Un primo censimento del patrimonio archivistico delle scuole reggiane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un primo censimento del patrimonio archivistico delle scuole reggiane"

Transcript

1 MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO SOPRINTENDENZA ARCHIVISTICA PER L EMILIA ROMAGNA Un primo censimento del patrimonio archivistico delle scuole reggiane a cura di BARBARA MENGHI SARTORIO E STEFANO VITALI 2013

2 Premessa * L emanazione della normativa che ha sancito l autonomia delle istituzioni scolastiche, (D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275), ha comportato alcune conseguenze anche sul piano della conservazione dei loro archivi. Acquisendo la natura giuridica di enti pubblici, quelle istituzioni sono state sottoposte all attività di vigilanza e tutela della Soprintendenza archivistica e alle norme previste nel Codice dei beni culturali e del paesaggio (Decreto legislativo, 22 gennaio 2004, n. 42 e s.m.i.) per la tenuta e salvaguardia degli archivi degli enti pubblici. In particolare, l art. 30 del Codice, stabilisce che tali enti hanno l'obbligo di conservare i propri archivi nella loro organicità e di ordinarli. I soggetti medesimi hanno altresì l'obbligo di inventariare i propri archivi storici, costituiti dai documenti relativi agli affari esauriti da oltre quaranta anni ed istituiti in sezioni separate. Una serie di altri articoli indicano le implicazioni di tali obblighi, quali, in primo luogo, la libera consultabilità della documentazione anteriore all ultimo quarantennio (art. 122) e fissano le prerogative delle Soprintendenze nell esercizio delle loro funzioni di tutela e di vigilanza. Fra tali prerogative rientrano quelle di incrementare e divulgare le conoscenze relative alla consistenza, composizione e stato di conservazione del patrimonio documentario degli enti vigilati (art. 17), prerogative che in realtà possono essere esercitate solo in proporzione alle risorse umane e finanziarie a disposizione delle medesime Soprintendenze. Anche a seguito di questi mutamenti normativi, nel corso del decennio scorso, per iniziativa soprattutto dell Amministrazione archivistica statale ma con il concorso anche di altri soggetti, si è sviluppata a livello nazionale una intensa attività di censimento e di inventariazione degli archivi scolastici, che ha contribuito non poco a farli entrare, in misura sempre maggiore, nel novero delle fonti per la ricerca sulla storia della scuola, della didattica e, più in generale, della società italiana, nonché a promuoverne la valorizzazione in altri ambiti, come ad esempio quello dei laboratori di didattica della storia e di altre attività educative. E all interno di questo contesto che si inserisce l iniziativa di censimento del patrimonio documentario delle scuole di Reggio Emilia e provincia, avviato alla fine del 2007 su sollecitazione dell Istituto per la storia della Resistenza e dell età contemporanea di Reggio Emilia, che, impegnato nell indagine sull istruzione media superiore in quella provincia, incontrava difficoltà sia * Il presente censimento, nella forma contenuta in queste pagine, sarà pubblicato in una volume dedicato ad alcuni aspetti dell istruzione in provincia di Reggio Emilia ( ), scaturito da una convenzione di ricerca fra la Provincia di Reggio Emilia e l Istituto per la storia della Resistenza e dell età contemporanea di Reggio Emilia ( ).

3 nel reperire informazioni attendibili sul patrimonio documentario delle scuole, che nell avere accesso ad esso. Non potendosi estendere tuttavia la rilevazione alla totalità delle scuole reggiane, l allora Soprintendente archivistico, dottoressa Euride Fregni, decise di concentrare l intervento su un numero relativamente limitato di scuole e provincia e precisamente quegli istituti di istruzione secondaria di secondo grado di Reggio Emilia e provincia e quelle scuole di istruzione primaria e secondaria di primo grado del capoluogo, la cui istituzione fosse anteriore al Gli istituti censiti furono così undici istituti superiori, cinque istituti comprensivi e quattro direzioni di circoli didattici. La rilevazione dei dati presso le scuole prescelte fu preceduta da una fase di pre-censimento, organizzato in collaborazione con l Ufficio scolastico provinciale di Reggio Emilia, nel corso della quale le scuole furono informate dell iniziativa intrapresa e invitate a fornire, mediante questionario appositamente predisposto, informazioni sommarie sul loro archivio. I sopralluoghi e la rilevazione dei dati, affidati alle dottoresse Franca Manzini, per le scuole di Reggio Emilia e Correggio, e Sara Torresan, per Guastalla, coordinate dalla dottoressa Barbara Menghi Sartorio per conto della Soprintendenza, poterono essere effettivamente condotti solo durante il 2009, grazie ad un finanziamento straordinario pervenuto proprio in quei mesi alla Soprintendenza archivistica per l Emilia Romagna. Lo stato complessivo in cui gli archivi furono rinvenuti era segnato da luci ed ombre. Pur a fronte della presenza di nuclei documentari risalenti al secolo XIX e ai primi decenni del Novecento, ci si è trovati di fronte a lacune non indifferenti, indizio di una cura dell archivio discontinua e approssimativa, ma soprattutto si è dovuta constatare la permanenza, soprattutto, negli istituti comprensivi, di condizioni conservative tutt altro che ottimali e di uno stato di ordinamento complessivo piuttosto carente, quando non si dovuto prendere atto di una vera e propria commistione di fondi e di serie. Se in generale, un censimento non è in grado di fornire che un primo generale panorama della documentazione conservata da un determinato soggetto, nel nostro caso, lo stato di scarso ordinamento ha necessariamente reso in molte situazioni ancora meno accurato il rilevamento. Nonostante questo limite e nonostante che il tempo trascorso fra la rilevazione dei dati e il momento della pubblicazione sia stato caratterizzato da profonde modifiche nell ordinamento scolastico che possono aver determinato anche mutamenti nell assetto e nella consistenza della documentazione descritta, si è deciso di aderire alla richiesta dell'istoreco di dare alle stampe i risultati di questo primo censimento degli archivi scolastici di Reggio Emilia, almeno limitatamente a quelli degli istituti di istruzione secondaria e degli istituti comprensivi che detengono archivi di scuole medie, sia per dar conto pubblicamente di una iniziativa portata a termine, al di là delle sue

4 ben visibili carenze, sia perché comunque crediamo che, anche se parziali ed imprecise, le notizie fornite possano costituire un utile orientamento per quanti sono interessati a conoscere lo stato delle fonti archivistiche sulla scuola a Reggio Emilia fra Otto e Novecento. Le schede che seguono fotografano quindi la situazione degli archivi censiti al 2009, salvo pochi aggiornamenti che si sono potuti apportare ai dati con le informazioni acquisite dalla Soprintendenza archivistica nello svolgimento della propria attività di vigilanza e tutela. Quelle relative agli Istituti di istruzione secondaria superiore dei Reggio Emilia e provincia esistenti al 1945, oltre ai dati identificativi e di localizzazione dell Istituto, riportano di questi un breve profilo storico istituzionale ed una descrizione della consistenza e composizione dell archivio, articolata nei fondi eventualmente conservati. Le serie sono, in generale, salvo qualche eccezione, raggruppate in ordine cronologico secondo le funzioni e attività di cui sono manifestazione oppure secondo le tipologie documentarie ricorrenti negli archivi scolastici: Personale docente e non docente, Alunni e attività didattica, Carteggio ed atti, Contabilità, Organi collegiali. Più sintetiche le schede relative agli archivi delle scuole medie inferiori e delle elementari conservate dagli istituti comprensivi. In questo caso ci si è limitati a segnalare il nome della scuola, le date estreme della documentazione conservata, la sua estensione lineare e poche informazioni sullo stato di ordinamento ed eventualmente sulle tipologie documentarie conservate.

5 LICEO CLASSICO-SCIENTIFICO ARIOSTO-SPALLANZANI Sede Liceo classico Piazzetta Pignedoli, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax.: 0522/ Sede Liceo scientifico Via Franchetti, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax.: 0522/ Sito web.: Cenni storico-istituzionali Intitolato allo scienziato reggiano Lazzaro Spallanzani, il liceo classico reggiano, che continuava la tradizione di insegnamento umanistico avviata sotto gli Estensi con il contributo dei padri Gesuiti, fu istituito sulla base della legge Casati all indomani dell Unità. Nel 1865 vi venne aggregato il Ginnasio, scuola fino ad allora comunale. Nel 1943 mutò il nome in Liceo Classico Lodovico Ariosto", e, con la perdita delle prime tre classi del ginnasio, trasformate in scuola media inferiore, assumeva l assetto destinato a perdurare fino ai nostri giorni. Il Liceo scientifico Spallanzani venne a sua volta istituito nel 1941, come istituto con connotazione specificamente matematico-fisica. La prima sede fu stabilita in via Franchetti e negli anni Cinquanta fu costruito un apposito edificio in via Filippo Re, destinato a dimostrarsi rapidamente insufficiente. L aggregazione dei due licei fu realizzata nell anno scolastico ed ha portato all unificazione degli organi direttivi e delle strutture dei due Istituti. Archivio Gli archivi dei due Istituti sono conservati separati nelle rispettive sedi, in condizioni complessivamente idonee anche se in locali talvolta occupati da materiali incongrui. Lo stato di conservazione della documentazione del Liceo Classico è complessivamente buono, mentre quella del Liceo Scientifico presenta un pronunciato stato di disordine ed ha in parte subito le conseguenze di un allagamento. Liceo Classico Spallanzani poi Lodovico Ariosto" , ml. 203,8 Personale docente e non docente, , ml. 0,8 Registri delle assenze del personale ( );

6 Ruoli degli insegnanti. Alunni e attività didattica, , ml. 62,85 Fascicoli studenti ( ); Fascicoli alunni maturità ( ); Fascicoli alunni ritirati e/o trasferiti ( ); Registri dei voti e delle ammissioni ( ); Registri delle comunicazioni agli alunni ( ); Registro delle assenze degli alunni ( ); Circolari ATA, docenti e alunni ( ); Tabelloni scrutini ( ); Esami di stato ( ca.); Registri giornali dei professori ( ); Diplomi e certificati. Carteggio ed atti, , ml. 100,7 Registri di protocollo ( con lacune); Registri delle iscrizioni ( ); Carteggio classificato con titolario ( ); Miscellanea: buoni libro, compiti estivi, scuola/lavoro, assemblee di classe, elenchi alunni, circolari alunni, circolari docenti e ATA, consigli di classe, consigli istituto, consulta, verbali consigli di classe, uscite didattiche, viaggi d istruzione, visite guidate, uscite di un giorno, programmazioni didattiche, programmi e relazioni finali, programmazioni iniziali, libri di testo, corsi di recupero, elezioni consulta, elezioni consiglio di istituto, tesine, domande supplenze, domande graduatorie ( ) Contabilità, , ml. 32,7 Registri delle tasse scolastiche ( con lacune); Bilanci e consuntivi ( ); Registri contabili (2004); Stipendi. Organi collegiali, , ml. 6,75 Materiale elezioni consiglio di istituto, classe e consulte ( ); Verbale delle adunanze del collegio dei professori ( ); Registri dei verbali dei consigli di classe e di scrutinio ( ); Registri dei verbali di esame ( ); Registri dei verbali dei consigli di classe ( ). Liceo Scientifico Lazzaro Spallanzani , ml. 126,4 Alunni e attività didattica, , ml. 52,6 Biblioteca circolante degli alunni (registri di ingresso e di uscita, prestiti) ( ); Schede personali degli alunni, esami, relazioni e programmi (1941 ca.-1996). Carteggio ed atti, , ml. 49,8 Carteggio amministrativo protocollato ( );

7 Registri di protocollo ( ); Miscellanea di registri: giornali dei professori; registri di classe; verbali scrutini; verbali del Consiglio d amministrazione (1960 ca.-1996); Archivio corrente: viaggi d istruzione, alunni iscritti, materiale elettorale, registri dei verbali ( ); Contabilità, , ml. 22 Documentazione contabile.

8 ISTITUTO SUPERIORE LICEALE MATILDE DI CANOSSA via Makallé, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax: 0522/ Sito web: Cenni storico-istituzionali Nel 1923, a seguito della riforma Gentile, la Scuola normale femminile Principessa di Napoli, - così denominata in onore di Elena di Montenegro esistente già nel secolo XIX, fu trasformata in Istituto Magistrale, assumendo poi, nel 1958, il nome di Matilde di Canossa. Nel 1986, si avviò la trasformazione in Liceo, con la creazione del corso pedagogicolinguistico. Nel 1998, mentre si esauriva l esperienza dell Istituto Magistrale, venne istituito il Liceo delle Scienze Sociali. Con le più recenti riforme, attuate a partire dall anno scolastico , sono stati attivati tre Licei: delle Scienze Umane, delle Scienze Umane con opzione economico-sociale, Linguistico. Bibliografia Antonio Petrucci, Giuseppe Giovannelli, Storia dell Istituto Matilde di Canossa, Reggio Emilia, Camellini, 2000 Archivio , ml. 116,16. Le serie comprendono, in genere senza soluzione di continuità, documentazione della Scuola Normale Principessa di Napoli e degli istituti che le sono succeduti. La documentazione è in buono stato di conservazione, collocata al piano terra in locali idonei. Personale docente e non docente, ml. 1,05 Tabelle compensi insegnanti ( ); Registri delle assenze degli insegnanti ( con lacune). Alunni e attività didattica, ml. 79,04 Registri annuali di classe della Regia scuola normale femminile Principessa di Napoli ( ); Registri di classe ( ); Registri dei professori e registri di classe ( ); Fascicoli degli alunni, fascicoli privatisti ed esami di maturità privatisti ( ). Carteggio ed atti, ml. 27,5 Carteggio classificato ( ); Registri di protocollo ( ).

9 Patrimonio e contabilità, ml. 7,57 R. Scuola Normale femminile, giornale delle entrate e delle uscite degli oggetti mobili ( ). Mastro per materie degli oggetti mobili di proprietà dello Stato presso la R. Scuola Normale femminile ( ); Registro cronologico delle operazioni inventariali ( ); Registro inventario (1965); Registri delle tasse, registri economato, verbali di cassa ( con lacune); Bilancio, mandati, reversali, rendiconti, corrispondenza, atti di economato, liquidazioni ( ); Organi collegiali, ml. 1 Registri dei verbali dei consigli di classe ( ).

10 LICEO GAETANO CHIERICI LICEO ARTISTICO - ISTITUTO STATALE D ARTE Via L. Nobili, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax.: 0522/ Sito web: Cenni storico-istituzionali Scuole o accademie d arte furono presenti a Reggio Emilia già nel secolo XVII. Fra esse si segnala in particolare quella aperta dal pittore Giovan Battista Pilla e dallo scultore Francesco Pacchioni, allievi del bolognese Camillo Procaccini, trasferitosi a Reggio Emilia nel corso della costruzione delle chiese S. Prospero e della Ghiara. Ma fu solo nel 1797 che fu istituita un accademia pubblica dedicata all insegnamento delle Arti del Disegno, d Architettura, di Plastica e Scultura, di Figura, d Ornato, di Prospettiva Teatrale e di Musica. Nel 1802, fu poi avviato un corso di prospettiva, d architettura e di ornato, che nel 1804 si trasformò nella Scuola comunale di disegno. Durante il corso del secolo XIX, la scuola divenne un punto di riferimento per l insegnamento delle discipline artistiche trasferendo la propria sede dapprima a Sant Agostino, quindi nella ex sagrestia del Convento di San Francesco nell anno Dal 1882 al 1910 la scuola fu diretta da Gaetano Chierici ( ), pittore e uomo politico di ispirazione socialista e sindaco di Reggio Emilia dal 1900 al 1902, sotto il cui impulso adottò un indirizzo che mirava a collegarla col mondo del lavoro e della produzione come suggerito anche dal nome di Regia scuola di disegno per operai, cui nel 1920 fu aggiunta l'intitolazione allo stesso Gaetano Chierici. Negli anni venti, raddoppiati gli allievi, che arrivarono a superare i 200 iscritti, trovò la sua sede definitiva presso l ex convento della Concezione. Trasformato in Istituto d Arte a seguito del riordino delle accademie e scuole d arte, vide nel dopoguerra ampliarsi gli insegnamenti fino a comprendere oltre i corsi tradizionali di legno, tessuto, oreficeria-metalli, quello di ceramica, istituito sotto la lunga direzione ( ) del ceramista faentino Uberto Zannoni, in concomitanza con l espandersi dell industria ceramica nel modenese e nel reggiano. A seguito della riforma attuata con legge 14/2009 dall anno scolastico l Istituto d arte è trasformato in Liceo artistico. Bibliografia Otello Siliprandi, La Regia Scuola di Disegno per operai Gaetano Chierici di Reggio Emilia, Firenze, Felice Le Monnier, 1941; Aurora Marzi, Sandro Rapaggi, Sandro Ferrari, Storia dell Istituto d Arte Gaetano Chierici dalle origini ai giorni nostri, Reggio Emilia, Istituto Statale d Arte G. Chierici, 1980; Aurora Marzi, Radiografia di un direttore, in Gaetano Chierici, : mostra antologica, Reggio Emilia, Palazzo Magnani, 15 febbraio-31 marzo 1986, catalogo a cura di Elio Monducci, Reggio Emilia, Tipolitografia emiliana, 1986.

11 Archivio , ml. 15,89 L archivio, seppure con lacune, documenta le vicende della scuola fin dalla sua fondazione agli inizi del XIX secolo. All epoca del censimento (aprile 2009), la parte più antica, fino agli anni Trenta del sec. XX, era conservata, in locali idonei e in buono stato di conservazione, al primo piano della sede dell Istituto, mentre un altra parte, dagli anni Trenta in avanti, era collocata al piano seminterrato dell Istituto di ragioneria Scaruffi-Levi, attiguo al Chierici. Questo nucleo, di cui non è stato possibile prendere visione per l intralcio causato nel deposito da materiali incongrui, era costituito da 30/40 scatoloni contenenti ciascuno 3/4 faldoni di materiale per lo più didattico. La documentazione più recente è collocata in un locale attiguo alla segreteria, al primo piano della sede dell Istituto Chierici. Personale docente e non docente, seconda metà XX sec., ml. 2 Fascicoli personali dei docenti. Alunni e attività didattica, , ml. 5,5 Giornali dei professori ( ); Registri delle relazioni finali ( ); Raccoglitore di disegni e stampe (1869); Registri dei disegni e tavole (sec XIX seconda metà); Registro dei modelli, ossia lavori scolastici riconsegnati agli alunni ( con lacune); Registro dei verbali del consiglio dei professori ( ); Registri di classe ( ); Relazioni finali ( ); Corsi di recupero ( ). Carteggio ed atti, , ml. 8,35 Carteggio con enti pubblici diversi ( ); Corrispondenza ( ); Registri di protocollo della corrispondenza, ( con lacune); Documentazione relativa alle proposte di modificazione della scuola (1941). Contabilità e patrimonio, , ml. 0,04 Inventario dei beni mobili ( ); Inventario dei beni mobili (1961); Inventario della biblioteca ( ).

12 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LEOPOLDO NOBILI Via Makallé, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax: 0522/ Sito web: Cenni storico-istituzionali Fondato nel 1941, nel quadro della complessiva riforma dell istruzione tecnica e professionale allora avviata, come Istituto tecnico industriale, ha operato in particolare nel settore della meccanica e più recentemente anche dell automazione e della meccatronica. Nel 1985 fu attivata una sezione distaccata a Guastalla divenuta autonoma nel Dal 2011, a seguito della riorganizzazione della formazione tecnica e professionale attuata in provincia di Reggio Emilia, sono stati aggregati all Istituto Nobili l Istituto Professionale Statale Industria e Artigianato (IPSIA) Adelmo Lombardini e l indirizzo abbigliamento e moda dell l Istituto Professionale Statale Industria e Artigianato (IPSIA) Galvani-Sidoli per dar vita ad un Istituto d istruzione superiore con un settore tecnico (meccanica, meccatronica, energia, elettrotecnica, automazione, sistema moda) ed uno professionale (manutenzione ed assistenza tecnica, produzioni artigianali abbigliamento e moda). Archivio , ml. 329,4 L archivio, che conserva anche documentazione anteriore alla fondazione dell Istituto Nobili relativa a corsi d istruzione tecnica e professionale, è collocato in locali idonei e si presenta abbastanza ordinato, con documentazione in buono stato di conservazione. Personale docente e non docente, , ml. 58 Personale docente, personale ATA (amministrativo, tecnico, ausiliario), segreteria: pratiche INPS, cedolini stipendi, corsi di formazione, corsi di aggiornamento, ruoli, stipendi, congedi. Alunni e attività didattica, , ml. 129 Fascicoli personali degli alunni ( ); Registri corsi ENAOLI, corsi per maestranze ( ); Campionatura elaborati ( ); Registri dei voti e delle assenze ( ); Debiti formativi, corsi di recupero, gite scolastiche ( ); Esami di maturità ( ca); Schede di religione ( ); Programmi e piani di lavoro ( ); Giornali dei professori ( ); Registri di classe ( ). Carteggio ed atti, , ml. 47,4

13 Carteggio classificato ( ); Registri di protocollo ( ); Registri dei certificati ( ). Contabilità, , ml. 81 Registri delle tasse scolastiche ( ); Registri della contabilità, conto consuntivo, mandati di pagamento, reversali, ordinativi, residui entrate/uscite ( ). Organi collegiali, , ml. 14 Materiale elezioni scolastiche ( ); Registri verbali dei consigli di classe, registri collegio docenti ( ).

14 ISTITUTO TECNICO STATALE PER GEOMETRI ANGELO SECCHI Via Makallé, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax: Sito web: Cenni storico-istituzionali Fondato con decreto del Governatore delle Regie Province dell Emilia il 1 febbraio 1860, come Istituto tecnico agronomico ed attivato a partire dal gennaio 1863, ebbe la sua prima sede nei locali dell antico convento di San Francesco. Nel 1865 venne istituita la sezione agrimensura la cui finalità era quella di preparare tecnici in grado di effettuare rilievi topografici e operazioni di misura del territorio secondo i bisogni di una società ottocentesca. All epoca operavano anche le sezioni di Meccanica e costruzioni, Agronomia e Amministrazione e ragioneria. Nel 1884 l Istituto fu intitolato all astronomo reggiano Angelo Secchi. Archivio , ml. 193,64 L archivio, che non conserva documentazione anteriore agli anni Quaranta del Novecento, è collocato in locali idonei ed è in buono stato di conservazione. Personale docente e non docente, , ml. 34 Fascicoli personali dei docenti; gestione economica del personale, stipendi, budget ( ); Graduatorie, domande di supplenza, sostituzioni, assenze personale ATA (amministrativo, tecnico, ausiliario) e docenti ( ). Alunni e attività didattica, , ml. 70,5 Registri delle assenze ( ); Fascicoli personali degli alunni ( ); Registri degli alunni ( ); Registro giornale dei professori ( ). Carteggio ed atti, , ml. 44,04 Carteggio classificato ( ); Protocolli della corrispondenza ( ); Protocollo riservato ( ); Registro dei certificati rilasciati a docenti e alunni (1941); Miscellanea di corrispondenza: gite scolastiche, elezioni scolastiche, documentazione varia ( ).

15 Contabilità, , ml. 42,2 Mandati, giornali di cassa, reversali, corrispondenza del settore economato, ordinativi ( ); Registri delle tasse scolastiche ( ). Organi collegiali, , ml. 2,9 Registri dei verbali dei consigli di classe ( ); Verbali delle assemblee collegio docenti ( ca.); Registri dei verbali dei consigli di istituto ( ).

16 POLO SCOLASTICO INDIRIZZO PROFESSIONALE SOCIO SANITARIO GALVANI-IODI Via Canalina, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax.: 0522/ Sito web: Cenni storico-istituzionali Sorto nel 1967 come Istituto professionale statale industria e artigianato con indirizzo odontotecnico, il Galvani ha conosciuto negli anni successivi un ampliamento dei corsi di studio, anche a seguito di fusioni e aggregazioni con altre scuole. Nel 1968 venne istituito il corso per Tecnico dell'impresa Grafica presso la succursale di Sant'Ilario d'enza. Nel 1988 il Galvani divenne un istituzione scolastica autonoma. Nel 1996 si è fuso con l Istituto Giuditta Bellerio Sidoli incorporando l'indirizzo Abbigliamento e Moda, istituito presso questo istituto fin dal 1942, e mutando la denominazione in Galvani-Sidoli. Nel 1997 è stato istituito l indirizzo ottico. Nel quadro della riorganizzazione complessiva della formazione professionale reggiana a seguito della recente normativa in materia, nel 2011 dall'istituto Galvani-Sidoli sono stati scorporati gli indirizzi di grafica industriale e di abbigliamento e moda, aggregati ad altri istituti superiori, mentre il Galvani si è fuso con l Istituto professionale per i servizi sociali Don Zefirino Iodi dando vita, preso la sede dello Iodi, in via Canalina 21 al nuovo Polo scolastico ad indirizzo professionale Servizi socio-sanitari che ha unificato, in un unico Istituto denominato Galvani-Iodi, i tre corsi previsti dalla riforma della scuola superiore per tale indirizzo: Odontotecnico, Ottico e Servizi Socio-Sanitari. Archivio L'archivio del Galvani-Sidoli, fino all istituzione del nuovo Polo scolastico, era conservato nella sede della scuola, in Via Amendola 2, in parte al piano terra rialzato e in parte in locali posti nel sottotetto, ove era conservata anche, separatamente, una consistente parte residua dell archivio dell'istituto Sidoli. Esso è stato trasferito alla fine del 2012 nella sede di via Canalina 21 dove già era conservato l archivio dell Istituto professionale Iodi 1. Istituto professionale statale industria artigianato Galvani, poi Galvani-Sidoli , ml. 350 ca. per un totale di circa fra registri, buste e scatole 1 Non è possibile dare conto dell'archivio dell Istituto Professionale Don Zefirino Iodi poiché non incluso tra quelli oggetto del censimento del Per quanto concerne invece gli archivi dell IPSIA Galvani poi Galvani-Sidoli e dell Istituto G.B. Sidoli, i dati del censimento sono stati integrati sulla base degli elenchi compilati dalla scuola, al momento del trasferimento in via Canalina 21, agli atti della Soprintendenza.

17 Personale docente e non docente, Fascicoli del personale insegnante ed ATA (amministrativo, tecnico, ausiliario), ( ), bb. 313, scatole 1, classificatori 2; Registri stipendi ( ), regg. 52; Registri ritenute e assicurazioni sociali ( ), regg. 37; Nomine di supplenza ( ), bb. 17; Concorsi ( ), bb. 4. Alunni e attività didattica, Fascicoli alunni immatricolati ( ), bb. 33; Fascicoli degli alunni ( ), fascc. 1592; Fascicoli alunni ( ), bb. 200; Registri matricole alunni con registro voti ( ), regg. 56; Tabelloni scrutini ed esami ( ), bb. 18 e fascc. 100; Prove esami di maturità ( ), pacchi 24; Piani lavoro docenti, programmazioni, relazioni finali ( ), bb. 37; Registri coordinatori ( ), regg. 36. Carteggio ed atti, Carteggio classificato ( ), bb. 253; Registri di protocollo della corrispondenza ( ) regg. 72; Corrispondenza varia e concorsi ( ), bb. 58; Comunicazioni interne ( ), bb. 4. Contabilità, Bilanci consuntivi ( ), raccoglitori 22; Mandati e reversali ( ), raccoglitori 25; Registri partitari entrate e uscite ( ) regg. 80. Organi collegiali, Verbali Consigli di classe ( ), bb. 8; Elezioni organi collegiali ( ), fascc Istituto professionale statale industria artigianato Giuditta Bernerio Sidoli , ml. 50 ca. per un totale di 250 fra buste e registri Personale docente e non docente, seconda metà sec. XX. Fascicoli supplenti e schede fiscali (seconda metà sec. XX), bb. 17. Alunni e attività didattica, seconda metà XX sec., bb. 84 Fascicoli alunni, , bb. 58; Esami di maturità, , bb. 26. Carteggio ed atti, , bb. 54 Carteggio classificato ( ), bb. 9; Registri protocollo ( ) regg. 45; Contabilità, , racc. 50, regg. 45

18 Bilancio ( ), racc. 50; Giornali di cassa ( ), regg. 45 Organi collegiali, , 2 ml. Verbali del consiglio di amministrazione.

19 ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI FILIPPO RE Viale Trento Trieste, Reggio Emilia Tel.: 0522/ Fax.: 0522/ Sito web.: Cenni storico-istituzionali Nel 1860 fu istituita a Reggio Emilia una Scuola tecnica municipale, la cui prima sede fu il terzo piano dell antico convento di San Francesco, che ospitava anche l'istituto tecnico agronomico (oggi Istituto tecnico statale per geometri Angelo Secchi ) e la Scuola comunale di disegno (poi divenuto Liceo artistico Istituto statale d'arte G. Chierici). La Scuola Tecnica, dal 1891 intitolata a Filippo Re, botanico e agronomo reggiano, divenne con la riforma Gentile Scuola complementare triennale, ossia scuola post-elementare di cultura generale indifferenziata per le piccole professioni, per divenire poi nel 1928 Scuola secondaria di avviamento professionale al lavoro commerciale. Nel 1962, con l'abolizione delle scuole di avviamento professionale, fu trasformata in Istituto professionale di Stato per il commercio. Dai primi anni Settanta è presente un corso serale, mentre dagli inizi degli anni Novanta l'istituto si è arricchito dell indirizzo turistico. La scuola, trasferitasi il 5 novembre 1908 nella sede storica del palazzo della Concezione in viale Nobili, dal settembre 2000 ebbe sede in via Cialdini 3. A seguito della riforma attuata con legge 14/2009 dall anno scolastico ha assunto la denominazione di Istituto Professionale per i Servizi Commerciali Aziendali, trasferendosi nell'anno scolastico successivo nella nuova sede di viale Trento Trieste 4. Bibliografia Istituto professionale statale per i servizi commerciali e turistici Filippo Re, La Filippo Re. Una lunghissima storia, a cura di Luigi Avino, Parma, Spaggiari, Archivio , ml. 200 L'archivio dell'istituto è conservato in un apposito locale a norma al piano seminterrato della sede scolastica. Lo stato di conservazione della documentazione è complessivamente buono, anche se parte della documentazione è ancora conservata in scatoloni in seguito al recente trasloco. Le serie quindi risultano parzialmente identificabili, in particolare per quanto riguarda la documentazione risalente ai decenni immediatamente successivi alla sua istituzione. Altra documentazione di consistenza non quantificabile, relativa anche ai primi decenni di vita dell'istituto, risulta essere conservata presso l'ex scuola media Fontanesi, attualmente parte dell'istituto Comprensivo J.F. Kennedy in viale Kennedy 20/a.

20 Personale docente e non docente, ml. 10 Fascicoli personali personale, in ordine alfabetico, docente e non docente Alunni e attività didattica, , ml. 100 Registri giornali dei professori ( ); Registri dei diplomi ( ); Fascicoli studenti; Prove strutturate o integrate; Esami di stato; Tesine d'esame; Pagelle alunni; Corsi di recupero; Programmi e libri di testo; Esami di qualifica ( ) Carteggio, , ml. 26 Registri di protocollo ( ); Carteggio classificato con titolario ( ). Contabilità, , ml. 54 Registri delle tasse scolastiche ( ); Bilanci e consuntivi ( ); Registri contabili; Mandati di pagamento; Stipendi. Organi collegiali, , ml. 10 Verbali del Consiglio di amministrazione ( ); Registri del consiglio dei docenti e dei verbali di classe ( ); Materiale elezioni consiglio di istituto, classe e consulte.

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio IV - Ordinamenti scolastici -

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche 1)Pubblicata nel B.U. 7 novembre 1995, n. 51. Art. 1 (Ambito di applicazione) (1) Tutte le istituzioni scolastiche

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ORDINANZA MINISTERIALE n. 11 Prot. n. 320 del 29 maggio 2015 Istruzioni e modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE nel Circondario anno scolastico 2012/2013 INDICE dei Contenuti Premessa 1. Introduzione 1.1. Come usare questa guida: obiettivi, cosa contiene 1.2. Per gli studenti

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CONSERVAZIONE E LO SCARTO DELLA DOCUMETAZIONE CONSERVATA PRESSO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

LINEE GUIDA PER LA CONSERVAZIONE E LO SCARTO DELLA DOCUMETAZIONE CONSERVATA PRESSO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO LINEE GUIDA PER LA CONSERVAZIONE E LO SCARTO DELLA DOCUMETAZIONE CONSERVATA PRESSO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO O G G E T T O Legge provinciale 14 febbraio 1992, n.11.

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Progetto Formazione e informazione dei rappresentanti di classe

Progetto Formazione e informazione dei rappresentanti di classe Progetto Formazione e informazione dei rappresentanti di classe Guida pratica del rappresentante dei genitori a cura dell Associazione Per maggiori informazioni consultare il sito www.genitoriescuola.it

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

Direzione scolastica congiunta per gli istituti scolastici di Medio Malcantone, Croglio Monteggio, Ponte Tresa, Pura e Sessa

Direzione scolastica congiunta per gli istituti scolastici di Medio Malcantone, Croglio Monteggio, Ponte Tresa, Pura e Sessa Concorso per l assunzione di un/a direttore/direttrice scolastico/a con un grado di occupazione al 100% per le scuole elementari e dell infanzia dall anno scolastico 2015-2016 Il Municipio di Novaggio

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca SEZIONE SITUAZIONE ANAGRAFICA SEZIONE POSIZIONE GIURIDICA (barrare la casella relativa) Pagina 1 di 7 SEZIONE DATI DI INSEGNAMENTO SEZIONE TIPOLOGIA DOMANDA (Barrare la casella di interesse) Pagina 2 di

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Crema Uno Via Borgo S.Pietro 8-26013 Crema (CR) Tel. 0373-256238 Fax 0373-250556 E-mail ufficio: segreteriacircolo1@libero.it

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Nucleo di Valutazione RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 (ex art. 5, comma 21 della Legge 24 dicembre 1993 n. 537) - GIUGNO 2015 - DOC 07/15 Sommario: 1. Obiettivi e struttura

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO Servizio Studi Dipartimentale LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA Anni 1862-2009 Gennaio 2011 INDICE PREMESSA...

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012 Di cosa si tratta Si tratta della possibilità che ha il personale della scuola di poter partecipare alla "mobilità annuale", e cioè di poter prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

PARTE I - NORME GENERALI

PARTE I - NORME GENERALI Decreto Legislativo 16 aprile 1994, n. 297 - Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado (s.o. G.U. n.115 del 19/5/1994) PARTE

Dettagli

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM NUOVO STATUTO DELLA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM Preambolo La Fondazione autonoma "Vitae Mysterium" è stata eretta canonicamente dall'em.mo Card. Angelo

Dettagli

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO Emanato con Decreto Rettorale n. 623/AG del 23 febbraio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012 STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI Art.

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 922 DEL 12/11/2013 PROPOSTA N. 191 Centro di Responsabilità: Servizi Sociali, Istruzione, Associazionismo, Cultura, Promozione del Territorio

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI

Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI AL SOVRINTENDENTE SCOLASTICO PER LA PROVINCIA DI BOLZANO AL DIRIGENTE DEL DIPARTIMENTO ISTRUZIONE

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli