IL RETTORE DECRETA. Corso di Master Universitario di I livello in Infermiere Psichiatrico (AA.AA. 2014/2015 e 2015/2016, VI ed.)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL RETTORE DECRETA. Corso di Master Universitario di I livello in Infermiere Psichiatrico (AA.AA. 2014/2015 e 2015/2016, VI ed.)"

Transcript

1 \ DIVISIONE PRODOTTI SETT ALTA FORMAZIONE Via Duomo, Vercelli VC Tel /9 Fax Decreto del Rettore Repertorio n. 616/2014 Prot. n del 24/10/2014 Titolo III Classe 5 OGGETTO: Istituzione e attivazione della VI edizione del corso di master di I livello, di durata biennale, in Infermiere Psichiatrico, presso il Dipartimento di Medicina Traslazionale, per gli AA.AA. 2014/2015 e 2015/2016. IL RETT Omissis DECRETA 1. Di istituire e attivare la VI edizione del corso di master di I livello, di durata biennale, in Infermiere Psichiatrico, presso il Dipartimento di Medicina Traslazionale, per gli AA.AA. 2014/2015 e 2015/2016, secondo l ordinamento didattico e il piano amministrativo-finanziario di seguito riportati. Corso di Master Universitario di I livello in Infermiere Psichiatrico (AA.AA. 2014/2015 e 2015/2016, VI ed.) Art.1 Tipologia, durata e denominazione del corso Il corso è denominato Master Universitario In Infermiere Psichiatrico (MUIIP) ed è un Master Universitario di I livello (MU1) di durata biennale. Il MUIIP è promosso dall Università degli Studi del Piemonte Orientale A. Avogadro rappresentato dalla Cattedra di Psichiatria. Art. 2 Requisiti di ammissione al master 1

2 Al Master sono ammessi gli infermieri in possesso del titolo che consente l iscrizione all Albo professionale (legge 1/2002) e del titolo di scuola media superiore (si intende di durata quinquennale). Art. 3 Obiettivi formativi e potenziali sbocchi professionali Il Master fornisce una preparazione teorica e pratica a coloro che intendono lavorare nell assistenza dei pazienti Psichiatrici nel settore della prevenzione, assistenza e riabilitazione del paziente stesso e nell assistenza dei familiari. Obiettivo qualificante del Master è quello di consentire l acquisizione di strumenti conoscitivi ed operativi idonei a lavorare nell ambito sopradescritto, con particolare riferimento all acquisizione di abilità relazionali e di counseling psichiatrico. Art. 4 Piano didattico Il corso di Master in Infermiere Psichiatrico sarà realizzato in moduli. La frequenza ai vari moduli contribuirà al raggiungimento di CFU per ottenere il numero di crediti necessari per il Master. Ciascun modulo sarà realizzato in modo da poter costituire un unità di insegnamento indipendente. Alla fine di ciascun modulo è previsto un esame teorico-pratico. Il corso sarà svolto su base regionale, con possibilità di attivare esperienze di tirocinio nelle aree di eccellenza (anche extraregionali). Compatibilmente con le esigenze didattiche e l organizzazione delle attività formative, si prevedranno modalità di organizzazione dei corsi che facilitino la frequenza per gli studenti lavoratori, con concentrazione delle lezioni teoriche e possibilità di svolgere parte del tirocinio, guidato e su obiettivi di apprendimento predefiniti, anche nel proprio contesto di lavoro. Il percorso formativo è indicato nell Allegato A (A1 + A2). Art. 5 Modalità di svolgimento delle attività didattiche Il Master, diviso in due anni, si articola in diversi moduli formativi. L impegno didattico complessivo comprende, oltre all attività didattica formale, anche attività di studio guidato, attività di tirocinio formativo, supervisione, e preparazione alla tesi finale. 2

3 Art. 6 Modalità di attestazione della frequenza La frequenza del Master è obbligatoria. Il Diploma di Master non verrà rilasciato a coloro che abbiano superato il 10% delle assenze rispetto all impegno formativo complessivo. Art. 7 Modalità di selezione dei partecipanti L ammissione al Master avviene previa valutazione dei curricula dei candidati, con particolare attenzione ai titoli acquisiti ed all esperienza clinica. La Commissione selezionatrice verrà individuata con successivo decreto del Direttore di Dipartimento. Art. 8 Periodo e sede di svolgimento del corso Il Master ha durata biennale a decorrere dall anno accademico 2014/2015. Le lezioni partiranno da marzo 2015 e termineranno entro ottobre Il Master si svolgerà presso la Cattedra di Psichiatria (via Gnifetti, 8 Novara) e presso la S.C. Psichiatria dell A.O. Maggiore della Carità di Novara. Art. 9 Numero minimo di studenti Il corso di Master in Infermiere Psichiatrico non potrà essere attivato se, alla scadenza del termine per la presentazione delle domande di iscrizione, non sarà raggiunto il numero minimo di 4 studenti. Art. 10 Numero massimo di studenti Il numero massimo è fissato in 30 studenti. Art. 11 Quota di iscrizione La quota di iscrizione al corso è fissata in 3.000,00 ed è comprensiva di tutto il materiale didattico. La quota di iscrizione dovrà essere versata secondo le seguenti scadenze: 3

4 prima rata di 1.500,00 all atto dell iscrizione; seconda rata di 1.500,00 al termine del I anno di corso e non oltre il 31/12/2015. Al fine di effettuare i suddetti versamenti, ed il primo in particolare, è necessario: connettersi alla pagina web seguire il percorso Area Riservata -> Registrazione, e quindi cliccare su Registrazione Web ; inserire le informazioni (a carattere anagrafico) progressivamente richieste, sino alla generazione del proprio identificativo, a cui sarà da associarsi una password; accedere all Area Riservata mediante l identificativo generato (al termine della procedura di cui al punto precedente, sarà sufficiente cliccare su Procedi con autenticazione ); cliccare su Segreteria, accedendo alla Pagina Immatricolazione ; inserire le informazioni (relative al corso d interesse) progressivamente richieste, sino alla generazione e quindi alla stampa della domanda di iscrizione; tornare alla voce Controlla pagamenti o Pagamenti non pervenuti, e quindi alla voce Fattura, dove comparirà la distinta di versamento (MAV) relativa alla prima rata (la distinta relativa alla seconda comparirà in seguito); stampare la distinta relativa alla prima rata ed utilizzarla per effettuare il versamento in questione presso qualsiasi istituto bancario, anche in home-banking (analogamente si dovrà procedere in seguito per il versamento della seconda rata). Si ricorda inoltre che: il numero assegnato dal sistema al termine della procedura on-line, una volta perfezionata l iscrizione, sarà confermato come matricola effettiva attribuita allo studente (nel caso di accessi successivi alla registrazione, laddove il sistema non riconosca come nome utente la stringa nome.cognome, si ovvierà inserendo tale numero di matricola; quanto alla password, potrà utilizzarsi quella precedentemente prescelta); è necessario consegnare presso la Segreteria Studenti della Scuola di Medicina la domanda di iscrizione compilata, le quietanze di versamento delle rate, nonché la documentazione ulteriore, nei tempi e nei modi indicati nell articolo Domanda di Iscrizione ; per maggiori informazioni, è possibile rivolgersi alla Segreteria Studenti della Scuola di Medicina, all indirizzo o al n ). Art. 12 Strutture didattiche e strumentazioni a disposizione Per lo svolgimento del Master verranno utilizzate le strutture dell Università degli Studi del Piemonte Orientale e del Servizio Sanitario Nazionale o strutture accreditate. 4

5 Art. 13 Domanda di ammissione alla selezione La domanda dovrà essere presentata alla Segreteria Studenti della Scuola di Medicina dell Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro, Via Perrone 18, Novara. La stessa potrà essere trasmessa a mezzo di raccomandata A/R. In questo caso farà fede la data impressa sul timbro postale. Le domande dovranno pervenire presso la Segreteria Studenti entro il 19/01/2015. La domanda di partecipazione alla selezione per l accesso al Master, potrà essere ritirata presso la Segreteria Studenti o potrà essere scaricata dal sito web dell Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro (alla sezione: laureati master modulistica). Dovranno essere allegati alla suddetta domanda i seguenti documenti che, nel caso di studenti comunitari, qualora redatti in lingua straniera, dovranno essere corredati di traduzione ufficiale: 1) dichiarazione sostitutiva di certificazione, ai sensi dell art. 46 punto m) del DPR 28/12/2000, n. 445, attestante il conseguimento del diploma di laurea e indicante tutti i voti riportati negli esami di profitto e nell esame di laurea; 2) per gli Infermieri, possessori di titoli equiparati/equipollenti, dichiarazione sostitutiva di certificazione, ai sensi dell art. 46 punto m) del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, attestante il conseguimento dei titoli equiparati ed equipollenti, ai sensi della vigente normativa; 3) copia dei titoli valutabili per l ammissione al corso; 4) curriculum vitae; 5) indirizzo ; 6) copia di un documento d identità in corso di validità. Gli studenti stranieri extracomunitari dovranno uniformarsi alle vigenti disposizioni in materia di iscrizione a corsi di studio presso le università italiane, integrando altresì, ai sensi delle medesime disposizioni, la predetta documentazione. Art. 14 Pubblicazione graduatoria La graduatoria sarà visibile dal 26/01/2015 sul sito alla sezione master I livello Infermiere Psichiatrico, e presso la Segreteria Studenti della Scuola di Medicina (Via Perrone 18 Novara). Art. 15 Domanda di iscrizione Coloro che saranno ammessi al corso dovranno presentare presso la Segreteria Studenti, ai fini dell iscrizione, i seguenti documenti: 5

6 domanda di immatricolazione indirizzata al Magnifico Rettore dell Università degli Studi del Piemonte Orientale su carta resa legale da 16,00 (procedura on line, Art. 11); quietanza di versamento della prima rata della quota di iscrizione; copia del proprio codice fiscale. L iscrizione dovrà essere perfezionata, a pena di decadenza e con chiamata degli idonei in ordine di graduatoria, entro il 10/02/2015. Art. 16 Consiglio di Corso di studio Il Master è proposto dalla Cattedra di PSICHIATRIA dell Università degli Studi del Piemonte Orientale A. AVOGADRO. Gli Organi di Gestione del Master sono: 1. Il Consiglio di corso di Master, formato dal Direttore del corso, dal Coordinatore didattico e dai Coordinatori dei singoli moduli; 2. Il Direttore del Corso, Prof.ssa Patrizia Zeppegno; 3. Il Coordinatore didattico. Tali organi rimangono in carica per l intera durata del Master. Art. 17 Afferenza amministrativo contabile Il Master afferirà al Dipartimento di Medicina Traslazionale. Art. 18 Preventivo finanziario del Corso di Studio Omissis Art. 19 Verifiche intermedie del profitto Alla fine di ciascun modulo è previsto un esame teorico-pratico. Art. 20 Contenuti, caratteristiche ed eventuale numero di crediti della prova finale Il percorso formativo del candidato si concluderà con la discussione della tesi (6 CFU). Art. 21 Titolo di studio rilasciato 6

7 Al candidato che abbia superato gli esami teorici/pratici previsti alla fine di ciascun modulo e che abbia superato la prova finale conseguendo i 66 CFU, verrà rilasciato il diploma di Master in Infermiere Psichiatrico a firma del Rettore e sottoscritto dal Direttore del Corso di Master. IL RETT (Cesare Emanuel) (F.to Cesare Emanuel) 7

8 ALLEGATO A1 Piano degli studi Il Master si articola in 6 Moduli a frequenza obbligatoria ai fini del conseguimento del Titolo. Si specifica che la scansione dei moduli sarà ripartita nel corso di due anni accademici. I CFU complessivi per i moduli sommati ai CFU della tesi sono 66. L impegno didattico complessivo comprende, oltre all attività didattica formale, anche attività di studio guidato, stages, supervisione e preparazione della tesi finale. STRUTTURA COMPLESSIVA DEL MASTER IN INFERMIERE PSICHIATRICO CREDITI MODULO 1 Il counseling e la relazione d aiuto MODULO 2 Elementi di base MODULO 3 Infermieristica clinica e ricerca scientifica MODULO 4 Etica, deontologia, aspetti storici MODULO 5 Infermieristica in area diagnostica-terapeutica MODULO 6 L assistenza infermieristica al paziente psichiatrico Totale È possibile che alcuni dei partecipanti selezionati abbiano già una competenza specifica sui temi suddetti. A questi partecipanti, tramite un sistema di riconoscimento dei crediti acquisiti in precedenti esperienze formative, potrà essere accordata una riduzione del carico complessivo, secondo quanto stabilito dal Consiglio di Master. La tesi equivale a 6 CFU. 8

9 CORSO INTEGRATO DISCIPLINE ALLEGATO A2 MODULO 1 IL COUNSELING E LA RELAZIONE D AIUTO Modulo 1 Il Counseling e la relazione d aiuto (CFU 15) L obiettivo del modulo è quello di: Fornire nozioni teoriche, strumenti culturali e stimoli esperienziali che consentano agli infermieri di entrare in relazione più consapevolmente nelle situazioni che li vedono impegnati nell attività di counselor; Offrire ai partecipanti l opportunità di addestrarsi a cogliere il disagio psicologico e relazionale. 1.1 Riepilogo degli argomenti 1. La relazione d aiuto; 2. Il colloquio; 3. La comunicazione; 4. I modelli del counseling; 5. I rapporti tra counseling e psicoterapia; 6. Il counseling individuale e di gruppo; 7. Il counseling in medicina; 8. Il counseling infermieristico. La relazione d aiuto; Il Counseling. SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI 1.2 Discipline di Insegnamento MODULO 2 ELEMENTI DI BASE DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE La relazione Counseling d aiuto MED/ Il counseling MED/ Tirocinio Totale CORSO INTEGRATO Fondamenti di psicologia e psicopatologia DISCIPLINE Elementi di psicologia generale SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE MED/

10 Infermieristica nell analisi epidemiologica in area psichiatrica Organizzazione e gestione Elementi di psicologia medica e Elementi di psicopatologia MED/ Diritto ed organizzazione MED/ sanitaria Igiene generale ed applicata, MED/ Epidemiologia Elementi di diritto IUS/ Economia aziendale SECS-P/ Organizzazione infermieristica MED/ Tirocinio Totale L obiettivo del modulo è quello di: Modulo 2 Elementi di base (CFU 15) Fornire nozioni teoriche, strumenti culturali che consentano agli infermieri di acquisire un bagaglio culturale inerente la psicologia (generale, medica e clinica) e la psicopatologia; Offrire ai partecipanti l opportunità di addestrarsi a cogliere il disagio psicologico e relazionale. 2.1 Riepilogo degli argomenti 1. Psicologia generale; 2. Psicologia medica; 3. Psicologia clinica; 4. Elementi di psicopatologia; 5. I sistemi di monitoraggio sugli standard assistenziali; 6. Le priorità per utilizzare in modo ottimale le risorse esistenti; 7. Tipologia e costi delle risorse strumentali ed ambientali, necessarie all assistenza infermieristica; 8. Strumenti di integrazione (linee guida, procedure, protocolli assistenziali, piani di assistenza standard) progettati con l équipe o da altri servizi per omogeneizzare le modalità operative; 9. Coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni nella valutazione del funzionamento del servizio; 10. La continuità assistenziale nel passaggio tra servizi; 11. L integrazione tra i servizi ospedalieri e ambulatoriali del settore sociale e sanitario ; 12. Valutazione dell assistenza infermieristica erogata. 2.2 Discipline di Insegnamento 10

11 CORSO INTEGRATO L approccio clinico Metodologia della ricerca infermieristica Elementi di psicologia generale; Elementi di psicologia medica; Elementi di psicopatologia; Elementi di diritto; Diritto ed organizzazione sanitaria; Economia aziendale; Igiene generale ed applicata, Epidemiologia. MODULO 3 INFERMIERISTICA CLINICA E RICERCA SCIENTIFICA DISCIPLINE SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE Clinica Psichiatrica MED/ Assistenza infermieristica 3* MED/ Statistica medica MED/ Inglese scientifico L-LIN/ Tirocinio 2 50 Totale * Attività formativa ad elevato contenuto sperimentale o pratico. Modulo 3 Infermieristica clinica e ricerca scientifica (CFU 6) L obiettivo di questo modulo è quello di fornire all infermiere le conoscenze e competenze per: Assistere la persona e la famiglia sia nella fase acuta che nella fase cronica della malattia mentale; Conoscere i principali modelli organizzativi delle cure psichiatriche; Essere in grado di lavorare in equipe multidisciplinare di psichiatria; Identificare specifici problemi e aree di ricerca; Realizzare ricerche in collaborazione con équipe multidisciplinari e/o collaborare alle sperimentazioni cliniche; Identificare aree problematiche che necessitano di valutazione e revisione; Verificare l applicazione dei risultati delle ricerche per ottenere un miglioramento della qualità dell assistenza; Guidare l équipe infermieristica nell identificazione, interpretazione ed applicazione di risultati di ricerca nella pratica; Diffondere risultati di ricerche e letteratura specifica all èquipe infermieristica. 3.1 Riepilogo degli argomenti 1. I disturbi mentali; 2. Modelli classificativi delle malattie mentali; 3. La semeiotica psichiatrica; 11

12 4. Il colloquio psichiatrico; 5. L assistenza infermieristica ai pazienti con disturbi mentali in fase acuta; 6. L assistenza infermieristica ai pazienti con disturbi mentali cronici; 7. Le sperimentazioni cliniche in psichiatria; 8. L organizzazione di una sperimentazione clinica in reparto ed il ruolo dell infermiere; 9. Il consenso ai trattamenti. CORSO INTEGRATO Aspetti etici, deontologici, medico legali e psichiatrico forensi 3.2 Discipline di Insegnamento Clinica Psichiatrica; Scienze infermieristiche e tecniche neuropsichiatriche e riabilitative; Statistica medica; Inglese scientifico. MODULO 4 ETICA, DEONTOLOGIA ASPETTI STORICI DISCIPLINE SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE Medicina Legale MED/ Etica MED/ Scienze infermieristiche 4* MED/ Psichiatria forense MED/ Storia della Psichiatria MED/ Scienze infermieristiche e tecniche Storia della neuropsichiatriche psichiatria e riabilitative: MED/ l evoluzione della figura dell infermiere psichiatrico Tirocinio 3 75 Totale * Attività formativa ad elevato contenuto sperimentale o pratico. Modulo 4 Etica, Deontologia, Aspetti storici e organizzazione sanitaria (CFU 9) L obiettivo di questo modulo è quello di fornire all infermiere le conoscenze e competenze per: acquisire fondamenti di legislazione in materia sanitaria, di deontologia e di etica; acquisire elementi di psichiatria forense in relazione all assistenza infermieristica; acquisire nozioni relative all evoluzione del pensiero psichiatrico e dell assistenza ai pazienti affetti da patologia mentale. 12

13 4.1 Riepilogo degli argomenti 1. La responsabilità dell infermiere; 2. La deontologia professionale; 3. L etica in psichiatria; 4. Il consenso informato; 5. Le contenzioni; 6. Il TSO, i TSV, gli accertamenti sanitari obbligatori; 7. Il suicidio; 8. Aspetti etici e medico-legali di alcune situazioni che si possono presentare nell assistenza psichiatrica (rifiuto delle terapie, uso di terapie non convenzionali, sedazione, consenso informato ai trattamenti, sperimentazioni, dimissioni volontarie); 9. L evoluzione della figura dell infermiere psichiatrico nel tempo; 10. La storia della psichiatria. 4.2 Discipline di Insegnamento Medicina Legale; Etica; Scienze infermieristiche e tecniche neuropsichiatriche e riabilitative: deontologia infermieristica; Psichiatria forense; Storia della Psichiatria; Scienze infermieristiche e tecniche neuropsichiatriche e riabilitative: l evoluzione della figura dell infermiere psichiatrico. CORSO INTEGRATO Profili diagnostico terapeutici MODULO 5 INFERMIERISTICA IN AREA DIAGNOSTICA-TERAPEUTICA DISCIPLINE Clinica psichiatrica: percorsi diagnostici e terapeutici Elementi di farmacologia Assistenza infermieristica 5 SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE MED/ BIO/ MED/ Tirocinio 3 75 Totale Modulo 5 Infermieristica in area diagnostica-terapeutica (CFU 6) L obiettivo di questo modulo è quello di fornire all infermiere le conoscenze e competenze per: 13

14 Conoscere il percorso diagnostico-terapeutico per i principali tipi di patologia psichiatrica; Raccogliere un anamnesi infermieristica; Somministrare scale di valutazione clinica; Diagnosticare i problemi della persona correlati alla malattia, all istituzionalizzazione, al suo trattamento, allo stile di vita, alle modificazioni delle attività di vita quotidiane, alla qualità di vita percepita (ansia, incertezza, alterazione della vita sociale e lavorativa); Coinvolgere la persona assistita e le persone risorsa nella formulazione e nella realizzazione del piano assistenziale-terapeutico; Organizzare l attuazione dei percorsi diagnostico-terapeutici prescritti; Organizzare la somministrazione dei trattamenti terapeutici; Informare la persona, la famiglia, sulle opportunità offerte dai servizi territoriali utilizzabili a supporto delle necessità assistenziali. 5.1 Riepilogo degli argomenti 1. Le patologie psichiatriche e gli attuali indirizzi terapeutici; 2. Gli psicofarmaci, gli effetti collaterali, le principali interazioni farmacologiche; 3. Le scale di valutazione clinica in psichiatria; 4. L anamnesi psichiatrica; 5. Accertamento e interventi assistenziali dei problemi più frequenti in persone affette malattia mentale; 6. Applicazione delle teorie infermieristiche all area psichiatrica; 7. Assistenza durante e dopo un TSO; 8. Interventi assistenziali nella gestione delle emergenze cliniche legate all acuzia con particolare riferimento all agitazione psicomotoria e all aggressività auto ed etero diretta; 9. Strategie di sostegno della famiglia; 10. Meccanismi di reazione alla malattia del paziente e della famiglia e meccanismi di adattamento in relazione alle diverse età; 5.2 Discipline di Insegnamento Clinica psichiatrica: percorsi diagnostici e terapeutici; Elementi di farmacologia; Scienze infermieristiche e tecniche neuropsichiatriche e riabilitative. MODULO 6 L ASSISTENZA INFERMIERISTICA AL PAZIENTE PSICHIATRICO CORSO INTEGRATO L assistenza al paziente in reparto DISCIPLINE SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE Clinica Psichiatrica MED/ Le emergenze internistiche MED/ Triage del paziente psichiatrico MED/

15 CORSO INTEGRATO L assistenza al paziente in ambulatorio ed in comunità DISCIPLINE SETT SCIENTIFICO DISCIPLINARE CREDITI DIDATTICA FRONTALE STUDIO INDIVIDUALE TOTALE Clinica Psichiatrica MED/ Assistenza infermieristica 6 MED/ Tirocinio 2 50 Totale Modulo 6 L assistenza infermieristica al paziente psichiatrico (CFU 9) L obiettivo di questo modulo è quello di fornire all infermiere le conoscenze e competenze per: Accogliere la persona assistita e la sua famiglia nei diversi contesti assistenziali; Orientare la persona assistita e la sua famiglia all interno dei Servizi; Coinvolgere la persona assistita e le persone risorsa nella formulazione e nella realizzazione del piano assistenziale-terapeutico; Organizzare l attuazione dei trattamenti terapeutico-riabilitativi; Acquisire nozioni relative ai vari modelli di riabilitazione psichiatrica; Acquisire abilità nell affrontare situazioni di urgenza ed emergenza nei vari contesti di cura psichiatrica. 6.1 Riepilogo degli argomenti 1. L assistenza al paziente psichiatrico in ambiente di ricovero, ruolo dell infermiere; 2. L assistenza al paziente psichiatrico in ambulatorio, ruolo dell infermiere; 3. L assistenza al paziente psichiatrico in DH, ruolo dell infermiere; 4. L assistenza al paziente psichiatrico nei centri diurni, ruolo dell infermiere; 5. L assistenza al paziente psichiatrico in comunità, ruolo dell infermiere; 6. La riabilitazione in psichiatria. 6.2 Discipline di Insegnamento Clinica Psichiatrica; Le emergenze internistiche; Le emergenze chirurgiche; Scienze infermieristiche e tecniche neuropsichiatriche e riabilitative. l) Pratica clinica-tirocinio guidato Per l approfondimento di aspetti specifici, all interno di ciascun modulo è prevista la realizzazione di seminari di approfondimento. 15

16 I metodi di apprendimento suggeriti sono: apprendimento per problemi, lavoro in piccoli gruppi, incontri con esperti, studio indipendente, laboratori didattici sulle abilità comunicative, educative, gestuali, simulazioni, esercitazioni su casi standardizzati o con pazienti, esperienza professionale sul campo, attività di apprendimento in comunità. L esperienza in ambiti professionali (tirocini) per essere efficace dal punto di vista formativo dovrebbe prevedere le seguenti fasi: sedute di briefing per facilitare lo studente nella definizione del proprio piano di apprendimento (dove sono ora, quali obiettivi voglio raggiungere, con quali risorse e opportunità formative, chi, quando e come mi valuterà); frequenti sessioni di debriefing finalizzate alla riflessione e rielaborazione di esperienze significative al fine di evidenziarne i collegamenti teorici, i vissuti e di utilizzare le deduzioni per situazioni analoghe; documentazione degli aspetti professionalizzanti dell esperienza con report. 16

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E CORSI SINGOLI INDICE TITOLO I - IMMATRICOLAZIONI,

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DI ARCHIVI DIGITALI IN AMBITO PUBBLICO E PRIVATO Anno Accademico 2014/2015 VIII edizione BANDO

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia ( livello) Presidente: prof. Adriano Magli

Dettagli

Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015

Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 D.R. n. 3060 Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 MASTER DI I LIVELLO IN TRATTAMENTO PRE-OSPEDALIERO E INTRA-OSPEDALIERO DEL POLITRAUMA VISTA la legge n. 341 del

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE Numero pagine: 1 di 8 PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN Rev. Data Redatto Verificato Approvato 1 2013 GIT DP Gruppo Infermieristico Numero pagine: 2 di 8 1.COMPOSIZIONE DEL GRUPPO E METODOLOGIA DI LAVORO Le sottoscritte

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato n. 2 (Procedure per l iscrizione, l accesso ai risultati e lo scorrimento della graduatoria) 1. Ciascun candidato deve presentare la richiesta di partecipazione al test selettivo per l accesso

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli