CAPITOLATO TECNICO ESECUTIVO. SERVIZI DI CONTACT CENTER PER L EROGAZIONE DI INFORMAZIONI ALL UTENZA ESTERNA E INTERNA DEL MiBAC C.I.G.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO TECNICO ESECUTIVO. SERVIZI DI CONTACT CENTER PER L EROGAZIONE DI INFORMAZIONI ALL UTENZA ESTERNA E INTERNA DEL MiBAC C.I.G."

Transcript

1 Roma Via del Collegio Romano, 27 Direzione Generale per l'organizzazione, gli Affari Generali, l'innovazione, il bilancio ed il Personale (DG-OAGIP) DISCIPLINARE DI GARA - ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO ESECUTIVO SERVIZI DI CONTACT CENTER PER L EROGAZIONE DI INFORMAZIONI ALL UTENZA ESTERNA E INTERNA DEL MiBAC C.I.G

2 Indice 1. OGGETTO DELL APPALTO E DESCRIZIONE DELL ATTIVITÀ DA SVOLGERE SERVIZIO DI CALL CENTER TURISTICO SERVIZIO DI SUPPORTO AL CONTACT CENTER URP DEL MIBAC SERVIZIO DI SUPPORTO ALL HELP DESK ICT DI PRIMO LIVELLO SERVIZIO DI SUPPORTO AL CENTRALINO DEL MIBAC ORARIO DI SVOLGIMENTO DEI SERVIZI SERVIZIO DI CALL CENTER TURISTICO SERVIZIO DI SUPPORTO AL CONTACT CENTER URP DEL MIBAC SERVIZIO DI HELP DESK ICT DI PRIMO LIVELLO SERVIZIO DI SUPPORTO AL CENTRALINO DEL MIBAC LUOGO DI SVOLGIMENTO DELL ATTIVITÀ FORMAZIONE PERSONALE DA IMPIEGARE LIVELLI DI QUALITÀ DEL SERVIZIO E PENALI DISPONIBILITÀ DEGLI ELEMENTI DEL SERVIZIO PENALI RISPETTO DEI LIVELLI DI SERVIZIO INCIDENTI DI SICUREZZA PRESENZA DEL PERSONALE VERIFICHE, CONTROLLI E MONITORAGGI... 11

3 1. Oggetto dell appalto e descrizione dell attività da svolgere L appalto ha per oggetto la fornitura un servizio di contact center per l erogazione di informazioni all utenza esterna e interna al Ministero. I servizi richiesti sono: Servizio di Call Center Turistico Servizio di supporto al Contact Center URP del MiBAC Servizio di supporto all Help Desk ICT di primo livello Supporto al servizio di centralino del MiBAC Per tutti i servizi oggetto del presente capitolato dovranno essere sottoscritti i relativi livelli di servizio (LdS) illustrati al capitolo 6 del presente capitolato. A tal fine deve essere individuato un referente che intratterrà rapporti con il Ministero e che provvederà alla relazione periodica dell andamento del servizio, secondo le richieste del Ministero. Il MiBAC,inoltre, implementerà un servizio di Costumer Satisfaction che raccoglierà informazioni sui livelli di servizio erogati. Tali informazioni saranno oggetto di verifiche periodiche con il fornitore e potranno, ove non rispondano ai parametri minimi di servizio, essere causa di penali e/o rescissione del contratto. 1.1 Servizio di Call Center Turistico Il Call center Turistico si prefigge di offrire un servizio permanente di Call Center finalizzato fornire informazioni ai cittadini italiani e ai turisti in visita al paese, per agevolare la fruibilità del vasto patrimonio culturale nazionale nonché informazioni utili all attività del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. I Servizi di informazione (in lingua italiana, inglese e spagnola) dovranno essere: di carattere generale (orari, ecc.) inerenti i luoghi di pertinenza del Ministero come ad esempio musei, archivi, biblioteche; di carattere particolare, relative alle attività svolte come ad esempio visite, mostre, convegni, manifestazioni e quant altro organizzato da tutte le sedi centrali e periferiche del Ministero. Tali informazioni sono presenti in lingua italiana sul sito internet istituzionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, grazie alla confluenza di informazioni provenienti da banche dati istituzionali, di proprietà del Ministero, e aggiornamenti continui effettuati dal Ministero stesso. Il servizio consiste nella gestione delle chiamate entranti (inbound) che vengono ricevute da personale del call center tramite il Numero Verde (già esistente) con costi a carico del Ministero. L accesso al Numero Verde è consentito sia dalla telefonia mobile che dalla telefonia fissa. Un messaggio di accoglienza invita il chiamante ad instradare la chiamata su un operatore nella lingua desiderata (italiano, inglese e spagnolo). L operatore attraverso procedure informatizzate ed un costante collegamento al sito istituzionale del Ministero dovrà essere in grado di fornire le informazioni, ivi comprese quelle relative alla struttura organizzativa dell Amministrazione e alle competenze istituzionali dello stesso purché presenti sul sito internet. Servizi di Contact Center per l erogazione di Informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC Pag. 3 di 11

4 E prevista, per il chiamante, la possibilità di essere ricontattato (call back) per ricevere informazioni precedentemente richieste. Il fornitore deve prevedere un servizio di Back Office per favorire il flusso di informazioni tra gli uffici periferici e centrali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, al cui interno ricadono le seguenti attività: verifica e segnalazioni delle necessità di aggiornamento dei dati presenti sul sito internet del Ministero dei Beni culturali; acquisizione di informazioni sulle iniziative culturali in essere su tutto il territorio nazionale con partecipazione diretta o indiretta del Ministero; acquisizione di informazioni sui principali luoghi della culture, mediante la creazione di un Data Base interno a favore del front office i cui costi di realizzazione e di aggiornamento saranno a carico della Società. Tali informazioni saranno relative, unicamente, alla loro localizzazione ed ai numeri di telefono/fax/ e/o indirizzi mail e Internet, al fine facilitare l accesso diretto dell utente; diffusione di informazioni mirate nei confronti di soggetti terzi quali scuole, università, organismi culturali secondo valutazioni di opportunità da parte del Ministero. Tali informazioni dovranno essere fornite in numero di contatti annui complessivi. Nell ambito dell attività di back office, il fornitore, deve attivare un servizio per la gestione dei reclami finalizzato all individuazione di criticità, disfunzioni e rilevare dati statistici. Tali informazioni saranno acquisite e comunicate al Ministero per i Beni e le Attività con la predisposizione di apposita modulistica secondo le modalità che saranno congiuntamente concordate. Per i siti di maggiore interesse ed afflusso, come, ad esempio, le sedi museali più frequentate ed in occasione di eventi particolari, sarà effettuato un monitoraggio più frequente. Il Call Center, che avrà sede a Roma ma che servirà l intero territorio nazionale, attraverso sistemi avanzati di Computer Telephony Integration, deve essere in grado di smistare elevate quantità di traffico telefonico entrante (inbound), ottimizzandone la distribuzione su operatori (risorse umane) a cui dovrà essere impartita adeguata formazione che sarà a carico del MiBAC. Gli operatori, attraverso l uso di software gestionali dedicati, devono accedere a banche dati per acquisire e fornire informazioni. Il servizio deve essere configurato per evadere un traffico di circa chiamate al giorno. La Società deve recepire, con la dovuta flessibilità, eventuali modifiche e/o miglioramenti del servizio manifestati da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. I locali e le infrastrutture Hardware e Software necessarie alla gestione ottimale del Call Center Turistico saranno messe a disposizione dalla ditta aggiudicatrice. 1.2 Servizio di supporto al Contact Center URP del MiBAC Deve essere fornito un servizio qualificato ed efficiente che metta in condizioni l URP(Ufficio Relazioni con il Pubblico) del MiBAC di consolidare e espandere i servizi di informazione a quanti entrino in contatto ed interagiscano con il MiBAC. In particolare il servizio dovrà fornire informazioni: Sui rapporti che intercorrono tra cittadini e strutture amministrative; Sulle procedure e sull'organizzazione degli uffici del Ministero su tutto il territorio nazionale; Servizi di Contact Center per l erogazione di Informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC Pag. 4 di 11

5 Sulla normativa vigente; Sulle attività di tutela e valorizzazione, dai restauri ai procedimenti di vincolo Gli operatori, dopo un adeguata formazione, accederanno a banche dati per acquisire e fornire informazioni, ad utenti interni ed esterni, anche attraverso l uso di software gestionali dedicati (CRM, Workflow, Document Management). Il Contact Center URP sarà localizzato presso la sede del Ministero per i Beni e le Attività Culturali di Via del Collegio Romano 27, per le modalità di Servizio di Front Office e di Back Office. Le infrastrutture Hardware e Software per il contact center URP saranno messe a disposizione dal MiBAC. 1.3 Servizio di supporto all Help Desk ICT di primo livello ll sistema di Help Desk ICT per tutta l utenza interna che il MiBAC sta implementando, consentirà la tracciabilità delle richieste di intervento e il monitoraggio del servizio e si avvarrà di sistemi di Trouble Ticketing avanzati messi a disposizione dall Amministrazione. Oltre agli specialisti di area (operatori di secondo livello), già in forza al MiBAC, il Fornitore dovrà garantire, durante i 12 mesi contrattuali, la presenza, presso la sede del Ministero, di 4 unità di personale come di seguito indicato Numero giornate Giorni Fascia oraria 250 Dal lunedì al venerdì 9:00 17: secondo la schedulazione programmata su base mensile dall Amministrazione Figure professionali 1 Sistemista 2 Sistemisti junior 9:00 17:30 1 Analista programmatore Il servizio deve essere fornito dalle 9:00 alle 17:30dal lunedì al venerdì, sono quindi di norma esclusi i sabati, le domeniche e le festività nazionali; peraltro l'amministrazione potrà richiedere interventi fuori dell orario ordinario sopraindicato dandone comunicazione al Responsabile del Servizio del Fornitore con preavviso minimo di tre giorni lavorativi. Le attività fuori orario saranno consuntivate su base oraria di effettiva erogazione e avranno il riconoscimento del corrispettivo orario convenzionalmente calcolato secondo la formula: tariffa oraria = (tariffa giornaliera contrattuale professionalità impiegata in fascia ordinaria) / 8 Eventuali erogazioni di giornate con orario ridotto rispetto a quello richiesto, sempreché concordate o accettate senza penali dall'amministrazione (vedere altrimenti punto Presenza del personale), comporteranno una fatturazione ridotta ovvero un successivo recupero (ove il recupero venga concordato al di fuori della fascia ordinaria non si procederà a compensazione tariffaria). Ai fini della regolamentazione degli accessi alle sedi del Ministero il personale del Fornitore dovrà attenersi alle disposizioni indicate dall Amministrazione in merito all utilizzo ed all esposizione dei badge di ingresso/riconoscimento. Sarà cura del Fornitore presentare mensilmente all'amministrazione un rapporto con il consuntivo delle presenze del mese trascorso. Profilo, quantità e requisiti delle figure professionali richieste: Servizi di Contact Center per l erogazione di Informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC Pag. 5 di 11

6 Figura professionale Sistemista junior Quantità 2 Descrizione attività Requisiti minimi richiesti Seleziona le richieste di intervento trasmesse via e/o fax; Riceve telefonicamente le richieste di intervento, nel caso gli utenti non utilizzino le procedure web approntate; Risolve, se in grado, i problemi segnalati; Assegna le richieste agli operatori esperti (secondo livello) per problematiche più complesse. Diplomato con almeno 1 anno di esperienza lavorativa in campo informatico. Certificazioni di base richiesta (1 fra le seguenti): Microsoft MCDST, MCSA, MCSE. Figura professionale Sistemista Quantità 1 Descrizione attività Requisiti minimi richiesti Seleziona le richieste di intervento trasmesse via e/o fax; Riceve telefonicamente le richieste di intervento, nel caso gli utenti non utilizzino le procedure web approntate; Risolve, se in grado, i problemi segnalati; Coordina le attività dei sistemisti junior per problematiche complesse; Supporta gli operatori esperti (secondo livello) per problematiche complesse. Laureato con almeno 3 anni di esperienza lavorativa in campo informatico oppure Diplomato con almeno 5 anni di esperienza lavorativa in campo informatico. Certificazioni di base richiesta (1 fra le seguenti): Microsoft MCSA, MCSE, MCITP. Figura professionale Analista programmatore Quantità 1 Descrizione attività Requisiti minimi richiesti Cura lo sviluppo applicativo finalizzato alla manutenzione evolutiva e adattativa dei prodotti software utilizzati a supporto delle attività dell Help Desk-ICT Laureato con almeno 3 anni di esperienza lavorativa in campo informatico oppure Diplomato con almeno 5 anni di esperienza lavorativa in campo informatico. Esperienza documentata di progettazione e sviluppo di applicazioni web base Java EE Competenze su: Ambiente open source: Liferay 5.2.3, MySQL, PostgreSQL, Glassfish; Linguaggio di programmazione: Java; Linguaggi client side: HTML, XML, CSS, XSL; Linguaggi server side: JSP, Velocity Per ognuno dei profili richiesti dovrà essere presentato (seguendo le procedure previste nel Disciplinare di Gara) un curriculum, redatto in conformità allo schema del modulo Allegato 1 al - Curricula vitae delle figure professionali offerte (disponibile sul sito senza superare le 3 pagine per ciascuna delle risorse offerte, il documento Servizi di Contact Center per l erogazione di Informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC Pag. 6 di 11

7 deve essere timbrato e firmato e siglato in ogni pagina. In tale modulo i curricula sono in forma anonima, con l obbligo di inserire in busta chiusa sigillata (seguendo le procedure previste nel Disciplinare di Gara) la corrispondenza nominativa dei profili offerti utilizzando il modulo Allegato 2 al Identificazione nominativa delle figure professionali offerte (disponibile sul sito il documento deve essere timbrato e firmato e siglato in ogni pagina. Si precisa che l Amministrazione verificherà prima dell avvio della fornitura la regolare assunzione alla data di presentazione dell offerta delle risorse proposte dall'impresa aggiudicataria e la rispondenza dei curricula rispetto ai profili illustrati in Offerta. Ai fini della partecipazione alla gara è richiesto il possesso delle certificazioni minime indicate per ciascuna figura professionale, rilasciate da aziende autorizzate ad emettere tali certificazioni. Si precisa che il possesso di eventuali certificazioni ulteriori, purché inerenti il profilo professionale richiesto, saranno oggetto di valutazione da parte dell Amministrazione. Il personale sopra descritto svolgerà la propria attività a Roma presso i locali del Ministero in Via del Collegio Romano 27 e servirà l intero territorio nazionale. 1.4 Servizio di supporto al centralino del MiBAC Il servizio dovrà supportare il centralino del MiBAC in previsione dell attivazione del sistema telefonico unico nazionale del MiBAC che comporterà un incremento del traffico telefonico presso i vari centralini del Ministero. Il personale impiegato svolgerà la propria attività a Roma presso i locali del Ministero e si avvarrà degli apparati telefonici messi a disposizione dall Amministrazione. 2. Orario di svolgimento dei Servizi 2.1 Servizio di Call Center Turistico Il servizio dovrà essere erogato con le seguenti modalità: dalle ore 9:00 alle ore 14:00 e dalle ore 14:30 alle 20,00, dal lunedì al venerdì; dalle ore 9:00 alle ore 19:00 il sabato e i giorni festivi. 2.2 Servizio di supporto al Contact Center URP del MiBAC Il servizio dovrà essere erogato presso il Ministero (Collegio Romano) con le seguenti modalità: numero operatori: non meno di 3 per turno (su due turni) orari del servizio ore 9,00-14:00 e 14:30-17:30 (dal lunedì al venerdì non festivi) 2.3 Servizio di Help Desk ICT di primo livello Il servizio dovrà essere erogato presso il Ministero (Collegio Romano) con le seguenti modalità: Gestione richieste Numero addetti: 3 (2 sistemisti junior; 1 sistemista) orari del servizio ore 9,00-14:00 e 14:30-17:30 (dal lunedì al venerdì non festivi) manutenzione evolutiva e adattativa dei prodotti applicativi utilizzati: Servizi di Contact Center per l erogazione di Informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC Pag. 7 di 11

8 Numero addetti: 1 (analista programmatore) orari del servizio ore 9,00-14:00 e 14:30-17:30 (dal martedì al giovedì non festivi) 2.4 Servizio di supporto al centralino del MiBAC Il servizio dovrà essere erogato presso i locali del Ministero con le seguenti modalità: numero operatori: 3 orari del servizio ore 7,15 19,30 (dal lunedì al venerdì non festivi) 3. Luogo di svolgimento dell attività Il personale impiegato svolgerà la propria attività a Roma e servirà l intero territorio nazionale. 4. Formazione Al fine di garantire un livello ottimale del servizio saranno organizzati e tenuti dal MiBAC, per il personale impiegato, le seguenti attività formative: formazione specialistica per operatori addetti ai Call Center Turistico; formazione specialistica per operatori addetti ai Contact Center URP; formazione specialistica per operatori addetti all help desk; formazione specialistica per i centralinisti; 5. Personale da impiegare Il coordinamento del progetto sarà a cura della Direzione Generale per l'organizzazione, gli Affari Generali, l'innovazione, il bilancio ed il Personale (DG-OAGIP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Le figure professionali richieste saranno inserite secondo le indicazioni di seguito riportate, salvo variazioni o diversa valutazione da parte del MiBAC : Servizio Personale necessario Di cui personale ex LSU URP 6 6 Help Desk ICT Centralino 3 3 Supporto DG-OAGIP 2 2 Note Personale addetto al supporto per il coordinamento amministrativo del progetto Il servizio fornito nell ambito del presente appalto non dovrà risentire minimamente delle assenze del personale, nei casi di malattia, ferie, permessi, infortuni, ecc. in quanto l Aggiudicatario deve impegnarsi per le adeguate sostituzioni che verranno concordate con l Amministrazione. Servizi di Contact Center per l erogazione di Informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC Pag. 8 di 11

9 6. Livelli di qualità del servizio e penali I livelli di servizio (LdS) devono essere gestiti attraverso un sistema automatizzato, messo a disposizione dal fornitore, in grado di assicurare almeno le seguenti funzionalità: 1) acquisizione dei dati di dettaglio necessari alla determinazione dei livelli di servizio stessi; 2) raccolta, aggregazione e normalizzazione dei dati di dettaglio, eventualmente provenienti da fonti diverse, e determinazione dei valori dei livelli di servizio con riferimento alla finestra temporale di osservazione; 3) gestione delle soglie (in particolar modo quando queste possono variare, come nel caso di scadenze non predefinite); 4) calcolo delle eventuali penali; 5) produzione di dati aggregati secondo viste differenti, in funzione dei diversi utenti del sistema. Le misure dei livelli di servizio dovranno essere raccolte durante l erogazione del servizio ed, in ogni caso, archiviandole su supporti che ne garantiscono la conservazione e la disponibilità ad essere elaborate. La Società aggiudicataria dovrà quindi provvedere all archiviazione e alla sicurezza delle misure rilevate. Al sistema di misurazione e raccolta dei dati per il calcolo dei livelli di servizio, deve essere affiancato un sistema di pubblicazione, in grado di assicurare almeno le seguenti funzionalità di base: 1) presentazione dei dati su pagine web secondo viste definite; 2) gestione della sicurezza (controllo accessi, integrità dei dati, ecc.); 3) gestione dei diversi profili di utenza (ad es.: livello operativo o direttivo, gruppo di supervisione, amministratore di sistema, ecc.); 4) visualizzazione tramite browser da postazioni di lavoro abilitate ; 5) produzione, attraverso interrogazioni di facile composizione, di statistiche relative a periodi di erogazione del servizio. Le statistiche di cui sopra dovranno essere elaborate e rese disponibili nel sistema di consultazione direttamente dalla Società aggiudicataria, relativamente ai periodi di osservazione definiti. La qualità dei dati è un fattore fondamentale in questo sistema. A tal fine, la Società aggiudicataria dovrà prevedere gli opportuni controlli che assicurino della loro accuratezza, completezza, coerenza nei formati e nei valori. Il Ministero si riserva di chiedere alla Società aggiudicataria una personalizzazione della reportistica da questa proposta per la visualizzazione dei LdS. 6.1 Disponibilità degli elementi del servizio Le indicazioni delle disponibilità dei servizi oggetto del presente capitolato sono: Orari dei servizi secondo quanto specificato al capitolo 3. Disponibilità del servizio Valori di soglia Servizi nel loro complesso 99,9% Servizi di Contact Center per l erogazione di Informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC Pag. 9 di 11

10 Tempestività di risposta al Contatto tramite Sistemi Telefonici Tempo massimo di attesa su IVR Percentuale di chiamate entranti perdute su IVR Note Va misurato il tempo che intercorre tra l inizio del Contatto e la risposta da parte dell IVR. In caso di chiamata perduta va misurato il tempo comunque trascorso. Vanno considerati tutti i contatti entranti, compresi quelli terminati dallo stesso utente per motivi riconducibili a disservizio del sistema, dopo la risposta dell IVR Valori di soglia 5 nel 95% dei casi 3% Tempestività di risposta al Contatto tramite operatore Tempo massimo di at-tesa InBound su operatore Note Va misurato il tempo che intercorre tra l inizio del Contatto e la risposta da parte dell operatore. In caso di chiamata perduta va misurato il tempo comunque trascorso. Valori di soglia 20 nel 95% dei casi Percentuale di chiamate InBound entranti perdute su operatore Vanno considerati tutti i contatti entranti, compresi quelli terminati dallo stesso utente per motivi riconducibili a disservizio del sistema, prima della risposta degli operatori 3% Efficacia di risoluzione del Contatto 1 livello Tipo di Contatto da risolvere Valori di soglia servizio di Informazione 80% dei casi. Con riferimento alle sole chiamate telefoniche in InBound i LdS da tenere in considerazione sono stimati in : Operatività Normale : Tempo medio di conversazione: 240 secondi circa Tempo di pausa: 20 secondi circa Tempo di attesa max: 10 secondi LdS in regime normale: 95 % delle chiamate accolte entro 10 sec. LdS al picco: 50 % delle chiamate accolte entro 15 sec. Tasso medio di abbandono: 3 % massimo Occupazione massima rete fonia: 1% massimo Operatività a seguito di Campagne Informative e Pubblicitarie (Settimana della Cultura, eventi straordinari, ecc.: Tempo medio di conversazione: 180 secondi circa Tempo di pausa: 20 secondi circa Tempo di attesa max : 10 secondi LdS in regime normale: 95 % delle chiamate accolte entro 10 sec. Servizi di Contact Center per l erogazione di Informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC Pag. 10 di 11

11 Tasso medio di abbandono: 3 % massimo Occupazione massima rete fonia: 1% massimo 6.2 Penali Rispetto dei Livelli di servizio Per ogni punto (o frazione) percentuale di scostamento in diminuzione dei valori di soglia indicati nel presente capitolato, per ogni singolo servizio/lds, l Amministrazione avrà facoltà di applicare una penale pari allo 0,2% del valore contrattuale dell intero servizio di contact center nel periodo di osservazione. Il periodo di osservazione è pari ad un trimestre Incidenti di sicurezza Per ogni incidente di sicurezza occorso, ai dati raccolti per il sistema di misurazione e calcolo dei livelli di servizio nel periodo di osservazione, l Amministrazione avrà facoltà di applicare una penale, commisurata alla gravità dell incidente, fino ad un massimo pari allo 0,5% del valore contrattuale dell intero servizio di contact center nel periodo di osservazione. Il periodo di osservazione è pari ad un trimestre Presenza del personale In caso di mancata presenza del personale del Fornitore negli orari previsti o richiesti contrattualmente, l Amministrazione avrà facoltà di applicare una penale pari a Euro 50,00 ( cinquanta/00), per ogni ora di mancata presenza e per ogni addetto mancante. 7. Verifiche, controlli e monitoraggi Per verificare la regolarità e qualità del servizio il Ministero per i Beni e le Attività Culturali si riserva di effettuare accertamenti anche durante le ore di lavoro procedendo all ispezione dei locali e delle aree utilizzate in qualsiasi momento e senza preventivo avviso. Il monitoraggio trimestrale delle attività sarà effettuato da Invitalia, Agenzia Nazionale per l Attrazione degli Investimenti e lo Sviluppo d Impresa S.p.a. Il Responsabile Unico del Procedimento D.ssa Annarita Orsini Servizi di Contact Center per l erogazione di Informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC Pag. 11 di 11

12 Roma Via del Collegio Romano, 27 Direzione Generale per l'organizzazione, gli Affari Generali, l'innovazione, il bilancio ed il Personale (DG-OAGIP) Servizi di Contact Center per l erogazione di informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC CAPITOLATO TECNICO - ALLEGATO 1 documento da inserire nella busta B - OFFERTA TECNICA CURRICULA VITAE DELLE FIGURE PROFESSIONALI OFFERTE Il documento deve essere compilato e presentato seguendo le indicazioni e le procedure previste nel e nel Disciplinare di Gara.

13 Al Ministero per i Beni e le Attività Culturali Direzione Generale per l'organizzazione, gli affari generali, l'innovazione, il bilancio ed il personale Servizio I GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI CONTACT CENTER PER L EROGAZIONE DI INFORMAZIONI ALL UTENZA ESTERNA E INTERNA DEL MIBAC CURRICULA VITAE DELLE FIGURE PROFESSIONALI OFFERTE Il sottoscritto concorrente: consapevole della responsabilità che si assume in caso di dichiarazione non veritiera, completa la propria Offerta Tecnica con i seguenti curricula vitae sintetici relativi al personale specializzato offerto per i profili professionali richiesti: Addetto Servizio di Help Desk ICT - Sistemista Junior Addetto Servizio di Help Desk ICT - Sistemista Junior codice A1 codice A2 Addetto Servizio di Help Desk ICT - Sistemista codice B Addetto Servizio di Help Desk ICT Analista Programmatore codice C Il presente documento è composto da pagine, compresa la presente. Qualifica del firmatario: Data: Timbro e Firma: Allegato 1 - Curricula vitae delle figure professionali offerte Pagina 2 di 3

14 Schema per la presentazione dei curricula Figura professionale: riportare la denominazione della risorsa professionale ( esempio: Operatore Servizio di Help Desk ICT - Sistemista) Codice: riportare il codice (es: A) Correlato all indicazione NOMINATIVA inserita in busta sigillata IDENTIFICAZIONE NOMINATIVA DELLE FIGURE PROFESSIONALI OFFERTE posta all interno della busta B Offerta Tecnica 1 - Impresa proponente: _ 2 - Inquadramento: _ 3 - Anzianità nel ruolo: anni mesi 4 - Fascia età anagrafica (anni): fino a 30 tra 30 e 35 tra 35 e 40 oltre Titolo di studio: _ 6 - Esperienza lavorativa complessiva in campo INFORMATICO: anni mesi 7 - Esperienza lavorativa complessiva nel PROFILO RICHIESTO: anni mesi 8 - Competenze Tecniche 9 - Certificazioni ed altri titoli di interesse per il profilo richiesto: 10 - Curriculum vitae sintetico (principali esperienze lavorative indicate per anno a partire dalla più recente) 11 - eventuali ALTRE notizie ritenute utili: Data: Timbro e Firma: Servizi di Contact center per l erogazione di informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC Allegato 1 - Curricula vitae delle figure professionali offerte Pagina 3 di 3

15 Roma Via del Collegio Romano, 27 Direzione Generale per l'organizzazione, gli Affari Generali, l'innovazione, il bilancio ed il Personale (DG-OAGIP) Servizi di Contact Center per l erogazione di informazioni all utenza esterna e interna del MiBAC CAPITOLATO TECNICO - ALLEGATO 2 documento da inserire nella busta B - OFFERTA TECNICA IDENTIFICAZIONE NOMINATIVA DELLE FIGURE PROFESSIONALI OFFERTE Il documento deve essere compilato e presentato seguendo le indicazioni e le procedure previste nel e nel Disciplinare di gara. Il Facsimile della dichiarazione è disponibile in formato elettronico sul sito dell'amministrazione.

16 Al Ministero per i Beni e le Attività Culturali Direzione Generale per l'organizzazione, gli affari generali, l'innovazione, il bilancio ed il personale Servizio I GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI CONTACT CENTER PER L EROGAZIONE DI INFORMAZIONI ALL UTENZA ESTERNA E INTERNA DEL MIBAC IDENTIFICAZIONE NOMINATIVA DELLE FIGURE PROFESSIONALI OFFERTE Il sottoscritto concorrente: consapevole della responsabilità che si assume in caso di dichiarazione non veritiera, dichiara che i nominativi da associare ai profili e ai codici offerti e riportati in forma anonima nell'allegato Curricula vitae dei profili professionali offerti sono: Profilo Codice Nome e Cognome Addetto Servizio di Help Desk ICT - Sistemista Junior A1 Addetto Servizio di Help Desk ICT - Sistemista Junior A1 Addetto Servizio di Help Desk ICT - Sistemista B Addetto Servizio di Help Desk ICT Analista Programmatore C Data: Qualifica del firmatario: Timbro e Firma: Allegato 2 - Identificazione nominativa delle figure professionali offerte Pagina 2 di 2

CONTACT CENTER. 17-20 Maggio 2010 FORUM PA

CONTACT CENTER. 17-20 Maggio 2010 FORUM PA CONTACT CENTER Il contact center è il modo più strutturato ed efficiente per organizzare e gestire le relazioni multicanale con i cittadini/utenti in presenza di grandi numeri. 2 INCREMENTO NELL EFFICIENZA

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici La nostra azienda, oltre a produrre, distribuire e installare i propri software presso la clientela, eroga a favore di quest ultima una serie di servizi

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

Capitolato Servizio Call-Center

Capitolato Servizio Call-Center Azienda Servizi Spoleto S.p.A. Via dei Filosofi, 59 06049 Spoleto (PG) Capitolato Servizio Call-Center Periodo 01.07.2014 31.12.2014 Gestione del servizio di Call-Center telefonico dell A. Se. SpA Art.

Dettagli

Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER

Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER GENERALITA Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER L Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (UNSC) per far fronte alle diverse ed aumentate necessità derivanti dal nuovo quadro normativo per

Dettagli

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino Gara a procedura aperta per l affidamento di servizi di supporto tecnico-informatico agli u- tenti dei sistemi informativi gestionali di ENAV S.p.A. CHIARIMENTI A seguito di richiesta di chiarimenti ed

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA servizio di prenotazione telefonica (call center) delle prestazioni specialistiche ambulatoriali erogate dalle strutture pubbliche e private accreditate dell ULSS

Dettagli

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AVVISO n. 07/2013 Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per il profilo specialistico di Esperto nei processi

Dettagli

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.)

PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.) REGIONE BASILICATA PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.) PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO EVOLUTIVO E DI ASSISTENZA SPECIALISTICA DEL SISTEMA INFORMATIVO LAVORO BASIL DELLA REGIONE BASILICATA

Dettagli

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce (ai sensi dell art. 8 della legge 150/2000) Approvato con Delibera di Giunta n. 273 del 6

Dettagli

Sommario. Premessa... 3. 1. Obiettivi... 4. 2. Soggetti coinvolti... 6. 3. Erogazione del servizio informativo... 7

Sommario. Premessa... 3. 1. Obiettivi... 4. 2. Soggetti coinvolti... 6. 3. Erogazione del servizio informativo... 7 Carta dei Servizi Sommario Premessa... 3 1. Obiettivi... 4 2. Soggetti coinvolti... 6 3. Erogazione del servizio informativo... 7 4. Descrizione operativa del servizio... 9 5. Compiti e responsabilità

Dettagli

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5 Gentile Cliente, la presente comunicazione ha lo scopo di illustrare i servizi compresi nel contratto che prevede la fornitura di aggiornamenti e assistenza sui prodotti software distribuiti da Sinergica

Dettagli

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE 1 Introduzione 1.1 Premessa 1. Il presente Allegato A2

Dettagli

Contact Center Manuale CC_Contact Center

Contact Center Manuale CC_Contact Center Contact Center Manuale CC_Contact Center Revisione del 05/11/2008 INDICE 1. FUNZIONALITÀ DEL MODULO CONTACT CENTER... 3 1.1 Modalità di interfaccia con il Contact Center... 3 Livelli di servizio... 4 1.2

Dettagli

Università degli Studi della Basilicata

Università degli Studi della Basilicata Università degli Studi della Basilicata SERVIZIO DI ASSISTENZA MANUTENTIVA E GESTIONE TECNICA E SISTEMISTICA DEI SISTEMI COSTITUENTI LA RETE DI TELEFONIA DELL'UNIVERSITA' CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

Dettagli

PROGETTO A VANTAGGIO DEI CONSUMATORI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS E DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

PROGETTO A VANTAGGIO DEI CONSUMATORI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS E DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO PROGETTO A VANTAGGIO DEI CONSUMATORI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS E DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO 1. Sintesi della proposta Assicurare continuità, per l anno 2015, alle attività di qualificazione di punti

Dettagli

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Indice 1 - INTRODUZIONE... 3 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...3 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...3 1.3 - RIFERIMENTI...3 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...3 2 - PREMESSA... 4 3 -

Dettagli

rete mobile con costi a carico dell utente secondo il piano tariffario del gestore di telefonia mobile utilizzato.

rete mobile con costi a carico dell utente secondo il piano tariffario del gestore di telefonia mobile utilizzato. CAPITOLATO D'ONERI per la gestione del Servizio di Call Center informativo e di ricezione, trattamento, registrazione e trasmissione segnalazioni di disservizi C.I.G. n. 354552649C ***** Art. 1 Oggetto

Dettagli

SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO

SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO Multiservizio tecnologico per le strutture sanitarie della Regione Lazio Il presente caso studio riguarda l affidamento,

Dettagli

SOMMARIO. Art. 8 Conoscenza dei bisogni e valutazione del gradimento dei servizi

SOMMARIO. Art. 8 Conoscenza dei bisogni e valutazione del gradimento dei servizi Regolamento per il funzionamento dell Ufficio relazioni con il Pubblico Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale N.128 del 15.09.2005 SOMMARIO Art. 1 Principi generali Art. 2 Finalità e funzioni

Dettagli

ALLEGATO 1B. Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO

ALLEGATO 1B. Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO ALLEGATO 1B Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO Indice 1.1 Definizioni, Abbreviazioni, Convenzioni...3 1.2 Scopo del Documento...3 2 Requisiti e Richieste...3

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

Allegato 5. Definizione delle procedure operative

Allegato 5. Definizione delle procedure operative Allegato 5 Definizione delle procedure operative 1 Procedura di controllo degli accessi Procedura Descrizione sintetica Politiche di sicurezza di riferimento Descrizione Ruoli e Competenze Ruolo Responsabili

Dettagli

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Le norme cosiddette organizzative definiscono le caratteristiche ed i requisiti che sono stati definiti come necessari e qualificanti per le organizzazioni al

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE

CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE 1 PREMESSA Il presente codice disciplina le procedure di ricerca, selezione ed inserimento di personale, che sono demandate alla Direzione Generale,

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 116 del 29/07/2002 modificato con

Dettagli

Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON

Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON Carta dei Servizi Servizi Informativi CENTRACON... 1 Art. 1 - Scopo... 1 Art. 2 - Riferimenti normativi... 2 Art. 3 - Servizi... 2 Art. 3.1 Elenco dei servizi...

Dettagli

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE Protocollo d intesa per l utilizzo della soluzione informatica realizzata dalle Camere di Commercio, Industria e Artigianato per l esercizio delle funzioni assegnate allo Sportello Unico per le Attività

Dettagli

Disciplinare sulla gestione dei reclami, suggerimenti e segnalazioni dei cittadini nei confronti dell Amministrazione Comunale di Ancona

Disciplinare sulla gestione dei reclami, suggerimenti e segnalazioni dei cittadini nei confronti dell Amministrazione Comunale di Ancona Disciplinare sulla gestione dei reclami, suggerimenti e segnalazioni dei cittadini nei confronti dell Amministrazione Comunale di Ancona Approvato con Delibera di Giunta n 372 del 9 ottobre 2012 Art. 1

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SITO WEB ISTITUZIONALE DEL COMUNE

SETTORE AFFARI GENERALI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SITO WEB ISTITUZIONALE DEL COMUNE SETTORE AFFARI GENERALI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SITO WEB ISTITUZIONALE DEL COMUNE Codice Identificativo Gara (C.I.G.):Z4A0EF8BC1. ART. 1 Oggetto dell

Dettagli

Il Direttore. rende noto il seguente AVVISO DI SELEZIONE DI PERSONALE

Il Direttore. rende noto il seguente AVVISO DI SELEZIONE DI PERSONALE In forza della delibera del Consiglio di Amministrazione del 09/07/2015 che prevede l assunzione di più profili a tempo indeterminato entro i termini previsti dal comma 118 dell art. 1, L. 190/2014 affinché

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 1 Oggetto della fornitura Il presente Capitolato ha per

Dettagli

ARTI Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione S.P. per Casamassima, Km 3 70010 Valenzano BA. www.arti.puglia.it

ARTI Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione S.P. per Casamassima, Km 3 70010 Valenzano BA. www.arti.puglia.it Progetto NOBLE Ideas Young InNOvators Network for SustainaBLE Ideas in the Agro-Food Sector Attività cofinanziata dall Unione Europea a valere sul South East Europe Transnational Cooperation Programme

Dettagli

PROVINCIA DI MATERA. Regolamento per il funzionamento. dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera

PROVINCIA DI MATERA. Regolamento per il funzionamento. dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera PROVINCIA DI MATERA Regolamento per il funzionamento dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Matera SOMMARIO Art. 1 Principi generali Art. 2 Finalità e funzioni dell Ufficio Relazioni

Dettagli

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA CAMPANIA DIREZIONE GENERALE

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA CAMPANIA DIREZIONE GENERALE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA CAMPANIA DIREZIONE GENERALE Bando di gara per l affidamento di corsi di formazione, a carattere residenziale, rivolta ai Dirigenti

Dettagli

Prot. n. 35 Reg. n. 35 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE

Prot. n. 35 Reg. n. 35 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE Prot. n. 35 Reg. n. 35 Strembo, 16 marzo 2015 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE Oggetto: Affidamento alla Società PC-Copy S.r.l. di Tione di Trento relativo all incarico di erogazione del servizio di Gestione

Dettagli

RICHIESTE DI CHIARIMENTO DEL 04/08/2015

RICHIESTE DI CHIARIMENTO DEL 04/08/2015 GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI MANUTENZIONE CORRETTIVA ED EVOLUTIVA SULL AREA GESTIONALE (SISTEMA ESACE) DEL SISTEMA INFORMATIVO DI SACE CIG 6315997D98 RICHIESTE DI CHIARIMENTO

Dettagli

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE rev. 0 Data: 01-03-2006 pag. 1 10 SOMMARIO 1. PIANIFICAZIONE... 2 1.1. SCOPO DELLA PROCEDURA GESTIONALE... 2 1.2. OBIETTIVI E STANDARD DEL PROCESSO... 2 1.3. RESPONSABILITÀ E RISORSE COINVOLTE... 2 2.

Dettagli

Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l.

Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l. Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l. N del Tra la PANTAREI INFORMATICA S.r.l. - Via degli Innocenti,

Dettagli

INDICE del documento. Contact Center

INDICE del documento. Contact Center INDICE del documento 1 Descrizione del servizio di... 2 1.1 Obiettivi del... 2 1.2 Servizi del in Fase Transitoria... 2 1.3 Supporti informativi per il... 3 2 Modello Organizzativo del servizio di... 4

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI DISCIPLINARE DI GARA Procedura negoziata di cottimo fiduciario per l affidamento della fornitura di n. 10 contatori automatizzati

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTI DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTT. 38, COMMA 3 E 48 D.P.R. 445 DEL 28.12.2000

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTI DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTT. 38, COMMA 3 E 48 D.P.R. 445 DEL 28.12.2000 Spett.le Comune di Casalecchio di Reno Via dei Mille 9 40033 Casalecchio di Reno documentazione tecnica e amministrativa allegato 1) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTI DI NOTORIETA AI SENSI DEGLI ARTT.

Dettagli

Provincia di Pordenone MEDAGLIA D ORO AL V.M.

Provincia di Pordenone MEDAGLIA D ORO AL V.M. Alla Ditta RACCOMANDATA A.R. OGGETTO: procedura negoziata per il servizio di archiviazione cartacea e gestione Documentale. Cod. Ditta è invitata a partecipare alla gara ufficiosa, ai sensi del Codice

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

SULLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA

SULLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DI AREZZO Decorata di Medaglia d'oro al V.M. per attività partigiana R E G O L A M E N T O SULLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DI AREZZO

Dettagli

SERVIZI DI COMUNICAZIONE ITC CONTACT

SERVIZI DI COMUNICAZIONE ITC CONTACT ALLEGATI A - B ALLEGATO A SERVIZI DI COMUNICAZIONE ITC CONTACT Enterprise Contact ha intercettato la difficoltà dei Comuni nel comunicare con le grandi realtà territoriali, in specie nei in casi straordinari

Dettagli

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA 1 di 8 1 PRESCRIZIONI PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI PROGETTAZIONE SULLA BASE DI DOCUMENTI DI 2 Parte Titolo 3 PARTE I I.1 PREMESSA I.2 SCOPI I.3 PRESCRIZIONI RELATIVE ALL'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE DELLA

Dettagli

La fornitura verrà aggiudicata ai sensi dell'art. 83 del D. Lgs. 12/04/2006 n. 163 e successive modifiche ed integrazioni.

La fornitura verrà aggiudicata ai sensi dell'art. 83 del D. Lgs. 12/04/2006 n. 163 e successive modifiche ed integrazioni. 11. FORZA MAGGIORE Le parti non saranno ritenute inadempienti qualora l'inosservanza degli obblighi derivanti dal contratto sia dovuto a forza maggiore. Con l'espressione "forza maggiore" si fa riferimento

Dettagli

ASP POVERI VERGOGNOSI

ASP POVERI VERGOGNOSI ASP POVERI VERGOGNOSI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI CONSULENZA SPECIALISTICA IN MATERIA DI DIRITTO DELLE ASSICURAZIONI E DIRITTO AMMINISTRATIVO ai sensi del Regolamento dei lavori,

Dettagli

Prot, 4590/c14 Maniago, 11/09/2013 (CIG. N ZA50B718A4)

Prot, 4590/c14 Maniago, 11/09/2013 (CIG. N ZA50B718A4) ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Evangelista Torricelli Via Udine, 7 - MANIAGO (PN) (- 0427/731491 Fax 0427/732657 http:// www.torricellimaniago.it email: pnis00300q@istruzione.it Prot, 4590/c14 Maniago,

Dettagli

MODULO OFFERTA ECONOMICA

MODULO OFFERTA ECONOMICA Allegato 1 al documento Modalità presentazione offerta GARA A PROCEDURA APERTA N. 1/2007 PER L APPALTO DEI SERVIZI DI RILEVAZIONE E VALUTAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA VIGENTE IN MATERIA

Dettagli

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto FORNITURA DI PRODOTTI SOFTWARE IBM PER IL SISTEMA INFORMATIVO DELL INPDAP

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto FORNITURA DI PRODOTTI SOFTWARE IBM PER IL SISTEMA INFORMATIVO DELL INPDAP INPDAP Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Gara per la fornitura di prodotti software per il Sistema Informativo dell INPDAP Normalizzazione del Sistema Informativo

Dettagli

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI Gruppo di monitoraggio INAIL Abstract È illustrata l esperienza INAIL di monitoraggio di contratti di servizi informatici in cui è prevista l assistenza

Dettagli

www.softwaretelemarketing.com SOLUZIONE CRM E CTI PER CALL E CONTACT CENTER

www.softwaretelemarketing.com SOLUZIONE CRM E CTI PER CALL E CONTACT CENTER www.softwaretelemarketing.com SOLUZIONE CRM E CTI PER CALL E CONTACT CENTER SOFTWARE PER LA GESTIONE E P SOFTWARE PER LA due. CRM è lo strumento dedicato alla gestione e pianificazione delle azioni di

Dettagli

COMUNE DI L'AQUILA CAPITOLATO

COMUNE DI L'AQUILA CAPITOLATO COMUNE DI L'AQUILA Via Francesco Filomusi Guelfi 67100 - L'Aquila CAPITOLATO GARA PER LA FORNITURA ED INSTALLAZIONE DI APPARECCHIATURE E SERVIZI PER LA RILEVAZIONE AUTOMATICA DELLE PRESENZE DEL PERSONALE

Dettagli

S.A.C. Società Aeroporto Catania S.p.A.

S.A.C. Società Aeroporto Catania S.p.A. S.A.C. Società Aeroporto Catania S.p.A. Capitolato tecnico per Affidamento del servizio di consulenza per la progettazione, implementazione e certificazione di un Sistema di Gestione Integrato per la Qualità

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE. Sono ammessi alla selezione i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

AVVISO DI SELEZIONE. Sono ammessi alla selezione i candidati in possesso dei seguenti requisiti: AVVISO DI SELEZIONE Il Dipartimento della Protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri promuove la ricerca di n. 1 (una) figura professionale per l affidamento di un incarico di collaborazione

Dettagli

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG. QUESITO N.1 Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.: 620254560D A) Atteso che il capitolato Tecnico Allegati 1

Dettagli

Spett.le. Via. Egregi Signori, facciamo seguito alle intese intercorse per confermarvi quanto segue. Premesso che:

Spett.le. Via. Egregi Signori, facciamo seguito alle intese intercorse per confermarvi quanto segue. Premesso che: Spett.le. Via Oggetto: Designazione a Responsabile Esterno del trattamento dei Dati Personali ai sensi dell art. 29 D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 (di seguito Codice Privacy ) Egregi Signori, facciamo seguito

Dettagli

Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003

Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003 Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (codice in materia di protezione dei dati personali) prevede la tutela delle

Dettagli

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore Roma, ottobre 2013 Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore OGGETTO: NOMINA DEI RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI L AGESCI Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani,

Dettagli

ALLEGATO D SOLUZIONI E SERVIZI AVANZATI A SUPPORTO DEI PROCESSI

ALLEGATO D SOLUZIONI E SERVIZI AVANZATI A SUPPORTO DEI PROCESSI ALLEGATO D POR FESR BASILICATA 2007-2013 - ASSE II - SOCIETÀ DELLA CONOSCENZA - LINEA D'INTERVENTO II.2.2.C - FONDO SANITARIO REGIONALE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 55 del D.Lgs. n. 163/2006 e

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 90 del

Dettagli

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO 1 PROCEDURA DI GARA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA 35 E VIA CALABRIA 56. CIG: 5066492974

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA AG Direzione Regionale della Puglia ENZIA DELLE ENTRATE Direzione Regionale della Puglia ASSOCIAZIONE NAZIONALE PROTOCOLLO DI INTESA TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE, Direzione Regionale della Puglia con sede

Dettagli

CHIARIMENTI al 27/1/2011

CHIARIMENTI al 27/1/2011 CHIARIMENTI al 27/1/2011 1 QUESITO La certificazione ISO 20000 deve essere rilasciata da organismo accreditato o sono accettate le certificazioni da organismi non accreditati? RISPOSTA 1 No, non è necessario

Dettagli

COMUNE DI PALAGIANO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE DEL

COMUNE DI PALAGIANO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE DEL COMUNE DI PALAGIANO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI DISTRIBUZIONE DEL PATRIMONIO LIBRARIO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE, PRESTITO E TESSERAMENTO AUTOMATIZZATO,

Dettagli

AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior

AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior, di Esperto di servizi e tecnologie per l egovernment

Dettagli

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Allegato 1 CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Art. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA L appalto ha per oggetto la fornitura di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE, L AGGIORNAMENTO ED I CREDITI FORMATIVI DEL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Premessa L Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia considera la formazione e l aggiornamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI ROMA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI ROMA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E IL TRATTAMENTO DEI RECLAMI DELLE SEGNALAZIONE E DEI SUGGERIMENTI NEL COMUNE DI ROMA INDICE ART. 1 - DEFINIZIONI E AMBITO DI APPLICAZIONE ART. 2 - UFFICI COMPETENTI PER LA

Dettagli

;cüéä Çv t w exzz É VtÄtuÜ t<

;cüéä Çv t w exzz É VtÄtuÜ t< VÉÅâÇx w gtâü tçéät ;cüéä Çv t w exzz É VtÄtuÜ t< 2 SETTORE AREA ECONOMICO - FINANZIARIA SERVIZIO AFFARI DEL PERSONALE AVVISO DI PROCEDURA OBBLIGATORIA DI MOBILITA VOLONTARIA PER LA COPERTURA A TEMPO PIENO

Dettagli

SIG-FIN UN CRM PER TUTTE LE ESIGENZE

SIG-FIN UN CRM PER TUTTE LE ESIGENZE SIG-FIN UN CRM PER TUTTE LE ESIGENZE SIG-FIN (Sistema Informativo Gestionale Finanziario) è la soluzione di CRM (Customer Relationship Management) sviluppato da Cesaweb per tutte le società Finanziarie

Dettagli

ARSEL Liguria. Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro Via San Vincenzo 4 16121 Genova tel. 010 24911

ARSEL Liguria. Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro Via San Vincenzo 4 16121 Genova tel. 010 24911 ARSEL Liguria Agenzia Regionale per i Servizi Educativi e per il Lavoro Via San Vincenzo 4 16121 Genova tel. 010 24911 AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L AFFIDAMENTO DI: N. 1 INCARICO AD UNA FIGURA ESPERTA

Dettagli

DIREZIONE COMUNICAZIONE E PROMOZIONE DELLA CITTA VIA GARIBALDI, 9 16124 GENOVA

DIREZIONE COMUNICAZIONE E PROMOZIONE DELLA CITTA VIA GARIBALDI, 9 16124 GENOVA DIREZIONE COMUNICAZIONE E PROMOZIONE DELLA CITTA VIA GARIBALDI, 9 16124 GENOVA AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE AD ESSERE INVITATI A PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DI UN SERVIZIO

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Pagina 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B Gara Europea a Procedura aperta per la fornitura di servizi di supporto Offerta Tecnica, dovrà contenere un indice completo di

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2014 - Articolo

Dettagli

OGGETTO: Gara per l affidamento dei servizi per la manutenzione, gestione ed evoluzione della Piattaforma. Fisco del Sistema Informativo INPDAP.

OGGETTO: Gara per l affidamento dei servizi per la manutenzione, gestione ed evoluzione della Piattaforma. Fisco del Sistema Informativo INPDAP. OGGETTO: Gara per l affidamento dei servizi per la manutenzione, gestione ed evoluzione della Piattaforma. Fisco del Sistema Informativo INPDAP. Quesito 1 Rif: Disciplinare, schema di Offerta tecnica In

Dettagli

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 2 ACCESSO AL SERVIZIO... 2 ATTIVAZIONE/CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO... 2 FUNZIONALITÀ DI BASE... 2

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 2 ACCESSO AL SERVIZIO... 2 ATTIVAZIONE/CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO... 2 FUNZIONALITÀ DI BASE... 2 HPS 800 INDICE DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 2 ACCESSO AL SERVIZIO... 2 ATTIVAZIONE/CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO... 2 FUNZIONALITÀ DI BASE... 2 CONDIZIONI ECONOMICHE E CONTRATTUALI... 4 CONTRIBUTO DI ATTIVAZIONE...

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013 Art. 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto l appalto della gestione di

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO (emanato con decreto rettorale 12 gennaio 2004, n. 178) INDICE

REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO (emanato con decreto rettorale 12 gennaio 2004, n. 178) INDICE REGOLAMENTO DELL ORARIO DI LAVORO (emanato con decreto rettorale 12 gennaio 2004, n. 178) INDICE Articolo 1 (Orario ordinario di lavoro e di servizio. Definizioni) Articolo 2 (Articolazione dell orario)

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA Servizio di prenotazione telefonica (call center) delle prestazioni specialistiche ambulatoriali erogate dalle strutture pubbliche e private accreditate dell'ulss

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Allegato 2 Offerta Tecnica Pag 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B Gara per procedure e alle conseguenti proposte operative a supporto delle Funzioni e direzioni Aziendali

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA

COMUNE DI CIVITAVECCHIA COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma REGOLAMENTO SULLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA Parte I (ATTIVITÀ FORMATIVA) Art. 1 (Campo

Dettagli

Gara per i Servizi di supporto al sistema di gestione documentale del PON Governance ed Assistenza Tecnica 2007-2013 CAPITOLATO TECNICO

Gara per i Servizi di supporto al sistema di gestione documentale del PON Governance ed Assistenza Tecnica 2007-2013 CAPITOLATO TECNICO Gara per i Servizi di supporto al sistema di gestione documentale del PON Governance ed Assistenza Tecnica 2007-2013 CAPITOLATO TECNICO Sommario 1 Obiettivi del servizio... 2 2 Consistenza attuale degli

Dettagli

STRUTTURA AZIENDALE PROVVEDITORATO ECONOMATO IL DIRIGENTE RESPONSABILE: DR. DAVIDE A. DAMANTI CAPITOLATO TECNICO

STRUTTURA AZIENDALE PROVVEDITORATO ECONOMATO IL DIRIGENTE RESPONSABILE: DR. DAVIDE A. DAMANTI CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA E MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA HARDWARE E

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

ALLEGATO B GARA N. 115/DA/06

ALLEGATO B GARA N. 115/DA/06 ALLEGATO B GARA N. 115/DA/06 1 di 9 ALLEGATO B... 1 Premessa... 3 Sub-elemento B1) Qualità ed efficienza del servizio... 3 Sub-elemento B2) erogazione del servizio... 4 Sub-elemento B3) Strumentazione...

Dettagli

Modalità di formulazione dell offerta

Modalità di formulazione dell offerta ALLEGATO - PARAMETRI E CRITERI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA COMUNITARIA CON IL CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA PER L AFFIDAMENTO DEL

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI. Prot. n. Empoli, 22/10/2014 RACCOMANDATA A.R. Spett. Ditta Nexus Sistemi informativi Via Dante da Castiglione 35 50125 Firenze

COMUNE DI EMPOLI. Prot. n. Empoli, 22/10/2014 RACCOMANDATA A.R. Spett. Ditta Nexus Sistemi informativi Via Dante da Castiglione 35 50125 Firenze COMUNE DI EMPOLI Prot. n RACCOMANDATA A.R. Empoli, 22/10/2014 Spett. Ditta Nexus Sistemi informativi Via Dante da Castiglione 35 50125 Firenze OGGETTO: Definizione e dei termini d'uso, manutenzione e aggiornamento

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AVVISO n. 06/2013 - Procedura comparativa per il conferimento di tre incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo di Esperto di innovazione, programmi europei e relazioni internazionali

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT)

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 144 del 20/01/2011 OGGETTO: Micro Organizzazione Direzione Innovazione PA - Sistemi Informativi

Dettagli