Impegno e Valori Condivisi UNICREDITO ITALIANO - CREDITO ITALIANO BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Impegno e Valori Condivisi UNICREDITO ITALIANO - CREDITO ITALIANO BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000"

Transcript

1 Impegno e Valori Condivisi UNICREDITO ITALIANO - CREDITO ITALIANO BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000

2 UniCredito Italiano - Società per Azioni - Sede Sociale: Genova, via Dante 1 - Direzione Centrale: Milano, piazza Cordusio Capitale: L interamente versato - Banca iscritta all Albo delle Banche e Capogruppo del Gruppo Bancario UniCredito Italiano Albo dei Gruppi Bancari cod Iscritta al N. 22 del Registro delle Imprese di Genova - Codice Fiscale e Partita I.V.A.: Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Credito Italiano - Società per Azioni - Sede Sociale: Genova, via Dante 1 - Direzione Generale: Milano, via Broletto, 16 Capitale: E interamente versato - Codice ABI: Banca appartenente al Gruppo Bancario UniCredito Italiano cod Iscritta al N del Registro delle Imprese di Genova e al N del REA della Camera di Commercio di Genova Codice Fiscale: Partita I.V.A.:

3 BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 Ciò che non esiste nello spirito non può esistere nemmeno nella realtà. 1

4 2 Indice

5 BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 INDICE Lettera del Presidente Francesco Cesarini Introduzione 4 9 Parte Prima Il Gruppo UniCredito Italiano L identità del Gruppo Descrizione sintetica del Gruppo Verso il futuro Parte Seconda La Capogruppo: UniCredito Italiano S.p.A. Ruolo e funzioni La Politica ambientale, sociale e della sicurezza Lavorare insieme: i partner dello sviluppo sostenibile Le risorse umane Gli altri partner Calcolo e ripartizione del valore aggiunto Un progetto per la sostenibilità: il Sistema di Gestione Integrato Parte Terza Credito Italiano S.p.A. Lettera del Presidente Alberto Cravero Presentazione Le risorse umane Gli altri partner Calcolo e ripartizione del valore aggiunto L applicazione del Sistema di Gestione Integrato Passi di un percorso comune Intervista all Amministratore Delegato Alessandro Profumo Parere di PricewaterhouseCoopers Glossario

6 4 Francesco Cesarini Presidente

7 BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 LETTERA DEL PRESIDENTE Lo sviluppo sostenibile è stato definito come lo sviluppo che soddisfa i bisogni del presente, senza compromettere la possibilità per le generazioni future di soddisfare i propri. Il rapporto tra le istituzioni creditizie e il tema dello sviluppo sostenibile sta mutando significativamente. In seguito ad una maggiore attenzione e sensibilità dell opinione pubblica nei confronti dei bisogni della società, è maturata l esigenza da parte delle aziende di orientare le proprie scelte e le proprie risorse in termini di impegno civico. Ciò significa ampliare la propria responsabilità nei confronti degli interlocutori di riferimento e contribuire, come cittadini, alla prosperità e coesione della comunità in cui si opera. A partire dagli anni Novanta, alcune esperienze di punta del settore bancario e creditizio hanno sviluppato una elevata sensibilità al tema della sostenibilità, acquisendo la consapevolezza relativa al proprio ruolo di incentivazione e sensibilizzazione, soprattutto nei confronti del mondo industriale. In particolare, chi è pronto ad assumersi la responsabilità sociale legata al proprio ruolo di motore finanziario dello sviluppo, non esita ad attivare forme di finanziamento per le aziende che operano a tutela dell ambiente, a favore delle categorie sociali più deboli e a difesa dell equità e dell eticità del commercio internazionale. UniCredito Italiano, in attuazione dei principi sottoscritti con la Dichiarazione degli istituti finanziari sull ambiente e sullo sviluppo sostenibile promossa dall UNEP e grazie ad un accordo siglato con il Ministero dell Ambiente e altri soggetti istituzionali, ha fissato un piano d azione per il lancio di strumenti finanziari innovativi (Green Bond) per favorire la diffusione della certificazione ambientale presso le imprese industriali ed ha attivato Formula A, un sistema di credito agevolato che prevede il finanziamento di progetti finalizzati alla certificazione ambientale di piccole e medie imprese. Ad oggi hanno aderito a Green Bond sei importanti aziende e organizzazioni ed è perciò possibile avviare la fase operativa del programma di finanziamento ai fornitori. 5 L attenzione alle tematiche etiche ed ambientali si è concretizzata anche nella costituzione di veri e propri fondi comuni di investimento ispirati ai principi della sostenibilità. L obiettivo di questi fondi è selezionare gli investimenti non soltanto in base alle prospettive di crescita e di redditività, ma anche secondo criteri di responsabilità che orientino il mondo industriale verso comportamenti giudicati socialmente accettabili. A questo proposito va segnalato il fondo Global Environmental & Ethical, gestito dalla controllata Pioneer Investments, che unisce le due dimensioni della sostenibilità garantendo investimenti in titoli azionari di società che soddisfano determinati criteri etici e di protezione ambientale. Il fondo ha raccolto oltre 30 miliardi nei primi sei mesi. Sul fronte delle garanzie e dei riconoscimenti esterni del nostro impegno socio-ambientale vorrei segnalare come nell anno 2000 UniCredito Italiano sia stato quotato al Dow Jones Sustainability Group Index, nel quale le aziende vengono ammesse solo a fronte di un impegno credibile e dopo essere state sottoposte a un ranking relativo al settore in cui operano.

8 6

9 BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 LETTERA DEL PRESIDENTE Sempre per consolidare la credibilità del nostro percorso abbiamo deciso sia di far verificare il presente bilancio, sia, entro la fine del 2001, di far certificare il sistema di gestione ambientale che articola i programmi, le responsabilità, le azioni, la verifica e misurazione dei risultati. Questo Bilancio Sociale Ambientale rappresenta quindi per UniCredito Italiano un occasione per comunicare i risultati raggiunti e gli impegni che si è assunto per il futuro e, al tempo stesso, vuole essere uno strumento per coinvolgere tutti coloro che collaborano con noi, dai nostri dipendenti ai nostri clienti, fornitori e partner, per muoversi concretamente nella prospettiva della sostenibilità. In futuro potranno porsi questo obiettivo tutte le componenti del Gruppo che vorranno contribuire alla realizzazione di un bilancio sociale consolidato. 7

10 8

11 BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 INTRODUZIONE Introduzione Il Bilancio Sociale Ambientale raccoglie dati e informazioni in grado di definire un quadro delle attività del Gruppo e dei loro riflessi sul piano della sostenibilità sociale e ambientale che, per questa prima edizione, è riferito soprattutto alla società capogruppo UniCredito Italiano S.p.A e al Credito Italiano S.p.A., banca federata, offrendo alcune indicazioni generali sull impegno dell intero Gruppo, che verranno approfondite nelle prossime edizioni. Il documento è pertanto diviso in tre parti: una introduttiva di inquadramento del Gruppo nel suo complesso e due specificamente dedicate alla Capogruppo e alla Banca, che possono essere considerate il cuore del Bilancio Sociale Ambientale e trattano più approfonditamente gli aspetti relativi all impatto sociale, ambientale e della sicurezza. Questa scelta espositiva è mirata a ripercorrere, insieme al lettore, le dinamiche che caratterizzano la vita del Gruppo, vale a dire come vengono definite le sue linee strategiche, come si attuano le politiche in campo sociale e ambientale emanate dalla Capogruppo e come queste penetrano nella personalità distintiva e nella operatività di ciascuna delle banche federate. Nel definire questo quadro informativo, il Bilancio Sociale Ambientale tiene conto dei diversi ruoli, contributi, attività e presenza sul territorio di UniCredito Italiano in qualità di Capogruppo, e di Credito Italiano, quale banca commerciale. Obiettivo del Bilancio Sociale Ambientale è presentare il contributo di UniCredito-Credito Italiano alla prospettiva di uno sviluppo più sostenibile, evidenziando - in modo puntuale, completo e trasparente - come questo si traduca in azioni e comportamenti concreti, adottati in tutte le relazioni con i suoi principali interlocutori: il personale, i soci, i clienti e i fornitori, le istituzioni, la collettività. 9 La determinazione del valore aggiunto e la sua distribuzione offrono un ulteriore rappresentazione, di tipo contabile, della capacità di UniCredito Italiano e Credito Italiano di creare valore e di condividerlo con i propri stakeholder, coniugando interessi e valorizzando reciproci contributi che risulterebbero altrimenti indistinti nei risultati complessivi delle singole società. La giovane età del Gruppo UniCredito Italiano, ancora oggi nel pieno di rapidi e significativi mutamenti strutturali e organizzativi, e lo scorporo della Divisione Credito Italiano dalla Capogruppo (avvenuto alla fine del 1999) hanno reso poco significativo, quando non fuorviante, il confronto intertemporale fra i dati sociali e ambientali raccolti. È stata dunque ritenuta più corretta un analisi quantitativa riferita all anno 2000, che rappresenti un punto di partenza per l ulteriore sviluppo e arricchimento di questo Bilancio Sociale Ambientale e un riferimento per le edizioni che seguiranno. Questo consentirà in futuro di valutare l andamento delle prestazioni e il livello di raggiungimento degli obiettivi perseguiti nell ambito del Sistema di Gestione Integrato, oggi in fase di costituzione. Il Bilancio Sociale Ambientale di UniCredito Italiano-Credito Italiano interpreta in modo originale i principali riferimenti internazionali e nazionali attualmente esistenti - modelli e linee guida (Global Reporting Initiative, London Benchmarking Group, Business in the Community, Gruppo di Studio GBS, Istituto Europeo per il Bilancio Sociale, Gruppo Comunità e Impresa) e standard (AccountAbility 1000, Social Accountability 8000) - e si ispira ai criteri da questi proposti e a quelli in via di definizione

12 nell ambito del Gruppo di lavoro interbancario attivato in sede ABI (Associazione Bancaria Italiana), a cui UniCredito Italiano ha fornito il proprio contributo. Nelle intenzioni del management del Gruppo, il Bilancio Sociale Ambientale assume valenza di vero e proprio strumento di governance. Il progressivo miglioramento e affinamento delle modalità di individuazione, registrazione, analisi e confronto intertemporale dei dati, nonché di rappresentazione trasparente e completa delle azioni messe in atto e dei risultati ottenuti, costituiscono dunque un interesse primario, funzionale alla definizione delle politiche e delle linee strategiche in campo sociale e ambientale. Ma il Bilancio Sociale Ambientale vuole anche essere uno strumento per misurare il consenso e il livello di condivisione degli stakeholder nei confronti dei principi e degli impegni assunti, oltre che costituire un importante occasione di conoscenza del Gruppo. Sono dunque molto graditi commenti, osservazioni, suggerimenti utili per rendere il documento più chiaro, leggibile, completo e rispondente alle attese degli interlocutori a cui si rivolge, primi fra tutti gli stessi dipendenti che collaborano a costruire un nuovo modo di lavorare e operare sul mercato. 10

13 BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 INTRODUZIONE Un percorso per conoscersi e confrontarsi: come nasce il Bilancio Sociale Ambientale Il presente documento è stato sviluppato nell ambito di un percorso scandito da alcune tappe significative: Condivisione In seguito al primo impulso del vertice aziendale, la natura e gli obiettivi del Bilancio Sociale Ambientale sono stati presentati, discussi e condivisi con i diversi livelli direttivi di UniCredito Italiano e Credito Italiano Progettazione È stata proposta una struttura di bilancio rispondente alle finalità stabilite e definita una griglia per la raccolta dei dati e delle informazioni necessarie; è stato inoltre elaborato lo schema per il calcolo della distribuzione del valore aggiunto tra gli stakeholder Diffusione Sono state coinvolte e sensibilizzate, con incontri dedicati, le Funzioni chiamate all'analisi del contributo di ciascuna area organizzativa di UniCredito Italiano e Credito Italiano all attuazione dei valori e dei principi guida del Gruppo Rendicontazione Sono stati raccolti e analizzati i dati e le informazioni al fine di costruire il quadro informativo relativo all'impegno e alle azioni compiute in campo sociale, ambientale e della sicurezza Reporting I dati e le informazioni sono stati aggregati e razionalizzati in un documento draft soggetto a successivi interventi migliorativi in termini di impostazione, rendicontazione, linguaggio e veste grafica 11 Verifica interna Il documento draft è stato sottoposto alle Funzioni coinvolte nel processo, affinché ne verificassero e condividessero i contenuti Verifica esterna L'attendibilità dei dati esposti e la comprensibilità e completezza delle informazioni riportate sono state oggetto di valutazione da parte di un soggetto terzo indipendente. Verso il Bilancio Sociale Ambientale del 2001 Il lavoro svolto ha costituito un momento fondamentale di confronto culturale sui valori e i principi di sostenibilità e responsabilità sociale, consentendo di rafforzare l impegno aziendale su questi fronti. Questo primo sforzo di individuazione e analisi dei dati e delle informazioni ha evidenziato possibili margini di miglioramento in termini di completezza informativa, di sistematicità della raccolta, gestione ed elaborazione dei dati, di strutturazione di meccanismi trasversali di confronto e partecipazione fra le aree organizzative coinvolte. I feedback provenienti dal lavoro interno di costruzione del Bilancio, dall analisi e valutazione da parte dell'advisor, dalle osservazioni degli stakeholder e dai suggerimenti dei lettori di questa prima edizione saranno per noi elementi fondamentali e stimoli importanti per migliorare le edizioni che seguiranno. Il Gruppo di progetto per la redazione del Bilancio Sociale Ambientale

14 Parte Prima Il Gruppo UniCredito Italiano 12 L identità del Gruppo Descrizione sintetica del Gruppo Verso il futuro

15 BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 IL GRUPPO UNICREDITO ITALIANO 13

16 L identità del Gruppo La vision di UniCredito Italiano: principi guida e missione Nel mondo attuale, lo sviluppo economico e le dinamiche sociali richiedono sempre più flessibilità, capacità di adattamento, rapidità nel cogliere e se possibile anticipare, ogni cambiamento. Per contribuire in modo attivo e consapevole al processo evolutivo e non esserne semplicemente parte, diviene di fondamentale importanza avere un sistema di valori cui ispirare le scelte aziendali e identificare con chiarezza la meta da raggiungere. Il sistema di riferimento di un soggetto economico per la definizione di principi guida e obiettivi strategici tuttavia non può più essere esclusivamente il mercato con le sue regole, ma anche la collettività nelle diverse forme in cui si esprime: insieme di lavoratori, di cittadini, di consumatori Condividere con essi i valori di riferimento significa costruire un terreno comune di crescita dove l attenzione volge non solo ai risultati, ma anche alle modalità attraverso le quali essi vengono raggiunti. 14 I Principi che guidano UniCredito Italiano costituiscono in tal senso un aiuto fondamentale: forniscono una chiave di lettura del futuro del Gruppo in rapporto al contesto esterno e rappresentano l elemento distintivo e il collante per lo sviluppo di un unica identità di Gruppo, espressione e sintesi delle diverse anime che lo compongono. Essi inoltre tratteggiano il quadro entro cui UniCredito Italiano intende applicare la propria Politica ambientale, sociale e della sicurezza, operando nella consapevolezza di poter contribuire alla costruzione di uno sviluppo sostenibile.

17 BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 IL GRUPPO UNICREDITO ITALIANO Etica Credere che il fare impresa implichi il rispetto delle regole; che la redditività sia il premio della competenza e dell impegno e non della speculazione sul cliente/fornitore Competenza Non perdere occasione per imparare e far imparare, diffondere le idee in modo che diventino patrimonio di tutti, puntare a qualificarci come leader nei prodotti e servizi che offriamo Equità Porre le condizioni per una gestione equa e meritocratica delle Persone, investendo in modo concreto nel miglioramento delle loro competenze e dei loro comportamenti Creatività Interpretare velocemente i cambiamenti del mercato e identificare le risposte innovative, trasformando la novità e l incertezza in opportunità di miglioramento e cambiamento anche radicale. Umiltà Credere che una collaborazione efficace sia possibile solo quando si dimostra la reale volontà di ascolto e si favorisce il confronto fra idee diverse. 15 Fierezza Avere consapevolezza del proprio contributo professionale e sentirsi parte attiva dei successi del Gruppo. Crescita Comprendere che il futuro del Gruppo è legato ad una crescita equilibrata e costante i cui presupposti (qualità, efficienza, rapidità) sono da ricercare in ogni attività, superando condizionamenti e resistenze con energia ed entusiasmo. La diffusione e la condivisione di questi principi guida all interno del Gruppo, e ad ogni livello organizzativo e gerarchico delle unità che lo costituiscono, affermano e consolidano la personalità competitiva, etica e distintiva di UniCredito Italiano, attraverso la quale il Gruppo intende presentarsi e operare sul mercato e nella società, puntando ad un orizzonte di sostenibilità economica, sociale e ambientale.

18 Missione Sono obiettivi di UniCredito Italiano: Essere e svilupparsi come una delle prime banche in Europa per capitalizzazione di mercato e redditività, attraverso: - un marcato orientamento allo sviluppo e all innovazione e una presenza articolata in mercati e segmenti ad alta redditività e notevole solidità patrimoniale; - la valorizzazione dei business attuali e lo sviluppo di nuovi business, coordinando le capacità distintive del Gruppo; - la realizzazione di risultati allineati ai migliori standard internazionali. 16 Generare elevato valore nel tempo per: - gli azionisti, attraverso l elevata redditività del capitale corretta per il rischio, la crescita dei dividendi e del valore di mercato degli investimenti; - i clienti, attraverso eccellenti livelli di servizio, prodotti superiori per rapporto qualità/prezzo rispetto alla concorrenza, strutture distributive dedicate; - i dipendenti, attraverso la motivazione e la crescita professionale, i cui presupposti fondamentali sono una gestione equa e meritocratica ed uno sviluppo dinamico delle competenze. Agire nei confronti della collettività come impresa cittadino: - promuovendo la responsabilità sociale quale opportunità di valorizzazione del fattore umano e come processo di miglioramento delle relazioni con gli stakeholder; - perseguendo uno sviluppo economico equilibrato e armonioso sotto il profilo sociale e ambientale, nei diversi contesti territoriali ed europei in cui il Gruppo opera.

19 BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 IL GRUPPO UNICREDITO ITALIANO 17 L efficace perseguimento dei nostri obiettivi richiede la ricerca di un chiaro posizionamento competitivo che risponda alle aspettative degli stakeholder del Gruppo. UniCredito Italiano vuole essere ed essere percepito come: - teso a comprendere in profondità i bisogni dei clienti e dei propri interlocutori interni ed esterni, ed orientato a costruire con loro un rapporto duraturo; - veloce e tempestivo nell interpretare i cambiamenti di mercato e i mutamenti ambientali e sociali, e creativo nell identificare risposte innovative; - determinato ad essere leader nei prodotti e servizi che offre; - motivato a stimolare il proprio personale e a collaborare con i partner al fine di offrire la migliore risposta in termini di rapidità e professionalità.

20 Descrizione sintetica del Gruppo La nascita del Gruppo UniCredito Italiano Il Gruppo UniCredito Italiano è nato nell ottobre del 1998 dall aggregazione di Credito Italiano e Rolo Banca 1473 con Cariverona, Cassa di Risparmio di Torino e Cassamarca. Nel corso del 1999 sono entrate a far parte del Gruppo anche la Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto e la Cassa di Risparmio di Trieste. Oggi UniCredito Italiano conta su una struttura formata da una rete di sette banche in Italia e quattro nell Europa centrale e orientale, acquisite di recente: a giugno 1999 è entrata a far parte del Gruppo la seconda banca commerciale della Polonia, Bank Pekao; ad aprile 2000 è stato acquisito il controllo della croata Splitska Banka, in maggio della slovacca Pol nobanka; infine a luglio UniCredito Italiano ha firmato in Bulgaria l accordo per l acquisizione del controllo della principale banca del paese, Bulbank. Grazie a queste operazioni, UniCredito Italiano diventa il terzo gruppo bancario occidentale nell Europa centrale e orientale. 18 L assetto organizzativo di tipo federale Per perseguire la sua Missione, UniCredito Italiano ha adottato il modello organizzativo di gruppo bancario federale multispecializzato. Tale assetto consente di mettere a fattore comune la strategia, il governo del Gruppo, la produzione e tutto ciò che consente di realizzare economie di scala e di scopo, pur preservando e valorizzando i caratteri distintivi di ciascuna banca, la sua storia, la sua identità e il suo radicamento sul territorio.

21 BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 IL GRUPPO UNICREDITO ITALIANO Con tale assetto organizzativo, il Gruppo si propone di massimizzare: la capacità di sviluppo del business, con la focalizzazione delle banche federate nell azione commerciale e nel presidio del territorio, la centralizzazione delle funzioni di indirizzo e d innovazione e l unificazione di presidi di business specialistici in società dedicate; l efficienza, accorpando le società prodotto ed aggregando le funzioni di servizio nella Capogruppo o in società dedicate. L organizzazione del Gruppo, realizzata attraverso interventi sulle strutture della Capogruppo e sulle società controllate, si articola in quattro macro-componenti: - Capogruppo operativa: svolge funzioni di indirizzo e di governo del Gruppo e di presidio operativo di funzioni in cui sono presenti rilevanti economie di scala e di scopo, qualora non siano configurate come società dedicate; - Entità a presidio delle aree di business (Banche commerciali, Wholesale banking, Internet e iniziative New economy, Asset management, banche della Nuova Europa): focalizzano la propria attività sull azione commerciale e sul presidio di mercato, territori e business specialistici; - Società prodotto/canale attive in settori specifici come il leasing, il factoring, il credito al consumo, il brokeraggio assicurativo: rendono disponibile per il Gruppo un ampia gamma omogenea di prodotti di elevata qualità; - Società di servizi comuni responsabili dell unificazione, dello sviluppo e della gestione dei sistemi informatici USI (UniCredit Servizi Informativi) e a supporto delle altre entità del Gruppo e dell accentramento dei centri servizi UPA (Unicredit Produzioni Accentrate): essendo integrate tra loro, garantiscono efficaci economie di scala. 19

22 Istituzioni creditizie Società finanziarie e assicurative Società di servizi Strumentali Società rientranti nell area del consolidamento integrale Istituzioni creditizie BANCA CRT S.p.A. - Sede: Torino BANCA DELL'UMBRIA 1462 S.p.A. Sede: Perugia BANCA MEDIOCREDITO S.p.A. Sede: Torino CARIVERONA BANCA S.p.A. Sede: Verona CASSA RISPARMIO CARPI S.p.A. Sede: Carpi CASSA DI RISPARMIO DI TRENTO E ROVERETO S.p.A. - Sede: Trento CASSA DI RISPARMIO DI TRIESTE BANCA S.p.A. - Sede: Trieste CASSAMARCA S.p.A. - Sede: Treviso CREDITO ITALIANO S.p.A. Sede: Genova MEDIOCREDITO DELL UMBRIA S.p.A. Sede Perugia MEDIOVENEZIE BANCA S.p.A. Sede: Verona ROLO BANCA 1473 S.p.A. Sede: Bologna SPLITSKA BANKA d.d. - Sede: Spalato BANCA AGRICOLA COMMERCIALE S.MARINO S.A. Sede: Borgo Maggiore (San Marino) BANQUE MONEGASQUE DE GESTION S.A. Sede: Monaco (Montecarlo) BANK PEKAO S.A. GRUPA PEKAO S.A. Sede: Varsavia BANK PEKAO (UKRAINA) Ltd - Sede: Luck BANK POLSKA KASA OPIEKI TEL-AVIV Ltd Sede: Tel Aviv CASSA DI RISPARMIO DI TRIESTE-BANCA d.d. Sede: Zagabria UNICREDIT FINANCE CORPORATION Ltd Sede: Nassau UNICREDIT (SUISSE) BANK S.A. Sede: Lugano UNICREDITO ITALIANO BANK (IRELAND) Plc Sede: Dublino BULBANK A.D. - Sede:Sofia Leasing LOCAT S.p.A. - Sede: Bologna PEKAO LEASING Sp.zo.o. - Sede: Varsavia Factoring UNICREDIT FACTORING S.p.A. Sede: Milano SOGEFACTOR S.r.l. - Sede: Milano GRIFOFACTOR S.p.A. - Sede: Perugia PEKAO FAKTORING Sp.zo.o. - Sede: Lublin Credito al consumo FIDITALIA S.p.A. - Sede: Milano Asset management PEKAO/ALLIANCE PTE S.A. Sede: Varsavia PIONEER INVESTMENT MANAGEMENT S.A. Sede: Lussemburgo PIONEER INVESTMENT MANAGEMENT Ltd Sede: Dublino PIONEER MANAGEMENT (Ireland) Ltd Sede: Dublino PIONEER INVESTMENT MANAGEMENT S.G.R. S.A. Sede: Milano UNICREDIT BANCA MOBILIARE S.p.A. Sede: Milano POL NOBANKA A.S. Sede: Bratislava PIONEER INVESTMENT MANAGEMENT USA Inc. Sede: Boston 20 Società consolidate con il metodo del patrimonio netto Istituzioni creditizie BANCA C.R. SAVIGLIANO S.p.A. Sede: Savigliano BANCA DI BERGAMO S.p.A. Sede: Bergamo CASSA DI RISPARMIO DI BRA S.p.A. Sede: Bra CASSA DI RISPARMIO DI FOSSANO S.p.A. Sede: Fossano CASSA DI RISPARMIO DI SALUZZO S.p.A. Sede: Saluzzo BANK HANDLOWY INTERNATIONAL S.A. Sede: Lussemburgo MHB MITTELEUROPAISCHE HANDELSBANK A.G. Sede: Francoforte Leasing LISEURO S.p.A. Sede: Udine BDK DAEWOO LEASING Sp.zo.o Sede: Lublin Esazione tributi S.F.E.T. S.p.A. Società Friulana Esazione Tributi Sede: Udine Verisparmio Ges. Tri. S.p.A. Sede: Verona Società non residenti in Italia Società del Sub-Gruppo Pekao Società del Sub-Gruppo Pioneer

23 BILANCIO SOCIALE AMBIENTALE 2000 IL GRUPPO UNICREDITO ITALIANO PIONEER PEKAO INVESTMENT MANAGEMENT S.A. Sede: Varsavia PIONEER CZECH FINANCIAL COMPANY Sro Sede: Praga PIONEER CZECH INVESTMENT COMPANY A.S. - Sede: Praga PIONEER FIRST POLISH INVESTMENT FUND S.A Sede: Varsavia PIONEER INVESTMENT MANAGEMENT Inc. Sede: Wilmngton ROLOFOND S.G.R. S.p.A. - Sede: Bologna GESTICREDIT S.G.R p.a. - Sede: Milano FONDINVEST RISPARMIO S.G.R. S.p.A. - Sede: Torino GESTIVENETO S.G.R. S.p.A. Sede: Verona GESTIVENETO LUXEMBOURG S.A. Sede: Lussemburgo ROLO INTERNATIONAL ASSET MANAGEMENT SA Sede: Lussemburgo S+R Investimenti e Gestioni S.G.R. S.p.A.- Sede: Milano PEKAO ALLIANCE TFI S.A. Sede: Varsavia SIM UNICREDITSIM S.p.A. Sede: Milano XELION SIM S.p.A. - Sede: Milano FIDA SIM S.p.A. - Sede: Torino F.R.T. FIDUCIARIA RISPARMIO TORINO SIM S.p.A. - Sede: Torino CREDITRAS PREVIDENZA SIM S.p.A. - Sede: Milano Esazione tributi UNIRISCOSSIONI S.p.A. Sede: Torino ESAMARCA S.p.A. - Sede: Treviso GESPRO S.p.A. - Sede: Modena Emittenti Preferred Shares UNICREDITO ITALIANO CAPITAL TRUST I Sede: Newark UNICREDITO ITALIANO CAPITAL TRUST II Sede: Newark UNICREDITO ITALIANO FUNDING LLC I Sede: Dover UNICREDITO ITALIANO FUNDING LLC II Sede: Dover Altre finanziarie CREDIT CARIMONTE S.p.A. - Sede: Modena UNICREDIT IMPRESE S.p.A. - Sede: Milano CORDUSIO Società Fiduciaria per Azioni Sede: Milano CARIVERONA IRELAND Plc Sede: Dublino C.R. TRIESTE IRELAND Ltd - Sede: Dublino TYRERESCOM Ltd - Sede: Dublino UNICREDIT DELAWARE Inc. -Sede: Dover CDM GRUPY PEKAO S.A. Sede: Varsavia PEKAO FUNDUSZ KAPITALOWY Sp.zo.o Sede: Lodz PIONEER FINANCIAL SERVICES Sp.zo.o Sede: Varsavia PIONEER INTERNATIONAL CORP. Sede: Wilmngton PIONEERING SERVICES CORP. Sede: Boston PIONEER FONDS MARKETING GMBH Sede: Monaco di Baviera PIONEER FUNDS DISTRIBUTOR Inc. Sede: Boston PIONEER GLOBAL FUNDS DISTRIBUTOR Ltd Sede: Hamilton Strumentali QUERCIA SOFTWARE S.p.A. Sede: Verona TRIVIMM S.p.A. Sede: Verona UNICREDIT PRODUZIONI ACCENTRATE Scpa Sede: Milano UNICREDIT SERVIZI INFORMATIVI Scpa Sede: Milano PIONEER PLANS CORPORATION Sede: Wilmngton 21 Asset management Assicurative Altre finanziarie Società di servizi PIONEER ALTERNATIVE INVESTMENTS MANAGEMENT Ltd Sede: Dublino PIONEER FUNDS MANAGEMENT Ltd Sede: Dublino UniCredit Capital Italia Advisory Company S.A. Sede: Lussemburgo PIONEER UNIVERSAL PENSION FUND CO. Sede Varsavia KOTHARI PIONEER AMC Ltd Sede: Chennai (INDIA) TRINITY MANAGEMENT Sp.zo.o Sede: Varsavia BROKER CREDIT S.p.A. Sede: Milano Casse e Assicurazioni Vita S.p.A. Sede: Verona COMMERCIAL UNION VITA S.p.A. Sede: Milano CREDITRAS ASSICURAZIONI S.p.A. Sede: Milano CREDITRAS VITA S.p.A. Sede: Milano DUERREVITA S.p.A. Sede: Bologna UNICREDITASSICURA S.r.l. Sede: Milano GRIFO INSURANCE BROKER S.r.l. Sede: Perugia Risparmio Vita Assicurazioni S.p.A. Sede: Torino FIDIA S.p.A. Sede: Milano EURO CAPITAL STRUCTURES Ltd Sede: Dublino Société Anonyme de Gestion Financière -SAGEFI Sede: Monaco PROMINVESTMENT S.p.A. Sede: Roma JUPITER S.A. Sede: Varsavia PEKAO TRADING COMPANY (Canada) Ltd Sede: Toronto PEKAO TRADING CORPORATION Sede: New York PIONEER NATIONWIDE Sp.zo.o Sede: Varsavia S.B. TRADE d.o.o. Sede: Spalato CONSORZIO CA.RI.CE.SE. Sede: Bologna CREDITO ITALIANO INTERNATIONAL SERVICES (C.I.I.S.) S.r.l. Sede: Roma IMMOBILIARE LOMBARDA S.p.A. Sede: Milano UNICREDIT CONSULTING S.r.l. Sede: Milano S.T.T. S.p.A. Sede: Verona SEBI S.p.A. - Sede: Perugia PEKAO INFORMATYKA Sp.zo.o Sede: Lodz PEKAO DEVELOPMENT Sp.zo.o Sede: Lodz PEKAO FINANCIAL SERVICES Sp.zo.o Sede: Varsavia S.S.I.S. Società Servizi Informatici Sammarinese S.p.A. Sede: Borgo Maggiore (S. Marino) Société Civile Immobilière CORDUSIO Sede: Montecarlo IMMOCRI S.p.A. - Sede: Roma AGROCONS CENTRUM A.S. Sede: Bratislava

24 Dati strutturali UniCredito Credito Banca Rolo Banca UNITÀ Italiano Italiano UBM CRT Caritro Cariverona Cassamarca 1473 Numero sportelli Numero dipendenti *di cui 8 filiali estere 22 Risultati di sintesi (IMPORTI UniCredito Credito Banca Rolo Banca IN MILIARDI DI LIRE) Italiano Italiano UBM CRT Caritro Cariverona Cassamarca 1473 Raccolta da clientela e in titoli , , , , , , , ,3 Crediti verso Clientela , , , , , , , ,9 Margine di intermediazione 3.447, ,1 859, ,8 291, ,3 410, ,8 Utile di esercizio 2.346, ,2 301,6 456,8 55,6 624,3 100,2 950,1

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Policy. Le nostre persone

Policy. Le nostre persone Policy Le nostre persone Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 28 luglio 2010 LE NOSTRE PERSONE 1. L importanza del fattore umano 3 2. La cultura della pluralità 4 3. La valorizzazione

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012

Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Società e Servizi di IR Presentazione Istituzionale Ottobre 2012 Noi Siamo una società indipendente di consulenza specializzata in Investor Relations e Comunicazione d Impresa. Siamo una giovane realtà,

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Una Crescita Possibile

Una Crescita Possibile Accordo 2014/2015 Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria Una Crescita Possibile INTESA SANPAOLO S.p.A. in seguito denominata Intesa Sanpaolo o "Banca" con sede in Torino, Piazza San Carlo 156,

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Il nuovo Regolamento Intermediari n. 16190/2007 emanato dalla Consob ed il Regolamento congiunto del 29 ottobre 2007 emanato da Banca

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa Massimo Bozeglav Responsabile Direzione Internal Audit Banca Popolare di Vicenza Indice 1. I fattori di cambiamento 2. L architettura

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli