Emanuele Magri. Distopicus Garden. a cura di Hana Krenkova

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Emanuele Magri. Distopicus Garden. a cura di Hana Krenkova"

Transcript

1 Emanuele Magri Distopicus Garden a cura di Hana Krenkova

2 DISTOPICUS GARDEN mostra personale di Emanuele Magri a cura di Hana Krenkova Testi critici di Eleonora Fiorani Angela Madesani Progetto grafico di Dorino Iemmi Emanuele Magri Spazio Ostrakon via Pastrengo 15 Milano 5-21 Marzo 2015

3

4

5 Hana Krenkova intervista Emanuele Magri H: Questa volta il Distopicus Garden è stato collocato in una grande serra di plexiglass, dove però l acqua viene portata per nutrire le piante in modo elaborato e così la serra nello stesso tempo diventa anche una Fontana Cantante. In quest installazione in realtà hai unito due lavori ormai significativi per te, ma che sono molto diversi sia per concetto che per forma e aspetto. E.: Nel corso del tempo ho sviluppato più lavori Le fontane sono armonia e le piante sono mostri, disarmonia, perché suppongono interventi pesanti nel naturale. Anche se sia uno che l altro hanno il risvolto opposto che sta nel fatto che interventi sulla natura sono sempre stati fatti e che per quanto riguarda l armonia basta pochissimo perché salti per un nonnulla. L uno è Mondrian, l ossessione che tutto sia in equilibrio e che funzioni, l altro è la demenza umana che vuole ricostruire l universo, il mondo, l uomo. Smembrare l uomo e ricomporlo prendendone alcune parti. Allora la scommessa era mettere insieme le due cose e volendo ci si possono vedere quante metafore si vuole. Si può dire che la struttura dell installazione è l impalcatura sociale creata per migliorare il mondo, ma che nutre mostri. Credo che la metafora installazione-mondo funzioni sempre, vale anche per un quadro e una scultura ma lì, nell'installazione, è essere nel mondo, muoversi all interno del mondo. E quello che succede lì dentro è il particolare, il contingente. Si può dire che la pompa idraulica è quella che dà lo slancio vitale che permette all acqua di circolare, di creare suoni e immagini di movimento. Il destino dell'acqua è tornare al punto di partenza e il destino della pompa è di essere staccata dalla presa elettrica. H: Che cosa ti ha fatto pensare di unire questi due lavori? La loro diversità ha giocato contro o a favore? E: C'è un momento in cui tutti i messaggi sembrano ovvii. Tutti quelli citati di solito: dal documentare luoghi, situazioni, stati d animo, conflitti socio-politici, asserzioni filosofiche, drammi, la pratica così e colà. Quindi o mi rifugio nell'ironia e nel gioco come ho fatto con i lavori precedenti, oppure nelle ipotesi come ho fatto, per esempio, con Fandonia. Questo è un progetto, è un ipotesi e come tale è presentata con espositori e sagome. Le piante sono sagome che appartengono alla cartellonistica, al mondo degli espositori pubblicitari o da cinema, e la serra non e' una serra ma un padiglione che può essere tutto e niente, uno spazio tipo circo, esposizione di meraviglie, esibizione sacra, ecc. Tutto, meno che ripresa di pezzi di realtà come usa molta parte dell'arte contemporanea. H: Gli elementi del corpo umano non sono presi soltanto dall atlante anatomico ma anche dai quadri e sculture famosi. Qui sei vicino al linguaggio surrealista che spesso nei collage usava singole parti del corpo umano per creare nuove visioni. Hai qualche legame col collage surrealista? E: L'idea è che i nostri ingegneri genetici prendano organi interni del corpo umano e su questi innestino, come frutti, tessuti che riproducono organi esterni, occhi, naso, bocca, rifacendosi anche a opere d'arte di varie culture. Dadaismo e surrealismo c entrano sempre quando si parla di gioco e di ironia. Di distruggere, distorcere, decostruire. I surrealisti lavoravano sul sogno e l'inconscio, qui si lavora su un futuro probabile agendo con razionalità. Diciamo che è una demenza razionalizzata. Anche il passaggio dalle piante agli animali non è poi così surreale. La gente ha bisogno di avere un cane o un gatto per avere compagnia, affetto, per avere qualcuno a cui dire a cuccia o alzati.. Oppure per avere qualcuno da scatenare contro gli altri. E allora se andiamo sul viscerale ecco animali-viscere. H: Distopicus Garden presenta le piante anche come attori che recitano. Le poesie sono scritte su misura per ogni pianta da Paolo Gentiluomo. Come è nata questa idea? E: Io lavoro con la parola da sempre. Ho scritto testi come le Bandierine che però sono anche oggetti (presentate da Biagio Cepollaro). Ho scritto gli Oracoli Corporali, testi che partono da immagini seguendo il meccanismo del rebus. Poi ho lavorato con poeti come quelli del gruppo 93 di Genova traducendo in oggetti i loro testi. Considero uno di loro, Paolo Gentiluomo, il mio alter ego poetico. Con lui e Marcello Frixione abbiamo lavorato a Fandonia, un ipotesi di città demenziale. Quando ho deciso che alle piante dovevano essere innestati testi chi meglio di Paolo poteva fare il lavoro di taglia e incolla poetico che io avevo fatto con le immagini di organi umani? Tempo fa con Paolo Gentiluomo avevamo pensato a una soluzione più performance, tipo circo. Con lui che presenta i mostri chiusi in varie camere, come si faceva già nell Ottocento, quando si presentavano esseri umani con malformazioni. Anche qui, nella mostra attuale, quindi, si poteva accentuare l aspetto spettacolare dell acqua trasparente che passa nei tubicini facendo bollicine ribollendo nei vasi. Proiettare il video direttamente sull'installazione e giocare con lucine appunto tipo circo. Invece ho preferito lasciare che le due cose fossero leggibili ognuna per conto suo. Il gioco dell'acqua e la lettura delle immagini.

