profili Imaforni Geva Riva Marmi Grafiche Nicolis Zanella personaggio Gianni Dal Moro

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "profili Imaforni Geva Riva Marmi Grafiche Nicolis Zanella personaggio Gianni Dal Moro"

Transcript

1 ECONOMIA VERONESE trimestrale n.2 - Anno 12 - giugno Editore Apiservizi S.r.l. - Verona, via Albere 21/C - Poste Italiane S.p.A. Sped. in abb. post. 70% CNS VR - D.L. 353/2003 (conv. in L. - 27/02/2004 n 46) art., comma 1 DCB VERONA - 2,58 Euro profili Imaforni Geva Riva Marmi Grafiche Nicolis Zanella personaggio Gianni Dal Moro

2

3 sommario Anno 12 - Numero 2 Giugno 2013 Rivista trimestrale promossa da APINDUSTRIA ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE MPRESE DELLA PROVINCIA DI VERONA DIRETTORE RESPONSABILE Cirillo Aldegheri EDITORE APISERVIZI S.r.l. Via Albere, 21/C Verona REDAZIONE c/o APINDUSTRIA Verona Via Albere, Verona Tel Fax GRAFICA arteon di Ilenia Cairo - Verona STAMPA Intergrafica Verona Srl - Verona FOTOGRAFIE Archivio Apindustria Registrazione Tribunale di Verona n del 22 marzo 2000 Poste italiane SpA Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (con. in L. 27/02/2004 n 46 art. 1, comma 1, DCB Verona Pubblicità raccolta in proprio editoriale 5 profili Imaforni Geva Riva Marmi Grafiche Nicolis Zanella il personaggio Gianni Dal Moro attività Relazioni economiche Italia - Russia Pillole di Imprenditorialità territorio Il Gruppo Samo testimonial d impresa Apigiovani Lo stato del cloud in Italia terza pagina AMO Arena MuseOpera Il Festival del Centenario 2013 all Arena di Verona ambiente e salute Buone prassi per pianificare la manutenzione in azienda previdenza Le clausole risolutive espresse nei contratti d agenzia fiscale PDCA Plan Do Check Act Apidonne Riconosciamoci La nuova dimensione del business al femminile Apivenetofidi legale Il sistema CONAI e la gestione del Contributo Ambientale il punto La rivoluzione di un Papa inserzionisti Fimauto Banca Popolare Samo Bnl Cattolica Ferrari BK Step Vefim Albrigi Adawen Unicredit B&C Perlini Usarci Gruppo Argenta Varmo Viani Assicom Multiutility Economia Veronese - giugno

4

5 editoriale Arturo Alberti ALLA RICERCA DI UN PAESE NORMALE Stiamo vivendo certamente una delle fasi più complesse della nostra storia nazionale. Non solo per l entità di una recessione economica, le cui drammatiche ripercussioni sono arrivate ormai a lambire la capacità di sopravvivenza delle famiglie, ma anche per il senso di smarrimento complessivo che stiamo avvertendo e che si è palesato, in particolare, nei 60 giorni che hanno seguito le elezioni. La crisi dei Partiti, l empasse istituzionale, l incapacità decisionale, la prevalenza degli interessi di parte su quelli generali, hanno evidenziato la dispersione di una cultura costitutiva ed identificativa, fondata su valori e principi condivisi, che dovrebbero preesistere e precostituire tutte le Istituzioni. La mancanza di questo comune sentire ha generato un corto circuito fra Istituzioni e società civile, una frattura che ha creato due mondi distanti, uno incapace (e forse non interessato) a comprendere l altro. La politica partitica degli ultimi anni ha spesso ostentato l esigenza di un rinnovamento generazionale, ideologico, progettuale, ma solo a fini propagandistici, per rosicchiare qualche voto in più nel breve periodo, in realtà, gli apparati autoreferenziali della politica hanno lavorato per la conservazione, allontanandosi dai temi reali e dalla prospettiva, necessariamente di medio-lungo periodo, di disegnare un Paese normalmente efficiente e moderno. Non è certo un Paese normale quello in cui le imprese devono rassegnarsi a lavorare senza essere pagate, devono investire senza essere orientate da una politica industriale che abbia una visione strategica, devono restare esposte ad una recessione che fa scomparire posti di lavoro senza un idea, un intervento, un programma in grado di stimolare una ripresa. Ad una simile stagnazione non possiamo e non dobbiamo rassegnarci. Dobbiamo rivendicare e gridare la nostra voglia di un Pese migliore, al passo con i tempi, in grado di valorizzare le sue immense ed uniche risorse, di costruire un sistema economico fondato su una Amministrazione affidabile e su imprese adeguatamente qualificate, di riprogettare un percorso scolastico e formativo in grado di guardare avanti, di garantire servizi ed opportunità al pari altri Paesi europei. Smettiamola di essere il Paese delle scorciatoie, dello speriamo che me la cavo, del perenne stato emergenziale: le forze più responsabili di questo Paese decidano di partire da un vero progetto riformatore, in grado di ridefinire una prospettiva di sviluppo sociale ed economico nell interesse del bene comune. Per questo non basta un Governo qualsiasi. Serve un Governo che sappia ricostruire le regole ed i principi sui quali fondare una convivenza civile funzionale a ridisegnare un Pese moderno ed uno sviluppo sostenibile per i prossimi decenni. Salutiamo la nascita del nuovo Governo Letta con l auspicio che questa consapevolezza sia radicata ed in grado di orientare scelte e comportamenti dell Esecutivo, introducendo segnali di rinnovamento anche nei rapporti con coloro che realmente rappresentano il mondo del lavoro e delle imprese (in particolare le PMI del manufatturiero). Economia Veronese - giugno

6 Sede principale 6 IMAFORNI the basic ingredient PARTNER DEL DOLCE E DEL SALATO Esportazione in 83 Paesi, fatturato 2012 sopra i 75 milioni di euro, per oltre il 90% realizzato all estero: da Colognola ai Colli Imaforni, azienda specializzata nella produzione di linee complete per la preparazione e la cottura di crackers e biscotti, ha conquistato il mondo. Un calibrato percorso di specializzazione produttiva l ha portata ad essere, come recita il pay-off aziendale, the basic ingredient, l ingrediente fondamentale, per il successo di molte realtà internazionali delle quali è divenuta partner di riconosciuta affidabilità. Una storia lunga 50 anni quella di Imaforni, fondata nel 1962 dai due soci Demetrio Castello e Ugo G. Bademer, che decisero di rilevare dal liquidatore, Giovanni Chiampan, la Ima (Industria Macchine Automatiche), azienda dove lavoravano, maturando nel contempo la convinzione che, nell arte di Demetrio Castello e Ugo Bademer produrre biscotti, accanto a farina e zucchero, un ruolo importante è svolto dalla tecnologia utilizzata. Ricerca, innovazione e forte spinta all evoluzione tecnica e tecnologica strettamente connesse alle analisi delle reali esigenze dell industria dolciaria. Si è mosso in questa direzione il binomio Castello-Bademer, partendo dalla realizzazione di forni statici per uso artigianale. La radicale trasformazione dell azienda ha avuto inizio alla fine degli anni 60 con la creazione di due macchinari rivoluzionari, il forno a carrelli oscillanti per prodotti lievitati realizzato per produzioni su larga scala (Rotomatic) e il primo forno a tunnel automatico (Ciclomatic). Nel decennio successivo ( ) la progettazione e produzione di forni a carrello venne definitivamente abbandonata. Imaforni si modifica profondamente, tanto dal punto di vista dell organizzazione interna (con un ulte-

7 IMAFORNI profili Nadia e PierLuigi Castello riore sviluppo della società in termini di dimensioni) e della struttura di progettazione, quanto da quello delle strategie commerciali rivolte sempre più alle grandi industrie produttrici di biscotti e salatini. Un nuovo impulso alla crescita fu dato agli inizi degli anni 80 dalla progettazione e commercializzazione del primo forno a gas diretto ad alta temperatura per la produzione di crackers. Pierluigi Castello, amministratore delegato di Imaforni, che, assieme alla sorella Nadia, che si occupa degli aspetti finanziari, ha preso, all inizio degli anni 2000, le redini dell azienda, con un graduale e riuscito passaggio generazionale, afferma: «Il successo dell azienda è avvenuto con la realizzazione di linee automatiche complete di macchine formatrici, forno di cottura, sistemi di raffreddamento e dispositivi di ordinamento biscotti. Pochi anni dopo progettammo e installammo il primo impianto per la produzione di savoiardi, tecnologia che rappresenta uno dei nostri punti di forza e che, dopo continui aggiornamenti, è oggi in grado di garantire una capacità di produzione che arriva anche a kg/h». Le cose belle sono create dalla passione, le cose giuste dall esperienza, il successo dall innovazione: Economia Veronese - giugno

8 è in questa frase che si può riassumere la filosofia imprenditoriale di Imaforni. «Dal 1962 prosegue Castello molto è cambiato a partire dalle competenze tecniche fino alla conoscenza delle dinamiche dei mercati, ma il dialogo e la collaborazione offerti alla clientela, della quale siamo spesso riusciti ad anticipare le richieste, sono sempre stati per noi un punto fermo. In quest ottica abbiamo proceduto al potenziamento dell ufficio tecnico dove operano 40 tecnici di comprovata esperienza, impegnati non solo nell analisi e nella successiva progettazione dell impianto richiesto, ma anche nello studio di nuove soluzioni. L azienda è in grado di offrire la più completa assistenza anche nella fase di installazione e in quella di gestione attraverso la struttura del servizio Imaservice, composta di 25 addetti». Nei prodotti a marchio Imaforni una vasta gamma comprendente sistemi di alimentazione impasto, macchine formatrici, forni delle più svariate tipologie, sistemi di raffreddamento, macchinari per l ordinamento dei biscotti pronti per essere consegnati alle macchine confezionatrici la più perfetta funzionalità si coniuga con contenuti costi di gestione. Imaforni è in grado di realizzare intere linee automatiche computerizzate con controllo delle varie fasi di produzione dimensionate alle esigenze del committente: una visione di alta qualità, realmente tailor made, apprezzatissima all estero con punte come quella dei Paesi asiatici che attualmente assorbono circa il 30% degli impianti usciti dalla sede colognolese. «I nostri programmi di lavoro spiega Castello si sono tradotti sempre nell adeguamento delle tecnologie utilizzate: alle macchine per il taglio laser dei metalli si è di recente aggiunta una stazione di saldatura a Premiazione Borse di Studio 8

9 IMAFORNI profili mezzo Robot e sono stati adottati software sempre più sofisticati per la progettazione in 3D. Abbiamo inoltre già dal 1996 un centro pilota per testare con i nostri clienti le varie tecnologie possibili». Nulla è lasciato al caso, in quest azienda che, nonostante le difficoltà della congiuntura internazionale, ha già un portafoglio ordini per tutto il 2013 e per i primi mesi del 2014 ed è così in grado di pianificare ulteriori investimenti in R&D, settore a cui dedica il 10% del fatturato annuo. «Traguardi significativi che ci rendono orgogliosi sottolinea l imprenditore e che condividiamo con i nostri 191 dipendenti, legati a Imaforni da un sentimento di orgogliosa appartenenza. Abbiamo scelto di investire nel territorio, di non delocalizzare, e siamo stati ripagati dalla fidelizzazione di chi collabora con noi». In occasione del suo cinquantesimo compleanno, Imaforni, per dare un segno tangibile dell importanza del contributo dato dai collaboratori alla sua storia, ha costituito un apposito fondo destinato, attraverso un bando di concorso, a finanziare cinque borse di studio da 3 mila euro cadauna da devolvere ai figli dei dipendenti che, nel 2012, avessero conseguito il diploma di maturità con una votazione minima di 90/100 o una laurea breve o specialistica con voto, pari o superiore, a 100/110. Le borse di studio sono state consegnate a cinque vincitori (un diplomato e quattro laureati), mentre il residuo del fondo è stato suddiviso tra nove dipendenti con figli che frequentano l asilo nido. «Questa è un iniziativa che si affianca ad altre realizzate per la solidarietà conclude Castello : siamo fermamente convinti che la leadership non sia fatta solo di tecnologia e abilità nell intuire gli sviluppi dei mercati, ma che alla base di tutto ci siano i valori del patrimonio umano». Seconda sede produttiva SEDE AMMINISTRATIVA Via Strà, Colognola ai Colli (Verona) Tel Fax PRODUZIONE Linee complete per la preparazione e la cottura di crackers e biscotti ANNO DI FONDAZIONE 1962 TITOLARI Famiglie Castello e Bademer PRESIDENTE Pierluigi ing. Castello DIREZIONE COMMERCIALE Pierluigi ing. Castello DIREZIONE TECNICA Roberto ing. Cassero IMAFORNI INT L S.p.A. DIREZIONE FINANZIARIA Nadia rag. Castello DIREZIONE AMMINISTRATIVA Giuseppe rag. Petterlini FATTURATO milioni di euro SUPERFICIE AZIENDALE Totale: mq Coperta: mq RISORSE UMANE Addetti alla produzione e installazione impianti: 91 Impiegati: 100 SITO INTERNET/ Economia Veronese - giugno

10 GEVA dagli impianti di imbottigliamento a quelli di risalita Il Made in Italy ha scoperto quali sono le 3 P che dovrebbero caratterizzare un azienda sana e vincente: le piccole e medie imprese, spesso a conduzione famigliare croce e delizia del sistema produttivo della nostra Penisola, su cui si basa l economia nazionale, dovrebbero puntare e investire in Produzioni più efficienti, Prodotti innovativi e Passaggi generazionali garantiti. Lo aveva ben compreso Renzo Valentini nel corso della sua storia imprenditoriale iniziata nel 1978 con l apertura di GEVA, una piccola carpenteria per la lavorazione del ferro e dell inox a Caselle di Sommacampagna in un capannone di circa 400 mq preso in affitto. Un percorso di crescita costante, il suo, grazie alla determinazione, all impegno, e alla capacità di intuire gli sviluppi del mercato. Valentini, in pochi anni, ha integrato l attività, si è specializzato in molti tipi di lavorazioni (su ferro, inox e alluminio) e nella costruzione di macchinari, ha aumentato il numero degli addetti e ha acqui- 10

11 GEVA profili stato una sede produttiva di mq (oltre a mq di area scoperta) a San Giorgio in Salici (Vr). Ma non è tutto: il crescente sviluppo ha indotto l imprenditore a continuare a investire su più fronti sul personale, sugli impianti, sui macchinari sempre più sofisticati fino alla decisione di aprire una seconda struttura produttiva di mq a Villimpenta (Mn), costruita su un area di mq, con la possibilità di un ulteriore ampliamento di altri mq. «L azienda racconta la figlia Chiara Valentini è sorta grazie all intuizione dei miei genitori e nel 2004, terminati gli studi universitari, ho fatto il mio ingresso in GEVA. Non volevamo trovarci impreparati di fronte al tanto temuto passaggio generazionale: per questo con un tutor davvero speciale, mio padre, ho iniziato subito sul campo la mia formazione professionale». L aspirante imprenditrice si è trovata immediatamente a proprio agio in questo ambiente, che di solito è un settore di appannaggio maschile, e, oltre ad occuparsi della parte commerciale e degli acquisti della materia prima e dei semilavorati, ha cominciato a seguire costantemente lo stato di avanzamento delle commesse, monitorandone la qualità e tenendo sempre sotto stretto controllo i tempi di consegna, affiancata dalla madre Loretta, che si è invece sempre occupata di tutta la parte amministrativa e finanziaria. «Uno degli insegnamenti fondamentali che ho appreso sottolinea Chiara è quello che gli imprenditori che hanno vero successo, sono quelli che partono con una produzione ma che, inquadrati potenzialità e limiti, sono pronti a cambiarla. Dopo un attenta valutazione al nostro interno abbiamo diversificato la produzione e ci siamo così affermati tra i nomi di spicco dei costruttori di macchinari prima nel settore alimentare e, successivamente, di altre varie tipologie e settori di riferimento». L azienda, certificata ISO 9001, opera esclusivamente su commessa e grazie al know how raggiunto, ad un team particolarmente specializzato composto da 34 unità, all alta qualità dei manufatti, può vantare una clientela storica con la quale ha instaurato un proficuo rapporto di collaborazione e consulenza da parte dei responsabili di produzione, che affiancano il committente in modo da garantire un prodotto finito conforme ai disegni tecnici, ai capitolati e nel rispetto dei tempi di consegna. Tra i pezzi forti che veicolano il nome di GEVA, oltre alla produzione di macchinari per diversi settori (legno, edilizia, eolico) e alla lavorazione della carpenteria, vale la pena evidenziare gli impianti di risalita (sciovie, seggiovie, funivie, cabinovie) e le macchine lavabottiglie. I saldatori qualificati di cui GEVA si avvale, in grado di realizzare particolari complessi, fanno sì che l azienda possa distinguersi in un segmento che richiede elevati standard quale è quello funiviario, caratterizzato da prodotti rientranti nella fascia di alta sicurezza. Di tutto rilievo, inoltre, il posto raggiunto tra i costruttori di macchine per l industria alimentare e in particolare di macchine lavabottiglie di ragguardevoli dimensioni, realizzate Economia Veronese - giugno

12 lume d affari. Chiara, che purtroppo ha dovuto troppo presto prendere in mano le redini dell azienda dopo la prematura scomparsa del padre, ha saputo interpretare e seguire le linee che aveva tracciato il fondatore, consapevole che la sfida della globalizzazione, specie in tempi come quelli attuali, richiede una visione lungimirante in grado di proporre un brand che sappia bilanciare il proprio business tra Paesi europei, extraeuropei ed emergenti. Identificare e investire in nicchie di mercato dall elevato potenziale, dribblare la crisi con l internazionalizzazione è una capacità non comune e proprio qui sta la chiave dei risultati di GEVA che presenta un fatturato per il 90% realizzato dall export, con un trend positivo che negli ultimi anni ha registrato un escalation vertiginosa, passando da un +4,45% del 2010 sul 2009, a un + 19,97% nel 2011, a un + 35,18% nel GEVA S.r.l. grazie ad un know how di costruzione del prodotto maturato negli anni dal personale operativo. «Solo per determinati componenti e lavorazioni specifiche sottolinea l interlocutrice ci avvaliamo ancora di partner esterni. Siamo infatti dotati di un moderno parco macchine a CNC e tutti i processi, dal taglio, alla piega, alla calandratura, all assemblaggio, fino alla saldatura e al montaggio, avvengono al nostro interno. Proprio nell ottica di valorizzare la tempistica come elemento strategico, lo scorso anno abbiamo acquistato un taglio laser TRUMPF ad alta tecnologia e, successivamente, una piegatrice GADE da 7 metri con una potenza di 600 tonnellate a completamento dell investimento. Una scelta che ha portato ulteriore lavoro, incrementando il vo- SEDE LEGALE E PRODUTTIVA DI VERONA Via dell Artigianato, S. Giorgio in Salici (Verona) Tel Fax PRODUZIONE Costruzione di macchinari di varie tipologie, lavorazione di tutta la carpenteria in ferro, inox e alluminio, taglio laser e piegatura ANNO DI FONDAZIONE 1978 AMMINISTRATORE DELEGATO E RESPONSABILE AMMINISTRAZIONE E FINANZA Loretta Barbazzeni RESPONSABILE MARKETING, ACQUISTI E QUALITÀ Chiara Valentini RESPONSABILE PRODUZIONE Gianfranco Pozzato RISORSE UMANE Addetti alla produzione: 31 Impiegati: 3 SUPERFICIE AZIENDALE Totale: mq Coperta: mq SEDE PRODUTTIVA DI MANTOVA Via 1 Maggio, Villimpenta (Mantova) Tel Fax RESPONSABILE PRODUZIONE Damiano Pizzini SUPERFICIE AZIENDALE Totale: mq Coperta: mq SITO INTERNET/ (sede Verona) (sede Mantova) 12

13

14 RiVa MARMI PASSIONE PER LA PIETRA Ricordati di osare sempre. È questo il noto adagio che Giuseppe Righetti, titolare della RiVa Marmi di Domegliara, ha adottato come credo ispiratore per la sua avventura imprenditoriale. Lo ripete come un mantra da quando nel 1995 decise, insieme a due amici, dopo una ventennale esperienza maturata nelle aziende lapidee della zona, di mettersi alla prova come imprenditore, sfruttando l onda lunga del successo che il marmo, tanto quello grezzo quanto quello lavorato, stava vivendo. E il coraggio non è mancato a Righetti nemmeno nel 2005 quando, dopo un periodo di difficoltà dell azienda, che aveva registrato una perdita del fatturato del 34% causata dalla contrazione della domanda di manufatti lapidei, sia sul mercato interno che su quello internazionale, due soci decisero di abbandonare la nave. «Le crisi ci sono state anche in passato ricorda Righetti, ma quel momento segnò davvero un grande cambiamento per il mondo della pietra e per le persone, un cambiamento da cui tutti potevano cogliere l opportunità per rinnovarsi, sia a livello personale che professionale». Righetti, per rimettersi in gioco, poteva contare sulla sua determinazione, sulla sua mente aperta, sulla sua flessibilità, doti indispensabili per uscire dalle abitudini e abbracciare il nuovo modello di un economia di business consapevole. Fu la sua grande occasione. Il primo passo compiuto fu la trasformazione societaria (da S.n.c. in S.r.l. unipersonale); il successivo, invece, quello di valutare, una per una, le potenzialità del mercato, in una stagione considerata fra le più difficili per il settore lapideo e, di conseguenza, individuare gli indirizzi da seguire e le strategie da attivare. L imprenditore mise così in atto una radicale revisione della politica aziendale, incentrata tanto sulla produzione seriale di pavimenti e rivestimenti di diverso formato e spessore, quanto sulla realizzazione personalizzata, sempre su commessa, di top, piani per cucina, bagni, scale, accessori per l arredamento, sia con lavorazioni lucide che anticate o graffiate per esterni. Per un impresa che voleva scommettere sull innovazione e sull esportazione era indispensabile non solo dotarsi di nuovi impianti, tecnologicamente all avanguardia, ma anche ideare nuove linee di prodotto. Ecco allora che Righetti studia, crea e propone una gamma di marmette dai formati inediti: cm 60x60, cm 61x61, calibrate e bisellate e piastre da cm 70x70 e cm 100x100, tutte con spessore da 1 cm che per le loro dimensioni hanno il potere di conferire un aspetto più elegante e più ampio agli ambienti dove vengono posate. Procede alla certificazione ISO 9001, sia del processo organizzativo che dei prodotti, e attiva rapporti di fattiva collaborazione, molti in esclusiva, 14

15 RIVA MARMI essere vista con occhio diverso dal passato, decisi di instaurare con questo universo del costruire un nuovo rapporto». Le più recenti tendenze del design litico, grazie anche alle odierne sofisticate tecnologie, hanno infatti scoperto e stanno sempre più valorizzando un aspetto finora trascurato di questo materiale antico, ritenuto erroneamente statico: la sua duttilità. Le potenzialità creative del marmo non conoscono confini e il suo sapiente utilizzo, la sua storia, il suo colore, la sua innata eleganza, ne fanno un materiale unico. «Proprio per rendere ancoprofili Giuseppe Righetti con alcune delle principali cave nazionali dove si reca per compiere personalmente la selezione dei materiali, effettuare il collaudo e perfezionare gli acquisti. È proprio dal luogo d origine e dalla tecnica estrattiva, che un intenditore del marmo intuisce quale vita e quale futuro avrà quel blocco o quella pietra. «Ma dovevo trovare anche altre strade sottolinea Giuseppe Righetti e fu allora che, stimolato dalla nuova concezione della pietra naturale, pensata da progettisti, interior designer e architetti non più solo come prodotto, bensì come materia che deve Economia Veronese - giugno

16 ra più fattiva la nostra collaborazione con gli architetti prosegue Righetti, dando loro la possibilità di visionare e toccare con mano materiali e soluzioni, abbiamo inaugurato, in quel di Volargne, un ampio show room, affiancato da un deposito, nel quale abbiamo messo in mostra alcuni esempi di lavorazioni di pavimenti e piani di lavoro ad intarsio, scale e bagni, realizzati con gli intramontabili Bianco Carrara, Travertino, Botticino, Calacatta e molti altri marmi ancora. Se i materiali utilizzati sono preferibilmente italiani, il nostro mercato è il mondo intero: stiamo articolando e rinforzando la nostra rete di rivenditori soprattutto in Germania e Stati Uniti e abbiamo un rappresentante anche in Russia». Questa costante dinamicizzazione dell attività produttiva e commerciale ha fruttato a Riva Marmi, dal 2005 ad oggi, un incremento del 25% del fatturato aziendale, realizzato per il 50% sui mercati esteri. Il bilancio 2012 si è attestato su oltre 4,5 milioni di euro: un successo che l azienda di Domegliara condivide con i suoi 14 dipendenti, prevalentemente residenti nel territorio. «Attualmente continua e conclude l imprenditore la nostra attività si svolge in prevalenza su commessa: il 90/95% dei lavori è il risultato di una trattativa commerciale con il cliente di cui decifriamo le esigenze, fornendo anche una mirata attività di consulenza sulla scelta del materiale e sulla sua posa in opera. Siamo veri partner, più che semplici esecutori. Stiamo lavorando, ad esempio, in stretta collaborazione con progettisti di importanti opere come la St. George Tower di Londra, per la quale stiamo realizzando pavimenti e rivestimenti, o la sede dell ambasciata americana a Islamadab (Pakistan), della quale stiamo curando la pavimentazione. Traguardi che ci stimolano a guardare avanti e a programmare nuovi investimenti sul fronte della dotazione impiantistica: stiamo analizzando l acquisto di una macchina per il taglio a controllo numerico, di una per il taglio a disco diamantato e di un altra a idrogetto. Il nostro primario impegno, tuttavia, resta quello di consolidare la fidelizzazione della clientela che, in un momento di grande competitività come quello attuale, diventa l elemento strategico della sopravvivenza di ogni di impresa, ancor più nel nostro comparto in cui il SEDE AMMINISTRATIVA Via Sotto Sengia, Domegliara (Verona) Tel Fax PRODUZIONE Marmette, pavimenti, lastre e blocchi in marmo ANNO DI FONDAZIONE 1995 TITOLARE Giuseppe Righetti RESPONSABILE MARKETING Giovanna Fasoli (Italia) Oliver dott. Alesini (estero) RESPONSABILE QUALITÀ Mauro Dellera RESPONSABILE PRODUZIONE Giuseppe Righetti RIVA MARMI S.r.l. futuro si gioca sì sul fronte della ricerca e dell innovazione, ma anche su una politica commerciale che sintonizzi la sua attività sulle esigenze della committenza». RESPONSABILE AMMINISTRAZIONE Mauro Dellera FATTURATO milioni e 500 mila euro SUPERFICIE AZIENDALE Totale: mq Coperta: mq RISORSE UMANE Addetti alla produzione: 14 Impiegati: 2 SITO INTERNET/ 16

17

18 Dal 1969 ricerca e cura del dettaglio Quella delle Grafiche Nicolis è una storia tutta da raccontare. Una storia di straordinaria intraprendenza che, specie in un momento come quello attuale in cui dobbiamo misurarci con una crisi che condiziona in modo negativo la nostra vita, può essere presa ad esempio. L intraprendenza è il filo conduttore che accompagna l impresa di Sant Ambrogio di Valpolicella che muove i suoi primi passi alla fine degli anni Sessanta, quando Guido Nicolis decide di coniugare la sua esperienza lavorativa con il periodo d oro che stava vivendo l industria grafica scaligera e apre una sua tipografia. «Mio padre che era un buon conoscitore del settore ci racconta il figlio Alessandro Nicolis, avendo lavorato in importanti aziende e nella tipografia del quotidiano locale, scelse di mettersi in proprio, acquistò le prime macchine da stampa dimensionate alle esigenze di una piccola realtà e iniziò ad operare in uno spazio piuttosto esiguo, nel centro del paese di Domegliara, in attesa di vedere quale sarebbe stato il suo futuro». I risultati non tardarono ad arrivare e ben presto Nicolis, diventato un punto di riferimento per le aziende del circondario e non solo, si impegnò per investire in macchinari adeguati e, individuato un terreno fabbricabile, pensò anche di costruire una sede più spaziosa, funzionale al nuovo carico di lavoro. A causa di un incidente, l imprenditore non riuscì purtroppo a portare a termine i suoi progetti e la moglie Paola, rimasta sola, grazie alla sua determinazione, trovò la forza per reagire e per dare una prospettiva ai sacrifici che avevano affrontato insieme: fece crescere l azienda, aumentò il personale e costruì il fabbricato aziendale nel terreno individuato da Guido. La forza delle donne deriva da qualcosa che la psicologia non sa spiegare diceva 18

19 Fronius profili Oscar Wilde, e questo è anche il pensiero di Alessandro che ci racconta, ripercorrendoli, gli oltre tredici anni durante i quali sua madre, trovatasi catapultata in una realtà a lei sconosciuta, ha saputo inventarsi imprenditrice, prendere decisioni, effettuare investimenti adeguati, individuare strategie vincenti, in attesa di passare le consegne al figlio che aveva indirizzato agli studi di perito grafico. «Nel 1990, conseguito il diploma all istituto salesiano San Zeno ricorda Alessandro, ho fatto il mio ingresso ufficiale in azienda, dove in realtà vivevo fin dalla tenera età e dove ero già impegnato durante il tempo libero o le vacanze estive: pertanto, non mi sono trovato particolarmente impreparato nell affrontare i cambiamenti che il mondo della grafica richiedeva». L informatizzazione dei processi di lavorazione in questo settore aveva assunto, negli anni, un ruolo determinante e Alessandro Nicolis, non appena passato alla guida dell azienda, ha saputo attuare un programma di modernizzazione, un vero e proprio restyling gestionale, dotandosi di un impiantistica d avanguardia, coniugando la tecnologia offset (macchine da stampa tradizionali che garantiscono, unitamente alla grande professionalità degli stampatori, una resa ottimale nella stampa di articoli commerciali) con quella digitale (plotter che stampano direttamente dal file evitando costi di lastre e avviamento e assicurando prodotti altrettanto competitivi e qualitativi nelle piccole tirature), ma mantenendo sempre alti standard qualitativi. «Ho investito risorse ed esperienza per reinventare il concetto di arti grafiche che mi era più consono. Capivo prosegue l imprenditore che era inderogabile una diversa politica commerciale, perché era sempre più importante essere, per il committente, consiglieri piuttosto che semplici esecutori e fornitori di un prodotto. Pertanto, nell ottica di stabilire con i clienti una partnership strategica di consulenza specializzata nella progettazione di un immagine aziendale coordinata (biglietti da visita, carta e buste intestate, cartelline aziendali, blocchi appunti, materiale informativo e promozionale, ecc.), ho cominciato a instaurare con loro rapporti più stretti, recandomi spesso nelle loro sedi, per conoscere da vicino prodotti e servizi e proporre la soluzione migliore per trasmettere il vero valore dell azienda». Se è vero che buona parte del marketing promozionale, ormai, avviene attraverso internet e le sue immense potenzialità, è anche vero che la carta stampata ricopre ancora un ruolo importante (non si spiegherebbe altrimenti la crescita esponenziale di tipografie, centri stampa, agenzie pubblicitarie) nelle strategie di promozione di un brand, di un prodotto, di un iniziativa e, perché la comunicazione sia efficace nel catturare l attenzione del target di clienti prescelto, è necessario definire gli obiettivi da perseguire, gli aspetti da evidenziare, lo stile comuni- Economia Veronese - giugno

20 cativo più adeguato, il look, il tipo di stampa e il formato migliore. «Il materiale promozionale cartaceo conferma Nicolis è un metodo funzionale che si usa da anni e che nemmeno la promozione on line ha fatto passare di moda, anzi diventa un valore aggiunto, un ulteriore mezzo per accrescere la propria brand-image. Presentarsi al meglio nei confronti di potenziali clienti significa partire già avvantaggiati e quando la creazione di un sito internet è affiancata da una buona campagna promozionale cartacea i risultati migliorano esponenzialmente. Da parte nostra, in risposta alla crescente richiesta dei clienti di studiare supporti che valorizzino i loro prodotti e alla necessità di realizzare mezzi pubblicitari cartacei su misura e personalizzati, ci siamo specializzati su un ampia gamma di progetti e mezzi promozionali nei più svariati settori. Ad esempio stanno riscontrando molto interesse le nostre proposte di banner, striscioni, roll-up, pannelli rigidi, in qualsiasi materiale stampabile plastica, forex, tessuto che i nostri clienti espongono durante le fiere o altri eventi e che sono realizzati esclusivamente con inchiostri ecologici sicuri anche per le aree interne. Un altra nostra proposta che sta suscitando particolari consensi è la realizzazione della carta da parati personalizzata, materiale sul quale è possibile stampare qualsiasi motivo, scritta o immagine richiesta dal cliente in svariate dimensioni. Posso dire che quello che caratterizza la nostra azienda è l esperienza unita all innovazione, con l obiettivo costante di realizzare prodotti su misura di ogni singolo cliente in base alle sue esigenze, senza mai trascurare dettagli e particolari». GRAFICHE NICOLIS S.r.l. SEDE AMMINISTRATIVA Via Armando Diaz, Domegliara (Verona) Tel Fax PRODUZIONE Produzione e realizzazione prodotti grafici cartacei e digitali; studio grafico ANNO DI FONDAZIONE 1969 TITOLARE Alessandro Nicolis RESPONSABILE PRODUZIONE Gianluca De Santi RESPONSABILE AMMINISTRATIVO Nadia Salzani SUPERFICIE AZIENDALE Totale: mq Coperta: 800 mq RISORSE UMANE Addetti alla produzione: 3 Impiegati: 3 SITO INTERNET/ 20

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA ATTIVITÀ 74.90.21 CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO ATTIVITÀ 74.90.92 ATTIVITÀ RIGUARDANTI

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Giornata dell Economia 2004

Giornata dell Economia 2004 Giornata dell Economia 2004 Premio Camera di Commercio Comunicato stampa n. 22 del 13 luglio 2004 La società ha bisogno oggi più che mai, dinanzi ad una congiuntura sfavorevole e all insicurezza determinata

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE Formiche.net 9 settembre 2013 CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE di Alessandra Servidori Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Enrico Giovannini e il Vice ministro Cecilia Guerra

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

Sistem Elettrica Due Automazioni industriali

Sistem Elettrica Due Automazioni industriali Sistemi di collaudo Sistem Elettrica Due Automazioni industriali Un Gruppo che offre risposte mirate per tutti i vostri obiettivi di produzione automatizzata e di collaudo ESPERIENZA, RICERCA, INNOVAZIONE

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

inform-action VO LU ME MENSILE D INFORMAZIONE PER IMPRENDITORI

inform-action VO LU ME MENSILE D INFORMAZIONE PER IMPRENDITORI inform-action VO LU ME MENSILE D INFORMAZIONE PER IMPRENDITORI Artigiana Marmi S.r.l. Via L.Nobili, 9-61032 Rosciano di Fano (PU) tel. +39 0721.820216 - fax +39 0721.868497 info@artmarmi.it - www.artmarmi.it

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Profili di affiliazione

Profili di affiliazione Profili di affiliazione - 2 - Che cosa è? Il profilo di affiliazione Agency permette di diventare partner di Millemotivi Franchising senza dover affittare o acquistare locali commerciali o macchinari.

Dettagli

1. La situazione economica e del mercato del lavoro

1. La situazione economica e del mercato del lavoro 1. La situazione economica e del mercato del lavoro Per la lettura dei dati non si può prescindere dal considerare l impatto dei molteplici fattori che hanno mutato radicalmente il mondo del lavoro a causa

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO Presentazione del corso Istituzionale Il broker marittimo: la figura professionale Lo Shipbroker, in italiano mediatore marittimo, è colui che media fra il proprietario

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli