Premessa Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono telefax

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840"

Transcript

1 Assessorat des Ouvrages Publics de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Premessa Le fondamentali indicazioni riportate nella normativa vigente Norme Tecniche per le Costruzioni NTC hanno rappresentato un cambiamento senza precedenti nell ambito della normativa strutturale e hanno ridefinito l approccio alla progettazione delle nuove costruzioni; per la prima volta esse affrontano esplicitamente la valutazione della sicurezza e vulnerabilità delle costruzioni esistenti, fornendo al progettista una serie di elementi imprescindibili per valutare le modalità di analisi ed intervento. Il percorso didattico è orientato a fornire ai partecipanti non soltanto le conoscenze teoricoscientifiche nell ambito dell analisi e progettazione degli interventi di consolidamento sismico dei manufatti, ma anche e soprattutto le competenze operative per svolgere l attività professionale in maniera efficace e ottemperante alla normativa vigente. Un interesse particolare sarà rivolto agli interventi sui cosiddetti Beni Culturali, affrontando quindi le problematiche legate alle costruzioni in muratura, in muratura/legno e misti in muratura/calcestruzzo. Verranno presentate a tal fine le Linee Guida redatte dal Ministero dei Beni Culturali nel 2010 a seguito dell'introduzione delle NTC 2008, che hanno introdotto una classe specifica di stati limite per beni di valore architettonico (SLA) e che hanno permesso di limitare l'impatto degli interventi di adeguamento sismico su tali manufatti, incrementando altresì la frequenza dei controlli strutturali nel tempo. Nel corso sarà quindi opportunamente messo in luce l approccio al consolidamento antisismico dei beni culturali (ivi includendo, oltre agli edifici, altri manufatti quali ponti antichi e monumenti) nel rispetto delle prescrizioni specifiche delle Linee Guida sopra richiamate. Département de la programmation, de la protection des sols et des ressources hydriques Aménagement du territoire Dipartimento programmazione, difesa del suolo e risorse idriche Assetto del territorio Aosta (Ao) 2/A, rue Promis téléphone télécopie Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono telefax C.F

2 Verranno anche introdotte specifiche nozioni sui concetti dell isolamento sismico, particolarmente appropriato per alcuni manufatti storici, perché aumentano la capacità strutturale minimizzando gli interventi sulla costruzione stessa. Un modulo sarà dedicato all analisi dei ponti in muratura esistenti, ove il rischio sismico interagisce con quello idraulico e al professionista è spesso richiesta una valutazione globale e sinergica dei diversi aspetti, anche per la progettazione degli interventi di consolidamento. Verranno comunque trattati anche l analisi e il calcolo delle strutture in calcestruzzo armato, soprattutto nell ottica delle strutture esistenti. Ciò è importante sia per la grande diffusione degli edifici a telaio in c.a. anche nella Regione autonoma Valle d Aosta, sia perché la vita utile di tali manufatti risente del degrado fisico-chimico del conglomerato cementizio armato e pertanto l analisi di vulnerabilità richiede, anche ai sensi delle NTC 2008, specifica attenzione alle caratteristiche evolutive del materiale. Inoltre, un certo numero di edifici in c.a. risulta oggi rientrare nella categoria dei Beni Culturali e quindi anche per questi è fondamentale operare nel contesto combinato delle NTC e delle Linee Guida sopra richiamate. Il corso, della durata di 55 ore, è stato progettato e impostato in maniera da fornire agli ingegneri ed architetti sia le conoscenze - che soprattutto le competenze scientifiche, tecniche ed applicative nell ambito della progettazione strutturale con criteri antisismici. I docenti contempereranno l approccio knowledge-based con quello competence-based, maggiormente applicativo ed operativo. L erogazione didattica includerà pertanto continui riferimenti ad aspetti applicativi, anche specifici del territorio valdostano, sempre con riferimento al rigore ingegneristico della Scienza e Tecnica delle Costruzioni ed alle prescrizioni normative cogenti. La trattazione teorica sarà arricchita con esempi di interventi di consolidamento post-evento nel territorio italiano (es. post terremoto Irpinia 1980, terremoto L Aquila 2009 e terremoto Emilia-Romagna 2012). Infine, soprattutto in occasione dei moduli applicativi ma anche durante tutto il corso, i docenti potranno prendere in considerazione problematiche d interesse generale indicate dai partecipanti, stimolando i contributi degli stessi basati sulla propria esperienza professionale. 2

3 Articolazione del corso Modulo 1 - Elementi di dinamica delle strutture e rischio sismico Docente: Prof. Ing. Bernardino Chiaia Ordinario di Scienza delle Costruzioni Politecnico di Torino Membro del Consiglio di Amministrazione dell Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) Roma Argomenti: Dinamica di base: oscillatori semplici e composti. Forzanti esterne. Risonanza e smorzamento. Modi di vibrare. Analisi modale delle strutture. Spettri di risposta. Definizione del rischio sismico. Esempi di calcolo della vulnerabilità su strutture semplici. Modulo 2 - Elementi di sismologia e definizione della pericolosità sismica alpina Docente: Dir. Ricerca - Dott. Geol. Claudio Chiarabba Direttore della Struttura Terremoti Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) Roma Argomenti: Elementi di sismologia. Genesi dei terremoti. Pericolosità sismica e zonazione del territorio. Sismicità alpina e peculiarità delle alpi Nord-Occidentali. Modulo 3 - Aspetti fondamentali del calcolo antisismico e esecuzione del collaudo ai sensi delle NTC 2008 Docente: Prof. Ing. Giuseppe Ferro Ordinario di Scienza delle Costruzioni Politecnico di Torino Membro del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Argomenti: Stati limite di normativa. Definizione del sisma di progetto. Innovazioni introdotte dalle NTC2008. Capacity design e calcolo prestazionale. Metodologie di calcolo agli spostamenti. Collaudo delle strutture ai sensi delle NTC

4 Modulo 4 - Geotecnica e interazione terreno-struttura alla luce delle NTC 2008 Docente: Dott. Ing. Stefania Marello Dottore di Ricerca in Ingegneria Geotecnica Politecnico di Torino Resp. Settore Geotecnica ARCOS Engineering (Torino) Argomenti: Principali novità delle NTC Indagini geotecniche, identificazione e verifica dei parametri geologici e geotecnici. Progettazione sismica geotecnica agli stati limite: verifiche allo SLU e verifiche agli SLE. Fondazioni superficiali e opere di sostegno in condizioni sismiche. Stabilità di rilevati e sbarramenti in terreno sciolto sotto azioni sismiche. Cenni sulle fondazioni profonde e sulla liquefazione. Modulo 5 - Costruzioni esistenti in muratura Calcolo della vulnerabilità Docente: Prof. Ing. Daniele Ferretti Associato di Tecnica delle Costruzioni Università di Parma Membro del Comitato Tecnico Sismico della Regione Emilia Romagna Argomenti: Tipologie edilizie in muratura. Comportamento strutturale delle costruzioni in muratura. Caratteristiche dei materiali costituenti. Modellazione strutturale. Linee guida per i Beni Culturali e interazioni con le NTC2008. Aggregati strutturali in muratura e misti (muratura/calcestruzzo e muratura/legno). Modulo 6 - Durata: Docente: Costruzioni esistenti in muratura Metodi di consolidamento 4 ore Prof. Ing. Daniele Ferretti Associato di Tecnica delle Costruzioni Università di Parma Membro del Comitato Tecnico Sismico della Regione Emilia Romagna Argomenti: Particolari costruttivi delle principali tipologie edilizie in muratura. Interazione con sottostrutture di fondazione. Interazione con sovrastrutture in legno (solai, coperture). Tecnologie per il consolidamento. Calcolo strutturale degli interventi di miglioramento/adeguamento antisismico. Esempi di interventi realizzati post evento sismico Emiliano del

5 Modulo 7 - Analisi e consolidamento di ponti esistenti in muratura Docente: Prof. Ing. Donato Sabia Direttore del Laboratorio Prove Materiali e Strutture (MASTRLAB) del Politecnico di Torino Argomenti: Criteri di analisi e modellazione numerica dei ponti esistenti in muratura. Verifiche strutturali. Strategie di intervento sui ponti esistenti. Stima del Livello prestazionale dell opera. Interazione tra rischio sismico e rischio idraulico. Indagini sperimentali e criteri di adeguamento sismico. Modulo 8 - Metodologie speditive di analisi di vulnerabilità strutturale di edifici e aggregati in muratura Docente: Prof. Ing. Giulio Zuccaro Associato di Tecnica delle Costruzioni - Università di Napoli Federico II Direttore del Centro di Competenza Sismico della Protezione Civile PLINIUS Argomenti: Valutazione della vulnerabilità sismica su scala dell aggregato e a grande scala. Rischio sismico a scala territoriale (comunale o regionale). Metodologie speditive per la valutazione del rischio sismico: metodologie qualitative osservazionali e metodi quantitativi. Modulo 9 - Costruzioni in calcestruzzo armato Metodi di analisi Docente: Prof. Ing. Alessandro Fantilli Argomenti: Acquisizione del livello di conoscenza (prove su materiali). Metodi di analisi secondo le NTC Analisi dinamica lineare. Analisi statica lineare. Analisi statica non lineare (pushover). Analisi dinamica non lineare. Robustezza ed anti-fragilità delle strutture. Modulo 10 - Costruzioni esistenti in calcestruzzo armato Calcolo e adeguamento Docente: Prof. Ing. Alessandro Fantilli 5

6 Argomenti: Calcolo allo stato limite ultimo di travi, pilastri, piastre e lastre secondo le NTC2008. Dettagli costruttivi. Metodi di adeguamento e/o miglioramento sismico. Cenni sull isolamento delle strutture. Analisi critica di alcuni esempi. Moduli applicativi Modulo 11 - Esempi di calcolo di strutture in muratura in zona sismica Durata: 5 ore Docente: Prof. Ing. Giulio Zuccaro Associato di Tecnica delle Costruzioni - Università di Napoli Federico II Direttore del Centro di Competenza Sismico della Protezione Civile PLINIUS Argomenti: Esempi di calcolo di strutture in muratura sotto azione sismica. Esempi di calcolo strutturale per macro-elementi. Esempi di calcolo speditivo e valutazione dei risultati. Stima del miglioramento/adeguamento conseguito tramite gli interventi. Case histories di interventi realizzati post eventi sismici sul territorio italiano. Modulo 12 - Esempi di analisi numeriche agli Elementi Finiti strutture in muratura Durata: 5 ore Docenti: Prof. Ing. Alessandro Fantilli Dott. Ing. Giuseppe Stivala - Esperto di software per calcolo strutturale Socio fondatore e direttore tecnico della CDM Dolmen (Torino) Argomenti: Esempi di modellazione di strutture in muratura sotto azione sismica. Definizione dei parametri e della metodologia di analisi. Valutazione critica dei risultati. Modellazione numerica degli interventi di consolidamento. Case histories. Modulo 13 - Esempi di analisi numeriche agli Elementi Finiti strutture in calcestruzzo Durata: 5 ore Docenti: Prof. Ing. Alessandro Fantilli Dott. Ing. Giuseppe Stivala - Esperto di software per calcolo strutturale Socio fondatore e direttore della CDM Dolmen (Torino) 6

7 Argomenti: Esempi di modellazione di strutture in calcestruzzo sotto azione sismica. Definizione dei parametri e della metodologia di analisi. Valutazione critica dei risultati. Modellazione numerica degli interventi di consolidamento. 7

ORDINE DEGLI INGEGNERI DI RAGUSA

ORDINE DEGLI INGEGNERI DI RAGUSA ORDINE DEGLI INGEGNERI DI RAGUSA STIMA DELLA VULNERABILITÀ SISMICA DEGLI EDIFICI ESISTENTI IN MURATURA E TECNICHE TRADIZIONALI E INNOVATIVE DI MIGLIORAMENTO SISMICO (corso di alta formazione con esame

Dettagli

www.lavoripubblici.it

www.lavoripubblici.it Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ****** Istruzioni per l applicazione delle Norme tecniche per le costruzioni di cui al D.M. 14 gennaio 2008 16 INTRODUZIONE Il Decreto Ministeriale 14 gennaio 2008,

Dettagli

CORSO SPECIALISTICO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE SUL RECUPERO DI EDIFICI ESISTENTI IN MURATURA

CORSO SPECIALISTICO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE SUL RECUPERO DI EDIFICI ESISTENTI IN MURATURA BOLOGNA - PIAZZA ROOSEVELT, 4 - TEL. +39 05122.60.64 - FAX +39 05165.65.656 - C.F. 92042840378 sito web: www.assoinar.it e-mail: assoemiliaromagna@eur.it CORSO SPECIALISTICO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE...

SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE... INDICE GENERALE PREMESSA... 1 OGGETTO... 2 SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESE... 2.1 PRINCIPI FONDAMENTALI... 2.2 STATI LIMITE... 2.2.1 Stati Limite Ultimi (SLU)... 2.2.2 Stati Limite di Esercizio (SLE)...

Dettagli

Oggetto: Evento sismico del 04-4-2010. Nota di commento all evento.

Oggetto: Evento sismico del 04-4-2010. Nota di commento all evento. Assessorat des Ouvrages publics, de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere pubbliche, difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica Presidenza della Regione Direzione Protezione

Dettagli

METODOLOGIA DI VALUTAZIONE SISMICA DI GRANDI INSEDIAMENTI INDUSTRIALI E DVR SISMICO

METODOLOGIA DI VALUTAZIONE SISMICA DI GRANDI INSEDIAMENTI INDUSTRIALI E DVR SISMICO METODOLOGIA DI VALUTAZIONE SISMICA DI GRANDI INSEDIAMENTI INDUSTRIALI E DVR SISMICO P. ARNAUD 1, F. BARPI 1,2, C. CAVALLO 1, L. DI CARLO 1, A. MITA 1, D. RIVELLA 1, 1 Gruppo Ingegneria Torino Srl, Torino,

Dettagli

GIOVANNI MOCHI DA UNIVERSITA DI BOLOGNA GIORGIA PREDANI DA UNIVERSITA DI BOLOGNA

GIOVANNI MOCHI DA UNIVERSITA DI BOLOGNA GIORGIA PREDANI DA UNIVERSITA DI BOLOGNA In collaborazione con: COMUNE DI BOLOGNA GIOVANNI MOCHI DA UNIVERSITA DI BOLOGNA GIORGIA PREDANI DA UNIVERSITA DI BOLOGNA IL TOTAL LOOK DEGLI EDIFICI Bologna 15 aprile 2015 In partnership con: PRESUPPOSTI

Dettagli

CONSOLIDAMENTO SISMICO DI EDIFICI IN CALCESTRUZZO E MURATURA CON MATERIALI COMPOSITI

CONSOLIDAMENTO SISMICO DI EDIFICI IN CALCESTRUZZO E MURATURA CON MATERIALI COMPOSITI in collaborazione con l Associazione Professionisti Valerio Vivarelli con il Patrocinio del Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Bologna organizza il Corso

Dettagli

Master universitario di II livello in PROGETTAZIONE ANTISISMICA DELLE COSTRUZIONI (MUPAC)

Master universitario di II livello in PROGETTAZIONE ANTISISMICA DELLE COSTRUZIONI (MUPAC) UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE SCHEDA DI PRESENTAZIONE Parte integrante del bando di attivazione dei Master universitari a.a. 2008/2009 Master universitario di II livello in PROGETTAZIONE ANTISISMICA

Dettagli

Centro d Esame BVI di Vimercate (MB)

Centro d Esame BVI di Vimercate (MB) Organizza il SEMINARIO TECNICO DI ALTA FORMAZIONE SULLE PROVE DI CARICO STATICHE SU SOLAI ED IMPALCATI con certificazione di livello 2 (PC) BUREAU VERITAS e patrocinio dell Associazione MASTER 1 Vimercate

Dettagli

VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DEGLI EDIFICI

VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DEGLI EDIFICI VERIFICA DI VULNERABILITA SISMICA DEGLI EDIFICI Verifica di vulnerabilità sismica Pagina 2 di 8 INDICE Premessa...3 Classificazione sismica...3 Vulnerabilità sismica...5 Indagini...5 Calcolo...6 Verifica

Dettagli

Corso accreditato presso il CNI per il rilascio di 28 CFP riservati agli Ingegneri. (è indispensabile l utilizzo di un PC portatile personale)

Corso accreditato presso il CNI per il rilascio di 28 CFP riservati agli Ingegneri. (è indispensabile l utilizzo di un PC portatile personale) CORSO BASE DI CALCOLO STRUTTURALE ASSISTITO DA PC Cenni sulle NTC 2008 e utilizzo di software dedicato per la progettazione di edifici in c.a., acciaio e muratura Corso accreditato presso il CNI per il

Dettagli

PREVENZIONE SISMICA NEI CENTRI STORICI DELLA REGIONE CAMPANIA

PREVENZIONE SISMICA NEI CENTRI STORICI DELLA REGIONE CAMPANIA PATROCINIO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Ordine Degli Architetti, P.P.C. Della Provincia Di Caserta Ordine Degli Ingegneri Della Provincia Di Caserta Ordine Dei Geologi Della Regione Campania

Dettagli

I MASTER: SOLUZIONI ALTAMENTE PROFESSIONALIZZANTI

I MASTER: SOLUZIONI ALTAMENTE PROFESSIONALIZZANTI S A P E R E / S A P E R F A R E / S A P E R E S S E R E L ATENEO e-campus PERCORSI INNOVATIVI L Ateneo e-campus è stato istituito quale università telematica con d.m. 30 gennaio 2006. È nato dall esigenza

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI. Trento, Bolzano, 08 novembre 2010

DOCUMENTO DI SINTESI. Trento, Bolzano, 08 novembre 2010 DIRETTIVE PER LA REDAZIONE DELLE RELAZIONI GEOLOGICHE, GEOTECNICHE E SISMICHE AI SENSI DELLE NTC, D.M. 14.01.2008, E DELLA NORMATIVA NAZIONALE E PROVINCIALE COLLEGATA DOCUMENTO DI SINTESI Trento, Bolzano,

Dettagli

Ing. Marco Franceschini

Ing. Marco Franceschini Dott. Ing. MARCO FRANCESCHINI, nato a BOLOGNA (BO) il 02/11/1964 Amministratore TELEIOS S.r.l. Ordine professionale: Ingegneri di BO - iscr. albo nr. 4637/A- 1992 Titoli di studio Diploma di Geometra conseguito

Dettagli

CORSO SPECIALISTICO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE SULLA PROGETTAZIONE GEOTECNICA IN CONDIZIONI SISMICHE

CORSO SPECIALISTICO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE SULLA PROGETTAZIONE GEOTECNICA IN CONDIZIONI SISMICHE CON IL PATROCINIO con la sponsorizzazione di Viale dell'università, 11-00185 ROMA Tel. +39.06.4465569-06.44704349 Fax. +39.06.44361035 Piazza Roosevelt, 4 40123 BOLOGNA Tel. +39 05122.60.64 - Fax +39 05165.65.656

Dettagli

IL QUADRO NORMATIVO: DEFINIZIONE DELL AZIONE SISMICA DI RIFERIMENTO. ing. Francesco Monni

IL QUADRO NORMATIVO: DEFINIZIONE DELL AZIONE SISMICA DI RIFERIMENTO. ing. Francesco Monni IL QUADRO NORMATIVO: DEFINIZIONE DELL AZIONE SISMICA DI RIFERIMENTO ing. Francesco Monni Le norme che regolano gli interventi su costruzioni esistenti in muratura (anche di carattere storico e monumentale)

Dettagli

VALUTAZIONE DI SICUREZZA DELLO STATO DI FATTO

VALUTAZIONE DI SICUREZZA DELLO STATO DI FATTO Dott. Ing. Giacomo Giambrone VALUTAZIONE DI SICUREZZA DELLO STATO DI FATTO Inquadramento dell immobile La scuola elementare Comunale G. D Annunzio è ubicata nel Comune di Traversetolo (F. 24, mapp. 213,51,262)

Dettagli

Regione Calabria Dipartimento n.9 Lavori Pubblici ed Infrastrutture Via Crispi 33-88100 CATANZARO

Regione Calabria Dipartimento n.9 Lavori Pubblici ed Infrastrutture Via Crispi 33-88100 CATANZARO UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE CALABRIA Regione Calabria Dipartimento n.9 Lavori Pubblici ed Infrastrutture Via Crispi 33-88100 CATANZARO SPECIFICHE SISTEMA SIERC POR Calabria FESR 2007-2013.

Dettagli

Titolo: SCHEMA DI ATTO UNICO DI COLLAUDO STATICO pubbl/priv E: 69.20

Titolo: SCHEMA DI ATTO UNICO DI COLLAUDO STATICO pubbl/priv E: 69.20 ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI VICENZA Doc. B Titolo: SCHEMA DI ATTO UNICO DI COLLAUDO STATICO pubbl/priv E: 69.20 Delibera del Consiglio: 25/11/2010 In vigore dal: 02/05/2011 1. Il presente

Dettagli

A1 Le origini dell urbanistica moderna

A1 Le origini dell urbanistica moderna ISTITUTO TECNICO STATALE COMMERCIALE E PER GEOMETRI "ALBERTO BAGGI" di SASSUOLO (MO) Sezione 1 - La forma della città PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI 5 e CAT MODULI A - Elementi di urbanistica B

Dettagli

MODELLO GEOLOGICO E MODELLO GEOTECNICO. Geol. Fabio Garbin

MODELLO GEOLOGICO E MODELLO GEOTECNICO. Geol. Fabio Garbin MODELLO GEOLOGICO E MODELLO GEOTECNICO Geol. Fabio Garbin Preparazione all Esame di Stato, Roma 8 aprile 2011 Riferimenti Normativi essenziali D.M. 14.01.2009: Approvazione delle nuove Norme Tecniche sulle

Dettagli

Il software e la progettazione strutturale: opportunità e limitazioni. Prof. Gaetano Manfredi gamanfre@unina.it

Il software e la progettazione strutturale: opportunità e limitazioni. Prof. Gaetano Manfredi gamanfre@unina.it Il software e la progettazione strutturale: opportunità e limitazioni Prof. Gaetano Manfredi gamanfre@unina.it SOFTWARE E PROGETTAZIONE SOFTWARE E PROGETTAZIONE SOFTWARE NELL AMBITO DELLE NTC 08 IL SOFTWARE:

Dettagli

EDIFICI IN MURATURA ORDINARIA, ARMATA O MISTA

EDIFICI IN MURATURA ORDINARIA, ARMATA O MISTA Edifici in muratura portante 2 1 Cosa è ANDILWall? ANDILWall è un software di analisi strutturale che utilizza il motore di calcolo SAM II, sviluppato presso l Università degli Studi di Pavia e presso

Dettagli

GENERALITÀ La presente relazione sulle fondazioni riguarda il progetto Riqualificazione della scuola media C. Colombo in Taranto.

GENERALITÀ La presente relazione sulle fondazioni riguarda il progetto Riqualificazione della scuola media C. Colombo in Taranto. GENERALITÀ La presente relazione sulle fondazioni riguarda il progetto Riqualificazione della scuola media C. Colombo in Taranto. Il progetto prevede: la realizzazione di un nuovo intervento strutturale:

Dettagli

Master. "Dal disegno architettonico agli esecutivi di cantiere" Il progetto strutturale dalla A alla Z

Master. Dal disegno architettonico agli esecutivi di cantiere Il progetto strutturale dalla A alla Z Master "Dal disegno architettonico agli esecutivi di cantiere" Il progetto strutturale dalla A alla Z corso pratico di progettazione secondo le NTC 2008 8/12 novembre 2010 Cinque giornate full-time (37

Dettagli

Gli edifici in c.a. Prof. Ing. Aurelio Ghersi Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Catania

Gli edifici in c.a. Prof. Ing. Aurelio Ghersi Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Catania Gli edifici in c.a. Prof. Ing. Aurelio Ghersi Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Catania Il controllo della progettazione: i compiti del collaudatore. Forum della Tecnica delle

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLE TABELLE EXCEL: IFF, IBE, LIM

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLE TABELLE EXCEL: IFF, IBE, LIM GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLE TABELLE EXCEL: IFF, IBE, LIM L Amministrazione regionale ha predisposto un protocollo che definisce in maniera univoca il formato per la trasmissione dei dati ambientali raccolti

Dettagli

RINFORZO STRUTTURALE CON Fiber Reinforced Polymers

RINFORZO STRUTTURALE CON Fiber Reinforced Polymers ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI RIMINI S.E.I.CO. S.r.l. Interventi di Consolidamento Statico e Sismico di strutture esistenti RINFORZO STRUTTURALE CON Fiber Reinforced Polymers PROGETTAZIONE,

Dettagli

Il volume - corredato da numerosi disegni tecnici e illustrazioni - è

Il volume - corredato da numerosi disegni tecnici e illustrazioni - è Un'adeguata conoscenza degli aspetti fisici, storici ed evolutivi dei terremoti e dei loro effetti sulle costruzioni è indispensabile per rendere consapevoli che un evento sismico è un fenomeno con il

Dettagli

Analisi della vulnerabilità sismica e progetto statico-sismico degli edifici

Analisi della vulnerabilità sismica e progetto statico-sismico degli edifici Obiettivo Ricostruzione Gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri, i Collegi dei Geometri e dei Periti Industriali della provincia di Reggio Emilia, unitamente alla Scuola Edile, promuovono un Piano

Dettagli

STRATEGIE E PRIORITÀ DI INTERVENTO PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO DELLE SCUOLE A LIVELLO TERRITORIALE

STRATEGIE E PRIORITÀ DI INTERVENTO PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO DELLE SCUOLE A LIVELLO TERRITORIALE STRATEGIE E PRIORITÀ DI INTERVENTO PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO DELLE SCUOLE A LIVELLO TERRITORIALE PROGETTO Friuli Venezia Giulia prof. Stefano Grimaz Coordinatore progetto Università degli Studi

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO «Quello Quello che per un uomo è "magia", per un altro è ingegneria». Robert Anson Heinlein ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA Corso di aggiornamento sulle Norme

Dettagli

IL RISCHIO SISMICO NEI LUOGHI DI LAVORO Il Il Documento di Valutazione dei Rischi

IL RISCHIO SISMICO NEI LUOGHI DI LAVORO Il Il Documento di Valutazione dei Rischi DIPARTIMENTO SANITA PUBBLICA REGGIO EMILIA SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO IL RISCHIO SISMICO NEI LUOGHI DI LAVORO Il Il Documento di Valutazione dei Rischi Ing. Daniela Malvolti Reggio

Dettagli

aicap Associazione Italiana Calcestruzzo Armato e Precompresso

aicap Associazione Italiana Calcestruzzo Armato e Precompresso aicap Associazione Italiana Calcestruzzo Armato e Precompresso ASSOCIAZIONE GEOTECNICA ITALIANA ROMA ASSOCIAZIONE ITALIANA CALCESTRUZZO ARMATO E PRECOMPRESSO ROMA ASSOCIAZIONE NAZIONALE ITALIANA DI INGEGNERIA

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE

PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE Prot. Generale N. 0117333 / 2014 Atto N. 5089 PROVINCIA DI GENOVA PROVVEDIMENTO DIRIGENZIALE DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONI AREA EDILIZIA - PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE OGGETTO: AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Via Giamaica, 6 00040 Pomezia (RM) Tel. e Fax +39 06 9100041 info@ingegneriagrossi.it

Via Giamaica, 6 00040 Pomezia (RM) Tel. e Fax +39 06 9100041 info@ingegneriagrossi.it INGEGNERIA GROSSI LO STUDIO DI INGEGNERIA GROSSI OPERA SIN DAL 1955 NEL SETTORE DELLA PROGETTAZIONE E CONSULENZA Via Giamaica, 6 00040 Pomezia (RM) Tel. e Fax +39 06 9100041 info@ingegneriagrossi.it CHI

Dettagli

NTC08: ANDILWall si rinnova R. Calliari, CR Soft s.r.l. A. Di Fusco, ANDIL Associazione Nazionale Degli Industriali dei Laterizi

NTC08: ANDILWall si rinnova R. Calliari, CR Soft s.r.l. A. Di Fusco, ANDIL Associazione Nazionale Degli Industriali dei Laterizi NTC08: ANDILWall si rinnova R. Calliari, CR Soft s.r.l. A. Di Fusco, ANDIL Associazione Nazionale Degli Industriali dei Laterizi ANDILWall è un programma di calcolo per la progettazione e verifica sismica

Dettagli

Normative sismiche italiane

Normative sismiche italiane pag. 98 Normative sismiche italiane 1783 norme dopo il terremoto della Calabria: muratura intelaiata, limitazione di altezza. Edifici esistenti: riduzione di altezza 1908 norme sismiche locali dopo il

Dettagli

TRACCIA PER LA REDAZIONE DELLA RELAZIONE GEOLOGICA E DELLA RELAZIONE GEOTECNICA FACENTI PARTE DI UN PROGETTO PER COSTRUZIONI.

TRACCIA PER LA REDAZIONE DELLA RELAZIONE GEOLOGICA E DELLA RELAZIONE GEOTECNICA FACENTI PARTE DI UN PROGETTO PER COSTRUZIONI. TRACCIA PER LA REDAZIONE DELLA RELAZIONE GEOLOGICA E DELLA RELAZIONE GEOTECNICA FACENTI PARTE DI UN PROGETTO PER COSTRUZIONI. PRECISAZIONI Il presente documento nasce dalla pressante richiesta di iscritti

Dettagli

Lezione 1. Obiettivi prestazionali e normativa vigente. Laboratorio progettuale (Tecnica delle Costruzioni)

Lezione 1. Obiettivi prestazionali e normativa vigente. Laboratorio progettuale (Tecnica delle Costruzioni) Lezione 1 Obiettivi prestazionali e normativa vigente Laboratorio progettuale (Tecnica delle Costruzioni) Obiettivi prestazionali Obiettivi progettuali Sono definiti dall associazione associazione tra

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN INGEGNERIA ANTISISMICA (MIA)

MASTER DI II LIVELLO IN INGEGNERIA ANTISISMICA (MIA) MASTER DI II LIVELLO IN INGEGNERIA ANTISISMICA (MIA) in memoria del Prof. Giovanni Beolchini 1. CARATTERISTICHE GENERALI Durata: un anno accademico, corrispondente a 60 CFU Lingua: italiano Sede didattica:

Dettagli

Edilizia ed Energie Alternative

Edilizia ed Energie Alternative Edilizia ed Energie Alternative Università degli Studi di Firenze Ordine degli ingegneri della Dipartimento Ingegneria Civile e Ambientale Provincia di Firenze ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Qui DPC. M. Dolce 1. Progettazione Sismica. Figura 1 Distribuzione sul territorio delle strutture dell Osservatorio Sismico.

Qui DPC. M. Dolce 1. Progettazione Sismica. Figura 1 Distribuzione sul territorio delle strutture dell Osservatorio Sismico. Qui DPC M. Dolce 1 Il monitoraggio sismico del Dipartimento della Protezione Civile (2) - L Osservatorio Sismico delle Strutture Nel precedente numero di QuiDPC si è fornita una sintetica descrizione della

Dettagli

CORSO SULLA NORMATIVA SISMICA

CORSO SULLA NORMATIVA SISMICA ORDINE DEGLI INGEGNERI DI BERGAMO SINDACATO INGEGNERI LIBERI PROFESSIONISTI BERGAMO In collaborazione con C.T.A. COLLEGIO DEI TECNICI DELL ACCIAIO A.T.E. ASSOCIAZIONE TECNOLOGI PER L EDILIZIA CORSO SULLA

Dettagli

LINEA 9 Monitoraggio e early warning di strutture e infrastrutture strategiche

LINEA 9 Monitoraggio e early warning di strutture e infrastrutture strategiche LINEA 9 Monitoraggio e early warning di strutture e infrastrutture strategiche Coordinatore: Prof. Paolo GASPARINI Dipartimento di Scienze Fisiche Università di Napoli Federico II LINEA 9 Monitoraggio

Dettagli

Formazione Professionale Continua

Formazione Professionale Continua Formazione Professionale Continua EUCENTRE ReLUIS 0 Formazione Professionale Continua La Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica (ReLUIS), costituita con atto convenzionale sottoscritto

Dettagli

La microzonazione sismica, oggi, in Italia: uno strumento per la mitigazione del rischio. Giuseppe Naso DPC - Ufficio Rischio sismico e vulcanico

La microzonazione sismica, oggi, in Italia: uno strumento per la mitigazione del rischio. Giuseppe Naso DPC - Ufficio Rischio sismico e vulcanico La microzonazione sismica, oggi, in Italia: uno strumento per la mitigazione del rischio Giuseppe Naso DPC - Ufficio Rischio sismico e vulcanico La microzonazione sismica prima del 2008 MS dopo evento

Dettagli

Centro d Esame BVI di Vimercate (MB)

Centro d Esame BVI di Vimercate (MB) organizza CORSO DI FORMAZIONE PROVE DI CARICO STATICHE SU SOLAI, IMPALCATI, PONTI E VIADOTTI con certificazione di livello 2 (PC) BUREAU VERITAS e patrocinio dell Associazione MASTER 1 Vimercate (MB),

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO

RELAZIONE DI CALCOLO RELAZIONE DI CALCOLO GENERALITÀ OGGETTO: Completamento della riqualificazione di via del Porto fino al ponte di via della Repubblica, con sottopasso e collegamento al lungofiume Tavollo fino alla darsena

Dettagli

Formazione Professionale Continua

Formazione Professionale Continua Formazione Professionale Continua EUCENTRE ReLUIS 0 Formazione Professionale Continua La Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica (ReLUIS), costituita con atto convenzionale sottoscritto

Dettagli

Strategie per il miglioramento della sicurezza sismica negli ospedali

Strategie per il miglioramento della sicurezza sismica negli ospedali Strategie per il miglioramento della sicurezza sismica negli ospedali Alessio Lupoi Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica 1 Passate esperienze in Italia Danni rilevanti per molti ospedali

Dettagli

Soluzioni edili Pag. 1. Una storia lunga un secolo Pag. 2. L attività di engineering Pag. 3. I settori di attività Pag. 4. Scheda di sintesi Pag.

Soluzioni edili Pag. 1. Una storia lunga un secolo Pag. 2. L attività di engineering Pag. 3. I settori di attività Pag. 4. Scheda di sintesi Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Soluzioni edili Pag. 1 Una storia lunga un secolo Pag. 2 L attività di engineering Pag. 3 I settori di attività Pag. 4 Scheda di sintesi Pag. 6 Mantova, luglio 2006

Dettagli

COSTO DEI TERREMOTI ITALIANI DEGLI ULTIMI 40 ANNI (M -2005) 4500 VITTIME + ABRUZZO 2009 (15.000???) IRPINIA-BASILICATA BELICE FRIULI 60.

COSTO DEI TERREMOTI ITALIANI DEGLI ULTIMI 40 ANNI (M -2005) 4500 VITTIME + ABRUZZO 2009 (15.000???) IRPINIA-BASILICATA BELICE FRIULI 60. Strumenti di prevenzione a livello nazionale: l art. 11 della L. 77/2009 Mauro Dolce Direttore Generale - Dipartimento della Protezione Civile Ufficio Rischio sismico e vulcanico Ordinario di Tecnica delle

Dettagli

PROGETTAZIONE DELL AMPLIAMENTO DELLA CASA DI RIPOSO DON BOSCO A BOLZANO RELAZIONE GEOLOGICO GEOTECNICA DI PROGETTO- INTEGRAZIONE

PROGETTAZIONE DELL AMPLIAMENTO DELLA CASA DI RIPOSO DON BOSCO A BOLZANO RELAZIONE GEOLOGICO GEOTECNICA DI PROGETTO- INTEGRAZIONE PROGETTAZIONE DELL AMPLIAMENTO DELLA CASA DI RIPOSO DON BOSCO A BOLZANO RELAZIONE GEOLOGICO GEOTECNICA DI PROGETTO- INTEGRAZIONE Redattore della relazione: Dott. Geol. Emanuele Sascor PROGETTAZIONE DELL

Dettagli

Corso di DIAGNOSTICA STRUTTURALE DELLE OPERE IN CALCESTRUZZO. Formazione certificata ISO 9712 valida per l accesso all ESAME I-II LIVELLO RINA

Corso di DIAGNOSTICA STRUTTURALE DELLE OPERE IN CALCESTRUZZO. Formazione certificata ISO 9712 valida per l accesso all ESAME I-II LIVELLO RINA Corso di DIAGNOSTICA STRUTTURALE DELLE OPERE IN CALCESTRUZZO Formazione certificata ISO 9712 valida per l accesso all ESAME I-II LIVELLO RINA PROGRAMMA DEL CORSO Indagine Sclerometrica: determina la durezza

Dettagli

La via italiana al risparmio energetico in edilizia: progettare a basso impatto ambientale e ristrutturare energeticamente a costo zero

La via italiana al risparmio energetico in edilizia: progettare a basso impatto ambientale e ristrutturare energeticamente a costo zero La via italiana al risparmio energetico in edilizia: progettare a basso impatto ambientale e ristrutturare energeticamente a costo zero con il patrocinio del mensile di architettura Seminario propedeutico

Dettagli

CORSO SPECIALISTICO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE SULLA PROGETTAZIONE GEOTECNICA IN CONDIZIONI SISMICHE

CORSO SPECIALISTICO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE SULLA PROGETTAZIONE GEOTECNICA IN CONDIZIONI SISMICHE BOLOGNA - PIAZZA ROOSEVELT, 4 - TEL. +39 05122.60.64 - FAX +39 05165.65.656 - C.F. 92042840378 sito web: www.assoinar.it e-mail: assoemiliaromagna@eur.it CORSO SPECIALISTICO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

Computer Design of Structures. Novità 2010 Edition. Software Tecnico Scientifico S S. www.stsweb.it

Computer Design of Structures. Novità 2010 Edition. Software Tecnico Scientifico S S. www.stsweb.it CDS Win Computer Design of Structures Novità 2010 Edition Software Tecnico Scientifico S S www.stsweb.it CDS Win Novità 2010 Edition CDGs Win -Introdotto il calcolo per le Platee di fondazione di forma

Dettagli

INGEGNERIA CIVILE. CIVIL ENGINEERING (2nd degree course) POLITECNICO DI BARI ANNO ACCADEMICO 2006-2007

INGEGNERIA CIVILE. CIVIL ENGINEERING (2nd degree course) POLITECNICO DI BARI ANNO ACCADEMICO 2006-2007 R.. D. e Manifesto degli Studi A. A. 200/07 CUC n. 05 del 15.03.200 POLITECNICO DI BARI ANNO ACCADEMICO 200-2007 CONSIGLIO UNITARIO DI CLASSE IN INGEGNERIA CIVILE Regolamento Didattico del Corso di Laurea

Dettagli

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI TORINO. AFC Torino S.p.a. CIMITERO SASSI III AMPLIAZIONE CAMPO L CONSULENZA RELAZIONE GEOTECNICA

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI TORINO. AFC Torino S.p.a. CIMITERO SASSI III AMPLIAZIONE CAMPO L CONSULENZA RELAZIONE GEOTECNICA REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI TORINO AFC Torino S.p.a. CIMITERO SASSI III AMPLIAZIONE CAMPO L Elaborato SR4 Scala CONSULENZA Codice 2270C02_0 Data 0 Sett. 2011 1 2 3 Rev Titolo elaborato:

Dettagli

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Aerospaziale e Geotecnica Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Prof. Ing. L.Cavaleri L amplificazione locale: gli aspetti matematici u=spostamentoin

Dettagli

C10. REDAZIONE DEI PROGETTI STRUTTURALI ESECUTIVI E DELLE RELAZIONI DI CALCOLO

C10. REDAZIONE DEI PROGETTI STRUTTURALI ESECUTIVI E DELLE RELAZIONI DI CALCOLO C10. REDAZIONE DEI PROGETTI STRUTTURALI ESECUTIVI E DELLE RELAZIONI DI CALCOLO Le norme di cui al Cap.10, disciplinando la redazione dei progetti esecutivi delle strutture, contengono anche criteri guida

Dettagli

II Facoltà di Ingegneria

II Facoltà di Ingegneria II Facoltà di Ingegneria La II Facoltà di Ingegneria è una Facoltà giovane come te, in continua evoluzione, dove le nuove idee sono di casa. Ti offre la possibilità di seguire, sin dal primo anno, un percorso

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA CIVILE (Classe Ingegneria Civile)

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA CIVILE (Classe Ingegneria Civile) 139 CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA CIVILE (Classe Civile) Referente del Corso di Laurea - Prof. Giovanni Vannucchi (Tel. 0/479621 e-mail: giovan@dicea.unifi.it.) OBIETTIVI FORMATIVI Il corso

Dettagli

La valutazione del rischio sismico nei DVR. Il caso degli edifici per uffici

La valutazione del rischio sismico nei DVR. Il caso degli edifici per uffici La valutazione del rischio sismico nei DVR. Il caso degli edifici per uffici 1. Introduzione Il D.Lgs. 81/08 (s.m.i.), che disciplina la sicurezza nei luoghi di lavoro prescrive la valutazione di tutti

Dettagli

Quadri fessurativi in situazioni particolari

Quadri fessurativi in situazioni particolari Seminario di Aggiornamento Professionale DIAGNOSI E MONITORAGGIO DEI DISSESTI DEGLI EDIFICI Matera 3 ottobre 2009 Quadri fessurativi in situazioni particolari Prof. Ing. Geol. Vincenzo Simeone Professore

Dettagli

DOLMEN PRESENTAZIONE DEL CODICE DI CALCOLO

DOLMEN PRESENTAZIONE DEL CODICE DI CALCOLO DOLMEN PRESENTAZIONE DEL CODICE DI CALCOLO Il codice di calcolo DOLMEN è prodotto, distribuito ed assistito dalla CDM DOLMEN srl, con sede in Torino, Via B. Drovetti 9F. La società produttrice è presente

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MARELLO, Nadia Via Maresco, 23-14025 Montechiaro d'asti (AT), Italia Telefono/Fax +39 (0141) 901022

Dettagli

PER SEZIONI RETTANGOLARI INFLESSE IN C.A.

PER SEZIONI RETTANGOLARI INFLESSE IN C.A. 306 COEFFICIENTI αα (r) e ββ (t) PER SEZIONI RETTANGOLARI INFLESSE IN C.A. 307 308 309 310 311 312 313 314 Bibliografia Fascia F. Iovino R. (2008) LA STRUTTURA IN CEMENTO ARMATO PER L ARCHITETTURA ed.aracne;

Dettagli

Tecnologia e innovazione

Tecnologia e innovazione via San Maurilio 21 20123 Milano T 02.8812951 F 02.8056802 www.assimpredilance.it assimpredil@assimpredilance.it Tecnologia e innovazione NUOVE NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI IN VIGORE DAL 1 LUGLIO

Dettagli

Sismicad 12 Più di quanto immagini già a partire dall acquisto

Sismicad 12 Più di quanto immagini già a partire dall acquisto Listino generale Sismicad 12 Più di quanto immagini già a partire dall acquisto Soluzioni Sismicad Cemento Armato Input in AutoCAD, AutoCAD LT, IntelliCAD o proprio ambiente 3D, solutore elasto-plastico,

Dettagli

dott. LUIGI A. CANALE I N G E G N E R E Schio (Vi) - via Veneto n. 2/c tel. 0445.500.148 fax 0445.577.628 canale@ordine.ingegneri.vi.

dott. LUIGI A. CANALE I N G E G N E R E Schio (Vi) - via Veneto n. 2/c tel. 0445.500.148 fax 0445.577.628 canale@ordine.ingegneri.vi. dott. LUIGI A. CANALE I N G E G N E R E Schio (Vi) - via Veneto n. 2/c tel. 0445.500.148 fax 0445.577.628 canale@ordine.ingegneri.vi.it Comune di xxx Provincia di xxx C O L L A U D O S T A T I C O SCUOLA

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. RICCARDO

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE FONDAZIONI

DESCRIZIONE DELLE FONDAZIONI SOMMARIO 2 GENERALITA 3 3 DESCRIZIONE DELLE FONDAZIONI 3 4 PERICOLOSITA SISMICA 4 5 CARATTERIZZAZIONE FISICO-MECCANICA DEL TERRENO 4 6 MODELLI GEOTECNICI DI SOTTOSUOLO 5 7 VERIFICHE DELLA SICUREZZA E DELLE

Dettagli

Master. corso pratico di progettazione secondo le NTC 2008 con il software CDSWin. Corso base di II livello :

Master. corso pratico di progettazione secondo le NTC 2008 con il software CDSWin. Corso base di II livello : Master corso pratico di progettazione secondo le NTC 2008 con il software CDSWin Corso base di II livello : analisi pushover, strutture in muratura, acciaio e legno 3-4/ 10-11 marzo 2014 4 giornate full-time

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 ottobre 2007 Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri per la valutazione e la riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale con

Dettagli

STRUTTURE IN MURATURA E MISTE

STRUTTURE IN MURATURA E MISTE STRUTTURE IN MURATURA E MISTE 3Muri calcola strutture in muratura in zona sismica tramite l analisi statica non lineare come da Norme Tecniche per le Costruzioni 08, OPCM 3274, EC8. L analisi delle strutture

Dettagli

11. Criteri di analisi e di verifica

11. Criteri di analisi e di verifica 11. Criteri di analisi e di verifica Il progetto dell edificio esistente riflette naturalmente lo stato delle conoscenze al tempo della costruzione e può contenere difetti di impostazione e di realizzazione,

Dettagli

11. CONFRONTI TRA MODELLI E CONCLUSIONI D. Liberatore 1, L. Gambarotta 2, G.C. Beolchini 3, L. Binda 4, G. Magenes 5

11. CONFRONTI TRA MODELLI E CONCLUSIONI D. Liberatore 1, L. Gambarotta 2, G.C. Beolchini 3, L. Binda 4, G. Magenes 5 11. CONFRONTI TRA MODELLI E CONCLUSIONI D. Liberatore 1, L. Gambarotta 2, G.C. Beolchini 3, L. Binda 4, G. Magenes 5 La prima fase dell indagine è stata rivolta allo studio delle tipologie edilizie in

Dettagli

ROMA 19 OTTOBRE 2010. Parlamentino del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

ROMA 19 OTTOBRE 2010. Parlamentino del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ROMA 19 OTTOBRE 2010 Parlamentino del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Le strutture miste autoportanti rappresentano una tecnologia costruttiva consolidata nel panorama europeo, ma con ancora enormi

Dettagli

La Commissione, nominata con decreto rettorale n. 3115 del 31.10.2003, e composta dai Signori:

La Commissione, nominata con decreto rettorale n. 3115 del 31.10.2003, e composta dai Signori: Procedura di valutazione comparativa per la copertura di n. 1 posto di Ricercatore universitario presso l Università degli Studi di Genova, Facoltà di Ingegneria, settore scientifico disciplinareicar/09-

Dettagli

Prot. n. 124 Ancona 19 luglio 2013

Prot. n. 124 Ancona 19 luglio 2013 Prot. n. 124 Ancona 19 luglio 2013 OGGETTO: corso di formazione su LA GESTIONE TECNICA DELL EMERGENZA SISMICA RILIEVO DEL DANNO E VALUTAZIONE DELL AGIBILITA - PREADESIONE Caro Collega, dopo la positiva

Dettagli

COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA Via Rosaspina, 21 - Tel. 0541-704897 fax 704932 - C.F. / P. IVA.

COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA Via Rosaspina, 21 - Tel. 0541-704897 fax 704932 - C.F. / P. IVA. COMUNE DI RIMINI DIREZIONE LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA Via Rosaspina, 21 - Tel. 0541-704897 fax 704932 - C.F. / P. IVA. 00304260409 PROGETTO ESECUTIVO Relativo a: Intervento finalizzato al Miglioramento

Dettagli

CREDITI VALIDATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE APC IN EMILIA-ROMAGNA 2014-2016

CREDITI VALIDATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE APC IN EMILIA-ROMAGNA 2014-2016 VALIDATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE APC IN EMILIA-ROMAGNA 2014-2016 Consulta di Parma: A scuola di prevenzione terremoti: come affrontarli Parma, 1 maggio 2015 Consulta di Ferrara: La conoscenza e la

Dettagli

L attività di vigilanza e controllo sui progetti in zona sismica in Regione Toscana

L attività di vigilanza e controllo sui progetti in zona sismica in Regione Toscana L attività di vigilanza e controllo sui progetti in zona sismica in Regione Toscana Responsabile settore Sismica Genio Civile Area Vasta Firenze, Prato, Pistoia, Arezzo SOMMARIO Quadro normativa regionale

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

Corso di. La di in. mico. a cura di:

Corso di. La di in. mico. a cura di: Corso di Formazione Professionale La progettazione di opere geotecniche in campo sism mico L organizzazione e la gestione del La progettazione geotecnica in campo sismico è a cura della Regione Emilia

Dettagli

Bassa massa volumica (peso)= basse forze inerziali sismiche (peso del legno= 450 Kg/m³ 30-40 kg/m² ;

Bassa massa volumica (peso)= basse forze inerziali sismiche (peso del legno= 450 Kg/m³ 30-40 kg/m² ; BUON COMPORTAMENTO IN ZONA SISMICA Il legno come materiale e le strutture in legno in generale sono naturalmente dotate di alcune caratteristiche intrinseche che ne rendono non solo adatto ma consigliabile

Dettagli

Indice... 1 A1 Relazione di calcolo strutturale... 2

Indice... 1 A1 Relazione di calcolo strutturale... 2 Indice Indice... 1 A1 Relazione di calcolo strutturale... 2 A1.1 Relazione generale illustrativa dell opera... 2 A1.2 Normativa di riferimento... 3 A1.3 Descrizione del modello strutturale... 4 A1.4 Valutazione

Dettagli

www.ferracingroup.it Toti

www.ferracingroup.it Toti www.ferracingroup.it Toti Toti TOTI è un cassero a perdere in polipropilene riciclato utilizzato come elemento modulare per la realizzazione di platee di fondazione e solai mono/bidirezionali in calcestruzzo

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM INFORMAZIONI Cognome e nome MONNI FRANCESCO Indirizzo di residenza VIA BAROCCO, 5 60010 OSTRA VETERE (AN) Telefono 3396088721 E-mail monni.f@gmail.com Nazionalità ITALIANA

Dettagli

RELUIS Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica

RELUIS Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica RELUIS Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica Progetto di ricerca N. 10 DEFINIZIONE E SVILUPPO DI ARCHIVI DI DATI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO, LA PIANIFICAZIONE E LA GESTIONE DELL EMERGENZA

Dettagli

Associazione Geotecnica Italiana

Associazione Geotecnica Italiana Associazione Geotecnica Italiana PROGRAMMAZIONE DELLE INDAGINI GEOTECNICHE COME ELEMENTO DELLA PROGETTAZIONE DI NUOVE OPERE E PER IL CONSOLIDAMENTO DI QUELLE ESISTENTI Il quadro normativo esistente e la

Dettagli

Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ***** Assemblea Generale

Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ***** Assemblea Generale Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ***** Assemblea Generale Adunanze del 13 luglio 2007 27 luglio 2007 Prot. n. 74 AFFARI GENERALI Norme Tecniche per le Costruzioni. Art.5 del D.L. 28.05.2004 n.136,

Dettagli

CERTIFICATO DI COLLAUDO STATICO in corso d opera (Cap. 9 D.M. 14.01.2008 - Cap. 9 Circolare M.I.T 02.02.2009, n. 617 art. 67 DPR 06.06.2001, n.

CERTIFICATO DI COLLAUDO STATICO in corso d opera (Cap. 9 D.M. 14.01.2008 - Cap. 9 Circolare M.I.T 02.02.2009, n. 617 art. 67 DPR 06.06.2001, n. PROVINCIA DI BELLUNO COMUNE DI CERTIFICATO DI COLLAUDO STATICO in corso d opera (Cap. 9 D.M. 14.01.2008 - Cap. 9 Circolare M.I.T 02.02.2009, n. 617 art. 67 DPR 06.06.2001, n.380) Documento elaborato dalla

Dettagli