ANZIANI e INTERNET: una relazione in via di sviluppo Dott. P. B. DONZELLI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANZIANI e INTERNET: una relazione in via di sviluppo Dott. P. B. DONZELLI"

Transcript

1 ANZIANI e INTERNET: una relazione in via di sviluppo Dott. P. B. DONZELLI Livello di soddisfazione per i rapporti sociali ( intendendo per sociali i rapporti con il mondo esterno in genere ). Abbiamo considerato i tre livelli: - alto ( composto da anziani pienamente soddisfatti della propria relazione Sociale ) - medio ( formato da anziani mediamente soddisfatti della propria relazione Sociale ) - basso ( composto da anziani insoddisfatti della propria relazione sociale ) Soddisfazione rapporti sociali (%) (%) Anziani pienamente soddisfatti Anziani mediamente soddisfatti Anziani insoddisfatti Maschi Femmine Totale Il livello di soddisfazione per i rapporti sociali risulta fortemente basso. Il 63% degli anziani denuncia una condizione di esclusione e di isolamento sociale. Non si notano grandi differenze tra i sessi. grafico 1 1

2 Frequenza di utilizzo di internet da parte dei navigatori anziani 2% 26% 72% giornalmente settimanalmente mensilmente grafico 2 C o s a r i c e r c a l a n z i a n o i n i n t e r n e t? Informazione e ricerca (servizi sociali, salute, assistenza) 90% Aggiornamento (cultura, politica, economia, borsa e fisco) 70% Lettura (riviste, quotidiani, narrativa contemporanea, storia moderna) Intrattenimento, rispondendo ai propri passatempi 45% 43% Comunicazione (chat, forum) 32% Acquisti (trading on line) Altro 2% 2% grafico 3 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100 % 2

3 Anziani e internet: una relazione in via di sviluppo Internet ha iniziato ad aprirsi alla terza età nel 1984, quando in America Kearsley e Furlong proposero un programma di lavoro per cittadini anziani, che, nel giro di pochi anni, si evolse in un networking program ( programma d interconnessione ) per tutta la nazione chiamato Seniornet. Il fine di tale programma di alfabetizzazione informatica era quello di migliorare la vita delle persone anziane stimolando i loro interessi e consentendo la condivisione delle loro conoscenze in rete ( Mammarella, 1999 ). Da allora, numerose ricerche hanno cercato di chiarire il rapporto esistente tra anziani ed utilizzo di internet. Nel 2000, alcune indagini statunitensi dimostrarono che l 83% dei navigatori ultracinquantenni aveva imparato a navigare in internet autonomamente, aveva utilizzato la rete da almeno un anno e si era collegato con una frequenza superiore alle 8 ore la settimana ( Seniornet, 2000 ). Dal 2000 ad oggi, l'incremento di coloro che utilizzano la rete è aumentato del 47%: attualmente, in America, il 52% delle persone ultracinquantenni possiede un pc in casa ( fonte: US Census ) e il 22% degli over 65 si collega alla rete quotidianamente ( fonte: marketer, 2003 ). I dati, ricavati dalla Pew Internet and American Life Project, confermano che internet non è solo il regno delle giovani generazioni. I sondaggi Mediamatrix, infatti, hanno rilevato come i navigatori anziani, rispetto ai giovani, usano la rete con maggiore frequenza ( basti pensare che circa il 72% fa un uso quotidiano di con amici, utilizzandola mediamente 5 ore la settimana ), stanno on-line più a lungo, visitano più siti, possiedono e usano più spesso la carta di credito. Anche in Italia, negli ultimi anni, si è assistito ad un notevole incremento della navigazione in rete da parte delle persone anziane ( De Brabant F., 1998; Muzzioli L., 2002 ). Questo fenomeno è stato affiancato ad una sempre maggiore presa di coscienza dei bisogni effettivi delle persone che invecchiano. Già dal 1998, la 50 e più Fenacom ( Conf-commercio ), in un indagine riguardante la fisionomia generale della terza età in Italia, aveva individuato la complessità dei bisogni del mondo anziano e i limiti culturali, prima che organizzativi, con cui la moderna società risponde all invecchiamento della propria popolazione. Ne era emersa una figura di soggetto forte, più istruito rispetto al passato, più ricco di tempo, di salute, di denaro, ma anche di curiosità, di voglia di vivere, di confrontarsi con le innovazioni e di dare positività al futuro. Un anziano sempre più consapevole del suo ruolo sociale e, quindi, capace anche di fare emergere una nuova domanda di consumo rispetto alla quale spesso le imprese erano e sono tuttora lente ad adeguarsi. Risulta quindi necessario sfatare il luogo comune del vecchietto che compra solo lo stretto necessario per sopravvivere e non si informa, non si evolve, non segue le trasformazioni della società. Tanto più che numerose ricerche hanno ormai dimostrato il grande bisogno di comunicare e di conoscere delle persone anziane, le difficoltà incontrate per le troppe barriere culturali, il loro desiderio di ricevere ascolto e considerazione ( Vergani, 2000 ), nonchè la loro profonda insoddisfazione dovuta alla condizione di esclusione e di isolamento sociale in cui spesso si trovano a vivere: i risultati di una recente indagine condotta sul territorio nazionale rilevano un tasso di insoddisfazione dei propri rapporti con il mondo esterno pari al 63% del campione di anziani considerato ( grafico 1 ) ( Donzelli P. B. ( a ), 2003 ). E stato parimente dimostrato come non manchi, in terza età, la fiducia nel futuro e una propensione alla progettualità ( Donzelli P. B., 2004 ). L utilizzo di internet, come suggerisce Lawhon, potenzialmente rappresenta, per la persona anziana, non solo un luogo di ritrovo, ma anche un valido strumento di partecipazione alla vita comunitaria, aggiornamento, informazione e condivisione delle proprie conoscenze ( Lawhon, 1996; Mc Mellon C. A., Schiffman L. G., 2002 ). Tuttavia, le persone anziane che si avvicinano per la prima volta al web, se non guidate, incontrano spesso notevoli difficoltà nella navigazione ed esprimono un senso di disorientamento e di smarrimento. Le difficoltà maggiormente riscontrate risultano essere quella di apprendimento ( molte persone anziane non hanno mai utilizzato un computer e, per questo, non ne conoscono le potenzialità ); quella di lettura ( dovuta sia al tipo di carattere, che allo stile, alla dimensione e ai colori utilizzati con cui vengono costruiti la maggior parte dei siti internet ) e la difficoltà di scrittura ( per compromissioni della motricità ). In base a tali difficoltà i corsi di alfabetizzazione informatica per anziani dovrebbero prima di tutto motivare la persona alla navigazione tramite moduli facilmente comprensibili, interattivi ed informativi; inoltre, la costruzione di siti internet dovrebbe, al fine di rendere più agevole la visualizzazione, considerare un aumento della grandezza dei caratteri ed una grafica che tenga conto di una buona coordinazione tra stile e colore ( Coolins, 1996 ); infine, alla difficoltà di scrittura, si può rispondere con ausili di navigazione idonei. 3

4 A c c e s s o e d a c c e s s i b i l i t à Il miglioramento della qualità di vita delle persone che utilizzano la rete è strettamente collegato ai criteri di usabilità secondo cui sono state costruite le nuove tecnologie. Il concetto di usabilità, secondo ISO 9241, definisce la capacità di utilizzo di un dato strumento tecnologico, " l'efficacia, l'efficienza e la soddisfazione, conseguenti alla facile accessibilità, con cui utenti specifici raggiungono specifici obiettivi in una situazione particolare " ( Dix A., Finlay J., Abowd G., Beale R., 1998 ) Risulta quindi necessario fornire le possibilità di facile accesso a tutti gli utenti che si avvicinano alla rete, favorendone l accessibilità. Mentre il concetto di accesso si identifica con la disponibilità di hardware, software ed infrastruttura ed è facilmente raggiungibile, l accessibilità implica un processo di adattamento a seconda dei bisogni dell utente finale, in questo caso l anziano che fruisce i diversi servizi che gli vengono offerti. In altre parole, l accessibilità consiste nel rendere quanto più universale possibile la funzionalità e la fruibilità della tecnologia adattandola alle esigenze di colui che la utilizza. Sempre più frequentemente la costruzione dei siti web viene affidata a giovani designer che non considerano la possibilità di accesso di utenti che abbiano problemi a carattere visivo, motorio o anche semplicemente conoscitivo del web. Le persone anziane, per esempio, incontrano spesso difficoltà relative alla mancanza di vista, all imprecisione dei movimenti e alla perdita di memoria. Inoltre molti anziani hanno lasciato il mondo del lavoro senza mai aver usato il computer. Numerose ricerche dimostrano come, rispetto ai navigatori di età compresa tra i 21 ed i 55 anni, i navigatori ultrasessantenni tendono a commettere più errori e impiegano più tempo quando viene loro assegnato un compito da risolvere in Rete ( Nielsen Norman Group, 2002 ). In particolare, gli anziani hanno una percentuale di successo nel completamento di quanto loro assegnato del 52,9% rispetto al 78,2% dell'altro gruppo di età. Anche il tempo è un fattore discriminante: il gruppo anziani impiega in media 12 minuti e 33 secondi contro i 7 minuti e 14 secondi necessari all'altro gruppo per fare la stessa operazione. Per quanto riguarda gli errori, infine, gli anziani ne fanno 4,6 errori per ogni compito assegnato rispetto a 0,6 errori dell'altro gruppo. Considerando tali differenze, il World Wide Web Consortium, W3C, ha promosso la WAI: Web Accessibility Initiative. Tale iniziativa mira ad individuare e suggerire criteri di realizzazione dei siti web tali da permettere la fruizione delle informazioni, in essi contenute, indipendentemente dalle disabilità eventualmente presenti nel soggetto. Tenere presenti le direttive WAI consente di promuovere l accessibilità dei servizi multimediali. La WAI propone di creare i siti internet associando sia componenti testuali che non testuali ( come grafici, immagini e animazioni ), in modo da inserire la ridondanza di informazione promuovendone la presentazione simultanea. Si dovrebbero evitare, inoltre, cambiamenti improvvisi di colore, il refresh automatico, i colori troppo tenui, i caratteri troppo piccoli, le animazioni troppo veloci. Ogni pagina dovrebbe, poi, essere presentata come sintesi vocale, braille, e testo. Tale sincronia sensoriale ( udito per la sintesi vocale, tatto per il braille, vista per la versione testuale ) favorirebbe l accessibilità a diverse categorie di disabilità. Tanto il testo quanto le immagini dovrebbero, quindi, parlare la stessa lingua. R. Scano suggerisce un esempio cha favorisce la comprensione di questo sistema strutturale: una foto della Terra vista dallo spazio. Se gli obiettivi della presentazione dell'immagine sono soltanto decorativi, basterà apporre un testo che dica " foto della Terra vista dallo spazio "; se lo scopo dell immagine è quello di informare, il testo dovrà esplicitare a parole quella data informazione; se, infine, la foto si collega ad altre informazioni attraverso un collegamento ipertestuale, il testo dirà all'utente " informazioni sul Pianeta Terra ". Toccherà poi agli " interpreti " ( un particolare browser, le tecnologie aggiuntive come i lettori di schermo, le sintesi vocali o le sintesi braille ) mostrare rendendo ancor più accessibili le informazioni al navigatore. Esistono, infine, anche " equivalenti non testuali " quali icone, discorsi preregistrati o filmati di persone che, traducendo il testo nel linguaggio dei segni, possono rendere accessibile il sito a soggetti con diverse disabilità fisicosensoriali ( Scano R., 2003 ). 4

5 Gli effetti dell utilizzo di internet sulla persona anziana In questi ultimi anni, numerose ricerche hanno dimostrato quale grande apporto l utilizzo di internet può offrire all assistenza della persona anziana. Oltre a combattere il decadimento dell efficienza psichica globale e rappresentare uno stimolo per le funzioni cognitive quali percezione, attenzione, tempi di reazione, memoria e ragionamento ( De La Garza C. et. al., 2001; Nicita-Mauro V., 2002; Pace G. M., 2001 ), esso consente di mantenere attiva la curiosità intellettuale dell anziano ( Schwab C., 1998 ). Come rilevano gli studi condotti presso l Università dell Oklahoma ( Seniornet.org ), attraverso forum on-line è possibile realizzare e mantenere relazioni di aiuto e sostegno per gli individui che hanno una rete di relazioni sociali limitate a causa di perdita di mobilità o per altri fattori. E stato dimostrato come le relazioni on-line possono essere un sostituto adeguato o un importante arricchimento delle relazioni faccia a faccia. Benché non necessariamente le relazioni on-line vengano usate per risolvere problemi, è invece significativo l'apporto che danno nella gestione dello stress e nel migliorare l'umore facendo sensibilmente regredire le sintomatologie a carattere depressivo ( Parrella B., 2000; A.N.S.A., 2001; Buonaiuto R., 2002 ). Tramite l utilizzo dell , delle chat e di altre attività di telecomunicazione, infatti, si possono formare nuove amicizie, contattare i membri della propria famiglia che abitano in paesi lontani. Per i pensionati, inoltre, si creano occasioni di condivisione, di trasmissione, di scambio e di aggiornamento, nonché nuove opportunità lavorative ( Vergani C., 2000 ). Il mondo virtuale diventa quindi un pretesto per rimanere al passo con l avanzare della società ( Muzzioli L., 2002; Raffaell G., 2000 ), interagire con altri navigatori, conservando una maggiore autonomia ( Bertoldi G., 2000; Capodieci S., 1998; Colombo F., 1999; Granick L., 2000; Marcellini F., Gagliardi C., Leonardi F., Spazzafumo L., 1999 ). Le esperienze di alfabetizzazione informatica per anziani in Italia Già da diversi anni, in alcuni comuni italiani, sono state promosse delle simpatiche iniziative al fine di facilitare il più possibile l utilizzo della rete, rispondere adeguatamente alla grande necessità di comunicare della persona anziana fornendo la possibilità di interagire on-line, favorire l autonomia nella terza età, stimolare l impegno dell anziano in qualche attività costruttiva o ricreativa, sensibilizzare le istituzioni e l opinione pubblica al problema del digital divide generazionale, ossia il divario in termini di possibilità e capacità di accesso alle nuove tecnologie che separa la popolazione giovane e adulta da quella nella terza età. Gli anziani che hanno partecipato a queste iniziative hanno dimostrato di provare grande interesse e curiosità verso tali seminari di formazione. Tra le varie realtà ricordiamo: Internet, nonni & nipoti, a Sesto San Giovanni, che ha visto gli anziani seguiti, accompagnati e guidati da alcuni studenti nella navigazione ( uno studente nipote per ogni nonno ); il progetto NonnOnline promosso a Bari dall Università popolare della terza età in collaborazione con l Auser - -; l apertura, a Roma, a supporto della diffusione del sito del centro di navigazione assistita " cambusa ", dedicato agli anziani, in cui gli " allievi " imparano l'uso del computer e soprattutto di Internet aiutati da giovani tutor; Internet Saloon sponsorizzata da Microsoft a Milano che ha già coinvolto, dalla sua nascita, migliaia di anziani convincendo gli organizzatori a replicare l'iniziativa in altre città italiane ( ). Tali corsi di alfabetizzazione informatica hanno permesso di conoscere i principali bisogni che spingono la persona anziana ad avvicinarsi alla new technology, nonché le effettive esigenze dei navigatori ultrasessantenni. L Aim di Milano, ad esempio, ha condotto una ricerca molto interessante su un campione di oltre 1000 navigatori anziani ( età media 67 anni ) che avevano partecipato ai corsi Internet Saloon di alfabetizzazione informatica ( Stefanizzi S., Martinetti G., 2004 ). I risultati di tale indagine hanno rilevato un crescente interessamento al computer da parte delle persone anziane che possiedono un istruzione superiore o universitaria, uno status sociale medio-alto, lavorano ancora o comunque, prima del pensionamento, avevano un impiego di dirigenza. I programmi da loro maggiormente e più facilmente utilizzati risultano essere: Word ( 44,8% ), Internet Explorer ( 23,5% ) ed Outlook ( 11,9% ). 5

6 L accesso in Internet viene sperimentato soprattutto da coloro che sono ancora attivi socialmente. Chi non mostra interesse viene scoraggiato per lo più da difficoltà e complicazioni tecniche. Non manca, tuttavia, chi non prova alcun interesse verso la navigazione ( il cui tasso risulta pari al 20% del campione ). Il 37,5% degli anziani considerati ritiene internet una vasta banca dati in cui poter ricercare e reperire informazioni utili, mentre il 26,3% del campione considera la rete come un utile strumento di lavoro. Non mancano, comunque, risposte critiche per le quali sarebbero necessarie più informazioni sui motori di ricerca, occorrerebbero facilitazioni nel reperire informazioni per arrivare più in fretta alle informazioni e sarebbe auspicabile una maggiore chiarezza su come trovare i siti. In definitiva, il coinvolgimento degli anziani in progetti finalizzati all utilizzo delle nuove tecnologie e di Internet può stimolare in loro nuovi interessi culturali nonché il desiderio di rendersi ancora utili. Favorire l inserimento in un contesto sociale, oltre a migliorare la qualità della loro vita, può rappresentare una validissima alternativa ad iniziative di tipo assistenziale, peraltro con una riduzione della spesa pubblica. La frequenza di navigazione e gli interessi del navigatore ultrasessantenne Recenti ricerche hanno consentito di far luce sulla frequenza di navigazione in rete e sui principali interessi delle persone anziane che visitano il web. I navigatori senior utilizzano internet per lo più con cadenza settimanale ( grafico 2 ) ( Donzelli P. B. ( b ), 2003 ). I bisogni da loro maggiormente espressi risultano essere, soprattutto, quelli legati all aggiornamento, alla ricerca di informazioni utili sui temi della sanità e al mantenimento di contatti socio-relazionali. Per il 90% degli anziani presi in esame in una recente ricerca condotta in rete tramite il servizio chat del portale Internet rappresenta, infatti, una ricca fonte di informazioni socio-assistenziali. Oltre il 70% se ne serve per aggiornamento, il 45% per leggere riviste, quotidiani e saggi, il 43% per essere intrattenuto, il 32% per comunicare ( grafico 3 ) ( Donzelli P. B., 2004 ). Le tematiche dei siti maggiormente visitati riguardano notizie utili sulla vecchiaia ( ambiti della ricerca, della salute e dell assistenza ); attività del tempo libero (acquisti on-line, librerie on-line, antiche ricette, musei on-line, poesie e racconti, idee per intrattenere i nipotini, enigmistica ); aggiornamenti vari (lettura dei quotidiani nazionali, telegiornale, notizie meteo, televideo, corsi on-line per imparare ad utilizzare i programmi del computer, Università per la terza età ); informazioni generali ( associazioni di volontariato, pagine gialle, chat, telefono amico...). Le persone anziane che si collegano in internet utilizzano diversi servizi durante la navigazione. I più frequenti sono la mail, la chat, la mailing list, la bacheca elettronica ed il forum on-line. Sia la mail che la chat consentono di comunicare, mantenere i contatti relazionali con parenti, amici e conoscenti, incentivando motivazione e senso di progettualità. La mailing list fornisce la possibilità di scambio e di aggiornamento. La bacheca elettronica viene considerata come un luogo di libera espressione in cui raccontare di sé e delle proprie idee. Infine, il forum on-line consente la costruzione di un gruppo virtuale che si cimenta in approfondimenti tematici per lo più ben definiti. Le ricerche sopra citate e l utilizzo di questi servizi da parte dei navigatori anziani testimoniano sia l interesse che le persone anziane cominciano a nutrire per la rete, che la possibilità di stimolo, di integrazione sociale, di socializzazione e di partecipazione attiva alla vita sociale che la rete comporta per l anziano. B i b l i o g r a f i a d i r i f e r i m e n t o A.N.S.A. Italia: 60 milioni di utenti di telefonia mobile nel Buonaiuto R. In Cambusa a navigare sul web. / quotidiano/formazione/f asp Capodieci S. Internet e terza età

7 Bertoldi G. La differenziazione dei consumi per età e per generazioni: l impatto dell invecchiamento su consumi e fabbisogni di servizi Colombo F. Differenze generazionali nell uso del computer Collins B. R., Beyond cruising. Rewiewing. Library Journal, 121 ( 3 ), , De Brabant F. Anziani e internet: una relazione promettente. De La Garza C., et. al., Modalité d'utilisation et d'apprentissage de l'internet par les aînés: le cas du site de la SNCF et de la CDC. Rapport final Contrat SNCF-CDC, Mire, Paris, 59pp, mai Dix A., Finlay J., Abowd G., Beale R., " The effectiveness, efficiency, and satisfaction with which specified users achieve specified goals in particular environments ", Prentice Hall Europe. Human Computer Interaction, p. 192; Granick L. Teaching computers to older adults Lawhon T., Ennis D., Lawhon D. C. Senior adults and computers in the 1990s. Educational Gerontology; vol. 22, 2: , Mammarella N. Anziani e nuove tecnologie. Il Tetris del nonno. Psicologia Contemporanea/11; 5-11, Marcellini F., Gagliardi C., Leonardi F., Spazzafumo L. Mobilità e qualità della vita degli anziani Milano: Franco Angeli Mc Mellon C. A., Schiffman L. G., Cyberseniors empowerment: how some older individuals are taking control of their lives, Journal of Applied Gerontology, vol. 21, n. 2, pag , Muzzioli L. Gli anziani sbarcano on line. / Notizie/news9.htm Nicita-Mauro V. Vivere bene la terza età nella società del /medicina01.ht Nielsen Norman Group, Web Usability for Senior Citizens: 46 Design Guidelines Based on Usability Studies with People Age 65 and Older, Pace G. M. La nonna del mondo è in Rete ma non solo grazie al computer Parrella B. Effetti positivi di internet sugli anziani Raffaell G. Lupi ( di mare ) grigi accorrono in rete Scano R., DocID= Schwab C. Research on senior s computer and internet usage: Report of a national survey Vergani C. I bisogni dell anziano R i c e r c h e d i a p p r o f o n d i m e n t o D o n z e l l i P. B. ( a ), A n z i a n i t à, s o l i t u d i n e e r e t i i n f o r m a t i c h e: l a c o s t r u z i o n e d e l p o r t a l e Roma: PSICOINFORMA.NET Rivista Telematica Semestrale di Psicologia e Psicoterapia, o in Donzelli P. B. ( b ), Un portale internet per gli anziani, Troina: HR handicap risposte n.173, pag , aprile Donzelli P. B., L utilizzo di Internet per vincere la solitudine in terza età. La costruzione del portale Roma: AeAInforma, 1/2 gen/aprile, pag , Stefanizzi S., Martinetti G., Gli anziani e le nuove tecnologie: una ricerca sui frequentatori dei corsi di Internet Saloon, Milano: AIM, Paolo Donzelli. 7

Accessibilità dei siti Web delle biblioteche

Accessibilità dei siti Web delle biblioteche Le biblioteche offrono dei servizi pubblici Accessibilità dei siti Web delle biblioteche 1 Il loro patrimonio: informazioni conoscenza Requisito essenziale del servizio: Maurizio Vittoria - Biblioteca

Dettagli

PIANO BIENNALE PER I DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ

PIANO BIENNALE PER I DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ PIANO BIENNALE PER I DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ 15 novembre 2014 Daniela Sangiovanni Comunicazione e Ufficio stampa Policlinico S,Orsola ACCESSIBILITÀ Gli Stati dovrebbero riconoscere l importanza

Dettagli

Il laboratorio ISCOM per l accessibilità e l usabilità dei siti web

Il laboratorio ISCOM per l accessibilità e l usabilità dei siti web Il laboratorio ISCOM per l accessibilità e l usabilità dei siti web Massimo Amendola slide 1 di 33 Sommario 1. ACCESSIBILITÀ e USABILITÀ 2. IL LABORATORIO 3. ATTIVITÀ 4. IL PROGETTO MEDIACCESS slide 2

Dettagli

Accessibilità digitale

Accessibilità digitale Accessibilità digitale Guido Gelatti guido.gelatti@itiscastelli.it Brixia Generazione Digitale - 6 Dicembre 2013 The power of the Web is in its universality Tim Berners-Lee afferma che il web "deve consentire

Dettagli

Formazione in rete e apprendimento collaborativo

Formazione in rete e apprendimento collaborativo Formazione in rete e apprendimento collaborativo Ballor Fabio Settembre 2003 Cos è l e-learning Il termine e-learning comprende tutte quelle attività formative che si svolgono tramite la rete (Internet

Dettagli

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata 1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata di Michele Diodati michele@diodati.org http://www.diodati.org Cosa significa accessibile 2 di 19 Content is accessible when it may be used by someone with

Dettagli

ESERCITAZIONE. La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA

ESERCITAZIONE. La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA ESERCITAZIONE La Rete come risorsa per l educazione interculturale PREMESSA Il World Wide Web, come abbiamo visto, costituisce sicuramente un ambiente che offre importanti opportunità e risorse per lo

Dettagli

REGIONE PUGLIA ASSESSORATO AFFARI GENERALI UFFICIO CONTRATTI APPALTI

REGIONE PUGLIA ASSESSORATO AFFARI GENERALI UFFICIO CONTRATTI APPALTI REGIONE PUGLIA ASSESSORATO AFFARI GENERALI UFFICIO CONTRATTI APPALTI Documento di Programmazione INFEA della Regione Puglia 2003/2004 (ex deliberazione di G.R. 860/02) - Definizione della strategia complessiva

Dettagli

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C.

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti http://moodlevarrone.netsons.org/moodle/

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2013/14 ATTIVITA EXTRACURRICULARE LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO Denominazione del progetto/laboratorio A PORTATA DI MOUSE Responsabile di progetto Analisi

Dettagli

Indice. Introduzione...4. Capitolo 1...8. Capitolo 2... 20

Indice. Introduzione...4. Capitolo 1...8. Capitolo 2... 20 Indice Introduzione...4 Capitolo 1...8 La rivoluzione digitale può essere davvero per tutti?...8 Tecnologia e disabilità: le opportunità...9 Tecnologie diverse per soluzioni diverse...10 Tecnologia e disabilità:

Dettagli

Accessibilità / Usabilità dei sistemi informatici

Accessibilità / Usabilità dei sistemi informatici Accessibilità / Usabilità dei sistemi informatici Bologna, Handimatica 2014 03/02/2015 E.Paiella - ASPHI 1 Alcuni numeri IBM Corporation - 2014 Accessibilità / Usabilità ICT Barriere Architettoniche Accesso

Dettagli

Il Portale Web del Comune di Roma

Il Portale Web del Comune di Roma IL PORTALE WEB DEL COMUNE DI ROMA on line PREMESSA Le trasformazioni conseguenti alla diffusione delle tecnologie della comunicazione e dell'informazione (I.C.T.) contribuiscono in maniera sempre più determinante

Dettagli

Un corso (accessibile) sull accessibilità dei siti web. di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com

Un corso (accessibile) sull accessibilità dei siti web. di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com Un corso (accessibile) sull accessibilità dei siti web di Gianluca Affinito gianluca.affinito@gmail.com La conoscenza della Legge 4/2004 nella scuola italiana Un recente questionario, proposto dall'istituto

Dettagli

Progettare un sito web

Progettare un sito web Progettare un sito web Problematiche di accessibilità (Capitolo 2) (materiale illustrativo degli esempi gentilmente messo a disposizione da R. Polillo) Accessibilità La capacità dei sistemi informatici,

Dettagli

Linee guida in materia di formazione per la esociety

Linee guida in materia di formazione per la esociety Allegato parte integrante Linee guida formazione esociety ALLEGATO ALLA DELIBERA N. DEL 14 LUGLIO 2006 Linee guida in materia di formazione per la esociety La Società dell informazione deve garantire,

Dettagli

COACH BOT Modular e-course with virtual coach tool support

COACH BOT Modular e-course with virtual coach tool support Modular e-course with virtual coach tool support PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE LEONARDO da VINCI Coordinato da FOR.COM LA FORMAZIONE PER GLI OPERATORI SANITARI E DELL ASSISTENZA DOMICILIARE Il

Dettagli

PORTALE ITALIA.GOV: i servizi e la sezione di formazione online Finsiel - Marcella Anna Pignatiello

PORTALE ITALIA.GOV: i servizi e la sezione di formazione online Finsiel - Marcella Anna Pignatiello PORTALE ITALIA.GOV: i servizi e la sezione di formazione online Finsiel - Marcella Anna Pignatiello Abstract 2.000 pagine di contenuti tra Guide ed Eventi 7.000 link a pagine di siti istituzionali 1.000

Dettagli

La Fondazione Mondo Digitale per l alfabetizzazione digitale degli anziani

La Fondazione Mondo Digitale per l alfabetizzazione digitale degli anziani La Fondazione Mondo Digitale per l alfabetizzazione digitale degli anziani Nel 2002 la sigla del primo accordo ufficiale per promuovere l'alfabetizzazione digitale della popolazione anziana, siglato da

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2015

Obiettivi di accessibilità per l anno 2015 MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Direzione Generale dei sistemi Informativi, dell innovazione tecnologica e della comunicazione Obiettivi di accessibilità per l anno 2015 Redatto ai sensi

Dettagli

MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO

MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO CULTURA ITALIANA CONTEMPORANEA MODULO 4. MASS MEDIA IN ITALIA: ISTRUZIONI PER L USO Arianna Alessandro ariannaalessandro@um.es BLOCCO 1. I mezzi di comunicazione nell Italia contemporanea: panoramica attuale

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Il software Crealibro

Il software Crealibro Istituto Comprensivo Borgoncini Duca, Roma Il software Crealibro Un progetto di letteratura accessibile per l infanzia Documentazione didattica Cura della dott.sa Francesca Caprino 1 1. Premessa: il diritto

Dettagli

Roma 10 maggio 2004. Digital divide. Una questione di competenze, costi o fiducia? Gianni Dominici. Gianni Dominici. Gianni Dominici.

Roma 10 maggio 2004. Digital divide. Una questione di competenze, costi o fiducia? Gianni Dominici. Gianni Dominici. Gianni Dominici. Digital divide Una questione di competenze, costi o fiducia? Roma 10 maggio 2004 La PA on line 100 90 80 Roma 10 maggio 2004 La diffusione quantitativa dei siti dal 1996 ad oggi 95 L anno del raddoppio

Dettagli

Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce

Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce PROVINCIA DI LECCE SERVIZIO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE SERVIZIO INNOVAZIONE TECNOLOGICA Il Nuovo Portale Istituzionale della Provincia di Lecce Il nuovo portale istituzionale, che oggi presentiamo, è

Dettagli

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015

SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 SCHEDA PROGETTI SCN COMUNE DI FORMIA 2015 NOME PROGETTO: DECISAMENTE ABILI 2014 AMBITO D INTERVENTO: affiancamento alle persone diversamente abili nelle attività di socializzazione a domicilio e nelle

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE PER RAGIONIERI E GEOMETRI

ISTITUTO TECNICO STATALE PER RAGIONIERI E GEOMETRI ISTITUTO TECNICO STATALE PER RAGIONIERI E GEOMETRI GAETANO MARTINO via delle Isole Curzolane, 71-00139 ROMA XII Distretto Tel. O6.87189842 - fax 06.87198602 - e-mail istmart@tin.it PROGETTO DI RICERCA

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: GIOVANI DENTRO 2014 SETTORE e Area di Intervento: A 01 - Assistenza Anziani OBIETTIVI DEL PROGETTO Gli obiettivi sono: 1. attivare azioni

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2013

Obiettivi di accessibilità per l anno 2013 Comune di Brunate Obiettivi di accessibilità per l anno 2013 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 31/03/2014 1 SOMMARIO Obiettivi di accessibilità

Dettagli

ABEL (AccessiBle E-Learning)

ABEL (AccessiBle E-Learning) ABEL (AccessiBle E-Learning) Target: non vedenti e ipovedenti Metodologia: Apprendimento tramite materiali online Keywords: Vantaggi e svantaggi dell online learning per non vedenti e ipovedenti Accessibilità

Dettagli

Eldy, il computer diventa facile per ipovedenti/ciechi

Eldy, il computer diventa facile per ipovedenti/ciechi Eldy, il computer diventa facile per ipovedenti/ciechi Progetto Sentiamoci in rete www.eldy.org ELDY ONLUS L'associazione no profit Eldy promuove azioni concrete per l'inclusione sociale di anziani e disabili.

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Scuola Primaria e Secondaria di I Grado e Biennio Secondaria di II Grado D-5-FSE-2010-1

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno

Obiettivi di accessibilità per l anno Obiettivi di accessibilità per l anno Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. 1 Premessa L articolo 9, comma 7, del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179 stabilisce

Dettagli

INTRODUZIONE ALL ECOSISTEMA SEACW

INTRODUZIONE ALL ECOSISTEMA SEACW INTRODUZIONE ALL ECOSISTEMA SEACW Il progetto SEACW, co-finanziato dalla Commissione Europea, ha creato un Ecosistema Digitale destinato a diventare un punto di incontro per tutti coloro che sono interessati

Dettagli

Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina. Vigevano - 19/02/2007. Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina

Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina. Vigevano - 19/02/2007. Siscotel 2002 A.C. Vigevano e Lomellina Vigevano - 19/02/2007 1 Cos è un CMS I CMS sono sistemi software che consentono di creare e gestire un sito web direttamente dal Browser, in modo semplice ed immediato. Caratteristica dei CMS è quella

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 COMUNE DI MONTEVARCHI Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 27/03/2014 1 SOMMARIO Obiettivi di accessibilità

Dettagli

INCONTRI DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE PER ANZIANI RESIDENTI NELLA COMUNITÀ DELLA VAL DI NON. Progetto di gestione

INCONTRI DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE PER ANZIANI RESIDENTI NELLA COMUNITÀ DELLA VAL DI NON. Progetto di gestione INCONTRI DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE PER ANZIANI RESIDENTI NELLA COMUNITÀ DELLA VAL DI NON Progetto di gestione Attività 2014 1 Trento, febbraio 2014 S.A.D. Società Cooperativa Sociale 2 Abstract L

Dettagli

1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE

1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE Software 1.2 1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE Il computer non è in grado di svolgere alcun compito autonomamente Esso può eseguire svariati compiti soltanto se viene opportunamente istruito Ciò avviene

Dettagli

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 3 NOVEMBRE 2009 N. 48 PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELL INVECCHIAMENTO ATTIVO (BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA N. 19 DEL 4 NOVEMBRE 2009) Il Consiglio regionale

Dettagli

3 Strumenti pratici INTRODUZIONE PROTEZIONE DATI INFORMAZIONI DI CARATTERE PERSONALE. 3.2 Questionario sul gradimento di siti e portali

3 Strumenti pratici INTRODUZIONE PROTEZIONE DATI INFORMAZIONI DI CARATTERE PERSONALE. 3.2 Questionario sul gradimento di siti e portali INTRODUZIONE Esempio: Grazie per aver dedicato del tempo prezioso per rispondere ad alcune domane su NOME SITO/PORTALE Per la compilazione del questionario saranno necessari circa minuti. I tuoi commenti

Dettagli

Centro Direzionale Via G.Porzio - Isola E3 80143 - Napoli Tel: 081.19811450 Fax: 081.19811451 Sito: www.amesci.org Email: info@amesci.

Centro Direzionale Via G.Porzio - Isola E3 80143 - Napoli Tel: 081.19811450 Fax: 081.19811451 Sito: www.amesci.org Email: info@amesci. BREVE DESCRIZIONE DEL PROGETTO IL MIO SPAZIO SETTORE D INTERVENTO AREA D INTERVENTO OBIETTIVO GENERALE OBIETTIVI SPECIFICI ASSISTENZA MINORI Il progetto qui presentato ha l obiettivo generale di alleviare

Dettagli

E-tutor: competenze per la formazione online

E-tutor: competenze per la formazione online E-tutor: competenze per la formazione online Informazioni generali sul corso Inizio corso: 22/2/2010 Fine corso: 26/3/2010 Orientamento: 15/2/2010 Ore 9-13 presentazione del corso e workshop su Moodle

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA CIRCOLARE 13 marzo 2001, n.3/2001 Linee guida per l'organizzazione, l'usabilita' e l'accessibilita' dei siti Web delle pubbliche

Dettagli

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze

Corso di Perfezionamento Comunicare e insegnare con la lavagna multimediale interattiva (LIM) www.csl.unifi.it/lavagnadigitale Facoltà di Scienze Il CORSO L uso delle nuove tecnologie a scuola ha trasformato la relazione comunicativa tra studenti ed insegnanti, modificando gli stili di apprendimento, le strategie formative e le metodologie educative.

Dettagli

Riassunto primo focus (senior)

Riassunto primo focus (senior) Riassunto primo focus (senior) Il focus group si è svolto giovedì 25 marzo dalle 17.00 alle 18.30. I partecipanti erano persone in pensione appartenenti all associazione Amici della biblioteca. Sebbene

Dettagli

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Informazione ICT, prima di tutto Webnews è il giornale on line che racconta quotidianamente l attualità tecnologica. Originale. Credibile. Puntuale.

Dettagli

La CNS e l accessibilità Progetto presentato dal Comune di Argenta, premiato durante il ForumPA 2006

La CNS e l accessibilità Progetto presentato dal Comune di Argenta, premiato durante il ForumPA 2006 Premio alle migliori azioni per rendere accessibili le amministrazioni e i servizi ai disabili e alle fasce deboli una iniziativa promossa da Commissione Interministeriale Permanente per l'impiego delle

Dettagli

ACCESSIBILITÀ DELL E-LEARNING

ACCESSIBILITÀ DELL E-LEARNING ACCESSIBILITÀ DELL E-LEARNING ELEONORA GUGLIELMAN Modelli di innovazione e inclusione sociale Giornata di Studio Tematiche Diritto all istruzione E-accessibilitye inclusione digitale Competenze digitali

Dettagli

Accessibilità dei siti Web e P.A. italiana

Accessibilità dei siti Web e P.A. italiana 1 Accessibilità dei siti Web e P.A. italiana Internet, 25 giugno 2013 Immagine: http://miriadna.com/preview/653 Cos è l accessibilità Fonte: http://www.sustainablesushi.net/wp-content/uploads/2009/07/hair-out-714605.jpg

Dettagli

La Qualità del Web QUALITÀ, ACCESSIBILITÀ E USABILITÀ. Web: Modello di Qualità (Polillo) Web: Modello di Qualità. Qualità: Visualizzazione

La Qualità del Web QUALITÀ, ACCESSIBILITÀ E USABILITÀ. Web: Modello di Qualità (Polillo) Web: Modello di Qualità. Qualità: Visualizzazione La Qualità del Web QUALITÀ, ACCESSIBILITÀ E USABILITÀ Informatica Generale (AA 0-5) Web: Modello di Qualità Web: Modello di Qualità (Polillo) caratteristiche principali grafica autorevolezza accessibilità

Dettagli

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 REPORT Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 Mestre, 28 giugno 2012 Regione del Veneto - Direzione Piani e Programmi Settore Primario Autorità di Gestione PSR Veneto 2007-2013 Il

Dettagli

USABILITÀ DEL SITO (*)

USABILITÀ DEL SITO (*) USABILITÀ DEL SITO (*) In generale un progetto software tecnicamente perfetto ma difficile da usare è destinato a non essere usato! Pertanto l'usabilità di un'applicazione software rappresenta una delle

Dettagli

GLOSSARIO INTERNET. Barra degli indirizzi (address bar) barra del browser nella quale va digitato l'indirizzo Web o URL.

GLOSSARIO INTERNET. Barra degli indirizzi (address bar) barra del browser nella quale va digitato l'indirizzo Web o URL. GLOSSARIO INTERNET A Ambiente di apprendimento Sistema di apprendimento centrato sullo sviluppo continuo delle conoscenze e delle competenze e basato sul metodo dell imparare facendo. Gli utenti possono

Dettagli

Associazione per la Professionalità Docente. formazione. Educommunity Educational Community

Associazione per la Professionalità Docente. formazione. Educommunity Educational Community Associazione per la Professionalità Docente formazione Educommunity Educational Community 2 OFFERTA SCUOLE 3 la nostra offerta Educational Community, grazie all esperienza maturata nel contesto scolastico

Dettagli

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web

Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Indagine su: L approccio delle aziende e delle associazioni nei confronti dell accessibilità dei siti web Gennaio 2005 Indice Introduzione Obiettivo e metodologia dell indagine Composizione e rappresentatività

Dettagli

SPORTELLO 2.0 MITO O REALTA. Italo Della Noce Direttore Ufficio controllo tecnico, gestionale e programm. del SIEP Provincia Autonoma di Trento

SPORTELLO 2.0 MITO O REALTA. Italo Della Noce Direttore Ufficio controllo tecnico, gestionale e programm. del SIEP Provincia Autonoma di Trento SPORTELLO 2.0 MITO O REALTA Italo Della Noce Direttore Ufficio controllo tecnico, gestionale e programm. del SIEP Provincia Autonoma di Trento LA NORMATIVA LA NUOVA SMART CARD DEL CITTADINO PROBLEMA: IL

Dettagli

Disabilità e Internet: il progetto www.vostromondo.it

Disabilità e Internet: il progetto www.vostromondo.it Disabilità e Internet: il progetto www.vostromondo.it Facoltà di Psicologia La sperimentazione di un intervento di comunicazione mediata come strumento riabilitativo Relatore Chiarissimo Professore Carlo

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

capitolo 7 LA CHECKLIST PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE TECNICO-DIDATTICA TTICA

capitolo 7 LA CHECKLIST PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE TECNICO-DIDATTICA TTICA capitolo 7 LA CHECKLIST PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE TECNICO-DIDATTICA TTICA 7.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si basa su un campione del prodotto, precedentemente selezionato

Dettagli

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi E-learning Vantaggi e svantaggi vantaggi Abbattimento delle barriere spazio-temporali Formazione disponibile sempre (posso connettermi quando voglio e tutte le volte che voglio) e a bassi costi di accesso

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COMUNE DI ROSSANO VENETO Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 25.03.2014 1 SOMMARIO Obiettivi di accessibilità

Dettagli

People POP-UP. Newsletter n. 4

People POP-UP. Newsletter n. 4 People POP-UP Newsletter n. 4 L utilizzo di tecnologie ICT (Information and Communication Technology) a favore del cambiamento sociale è centrale in due delle sei tematiche di People, una relativa alla

Dettagli

Esperienze, problemi e prospettive: come cambia il ruolo dell e-tutor per la formazione dei docenti

Esperienze, problemi e prospettive: come cambia il ruolo dell e-tutor per la formazione dei docenti Giusy Cannella Esperienze, problemi e prospettive: come cambia il ruolo dell e-tutor per la formazione dei docenti Agenzia Scuola TED - Technology & Edutainment days Fiera di Genova - 30 Ottobre 2007 dalle

Dettagli

La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria. Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara

La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria. Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara Lim in classe o in laboratorio? Il progetto suggeriva l introduzione della Lim nelle singole classi, ma

Dettagli

LINGUA SPAGNOLA (LIVELLO AVANZATO B2)

LINGUA SPAGNOLA (LIVELLO AVANZATO B2) Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo LINGUA SPAGNOLA (LIVELLO AVANZATO B2) Corsi di

Dettagli

Corso di giornalismo pomeridiano

Corso di giornalismo pomeridiano Corso di giornalismo pomeridiano TRACCIA 2 Progetto collaborativo finalizzato alla costruzione di un giornalino scolastico in una classe di scuola secondaria di I grado con possibile raccordo con una classe

Dettagli

Dalla tastiera alla Smart City, come evolvono tecnologie e servizi

Dalla tastiera alla Smart City, come evolvono tecnologie e servizi Dalla tastiera alla Smart City, come evolvono tecnologie e servizi A. Rossi, P.L. Emiliani Seconda Parte 2012-30 anni di Ausilioteca GIORNATA DI STUDIO La proposta di tecnologie assistive: fattori di qualità

Dettagli

E-LEARNING. Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento.

E-LEARNING. Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento. E-LEARNING Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento. E-LEARNING Electronic Learning E- LEARNING EXPERIENCE: possibilità di interazione,

Dettagli

E-LEARNING E- LEARNING E-LEARNING. Learning. Electronic. Perché E-learning? EXPERIENCE: possibilità di interazione, partecipazione e

E-LEARNING E- LEARNING E-LEARNING. Learning. Electronic. Perché E-learning? EXPERIENCE: possibilità di interazione, partecipazione e E-LEARNING E-LEARNING Electronic Learning Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento. E- LEARNING EXPERIENCE: possibilità di interazione,

Dettagli

Domande WEB Modulo 1. ************* Introduzione alla Legge Stanca Definizioni *******************************

Domande WEB Modulo 1. ************* Introduzione alla Legge Stanca Definizioni ******************************* Domande WEB Modulo 1 ************* Introduzione alla Legge Stanca Definizioni ******************************* La Legge 9 gennaio 2004, n. 4, recante Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili

Dettagli

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate.

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Cl@sse2.0 Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Progetto di due anni disegnato per la 1Ac. (2010-2012) Cl@sse2.0 Perché questo progetto nazionale? 1. Per rispondere a

Dettagli

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui 27 dicembre 2005 Le tecnologie dell informazione e della comunicazione: disponibilità nelle famiglie e utilizzo degli individui Anno 2005 Le indagini Multiscopo condotte dall Istat rilevano i comportamenti

Dettagli

La Rete multicanale dei Centri di Contatto della P.A. italiana

La Rete multicanale dei Centri di Contatto della P.A. italiana La Rete multicanale dei Centri di Contatto della P.A. italiana Iniziativa del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l Innovazione, in collaborazione con tutte le amministrazioni pubbliche che hanno

Dettagli

Conferenza stampa sui primi sei mesi di attività di Linea Amica 29 luglio 2009 - Palazzo Vidoni Roma

Conferenza stampa sui primi sei mesi di attività di Linea Amica 29 luglio 2009 - Palazzo Vidoni Roma 803.001 www.lineaamica.gov.it Conferenza stampa sui primi sei mesi di attività di Linea Amica 29 luglio 2009 - Palazzo Vidoni Roma 1 Il Concept del servizio Linea Amica LINEA AMICA è un iniziativa del

Dettagli

ECDL Online Collaboration: il Web 2.0 consapevole

ECDL Online Collaboration: il Web 2.0 consapevole ECDL Online Collaboration: il Web 2.0 consapevole Marina Cabrini Membro del gruppo di lavoro ECDL presso la ECDL Foundation Dublin mcabrini@sicef.ch l mondo dell informatica è in perenne movimento ed evoluzione,

Dettagli

NONNI SU INTERNET IL PROGETTO IN BREVE

NONNI SU INTERNET IL PROGETTO IN BREVE NONNI SU INTERNET Nel 2002 la sigla del primo accordo ufficiale per promuovere l'alfabetizzazione digitale della popolazione anziana, siglato da FMD, Ministero dell'innovazione e Comune di Roma, ha dato

Dettagli

Gli studi dell HCI si concentrano spesso sull interfaccia

Gli studi dell HCI si concentrano spesso sull interfaccia Interazione Uomo-Macchina (e Usabilità) 1 Cos'è l'hci? Human-Computer Interaction (HCI) Possibile definizione (ACM) Human-computer interaction ti is a discipline i concerned with the design, evaluation

Dettagli

Note di metodo. Luisa Neri 1

Note di metodo. Luisa Neri 1 Realizzazione di pagine web per siti scolastici Note di metodo Luisa Neri 1 Premessa Queste Note di metodo sono state preparate per un corso sullo sviluppo di pagine web rivolto ai docenti. Si è inteso

Dettagli

PROGETTO DI LABORATORIO DI INFORMATICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGETTO DI LABORATORIO DI INFORMATICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO DI LABORATORIO DI INFORMATICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA SU E GIÚ... CON CHIP Anno scolastico 2008-09 PREMESSA...Il bambino si confronta con i nuovi media e con i nuovi linguaggi della comunicazione,

Dettagli

Sito web parrocchiale: interattività e progettazione

Sito web parrocchiale: interattività e progettazione Sito web parrocchiale: interattività e progettazione tratteremo di... 1. Note introduttive indagini 2. Interattività livello di interattività tipologia di siti usabilità accessibilità credibility 3. Progettazione

Dettagli

Carlini Franco, Parole di carta e di web. Ecologia della comunicazione, Einaudi, Torino, 2004, pp.186

Carlini Franco, Parole di carta e di web. Ecologia della comunicazione, Einaudi, Torino, 2004, pp.186 Carlini Franco, Parole di carta e di web. Ecologia della comunicazione, Einaudi, Torino, 2004, pp.186 Recensione di Irith Davidzon Settembre 2007 Abstract L autore dà come consolidata la presenza della

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI 2012/2013 DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Fotografia di Giuseppe Moscato Scuola primaria e secondaria di primo grado e biennio

Dettagli

INAIL Formazione Elearning e nuove tecnologie. e-learning INAIL. dai CBT al Collaborative Learning

INAIL Formazione Elearning e nuove tecnologie. e-learning INAIL. dai CBT al Collaborative Learning e-learning INAIL dai CBT al Collaborative Learning Elearning : direttive, linee guida e accordi 2000 Commissione Europea lancia l iniziativa: < E-learning Pensare l istruzione di domani > 2001 Direttiva

Dettagli

CASE STUDY Il sito web dell Istituto Clinico Humanitas

CASE STUDY Il sito web dell Istituto Clinico Humanitas Seminario Marketing sociale e Comunicazione per la salute Torino, 27 28 febbraio 2008 CASE STUDY Il sito web dell Istituto Clinico Humanitas Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Siti web degli istituti comprensivi: come e perchè Capitolo 1 Internet, usabilità, ergonomia, accessibilità

Siti web degli istituti comprensivi: come e perchè Capitolo 1 Internet, usabilità, ergonomia, accessibilità 1.1 Regole auree di un sito internet La progettazione WEB è una disciplina multiforme e che necessita di conoscenze e competenze di ampio respiro. Chi lavora in internet deve essere al contempo programmatore

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

Relazione illustrativa degli Obiettivi di accessibilità

Relazione illustrativa degli Obiettivi di accessibilità COMUNE DI PORTOSCUSO Provincia di Carbonia-Iglesias Comune di Portoscuso Relazione illustrativa degli Obiettivi di accessibilità Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012,

Dettagli

Indice. Introduzione...4. Capitolo 1...8. Capitolo 2... 19

Indice. Introduzione...4. Capitolo 1...8. Capitolo 2... 19 Indice Introduzione...4 Capitolo 1...8 La rivoluzione digitale può essere davvero per tutti?...8 Tecnologia e disabilità: le opportunità...9 Tecnologie diverse per soluzioni diverse...10 Tecnologia e disabilità:

Dettagli

Progetto ACTIVE AGE evaluating active ageing policies in Italy: an innovative methodological framework

Progetto ACTIVE AGE evaluating active ageing policies in Italy: an innovative methodological framework Progetto ACTIVE AGE evaluating active ageing policies in Italy: an innovative methodological framework SINTESI RAPPORTO LIGURIA A cura di ELISABETTA BECCARIA Salerno, 04 novembre 2009 Chi siamo Agenzia

Dettagli

Nonni su Internet. VII edizione - a.s. 2008-2009. Progetto ideato e organizzato da Fondazione Mondo Digitale. Responsabile

Nonni su Internet. VII edizione - a.s. 2008-2009. Progetto ideato e organizzato da Fondazione Mondo Digitale. Responsabile VII edizione - a.s. 2008-2009 Progetto ideato e organizzato da Fondazione Mondo Digitale Responsabile Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro r.santoro@ mondodigitale.org Per aderire al progetto contattare:

Dettagli

E-tutor: competenze per la formazione online

E-tutor: competenze per la formazione online Progetto Speciale Multiasse La Società della Conoscenza in Abruzzo PO FSE Abruzzo 2007-2013 Piano degli interventi 2011-2012-2013 INTERVENTO B) Formazione online per le aziende SYLLABUS E-tutor: competenze

Dettagli

STANDARD A AFFRONTA GLI STRUMENTI INFORMATICI E DI COMUNICAZIONE NEL LORO USO

STANDARD A AFFRONTA GLI STRUMENTI INFORMATICI E DI COMUNICAZIONE NEL LORO USO 3.5 Area Tecnologica STANDARD A AFFRONTA GLI STRUMENTI INFORMATICI E DI COMUNICAZIONE NEL LORO USO E NELLA LORO FUNZIONE. Livello 1 1.1 Esplicita i propri bisogni di comunicazione e di organizzazione di

Dettagli

Entrano poi in gioco due caratteristiche proprie dei contenuti del corso e della condizione dei corsisti:

Entrano poi in gioco due caratteristiche proprie dei contenuti del corso e della condizione dei corsisti: Progettazione di un corso in rete A.Calvani, Università di Firenze PREMESSA Si ringrazia M. Ranieri per l apporto arrecato nella revisione In questo laboratorio ci proponiamo di lavorare più analiticamente

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo di Internet in biblioteca

Regolamento per l'utilizzo di Internet in biblioteca Biblioteca comunale Silvio Brocchetti di Rudiano Regolamento per l'utilizzo di Internet in biblioteca Premessa Il presente Regolamento costituisce parte integrante del Regolamento della biblioteca comunale

Dettagli

DIGITAL-GYM Palestra digitale per la terza età attiva

DIGITAL-GYM Palestra digitale per la terza età attiva DIGITAL-GYM Palestra digitale per la terza età attiva I Bando 2015 Fondazione della Provincia di Lecco 1. DESCRIZIONE DEL CONTESTO Studi demografici dimostrano che la longevità nel nostro paese aumenta

Dettagli

L accessibilità dei siti Web e del software

L accessibilità dei siti Web e del software 1 L accessibilità dei siti Web e del software Treviso, 14 dicembre 2012 Immagine: http://miriadna.com/preview/653 Chi sono? } Consulente/docente Web su accessibilità e qualità dei servizi (privati e pubblici)

Dettagli

Evoluzione della comunicazione nel Web per la PA

Evoluzione della comunicazione nel Web per la PA Evoluzione della comunicazione nel Web per la PA Accessibilità, usabilità e tecnologie assistive 1 Accessibilità e comunicazione Accessibilità Basi per comprendere le necessità del diritto all accesso

Dettagli