I.I.S. J.Von Neumann Roma - Programma annuale 2015_relazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I.I.S. J.Von Neumann Roma - Programma annuale 2015_relazione"

Transcript

1 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J. VON NEUMANN Sede Legale VIA POLLENZA, ROMA (RM). VIA DEL TUFO, ROMA Codice Fiscale: Codice Meccanografico: RMIS RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2015 Dirigente Scolastico: (Anna Patrizia MINNITI) Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi: (Piero FRONTONI) La presente relazione, approvata dalla Giunta Esecutiva nella riunione del 09/02/2015 in allegato allo schema di programma annuale per l Esercizio Finanziario 2015 viene formulata tenendo conto delle seguenti disposizioni: D.I. 1 febbraio 2001, n. 44; D.M. 21 marzo 2007, n. 21; CCNL comparto scuola ; Piano dell Offerta Formativa , approvato dal Collegio Docenti nella seduta del 13/06/2014 Contratto decentrato d istituto in corso di approvazione; Nota MIUR, prot. n del 16/12/2014 (istruzioni per la predisposizione del Programma Annuale per l esercizio finanziario 2015); Nota MIUR, prot. n del 28/01/2015 (assegnazione di risorse finanziarie aggiuntive); Decreto n. 364 del 21/11/2014 dell USR Lazio (assegnazione fondi per Alternanza Scuola Lavoro) INFORMAZIONI SULL ISTITUZIONE SCOLASTICA Sedi: L istituto scolastico è composto dalle seguenti sedi, ivi compresa la sede principale: Codice Mecc. Plesso RMIS I.I.S. J.VON NEUMANN 1277 Alunni frequentanti alla data del 15/10/2014 RMTF02202E VIA POLLENZA, Istituto Tecnico Industriale 292 Liceo Scienze Applicate 96 RMTF02202E VIA DEL TUFO, Istituto Tecnico Industriale 342 Liceo Scienze Applicate 74 RMTF02201D REBIBBIA 171 Istituto Tecnico Industriale 171 RMTD REBIBBIA 250 Istituto Tecnico Economico 250 RMRC02201X REBIBBIA 52 Istituto Professionale 52 Le strutture della Scuola: VIA POLLENZA Palestra 1 Aula magna 1 Laboratorio di fisica 1 Laboratorio di chimica 1 Laboratorio di informatica-elettronica 5 1

2 Laboratorio linguistico 1 Laboratorio multimediale 1 VIA DEL TUFO Palestra 2 Aula magna 1 Laboratorio di fisica 1 Laboratorio di chimica 1 Laboratorio di informatica-elettronica-telecomunicazioni 8 Laboratorio linguistico 1 Auletta multimediale 2 Gli alunni: Il numero complessivo degli alunni iscritti e frequentanti nei due plessi e nelle quattro sedi dell istituzione scolastica, alla data del 15 ottobre 2014 è di Classi / Sezioni Alunni iscritti Alunni frequentanti n. classi corsi RMTF02202E n. classi corsi sezioni Rebibbia totale classi (c = a+b) RMTF02202Ealunni iscritti 1/9 Rebibbiaalunni iscritti 1/9 a corsi sezioni alunni frequentanti classi RMTF02202E Rebibbiaalunni frequentanti corsi sezioni (a) (b) (c) (d) (e) (f) (g) (h) (i) (j) (k) (l) I ,5 21,7 II ,0 13,6 III ,4 9,6 IV ,0 12,0 V ,8 6,8 totale alunni frequentanti (h = f+g) di cui diversamente abili diff. alunni iscritti 1/9 e alunni freq. corsi RMTF02202E diff. alunni iscritti 1/9 e alunni freq. corsi sez. Rebibbia media alunni/classe corsi RMTF02202E media alunni/classe corsi sez. Rebibbia tot ,6 13,9 Il personale: Oltre al Dirigente scolastico di ruolo, l organico docente ed amministrativo dell Istituto, alla data del 15 ottobre 2014, risulta essere costituito da 176 unità, così suddivise: Qualifica Tipo nomina Unità Insegnanti a tempo indeterminato full-time 116 Insegnanti a tempo indeterminato part-time 5 Insegnanti di sostegno a tempo indeterminato full-time 1 Insegnanti di sostegno a tempo indeterminato part-time 0 Insegnanti a tempo determinato con contratto annuale 3 Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto annuale 1 Insegnanti a tempo determinato con contratto al 30 giugno 2 Insegnanti di sostegno a tempo determinato con contratto al 30 giugno 2 Insegnanti di religione a tempo indeterminato full-time 1 Insegnanti di religione a tempo indeterminato part-time 0 Insegnanti di religione incaricati annuali 1 Insegnanti a tempo determinato su spezzone orario 12 Insegnanti di sostegno a tempo determinato su spezzone orario 2 TOTALE PERSONALE DOCENTE 146 Direttore dei servizi generali ammin.vi a tempo indeterminato 1 2

3 Qualifica Tipo nomina Unità Assistenti amministrativi a tempo indeterminato 9 Assistenti tecnici a tempo indeterminato 5 Collaboratori scolastici a tempo indeterminato 10 Collaboratori scolastici a tempo determinato con contratto al 30 giugno 2 Personale ata a tempo indeterminato part-time 3 TOTALE PERSONALE A.T.A. 30 Considerazioni generali Nel sesto anno di crisi economica del paese, la scuola non fa eccezione. La necessità di poter contare su risorse economiche e di personale in grado di dare slancio alle attività di formazione e di istruzione, si scontra con politiche di rigore portate avanti al limite della sostenibilità e con un progressivo ritiro dello Stato dagli ambiti che più gli sarebbero propri: in primo luogo proprio la scuola. Che la crisi incida fortemente sul tessuto sociale che connota la nostra comunità scolastica risulta evidente se la si osserva dalla visuale del pagamento dei contributi volontari delle famiglie che, anno dopo anno, diminuiscono nel loro valore complessivo, pur in presenza di ripetuti aumenti nel numero degli alunni iscritti. Lo stesso dicasi per la diminuzione del numero delle ragazze e dei ragazzi che partecipano ai viaggi di istruzione, altro indicatore attendibile. Il numero di abbandoni scolastici, che continua a mantenersi alto è indice di una scuola non adeguata alle necessità di una società in rapidissimo cambiamento, ancora lontana dal realizzare quella crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, obiettivi che l Unione Europea ha dato ai sistemi scolastici dei paesi membri per il Sono valutazioni che non riguardano solo la nostra istituzione scolastica ma che si possono estendere alla quasi totalità delle realtà scolastiche del paese. Di qui si deve partire per capire come meglio utilizzare le poche risorse disponibili, cercando di fornire alla didattica ed ai servizi le strumentazioni e le metodologie più all avanguardia e al passo con il mondo reale e raccordando queste a un percorso di formazione e aggiornamento del personale docente ed ata in grado di poterle sfruttare al meglio. Al tempo stesso è indispensabile trovare le forme per far gravare il meno possibile sulle famiglie i costi di funzionamento del servizio dell istruzione pubblica, che la Costituzione assegna, in modo inequivocabile, direttamente allo Stato, e che devono essere garantite il più possibile, a partire dagli alunni nell obbligo scolastico. Il nuovo programma annuale IL PIANO DIGITALE Il 2015 dovrà essere l anno del definitivo salto nel mondo del digitale e della dematerializzazione. L ingresso delle LIM, già da alcuni anni, prima nei laboratori e poi in molte aule didattiche e l avvio dallo scorso anno della sperimentazione del registro elettronico e della pagella on-line, hanno definitivamente aperto il campo all era della scuola digitale. Il processo dovrà essere portato a completa maturazione completando la dotazione delle infrastrutture di base dei due plessi, procedendo a sperimentazioni anche per alcune attività delle sezioni staccate di Rebibbia, continuando l opera di dematerializzazione degli atti amministrativi, anche attraverso l introduzione dell archiviazione elettronica dei documenti e la loro conservazione secondo le norme previste dal Codice dell amministrazione digitale. Verso l obiettivo della scuola digitale saranno così dirottate consistenti risorse economiche. Sono molte le voci di bilancio interessate: - A01-Funzionamento amministrativo: rilevanti quote della dotazione ordinaria saranno utilizzate per migliorare l infrastruttura tecnologica degli uffici, a cominciare dalla sostituzione progressiva delle reti dati ADSL con quelle a banda laraga (BWA) 3

4 - A02-Funzionamento didattico La progressiva diffusione delle LIM d aula, il rinnovo dei PC dei laboratori, l adeguamento dei software operativi e didattici alle versioni più aggiornate, assorbiranno una buona parte dei circa destinati al funzionamento didattico - P01-Wireless d Istituto: previsti per il completamento del cablaggio dei due plessi - Autonomia e formazione: 7.000, prelevati dall avanzo di amministrazione, saranno utilizzati per la formazione del personale docente e ATA all uso delle nuove tecnologie digitali - Progetto Scuola Digitale ,63. E il progetto specifico sul quale sono confluiti i fondi aggiuntivi alla dotazione ordinaria stanziati dal MIUR e che serviranno per incrementare le dotazioni di attrezzature tecnologiche ad uso dei docenti, degli alunni e del personale ata, per acquisire software operativi, ad uso didattico e di gestione dei servizi amministrativi: archiviazione digitale dei documenti, in primo luogo. LE RISORSE Pur con i limiti evidenziati nelle Considerazioni generali, le risorse del MIUR, dal lato dei contributi economici al funzionamento amministrativo, sono significativamente aumentate per il 2015, mentre rimangono sostanzialmente stazionari, e quindi largamente insufficienti, quelli relativi agli investimenti tecnologici e ai compensi accessori al personale. Come ogni anno i fondi per la manutenzione stanziati dalla Provincia di Roma non vengono comunicati e quindi non è possibile inserirli nella programmazione iniziale, ma è certo che saranno assegnati negli ultimi mesi dell anno. Proprio in ragione della scarsità dei contributi ministeriali, utilizzando in modo proprio l autonomia delle istituzioni scolastiche, particolare attenzione è stata messa nel reperimento di fondi provenienti da soggetti non istituzionali ed estranei alla comunità scolastica, in particolare i gestori di servizi di utilità all interno dei plessi: punti ristoro, erogatori di bevande e snack, eventuali fruitori di spazi e/o aule fuori dalle attività deliberate dal POF. Dall insieme di questi soggetti esterni si pensa di ricavarne contributi significativi, ben oltre i e in tendenziale aumento. Occorre invece prestare attenzione ai versamenti volontari delle famiglie, in lento ma costante calo negli ultimi anni. Vi è la necessità di comunicare meglio alla comunità scolastica il significato di tale contributo richiesto, facendo chiarezza sulla distinzione tra tasse governative, contributi obbligatori (ormai solo l assicurazione RC) e contributi volontari, indicando le modalità di utilizzo di tali fondi e le conseguenze relative al mancato versamento del contributo. Stando ai contributi versati lo scorso anno, le entrate da questa voce di bilancio sono comunque cospicue, valendo molto più della metà dell insieme dei contributi annui erogati dal MIUR. Tali fondi risultano indispensabili per sostenere il Piano dell Offerta formativa, in quanto coprono in modo significativo le necessità relative al funzionamento didattico (beni di consumo e parte degli investimenti per l acquisto di beni ed attrezzature didattiche) e sostengono parte delle attività extra-scolastiche programmate. Va poi tenuto conto che una quota non trascurabile, circa annue è rigirata alle famiglie stesse attraverso il programma di diritto allo studio (buoni libro, buoni piscina, valorizzazione delle eccellenze). Infine i versamenti delle famiglie con vincolo di destinazione per la partecipazione alle attività extra-curriculari a pagamento (viaggi di istruzione, corsi Cisco e Ecdl, teatro, soggiorni studio linguistici, ecc..) che dal punto di vista economico-finanziario rappresentano per l istituzione scolastica una partita di giro, visto che da quei versamenti dipende la stessa sostenibilità dei progetti in questione. Il Programma Annuale 2015 può quindi contare su entrate sufficientemente ampie per garantire, in continuità con gli anni precedenti, gli obiettivi del Piano dell Offerta Formativa: funzionamento amministrativo al passo con lo sviluppo delle nuove tecnologie e le richieste di maggiore 4

5 semplificazione e trasparenza della pubblica amministrazione, funzionamento didattico dei laboratori, sviluppo, adeguamento e accrescimento della dotazione di nuove strumentazioni tecniche per la didattica (LIM, wireless, pc in classe, aggiornamento tecnologico dei laboratori), manutenzione delle infrastrutture scolastiche, sostegno economico alle famiglie dei nuovi iscritti al primo anno, valorizzazione delle eccellenze, diffusione dell offerta di attività extra-scolastiche. I CRITERI DI UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE Dal punto di vista della destinazione delle entrate in competenza, viene confermata l impostazione che il Consiglio d Istituto ha adottato da alcuni anni: - gli stanziamenti del MIUR (dotazione ordinaria), coprono per intero le spese di funzionamento amministrativo; - gli stanziamenti specifici del MIUR e della Provincia di Roma (finanziamenti vincolati) coprono le spese di progetti specifici: wi-fi d Istituto, sicurezza a scuola, autonomia e formazione, manutenzione ordinaria dei plessi scolastici; - Il contributo del MIUR di ,76, assegnato nel mese di gennaio 2015, sotto la voce risorsa finanziaria aggiuntiva [alla dotazione ordinaria], è interamente dedicato al Progetto P05-Scuola digitale, che racchiude una molteplicità di interventi, tanto sul lato delle tecnologie didattiche quanto su quelle propriamente amministrative, volti a far progredire l istituzione scolastica nel campo dell innovazione e dell evoluzione digitale. Sempre in quest ottica rientrano le previsioni di spesa per l autonomia e l aggiornamento, finalizzate alla crescita ed all arricchimento delle competenze del personale, docente e non, nell ambito dell utilizzo ottimale delle nuove tecnologie nonché della ricaduta didattica che queste comportano. Un impegno aggiuntivo, sempre relativamente alle previsioni di spesa per l aggiornamento, riguarda la didattica per gli alunni con Bisogni Educativi Speciali relativamente al quale la scuola intende accentuare ulteriormente il pur notevole impegno fino ad oggi profuso in quest ambito. - i contributi volontari delle famiglie sono completamente indirizzati al funzionamento didattico (manutenzione dei laboratori, acquisto di materiali di facile consumo per la didattica, di beni ed attrezzature tecnologiche), al diritto allo studio (assegnazione dei buoni libro/buoni piscina ai neo-iscritti al primo anno, valorizzazione delle eccellenze), al sostegno di attività extra-curriculari non a carico diretto delle famiglie (sportello di ascolto psicologico, contributo economico ai viaggi di istruzione, progetti POF, biblioteca d istituto, ecc..). Nel versamento dei 110 richiesto come contributo volontario all istituzione scolastica, sono compresi i 5 utilizzati per la sottoscrizione di una polizza assicurativa RC che copre tutti gli alunni della scuola. - i contributi specifici (non volontari) delle famiglie sono destinati a finanziare i progetti extracurriculari (ecdl, cisco, teatro), ma anche i viaggi di istruzione, il soggiorno studio nelle Isole Britanniche, il nuoto e l arrampicata a scuola. - gli altri contributi provenienti da privati, principalmente quelli che derivano da attività esterne presenti all interno della scuola (punti ristoro, macchine erogatrici di bevande e snack) si sommano ai contributi volontari delle famiglie per alimentare la voce di spesa del funzionamento didattico. 5

6 L UTILIZZO DELL AVANZO DI AMMINISTRAZIONE L avanzo di amministrazione utilizzabile e non vincolato è quest anno pari a ,91, a fronte di un avanzo di amministrazione contabile di ,44. Diremo poi del significato del termine utilizzabile e non vincolato. L utilizzo dell avanzo viene fatto in ragione della forza che si intende dare ai progetti ritenuti centrali nel Piano dell Offerta Formativa o che, si stima, non siano sufficientemente coperti da entrate certe. Sono risorse avanzate dai consuntivi degli anni precedenti e che è possibile riportare in previsione nel bilancio del nuovo anno. Nel dettaglio: vengono assegnati all aggregato 02 funzionamento didattico, con lo scopo di accrescere le risorse per l acquisto di attrezzature tecnologiche multimediali (LIM in primo luogo) vengono assegnati all aggregato 05 manutenzione degli edifici, sia per l onerosità degli interventi di manutenzione che i due plessi della scuola richiedono durante l anno, sia perché non vi è certezza sull entità e sui tempi del finanziamento, che ogni anno la Provincia di Roma assegna al nostro istituto; vanno al progetto P01 WI-FI d Istituto e servono per completare il cablaggio dei due plessi, nell ipotesi che il MIUR non completi l erogazione dei finanziamenti assegnati o che tale copertura risulti insufficiente; vengono sommati alle entrate istituzionali del MIUR del progetto P03 autonomia e formazione, da impiegare per la formazione del personale docente e ata nei processi di rinnovamento della didattica (lezioni attraverso l uso delle LIM, utilizzazione del registro elettronico) e in quelli delle procedure amministrative (per il personale ata); vanno a confluire nelle entrate del progetto P04 sicurezza a scuola e servono a coprire le spese inerenti alle politiche della sicurezza sul lavoro: dalla retribuzione di figure come il RSPP e gli ASPP (responsabile e assistenti ai servizi di protezione e prevenzione) ai corsi di formazione per le figure sensibili (addetti all antincendio e al primo soccorso), alle spese per la cartellonistica e per l acquisto di materiali e beni specifici; serviranno a finanziare integralmente il progetto P08 educazione al consumo e alla salute e consentiranno il funzionamento dello sportello di ascolto psicologico nei due plessi di Via Pollenza e Via del Tufo; ,91 sono inseriti nella nuova voce di bilancio P13 progetti POF e serviranno ad integrare le somme pervenute con i fondi per i compensi accessori al personale della scuola del MOF (Miglioramento dell Offerta Formativa), largamente insufficienti a coprire tutte le attività previste dal Piano dell Offerta Formativa; , andranno ad integrare il contributo richiesto ai partecipanti del progetto P17 laboratorio teatrale: classe in corto per il pagamento dell attività di formazione; vengono sommati alle entrate del progetto P18 viaggi di istruzione. Serviranno a pagare le quote di insegnanti aggiuntivi (ad esempio quelli di sostegno) per i quali non è prevista la gratuità, senza che questo comporti una maggiorazione delle quote degli alunni partecipanti Inoltre, vengono accantonati per la restituzione di cauzioni o per possibili esiti negativi di cause in corso. Nel dettaglio viene riportata la composizione delle risorse disponibili e l utilizzo delle stesse. 6

7 IL PROGRAMMA ANNUALE 2015 Entrate 01 Avanzo di Amministrazione ,84 01 NON VINCOLATO ,42 02 VINCOLATO ,42 Il dato dell avanzo di amministrazione, preso isolatamente, non è sufficiente a misurare lo stato economico-finanziario di un istituzione scolastica, posto che la grande maggioranza dei residui attivi è costituita da crediti di provenienza MIUR, accumulati nell ultimo decennio e, quindi, di non certissima esigibilità. Va tuttavia osservato che, a chiusura dell esercizio finanziario 2014, sotto la voce sofferenze finanziarie, il MIUR, ha provveduto ad erogare alla scuola un contributo di ,09, in conto residui, quasi a riconoscere l immanenza del debito e la persistente necessità di risorse finanziarie delle istituzioni scolastiche. Ecco spiegato anche uno dei motivi che inducono ancora oggi a iscrivere nei bilanci delle istituzioni scolastiche i rimanenti crediti vantati nei confronti del MIUR, pur non prevedendone, in maniera saggia, il loro utilizzo. Occorre dunque analizzare dettagliatamente la composizione dell avanzo di amministrazione che, si ricorda, è dato dalla somma dell avanzo di cassa (i liquidi in giacenza presso la banca tesoriera) i residui passivi (i debiti ancora da pagare) + i residui attivi (i crediti ancora da riscuotere) e considerando tra questi ultimi solo quelli cui si ritiene certa la riscossione. Si possono considerare come ancora effettivamente esigibili i seguenti residui attivi: Somme già versate e giacente sul c/c postale: residuo n. 26/2014 POSTE ITALIANE giacenza posta contributi teatro 100,00 residuo n. 60/2014 POSTE ITALIANE giacenza posta contributi volontari famiglie 380,00 residuo n. 62/2014 POSTE ITALIANE giacenza posta contributi progetti extra-curriculari 770,00 residuo n. 66/2013 POSTE ITALIANE giacenza posta rimborso danni residuo n. 58/2012 famiglie alunni scuola versamenti vari per risarcimento danni Via Pollenza 3.870,00 residuo n. 31/2014 MIUR progetto WI-FI d Istituto 5.343,18 residuo n. 32/2014 Roma Capitale progetto Romarock Romapop 3.000, ,90 - Fondo cassa a fine esercizio , Residui passivi Residui attivi ancora esigibili ,90 + Avanzo di amministrazione reale ,33 Questo avanzo di amministrazione, che abbiamo definito reale, in quanto tangibile, va distinto in: vincolato e non vincolato. Nell avanzo di amministrazione vincolato confluiscono tutte le risorse finanziarie non ancora specificatamente impegnate ma che sono destinate, nel momento stesso dell assunzione in bilancio, a una specifica, vincolata, destinazione. Nella quasi totalità dei casi sono costituite da economie realizzate, sui singoli capitoli di spesa, nell esercizio finanziario precedente che vengono riportate, sugli stessi capitoli, nell esercizio finanziario successivo. L avanzo di amministrazione non vincolato è invece utilizzabile, dal Consiglio d Istituto, in base a meri criteri di opportunità e rispetto agli obiettivi che si vogliono raggiungere. Nel Programma Annuale 2015, per un avanzo di amministrazione reale, pari a ,03, la divisione tra i due tipi di avanzo è la seguente: - avanzo di amministrazione vincolato ,42 - avanzo di amministrazione non vincolato ,91 7

8 Come viene utilizzato l avanzo di amministrazione > Avanzo di amministrazione vincolato A1 FUNZIONAMENTO AMMINISTRATIVO: spese per visite fiscali 2.298,48 A2 FUNZIONAMENTO DIDATTICO 7.648,40 A3 - SPESE DI PERSONALE: corsi di recupero 7.067,19 A5 MANUTENZIONE EDIFICI ,22 P01 WI-FI d Istituto 2.555,40 P02 Progetto IoStudio Carta dello Studente 885,04 P03 Autonomia e Formazione 5.287,33 P04 Sicurezza a Scuola 3.434,25 P05 Progetto Scuola Digitale 1.642,87 P06 Scuola-lavoro stages aziendali 5,66 P07 Diritto allo studio (buoni libro e val. eccell.) ,00 P09 Palestre istituto 82,58 P10 Romarock Romapop 4.563,76 P14 ECDL-AICA Certificazione 5.271,74 P15 ECDL Corso base 776,82 P16 CISCO ACADEMY Corsi 21,65 P18 Viaggi di istruzione 1.345,27 P19 Nuoto e arrampicata a scuola 3.185,00 P20 Soggiorno studio nelle Isole Britanniche 75,76 P23 Tecnologicando 3.500, ,42 > Avanzo di amministrazione non vincolato La parte dell avanzo di amministrazione reale, senza vincolo di destinazione, che viene destinato sulla base degli obiettivi del POF, è pari a ,91. Nel dettaglio la ripartizione tra le voci di spesa è la seguente: A2 Funzionamento didattico - per acquisto ,00 di attrezzature didattiche A5 Manutenzione edifici 3.000,00 P - Progetti P01 WI-FI d Istituto 5.000,00 P03 Autonomia e formazione 7.000,00 P04 Sicurezza a scuola 3.000,00 P08 Educazione al consumo e alla salute 5.000,00 P13 Progetti POF ,91 P17 Laboratorio teatrale: classe in corto 2.000,00 P18 Viaggi di istruzione 1.000, ,91 QUOTE ACCANTONATE: in attesa della definizione della causa in corso contro la Scuola Privata A.Nobel 5.400,00 cauzioni versate dalle ASD che usano le palestre 1.200,00 FONDO DI RISERVA 1.200,00 Si rimanda alla parte descrittiva della relazione ( Utilizzo dell avanzo di amministrazione ) per la descrizione degli interventi specifici proposti in ciascuno dei capitoli di spesa considerati. 8

9 02 Finanziamento dello Stato ,06 01 DOTAZIONE ORDINARIA ,09 04 ALTRI FINANZIAMENTI VINCOLATI Progetti di Alternanza scuola-lavoro > Dotazione ordinaria ,97 La Circolare MIUR n del 16/12/2014, che detta le indicazione per la stesura del Programma Annuale 2014, assegna alla scuola, per il funzionamento amministrativo ,33 (di cui 2.172,00 per il pagamento delle indennità ai revisori dei conti). Tale stanziamento è stato previsto per coprire i primi otto mesi dell esercizio Per i restanti quattro mesi il MIUR si riserva di comunicare gli importi successivamente. Nei passati esercizi finanziari il MIUR, nel mese di settembre, ha effettivamente integrato la dotazione ordinaria con erogazioni pari a metà del contributo iniziale. Solo di recente, in data 28/01/2015, con prot. n. 1444, il MIUR ha comunicato lo stanziamento di un ulteriore somma, pari a ,76, definita come risorsa finanziaria aggiuntiva, da aggiungere, per l appunto, alla dotazione ordinaria, senz altro vincolo di destinazione. > Altri finanziamenti vincolati Al momento è stato finanziato il solo progetto di Alternanza scuola-lavoro. Nel corso dell anno è probabile che altri finanziamenti si aggiungeranno per scopi definiti. Come viene utilizzato il finanziamento dello Stato A01 - Funzionamento amministrativo ,33 Compensi ai revisori dei conti 2.172,00 Spese generali di funzionamento ,33 P05 Progetto scuola digitale ,76 Acquisto n. 50 tablet per coordinatori di classe e ,00 figure di sistema utilizzazione software, manutenzione e assistenza per l archiviazione digitale dei documenti 1.500,00 amministrativi e dell Albo pretorio on-line Acquisto n. 7 LIM ,76 P06 Scuola-lavoro stages aziendali ,17 Spese di personale ,00 Acquisto beni e attrezzature 1.738,17 05 Contributo da privati ,20 01 FAMIGLIE: NON VINCOLATI ,00 02 FAMIGLIE: VINCOLATI ,00 03 ALTRI: NON VINCOLATI ,00 04 ALTRI: VINCOLATI 7.796,20 > Famiglie non vincolati Nell aggregato 5.1-famiglie: non vincolati, confluiscono solo i versamenti volontari che le famiglie versano all atto dell iscrizione, come contributo al funzionamento dei laboratori e per il sostegno alle attività del POF. Con decisione del Consiglio d Istituto, anche per l anno scolastico

10 l importo che viene richiesto all atto dell iscrizione sarà di 110,00, importo non mutato dal Già dal passato anno scolastico, inoltre, non è più richiesto il contributo scolastico, in precedenza fissato in 10,00 per i candidati interni agli esami di Stato. La previsione di entrata si basa su dati storici e sulla stima della frequenza del prossimo anno (i versamenti degli iscritti alle classi prime si effettueranno a giugno). > Famiglie vincolati Una quota piccola del versamento volontario, richiesto all atto dell iscrizione ( 5,00) viene scorporato ed entra in bilancio nell aggregato 5.2 (famiglie: vincolati) e serve per coprire le spese per l assicurazione di tutti gli alunni e delle loro famiglie contro gli infortuni e i danni a terzi cagionati negli spazi scolastici. Tali sono per loro natura obbligatori. Per il resto, nell aggregato 5.2, entrano, per la maggior parte, i versamenti degli alunni e delle loro famiglie per lo svolgimento di attività extrascolastiche a pagamento totale o parziale, compreso il contributo dei candidati esterni agli esami di stato o di idoneità. > Contributi esterni: non vincolati Nell aggregato 5.3-altri: non vincolati, rientrano tutti i contributi che, a vario titolo, soggetti esterni alla scuola versano all istituzione scolastica per l utilizzo di alcuni spazi: dai punti ristoro, alle macchine erogatrici di bevande e snack, all utilizzo occasionale di locali della scuola. Questa entrata tende a crescere negli anni per una più attenta valutazione dei beni della scuola e più efficace predisposizione dei bandi per l assegnazione di concessioni. Per il 2015 si prevedono, al momento, le seguenti entrate: - contributo dei soggetti che detengono la concessione dei due punti ristoro 6.115,00 - contributo del soggetto concessionario delle macchine erogatrici di bevande 5.650,00 - contributo per uso occasionale degli spazi della scuola 500,00 - acquisto da parte degli alunni di materiali informatici dismessi 100,00 > Contributi esterni: vincolati Nell aggregato 5.4-altri: vincolati, figurano le entrate per attività esterne, non strettamente istituzionali della scuola. Al momento le somme poste in bilancio si riferiscono alla sola attività di certificazione ECDL-AICA. Come viene utilizzato il contributo dei privati > Famiglie non vincolati Tutte le entrate di questa voce di bilancio vengono utilizzate per il funzionamento didattico o per finanziare il progetto P20-diritto allo studio Contributo famiglie: non vincolati ,00 A02 Funzionamento didattico ,00 P20 Diritto allo studio ,00 > Famiglie vincolati Le entrate di questa voce di bilancio hanno destinazione obbligata, in quanto vanno a finanziare progetti per i quali è espressamente richiesto il contributo delle famiglie Contributo famiglie: vincolati ,00 A02 Funzionamento didattico (assicurazione) 5.000,00 P15 ECDL Corsi base 5.000,00 P16 CISCO Academy Corsi 7.000,00 P17 Laboratorio teatrale: Classi in corto 700,00 P18 Viaggi di istruzione ,00 P19 Nuoto e arrampicata a scuola 6.000,00 10

11 > Altri non vincolati I.I.S. J.Von Neumann Roma - Programma annuale 2015_relazione P24 Soggiorno studio alle isole britanniche ,00 Le entrate provenienti da soggetti esterni alla comunità scolastica vengono completamente destinate al funzionamento didattico, come pure le eventuali entrate per cessione di PC obsoleti, con l eccezione delle entrate per l utilizzo dei locali della scuola, che concorreranno ad alimentare il budget per il funzionamento amministrativo Contributi esterni: non vincolati ,00 A01 Funzionamento amministrativo ,00 A02 Funzionamento didattico 500,00 > Altri vincolati Le sole entrate previste in questo aggregato hanno destinazione obbligata e vanno a finanziare l unico porgetto, al momento, portato avanti dalla scuola per conto terzi, la certificazione AICA- ECDL della patente europea per l informatica Contributi esterni: vincolati 7.796,20 p14 ECDL-AICA Certificazione 7.796,20 07 Altre entrate 1.460,00 01 INTERESSI 60,00 04 DIVERSE 1.400,00 Nell aggregato 7.1-interessi, confluiscono gli interessi derivanti dai depositi bancari e postali della scuola, mentre nell aggregato 7.4-diverse, rientrano tutte le altre entrate non altrimenti classificabili, tra queste, i risarcimenti danni cagionati dagli studenti, ma anche da esterni, e le cauzioni versate dalle associazioni sportive che utilizzano le palestre dell istituto. Va segnalato che la modestissima previsione circa l entità degli interessi che l istituzione scolastica potrà maturare è data dal fatto che, ormai da un anno, le liquidità in possesso della scuola vengono poste in giacenza presso la Tesoreria Unica della Banca d Italia e non più presso lo sportello bancario convenzionato. Come vengono utilizzate le altre entrate > Interessi Le entrate per gli interessi vengono assegnate al funzionamento amministratvio Interessi 60,00 A01 Funzionamento amministrativo 60,00 > Diverse Le entrate per risarcimento danni, saranno utilizzate nell ambito della manutenzione edifici, mentre le somme introitate come cauzione, prevista per l utilizzo delle palestre da parte delle associazioni sportive vincitrici del bando provinciale, vengono accantonate in quanto sono somme che dovranno essere successivamente restituite. Pertanto serviranno a garantire la liquidità dell istituzione scolastica ma non possono essere utilizzate per previsioni di spesa Diverse 500,00 A05 Manutenzione edifici 500,00 Z01 Accantonamento 900,00 11

12 USCITE Queste sono, di massima, le spese previste per ciascuna attività e progetto. Attività A01 - Funzionamento amministrativo ,81 carta, cancelleria e stampati 5.200,00 pubblicazioni tecniche e giuridiche 400,00 carburante per l auto di servizio 120,00 materiale tecnico specialistico e informatico * 5.400,00 materiali di pulizia 1.000,00 pagamento visite fiscali 2.298,48 Prestazioni professionali (servizi commercialista) 500,00 Servizi per trasferte in Italia 30,00 Organizzazione manifestazioni 200,00 Manutenzione auto di servizio 200,00 Manutenzione hardware e fotocopiatrici * 1.800,00 Noleggio fotocopiatrici 2.800,00 Software gestionali e aggiornamenti sist.operativi 4.100,00 Utenze telefoniche e reti di trasmissione uffici di segreteria e di direzione 2.518,78 Vigilanza plesso di Via del Tufo * 4.500,00 Canone sito web della scuola e altri canoni 300,00 Servizi ausiliari (lavanderia, stampe e rilegature) 150,00 servizi di tesoreria 250,00 assicurazione auto 900,00 assicurazione personale della scuola 700,00 assicurazione beni della scuola * 2.000,00 oneri postali e telegrafici * 800,00 Indennità per i revisori dei conti * 2.172,00 partecipazione a reti di scuole 400,00 altre imposte e tasse 132,55 beni mobili hardware e attrezz. tecnologiche * 2.000,00 partite di giro (anticipazione minute spese) 300,00 * stima basata su 8 mesi A02 - Funzionamento didattico ,00 Carta, cancelleria e stampati per uso laboratori e ,40 per le sezioni carcerarie di Rebibbia Materiali di consumo tecnico-specialistici per i 3.100,00 laboratori didattici Materiale tecnico-informatico per aule e laboratori 8.000,00 Manutenzione ordinaria hardware e attrezzature 4.000,00 Licenze d uso software 3.000,00 Reti di trasmissione dati 2.000,00 Assicurazione alunni 4.500,00 Beni di investimento: sedie e tavoli per laboratori 2.500,00 Beni di investimento: lavagne interattive multim ,00 Beni di investimento: hardware ,00 Restituzione versamenti alunni trasferiti 2.000,00 A03 Spese di personale 7.067,19 Pagamento corsi di recupero 5.325,69 Contributi e oneri a carico dell amministrazione 1.741,50 12

13 A05 Manutenzione edifici ,22 Materiale tecnico-specialistico 1.700,00 Materiale di pulizia 3.500,00 Manutenzione immobile 9.079,22 Con questo stanziamento si intende far fronte a tutte le necessità ordinarie di manutenzione degli edifici scolastici e di tutte le loro pertinenze, nonché di alcuni interventi straordinari e indifferibili, per i quali non è assicurato il sostegno dell Amministrazione Provinciale. L eventuale contributo annuo della Provincia servire ad acquistare anche il materiale di pulizia, liberando risorse dall aggregato di spesa A01-funzionamento amministrativo. Progetti P01 Wi-Fi Istituto 7.555,40 Il Progetto, cominciato lo scorso esercizio finanziario con l acquisto di gran parte dei materiali occorrenti per il cablaggio di due reti lan che coprono in lungo e in largo i due plessi scolastici, troverà il suo completamento attraverso il lavoro di installazione vera e propria delle reti, per il quale è in atto una gara con evidenza pubblica. P02 Io Studio Carta dello Studente ,04 Le economie del Progetto chiuso nel 2012 continuano a permanere in bilancio in attesa di conoscere la volontà del MIUR circa il loro utilizzo e/o restituzione. P03 Autonomia e formazione ,33 - I fondi per l autonomia e la formazione, ex Legge 440/97 vengono utilizzati, secondo le disposizioni ministeriali, per finanziare le attività di formazione e aggiornamento del personale e a dare un sostegno economico al Piano dell Offerta formativa, con specifico riguardo alle attività legate al territorio. - Per l anno 2015, particolare attenzione vuole essere rivolta alla formazione in ambito digitale, per l utilizzo delle nuove tecnologie didattiche (LIM e registro elettronico su tutte, ma non solo), per la formazione del personale amministrativo da accompagnare nei nuovi scenari lavorativi aperti dall introduzione del codice dell amministrazione digitale. Un impegno aggiuntivo riguarda poi la didattica per gli alunni con Bisogni Educativi Speciali, un impegno non nuovo per la nostra istituzione scolastica ma che si vuole ampliare. P04 Sicurezza a scuola 6.434,25 Spese di personale n. 2 assist. servizio protezione/prevenzione 1.990,50 Compenso per la società esterna responsabile dei servizi di protezione e prevenzione 1.700,00 Materiali anti-infortunistici, strumentazione 1.000,00 Corsi di formazione antincendio e primo soccorso e preposti 1.743,75 P05 Progetto scuola digitale ,76 Acquisto tablet per coordinatori di classe e figure di sistema ,00 Licenza d uso software gestionale + assistenza programmi di archiviazione digitale dei documenti amministrativi secondo le 1.500,00 modalità previste dal codice dell amministrazione digitale acquisto n. 7 LIM ,76 Del progetto ci si è largamente soffermati ad inizio relazione. P06 Scuola lavoro stages aziendali ,83 Il MIUR ha finanziato i progetti di alternanza scuola-lavoro presentati dalla nostra istituzione scolastica. La somma disponibile sarà utilizzata, in larga parte, per retribuire il personale della scuola impegnato nei progetti stessi. 13

14 P07 Diritto allo studio ,00 buoni libro / buoni piscina 4.500,00 valorizzazione delle eccellenze e borse di studio ,00 organizzazione manifestazione e convegni 500,00 Il Consiglio d Istituto sta valutando un diverso impiego dei fondi, la cui consistenza è rimasta di fatto costante negli anni. Vi sono proposte, non ancora formalizzate, ne tantomeno deliberate, per spostare le risorse disponibili in favore degli alunni meritevoli piuttosto che destinarli a pioggia a tutti gli alunni del primo anno. Vi sono altre proposte che riguardano gli alunni iscritti al Liceo ad indirizzo sportivo. Il Programma Annuale, che viene deliberato nel mese di febbraio, prende atto di una destinazione al momento generica finale al momento generica. La previsione di spesa di per buoni libro / buoni piscina è riferita a situazioni maturate nel corrente anno scolastico e non ancora ultimate. P08 Educazione al consumo e alla salute 5.000,00 Al momento il progetto è limitato al solo funzionamento dello sportello di ascolto psicologico funzionante in ciascuno dei due plessi. P09 Palestre istituto 82,58 Nel progetto figurano le economie dello scorso esercizio. Viene mantenuto e lasciato aperto per farvi confluire i fondi che la Provincia di Roma, di tanto in tanto eroga alle scuole, come indennizzo per la disponibilità all utilizzo delle palestre al territorio. Tali fondi sono stati utilizzati, in passato, e lo saranno anche per lavori di manutenzione delle palestre stesse e per l acquisto di attrezzature sportive. P10 Romarock Romapop 4.563,76 Retribuzione attività maestro di musica 2.000,00 Compensi per il personale della scuola impegnato nel progetto 978,66 Acquisto materiali tecnici 585,10 Acquisto strumentazione musicale 1.000,00 Il Progetto è stato finanziato, con fondi inviati nel passato esercizio finanziario, da Roma Capitale. La presenza di economie dell anno precedente potranno essere utilizzate per acquistare nuovi strumenti musicali o aggiornare quelli in dotazione. Eventuali accantonamenti potranno servire a garantire anche per il 2016 la continuazione del progetto anche in assenza di finanziamenti dell ente locale. P13 Progetti P.O.F ,91 E un progetto non presente nel Programma Annuale dello scorso anno. Le somme, tutte recuperate dall avanzo di amministrazione non vincolato, serviranno ad integrare il budget del Fondo d Istituto (compensi accessori al personale della scuola), che giunge ormai da un paio di anni dimezzato rispetto alle consistenze precedenti, consentendo di portare a compimento tutti i progetti votati dal Collegio dei docenti e contenuti nel Piano dell Offerta formativa. P14 ECDL-AICA Certificazione ,74 Compensi per il personale docente e ata 7.371,74 Spese per denuncia trimestrale e pagamento IVA 1.400,00 Acquisto esami 3.000,00 Acquisto hardware 500,00 Il Progetto è strutturato su due test-center, uno per sede, nei quali è possibile, sia per gli alunni della scuola che per gli esterni, acquistare la skill card e svolgere gli esami per il conseguimento della patente europea per l informatica. La quota di 500,00, messa a bilancio per l acquisto di hardware, costituisce parte della restituzione del debito che il progetto deve nei confronti del bilancio della scuola. Tale debito, sarà pertanto ridotto, nel 2015 da a P15 ECDL- Corso base 5.776,82 14

15 Il Progetto congloba le lezioni dei due corsi attivati nelle due sedi. Le spese sono solo quelle del personale coinvolto nell insegnamento, nella gestione del progetto, nelle attività ausiliarie. P16 CISCO ACADEMY Corsi 7.021,65 Anche quest anno sono stati attiviti tre corsi CISCO, al momento solo nel plesso di Via del Tufo. Il progetto, svolto in collaborazione con la società Ithum Srl, società associata a CISCO, si finanzia con il solo contributo delle famiglie e le spese sono quelle del personale docente ed ata impegnato, oltreché della quota associativa annuale richiesta da Ithum e pari a 600,00. P17 Laboratorio teatrale: classe in corto 2.700,00 E un progetto, al suo terzo anno di svolgimento, costruito insieme alla compagnia teatrale Tho Teatro. La somma in bilancio è sufficiente per coprire tutte le spese per lo svolgimento del corso. P18 Viaggi di istruzione ,27 Tutte le entrate serviranno a pagare i viaggi di istruzione stessi. Non è previsto, per questa voce di spesa, alcun importo per il personale, compresi gli insegnanti accompagnatori, le cui indennità di trasferta possono essere individuate all interno del fondo d istituto. Come riportato nella parte iniziale di questa relazione illustrativa, si è operato un prelevamento di dall avanzo di amministrazione per favorire la partecipazione di alunni diversamente abili. P19 Nuoto e arrampicata a scuola 9.185,00 Sono state sottoscritte alcune convenzioni per l utilizzo da parte degli alunni delle piscine di Via Achille de Zigno (Via del Tufo) e di Via Belforte del Chianti (Via Pollenza). Il budget, finanziato con i contributi volontari delle famiglie coprirà i costi dell affitto della piscina. Nel budget indicato non sono considerate le quote degli alunni iscritti al primo anno del Liceo con indirizzo sportivo che hanno optato per il buono piscina in luogo del buono libri. Tali attività sono ricomprese nel progetto P07-diritto allo studio. P20 Soggiorno studio in Inghilterra ,76 La destinazione di quest anno è Dublino. Il progetto ha avuto un grande successo visto che vedrà la partecipazione di 34 ragazzi e ragazze con 3 docenti accompagnatori. L intero budget servirà a coprire le spese del corso di inglese e del soggiorno. P21 Tecnologicando 3.500,00 Beni di consumo 1.130,00 Mobilio e arredi 370,00 Materiale bibliografico 1.500,00 Esperto esterno 500,00 In questo progetto figurano tutte le spese per beni e servizi di tutti gli altri progetti del POF, per i quali non è stata prevista un apposita scheda. Da quest anno il progetto Tecnologicando ingloba anche i precedenti progetti Biblioteca scolastica e La scuola adotta un monumento. Z Z01 Disponibilità finanziarie da programmare ,51 La voce Z rappresenta la differenza fra entrate previste e uscite programmate. Come detto all inizio, tale somma è composta da: somme non utilizzabili ( ,51) e somme immobilizzate ( 6.600,00) R R98 Fondo di Riserva 1.200,00 E stato determinato nel 3% della dotazione ordinaria dello Stato, quindi nei limiti stabiliti dal D.I. 44/2001), che impone il suo utilizzo esclusivamente per aumentare gli stanziamenti la cui entità si dimostri insufficiente e nel limite del 10% dell ammontare complessivo del progetto/attività. il presidente della giunta esecutiva Anna Patrizia Minniti 15

16 ENTRATE I.I.S. J.Von Neumann Roma - Programma annuale 2015_relazione PROGRAMMA ANNUALE - TABELLA RIEPILOGTIVA Aggr. Voce Descrizione Importo 01 Avanzo di amministrazione al 31/12/ ,84 01 Non vincolato ,42 02 Vincolato ,42 02 Finanziamenti dello Stato ,06 01 Dotazione ordinaria ,09 04 Altri finanziamenti vincolati ,97 04 Finanziamenti Enti Locali 0,00 03 Provincia vincolati 0,00 05 Comune vincolati 0,00 05 Contributi da Privati ,20 01 Famiglie non vincolati ,00 02 Famiglie vincolati ,00 03 Altri non vincolati ,00 04 Altri vincolati 7.796,20 07 Altre Entrate 1.460,00 01 Interessi 60,00 04 Diverse 1.400,00 USCITE Per un totale entrate di ,10 Aggr. Voce Descrizione Importo A Attività ,62 01 Funzionamento amministrativo generale ,81 02 Funzionamento didattico generale ,40 03 Spese di personale 7.067,19 05 Manutenzione edifici ,22 P Progetti ,97 01 Wi-Fi Istituto 7.555,40 02 IoStudio. La carta dello studente ,04 03 Autonomia e formazione ,33 04 Sicurezza a scuola 6.434,25 05 Progetto Scuola digitale ,63 06 Scuola lavoro Stages aziendali ,83 07 Diritto allo studio ,00 08 Educazione al consumo e alla salute 5.000,00 09 Palestre Istituto 82,58 10 Romarock & Romapop 4.563,76 13 Progetti POF ,91 14 ECDL.AICA Certificazione ,74 15 ECDL Corso base 5.776,82 16 CISCO ACADEMY Corsi 7.021,65 17 Laboratorio teatrale: corto in classe 2.700,00 18 Viaggi di istruzione ,27 19 Nuoto e arrampicata a scuola 9.185,00 20 Soggiorno studio nelle Isole Britanniche ,76 21 Tecnologicando 3.500,00 R 98 FONDO DI RISERVA 1.200,00 Per un totale spese di ,59 Z 01 Disponibilità finanziaria da programmare ,51 Totale a pareggio ,10 il direttore dei servizi generali e amministrativi Piero Frontoni 16

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 2.572,26 02 Vincolato 2.572,26 01 Funzionamento amministrativo e didattico - Dematerializzazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE J.

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE J. A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. ENTRATE Voce Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019 02 Finanziamenti dello Stato 23.946,66 01 Dotazione ordinaria 23.946,66 04 Finanziamenti

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 31.551,42 01 Non vincolato 30.426,92 02 Vincolato 1.124,50 02 Finanziamenti dello Stato 52.872,58

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 17.715,12 01 Non vincolato 17.162,78 01 Ecc da FF non vincolati 2.697,58 02 CC famm alunni

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010 Liceo Tecnico Chimica Industriale Meccanica Elettrotecnica e Automazione Elettronica e Telecomunicazioni Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Volta Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06087

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE Gentili genitori entro il 28 febbraio dovete provvedere alla iscrizione dei Vostri figli alla classe successiva. Al momento della iscrizione le famiglie sono chiamate a versare alcune tasse ministeriali

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n.

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764 Tel. 0972/24479-24480 Fax 0972/24424 e-mail:pzis007006@istruzione.it

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012 Di cosa si tratta Si tratta della possibilità che ha il personale della scuola di poter partecipare alla "mobilità annuale", e cioè di poter prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE IL DIRETTORE CENTRALE Visto l articolo 47 comma 1, del decreto legge 24 aprile 2014, n.

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

IPOTESI DI TRA PREMESSO

IPOTESI DI TRA PREMESSO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO CONCERNENTE LE UTILIZZAZIONI E LE ASSEGNAZIONI PROVVISORIE DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED A.T.A. PER L ANNO SCOLASTICO 2015/16. L'anno 2015 il

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Concorso nazionale La mia

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI

GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISCRIZIONI 1 All. 2) GUIDA ALLE ISCRIZIONI ALLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 La Scuola Comunale dell Infanzia assume e valorizza le differenze individuali dei bambini nell ambito del processo

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15.

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15. Istituto Tecnico Statale Settore Tecnologico Via Tronconi, 22-31100 Treviso tel. 0422.430310 fax 0422.432545 mail: pallad@tin.it dirigente@palladio-tv.it pec: itspalladio@pec.palladio-tv.it url: www.palladio-tv.it

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli