SISTEMI DI PRODUZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SISTEMI DI PRODUZIONE"

Transcript

1 SISTEMI DI PRODUZIONE Istituti di prevista afferenza Macchine Agricole e Movimento Terra Materiali per l' Elettronica ed il Magnetismo Metrologia "G. Colonnetti" Scienza e Tecnologia dei Materiali Ceramici Studi sui Sistemi Intelligenti per l' Automazione Tecnologie della Costruzione Tecnologie Industriali e Automazione

2

3 INDICE Dati Generali Missione Risorse umane Elenco del Personale Personale esterno partecipante Risorse finanziarie Prodotti della ricerca Elenco prodotti scientifici indicati per la valutazione del CIVR Principali collaborazioni Elenco dei Contratti Contratti attivi Contratti passivi Elenco delle principali attrezzature scientifiche Istituti con i quali si collabora Istituti CNR esecutori di moduli di attività di commessa coordinata dall Istituto Istituti CNR coordinatori di commesse di cui l Istituto è esecutore di moduli di attività Commesse 2005 Commesse 2006 Proposte di attività di ricerca spontanea a tema libero presentate Scheda di autovalutazione (attività 2005)

4

5 ISTITUTO PER LE MACCHINE AGRICOLE E MOVIMENTO TERRA Missione Punto di riferimento in ambito accademico e industriale per la promozione e la divulgazione delle conoscenze in aree di interesse primario (ma non esclusivo) per la progettazione, produzione e impiego delle macchine agricole e movimento terra. Direttore: Sede principale: Sito web dell'istituto: Ing Gian Luca Zarotti Via Canal Bianco, Cassana FE Emilia Romagna Superficie immobile: XX mq Risorse umane Risorse umane ricercatori anno tecnologi* associati di ricerca tecnici amministrativi totale personale A B C D E=A+B+C+D * Età media dei ricercatori : Elenco del Personale (dati al 31/12/2005): Zarotti Gian Luca Carletti Eleonora Ferrero Aldo Miccoli Giuseppe Paoluzzi Roberto Cavallo Eugenio Deboli Roberto Malaguti Fiorenzo Pedrielli Francesca liv. I II II II II III III III III Ruggeri Massimiliano Boccafogli Carlo Busatti Alessandro Delmastro Renato Ferroglio Franca Govoni Donato Musacci Paolo Bertelli Paola De Luca Paolo liv. III IV IV IV IV IV IV V V Perin Giorgio Pezzuto Paolo Giacinto Sudiro Loredana Zeni Silvia Benvegnu' Guarino Carlone Daniela Castiglione Rosa Paletto Giuseppe liv. V V VI VI VII VII VII VII 1

6 Personale esterno partecipante Risorse umane che collaborano alla realizzazione delle attività anno ricercatori associati operanti al cnr assegnisti di ricerca dottorandi borsisti laureandi totale ASSEGNISTI Camilla Casazza Pietro Marani Christian Preti Danilo Rabino Marco Seppi COLLABORATORI PROFESSIONISTI Elio Bassi Cristina Pellizzola 2

7 Risorse finanziarie Risorse utilizzate (full cost) attività coperte da fonti attività coperte da fonti totale interne esterne anno preventivo consuntivo preventivo consuntivo preventivo consuntivo G = F +risorse da A B C D E F esercizi precedenti valori in migliaia di euro Risorse gestite direttamente trasferimenti dal centro entrate da terzi totale anno preventivo consuntivo nell esercizio da esercizi precedenti preventivo consuntivo A B C D E F=B+D+E valori in migliaia di euro Indicatori finanziari anno Fondi Interni per ricercatore Fondi Totali per ricercatore Risorse esterne per ricercatore Fattore di amplificazione ,0 227,7 72,7 1, valori in migliaia di euro 3

8 Prodotti della ricerca anno Articolo su rivista Capitolo di libro Libro Brevetto Risultato di Progetto, composizione, valutazione disegno e design applicativa Performance, mostra ed esposizione Manufatto ed opera d'arte Elenco prodotti scientifici indicati dall Istituto per la valutazione del CIVR ARTICOLI NON ISI FERRERO A., SUDIRO L., LIPIEC J.2, NOSALEWICZ A:2 Effects of increasing compaction levels on the efficiency of nitrogen topdressing of grasses Advance in Geoecology Brambilla G. 1, Carletti E. 2, Pedrielli F. 3 Perspective of the sound quality approach applied to noise control in earth moving machines International Journal of Acoustics and Vibration Miccoli G. Una panoramica sullo stato dell'arte delle vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio e al corpo intero Rivista Italiana di Acustica (RIA) BREVETTI STANZIAL D., BONSI D., SCHIFFRER G. Apparecchiatura per l'acquisizione e misura dei dati e metadati della quadrifonia acustica e relativo procedimento ARTICOLI IN ATTI DI CONV. Carletti E. 1, Pedrielli F. 2 The ageing effect on the acoustic performance of earmuffs: an investigation involving the forestry compartment "ICSV10", Stoccolma Belforte G 1., Deboli R. 2, Gay P. 3, Giglio A. 4 Design and experimentation of robots for structured greenhouses "30th CIOSTA-CIGR Congress. Management and tecnology applications to empower agriculture and agro-food system", Torino Martelli M. 1, Paoluzzi R. 2, Zarotti G.L. 3 The front suspension of agricultural tractors "14th International Conference of the International Society of Terrain-Vehicle Systems", Vicksburg, MS (USA)

9 M. Borghi 1, C. Bussi 2, M. Milani 3, R. Paoluzzi 4 Reliability of Fluid Cavitation Analysis by Means of an Equivalent Fluid Characteristics Modelling "6th Scandinavian International Conference on Fluid Power", Linkoeping (S) RAPPORTI Delmastro R., Sudiro L., Ricci F. Nuova proposta per progetto di norma: Macchine agricole - Agevolatrici raccolta frutta. Sicurezza Benvegnù G. N., Delmastro R. Osservazioni sulla norma UNI EN 745 e proposte sul metodo di verifica delle lame Delmastro R., Pirola D. Adeguamento Delmastro R. Osservazioni sullanorma UNI EN 704. Documento di lavoro Delmastro R. Testo integrato D.Lgs. 626/94 di attuazione delle Direttive: 89/391/CEE, 89/654/CEE, 89/655/CEE, 89/656/CEE, 90/269/CEE, 90/270/CEE, 90/394/CEE, 90/679/CEE, 93/88/CEE, 97/42/CE, 99/38/CE Delmastro R., Galdi M. ISO/TC 23 SC 7 - ISO/FDIS :2003(E) Delmastro R. Osservazioni sul progetto di norma pr EN Delmastro R., Paoluzzi R. Criterio di analisi delle condizioni di impiego in sicurezza delle macchine per movimentazione di attrezzature di lavoro tipo Delmastro R., Sudiro L., Ricci F. Nuovo progetto di norma. Macchine agricole - Carri semoventi per la raccolta frutta. Sicurezza Delmastro R., Nebbia G., Nasorri V. Osservazioni sulla norma ISO/DIS Documento di lavoro ISO/TC 23 SC 7 WG 2 Lisa Laura, Parena S., Lisa L., Bovio M., Mannini F. Confronto varietale e forme d'allevamento nel Monferrato settentrionale. Risultati ottenuti nel periodo Ferrero A., Parena S., Lisa Laura, Lisa L. Erosione del suolo: confronto tra inerbimento e diverse modalità di lavorazione del terreno. Relazione sull'attività svolta nel 2002 Ferrero A., Parena S., Lisa L. Confronto tra processi manuali e meccanici nelle operazioni colturali del vigneto. Relazione sull'attività svolta nel

10 Delmastro R., Galdi M. ISO/TC 23 SC4 - ISO/FDIS /2:2003(E) Delmastro R. Linea guida ENAMA. Spaccalegna Delmastro R., Rossignolo L., Ricci F. Nuova proposta per progetto di norma: Macchine agricole e forestali - Irroratrici a polverizzazione pneumatica portate a spalla con motore a combustione interna. Sicurezza Lisa L., Lisa Anna Impianto di specie arboree da legno di pregio a Vezzolano. Sviluppo delle piante nel 2002 Delmastro R., Marchese M. Proposta di linea guida per l'adeguamento di macchine usate: Carri desilatori-miscelatori Ferrero A., Lipiec J. Effects of land management on soil physical conditions and spatial distribution of strength Lisa L., Spanna F. Indici meteorologici idonei per la viticoltura. Analisi dei dati rilevati a Vezzolano dal 1964 al 2002 Malaguti F. Report meeting di Parigi dell'iso/tc 127/WG 2 per Commissione CUNA "Macchine Movimento Terra" De Luca P., Busatti A. Verifiche di strutture di protezione ROPS per macchine movimento terra De Luca P., Busatti A., Verifiche di strutture di protezione FOPS per macchine movimento terra R. Paoluzzi Non-linear F.E.M. Analysis of Fiat-Kobelco Crawler Excavator Cab Cavallo E., Paletto G. Verifica strumentale delle prestazioni di trattrici agricole Cavallo E., Paletto G. Verifica strumentale di strutture di protezione del posto di guida di trattrici agricole Cavallo E., Paletto G. Verifica di requisiti costruttivi e funzionali di trattrici agricole Cavallo E., Paletto G. Verifica strumentale di componenti di trattrici agricole Deboli R., Carlone D., Perin G., Pezzuto P., Sudiro L. Verifica delle prestazioni vibrazionali dei sedili per veicoli fuoristrada 6

11 Deboli R., Paletto G. verifica del livello di rumorosità emessa da macchine agricole e nei luoghi di lavoro Delmastro R. I requisiti di sicurezza delle macchine agricole Delmastro R. L'uso in sicurezza delle macchine agricole Delmastro R. La sicurezza delle macchine agricole. Parte generale Delmastro R. Norme di circolazione stradale. Sintesi per operatori agricoli ed agro-meccanici Delmastro R. Sicurezza delle macchine agricole. L'uso ed i requisiti Delmastro R. Sicurezza delle macchine agricole. L'uso ed i requisiti Delmastro R. Sicurezza delle macchine agricole. L'uso ed i requisiti Delmastro R., Sudiro L. Sicuri di essere sicuri. Foraggicoltura Delmastro R., Sudiro L. Sicuri di essere sicuri. Risicoltura Delmastro R. I requisiti di sicurezza delle macchine agricole RISULTATI PROGETTUALI ISTITUTI Malaguti F. Sensore di forza e inerazione ambientale per macchine da cantiere e agricole automatiche e non M.Ruggeri 1, M.Lugli 2 Progetto e realizzazione di scheda elettronica di controllo di trasmissione idrostatica per macchine movimento terra e agricole RISULTATI DI VALUTAZIONE APPLICATIVA CAVALLO E., ALBERTIN IVAN Sistema informativo per la gestione del comparto suinicolo 7

12 Elenco dei Contratti Contratti attivi CREDITORI E DEBITORI DIVERSI CLIENTI DIVERSI-ANALISI E VERIFICHE RISCHI-RAPPORTI DI PROVE E VENDITA DI PRODOTTI CREDITORI DIVERSI VERIFICHE,PROVE E REDAZIONE CERTIFICATI CLIENTI DIVERSI - RAPPORTI TECNICI DI VERIFICHE E PROVE TERRE DEI SANTI Società Cooperativa Agricola Cantina Sociale del Freisa saldo UVA 2002 CONFERIMENTO UVE VENDEMMIA ACC. CNH ITALIA S.P.A. CAVALLO C/TERZI CNH ITALIA S.P.A. VERIFICA E PROVE DI CERTIFICAZIONE SU TRATTRICI (CAVALLO) COBO S.P.A. DIVISIONE MT C.O.B.O. S.P.A Divisione MT "SPERIMENTAZIONE SULLA FUNZIONALITA' DI PROTOTIPI DI SEDILI DESTINATI A VEICOLI INDUSTR. E MACCHINE AGRICOLE" ISPESL ISTITUTO SUPERIORE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA DEL LAVORO UNITA' FUNZIONALE I CONTR. B/39/DIL/00 "STUDIO DELLA EFFICACIA SMORZANTE DEI TAMPONI DI FINE CORSA DEI SEDILI PER VEICOLI INDUSTRIALI" CONTRIBUTO ISPESL UNACOMA SERVICE S.R.L. CONTRATTO UNACOMA FATT. 2 UNACOMA SERVICE SRL/ CONTRATTO UNACOMA SERVICE / I TRANCHE CONTRATTO 2004/2005 UNIVERSITA' POLITECNICA DELLE MARCHE - DIPARTIMENTO DI SCIENZE DEL MARE UNIV. ANCONA - Anticipo Progetto VIB-TOOL SAME DEUTZ -FAHR ITALIA S.P.A. CAVALLO C/TERZI SAME DEUTZ-FAHR ITALIA S.P.A. WALVOIL S.p.A. sviluppo DI METODOLOGIE DI QUALIFICAZIONE E APPARECCHIATURE DI PROVA PER DISTRIBUTORI LOAD-SENSING ANTI-SATURAZIONE, ANCHE CON ELETTRONICA INTEGRATA COMER INDUSTRIES S.p.a. COMER: PROGETTAZ. E INSTALLAZ. DISPOSIT. SICUREZZA SU CARRO DESILATORE/MISCELATORE- PROVE FUNZIONALI E ASSIST. AZIEND. X SVILUPPO NUOVA TECNOLOGIA 8

13 REGIONE PIEMONTE ASS.TO ALLA SANITA' FATT. 30 REGIONE PIEMONTE PEDRO ROQUET S.A. RATA PROHIPP GALTECH S.p.A. CARATTERIZZAZIONE ACUSTICA DI UNA SERIE DI POMPE AD INGRANAGGI HP HYDRAULIC S.p.A. HP HYDRAULIC SPA/ CONTRATTO CONSULENZA COMUNE DI CASTELNUOVO DON BOSCO COMUNE DI CASTELNUOVO DON BOSCO:CONVENZIONE-AGGIORNAMENTO ARCHIVIO VIGNETI ARON S.p.a. VALUTAZIONE PREDITTIVA DEL VALORE DELLE FORZE DI FLUSSO ASSIALI STAZIONARIE IN VALVOLE DIREZIONALI MEDIANTE ANALISI CFD Contratti passivi COPMA SOC. COOP. A R. L. COPMA/SERVIZIO DI PULIZIA COPMA / SERVIZIO PULIZIA ANNO 2004 COPMA/PULIZIA GENN-FEBB-MARZO-APR-MAGG-GIU-LUG-AGO-SETT COOPSER Soc. Coop. a r.l. CARRELLO ELEVATORE ENGINSOFT S.p.A. ENGIN SOFT TRADING/LICENZA FRONTIER PAUTASSO F.LLI SNC LAVORI C/O OFF. TORINO E RINGHIERA PRATOFIORITO OPEN 1 FORNITURA HARDWARE BRUEL & KJAER ITALIA SRL BRUEL & KJAER ITALIA SRL/ANALIZZATORE PULSE 9 CANALI (PARTE B) BRUEL & KJAER ITALIA SRL/ANALIZZATORE PULSE 9 CANALI HARDWARE(PARTE A) EBSCO WORLDWIDE INC. USA Abbonamento riviste 2003 EBSCO INTERNATIONAL, INC. - USA c/o rappresentante IVA in Italia SERAM Srl EBSCO - RIVISTE ANNO PARTE A Abb. riviste Parte A 9

14 GHIGGIA INGEGNERIA D'IMPIANTI SRL Obbligazione per documento amministrativo passivo BASSI ELIO CONTRATTO BASSI PEYRANI TRASLOCO SIGMA Montaggi Elettrici SIGMA I E II TRANCHE LAVORI IMPIANTO ELETTRICO TO (CAPITOLO ) SIGMA/LAVORI TO PARTE /2002/C SIGMA/III TRANCHE LAVORI IMPIANTO ELETTRICO TO SU /2002 SIGMA/CHIUSURA LAVORI TORINO (211003) BOSCO OSCAR Impresa Edile BOSCO/ I TRANCHE LAVORI BOSCO/II TRANCHE LAVORI TO CAP PROV /2002 A.S.Q. - SIXTEMA S.R.L. A.S.Q. - SIXTEMA SRL/PROGETTO ISPESL IEC Industrial Engineering Consultants SRL IEC/ISPESL NOVEL GMBH SOFTWARE NOVEL 10

15 Elenco delle principali attrezzature scientifiche - Analizzatore di rete CAN - Banco prova attacchi cinture di sicurezza - Banco prova motori - Banco prova per divisori di flusso e valvole - Banco prova potenza idraulica - Banco prova sollevatore idraulico - Banco prova strutture di protezione - Catena di misura del vettore intensità - Centrale di potenza oleodinamica da 175 kw - Macchina di carico per prove ROPS - Sistema di acquisizione in tempo reale a nove canali - Veicolo dinamometrico Istituti con i quali si collabora Istituti CNR esecutori di moduli di attività di commessa coordinata dall Istituto Istituti CNR coordinatori di commesse di cui l Istituto è esecutore di moduli di attività 11

16 Commesse 2005: Piano annuale 2005 Sistemi intelligenti in dispositivi di mezzi mobili Temi Tematiche di ricerca: Indagine sulle piattaforme tecnologiche potenzialmente trasferibili o adattabili Studio delle strategie di controllo per i sistemi autonomi mobili e dei relativi vincoli Interazione di sistemi di posizionamento avanzati con le funzioni proprie delle macchine operatrici Avanzamento della costruzione di una cella robotizzata per serre quale dimostratore per un settore di applicazione specifico. Stato dell'arte: Limportanza dei sistemi intelligenti autonomi per il lavoro delle macchine operatrici (agricole e movimento terra) è legata alla possibilità di sostenere levoluzione dei settori in direzione di obiettivi di incremento della sicurezza e della affidabilità del lavoro attraverso lincremento della capacità decisionale del mezzo stesso. In questo ambito rientra il tema di grande interesse della agricoltura di precisione. Azioni Attività in corso: Studio delle catene cinematiche delle macchine operatrici per supportare lo studio di architetture di controllo autonome a livello distribuito Avvio della costruzione del prototipo di una cella robotizzata per serre con controllo del movimento e sistema di visione autonomo. Azioni da svolgere e punti critici: Costi abbastanza consistenti necessari per la realizzazione (in prospettiva) di prototipi in scala Presenza di un contesto internazionale altamente competitivo Relativa incertezza sulla disponibilità attuale del contesto produttivo nazionale ad investire su prodotti di tecnologia avanzata. Collaborazioni e committenti: In vista del raggiungimento dei risultati attesi saranno auspicabili collaborazioni con aziende e partner esterni (non solo per lo scambio di informazioni ma per leventuale candidatura a proposte di progetto congiunte), oltre che con listituto ISSIA del Dipartimento. Proseguiranno inoltre le collaborazioni con luniversità e il Politecnico di Torino per lo sviluppo della cella robotizzata. Finalità Obiettivi: Sviluppo di architetture di controllo hardware e software che integrino sensori di vario tipo allo scopo di soprintendere la guida dei mezzi mobili e lo svolgimento di funzioni di supervisione e controllo ad alto livello per assistere o sostituire lintervento delloperatore Realizzazione di dimostratori parziali per ambiti di applicazione specifici. 12

17 Risultati attesi nell'anno: ISTITUTI Studi di fattibilità su macchine e sistemi di controllo per ambienti convenzionali e non convenzionali Caratteristiche particolare delle architetture software per il controllo della trasmissione di potenza per via fluida Progetti di massima per mobilità e lavorazioni autonome - Cella robotizzata per serra (prototipo/dimostratore): stato di avanzamento intermedio della costruzione in funzione anche della disponibilità dei partner coinvolti. Potenziale impiego: - per processi produttivi - per risposte a bisogni individuali e collettivi Sistemi di misura per l'ergonomia di mezzi mobili Temi Tematiche di ricerca: Condurre una serie di prove comparative dedicate allo scopo di paragonare in senso relativo i risultati rispetto alle sonde tradizionali e definire in senso assoluto le caratteristiche di precisione per gli scopi di interesse Definizione delle specifiche del dosimetro vibrazionale che tengano conto sia delle elaborazioni richieste che dei problemi complementari associati (quali lidentificazione antropometrica delloperatore e la gestione dei dati). Stato dell'arte: La crescente attenzione rivolta ai problemi dellergonomia (diretta e indiretta) in riferimento agli operatori delle macchine agricole e movimento terra ha portato allo sviluppo di una normativa sempre più articolata e specifica. La normativa ha prodotto a sua volta la necessità di verificare le condizioni di accettabilità attraverso la misura di parametri fisici e meccanici tra cui in particolare il rumore e le vibrazioni. Azioni Attività in corso: Rilievo delle emissioni acustiche di sorgenti complesse per mezzo della tecnica intensimetrica ai fini della valutazione della potenza totale o della mappatura vegliata della sorgente Misura di vibrazioni di vario tipo dovute a sollecitazioni di lavoro effettive o simulate. Azioni da svolgere e punti critici: Per quanto riguarda la sonda intensimetrica i punti critici sono due. la possibilità di uso senza la necessità di un acquisto piuttosto oneroso, e la compatibilità dei segnali della sonda con le apparecchiature disponibili. Per quanto riguarda il dosimetro vibrazionale il punto critico di fattibilità è nel raggiungimento di una soddisfacente facilità di impiego. Collaborazioni e committenti: Per quanto riguarda la sonda intensimetrica è da prevedere la collaborazione con la Scuola S. Giorgio di Venezia (presso la quale, nellambito del Progetto Europeo Racine, è stato sviluppato il principio dello strumento). Per quanto riguarda il dosimetro vibrazionale è da prevedere la 13

18 collaborazione con alcune aziende del settore (macchine agricole o movimento terra) oltre che con listituto IMGC del Dipartimento. Finalità Obiettivi: Verificare la possibilità di applicare sonde di intensità acustica a tre direzioni basate sul principio dellanemometria a filo caldo (con ingombro assai inferiore rispetto alle sonde equivalenti di tipo tradizionale) per la misura del rumore globale o locale Sviluppo di un misuratore personalizzato ad accumulo delle vibrazioni (compatibile con la normativa in corso di adozione) a cui è soggetto un operatore di macchine agricole e movimento terra (definibile per estensione dosimetro). Risultati attesi nell'anno: Conferma della possibilità di impiego di sonde intensimetriche compatte per la misura (anche automatizzata) di sorgenti complesse (componenti o macchine intere): la fase esplorativa è prevista per lanno 2005 Disponibilità di un dosimetro vibrazionale portatile per operatori di macchine che serva anche da riferimento per eventuali prodotti commerciali: la definizione delle specifiche e la verifica del rapporto costo/prestazioni dei componenti è prevista per lanno Potenziale impiego: - per processi produttivi - per risposte a bisogni individuali e collettivi Prototipi e tecniche di lavoro meccanizzato Temi Tematiche di ricerca: Prestazioni di trattrici agricole e di loro sottosistemi Impiego di combustibili alternativi per motori diesel - Sviluppo della normativa di sicurezza delle macchine agricole e loro adeguamento Partecipazione al progetto europeo del VI PQ VIBTOOL - Caratteristiche di smorzamento di sedili - Studio del terreno e delle sue proprietà Accordi con gli Enti locali (Regione Piemonte, Comune di Castelnuovo, Provincia di Asti, Comunità Collinare) e con la Cantina Sociale di Castelnuovo. Stato dell'arte: Il tema della sicurezza e delle prestazioni delle macchine agricole sta ottenendo un riconoscimento sempre più ampio a tutti i livelli. Il sistema agricolo nazionale si colloca in un contesto orientato al miglioramento della qualità della produzione. Lincremento di valore aggiunto è conseguibile anche con la razionalizzazione dei sistemi di produzione al fine di fornire, specie in aree collinari e montane, produzioni di qualità, protezione idrogeologica e funzione paesaggistica. Azioni Attività in corso: Rilievo delle prestazioni di trattrici agricole e di loro parti Sviluppo della normativa di sicurezza delle macchine agricole Verifica dei requisiti di sicurezza e di adeguamento di macchine agricole - Partecipazione al progetto europeo del VI PQ VIBTOOL - Misura delle caratteristiche di smorzamento 14

19 di sedili - Effetti dellintroduzione di macchine innovative per accrescere le prestazioni e rendere limpiego compatibile con lecosistema - Conduzione dellazienda agricola di Vezzolano. Azioni da svolgere e punti critici: Possibilità economica di mantenere a un livello competitivo le attrezzature Difficoltà di pianificare i finanziamenti esterni per il loro migliore sfruttamento - Il numero delle aziende direttamente o potenzialmente interessate ai problemi della sicurezza è molto elevato e risulta difficile gestirne le priorità Aumentare la capacità di attrazione di iniziative dellazienda di Vezzolano - Residui dellanno 2004 derivati dai dati del CIR (come da comunicazione scritta). Collaborazioni e committenti: Supporto di diverse aziende (CNH, SAME e altri costruttori di trattrici, costruttori di sedili, Comer, Cobo). Interazione con organismi di certificazione (ENAMA, CETIM, UNI, CUNA, ISO), Associazioni di categoria (UNACOMA, COMAMOTER, ARPROMA), Enti pubblici e locali (ISPESL, ASL, Ministeri, Regione Piemonte, Provincie e Comuni), Istituti di ricerca (ISMA, ENEA, Tenuta Cannona). Collaborazione scientifica con listituto di Agrofisica dellaccademia delle Scienze Polacca. Finalità Obiettivi: Sviluppo delle tecniche e metodologie di rilievo delle prestazioni delle trattrici agricole e dei loro sottosistemi Partecipazione allelaborazione e allaggiornamento di norme specifiche Impiego della ridotta lavorazione e dellinerbimento dei vigneti con elevata pendenza trasversale per contenere lerosione e accrescere laccessibilità Studio della resistenza alla penetrazione del terreno in terreni declivi per applicare lagricoltura di precisione. Risultati attesi nell'anno: Trattrici agricole (rilievo delle prestazioni) - Motori diesel con combustibili alternativi (sperimentazioni) - Interazione vibrazionale dei comandi su mano e braccio - Sedili per macchine operatrici (risposta alle vibrazioni) Verifiche di sicurezza delle macchine agricole (soluzioni individuali e di gamma) Falciatrici e bracci decespugliatori (metodi di prova) - Lavorazioni in vigneto (rilievi sperimentali) Raccolta e gestione di dati di bacino Rinnovo e nuovo impianto di colture. Potenziale impiego: - per processi produttivi - per risposte a bisogni individuali e collettivi Controlli e simulatori di mezzi mobili e loro sottosistemi Temi Tematiche di ricerca: Stadi di avanzamento di controlli digitali per componenti e macchine - Prosecuzione del progetto europeo IP PROHIPP Simulatori per componenti oleodinamici Progetto MECTRON per un Laboratorio di oleodinamica - Simulazione accoppiata acustica e vibratoria di sottosistemi Impiego dellintensità acustica per misurare lemissione sonora di componenti oleodinamici Misura e 15

20 certificazione dellemissione acustica di mmt Progetto LAV per un Laboratorio di Acustica e Vibrazioni. Stato dell'arte: Lo sviluppo e linnovazione delle macchine operatrici è caratterizzato dalla integrazione di componenti meccanici ed elettronici per il controllo del funzionamento delle macchine e lottimizzazione complessiva delle loro prestazioni. Il successo dellintegrazione è legato allo sfruttamento di competenze incrociate e sinergiche che comprendano anche gli aspetti legati al rumore e alle vibrazioni. Questi ultimi risentono del nuovo quadro normativo (nazionale e internazionale) in sviluppo. Azioni Attività in corso: Controlli digitali per componenti oleodinamici e centrali di supervisione di macchine con tecnologia CAN bus - Avvio del progetto europeo IP PROHIPP Messa a punto di simulatori per componenti oleodinamici Controllo decentrato di un braccio articolato Simulazione accoppiata acustica e vibratoria di sottosistemi Emissione sonora di componenti oleodinamici Misura e certificazione dellemissione acustica di mmt Verifica delle strutture di protezione ROPS e FOPS di mmt. Azioni da svolgere e punti critici: Essendo le attività sostenute dalla collaborazione di Tesisti e Assegnisti di Ricerca, un punto critico è nella scarsa disponibilità di spazi adeguati al lavoro individuale e di gruppo Carenza di operatori tecnici per attrezzature specializzate e banchi prova - Residui dellanno 2004 derivati dai dati del CIR (come da comunicazione scritta). Collaborazioni e committenti: Il raggiungimento dei risultati è reso possibile dal supporto finanziario di diverse aziende (Fiori, Casappa, Walvoil, Sauer, Galtec, costruttori di macchine) e del Consorzio REI (Reggio Emilia Innovazione). La ditta HP Hydraulic mette inoltre a disposizione un persona presso listituto. Collaborazioni sono inoltre attive con luniversità e il Politecnico di Torino, e con luniversità di Ferrara in forma di partecipazione congiunta al progetto regionale LAV. Finalità Obiettivi: Realizzazione di dimostratori che accelerino la transizione delle macchine operatrici (e in particolare dei sottosistemi di potenza) verso la fattibilità reale e lo sfruttamento ottimale della meccatronica Integrazione delle competenze di meccanica avanzata e di elettronica digitale - Metodi per il rilievo e la caratterizzazione del rumore e delle vibrazioni di componenti e sottosistemi Metodi di contenimento del rumore e delle vibrazioni (anche per loperatore e lambiente). Risultati attesi nell'anno: Controllo per trasmissioni idrostatiche e pompe (scheda e software dedicato) Gestione di betoniera semovente Braccio robotizzato (dimostratore) Distributori oleodinamici antisaturazione Progetto fluidodinamica di martinetti (modelli di simulazione) - Strutture di protezione di mmt - Attività di formazione - Intensità acustica (potenza sonora di sorgenti complesse) Controllo attivo del rumore (dimostratore software) Cabina sospesa (modellazione con software avanzato). 16

21 Potenziale impiego: - per processi produttivi - per risposte a bisogni individuali e collettivi 17

22 Preconsuntivo 2005 Sistemi intelligenti in dispositivi di mezzi mobili Aggiornamento commento sui punti critici I punti critici previsti in riferimento all automazione delle macchine hanno trovato temporanea conferma sotto due punti di vista tra loro legati: (a) la difficoltà di ottenere sostegni finanziari a progetti potenzialmente costosi; (b) l apparentemente scarsa sensibilità dell ambiente produttivo nazionale a questi temi di sviluppo e innovazione. Per quanto riguarda la cella robotizzata il punto critico parziale è l incertezza sulla possibilità di ottenere finanziamenti esterni (peraltro importanti essendo in una fase realizzativa). Collaborazioni Sono state confermate le collaborazioni con l Università e il Politecnico di Torino per lo sviluppo della cella robotizzata, il cui stato di avanzamento non ha ancora permesso di verificare le possibilità di collaborazione con l Istituto ISSIA. Una serie di collaborazioni temporanee si sono realizzate in connessione con il Simposio ISAR Commento su eventuali scostamenti Il risultato (2) non era atteso ma è emerso come conseguenza del Simposio ISARC. Confronto tra risultati attesi e risultati conseguiti (1) Organizzazione del Simposio internazionale ISARC 2005 a Ferrara sugli sviluppi dell automazione delle macchine (e temi connessi alla loro gestione) in collaborazione con l Università di Ferrara e Quasco atteso; (2) Costituzione di un gruppo di interesse permanente sull automazione delle macchine non atteso; (3) Rapporto sui materiali fondativi dell analisi dinamica di bracci controllati fino a quattro gradi di libertà - atteso; (4) Prototipo/dimostratore di cella robotizzata per lavori in serra (realizzazione del controllo elettronico dei quattro gradi di libertà del movimento) atteso. Controlli e simulatori di mezzi mobili e loro sottosistemi Aggiornamento commento sui punti critici Nel corso del 2005 hanno trovato conferma i seguenti punti critici: (a) la difficoltà di gestire in modo flessibile gli ambienti di lavoro necessari allo svolgimento della collaborazione da parte di giovani che (in numero variabile ma tendenzialmente crescente) partecipano alle attività quali tesisti, assegnisti di ricerca o altro; (b) la mancanza di tecnici giovani che possano maturare l esperienza e la professionalità necessaria per sostenere adeguatamente le attività sperimentali che (specialmente nel corso del 2005) hanno trovato forti stimoli specie da parte di partner aziendali; (c) le attività di ricerca connesse a progetti finanziati da agenzie pubbliche scontano ritardi organizzavi ed economici dovuti alle incertezze sui tempi di valutazione dei progetti, ritardi nel loro avvio e problemi nella previsione degli effettivi flussi finanziari. Collaborazioni Le collaborazioni con aziende ed enti esterni si sono sviluppate di massima come previsto, anche se in alcuni casi con qualche slittamento temporale dovuto a problemi di procedure (in particolare la formazione della ATS con capofila il Consorzio REI di Reggio Emilia per la costituzione del 18

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Sistem Elettrica Due Automazioni industriali

Sistem Elettrica Due Automazioni industriali Sistemi di collaudo Sistem Elettrica Due Automazioni industriali Un Gruppo che offre risposte mirate per tutti i vostri obiettivi di produzione automatizzata e di collaudo ESPERIENZA, RICERCA, INNOVAZIONE

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Roma, 14 aprile 2015 Convegno "Piano di azione nazionale per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari: coordinamento, ricerca e innovazione"

Roma, 14 aprile 2015 Convegno Piano di azione nazionale per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari: coordinamento, ricerca e innovazione Roma, 14 aprile 2015 Convegno "Piano di azione nazionale per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari: coordinamento, ricerca e innovazione" Attività del CRA-ING 1. Ricerca: sistemi per la determinazione

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia L indirizzo Meccanica, meccatronica ed energia ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale,

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO 1. Direttiva 66/401/CEE: commercializzazione sementi di piante foraggere 2. Direttiva 66/402/CEE: commercializzazione di sementi di cereali 3. Direttiva

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE AMBIENTE LAVORO 15 Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BOLOGNA - QUARTIERE FIERISTICO 22-24 ottobre 2014 Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti

Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Linee guida per la compilazione della SUA-RD da parte di docenti, ricercatori, dottorandi e assegnisti Versione 1.1 2 dicembre 2014 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Cosa devono fare docenti, ricercatori,

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg PC 15R-8 PC15R-8 PC15R-8 M INIESCAVATRE PTENZA NETTA SAE J149 11,4 kw - 15, HP PES PERATIV Da 1.575 kg a 1.775 kg M INIESCAVATRE LA TECNLGIA PRENDE FRMA Frutto della tecnologia e dell esperienza KMATSU,

Dettagli

Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS

Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS Progetto I-Bus Telecontrollo Bus Turistici e pagamento elettronico dei permessi Sintesi Roma Servizi per la mobilità ha messo a punto un sistema di controllo

Dettagli

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it La revisione delle macchine agricole immatricolate Mario Fargnoli Giornata di Studio www.politicheagricole.it Sicurezza del lavoro in agricoltura e nella circolazione stradale tra obblighi di legge ed

Dettagli

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013 Consultazione Pubblica per l istituzione dell Anagrafe Nazionale Nominativa dei Professori e dei Ricercatori e delle Pubblicazioni Scientifiche (ANPRePS) Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Proposta di un set di indicatori per valutare i risultati del PAN

Proposta di un set di indicatori per valutare i risultati del PAN Proposta di un set di indicatori per valutare i risultati del PAN Alessandra Galosi - Stefano Lucci Luca Segazzi ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale 1.Premessa 2. L attività

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale.

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. L analisi modale è un approccio molto efficace al comportamento dinamico delle strutture, alla verifica di modelli di calcolo

Dettagli

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Affidati al monitoraggio di ADAPT e Repubblica degli Stagisti ben 3mila racconti: il problema principale sono i lunghi

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE Ing Giuseppe Magro Presidente Nazionale IAIA 1 Italia 2 La Valutazione Ambientale Strategica

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE FOCUS TECNICO IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE DETRAZIONI FISCALI SUDDIVISIONE PIÙ EQUA DELLE SPESE RISPARMIO IN BOLLETTA MINOR CONSUMO GLOBALE DI TUTTO IL CONDOMINIO COSTO

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza)

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Allegato 2 Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Sono molto frequenti le situazioni in cui l obbligo di effettuare valutazioni ambientali

Dettagli

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840 Assessorat des Ouvrages Publics de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Premessa Le fondamentali indicazioni riportate

Dettagli

Se son rose, fioriranno rosse

Se son rose, fioriranno rosse VISTI IN CANTIERE demolizione Se son rose, fioriranno rosse È iniziata la demolizione di un grande complesso industriale sito in Toscana da parte di Armofer. All opera il Volvo EC700B LC Maurizio Quaranta

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI Dalla tecnica PSInSAR al nuovo algoritmo SqueeSAR : Principi, approfondimenti e applicazioni 30 Novembre - 1 Dicembre 2010 Milano Il corso è accreditato

Dettagli

FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto. Carrelli industriali

FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto. Carrelli industriali FEM-IT-T/N863 FEDERATION EUROPEENNE DE LA MANUTENTION Gruppo di prodotto Carrelli industriali FEM Breve guida all identificazione dei carrelli industriali non conformi 05.2012 (I) - marcatura macchina,

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI

STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI STRUMENTAZIONE INNOVATIVA E NUOVE METODOLOGIE PER LA VALUTAZIONE DELL ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTROMAGNETICI Gaetano Licitra, Fabio Francia Italia - Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

GRUPPO. Sicurezza per scelta

GRUPPO. Sicurezza per scelta Ge.Ma. Sicurezza per scelta Ge. Ma. la Qualità e la Sicurezza sono valori che costruiamo insieme a te GE.MA. company profile UN OCCHIO APERTO SUL FUTURO UNA REALTÀ DINAMICA, UN MODELLO EVOLUTO DI CONSULENZA

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA ATTIVITÀ 74.90.21 CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO ATTIVITÀ 74.90.92 ATTIVITÀ RIGUARDANTI

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

PROFILO AZIENDALE. Dal 1995 Lips Vago conferisce l incarico in esclusiva anche per la regione Marche.

PROFILO AZIENDALE. Dal 1995 Lips Vago conferisce l incarico in esclusiva anche per la regione Marche. ARCAE s.a.s. di Galli Patrizio & C. - Viale A. Silvani, 10/G - 40122 BOLOGNA Tel. 051 55 44 50 - Fax 051 52 02 54 E - mail: info@arcae.it - Internet: www.arcae.it Partita IVA: 04169300375 - C.C.I.A.A.

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

ogni giorno in prima linea

ogni giorno in prima linea Servizio itosanitario Emilia-Romagna ogni giorno in prima linea proteggere le coltivazioni, le alberature, i parchi e le aree verdi dell'emilia-romagna da organismi nocivi fornire un supporto specialistico

Dettagli

Salute e Sicurezza sul luogo di lavoro Valori limite di Rumore e Vibrazioni

Salute e Sicurezza sul luogo di lavoro Valori limite di Rumore e Vibrazioni Valori limite di Rumore e Vibrazioni Le Norme UE Protezione sul Lavoro entrano nel diritto tedesco Crescita del livello di Sicurezza e di tutela della Salute sul luogo di lavoro Le Norme relative alla

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli