Fornitura del Servizio di centralino remoto. Capitolato tecnico-amministrativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fornitura del Servizio di centralino remoto. Capitolato tecnico-amministrativo"

Transcript

1 Fornitura del Servizio di centralino remoto Capitolato tecnico-amministrativo

2 Art. 1 - DEFINIZIONE DEL CONTESTO Il Sistema Telefonico della Provincia di Trapani, installato dalla Vitrociset S.p.A., in qualità di aggiudicataria della relativa gara CONSIP, include tutte le sedi della Provincia di Trapani, qui elencate: Palazzo Centrale, Piazza Vittorio Veneto 2 Palazzo Sciacca, Via Osorio 22 Palazzo Pace, Via Palmerio Abate-Via XXX Gennaio Centro Direzionale, Via Carrera Palazzo Riccio di Morana, Via Garibaldi Palazzo della Vicarìa, Via San Francesco 45 Tali sedi risultano collegate attraverso fibra ottica proprietaria ( Palazzo Centrale, Palazzo Pace, Palazzo Sciacca e Centro Direzionale) e tramite VPN, fornita da Fastweb spa nell ambito del Sistema Pubblico di Connettività (Palazzo Vicarìa, e Palazzo Riccio di Morana, collegati al CED, sito al piano terra del Palazzo Sciacca). Tutta la rete dati è poi collegata ad internet attraverso una linea HDSL ad 8 Mb. All interno di tali sedi sono distribuiti circa 400 derivati interni, che sono raggruppati, dal punto di vista organizzativo, in Settori (massimo livello) ed in Servizi ed Uffici. Ogni palazzo è dotato di centrale telefonica del tipo Avaya Ip Office 500 e di collegamenti fonici verso l esterno; presso il Palazzo Centrale è ubicato il centralino principale, a cui sono collegate le linee telefoniche di ingresso, ed anche il Centralino Telefonico Remoto mediante una linea HDSL a 2 Mb in VPN con il nodo CED di Via Osorio. Il Centralino Remoto è dotato di n. 4 posti operatori: per la ricezione dall esterno delle chiamate e smistamento agli utenti interni; per effettuare chiamate esterne su richiesta degli utenti interni, in quanto non tutti sono abilitati alle chiamate esterne; per effettuare chiamate interne su richiesta di utenti interni ( tipologia di utilizzo marginale) Il centralino remoto ha reso un servizio migliore verso i cittadini, ed ha rispettato in maniera adeguata le scelte strategiche dell Amministrazione Provinciale, che puntano al Turismo ed allo sviluppo socio-economico del territorio, con il presente servizio di telefonia remota si è migliorato sia in termini di copertura oraria, sia in termini di qualità della prestazione professionale degli stessi operatori di centralino, ed anche i servizi telefonici sia di tipo inbound che outbound.

3 Art. 2 - OGGETTO DELLA FORNITURA Oggetto del presente appalto è la fornitura del servizio in outsourcing di posto operatore del centralino telefonico, sia per la ricezione dall esterno e smistamento agli utenti interni delle chiamate, sia per effettuare chiamate esterne su richiesta degli utenti interni. La fornitura sarà aggiudicata mediante trattativa privata ad evidenza pubblica da esperirsi ai sensi dell Art.83 del D. Lgs. 163/06 secondo il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa. Art. 3 - DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Servizi Inbound: Il servizio include tutte le attività di front-line telefonica, di risposta diretta agli utenti che si rivolgono all Ente Provincia, attraverso il suo numero di centralino Tutte le chiamate in arrivo devono essere accettate ed eventualmente smistate agli uffici di competenza, secondo le richieste degli utenti, ovvero secondo specifiche istruzioni che saranno impartite al personale operatore. Servizi Outbound Il servizio include tutte le attività di chiamate sia interne che esterne (per le esterne come specificato nell art.2), su richiesta di utenti interni. Giorni ed Orario del servizio Il servizio dovrà essere espletato tutti i giorni da Lunedì a Venerdì dalle ore 08:00 alle ore 18:00, ad esclusione delle festività ed in ogni caso delle giornate di chiusura degli uffici provinciali. Su richiesta, dovrà essere garantito un eventuale servizio al di fuori dell orario su indicato, in occasione di particolari eventi, ovvero sedute di giunta e di consiglio provinciale, etc). Prestazioni straordinarie Il corrispettivo da erogarsi a fronte di tali prestazioni straordinarie sarà commisurato alla quotazione oraria base, ottenuta dividendo il canone mensile contrattuale per il numero di ore di servizio mensile, incrementata del 30% se trattasi di servizio feriale, del 50% se festivo ovvero se notturno (22-06), ed è da considerarsi in aggiunta all importo complessivo del presente appalto. Infrastruttura tecnologica I posti di lavoro del fornitore dovranno essere collegati in VPN con il Centralino Provinciale. Saranno fornite le licenze d uso del software Soft Avaya Phone Manager per la gestione remota del centralino e relativa linea dati necessaria per il collegamento in VPN. Il fornitore dovrà assicurare, per ciascuna Postazione-Operatore, un Personal computer per il collegamento in VPN ed una adeguata infrastruttura di rete interna tale da non creare rallentamenti o colli di bottiglia al traffico voce.

4 IMPORTO MASSIMO DELLA FORNITURA L importo massimo della fornitura, inteso come canone annuo del servizio base descritto, posto a base di gara, è di 20,000,00 + IVA. Verranno computate su base mensile eventuali eccedenze di orario ovvero eccedenze di traffico che saranno remunerate separatamente, al di fuori del canone contrattuale. Art. 4 - DURATA DEL CONTRATTO Il contratto avrà una durata di 2 (due anni) dalla data di stipula e potrà essere prorogato alle stesse condizioni fino ad un massimo di mesi 6 (sei), nelle more di svolgimento delle ordinarie procedure di selezione del nuovo contraente. L Amministrazione Provinciale di Trapani si riserva tuttavia la facoltà, dopo il primo anno e con un preavviso scritto di almeno 30 (trenta) giorni, di recedere dal contratto, senza che il fornitore possa vantare alcun diritto e senza alcun riconoscimento economico e/o risarcimento di sorta per il fornitore stesso, il quale nulla avrà da pretendere oltre a quanto dovuto per l effettivo servizio svolto. Art. 5 - VOLUMI PREVISTI, QUALITÀ DEL SERVIZIO A scopo informativo, ed orientativo per il dimensionamento del servizio, si stima che: il numero delle chiamate giornaliere da esterno sia mediamente di 100; il numero delle chiamate giornaliere da interno verso il centralino per effettuare una telefonata ad un numero esterno sia di 100; il numero delle chiamate giornaliere da un interno per effettuare una chiamata ad una altro interno sia di 50; Tali valori, per un totale di 250 chiamate giornaliere, sono una stima delle telefonate pervenute mediamente al Centralino nel corso dell ultimo anno e costituiscono il traffico base giornaliero. Eventuali telefonate in eccedenza rispetto alle 250 chiamate giornaliere, computate su base mensile, potranno essere fatturate al costo unitario, ottenuto dividendo l importo mensile contrattuale per il traffico base mensile corrispondente, pari a 250 per i giorni di servizio nel mese. Dovranno essere garantiti i seguenti indicatori di performance: Accessibilità: Tasso di abbandono a 30 secondi minore o uguale al 10% Velocità: Risposte entro 30 secondi maggiore o uguale all 80% Disponibilità del servizio. Non inferiore al 97,5%, misurato su base mensile per l orario di servizio previsto. La cause di indisponibilità non comprendono eventi di forza maggiore derivanti da cause naturali o altri eventi di forza maggiore indipendenti dalla volontà della ditta. Le verifiche sul rispetto di tali prestazioni verranno svolte direttamente dalla Provincia di Trapani sulla base di dati forniti dal sistema di gestione del centralino e potranno

5 comunque essere verificati dall Appaltatore nel modo ritenuto più opportuno, purché concordato. Al fine di verificare il rispetto dei livelli di servizio indicati nel presente Capitolato ovvero a fronte di qualunque necessità, la Provincia si riserva la facoltà di concordare e fissare riunioni straordinarie con l Appaltatore e con i Referenti dello stesso. L appaltatore senza alcun onere aggiuntivo, dovrà rendersi disponibile e reperibile in orari di ufficio, secondo le esigenze della Provincia di Trapani. Quest ultima si riserva di verificare con gli utenti la correttezza delle comunicazioni, facendo particolare attenzione alla cortesia verso l utente. Le suddette verifiche potranno avvenire con qualsiasi mezzo ritenuto idoneo ed opportuno ad insindacabile giudizio dell Ente appaltante. La Provincia si riserva di effettuare ispezioni presso la sede del Fornitore, durante l espletamento del servizio, per verificare la qualità del servizio erogato e la corrispondenza dello stesso con i parametri qualitativi previsti nel contratto. Al fine di potere esercitare compiutamente tale facoltà ispettiva, costituirà prerequisito di partecipazione la localizzazione della sede operativa in Sicilia. Costituirà elemento di valutazione preferenziale una distanza della sede operativa rispetto alla Provincia di Trapani inferiore a 150 Km. In caso di ripetute lamentele da parte dell utente sull operato degli addetti al call center, la Provincia diffiderà l Appaltatore a sostituire tali addetti ed in caso di reiterata disfunzione, procederà alla risoluzione del contratto per grave inadempimento, rivalendosi sull appaltatore per i danni subiti anche in fatto di immagine e credibilità nei confronti dell utenza, incamerando immediatamente la cauzione definitiva prestata a garanzia del corretto adempimento delle obbligazioni assunte con la stipula del contratto stesso. Art. 6 - MODALITÀ DEL SERVIZIO E OBBLIGHI DELL APPALTATORE L appaltatore, prima della stipula del contratto e comunque nel termine di 10 (dieci) giorni di calendario dal ricevimento dalla comunicazione dell avvenuta aggiudicazione definitiva, dovrà fornire alla Provincia di Trapani, i nominativi dei referenti e l elenco dei soggetti che verranno incaricati svolgere il servizio di operatore del call center ed i curricula degli stessi, in formato Europass, nei quali dovranno essere indicati espressamente i titoli di studio e l esperienza professionale di ciascuno, al fine di verificare il rispetto di quanto richiesto nel presente Articolo (prerequisiti minimi) ovvero nell offerta tecnica presentata, qualora questa presentasse eventuali migliorìe. Resta inteso che il mancato rispetto di tale obbligo potrà comportare la decadenza dall aggiudicazione e l incameramento della cauzione provvisoria, fermo restando il diritto della Provincia di Trapani di procedere in giudizio per il riconoscimento di eventuali ulteriori danni che dovessero essere sopportati dalla Provincia di Trapani a causa della decadenza dell aggiudicatario dall affidamento del servizio.

6 L appaltatore dovrà garantire: che il servizio sia attivo dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 18:00; la disponibilità di un adeguato numero di postazioni di lavoro collegate, attraverso internet, in VPN con il Centralino Principale del Sistema Telefonico provinciale; l identificazione dell operatore alla ricezione della telefonata con un proprio numero o codice che dovrà essere altresì individuabile dai reports che l Appaltatore dovrà fornire alla Provincia di Trapani; la presenza di uno o più referenti della ditta stessa, con comprovata esperienza nel settore della gestione di analoghe tipologie di servizio, reperibili durante l orario di effettuazione del servizio, sia per le problematiche di carattere tecnico che di gestione del servizio stesso; che il personale che eroga il servizio: o sia esclusivamente di madrelingua italiana: o sia in possesso almeno del diploma di scuola secondaria; o abbia esperienza lavorativa di almeno 2 anni come operatore di call center; o sia in grado di interloquire con l utente con appropriata conoscenza delle caratteristiche del territorio provinciale e degli uffici della Provincia Regionale di Trapani; o costituirà valutazione preferenziale la conoscenza della lingua inglese (parlato fluente) l utilizzo, via web, del software che sarà fornito dalla stessa Provincia di Trapani; che nessun costo telefonico sia posto a carico di Provincia di Trapani per il traffico generato dal call center e per il collegamento dati. il dimensionamento adeguato, in termini di numero di operatori telefonici e di infrastrutture tecnologiche, al fine di erogare il servizio rispettando i livelli di prestazione indicati successivamente, compresi i picchi di telefonate; L appaltatore sarà obbligato ad inviare presso la Sede della Provincia di Trapani, per sostenere un corso di formazione, tutto il personale che sarà impiegato dall appaltatore stesso nell erogazione del servizio, compreso il personale impiegato nei periodi di punta. La Provincia di Trapani formerà gli operatori inviati dall appaltatore, presso la propria sede di Trapani, con un corso della durata di 1 giorni dalle ore 9:00 alle 14:00. Periodicamente, nel caso di nuovi servizi e/o di problematiche nuove e/o comunque la Provincia di Trapani a suo insindacabile giudizio lo reputasse opportuno, l appaltatore sarà obbligato ad inviare presso Provincia di Trapani tutto il proprio personale impiegato nell appalto per effettuare aggiornamenti (in via esemplificativa e comunque non esaustiva sarà ad esempio fatto un aggiornamento nel caso in cui le risposte date all utente non siano in linea con quanto stabilito).

7 Tutte le spese, compresa la trasferta, per la partecipazione a tutti i corsi di cui sopra (esclusa la docenza che sarà tenuta dalla Provincia di Trapani), saranno a carico dell Appaltatore. All avvio del servizio la Provincia di Trapani potrà, a sua discrezione, decidere di far affiancare gli operatori della ditta appaltatrice con il proprio personale. La Provincia di Trapani si riserva di effettuare dei test/telefonate per verificare l apprendimento delle informazioni e la modalità di risposta all utente. Qualora l appaltatore impiegasse nel servizio personale non formato o del quale non è stato preventivamente inviato alla Provincia di Trapani il nominativo ed il curriculum, la Provincia di Trapani potrà risolvere il contratto per grave inadempimento rivalendosi sull appaltatore per i danni subiti, incamerando immediatamente la cauzione definitiva prestata a garanzia del corretto adempimento delle obbligazioni assunte con la stipula del contratto stesso. A garanzia delle obbligazioni assunte, dovrà essere fornita idonea polizza assicurativa, fornita da primaria compagnia assicuratrice di gradimento del committente, non inferiore all importo contrattuale e valida fino alla scadenza contrattuale. Detta polizza deve coprire la responsabilità civile del fornitore oltre che per danni. procurati durante o per effetto dell esecuzione del lavoro, anche per quelli conseguenti ad una mancata vigilanza e pronto intervento. Il fornitore si obbliga a garantire e sollevare il committente da qualunque pretesa, azione, domanda, molestia od altro che possa derivargli da terzi, in dipendenza della prestazione o per mancato adempimento degli obblighi contrattuali e per trascuratezza o colpa nell adempimento degli stessi o comunque in conseguenza diretta o indiretta dell appalto. Il Fornitore si impegna ad ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti, derivanti da disposizioni legislative, regolamenti e norme contrattuali vigenti in materia di lavoro, assicurazioni sociali e previdenza, assumendo a suo carico tutti gli oneri relativi. La mancata osservanza di tali obblighi comporta l immediata risoluzione del contratto per grave inadempimento e la denuncia agli organi giudiziari competenti. Art. 7 - PENALITÀ I parametri di misura del livello di servizio definiti in precedenza (accessibilità telefonica, velocità di risposta, disponibilità del servizio) costituiscono la base per determinare quanto segue: Per l inosservanza, su media mese, di UNO qualsiasi dei tre parametri si applica la decurtazione dell 1 % sull importo del mese relativo al disservizio Per l inosservanza, su media mese, di DUE qualsiasi dei tre parametri si applica la decurtazione del 2 % sull importo del mese relativo al disservizio Per l inosservanza, su media mese, di tutti e TRE i parametri si applica la decurtazione del 3 % sull importo del mese relativo al disservizio

8 In caso di mancata reperibilità del personale come indicato al precedente art. 7, verrà applicata una penale pari a 50,00 (euro cinquanta) per ogni giorno di irreperibilità, da applicare sull importo del mese relativo al disservizio. Per ogni giorno lavorativo di ritardo rispetto a quanto previsto all Art. 18 per i collaudi e le verifiche è stabilita una penale di 100 (euro cento) Nel caso di violazione delle prescrizioni relative alla riservatezza e tutela dei dati di cui all Art. 9 - RISERVATEZZA del presente capitolato, verrà applicata una penale di 250,00 (euro duecentocinquanta) per ogni violazione, fatti salvi eventuali ulteriori danni derivanti da tale violazione che saranno comunque a carico della ditta aggiudicataria. Restano comunque in capo all appaltatore tutte le responsabilità penali che dovessero derivare da tali violazioni. Le penalità stabilite non prescindono dall'azione per la risoluzione del contratto ai sensi dell art C.C. e dall'azione per il risarcimento del danno per l'affidamento ad altri del servizio qualora, oltre ai casi già precedentemente citati, gli inadempimenti relativi agli obblighi assunti con il contratto rendessero impossibile, ad insindacabile giudizio della Provincia di Trapani., la prosecuzione del rapporto contrattuale. Le penalità e le maggiori spese del servizio eseguito in danno della ditta aggiudicataria saranno prelevate dalle somme dovute alla stessa per precedenti forniture o per quelle in corso e, ove mancasse il credito da parte della ditta stessa, saranno prelevate dall'ammontare della cauzione. La Ditta aggiudicataria, in tale ultimo caso, dovrà provvedere a ripristinare nel suo valore iniziale la cauzione nel termine di quindici giorni da quella del prelievo, sotto pena di decadenza dal contratto e della perdita della cauzione; la cauzione verrà incamerata senza bisogno di alcun atto. Art. 8 - RISERVATEZZA La ditta aggiudicataria si adopererà al fine di assicurare che le obbligazioni nascenti dal contratto con la Provincia di Trapani vengano adempiute nel pieno rispetto di qualsiasi legge applicabile sulla tutela della privacy o di qualsiasi regolamento applicabile emanato dal Garante della Privacy, ivi incluso, a mero titolo esemplificativo il D. Lgs. N. 196 del 30/06/2003 (Testo Unico in Materia di Protezione dei Dati Personali). La ditta aggiudicataria, pertanto, dovrà adottare tutte le misure di sicurezza necessarie a prevenire i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi nonché di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità per le quali è stato raccolto, manlevando espressamente la Provincia di Trapani da ogni responsabilità al riguardo. In caso di inadempimento dei suddetti obblighi la ditta aggiudicataria sarà ritenuta responsabile di ogni danno che la Provincia di Trapani dovesse subire in conseguenza di ciò, salvo ogni e diversa più grave responsabilità comprese quelle di carattere penale che restano in capo totalmente all appaltatore. La Provincia di Trapani e l Appaltatore con la sottoscrizione del contratto daranno atto di essersi reciprocamente scambiate l informativa di cui all art. 13 del D. Lgs.

9 196/2003, manifestando, ove necessario, il relativo consenso al trattamento ai sensi dell art. 23 del D. Lgs. 196/2003. La Provincia di Trapani e l Appaltatore danno atto che i rispettivi dati saranno trattati manualmente ovvero con l ausilio di mezzi informatici, elettronici o comunque automatizzati, per finalità strettamente connesse alla gestione ed esecuzione del presente rapporto contrattuale. La Provincia di Trapani, ai sensi ai sensi dell art. 29 del D. Lgs. 196/2003, nominerà l Appaltatore, che con la formulazione dell offerta implicitamente accetta, quale responsabile per il trattamento dei dati dei soggetti terzi che richiedono i servizi di cui al presente Capitolato Speciale. A tal riguardo l Appaltatore sarà obbligato a: effettuare le operazioni di trattamento strettamente necessarie per l erogazione dei servizi di cui al presente Capitolato Speciale, nel rispetto delle prescrizioni dettate dalla vigente normativa ed attenendosi alle istruzioni imposte dalla Provincia di Trapani; accertare che i dati personali dei soggetti terzi oggetto di trattamento vengano raccolti rispettando ogni prescrizione dettata dalla vigente normativa, ed in particolare dagli articoli 13 e 23 del D. Lgs 196/2003; conservare i dati personali dei soggetti terzi nel rispetto dei tempi e delle modalità imposte dalla normativa vigente in modo da ridurre al minimo i rischi di distruzione, perdita, anche accidentale di accesso non autorizzato, di trattamento non consentito o non conforme alle finalità del trattamento stesso, adottando idonee e preventive misure di sicurezza aventi caratteristiche non inferiori a quelle previste dagli artt. 33 e 34 del D. Lgs. 196/2003 e del relativo Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza ; avvisare tempestivamente la Provincia di Trapani di ogni eventuale richiesta ricevuta dai soggetti terzi inerente l esercizio dei diritti di cui all art. 7 del D. Lgs. 196/2003, nonché di ogni ordine o attività di controllo proveniente dall autorità Garante per la protezione dei dati personali o dall Autorità Giudiziaria; provvedere a designare come incaricati del trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 30, del D. Lgs 196/2003, tutte le persone alle quali, nell esecuzione del servizio, saranno affidate le attività di trattamento dei dati personali dei soggetti terzi. Art. 9 - PAGAMENTI Una volta collaudato il sistema ed avviato il servizio, le fatture relative ai servizi dovranno essere emesse mensilmente e dovranno pervenire alla Provincia Regionale di Trapani. Piazza Vittorio Veneto 2, Trapani. Il pagamento, previo benestare del servizio di competenza, avverrà di norma entro novanta giorni data fattura. Prima dell emissione della fattura, la Provincia di Trapani fornirà alla ditta il numero delle telefonate eccedenti ovvero il servizio prestato in eccedenza di orario, così come rilevato dal sistema di gestione del centralino.

10 Art TUTELA CONTRO AZIONI DI TERZI La ditta aggiudicataria assume ogni responsabilità per casi di infortuni e di danni arrecati eventualmente alla Provincia di Trapani e/o a terzi in dipendenza di dolo e/o colpa nella esecuzione degli adempimenti assunti con il contratto. La ditta aggiudicataria assume inoltre ogni responsabilità ed onere derivante da diritti di proprietà di terzi in ordine alle attrezzature e mezzi utilizzati per l esecuzione del servizio. A fronte di quanto sopra il fornitore manleva la Provincia di Trapani da ogni pretesa e/o azione dovesse essere intrapresa da terzi per fatti propri e/o di propri dipendenti e/o di propri collaboratori ex art C.C. assumendosi l onere di rimborso di qualsiasi spesa conseguente anche per eventuali perizie tecniche e/o assistenze legali. Art STIPULAZIONE DEL CONTRATTO La stipulazione del contratto avrà luogo successivamente alla intervenuta esecutività del provvedimento di approvazione degli esiti di gara. Qualora l'aggiudicatario non si presentasse alla stipulazione del contratto nel giorno stabilito potrà essere dichiarato decaduto dalla scelta, restando a suo carico la rifusione del danno derivante alla Provincia di Trapani per il conseguente ricorso ad altro fornitore a condizioni anche più onerose di quelle di aggiudicazione della gara, impregiudicati restando i diritti di rivalsa della Provincia di Trapani per i danni che potranno derivare dal ritardo nel conseguimento della fornitura. Saranno a carico dell aggiudicatario tutte le spese di bollo relative alla stipula del contratto. Art CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA Ai sensi dell art del Codice Civile il contratto si intenderà automaticamente risolto qualora, nell arco della vigenza contrattuale, per fatto non imputabile alla Provincia di Trapani e/o a causa di decisioni di altri Enti il servizio dovesse non essere più necessario. In tale caso l aggiudicatario non avrà diritto ad alcun indennizzo e/o di pretesa alcuna oltre al pagamento della parte di servizio fino a quel momento eseguito e non ancora pagato. Art RICHIAMO ALLE LEGGI Per quanto non prescritto dal presente documento si rinvia alla vigente normativa comunitaria e nazionale in materia di appalti pubblici di servizi. Art DISPOSIZIONI ANTIMAFIA L aggiudicatario dovrà attenersi alle disposizioni contenute nel D. Lgs. 490/94 e D.P.R. 3 giugno 1998, n. 352

11 Art FORO COMPETENTE Per qualsiasi controversia relativa alla validità, interpretazione ed esecuzione delle clausole del Disciplinare di gara, del Capitolato Speciale e del Contratto o comunque da esse derivate, è competente, in via esclusiva, il Foro di Trapani. In ogni caso, per espressa e comune volontà delle Parti, anche in pendenza di controversia, l Impresa appaltatrice si obbliga a proseguire ugualmente nell esecuzione del servizio, salvo diversa disposizione della Provincia di Trapani. Art REQUISITI ED ADEMPIMENTI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA. A) Requisiti di partecipazione Alla gara possono partecipare tutte le imprese italiane e straniere, operanti nell'ambito di attività inerenti la presente gara, le quali non si trovino in alcuna situazione ostativa a contrarre con la Pubblica Amministrazione secondo la normativa vigente. Le imprese che intendono partecipare alla gara dovranno possedere inoltre, a pena d esclusione, i seguenti requisiti : a) Certificato di iscrizione alla Camera di Commercio nella categoria specifica a quella relativa all oggetto dell appalto. b) Certificazione ISO 9001:2008 per Progettazione ed erogazione di servizi di Call center, c) Ubicazione in Sicilia della sede operativa presso cui sarà svolto il servizio di Call Center d) Adeguata capacità economica e finanziaria ai sensi dell art.41 del D.Lgs. n.163/06; i. il fatturato globale d impresa realizzato negli ultimi tre esercizi (2009/2010/2011), deve essere almeno pari all importo del servizio oggetto del presente appalto. ii. L importo relativo ai servizi identici a quello oggetto del presente appalto, effettuati negli ultimi tre esercizi (2009/2010/2011) non deve essere inferiore al 50% del valore posto a base di gara. Nel caso di raggruppamenti d imprese tali requisiti debbono essere posseduti dalla mandataria nella misura minima del 40%, la restante percentuale deve essere posseduta cumulativamente dalle mandanti ciascuna nella misura minima del 10% di quanto richiesto all intero raggruppamento per ogni singola impresa. Il concorrente che non è in grado, di presentare le referenze richieste, per giustificati motivi ivi compresa la costrizione o l inizio dell attività da meno di tre anni può provare la propria capacità economica e finanziaria mediante

12 referenza bancaria. e) adeguata capacità tecnica ai sensi dell art.42 del D.Lgs. n. 163/06, da comprovare mediante l elencazione dei principali servizi prestati negli ultimi tre anni con l indicazione dell oggetto della fornitura, degli importi, delle date e dei destinatari pubblici e privati. L impresa che risulterà aggiudicataria rimane obbligata a produrre i certificati di esecuzione dei servizi effettuati rilasciati e vistati dalle Amministrazioni o dagli Enti Pubblici. Se trattasi di servizi a privati l effettuazione effettiva della prestazione sarà dichiarata dagli stessi privati o in mancanza dallo stesso concorrente. B) Offerta tecnica Le imprese partecipanti dovranno presentare l offerta tecnica che dovrà esporre le caratteristiche generali della soluzione proposta e, in particolare, dovrà descrivere diffusamente: Soluzione progettuale, con descrizione dell architettura e dei i servizi offerti con esplicitazione delle modalità previste per la loro erogazione. Localizzazione della sede operativa e distanza dalla Provincia di Trapani Elenco dei referenti e dei soggetti che verranno incaricati di svolgere il servizio di operatore del call center, in forma anonima, con descrizione dei curricula in formato Europass, nei quali dovranno essere indicati espressamente i titoli di studio e l esperienza professionale di ciascuno ed il tipo di rapporto di lavoro. Numero di postazioni di lavoro collegate, attraverso internet, in VPN con il Centralino Principale del Sistema Telefonico provinciale; Larghezza di banda di collegamento in VPN al centralino Provinciale; Un elenco significativo delle referenze che dovrà, tra l altro, includere l indicazione dei clienti in Italia, (in particolare, Province o enti della Pubblica Amministrazione), la descrizione qualitativa e quantitativa dei servizi erogati. L offerta tecnica sarà firmata in calce ed in ogni suo foglio dalla persona o dalle persone abilitate ad impegnare legalmente la Ditta concorrente, ovvero tutte le ditte in caso di raggruppamento temporaneo di impresa. C) Offerta economica L offerta economica dovrà indicare il costo della fornitura in termini di ribasso dell importo specificato a base d asta, IVA esclusa, in cifre e lettere. In caso di discordanza tra il ribasso indicato in cifre e quello indicato in lettere sarà ritenuta valida quella più conveniente per l Amministrazione.

13 L'offerta economica non potrà presentare correzioni valide se non espressamente confermate e sottoscritte dal concorrente stesso. L'offerta dovrà essere scritta su carta resa legale, dovrà essere redatta esclusivamente in lingua italiana L'offerta economica dovrà - pena l esclusione - essere datata e sottoscritta con firma leggibile e per esteso dal legale rappresentante o procuratore del soggetto concorrente singolarmente, ovvero dal rispettivo legale rappresentante o procuratore di ogni componente un costituendo raggruppamento temporaneo di concorrenti. Validità dell offerta Le offerte presentate vincolano immediatamente l impresa concorrente per 180 (centoottanta) giorni dalla data di presentazione dell offerta. ART PROCEDURA DI GARA La procedura di gara prevede l apertura delle buste contenenti la documentazione amministrativa, da parte della Commissione di gara, nominata ai sensi dell art.84 del D. lgs. 163/2006, in seduta pubblica; successivamente, in una o più sedute riservate, la commissione di gara procederà all analisi delle offerte tecniche, alla loro valutazione ed assegnazione dei relativi punteggi sulla base degli elementi di valutazione, così come qui avanti descritto, verbalizzando il relativo risultato. La commissione di gara, procederà poi in una o più sedute pubbliche, all apertura delle buste contenenti le offerte economiche dei concorrenti e quindi all attribuzione del relativo punteggio. VALUTAZIONE OFFERTE La procedura di valutazione prevede l'attribuzione di un punteggio massimo di 100 punti articolato come segue: Elementi di valutazione Punteggio assegnabile (totale 100) a Offerta economica. 30 b Qualità della fornitura 70

14 a. Offerta Economica: alla parte economica dell offerta viene riservato un peso complessivo massimo pari a punti 30/100. Il prezzo di ciascuna Offerta Economica verrà valutato, secondo la seguente formula: Prezzo minimo fornitura x 30 Prezzo fornitura in esame dove Prezzo minimo fornitura è la quotazione economica più bassa pervenuta per la fornitura, Prezzo fornitura in esame è la quotazione economica dell impresa in esame per la fornitura del servizio, b. Qualità della fornitura: alla qualità della fornitura viene riservato un peso complessivo massimo pari a punti 70/100. Per l attribuzione del punteggio relativo alla qualità della fornitura si terrà conto dei seguenti parametri di valutazione, il cui valore massimo è riportato in tabella: Elementi di Valutazione della Qualità della fornitura Punteggio max assegnabile Numero di postazioni di lavoro collegate 10 Tasso di abbandono a 30 secondi 2,5 Percentuale di Risposte entro 30 secondi 2,5 Percentuale di disponibilità del servizio. 5 Distanza della sede operativa dalla Provincia di Trapani 10 Qualità ed esperienza del gruppo di lavoro 15 Conoscenza della lingua inglese (numero di operatori) 5 Referenze generali e specifiche del concorrente. Capacità e competenza tecnica valutate sulla base delle esperienze pregresse 10 Numero di addetti al servizio con Rapporto di lavoro di dipendenza a tempo indeterminato 10 Totale 70

15 Non verranno ritenute valide offerte con una valutazione di qualità inferiore a 40/70. Il valore finale ai fini dell'aggiudicazione viene ottenuto attraverso la sommatoria dei punteggi risultanti dalla valutazione dell offerta economica e della qualità della fornitura, e la gara verrà aggiudicata alla ditta che avrà ottenuto il punteggio più alto. Le sedute di gara possono essere sospese ed aggiornate ad altra ora o giorno ad insindacabile giudizio della commissione di gara. ART COLLAUDO Il collaudo è inteso a verificare, che il servizio sia conforme alle caratteristiche tecniche offerte in gara e comunque non inferiori ai requisiti minimi descritti nel Capitolato e che sia in grado di svolgere le funzioni richieste. Allo svolgimento del collaudo sovrintenderà un gruppo di lavoro dell Ente. Le prove e le verifiche del collaudo verranno effettuate presso le sedi dell Ente e presso la sede del Fornitore. Delle operazioni di collaudo di cui sopra verrà redatto apposito verbale che dovrà essere controfirmato dal referente della Ditta. In caso di esito negativo del collaudo, la Ditta dovrà provvedere entro il termine massimo di 10 giorni solari all eliminazione dei vizi e delle difformità riscontrati Successivamente a tale termine saranno applicate le penali di cui all Art. 8 Art CAUZIONE DEFINITIVA Il fornitore è obbligato a costituire una garanzia fideiussoria del 10% (dieci per cento) al netto dell I.V.A. dell importo. In caso di ribasso d asta superiore al 10%, la garanzia fideiussoria è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti la predetta percentuale di ribasso; ove il ribasso sia superiore al 20%, la garanzia fideiussoria è aumentata di due punti percentuali per ogni punto di ribasso superiore al venti per cento. La cauzione deve essere costituita in contanti presso la Tesoreria dell Amministrazione o mediante fidejussione bancaria o assicurativa, a garanzia delle obbligazioni contrattuali assunte.

16 La mancata costituzione della garanzia determina la revoca dell affidamento e l acquisizione della cauzione da parte dell Amministrazione, che procederà all aggiudicazione dell appalto al concorrente che segue nella graduatoria. La cauzione definitiva deve contenere l espressa rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e l obbligo a liquidare la somma garantita su semplice richiesta scritta dell Amministrazione appaltante entro il termine di 15 giorni dalla richiesta medesima. Le eventuali penali applicate possono essere detratte dall importo della cauzione. La cauzione definitiva deve essere reintegrata entro 15 giorni qualora in corso d opera essa sia stata parzialmente o totalmente incamerata dall Ente. La cauzione definitiva, versata a garanzia della buona esecuzione del contratto, resta vincolata fino al termine del contratto, fissata in ventiquattro mesi a decorrere dalla data del collaudo positivo. In caso di eventuali contestazioni o vertenze in corso tra le parti la cauzione definitiva resta vincolata fino alla loro definizione. Lo svincolo della cauzione definitiva viene effettuato a domanda e a spese dell impresa aggiudicataria nella quale la medesima dichiari di non aver altro da pretendere dall Amministrazione appaltante in dipendenza del contratto. IL Responsabile del Servizio S.I.R.I.T. e S.I.T.R. F.to (Rag. Gaspare Di Gesù)

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA Art. 1 - Oggetto Il presente disciplinare di gara ha per oggetto le norme di partecipazione alla successiva gara,

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli