Un primo censimento del patrimonio archivistico delle scuole reggiane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un primo censimento del patrimonio archivistico delle scuole reggiane"

Transcript

1 MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO SOPRINTENDENZA ARCHIVISTICA PER L EMILIA ROMAGNA Un primo censimento del patrimonio archivistico delle scuole reggiane a cura di BARBARA MENGHI SARTORIO E STEFANO VITALI 2013

2 Premessa * L emanazione della normativa che ha sancito l autonomia delle istituzioni scolastiche, (D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275), ha comportato alcune conseguenze anche sul piano della conservazione dei loro archivi. Acquisendo la natura giuridica di enti pubblici, quelle istituzioni sono state sottoposte all attività di vigilanza e tutela della Soprintendenza archivistica e alle norme previste nel Codice dei beni culturali e del paesaggio (Decreto legislativo, 22 gennaio 2004, n. 42 e s.m.i.) per la tenuta e salvaguardia degli archivi degli enti pubblici. In particolare, l art. 30 del Codice, stabilisce che tali enti hanno l'obbligo di conservare i propri archivi nella loro organicità e di ordinarli. I soggetti medesimi hanno altresì l'obbligo di inventariare i propri archivi storici, costituiti dai documenti relativi agli affari esauriti da oltre quaranta anni ed istituiti in sezioni separate. Una serie di altri articoli indicano le implicazioni di tali obblighi, quali, in primo luogo, la libera consultabilità della documentazione anteriore all ultimo quarantennio (art. 122) e fissano le prerogative delle Soprintendenze nell esercizio delle loro funzioni di tutela e di vigilanza. Fra tali prerogative rientrano quelle di incrementare e divulgare le conoscenze relative alla consistenza, composizione e stato di conservazione del patrimonio documentario degli enti vigilati (art. 17), prerogative che in realtà possono essere esercitate solo in proporzione alle risorse umane e finanziarie a disposizione delle medesime Soprintendenze. Anche a seguito di questi mutamenti normativi, nel corso del decennio scorso, per iniziativa soprattutto dell Amministrazione archivistica statale ma con il concorso anche di altri soggetti, si è sviluppata a livello nazionale una intensa attività di censimento e di inventariazione degli archivi scolastici, che ha contribuito non poco a farli entrare, in misura sempre maggiore, nel novero delle fonti per la ricerca sulla storia della scuola, della didattica e, più in generale, della società italiana, nonché a promuoverne la valorizzazione in altri ambiti, come ad esempio quello dei laboratori di didattica della storia e di altre attività educative. E all interno di questo contesto che si inserisce l iniziativa di censimento del patrimonio documentario delle scuole di Reggio Emilia e provincia, avviato alla fine del 2007 su sollecitazione dell Istituto per la storia della Resistenza e dell età contemporanea di Reggio Emilia, che, impegnato nell indagine sull istruzione media superiore in quella provincia, incontrava difficoltà sia * Il presente censimento, nella forma contenuta in queste pagine, sarà pubblicato in una volume dedicato ad alcuni aspetti dell istruzione in provincia di Reggio Emilia ( ), scaturito da una convenzione di ricerca fra la Provincia di Reggio Emilia e l Istituto per la storia della Resistenza e dell età contemporanea di Reggio Emilia ( ).

3 nel reperire informazioni attendibili sul patrimonio documentario delle scuole, che nell avere accesso ad esso. Non potendosi estendere tuttavia la rilevazione alla totalità delle scuole reggiane, l allora Soprintendente archivistico, dottoressa Euride Fregni, decise di concentrare l intervento su un numero relativamente limitato di scuole e provincia e precisamente quegli istituti di istruzione secondaria di secondo grado di Reggio Emilia e provincia e quelle scuole di istruzione primaria e secondaria di primo grado del capoluogo, la cui istituzione fosse anteriore al Gli istituti censiti furono così undici istituti superiori, cinque istituti comprensivi e quattro direzioni di circoli didattici. La rilevazione dei dati presso le scuole prescelte fu preceduta da una fase di pre-censimento, organizzato in collaborazione con l Ufficio scolastico provinciale di Reggio Emilia, nel corso della quale le scuole furono informate dell iniziativa intrapresa e invitate a fornire, mediante questionario appositamente predisposto, informazioni sommarie sul loro archivio. I sopralluoghi e la rilevazione dei dati, affidati alle dottoresse Franca Manzini, per le scuole di Reggio Emilia e Correggio, e Sara Torresan, per Guastalla, coordinate dalla dottoressa Barbara Menghi Sartorio per conto della Soprintendenza, poterono essere effettivamente condotti solo durante il 2009, grazie ad un finanziamento straordinario pervenuto proprio in quei mesi alla Soprintendenza archivistica per l Emilia Romagna. Lo stato complessivo in cui gli archivi furono rinvenuti era segnato da luci ed ombre. Pur a fronte della presenza di nuclei documentari risalenti al secolo XIX e ai primi decenni del Novecento, ci si è trovati di fronte a lacune non indifferenti, indizio di una cura dell archivio discontinua e approssimativa, ma soprattutto si è dovuta constatare la permanenza, soprattutto, negli istituti comprensivi, di condizioni conservative tutt altro che ottimali e di uno stato di ordinamento complessivo piuttosto carente, quando non si dovuto prendere atto di una vera e propria commistione di fondi e di serie. Se in generale, un censimento non è in grado di fornire che un primo generale panorama della documentazione conservata da un determinato soggetto, nel nostro caso, lo stato di scarso ordinamento ha necessariamente reso in molte situazioni ancora meno accurato il rilevamento. Nonostante questo limite e nonostante che il tempo trascorso fra la rilevazione dei dati e il momento della pubblicazione sia stato caratterizzato da profonde modifiche nell ordinamento scolastico che possono aver determinato anche mutamenti nell assetto e nella consistenza della documentazione descritta, si è deciso di aderire alla richiesta dell'istoreco di dare alle stampe i risultati di questo primo censimento degli archivi scolastici di Reggio Emilia, almeno limitatamente a quelli degli istituti di istruzione secondaria e degli istituti comprensivi che detengono archivi di scuole medie, sia per dar conto pubblicamente di una iniziativa portata a termine, al di là delle sue

4 ben visibili carenze, sia perché comunque crediamo che, anche se parziali ed imprecise, le notizie fornite possano costituire un utile orientamento per quanti sono interessati a conoscere lo stato delle fonti archivistiche sulla scuola a Reggio Emilia fra Otto e Novecento. Le schede che seguono fotografano quindi la situazione degli archivi censiti al 2009, salvo pochi aggiornamenti che si sono potuti apportare ai dati con le informazioni acquisite dalla Soprintendenza archivistica nello svolgimento della propria attività di vigilanza e tutela. Quelle relative agli Istituti di istruzione secondaria superiore dei Reggio Emilia e provincia esistenti al 1945, oltre ai dati identificativi e di localizzazione dell Istituto, riportano di questi un breve profilo storico istituzionale ed una descrizione della consistenza e composizione dell archivio, articolata nei fondi eventualmente conservati. Le serie sono, in generale, salvo qualche eccezione, raggruppate in ordine cronologico secondo le funzioni e attività di cui sono manifestazione oppure secondo le tipologie documentarie ricorrenti negli archivi scolastici: Personale docente e non docente, Alunni e attività didattica, Carteggio ed atti, Contabilità, Organi collegiali. Più sintetiche le schede relative agli archivi delle scuole medie inferiori e delle elementari conservate dagli istituti comprensivi. In questo caso ci si è limitati a segnalare il nome della scuola, le date estreme della documentazione conservata, la sua estensione lineare e poche informazioni sullo stato di ordinamento ed eventualmente sulle tipologie documentarie conservate.

5 LICEO CLASSICO-SCIENTIFICO ARIOSTO-SPALLANZANI Sede Liceo classico Piazzetta Pignedoli, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax.: 0522/ Sede Liceo scientifico Via Franchetti, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax.: 0522/ Sito web.: Cenni storico-istituzionali Intitolato allo scienziato reggiano Lazzaro Spallanzani, il liceo classico reggiano, che continuava la tradizione di insegnamento umanistico avviata sotto gli Estensi con il contributo dei padri Gesuiti, fu istituito sulla base della legge Casati all indomani dell Unità. Nel 1865 vi venne aggregato il Ginnasio, scuola fino ad allora comunale. Nel 1943 mutò il nome in Liceo Classico Lodovico Ariosto", e, con la perdita delle prime tre classi del ginnasio, trasformate in scuola media inferiore, assumeva l assetto destinato a perdurare fino ai nostri giorni. Il Liceo scientifico Spallanzani venne a sua volta istituito nel 1941, come istituto con connotazione specificamente matematico-fisica. La prima sede fu stabilita in via Franchetti e negli anni Cinquanta fu costruito un apposito edificio in via Filippo Re, destinato a dimostrarsi rapidamente insufficiente. L aggregazione dei due licei fu realizzata nell anno scolastico ed ha portato all unificazione degli organi direttivi e delle strutture dei due Istituti. Archivio Gli archivi dei due Istituti sono conservati separati nelle rispettive sedi, in condizioni complessivamente idonee anche se in locali talvolta occupati da materiali incongrui. Lo stato di conservazione della documentazione del Liceo Classico è complessivamente buono, mentre quella del Liceo Scientifico presenta un pronunciato stato di disordine ed ha in parte subito le conseguenze di un allagamento. Liceo Classico Spallanzani poi Lodovico Ariosto" , ml. 203,8 Personale docente e non docente, , ml. 0,8 Registri delle assenze del personale ( );

6 Ruoli degli insegnanti. Alunni e attività didattica, , ml. 62,85 Fascicoli studenti ( ); Fascicoli alunni maturità ( ); Fascicoli alunni ritirati e/o trasferiti ( ); Registri dei voti e delle ammissioni ( ); Registri delle comunicazioni agli alunni ( ); Registro delle assenze degli alunni ( ); Circolari ATA, docenti e alunni ( ); Tabelloni scrutini ( ); Esami di stato ( ca.); Registri giornali dei professori ( ); Diplomi e certificati. Carteggio ed atti, , ml. 100,7 Registri di protocollo ( con lacune); Registri delle iscrizioni ( ); Carteggio classificato con titolario ( ); Miscellanea: buoni libro, compiti estivi, scuola/lavoro, assemblee di classe, elenchi alunni, circolari alunni, circolari docenti e ATA, consigli di classe, consigli istituto, consulta, verbali consigli di classe, uscite didattiche, viaggi d istruzione, visite guidate, uscite di un giorno, programmazioni didattiche, programmi e relazioni finali, programmazioni iniziali, libri di testo, corsi di recupero, elezioni consulta, elezioni consiglio di istituto, tesine, domande supplenze, domande graduatorie ( ) Contabilità, , ml. 32,7 Registri delle tasse scolastiche ( con lacune); Bilanci e consuntivi ( ); Registri contabili (2004); Stipendi. Organi collegiali, , ml. 6,75 Materiale elezioni consiglio di istituto, classe e consulte ( ); Verbale delle adunanze del collegio dei professori ( ); Registri dei verbali dei consigli di classe e di scrutinio ( ); Registri dei verbali di esame ( ); Registri dei verbali dei consigli di classe ( ). Liceo Scientifico Lazzaro Spallanzani , ml. 126,4 Alunni e attività didattica, , ml. 52,6 Biblioteca circolante degli alunni (registri di ingresso e di uscita, prestiti) ( ); Schede personali degli alunni, esami, relazioni e programmi (1941 ca.-1996). Carteggio ed atti, , ml. 49,8 Carteggio amministrativo protocollato ( );

7 Registri di protocollo ( ); Miscellanea di registri: giornali dei professori; registri di classe; verbali scrutini; verbali del Consiglio d amministrazione (1960 ca.-1996); Archivio corrente: viaggi d istruzione, alunni iscritti, materiale elettorale, registri dei verbali ( ); Contabilità, , ml. 22 Documentazione contabile.

8 ISTITUTO SUPERIORE LICEALE MATILDE DI CANOSSA via Makallé, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax: 0522/ Sito web: Cenni storico-istituzionali Nel 1923, a seguito della riforma Gentile, la Scuola normale femminile Principessa di Napoli, - così denominata in onore di Elena di Montenegro esistente già nel secolo XIX, fu trasformata in Istituto Magistrale, assumendo poi, nel 1958, il nome di Matilde di Canossa. Nel 1986, si avviò la trasformazione in Liceo, con la creazione del corso pedagogicolinguistico. Nel 1998, mentre si esauriva l esperienza dell Istituto Magistrale, venne istituito il Liceo delle Scienze Sociali. Con le più recenti riforme, attuate a partire dall anno scolastico , sono stati attivati tre Licei: delle Scienze Umane, delle Scienze Umane con opzione economico-sociale, Linguistico. Bibliografia Antonio Petrucci, Giuseppe Giovannelli, Storia dell Istituto Matilde di Canossa, Reggio Emilia, Camellini, 2000 Archivio , ml. 116,16. Le serie comprendono, in genere senza soluzione di continuità, documentazione della Scuola Normale Principessa di Napoli e degli istituti che le sono succeduti. La documentazione è in buono stato di conservazione, collocata al piano terra in locali idonei. Personale docente e non docente, ml. 1,05 Tabelle compensi insegnanti ( ); Registri delle assenze degli insegnanti ( con lacune). Alunni e attività didattica, ml. 79,04 Registri annuali di classe della Regia scuola normale femminile Principessa di Napoli ( ); Registri di classe ( ); Registri dei professori e registri di classe ( ); Fascicoli degli alunni, fascicoli privatisti ed esami di maturità privatisti ( ). Carteggio ed atti, ml. 27,5 Carteggio classificato ( ); Registri di protocollo ( ).

9 Patrimonio e contabilità, ml. 7,57 R. Scuola Normale femminile, giornale delle entrate e delle uscite degli oggetti mobili ( ). Mastro per materie degli oggetti mobili di proprietà dello Stato presso la R. Scuola Normale femminile ( ); Registro cronologico delle operazioni inventariali ( ); Registro inventario (1965); Registri delle tasse, registri economato, verbali di cassa ( con lacune); Bilancio, mandati, reversali, rendiconti, corrispondenza, atti di economato, liquidazioni ( ); Organi collegiali, ml. 1 Registri dei verbali dei consigli di classe ( ).

10 LICEO GAETANO CHIERICI LICEO ARTISTICO - ISTITUTO STATALE D ARTE Via L. Nobili, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax.: 0522/ Sito web: Cenni storico-istituzionali Scuole o accademie d arte furono presenti a Reggio Emilia già nel secolo XVII. Fra esse si segnala in particolare quella aperta dal pittore Giovan Battista Pilla e dallo scultore Francesco Pacchioni, allievi del bolognese Camillo Procaccini, trasferitosi a Reggio Emilia nel corso della costruzione delle chiese S. Prospero e della Ghiara. Ma fu solo nel 1797 che fu istituita un accademia pubblica dedicata all insegnamento delle Arti del Disegno, d Architettura, di Plastica e Scultura, di Figura, d Ornato, di Prospettiva Teatrale e di Musica. Nel 1802, fu poi avviato un corso di prospettiva, d architettura e di ornato, che nel 1804 si trasformò nella Scuola comunale di disegno. Durante il corso del secolo XIX, la scuola divenne un punto di riferimento per l insegnamento delle discipline artistiche trasferendo la propria sede dapprima a Sant Agostino, quindi nella ex sagrestia del Convento di San Francesco nell anno Dal 1882 al 1910 la scuola fu diretta da Gaetano Chierici ( ), pittore e uomo politico di ispirazione socialista e sindaco di Reggio Emilia dal 1900 al 1902, sotto il cui impulso adottò un indirizzo che mirava a collegarla col mondo del lavoro e della produzione come suggerito anche dal nome di Regia scuola di disegno per operai, cui nel 1920 fu aggiunta l'intitolazione allo stesso Gaetano Chierici. Negli anni venti, raddoppiati gli allievi, che arrivarono a superare i 200 iscritti, trovò la sua sede definitiva presso l ex convento della Concezione. Trasformato in Istituto d Arte a seguito del riordino delle accademie e scuole d arte, vide nel dopoguerra ampliarsi gli insegnamenti fino a comprendere oltre i corsi tradizionali di legno, tessuto, oreficeria-metalli, quello di ceramica, istituito sotto la lunga direzione ( ) del ceramista faentino Uberto Zannoni, in concomitanza con l espandersi dell industria ceramica nel modenese e nel reggiano. A seguito della riforma attuata con legge 14/2009 dall anno scolastico l Istituto d arte è trasformato in Liceo artistico. Bibliografia Otello Siliprandi, La Regia Scuola di Disegno per operai Gaetano Chierici di Reggio Emilia, Firenze, Felice Le Monnier, 1941; Aurora Marzi, Sandro Rapaggi, Sandro Ferrari, Storia dell Istituto d Arte Gaetano Chierici dalle origini ai giorni nostri, Reggio Emilia, Istituto Statale d Arte G. Chierici, 1980; Aurora Marzi, Radiografia di un direttore, in Gaetano Chierici, : mostra antologica, Reggio Emilia, Palazzo Magnani, 15 febbraio-31 marzo 1986, catalogo a cura di Elio Monducci, Reggio Emilia, Tipolitografia emiliana, 1986.

11 Archivio , ml. 15,89 L archivio, seppure con lacune, documenta le vicende della scuola fin dalla sua fondazione agli inizi del XIX secolo. All epoca del censimento (aprile 2009), la parte più antica, fino agli anni Trenta del sec. XX, era conservata, in locali idonei e in buono stato di conservazione, al primo piano della sede dell Istituto, mentre un altra parte, dagli anni Trenta in avanti, era collocata al piano seminterrato dell Istituto di ragioneria Scaruffi-Levi, attiguo al Chierici. Questo nucleo, di cui non è stato possibile prendere visione per l intralcio causato nel deposito da materiali incongrui, era costituito da 30/40 scatoloni contenenti ciascuno 3/4 faldoni di materiale per lo più didattico. La documentazione più recente è collocata in un locale attiguo alla segreteria, al primo piano della sede dell Istituto Chierici. Personale docente e non docente, seconda metà XX sec., ml. 2 Fascicoli personali dei docenti. Alunni e attività didattica, , ml. 5,5 Giornali dei professori ( ); Registri delle relazioni finali ( ); Raccoglitore di disegni e stampe (1869); Registri dei disegni e tavole (sec XIX seconda metà); Registro dei modelli, ossia lavori scolastici riconsegnati agli alunni ( con lacune); Registro dei verbali del consiglio dei professori ( ); Registri di classe ( ); Relazioni finali ( ); Corsi di recupero ( ). Carteggio ed atti, , ml. 8,35 Carteggio con enti pubblici diversi ( ); Corrispondenza ( ); Registri di protocollo della corrispondenza, ( con lacune); Documentazione relativa alle proposte di modificazione della scuola (1941). Contabilità e patrimonio, , ml. 0,04 Inventario dei beni mobili ( ); Inventario dei beni mobili (1961); Inventario della biblioteca ( ).

12 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LEOPOLDO NOBILI Via Makallé, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax: 0522/ Sito web: Cenni storico-istituzionali Fondato nel 1941, nel quadro della complessiva riforma dell istruzione tecnica e professionale allora avviata, come Istituto tecnico industriale, ha operato in particolare nel settore della meccanica e più recentemente anche dell automazione e della meccatronica. Nel 1985 fu attivata una sezione distaccata a Guastalla divenuta autonoma nel Dal 2011, a seguito della riorganizzazione della formazione tecnica e professionale attuata in provincia di Reggio Emilia, sono stati aggregati all Istituto Nobili l Istituto Professionale Statale Industria e Artigianato (IPSIA) Adelmo Lombardini e l indirizzo abbigliamento e moda dell l Istituto Professionale Statale Industria e Artigianato (IPSIA) Galvani-Sidoli per dar vita ad un Istituto d istruzione superiore con un settore tecnico (meccanica, meccatronica, energia, elettrotecnica, automazione, sistema moda) ed uno professionale (manutenzione ed assistenza tecnica, produzioni artigianali abbigliamento e moda). Archivio , ml. 329,4 L archivio, che conserva anche documentazione anteriore alla fondazione dell Istituto Nobili relativa a corsi d istruzione tecnica e professionale, è collocato in locali idonei e si presenta abbastanza ordinato, con documentazione in buono stato di conservazione. Personale docente e non docente, , ml. 58 Personale docente, personale ATA (amministrativo, tecnico, ausiliario), segreteria: pratiche INPS, cedolini stipendi, corsi di formazione, corsi di aggiornamento, ruoli, stipendi, congedi. Alunni e attività didattica, , ml. 129 Fascicoli personali degli alunni ( ); Registri corsi ENAOLI, corsi per maestranze ( ); Campionatura elaborati ( ); Registri dei voti e delle assenze ( ); Debiti formativi, corsi di recupero, gite scolastiche ( ); Esami di maturità ( ca); Schede di religione ( ); Programmi e piani di lavoro ( ); Giornali dei professori ( ); Registri di classe ( ). Carteggio ed atti, , ml. 47,4

13 Carteggio classificato ( ); Registri di protocollo ( ); Registri dei certificati ( ). Contabilità, , ml. 81 Registri delle tasse scolastiche ( ); Registri della contabilità, conto consuntivo, mandati di pagamento, reversali, ordinativi, residui entrate/uscite ( ). Organi collegiali, , ml. 14 Materiale elezioni scolastiche ( ); Registri verbali dei consigli di classe, registri collegio docenti ( ).

14 ISTITUTO TECNICO STATALE PER GEOMETRI ANGELO SECCHI Via Makallé, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax: Sito web: Cenni storico-istituzionali Fondato con decreto del Governatore delle Regie Province dell Emilia il 1 febbraio 1860, come Istituto tecnico agronomico ed attivato a partire dal gennaio 1863, ebbe la sua prima sede nei locali dell antico convento di San Francesco. Nel 1865 venne istituita la sezione agrimensura la cui finalità era quella di preparare tecnici in grado di effettuare rilievi topografici e operazioni di misura del territorio secondo i bisogni di una società ottocentesca. All epoca operavano anche le sezioni di Meccanica e costruzioni, Agronomia e Amministrazione e ragioneria. Nel 1884 l Istituto fu intitolato all astronomo reggiano Angelo Secchi. Archivio , ml. 193,64 L archivio, che non conserva documentazione anteriore agli anni Quaranta del Novecento, è collocato in locali idonei ed è in buono stato di conservazione. Personale docente e non docente, , ml. 34 Fascicoli personali dei docenti; gestione economica del personale, stipendi, budget ( ); Graduatorie, domande di supplenza, sostituzioni, assenze personale ATA (amministrativo, tecnico, ausiliario) e docenti ( ). Alunni e attività didattica, , ml. 70,5 Registri delle assenze ( ); Fascicoli personali degli alunni ( ); Registri degli alunni ( ); Registro giornale dei professori ( ). Carteggio ed atti, , ml. 44,04 Carteggio classificato ( ); Protocolli della corrispondenza ( ); Protocollo riservato ( ); Registro dei certificati rilasciati a docenti e alunni (1941); Miscellanea di corrispondenza: gite scolastiche, elezioni scolastiche, documentazione varia ( ).

15 Contabilità, , ml. 42,2 Mandati, giornali di cassa, reversali, corrispondenza del settore economato, ordinativi ( ); Registri delle tasse scolastiche ( ). Organi collegiali, , ml. 2,9 Registri dei verbali dei consigli di classe ( ); Verbali delle assemblee collegio docenti ( ca.); Registri dei verbali dei consigli di istituto ( ).

16 POLO SCOLASTICO INDIRIZZO PROFESSIONALE SOCIO SANITARIO GALVANI-IODI Via Canalina, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax.: 0522/ Sito web: Cenni storico-istituzionali Sorto nel 1967 come Istituto professionale statale industria e artigianato con indirizzo odontotecnico, il Galvani ha conosciuto negli anni successivi un ampliamento dei corsi di studio, anche a seguito di fusioni e aggregazioni con altre scuole. Nel 1968 venne istituito il corso per Tecnico dell'impresa Grafica presso la succursale di Sant'Ilario d'enza. Nel 1988 il Galvani divenne un istituzione scolastica autonoma. Nel 1996 si è fuso con l Istituto Giuditta Bellerio Sidoli incorporando l'indirizzo Abbigliamento e Moda, istituito presso questo istituto fin dal 1942, e mutando la denominazione in Galvani-Sidoli. Nel 1997 è stato istituito l indirizzo ottico. Nel quadro della riorganizzazione complessiva della formazione professionale reggiana a seguito della recente normativa in materia, nel 2011 dall'istituto Galvani-Sidoli sono stati scorporati gli indirizzi di grafica industriale e di abbigliamento e moda, aggregati ad altri istituti superiori, mentre il Galvani si è fuso con l Istituto professionale per i servizi sociali Don Zefirino Iodi dando vita, preso la sede dello Iodi, in via Canalina 21 al nuovo Polo scolastico ad indirizzo professionale Servizi socio-sanitari che ha unificato, in un unico Istituto denominato Galvani-Iodi, i tre corsi previsti dalla riforma della scuola superiore per tale indirizzo: Odontotecnico, Ottico e Servizi Socio-Sanitari. Archivio L'archivio del Galvani-Sidoli, fino all istituzione del nuovo Polo scolastico, era conservato nella sede della scuola, in Via Amendola 2, in parte al piano terra rialzato e in parte in locali posti nel sottotetto, ove era conservata anche, separatamente, una consistente parte residua dell archivio dell'istituto Sidoli. Esso è stato trasferito alla fine del 2012 nella sede di via Canalina 21 dove già era conservato l archivio dell Istituto professionale Iodi 1. Istituto professionale statale industria artigianato Galvani, poi Galvani-Sidoli , ml. 350 ca. per un totale di circa fra registri, buste e scatole 1 Non è possibile dare conto dell'archivio dell Istituto Professionale Don Zefirino Iodi poiché non incluso tra quelli oggetto del censimento del Per quanto concerne invece gli archivi dell IPSIA Galvani poi Galvani-Sidoli e dell Istituto G.B. Sidoli, i dati del censimento sono stati integrati sulla base degli elenchi compilati dalla scuola, al momento del trasferimento in via Canalina 21, agli atti della Soprintendenza.

17 Personale docente e non docente, Fascicoli del personale insegnante ed ATA (amministrativo, tecnico, ausiliario), ( ), bb. 313, scatole 1, classificatori 2; Registri stipendi ( ), regg. 52; Registri ritenute e assicurazioni sociali ( ), regg. 37; Nomine di supplenza ( ), bb. 17; Concorsi ( ), bb. 4. Alunni e attività didattica, Fascicoli alunni immatricolati ( ), bb. 33; Fascicoli degli alunni ( ), fascc. 1592; Fascicoli alunni ( ), bb. 200; Registri matricole alunni con registro voti ( ), regg. 56; Tabelloni scrutini ed esami ( ), bb. 18 e fascc. 100; Prove esami di maturità ( ), pacchi 24; Piani lavoro docenti, programmazioni, relazioni finali ( ), bb. 37; Registri coordinatori ( ), regg. 36. Carteggio ed atti, Carteggio classificato ( ), bb. 253; Registri di protocollo della corrispondenza ( ) regg. 72; Corrispondenza varia e concorsi ( ), bb. 58; Comunicazioni interne ( ), bb. 4. Contabilità, Bilanci consuntivi ( ), raccoglitori 22; Mandati e reversali ( ), raccoglitori 25; Registri partitari entrate e uscite ( ) regg. 80. Organi collegiali, Verbali Consigli di classe ( ), bb. 8; Elezioni organi collegiali ( ), fascc Istituto professionale statale industria artigianato Giuditta Bernerio Sidoli , ml. 50 ca. per un totale di 250 fra buste e registri Personale docente e non docente, seconda metà sec. XX. Fascicoli supplenti e schede fiscali (seconda metà sec. XX), bb. 17. Alunni e attività didattica, seconda metà XX sec., bb. 84 Fascicoli alunni, , bb. 58; Esami di maturità, , bb. 26. Carteggio ed atti, , bb. 54 Carteggio classificato ( ), bb. 9; Registri protocollo ( ) regg. 45; Contabilità, , racc. 50, regg. 45

18 Bilancio ( ), racc. 50; Giornali di cassa ( ), regg. 45 Organi collegiali, , 2 ml. Verbali del consiglio di amministrazione.

19 ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI FILIPPO RE Viale Trento Trieste, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax.: 0522/ Sito web.: Cenni storico-istituzionali Nel 1860 fu istituita a Reggio Emilia una Scuola tecnica municipale, la cui prima sede fu il terzo piano dell antico convento di San Francesco, che ospitava anche l'istituto tecnico agronomico (oggi Istituto tecnico statale per geometri Angelo Secchi ) e la Scuola comunale di disegno (poi divenuto Liceo artistico Istituto statale d'arte G. Chierici). La Scuola Tecnica, dal 1891 intitolata a Filippo Re, botanico e agronomo reggiano, divenne con la riforma Gentile Scuola complementare triennale, ossia scuola post-elementare di cultura generale indifferenziata per le piccole professioni, per divenire poi nel 1928 Scuola secondaria di avviamento professionale al lavoro commerciale. Nel 1962, con l'abolizione delle scuole di avviamento professionale, fu trasformata in Istituto professionale di Stato per il commercio. Dai primi anni Settanta è presente un corso serale, mentre dagli inizi degli anni Novanta l'istituto si è arricchito dell indirizzo turistico. La scuola, trasferitasi il 5 novembre 1908 nella sede storica del palazzo della Concezione in viale Nobili, dal settembre 2000 ebbe sede in via Cialdini 3. A seguito della riforma attuata con legge 14/2009 dall anno scolastico ha assunto la denominazione di Istituto Professionale per i Servizi Commerciali Aziendali, trasferendosi nell'anno scolastico successivo nella nuova sede di viale Trento Trieste 4. Bibliografia Istituto professionale statale per i servizi commerciali e turistici Filippo Re, La Filippo Re. Una lunghissima storia, a cura di Luigi Avino, Parma, Spaggiari, Archivio , ml. 200 L'archivio dell'istituto è conservato in un apposito locale a norma al piano seminterrato della sede scolastica. Lo stato di conservazione della documentazione è complessivamente buono, anche se parte della documentazione è ancora conservata in scatoloni in seguito al recente trasloco. Le serie quindi risultano parzialmente identificabili, in particolare per quanto riguarda la documentazione risalente ai decenni immediatamente successivi alla sua istituzione. Altra documentazione di consistenza non quantificabile, relativa anche ai primi decenni di vita dell'istituto, risulta essere conservata presso l'ex scuola media Fontanesi, attualmente parte dell'istituto Comprensivo J.F. Kennedy in viale Kennedy 20/a.

20 Personale docente e non docente, ml. 10 Fascicoli personali personale, in ordine alfabetico, docente e non docente Alunni e attività didattica, , ml. 100 Registri giornali dei professori ( ); Registri dei diplomi ( ); Fascicoli studenti; Prove strutturate o integrate; Esami di stato; Tesine d'esame; Pagelle alunni; Corsi di recupero; Programmi e libri di testo; Esami di qualifica ( ) Carteggio, , ml. 26 Registri di protocollo ( ); Carteggio classificato con titolario ( ). Contabilità, , ml. 54 Registri delle tasse scolastiche ( ); Bilanci e consuntivi ( ); Registri contabili; Mandati di pagamento; Stipendi. Organi collegiali, , ml. 10 Verbali del Consiglio di amministrazione ( ); Registri del consiglio dei docenti e dei verbali di classe ( ); Materiale elezioni consiglio di istituto, classe e consulte.

Scuola di commercio maschile serale Angelo Bargoni

Scuola di commercio maschile serale Angelo Bargoni ARCHIVIO DI STATO DI CREMONA Scuola di commercio maschile serale Angelo Bargoni Inventario (1906-1973) La scuola serale maschile di commercio di Cremona fu istituita il 22 gennaio 1894, per iniziativa

Dettagli

INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI. DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali

INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI. DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali COGNOME E NOME ORARIO MANSIONI ATTRIBUITE Sigla DI BIASE

Dettagli

Titolo: A - AFFARI GENERALI

Titolo: A - AFFARI GENERALI Titolo: A - AFFARI GENERALI A-01 Fascicoli del personale di ruolo e non di ruolo dell amministrazione scolastica periferica A-02 Personale dell' amministrazione scolastica periferica A-02-a Pratiche generali

Dettagli

Organizzazione A. S. 2013/2014

Organizzazione A. S. 2013/2014 Pubblicato su I.T.C.G. "Manlio Capitolo" (http://www.itcgtursi.gov.it) Le tipologie di procedimento svolte da ciascun ufficio, le informazioni dettagliate sulla consegna di documenti, eventuali contatti,

Dettagli

Storia della Catalogazione in Italia. Prof. Francesco Morante

Storia della Catalogazione in Italia. Prof. Francesco Morante Storia della Catalogazione in Italia Prof. Francesco Morante Origini della catalogazione Le prime disposizioni legislative legate alla catalogazione dei beni culturali sorgono per la necessità di limitare

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO. Al Dirigente scolastico del (Denominazione dell istituzione scolastica)

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO. Al Dirigente scolastico del (Denominazione dell istituzione scolastica) Allegato scheda D DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO Al Dirigente scolastico del (Denominazione dell istituzione scolastica) _l_ sottoscritt in qualità di padre madre tutore

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

Decreto ministeriale n. 21

Decreto ministeriale n. 21 Decreto ministeriale n. 21 Il Ministro della Pubblica Istruzione Roma, 1 marzo 2007 VISTA la legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello

Dettagli

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle

SUPERIORI. GUIDA alla RIFORMA. Devo iscrivere mio figlio/a alle Devo iscrivere mio figlio/a alle La riforma parte per le sole classi prime da settembre 2010 Le iscrizioni si chiudono il 26 marzo 2010 Richiedi al Dirigente Scolastico della scuola media di tuo figlio/a

Dettagli

GESTIONE FINANZIARIA E CONTABILE N.2 Addetti corrispondenti a: 1 posto part-time 24 ore Contributo orario di 18 ore ( parziale di posto intero 1)

GESTIONE FINANZIARIA E CONTABILE N.2 Addetti corrispondenti a: 1 posto part-time 24 ore Contributo orario di 18 ore ( parziale di posto intero 1) AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE n. 2 Addetti corrispondenti a : 1 posto intero Contributo orario di 12 ore( parziale di posto intero 1) Contributo orario di 12 ore ( nomina a tempo determinato) Contributo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTECCHIO EMILIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTECCHIO EMILIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTECCHIO EMILIA COMMISSIONE ORIENTAMENTO COORDINAMENTO DELLE ATTIVITA DI ORIENTAMENTO A.S. 2009-2010 DOMENICO FONTANESI AMILCARE FERRARI MARIA ROSA CROTTI GIUGNO 2010 ..la scuola

Dettagli

Censimento degli archivi dei Comuni della Provincia di Lodi, degli ex E.C.A. e dei complessi archivistici aggregati Rilevazione dei dati

Censimento degli archivi dei Comuni della Provincia di Lodi, degli ex E.C.A. e dei complessi archivistici aggregati Rilevazione dei dati Censimento degli archivi dei Comuni della Provincia di Lodi, degli ex E.C.A. e dei complessi archivistici aggregati Rilevazione dei dati Il presente censimento degli archivi dei Comuni della Provincia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTECCHIO EMILIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTECCHIO EMILIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTECCHIO EMILIA COMMISSIONE ORIENTAMENTO COORDINAMENTO DELLE ATTIVITA DI ORIENTAMENTO A.S. 2011-2012 DOMENICO FONTANESI CELESTE MASCOLO MARTA DALL AGLIO MARZO 2012 ..la scuola

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA ASSOCIAZIONE DELTA CHIAMA DELTA STATUTO Art. 1 Origine e sede Su iniziativa del Parco Regionale del Delta del Po Emilia Romagna, con la collaborazione della

Dettagli

Articolazione degli Uffici

Articolazione degli Uffici Articolazione degli Uffici Dirigenza e Direzione Dirigente scolastico Chiara Riello Primo collaboratore del Dirigente Alessandra Brotto Direttore dei Servizi Generali e Amm.vi Stefania Vivian Uffici di

Dettagli

Ordinamenti. Scuola dell Infanzia e primo ciclo Regolamento dpr 89/2009 Leggere da art. 2 a art. 5. Scuola dell infanzia

Ordinamenti. Scuola dell Infanzia e primo ciclo Regolamento dpr 89/2009 Leggere da art. 2 a art. 5. Scuola dell infanzia Ordinamenti Il sistema di istruzione nazionale è interessato ad una fase di riforma degli ordinamenti che interessa tutti gli ordini di scuola e che si realizzerà in un arco di tempo molto ampio. Una prima

Dettagli

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA Art. 1 ( Scuola Civica di Musica ) E costituita nel Comune di Villacidro la Scuola Civica di Musica nella forma di cui all art. 114 del D. Lgs.vo n. 267 del 18 Agosto

Dettagli

CITTÀ DI MURO LECCESE ********** REGOLAMENTO GENERALE PER L'ARCHIVIO COMUNALE

CITTÀ DI MURO LECCESE ********** REGOLAMENTO GENERALE PER L'ARCHIVIO COMUNALE CITTÀ DI MURO LECCESE ********** REGOLAMENTO GENERALE PER L'ARCHIVIO COMUNALE TITOLO I Principi fondamentali Art. 1 - FUNZIONE DELL ARCHIVIO 1. Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 n. 445 Testo unico delle disposizioni

Dettagli

1) UFFICIO DEL PERSONALE Studio e aggiornamento della normativa

1) UFFICIO DEL PERSONALE Studio e aggiornamento della normativa ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE BURLANDO Via Montaldo, 61-16137 GENOVA Tel.: 010.8461599 - Fax: 010.812933 C.F. 95131430100 e-mail: geic829009@istruzione.it - p.e.c.: geic829009@pec.istruzione.it www.icburlando.gov.it

Dettagli

TOTALE CLASSI ITIS. Prime 6 1 7 131 22 153. Seconde 7 2 9 138 33 171. Terze 6 2 1 9 99 38 27 166. Quarte 8 3 11 124 53 176. Quinte 9 3 12 92 50 144

TOTALE CLASSI ITIS. Prime 6 1 7 131 22 153. Seconde 7 2 9 138 33 171. Terze 6 2 1 9 99 38 27 166. Quarte 8 3 11 124 53 176. Quinte 9 3 12 92 50 144 Istituto Tecnico Tecnologico - Terni Lorenzo Allievi - Antonio da Sangallo" Pag.1 Carta dei Servizi (art. 2, comma 2, Decreto-Legge n.163 del 12/5/95 e Direttiva 27/1/94) Delibera Consiglio Istituto: Premessa

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI, ALBERGHIERI E GRAFICI PUBBLICITARI "Luigi Einaudi"

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI, ALBERGHIERI E GRAFICI PUBBLICITARI Luigi Einaudi ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI, ALBERGHIERI E GRAFICI PUBBLICITARI "Luigi Einaudi" 88046 LAMEZIA TERME - CZ Prot. 2775/C25 del 04/05/13 AI DOCENTI AL DSGA Oggetto:

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995)

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) La Carta dei servizi è il documento, espressione dell autonomia progettuale della scuola, che definisce e rende noti all utenza le finalità,

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE LEND TRENTO Art 1 Denominazione e sede dell associazione 1. È costituita l Associazione culturale e professionale degli operatori delle istituzioni scolastiche e formative lend

Dettagli

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche 6 SCHEDA DI RILEVAZIONE - COMPLESSO ARCHIVISTICO 3 Codice Ente Codice complesso Qualifica del complesso archivistico fondo uniformata locale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ANTIQUARIUM PITINUM MERGENS Approvato con Delibera 1 Art.1 Costituzione dell Antiquarium Pitinum Mergens e sue finalità

Dettagli

COMUNE DI BRESCELLO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI BRESCELLO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI BRESCELLO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 67 del 29.12.2005 In vigore dal 26.02.2006 TITOLO I Principi fondamentali Art. 1 FUNZIONE

Dettagli

Centro Regionale S.Alessio Margherita di Savoia per i Ciechi. Statuto

Centro Regionale S.Alessio Margherita di Savoia per i Ciechi. Statuto 1 Centro Regionale S.Alessio Margherita di Savoia per i Ciechi. Statuto (Approvato con delibera della Giunta regionale della regione Lazio in data 01 luglio 2008 n. 461) 1 Capo I Origine - Sede Fini Redditi

Dettagli

IL SISTEMA SCOLASTICO ATTUALE

IL SISTEMA SCOLASTICO ATTUALE IL SISTEMA SCOLASTICO ATTUALE Questa sezione illustra la suddivisione del sistema scolastico attuale, in vigore per le classi prime a partire dall anno scolastico 2010/2011 (sistema scolastico riformato).

Dettagli

APPLICAZIONE NORMATIVA SULLA PRIVACY NEL SETTORE DI COMPETENZA SUPPORTO AMMINISTRATIVO ADEMPIMENTI INVALSI

APPLICAZIONE NORMATIVA SULLA PRIVACY NEL SETTORE DI COMPETENZA SUPPORTO AMMINISTRATIVO ADEMPIMENTI INVALSI CELLI Anna Maria GESTIONE ALUNNI Gestione del processo relativo all iscrizione degli alunni, compresa la verifica dei documenti relativi all iscrizione degli allievi diversamente abili e stranieri e la

Dettagli

COMUNE DI CARPINETI Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO GENERALE PER L'ARCHIVIO COMUNALE

COMUNE DI CARPINETI Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO GENERALE PER L'ARCHIVIO COMUNALE COMUNE DI CARPINETI Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO GENERALE PER L'ARCHIVIO COMUNALE TITOLO I Principi fondamentali Art. 1 FUNZIONE DELL'ARCHIVIO 1. Ai sensi del D. Lgs.22 gennaio 2004, n. 42 (Codice

Dettagli

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale Articolo 1 Istituzione...

Dettagli

Regolamento della Scuola APD. Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica

Regolamento della Scuola APD. Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica Regolamento della Scuola APD ARCHIVIO DI STATO DI NAPOLI Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica La Scuola dell'archivio di Stato di Napoli fondata nel 1811 con lo scopo di curare la preparazione

Dettagli

La visita di istruzione è un occasione formativa e di apprendimento che consente di allargare i propri orizzonti culturali.

La visita di istruzione è un occasione formativa e di apprendimento che consente di allargare i propri orizzonti culturali. REGOLAMENTO VIAGGI DI ISTRUZIONE Art.1 FINALITA E PRINCIPI La visita di istruzione è un occasione formativa e di apprendimento che consente di allargare i propri orizzonti culturali. In particolare consente

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI. Nome BERNI CLAUDIA

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI. Nome BERNI CLAUDIA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome BERNI CLAUDIA Telefono 06.67665226 Fax 06.67665282 E-mail c.berni@provincia.roma.it Data di nascita 02.05.1951

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ARCHIVIO STORICO

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ARCHIVIO STORICO LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ARCHIVIO STORICO Approvate con Deliberazione di G.C. n. 155 del 24/11/2006 DEFINIZIONE 1. L'archivio storico del comune di Castel Goffredo, istituito con deliberazione

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO DEL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI VERSIONE Ed. 1 Rev. A 12/01/2001 DICHIARAZIONE DEI SERVIZI - Istruzioni per

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca l articolo 17, commi 3 e 4, della legge 23 agosto 1988, n. 400; VISTA la legge n. 244 del 24 dicembre 2007 e in particolare l art. 2, comma

Dettagli

Comune di Albinea REGOLAMENTO DELL ARCHIVIO STORICO COMUNALE. Approvato con deliberazione del C.C. del 03/06/2013 TITOLO 1. Principi fondamentali

Comune di Albinea REGOLAMENTO DELL ARCHIVIO STORICO COMUNALE. Approvato con deliberazione del C.C. del 03/06/2013 TITOLO 1. Principi fondamentali Comune di Albinea REGOLAMENTO DELL ARCHIVIO STORICO COMUNALE Approvato con deliberazione del C.C. del 03/06/2013 TITOLO 1 Principi fondamentali Articolo 1 Generalità L Amministrazione comunale di Albinea

Dettagli

Statuto dell Associazione Genitori dell Istituto Statale Comprensivo G. Lanfranco Dammi La Mano

Statuto dell Associazione Genitori dell Istituto Statale Comprensivo G. Lanfranco Dammi La Mano Statuto dell Associazione Genitori dell Istituto Statale Comprensivo G. Lanfranco Dammi La Mano Ai sensi degli Art. 36 e Art. 37 del Codice Civile, nel rispetto della Legge 383/2000, del D.P.R. 416 del

Dettagli

ORGANIZZAZIONE. a. garantire le informazioni su atti e procedimenti amministrativi inerenti il cittadino.

ORGANIZZAZIONE. a. garantire le informazioni su atti e procedimenti amministrativi inerenti il cittadino. ORGANIZZAZIONE Il compito essenziale dell URP è di fornire all utenza dell Istituto adeguate informazioni relative ai servizi, alle strutture, ai compiti, ai procedimenti e al funzionamento dell Amministrazione,

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO

REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO REGOLAMENTO GENERALE PER GLI ARCHIVI DELLA COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO REGGIANO approvato con deliberazione consiliare in data 1 febbraio 2006 n. 10 Indice TITOLO I - Principi fondamentali 3 Art. 1

Dettagli

I dati del sistema scolastico nel Lazio

I dati del sistema scolastico nel Lazio I dati del sistema scolastico nel Lazio anno scolastico 2013-2014 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Via L. Pianciani,

Dettagli

B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato

B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato Art. 1 Modalità assunzione personale docente 1. L assunzione del personale docente a

Dettagli

La scuola dell infanzia è un ambiente educativo di esperienze concrete e di apprendimento riflessivo che integra le differenti forme del fare,

La scuola dell infanzia è un ambiente educativo di esperienze concrete e di apprendimento riflessivo che integra le differenti forme del fare, ITALIA Introduzione La riforma del sistema italiano è stata oggetto di numerose discussioni e polemiche. La legge di riforma dell ordinamento varata nel 2000 è stata successivamente abrogata dal nuovo

Dettagli

COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia. Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole

COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia. Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C. N. 30 DEL 25/11/2010 COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole Art. 1

Dettagli

VI. RISORSE PROFESSIONALI

VI. RISORSE PROFESSIONALI VI. RISORSE PROFESSIONALI 1. Il personale di Istituto Dirigente Scolastico Reggente: ing. Carlo Giustizia Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi: Elisabetta Riva Collaboratori del dirigente scolastico.

Dettagli

CONSERVATORIO DI MUSICA LUIGI CHERUBINI ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI

CONSERVATORIO DI MUSICA LUIGI CHERUBINI ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI Regolamento di Organizzazione degli Uffici e dei Servizi del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze approvato dal Consiglio di Amministrazione il 28 marzo 2011 Art. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento

Dettagli

STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA

STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA Atto Constitutivo e Statuto del 1998, modificato nelle Assemblee del 09.06.10 e 11.06.12 ITALIANO STATUTO DELLA

Dettagli

Regolamento Civica Scuola di Lingue

Regolamento Civica Scuola di Lingue Regolamento Civica Scuola di Lingue Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. xx del xx.xx.xxxx In vigore dal xxxxxxxxx I 20099 Sesto San Giovanni (MI), Piazza della Resistenza, 20 A cura del

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI RANZANICO PROVINCIA DI BERGAMO SEDE: PIAZZA DEI CADUTI, 1 - C.A.P. 24060 - CODICE FISCALE E PARTITA I.V.A. 00579520164 TEL. (035) 829022 - FAX (035) 829268 - E-MAIL: info@comune.ranzanico.bg.it

Dettagli

Riforma 2010 Scuola secondaria superiore Vademecum informativo per studenti e famiglie

Riforma 2010 Scuola secondaria superiore Vademecum informativo per studenti e famiglie Riforma 2010 Scuola secondaria superiore Vademecum informativo per studenti e famiglie A cura della Provincia MB Settore Istruzione 1 Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 4 febbraio 2010 la nuova

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO DEL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DICHIARAZIONE DEI SERVIZI VERSIONE Ed. 1 Rev. A 12/01/2001 INTRODUZIONE La Dichiarazione dei servizi

Dettagli

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 Presentazione degli indirizzi Dalle ore 9:30 alle ore 10:00 Presentazione Liceo Scienze Umane Dalle ore 10:00 alle ore 10.30 Presentazione Liceo Scienze Applicate Dalle

Dettagli

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO

FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 CONSIGLIO DI FACOLTÀ 1. Il Consiglio di Facoltà ha il compito di programmare, coordinare e gestire tutte le attività didattiche che fanno capo alla Facoltà.

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

PERCORSI DOPO LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

PERCORSI DOPO LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PERCORSI DOPO LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Lo Stato definisce gli indirizzi di studio uguali per tutto il territorio nazionale a cui corrispondono profili in uscita ed Esami di Stato le materie

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

CAPITOLO I. Politiche scolastiche della Unione europea 4 ore

CAPITOLO I. Politiche scolastiche della Unione europea 4 ore FIDAE - Corsi di formazione 2009-2010 OBIETTIVO QUALITA Il Coordinatore didattico nella Scuola Paritaria Cattolica Professionalità, competenze, ruolo, responsabilità 50 ore di lezione CAPITOLO I Politiche

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto ministeriale n. 43 IL MINISTRO VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante le disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione nelle scuole di ogni ordine e grado; VISTA

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PALERMO STATUTO

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PALERMO STATUTO ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI PALERMO STATUTO TITOLO I Principi generali Art. 1 Finalità e definizioni 1. L Accademia di Belle Arti di Palermo, di seguito denominata Accademia, è un istituzione pubblica di

Dettagli

Assistenti Amministrativi. Sig.ra Neri Paola

Assistenti Amministrativi. Sig.ra Neri Paola Assistenti Amministrativi Sig.ra Neri Paola Gestione del Personale - Cura e gestione della trasmissione dei contratti del personale neo immesso in ruolo alla RGS; - Conferma in Ruolo, proroga periodo di

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Tabella dei titoli valutabili nei concorsi per titoli ed esami per l accesso ai ruoli del personale docente della scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado e ripartizione dei

Dettagli

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n.

Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. Linee Guida di cui all articolo 13, comma 1-quinquies del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito dalla legge 2 aprile 2007, n. 40 Premessa Il presente documento contiene indicazioni e orientamenti

Dettagli

29. PATRONATO SCOLASTICO

29. PATRONATO SCOLASTICO archivio aggregato 29. PATRONATO SCOLASTICO Collocazione fisica della serie: scaffale 14 visualizza Torna all'introduzione Unità 1 Archivio aggregato: PATRONATO SCOLASTICO Estremi cronologici: aa. 1897-1918

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011

GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011 GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011 LA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE I Licei Gli istituti tecnici Gli istituti professionali Offerta formativa più ricca per aumentare

Dettagli

Liceo Scientifico, Classico, Socio-Psico-Pedagogico Leonardo da Vinci di Terracina (LT) Ricerca a cura di: Prof.ssa Emma Filomena Livoli

Liceo Scientifico, Classico, Socio-Psico-Pedagogico Leonardo da Vinci di Terracina (LT) Ricerca a cura di: Prof.ssa Emma Filomena Livoli Liceo Scientifico, Classico, Socio-Psico-Pedagogico Leonardo da Vinci di Terracina (LT) Ricerca a cura di: Prof.ssa Emma Filomena Livoli 70 anni... portati bene! Il Liceo scientifico di Terracina è nato

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI PREMESSA 1. La Regione Lazio, in attuazione dei principi statutari e al fine della concreta applicazione della Carta europea riveduta di partecipazione

Dettagli

L a riforma della Scuola Secondaria di secondo grado

L a riforma della Scuola Secondaria di secondo grado L a riforma della Scuola Secondaria di secondo grado Genova, 9-11 marzo 2010 Mery Serretti Regolamento autonomia Licei, Istituti Tecnici, Istituti Professionali fanno parte dell Istruzione Secondaria

Dettagli

Gestione servizio di segreteria (Processo di Supporto)

Gestione servizio di segreteria (Processo di Supporto) Istituto Comprensivo E. Curti di Gemonio Gestione servizio di segreteria (Processo di Supporto) Codice PQ 043 Modalità di distribuzione Copia non controllata Copia controllata numero 1 consegnata a: Dirigente

Dettagli

SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1

SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1 SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1 Per conseguire le finalità di cui all art. 4, secondo comma, della legge 19 novembre

Dettagli

STATUTO. Art. 1 Denominazione e sede E costituita l Associazione Obiettivo Cultura. La sede sociale è sita in Napoli alla Piazza Garibaldi, 26.

STATUTO. Art. 1 Denominazione e sede E costituita l Associazione Obiettivo Cultura. La sede sociale è sita in Napoli alla Piazza Garibaldi, 26. STATUTO Titolo I Disposizioni generali Art. 1 Denominazione e sede E costituita l Associazione Obiettivo Cultura. La sede sociale è sita in Napoli alla Piazza Garibaldi, 26. Art. 2 Oggetto L Associazione

Dettagli

COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA PROVINCIA DI OLBIA-TEMPIO SETTORE CULTURA ISTRUZIONE SPORT

COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA PROVINCIA DI OLBIA-TEMPIO SETTORE CULTURA ISTRUZIONE SPORT COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA PROVINCIA DI OLBIA-TEMPIO SETTORE CULTURA ISTRUZIONE SPORT REGOLAMENTO DI GESTIONE E FUNZIONAMENTO ARCHIVIO STORICO COMUNALE - Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

LA RIFORMA della SCUOLA SUPERIORE

LA RIFORMA della SCUOLA SUPERIORE LA RIFORMA della SCUOLA SUPERIORE Fonti: www.istruzione.it www.venetolavoro.it/sopralamediaweb/web/index/home Il diritto-dovere all istruzione e alla formazione Il SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO si articola

Dettagli

COMUNE DI MONTESE Provincia di Modena REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ARCHIVIO COMUNALE

COMUNE DI MONTESE Provincia di Modena REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ARCHIVIO COMUNALE COMUNE DI MONTESE Provincia di Modena REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ARCHIVIO COMUNALE 1 TITOLO I PRINCIPI FONDAMENTALI ART. 1 FUNZIONE DELL ARCHIVIO 1. Ai sensi del D.Lgs. 29 ottobre 1999 nr. 490, e

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo

Orientamento per il successo scolastico e formativo. PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo Orientamento per il successo scolastico e formativo PIANO REGIONALE ORIENTAMENTO 2010-2011 USR Lombardia Ufficio X - Bergamo 2 I nuovi Licei 3 I nuovi licei LA STRUTTURA DEL PERCORSO QUINQUENNALE Il percorso

Dettagli

Istituto Galileo. CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO

Istituto Galileo. CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO Istituto Galileo CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO Approvato con delibera del Consiglio Comunale di Frosinone n. 6 del 2.3.2011 Art. 1 Costituzione e sede. Il Comune di Frosinone

Dettagli

come orientarsi nel contesto del riordino dei licei, istituti tecnici e professionali

come orientarsi nel contesto del riordino dei licei, istituti tecnici e professionali come orientarsi nel contesto del riordino dei licei, istituti tecnici e professionali I DUE SISTEMI Sistema dell istruzione secondaria superiore Licei Istituti tecnici e professionali 5 anni diploma Stato

Dettagli

A cura di Provincia di Genova, Ufficio Scolastico Regionale

A cura di Provincia di Genova, Ufficio Scolastico Regionale A cura di Provincia di Genova, Ufficio Scolastico Regionale Informare gli studenti dell ultimo anno sulla riforma della scuola superiore e sulle opportunità formative del territorio. Facilitare gli allievi

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DISABILI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DISABILI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A.COSTA Scuola dell infanzia G.B.Guarini Scuole primarie A.Costa G.B.Guarini A.Manzoni Scuola Secondaria di I grado M.M.Boiardo - Sezione Ospedaliera Sede: Via Previati, 31

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "ALDO MORO"

LICEO SCIENTIFICO STATALE ALDO MORO LICEO SCIENTIFICO STATALE "ALDO MORO" Via XX Settembre, 5-42124 REGGIO EMILIA Tel. 0522/517384-0522/511699 - Fax 0522/ 922077 Cod. Fisc. 80016270359 - C.M. REPS03000B e-mail: dsga@liceomoro.gov.it - segreteria@liceomoro.gov.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 Giovanni XXIII 73043 COPERTINO - Via Mogadiscio, 45 - Tel. 0832.947164 Fax 0832.934582 e-mail: leic865009@istruzione.it Allegato al Regolamento d Istituto PROTOCOLLO per l ACCOGLIENZA

Dettagli

PREVIEW A.S. 2015/16. 7) Offerta formativa scuola secondaria di II grado. 7.A Approfondimento scelta degli studenti in relazione agli indirizzi

PREVIEW A.S. 2015/16. 7) Offerta formativa scuola secondaria di II grado. 7.A Approfondimento scelta degli studenti in relazione agli indirizzi PREVIEW A.S. 2015/16 1 1 7) Offerta formativa scuola secondaria di II grado 7.A Approfondimento scelta degli studenti in relazione agli indirizzi Al primo posto nelle scelte degli studenti si confermano

Dettagli

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n.

ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. ISTRUZIONI E MODULISTICA PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ISTITUTI CULTURALI DELLA REGIONE LAZIO (Legge Regionale n. 42/1997) 1) le domande di iscrizione all Albo degli Istituti culturali della

Dettagli

Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo - Segreteria particolare -

Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo - Segreteria particolare - Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo - Segreteria particolare - 20 novembre 2008 COMUNICATO STAMPA Alunni disabili, il 28 novembre parliamone

Dettagli

PREMESSO TENUTO CONTO

PREMESSO TENUTO CONTO CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PROTOCOLLO D INTESA TRA CONFERENZA DEI RETTORI DELLE UNIVERSITÀ ITALIANE E CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI

Dettagli

Intesa per l insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche

Intesa per l insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche NOTIZIARIO DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA a cura della Segreteria Generale ANNO 46 - NUMERO 3 30 GIUGNO 2012 Intesa per l insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche Il 28 Giugno

Dettagli

LA RIFORMA. Cosa cambia a partire dall anno scolastico 2010-2011. Carlo Martelli IS Majorana Seriate 12.03.2010

LA RIFORMA. Cosa cambia a partire dall anno scolastico 2010-2011. Carlo Martelli IS Majorana Seriate 12.03.2010 LA RIFORMA Cosa cambia a partire dall anno scolastico 2010-2011 12.03.2010 Carlo Martelli IS Majorana Seriate La nuova scuola secondaria superiore punta allo sviluppo delle competenze di base (italiano,

Dettagli

I dati del sistema scolastico nel Lazio

I dati del sistema scolastico nel Lazio I dati del sistema scolastico nel Lazio anno scolastico 2014-2015 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Via L. Pianciani,

Dettagli

ISTITUTO BUON PASTORE

ISTITUTO BUON PASTORE ISTITUTO BUON PASTORE Istituto Buon Pastore 1863-1987, con documenti dal 1844 158 mazzi e registri L'opera pia "Istituto Buon Pastore" venne fondata nel 1843 a Torino dal re Carlo Alberto e affidata alle

Dettagli

COSA OFFRE IL PASCAL?

COSA OFFRE IL PASCAL? I. INDICE RAGIONATO COS E IL PASCAL? UN ISTITUTO ORGANIZZATO IN: 4 indirizzi sperimentali: - Informatico (Indirizzo Tecnico) - Linguistico (Indirizzo Tecnico) - Grafico-Beni Culturali (Liceo artistico)

Dettagli

Quadro storico degli ordinamenti scolastici vigenti

Quadro storico degli ordinamenti scolastici vigenti Quadro storico degli ordinamenti scolastici vigenti AIMC ANIR ISSRM UCIIM Milano, 29 novembre 2003 Corso di preparazione al concorso per gli Insegnanti di Religione: e: Stefano Pierantoni (UCIIM Milano),

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE Art.1- Costituzione E istituito, ai sensi dell art. 3 lettera J dello Statuto della Provincia, un Comitato di Coordinamento denominato CONSULTA

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PIAZZA MARCONI - VETRALLA P.

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e successive modificazioni;; VISTO l'articolo 11, commi 1 e 2, della legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTI gli articoli 2 e 3 del decreto

Dettagli

Regolamento della Sezione Informatica 28 aprile 2003. Associazione Nazionale Impiantistica Industriale SEZIONE DI INFORMATICA REGOLAMENTO

Regolamento della Sezione Informatica 28 aprile 2003. Associazione Nazionale Impiantistica Industriale SEZIONE DI INFORMATICA REGOLAMENTO Associazione Nazionale Impiantistica Industriale SEZIONE DI INFORMATICA REGOLAMENTO N.B. La presente stesura aggiorna la precedente edizione del 15 aprile 1996 rendendola omogenea al nuovo statuto Animp

Dettagli

VALUTAZIONE FORMATIVA

VALUTAZIONE FORMATIVA VALUTAZIONE FORMATIVA SETTEMBRE PROVE DI INGRESSO Le prove d ingresso, mirate e funzionali, saranno comuni a tutte le classi prime della scuola secondaria di primo grado dell Istituto Comprensivo e correlate

Dettagli