Per il Diritto all Apprendimento Permanente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Per il Diritto all Apprendimento Permanente"

Transcript

1

2 Anno accademico 2013/2014 INTRODUZIONE Gli obiettivi dell Università Chi siamo e con chi collaboriamo Regolamento e iscrizioni Pag. INTRODUZIONE - Inaugurazione 19 Anno Accademico 2014/ Iniziative culturali ed eventi Caffé Filosofico itinerante Conferenze, Seminari, Presentazioni di libri e documentari Ambiente e sostenibilità Viaggi e visite guidate Escursioni primaverili Persone - risorse- territorio Domenico Simonini LIDD Laboratorio Innovazione Didattica e Documentazione Rete Tel. e Fax Piazzetta Ivo Soli, 1 - Vignola (Mo) - Segreteria e aule al primo piano FORMAZIONE Vignola A - E FILOSOFIA B - ECONOMIA E SOCIETÀ C - TERRITORIO AMBIENTE PAESAGGIO D - BENESSERE PSICO-FISICO E MENTALE E - LABORATORI LINGUISTICI F - LABORATORI INFORMATICI G - LABORATORI D ARTE ATTIVITÀ IN PROVINCIA Comitati comunali: Bazzano Castelnuovo Rangone Castelvetro Pavullo Savignano s/panaro Spilamberto Per il Diritto all Apprendimento Permanente Consuntivo attività 2013/ COMITATI COMUNALI DELL UNIVERSITA Periodico d informazione dell assoc iazionism o e del volontariato d el Distretto di Vignola Via del Corso, Roma tel.06/ UNIAUSER PROVINCIALE Via C.Menotti,137- Modena Tel.059/ BAZZANO CASTELNUOVO R. CASTELVETRO GUIGLIA MARANO S/P MONTESE PAVULLO N/F SAVIGNANO S/P SPILAMBERTO VIGNOLA ZOCCA 3

3 Gli obiettivi dell Gli obiettivi dell INTRODUZIONE Università Ginzburg: innovazione e qualità per l educazione permanente L Università Natalia Ginzburg di Vignola continua, anche per l anno accademico , nel proprio impegno incondizionato per la diffusione della cultura e della conoscenza nei suoi vari ambiti. Un ampio ventaglio di proposte, quelle contenute nel presente catalogo, che sono rivolte a tutti i soggetti senza distinzione di età, di livello culturale, sociale o professionale. Alcuni temi, che nella nostra programmazione vanno evidenziati per la loro importanza, sono senz altro quelli che attengono il tema della cittadinanza, del lavoro, della valorizzazione del nostro territorio, dell ambiente e del paesaggio; e poi l arte e la memoria storica, senza omettere le lingue straniere offerte per ogni livello di preparazione e, soprattutto, trattate con un approccio qualificato rispetto alla storia e alla cultura di appartenenza. Diversi poi gli eventi culturali previsti, cui l Università partecipa con altre Associazioni, come ad esempio un ampia mostra storica, in aprile, per il 70 anniversario della seconda guerra mondiale; una pregevole mostra con opere importanti dell artista Giuseppe Graziosi; una rappresentazione teatrale che rievoca la storia, il lavoro e le lotte delle famose cernitrici del Vignolese; poi presentazione di libri con contenuti di attualità, di socio-politica e di storia del paese. Riteniamo poi estremamente qualificante sottolineare le proposte innovative contemplate nel Laboratorio di Innovazione e Documentazione Didattica che sono rivolte principalmente alle scuole e ai loro insegnanti. Tra queste, il percorso di conoscenza e salvaguardia del territorio; la didattica dell inglese; elementi base di cultura e lingua araba; la gestione dei conflitti. Tutte tematiche proponibili nei vari Comuni dell Unione. Infine, ma non per importanza, sarà data continuità anche al Caffè filosofico che ha riscosso l interesse di tanti giovani. Ci pare doveroso richiamare, comunque, il concetto di educazione permanente che anima e rafforza la nostra Università fin dalla sua nascita. Si tratta di un idea di formazione che trae origine da una riflessione critica della realtà; che cerca di intercettare i bisogni, espliciti o meno, che gli individui esprimono nelle varie fasi della vita; che cerca, conseguentemente, di dare risposte attraverso modalità e contenuti non formali, ma condivisi e partecipati; un apprendimento realmente inclusivo che aiuti le persone ad affrontare il disagio e il malessere, che sappia prevenire e integrare tutti coloro che sono in difficoltà e che possa efficacemente contrastare l emarginazione, la dispersione e la disoccupazione. Una formazione, in sintesi, intesa come diritto per tutta la vita e come condizione fondamentale per lo sviluppo civile ed economico e per la stessa qualità della democrazia. Oggi, infatti, ci troviamo di fronte a uno straordinario cambiamento di cultura e di valori della società. In modo rapido e costante cambiano le caratteristiche del mercato del lavoro, i modelli economici e produttivi, le dimensioni comunicative; persino gli assetti istituzionali e sociali rischiano di subire pesanti contraccolpi. Un contesto, questo, che pone l esigenza non più rinviabile, di coinvolgere nei processi di cambiamento la persona e la comunità stessa insieme alla necessità di dotare ognuno degli strumenti necessari. Ciò significa rendere possibili strategie formative volte a superare l emergenza e insieme capaci di aiutare gli individui e le società a proiettarsi nel futuro. Se è vero che siamo un paese competitivo, dobbiamo porci l obiettivo di innalzare i livelli culturali di tutti i cittadini, italiani e stranieri che siano. La competitività oggi, infatti, corrisponde alla quota di conoscenza, di formazione e di ricerca che un paese produce. E se fino a poco tempo fa potevamo pensare che la conoscenza e la formazione fossero uno degli ingredienti dell essere cittadino attivo, esse oggi equivalgono alla cittadinanza stessa. Formazione e sapere vogliono dire sostanzialmente difesa delle libertà e rappresentano i nuovi termini dell eguaglianza. Su questo terreno, anche nel persistere di una situazione di sofferenza sul versante culturale e politico nel nostro Paese, è auspicabile un nuovo e più sentito slancio di protagonismo dei soggetti pubblici e privati, delle associazioni culturali, professionali e di volontariato, delle Comunità intere, delle associazioni imprenditoriali e delle organizzazioni sindacali. Protagonismo che implica la necessità del confronto, di integrazione di risorse economiche e umane e di sviluppo dei diversi luoghi o sedi in cui si possa realizzare l apprendimento individuale e/o collettivo. Un sistema, non ci stancheremo di dirlo, realmente integrato ; che trae linfa dal proprio territorio di appartenenza per estendere progressivamente oltre i propri confini. Siamo infatti convinti, come testimoniano le più accreditate ricerche europee in questo settore, che la formazione sia la vera molla non solo dello sviluppo economico ma della crescita sociale in direzione della democrazia, dell equità, dell integrazione. Una formazione che non si può esaurire all interno dell istituzione scolastica e che pertanto si rivolge a giovani e meno giovani; che non possiamo ritenere mai conclusa. Un concetto universale, condiviso da molti, ma da pochi effettivamente praticato. In ogni caso sono sicuramente questi i presupposti che costituiscono la forza motrice della nostra Università. Una presenza che, sul territorio vignolese si è consolidata negli anni grazie al prezioso lavoro di tanti volontari e il sostegno prezioso degli Enti Locali e di diverse Istituzioni. Una realtà che ha cercato, nella collaborazione con tutti e attraverso un processo di continua autovalutazione, di evolversi, estendersi e migliorare per diventare uno dei punti di riferimento culturali più importanti. Siamo certamente orgogliosi dell attestato di qualità che l di Vignola ha già ricevuto dal Comitato Scientifico Nazionale dell AUSER; pensiamo, tuttavia che il riconoscimento dell attività svolta sia da considerarsi uno stimolo al miglioramento continuo della qualità dell offerta formativa culturale se vogliamo anche noi contribuire ad innalzare la percentuale del nostro Paese, ora attestata al 6% rispetto alla media europea che è del 10%, di cittadini adulti che partecipano ad iniziative di educazione permanente. Il cammino è ancora lungo; ma con un pizzico di ottimismo, le idee e il contributo fattivo di quanti si riconoscono nel nostro progetto, siamo convinti che l apprendimento per tutta la vita sarà presto annoverato non solo tra i diritti da garantire, ma tra quelli più desiderabili; o, in coerenza con quanto emerso dal recente convegno nazionale AUSER intorno al progetto FORM ATTIVA, lavorare affinché tutti possano condividere Il piacere di continuare a conoscere. Ma non si può terminare questo intervento senza rivolgere un ringraziamento sentito a coloro che dedicano una parte del loro tempo prezioso a favore dell Università: i nostri volontari. Senza il loro fattivo e disinteressato contributo, l attività dell Università non sarebbe possibile. Ancora grazie. Il Presidente Il Vicepresidente Il Direttore Tecnico Scientifico Dunnia Berveglieri Beatrice Bertolla Valter Cavedoni INTRODUZIONE 4 5

4 - Chi siamo INTRODUZIONE Sostenere Formazione e Cultura per migliorare il futuro della nostra comunità Come nuovo Sindaco di Vignola non posso che complimentarmi e allo stesso tempo essere orgoglioso di poter sostenere in modo attivo i percorsi formativi promossi ed organizzati dall, in quanto i corsi di studio sono finalizzati a diffondere il più possibile la Cultura declinata in tutte le sue specializzazioni. In un mondo che sempre di più si spinge verso il consumo last minute, progetti formativi aperti a tutti rappresentano un faro nella nebbia. Ci regalano la speranza di poter contribuire in modo propositivo ed attivo al futuro individuale e collettivo delle persone che vivono il nostro territorio. La Pubblica Amministrazione, sostenendo progetti virtuosi come questo, applica uno dei suoi principi fondamentali, ovvero contribuisce e stimola la propria comunità di riferimento ad autorealizzarsi formandosi in modo consapevole e quindi rinforza quel senso civico, che per tradizione storica, il nostro territorio ha sempre espresso in modo egregio. Questi percorsi rappresentano una delle grandi fonti di crescita morale ed etica di cui necessitiamo per poter, insieme, realizzare il futuro della nostra comunità; rendendola più umana, ecosostenibile, consapevole e pronta ad affrontare le sfide di domani. Storia, Filosofia, Arte, Architettura, Economia, Benessere psicofisico e Lingue creano l humus per far fiorire una maggiore integrazione sociale, una migliore cittadinanza attiva, una crescita economica sostenibile e quindi stili di vita più equi e solidali. Alle realtà come l dobbiamo essere grati per quello che ogni anno riescono, con passione e dedizione, a realizzare. Alla velocità con cui viviamo oggi, non è purtroppo scontato ringraziare le persone e le associazioni che riescono a vedere oltre i problemi quotidiani di tutti e realizzano giorno dopo giorno piccoli miracoli d inclusione sociale. Per concludere una sola parola: Grazie. Continuate così e buon lavoro. Mauro Smeraldi Sindaco di Vignola Presidente dell Unione Terre di Castelli L nasce come Associazione di Volontariato Culturale nel 1997 con sede a Modena. Per la grande dimensione dell attività, assunta progressivamente nel tempo, e la necessità di rapportarsi in modo più efficace con le Istituzioni e le Associazioni del territorio, nel 2004 si costituisce a Vignola come Associazione Autonoma a respiro Distrettuale. In questo stesso anno, sulla base di un protocollo d intesa e di una convenzione stipulata con l Unione Terre di Castelli fa parte, insieme al CTP, del Centro Integrato di Educazione Permanente Jacopo Barozzi con l intento di promuovere e coordinare gli interventi di istruzione e formazione sul territorio dell Unione. Dal 2007 L Università Ginzburg di Vignola aderisce alla rete AUSER e diventa una Associazione di Promozione Sociale che agisce nel campo culturale e formativo. Oggi fa parte dell UNIAUSER e, allo scopo di ampliare il proprio campo di esperienze e di confronto, ha aderito all UNIEDA (Unione Italiana di Educazione agli Adulti). La straordinaria vitalità dimostrata, nonché il ruolo sociale svolto, proietta l Università nel futuro del nostro territorio come strumento di crescita della comunità, luogo di incontro e di costruzione di relazioni umane capaci di contenere gli effetti controproducenti determinati dalla perdita di valori e di identità della società attuale. L entità del programma svolto e l organizzazione messa in campo sono valse all Università Ginzburg di Vignola, nel 2012, la prestigiosa attribuzione a livello nazionale, della certificazione di qualità AUSER. Le finalità che persegue L Università agisce precipuamente nel campo dell educazione permanente degli adulti attraverso un offerta organica di opportunità educative non formali. Le attività, che sono culturali, formative, comunicative ed educative, riguardano i vari ambiti del sapere; sono perciò finalizzate a garantire un libero e autonomo esercizio del diritto all apprendimento lungo tutto l arco della vita. A chi rivolge la propria azione La sua azione è rivolta a tutti i cittadini in età adulta ma anche agli studenti delle scuole superiori. Questo le permette di agire in relazione ai vari bisogni ed interessi che caratterizzano le diverse fasi e differenti momenti dell esistenza di ciascuno. Con chi collabora Le attività formative e culturali promosse dall Università si avvalgono sempre della collaborazione degli Enti Locali di riferimento (Comune di Vignola, Comuni dell Unione Terre di Castelli, Provincia di Modena e Regione Emilia Romagna), di Enti Istituzionali e privati (Istituti Scolastici, Fondazione Vignola, Istituti Bancari, ecc), di altre Università Popolari, di Aziende del territorio, di molteplici Associazioni di Volontariato. INTRODUZIONE Università Libera Età N. Ginzburg, Piazzetta Ivo Soli, Vignola (Mo) Segreteria e aule al primo piano - tel

5 - Chi siamo - Chi siamo INTRODUZIONE L collabora con queste associazioni Amici dell Arte Spilamberto Amici dell Arte Vignola Associazione Ponte Alto G. Graziosi Associazione Al Palesi Vignola Gruppo di Documentazione Vignolese Mezaluna Mario Menabue ANPI di Vignola e territorio Istituto Storico di Modena ASL distretto di Vignola ASP distretto di Vignola Istituti Scolastici del distretto Unione Terre di Castelli CIDI Modena (Centro Iniziativa Democratica Insegnanti) ACE Associazione Comunità Educante Club 64 Modena Associazione Culturale Archivio Architetto Cesare Leonardi di Modena Lega Ambiente Slow Food Associazione Culturale Terre del Samoggia Centri di Educazione Ambientale Consorzio di Burana Circolo Cittadino di Spilamberto Circolo Gramsci di Spilamberto Circolo Polivalente Olimpia Circolo Paradisi di Vignola Circolo Età Libera di Vignola Libera Associazione nomi e numeri contro le mafie Sindacati CGIL, SPI e CISL AUSER del Distretto Unione Terre di Castelli Federconsumatori La Banca del tempo Realizzazione di corsi e percorsi volti a promuovere la conoscenza dell arte sia sotto il profilo tecnico-espressivo, sia in relazione al contesto culturale. Realizzazione di attività finalizzate alla ricerca, alla conoscenza, alla documentazione e alla divulgazione della storia (recente e lontana) del nostro territorio per conservarne la memoria e le testimonianze più tangibili. Realizzazione di progetti o attività volti favorire un migliore approccio ai temi della prevenzione, della salute e dell integrazione. Realizzazione di progetti ed iniziative a carattere educativo e formativo aventi lo scopo di promuovere la qualificazione scolastica, favorire lo scambio di idee e il dialogo tra i vari soggetti educanti, sviluppare i rapporti intergenerazionali. Realizzazione di percorsi volti a promuovere una buona qualità della vita attraverso un approccio diverso ai temi dell ambiente dal paesaggio, sia naturale che urbanizzato, al risparmio energetico al consumo alimentare. Realizzazione di attività ed eventi ad ampio raggio tematico per favorire una maggiore diffusione delle informazioni, promuovere conoscenza, la partecipazione attiva e la cultura della legalità. Realizzazione di iniziative finalizzate a diffondere la cultura e la pratica della solidarietà, il rispetto dei diritti, lo sviluppo di ogni forma di collaborazione. Corsi di pittura, creta, lezioni teoriche, mostre Conferenze di approfondimento, proiezioni, pubblicazioni, viaggi e visite guidate Corsi, incontri di approfondimento, laboratori, presentazione libri Conferenze, corsi, mostre progetti, uscite Corsi, conferenze di approfondimento, mostre, spettacoli, eventi, presentazione libri Organi di Gestione dell Università Il metodo di gestione è quello democratico basato sull ascolto, il confronto e la trasparenza. Assemblea generale dei Soci Consiglio Direttivo Presidente Vicepresidente Direttore CTS Comitato Esecutivo: Comitato Tecnico Scientifico: Comitato dei Garanti Collegio Revisori dei Conti Tutti i Soci Liliana Albertini, Anna Bacchelli, Beatrice Bertolla, Dunnia Berveglieri, Luigi Cantergiani, Valter Cavedoni, Mauro Corticelli, Sandra Fernandez, Dimer Marchi, Patrizia Meliconi, Renzo Menabue, Uliano Morandi, Silvia Covili, Patrizia Palmieri, Silvana Parmeggiani, Valter Prandini, Luciana Quartieri, Giuseppina Ricci, Renata Ricci, Ignazia Secci, Maurizio Senesi, Loretta Soli, Lucia Tinti, Libero Venanzoni. Dunnia Berveglieri Beatrice Bertolla (Sostituisce il Presidente in sua assenza) Valter Cavedoni (Coordina l attività del CTS) Presidente: Dunnia Berveglieri; Vice Presidente: Beatrice Bertolla; Direttore Tecnico Scientifico: Valter Cavedoni; Vice Direttore Tecnico-Scientifico: Ignazia Secci; Segretaria: Sandra Fernandez; Vice Segretaria: Patrizia Meliconi; Responsabile Cultura: Liliana Albertini; Responsabile Scuola: Loretta Soli; Responsabili L.i.d.d: Anna Maria Amidei, Renata Ricci, Veretrice Ricci; Responsabile Diffusione Propaganda: Giuseppina Ricci Direttore: Valter Cavedoni; Liliana Albertini, Anna Maria Amidei, Valter Baldini, Giulietta Bernabei, Beatrice Bertolla, Dunnia Berveglieri, Omar Bonezzi, Carlo Alberto Cavazzoni, Gianna Comani, Ennio Draghicchio, Fiorenza Franchini, Giovanni Galli, Giampaolo Grandi, Enrico Lenzi, Dimer Marchi, Luca Montanari, Uliano Morandi, Giuliano Muzzioli, Fabio Preti, Maurizia Rabitti, Renata Ricci, Veretrice Ricci, Loretta Soli, Libero Venanzoni, Roberto Vincenzi. Ennio Draghicchio, Veretrice Ricci, Antonio Zaccarini. Davide Primiterra, Nicola Gaglio, Enzo Belloi Delibera sulle linee fondamentali annuali o pluriennali di ordine programmatico, organizzativo e finanziario. Dà attuazione alle Direttive dell Assemblea, predispone il programma e il bilancio consuntivo/preventivo annuale da sottoporre all Assemblea. Ha la rappresentanza legale dell Università e coordina l attività del Consiglio Direttivo e dell Esecutivo. Dà esecuzione alle delibere del Consiglio Direttivo nell ambito delle Direttive generali fissate dall Assemblea dei Soci. Progetta, propone e coordina l attività culturale e didattica. Esamina eventuali controversie Accerta la regolare tenuta della contabilità sociale Il Comitato Tecnico Scientifico è organizzato in Gruppi di Lavoro, questi i coordinatori. Direttore CTS Valter Cavedoni Lingue: Libero Venanzoni Qualità: A. M. Amidei Formazione: Ennio Draghicchio Informatica: Mauro Bisi LIDD: R.Ricci, V. Ricci, A. M. Amidei Cultura: Uliano Morandi Ambiente/Paesaggio: Beatrice Bertolla Comunicazione: Luca Montanari Sanità e Sociale: Mauro Corticelli Caffè Filosofico Itinerante: G. Bernabei, U. Morandi, M. Rabitti, I Giovani del Caffè Filosofico INTRODUZIONE 8 9

6 - Chi siamo - Chi siamo INTRODUZIONE Comitati Comunali e Distrettuali BAZZANO Giuseppe Caroli, Claudio Colombini, Ennio Draghicchio, Alessandro Lolli, Piero Marinucci, Ferdinando Rimondi, Roberto Vincenzi, Giuseppe Zani CASTELNUOVO RANGONE Franco Ascari, Augusto Atti, Chiara Baroni (Coordinatrice), Gabriella Bignami, Giorgio Maccaferri, Eugenio Mesini, Mariadele Moncelli, Umberto Montanari, Simona Ottolini (Coordinatrice),Giorgio Riccò, Giorgio Serri CASTELVETRO Maria Luisa Ara, Luigi Cantergiani (Coordinatore front-office), Graziella Ferrari, Giordano Giovini, Maurizio Giovini, Luigi Malavasi, Patrizia Meliconi, Anna Maria Simonini, Ernesto Stanzani, Antonio Verrascina GUIGLIA Bignami Maria, Moia Chiara, Molinari Maurizio, Tiziano Simonini, Patrizia Toraci MARANO SUL PANARO Giulietta Bernabei, Chiara Cornia, Enzo Giovanelli, Annita Ori, Renza Ori, Paola Poggioli PAVULLO Giulio Adelizzi, Zelia Reggianini, Ferdinando Rimondi (Coordinatore), Marinella Giannaroli, Pierluigi Tosi SAVIGNANO SUL PANARO Anna Bacchelli, Morgan Gibellini, Nicola Migliore, Alfredo Musiani, Lucia Tinti SPILAMBERTO Cristina Vecchi (Coordinatrice front-office) Luigino Battigia, Paola Bertani, Gianna Comani, Luisa Malavolti, Renzo Menabue, Maura Mezzadri, Giancarla Montanari, Uliano Morandi, Diana Prandini, Luciana Quartieri, Giovanni Savio COORDINAMENTO PROVINCIALE UNIAUSER MODENA Lucia Tinti Cosa occorre per iscriversi all Università I corsi sono riservati ai soci dell Associazione Distretto di Vignola, che versano una quota annuale di euro 13,00 (comprensiva di polizza assicurativa). La quota associativa deve essere effettuata contestualmente all iscrizione al corso. La tessera dà diritto a partecipare a tutte le attività culturali organizzate dall Università N. Ginzburg di Vignola in collaborazione con gli Enti e le Associazioni indicate e a tutte le agevolazioni concesse all AUSER a livello nazionale e territoriale. Per iscriversi è possibile scaricare dal SITO dell Università il modulo di iscrizione, compilarlo e trasmetterlo via all Università - o tramite fax ( ). Per i corsi di attività motoria, secondo quanto stabilito dalle norme vigenti, potrà essere richiesto il certificato medico di idoneità fisica. Quanto costa Il contributo richiesto per ogni attività è indicato a fianco di ciascun corso/laboratorio. Non comprende spese per strumenti e materiali didattici (dispense, pennelli, colori, ecc.), spese per gite e visite guidate a mostre, ingressi a musei e mostre, né altre eventuali spese specifiche per la frequenza al corso/laboratorio prescelto (la necessità di dette spese è riportata di norma sulla scheda illustrativa, oppure è comunicata al momento dell iscrizione). Il contributo deve essere corrisposto per intero all atto dell iscrizione, che dovrà avvenire prima dell inizio dei corsi. Modalità di pagamento E possibile procedere al pagamento attraverso: - Bonifico Bancario: IBAN IT 16 T (in via preferenziale); - Bancomat, Carta di credito o contanti presso l Ufficio dell Università Riduzioni/Rimborsi I soci che frequentano più corsi nell Anno Accademico hanno diritto alla riduzione del 10% sul costo dei corsi successivi al primo. Per tutti i pensionati che abbiano superato i 65 anni di età, verrà applicato uno sconto del 10% su tutti i corsi frequentati. Tale sconto non è cumulabile con altre agevolazioni. Per i corsi gratuiti rivolti agli anziani, organizzati all interno dei Circoli e dei Centri Anziani, i criteri di ammissione sono concordati con il Circolo o Centro Anziani che collaborano all organizzazione dei corsi. Il contributo del corso/laboratorio è rimborsabile esclusivamente nei seguenti casi: 1) Per cancellazione del corso da parte dell Università, qualora non si raggiunga un numero minimo di iscritti; 2) Impossibilità dell iscritto di iniziare il corso, per seri e documentati problemi personali, comunicata almeno 15 giorni prima dell avvio del corso. In questo caso sarà comunque trattenuta la quota di 10,00 per le spese organizzative sostenute. La quota tessera non è mai rimborsabile. INTRODUZIONE COORDINAMENTO REGIONALE UNIAUSER EMILIA ROMAGNA Valter Cavedoni e Marco Marchetta Privacy Il codice privacy (D.Lgs. 196/03) garantisce che il trattamento dei dati personali si svolga nel rispetto dei diritti e delle libertà individuali. I dati personali vengono trattati 10 11

7 Il Regolamento Iniziative Culturali e Eventi INTRODUZIONE ad uso interno attinente le finalità dell di Vignola. I dati trattati con strumenti cartacei ed informatici saranno curati nel rispetto delle regole e delle misure di sicurezza. Entro i limiti citati, il trattamento dei dati è condizione necessaria per potere effettuare l attività dell Università. In conformità all art. 7 del codice Privacy, previa richiesta, si possono ottenere informazioni, aggiornamenti, legittime opposizioni al trattamento dei dati personali. Titolare del trattamento è Dunnia Berveglieri, Presidente di Vignola. Inaugurazione del 19 Anno Accademico 2014/2015 Caffé Filosofico itinerante Assicurazioni Gli iscritti dell di Vignola sono coperti da polizza assicurativa di responsabilità civile verso terzi (cose o persone) e per eventuali infortuni derivanti da sole cause oggettive, sempre e unicamente nell ambito di svolgimento delle attività programmate dall Università. Non è contemplato il rischio in itinere se autonomo. La copertura assicurativa è prevista soltanto fino a 85 anni di età, ne consegue che per gli ultraottantacinquenni si rende necessaria l assunzione di formale autoresponsabilità. Attestati di frequenza Verrà rilasciato a richiesta dell interessato, se documentata la presenza ad almeno il 75% delle lezioni previste. I Giovani del Caffé Filosofico Conferenze, Seminari, Presentazioni di libri e documentari Ambiente e sostenibilità Viaggi, Visite, Escursioni Per informazioni e iscrizioni: Sede Università Libera Età N. Ginzburg Piazzetta Ivo Soli, 1 - Vignola (Mo) Segreteria e aule al primo piano. Tel. e Fax indirizzi - sito web: www. universitaginzburg.it/vignola/ Orari: tutti i giorni, escluso il sabato, dalle 17,30 alle

8 Iniziative Culturali e Eventi Iniziative Culturali e Eventi INAUGURAZIONE 19 ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Venerdì 14 Novembre ore 16 Sala dei Contrari - Rocca di Vignola Innovazione e qualità per l educazione permanente Presiede Dunnia Berveglieri Presidente Relatrice: Patrizia Mattioli Responsabile UNIAUSER Nazionale Saluto Mauro Smeraldi, Sindaco di Vignola 16 novembre 2013, Sala dei Contrari, Rocca di Vignola. Inaugurazione dell anno accademico dell di Vignola dedicata al tema: Welfare e apprendimento permanente. Da sinistra: Francesco Lamandini (Assessore all Ambiente, al Bilancio e all Istruzione dell Unione Terre di Castelli), Sen. Maria Cecilia Guerra (Viceministro del Lavoro e delle Politiche Sociali), Valter Cavedoni (Presidente Università Ginzburg di Vignola), Emilio Sabbatini (Presidente della Provincia di Modena), Daria Denti (Sindaco di Vignola). Contributi di: Valter Cavedoni, Direttore del Comitato Tecnico - Scientifico Ennio Draghicchio, Coordinatore Gruppo Formazione - Comitato Tecnico - Scientifico Uliano Morandi, Coordinatore Gruppo Cultura - Comitato Tecnico - Scientifico Luca Montanari, Coordinatore Gruppo di lavoro Comitato Tecnico - Scientifico Beatrice Bertolla, Coordinatrice Gruppo di lavoro Ambiente, Territorio e Paesaggio Giulietta Bernabei, fra i coordinatori del Caffè filosofico Libero Venanzoni, Coordinatore Gruppo di lavoro Lingue MauroBisi, Coordinatore Gruppo di lavoro Informatica Mauro Corticelli, Coordinatore Gruppo di lavoro Sanità e Sociale Renata Ricci, fra le coordinatrici del LIDD Anna Maria Amidei, coordinatrice Gruppo di lavoro Qualità 14 15

9 Iniziative Culturali e Eventi Iniziative Culturali e Eventi GIUSEPPE GRAZIOSI la famiglia, il territorio Nei mesi di giugno e luglio 2015 nelle Sale della Meridiana (concesse a titolo gratuito dalla Fondazione di Vignola) sarà allestita un importante mostra sul grande artista savignanese GIUSEPPE GRAZIOSI, a cura delle associazioni: Gruppo Mezaluna-Mario Menabue, Università N. Ginzburg - Vignola, Circolo Pontealto-Graziosi, Amici dell Arte Vignola, Circolo Paradisi, Archeo&Arte, con la collaborazione di Comune di Vignola, Comune di Savignano s.p. Unipol Assicurazioni - Fondazione di Vignola Vigilanza Sevi. MEMORIE SEPOLTE una mostra sulla seconda guerra mondiale e un libro sui bombardamenti a Vignola e dintorni In occasione del 70 anniversario della fine della seconda guerra mondiale, l Università Ginzburg di Vignola collabora - insieme all ANPI e all Istituto Storico di Modena - con il Gruppo Mezaluna-Mario Menabue alla realizzazione di due importanti iniziative, previste per il mese di aprile 2015: una mostra sulla seconda guerra mondiale, che comprende: - l esposizione di una cinquantina di pannelli in forex che raccontano per immagini le principali vicende della guerra; una mostra fotografica collaterale organizzata dal Consolato Generale Polacco di Milano sulla famosa macchina decodificatrice ENIGMA, che contribuì fortemente alla vittoria degli Alleati; l esposizione di eccezionali oggetti militari (divise, armi, ecc.) provenienti dal importante Museo Storico di Iola di Montese; una pubblicazione, ricchissima di documenti e fotografie, sui bombardamenti che coinvolsero Vignola e i paesi vicini, scritta dal giovane, già affermato storico vignolese Daniel Degli Esposti. L Università segnala, nella sezione corsi, tre conferenze di approfondimento sulla figura e l opera dell artista, già programmate da tempo

10 Iniziative Culturali e Eventi Iniziative Culturali e Eventi Caffè Filosofico Itinerante Dialogo su visioni del mondo e tematiche educative 2014/2015 (Settima edizione) Coordinano: Giulietta Bernabei, Uliano Morandi, Maurizia Rabitti, i Giovani del Caffè Filosofico Dimmi la tua: il piacere del dialogo Al Caffè Filosofico non si parla per far tacere gli altri ma per riflettere con loro, non si parla di sè per raccontarsi ma per difendere un opinione e sottoporla all esame di tutti lasciando che sia la ragione a giudicare. (Marc Sautet, Socrate al caffè) Il Caffè Filosofico Itinerante rappresenta il tentativo di rispondere alla domanda di attenzione al pensiero critico, all approfondimento e alle passioni etico-politiche che sono proprie di molti cittadini. Giunto alla settima edizione, si conferma come una pratica di cittadinanza attiva, spazio di crescita, di conoscenza, di partecipazione, di riflessione e discussione democratica; non è un caso che tre dei nuovi giovani Consiglieri Comunali eletti nelle ultime elezioni amministrative siano attivi e attenti collaboratori del Caffè Filosofico. Come ha sostenuto la filosofa americana Martha Nussbaum, una democrazia non può funzionare senza gli strumenti del pensiero critico: logica, retorica e argomentazione basati sul rispetto dei fatti e dei diversi punti di vista. Al Caffè filosofico itinerante ci proponiamo anche di apprendere ed esercitarci insieme su questi elementi costitutivi della cittadinanza attiva. Per partecipare non sono necessarie conoscenze specifiche: spirito di comprensione, curiosità, fantasia, voglia di mettersi in gioco sono qualità che ogni essere umano possiede e che cercheremo di attivare nei nostri incontri. Il programma di quest anno prosegue con il prezioso contributo del gruppo di coordinamento dei Giovani del Caffè Filosofico, giovani studenti o laureati che interverranno con una propria riflessione in merito al tema proposto e si occuperanno del coordinamento della discussione libera e aperta a tutti i partecipanti, secondo le regole del Caffè Filosofico. L obiettivo è quello dell incontro e del confronto con gli altri, anche in un ottica di scambio e arricchimento reciproco e intergenerazionale. Caffè Filosofico Itinerante - I Giovani del Caffè Filosofico Il sabato pomeriggio, dalle 15,00 alle 17,00 11 Ottobre 2014, sede da definire 25 Ottobre 2014, sede da definire 15 Novembre 2014, sede da definire 29 Novembre 2014, sede da definire 13 Dicembre 2014, sede da definire 24 Gennaio 2015, sede da definire 7 Febbraio 2015, sede da definire 21 Febbraio 2015, sede da definire 14 Marzo 2015, sede da definire 28 Marzo 2015, sede da definire 18 Aprile 2015, sede da definire Sono previsti incontri a Castelvetro, Castelnuovo, Spilamberto e Bazzano, e non è da escludere che si raggiungeranno altre mete sul nostro territorio. Bando di partecipazioni di giovani del Caffè Filosofico 2014/2015 Giovani studenti o laureati propongono una propria riflessione in merito al tema individuato, alla quale seguirà una discussione libera e aperta a tutti i partecipanti al Caffè Filosofico. Chi desidera partecipare in veste di relatore, con un contributo fissato in un tempo massimo di 30 minuti, può inviare entro il 31 agosto 2014 la propria candidatura che dovrà comprendere: - il tema/titolo della relazione; - un breve abstract (max 1800 battute) -il curriculum vitae agli indirizzi: e indicando nell oggetto: Candidatura ai Giovani del Caffè Filosofico 2014/2015. Le proposte saranno valutate dal Comitato Tecnico-scientifico dell Università Natalia Ginzburg, che contatterà i relatori entro il 15/9/2014. Caffè Filosofico 2.0 Molto seguita e apprezzata è la versione digitale del CAFFÈ FILOSOFICO 2.0, che continua e amplia sul web l esperienza del Caffè filosofico itinerante e del Caffè filosofico dei giovani, coinvolgendo chiunque abbia voglia di discutere apertamente su tematiche di attualità scelte di volta in volta con l apporto di tutti i membri del gruppo. 20 Settembre 2014, Parco della Biblioteca Auris Vignola (o Saletta Conferenze, in caso di maltempo). EUROPA: dal mito all Erasmus. A cura dei Giovani del Caffè Filosofico Filosofia espressa - Il blog del Caffè Filosofico Itinerante Vi invitiamo a seguire il nuovo blog, ideato dai Giovani del Caffè Filosofico, su e la neonata pagina FB ad esso collegata https://www.facebook.com/filosofiaespressa dove potrete trovare approfondimenti e commenti relativi agli appuntamenti di Caffè Filosofico

11 Iniziative Culturali e Eventi Iniziative Culturali e Eventi Conferenze, seminari, presentazione di libri e documentari Tra le tante opzioni possibili il tema dominante prescelto quest anno per caratterizzare il programma culturale dell Università Ginzburg è stato quello del linguaggio. La scelta non è stata casuale. Il tema è quanto mai di attualità dato che la comunicazione di cui il linguaggio è parte essenziale, ha assunto un ruolo fondamentale nella rapida trasmissione di informazioni, rielaborazioni e opinioni in un contesto socio culturale caratterizzato da individui simili in grado di utilizzare gli stessi simboli con identica valenza. In sostanza i moderni mezzi che si affidano esclusivamente alla comunicazione verbale, visiva e/o emozionale per stabilire un rapporto con l individuo muto spettatore hanno amplificato a dismisura questa modalità tanto da potere manipolare anche il consenso se non adeguatamente regolamentata. Naturalmente il linguaggio non è costituito solo dalla lingua e quindi dalla parola ma anche dalle immagini nel mondo delle arti figurative, nelle rappresentazioni teatrali e del cinema. Linguaggi diversi, per tanti versi intercomunicanti, in grado di stimolare le emozioni e di condizionare le reazioni degli individui. L analisi di queste diverse modalità di comunicazione saranno oggetto delle scelte di approfondimento specifico che proporremo in un calendario tematico di presentazione di opere e di autori di grande competenza ed attualità. Apertura sappiano chi sono gli altri. Come può esserci vita comune, cioè società, tra perfetti sconosciuti? Qui entra in gioco la cultura. Dopo Fondata sul lavoro, Gustavo Zagrebelsky prosegue la sua riflessione sui principi della Costituzione: al centro di questa riflessione stanno le idee, la loro importanza nella nostra esistenza, la gioia che possono procurare e i pericoli che ne insidiano l autenticità. Senza idee, non c è cultura; senza cultura non c è società. E, senza libertà della cultura non c è libertà della società. Gennaio Tema linguaggio La lingua batte dove il dente duole. ANDREA CAMILLERI/TULLIO DE MAURO Cos è la lingua, e cos è il dialetto? Cosa esprimiamo con l una e cosa esprimiamo con l altro? In un susseguirsi di riflessioni, aneddoti e memorie, in cui trovano posto Manzoni e Gassman, Pasolini e il commissario Montalbano, Benigni e Pirandello, oscuri maestri elementari e professori di educazione fisica, poesia, romanzo e teatro, Andrea Camilleri e Tullio De Mauro raccontano come la lingua esprima chi siamo veramente. E una profonda, giusta, verità: in Italia abbiamo tante lingue. Novembre 2014 FILOSOFIA NEL MONDO A cura di VIRGILO MELCHIORRE Un opera originale che affianca alla storia del pensiero occidentale quella altrettanto ricca ma meno esplorata delle culture non europee, presentando i contributi dei maggiori studiosi della filosofia islamica, del mondo ebraico, della tradizione latino-americana, del continente africano, dell India, dell Estremo Oriente e del Pacifico. Vero e proprio atlante del pensiero, questo libro offre uno strumento rigoroso ma accessibile per il dialogo interculturale che il mondo contemporaneo ci obbliga ad affrontare: risalendo alle radici delle più significative tradizioni culturali, restituisce tutta la ricchezza della trama di corrispondenze che ha dato forma al pensiero umano come lo conosciamo oggi. Febbraio 2015? ARTE. Perché certe cose sono opere d arte? MAURIZIO FERRARIS Gli antichi sono oggettivisti in tutto, e dunque anche nell arte, ossia ritengono che le proprietà estetiche siano immanenti alle opere. I moderni sono soggettivisti, dunque ritengono che le opere siano tali in quanto manifestano lo spirito umano. L ultimo risultato di questa tendenza, che viene apertamente allo scoperto con il romanticismo, è l arte concettuale del Novecento, secondo cui qualunque cosa può essere un opera d arte, purché una comunità umana, o un gruppo di esperti, o al limite il suo autore, la consideri tale. Marzo 2015 Dicembre 2014 Fondata sulla cultura. Arte, Scienza e Costituzione GUSTAVO ZAGREBELSKY La società non è la somma di rapporti bilaterali concreti, tra persone che si conoscono reciprocamente. È un insieme di rapporti astratti di persone che si riconoscono come appartenenti a una medesima cerchia umana, senza che gli uni nemmeno Lo schermo del pensiero. Cinema e filosofia UMBERTO CURI Il cinema può essere considerato un testo ricchissimo di temi e motivi propriamente filosofici. Lo dimostra Umberto Curi analizzando alcuni dei grandi film comparsi negli ultimi vent anni, da La messa è finita a Nove settimane e mezzo, da Adele H. a Eyes Wide Shut : a partire da temi come l amore, la guerra, il potere, il tempo, la memoria, l analisi filosofica mette in evidenza come il cinema riesca nell impresa straordinaria di rendere visibile l intellegibile, di tradurre il pensiero in immagini

12 Iniziative Culturali e Eventi Iniziative Culturali e Eventi Marzo/Aprile 2015 La sezione aurea: il grande mistero di un piccolo numero Tra i tanti numeri della matematica ce n è uno così prezioso e affascinante che è detto numero aureo o sezione aurea o proporzione divina. Vale 1, e, sebbene sia definito attraverso la matematica, è sorprendentemente connesso all arte, alla musica, alle dimensioni del nostro corpo, alla botanica, alla biologia,... I Frattali: un linguaggio per descrivere le meraviglie del mondo Già nel `600 Galileo asseriva che il libro della natura è scritto in lingua matematica ed i suoi caratteri sono triangoli, cerchi ed altre forme geometriche. Negli anni il matematico polacco Benoit Mandelbrot ha ideato i frattali come nuove forme geometriche più idonee per descrivere ciò che ci circonda e grazie al computer è possibile analizzare e visualizzare la loro complessa e variegata struttura. Tutto è numero: viaggio alle origini del contare Tutti noi oggi scriviamo i numeri mediante il sistema di numerazione decimale indo-arabo ; ma, quando è entrato in uso? Perché si chiama così? Si cercherà di rispondere a queste domande illustrando anche i modi di scrivere i numeri presso le antiche civiltà: Sumeri, Babilonesi, Egiziani, Greci, Ebrei, Maya, Incas, Aztechi, Cinesi, Romani, Arabi. ALBERI. PROGETTO E NATURA Giornata dedicata alla conoscenza degli alberi e alla progettazione del verde. Visita al Parco di Bosco Albergati Maggio 2015 via Lavichielle 6, località Cavazzona di Castelfranco Emilia a cura di: Archivio Architetto Cesare Leonardi - La Città degli Alberi in collaborazione con Università Natalia Ginzburg (distretto di Vignola e comitato di Castelfranco Emilia) Programma ll progetto di Cesare Leonardi per l ampliamento del giardino storico di Villa Albergati è stato avviato nel 1990 attraverso la costruzione di un nuovo bosco di pianura costituito da una ampia varietà di specie arboree ed arbustive su un suolo di 40 ettari. La modalità con cui è stato realizzato rappresenta un modello replicabile per la progettazione del verde e del territorio. La giornata prevede due momenti di approfondimento. La mattina saranno illustrate le fasi della costruzione. Nel pomeriggio si effettuerà un sopralluogo nel giardino storico e nel parco illustrando le specie e le condizioni di attecchimento e ambientamento degli alberi. Bosco Albergati e la Struttura Reticolare Acentrata Franca CatTelani - Università di Modena Maggio 2015 Il dramma dell uomo esiliato. Perché un uomo rifiutato uccide la donna che l ha rifiutato? RICCARDO DE PIETRI con un racconto di GIORGIA RIGHI Perché alcuni uomini picchiano le loro donne? Perché un uomo che crede di amare la sua donna, può arrivare a ucciderla se si sente rifiutato? E possibile prevenire questo tipo di omicidio? Da dove viene la profonda convinzione di questi uomini di poter mettere in atto i loro comportamenti violenti, e la disperazione che li assale subito dopo averli agiti? Quali sono le forse interiori che muovono la violenza di un uomo e che cosa può fare la società, per cercare di prevenirla e di ricondurla nell ambito di una ragionevole convivenza? Tra il 1970 e il 1985 Cesare Leonardi affronta una serie di progetti in cui il tema dell uso pubblico dei parchi pone la questione fondamentale di suddivisione dello spazio in ambiti di appartenenza: quello degli alberi e quello degli uomini. Su questo presupposto Leonardi elabora un sistema di progettazione del territorio che chiama Struttura Reticolare Acentrata (S.R.A.), fondato sui concetti di rete, tessuto e metamorfosi. Nell applicazione pratica la S.R.A. offre una scrittura del territorio basata sul ripetersi di poligoni irregolari ad intervalli costanti e attraverso la successione nodo-asta di collegamento. Così avviene nel progetto per Bosco Albergati, unico esempio realizzato. Nella Città degli Alberi di Bosco Albergati Leonardi progetta l espansione del bosco storico con l obiettivo di riproporre aree boschive nella pianura padana per offrire un ambiente florido e ricco alle future generazioni. La Struttura Reticolare Acentrata costituisce una traccia nascosta per la crescita e per le successive trasformazioni del parco, che oggi mostra quanto hanno fatto la natura e il tempo assecondando l assetto ideato dal progettista e talvolta anche modificandolo. CONFERENZE IN COLLABORAZIONE CON LA FEDERCONSUMATORI 1. Acqua, energia e gas 2. La tutela del cittadino turista 3. Telefonia Si svolgeranno in tutti Comuni del Distretto con data da definire

13 Iniziative Culturali e Eventi Iniziative Culturali e Eventi Viaggi e visite guidate come strategie di formazione e conoscenze Promuovere la partecipazione ad eventi ed itinerari di interesse storico, artistico e ambientale, significa per l Università svolgere un azione complementare e funzionale alla crescita culturale promossa all interno dei corsi e delle diverse iniziative svolte. Un modo diverso ed efficace per apprendere e ampliare il proprio bagaglio di conoscenze. Oltre a questo aspetto, più strettamente legato alla dimensione formativa e didattica, i viaggi e le uscite di gruppo assumono un valore sociale che asseconda una concezione della vita (fondamentale per il progetto educativo della nostra Università) che supera l individualismo in funzione del bene comune generando e rigenerando interessi, condivisione, curiosità, amicizia, voglia di stare insieme. BOLOGNA - Conoscere Bologna percorsi di approfondimento sugli aspetti artistici, storici e architettonici della città MODENA - Alla scoperta di Modena medioevale e Modena barocca DUBLINO (Irlanda) - viaggio di approfondimento linguistico-culturale-ambientale in continuità con il corso di inglese FRANCIA - viaggio di approfondimento linguistico-culturale-ambientale in continuità con il corso di francese avanzato in Normandia ISTRIA (Croazia): Parenzo e Pola aprile/maggio Viaggi di scoperta e studio della storia romana di un territorio dell alto Adriatico orientale. PARENZO (Porec): complesso vescovile della Basilica Eufrasiana. E situato nel centro storico della città e costituisce un eccezionale esempio di architettura religiosa degli inizi dell era romana. POLA (Pula): l Arena è uno tra i sei anfiteatri maggiori dell impero romano; è ancora in un ottimo stato di conservazione e viene continuamente utilizzata. MILANO: Visita all Expo (giugno 2015) Nel mese di aprile 2015 si terranno due incontri per conoscere la storia e l arte dei due monumenti, nonché gli altri aspetti interessanti dei luoghi programmati per la visita. Animatore: Ennio Draghicchio Escursioni primaverili Visto il successo dello scorso anno, riproponiamo tre escursioni primaverili in collaborazione con il Gruppo al Palèsi - Amici del Museo che gestisce da 30 anni il Museo civico di Vignola Augusta Redorici Roffi. Salse di Nirano, Maranello (MO) Nelle colline a pochi chilometri da Maranello, all interno del Parco delle Salse di Nirano, si possono osservare i caratteristici vulcanetti limivori dalle cui bocche si ha la fuoriuscita di acqua, fango, gas metano e idrocarburi; per questa loro caratteristica sono state uno dei primi campi di estrazione di idrocarburi d Italia. Alcuni coni superano i 2m di altezza mentre altri sono in fase di formazione e altri si sono spenti. Di estremo interesse risulta essere la flora legata alle salse; qui troviamo particolari graminacee, adattate alle soluzioni saline che fuoriescono dai coni. I percorsi a piedi non presentano particolare difficoltà, è consigliato l uso di scarponcini da passeggiata. Bisogna portarsi l acqua da bere da casa e si pranzerà al sacco. Salse di Ospitaletto, Marano sul Panaro (MO) - Cascate del Bucamante, Granarolo, Serramazzoni (MO) Nei pressi della frazione di Ospitaletto si possono osservare delle salse simili alle Salse di Nirano, se si fa eccezione per la minor grandezza dei coni e per la minor estensione areale. Nei pressi delle Salse di Ospitaletto è possibile vedere i resti di una vecchia fornace per la cottura del calcare per la produzione di calce. Invece nella frazione di Granarolo, seguendo il sentiero, è possibile visitare la fresca e boscosa valletta del Bucamante. Lungo il percorso si può osservare come la deposizione di calcare (travertino) sul letto del ruscello crei forme molto particolari. Il sentiero si snoda all interno di un bellissimo bosco con la flora caratteristica della media collina (carpini, frassini, ciliegi, ecc ). Con un po di fortuna e attenzione sarà possibile vedere all interno del corso d acqua gli ultimi rari esemplari di gambero d acqua dolce, indici di ottima qualità dell acqua. Le salse di Ospitaletto non mostrano alcuna difficoltà di visita ed è presente una fontana per prendere l acqua. Più impegnativo è il sentiero del Bucamante dove è necessario munirsi di scarponcini; qui bisogna avere già l acqua da bere con sé. Il pranzo è al sacco o al ristorante. Fanano (MO) - Cascate del Doccione, Fellicarolo, Fanano (MO) Custodite all interno del Parco Regionale dell Alto Apppennino Tosco-Emiliano, si trovano le cascate del Doccione. Immerse nelle fresche faggete tipiche dell Appennino, le cascate si trovano lungo il percorso del torrente Fellicarolo le cui acque hanno inciso nel tempo le arenarie delle serie torbiditiche che caratterizzano tutta la zona dell alto Appennino modenese. Lungo le pareti rocciose che costeggiano la strada, con un buon colpo d occhio, è possibile vedere i tipici quarzi ialini che si trovano nella zona. All interno delle arenarie non è raro trovare numerosi frustoli vegetali. I percorsi a piedi non presentano particolare difficoltà, ma è consigliato l uso di scarponcini da passeggiata. Bisogna portarsi l acqua da bere e si pranzerà al sacco

14 Iniziative Culturali e Eventi Iniziative Culturali e Eventi Le cascate del Doccione Aprile 2014, viaggio dei corsisti di francese, la Cattedrale di Orleans Le salse di Ospitaletto - Marano sul Panaro 26 27

15 Domenico Simonini Cerca anche nel sito... Centro Integrato di educazione permanente Jacopo Barozzi - Vignola (Modena) Il Centro Integrato di Educazione Permanente Jacopo Barozzi ha sede in Piazzetta Ivo Soli, 1 a Vignola (Modena) presso i locali della ex Scuola Media Jacopo Barozzi. Il Centro si è costituito nell anno formativo 2003/2004 sulla base di un protocollo di intesa tra i seguenti soggetti: * Unione Terre di Castelli * Università Natalia Ginzburg Distretto di Vignola * Centro Territoriale Permanente per l educazione degli adulti (CTP) R ete CENTRO NUOTO VIGNOLA Centro Polivalente Intercomunale Vignola Tel.059/ ORARIO INVERNALE nuoto libero martedì-venerdì 20,30-22,30 sabato-domenica 10,00-12,30 martedì 07,00-08,30 venerdì 07,30-10,00 ORARIO ESTIVO: 09,30-19,30 tutti i giorni centro nuoto Vignola Persone Risorse Territorio AURIS BIBLIOTECA COMUNALE Francesco Selmi di Vignola Tel.059/ APERTURE ORDINARIE lunedì 14,30-19,00 da martedì a venerdì 09,00-19,00 sabato 09,00-13,00 L apertura ordinaria non subirà variazioni durante il periodo estivo AURIS Biblioteca comunale Francesco Selmi di Vignola APERTURE STRAORDINARIE lunedì-mercoledì 20,30-23,00 sabato-domenica 15,00-19,00 29

16 Domenico Simonini Domenico Simonini Domenico Simonini Città e Campagna, Vignola (Mo), 1989, Domenico Simonini con Raffaele De Grada Domenico Simonini nasce a Vignola nel 1952 da una famiglia di insegnanti: la madre Marta Magni è maestra, il padre Giacomo professore di educazione artistica. Domenico, secondogenito, cresce in ambiente artistico, essendo il padre pittore, classe Il padre Giacomo, particolarmente dotato, aveva frequentato la scuola d arte, e dopo aver trovato lavoro alla Richard Ginori, in tempo di guerra fu spedito in Grecia come ufficiale. Al ritorno si dedicherà, per il resto della vita, all insegnamento dell educazione artistica: Per quelli della mia generazione, che ha vissuto con l entusiasmo raggiunto della maturità gli anni del dopoguerra, gli uomini e le donne della provincia emiliana sono apparsi come l esempio di un Italia semplice e onesta che ha sempre operato senza sotterfugi, doppiezze e tutte quelle belle qualità che hanno creato una certa diffidenza intorno al nostro Paese. E quando ho conosciuto Giacomo Simonini, attraverso il suo adorato figlio Domenico, validissimo pittore ed incisore, di quelli che si son fatti un nome senza leccare le scarpe di coloro che contano, ho avuto la conferma di quanto quella opinione sugli emiliani fosse giusta (Raffaele De Grada, 1985). GLI ESORDI Domenico segue le orme del padre: dopo gli studi all Istituto d Arte Venturi di Modena e all Accademia di Bologna, si fa subito notare nella sua provincia. Rinuncia all in- segnamento pur avendo i titoli, e nel 1978 debutta con un ampia personale, presentato da Raffaele De Grada, al Palazzo Pretorio di Trento e a Palazzo Rosmini Serbati di Rovereto. Un suo grande dipinto rimarrà al Museo Diocesano Tridentino e un altro al Centro Clesio Rosmini di Rovereto. Raffaele De Grada, che aveva colto le sue capacità espressive, diceva di lui: Dopo tanti anni da quella prima ondata di realismo espressivo ritroviamo tra i giovani d oggi una seria ripresa di quella tendenza e un esempio dei più convincenti è quello di Domenico Simonini. L interesse per il suo lavoro varca i confini. Viene ospitato su invito a Vienna (Palazzo Steinberg), sede dell Istituto Italiano di Cultura e di seguito a Monaco di Baviera, Amburgo, Bruxelles, Parigi e Milano.... il fatto che questo giovane non si sia adeguato a seguire gli euforismi di breve durata degli anni passati è altamente significativo. Esso infatti ha realizzato con fermezza i suoi ideali, il suo modo di lavorare è rappresentato da grandi superfici perseverando sempre nel suo inconfondibile stile (Maria Eichinger, Monaco) Poi l incontro con Roma, al fianco di Renzo Vespignani, grazie al quale produce una serie di trenta incisioni di grande formato, che gli permetteranno di essere inserito nell elenco dei più prestigiosi incisori italiani. Riceve il diploma accademico di incisore Luigi Servolini di Livorno, patron Massimo Carrà. E più volte segnalato al Bolaffi da Paolo Bellini e vince numerosi premi nazionali, tra i quali spiccano quelli di Manciano, Modica, Oderzo e Nova Milanese. Il professor Roland Paris - presidente di Intergrafik di Berlino (DDR) - lo invita a rappresentare gli incisori italiani nel mondo, acquistandone diverse opere. A seguire, le opere di Simonini saranno acquisite dal CEIC di Tokyo. Domenico non approfitta della riproducibilità della tecnica, preferisce i pennelli, dove il risultato è più immediato. Nel 1982 stringe un rapporto di amicizia - che durerà nel tempo - con Raffaele De Grada, il quale lo introdurrà nell ambiente culturale milanese. Ed è qui che, assieme alla pittrice Maria Luisa Simone, darà vita a un movimento culturale intitolato Città e campagna. Tali artisti non saranno uniti da un senso estetico comune, bensì da un impegno etico-morale. Raffaele De Grada sosterrà questa tesi, condivisa ed appoggiata da altre personalità della cultura come Alberico Sala, Alberto Samonà, Giovanni Testori, Ludovico Geymonat e Paolo Vallorz

17 Domenico Simonini Domenico Simonini E a Milano, presso la galleria Carini e la Fondazione Marco Mantovani, che inizia il lungo percorso di mostre in varie località d Italia. Prezioso è il suo apporto nell organizzazione e nei rapporti con gli artisti, che di volta in volta ne faranno parte. Tra questi citiamo: Ivan e Luciano Zanoni, Pablo Atchugarry, Bruno Ritter, Marco Mantovani, Filippo Alto, Enzo Bellini, Aldo Rontini, Floriano Fabbri, Giovanni Blandino, Romano Botti, Albino Rossi, Elvio Marchionne, Marino Quartieri, Giorgio Burnelli. L idea di Città e Campagna ha sorretto per anni, in successive esposizioni da Modena a Cortina d Ampezzo, a varie località dell Emilia e della Lombardia, l azione comune di questi e altri artisti che si sono assunti i problemi del difficile rapporto tra la civiltà industriale, con tutti gli elementi negativi della società post-industriale (inquinamento, ingorghi e disfunzioni tecnologiche, minacce alla qualità della vita) e la perdurante civiltà contadina con tutto il complesso di inferiorità che esso comporta. (da cat. Edizioni Electa, Milano, 1989) Domenico si sente parte di una grande famiglia. Milano è la sua seconda casa e per vent anni assieme a De Grada è presente nelle manifestazioni culturali della città. La critica lo apprezza (recensioni particolarmente positive si hanno dalla rivista Arte Mondadori e dal quotidiano Il Corriere Della Sera). Simonini, nonostante il successo, non dimentica la sua terra e organizza nella Rocca di Vignola un esposizione di Città e Campagna. Nel 1991 il Comune di Modena gli ordina una mostra personale nel Palazzo Comunale, presentata da Raffaele De Grada e da Michele Fuoco. Nella città estense attira la simpatia e la stima del maestro Luciano Pavarotti, che acquisterà una sua grande opera per il suo centro Club Europa 92. Poi Simonini irrompe a Parigi e va a risiedere nel quartiere di Montparnasse, scegliendo i musei come fonte di ispirazione per la sua arte. Scrive in proposito De Grada:... nei musei Simonini non è andato per copiare le opere dei grandi maestri, non ha dipinto degli omaggi dei d après. Egli ha trascorso ore ed ore nei musei per imparare, per studiare. Così non è diventato un citazionista, ma un vero pittore dell oggi. Non ha nemmeno respirato l aria di un grande maestro, né di Picasso, né di Klee, né di Pollock, né di Bacon. In fondo, pur ammirandoli, egli li ha considerati i paradossi della nostra civiltà, ha rispettato la folla dei suoi colleghi succubi dei Maestri, ma ha preferito cercare ispirazione nei giardini, nei caffè, sui marciapiedi della città, commuoversi davanti ai fiori, ai pon- Carnevale a Venezia, Le procuratie vecchie, Venezia, 2011 Carnevale a Venezia, Palazzo ducale, Venezia,

18 Domenico Simonini Domenico Simonini La sua attività non riguarda solo se stesso. Molto importante è il suo impegno per gli altri: istituisce spazi pubblici e privati, organizza e cura mostre di artisti dell Ottocento e Novecento, aiuta i giovani e chiunque gli chieda consiglio. Scrive ancora De Grada: Simonini dipinge buoni quadri che piacciono a quelli che lo conoscono, lo ammirano e gli chiedono le sue opere. Per ora non suscita molte invidie dei suoi colleghi. E una conferma o una disgrazia? Il nostro pittore, sereno nell oggi, attende fiducioso il domani. COLLEZIONI PUBBLICHE E PRIVATE: Milano, Palazzo Isimbardi, Collezioni della Provincia Trento, Museo Diocesano Rovereto, Palazzo Rosmini Serbati Collezione Staudacher, Castel Ivano Fracena Lerici, Museo d Arte Contemporanea Roma, Palazzo ENASCO Trapani, Museo di Marsala Oderzo, Pinacoteca Alberto Martini Bagnacavallo (Ravenna), Gabinetto delle stampe Modena, Collezioni della Provincia Comune di Montichiari (BS) - Comune di Manciano (GR) - Berlino Intergrafik - Pescherie, Venezia, 2013 Carnevale a Venezia, Riva degli schiavoni, Venezia, 2012 ti della Senna, al tavolo di una crepèria parigina, trasportandolo anche altrove, a Venezia nei giorni del carnevale, davanti ai banchi della pesca, nella splendida cornice del Caffè Florian. Domenico non si isola. La sua casa è aperta ed è meta di amici e pittori. Allaccia relazioni con personalità della cultura. Tra i nomi più altisonanti annoveriamo Paolo Vallorz, Jean CLair, Giuseppe Stival e Sergio Ortega. In questo periodo propizio, dall unione affettiva con Maria Rita, nasce la sua amatissima Jasmine. Nel 2006 viene invitato, come ospite d onore, dal deputato Md.me Irene Tharin al Salon d Art de Seloncourt. La stampa, in particolare l Est Republican e Le Pays, lo consacra come Maestro italiano nell anima e nel colore, figurativo per natura. Secondo la stampa d oltralpe, infatti: L arte di Domenico Simonini è di grande valore. Questo artista è assolutamente rappresentativo di questa 26esima mostra d arte caratterizzata dal rinnovo. La produzione negli ultimi due decenni è ispirata ai suoi lunghi e ripetuti soggiorni parigini. Nel suo Paese gli vogliono bene, e per ricambiare, raduna dai suoi estimatori più di sessanta opere che vengono esposte alla Pinacoteca del Montirone ad Abano Terme (PD), in una mostra curata dal Prof. Augusto Alessandri. Nel 2008 Raffaele De Grada presenta una sua mostra antologica dal titolo Un indipendente del nostro tempo al castello di Levizzano Rangone (MO) e, a seguire, alla rocca dei Bentivoglio di Bazzano (BO)

19 Domenico Simonini Domenico Simonini Comune di Nova Milanese (MI) - Castel del Rio, sala Magnus (BO) - Comune di Casaleone (RO) - Comune di Modica (RG) - Acqui Terme (AL) Collezione Paolo Vassallo, La modella per l arte Attilio Montorsi Collection BIBLIOGRAFIA Raffaele De Grada, Domenico Simonini, Trento-Rovereto (MO) 1979 FG ediz. Raffaele De Grada, Domenico Simonini, Wien, München, Brussel (MO) 1980 FG ediz. Raffaele De Grada, Arte a Marsala, (TR) 1983 Galleria Civica ediz. Raffaele De Grada, Città e Campagna, (MO) 1984 Centro Sala ediz. Maurizio Agnellini, Arte Contemporanea Italiana, (MI) 1984 Fenice ediz. Paolo Levi, Bolaffi grafica, (MI) 1984 G. Mondadori ediz. Raffaele De Grada, Città e Campagna, Cortina D Ampezzo 1984 Centro Sala ediz. Raffaele De Grada, Memoria del paese, Locorotondo 1985 Regione Puglia ediz. Angelo Bonuccelli, Carnevale e maschere, Viareggio 1985 Comune di Viareggio ediz. Paolo Bellini, Bolaffi Grafica, (MI) 1985 G. Mondadori ediz. Luciano Luisi, Un panorama di tendenze, Castel S. Angelo Roma 1986 Newton Compton ediz. Raffaele De Grada, III Biennale Sarda, (CA) 1986 Bramante ediz. Giancarlo Tamagnini, Carnevale e maschere, Viareggio 1987 Comune di Viareggio ediz. Ronald Paris, Intergrafik DDR, Belino 1987 Intergrafik ediz. Nicoletta Colombo, Città e campagna (MI) 1987 G. Carini eidz. Mario D Micheli, Incisori Italiani, (MI) 1987 Vangelista ediz. Raffaele De Grada, Lo Spluga, Palazzo Bagatti Valsecchi, (MI) 1988 Regione Lombardia ediz. Raffaele De Grada, IV Biennale Sarda, (CA) 1988 Electa ediz. Alberico Sala, Città e campagna, Vignola 1989 Electa ediz. Vittorio Staudacher, L uomo, l albero, il fiume, (TR) 1990 Castel Ivano ediz. Raffaele De Grada, Le ragazze sul corso, (MI) 1990 Arte Mondadori ediz. Ronald Paris, Intergrafik DDR, Berlino 1990 Intergrafik ediz. Raffaele De Grada, Domenico Simonini, Comune di Modena, 1990 Arbe ediz. Mario Pistono e Franco Bozzi, Pittori a Todi, (PG) 1992 Perusia ediz. Raffaele de Grada, Cascina Roma, S. Donato Milanese, 1994 Vangelista ediz. Michele Fuoco, Solidarietà d artista, (BO) 1995 Italcards.bo ediz. Maurizio Agnellino, Arte Emilia Romagna, (MI) 1995 Fenice ediz. Giorgio Trentin, IV Biennale D incisione Alberto Martini, Oderzo 1996 Edit Master ediz. Michele Fuoco, Raffaele De Grada, Da Mattioli a Simonini, (MO) 1996 Ruggeri ediz. Raffaele De Grada, Domenico Simonini Paris, (MI) 2000 Ad Acta ediz. Claudio Rizzi, Autoritratti d anima, (MI) 2000 Ad Acta ediz. Giorgio Trentin, I Biennale Campobasso, (CB) 2000 Vitmar ediz. Michelangelo Benvenuto, Domenico Simonini, Foggia (FG) 2002 Arte e Carte ediz. Claudio Rizzi, Profilo d artista, (MI) 2003 Ad Acta ediz. Claudio Rizzi, Fotogrammi Silenti, Domenico Simonini, (MI) 2003 Ad Acta ediz. Bar russe Rasputin, Parigi, 2013 Jardin du Luxembourg, Parigi,

20 Domenico Simonini L.I.D.D.- VIGNOLA Samuel Buhler, Raffaele De Grada, Salon D art Seloncourt, Francia 2006 Mettez ediz. Guido Folco, Memoria e ricordi, Domenico Simonini, (TO) 2007 Italia Arte ediz. Raffaele De Grada, Un indipendente del nostro tempo Domenico Simonini, (MO) 2008 FG ediz. Raffaele De Grada, Città e campagna, (MO) 2009 F6 ediz. Paolo Vassallo, La modella per l arte, AL 2011 Viscardi ediz. Claudio Rizzi, Bice Bugatti, G. Segantini, (MI) 2011 Ad Acta ediz. Antologia critica Raffaele De Grada, Alberico Sala, Giorgio Ruggeri, Paolo Levi, Michele Fuoco, Claudio Rizzi, Guido Folco, Mario Portalupi, G.Toni Hoffman, Gianni Cavazzini, Ferruccio Veronesi, Paolo Vallorz, Augusto Alessandri, Sophie Dougnal, Alain Roy, Franco Basile, Gian Pacher, Nazario Boschini, Elena Calandra, Carlo Occhipinti, Stefano Ghiberti, Talieno Manfrini, Luciano Anceschi, Antonio Zinni, Eugenio Tangerini, Giuseppe Turroni, Giovanni Ferro, Nicoletta Colombo, Arrigo Brombin, Marie Eichinger, Graziella Martinelli Braglia, Paolo Vassallo. Corriere della sera, Resto del carlino, La repubblica, La stampa, L unità, Il piccolo, Il messaggero, La gazzetta, L Adige, L est repubblicain, Il Pays, Il giorno, Gente, Oggi, Sì, Novella 2000, Rai 1, Rai 2, Rai 3, Canale 5, TRC Modena, TV qui Modena Città e Campagna, Milano, 1987, L. Geymonat, M.L. Simone, D. Simonini, R. De Grada, L. Colombo L università e il sistema integrato per la scuola e la formazione L.I.D.D. Laboratorio di Innovazione e Documentazione Didattica Un insieme di proposte rivolte agli insegnanti, ai genitori, ai nonni, agli alunni, e a chiunque abbia a cuore il tema dell educazione Scuola: Pedagogia e Temi Educativi Scuola e Didattica Scuola ed Educazione Ambientale Scuola ed Integrazione LABORATORIO INNOVAZIONE DIDATTICA E DOCUMENTAZIONE Scuola Cultura e Storia Molte proposte sono gratuite. Altre richiedono un modesto contributo per le spese organizzative. Alcune prevedono una quota di iscrizione

Anno accademico 2015/2016

Anno accademico 2015/2016 Anno accademico 2015/2016 Pag. INTRODUZIONE Gli obiettivi dell Università... 004 Chi siamo e con chi collaboriamo... 006 Organi di gestione... 008 Referenti Comitati Comunali... 009 Regolamento e iscrizioni...

Dettagli

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino LA SCUOLA PRIMARIA Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino 1 Istituto Comprensivo Savignano sul Panaro PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2014-2015

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SEZIONE 4 ANNI BLU

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SEZIONE 4 ANNI BLU Istituto Comprensivo di Soliera Scuola dell infanzia Muratori Anno scolastico 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SEZIONE 4 ANNI BLU Insegnanti: Reggiani Simona, Drago Maria Concetta, Ciambellini

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

l incontro ATTIVITÀ 2012-2013 associazione culturale

l incontro ATTIVITÀ 2012-2013 associazione culturale l incontro associazione culturale ATTIVITÀ 2012-2013 Modena via Canaletto, 100 Tel./fax 059 315694 E-mail: incontro@comune.modena.it Sito web: incontromo.altervista.org col patrocinio del Un programma

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Iniziative trascorse 2015

Iniziative trascorse 2015 Iniziative trascorse 2015 Domenica 4 gennaio 2015, ore 16,30. Formigine, Sala Loggia (P.za della Repubblica, 5): Incontro su Le feste tradizionali del periodo natalizio, con letture in italiano e in dialetto

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO MINEO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA Anno scolastico 2013/2014 Premessa Educare, sostenere e incrementare attività

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

CARTA ICOMOS DI ENAME

CARTA ICOMOS DI ENAME TERZA VERSIONE RIVEDUTA 5 Luglio 2005 CARTA ICOMOS DI ENAME PER L INTERPRETAZIONE DEI SITI DEL PATRIMONIO CULTURALE Preambolo Obiettivi Principi PREAMBOLO Cosi come la Carta di Venezia ha stabilito il

Dettagli

a MILANO Palazzo della Ragione Fotografia Italia Inside Out a cura di Giovanna Calvenzi

a MILANO Palazzo della Ragione Fotografia Italia Inside Out a cura di Giovanna Calvenzi a MILANO Palazzo della Ragione Fotografia a cura di Giovanna Calvenzi La più grande mostra di fotografia mai dedicata all Italia in due momenti distinti ma collegati: INSIDE 21 marzo 21 giugno 2015: i

Dettagli

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS Iniziative 2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS via Aldighieri, 40-44121 Ferrara - www.associazionegiulia.com - info@associazionegiulia.com Testata: La Nuova Ferrara Edizione:

Dettagli

RELAZIONE MORALE ANNO 2010

RELAZIONE MORALE ANNO 2010 RELAZIONE MORALE ANNO 2010 Nel corso del 2010, il Gruppo Dirigente ha proseguito la propria attività nel solco degli scopi fissati dallo statuto associativo, impegnandosi in primo luogo nella promozione,

Dettagli

Via Monticelli, 138 Ascoli Piceno 63100 Tel.3282089662-3387657179 amicinellanatura.ass@libero.it C.F. 92051000443

Via Monticelli, 138 Ascoli Piceno 63100 Tel.3282089662-3387657179 amicinellanatura.ass@libero.it C.F. 92051000443 RELAZIONE ANNUALE 214 Via Monticelli, 138 Ascoli Piceno 631 Tel.328289662-3387657179 amicinellanatura.ass@libero.it C.F. 9251443 SOMMARIO 1. Obiettivi e priorità 2. Il 214 in sintesi 3. Bilancio 214 e

Dettagli

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia.

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia. 1. Macroarea progettuale 4 CREATIVITA ED ESPRESSIVITA 2. Coordinatore progetto DE MARCHI ANTONIETTA. 3. Obiettivi Sviluppare la creatività e la manualità. Potenziare lo sviluppo della motricità fine e

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Università Popolare Età Libera della Calabria

Università Popolare Età Libera della Calabria Università Popolare Età Libera della Calabria Associazione di promozione sociale aderente a PROGRAMMA DEI CORSI XVII A.A. 2012/2013 con il patrocinio del Comune di Paola e la collaborazione del Centro

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 ORGANIZZAZIONE La scuola accoglie i bambini da 3 a 6 anni. E aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 7,30

Dettagli

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo)

Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Regolamento nazionale ANPI (in attuazione dell art. 5 comma 2 lettera f dello Statuto associativo) Art. 1 L iscrizione 1. Tutti possono chiedere l iscrizione all ANPI, alle condizioni previste dallo Statuto

Dettagli

PREMIO INTERNAZIONALE DELL ARTE DELLA CREATIVITA E DELLA CULTURA PESARO ARTE 2015. I edizione

PREMIO INTERNAZIONALE DELL ARTE DELLA CREATIVITA E DELLA CULTURA PESARO ARTE 2015. I edizione PREMIO INTERNAZIONALE DELL ARTE DELLA CREATIVITA E DELLA CULTURA PESARO ARTE 2015 I edizione RASSEGNA D ARTE CONTEMPORANEA PITTURA SCULTURA - FOTOGRAFIA L Associazione culturale internazionale VerbumlandiArt,

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA - SECONDARIA DI PRIMO GRADO Via Porrettana 258 40037 SASSO MARCONI tel.051.841185 fax 051-843224 e-mail: ic.sassomarconi@libero.it -

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia Anno Accademico 2013-2014

Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia Anno Accademico 2013-2014 PONTIFICIA FACOLTÀ TEOLOGICA DELL ITALIA MERIDIONALE Sezione SAN LUIGI Via Petrarca, 115-Napoli Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia Anno Accademico 2013-2014 Indirizzi Percorsi di arte e teologia

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Associazione Culturale di Promozione Sociale Ars in Urbe

Associazione Culturale di Promozione Sociale Ars in Urbe Associazione Culturale di Promozione Sociale Ars in Urbe L Associazione Culturale di Promozione Sociale Ars in Urbe si è costituita il 2 Marzo 2011 e registrata ad Acilia (Roma) il 3 Marzo 2011, n. 1895.

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo!

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Monza, 30 maggio 2016 Comunicato stampa Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Parco e Autodromo - Sport e Cultura Domenica 12 giugno 2016 FAIrun nasce dalla volontà di unire cultura

Dettagli

VACANZE STUDIO ITALIA MARINA DI ASCEA -SAPARCO NAZIONALE DEL CILENTO E DEL VALLO DI DIANO VILLAGGIO OLIMPIA

VACANZE STUDIO ITALIA MARINA DI ASCEA -SAPARCO NAZIONALE DEL CILENTO E DEL VALLO DI DIANO VILLAGGIO OLIMPIA INPDAP e I SOGGIORNI STUDIO 20 anni di Soggiorni Studio, tante generazioni di giovani che grazie all Istituto hanno avuto modo di confrontarsi con una esperienza all estero, dando loro una visione più

Dettagli

c o n t e m p o r a n e i

c o n t e m p o r a n e i P e r c o r s i c o n t e m p o r a n e i PROGETTO SCUOLE CHI SIAMO Rovescio è un associazione culturale non profit e una comunità con l obiettivo di coinvolgere chiunque desideri intraprendere a Roma

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

QUESTIONARIO GENITORI MODELLO INVALSI COMPILAZIONE ON LINE DAL 10.06.2014 AL 29.06.2014 158 risposte

QUESTIONARIO GENITORI MODELLO INVALSI COMPILAZIONE ON LINE DAL 10.06.2014 AL 29.06.2014 158 risposte QUESTIONARIO GENITORI MODELLO INVALSI COMPILAZIONE ON LINE DAL 1.6.14 AL 29.6.14 158 risposte Riepilogo CHI COMPILA IL QUESTIONARIO? Genitore 1 88 56% Genitore 2 36 23% Entrambi i genitori 32 % Altra persona

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

SICUREZZA E : CITTADINANZA LEGALITA

SICUREZZA E : CITTADINANZA LEGALITA ISTITUTO COMPRENSIVO G.GALILEI Scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo grado VIA CAPPELLA ARIENZO TEL. 0823/755441 FAX 0823-805491 e-mail ceee08200n@istruzione.it C.M. CEIC848004 Sito web www.scuolarienzo.it

Dettagli

Meraviglie. Mostra Alice nel Paese delle. Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585

Meraviglie. Mostra Alice nel Paese delle. Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585 Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585 Mostra Alice nel Paese delle Meraviglie Luogo: sala espositiva collocata all interno di un edificio

Dettagli

CONVEGNO VIA EMILIA E DINTORNI PERCORSI ARCHEOLOGICI LUNGO L ANTICA CONSOLARE ROMANA RIMINI, MUSEO DELLA CITTÀ 24 NOVEMBRE 2009 - ORE 9.

CONVEGNO VIA EMILIA E DINTORNI PERCORSI ARCHEOLOGICI LUNGO L ANTICA CONSOLARE ROMANA RIMINI, MUSEO DELLA CITTÀ 24 NOVEMBRE 2009 - ORE 9. Un progetto di CONVEGNO VIA EMILIA E DINTORNI PERCORSI ARCHEOLOGICI LUNGO L ANTICA CONSOLARE ROMANA RIMINI, MUSEO DELLA CITTÀ 24 NOVEMBRE 2009 - ORE 9.30 Ieri crocevia di popoli, linea di confine e decumano

Dettagli

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Titolo: Confronto tra fiabe: Pinocchio e le fiabe di paesi lontani Possibili discipline coinvolte - Italiano, Lingua2 (inglese,

Dettagli

Progetto 5 anni. Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco. Premessa

Progetto 5 anni. Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco. Premessa Progetto 5 anni Premessa Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco L esplorazione di questi elementi così diversi tra loro rappresenta un occasione per stimolare l immaginazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI TORTONA 2) Codice di accreditamento: NZ01098 3) Albo e classe di iscrizione: ALBO

Dettagli

1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012

1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012 1. Corso istituzionale di Formazione politica 2012 Descrizione del progetto L Istituto di Formazione Politica Pedro Arrupe Centro Studi Sociali è per tradizione e per vocazione impegnato nella promozione

Dettagli

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città Genus Bononiae per le Scuole - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città I Sevizi educativi di Genus Bononiae. Musei nella Città hanno elaborato per l anno scolastico 2015-2016 una nuova offerta

Dettagli

DISTRETTO DI ECONOMIA SOLIDALE CARTA DEGLI INTENTI

DISTRETTO DI ECONOMIA SOLIDALE CARTA DEGLI INTENTI DISTRETTO DI ECONOMIA SOLIDALE CARTA DEGLI INTENTI MODENA, GIUGNO 2006 Pagina 1 di 6 Premessa Questo documento nasce dalla volontà di formalizzare l avvio di una rete di soggetti operanti, a vario titolo,

Dettagli

CORSO FORMAZIONE DI BASE BOLOGNA, IL PALLONE, 23-25 GENNAIO 2015

CORSO FORMAZIONE DI BASE BOLOGNA, IL PALLONE, 23-25 GENNAIO 2015 CORSO FORMAZIONE DI BASE BOLOGNA, IL PALLONE, 23-25 GENNAIO 205 ASSOCIAZIONE ITALIANA TURISMO RESPONSABILE Preparato per: Consiglio Direttivo AITR Preparato da: TAVOLO FORMAZIONE Date: February, 205 Report

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

Felice Età FINALITA :

Felice Età FINALITA : Felice Età L Organizzazione Mondiale della Sanità ha adottato il termine Invecchiamento Attivo, per esprimere un concetto d invecchiamento che ottimizza le possibilità di salute, partecipazione e sicurezza,

Dettagli

Anno Scolastico 2007-2008

Anno Scolastico 2007-2008 Tutti i bambini sono semi di luce che cercano ispirazione, guida, armonia e generosità Agli adulti spetta la grande responsabilità di offrire loro un terreno in cui far germogliare la luce che c è in ognuno

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

EDUCAZIONE AMBIENTALE. Che cosa è l Educazione Ambientale?

EDUCAZIONE AMBIENTALE. Che cosa è l Educazione Ambientale? EDUCAZIONE AMBIENTALE Che cosa è l Educazione Ambientale? Un insieme di interventi volti a sviluppare atteggiamenti, comportamenti, stili di vita, che mirano al rispetto e alla salvaguardia ambientale.

Dettagli

Gruppo di lavoro Contabilità ambientale degli Enti Locali. dell Associazione Coordinamento Ag 21 locali Italiane

Gruppo di lavoro Contabilità ambientale degli Enti Locali. dell Associazione Coordinamento Ag 21 locali Italiane Gruppo di lavoro Contabilità ambientale degli Enti Locali dell Associazione Coordinamento Ag 21 locali Italiane CORSO CLEAR CORSO DI FORMAZIONE Contabilità Ambientale degli enti locali e metodo CLEAR edizione

Dettagli

SCUOLA MARIO GALLI V CIRCOLO DIDATTICO SESTO SAN GIOVANNI PROGETTO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE

SCUOLA MARIO GALLI V CIRCOLO DIDATTICO SESTO SAN GIOVANNI PROGETTO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE SCUOLA MARIO GALLI V CIRCOLO DIDATTICO SESTO SAN GIOVANNI PROGETTO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE ANNO SCOLASTICO 2011 / 2012 PREMESSA La complessità della realtà sociale e culturale in cui la scuola opera

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO «V.MUZIO» SCUOLA DELL INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO «V.MUZIO» SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO «V.MUZIO» SCUOLA DELL INFANZIA LA SCUOLA DELL INFANZIA La scuola dell infanzia si rivolge a tutte le bambine e i bambini dai tre ai sei anni di età E la risposta al loro diritto all

Dettagli

PRESENTAZIONE... ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. LE ATTIVITÀ DIDATTICHE... 3 SCUOLA DELL INFANZIA... 4 ZOOLOGIA... 5 Z.1 ANIMALI DA FAVOLA...

PRESENTAZIONE... ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. LE ATTIVITÀ DIDATTICHE... 3 SCUOLA DELL INFANZIA... 4 ZOOLOGIA... 5 Z.1 ANIMALI DA FAVOLA... Indice PRESENTAZIONE... ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. LE ATTIVITÀ DIDATTICHE... 3 SCUOLA DELL INFANZIA... 4 ZOOLOGIA... 5 Z.1 ANIMALI DA FAVOLA... 5 Z.2 - ANIMALI ANIMATI... 5 Z.3 IL MISTERIOSO

Dettagli

VI EDIZIONE PREMIO BIENNALE EMILIO RIZZI 2014 CONCORSO DI PITTURA e CONCORSO DI GRAFICA

VI EDIZIONE PREMIO BIENNALE EMILIO RIZZI 2014 CONCORSO DI PITTURA e CONCORSO DI GRAFICA VI EDIZIONE PREMIO BIENNALE EMILIO RIZZI 2014 CONCORSO DI PITTURA e CONCORSO DI GRAFICA La sesta edizione del Premio Emilio Rizzi è promossa ed organizzata dall Aref - Associazione artistica e culturale

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

IL CURRICOLO VERTICALE

IL CURRICOLO VERTICALE IL CURRICOLO VERTICALE Fiorin: LAVORARE SUL CURRICOLO Imperfezione delle «Indicazioni nazionali» dimensione della ricerca Lavorare su ciò che già c è PUNTI DI RIFERIMENTO Tutto il quadro normativo recupera

Dettagli

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta L. P a s t e u r L I C E O S C I E N T I F I C O TA L I S I O T I R I N N A N Z I O r i g i n e Il liceo scientifico è nato nell

Dettagli

PROGETTO DI SVILUPPO CONFERENZE FORMAT OLTRE LA MOSTRA

PROGETTO DI SVILUPPO CONFERENZE FORMAT OLTRE LA MOSTRA PROGETTO DI SVILUPPO CONFERENZE FORMAT OLTRE LA MOSTRA OLTRE LA MOSTRA Testi, immagini, brani critici e letterari e filmati raccontano opere e artisti. a cura di Fabiana Mendia, presidente dell Associazione

Dettagli

anno 2015 Le visite sono riservate ai soli iscritti

anno 2015 Le visite sono riservate ai soli iscritti PROGRAMMA CULTURALE anno 2015 Le visite sono riservate ai soli iscritti Per prenotazioni: tel. 055 4472435-4472450 dal lunedi al venerdi dalle ore 10:00 alle ore 12:00 spisesto@firenze.tosc.cgil.it La

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

Proposte Didattiche. Raccolta Museale

Proposte Didattiche. Raccolta Museale Proposte Didattiche Raccolta Museale IL PARCO PALEONTOLOGICO DI CENE Situato in media Valle Seriana, il Parco è nato per tutelare e valorizzare uno dei più importanti giacimenti paleontologici del mondo.

Dettagli

S cuele A tive V ierte E ducative PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA. per l anno scolastico 2013/2014

S cuele A tive V ierte E ducative PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA. per l anno scolastico 2013/2014 S cuele A tive V ierte E ducative IMPARARE GIOCANDO PROPOSTE EDUCATIVE DEL LUDOBUS - LUDOTECA per l anno scolastico 2013/2014 IMPARARE GIOCANDO L U.O. Ludobus propone per l anno scolastico 2013-2014 percorsi

Dettagli

MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali

MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali La nostra identità si basa sulla coerenza con il progetto fondamentale di San Vincenzo

Dettagli

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado Fondazione Pirelli Educational 2015 2016 Laboratori Fondazione Pirelli Per l anno scolastico 2015-2016 la Fondazione organizza un programma gratuito di percorsi didattici e creativi rivolto alle scuole

Dettagli

"Che Avventura quest'estate!"

Che Avventura quest'estate! L assessorato alle Politiche Educative del Comune di Triuggio Il Sindaco di Albiate Per info e contatti: De m e t r a O N L U S Settore Educazione Ambientale http://www.demetra.net aea@demetra.net Tel:

Dettagli

La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle. scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una

La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle. scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una nuova sede destinata ai bambini e ai ragazzi e che ha

Dettagli

AMBITO ANTROPOLOGICO

AMBITO ANTROPOLOGICO ISTITUTO COMPRENSIVO AVIO - SCUOLA PRIMARIA DI AVIO - AMBITO ANTROPOLOGICO classe 5^ Insegnante: Paola Martinelli Anno scolastico 2013/2014 STORIA Competenze 1 e 2 al termine del 3 biennio (classe 5^ scuola

Dettagli

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Interventi di prevenzione delle situazioni di disagio a scuola Percorsi educativi Classi Prime Educazione psico-affettiva L educazione psico-affettiva,

Dettagli

DIPINGERE LA SICUREZZA SUL LAVORO

DIPINGERE LA SICUREZZA SUL LAVORO DIPINGERE LA SICUREZZA SUL LAVORO III EDIZIONE REGOLAMENTO 1) Definizione del premio Viene indetta la terza edizione del Concorso di Pittura INAIL dal titolo DIPINGERE LA SICUREZZA SUL LAVORO ideato ed

Dettagli

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato La nuova biblioteca pubblica della città di Prato, l Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini, è situata

Dettagli

Istituto Comprensivo n.6 Verona a.s. 2013-2014 Scuola Secondaria di I Grado Fainelli

Istituto Comprensivo n.6 Verona a.s. 2013-2014 Scuola Secondaria di I Grado Fainelli Istituto Comprensivo n.6 Verona a.s. 2013-2014 Scuola Secondaria di I Grado Fainelli Unità d apprendimento Il viaggio: alla scoperta di sé e dell altro Comprende: schema di unità d apprendimento scheda

Dettagli

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA L OBIETTIVO È CREARE UN POLO AGRICOLO, L OCCASIONE PER RIUNIRE I DIVERSI SETTORI DELL AGRICOLTURA E COLLEGARLI CON UN PUBBLICO ETEROGENEO, CREANDO

Dettagli

Dal 2 al 5 giugno 2011

Dal 2 al 5 giugno 2011 ALTOPIANO DI BRENTONICO Monte Baldo un ponte tra natura e cultura La montagna del Baldo e il suo parco vivere conoscere gustare esplorare Dal 2 al 5 giugno 2011 speciale famiglie Un progetto SAT sezione

Dettagli

Istituto SANTA TERESA Scuola dell Infanzia paritaria

Istituto SANTA TERESA Scuola dell Infanzia paritaria Istituto SANTA TERESA Scuola dell Infanzia paritaria Via Palazzo di Città, 5 10023 CHIERI (TO) tel. 011-9472245 fax 011-9473410 email: infanzia@santateresachieri.it sito web: www.santateresachieri.it Educare

Dettagli

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE La Macchina del Tempo Il progetto ideato e realizzato da L Asino d Oro Associazione Culturale per le scuole primarie, dal titolo La Macchina del Tempo, si propone come uno strumento

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

Uomini e Computer: La nuova alleanza

Uomini e Computer: La nuova alleanza La curiosità fa lo scienziato. Leggere e condividere la scienza di oggi è tra le principali manifestazioni cittadine di cultura scientifica. Avviato nel 2004 e indirizzato inizialmente alle scuole superiori,

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014 IC 41 CONSOLE: LA SCUOLA DELL INFANZIA PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014 DESCRIZIONE DELLA SCUOLA La scuola dell infanzia dell IC 41 Console e situata nel quartiere Bagnoli in

Dettagli

Rev del 05/04/12. Carta Dei Servizi. Pag 1 di 12

Rev del 05/04/12. Carta Dei Servizi. Pag 1 di 12 Carta Dei Servizi Pag 1 di 12 PREMESSA L Accademia di Belle Arti SantaGiulia attribuisce alla Carta dei Servizi il valore di uno strumento primario per garantire la conoscenza la consapevolezza, il rispetto

Dettagli

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale dalla PROVINCIA al nuovo ENTE di AREA VASTA Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale a cura della federazione del PD di Cremona La legge 56/2014: limiti, rischi

Dettagli

PROGETTO SCUOLE. Presupposti. Contenuti ed obiettivi. Modalità di partecipazione

PROGETTO SCUOLE. Presupposti. Contenuti ed obiettivi. Modalità di partecipazione Presupposti PROGETTO SCUOLE L associazione Gli amici di Luca, visti i suoi intenti e gli ottimi risultati ottenuti l anno scorso con l inaugurazione del progetto, anche quest anno ha deciso di strutturare

Dettagli

Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale

Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale Premessa Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale Partendo dall esperienza dello scorso anno che ha visto impegnate n.8 classi di scuola secondaria di I e di II grado (di Milano e delle

Dettagli

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE DI ARTE E TEOLOGIA

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE DI ARTE E TEOLOGIA SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE DI ARTE E TEOLOGIA 1. Percorsi transdisciplinari di arte e teologia 2. Proposte per una nuova architettura sacra La Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia intende approfondire

Dettagli

PERIFERIA chiama! MILANO risponde?

PERIFERIA chiama! MILANO risponde? PERIFERIA chiama! MILANO risponde? CONSULTA PERIFERIE MILANO Associazione culturale San Materno-Figino PERIFERIA chiama! MILANO risponde? Martedì 25 gennaio 2011 Periferie: come stiamo? La parola agli

Dettagli

Proposte per le scuole a.s. 2015-2016

Proposte per le scuole a.s. 2015-2016 Proposte per le scuole a.s. 2015-2016 Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco Bruno Munari, grande artista e designer, usava ripetere questa frase citando un antico proverbio cinese. La

Dettagli

LABORATORIO NAZIONALE PER LA DIDATTICA DELLA STORIA col sostegno dell Ufficio Scolastico Provinciale di Bologna

LABORATORIO NAZIONALE PER LA DIDATTICA DELLA STORIA col sostegno dell Ufficio Scolastico Provinciale di Bologna SEMINARIO DI FORMAZIONE per l insegnamento di a cura di M. Rita Casarotti Liceo Ginnasio L. Ariosto, Ferrara e Francesco Monducci LANDIS, Bologna PRESENTAZIONE I recenti interventi legislativi in materia

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2013-2014

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2013-2014 ISTITUTO COMPRENSIVO I. C. LEONARDO DA VINCI - BUSSOLENGO (VR) LEONARDO DA VINCI PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2013-2014 Per una cultura della comunicazione, della cittadinanza e della flessibilità

Dettagli

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO PREMESSA E CONTENUTI OBBIETTIVI AZIONI DI PROGETTO Il Comune di Porto Venere collabora da anni con il Comitato Provinciale Unicef della Spezia per promuovere nel territorio attività e manifestazioni finalizzate

Dettagli

Bambine e Bambini costruttori di pace

Bambine e Bambini costruttori di pace Istituto Comprensivo V. Tortoreto SCUOLA PRIMARIA Delia e Filippo Costantini Passo San Ginesio Bambine e Bambini costruttori di pace anno scolastico 2004-05 DATI IDENTIFICATIVI DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA

Dettagli

Attività di valorizzazione del Giardino Ducale e della specie botanica Viola odorata L. Duchessa di Parma - marzo-aprile 2014

Attività di valorizzazione del Giardino Ducale e della specie botanica Viola odorata L. Duchessa di Parma - marzo-aprile 2014 Attività di valorizzazione del Giardino Ducale e della specie botanica Viola odorata L. Duchessa di Parma - marzo-aprile 2014 Programma delle iniziative Descrizione sintetica delle attività proposte Esposizione

Dettagli

Programma prossimi incontri La Raia, 16-17-18 maggio 2014

Programma prossimi incontri La Raia, 16-17-18 maggio 2014 COMUNICATO STAMPA Fotografia e paesaggio: un dialogo incessante in due appuntamenti. Un incontro tra Francesco Jodice e Francesco Zanot; un workshop con Luca Andreoni Novi Ligure, 25 Marzo 2014. La Fondazione

Dettagli

SCUOLE IN AZIENDA I DOCUMENTI DELL ESPERIENZA CONCORSO NAZIONALE QUINTA EDIZIONE

SCUOLE IN AZIENDA I DOCUMENTI DELL ESPERIENZA CONCORSO NAZIONALE QUINTA EDIZIONE SCUOLE IN AZIENDA I DOCUMENTI DELL ESPERIENZA CONCORSO NAZIONALE QUINTA EDIZIONE Udine_Maggio 2010 Informazioni: Paola Perabò, responsabile del Concorso Fabbricando via Buttrio 28, Cargnacco 33050 Pozzuolo

Dettagli

SOCIAL PLANNING. PROGETTAZIONE, GESTIONE E VALUTAZIONE DELLE POLITICHE SOCIALI. Master Universitario di I livello

SOCIAL PLANNING. PROGETTAZIONE, GESTIONE E VALUTAZIONE DELLE POLITICHE SOCIALI. Master Universitario di I livello SOCIAL PLANNING. PROGETTAZIONE, GESTIONE E VALUTAZIONE DELLE POLITICHE SOCIALI Master Universitario di I livello SOCIAL PLANNING. PROGETTAZIONE, GESTIONE E VALUTAZIONE DELLE POLITICHE SOCIALI MASTER UNIVERSITARIO

Dettagli