IL RETTORE DECRETA. Corso di Master Universitario di I livello in Infermiere Psichiatrico (AA.AA. 2014/2015 e 2015/2016, VI ed.)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL RETTORE DECRETA. Corso di Master Universitario di I livello in Infermiere Psichiatrico (AA.AA. 2014/2015 e 2015/2016, VI ed.)"

Transcript

1 \ DIVISIONE PRODOTTI SETT ALTA FORMAZIONE Via Duomo, Vercelli VC Tel /9 Fax Decreto del Rettore Repertorio n. 616/2014 Prot. n del 24/10/2014 Titolo III Classe 5 OGGETTO: Istituzione e attivazione della VI edizione del corso di master di I livello, di durata biennale, in Infermiere Psichiatrico, presso il Dipartimento di Medicina Traslazionale, per gli AA.AA. 2014/2015 e 2015/2016. IL RETT Omissis DECRETA 1. Di istituire e attivare la VI edizione del corso di master di I livello, di durata biennale, in Infermiere Psichiatrico, presso il Dipartimento di Medicina Traslazionale, per gli AA.AA. 2014/2015 e 2015/2016, secondo l ordinamento didattico e il piano amministrativo-finanziario di seguito riportati. Corso di Master Universitario di I livello in Infermiere Psichiatrico (AA.AA. 2014/2015 e 2015/2016, VI ed.) Art.1 Tipologia, durata e denominazione del corso Il corso è denominato Master Universitario In Infermiere Psichiatrico (MUIIP) ed è un Master Universitario di I livello (MU1) di durata biennale. Il MUIIP è promosso dall Università degli Studi del Piemonte Orientale A. Avogadro rappresentato dalla Cattedra di Psichiatria. Art. 2 Requisiti di ammissione al master 1

2 Al Master sono ammessi gli infermieri in possesso del titolo che consente l iscrizione all Albo professionale (legge 1/2002) e del titolo di scuola media superiore (si intende di durata quinquennale). Art. 3 Obiettivi formativi e potenziali sbocchi professionali Il Master fornisce una preparazione teorica e pratica a coloro che intendono lavorare nell assistenza dei pazienti Psichiatrici nel settore della prevenzione, assistenza e riabilitazione del paziente stesso e nell assistenza dei familiari. Obiettivo qualificante del Master è quello di consentire l acquisizione di strumenti conoscitivi ed operativi idonei a lavorare nell ambito sopradescritto, con particolare riferimento all acquisizione di abilità relazionali e di counseling psichiatrico. Art. 4 Piano didattico Il corso di Master in Infermiere Psichiatrico sarà realizzato in moduli. La frequenza ai vari moduli contribuirà al raggiungimento di CFU per ottenere il numero di crediti necessari per il Master. Ciascun modulo sarà realizzato in modo da poter costituire un unità di insegnamento indipendente. Alla fine di ciascun modulo è previsto un esame teorico-pratico. Il corso sarà svolto su base regionale, con possibilità di attivare esperienze di tirocinio nelle aree di eccellenza (anche extraregionali). Compatibilmente con le esigenze didattiche e l organizzazione delle attività formative, si prevedranno modalità di organizzazione dei corsi che facilitino la frequenza per gli studenti lavoratori, con concentrazione delle lezioni teoriche e possibilità di svolgere parte del tirocinio, guidato e su obiettivi di apprendimento predefiniti, anche nel proprio contesto di lavoro. Il percorso formativo è indicato nell Allegato A (A1 + A2). Art. 5 Modalità di svolgimento delle attività didattiche Il Master, diviso in due anni, si articola in diversi moduli formativi. L impegno didattico complessivo comprende, oltre all attività didattica formale, anche attività di studio guidato, attività di tirocinio formativo, supervisione, e preparazione alla tesi finale. 2

3 Art. 6 Modalità di attestazione della frequenza La frequenza del Master è obbligatoria. Il Diploma di Master non verrà rilasciato a coloro che abbiano superato il 10% delle assenze rispetto all impegno formativo complessivo. Art. 7 Modalità di selezione dei partecipanti L ammissione al Master avviene previa valutazione dei curricula dei candidati, con particolare attenzione ai titoli acquisiti ed all esperienza clinica. La Commissione selezionatrice verrà individuata con successivo decreto del Direttore di Dipartimento. Art. 8 Periodo e sede di svolgimento del corso Il Master ha durata biennale a decorrere dall anno accademico 2014/2015. Le lezioni partiranno da marzo 2015 e termineranno entro ottobre Il Master si svolgerà presso la Cattedra di Psichiatria (via Gnifetti, 8 Novara) e presso la S.C. Psichiatria dell A.O. Maggiore della Carità di Novara. Art. 9 Numero minimo di studenti Il corso di Master in Infermiere Psichiatrico non potrà essere attivato se, alla scadenza del termine per la presentazione delle domande di iscrizione, non sarà raggiunto il numero minimo di 4 studenti. Art. 10 Numero massimo di studenti Il numero massimo è fissato in 30 studenti. Art. 11 Quota di iscrizione La quota di iscrizione al corso è fissata in 3.000,00 ed è comprensiva di tutto il materiale didattico. La quota di iscrizione dovrà essere versata secondo le seguenti scadenze: 3

4 prima rata di 1.500,00 all atto dell iscrizione; seconda rata di 1.500,00 al termine del I anno di corso e non oltre il 31/12/2015. Al fine di effettuare i suddetti versamenti, ed il primo in particolare, è necessario: connettersi alla pagina web seguire il percorso Area Riservata -> Registrazione, e quindi cliccare su Registrazione Web ; inserire le informazioni (a carattere anagrafico) progressivamente richieste, sino alla generazione del proprio identificativo, a cui sarà da associarsi una password; accedere all Area Riservata mediante l identificativo generato (al termine della procedura di cui al punto precedente, sarà sufficiente cliccare su Procedi con autenticazione ); cliccare su Segreteria, accedendo alla Pagina Immatricolazione ; inserire le informazioni (relative al corso d interesse) progressivamente richieste, sino alla generazione e quindi alla stampa della domanda di iscrizione; tornare alla voce Controlla pagamenti o Pagamenti non pervenuti, e quindi alla voce Fattura, dove comparirà la distinta di versamento (MAV) relativa alla prima rata (la distinta relativa alla seconda comparirà in seguito); stampare la distinta relativa alla prima rata ed utilizzarla per effettuare il versamento in questione presso qualsiasi istituto bancario, anche in home-banking (analogamente si dovrà procedere in seguito per il versamento della seconda rata). Si ricorda inoltre che: il numero assegnato dal sistema al termine della procedura on-line, una volta perfezionata l iscrizione, sarà confermato come matricola effettiva attribuita allo studente (nel caso di accessi successivi alla registrazione, laddove il sistema non riconosca come nome utente la stringa nome.cognome, si ovvierà inserendo tale numero di matricola; quanto alla password, potrà utilizzarsi quella precedentemente prescelta); è necessario consegnare presso la Segreteria Studenti della Scuola di Medicina la domanda di iscrizione compilata, le quietanze di versamento delle rate, nonché la documentazione ulteriore, nei tempi e nei modi indicati nell articolo Domanda di Iscrizione ; per maggiori informazioni, è possibile rivolgersi alla Segreteria Studenti della Scuola di Medicina, all indirizzo o al n ). Art. 12 Strutture didattiche e strumentazioni a disposizione Per lo svolgimento del Master verranno utilizzate le strutture dell Università degli Studi del Piemonte Orientale e del Servizio Sanitario Nazionale o strutture accreditate. 4

