Comune di Ostuni RASSEGNA STAMPA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Ostuni RASSEGNA STAMPA"

Transcript

1 Comune di Ostuni Ufficio Stampa RASSEGNA STAMPA selezione di ritagli-stampa ad uso del destinatario - non riproducibili sabato 14 marzo 2015 Sommario Un vertice delle categorie per il rilancio del Centro Storico (La Gazzetta del Mezzogiorno) Maxi store cinese: Le carte in Comune (Quotidiano) Made in Oriente: Affari in crescita in tutte le realtà (Quotidiano) Molto apprezzato l olio prodotto nel Parco Dune Costiere (La Gazzetta del Mezzogiorno) Il Rotary promuove: La gente felice legge e beve caffè (La Gazzetta del Mezzogiorno) Sport Calcio a 5. Il punto sul campionato di serie C (La Gazzetta del Mezzogiorno) Elezioni regionali: Al voto il 31 maggio (Quotidiano) Elezioni regionali: I timori di affrontare una campagna elettorale (La Gazzetta del Mezzogiorno) Regione Puglia. Innovatori in azienda, nuovi fondi (Quotidiano) Emergenza ulivi. Rapporto choc: Xylella fuori controllo (La Repubblica, ed. Bari) a cura di: Natalino Santoro Francesco Pecere Emilio Guagliani

2 IA GAZZETTA.DEL MEZZOGIORNO SABATO 14 MARZO CONVOCATO DAI.L'ASSESSORE COMUNALE ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE ljn~j~~ice delle categorie perll rìlancio del centro storico e OSTUNI. «Ho convocato le Associazioni di Categoria, Confcommercio, Ostuni Shoppjng, Confesercenti, Cidec, un. rappresentante del commercio ambulantè ed il Partito delle Aziende, per confrontarci ed accelerare sulla risoluzione delle tante problematiche del settore, quali la tassazione, la necessità. di rilanciare commercialmente tutto l'anno il centro storico attraverso un piano intersettoriale che si. interseca con il Turismo, il rilancio di viale Pola e di una viabilità che colleghi pezzi di città. E' un lavoro che costruiremo nel medio-lungo periodo:nel frattempo ho comunicato che in pochi giorni, grazie ai grande lavoro dell'ufficio Attività rroduttive che ringrazio,stiamo completando il Piano del commercio sulle aree pubbliche scaduto da sei anni, ci accingiamo a mettere le mani su quello delle medie strutture,anch'esso scaduto da alcuni anni e vogliamo fornire agli operatori, la possibilità di avere le autorizzazioni per 1 dehors ma rispettando la sicurezza stradale e l'eventuale metratura autorizzata:su questo saremo intransigenti>>. Ad affermarlo è Giovanni Fedele, assessore alle Attività produttive. «Ho inoltre comunicato alle «associazioni di categoria - prosegue la nota - che per quanto riguarda la richiesta di un centro commerciale in contrada Scopinaro, la domanda di una struttura è stata protocollata mercoìedì scorso,gli uffici hanno tre mesi di tempo per istruirla: controllerò passo passo l'evolversi della vicenda e chiederò una relazione finale al dirigente».

3 SABATO 14 MARZO 2015,La ''Bbk" ha depositato la richiesta;,safanendita da 800 melri quadri -Made in Oriente affari in crescita in tutte le realtà Maxi-store ciiiese Le carte in Comune di Danilo SANTORO La richiesta è giunta agkuffici comunali della città bianca. La doéumèntazione, seppur incompléta, coiltiene indicazio- ni ben precise: _ la volontà di aprire un centro commerciale cinese con una vendita al dettaglio in oltre 800 metri di spazi. Senza dubbio il più grande della provincia _di Brindisi. per quanto,riguarda prodotti a marcino Cina. Abbigliamento uomo, donna è bambino; ca_salinghi; i4ee regalo e açcessori; igien~ della persona: nélle intenzioni- dei due,soci cinesi che hanno dato vita ~ questa nuova sodetà ("Bbk srl'') per avviare lattività, qu:ella di un centro commerciale dotato di diversi-settori merceblqgicl. Oltre àl ma.xi -punto vendita, nelle -richieste giunte agli uffici comunali, -anche quelle della possibilità di realizzare un parcheggio nel piano superiore, con -I'aggiun.ta anch~ di un, grande magazzino, con. ogrri probabilità da allestire come deposito, ed im' are_a offici:. na. La documentazione giunta da parte della soèietà co.n _investitori cinesi; al.mo.mento ha bisogno di altre determipate integrazion~.. Quartdo _-verranno inoltrati tutti- gli ulteriori elementi del fascicolo, il Comun'e, tramite ildirigente e gli uf: fici preposti avrà 90 giorni di tempo per. istruire la pratica.. Intanto nel loèale individuato - Resta ' il nodo > ' delle ~,- ~-- dimensioni Deciderà l'ufficio commercio_. in. contrada "ScOPinaio"-,._un tempo adibito _-a conçessionaria di auto, i lavori per l'allesti~ mento del centro Commerciale 'continuano. L'aVviSo "prossima. apertu: ra" cònfenila la volontà dei capitàli cuiesi di Voler anctare- in fondo alla questione e p_ortaré a- casa l'obiettivo; Nella.città bianca sono: già quattro le atti: vità_ commerciali ges_tt_te da ci':" nesi Che si occupano della- vendita di diverse tipologie di ptodotci -"made in ciml". Il prqgetto,. inoltrato_ a~ due imprenditori, però, cò!ìtiene- iri_ sé Investimenti ~ portata nettamente qiilggiore,.nspetto agu _ att-.ia!i. Questo potrebbe anche portare, alle richieste eventµalmerite Pi _ derogh~, _dopo -l_a valutazione çle_l _ fascicol_o. Completo, al pia..: no del comri:iercio della città' bianc~..., La-qùestiòn,e, s~lla possìbi- lìtà che-, in Ostu~ possa sorgere qn centro.. comnierçìale ci_ij.e..., se~ è stafa_sollevat~.dal -rieo'as-. sessore_ ane Attivitft' pròduttive 'Oiovanni Fedele; poco_ più_ di - uria _settiriìana fa. Lo_ stesso componente della _giunta Cop-... 'pòla, ieri; ha: conferinàto l~ presentazione di_- tale- richiesta : «Controllerò costantemente l'e~ volversi della vicenda e chiede,.. rò una rèlazione finale al.diri -gente, che ringrazio per la disponibilità mostrata si.n da sul;>ito, in cui veng~no spiegate ìe moiivazlo.i:-j. alla base del rilascio o ~menò di quest~_ auto: rizzazione». Diverse erario state le per- - plessìtà e le preoc_c_up3:_-"?ioni_dimostrate dalle associazioni di categoria locali_ in _inerito al,l' eventualità-che nella città bianca Ostuni ppssa essere. allestito un centro. destinato_ alla vèndit3. 'al d.ettagliò -così _grande. Istan.ze che_ andavano nella direzione -di una fermo rispetto delle regole, in riferimento alla metratµra e alla tipologia di licenza richiesta, -e_ ai 'pds~ibili svantaggi all'economia local~ c~e un' operazìonè co_sì considerevole può contenere. - e: A rrancavilla ia, 'ch~i f~'~hl~dere negozi:di ab - bigli3men.tb,_ eserciii '~men_tap e -c_osì diversi lo ~ali 4el-~~n~ cittadin9 iimang<?ilo sfitti. _Ma alio ~.stesso tempo _spuntano ap.che -in çittà _ negozi _per. la casa e d_i bigiottèria gestiti da cinesi. Due di es~ si s01içl situati ii:t -Via _Quinto Erinio, uno in_ Via Brindisi, un.altro, in. via. San Francesco. Si tr~~a di esercizi commerciali che ri.m_angono aperti ~- che nei gi.qrn! festivi..-. _ Il tutto meriìre ci si interroga su come rihmèi_a~ re il centro s_torico e l'intero comparto commercia ' le, 'Si è_ in attesa _del varo del nuovo. piano commercillle. - ~ Un nù.ovo pun~o vendita di accessorl; abbigliamento, -tecnologia madejn Cina ha apert_o.i Qatten:: _ ~ nei giorni scorsi a Fasano, dove_ salgono a qua~tro le attività gestite d<1; orientali; due in via Ropia,. uno in corso Gapbaldi [vi~e St~iollé) e_i'ultiino in via San Lorenzo.. ', Anche a Fas~o; gi.tindj, mentre i negozi italia~ ~ çhiudono, aprono 11!3gaz~ni cinesi. -E _ottengo ançµe_ Uil _discreto.suçcess~.~s,opj.'.attu~to quello specializzato.nella te'cnol~gia per telefoni cellulari.._qtii si_ iiv~lgono sopra_ttutto!agazzi alla_ ricefca_.di çav~ pe~ b.".1-tterie, scocche~. peuicole. Ma. an-_. ISTRUTTORIA chè clii è "iritère.ssato a:pezzi di rica_mbio per c.om La società Bbk puter, ac~e~sori au~o e quan~'_altro._,_il.made in ha preserltato ltaly rìon riesce a reggere alla ~~n~orrenza -~i-~ese i documenti per p_erché.questi ultimi offro~o.pr~1'.zi _d~cisamente!'apertura di un più bassi, s~ppur con qualità. netta.i;nente inferiore: max i stare «E.il consumatore lo sa - afferma l'assessore cinese in una -al Commercio, Ren_zo De,Leonar.d_is -~ perché si sala da 800. rivolge _a questo_ tipo di negoz_io p~r acquistare _ metri quadri alla quei prodotti non_~ ecç:elleiu:a; m,a p_er il S?lo periferia de.ila consumo quotidiano. Chi vuole il prodo\10 <Ji qua, Città biaiic~. lità - afferma l'esponente della Gi~nta Di Bari.-: Entro 90 giorni ~i riyolge al negozio e.on il. m~de.:in ltaly :e per l'ufficio questo motivo non sì registrano grossi problemi commercio del di convivenza tra i commercianti focali e quelli di Corili.ln_e dovrà ria.zionalità-cinese>). - -, '" esprimersi Avere iii.formazioni-- diiettarile:iite daì -cominer- suwistanza cianti dagli.occhi a mandorla non è impresa faci- 1~. :Con -~olta tranquillità, _spiegano -che i soldi per aprire l~ loro-~~vità Bono_ il _ris_ultato di. rispar _mi lavorativi dei loro parenti in Cii:ia che «non sollo soldi rubati all'italia>>:,_, Altro irtvesfunento signific_ativo targat9 Cina - sta per prendere piede in un capannone ~o_mm~rciale alla periferia di Carovigno.

4 IA GAZZE'IfA DfLMEZZOGIORNO SABATO 14 MARZO 2015 r. }j ii]~ 11 ALI.A FIERA cc OLIO CAPITALE>> DI J~IESTE '. Molto apprezzato lolio prodottò nel Parco delle Dune costiere. nainternazionale irappresentan: ti del parco. hann() promçisso l'area naturale ma anèhe l'intero settore olivicolo dél territorio ol' tre alle tipiche produzioni biolo. gichè come il <qjomodoro della re- gina>>, dell'agroalimentare e prodotti tipici della gastronomia fa:, cendo oonoscere le eccellenza del, Jerritorio legate all'olivicoltura.~ alla cultura del mangiar sario:. All'interno dél 'salone snecializ :. e OSTUNI. Grande riscontro, al di là delle aspettative, ha riscosso lo spazio espositivo del par~ co regionale delle Dune Costiere (nell'area destinata all'associazione nazionaìe Città delrolio)al-, la IX edizione di "Olio Capitale", la più importante fiera specializzata interamente dedicata alle migliori prgduzioni di olio extravergine d'oliva, svoltasi presso la stazione marittima di Trièste. Organizzata dall' Aries - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Trieste e dall'associazione Nazionale Città dell'olio-.vi hanno partecipato oltre 250 produttori di olio extravergine q'oli vadall'interoterritorionazionale' oltre che da Croazia,. Spagna e Grecia. Nell'annoQ.ell'ExpodiM:i-_ lano, pochi mestj)tjpla d.ella sùa apertura, in questà grande vetrizàto e dedicato aìla -cultura: > OSTUÌ\U lnjporlii~ ricoriqsèinieqtìj;per il Parco Dune costiere dell'olio extravergine di qualità,.., << '::~~., '<. "'~C.": : t'<, :e.' sei produttori dell'area: del parco (che producono olio extravergine dop), hanno presentato con successo il prodotto. 1() aziende agri. cole biologiche e le massèrie con il Marchio del Parco impegnate sui temi dello Sviluppo sostenibile e della tutela e corretta ge' ~tione del territorio che producono olio bio da olivetimonumenta:li, con il fine di tdtelare 1lllo dei 'paesaggi àgrap pfù antichi qel mondo, hann? ~ttratto_l'ffetteilzione dei visitatori. Presenti anche molti operatori turistici e del settore oltre a buyer internazionali, chehannoapprezzatoepresocontatti sulle. produzioni olivicole-olearie dell~ varie aziende rientranti nelle aree agricole del parco. E' statp'un grande successo questa partecipazione all'iniziativa. nazioìl,ale "Olio Capitale", dando risalto, alle ~ del Parco occupate ija.;~viiponumentali censiti. dalla Regione Puglia per l'alto valore paesaggistico e agli olii ottenuti da aziende agricole con il Marchio del Parco. In definitiv11., si è trattato di una manifestazione in cui, oltre apre. sentare la filiera dei prodotti dell'area del parco naturale delle Dune Costiere, si è anche pubblicizzata la collocazione geografica e di cerniera trà Ostuni-Fasano e il Mediterraneo.

5 IA GAZZETIA DEL MEZZOGIORNO SABATO 14 MARZO 2015

6 IA GAZZETTA DRMEZZOGIOR..~O SABATO 14 MARZO 2015 I BRINDISINI VOGLIONO RESTARE IN CORSA PER I PLAYDFF Il Messapia Brindisi stasera vuole i punti dal Monopoli A Monopoli il FutSal Messapia Brindisi deve vincere per rimanere in piena corsa per il quarto posto Rutigliano della sezione di Bari e Ramires di Lecce. che con tutta probabilità sarà l'ul- PROGRAMMA 29Q TURNO C1 - tima collocazione utile per parte- Atletico Qassano-Casalsavoia, Aucipare ai play-off: Questo perché e dace. Monopoli-Futsal, Messapia quasi certo che la seconda clas- Brindisi, Città dialtamura-thuriae, sificata. una tra Futsal Canosa e Diaz.Bisceglie-Fuente Lucera (ore Futsal Capurs(), avrà più. di nove 18.:JO), Five Bari-G.A. Rutigliano, punti di vantaggio sulla quinta alla. FutsajCanosa-Aquile Molfetta, Futfine della règular season, un divario saj Capurso;Grazy. Four Casamasche impedirà a quest'ultima di par~- sima, Real É'ive Carovigno-Jonny teciparyi.. Fròg Castellaneta (ore 18}. Riposa: Lo. stesso. ragio, nametito però Se lo pòngo11,0 ipa,<lr9ni di casa che spno penultimi in gra~' duatoria e retroce~ derebbero direttamente in serie C2, senza disputare la gara di play-out, se la distania dalla quintultima sarà altrettanto superiore, C'è da dire che da quanto sono stati introdotti questi limiti di differenze punti nella classi- FUTSAl MESSAPIA La formazione brindisina fica finale si è raggiunto il duplice obiettivo di dare Olympique Ostuni. una maggfore ptemialità alla miglior posiziòne al termine della sta- ClASSiflC:A - gione regolare e, allo stesso tempo, Canosa* 65; Capurso 64; Molfetta quello di assistere a partite più. S6; Five Bari* 50; Messa pia BJ;"indisi cariche di stimoli sino alla fine. 48; AtletiCo Cassano 45; Real Five Nel Messapia Brindisi non ci sa- Carovigno 39; Casalsavoia 38; Alranno gli squalificati Alessio Zac- tamlira, Thuriae 33; Bisceglie, Fuencaria e Macaolo, quest'ultimo sal- te Lucera 32; Castellaneta* 30; Olymterà anche la gara interna con la pique Ostuni* 28; G.A. Rutigliano 22; Diaz Biscegiie, mentre farà il suo Audac.e Monopoli 21; Grazy Four rientro Caselli dopo un turno di Casamassima* 5. stop. * Squadre.çhe al ritorno devono Dirigeranno l'incontro gli arbitri ancora riposare.

7 SABATO 14 MARZO 2015 Il Viminale: al voto il 31 maggio Ma il Consiglio chiude tra 15 giorni Ultime sedute dgl 24 al 27: c'è la "legge omnibus", poi finisce l'era Vendola ~ Giù il sipario, allo scoccare esatto dei cinque anni di legislatura: il Consiglio regionale pugliese èhiuderà i battenti, quantomeno per quel èhe riguarda lordinario pacchetto di attività, il 27 marzo. Due mesi prima, cioè, dell' election day fissato dal Viminale al 31 maggio. Una scelta suggerita probabilmente anche dal rischio di battaglie strumentali e dal sapore elettorale in aula e nelle commissioni. Insomma: marzo sarà il mese delle ultime curve nel decennio vendoliano e dei titoli di coda su un quinquennio a tratti. un,po' troppo travagliato, almeno m Consiglio. Da lunedì e fino a venerdì 27 saranno due settimane a ritmo più o meno serrato: fino a venerdì si riuniranno cinque coip... Tissioni, poi dal 24 al 27 sarà la volta del Consiglio regionale. Per l'ultima voltà «e cercando smaltire quanti più ordini del giorno possibili», spie-_ ga il presidente del Consiglio Onofrio Introna. Il provvedimento cardine sarà la "legge onmibus" sfornata dalla giunta vendòliana e che abbraccia un ventaglio variegato di correttivi normati vi, dalla sanità alla formazione professionale. Ma perché spegnere le lucide]]' aula COn CQSÌ largo anticipo rispetto alla data delle elezioni regionali (e comunali)? «La legislatura - commenta Introna - scade il 29 marzo. Dopo andiamo in regime di prorogatio e quindi il Consiglio potrà riunirsi solo per fatti straordinari. La prossima settimana non convocheremo lassise per consentire alle «La legislatura - spiega il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna - si chiude ìl 29 marzo: durante la prossima settim_ana si riuniranno le Commissioni, poi dal 24 al 27 i~ Consiglio» Palese: sospetta quella scelta fatta dal governo Renzi Critico Rocco Palese, deputato Forza Italia, sulla scelta del 31 maggio da parte del governo Renzi: «L'aumento del~astensionismo, come ci dicono i sondaggisti, awantaggerà il centrosinistra?» commissioni consiliari di riunir- tassa (che privilegerà i Comuni si, poi andremo in aula dal 24. virtuosi in fatto di raccolta diffe A condizione naturalmente che renziata). Una proposta di legge le commissioni abbiano chiuso i dal èonsenso bipartisan, ma loro lavori». aspramente contestata dai consi- Corsia preferenziale in Con- glieri vendoliani. siglio per il disegno di legge Intanto è confermata la data "omnibus" ("Disposizioni urgen- del 31 maggio per I' election ti in materia di lavoro, formazio- day: il Consiglio dei ministri, su ne professionale, sanità, politi- proposta del ministro degli Interche sociali e sviluppo economi- ni Angelino Alfano, ha approvaco"), che abbraccia più norme: to un decreto legge che, proprio il 15% di posti vacanti nella.ca- _al fine di consentire lo svolgitegoria A delle Asi da garantire mento di tutte le èonsultazioni ai lavoratori in mobilità dalle -elettorali in un'unica data, interstrutture sanitarie private; la ri- viene per rendere flessibile I' ai:. forma della formazione profes- co temporale di riferimento. E sionale; l'estensione temporale infatti stabilito che le regionali del fondo di rotazione per l'at- possano tenersi nella prima dotuazione deì piani di ripianamen- menica successiva ai 60 giorni d A 1 d dalla scadenza della legislatura. to ei consorsi si; e proce u- La circostanza però fa storcere re di individuazione del presi-. 1 dente del Nucleo di valutazione 1 naso a qualcuno: «Avevamo pessimisticamente tirato in ballo e verifica degli investimenti pub-. la data del 31 maggio _ accusa blici della Regione (compito del-. Rocco Palese, deputato Forza la giunta pescando tra i compo- Italia _ e guarda caso quella nonenti interni o esterni all'ammi- stra previsione ha trovato confernistrazione ), e al Nucleo spetta ma nella realtà. Si voterà proesprimere il parere preventivo prio il 31 maggio, alla vigilia di sull'ammissibilità e finanziamen- un ponte lungo (il 2 giugno è la to degli investimenti regionali, Festa della Repubblica) e dun "eccetto i progetti di incentiva- que con un prevedibile àumento zione agli investimenti delle inl- dell'astensionismo. Solitamente, prese manifatturiere e di servizi ci dicono sondaggisti e opinioilidi importo superiore ai 1 O milio- sti, quando un maggior numero i:ii"; infine, la nomia rn base alla di cittadini non si reca alle urne quale la partecipazione ad uno ad essere awantaggiato è il cendei cantieri di. cittadinanza "non trosillistra. Il governò sarà stato configura alcun rapporto di lavo- ffifluenzato da queste consideraro ed è accompagnata. da. azioni zioni? Per di più ricordiamo che di orientamento e formazione". i Consigli regionali sono già stafn Consiglio sarà anche disco ti prorogati di 60 giorni, ora doverde per la proposta di legge, vrà essere ulteriormente prolunapprovata nei giorni scorsi in gato il tempo della loro validi Commissione consiliare, che tà». proroga l'applicazione dell'eco- F.G.G.

8 VERSO ll:.vojo o'.~~~~ ì'thìfilm?,,~_.., IA GAZZEIIA D.ELMEZZOGIOR.'"ID SABATO 14 MARZO 2015 tare '' };.~ ' ' una caftlm~gnaeiettorale,. ",.:,.~ ' '.-..e.,.. C'~~çbtdicg0 :~<N.o,grazie. Devo ancora saldare i debiti», e Ma quanto mi costi? Election day fissato per il 31 maggio, «cronoprogramma» stabilito quanto alle scadenze, ma liste ancora poco defmite. Motivi di tutto ciò? Sostanzialmente due: la ridefmizione del Consiglio regionale che ha scombinato i calcoli di chi aveva le sue certezze sul numero dei voti utili per raggingere un posto in via Capruzzi e l'assoluta mancanza di sostegno economico ai candidati da parte dei partiti e movimenti. La risposta più ricorrente di chi si vede offrire una candidatura in zona grigia, cioè di incertezza tra l'essere ELEZIONI Molte le liste ancora da definire [foto Mario Gioia] eletti ed il restare a casa è: «Grazie, abbiamo già dato», ricordando come - rispetto all'ultima consultazione - restino ancora delle «code da pagare», si tratti di tipografie, uffici di consulenza, agenzie di marketing od organizzatori d,i eventi che magari attendono il saldo. «Apprendo da Roma che il partito nazionale non è più in grado di garantire gli stipendi ai suoi dipendenti. All'eliminazione del finanziamento pubblico si aggiunge il mancato versamento. del contributo mensile in capo ai parlamentari», aveva detto nei giorni scorsi il commissario regionale di Forza Italia Vitali. Certo, la sua esternazione è stata bollata come»gaffe» perchè Vitali aveva aggiunto che «in Puglia la situazione è ancora più perniciosa perchè questo inadempimento riguarda il 90% dei parlamentari e dura da due anni» e che «dopo aver chiuso la sede regionale del partito e quella di Foggia si aggiunge questa grande responsabilità morale nei confronti di chi, i nostri dipendenti, per anni lavorando in silenzio hanno contribuito a sostenere il partito» ed alcuni ex vertici avevano prontamente risposto che le questioni non erano così come prospettate. Ma nelle parole del Commissario azzurro c'è tutto l'avvalorarsi di un interrogativo: «Chi paga la campagna elettorale?». E accanto ad esso, a pioggia, tutta una serie di domande che stanno emergendo in queste ore e che riguardano un po' tutti i partiti, <<facendo rimpiangere - dice un vecchio esponente politico - la Prima Repubblica quando i maggiorenti ed i parlamentari, primi fra tutti quel del Pci versavano parte dei loro emolumenti al partito: era questione di appartenenza, prima di tutto» In effetti il costo della campagna elettorale è un problema: cosa fare se, come dicono alcuni segretari autdrevoli, i partiti in genere non hanno il becco di un quatrino? «È un tema, quello delle risorse finanziarie, che bisogna affrontare seriamente ed urgentemente - dice l'avv. Rocco Lamarina, esponente dell'ude - per ottenere che il "potere circoli" e non rimanga nelle mani dei soliti noti, dotati di riserve. lo da parte mia, proporrò al mio partito, l'ude - aggiunge - che gli organi competenti espongano la questione agli iscritti e, ancor più, a tutti coloro che hanno fatto politica nelle liste, della "balena democristiana" e degli epigono di questa». E riprende: «In una aggregazione politica si sta nel bene e enelmale. In questa, ultima i poteri, facendo un lieve sacrificio; tenuto conto.di ciò che gli eletti hanno percepito, coj:lli:jndennità men;~: sile, come liquidazione anche di,~téitìsèrimento, péf'< permettere che le idee politiche, in ciit:àtforede abbi~?]\' cittadinanza e rilievo politico nelle,)stltjlzioni». E còih:f'ò cldue: «Se questo aiuto non ci sarà, nònef1ii lamenti degii aspetti patologici della politica che,.per essere praticata utilmente, ha bisogno, purtroppo, cli:taitte risorse umane, che ci sono, ma di altrettante risorse:?nnànziari(}, che, purtroppo, a quel che mi è dato sapere, scarse~iano».

9 E SABATO 14 MÀRZO 2015 Rifinanziato dalla Regione il progetto "Giovani innovatori in azienda", promosso dall'assessorato all'innovazione guidaio da Guglielmo. Minervini (nella loto in basso) \l!t La Regione Puglia ha rifinan- I ~~~~l!~~~~~~l~a:fv~;:~: nn ~ e e e d ova t on 1n a z 1en._ -. a mentale àvviata lo scorso autun- _ d '. ' 1 - no in collaborazione con I' Arti, nell'ambito dell'azione Innovazione per I' Occupabilità. È così possibile dare avvio alla realiz- zazione di altre collaborazioni e ~ ~~{J~~~i:~~~i~~~;!:~~ n uo. v1 on 1-:-re_,-. gio --_n" a- 1-~ rativi che sinora non era pòssibi- J.. I le attivare per esaurimento delle risorse. L'iniziativa, lanciata nel 2014, promuove 1'incontro.tra imprese operanti in Puglia e giovani pugliesi (di età compresa tra i 18 e i 35 anni) che hanno Indennità di 500 euro al mese per i giovani che presentano progetti proposto progetti negli ambiti dell'innovazione e dell'internazionalizzazione. L'obiettivo del-: la misma è quello di agevolare l'occupazione,. cogliendo un duplice L'incontro tra le proposte dei giovani e le esigenze -delle imprese permette la realizzazione dei progetti ali' interno delle il momento di mettere questa risorsa a disposizione dei tessuto di piccole e medie imprese per rispondere ai loro bisogni di intire aspetto: da un fato, consen aziende interessate per una duranovazione e internazionalizza ai. giovani di esprimere le ta di 3 mesi, in base a un piano zione. Per questo, all'interno del loro competenze ed il loro potenziale operativo concordato. Ai giova piano Bollenti Spiriti 2014 all'interno di aziende; ni viene corrisposta 2015 abbiamo lanciato Giovani dall'altro, rafforzare le Pmi pugliesi, un'indennità di euro. Innovatori in Azienda. E' nato aumentando la qualità. «Lo abbiamo sempre detto:. come un esperimento ma la tj del proprio capitale umano, il i giovani sono una risorsa», dichiara sposta in temrini di partecipazio proprio potenziale d'innovazione l'assessore alle Politiche ne da parte dei giovani ma sosposta e quindi la propria giovanili della Regione Puglia prattutto da parte jmprese, è ancompetitività.i giovani hanno potuto proporre la propria idea progettuale; le aziende hanno indicato i propri fabbisogni. Guglielmo Minervini. «Dopo aver lavorato molti anni per far. emerger~ il talento dei giovani pugliesi, pensiamo sia: arrivato. data oltre le migliori. aspettative. Oggi siamo molto contenti perché abbiamo trovato risorse sulft.cienti a rispondere alle richieste di tutti i giovani e di. tut-. te le. aziende pugliesi che hanno risposto al nostro invito. Alla fine di questo e~perimentci -sarà importante valutare i risultati: Capire Gioè quali opportunità nasceraiino dall'incontro tra realt.à imprenditoriali e giovani innovatori. Ma_ crediamo sia importante fare in modo che anche in futuro si realizzino. politiche. pubbliche per stimolare questo incontro>>-., ~ «Con Giovani innovatori iri aziellda Arti continua la sperimeritazionedi metodologie i,nnovative.l'obiettivo questa volta è favorire.l'inserimento di personale di talento n.elle,piccole e _ m~die inìpfese>>'; ha dichjarato _ fa Presidente dell'agenzia Eva Mifolla. «In questo percorno, abbiamo _riscçmtrato tin forte gradimento da parte sia dei giovani, che hanno presentato ben '427 progetti, ia delle imprese, con 486 richiéste di accogliere gio vani:!lall'inèontro trà gli uni.e le altre -sorin scaturiti i. progetti che abbiamo potuto valutaie. Ora ci stiamo Gòncentrando sui meccanismi di monitoraggio, che ci pern1éttano di validare la metodologia che abbiamo svi. luppato e' di valutarè l'impatto -della misura». Anche lè imprese hanno risposto in ipaniera ffi8:ssiçcia_: delle 486 mariifestazioni di inte rèsse aq accogliere i prvgetti. di innovazione_, 251 si sono trasfor mate in piani_ operativi sottopo sti all'approvazione dell'arti a seguito dell'incontro con i giovani. Sulla base dell'ordine di arrivo.dei. piani opèrativl I' A gen?=ia aveva sinora autorizzatò l'avvio di 30 piani operativi, di ' cui i prinù 22, ~ono già in corso -di reali?zazione: i gìoyanì c)i.e li harmo proposti hanno cominciato ad operare nel_le aziende che li hanno accolti. Adesso il Idro numero' cresc_~rà rapi~~ent~..,

10 Ulivi, il rapporto-choc: "XylellafuòfH:bntrollo" ri.ca Ilcontag... ì<cyçi~~ /",-;- -,_-.;-> -,.,_.-_:-.,,! -';- < oc' ; ' la Fòrestale ha completato1~ ref<ìzioneìn~~ati\tàstill' epidemia Tre ipotesi in campo. Nelmiripoç'era;Wqheùnconvegnqlam la Repubblica GIULIANO FOSCHJNI NOTIZIESOilO due. La priina U èlacertificazionedelcorpo orestalechelasituazioneè ormai.. fuoricòntrollo: èstci.tasl!- perata la linea.maginot tracciata e il batterio si espande oltre e piùvelocementerispettoaquello_ che avevamo immaginato". La seconda è che ormai si è arrivati a una certezza. Il ceppo che attacca gli ulivi pugliesi è quello della "Xylella fastidiosa sub.especie Pauca ceppo codiro", lo stesso che nei gj.orniscors~ è stato identificato su.ak;une piante di oleandro in ~arica. La novità delle ultiih.e ore per_ò, appena comuriicate dagli studiosi agliinvestigatori,è.chelostesso )jj~~?0f~\ij:;)i~ batterio è stato trova'to nelle ul- ;t timeoreanchesupiantedicaffè Y :t:c';;, /;;;;c',; intfffcettateinfranciaeinqlanda, provenienti dal co starica. "Significa quindi che è ilygt~do [)ag]iattiemeige che le primè segnalazioni di fiisscct:;3fjj1ento risalgono ca1201r. ;'di saltare da una specie a un' al- ' l*j11;;;i;~' ~J~~\,j;~J~~~i~f,à~~ tra: a cru:esto punto ci sono tutti gli elemeuti per dire che la _Xylella pudjies,e, al 99,9 per cento, èstataimportatadalcostarica". E' questa quindi la prima verità alla quale sarebbeto arrivati gli uomini della Forestale do. po mesi di indagine coordinati d_alsostituto procuratore di Lecce, Elsa Mignone, che ha aperto un fascicolo-per "diffusione colposad_i malattia della pianta". Il problemaeracapirecomejaxylella avesse potuto arrivare in Italia. UnaprimaipotesHnv:estigativapuntavaaunconvegnodi espertiintefnazioqali che si è te, nuto_abarinel2010',organizzato dallo Iam, dove il batterioseppurinsicurezza-fuportato perragionidistudio."maquesta - ha detto _il pm Mignone in Un milionè. un'intervistaafamigliacristiana - è un'ipotesi sulla quale abbiamo qualche difficoltà. AbbianointrodottiinunluogonelqualeiononpoS$0andarea.indagare.E' certo infatti che per motivi di studio -è stata concessa una deroga al divieto di iri:trodurre sul territorio itali&no getmi patogeni. Peccato però c~e l'al:>bfano intr.od~tti in un luogo nel quale io non posso andare a in-, dagare perché lo Iam dove si è svoltoilworkshopdel201q,gode per legge di immunità assoluta E questo è un cas_o pressoché unico Il!3'llo scenario europeo e forse mondiale: l'autorità giudiziaria italiana non può violare il_ domicilio dell'istituto, P,on può effettuare séquestri, perquisizioni o confische a. L'agente patogeno. portato conilcpnvegno,seppursempre di Xylella si tratti> saiebhe di- X: =frartciii:~.:òìarn:la ~ Piante di verso da quello che ha attacçato.. Cà.ffà)l (;erçh,~p dunqu,e dovrebgli ulivi. Mentr~ quello trovato _ :bei ~'~~.:re;~hiuso. ~a~ colldizie>: in Costarica è identico. Per.que- ;..naj~/è''d'oobligo.~ Pei'ché esiste sto gli investigatori hanno mes- r.l n_cp,e lllla t_~rza ipotesi nell'insosotto i riflettori g~iimportato- 'chièsta. E cioè che una parte deri di piante - centroamericane, gli ulivi possa essere stat_aattacmòlto utilizzate nelle masserie cata non dalla Xyleµa ma da un del Salento come ornamentali. batterio terzo, magari ehdoge Proprio quegli importatori sono no. Anche per qllesto laforestastati seguiti_ e hanno trovato lo le nelle ultime settimane ha sestesso virus. nelle scorse ore, in questrato documenti nègli uffici dell'assessorato della Regione e ha ascoltato una serie di aqi:ic9ltori.iltimoreèchedietro il rischio Xylella si nasconda anche una pos~ibile speculazione, visto che gli ulivi malati teoricamente dovrebbero essere abbattuti. Intanto però le ultime segnalazioniarrivatealki.forestalesono.preoccupanti. "Così qon si controlla più" dicono, dopo che a Oria è stata segnalata una pianta che probabilmente è stata!lttaccata dal batterio. Sulla carta la situazione doveva essere contenuta in una zona della provincia di Lecce. E invece sta mangiando tutta la provincia. Se. di Xylella.si parlasse, però,sulban codegliimputatifinirej.?beroan 'cheicontrolli.dagliattiemerge ' _che le prime segnalazioni di,disseccamento ris_algono al 2011, fo:rse alcune anche al La Forestale ha sequestrato tutte quelle carte per capire se sono state messe in atto misure di prevenzione adeguate a bloccare l'espandersi del batterio.

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 1. Il Senato della

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4

LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 6232 LEGGE REGIONALE 12 febbraio 2014, n. 4 Semplificazioni del procedimento amministrativo. Modifiche e integrazioni alla legge regionale 12 aprile 2001, n. 11 (Norme sulla valutazione dell impatto ambientale),

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

CITTA' DI ALZANO LOMBARDO

CITTA' DI ALZANO LOMBARDO CITTA' DI ALZANO LOMBARDO PROVINCIA DI BERGAMO Partita IVA 00220080162 Codice Fiscale 220080162 REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE APPROVATO CON DELIBERA C.C. N 27 DEL

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping)

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping) LEGGE REGIONALE 18 maggio 1999, n. 9 DISCIPLINA DELLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE DELL'IMPATTO AMBIENTALE Testo coordinato con le modifiche apportate da: L.R. 16 novembre 2000 n. 35 Titolo III PROCEDURA DI

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI Visto che il 20% di un numero è uguale a frazionario per calcolare le percentuali. 20 100 n allora possiamo utilizzare il calcolo DATI n= numero intero p= frazione (percentuale) r= numeratore (tasso di

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO (Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 15 febbraio 2010. Modi che ed integrazioni al decreto 17 dicembre 2009, recante: «Istituzione del sistema di controllo della tracciabilità

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPÓLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPÓLO ITALIANO R.G.N, REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPÓLO ITALIANO Il Giudice del Lavoro del Tribunale di Bari -dr. ssa Maria Giovanna Deceglie- nelle controversie individuali di lavoro riunite sub nn. R.G. 22661/07,

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della GENOVA 2015-2030 UNA FINESTRA SUL FUTURO Ricerca tipo Delphi a cura della Sezione Terziario di Confindustria Genova Coordinamento della ricerca Sergio Di Paolo PERCHÉ IL FUTURO Immaginare il futuro aiuta

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi)

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) Principali norme di riferimento 1) Legge n. 241/1990 - Nuove norme in

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Marca da bollo Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Protocollo Oggetto: Richiesta concessione temporanea Impianto Sportivo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t

VÉÇá zä É exz ÉÇtÄx wxäät câzä t LEGGE REGIONALE 20 MAGGIO 2014, N. 26 Disposizioni per favorire l accesso dei giovani all agricoltura e contrastare l abbandono e il consumo dei suoli agricoli 2 LEGGE REGIONALE Disposizioni per favorire

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

http://comune-info.net/2015/04/t-tip-il-re-e-nudo/

http://comune-info.net/2015/04/t-tip-il-re-e-nudo/ comune-info.net http://comune-info.net/2015/04/t-tip-il-re-e-nudo/ T-tip, il re è nudo Nelle foto di Riccardo Troisi l azione diretta di sabato 18 aprile contro i fantasmi del T- tip nel centro di Roma.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

UMBERTO II RE D'ITALIA

UMBERTO II RE D'ITALIA REGIO DECRETO LEGISLATIVO 15 maggio 1946, n. 455 Approvazione dello Statuto della Regione siciliana. UMBERTO II RE D'ITALIA Visto il decreto-legge Luogotenenziale 25 giugno 1944, n. 151; Visto il decreto

Dettagli

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO 1. Direttiva 66/401/CEE: commercializzazione sementi di piante foraggere 2. Direttiva 66/402/CEE: commercializzazione di sementi di cereali 3. Direttiva

Dettagli

La legge sul Volontariato della Regione Lazio

La legge sul Volontariato della Regione Lazio La legge sul Volontariato della Regione Lazio Legge 29 del 1993 Art. 2 Attività ed organizzazioni di volontariato 1. Ai sensi dell'art. 2 della legge n. 266 del 1991: a) l'attività di volontariato disciplinata

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli