QUO VADIS EUROPA RASSEGNA D ARTE VISIVA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUO VADIS EUROPA RASSEGNA D ARTE VISIVA"

Transcript

1

2

3 Residenza storica, Ristorante Bar, Eventi e Cerimonie Via Bugnano Orta di Atella (Caserta) facebook: Castello di Casapozzano QUO VADIS EUROPA RASSEGNA D ARTE VISIVA a cura di Angelo Calabrese e Felice Cervino GIUGNO 2013 Orario: dal martedì al sabato dalle ore 16:00 alle 20:00 INGRESSO LIBERO Direttore Artistico: Giorgio Andrea Trovatello Graphic Art: M&G Studio Genova Sponsor Ufficiale: FRABEMAR Srl Viale Brigate Partigiane, 16/ Genova (I) Tel Fax

4 3

5 Il Castello di Casapozzano nel circuito delle grandi mostre Dopo le collettive Il segno, la forma, il colore e Il pensiero, il sogno, l immagine, oggi approda al Castello di Casapozzano la grande rassegna d arte visiva Quo vadis Europa dopo essere stata presentata a La Rocca di Umbertide (PG) e al Maschio Angioino di Napoli. Va sottolineato come lo spazio espositivo del Castello sia ormai una realtà nel panorama artistico italiano, confermando una progettualità dagli orizzonti sempre più ampi che le ha permesso di inserirsi nel circuito delle grandi mostre. L attuale evento ha chiamato a partecipare ben quarantadue artisti, nella maggioranza attivi in Campania, stimolati ad interpretare il tema delle prospettive future del nostro continente. Troviamo raccolte opere di pittura, scultura e fotografia. Ogni artista, seguendo il proprio stile e la propria sensibilità, usando simboli, metafore o un approccio più diretto, ha risposto allo stesso quesito. Dove sta andando l Unione Europea che, nata con la speranza di creare un vasto mercato economicamente forte, si trova ora a combattere contro una crisi che sembra minarne le basi? Non è certo compito dell arte individuare vie d uscita, ma è impegno degli artisti esprimere i sentimenti più contrastanti non rimanendo semplici osservatori ma partecipando come soggetti direttamente coinvolti. Gli artisti possono essere innovatori del tempo, oppure semplici spettatori delle loro età. Nelle opere esposte, la cui scelta è stata curata da Angelo Calabrese e Felice Cervino, troviamo la ricerca di un origine comune, nonché la proposta di rivolgerci alle radici per trovare forza e coesione. Rintracciamo il discorso sull identità, che può anche risiedere nel mito; l affermazione che, come i colori delle bandiere riescono ad intrecciarsi, così le genti sono capaci di amalgamarsi. E venuto il momento di fermarsi e meditare, il momento di tracciare stili di vita più vicini alle persone vere e semplici, non contaminate da corruzioni consumistiche. Curiosamente il Toro, animale in cui Zeus si trasformò per rapire la bella Europa e trascinarla su un isola per congiungersi con lei, è oggi il simbolo dei momenti di ripresa dei mercati finanziari. Come dire che, un tempo, Europa ha volato in groppa all opulenza. Oggi, se guardiamo all orizzonte, corriamo il rischio di vederla cavalcare un umile mulo ed è questa la realtà che dobbiamo affrontare. Parafrasando un filosofo contemporaneo molto seguito, Serge Latouche, diremmo che non è possibile perseguire una crescita continua. E necessario ricostruire abbandonando l economia dello sviluppo come unico principio ritenuto valido e, di conseguenza, rivedere cultura e visione del mondo e delle nostre esistenze. Giorgio Andrea Trovatello 4

6 Quo vadis Europa Un interrogativo nel progetto del tempo della continuità Nel famoso dipinto su vaso di Ruvo, Europa è sulla groppa di Zeus-toro, proprio mentre sta tornando in posizione eretta sulle zampe anteriori. Intorno c è tripudio di cembali e le fanciulle danzano sulla radura fiorita. È già pronta intanto una corona per Europa e creature alate celebrano il trionfo divino. Ma fuori dal mito e dentro la metafora? Da Europa prendono il nome gli europidi dalla pelle bianca e così pure la vasta terra da loro abitata. Tutte le civiltà che confluivano nel Mediterraneo, secondo una legge mai smentita, finivano col confondersi nelle correnti degli stretti che proprio di quel mare fanno parte. Nei transiti perdevano qualcosa, ma tanto altro acquisivano: la barbarie riusciva a vincere nelle guerre guerreggiate, ma poi pensiero, arte e cultura, portavano al vincitore una ricchezza che rappresentava la luce di una svolta epocale. Senza la guerra di Troia non ci sarebbe stata la civiltà cretese. Senza quest ultima Atene non sarebbe diventata faro di civiltà per il mondo intero. Roma conquistò la Grecia, ma poi fu proprio la ricchezza culturale del mondo ellenico a conquistare a sua volta il feroce vincitore. E poi via via l Impero, la conquista dell Europa, i transiti culturali, la certezza di doversi affidare a quello che di buono e di nuovo ci viene concesso. Solo ciò che muta ha il diritto di vivere e può farlo grazie alle buone volontà che, nel progetto per il tempo della continuità, s identificano come soggetti del mutamento. Europa candidissima e il suo ratto significarono necessariamente un incontro di popoli diversi per i quali Zeus, che sempre congiunge cielo e terra, fu foriero del buono mai disgiunto dal nuovo. Erano nuove certezze che, fuori dal mito, rappresentavano per quel mondo antico un momento di pace e di speranza. Da Europa, di secolo in secolo, di millennio in millennio, si giunge all Unione Europea. Nel nome della candida fanciulla, che diede il nome alle terre degli uomini bianchi, nel nostro tempo, abbiamo conquistato una realtà, che rende come aria che si respira la coesistenza di varie tradizioni. Non confuse e non divise sono il vanto dell Europa delle nazioni, che ha superato i nazionalismi e si è sottratta alla sopravvivenza per un divenire vivente. L Europa Unita, sancì Adenauer, è stata un sogno di pochi, divenne la speranza di molti, oggi è una necessità per tutti. L Europa in cui viviamo è quella che Garibaldi già auspicava unita, Signora del mondo in pace e faro di civiltà. E poi c è il Portrait of Europe di Salvador de Madariaga che, nel sogno europeo, parla di speranze che si fanno amare: Amiamo questa nostra terra, sonora del riso di Rabelais, luminosa del sorriso di Erasmo, scintillante dello spirito di Voltaire; un Europa nei cui cieli intellettuali risplendono i fieri occhi di Dante, i chiari occhi di Shakespeare, il sereno sguardo di Goethe, quello tormentato di Dostoevskij. E dove i fiumi, fili indistruttibili delle terre, legano insieme collane di monumenti e di città. Era quella l Europa che doveva nascere: un utopia, un sogno diventato realtà. 5

7 Quante stragi, lutti e pestilenze nella storia di questa terra, ma quanta cultura transitata, quanti innesti tra civiltà orientale e occidentale, quanta scienza riconquistata, superando la dipendenza dalla superstizione, studiando la natura ed esaltando finalmente l uomo artefice della propria sorte. Ecco l Umanesimo e il Rinascimento, la lingua latina che aprì le porte al diritto di Roma, al sapere scientifico, filosofico e teologico, come alle leggi giustinianee. Con il Rinascimento emersero forti individualità, si fortificarono le monarchie con le lingue nazionali: fu la fine dell Unità culturale d Europa? Restò un minimo comun denominatore, l Umanesimo, con le radici cristiane. La sete di potere vide poi i regni d Europa esposti su vari teatri di guerra e di imperialismi. Le conseguenze nefaste si prolungarono fino ai due massimi conflitti mondiali, dopo dei quali la voglia di vivere e dimenticare sfociarono nella decadenza dei valori etici: troppi orrori da una parte, troppi effetti del consumismo dall altra. La bella Europa si trovò di nuovo ad essere contesa. Scelse l unione, l integrazione, i diritti umani, le libertà di pensiero, coscienza e religione. Il cammino è lungo, ma si sta formando una generazione cosciente dei valori morali europei. Le crisi possono raggiungere anche il punto di non ritorno, ma il divino, che abita nell uomo, sprona a progettare. Occorre illuminare gli anni a venire di questo millennio che ci appare ancora più buio, perchè l incertezza, che accomuna il mondo, ha solo se stessa come punto di riferimento. Fortunatamente la lingua dei valori umani resiste e si rinnova, esalta il pensiero, le mani operose e il senso del viaggio che ognuno di noi deve necessariamente compiere nella vita, operando sempre con, per e tra gli altri, per il bene comune. Dovremo essere esperti a tutelare i valori democratici e a proporre le eccellenze dei Beni che caratterizzano le varie nazioni in serena convivenza, pronte a difendersi e tutelarsi a vicenda, nella ritrovata forza del continente da cui è partita la luce della Civiltà e del Progresso mondiale. Dall Uomo europeo si attende la consapevolezza dell Uomo Universale: se ci sarà, il prototipo sarà europeo. Quale vasto orizzonte per l arte: un fronte compatto, infrangibile per attivare progetti, per debellare l emarginazione, l estromissione dei cittadini di differente lingua, religione e opinione. L Europa delle nazioni è ora pronta ad ergersi in difesa del comune Patrimonio culturale, artistico, scientifico e civile, in un afflato di spiritualità, come si addice a tutti coloro che sanno di essere eredi di maestri che restano oltre le mode e l effimero. Il più è fatto; il progetto è forte e vale per il tempo della continuità. Dal Ratto di Europa alle presenti difficoltà che ci fanno interrogare sui nostri sogni e futuri destini. Quo vadis Europa. Angelo Calabrese 6

8 GIUSEPPINA ACQUARULO Nata a Napoli nel 1975, dopo aver conseguito il diploma di maturità artistica, ha frequentato l Accademia di Belle Arti di Napoli, specializzandosi in decorazione. Non segue altra tecnica se non quella dell istinto e della passione verso la pittura, utilizzando diversi materiali senza mai tralasciare le tecniche tradizionali. Le sue opere rivelano rapidi raccordi tra sensibilità attuale e memoria del mito. L indole dell artista rivela tenace ed appassionata attenzione alla gestualità cromatica e, nelle astrazioni energetiche, si leggono i raccordi tra il momento visionario e l attenzione al dato realistico, che attinge gli orizzonti dell allegoria. 7 Vivo sangue d Europa, tecnica mista su tela, 90x100 cm

9 ANGELA MARIA ANTUONO Vive ed opera a Caianello Angela Maria Antuono, docente di arte e immagine. Ha un notevole curriculum di pittrice, scultrice, grafica e fotografa. Proprio nell arte del terzo occhio ha ottenuto notevoli successi. S identifica con la sua terra e con la sua gente in tutte le mostre tematiche in cui ne verifica storia e tradizioni. Nel suo più recente volume La Repubblica di Caianello è Farfanella, come l omonimo vento che pervade le energie vitali ed i costumi del suo popolo ostinato a resistere. Interpreta Europa nel candore della nuda carne, in un abbraccio con il toro, che la domina, nero, possente, buio come la passione. Le istantanee di Angela Maria Antuono e le sue messe in posa sono sempre pervase da un vitalismo che sa di umore campestre, di lotta per la sopravvivenza, della gioia di vivere come conforto contro l ineludibile. Il candore che incantò Zeus, fotografia 8

10 DECIO CARELLI Nasce a Carinaro (CE), a 19 anni inaugura la prima personale nell ex Galleria La Bilancia. Dall 82 lavora alla reggia di Caserta nel Laboratorio di restauro artistico della Sovrintendenza di Caserta e Benevento. Negli anni 90 realizza il crocifisso per l altare maggiore e il fonte battesimale nella Parrocchia di San Francesco a Villaricca (NA). Nel 2004 espone alla 1ª Biennale dell unità d Italia al Palazzo Reale di Caserta, dove stringe amicizia con William Tode. Nello stesso anno partecipa al Master di pittura ad encausto, organizzato dallo stesso, presso la pinacoteca di Noventa Vicentina (VI). A seguito di questa esperienza s interesserà al cubofuturismo, che lo porterà alla personale Riflessioni sul cubofuturismo inaugurata nel 2005 presso l associazione culturale Labyrintho di Caserta di cui è direttore artistico. È presente in permanenza alla Galleria delle Arti di Mantova e al museo di Cisterna di Latina. Nel 2008 e nel 2009 partecipa al Leuciane Festival con interessanti performance pittoriche. 9 Europa, olio su tela, 60x45 cm

11 ANTONIO CAROTENUTO Nato a Boscotrecase nel 1965 vive e lavora a Boscoreale. E scultore e pittore; nel 1991 ha conseguito il diploma, nella sezione di scultura, all Accademia di Belle Arti di Napoli, sotto la guida del maestro Augusto Perez. Oggi è docente di Arte e Immagine presso la scuola media statale C. Prisco di Boscotrecase (NA). Della sua opera hanno scritto autorevoli critici, tra i quali si ricordano: A. Calabrese, M.G.Videtta, G. Nocentini, D. Trosino, M. Prosperi, V. Gorby, A. Izzo, A. Di Ruocco, A. Del Gaudio, Irta, M. Fioramonti, A. Romano, A.M. De Vito Scheible, C. Avvisato, M. Vernazzaro, M. Maiorini, C. Punzo, G. Forgione, M. Bignardi, A. Patrizia Fiorillo. Clessidra, legno di cipresso, 100x45x32 cm 10

12 RAIMONDO CARRETTA In arte Carrai, è nato a Cassino (FR) nel Diplomato al Liceo Artistico di Cassino, ha frequentato a Roma l Accademia di Belle Arti, studiando per un anno anche scenografia. Ha partecipato a numerosi eventi d arte, non solo nazionali, ottenendo un considerevole successo di pubblico e crtitica: Biennale Internazionale città di Lecce; Premio Internazionale città di Tokyo; Premio Manlio Manvati; XXIX Premio città di Firenze. Si sono interessati della sua opera: Vincenzo Abati, Manlio Manvati, Dino Marassà, Pompea Vergano, Francesca Biondolillo, Salvatore Russo, Paolo Levi, Angelo Mastrangelo, Ugo Fortini. 11 Tempo di cambiare, tecnica mista, 75x55 cm

13 MENOTTI CATTANEO E nato nel 1950 a Napoli. Artista geniale e non privo d inventiva ha progettato e costruito nuovi e particolari strumenti musicali. Per il suo carattere schivo e solitario trascorre gran parte delle sue giornate in laboratorio, sperimentando tecniche e materiali eterogenei: vetro, ceramica, ferro, resina. Nella sua recente ricerca sulla vetrofusione, dimostra una sempre maggiore padronanza tecnica, che si coniuga perfettamente alla sua sensibilità creativa in evoluzione. Il risultato della vetrofusione, stupefacente per le trasparenze traslucide, si distingue nell immaginario per la sospensione del pensiero fra materia e spazio. La competenza tecnica e il pensiero creativo si materializzano nella luminosità tattile del vetro in armonia percettiva con le forme e i volumi. Santo Patrono, vetrofusione 12

14 ANIELLO CICCONE E nato a Nola nel Si è avvicinato al mondo dell arte con impegno e assiduità. La sua pittura interpreta strutture cellulari e le fa protagoniste di ritratti per incontri ravvicinati e per emozioni meditative. Egli si fa interprete di cellule e di incidenti di percorso cellulari; parla di condizioni esistenziali determinate da bizzarie naturali e si sintonizza con il pensiero dello scienziato correttore dell errore biologico. La pittura citocromomorfica è una via che porta all essenza della vita, ripropone il problema della riappropriazione del proprio corpo, della tutela del patrimonio genetico, della necessità della ricerca scientifica, della favola della felicità naturale, che non sarebbe mai percepita senza il mistero dell amore. L arte di Aniello Ciccone è speranza e misura di eticità e del vivente divenire. 13 Staminale, olio su tela, 60x80 cm

15 LILIANA COMES Nasce a Napoli. Figlia d arte, deve al padre scultore, incisore e miniaturista, i primi approcci con il mondo delle arti visive. Si diploma all Istituto d Arte Palizzi di Napoli, allieva dello scultore Lelio Gelli e del pittore Enrico Cajati, segue poi le lezioni del prof. Luigi Annunziata. La sua arte si avvale di molteplici tecniche: olio, pastello, tempera, acquerello. La classicità come valore di equilibrio e di armonia, appresa da Gelli, viene coniugata da Lilliana Comes con l irruente gestualità cromatica di Enrico Cajati. I due momenti si contemperano in stesure sognanti e delicate, secondo la lezione di Luigi Annunziata. La forma viene proposta così come epifania di soglia, talvolta pastellosa e quasi perduta nello sfumato, talaltra invece nella corposa evidenza di primi piani organici a modellati plastici che rievocano il sogno, la memoria, le passioni di tempi lontani. L artista lavora proponendo, per così dire, i suoi soggetti come in successioni di capitoli, per cui il racconto non è evidente nelle suggestioni di un opera singola, ma nell organicità dei frammenti: sono interessanti quei rapidi voli fantastici che transitano spesso sotto le palpebre chiuse. Quo vadis Europa: Italia, Spagna, Grecia, olio su tela,120x90 cm 14

16 VITTORIO CONTRADA Nato a Tripoli, nel 1937, vive ed opera a Varcaturo - Giugliano in Campania. Avviato agli studi di Ragioneria, non certo per scelta vocazionale, l adolescente Vittorio vive e apprende dalla quotidianità dei decumani di Napoli il senso delle strade affollate da un popolo che esercitava l arte di arrangiarsi e non aveva ancora perduto la solidarietà partecipativa di un tempo. L istintiva passione per le arti figurative, congiunta a quella per la cultura a tutto tondo, trova riscontro e motivazione nelle sue scelte di collezionista. Le arti visive coniugate alla denuncia sociale, sollecitano in Contrada riflessioni illuminanti: subisce una crisi che lo induce a riflettere sui rapporti intersoggettivi, specie quelli di massima discontinuità e di disadattamento. Avverte egli stesso l esigenza di trasferire i suoi sentimenti nell immaginario e, come tutti i neofiti, affronta tele e colori per specchiarsi nei segni cromatici che mirano a rendere visibili i suoi dissidi. Dopo i successi dei primi anni Settanta, lo ritroviamo sulla scena espositiva nella prestigiosa personale Esserci e appartenerci al Museo Castel dell Ovo di Napoli. A colpo d occhio, chi conosce l artista recepisce la consonanza tra il profondo sentire e l immaginario a misura della complessità dei sentimenti comunicati. 15 Occhi indiscreti, acrilico su legno, 90x90 cm

17 ALFONSO COPPOLA E nato nel 1948 a Carinaro, dove ancor oggi vive e lavora. Dopo essersi diplomato al liceo artistico di Napoli, sotto la guida di maestri di chiara fama, intraprende il suo percorso artistico, caratterizzato da continue ricerche e sperimentazioni. Negli anni Settanta Alfonso Coppola si conferma protagonista della scena espositiva nazionale, realizzando mostre di notevole interesse culturale. Alla fine di quegli anni, proprio in quel particolare periodo storico, nonostante il chiaro successo artistico e una vena creativa costantemente attiva, si ritira nel suo studio, rifiutandosi categoricamente di esporre in pubblico. Dopo una pausa di circa venti anni ha intrapreso un nuovo e più maturo percorso espositivo, realizzando mostre personali e partecipando a prestigiose collettive d arte, di forte impegno sociale. Molte sue opere si trovano in impostanti collezioni pubbliche e private. Armonie geometriche: Cilindro, installazione 16

18 RAFFAELE D AQUANNO Nato a Cassino, ma fedele alle terre di San Benedetto e alla Sua regola, fa pittura e scultura, riflettendo sulla condizione umana e sulla realtà naturale, di cui è cultore soprattutto dove l eloquenza del legno si affida alle sue mani creative per farsi poesia, in una lode all Eterno e alla buona volontà di chi vive nel rispetto della dignità dei padri e della campagna, da cui trae i frutti del lavoro. A colpo d occhio legge in una testimonianza, soprattutto lignea, da riciclare, quello che la natura fantastica esige comunicare. Bastano i resti di una falce, arma da lavoro, gli aculei di un istrice, un nodo in un tronco, un ramo che sembra celare un grumo metamorfico ed ecco Europa splendere come luna e Giove vivere la sua taurina passione. Dal mito al rito attuale nulla c è di nuovo sotto il sole: la storia e il sociale sono speranza futura. 17 Minotauro, scultura lignea

19 ROSANNA DE CICCO Nata a Benevento nel 1961, vive e lavora a Calvi. Si è laureata in pittura all Accademia di Belle Arti di Napoli. Artista e operatrice culturale è specializzata nella gestione d eventi d arte visiva, spesso caratterizzati da un forte impegno sociale e civile. Rosanna De Cicco, avvalendosi della collaborazione di enti culturali e associazioni per le diverse abilità, ha acquisito nel tempo notevoli esperienze nel campo della comunicazione e della didattica museale. Dal 2005 collabora con il Comune di Benevento in qualità di coordinatrice artistica di eventi e mostre d arte. Relitti della memoria, installazione 18

20 CARLO DE GREGORIO E nato a Napoli dove vive e lavora. La passione per il segno e il colore si è in lui rivelata in età adolescenziale e si è sviluppata nel corso degli studi tecnici. Nella sua attività espositiva ha tenuto numerose personali e collettive in Italia e all estero, meritando numerosi premi, riconoscimenti e consensi di pubblico e di critica. Le sue opere sono esposte presso prestigiosi musei e gallerie nazionali ed internazionali. Il percorso pittorico di Carlo De Gregorio chiarifica appieno il lento ma progressivo cammino verso la gioia inattesa, la folgorazione che gli ha cambiato la vita. Dai tempi del realismo era già attento osservatore dei segni del tempo, dell usura, che lo inducevano a confrontare durata ed eternità, miseria e grandezza dell uomo. Si veniva intanto organizzando tra cuore e mente quella intuizione che riconosceva la vita umana ininterrotta dal principio. Non ha, infatti, fine con la morte, ma varca il limite terreno per una soglia che conduce al bene supremo. Alfa e Omega significano, infatti, per lui il Principio e il Fine. 19 La crisi che travolge olio su tela,150x100 cm

21 GIUSEPPE DE MICHELE E nato ad Aversa (CE) nel Segue i normali corsi del Liceo Scientifico e si laurea in Ingegneria Civile Trasporti: ben presto s impone come ingegnere civile ed esercita la libera professione. L impronta formativa è rigorosamente scientifica, ma già nella prima adolescenza De Michele mostra ben radicata la vocazione creativa, che lo stimolava a trasferire pensieri e sentimenti in immagini. Si dedica allo studio della Storia dell Arte e sceglie d incontrare i grandi Maestri della classicità e del Novecento nei più importanti musei in Italia e all estero. De Michele inventa le sue tecniche e le sperimenta con forte passione, attinge alle primordiali radici dell universo e per illuminazioni ne interpreta le meraviglie del divenire. La sua arte rende nell immediatezza della pittura materico-gestuale il senso delle immense dinamiche armonie nel loro farsi epifanie cosmonaturali. Le opere di De Michele sono finestre aperte sulle dinamiche della vita universale che annunciano evidenze d impossibili perimetrazioni e definizioni. Rotte contrarie, acrilici e smalti su tavola, 122x54x146 cm 20

22 MARIA FECE Napoletana di nascita, classe 1983, vive ed opera a Pozzuoli. La vocazione dell arte, prevalendo sulle scelte che avevano indotto la giovane artista a seguire, presso l Università Federico Secondo di Napoli, la Facoltà di Scienze Biotecnologiche, è sfociata successivamente in un ambito professionale di forte attrazione. Maria Fece si è affermata nel design, nella grafica pubblicitaria ed editoriale e nella fotografia artistica. Il suo interesse per la fotografia la spinge a sperimentare, tra la camera oscura e l arte digitale, sistemi sempre nuovi. Ha partecipato a numerose collettive d arte contemporanea. Le prerogative dell arte di Maria Fece si evidenziano nel suo particolare modo di scrivere con la luce per ri-comporre, anche in suggestioni visionarie, immagini raffinate e sapide, colte in immediatezza, con arguzia e intelligenza. L artista propone pensieri, fa poesia visiva fertile di suggestioni e di evidenze che rendono appieno il senso del concetto. Brani naturali e note d umanità si coniugano nell immaginario che non appare mai composito, ma si evidenzia come se si fosse fatto da sé, come un improvvisa epifania, che impegna ad accogliere i dati all evidenza e tradurli in conclusioni aperte. 21 Disatteso disincanto, arte digitale, 50x70 cm

23 FRANCESCO FISCARDI E nato nel 1974 a Napoli, dove vive e lavora. Il suo percorso artistico comincia a dodici anni con la realizzazione delle riproduzioni dei gigli di Nola. Con il passare degli anni le sue macchine da festa diventano sempre più ricche di particolari: oggi rispecchiano fedelmente quelle reali, costruite in scala 1:25. Artista autodidatta, all età di 18 anni inizia a sperimentare le tecniche tradizionali pittoriche, affascinato dallo stile denominato pittura d azione. Le scelte professionali non sono state d ostacolo per la sua attività artistica che, pur essendo limitata nella produzione pittorica, ha continuato ad evolversi. Dopo diversi anni ha ripreso a dipingere come un tempo, ma ispirandosi ai meravigliosi colori dei paesaggi naturali e urbani. Luci in città, olio su tela, 60x70 cm 22

24 ANTONIO GIANNINO Scultore campano, noto a livello nazionale e internazionale, è nato a Castellammare di Stabia nel Vive ed opera a Napoli. Ha seguito un regolare corso di studi artistici (Istituto Palizzi), diplomandosi in scultura presso l Accademia di Belle Arti di Napoli. Forte disegnatore e suggestivo orchestratore di forme plastiche, ha conciliato l attività di docente negli Istituti Superiori con una fervida attività espositiva, fin dai primi anni Sessanta, con significative presenze in Italia e all estero. L artista propone la forma plastica pervasa da moti energetici, per cui vari piani si fanno organici alla comunicazione di eventi dinamici, secondo le esperienze del futurismo. Scultore del divenire, propone fughe di immagini e di pensieri come variazioni musicali che partono dall idea primaria dell esistenza e vivono nella consapevolezza delle conquiste della relatività e della fisica quantistica. 23 Il ratto di Europa, scultura

25 MARIO GIANQUITTO Nasce a Napoli nel La sua formazione risente della scomparsa prematura della figura materna, infatti, già nella prima adolescenza avverte la necessità di dare corpo alle sue inquietudini: disegnare e dipingere diventano l appiglio per non perdersi nell oblio. I suoi quadri riflettono l inquietudine del vivere, che si dissolve nel raccontarsi. Frequenta con passione e profitto la Scuola Statale d Arte di Napoli guidato dai maestri Casciaro, Girosi, Striccoli, e l Accademia di Belle Arti di Napoli. Mario Gianquitto si considera perennemente apprendista, modesto e riservato, spesso sorpreso dallo stupore di chi contempla una sua opera. L intelligenza critica, il suo antivedere la sorte umana con ironica e mordace premonizione, lo confermano a pieno titolo pittore contemporaneo. Casual Alterità, olio su tela, 50x50 cm 24

26 ANGELA ANTONIETA GUAGLIANONE E nata nel 1974 a Caracas (Venezuela), dove ha trascorso i primi anni della sua vita. Si è avvicinata prestissimo al mondo dell arte, dipingendo con la tecnica dell olio su tela. Nel corso degli anni la ricerca le ha aperto le strade alla scultura in ceramica, dalla quale trae grande soddisfazione. Angela Antonieta Guaglianone, inventando forme e valori plastici, tiene a precisarre che per lei: è bellissimo materializzare, pasmando con le mani le proprie sensazioni. Per la sua opera ha scelto di rappresentare due corni di acume e passione che si intrecciano e confermano l attrazione che fin dall ancestro segnala la coppia in armonia di sensi e senimenti. 25 Terra d Europa, scultura in ceramica

27 ROCCO IANNELLI E nato nel 1966 a Terelle (FR) dove vive e lavora. Ha frequentato il Liceo Artistico di Cassino e L Accademia di Belle Arti di Frosinone. Il suo percorso espositivo lo vede protagonista di numerosi eventi d arte nazionale ed internazionale: Etruriarte VI e VII edizione; nel gruppo Terzo Millennio espone alla Sala dei Templari di Molfetta e partecipa all Expo Arte Bari; è invitato al Museo d Arte Ciociara del Novecento di Veroli (FR), al Museo Internazionale dell Immagine Postale (AN), e al Museo Internazionale di Mail Art. Espone in collettiva a Lugano, Madrid, Roma, Parigi, Valencia. Partecipa al Premio di pittura Città nostra al Museo Archeologico di Cassino. Tra le sue più recenti collettive ricordiamo: Ars, ora et labora al Museo dell Abbazia di Montecassino e Le parole che non passeranno alla Reggia di Caserta. T.M , matita e acrilico su carta, 64x64 cm 26

28 ORAZIO IANNETTA Nato a Cassino nel 1967, Orazio Iannetta vive ed opera a Bel Monte Castello (FR). Già negli studi accademici evidenziava la vocazione per la pittura, magistralmente connotata, nel segno, nel colore e nella volumetria. Artista impegnato, propone valori chiariti nelle dimensioni visive, per cui ogni opera si configura come un volume o come un capitolo di una narrazione, in cui vita quotidiana, sentimento e fantasia, danno senso agli argomenti umani. Sul mare, che conosce le conquiste civili, il Toro conduce Europa verso la meta prefissa. Oggi quel mare, sotto il cielo tempestoso, è solcato dai barconi dei clandestini che viaggiano verso la speranza. 27 La stirpe d Europa, olio e grafite su rame e forex, 89x63,5 cm

29 SALVATORE IODICE Nato a Napoli, dove attualmente vive. Nel suo atelier, nel cuore del centro storico di Napoli, esercita la professione di artigiano del legno e scultore. Artista autodidatta, da qualche anno ha intrapreso un percorso espositivo di rilievo, riscuotendo successo di critica e pubblico. Ha esposto le sue opere nella Chiesa di San Francesco delle Monache e Palazzo Venezia a Napoli, sotto la direzione artistica di Lucia Vecchiarelli. Iodice dice di sé: Mi piace osservare a lungo il legno grezzo, perché al momento opportuno scorgo la forma che assumerà nelle mie mani: questa è la mia passione, un dono che non s impara. Mediterraneo è musica, scultura in legno e metallo 28

30 DAVIDE JERVOLINO Nato a Torre Annunziata in provincia di Napoli, è presente sulla scena espositiva dai primi anni Settanta. Vive ed opera a Milano. Di lui il critico e storico dell arte Angelo Calabrese scrive: Jervolino propone ecologia del profondo, libertà, solidarietà, sogno, poesia, senza mai perdere di vista la memoria e il progetto; ci invita ad amare la vita dell universo e ad evitare l isolamento e la solitudine morale. L artista ci racconta un più autentico modo di vivere che non rinuncia ai sensi e si illumina alle ragioni del sentimento, che apprende a pensare oltre le barriere, per una costante conquista di libertà nel tempo della continuità: imparando a conoscere con religiosità ed amore diventiamo responsabili di ciò che vive e dà senso alla vita, progettando il futuro nel segno dell ecologia del profondo. 29 Mediterranea, olio su tela

ARTE ED IMMAGINE MODULI OPERATIVI:

ARTE ED IMMAGINE MODULI OPERATIVI: ARTE ED IMMAGINE INDICATORE DISCIPLINARE Promuovere l alfabetizzazione dei linguaggi visivi per la costruzione e la lettura dei messaggi iconici e per la conoscenza delle opere d arte con particolare riferimento

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore

CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore CELOMMI RAFFAELLO (1881-1957) Pittore Fra le mostruosità dell arte d avanguardia spiccava, come un miracolo, un quadro d eccezione, una marina; la firma era di Raffaello Celommi un abruzzese noto agli

Dettagli

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza.

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza. Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza Statistiche alla mano, si può affermare che il 60% della popolazione mondiale

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni

Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Liceo Artistico Statale Liceo Artistico Statale Aldo Passoni Via della Rocca,7-10123 Torino - Tel.: 011.8177377 - Fax: 011.8127290 Mail: istpassoni@tin.it - sito web: http://www.lapassoni.it 1 2 Liceo

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

GRAFICA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

GRAFICA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano GRAFICA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Le principali tecniche tradizionali della grafica d arte, nate al traino delle grandi invenzioni della carta e della stampa, si distinguono per la natura

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

S T U D I O S P A Z I O

S T U D I O S P A Z I O S P A Z I O I nostri corsi 2014 La Cooperativa Co.Re.s.s. attraverso lo Spazio Arte 21, organizza percorsi dedicati alle persone che vogliono scoprire se stesse e le proprie emozioni attraverso l arte

Dettagli

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA sez. B FARFALLE Anno scolastico 2012-2013 Insegnante: Bordignon Claudia PERCORSO DIDATTICO (ATTIVITÀ) per bambini di 3,4 e 5 anni PREMESSA La scuola dell infanzia rivolge

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

dal millenovecentonovantacinque

dal millenovecentonovantacinque E D I Z I O N I Dott. Nicola Borsetti Cav. Cesare Borsetti dal millenovecentonovantacinque Studio Borsetti s.r.l. Corso della Giovecca, 80-44121 Ferrara (Italia) Tel. (+39) 0532 210444 - Fax (+39) 0532

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016

Giochiamo al Teatro PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE. Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 PROGETTO LABORATORIO TEATRALE PER SCUOLE PRIMARIE Istituto Comprensivo San Gimignano ANNO ACCADEMICO 2015 2016 A cura di Associazione A.L.Y. e Associazione Teatro Riflesso Referenti Progetto : Ylenia Mazzoni

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

MOSAICO E FARFALLE. Settore. Tema HOME. Classi PREMESSA. Autori OBIETTIVI MATERIALE SVOLGIMENTO ATTIVITÀ INTERDISCIPLINARI OSSERVAZIONI E SUGGERIMENTI

MOSAICO E FARFALLE. Settore. Tema HOME. Classi PREMESSA. Autori OBIETTIVI MATERIALE SVOLGIMENTO ATTIVITÀ INTERDISCIPLINARI OSSERVAZIONI E SUGGERIMENTI Settore HOME PREMESSA Attività Creative Attività graficopittoriche Tema Sviluppo tematico con realizzazione a mosaico Classi 4ª e 5ª classe Autori Paola Somaini Carmen Sassi MOSAICO E FARFALLE ATTIVITÀ

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

Laboratorio Artistico-Espressivo AMARE I LIBRI REALIZZANDO UN LIBRO PROGETTO AMICO LIBRO

Laboratorio Artistico-Espressivo AMARE I LIBRI REALIZZANDO UN LIBRO PROGETTO AMICO LIBRO Laboratorio Artistico-Espressivo AMARE I LIBRI REALIZZANDO UN LIBRO PROGETTO AMICO LIBRO Stefania Debole di M. Luna Gambato PREMESSA Realizzare un libro per il bambino significa renderlo attivo e consapevole

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo.

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. PRESENTAZIONE Giornalino sul FATTO DA I BAMBINI DELLA 4^B CON L AIUTO DELL INS.TE (PISCHEDDA ELISABETTA) DELLA SCUOLA ELEMENTARE ITALO CALVINO DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI BEINASCO ANNO SCOLASTICO 2005/2006

Dettagli

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 PREMESSA L Insegnamento della Religione Cattolica (I.R.C.) fa sì che gli alunni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA STATALE NICCOLINI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 INSEGNANTE Rofrano Barbara PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA L insegnamento della religione

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO

CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO Anno scolastico 2009 2010 Scuola Infanzia: Solferino e Cinquenoci c/o Solferino Insegnante referente: Fanizza Cosima Docenti coinvolti Aralla Fabrizia, Basile Petronilla,

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Istituto Comprensivo "NOTARESCO"

Istituto Comprensivo NOTARESCO Istituto Comprensivo "NOTARESCO" Anno Scolastico 2015/2016 PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA Insegnante Testa Maria Letizia MAPPA CONCETTUALE DIO HA POSTO IL MONDO NELLE NOSTRE

Dettagli

La nostra idea di bambino...

La nostra idea di bambino... Conservare lo spirito dell infanzia Dentro di sé per tutta la vita Vuol dire conservare la curiosità di conoscere Il piacere di capire La voglia di comunicare (Bruno Munari) CITTÀ DI VERCELLI Settore Politiche

Dettagli

Progetto LABORATORIO TEATRALE Scuola Primaria Rognoni Sozzago (a. s. 2015/2016)

Progetto LABORATORIO TEATRALE Scuola Primaria Rognoni Sozzago (a. s. 2015/2016) Progetto LABORATORIO TEATRALE Scuola Primaria Rognoni Sozzago (a. s. 2015/2016) Premessa La drammatizzazione è la forma più conosciuta e diffusa di animazione nella scuola. Nell'uso più comune con il termine

Dettagli

gaetano grazia orizzonti SPAZIO ARTE DEI MORI Venice International

gaetano grazia orizzonti SPAZIO ARTE DEI MORI Venice International gaetano grazia orizzonti SPAZIO ARTE DEI MORI Venice International SPAZIO ARTE DEI MORI Venice International Cannaregio 3384/b Campo dei Mori 30121 Venezia www.spazioartedeimori.com info@spazioartedeimori.com

Dettagli

Assunta Pieralli nasce nel 1807 in un piccolo paese chiamato Lippiano appartenente alla diocesi di Città di Castello.

Assunta Pieralli nasce nel 1807 in un piccolo paese chiamato Lippiano appartenente alla diocesi di Città di Castello. Biografia e Opere Assunta Pieralli nasce nel 1807 in un piccolo paese chiamato Lippiano appartenente alla diocesi di Città di Castello. Assunta Pieralli era di costituzione fragile e dall aspetto pallido

Dettagli

PSICOLOGIA CLINICA E PSICOTERAPIA

PSICOLOGIA CLINICA E PSICOTERAPIA PSICOLOGIA CLINICA E PSICOTERAPIA 23 Direttore Rosario DI SAURO Università degli Studi di Roma Tor Vergata Centro Ricerche e Interventi in Psicologia Applicata (Ce- RIPA) di Latina Scuola Internazionale

Dettagli

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura

Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura GALLERIA SABAUDA Percorso di visita e laboratorio Dentro la pittura Si propone un'esperienza introduttiva alla realtà del museo e un approccio alle opere d arte come immagini e come prodotti materiali.

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progetti e Laboratori a.s. 2015/16

Scuola dell Infanzia Progetti e Laboratori a.s. 2015/16 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

GINO TAROZZI. Tra sogno e realtà

GINO TAROZZI. Tra sogno e realtà GINO TAROZZI Tra sogno e realtà Copertina: particolare dell opera Verso il tramonto sul Po Realizzazione grafica: Basile Vito for Virtualstudios Coordinamento editoriale: Deborah Petroni Rubens Fogacci

Dettagli

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ Scuola Mater Gratiae Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ ASCOLTIAMO INSIEME GESÙ MOTIVAZIONE Una delle priorità importanti nel nostro progetto educativo didattico della scuola dell infanzia

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO

WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO WORKSHOP DRAMMATURGIA DELL OGGETTO 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 CONTENUTI. Drammaturgia dell oggetto... 5 MODALITÀ DI SVOLGIMENTO... 7 DESTINATARI... 7 OBIETTIVI E FINALITÀ DIDATTICHE... 7 2 PREMESSA Dire

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA PIANO DI LAVORO ANNUALE IRC SCUOLA DELL INFANZIA 1 ANNO SCOLASTICO 2009/2010 L educazione religiosa nella scuola dell infanzia concorre alla formazione integrale del bambino, promovendo la maturazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3, 4, 5 ANNI

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3, 4, 5 ANNI PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3, 4, 5 ANNI 3 anni IL SÉ E L ALTRO Supera il distacco dalla famiglia Prende coscienza di sé Sviluppa

Dettagli

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL NIZZA MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL MARC CHAGALL Figlio di una modesta famiglia ebraica russa, Marc Chagall nasce a Vitebsk il 7 luglio 1887. Inizia subito a frequentare corsi di pittura

Dettagli

Scuola Comunale dell Infanzia

Scuola Comunale dell Infanzia Direzione Municipalità Venezia Murano Burano Servizi Educativi Territoriali Scuola Comunale dell Infanzia Progetto (lavoro di intersezione). Anno scolastico 2014.15 PROGETTO: STORIE DI OGGETTI SCUOLA DELL

Dettagli

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano PITTURA Brera per chi non disegna Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Fotografie di Matteo Girola Obiettivi Formativi del Corso di Diploma

Dettagli

SCUOLA MARIA SS. DEL BUON CONSIGLIO Via delle Vigne Nuove, 104 ROMA ISTITUTO SUORE DEGLI ANGELI PROGETTO EDUCATIVO

SCUOLA MARIA SS. DEL BUON CONSIGLIO Via delle Vigne Nuove, 104 ROMA ISTITUTO SUORE DEGLI ANGELI PROGETTO EDUCATIVO SCUOLA MARIA SS. DEL BUON CONSIGLIO Via delle Vigne Nuove, 104 ROMA ISTITUTO SUORE DEGLI ANGELI PROGETTO EDUCATIVO Anno scolastico 2014-2015 1 PREMESSA La SCUOLA CATTOLICA svolge la sua missione educativa

Dettagli

Programmazione di religione cattolica

Programmazione di religione cattolica Programmazione di religione cattolica Istituto Comprensivo P. Gobetti Trezzano sul Naviglio Anno Scolastico 2012/2013 INSEGNANTE: Franca M. CAIATI Obiettivi specifici di Apprendimento Questi obiettivi

Dettagli

Comunicato Stampa. Ulisse (Ultimo recapito conosciuto) olio su tela, 2015. Cornici Pinelli. RegioneLombardia. ittà di RZINUOVI PROVINCIA DI BRESCIA

Comunicato Stampa. Ulisse (Ultimo recapito conosciuto) olio su tela, 2015. Cornici Pinelli. RegioneLombardia. ittà di RZINUOVI PROVINCIA DI BRESCIA MAURO MASSARI IDEA Comunicato Stampa Idea personale di pittura di Mauro Massari, Castello San Giorgio Orzinuovi, Brescia 10 gennaio 2016 Il giorno 10 gennaio 2016, si inaugura alle ore 10,30 la mostra

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto ANNO SCOLASTICO 2011/2012 IL PROGETTO EDUCATIVO (P.E.I.) è il documento fondamentale che espone l orientamento

Dettagli

Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI

Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI ! Anno Scolastico 2015/2016 Bambini di quattro cinque anni GALLERIA DI COLORI Insegnante: Arianna Rucireta NESSUN GRANDE ARTISTA VEDE MAI LE COSE COME REALMENTE SONO. SE LO FACESSE, CESSEREBBE DI ESSERE

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano PITTURA Brera per chi non disegna Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Fotografie di Matteo Girola Dipartimento di Arti Visive Scuola di Pittura

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente L' amico del cuore Nuova edizione I testi base Studente Studente 1 a -2 a -3 a Cultura ed educazione insieme Nell elaborazione del testo si è voluto coniugare l aspetto culturale con l aspetto educativo,

Dettagli

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO L esercizio richiesto consiste nella scelta di un albero e il suo monitoraggio/racconto al fine di sviluppare l osservazione attenta come mezzo per la conoscenza del materiale vegetale. L esercitazione

Dettagli

BOX. glam. viaggi. friend. benefits? OUT OF THE. tendenze. rip it, grind it and lick it. with. Young Talents. ce lêhai un. the beauty of south africa

BOX. glam. viaggi. friend. benefits? OUT OF THE. tendenze. rip it, grind it and lick it. with. Young Talents. ce lêhai un. the beauty of south africa Sped. in A.P. - 70% - LO/MI - BIMESTRALE - ANNO 3 - NUMERO 4 - AGO/SETT 2011 - EURO 4 OUT OF THE BOX ce lêhai un friend with benefits? tendenze Young Talents moda estate the beauty of south africa vacanze

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

Sessualità coniugale e metodi naturali

Sessualità coniugale e metodi naturali INER-Italia Istituto per l Educazione alla Sessualità e alla Fertilità Sessualità coniugale e metodi naturali Corso di preparazione per animatori di fidanzati e giovani coppie di sposi INER BS www.fecunditas.it

Dettagli

Mazzoni Cinzia. Senza meta acrilico su legno 100 X 150 anno 2015

Mazzoni Cinzia. Senza meta acrilico su legno 100 X 150 anno 2015 Mazzoni Cinzia Senza meta acrilico su legno 100 X 150 anno 2015 Nata e residente a Livorno, Cinzia Mazzoni inizia il suo percorso artistico come illustratrice. La sua passione nasce in realtà da quando

Dettagli

Uno stile interamente affidato alla totale perfezione. delle forme geometriche da cui è composto, costretta e vincolata dalla forza dell acciaio,

Uno stile interamente affidato alla totale perfezione. delle forme geometriche da cui è composto, costretta e vincolata dalla forza dell acciaio, Uno stile interamente affidato alla totale perfezione delle forme geometriche da cui è composto, la freddezza della pietra costretta e vincolata dalla forza dell acciaio, fanno del design di questo orologio

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015

Anno scolastico 2014-2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 17 CIRCOLO VIA CASTIGLIONE CAGLIARI POF Anno scolastico 2014-2015 VERIFICA E VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA Nella cornice educativa delineata si è inserita la MACROPROGETTUALITÀ

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

N e w s a z i e n d e

N e w s a z i e n d e N e w s a z i e n d e pilla, lo stile ha un volto Intervista a Ivo Sedazzari, il designer che da oltre trent anni collabora con l azienda vicentina nella creazione degli oggetti d arte funeraria. Un sodalizio

Dettagli

Presentazione attività

Presentazione attività Il re dei Confini - a cura di Alessandro Carboni L'arte, il paesaggio e l'architettura per bambini Presentazione attività Il Re dei confini è un progetto che promuove attività per bambini sull arte, l

Dettagli

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DON AGOSTINO ROSCELLI P:zza Paolo da Novi,11 16129 Genova ANNO SCOLASTICO 2014 2015 La scuola dell infanzia non è scuola dell obbligo,

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

TEMATICA: fotografia

TEMATICA: fotografia TEMATICA: fotografia utilizzare la fotografia e il disegno per permettere ai bambini di reinventare una città a loro misura, esaltando gli aspetti del vivere civile; Obiettivi: - sperimentare il linguaggio

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE

ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE La disciplina arte e immagine ha la finalità di sviluppare e potenziare nell alunno

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE ARTE E IMMAGINE Competenze 1, 2, 3, 4, 5 al termine del primo biennio Riconoscere gli elementi fondamentali del linguaggio visuale e utilizzarli

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA LA TOSCANA VERSO EXPO 2015 Viaggio in Toscana: alla scoperta del Buon Vivere www.expotuscany.com www.facebook.com/toscanaexpo expo2015@toscanapromozione.it La dolce

Dettagli

LIBROGIOCANDO FORMAZIONE

LIBROGIOCANDO FORMAZIONE LIBROGIOCANDO FORMAZIONE LibroGiocando è un luogo speciale, nato dall'incontro di professionisti con consolidata esperienza in ambito educativo e formativo, uniti dalla passione per il mondo dell'infanzia

Dettagli

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA PROGETTAZIONE FORMATIVA RELATIVA ALLE ATTIVITA DI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA CON GESU A SCUOLA DI FELICITA Insegnanti: Sonia Colarullo scuola

Dettagli

art book 2010-2011 Samuele Prosser

art book 2010-2011 Samuele Prosser art book 2010-2011 Samuele Prosser BREVE BIOGRAFIA Nato a Rovereto in provincia di Trento, Samuele Prosser consegue il diploma di perito elettronico all Istituto Tecnico Industriale G.Marconi di Rovereto.

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2011-2012. PROGRAMMAZIONE della SCUOLA DELL INFANZIA La Pellegrina

ANNO SCOLASTICO 2011-2012. PROGRAMMAZIONE della SCUOLA DELL INFANZIA La Pellegrina ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PROGRAMMAZIONE della SCUOLA DELL INFANZIA La Pellegrina I BAMBINI I GENITORI CONOSCENZA dei COMPAGNI CONOSCENZA degli INSEGNANTI CONOSCENZA del PERSONALE DELLA SCUOLA CONOSCENZA

Dettagli

Addio a Daniel Stern Teresa Borino, didatta Istituto di Gestalt HCC Italy, Palermo

Addio a Daniel Stern Teresa Borino, didatta Istituto di Gestalt HCC Italy, Palermo Addio a Daniel Stern Teresa Borino, didatta Istituto di Gestalt HCC Italy, Palermo E con profonda commozione e viva partecipazione che scriviamo della scomparsa di Daniel Stern, psicoanalista americano

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

sms museo d arte per bambini e servizi educativi

sms museo d arte per bambini e servizi educativi sms museo d arte per bambini e servizi educativi sms museo d arte per bambini Il Museo d arte per bambini apre l arte e la cultura artistica all infanzia facendo vivere sia lo spazio museale sia le opere

Dettagli