contrazione di Gnu is Not Unix, riferendosi al fatto che Richard voleva scrivere un sistema simile a unix ma non proprietario come gli altri unix. 3

5 Debian 3 e quella che tutti definiscono la piu difficile, ma che comunque si riesce ad installare premendo semplicemente invio ripetutamente. Debian ha una filosofia molto piu open rispetto alle altre 4. Il punto forte di Debian, fino ad un po di tempo fa, era la gestione dei pacchetti tramite apt-get (ne parlero piu avanti). Il difetto di Debian e che l installazione considerata stabile (stable) ha software un po preistorico. Risolvibile passando alla versione unstable o testing. RedHat 5 e stata la prima che sono riuscito ad usare in modo decente, aveva un installer relativamente semplice e intuitivo. Per i pacchetti usa gli rpm, cosa che all inizio sembra una cosa okei, quando poi cominci a dover risolvere a mano le dipendenze 6 con altri pacchetti ti viene da maledire tutto. Poi dei benefattori crearono urpmi. Fedora e nata quando RedHat e diventata corporate aumentando il grado di facilita nell installazione e nella gestione. Il suo gestore di pacchetti si chiama yum e concettualmente e simile a apt-get. Mandrake, in teoria, e ancora piu intuitiva, io pero la odio perche ti costringe a fare le cose un po a modo suo. Non mi piace. Gentoo ha una gestione dei pacchetti, a quanto pare, piu efficente di quello di Debian. Il problema e che l installazione compila 7 da capo tutti i pacchetti e quindi ci vuole un sacco di tempo, cosa quasi impensabile per chi fa retrocomputing. Mi sa che ci sono anche i precompilati ma non ho indagato e non mi va di farlo. Arch e nata da poco, pero pare essere una buona cosa. Ha il gestore di pacchetti chiamato pacman per cui andrebbe elogiata solo per questo. La gestione e l installazione e relativamente complicata quini non e per utonti. Suse non mi e piaciuta e non l ho mai usata. Una volta mi trovai a discutere con il relatore, durante una presentazione della nuova versione della distro, gli chiesi come mai non mettevano le iso da scaricare ma mi fu risposto in malo modo, per cui me la sono legata al dito. Ubuntu e una nuova distro, basata su debian, rivolta all uso desktop. L installazione e molto semplice e da sola riconosce tutte le periferiche, almeno nelle installazioni che ho fatto. Ma tutte queste facilitazioni me la fanno risultare un po antipatica. Ci sono anche altre distro, svariate, queste sono le principali, alcune hanno anche usi specifici: tipo firewall oppure per il recovery. Ne ho provate alcune ma comunque 3 Il nome Debian deriva dall unione del nome dell autore, Ian, e quello della moglie Deborah. 4 e per questo che e stata scelta da Richard Stallman. 5 Il nome deriva dal fatto che il nonno del creatore del progetto era solito portare un cappello rosso. 6 I pacchetti, il software pacchettizzato, puo a volte dipendere da altri pacchetti, ad esempio gimp ha bisogno delle librerie grafiche gtk, con questo si intende dipendenza dei pacchetti. 7 Il concetto di compilazione verra spiegato piu avanti. 4

6 elencarle sarebbe inutile agli scopi di questo manuale, quindi non ne parlero, sappiate solo che esistono. Su internet poi troverete sicuramente una marea di siti che ne parlano Ma cosa cambia dagli altri sistemi operativi? La differenza sostanziale e il file system 8. Mentre su Windows(tm) c e C: che e la prima partizione D: la seconda, E: il cdrom (ad esempio), su linux queste cose non ci sono piu. Abbiamo /, si dice root ovvero radice. La / e la parte principale del file system. Grossolanamente si potrebbe paragonarlo al C:/. Gli altri dischi, partizioni, cd rom, chiavette usb e quant altro vengono viste come semplici directory; il mio sistema ad esempio risulta cosi : /dev/hda2 2.5G 2.1G 194M 92% / /dev/hda1 2.0G 1.7G 324M 84% /mnt/win /dev/sda1 16M 12M 3.9M 76% /mnt/mass In pratica, l hard disk del mio portatile, e diviso in due partizioni: nella prima partizione c e windows(tm) che non uso quasi mai, nella seconda c e Linux, e infine una chiavetta usb. Come si vede in questo esempio la partizione di windows(tm) sta nella directory /mnt/win mentre la chiavetta usb sta in /mnt/mass (avrei potuto anche metterla in un altra directory, ad esempio /home/gecco/usb, ma alla fine ognuno fa come gli pare). Nei dettagli della cosa ci entrero dopo, dantronde questa e ancora l introduzione. L altra differenza sostanziale e la multiutenza. Su un sistema linux e normale avere piu di un utente. Abbiamo l utente root, da non confondere con /, l utente root e un po come l utente administrator o amministratore che c e in Windows (tm), e fa quello che vuole sul sistema. Poi possiamo creare quanti utenti ci pare, a seconda dell uso che ne vogliamo fare. L altra cosa da tenere in considerazione e tutta la storia del software libero, la liberta di scelta e via discorrendo 9... che e un fattore importante secondo me. 8 Con file system si intente il sistema di gestione dei file sui vari dischi. 9 L argomento e troppo vasto per approfondirlo qua, potete comunque andarvi a leggere oppure anche su c e qualcosa a riguardo. 5

7 2.4. Io ho il cd di Libero, ma serve a connettersi a internet... ehm... con Software Libero (in inglese free software 10 ) si intende un software che ha il sorgente aperto, il sorgente e il codice che viene scritto dal programmatore. Avere software libero ha il vantaggio di avere software migliore. Funziona piu o meno come la ricerca scientifica, si fa prima a fare un esempio: un tale americano scrive un programma, per esempio, per gestire le immagini della sua macchina digitale, lo mette su internet e lo rilascia come software libero. In Giappone un altro tale si e comprato una macchinetta digitale nuova, cerca il software per gestirlo e trova il software scritto dal tale americano che pero, secondo lui, sarebbe migliore se avesse una funzione per gestire gli archivi delle foto. Allora il tipo giapponese prende il codice, lo modifica a suo piacimento, e lo rilascia nuovamente su internet come software libero. Il programmatore americano legge le migliorie e le accetta, anzi gli fa i complimenti. Poi arriva un italiano che, vista come funziona la scuola italiana, non conosce bene l inglese per cui se lo fa tradurre in italiano da un amico che ha fatto l universita e rilascia nuovamente le modifiche. In questo modo, teoricamente, lo sviluppo del software e piu rapido e piu efficiace, velocizzando anche la ricerca e la correzione dei bug del software io sono un fico perche ho scaricato mandrake da winmx Bravo, ma bastava andare sul sito della distro o su uno dei tanti mirror per ottenere la stessa cosa. Linux, essendo software libero, e scaricabile gratuitamente da internet, oppure puoi comprarlo, finanziando in questo modo lo sviluppo della distro. I siti delle principali distro (quelli che mi ricordo al momento), sono questi: Debian Slackware Gentoo Ubuntu Gli altri ora mi sfuggono ma su ci sono i link a tutte, o quasi, le iso da scaricare e masterizzare. 10 Richard Stallman vuole che in italiano si dica software libero e non free software, perche in inglese free vuol dire sia gratuito che libero e quindi vuole che si parli in italiano per non creare confusione. Richard e solito dire free as in freedom not as free beer (mi sembra sia cosi, piu o meno). 6

8 2.6. Ma e vero che non ci sono virus? Per come e strutturato linux i virus sono praticamente innocui, in pratica trascurabilissimi. La multiutenza e la gestione dei vari processi rendono la vita difficilissima ai virus.