5 Art. 13 Domanda di ammissione alla selezione La domanda dovrà essere presentata alla Segreteria Studenti della Scuola di Medicina dell Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro, Via Perrone 18, Novara. La stessa potrà essere trasmessa a mezzo di raccomandata A/R. In questo caso farà fede la data impressa sul timbro postale. Le domande dovranno pervenire presso la Segreteria Studenti entro il 19/01/2015. La domanda di partecipazione alla selezione per l accesso al Master, potrà essere ritirata presso la Segreteria Studenti o potrà essere scaricata dal sito web dell Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro (alla sezione: laureati master modulistica). Dovranno essere allegati alla suddetta domanda i seguenti documenti che, nel caso di studenti comunitari, qualora redatti in lingua straniera, dovranno essere corredati di traduzione ufficiale: 1) dichiarazione sostitutiva di certificazione, ai sensi dell art. 46 punto m) del DPR 28/12/2000, n. 445, attestante il conseguimento del diploma di laurea e indicante tutti i voti riportati negli esami di profitto e nell esame di laurea; 2) per gli Infermieri, possessori di titoli equiparati/equipollenti, dichiarazione sostitutiva di certificazione, ai sensi dell art. 46 punto m) del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, attestante il conseguimento dei titoli equiparati ed equipollenti, ai sensi della vigente normativa; 3) copia dei titoli valutabili per l ammissione al corso; 4) curriculum vitae; 5) indirizzo ; 6) copia di un documento d identità in corso di validità. Gli studenti stranieri extracomunitari dovranno uniformarsi alle vigenti disposizioni in materia di iscrizione a corsi di studio presso le università italiane, integrando altresì, ai sensi delle medesime disposizioni, la predetta documentazione. Art. 14 Pubblicazione graduatoria La graduatoria sarà visibile dal 26/01/2015 sul sito alla sezione master I livello Infermiere Psichiatrico, e presso la Segreteria Studenti della Scuola di Medicina (Via Perrone 18 Novara). Art. 15 Domanda di iscrizione Coloro che saranno ammessi al corso dovranno presentare presso la Segreteria Studenti, ai fini dell iscrizione, i seguenti documenti: 5

6 domanda di immatricolazione indirizzata al Magnifico Rettore dell Università degli Studi del Piemonte Orientale su carta resa legale da 16,00 (procedura on line, Art. 11); quietanza di versamento della prima rata della quota di iscrizione; copia del proprio codice fiscale. L iscrizione dovrà essere perfezionata, a pena di decadenza e con chiamata degli idonei in ordine di graduatoria, entro il 10/02/2015. Art. 16 Consiglio di Corso di studio Il Master è proposto dalla Cattedra di PSICHIATRIA dell Università degli Studi del Piemonte Orientale A. AVOGADRO. Gli Organi di Gestione del Master sono: 1. Il Consiglio di corso di Master, formato dal Direttore del corso, dal Coordinatore didattico e dai Coordinatori dei singoli moduli; 2. Il Direttore del Corso, Prof.ssa Patrizia Zeppegno; 3. Il Coordinatore didattico. Tali organi rimangono in carica per l intera durata del Master. Art. 17 Afferenza amministrativo contabile Il Master afferirà al Dipartimento di Medicina Traslazionale. Art. 18 Preventivo finanziario del Corso di Studio Omissis Art. 19 Verifiche intermedie del profitto Alla fine di ciascun modulo è previsto un esame teorico-pratico. Art. 20 Contenuti, caratteristiche ed eventuale numero di crediti della prova finale Il percorso formativo del candidato si concluderà con la discussione della tesi (6 CFU). Art. 21 Titolo di studio rilasciato 6

7 Al candidato che abbia superato gli esami teorici/pratici previsti alla fine di ciascun modulo e che abbia superato la prova finale conseguendo i 66 CFU, verrà rilasciato il diploma di Master in Infermiere Psichiatrico a firma del Rettore e sottoscritto dal Direttore del Corso di Master. IL RETT (Cesare Emanuel) (F.to Cesare Emanuel) 7

8 ALLEGATO A1 Piano degli studi Il Master si articola in 6 Moduli a frequenza obbligatoria ai fini del conseguimento del Titolo. Si specifica che la scansione dei moduli sarà ripartita nel corso di due anni accademici. I CFU complessivi per i moduli sommati ai CFU della tesi sono 66. L impegno didattico complessivo comprende, oltre all attività didattica formale, anche attività di studio guidato, stages, supervisione e preparazione della tesi finale. STRUTTURA COMPLESSIVA DEL MASTER IN INFERMIERE PSICHIATRICO CREDITI MODULO 1 Il counseling e la relazione d aiuto MODULO 2 Elementi di base MODULO 3 Infermieristica clinica e ricerca scientifica MODULO 4 Etica, deontologia, aspetti storici MODULO 5 Infermieristica in area diagnostica-terapeutica MODULO 6 L assistenza infermieristica al paziente psichiatrico Totale È possibile che alcuni dei partecipanti selezionati abbiano già una competenza specifica sui temi suddetti. A questi partecipanti, tramite un sistema di riconoscimento dei crediti acquisiti in precedenti esperienze formative, potrà essere accordata una riduzione del carico complessivo, secondo quanto stabilito dal Consiglio di Master. La tesi equivale a 6 CFU. 8

9 CORSO INTEGRATO DISCIPLINE ALLEGATO A2 MODULO 1 IL COUNSELING E LA RELAZIONE D AIUTO Modulo 1 Il Counseling e la relazione d aiuto (CFU 15) L obiettivo del modulo è quello di: Fornire nozioni teoriche, strumenti culturali e stimoli esperienziali che consentano agli infermieri di entrare in relazione più consapevolmente nelle situazioni che li vedono impegnati nell attività di counselor; Offrire ai partecipanti l opportunità di addestrarsi a cogliere il disagio psicologico e relazionale. 1.1 Riepilogo degli argomenti 1. La relazione d aiuto; 2. Il colloquio; 3. La comunicazione; 4. I modelli del counseling; 5. I rapporti tra counseling e psicoterapia; 6. Il counseling individuale e di gruppo; 7. Il counseling in medicina; 8. Il counseling infermieristico. La relazione d aiuto; Il Counseling. SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI 1.2 Discipline di Insegnamento MODULO 2 ELEMENTI DI BASE DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE La relazione Counseling d aiuto MED/ Il counseling MED/ Tirocinio Totale CORSO INTEGRATO Fondamenti di psicologia e psicopatologia DISCIPLINE Elementi di psicologia generale SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE MED/

10 Infermieristica nell analisi epidemiologica in area psichiatrica Organizzazione e gestione Elementi di psicologia medica e Elementi di psicopatologia MED/ Diritto ed organizzazione MED/ sanitaria Igiene generale ed applicata, MED/ Epidemiologia Elementi di diritto IUS/ Economia aziendale SECS-P/ Organizzazione infermieristica MED/ Tirocinio Totale L obiettivo del modulo è quello di: Modulo 2 Elementi di base (CFU 15) Fornire nozioni teoriche, strumenti culturali che consentano agli infermieri di acquisire un bagaglio culturale inerente la psicologia (generale, medica e clinica) e la psicopatologia; Offrire ai partecipanti l opportunità di addestrarsi a cogliere il disagio psicologico e relazionale. 2.1 Riepilogo degli argomenti 1. Psicologia generale; 2. Psicologia medica; 3. Psicologia clinica; 4. Elementi di psicopatologia; 5. I sistemi di monitoraggio sugli standard assistenziali; 6. Le priorità per utilizzare in modo ottimale le risorse esistenti; 7. Tipologia e costi delle risorse strumentali ed ambientali, necessarie all assistenza infermieristica; 8. Strumenti di integrazione (linee guida, procedure, protocolli assistenziali, piani di assistenza standard) progettati con l équipe o da altri servizi per omogeneizzare le modalità operative; 9. Coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni nella valutazione del funzionamento del servizio; 10. La continuità assistenziale nel passaggio tra servizi; 11. L integrazione tra i servizi ospedalieri e ambulatoriali del settore sociale e sanitario ; 12. Valutazione dell assistenza infermieristica erogata. 2.2 Discipline di Insegnamento 10

11 CORSO INTEGRATO L approccio clinico Metodologia della ricerca infermieristica Elementi di psicologia generale; Elementi di psicologia medica; Elementi di psicopatologia; Elementi di diritto; Diritto ed organizzazione sanitaria; Economia aziendale; Igiene generale ed applicata, Epidemiologia. MODULO 3 INFERMIERISTICA CLINICA E RICERCA SCIENTIFICA DISCIPLINE SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE Clinica Psichiatrica MED/ Assistenza infermieristica 3* MED/ Statistica medica MED/ Inglese scientifico L-LIN/ Tirocinio 2 50 Totale * Attività formativa ad elevato contenuto sperimentale o pratico. Modulo 3 Infermieristica clinica e ricerca scientifica (CFU 6) L obiettivo di questo modulo è quello di fornire all infermiere le conoscenze e competenze per: Assistere la persona e la famiglia sia nella fase acuta che nella fase cronica della malattia mentale; Conoscere i principali modelli organizzativi delle cure psichiatriche; Essere in grado di lavorare in equipe multidisciplinare di psichiatria; Identificare specifici problemi e aree di ricerca; Realizzare ricerche in collaborazione con équipe multidisciplinari e/o collaborare alle sperimentazioni cliniche; Identificare aree problematiche che necessitano di valutazione e revisione; Verificare l applicazione dei risultati delle ricerche per ottenere un miglioramento della qualità dell assistenza; Guidare l équipe infermieristica nell identificazione, interpretazione ed applicazione di risultati di ricerca nella pratica; Diffondere risultati di ricerche e letteratura specifica all èquipe infermieristica. 3.1 Riepilogo degli argomenti 1. I disturbi mentali; 2. Modelli classificativi delle malattie mentali; 3. La semeiotica psichiatrica; 11

12 4. Il colloquio psichiatrico; 5. L assistenza infermieristica ai pazienti con disturbi mentali in fase acuta; 6. L assistenza infermieristica ai pazienti con disturbi mentali cronici; 7. Le sperimentazioni cliniche in psichiatria; 8. L organizzazione di una sperimentazione clinica in reparto ed il ruolo dell infermiere; 9. Il consenso ai trattamenti. CORSO INTEGRATO Aspetti etici, deontologici, medico legali e psichiatrico forensi 3.2 Discipline di Insegnamento Clinica Psichiatrica; Scienze infermieristiche e tecniche neuropsichiatriche e riabilitative; Statistica medica; Inglese scientifico. MODULO 4 ETICA, DEONTOLOGIA ASPETTI STORICI DISCIPLINE SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE Medicina Legale MED/ Etica MED/ Scienze infermieristiche 4* MED/ Psichiatria forense MED/ Storia della Psichiatria MED/ Scienze infermieristiche e tecniche Storia della neuropsichiatriche psichiatria e riabilitative: MED/ l evoluzione della figura dell infermiere psichiatrico Tirocinio 3 75 Totale * Attività formativa ad elevato contenuto sperimentale o pratico. Modulo 4 Etica, Deontologia, Aspetti storici e organizzazione sanitaria (CFU 9) L obiettivo di questo modulo è quello di fornire all infermiere le conoscenze e competenze per: acquisire fondamenti di legislazione in materia sanitaria, di deontologia e di etica; acquisire elementi di psichiatria forense in relazione all assistenza infermieristica; acquisire nozioni relative all evoluzione del pensiero psichiatrico e dell assistenza ai pazienti affetti da patologia mentale. 12

13 4.1 Riepilogo degli argomenti 1. La responsabilità dell infermiere; 2. La deontologia professionale; 3. L etica in psichiatria; 4. Il consenso informato; 5. Le contenzioni; 6. Il TSO, i TSV, gli accertamenti sanitari obbligatori; 7. Il suicidio; 8. Aspetti etici e medico-legali di alcune situazioni che si possono presentare nell assistenza psichiatrica (rifiuto delle terapie, uso di terapie non convenzionali, sedazione, consenso informato ai trattamenti, sperimentazioni, dimissioni volontarie); 9. L evoluzione della figura dell infermiere psichiatrico nel tempo; 10. La storia della psichiatria. 4.2 Discipline di Insegnamento Medicina Legale; Etica; Scienze infermieristiche e tecniche neuropsichiatriche e riabilitative: deontologia infermieristica; Psichiatria forense; Storia della Psichiatria; Scienze infermieristiche e tecniche neuropsichiatriche e riabilitative: l evoluzione della figura dell infermiere psichiatrico. CORSO INTEGRATO Profili diagnostico terapeutici MODULO 5 INFERMIERISTICA IN AREA DIAGNOSTICA-TERAPEUTICA DISCIPLINE Clinica psichiatrica: percorsi diagnostici e terapeutici Elementi di farmacologia Assistenza infermieristica 5 SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE MED/ BIO/ MED/ Tirocinio 3 75 Totale Modulo 5 Infermieristica in area diagnostica-terapeutica (CFU 6) L obiettivo di questo modulo è quello di fornire all infermiere le conoscenze e competenze per: 13

14 Conoscere il percorso diagnostico-terapeutico per i principali tipi di patologia psichiatrica; Raccogliere un anamnesi infermieristica; Somministrare scale di valutazione clinica; Diagnosticare i problemi della persona correlati alla malattia, all istituzionalizzazione, al suo trattamento, allo stile di vita, alle modificazioni delle attività di vita quotidiane, alla qualità di vita percepita (ansia, incertezza, alterazione della vita sociale e lavorativa); Coinvolgere la persona assistita e le persone risorsa nella formulazione e nella realizzazione del piano assistenziale-terapeutico; Organizzare l attuazione dei percorsi diagnostico-terapeutici prescritti; Organizzare la somministrazione dei trattamenti terapeutici; Informare la persona, la famiglia, sulle opportunità offerte dai servizi territoriali utilizzabili a supporto delle necessità assistenziali. 5.1 Riepilogo degli argomenti 1. Le patologie psichiatriche e gli attuali indirizzi terapeutici; 2. Gli psicofarmaci, gli effetti collaterali, le principali interazioni farmacologiche; 3. Le scale di valutazione clinica in psichiatria; 4. L anamnesi psichiatrica; 5. Accertamento e interventi assistenziali dei problemi più frequenti in persone affette malattia mentale; 6. Applicazione delle teorie infermieristiche all area psichiatrica; 7. Assistenza durante e dopo un TSO; 8. Interventi assistenziali nella gestione delle emergenze cliniche legate all acuzia con particolare riferimento all agitazione psicomotoria e all aggressività auto ed etero diretta; 9. Strategie di sostegno della famiglia; 10. Meccanismi di reazione alla malattia del paziente e della famiglia e meccanismi di adattamento in relazione alle diverse età; 5.2 Discipline di Insegnamento Clinica psichiatrica: percorsi diagnostici e terapeutici; Elementi di farmacologia; Scienze infermieristiche e tecniche neuropsichiatriche e riabilitative. MODULO 6 L ASSISTENZA INFERMIERISTICA AL PAZIENTE PSICHIATRICO CORSO INTEGRATO L assistenza al paziente in reparto DISCIPLINE SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE Clinica Psichiatrica MED/ Le emergenze internistiche MED/ Triage del paziente psichiatrico MED/

15 CORSO INTEGRATO L assistenza al paziente in ambulatorio ed in comunità DISCIPLINE SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE Clinica Psichiatrica MED/ Assistenza infermieristica 6 MED/ Tirocinio 2 50 Totale Modulo 6 L assistenza infermieristica al paziente psichiatrico (CFU 9) L obiettivo di questo modulo è quello di fornire all infermiere le conoscenze e competenze per: Accogliere la persona assistita e la sua famiglia nei diversi contesti assistenziali; Orientare la persona assistita e la sua famiglia all interno dei Servizi; Coinvolgere la persona assistita e le persone risorsa nella formulazione e nella realizzazione del piano assistenziale-terapeutico; Organizzare l attuazione dei trattamenti terapeutico-riabilitativi; Acquisire nozioni relative ai vari modelli di riabilitazione psichiatrica; Acquisire abilità nell affrontare situazioni di urgenza ed emergenza nei vari contesti di cura psichiatrica. 6.1 Riepilogo degli argomenti 1. L assistenza al paziente psichiatrico in ambiente di ricovero, ruolo dell infermiere; 2. L assistenza al paziente psichiatrico in ambulatorio, ruolo dell infermiere; 3. L assistenza al paziente psichiatrico in DH, ruolo dell infermiere; 4. L assistenza al paziente psichiatrico nei centri diurni, ruolo dell infermiere; 5. L assistenza al paziente psichiatrico in comunità, ruolo dell infermiere; 6. La riabilitazione in psichiatria. 6.2 Discipline di Insegnamento Clinica Psichiatrica; Le emergenze internistiche; Le emergenze chirurgiche; Scienze infermieristiche e tecniche neuropsichiatriche e riabilitative. l) Pratica clinica-tirocinio guidato Per l approfondimento di aspetti specifici, all interno di ciascun modulo è prevista la realizzazione di seminari di approfondimento. 15

16 I metodi di apprendimento suggeriti sono: apprendimento per problemi, lavoro in piccoli gruppi, incontri con esperti, studio indipendente, laboratori didattici sulle abilità comunicative, educative, gestuali, simulazioni, esercitazioni su casi standardizzati o con pazienti, esperienza professionale sul campo, attività di apprendimento in comunità. L esperienza in ambiti professionali (tirocini) per essere efficace dal punto di vista formativo dovrebbe prevedere le seguenti fasi: sedute di briefing per facilitare lo studente nella definizione del proprio piano di apprendimento (dove sono ora, quali obiettivi voglio raggiungere, con quali risorse e opportunità formative, chi, quando e come mi valuterà); frequenti sessioni di debriefing finalizzate alla riflessione e rielaborazione di esperienze significative al fine di evidenziarne i collegamenti teorici, i vissuti e di utilizzare le deduzioni per situazioni analoghe; documentazione degli aspetti professionalizzanti dell esperienza con report. 16

Divisione Didattica e Studenti

Divisione Didattica e Studenti Divisione Didattica e Studenti Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Progetti per la Didattica Decreto del Rettore Repertorio n. 306/2010 Prot. n. 16328 del 22/07/2010 Tit. III Cl.

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Art. 1 Tipologia, durata e denominazione del corso

IL RETTORE DECRETA. Art. 1 Tipologia, durata e denominazione del corso DIVISIONE PRODOTTI SETTORE ALTA FORMAZIONE Via Duomo, 6 13100 Vercelli VC Tel. 0161 261 529 Fax 0161 210 289 progetti.didattica@uniupo.it Decreto del Rettore Repertorio n. 659/2015 Prot. n. 14599 del 07/10/2015

Dettagli

DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI

DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI DIVISIONE ATTIVITA ISTITUZIONALI Ufficio Dottorati di Ricerca e Scuole di Specializzazione AT/fm Decreto del Rettore Repertorio n. 354-2006 Prot. n. 18687 del 26.07.2006 Tit. III cl. 2 Oggetto: Istituzione

Dettagli

Divisione Attività Istituzionali e del Personale

Divisione Attività Istituzionali e del Personale Divisione Attività Istituzionali e del Personale Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Ufficio Accreditamento e Qualità Decreto del Rettore Repertorio n. 440/2007 Prot. n. 24536 del

Dettagli

Divisione Didattica e Studenti

Divisione Didattica e Studenti Divisione Didattica e Studenti Settore Alta Formazione MZ/as Decreto del Rettore Repertorio n. 788/2013 Prot. n. 17366 del 18/11/2013 Tit. III Cl. 5 Oggetto: Istituzione e attivazione della II edizione

Dettagli

Divisione Didattica e Studenti

Divisione Didattica e Studenti Divisione Didattica e Studenti Settore Alta Formazione Decreto del Rettore Repertorio n. 239/2014 Prot. n. 5051 del 17/04/2014 Tit. III Cl. 5 Oggetto: Istituzione e attivazione della II edizione del Corso

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Art. 1 Tipologia, durata e denominazione del corso

IL RETTORE DECRETA. Art. 1 Tipologia, durata e denominazione del corso DIVISIONE PRODOTTI SETTORE ALTA FORMAZIONE Via Duomo, 6 300 Vercelli VC Tel. 06 6 59 Fax 06 0 89 progetti.didattica@uniupo.it Decreto del Rettore Repertorio n. 544/05 Prot. n. 45 del 8/07/05 Titolo III

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Corso di Perfezionamento in Agopuntura Energetica Informazionale (A.A. 2015/2016, II ed.)

IL RETTORE DECRETA. Corso di Perfezionamento in Agopuntura Energetica Informazionale (A.A. 2015/2016, II ed.) DIVISIONE PRODOTTI SETTORE ALTA FORMAZIONE Via Duomo, 6 13100 Vercelli VC Tel. 0161 261 529 Fax 0161 210 289 progetti.didattica@uniupo.it Decreto del Rettore Repertorio n. 545/2015 Prot. n. 11147 del 28/07/2015

Dettagli

"Pedagogia e didattica per l innovazione scolastica" (1500 h 60 CFU)

Pedagogia e didattica per l innovazione scolastica (1500 h 60 CFU) Master di I livello In "Pedagogia e didattica per l innovazione scolastica" (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2013/2014 edizione I sessione III Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Art. 1 Tipologia, durata e denominazione del corso

IL RETTORE DECRETA. Art. 1 Tipologia, durata e denominazione del corso DIVISIONE PRODOTTI SETTORE ALTA FORMAZIONE Via Duomo, 6 00 Vercelli VC Tel. 06 26 529 Fax 06 20 29 progetti.didattica@uniupo.it Decreto del Rettore Repertorio n. 66/205 Prot. n. 60 del 0/0/205 Titolo III

Dettagli

Ordinario di Igiene, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di

Ordinario di Igiene, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Nursing avanzato per la sorveglianza epidemiologica e il controllo delle infezioni correlate ai processi assistenziali (ICPA) Livello I Crediti Formativi Universitari 60 Direttore Prof. Gabriele Romano

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

Divisione Attività Istituzionali e del Personale Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Ufficio Accreditamento e Qualità

Divisione Attività Istituzionali e del Personale Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Ufficio Accreditamento e Qualità \ Divisione Attività Istituzionali e del Personale Settore Servizi agli Studenti e Progetti per la Didattica Ufficio Accreditamento e Qualità SO/fm Decreto del Rettore Repertorio n. 296/2007 Prot. n. 18543

Dettagli

Università degli studi di Palermo

Università degli studi di Palermo Università degli studi di Palermo Prot. N. 7446 del 04.02.2010 IL RETTORE VISTA la delibera del Senato Accademico del 9 novembre 2004; Decreto N. 370/2010 VISTO il D.M. 509 del 3 novembre 1999 ed in particolare

Dettagli

Master Universitario di I livello (X edizione- I sessione)

Master Universitario di I livello (X edizione- I sessione) Master Universitario di I livello (X edizione- I sessione) in GESTIONE DEL COORDINAMENTO NELLE PROFESSIONI SANITARIE Anno Accademico 015/016 Presso l Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma

Dettagli

INPS GESTIONE EX INPDAP Homo Sapiens Sapiens MASTER J MASTER EXECUTIVE

INPS GESTIONE EX INPDAP Homo Sapiens Sapiens MASTER J MASTER EXECUTIVE Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro Dipartimento di Medicina Traslazionale Cattedra di Oncologia Medica Direttore: Prof. Oscar Alabiso INPS GESTIONE EX INPDAP Homo Sapiens Sapiens

Dettagli

"Counselling pedagogico. Formazione, progettazione e consulenza pedagogica nei contesti scolastici e sociali" (1500 h 60 CFU)

Counselling pedagogico. Formazione, progettazione e consulenza pedagogica nei contesti scolastici e sociali (1500 h 60 CFU) Master di I livello in "Counselling pedagogico. Formazione, progettazione e consulenza pedagogica nei contesti scolastici e sociali" (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2011/2012 I edizione II sessione Art.

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011

MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011 MASTER IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE - POLO DI BOLZANO A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 Direttore del corso Cognome Nome Qualifica SSD Poli Albino Prof. Ordinario

Dettagli

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (Legge 19/11/1990 n. 341 art. 6, co. 2, lett. C ) in NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO (500 ore 20 Crediti Formativi Universitari) Anno

Dettagli

Area critica ed emergenza sanitaria (1500 h 60 CFU)

Area critica ed emergenza sanitaria (1500 h 60 CFU) Master di I livello in Area critica ed emergenza sanitaria (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2015/2016 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva

Dettagli

Divisione Didattica e Studenti

Divisione Didattica e Studenti Divisione Didattica e Studenti Settore Alta Formazione Decreto del Rettore Repertorio n. 407/2014 Prot. n. 8293 del 03/07/2014 Tit. III Cl. 5 Oggetto: Istituzione e attivazione del corso di master universitario

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Art.1 Tipologia, durata e denominazione del corso

IL RETTORE DECRETA. Art.1 Tipologia, durata e denominazione del corso DIVISIONE PRODOTTI SETTORE ALTA FORMAZIONE Via Duomo, 6 13100 Vercelli VC Tel. 0161 261 528/9 Fax 0161 210 289 progetti.didattica@unipmn.it Decreto del Rettore Repertorio n. 739/2014 Prot. n. 13839 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica Sezione Formativa di Ravenna Forlì Cotignola REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Premessa L'attività formativa

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. B al bando di ammissione pubblicato in data 15/10/2015 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli studi di Pavia attiva, per l a.a. 2015-16, il Master Universitario di I livello in Esperto in comunicazione

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE BIOTECNOLOGIE MEDICHE, VETERINARIE E FARMACEUTICHE. - Cod. 5045 - MODALITA PER L IMMATRICOLAZIONE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE BIOTECNOLOGIE MEDICHE, VETERINARIE E FARMACEUTICHE. - Cod. 5045 - MODALITA PER L IMMATRICOLAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA Dipartimento di Scienze Biomediche, Biotecnologiche e Traslazionali S.Bi.Bi.T Dipartimento di Scienze medico-veterinarie Dipartimento di Farmacia CORSO DI LAUREA MAGISTRALE

Dettagli

Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale (ex art. 6 comma 2 lettera c - L. 341/90) In. "Didattica Metacognitiva e Successo Scolastico

Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale (ex art. 6 comma 2 lettera c - L. 341/90) In. Didattica Metacognitiva e Successo Scolastico Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale (ex art. 6 comma 2 lettera c - L. 341/90) In "Didattica Metacognitiva e Successo Scolastico (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2015/2016 II edizione

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI - A. A. 2008/2009 CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA

MANIFESTO DEGLI STUDI - A. A. 2008/2009 CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA MANIFESTO DEGLI STUDI - A. A. 008/009 CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PEDIATRICA PREMESSA CARATTERISTICHE E FINALITA DEL CORSO Il di Laurea in Infermieristica Pediatrica, appartenente alla Classe delle

Dettagli

UNISU UNIVERSITÀ TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE ISTITUITA CON D.M. 10/05/06 G.U. n. 140 SUPPL.ORD. n. 151 DEL 19/06/2006

UNISU UNIVERSITÀ TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE ISTITUITA CON D.M. 10/05/06 G.U. n. 140 SUPPL.ORD. n. 151 DEL 19/06/2006 UNISU UNIVERSITÀ TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE ISTITUITA CON D.M. 10/05/06 G.U. n. 140 SUPPL.ORD. n. 151 DEL 19/06/006 Master Universitario di I livello (Quarta edizione) in GESTIONE DEL COORDINAMENTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. G al bando di ammissione pubblicato in data 15/09/2014 Art. 1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2014/2015, il Universitario di I livello in Terapia manuale e osteopatia,

Dettagli

Febbraio Agosto 2011. Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma)

Febbraio Agosto 2011. Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma) Febbraio Agosto 2011 Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma) Universita` Cattolica del Sacro Cuore Facolta` di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Sede di Brescia CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INFERMIERISTICA

Dettagli

Università degli studi di Palermo

Università degli studi di Palermo Università degli studi di Palermo Prot. N. 7451 del 04.02.2010 IL RETTORE VISTA la delibera del Senato Accademico del 9 novembre 2004; Decreto N. 371/2010 VISTO il D.M. 509 del 3 novembre 1999 ed in particolare

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 120621 (1071) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 120621 (1071) Anno 2015 Pubblicato sull'albo Ufficiale (n. 5771) dal 21 settembre 2015 al 15 ottobre 2015 Il Rettore Decreto n. 120621 (1071) Anno 2015 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER IN TEORIE E METODI DELLE ATTIVITÀ MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE II EDIZIONE A.A. 2005/2006 MASTER UNIVERSITARIO

Dettagli

Il Rettore Decreto Rettorale n. 8/11 IL RETTORE

Il Rettore Decreto Rettorale n. 8/11 IL RETTORE Il Rettore Decreto Rettorale n. 8/11 IL RETTORE VISTI gli artt. 16 e 17 del DPR 162/82; VISTO l'art. 6 della legge 341/90; VISTO lo Statuto dell Università; VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo; VISTO

Dettagli

All.1 UNISU UNIVERSITÀ TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE ISTITUITA CON D.M. 10/05/06 G.U. n. 140 SUPPL.ORD. n. 151 DEL 19/06/2006

All.1 UNISU UNIVERSITÀ TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE ISTITUITA CON D.M. 10/05/06 G.U. n. 140 SUPPL.ORD. n. 151 DEL 19/06/2006 All.1 UNISU UNIVERSITÀ TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE ISTITUITA CON D.M. 10/05/06 G.U. n. 140 SUPPL.ORD. n. 151 DEL 19/06/006 Master Universitario di I livello (Quarta edizione) in FUNZIONI SPECIALISTICHE

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA Master Universitario annuale di II livello in IL DIRIGENTE SCOLASTICO NELLA SCUOLA DELL AUTONOMIA (1.500 ore 60 Crediti Formativi Universitari) Anno Accademico 2014/2015 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI DEL

Dettagli

Master di I livello INFERMIERISTICA ED OSTETRICIA LEGALE E FORENSE

Master di I livello INFERMIERISTICA ED OSTETRICIA LEGALE E FORENSE Master di I livello in INFERMIERISTICA ED OSTETRICIA LEGALE E FORENSE RISERVATO AGLI ISCRITTI UIL/FPL (500 h 60 cfu) Anno Accademico 04/05 II edizione I sessione Presso l UNICUSANO, Università degli studi

Dettagli

Master Universitario di 1 Livello

Master Universitario di 1 Livello UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA Dipartimento di Scienze Chirurgiche Master Universitario di 1 Livello CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE PER PROFESSIONI SANITARIE Direttore: Prof. Leopoldo Sarli Coordinatore

Dettagli

Il Rettore. Decreto n. 44409 (352) Anno 2015

Il Rettore. Decreto n. 44409 (352) Anno 2015 Il Rettore Decreto n. 44409 (352) Anno 2015 VISTI gli articoli 16 e 17 del decreto del Presidente della Repubblica n. 162/82 e l articolo 6 della legge n. 341/90; VISTO l articolo 32 del Regolamento Didattico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Medicina e Chirurgia. LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Medicina e Chirurgia LAUREA MAGISTRALE IN Scienze infermieristiche ed ostetriche REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Il Corso

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F.

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. Art. 1 - Istituzione del Master in Criminologia Forense MA.CRI.F. E istituito presso l Università Carlo

Dettagli

tutto ciò premesso REQUISITI PER L AMMISSIONE

tutto ciò premesso REQUISITI PER L AMMISSIONE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI AMMISSIONE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOTECNOLOGIE MEDICHE AFFERENTE ALLA CLASSE DELLE LAUREE LM-9 ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Dettagli

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica

I Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in. Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica I Facoltà di Medicina e Chirurgia Master di II Livello in Salute Mentale e Benessere dello Sportivo e del Praticante Attività Fisica (Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

Ingegneria dell Emergenza

Ingegneria dell Emergenza FACOLTA DI INGEGNERIA Concorso di ammissione al Master universitario di primo livello in Ingegneria dell Emergenza Anno 2005-2006 (Bando dell 11 Agosto 2005) Codice corso di studio da inserire nel bollettino

Dettagli

Master Universitario di I livello. Didattiche e Strumenti Innovativi per il Sostegno dei Bisogni Educativi Speciali (BES) (1500 h 60 CFU)

Master Universitario di I livello. Didattiche e Strumenti Innovativi per il Sostegno dei Bisogni Educativi Speciali (BES) (1500 h 60 CFU) Master Universitario di I livello in Didattiche e Strumenti Innovativi per il Sostegno dei Bisogni Educativi Speciali (BES) (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2015/2016 edizione II sessione I Art. 1 - ATTIVAZIONE

Dettagli

Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012

Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012 Master di II livello Coordinatore educativo nei servizi per l infanzia a.a. 2011-2012 Obiettivi formativi Il Master si propone come un percorso altamente specializzato, finalizzato a formare professionisti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA. Tor Vergata FACOLTÀ DI ROMA MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA. Tor Vergata FACOLTÀ DI ROMA MEDICINA E CHIRURGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata FACOLTÀ DI ROMA MEDICINA E CHIRURGIA MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA DEL CEREBROLESO ADULTO A.A. 2010/2011 Nell'anno

Dettagli

RUOLO E COMPITI DEL DIRIGENTE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

RUOLO E COMPITI DEL DIRIGENTE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Master Universitario annuale di II livello in RUOLO E COMPITI DEL DIRIGENTE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE (1.500 ore 60 Crediti Formativi Universitari) Anno Accademico 2015/2016 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI

Dettagli

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N. 50 PARTECIPANTI AL CORSO DI FORMAZIONE IN TEMA DI VALUTAZIONE E ANALISI DELLE PERFORMANCE DELLE AZIENDE SANITARIE, ISTITUITO DALL AGENZIA NAZIONALE PER I SERVIZI

Dettagli

Mediazione Linguistica per l impresa

Mediazione Linguistica per l impresa Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Perugia Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT FACOLTÀ DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE e la Scuola Superiore per mediatori Linguistici di Perugia

Dettagli

Brescia, 11 febbraio 2012

Brescia, 11 febbraio 2012 Brescia, 11 febbraio 2012 Universita` Cattolica del Sacro Cuore Facolta` di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Sede di Brescia CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA Requisiti per l ammissione al Corso di Laurea

Dettagli

3.2 Titoli di studio necessari Per l ammissione al Master è indispensabile il possesso di una laurea di 1 livello.

3.2 Titoli di studio necessari Per l ammissione al Master è indispensabile il possesso di una laurea di 1 livello. BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO TECNICHE E GESTIONE DI SENOLOGIA - Masen (TSRM con esperienza avanzata in Senologia) 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016 Articolo 1 Il Master L Università

Dettagli

PERSONE DISABILI. E PROGETTO DI VITA Il lavoro sociale con la famiglia e le istituzioni. Anno Accademico 2009-2010

PERSONE DISABILI. E PROGETTO DI VITA Il lavoro sociale con la famiglia e le istituzioni. Anno Accademico 2009-2010 PERSONE DISABILI E PROGETTO DI VITA Il lavoro sociale con la famiglia e le istituzioni Master universitario di primo livello Facoltà di Sociologia Anno Accademico 2009-2010 in collaborazione con: Presentazione

Dettagli

Divisione Didattica e Studenti

Divisione Didattica e Studenti Divisione Didattica e Studenti Settore Alta Formazione Decreto del Rettore Repertorio n. 328/2014 Prot. n. 6945 del 06/06/2014 Tit. III Cl. 5 Oggetto: Istituzione e attivazione della VI edizione del Corso

Dettagli

BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT CLINICO-ORGANIZZATIVO IN GERIATRIA TERRITORIALE, CURE CONTINUATIVE E DI FINE VITA

BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT CLINICO-ORGANIZZATIVO IN GERIATRIA TERRITORIALE, CURE CONTINUATIVE E DI FINE VITA BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN MANAGEMENT CLINICO-ORGANIZZATIVO IN GERIATRIA TERRITORIALE, CURE CONTINUATIVE E DI FINE VITA Ma.Ge.co.Fi. 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016 Articolo 1

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. B al bando di ammissione pubblicato in data 14/11/2014 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015, il Master Universitario di I livello in Infermiere di Famiglia

Dettagli

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA. In convenzione con

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA. In convenzione con Prot. n. 83/2013 D.R. n. 56/2013 UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA In convenzione con Corso di Perfezionamento e aggiornamento professionale (ex art. 6 comma 2 lettera C L 341/90) Teorie e Tecniche

Dettagli

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006. Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006. Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 In convenzione con Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DIDATTICHE PER IL SOSTEGNO E L INTEGRAZIONE

Dettagli

Articolo 1 Il Master. Articolo 2 Organizzazione didattica del Master

Articolo 1 Il Master. Articolo 2 Organizzazione didattica del Master BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 2 LIVELLO IN ASSICURAZIONI, GESTIONE E FINANZA DELLA PREVIDENZA OBBLIGATORIA E COMPLEMENTARE, ASSISTENZA SANITARIA PUBBLICA E INTEGRATIVA M.A.P.A. 13^ Edizione Anno Accademico

Dettagli

LA RIFORMA DEL LAVORO PUBBLICO: NUOVI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

LA RIFORMA DEL LAVORO PUBBLICO: NUOVI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EX INPDAP BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE LA RIFORMA DEL LAVORO PUBBLICO: NUOVI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Prot. n. 32122-I/7 Rep.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. C al bando di ammissione pubblicato in data 18/10/2013 Art. 1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2013/2014, presso il Dipartimento di Medicina Interna e terapia Medica,

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ CLASSE LM 51 SECONDO CICLO: LICENZA O LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA Il secondo ciclo di Licenza o Laurea Magistrale in Psicologia si propone di formare

Dettagli

UNI-TEL UNIVERSITÀ TELEMATICA INTERNAZIONALE ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006

UNI-TEL UNIVERSITÀ TELEMATICA INTERNAZIONALE ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 UNI-TEL UNIVERSITÀ TELEMATICA INTERNAZIONALE ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 In collaborazione con Master Universitario di I livello in MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE

Dettagli

IL RETTORE DECRETA. Art. 1 Tipologia, durata e denominazione del corso

IL RETTORE DECRETA. Art. 1 Tipologia, durata e denominazione del corso DIVISIONE PRODOTTI SETTORE ALTA FORMAZIONE Via Duomo, 6 13100 Vercelli VC Tel. 0161 261 529 Fax 0161 210 289 progetti.didattica@uniupo.it Decreto del Rettore Repertorio n. 408/2015 Prot. n. 7999 dell 11/06/2015

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO in Economia e Banking per la piccola e media impresa. Bando di ammissione A.A. 2009/2010

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO in Economia e Banking per la piccola e media impresa. Bando di ammissione A.A. 2009/2010 MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO in Economia e Banking per la piccola e media impresa Bando di ammissione A.A. 2009/2010 Art. 1 1. L Università degli Studi di Cassino istituisce, per l a.a. 2009/2010,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2009/2010 MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO (1500 ore 60 CFU) (D.M. n 509 del 03/11/1999 e D.M. n 270 del 22/10/2004) in Coordinamento e Management della Funzione Infermieristica Anno Accademico

Dettagli

LA FORMAZIONE DELL ASSISTENTE SANITARIO

LA FORMAZIONE DELL ASSISTENTE SANITARIO BRESCIA 6 OTTOBRE 2006 LA FORMAZIONE DELL ASSISTENTE SANITARIO PROF. FRANCESCO DONATO Sezione di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Brescia

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento disciplina,

Dettagli

Master di I livello in. Obiettivi formativi

Master di I livello in. Obiettivi formativi Master di I livello in Pedagogia e metodologia montessoriana - servizi educativi 0-3 anni - scuola dell infanzia - scuola elementare a.a. 2011-2012 Obiettivi formativi Il Master di primo livello in Pedagogia

Dettagli

Master di I livello in Attività motoria preventiva ed adattata

Master di I livello in Attività motoria preventiva ed adattata Finalità del Master Master di I livello in Attività motoria preventiva ed adattata Il master di I livello in Attività motoria preventiva e adattata si inserisce nel quadro della formazione universitaria

Dettagli

Area Affari Istituzionali, Internazionali e Formazione Divisione Formazione Universitaria e Formazione Permanente

Area Affari Istituzionali, Internazionali e Formazione Divisione Formazione Universitaria e Formazione Permanente FUFP/3 ET IL RETTORE visto il DPR 10 marzo 1982, n. 162, e in particolare gli artt. 1 (comma 2, lettera c), 16 e 17, relativi ai corsi di perfezionamento; visto l art. 6 della legge 19 novembre 1990, n.

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO Art. 1 Corsi per master universitario 1. L Università promuove, secondo la normativa vigente corsi di alta formazione per il conseguimento di diplomi di master

Dettagli

Psicofarmacologia. corso di perfezionamento. Università degli Studi di Catania. Ordine Psicologi Regione Sicilia

Psicofarmacologia. corso di perfezionamento. Università degli Studi di Catania. Ordine Psicologi Regione Sicilia Università degli Studi di Catania Psicofarmacologia corso di perfezionamento La formazione su misura per Psicologi e Psicoterapeuti focus sulle diverse classi di psicofarmaci utilizzati nel trattamento

Dettagli

IL RETTORE. Visto lo Statuto dell Università degli Studi di Torino, emanato con Decreto Rettorale n. 1730 del 15 marzo 2012;

IL RETTORE. Visto lo Statuto dell Università degli Studi di Torino, emanato con Decreto Rettorale n. 1730 del 15 marzo 2012; Tit. 3.05 Decreto Rettorale n. 3602 del 12 giugno 2013 OGGETTO: Istituzione e attivazione del Master universitario di II livello in Esperto di metodologia A.B.A. per i disturbi dello spettro autistico

Dettagli

Decreto del Rettore Repertorio n. 373/2013 Prot. n. 8512 del 03/06/2013 Tit. III Cl. 5

Decreto del Rettore Repertorio n. 373/2013 Prot. n. 8512 del 03/06/2013 Tit. III Cl. 5 Decreto del Rettore Repertorio n. 373/2013 Prot. n. 8512 del 03/06/2013 Tit. III Cl. 5 Oggetto: Istituzione e attivazione della IV edizione del Corso di Master Universitario di I Livello, di durata biennale,

Dettagli

Istituzione del Master universitario di I livello in Cure palliative e terapia del dolore per professioni sanitarie

Istituzione del Master universitario di I livello in Cure palliative e terapia del dolore per professioni sanitarie Testo aggiornato al 13 novembre 2012 Decreto ministeriale 4 aprile 2012 Gazzetta Ufficiale 16 aprile 2012, n. 89 Istituzione del Master universitario di I livello in Cure palliative e terapia del dolore

Dettagli

Didattiche e Strumenti Innovativi per il Sostegno dei Bisogni Educativi Speciali (BES) (1500 h 60 CFU)

Didattiche e Strumenti Innovativi per il Sostegno dei Bisogni Educativi Speciali (BES) (1500 h 60 CFU) Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale (ex art. comma 2 lettera c - L. 341/90) In in Didattiche e Strumenti Innovativi per il Sostegno dei Bisogni Educativi Speciali (BES) (1500 h 0 CFU)

Dettagli

ART. 1. Il numero massimo degli iscrivibili per ciascuna scuola è determinato dalla normativa specifica. ART. 2

ART. 1. Il numero massimo degli iscrivibili per ciascuna scuola è determinato dalla normativa specifica. ART. 2 DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Sono ammessi alle scuole dirette a fini speciali i diplomati degli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado in conformità con le disposizioni vigenti per l ammissione

Dettagli

"TOURISM MANAGEMENT" (1500 h 60 CFU)

TOURISM MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Master di I livello In "TOURISM MANAGEMENT" (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 edizione I sessione I Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma, attiva il Master

Dettagli

BIENNIO SPERIMENTALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI

BIENNIO SPERIMENTALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MINISTERO DELL UNIVERSITÀ, DELL ISTRUZIONE E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA MUSICALE Fondazione Istituto Musicale della Valle d Aosta Fondation Institut Musical de la Valle Vallée d Aoste ISTITUTO

Dettagli

IL LAVORO SOCIALE IN AMBITO CLINICO-SANITARIO. Master universitario di primo livello FACOLTÀ DI SOCIOLOGIA. Associazione la Nostra Famiglia

IL LAVORO SOCIALE IN AMBITO CLINICO-SANITARIO. Master universitario di primo livello FACOLTÀ DI SOCIOLOGIA. Associazione la Nostra Famiglia IL LAVORO SOCIALE IN AMBITO CLINICO-SANITARIO Master universitario di primo livello FACOLTÀ DI SOCIOLOGIA Associazione la Nostra Famiglia Anno Accademico 2006-2007 FINALITÀ Questo Master nasce dalla collaborazione

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI (Modificato con delibere del CdF e CdS del 22.01.03, del 07.05.2003, del 8.10.2003; del 25.02.2004;

Dettagli

Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale (ex art. 6 comma 2 lettera c - L. 341/90) In. PROJECT MANAGEMENT (1000 h 40 CFU)

Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale (ex art. 6 comma 2 lettera c - L. 341/90) In. PROJECT MANAGEMENT (1000 h 40 CFU) Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale (ex art. 6 comma 2 lettera c - L. 341/90) In PROJECT MANAGEMENT (1000 h 40 CFU) Anno Accademico 2015/2016 II edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp)

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevComp) Università degli Studi della Tuscia DEIM Anno Accademico 2014-2015 Indicazioni

Dettagli

Depliant informativo

Depliant informativo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA SINDACATO AUTONOMO DI POLIZIA SEGRETERIA GENERALE Corso di Laurea Telematico in FUNZIONARIO GIUDIZIARIO E AMMINISTRATIVO ANNO ACCADEMICO 2007/2008

Dettagli

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE Anno Accademico 2007 2008 Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI INGEGNERIA FACOLTA DI INGEGNERIA Concorso di ammissione al Master universitario di secondo livello in Ingegneria dell Emergenza Anno 2008-2009 Codice corso di studio: 10642 L Università degli Studi di Roma La Sapienza

Dettagli

BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO

BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO I^ Facoltà di Medicina e Chirurgia Dipartimento di Medicina Legale Cattedra di medicina sociale Anno Accademico 2007-2008 BANDO DEL MASTER DI 2 LIVELLO IN MEDICINA E SANITA PENITENZIARIA Codice del Corso

Dettagli

I Docenti responsabili del Master, almeno tre, sono proposti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia.

I Docenti responsabili del Master, almeno tre, sono proposti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di II Livello in EPIDEMIOLOGIA Art. 1 Attivazione del Master L Università degli Studi de L Aquila attiva, su proposta della Facoltà di Medicina e Chirurgia un Master di 2 livello in Epidemiologia.

Dettagli

CONSULENZA GRAFOLOGICA PERITALE GIUDIZIARIA E DELL ETÀ EVOLUTIVA

CONSULENZA GRAFOLOGICA PERITALE GIUDIZIARIA E DELL ETÀ EVOLUTIVA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 XI Edizione CONSULENZA GRAFOLOGICA PERITALE GIUDIZIARIA E DELL ETÀ EVOLUTIVA DIRETTORE: Prof. Marco Bartoli COORDINATORE: Prof. Sergio Deragna

Dettagli

PROFESSIONE ORIENTATORE

PROFESSIONE ORIENTATORE Master di I livello PROFESSIONE ORIENTATORE 1500 ore 60 CFU A.A. 2011/2012 (MA 041) TITOLO PROFESSIONE ORIENTATORE OBIETTIVI FORMATIVI Il percorso didattico intende mettere a disposizione dell iscritto

Dettagli

PERSONE DISABILI E PROGETTO DI VITA. Anno Accademico 2010-2011

PERSONE DISABILI E PROGETTO DI VITA. Anno Accademico 2010-2011 PERSONE DISABILI E PROGETTO DI VITA Il lavoro sociale ed educativo con la famiglia e le istituzioni Master universitario di secondo livello Facoltà di Sociologia Facoltà di Scienze della Formazione in

Dettagli

Master di I livello in. Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione STATUTO

Master di I livello in. Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione STATUTO PROPOSTA DI ATTIVAZIONE Master di I livello in Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione Art. 1 Attivazione del Master STATUTO L Università degli Studi

Dettagli

MFANIFESTO DEGLI STUDI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE in PSICOLOGIA Classe LM - 51 Anno Accademico 2013-2014

MFANIFESTO DEGLI STUDI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE in PSICOLOGIA Classe LM - 51 Anno Accademico 2013-2014 MFANIFESTO DEGLI STUDI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE in PSICOLOGIA Classe LM - 51 Anno Accademico 2013-2014 Requisiti d accesso e modalità di verifica Per essere ammessi al corso di laurea magistrale in Psicologia

Dettagli

Ufficio protocollo Azienda U.S.L. 2, Centro Direzionale, Monte S. Quirico, 55100 Lucca. aziendausl2lucca@postacert.toscana.it

Ufficio protocollo Azienda U.S.L. 2, Centro Direzionale, Monte S. Quirico, 55100 Lucca. aziendausl2lucca@postacert.toscana.it prot n 8775 /11-3-1025 Allegato A) alla delibera DG n 98/9-3-2015 AZIENDA U.S.L. 2 Lucca BANDO di SELEZIONE PUBBLICA PER ATTIVITA DI DOCENZA CORSI OSS FORMAZIONE COMPLEMENTARE IN ASSISTENZA SANITARIA 400

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 ART. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina il Corso di Laurea Magistrale in Storia

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER IN DIRITTO IMMOBILIARE A.A. 2006/2007 MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Prot. n.33628 OBIETTIVI FORMATIVI Il Master,

Dettagli