6 H: Le piante, anche se ben nutrite, non cresceranno mai. Rimarranno sempre un immagine bidimensionale. Si può dire che dopo un percorso elaborato torniamo al punto di partenza. Era tua intenzione tornare alla forma iniziale dell immagine? E: Le sagome rimangono tali. Nel video parlano, nelle foto si muovono nel mondo reale. Nell installazione fingiamo che vengano nutrite. Il mio lavoro si può sintetizzare con la domanda cosa facciamo quando teorizziamo? Costruiamo una impalcatura concettuale. Oggettuale nel caso dell arte. Gli oggetti diventano simboli. Costruiamo sempre una realtà parallela. Per questo, forse, io sento il bisogno di prendere le distanze anche dall oggetto non oggetto che uso. Lo guardo quasi con distacco, come dire : tu devi solo dire delle cose ma non sei importante... che è il discorso ben rappresentato dal metacrilato : devi essere trasparente, un fantasma e anche le piante sagome sono così. Distopicus Garden di Eleonora Fiorani In un labirinto trasparente in plexiglas a struttura modulare, articolato come una cattedrale strutturata per quadrati al cui centro si irradia l acqua, fonte vitale di un immaginario Distopicus Garden, un laboratorio di ingegneria genetica, abitato da immaginifiche e inaspettate creature, create da un processo di metamorfosi e di innesti su piante e animali di organi umani mutando la loro natura originaria, o meglio riprogettandola. in combinazioni complesse di parti e con varianti. Creature mostruose di un mondo prossimo venturo che già le bio e le nanotecnologie hanno reso parte del nostro presente. Le accompagnano immagini che ampliano e espandono il campo visivo e l immaginario verso altri scenari possibili e futuribili in cui queste creature escono dal giardino-laboratorio per abitare, come animali e piante domestiche, le strade del mondo e invadere il nostro quotidiano. E questo l approdo del percorso artistico di Emanuele Magri che parte da lontano, da La setta delle S Arte, una sconcertante e camaleontica opera e performance-spettacolo, che ha generato opere e ulteriori messe in scena che ripercorrono la storia delle civiltà, nostra e altrui, mettendo in gioco il corpo, la moda e l arte attuando una sorta di travestimento antropologico che sceglie il corpo, la veste, il rito, indagati dalle civiltà primitive a quelle contemporanee. Una veste che diventa maschera-vestito-testo-rito, in cui il gioco linguistico gioca un ruolo determinante perché a suo dire giocare con la parola significa giocare con il mondo. E traduzione linguistica del mondo, quindi dell arte stessa in cui gli esseri umani sono <<messi in pagina>> - diceva Michel De Certeau - sono <<tramutati in significanti delle regole>>, mentre il logos della società si fa carne. Nei Buddhagres sono le cose che, feticisticamente, prendono il posto dei corpi, mentre il corpo del Buddha diviene uno scrigno-contenitore di feticci che sostituiscono il corpo dell artista e dell opera. Gli oggetti che Magri ci mostra sono tutti rappresentanti e maschere del corpo dell artista. Sono anche ciò in cui l arte sembra dissolversi per cui l atto di citazione e di carnevalizzazione, di grottesco investe direttamente, nella sua rappresentazione o immagine, l arte nel corpo stesso dell artista nell indistinzione da essa assunta con l opera. Cappelli di Beuys, Serra, Luthy, scarpe di Horn, Johns, Gagliardi, vestiti di Depero, Fabre, Gilbert e Gorge, e borse, reggiseni ciò che Magri ci mostra sono oggetti e frammenti di corpi, feticci, che si sostituiscono alla persona come insostituibili oggetti d amore. Ciò che accumuna il lungo percorso della ricerca è nell emergere progressivo, nell intricato gioco tra oggetti, immagini e parole, della dimensione del meraviglioso e del grottesco, che viene ad occupare tutta la messa in scena. Anche il Distopicus Garden, infatti è installazione in cui viene portata all estremo la scomposizione e l assemblaggio delle parti del corpo interne e esterne, il che equivale alla scomposizione e al rimontaggio di nuove creature foriere di un nuovo mondo utilizzando l uso delle infinite possibilità di manipolazione che le nuove tecnologie mettono a disposizione. E Magri lo fa con valenza dissacratoria, ironica o ludica, facendo il verso alla stessa scienza, riscrivendo le tassonomie di piante e animali, dando il nome alle nuove creature e compilando un trattato di artologia genetica, in una sorta di slittamento del confine tra ciò che vero e ciò che è falso, tra ciò che è serio e ciò che è ludico, tra riflessione critica e immaginazione, giocando con l ibridazione per immaginare e dar vita a creature transgeniche. E tuttavia la ricerca di Magri non si apparenta a quanti nell arte lo hanno fatto operando sul proprio corpo come fa, per esempio, Stelarc con il terzo orecchio e il terzo braccio, o manipolando il Dna come fa Edoardo Krac con i suoi conigli e pesci fosforescenti nel settore più problematico e eticamente discutibile che sono quelli della bioart e quelli delle biotecnologie che hanno dato avvio a mostruose creature come i Misfits di Grünfeld e gli ibridi di Filippo Armenise. A me pare, infatti che Magri, pur nel riferimento attualissimo alle biotecnologie, si apparenti piuttosto a un più antico repertorio di immagini di origine orientale o iranica, che è largamente presente nella glittica greco-romana e poi, con i sui propri modi, nel gotico medioevale, un mondo di strane creature, ottenute per combinazioni di parti, analizzata da quello straordinario critico e iconografo che è Jurgis Baltrusaitis nel suo Medioevo fantastico. Vi compaiono i mostri ottenuti per combinazioni di teste con gambe o facce multiple su differenti parti del corpo, i grilli antichi, le divinità acefale e multicefale. E loro presenza nel 400 e 500, come quelle magnifiche di Bosch con i suoi grilli uccello e grilli insetto e i vari ritratti. E ci sono anche le piante zoomorfe e le piante parlanti nelle leggende e immagini islamiche, l Albero della Vita con le teste e tutti gli immaginifici alberi medioevali e molto altro ancora. E quello che lo storico Jacques Le Goff chiama il meraviglioso, termine che viene da mirror, per dire che fa spalancare gli occhi,

7 e dunque ha sempre a che fare con il vedere: comporta un guardare. Il fatto è che ogni società secerne il suo meraviglioso e dà ad esso i suoi propri significati. Mentre quello medioevale e della prima modernità del attingevano dal mondo orientale e greco-romano, è a Freud e al lato notturno e oscuro della psiche umana che ha volto lo sguardo l arte visionaria dei surrealisti nella sua stessa componente erotica in cui vita e morte si confondono. Ora a me sembra invece che il meraviglioso contemporaneo abbia a che fare piuttosto con le nuove tecnologie, ma nel farlo a sua volta Magri ne coglie e fa riferimento alla sua valenza gotica tutt altro che estranea al meraviglioso tecnologico e che quindi più che con una categoria astratta, come modernamente intendiamo il meraviglioso, siamo di fronte a una nuova forma di mirabilia, che non sono solo cose che l uomo può ammirare con gli occhi ma anche immagini e metafore visive. Così, mentre l inesausta proliferazione e invenzione linguistica fatta da Magri dei nomi e delle teorizzazioni e le tassonomia organizzano il ciclo delle opere mimando la metodologia scientifica nel suo stesso uso della lingua morta del latino, ben altro dicono le piante, gli animali, i bipedi (organi dotati di piedi), i bipedi al guinzaglio, gli inversi, a cui si aggiungono la serra e il Trattato di artologia. In essi domina la leggerezza e una sorta di innocenza. Ciò che ci incanta è l invenzione delle forme e dei colori delle creature fantastiche e degli organi che ospitano: bocche, nasi, gambe, piedi, fegati, polmoni, genitali, bulbi oculari, occhi. per il loro essere dotati, in una sorta di moderno animismo, da una sconvolgente vivacità. E, se certo possiamo anche cogliere vedere nel Distopicus Garden il valore conoscitivo e critico dell arte, il sospetto che emerge, nell interrogarci sul ruolo delle nuove biotecnologie e su ciò che si nasconde nell attuale ritorno alla natura, è su chi sono i veri mostri. Mi vengono allora in mente apparentamenti con alcune figurazioni che troviamo nelle Notes in Hand, il privato notebook di Claes Oldenburg o le strane creature dell universo immaginifico di Tony Ousler in cui sfumano i confini tra essere uomini ed essere cose in un processo di metamorfosi che trasfigura le loro fisionomie in una più simile a quella animale o vegetale. risorse espressive computer grafica: trapianto di organi umani su creature fitomorfe con photoshop scultura: stampe bifacciali su forex di immagini di piante da mettere in vaso Installazione: costruzione della serra di incubazione in plexiglas con impianto di irrigazione video: animazione in cui le piante recitano i testi poetici innestati poesia: prelievo di testi poetici di autori vari di paolo getiluomo

8

9

10

11

12 fase 2 incubazione distopicus garden: installazione pompa idraulica, acqua, plexiglas, stampe bifacciali su forex

13

14

15

16

17 fase 3 Il botanico botanizzato OPERA VIDEO testi innestati da Paolo Gentiluomo piante innestate con organi umani da Emanuele Magri Animazioni di Teo Telloli innesto della parola Autori innestati Vittorio Alfieri - Angelo Ambrogini detto il Poliziano - Amaruka - Antonin Artaud -Pellegrino Artusi - Giorgio Baffo Samuel Beckett - Francesco Berni - Guido Cavalcanti - Guido Ceronetti dal Salmo Leonardo Da Vinci - Fazio Degli Uberti - Pier Delle Vigne - Lorenzo De Medici detto il Magnifico - Domenico Di Giovanni detto il Burchiello - Innocezo Frugoni Harsadeva - Franz Kafka - Giacomo Leopardi - Ludovico Leporeo Magha - Alessandro Manzoni - Giambattista Marino - Vincenzo Monti - Giammaria Ortes - Giuseppe Parini - Francesco Petrarca - Raymond Queneau - Paolo Rolli - Camillo Scroffa William Shakespeare- Iginio Ugo Tarchetti - Giacomo Zanella Autori innestati Vittorio Alfieri - Angelo Ambrogini detto il Poliziano - Amaruka - Antonin Artaud -Pellegrino Artusi - Giorgio Baffo Samuel Beckett - Francesco Berni - Guido Cavalcanti - Guido Ceronetti dal Salmo Leonardo Da Vinci - Fazio Degli Uberti - Pier Delle Vigne - Lorenzo De Medici detto il Magnifico - Domenico Di Giovanni detto il Burchiello - Innocenzo Frugoni Harsadeva - Franz Kafka - Giacomo Leopardi - Ludovico Leporeo Magha - Alessandro Manzoni - Giambattista Marino - Vincenzo Monti - Giammaria Ortes - Giuseppe Parini - Francesco Petrarca - Raymond Queneau - Paolo Rolli - Camillo Scroffa William Shakespeare- Iginio Ugo Tarchetti - Giacomo Zanella

18 bondage

19

20

21

22

23

24

25

26 distopicus AD- DO- MINUS pantheon distopicus APPLE- Pantheon NERVOSUS BULBOSAU- DEK BRON- CHIOLUS BRON- CHIO FIAMMINGUS CERVELLOTICUS CI- STI LEONARDA CRO- MODIVUS DOMINUS ER- MAPHRODITUS ETRUSCUS FEGA NIGER FICUSCRISTUS GENIALIS HERMES INCISIVUS NIGERIA LUTERANUS MANITOC- CHIUS MAPPLENERVOSUS MIDOL- LUSDEA MIOCARDIUS NEUROSESSUS OVULUS BUDDISTICUS ORECCHINUS OCULUS OCCHICCO OCCHICCUS MOL- TEPLICIS OVARIUS ISLAMICUS OLFATTUS OVOLUS PEDESTRIS PANCREAS BENEDICEN- TIS PANCREASENIDEA PER VASUS OLFATTUS PO- DUS NIGER QUIDLIBETRENE URLANS SOLUS TE- NUISCRISTUS UTEROCULUS VERONICUSZOTICUS COSTANTI PRATICHE DI ATTRAVERSAMENTO E CATALOGAZIONE. PERCORSI ATTRAVERSO L ACQUA, IL CORPO, LA PAROLA E LA STORIA DELL ARTE. CATALOGHI DI VESTITI D ARTISTA, STRUTTURE MINIMALI, TESTI POETICI, VIDEO, LUOGHI E PARTI DEL CORPO

27 percorsi, labirinti, attraversamenti nell acqua

28

29

30

31

32 non c è sapere o arte o legge che non si iscriva sui corpi, che non se ne appropri, che non li marchi facendone un testo. E lo fa attraverso iniziazioni e riti cosicchè i corpi diventano quadri viventi di regole e costumi, attori di un teatro sociale. Allora i vestiti stessi possono essere intesi come strumenti grazie ai quali la legge sociale plasma i corpi Eleonora Fiorani IRIS PETTO PER LE ARTI

33 Oracoli corporali in amari tempi di intollerabile paura di Angela Madesani I rebus sono giochi per abili solutori di enigmistica. Chi è in grado di risolverli entra nella loro dinamica, negli intrecci, nei rapporti spazio-temporali determinanti per giungere al risultato. Una criptica vignetta si spiana in brevi frasi senza valore concettuale: la nonna tesse la tela, cammelli vagolanti nel deserto e così via. Sostantivi, aggettivi, articoli, preposizioni: nulla di più. Con Emanuele Magri la situazione è assai diversa. L artista, è vero, entra a pieno nella dinamica dell enigmistica, che ben conosce e diviene lui stesso creatore di rebus, ma lo scopo è totalmente diverso. Le immagini, con le quali lavora, perlopiù fotografiche (1), da lui realizzate in tempi e luoghi diversi, sono giocose, gradevoli. Spesso ci troviamo di fronte a corpi nudi femminili: titolo della serie di lavori in mostra è Oracoli corporali (2). Le soluzioni degli stessi non sono sempre facili da trovare, ma poco importa perché nella maggior parte dei casi è lui stesso a svelarcele insieme al rebus. Non sono frasi casuali quanto pesanti considerazioni sul tempo in cui viviamo. È questo un lavoro che auspica una partecipazione dello spettatore che diviene attore dell opera. Lo spirito non è quello del gioco. Attraverso il rebus Magri riesce ad analizzare, a prendere in considerazione delle situazioni. A rebus risolto prende il via una seconda fase, quella puramente riflessiva della sua ricerca. Si tratta di essenziali aforismi che sottolineano il clima del tempo in cui ci è dato vivere: tempi amari. Il suo rapporto con la scrittura, con il linguaggio è intenso (3). Dietro un immagine piacevole c è il risvolto lapidario della medaglia, che va al cuore delle cose: tocchi l argomento delicato. Come non far correre il pensiero alle tristi cronache italiane dell oggi: aver diversi ciarpami morali, ti spianerà la strada, far ingenerose illazioni, chi nasce dedito all oro, esaltare nefandi valori, fama scellerata, loschi e nati mediocri, aver mire nefande? È un ritratto tragico e cinico al tempo stesso, in cui la bellezza è solo il punto di partenza. I riferimenti mi paiono chiari. Non sarà certo una risata a seppellirci, anche se, forse, sarebbe auspicabile. Dietro la sola apparente leggerezza del gioco si cela la scelleratezza di un momento storico incerto, in cui a dominare è una paura diffusa, un bisogno di audience a tutti i costi, la mancanza pressochè totale di prospettive, di un progetto e di un sogno collettivo. Il rebus è lo sbriciolamento della parola, che perde di senso. Anche qui si va oltre l immediatezza della lettura. Si pensi al mondo della comunicazione pubblicitaria, in cui immagini accattivanti sono accompagnate da frasi scollate e prive di senso. Il codice linguistico e il codice iconografico sono indipendenti l uno dall altro. L interesse non è nei confronti del gioco e della sua soluzione, come a Roy Lichtenstein non era certo il fumetto a interessare. Il medium è messaggio per citare le parole di uno dei nostri padri culturali, di cui quest anno cade il centenario dalla nascita, Marshall McLuhan. Nei lavori di Emanuele Magri, viaggiatore, incuriosito da mondi diversi, l immagine veicola messaggi eterogenei di natura sociale, etica, filosofica e i corpi mettono in scena un testo particolarmente oneroso. La sua opera è stata recentemente esposta nell interessante mostra romana Ah che rebus (4). Qui il suo lavoro è una sorta di totem, collocato in mezzo alla sala espositiva: un architettura del linguaggio. Lo spettatore deve compiere un azione fisica oltre che mentale, per riuscire a cogliere l opera nella sua completezza. In un tempo di velocità, di abituale distrazione di fronte a tutto, di consumo veloce delle cose, il suo è un tentativo di catturare lo spettatore e di imporgli, gentilmente, una breve, ma succosa pausa di riflessione. Le sue riflessioni sono anche di natura esistenziale: una sorte fragile, come rose appassite, aver dura la vita. Si percepisce un senso sottile e profondo al tempo stesso di morte, di precarietà. Tutto è legato all attimo, all istante, in aperto contrasto con quanto ci è dato vedere. «Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiero in gran tempesta, non donna di province, ma bordello!», così Dante nel Purgatorio, sono passati settecento anni, ma il discorso funziona ancora. Si tagliano i soldi per la cultura e i musei diventano affittacamere e Magri, pacato, come nel suo stile propone a soluzione di un rebus: chi usa le arti per fini negativi. e Magri, pacato, come nel suo stile propone a soluzione di un rebus: chi usa le arti per fini negativi. (1) Si tratta di una messa in scena della fotografia nella sua accezione primaria. (2) Ci sono Oracoli corporali di diverse forme: alcune rimandano al quadrato, altre sono mensole di misure diverse in cui le opere sono come dei piccoli paraventi. E quindi le strisce che sono come una parte soltanto progettuale della mostra. E quindi l opera totem, come quella esposta a Palazzo Poli, a Roma. (3) Emanuele Magri ha una formazione letteraria e per molti anni ha insegnato storia dell arte. (4) A cura di A.Sbrilli e A.De Pirro, Ah che rebus Cinque secoli di enigmi fra arte e gioco in Italia, Istituto Nazionale per la Grafica, Palazzo Poli, Roma dicembre 2010-marzo 2011 (catalogo Mazzotta). (1) Si tratta di una messa in scena della fotografia nella sua accezione primaria. (2) Ci sono Oracoli corporali di diverse forme: alcune rimandano al quadrato, altre sono mensole di misure diverse in cui le opere sono come dei piccoli paraventi. E quindi le strisce che sono come una parte soltanto progettuale della mostra. E quindi l opera totem, come quella esposta a Palazzo Poli, a Roma. (3) Emanuele Magri ha una formazione letteraria e per molti anni ha insegnato storia dell arte. (4) A cura di A.Sbrilli e A.De Pirro, Ah che rebus Cinque secoli di enigmi fra arte e gioco in Italia, Istituto Nazionale per la Grafica, Palazzo Poli, Roma dicembre 2010-marzo 2011 (catalogo Mazzotta). L A PRE FERITA

34

35

36 POESIE CON L OBBLIGO DI INIZIO VERSO

37

38 EMANUELE MAGRI Dagli anni settanta si occupa di scrittura e arti visive. Ha creato mondi tassonomicamente definiti, nei quali sperimenta l autoreferenzialità del linguaggio, come La Setta delle S arte nella quale i vestiti rituali sono fatti partendo da parole con più significati, il Trattato di artologia genetica in cui si configura una serie di piante ottenute da innesti di organi umani, di occhi, mani, bocche, ecc, e il progetto Fandonia una città in cui tutto è doppio e ibrido. Ha sviluppato gli oggetti-parola Bandierine (dal 1990) e gli Stendardi (dal 1992), i corpi-parola e vestiti-parola dell universo parallelo de La setta delle S Arte (dal 1995, con utilizzo di sciarade, palindromi, falsi vezzeggiativi), gli Oracoli Corporali (dal 2000, rebus con parole che indicano parti del corpo) Distopicus Garden a cura di Hana Krenkova alla Galleria Ostrakon, Milano Scrive su artisti, gallerie, mostre e fiere nel mondo per la rivista: Juliet art magazine Hanno scritto di lui : Franco Bolelli, Omar Calabrese, Biagio Cepollaro, Jacqueline Ceresoli, Giulio Ciavoliello, Riccardo Ferrari, Eleonora Fiorani, Alessandra Galletta, Angela Madesani, Mirtha Mazzocchi, Gabriele Perretta, Roberta Ridolfi, Antonella Sbrilli, Carmelo Strano. Selezione di mostre collettive e personali: 1985 Doppio asso Galleria Unimedia, Genova,, a cura di Caterina Gualco 1986 Il tuffatore della cascata Galleria Unimedia, Genova, 1987 Artisti della Galleria Galleria Unimedia, Genova, 1988 Trasparenza Studio Leonardi V-idea, Genova,, presentazione di Giulio Ciavoliello, performance del gruppo Arbalete 1989 Costellazioni Studio Leonardi V-idea, Genova, 1990 Fontana Galleria Murnik, Milano, bandierine 5 volte l alfabeto, presentazione di Biagio Cepollaro e Franco Bolelli, Libreria Buchmesse Milano, Salone dei piccoli editori Castello di Belgioioso, Galleria Leonardi di Genova 1992 Poesie a forma di bandierine colorate e Stendardi, Spazio mostre Zelig/Smemoranda, Mi, 1993 Slittamenti, su testi del gruppo AltriLuoghi (Paolo Gentiluomo, Marco Berisso, Pietro Cademartori, Marcello Frixione), presentazione di Gabriele Perretta, Cisterne di Santa Maria di Castello, Genova 1995 La setta delle S Arte, a cura di Museo Teo, Castello di Piovera, 1998 La setta delle S Arte. Il Video, in Festa dell'arte, a cura di Lucrezia De Domizio Durini, Santa Sofia (Forlì) 1999 Ibridazioni, in Nuovi territori della scienza e della tecnica, dell'arte e della mente, a cura di Jacqueline Ceresoli e Eleonora Fiorani, Museo civico di storia naturale, Milano 1999 La setta delle S Arte: Oracoli Corporali, edizioni PULCINOELEFANTE stampato in 60 esemplari 2000 Oracoli Corporali, presentazione di Angela Madesani, Galleria Lattuada, Milano 2001 Oracoli Corporali, a cura di Lanfranco Colombo, Giovenzana, Milano 2003 Oracoli corporali. Messa in scena, in Leggere non leggere, Galleria Derbilius Milano 2004 Vestiti!, presentazione di Eleonora Fiorani e Mirtha Mazzocchi, Galleria 10.2! Milano 2005 Campionario di tessuti per Vestiti, MIART Milano 2006 Vestiti, in Black fast fashion, Superstudio più Milano 2007 Deposizione, in Lattuada Photographers, Galleria Lattuada Milano 2008 Il Botanico Botanizzato, mostra e performance con Paolo Gentiluomo, a cura di Matteo Galbiati e Maria Rosa Pividori, Galleria Studio 10 Vercelli Ah che rebus. Immagini da decifrare Istituto Nazionale per la Grafica, Palazzo Poli Roma a cura di Antonella Sbrilli e Ada De Pirro 2011 Oracoli Corporali, Tempi A mari. presentazione di Angela Madesani e di Eleonora Fiorani, Galleria 10.2! Milano 2011 Il labirinto Chimere a cura di Eleonora Fiorani Fondazione Mudima 2012 Fame di terra alla Galleria Amy-d 2013 Frames e Poiesis Rassegna di Videopoesia Poesiavideo Progetto di Emanuele Magri curato con Biagio Cepollaro alla Galleria 10.2!, al Teatro I di Milano e al Mood di Torino Fontana nella mostra Aqua all'ex Fornace, Milano

39 Foto di Piero Biasion Finito di stampare Marzo 2015

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Piacenza 21 22 ottobre 2011. Philosophy for children. Esperienze di dialogo e pratica filosofica

Piacenza 21 22 ottobre 2011. Philosophy for children. Esperienze di dialogo e pratica filosofica Piacenza 21 22 ottobre 2011 Philosophy for children Esperienze di dialogo e pratica filosofica Scuola dell infanzia statale Barbattini ( Roveleto di Cadeo ) Anni scolastici: 2007 2011 Insegnanti facilitatori:

Dettagli

Intervista ad Anke Merzbach

Intervista ad Anke Merzbach Intervista ad Anke Merzbach a cura di Giorgio Tani Seravezza Fotografia, iniziata da alcuni anni, si è affermata, per le proposte che vengono fatte, come una delle più interessanti manifestazioni nazionali.

Dettagli

POESIA NELLA CITTÀ. foto di Andrea Ulivi

POESIA NELLA CITTÀ. foto di Andrea Ulivi POESIA NELLA CITTÀ VERSILIADANZA EDIZIONI DELLA MERIDIANA in collaborazione con COMITATO del CENTENARIO MARIO LUZI 1914-2014 con il sostegno del COMUNE DI FIRENZE - ESTATE FIORENTINA 2014 foto di Andrea

Dettagli

Il suo background di creatività emerge in modo evidente

Il suo background di creatività emerge in modo evidente ELENA PARISI EMOZIONI senza TEMPO Elena Parisi nasce in una famiglia d'arte, essendo figlia di Paola e Marcello Parisi (il noto fashion designer che ha disegnato tessuti per i più importanti stilisti dell'alta

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

Le nove opere esposte a Matera sono ispirate all equilibrio che nell essere umano si stabilisce

Le nove opere esposte a Matera sono ispirate all equilibrio che nell essere umano si stabilisce Venerdì 18 luglio 2014 dalle ore 19 alle ore 20 nella sala meeting di Palazzo Gattini a Matera l artista Smerakda Giannini presenta Entità. Una personale di opere che ritraggono il lavoro di una fotografa

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (dalle INDICAZIONI NAZIONALI) IL SE E L ALTRO: Il bambino gioca

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Giuliano Scabia. GENESI/LA CREAZIONE SCHEMA VUOTO PER L ODIN TEATRET DI HOLSTEBRO (due stesure) 1974

Giuliano Scabia. GENESI/LA CREAZIONE SCHEMA VUOTO PER L ODIN TEATRET DI HOLSTEBRO (due stesure) 1974 Giuliano Scabia GENESI/LA CREAZIONE SCHEMA VUOTO PER L ODIN TEATRET DI HOLSTEBRO (due stesure) 1974 Nel 67 ho avuto con Barba un lungo incontro a Venezia dove eravamo entrambi presenti alla Biennale. Camminammo

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 A che ruolo giochiamo? Il teatro al servizio della formazione di Francesco Marino Una premessa: di che cosa parliamo quando parliamo di Parleremo di teatro (che

Dettagli

nel nel giardino del gigante...

nel nel giardino del gigante... nel nel giardino del del gigante... Scuola dell infanzia Scuola dell infanzia - Scuola primaria classi 1^ 2^ 3^ Scuola primaria classi 4^ 5^ - Scuola secondaria di I grado Visita autogestita al Giardino

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA:

SCUOLA DELL INFANZIA: CURRICOLO VERTICALE DI ARTE SCUOLA DELL INFANZIA: CAMPO DI ESPERIENZA: LINGUAGGI, CREATIVITÀ, ESPRESSIONE (gestualità, arte, musica, multimedialità) È il campo delle attività inerenti alla comunicazione

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

En plein air. Paolo Meoni

En plein air. Paolo Meoni En plein air Paolo Meoni Volume realizzato in occasione della mostra En Plein air PAOLO MEONI 19 aprile 19 giugno 2012 Die Mauer Arte Contemporanea, Prato Dryphoto Arte Contemporanea, Prato Ringraziamenti

Dettagli

GIOCANDO D ARTE. Realizzato in collaborazione con. Il girotondo dell arte. di DANIELA AMATI e SARA CRIPPA

GIOCANDO D ARTE. Realizzato in collaborazione con. Il girotondo dell arte. di DANIELA AMATI e SARA CRIPPA PROGETTO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2009/10 GIOCANDO D ARTE Realizzato in collaborazione con Il girotondo dell arte di DANIELA AMATI e SARA CRIPPA IL GIROTONDO DELL ARTE snc (laboratori didatticiartistici,

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Lato A. Cicche. Lato B. Mostro.

Lato A. Cicche. Lato B. Mostro. Lato A. Cicche. Lato B. Mostro. Visione e parole: Cristiano Sormani Valli Creazione: Nicolas Ceruti, Maria Rosa Criniti, Luca Marchiori, Mara Marini, Cristiano Sormani Valli. Nella stanza: Nicolas Ceruti,

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

1. Esplorare immagini, forme e oggetti presenti nell ambiente utilizzando le capacità visive, gestuali, tattili e cinestesiche.

1. Esplorare immagini, forme e oggetti presenti nell ambiente utilizzando le capacità visive, gestuali, tattili e cinestesiche. SEZIONE A: Traguardi formativi CLASSE TERZA COMPETENZE ABILITÁ CONOSCENZE A- Esprimersi,comunicare e sperimentare le tecniche e i codici propri del linguaggio visuale e audiovisivo. 1. Esplorare immagini,

Dettagli

La Bibbia è contro il sesso

La Bibbia è contro il sesso mito 5 La Bibbia è contro il sesso L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. Woody Allen Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto

Dettagli

Progetto . Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguire virtute e canoscenza.

Progetto <L Apprendista Cittadino >. Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguire virtute e canoscenza. Progetto . Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguire virtute e canoscenza. Le tematiche offerte, gli spunti di riflessione, gli argomenti trattati sono risultati interessanti

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

a partire dal lessico già in suo possesso comprende nuovi significati e usa nuove parole ed espressioni.

a partire dal lessico già in suo possesso comprende nuovi significati e usa nuove parole ed espressioni. CLASSE I ITALIANO partecipa a scambi linguistici con compagni e docenti attraverso messaggi semplici, chiari e pertinenti; si esprime verbalmente su vissuti ed esperienze personali con ordine logico/cronologico,

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Alessandro Lombardo Psicologo Psicoterapeuta Torino

Alessandro Lombardo Psicologo Psicoterapeuta Torino Pensierini Storie cliniche in forma di pensierini Alessandro Lombardo Psicologo Psicoterapeuta Torino introduzione Ogni storia è storia a sé Nel mio lavoro di psicoterapeuta sono molte le storie che incontro,

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

Scrivere o digitare? Questo è il problema

Scrivere o digitare? Questo è il problema Scrivere o digitare? Questo è il problema Alla carta stampata si è affiancato un fedele compagno: il web. Libro ed E-Book, lettera ed e-mail: la loro sarà convivenza o antagonismo? 1 / 6 Tempo addietro,

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

CONTEMPORARY PHOTOGRAPHERS (AND STILL NO MEN) AT WORK. slideshow a cura di ARTNOISE Senza Titolo foto libreria galleria domenica 21 ottobre ore 19:00

CONTEMPORARY PHOTOGRAPHERS (AND STILL NO MEN) AT WORK. slideshow a cura di ARTNOISE Senza Titolo foto libreria galleria domenica 21 ottobre ore 19:00 CONTEMPORARY PHOTOGRAPHERS (AND STILL NO MEN) AT WORK slideshow a cura di ARTNOISE Senza Titolo foto libreria galleria domenica 21 ottobre ore 19:00 In occasione della mostra NO MEN AT WORK. Scene inanimate

Dettagli

SCHEDA DI PRESENTAZIONE

SCHEDA DI PRESENTAZIONE SCHEDA DI PRESENTAZIONE TITOLO: il mio corpo DESCRIZIONE: l importanza della conoscenza del proprio corpo propedeutica alla conoscenza dello spazio DIDATTIZZAZIONE E SEMPLIFICAZIONE a cura di: Daniela

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO DI CIRCOLO

PROGETTO FORMATIVO DI CIRCOLO PROGETTO FORMATIVO DI CIRCOLO SCUOLA DELL INFANZIA «Il bambino che non gioca non è un bambino, ma l'adulto che non gioca ha perso per sempre il bambino che ha dentro di sé.» Pablo Neruda GIOCHI PER CRESCERE

Dettagli

Con la nascita dei Movimenti artistici del Romanticismo, del Simbolismo, e successivamente del Surrealismo lo specchio diventa sinonimo di inganno, luogo privilegiato dell'indagine interiore, del sogno

Dettagli

percorsi da scoprire

percorsi da scoprire percorsi da scoprire M A R Z O L arte contemporanea è un mondo da esplorare: HB Kids è il programma pensato per accompagnare i bambini e i ragazzi dai 4 ai 14 anni alla scoperta degli spazi e delle mostre

Dettagli

Giovedì 15 Marzo 2012

Giovedì 15 Marzo 2012 Giovedì 15 Marzo 2012 L ESPERIENZA DEL MORIRE COME AIUTARE I BAMBINI AD AFFRONTARE LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA SILVIA VARANI Psicoterapeuta Fondazione ANT Italia Onlus Fratelli, a un tempo stesso, Amore

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

B. Comprendere il tema e le informazioni essenziali di un esposizione; comprendere lo scopo e l argomento di messaggi ascoltati.

B. Comprendere il tema e le informazioni essenziali di un esposizione; comprendere lo scopo e l argomento di messaggi ascoltati. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CLUSONE A.S. 2014-2015 CURRICOLO DI ITALIANO Scuola Primaria Classe QUARTA _ QUARTO BIMESTRE_ COMPETENZE Indicazioni ABILITA CONOSCENZE AMBIENTE DI APPRENDIMENTO ASCOLTO E PARLATO

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

Remo Alessandro Piperno

Remo Alessandro Piperno La non arte quella astratta, surrealista, non tocca il Ferretti perchè egli ama restare nel concreto, ama la fisica e non la metafisica. Il mondo iperuranio, oggetto di favola mistica per primitivi, selvaggi

Dettagli

Giorgio De Chirico 1888-1978

Giorgio De Chirico 1888-1978 Giorgio De Chirico 1888-1978 De Chirico e la Metafisica La Metafisica è quella verità nuova che si cela in ogni oggetto se solo si riesce a vederlo o immaginarlo al di fuori del suo solito contesto La

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche?

01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche? {oziogallery 463} 01. Una domanda d'obbligo: quando hai cominciato ad avvertire sollecitazioni artistiche? Da sempre! Fin da piccola ho avuto una grande passione per l arte, mi soffermavo spesso a contemplare

Dettagli

ARTE ED IMMAGINE MODULI OPERATIVI:

ARTE ED IMMAGINE MODULI OPERATIVI: ARTE ED IMMAGINE INDICATORE DISCIPLINARE Promuovere l alfabetizzazione dei linguaggi visivi per la costruzione e la lettura dei messaggi iconici e per la conoscenza delle opere d arte con particolare riferimento

Dettagli

SCUOLA D INFANZIA DI MOTTALCIATA ANNO SCOL. 2003/04 GRUPPO DI BAMBINI DI 4 E 5 ANNI.

SCUOLA D INFANZIA DI MOTTALCIATA ANNO SCOL. 2003/04 GRUPPO DI BAMBINI DI 4 E 5 ANNI. SCUOLA D INFANZIA DI MOTTALCIATA ANNO SCOL. 2003/04 GRUPPO DI BAMBINI DI 4 E 5 ANNI. SITUAZIONE: L insegnante invita i bambini a rispondere ad alcune domande relative all ombra. Dopo aver raccolto le prime

Dettagli

Educazione fisica COMPETENZE CHIAVE EUROPEE

Educazione fisica COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Educazione fisica COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Consapevolezza ed espressione culturale riguarda l importanza dell espressione creativa di idee, esperienze ed emozioni in un ampia varietà di mezzi di comunicazione,

Dettagli

Abitare. le metropoli ", le foto e il libro di Basilico. AlMaxxi " ritratto da Toni Thorimbert. Basilico MAXXI. L ' anticipazione a pag.

Abitare. le metropoli , le foto e il libro di Basilico. AlMaxxi  ritratto da Toni Thorimbert. Basilico MAXXI. L ' anticipazione a pag. Diffusione : 189861 Pagina 1: AlMaxxi " Abitare le metropoli " le foto e il libro di Basilico L anticipazione a pag. 21 LUIGI MORETTI Due scatti della mostra che ha inaugurato il museo nel maggio 2010

Dettagli

Associazione culturale Studio D info@studiodarcheologia.it. Attività didattiche e di valorizzazione 2015-2016 MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI ALTINO

Associazione culturale Studio D info@studiodarcheologia.it. Attività didattiche e di valorizzazione 2015-2016 MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI ALTINO Associazione culturale Studio D info@studiodarcheologia.it Attività didattiche e di valorizzazione 2015-2016 MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI ALTINO Premessa Il Museo, situato all interno dell'area archeologica

Dettagli

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49

SOMMARIO. I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7. I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 SOMMARIO CAPITOLO 1 I vari tipi di bugie e i motivi per cui si mente 7 CAPITOLO 2 Il volto è la maschera rivelatrice 21 CAPITOLO 3 I gesti spontanei che tradiscono chi sta mentendo 49 CAPITOLO 4 Le parole

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

UN PO DI ENIGMISTICA MANZONIANA

UN PO DI ENIGMISTICA MANZONIANA UN PO DI ENIGMISTICA MANZONIANA REBUS N. 1 (5, 2, 5) Cosa si disse in paese quando Renzo e Lucia si ritrovarono?! NZO REBUS N. 2 (5, 5) A quale personaggio attribuiresti le parole di questo rebus? B A

Dettagli

LE ATMOSFERE DI LUCIA ROMUALDI

LE ATMOSFERE DI LUCIA ROMUALDI 138 Matilde Amaturo Matilde Amaturo (GNAM Galleria Nazionale d Arte Moderna) LE ATMOSFERE DI LUCIA ROMUALDI Lucia Romualdi, artista attiva fin dagli anni Settanta nell ambito degli ambienti artistici concettuali,

Dettagli

Il Battello Ebbro 2 IMPULSO, DRAMMA, SCENA. PROGETTO PER 2 LABORATORI TEATRALI di GIUSEPPE PERNICE

Il Battello Ebbro 2 IMPULSO, DRAMMA, SCENA. PROGETTO PER 2 LABORATORI TEATRALI di GIUSEPPE PERNICE Il Battello Ebbro 2 IMPULSO, DRAMMA, SCENA PROGETTO PER 2 LABORATORI TEATRALI di GIUSEPPE PERNICE LABORATORIO TEATRALE LABORATORIO TEATRALE LABORATORIO TEATRALE Il Battello Ebbro 2...Io so i cieli che

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

Questo libro è un appassionata dichiarazione di amore per la vita.

Questo libro è un appassionata dichiarazione di amore per la vita. Sopravvivere a se stessi. libertà dal cancro. Commento di Uberto Fontana Questo libro è un appassionata dichiarazione di amore per la vita. All apertura del libro è citato un proverbio cinese se vuoi tracciare

Dettagli

La formazione della famiglia

La formazione della famiglia La Famiglia La formazione della famiglia Quando leggiamo la Bibbia notiamo la grande importanza data alla famiglia. È la prima istituzione di Dio per le Sue creature, e ci sono numerose promesse ed esempi

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

LE STORIE DELLA CAMERA BLU

LE STORIE DELLA CAMERA BLU LE STORIE DELLA CAMERA BLU Il nome del progetto nasce dalla modalità video utilizzata per le riprese, svolte a conclusione del laboratorio. La Camera Blu è infatti una struttura smontabile, costituita

Dettagli

INDICE. Introduzione... 7. 1. Una bussola per capire il fenomeno moda: la psicologia sociale. 11

INDICE. Introduzione... 7. 1. Una bussola per capire il fenomeno moda: la psicologia sociale. 11 INDICE Introduzione... 7 1. Una bussola per capire il fenomeno moda: la psicologia sociale. 11 1.1 Premessa metodologica: la moda come fenomeno sociale... 11 1.2 Il campo di analisi: la moda tra sogni,

Dettagli

Programmazione didattica

Programmazione didattica Programmazione didattica di italiano IN BASE AL LIVELLO LOGICO COGNITIVO ESPRESSIVO DELLA CLASSE E DEI PROCESSI INTELLETTIVI E PSICODINAMICI DELL ETÀ EVOLUTIVA, SI INDIVIDUANO: GLI OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

Scuola Comunale dell Infanzia

Scuola Comunale dell Infanzia Direzione Municipalità Venezia Murano Burano Servizi Educativi Territoriali Scuola Comunale dell Infanzia Progetto (lavoro di intersezione). Anno scolastico 2014.15 PROGETTO: STORIE DI OGGETTI SCUOLA DELL

Dettagli

CLEMENTE FANTASMINO TRASPARENTE/favole d arte

CLEMENTE FANTASMINO TRASPARENTE/favole d arte PINACOTECHE - SCUOLA PRIMARIA Accogliamo i bambini di scuola primaria con percorsi differenziati tra primo e secondo ciclo. Create per i più piccoli lasciatevi guidare dalle nostre favole d arte per una

Dettagli

LABORATORI, ATTIVITA ED EVENTI PER BAMBINI E FAMIGLIE

LABORATORI, ATTIVITA ED EVENTI PER BAMBINI E FAMIGLIE LABORATORI, ATTIVITA ED EVENTI PER BAMBINI E FAMIGLIE Concerto Pop/Rock A cura della Band Liberidentro Sabato 16 gennaio 2016 Ore 15:30 Liberidentro è una Band musicale di integrazione delle persone con

Dettagli

ARCTIC RISING A DOWNLOADABLE TOOLKIT

ARCTIC RISING A DOWNLOADABLE TOOLKIT ARCTIC RISING A DOWNLOADABLE TOOLKIT 1 Per salvare l'artico dobbiamo spingere ad agire milioni di persone in tutto il mondo. Insieme dobbiamo creare un movimento di opinione globale che dica ai governi

Dettagli

Biennale Educational 2015 In fila per l arte

Biennale Educational 2015 In fila per l arte La Biennale di Venezia 56. Esposizione Internazionale d Arte All the World s Futures curata da Okwui Enwezor Biennale Educational 2015 In fila per l arte LABORATORI PRATICO-CREATIVI Percorso e laboratorio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ARTE E IMMAGINE. Classi Prime

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ARTE E IMMAGINE. Classi Prime PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ARTE E IMMAGINE Classi Prime Progettazione annuale 1. Rilevazione dei livelli di partenza della classe ed individuazione delle competenze precedentemente acquisite. Profilo

Dettagli

evento organizzato da Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus con il sostegno di Enelcuore Onlus Fondazione Cariplo

evento organizzato da Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus con il sostegno di Enelcuore Onlus Fondazione Cariplo A SPASSO CON LE DITA - Le Parole della Solidarietà è già stata ospite delle seguenti città: Torino, Salone Internazionale del libro, 14-20 Maggio 2013 Genova, Museo Luzzati, 29 Maggio - 3 Giugno 2013 Firenze,

Dettagli

Incontriamo Josè Scafarelli La mia esperienza da volontario a Upw 2009. Un' esperienza da raccontare

Incontriamo Josè Scafarelli La mia esperienza da volontario a Upw 2009. Un' esperienza da raccontare Incontriamo Josè Scafarelli La mia esperienza da volontario a Upw 2009 In questo spazio, ospitiamo di nuovo con grande piacere Josè Scafarelli, ideatore del sito Ric chezza vera e volontario del corso

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

Attività di valorizzazione del Giardino Ducale e della specie botanica Viola odorata L. Duchessa di Parma - marzo-aprile 2014

Attività di valorizzazione del Giardino Ducale e della specie botanica Viola odorata L. Duchessa di Parma - marzo-aprile 2014 Attività di valorizzazione del Giardino Ducale e della specie botanica Viola odorata L. Duchessa di Parma - marzo-aprile 2014 Programma delle iniziative Descrizione sintetica delle attività proposte Esposizione

Dettagli

Turisti a Milano con AVIS

Turisti a Milano con AVIS Turisti a Milano con AVIS Programma visite guidate febbraio-maggio 2014 Continua l iniziativa AVIS di scoperta e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della città di Milano con le visite

Dettagli

Considerazioni iniziali Il Paracadute

Considerazioni iniziali Il Paracadute Angela Turricchia Leopoldo Benacchio Grazia Zini Considerazioni iniziali Leonardo da Vinci è universalmente riconosciuto come eccelso pittore, ma anche come ingegnere, come costruttore, architetto, anatomista

Dettagli

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie?

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? A cura dell I.I.S.S. di LERCARA FRIDDI A.S.2013-2014 Progetto P.O.F. UNA BUSSOLA PER ORIENTARSI! DOCENTE: Terrasi Francesca Nuovo impianto organizzativo

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

A Maria Grazia e Alberto, veri ispiratori di questo libro

A Maria Grazia e Alberto, veri ispiratori di questo libro A Maria Grazia e Alberto, veri ispiratori di questo libro Luigi Casa Monica Vincenzi Finalmente Beatrice Un viaggio nella Divina Commedia Prefazione di Alberto Bermolen e Maria Grazia Dal Porto Introduzione

Dettagli

L Italia nei secoli XIV e XV

L Italia nei secoli XIV e XV L Italia nei secoli XIV e XV Con le sue città, i suoi commerci, la sua cultura, l Italia di fine Medio Evo costituisce forse la più alta espressione delle civiltà europea, ma allo stesso tempo è insidiata

Dettagli

Lottare si ma sapendo come.

Lottare si ma sapendo come. Lottare si ma sapendo come. Vorrei che prima di commentare leggeste tutta la nota, perché arrivando a metà nota si può tranquillamente dire i cambiamenti ci sono le persone stanno cambiano e svegliandosi

Dettagli

Poesie di Rolando Toro Araneda

Poesie di Rolando Toro Araneda Poesie di Rolando Toro Araneda Tratte da Lo imposible puede suceder Edicion Oasis Oaxaca, Mexico, 1995 TUTTI SIAMO UNO La forza che ci conduce È la stessa che accende il sole Che anima i mari E fa fiorire

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

AFFETTUOSAMENTE MI RI CONOSCO

AFFETTUOSAMENTE MI RI CONOSCO AFFETTUOSAMENTE MI RI CONOSCO PREMESSA. Il percorso si propone di guidare il bambino ad un primo approccio conoscitivo del sé emozionale utilizzando le figure più vicine e più significative come quelle

Dettagli