9 Capitolo 3 Basta parole Un po di fatti: una breve guida all installazione di Linux 3.1. nel cd pero non c e setup.exe... dunque... Linux e un sistema operativo per cui va installato come Windows (tm). Ci sono vari metodi per installarlo, ma il metodo piu diffuso e quello di usare un cd boottabile. Basta mettere il cd nel lettore mentre parte e il computer lo usera come periferica di boot per far partire l installazione. Per fare il boot dal cd devi, probabilmente, cambiare le impostazione nel bios del computer, questo dipende dal tuo computer, in genere si preme canc mentre si accende il computer, e poi bisogna cambiare la boot sequence specificandogli di usare il cd Installazione Appena riuscite a far fare il boot al cd di linux (presumendo di essere riusciti a masterizzare l iso giusta prima) sul monitor compariranno delle scritte che spiegano le procedure successive, in genere sono in inglese, ma nella maggior parte dei casi a quel punto basta premere invio, a meno che non si possegga dell hardware esotico. Nel passo successivo il monitor mostra un sacco di scritte che sembrano incomprensibili, ma se si legge con piu attenzione si nota che sta rilevando le periferiche presenti sul computer. I passi successivi possono cambiare da distro a distro per cui la mia descrizione sara piu o meno teorica. 8

10 3.3. Partizioni Inanzitutto bisogna suddividere l hard disk in piu partizioni 1. Per dividere il disco in piu parti si usano dei programmi appositi, quello che meglio rientra nel rapporto tra facilita e diffusione e cfdisk, anche se le distro con installazione grafica hanno dei tool, appunto, grafici che facilitano molto il lavoro. La prima cosa che chiede l installer di Linux e una partizione su cui installarla, se il nostro e un computer nuovo allora non c e problema, se invece si e deciso di installarlo su un computer dual boot con windows(tm) allora bisogna creare una partizione apposta per linux (alcune distro hanno delle utility per ridimensionare le partizioni attuali, nel caso avessimo un intero disco dedicato ad un altro sistema operativo). Linux per funzionare ha bisogno di almeno due partizioni: la cosidetta / e una partizione detta di swap. La swap e una partizione che usa linux come memoria tampone, forse si potrebbe definirla cosi, in pratica usa la swap come fosse la ram. I dogmi linux hanno sempre consigliato di creare una partizione corrispondente al doppio della quantita della ram per la swap ma in alcuni casi si puo fare a meno. Io usavo una redhat senza swap su un pentium 200 con 64 mega di ram, sul mio athlon attuale mi pareva esagerato fare un giga di swap per cui ne ho configurato solo 500 mega, mentre sull ultimo portatile su cui o installato arch, la swap e di soli 8 mega (questo perche non mi riusciva ne di rimuovere ne di ridimensionare quella partizione, poi magari ho sbagliato qualcosa ma non lo so, la persona a cui l ho installata ancora non si e lamentata per cui immagino vada tutto bene). Quando si creano queste due partizioni bisogna specificargli il file system, 83 mi pare sia il codice per la partizione / e 82 per la swap, il programma di installazione comunque scrive chiaramente che tipo di partizione e, i numeretti sono per gli hard core user come me. Alcuni installer comunque consigliano di creare altre partizioni, una per la /home/ una per la /var/ altre per /usr/local/ e cose del genere. Questo pero dipende dall uso che si vuole fare del computer. Su un server e bene avere anche la /var/ separata, la /home/ separata serve per non cambiare le proprie cose nel caso di una reinstallazione, ma sono cose che scoprirete col tempo. Scelte queste cose l installer formattera in modo adeguato le partizione e si potra continuare con l installazione. 1 La pagina di manuale di fdisk da questa definizione Un hard disk puo essere suddiviso in una piu dischi logici chiamati partizioni. Le divisioni vengono descritte nella tabella delle partizioni che si trova nel settore 0 del disco. 9

11 3.4. Software da installare A questo punto l installer dovrebbe richiedere i pacchetti da installare. Le distro piu facili hanno delle macrocategorie, ad esempio server, desktop o portatile e seconda della scelta installara i pacchetti adeguati. In modalita avanzata 2 c e la possibilita di scegliere pacchetto per pacchetto. Volendo si puo optare per una installazione minimale selezionando solo il sistema di base per poi cominciare ad installare il resto Altri settaggi L installer, finito di mettere i pacchetti, chiedera le varie impostazioni da dare al computer, ad esempio: la localizzazione, l ora, il tipo di tastiera, le impostazioni di rete, se e presente una stampante e cose di questo genere. Leggere i messaggi dell installer e cosa saggia da fare, ormai le interfacce di installazioni sono semplici e volendo si puo installare linux senza nemmeno leggere questo manuale, quindi volendo potrei anche smettere di scrivere Utenti A questo punto l installer chiede la password dell utente root e chiede se se ne vuole creare un altro. E cosa buona e giusta creare un utente proprio, l utente root va usato solo per fare modifiche al sistema, e non per l uso quotidiano. Ogni utente e identificato dal nome utente e da una password. Finito questo, se tutto e andato bene, basta riavviare. 2 Tutte le distro hanno una modalita di installazione piu facile e una piu difficile ma piu capillare, ognuno poi sceglie quello che vuole.

12 Capitolo 4 La prima volta Se avete levato il cd prima di fare il boot ora, dopo i messaggi di boot, avete una cosa che vi chiede il login. Il login e il vostro nome utente, inseritelo e premete invio, dopodiche dovete inserire la password. A questo punto siete dentro linux e dovreste aver una cosa di questo genere: skull:~$ Questa e la console, un po come il terminale di ms-dos(tm) di windows(tm), e c e un cursore lampeggiante. Adesso linux si aspetta che voi gli diciate cosa fare ma io c ho una roba con delle finestre Ah, allora ti sei installato anche un windows manager. Il windows manager, come dice il nome, e il gestore delle finestre, e un software che permette di avere le finestre in modalita grafica e di interagire con esse. La cosa non cambia, oppure cambia, e comunque a questo punto se premete la combinazione di tasti ctrl-alt-f2 avrete la scermata descritta sopra dove inserire i vostri dati, premendo ctrl-alt-f7 riuscite a tornare alla modalita grafica alla consoooooooooleee skull e il nome che ho dato al mio computer, in altre situazioni puo essere visualizzato anche il nome dell utente, mentre la ~ (tilde) indica che ci si trova nella propria home directory. Vediamo un esempio rapido: skull:~$ cd /etc skull:/etc$ 11

13 cd e il comando per dirsi di spostarsi di directory, starebbe per change directory, /etc e la directory dove vogliamo andare, e come si vede nella riga successiva ora la console indica la directory /etc. Il dollaro indica che in questo momento si e loggati come utente normale, nel caso di root sarebbe venuto fuori un # (cancelletto).

14 Capitolo 5 ma dimmi un po di comandi I comandi basilari stanno bella directory /bin/ quindi si puo cominciare facendo un cd /bin e poi un ls (sta per list) per vedere i comandi, altri comandi si trovato in /usr/bin, bin e l abbreviazione di binary, cioe i file binari man comando La prima cosa da sapere e che esiste una sorta di help in linea chiamanto man pages, ovvero pagine di manuale. La siglia RTFM (read the fucking manual) si riferisce proprio a questo. Uno che avrebbe tempo da perdere potrebbe andare dentro /bin, fare un ls per vederne il conenuto e poi fare un man comando per tutte le cose presenti e leggere tutto, ma immagino che non abbiate voglia per cui ecco una carrellata dei comandi principali Comandi di base ecco un po di comandi base: cd [argomento] sta per change directory, ovvero cambiare directory. Se l argomento e vuoto riporta automaticamente alla propria home directory, in genere sta in /home/nomeutente. ls [argomento] senza argomento visualizza la lista dei file presenti nella directory corrente. Con l opzione -l visualizza alcune informazioni in piu sui file skull:~$ ls -l *.lyx -rw-r--r-- 1 gecco gecco 1670 Jan 12 09:23 linux_per_utonti.lyx 13

15 qua si potrebbe introdurre il concetto dei permessi sui file ma lo vedremo piu avanti. mkdir [argomento] sta per make directory, quindi serve per creare una directory, l argomento ovviamente ci vuole senno da un errore. rm [argomento] sta per remove, serve per cancellare i file, si puo usare rm -rf per cancellare ricursivamente tutti i file in quella directory e le sotto directory, lo fa senza chiedere conferme. Questo e pericoloso farlo da root perche cancellerebbe file potenzialmente utilissimi. Per cancellare una directory vuota esiste il comando rmdir, che funziona in maniera analoga. ln [argomento] [argomento] serve per creare dei link, come i collegamenti su windows ma molto ma molto meglio. cat [argomento] cat ha diversi utilizzi, il piu classico e cat nomefile.txt che visualizza tutto il file di testo passatogli come argomento. Ma serve anche per concatenare un file ad un altro o ad un device o ad altre cose divertenti. cp [argomento] [argomento] e per copiare i file dove il primo argomento e il file originale e il secondo e il file di destinazione. mv [argomento] [argomento] e l abbreviazione di move, serve per spostare i file, invece di copiarlo come con cp. mv viene usato anche per rinominare un file, in pratica sposta il vecchio file al nuovo file. more [argomento] serve per visualizzare un file di testo. Mente cat prende il file, lo visualizza tutto, e poi se ne esce, more visualizza una pagina alla volta e si puo scorrere avanti e indietro nel file less [argomento] sostanzialmente uguale, ma con delle funzioni migliorate su [argomento] su e per cambiare utente al volo, come argomento si puo passare il nome dell utente, se lasciato vuoto si intende l utente root. Viene richiesta la password dell utente in questione, se si e root e si specifica un altro utente, la password non viene chiesta. Da quel momento in poi si agisce come il nuovo utente.

16 Capitolo 6 I file e le storie Linux e un sistema multiutente, per cui ad ogni file si puo assegnare un proprietario o un gruppo di appartenenza, si puo decidere se essere scritto o letto oppure eseguito, e da chi. Un esempio: skull:~$ ls -l linux_per_utonti.lyx -rw-r--r-- 1 gecco gecco 1670 Jan 12 09:23 linux_per_utonti.lyx qua prendiamo in esame il file di questo manuale. Inanzitutto bisogna dire che linux ha piu utenti, e ha anche dei gruppi di utenti, un utente puo fare parte di uno o piu gruppi e cose del genere. La prima parte -rw-r r sembra ostica ma alla fine risulta semplice. Per capire meglio bisogna dividere questa parte in 4 parti. La prima parte, composta da un trattino, indica se e un file, una directory, un link o altro, se c e un trattino vuol dire che si tratta di un semplice file. La seconda parte, compsta da rw-, indica i permessi di lettura (read) di scrittura (write) e di esecuzione (execute), che in questo caso non c e. La terza e quarta pare sono uguali ma si riferiscono al gruppo e agli altri utenti. Quindi in questo caso vuol dire che l utente proprietario puo leggere e scrivere questo file, gli utenti appartenenti al gruppo possono solo leggerlo, come anche gli altri utenti. Il proprietario e il gruppo di appartenenza vengono indicati dopo, in questo caso il proprietario e l utente gecco e il gruppo e sempre gecco. Di seguito c e la dimensione del file in byte, poi c e la data dell ultima modifica al file e infine il nome del file. Altro esempio: skull:/var/www$ ls -l www lrwxrwxrwx 1 root root 15 May www -> /home/gecco/www 15

17 questo indica che www e un link, notate la l nella prima parte; inoltre si deduce che e leggibile modificabile e eseguibile da chiunque, che il proprietarioiene l utente root, che e stato creato l 11 maggio e che punta alla directory /home/gecco/www, dove per comodita tengo le mie prove in php cosa sono sti link? Un link e un collegamento. Nel caso precedente ho fatto un link all interno della directory principale del mio server web. Se sul browser apro l indirizzo in realta vado a leggere nella directory /home/gecco/www/. Per l utente finale non cambia niente, un link si comporta come un file o una directory, solo che in realta si trova altrove. E ultracomodo avere i link, che non sono come i tipici collegamenti di Windows(tm).

18 Capitolo 7 La multiutenza Abbiamo detto che abbiamo piu utenti; l utente root comanda su tutti, puo fare quello che vuole e decidere del destino degli altri utenti. L utente root, in quanto tale, ha anche un sacco di comandi in piu rispetto agli utenti normali, questi comandi in piu si trovano nelle directory (se dite cartelle mi arrabbio) /sbin, /usr/sbin e via discorrendo. Si puo andare in queste directory e leggere la pagina man di ognuno, se si ha la voglia. L utente root e l unico che puo creare altri utenti e per farlo usa il comando adduser, e un comando interattivo per cui basta seguire cosa ci viene chiesto per completare l operazione. In contrapposizione esiste il comando deluser che, mi pare inutile dirlo, cancella l utente Comandi per i permessi Ci sono diversi comandi, eccoli chmod [argomento] [argomento] cambia i permessi, quelli scritti come -rw-r r. Ci sono due modalita per usarlo, il metodo ottale (il piu figo) e un l altro metodo che personalmente non uso e quindi non lo so e non lo spieghero, c e comunque scritto nella pagina di manuale. Qua bisogna stare un po attenti per capire, lasciamo perdere il primo trattino e occupiamoci degli altri, usiamo questo comodo schemino per renderci la vita piu semplice: rwx 421 E piu semplice di quanto pare, la r vale 4, la w vale 2 e la x vale 1, in pratica sono 3 bit. 17

19 Per dare permesso di sola lettura bisogna imparire il comando chmod 400 nomefile dove il primo numero si riferisce alla prima terna di rwx, il secondo alla seconda terna e il terzo, ovviamente, alla terza. Quindi il chmod 400 corrisponde a -r. Per dare lettura e scrittura bisogna sommare i numeretti, quindi dando chmod 666 nomefile, corrisponde a -rw-rw-rw-. Chiaro? Altri esempi: chmod 777 corrisponde a -rwxrwxrwx chmod 755 corrisponde a -rwxr-xr-x E chiaro? io dico di si e andiamo avanti. chown [argomento] [argomento] serve a cambiare il proprietario del file, e l abbreviazione di change owner, il primo argomento e il nome utente, mentre il secondo e il file. Va bene fare anche * oppure *.jpg ad esempio. chgrp [argomento] [argomento] Funzione come il precedente solo che agisce sul gruppo. Si potrebbe anche abbreviare il processo usando il comando chown indicando nel primo argomento utente.gruppo, cioe indicando il nome del proprietario e il gruppo separati da un punto.

20 Capitolo 8 Un occhiata al file system Copio e incollo qua un ls -l / fatto sul mio portatile: skull:/# ls -l total 108 drwxr-xr-x 2 root root 4096 Jan 6 20:10 bin drwxr-xr-x 2 root root 4096 Dec 26 13:26 boot drwxr-xr-x 2 root root 4096 May cdrom drwxr-xr-x 11 root root Jan 12 07:54 dev drwxr-xr-x 82 root root 4096 Jan 12 09:49 etc drwxr-xr-x 2 root root 4096 May floppy drwxrwsr-x 3 root staff 4096 Jun home drwxr-xr-x 2 root root 4096 May initrd drwxr-xr-x 7 root root 8192 Jan 6 20:09 lib drwx root root May lost+found drwxr-xr-x 4 root root 4096 May mnt drwxr-xr-x 2 root root 4096 May opt dr-xr-xr-x 71 root root 0 Jan 12 07:54 proc drwxr-xr-x 10 root root 4096 Jan 12 09:57 root drwxr-xr-x 2 root root 4096 Jan 6 20:10 sbin drwxr-xr-x 2 root root 4096 Apr sys drwxrwxrwt 10 root root 4096 Jan 12 11:48 tmp drwxr-xr-x 12 root root 4096 May usr drwxr-xr-x 14 root root 4096 May var 8.1. La directory /bin/ Contiene i comandi base di linux, come cd o ls o cose del genere, li dentro si trovano anche comandi interessanti come ps o kill che vedremo piu avanti. bin sta 19

21 per binary e quindi qua vanno i file eseguibili La directory /boot/ Contiene i file di sistema che servono al computer ad avviarsi, in genere ci sta l immagine del kernel e altri file che servono al processo di avvio di linux. Alcuni consigliano di ternela in una partizione separata, io personalmente non ne ho mai sentito la necessita La directory /cdrom/ Le differenze tra le varie distro sono anche queste, nella mia debian di default usa /cdrom/ per usare il cdrom, altre distro lo mettono in /mnt/cdrom/. Sul mio server web il cdrom sta in /var/www/cd. Ognuno fa come vuole La directory /dev/ Questa e una directory speciale che contiene dei file speciali che altro non sono che le varie periferiche presenti nel computer 1. Nell esempio di svariato capitoli fa si faceva riferimento a /dev/hda1 che era la prima partizione, poi per esempio c e /dev/dsp che e la scheda audio e via discorrendo. Questo perche linux tratta le periferiche come fossero dei file. Per esempio io spesso faccio cat /boot/vmlinuz > /dev/dsp, questo e un comando totalmente inutile perche manda l immagine nel kernel alla scheda audio, il risultato sono dei rumori fastidiosi che escono dalle casse, ma e utile quando devo provare la scheda audio e non ho a disposizione dei file musicali da suonare. Questa directory e meglio non toccarla, tranne in casi particolari in cui bisogna farsi i device a mano, ma sono cose per un livello di utenza avanzato La directory /etc/ Questa e una delle directory piu importanti. Al suo interno ci sono tutti i file di configurazione del sistema. 1 Nei sistemi unix tutto e un file. 20

22 Ci sono gli script di avvio del sistema, i file di configurazione dei vari software installati, ci sono i file dove vengono salvate le informazioni degli utenti e altre cose interessanti La directory /floppy/ E come quella del cd rom, potrei anche cancellarla volendo dato che il floppy del mio portatile e rotto e l ho smontato La directory /initrd/ uhm... e vuota, adesso non mi sovviene a cosa possa servire La directory /lib/ Contiene i file delle librerie di base del sistema. Non va toccata a meno che non si sa cosa si sta facendo. In questa directory c e un altra directory chiamata /modules/ che contiene i moduli del kernel (di cui, forse, parleremo piu avanti) La directory /lost+found/ E una directory che il sistema usa per mettere i file che trova corrotti o da sistemare dopo un fsck, una sorta di scandisk La directory /mnt/ Esattamente come /cdrom/ e /floppy/ potrei rimuoverla o avere /mnt/cdrom/, dipende dalla distro e da come uno a voglia di averla. mnt sta per mount, poi vedremo piu avanti La directory /opt/ E una directory che un tempo si usava per installare dei programmi in piu, opt e la contrazione di optional. Alcune distro sono solite installarci software che per un motivo o per l altro non si sentono di metterlo nelle directory standard. 21

23 8.12. La directory /proc/ E una directory interessante. Al suo interno ci sono dei file che si riferiscono ai vari processi che girano nel sistema o alle varie periferiche. Ci trovano delle directory con dei numeri che corrispondo ai pid dei processi La directory /root/ E la home directory dell utente root, li salva tutte le proprie impostazioni e i propri file La directory /sbin/ Come detto prima ci sono tutti i comandi eseguibili dall utente root per la gestione del sistema. Gli altri utenti possono leggerne il contenuto ma non possono eseguirlo La directory /sys/ Viene usata dal kernel 2.6 per le sue gestioni del sistema La directory /tmp/ Mi pare inutile dirlo, ma e una directory temporanea, il sistema ci salva le sue robe temporanee. Io ci appoggio le iso da masterizzare e poi le cancello La directory /usr/ Contiene tutti gli altri comandi e file che non sono basilari al sistema. Quando si installa un programma qualsiasi, probabilmente, si troveranno i suoi file qua dentro. Questa directory ha altre sottodirectory che contiene i vari file dei programmi che vengono installati. Qua e presente anche una directory /doc/ che contiene documentazione varia sul sistema.

Guida rapida - rete casalinga (con router) Configurazione schede di rete con PC

Guida rapida - rete casalinga (con router) Configurazione schede di rete con PC Guida rapida - rete casalinga (con router) Questa breve guida, si pone come obiettivo la creazione di una piccola rete ad uso domestico per la navigazione in internet e la condivisione di files e cartelle.

Dettagli

Università degli Studi di Verona. Linux Ubuntue ilcompilatorec. Dicembre 2014 - Sergio Marin Vargas. Dipartimento di Biotecnologie

Università degli Studi di Verona. Linux Ubuntue ilcompilatorec. Dicembre 2014 - Sergio Marin Vargas. Dipartimento di Biotecnologie Università degli Studi di Verona Dipartimento di Biotecnologie Laurea in Biotecnologie Corso di Informatica2014/2015 Linux Ubuntue ilcompilatorec Dicembre 2014 - Sergio Marin Vargas Caratteristiche di

Dettagli

Il File System di Linux

Il File System di Linux Il File System di Linux La struttura ad albero / Cartella radice, detta ROOT DIRECTORY, di cui sono figlie tutte le altre Ci si muove nel file system con percorsi relativi o percorsi assoluti In un albero,

Dettagli

Guida rapida - rete casalinga (con router)

Guida rapida - rete casalinga (con router) Guida rapida - rete casalinga (con router) Questa breve guida, si pone come obiettivo la creazione di una piccola rete ad uso domestico per la navigazione in internet e la condivisione di files e cartelle.

Dettagli

Corso base GNU/Linux 2014. Latina Linux Group. Sito web: www.llg.it. Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina

Corso base GNU/Linux 2014. Latina Linux Group. Sito web: www.llg.it. Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina Corso base GNU/Linux 2014 Latina Linux Group Sito web: www.llg.it Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina Corso Base 2014 Lezione 3 15/04/2014 1 / 21 Obiettivi di questo incontro Conoscere cosa

Dettagli

Tecnologie Open Source per Giuristi

Tecnologie Open Source per Giuristi Tecnologie Open Source per Giuristi GIOVEDI 20 APRILE 13.30 16.30 GIOVEDI 27 APRILE 13.30 16.30 Università degli studi di Bologna, facoltà di Giurisprudenza Laboratorio CIRSFID II piano, Palazzo Malvezzi

Dettagli

I.S. Sobrero. Dipartimento di Informatica. Utilizzo. install.linux@home. 16/02/2007 install.linux@home Marco Marchisotti

I.S. Sobrero. Dipartimento di Informatica. Utilizzo. install.linux@home. 16/02/2007 install.linux@home Marco Marchisotti I.S. Sobrero Dipartimento di Informatica Utilizzo install.linux@home 1 La shell La shell di Linux è a linea di comando. Appare obsoleta e difficile da usare, ma in realtà è molto più potente e versatile

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Componenti di un computer: Hardware, Software e caratteristiche delle periferiche. SECONDA LEZIONE: Elementi principali dello schermo di Windows: Desktop, Icone, Mouse,

Dettagli

Sequenza di avvio di Linux:

Sequenza di avvio di Linux: Sequenza di avvio di Linux: Il BIOS esegue una serie di test ed inizializzazione di tutti i dispositivi del computer; quindi, carica in memoria il BOOT loader del sistema operativo e gli cede il controllo.

Dettagli

Installare GNU/Linux

Installare GNU/Linux Installare GNU/Linux Installare GNU/Linux Linux non è più difficile da installare ed usare di qualunque altro sistema operativo Una buona percentuale di utenti medi si troverebbe in difficoltà ad installare

Dettagli

Il software del PC. Il BIOS

Il software del PC. Il BIOS Il software del PC La parola software è un neologismo che è stato coniato in contrapposizione all hardware (ferraglia). L hardware si può prendere a calci, contro il software si può solo imprecare. Il

Dettagli

Terza lezione: Directory e File system di Linux

Terza lezione: Directory e File system di Linux Terza lezione: Directory e File system di Linux DIRECTORY E FILE SYSTEM Il file system di Linux e Unix è organizzato in una struttura ad albero gerarchica. Il livello più alto del file system è / o directory

Dettagli

Come fare a leggere questi dati generati da un programma windows?

Come fare a leggere questi dati generati da un programma windows? Come fare a leggere questi dati generati da un programma windows? A questo punto siamo in possesso di tutti gli elementi per sfruttare appieno le potenzialità di Linux: sappiamo destreggiarci (mai abbastanza)

Dettagli

GNU/Linux Concetti di base

GNU/Linux Concetti di base GNU/Linux Concetti di base Sommario GNU/Linux Open Source e GPL Login/Logout Shell e comandi Files Stdin, stdout Redirezione e pipe Filesystem 2 Cos'è Linux Linux è basato su UNIX (filosofia, comandi,

Dettagli

Shell di Linux e Comandi Utente

Shell di Linux e Comandi Utente Shell di Linux e Comandi Utente Sistemi Operativi Roberto Aringhieri DTI Crema - Università degli Studi di Milano Sistemi Operativi - Shell di Linux e Comandi Utente Roberto Aringhieri p.1/23 Outline Accesso

Dettagli

Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Ing. Domenico De Guglielmo. 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi

Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica. Ing. Domenico De Guglielmo. 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi Reti Informatiche Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica Ing. Domenico De Guglielmo 2008 Vanessa Gardellin & Sara Lioba Volpi Informazioni Generali (1/2) Ricevimento su appuntamento (tramite

Dettagli

fare hard link fra file system diversi e su directory.

fare hard link fra file system diversi e su directory. Un sistema GNU/Linux, come ogni Unix, ha una directory principale, chiamata root ed indicata con / sotto la quale si trovano TUTTE le altre directory e TUTTI gli altri filesystems eventualmente montati

Dettagli

Installare Joomla! su Linux (Ubuntu)

Installare Joomla! su Linux (Ubuntu) Installare Joomla! su Linux (Ubuntu) di Salvatore Schirone versione 0.3 Sommario In questo piccolo tutorial viene mostrato l instalazione in locale di joomla! in ambinente Linux. Si farà riferimento esplicito

Dettagli

Installare Windows Xp Guida scritta da CroX

Installare Windows Xp Guida scritta da CroX Installare Windows Xp Guida scritta da CroX INTRODUZIONE: 2 PREPARAZIONE 2 BOOT DA CD 2 BIOS 3 PASSAGGI FONDAMENTALI 4 SCEGLIERE COSA FARE TRA RIPRISTINO O INSTALLARE UNA NUOVA COPIA 5 ACCETTARE CONTRATTO

Dettagli

Manca un programma importante

Manca un programma importante Manca un programma importante Finalmente, dopo tutte le volte che si è notato che un programma che vorremmo usare manca, impareremo ad installare nuovi pacchetti in modo molto semplice. Si è già detto

Dettagli

NOTE PER UTILIZZO COMPILATORE FORTRAN CON LINUX

NOTE PER UTILIZZO COMPILATORE FORTRAN CON LINUX NOTE PER UTILIZZO COMPILATORE FORTRAN CON LINUX Queste pagine sono estratte dalle note del corso "Abilità Informatiche: Introduzione a Unix", Alessandra Seghini Per stampare questo documento si consiglia

Dettagli

Linux-Unix. Pregi di Linux

Linux-Unix. Pregi di Linux Linux-Unix Linux è un termine che può assumere più di un significato. A seconda del contesto infatti può indicare il kernel originariamente sviluppato da Linus Torvalds, oppure il sistema operativo basato

Dettagli

Permessi, utenti e gruppi

Permessi, utenti e gruppi Permessi, utenti e gruppi Daniele Venzano 9 novembre 2003 Indice 1 Introduzione 1 2 Concetti generali 2 2.1 Esempio..................................... 2 3 File importanti 2 3.1 /etc/group...................................

Dettagli

Configurazione di una rete locale con Linux

Configurazione di una rete locale con Linux Configurazione di una rete locale con Linux paolo palmerini paolo@progettoarcobaleno.it http://www.progettoarcobaleno.it 1 Lavorare in rete Che hardware serve per installare una rete? Indirizzi IP, network

Dettagli

3. Come realizzare un Web Server

3. Come realizzare un Web Server 3. Come realizzare un Web Server 3.1 Che cos'è un web server Il web server, è un programma che ha come scopo principale quello di ospitare delle pagine web che possono essere consultate da un qualsiasi

Dettagli

Utilizzo di putty. L uso base e molto semplice: richiede solo di specificare:

Utilizzo di putty. L uso base e molto semplice: richiede solo di specificare: Utilizzo di putty Client ssh liberamente utilizzabile (www.chiark.greenend.org.uk/~sgtatham/putty/download.html) Tra le molte opzioni di configurazione di putty sono utili: Window - Translation: per selezionare

Dettagli

Linux Base. Cos'è Linux, come funziona e come si usa: distribuzioni, struttura delle directory, comandi principali, interfacce grafiche

Linux Base. Cos'è Linux, come funziona e come si usa: distribuzioni, struttura delle directory, comandi principali, interfacce grafiche Linux Base Cos'è Linux, come funziona e come si usa: distribuzioni, struttura delle directory, comandi principali, interfacce grafiche Una realizzazione YATTAMAN/ZAMOLF PRODUCTIONS Cos'è Linux? Linux è

Dettagli

Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I

Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I Università di Pisa Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I a cura di Marco Cococcioni a.a. 2013-2014 Un po di terminologia

Dettagli

COMANDI PER VI. Se voglio impostare come editor predefinito VI, nella bash scrivo il seguente comando: export EDITOR= vim

COMANDI PER VI. Se voglio impostare come editor predefinito VI, nella bash scrivo il seguente comando: export EDITOR= vim COMANDI PER VI Ci sono due modalità: COMANDI e INSERIMENTO. La modalità COMANDI [Esc] serve per eseguire i comandi all interno dell editor, mentre la modalità INSERIMENTO [Esc i] serve per scrivere. Per

Dettagli

DUAL BOOT WINDOWS-LINUX.

DUAL BOOT WINDOWS-LINUX. DUAL BOOT WINDOWS-LINUX. Realizzato da Jona Lelmi Nickname PyLinx Iniziato il giorno 5 Luglio 2010 - terminato il giorno 8 Luglio 2010 email autore: jona.jona@ymail.com Canale Youtube http://www.youtube.com/user/pylinx

Dettagli

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. BreveguidaLinux. Ottobre 2014 - Sergio Marin Vargas

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. BreveguidaLinux. Ottobre 2014 - Sergio Marin Vargas Università degli Studi di Verona Dipartimento di Biotecnologie Biologia molecolare Laboratorio di Bioinformatica II BreveguidaLinux Ottobre 2014 - Sergio Marin Vargas Caratteristiche di Linux Nel 1991,

Dettagli

Corso Linux per Principianti

Corso Linux per Principianti Corso Linux per Principianti In questa lezione vedremo come installare l'ultima versione di Ubuntu al momento disponibile, la 8.04, nome in codice Hardy Heron. Oltre ad essere l'ultima versione scaricabile

Dettagli

Sicurezza su linux... e considerazioni varie. Gianluca Antonacci email: giaaan@tin.it

Sicurezza su linux... e considerazioni varie. Gianluca Antonacci email: giaaan@tin.it Sicurezza su linux... e considerazioni varie Gianluca Antonacci email: giaaan@tin.it Sommario Protezione del PC: firewall e antivirus - configurazione di Firestarter - configurazione di ClamAV Indicizzazione

Dettagli

Come recuperare file da un hard disk danneggiato

Come recuperare file da un hard disk danneggiato Luca Zamboni Come recuperare file da un hard disk danneggiato Per tutti i sistemi operativi, particolarmente Windows Luca Zamboni 01/11/2009 Sommario Introduzione... 3 Backup rapido con LiveCD... 4 Ottenere

Dettagli

Il mio primo giorno in Laboratorio di Calcolo...

Il mio primo giorno in Laboratorio di Calcolo... Il mio primo giorno in Laboratorio di Calcolo... Disclaimer: alcune delle istruzioni che seguono potrebbero ledere la dignità di qualche lettore. Tuttavia l'esperienza acquisita negli anni passati ci ha

Dettagli

Sequenza di avvio di Linux:

Sequenza di avvio di Linux: Sequenza di avvio di Linux: Il BIOS esegue una serie di test ed inizializzazione di tutti i dispositivi del computer; quindi, carica in memoria il BOOT loader del sistema operativo e gli cede il controllo.

Dettagli

Corso di Informatica Modulo L2 2-Installazione

Corso di Informatica Modulo L2 2-Installazione Corso di Informatica Modulo L2 2-Installazione 1 Prerequisiti Uso pratico elementare di un sistema operativo Concetto di macchina virtuale Scaricare e installare software 2 1 Introduzione Sebbene le istruzioni

Dettagli

Laboratorio di Informatica (a matematica)

Laboratorio di Informatica (a matematica) Laboratorio di Informatica (a matematica) schermo schermo stampante SERVER WMAT22 WMAT18 WMAT20 WMAT19 WMAT16 WMAT17 WMAT21 WMAT15 WMAT 10 WMAT9 WMAT8 WMAT7 WMAT6 WMAT?? WMAT13 WMAT14 WMAT12 server WMATT??

Dettagli

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell

Ca ra tteristiche dei sistem i GN U/L inux. Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell Struttura di un sistema GNU/Linux Il filesystem La shell 1 GNU/Linux è un sistema operativo, cioè un insieme di programmi che collaborano fra di loro rendendo utilizzabile un calcolatore, infatti senza

Dettagli

Lezione T11 Virtual File System

Lezione T11 Virtual File System Lezione T11 Virtual File System Sistemi Operativi (9 CFU), CdL Informatica, A. A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche Università di Modena e Reggio Emilia http://weblab.ing.unimo.it/people/andreolini/didattica/sistemi-operativi

Dettagli

Compilazione Kernel 2.6x con supporto BootSplash

Compilazione Kernel 2.6x con supporto BootSplash Compilazione Kernel 2.6x con supporto BootSplash HowTo scritto da: Ed3n E-Mail: ed3nuzzo[at]gmail[dot]com WebSite: www.linux.le.it Licenza: Gnu Fdl Sistema Operativo: Debian Gnu/Linux Sid E' permesso copiare,

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP

Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP http://www.aprescindere.com Pag. 1 di 12 Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP Creare una memory stick USB bootable con cui avviare Windows XP Perché avere una memory stick bootable

Dettagli

Corso Linux base: primo incontro. Sommario. Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3.

Corso Linux base: primo incontro. Sommario. Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3. Corso Linux base: primo incontro Alessandro Pasotti (apasotti@gmail.com) License: Creative Commons Attribution Share Alike 3.0 Sommario 1. hardware 2. software 3. concetti base 4. cos'è GNU/Linux 5. le

Dettagli

Installazione di Ubuntu 10.04. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it

Installazione di Ubuntu 10.04. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Installazione di Ubuntu 10.04 Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Operazioni preliminari Backup di tutti i dati dalla partizione Windows Deframmentazione di tutte le partizioni Windows (n volte...) Abilitare

Dettagli

COPIARE FILE E DIRECTORY

COPIARE FILE E DIRECTORY COPIARE FILE E DIRECTORY Creiamo il file prova2.txt nella directory prove: touch prova2.txt Fare una copia del file prova1.txt assegnando il nome copia1bis.txt cp prova1.txt copia1bis.txt Se vogliamo che

Dettagli

Brevissima Introduzione a eduknoppix.

Brevissima Introduzione a eduknoppix. Brevissima Introduzione a eduknoppix. Francesco Paparella 21 Marzo 2005 Sommario Questo documento spiega come creare una home directory permanente su di un disco fisso o su di un dispositivo rimovibile

Dettagli

Indice. 1 Introduzione 5. 2 Preimpostazioni 6. 3 Configurazione dell interfaccia utente 7. 4 Configurazione 9

Indice. 1 Introduzione 5. 2 Preimpostazioni 6. 3 Configurazione dell interfaccia utente 7. 4 Configurazione 9 Questo documento è stato convertito dalla pagina di K3b su KDE UserBase, aggiornata al 20 gennaio 2011. Aggiornamento alla versione 2.0 da parte del Documentation Team di KDE Traduzione dell interfaccia

Dettagli

Il sistema operativo Linux installato sul vostro computer non è un unico, grande

Il sistema operativo Linux installato sul vostro computer non è un unico, grande CAPITOLO 2 Scegliere una distribuzione di Linux Il sistema operativo Linux installato sul vostro computer non è un unico, grande programma, ma un insieme di molti programmi. Potete ottenere autonomamente

Dettagli

Configurazione Zeroshell 3.0.0 nel mio caso aziendale

Configurazione Zeroshell 3.0.0 nel mio caso aziendale Configurazione Zeroshell 3.0.0 nel mio caso aziendale Quello che so di Zeroshell l ho scritto in questa guida. Chiedo scusa in anticipo... non sono assolutamente un esperto!!! I miei complimenti e ringraziamenti

Dettagli

L ambiente grafico (GNOME o KDE)

L ambiente grafico (GNOME o KDE) L ambiente grafico (GNOME o KDE) Abbiamo già speso alcune parole in merito alla differenza tra gestori di finestre (o window managers) e gestori di desktop, ma in questa lezione impareremo alcuni concetti

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 3 Introduzione 4 Cosa ti occorre 5 Panoramica dell installazione 5 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 5 Passo 2: Per preparare

Dettagli

Castelli Flavio - 2009. Panoramica su Linux

Castelli Flavio - 2009. Panoramica su Linux @ Un po' di storia Castelli Flavio - 2009 Linus Torvalds Un po' di storia D: Chi è Richard Stallman? R: Uno degli hacker più talentuosi del MIT D: Qual'era il suo problema? R: la progressiva chiusura del

Dettagli

PC Crash Course: OBIETTIVI

PC Crash Course: OBIETTIVI PC Crash Course: OBIETTIVI 1. PC: uno strumento 2. Microsoft Windows XP: alcuni concetti chiave della interfaccia grafica 3. File System: file, direttori, link, 4. Il prompt dei comandi 5. Un occhiata

Dettagli

Bonding. Matteo Carli www.matteocarli.com matteo@matteocarli.com. Ridondanza e load balancing con schede di rete.

Bonding. Matteo Carli www.matteocarli.com matteo@matteocarli.com. Ridondanza e load balancing con schede di rete. Bonding Ridondanza e load balancing con schede di rete Matteo Carli www.matteocarli.com matteo@matteocarli.com Matteo Carli 1/24 Chi sono Socio e attivista di LUG ACROS e Gentoo Linux. Svolgo attività

Dettagli

Scuola 8.0. Lavagna interattiva e software Open Source

Scuola 8.0. Lavagna interattiva e software Open Source Scuola 8.0 Lavagna interattiva e software Open Source Intervento di Emiliano Pancaldi INTRODUZIONE Queste slides (diapositive) hanno lo scopo di richiamare alla memoria le diverse informazioni che vi ho

Dettagli

Utilizzo di MioNet. 2008 Western Digital Technologies Inc. Manuale utente MioNet Versione 1.08

Utilizzo di MioNet. 2008 Western Digital Technologies Inc. Manuale utente MioNet Versione 1.08 Utilizzo di MioNet 1 Avviso di Copyright Non è consentito riprodurre, trasmettere, trascrivere, archiviare in un sistema di recupero, o tradurre in qualunque linguaggio, umano o informatico, in qualunque

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

cambiare utente mediante il comando su verificare chi siete e su che dir state lavorando Chi siete e che dir? (Inserisci la risposta)

cambiare utente mediante il comando su verificare chi siete e su che dir state lavorando Chi siete e che dir? (Inserisci la risposta) Collegamento al server LINUX Segui le seguenti istruzioni per accedere al server LINUX. Da WINDOWS Lancia telnet dalla riga di comando telnet 10.15.1.5, 10.15.1.12, 10.15.1.18, 10.15.1.23 aula boole telnet

Dettagli

By E.M. Comandi fondamentali per LINUX

By E.M. Comandi fondamentali per LINUX By E.M. Comandi fondamentali per LINUX Terminale... pg.2 Proprietà dei file... pg.5 Periferiche del computer... pg.7 Pulitura del disco... pg.8 Editor... pg.8 Wireless... pg.8 Terminali per Seriali...

Dettagli

Quaderni per l'uso di computer

Quaderni per l'uso di computer Quaderni per l'uso di computer con sistemi operativi Linux Ubuntu 0- a cura di Marco Marchetta Aprile 2014 1 HARDWARE MASTERIZZATORE CONNESSIONE INTERNET CD - DVD Chiavetta USB o Router ADSL (*) COMPONENTI

Dettagli

PRECORSO DI INFORMATICA. Laboratorio Prima Parte

PRECORSO DI INFORMATICA. Laboratorio Prima Parte PRECORSO DI INFORMATICA Laboratorio Prima Parte ARGOMENTI DI OGGI Avviare Linux KDE e gli altri D.E. Bash Gestione file system Redirezione input/output Gestione dei processi Man Info Configurazione del

Dettagli

Sistemi Operativi. Organizzazione logica ed implementazione di un File System

Sistemi Operativi. Organizzazione logica ed implementazione di un File System Modulo di Sistemi Operativi per il corso di Master RISS: Ricerca e Innovazione nelle Scienze della Salute Unisa, 17-26 Luglio 2012 Sistemi Operativi Organizzazione logica ed implementazione di un File

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1 Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Avviare il pc Il tasto da premere per avviare il computer è frequentemente contraddistinto dall etichetta Power ed è comunque il più grande posto sul case.

Dettagli

Dischetti di emergenza per sistemi Linux Creazione ed utilizzo di dischetti di emergenza

Dischetti di emergenza per sistemi Linux Creazione ed utilizzo di dischetti di emergenza Pagina 1 di 11 Dischetti di emergenza per sistemi Linux Creazione ed utilizzo di dischetti di emergenza Questo approfondimento vuole introdurre gli strumenti essenziali per il recupero di un sistema Linux

Dettagli

Configurazione di una rete locale con Linux

Configurazione di una rete locale con Linux Configurazione di una rete locale con Linux paolo palmerini paolo@progettoarcobaleno.it http://www.progettoarcobaleno.it 1 Lavorare in rete Che hardware serve per installare una rete? Paolo Palmerini Linux

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Introduzione ai sistemi UNIX/Linux

Introduzione ai sistemi UNIX/Linux Introduzione ai sistemi UNIX/Linux Corso di laurea magistrale in Ingegneria Elettronica Ing. Simone Brienza E-mail: simone.brienza@for.unipi.it Pervasive Computing & Networking Lab () http://www.perlab.it

Dettagli

Il Sistema Operativo Linux

Il Sistema Operativo Linux Il Sistema Operativo Linux Sistema Linux storia Unix deriva da Unix open source software libero software open source GNU, GPL, LGPL storia Linux amministrazione struttura concetti base comandi shell Unix

Dettagli

UBUNTU. Sopravvivere alla console. Comandi Base del Terminale

UBUNTU. Sopravvivere alla console. Comandi Base del Terminale UBUNTU Sopravvivere alla console Comandi Base del Terminale 1 Indice Premessa...pag. 3 Spostiamoci all'interno del Computer...pag. 5 Operare su Files e Directory...pag. 6 Cercare/Installare/Rimuovere Applicazioni...pag.

Dettagli

Laboratorio di Programmazione

Laboratorio di Programmazione Laboratorio di Programmazione Federico Spizzo Dipartimento di Fisica / Edificio C Stanza 006 Tel: 0532 974231 E-mail: federico.spizzo@unife.it Gianluigi Cibinetto Dipartimento di Fisica / Edificio C Stanza

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali

18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali 18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali 18. Cercare, scaricare, organizzare e condividere le fotografie digitali In questo capitolo impareremo a cercare immagini su Internet,

Dettagli

Usare Python in Linux

Usare Python in Linux Università di Bologna 24 febbraio 2012 Outline 1 2 Outline 1 2 Cos è? Un sistema operativo Open Source; uno dei sistemi operativi dominanti in ambito server, ma utilizzabile su desktop, notebook, netbook,...

Dettagli

Informatica d ufficio

Informatica d ufficio Informatica d ufficio Anno Accademico 2008/2009 Lezione N 2 Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo è un programma che è sempre in funzione durante l utilizzo del PC (quando si accende

Dettagli

La tastiera: 105 tasti per fare (quasi) tutto

La tastiera: 105 tasti per fare (quasi) tutto di Pier Francesco Piccolomini 1 Nella scorsa puntata della nostra guida abbiamo imparato ad accendere e spegnere il PC. Adesso è il momento di passare al livello successivo: dobbiamo riuscire a dargli

Dettagli

Corso UNIX avanzato. Utente avanzato. Amministratore. Gestione proprio account Gestione dei propri processi Ricerca e manipolazione file

Corso UNIX avanzato. Utente avanzato. Amministratore. Gestione proprio account Gestione dei propri processi Ricerca e manipolazione file Corso UNIX avanzato Corso UNIX avanzato Utente avanzato Gestione proprio account Gestione dei propri processi Ricerca e manipolazione file Amministratore Gestione utenti Aggiunta rimozione hardware Backup

Dettagli

Piccolo how to sulla compilazione ed installazione dei drivers per il modem Urmet (FastRate Usb 100) per le distribuzioni Linux

Piccolo how to sulla compilazione ed installazione dei drivers per il modem Urmet (FastRate Usb 100) per le distribuzioni Linux Piccolo how to sulla compilazione ed installazione dei drivers per il modem Urmet (FastRate Usb 100) per le distribuzioni Linux Autore: Simone Caschili Introduzione Il modem adsl usb dell'urmet assieme

Dettagli

Funzionamento del protocollo FTP

Funzionamento del protocollo FTP Alunno:Zamponi Claudio Numero matricola:4214118 Corso: Ingegneria Informatica Funzionamento del protocollo FTP L'FTP, acronimo di File Transfert Protocol (protocollo di trasferimento file), è uno dei protocolli

Dettagli

Benvenuti/e. www.dueville.linux.it 2vilug@gmail.com

Benvenuti/e. www.dueville.linux.it 2vilug@gmail.com Benvenuti/e www.dueville.linux.it 2vilug@gmail.com Piccolo glossario SOFTWARE: Tutto ciò che è immateriale. HARDWARE: Tutto ciò che si può prendere a calci. Sistema operativo Il sistema operativo è l'insieme

Dettagli

CopyRaw README 1997-2006-2013 Created by EnriKo [Detonatore] - Italy -

CopyRaw README 1997-2006-2013 Created by EnriKo [Detonatore] - Italy - CopyRaw README 1997-2006-2013 Created by EnriKo [Detonatore] - Italy - Per la redistribuzione di questo programma leggete le relative condizioni nel file COPYING allegato alla sua distribuzione (GNU PUBLIC

Dettagli

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI Introduzione ai sistemi operativi pag. 3 La shell pag. 3 Tipi di sistemi operativi pag. 4 I servizi del sistema operativo pag. 4 La gestione dei file e il file system Il

Dettagli

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. Introduzione a Linux. Dr. Sergio Marin Vargas

Università degli Studi di Verona. Dipartimento di Biotecnologie. Introduzione a Linux. Dr. Sergio Marin Vargas Università degli Studi di Verona Dipartimento di Biotecnologie Biochimica - Laboratorio di Bioinformatica I (CdL. Bioinformatica) Bioinformatica e banche dati biologiche (CdL. Biotecnologie) Modulo Laboratorio

Dettagli

Informazioni Generali (1/2)

Informazioni Generali (1/2) Prima Esercitazione Informazioni Generali (1/2) Ricevimento su appuntamento (tramite e-mail). E-mail d.deguglielmo@iet.unipi.it specificare come oggetto Reti Informatiche 2 Informazioni Generali (2/2)

Dettagli

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi Parte V & Reti Sistema operativo: insieme di programmi che gestiscono l hardware Hardware: CPU Memoria RAM Memoria di massa (Hard Disk) Dispositivi di I/O Il sistema operativo rende disponibile anche il

Dettagli

Indice degli argomenti del s.o. Software. Software. Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI

Indice degli argomenti del s.o. Software. Software. Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI Gli appunti sono disponibili per tutti gratis sul sito personale del Prof M. Simone al link: www.ascuoladi.135.it nella pagina web programmazione, sezione classi

Dettagli

COMANDI UNIX DI BASE 1

COMANDI UNIX DI BASE 1 COMANDI UNIX DI BASE 1 Questo breve riassunto sui principali comandi UNIX vuole semplicemente essere di aiuto a quanti, armati di buona volontà, vogliono cercare di gestire un po meglio il loro lavoro

Dettagli

New Team Up in English Flip-Book Guida all uso

New Team Up in English Flip-Book Guida all uso New Team Up in English Flip-Book Indice 1 Introduzione p. 3 2 Procedura d avvio p. 4 2. 1 Procedura per PC WIN p. 4 2. 2 Procedura per Mac p. 4 2. 3 Procedura per Linux p. 4 3 Creazione del profilo p.

Dettagli

Guida di installazione per Fedora 7

Guida di installazione per Fedora 7 Guida di installazione per Fedora 7 Centro Servizi per la Ricerca Università di Pisa Dipartimento di Informatica Guida di installazione per Fedora 7 Centro Servizi per la Ricerca Copyright 2007 Dipartimento

Dettagli

1) Introduzione ai sistemi operativi (O.S.=operative system)

1) Introduzione ai sistemi operativi (O.S.=operative system) 1) Introduzione ai sistemi operativi (O.S.=operative system) Sistema Operativo: è un componente del software di base di un computer che gestisce le risorse hardware e software, fornendo al tempo stesso

Dettagli

Guida a CoinBeez v1.1 (da leggere TUTTA, almeno 3 volte)

Guida a CoinBeez v1.1 (da leggere TUTTA, almeno 3 volte) Guida a CoinBeez v1.1 (da leggere TUTTA, almeno 3 volte) Per utilizzare correttamente CoinBeez bisogna seguire una serie di passaggi, da farsi in sequenza uno dopo l altro. E altamente consigliato l utilizzo

Dettagli

su LiveCD suggerimenti per l'utilizzo di un LiveCD

su LiveCD suggerimenti per l'utilizzo di un LiveCD prof. Nunzio Brugaletta su LiveCD pag. 1 su LiveCD suggerimenti per l'utilizzo di un LiveCD 2012.09 Indice Che cos'è un LiveCD...2 Avvio di un computer...3 Modifica drive di boot...3 Sessioni live...4

Dettagli

Raid1-mini-Howto. Paolo Subiaco psubiaco@creasol.it - http://www.creasol.it 17 febbraio 2003

Raid1-mini-Howto. Paolo Subiaco psubiaco@creasol.it - http://www.creasol.it 17 febbraio 2003 Raid1-mini-Howto Paolo Subiaco psubiaco@creasol.it - http://www.creasol.it 17 febbraio 2003 1 Introduzione Scopo di questo documento è la descrizione sommaria dell installazione di un sistema raid1 (mirroring)

Dettagli

6.1 LA STRUTTURA GERARCHICA AD ALBERO

6.1 LA STRUTTURA GERARCHICA AD ALBERO CAPITOLO 6 IL FILESYSTEM DI LINUX Pietro Buffa Uno degli scogli con cui un novello utente Linux deve fare i conti è indubbiamente la gestione dei files. La prima cosa che salta agli occhi è infatti la

Dettagli

jt - joetex - percorsi didattici

jt - joetex - percorsi didattici jt - joetex - percorsi didattici Primi passi con linux Avvio della macchina Spegnere (o riavviare) il Computer Installare su HD il programma Linux EduKnoppix a. Avvio della macchina Una volta spento il

Dettagli

SISTEMA OPERATIVO WINDOWS

SISTEMA OPERATIVO WINDOWS SISTEMA OPERATIVO WINDOWS Per fare attivazione e necessario che che il comune abbia versione HH >= 05.00.00 DEFINIZIONE DELLA DIRECTORY DI log (dal server) Prima di creare la cartella di log e necessario

Dettagli

Note operative per Windows XP

Note operative per Windows XP Note operative per Windows XP AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux)

Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux) Console, terminale e privacy (emulare un thin client per UNIX e GNU/Linux) Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) (a.scatolini@linux4campagnano.net) Miniguida n. 150 Ver. 1.0 Ottobre 2011 Il

Dettagli