Bitume Photofest Report. Presentazione delle attività, documentazione fotografica, analisi di monitoraggio, rassegna stampa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bitume Photofest 2014. Report. Presentazione delle attività, documentazione fotografica, analisi di monitoraggio, rassegna stampa"

Transcript

1 Bitume Photofest 2014 Report Presentazione delle attività, documentazione fotografica, analisi di monitoraggio, rassegna stampa A cura di Associazione Culturale Positivo Diretto finito di stampare nel mese di novembre 2014

2 Introduzione Note a margine della 1a edizione La città e le sue vene Gli stakeholder del festival L infrastruttura delle attività Profilo degli utenti Profilo dei partecipanti Open Call Esposizioni Bitume Preview Bitume Grand Tour Bitume Fab Bitume Photofest Indoor Bitume Photobook Edutainment Passeggiata inaugurale Open Talk Slideluck + Dj set Populous Live set Il Genio Seminario Creactivitas Dance Performance Talk di inaugurazione Ren Hang Luc Fierens Lorena Vaschetti Julia Borissova Talk con editori Luca Bandirali (skype) Mufoco Comunicazione Rassegna stampa cartacea Rassegna stampa web Materiali stampati Comunicazione online App multimediale Workshop Lorena Vaschetti Julia Borissova Associazione Zabar Allegra Martin Lorenzo Papadia

3 I Introduzione Note a margine della prima edizione BITUME PHOTOFEST è stato il primo festival urbano di fotografia contemporanea del Mezzogiorno, in programma a Lecce dal 12 al 27 settembre Bitume ha portato la fotografia per le strade della città, rendendo accessibile a fasce allargate di pubblico il fascino della contemporaneità, slegata dagli abituali contesti espositivi. Attraverso il tema della prima edizione, Street Memories, il Festival si è proposto di indagare il tessuto urbano come contenitore di racconti, ricordi, esistenze, archivi di memorie. L attività espositiva si è aperta con una mostra d anteprima, BITUME PREVIEW, presso gli spazi dell Aeroporto di Brindisi. Durante il festival è stato possibile visitare tre diversi circuiti espositivi. La sezione BITUME GRAND TOUR ha ospitato tredici protagonisti internazionali della fotografia contemporanea in esposizioni esterne che invadono il tessuto storico urbano, dai balconi dei palazzi storici alle facciate di abitazioni private. La selezione degli autori e delle opere è stata curata in modo da alimentare il dialogo sul paesaggio urbano e sulla memoria, in un gioco di rimandi che ha invitato il visitatore a fruire in maniera consapevole dell intero percorso espositivo. Gli esercizi commerciali del centro cittadino hanno ospitato la sezione BITUME FAB 30, che comprende fotografi emergenti under 35 selezionati tramite open call. I trenta artisti hanno declinato in maniera personale il tema della memoria della strada, utilizzando i più svariati linguaggi e tecniche della fotografia contemporanea. Dal reportage alla fotografia documentaristica, dal ritratto al fotoritocco, dall appropriazione di immagini del passato alla creazione di nuove immagini tridimensionali. Il Cineporto di Lecce, sede di attività di Apulia Film Commission, ha invece ospitato la sezione BITUME PHOTO- FEST INDOOR, che ha proposto una serie di mostre più intime, in grado di fornire un approfondimento sul patrimonio identitario della città e sul recupero della memoria locale. Alle attività espositive si è affiancata al Cineporto una serie di eventi formativi e di intrattenimento completamente gratuiti, dai workshop agli open talk con artisti internazionali, dalle presentazioni di libri fotografici e una rassegna dedicata all editoria specializzata a eventi musicali con artisti del panorama musicale indipendente. Il festival, reso possibile grazie al finanziamento di Apulia Film Commission e altri attori privati, ha potuto contare su una massiccia azione di comunicazione (bilingue, italiano e inglese), portata avanti attraverso una serie di artefatti comunicativi stampati, ma anche e soprattutto grazie alla comunicazione digitale, attraverso il sito internet, i social network e l applicazione multimediale per smartphone. La prima edizione di Bitume ha visto la partecipazione in qualità di visitatore di un pubblico ampio ed eterogeneo, composto sia da addetti al settore che da appassionati di arte e cultura. (positivo diretto)

4 I Introduzione La città e le sue vene introduzione al catalogo Bitume Photofest 2014 La città e le sue vene, le sue giunture, le sue orbite, le sue guance, a cercare un nesso che sia ancora umano, umido e palpitante nelle strade che percorriamo sempre più di corsa, sempre meno a piedi, con le gambe, le giunture, le orbite, le guance. La città da sempre anche solo immaginata oppure sperata, quando le urbanistiche sembrano creature autistiche e addormentate, non più in dialogo con chi le vive, e le storie massa del nuovo turismo appannano le storie originarie, radicate, insinuate nella pietra, nelle pieghe, tra gli scalini delle porte. Le storie delle strade, i nomi, gli amori, le gesta piccole, quotidiane e gli sguardi di chi le guardava, l occhio del tempo da preservare. Abbiamo provato a immaginare un gioco di visioni che partisse da questo punto, il brulichio delle strade e ciò che custodisce, l urbano come dialogo intimo di chi si impegna ad osservarlo ed ha necessità di raccontarlo per trovare senso al suo stesso stare nell urbano, nel viaggio quotidiano, nel paesaggio. BITUME è un nome raso terra eppure stratificato e immerso nella storia della fotografia. Più livelli di lettura per un progetto che vuole includere, diffondere, avvicinare al vasto sguardo la cultura fotografica e la fotografia contemporanea, impresa stimolante e non sempre facile. Bitume Asfalto e tutto il mondo semantico che si porta dietro, come paesaggio, vita, storie, viaggio, visioni, e Bitume di Giudea la mistura di bitume, standolio, argilla ed essenza di trementina che Joseph Nicéphore Niépce, partendo dalla terrazza del suo studio, utilizzò per anni ed anni nel corso dell Ottocento al fine di ottenere la sensibilizzazione delle prime lastre fotografiche. La storia della fotografia è una storia di eccitanti e complicati tentativi, un filo di acrobata tra la chimica e lo spiritismo; oggi come ieri, nonostante i mutamenti genetici avvenuti, che sia di ricerca, di concetto, di documentazione o di social ità, avere a che fare con la fotografia vuol dire ancora esperire il mondo attraverso uno spazio che fin dall inizio della sua storia offre magia e scoperta. Questo primo esperimento avviene nella nostra città, Lecce, per alcuni di noi camminata e vissuta da sempre, per altri lasciata per perfezionare la propria formazione e poi ritrovata; dalla storia dell arte, al design, alla poesia, alla comunicazione creativa, le strade si uniscono e si mettono alla prova. La città, le sue memorie, gli autori del passato riaffiorano dagli archivi del tempo e provano a dialogare con visioni appartenenti a una contemporaneità piena di contraddizioni. Lecce, città oggi fortemente guardata, inquadrata dal mirino del cinema e dei media, vuole guardare sia dentro se stessa che fuori dai suoi confini, lontano, a riportare nuovi punti di vista, nuove esperienze d arte e formazione. Città terrazza meridiana su cui volgere la scatola magica che da sempre ci appassiona, per imprimere un segno di novità e scovare nuove strade di confronto sulla visione fotografica. (positivo diretto)

5 I Introduzione Gli stakeholder del festival Esposizioni Bitume Preview Bitume Grand Tour Bitume Fab 30 P.A Bitume Photofest Indoor Bitume Photobook Edutainment Passeggiata inaugurale Slideluck + Dj set Populous Piccole imprese Live set Il Genio Open Talk Seminario Creactivitas Dance Performance Talk di inaugurazione Ren Hang Luc Fierens Lorena Vaschetti Julia Borissova Industria creativa Istruzione Talk con editori Workshop Luca Bandirali (skype) Mufoco Lorena Vaschetti Editoria Julia Borissova Associazione Zabar Allegra Martin Lorenzo Papadia

6 I Introduzione Infrastruttura delle attività Esposizioni Bitume Preview Bitume Grand Tour Bitume Fab 30 Edutainment Bitume Photofest Indoor Bitume Photobook Passeggiata inaugurale Slideluck + Dj set Populous Live set Il Genio Seminario Creactivitas Dance Performance Open Talk Talk di inaugurazione Ren Hang Luc Fierens Lorena Vaschetti Julia Borissova mostra Il segno totale presso Fondo Verri Talk con editori Luca Bandirali (skype) Mufoco Workshop Lorena Vaschetti Julia Borissova Associazione Zabar Allegra Martin Lorenzo Papadia corso di fotografia I.I.S.S. A. De Pace

7 Introduzione Profilo degli utenti u F 5 u 1 4 V A P E 3 2 S I Diagramma I Settore professionale F...10,3% fotografia fotografi professionisti e artisti fotografi, fotoamatori, appassionati di fotografia A...20,5% [α] arte e cultura artisti visivi, architetti, designer, operatori e manager culturali, musicisti, storici dell arte, critici e curatori, performer E...7% educazione educatori, insegnanti e docenti, ricercatori universitari S...15,1% [β] studenti scolari dell istruzione superiore secondaria, studenti universitari, dottorandi P...19,6% liberi professionisti manager, lavoratori professionisti e specializzati, lavoratori autonomi V...17,3% vari lavoratori dipendenti, impiegati, casalinghe, inoccupati u...10,2% [γ] undefined campo non compilato, dato non censito Diagramma II Fascia di età 1...8,5% meno di 25 anni ,5% tra 25 e 34 anni ,3% tra 35 e 44 anni ,7% tra 45 e 59 anni 5...3,5% 60 anni e oltre u...3,5% undefined campo non compilato, dato non censito note al diagramma I [α] Unendo i primi due cluster si ottiene che oltre il 30% del campione analizzato è connesso lavorativamente con la natura del festival; [β] Unendo E+S, ricaviamo che oltre il 22% fa parte del macrocluster istruzione ; [γ] In questo caso la mancata compilazione del campo potrebbe suggerire empiricamente lo status disoccupato

8 I Introduzione Profilo degli utenti u u a 1 s e a 2 r c w 2 a 3 w 1 p Diagramma III Tipologia di contatto a ,1% diretto contatto diretto con i membri dell Associazione Positivo Diretto a ,8% tam tam passaparola di amici e di appartenenti al cluster a 1 a 3...3,1% [α] stampa inserzioni pubblicitarie e redazionali su stampa tradizionale e manifesti w ,4% internet contatto tramite visita al sito bitumephotofest.org o inserzioni pubblicitarie e redazionali online Diagramma IV Provenienza territoriale c...43,1% città p...23,6% provincia r...19,5% regione s...8% stato e...4,4% estero u...1,4% undefined campo non compilato, dato non censito w ,2% [β] social network visite agli account Facebook, Twitter, Google+ u...24,4% undefined campo non compilato, dato non censito note al diagramma III [α] I tre cluster con il marcatore a appartengono al macrocluster analogico (36%), trattandosi di tipologie di contatto che escludono l interfaccia digitale; [β] I due cluster con il marcatore w appartengono al macrocluster web (39,6%), che include i contatti tramite interfaccia digitale

9 I Introduzione Profilo dei partecipanti alla Open Call BITUME FAB30 N Tabella Ia Formazione dei selezionati per provenienza (occorrenze) 7: ISIA, Urbino Y llllll nnnnnnnnnnnnnn eeeeeee iii Diagramma V Partecipazioni all open call N...75% non selezionati (90/120) Y...25% selezionati (30/120) 30 selezionati di cui l...6 locali n...14 nazionali e...7 europee i...3 internazionali 2: Luz Academy, Milano; Scuola Romana Fotografia; Art University College, Bournemouth (UK); Università degli Studi, Bari 1: Naba, Milano; CFP Bauer, Milano; John Kaverdash, Milano; Ecal, Losanna; UniBZ, Bolzano; Politecnico, Milano; IUAV, Venezia; IUAV, San Marino; AABB, Venezia; Università degli Studi, Pescara; Università degli Studi, Firenze; Int. Center of Photography, NY (USA); Middlesex University, Londra (UK); Universidad de Cordoba (ARG); Univ. of Applied Art, Bielefeld (DE); Danish School of Media and Journalism; Usti nad Labem University (CZ) Tabella Ib Formazione dei selezionati per settore di studi (occorrenze) 19: Fotografia 4: Giornalismo; Design e Grafica 3: Filosofia 2: Architettura; Arti Visive 1: Sound Art; Economia

10 II Esposizioni Bitume Preview Bitume Grand Tour Bitume Fab Bitume Photofest Indoor Bitume Photobook Daniele Coricciati, Sola andata > Terminal Partenze, Aeroporto di Brindisi Ambra Biscuso (a cura di), Terra di permanenza temporanea Salvatore Starace (a cura di Ilderosa Laudisa e Positivo Diretto), Memorie di strada Andrea Laudisa, I.R.A. Italian Rap Anthology > Cineporto di Lecce Esposizione e fiera di editoria indipendente dedicata alla fotografia. > Cineporto di Lecce

11 II Bitume Preview Daniele CORICCIATI Sola andata Sola Andata è il racconto personale di un viaggio nell Azerbaijan. Sola Andata, perché il paese è in pieno boom economico ed ha intrapreso, come la totalità dei paesi occidentali, un percorso senza ritorno dai risvolti in parte sicuramente positivi ma anche difficili. Nei luoghi che l autore ha visitato è stato accolto come se fosse un emigrante, che torna a casa per le feste. Dall immancabile tchay a tutte le ore del giorno (e della notte) alle lunghe chiacchierate con la gente dei villaggi fumando sigarette preparate al momento, è stato un susseguirsi senza sosta di momenti di vita che ha cercato in tutti i modi di fissare al meglio sulla pellicola. Giornate intense, piene di luce e soprattutto di emozioni. Forti. num. opere: 20 stampa: analogica ai sali d argento supporto: carta baritata luogo: Aeroporto di Brindisi

12 II Bitume Preview Daniele CORICCIATI Sola andata

13 II Bitume Preview Daniele CORICCIATI Sola andata

14 II Bitume Photofest Indoor Ambra BISCUSO Terra di Permanenza Temporanea C è sempre qualcosa di estremamente attraente e ripugnante insieme nelle fotografie di altri tempi, di altri uomini, di voci altrui, di storie e facce che non ci appartengono. Perché queste storie, non ci appartengono! Eppure prende una speciale pietà, un pathos che fa raccogliere ciò che rimane dalla battaglia, dall assenza, dalle macerie. Ciò che ancora si ostina a parlare. Così sempre si è preso, dai taschini dei soldati caduti, come bottini di anima, dalle case dei terremotati e disastrati di ogni latitudine; naturale o metaforica che sia la guerra in cui ci arruoliamo è sempre quella contro la disgregazione. Mi trovavo a scrivere sulla disgregazione, già qualche anno fa, davanti ad un singolare archivio nato sul web subito dopo la serie di tornado che devastarono l Alabama, in cui i resti di fotografie scompigliate, devastate, volate per aria e ritrovate chissà dove venivano messe in rete nel tentativo di cercare loro di nuovo un proprietario o restituire ai parenti delle vittime qualche traccia dei loro cari. È un operazione, quella del recupero, del lavoro concettuale sulla memoria e della de-contestualizzazione di rettangoli fotografici senza più padrone, immagini d archivio o rintracciate per caso nei mercatini o per strada, che affascina sempre più il mondo della fotografia contemporanea. Un esempio tra tutti, la ricerca compiuta dall artista tedesco Joachim Schmid, che già in tempi non sospetti raccoglieva dalle strade di tutto il mondo le fotografie di cui la gente, per volontà o per caso o per necessità, si sbarazzava. Le immagini ritrovate, che diventino oggetto d arte, progetto formativo o riflessione sociologica, portano sempre con sé tutta la potenza atavica che sta alla base dell esperienza fotografica: il rapporto dell umano col tempo e l identità. Specchio e monumento che nel profondo ci co-mmuove e ci parla dell appartenenza alla comunità visuale dell umano. num. opere: 22 stampa: analogica supporto: carta fotografica luogo: Cineporto di Lecce (Gioia Perrone)

15 II Bitume Photofest Indoor Ambra BISCUSO Terra di Permanenza Temporanea

16 II Bitume Photofest Indoor Salvatore STARACE Memorie di strada Il 1955 fu un anno importante da un punto di vista culturale per la città di Lecce, fu istituita l Università e il fermento che soffiava era nutrito da un folto gruppo di intellettuali tra cui si distinsero nomi importanti come quello di Vittorio Bodini. Proprio in questo anno, in questo contesto e in questa direzione prese forma un importante progetto artistico con il nome di Bella Lecce, a cura del neonato Circolo di Cultura, con il fine di inaugurare e dare inizio alle attività presso il Sedile. L intento della mostra fotografica, come scrive lo storico dell arte Ilderosa Laudisa nel libro La città dell anima, era quello di svelare agli occhi distratti e pigri degli abitanti, la città per molti versi ignorata, fraintesa, trascurata. Il ruolo primario per l ideazione e strutturazione del progetto venne affidato a Francesco Barbieri, scultore ed artista eclettico nonché fotografo amatore, che si avvalse tuttavia della preziosa collaborazione tecnica e artistica di Salvatore Starace, fotografo professionista ed esperto artigiano della camera oscura. La felice liaison artistica, nella quale spesso Starace si concedeva delle digressioni personali, si concretizzò in una mole di opere impressionante, si parla di circa duemila negativi, dai quali si selezionarono trecento fotografie per la mostra inaugurale datata 9 novembre Ad oggi una più acuta disamina circa la composizione e il taglio di queste immagini rivela particolari storici importanti. Barbieri e lo stesso Starace, di certo non vollero emulare i tratti distintivi delle maggiori esperienze fotografiche europee, ma è lampante come la ricercatezza delle immagini nella studiata compostezza dei luoghi che talvolta diventa azzardo nei dettagli, trovi radici nella somma di esperienze autoriali già consolidate, quasi come viaggiare velocemente tra la misura pacata di Atget e l audace ricerca di Rodchenko. Il felice risultato finale fu quell o di riportare uno sguardo rinnovato sui luoghi della quotidianità, scorci e vedute ordinari che agli occhi degli spettatori locali divennero quasi irriconoscibili, in fin dei conti come Ilderosa Laudisa sottolinea, per ritrarre la città non fu necessario muoversi nello spazio, ma scavare nel tempo e nella memoria. num. opere: 13 stampa: analogica ai sali d argento supporto: carta fotografica luogo: Cineporto di Lecce (Andrea Laudisa)

17 II Bitume Photofest Indoor Salvatore STARACE Memorie di strada

18 II Bitume Photofest Indoor Andrea LAUDISA I.R.A. Italian Rap Anthology Il rap italiano è in giro da tanto. Alcuni artisti hanno fatto la sua storia; quasi nessuno, al di fuori degli artisti, si è però preoccupato di raccontare questa storia, o anche semplicemente di documentarla in modo accurato. Andrea Laudisa, che è figlio di una cultura hip hop autentica, persino ortodossa, è riuscito attraverso il dispositivo meccanico della fotografia a staccarsi anzitutto da sé. La sua fotografia non è il gesto di chi si avvicina a un oggetto e lo indaga: lui si allontana, deve farlo, è già dentro l oggetto, la sua strategia è uscirne. A volte addirittura si nasconde: lo scatto live di Fabri Fibra, attraverso i boschi di braccia tese del pubblico, racconta anzitutto un fotografo che vuol essere altro da sé, un fotografo che preferisce identificarsi con i mezzi piuttosto che con i fini. L artista distanziato, Fabri Fibra, sprigiona tutta l energia del corpo glorioso; ciò accade grazie all occultamento del fotografo nell audience. Nella serie dei ritratti di artisti del rap, ogni volta Laudisa ripete l allontanamento: la distanza può essere composizione, luce, messa in quadro, elementi di stile che si frappongono tra occhio e realtà. In questo modo, finalmente questi artisti vivono non soltanto nella pura documentalità, ma trovano posto in un altra arte. I ritratti in bianco e nero apparsi su Nuovo Rap Italiano fanno la storia come l hanno fatta i soggetti dei ritratti. Se dovessi sintetizzare la tecnica peculiare di Laudisa per il rap, userei un verso del suo MC preferito, Ghemon: Nel silenzio nessuno che corre il rischio di fare un passo anche falso verso l altro. num. opere: 20 stampa: digitale supporto: carta cotone fine art luogo: Cineporto di Lecce (Luca Bandirali)

19 II Bitume Photofest Indoor Andrea LAUDISA I.R.A. Italian Rap Anthology

20 II Bitume Photobook Editori: Rumore Nero (Milano) Osservatorio Fotografico (Ravenna) Postcart (Roma) Skinnerboox (Milano) Wittikiwi (Napoli) Autori: Ren HANG Julia Borissova Mauro MARINO AURORA Pierangelo LATERZA Sofia BUCCI Emile ANTIC Veronica MACCARI Stefano MANIERO Luca MARIANACCIO Francesca OCCHI Vika HASHIMOTO Emanuele BRUTTI Joseph LA MELA Tatyana PALYGA Alice CARACCIOLO IDUME Studio Anne-Sophie STOLZ

21 II Bitume Photobook

22 II Esposizioni Bitume Preview Bitume Grand Tour Bitume Fab Bitume Photofest Indoor Bitume Photobook 1) Giorgio Barrera, Attraverso la finestra > Ex Convento dei Teatini - Corso Vittorio Emanuele II, 16 2) Julia Borissova, Dom Document. Object. Model > B&B Suites Chiesa Greca - Piazzetta Chiesa Greca, 11 3) Andrea Botto, Ka-boom > Palazzo Tamborino Cezzi - Via Guglielmo Paladini 50 4) Michele Cera, Dust > Palazzo Turrisi Palumbo - Via Marco Basseo, 1 5) Claudio Corrivetti, Non si avrà ragione di me > Ex Ospedale Spirito Santo - Via Libertini 4 6) Paola De Grenet, Life as a transexual > Via Idomeneo 3 7) Anna Di Prospero, Urban Self-portrait > VicodellaCavallerizza - Vico della Cavallerizza 8) Ren Hang > Accademia Belle Arti - Via Adua 9) Allegra Martin > Palazzo Maremonti Chillino - Via Principe dei Savoia 67 10) Anastasia Rudenko, A visual dictionary of Russia > Viale Francesco Lo Re 11) Sasha Rudensky, Remains > Piazzetta Mariotto Corso, 11 12) Pio Tarantini, Il passato e i pensieri > Chiesetta di San Marco, Piazza S. Oronzo 13) Lorena Guillén Vaschetti, Historia, memoria y silencios > Palazzo Belli - Via Vittorio Emanuele II, 33

23 II Bitume Grand Tour Giorgio BARRERA Attraverso la finestra Attraverso la finestra è un progetto che ha accompagnato Barrera per diversi anni, partendo da lontano, dalla Danimarca, e toccando più paesaggi urbani e geografie fino ad arrivare a Reggio Emilia, quando Fotografia Europea gli commissionò di riprendere la vita di ogni giorno di una certa particolare area, il quartiere Rosta Nuova e il complesso dell INA CASE, costruzioni edificate subito dopo la seconda Guerra Mondiale. Barrera documenta una determinata porzione di spazio urbano abitato seguendo una linea formale ben precisa, sceglie la serialità e include in ogni inquadratura una parte di spazio legato all abitazione e le sue presenze scene realizzate ad hoc e frutto di un lavoro di collaborazione e complicità degli stessi abitanti degli appartamenti e una parte di spazio legato al contesto esterno, più fortuito ma sempre rientrante in un approccio cinematografico che l autore studia nei minimi dettagli. L operazione, nonostante la sua essenza chirurgica ha, lungi dall essere una fredda riflessione sul paesaggio contemporaneo, in sé un germe fortemente ludico e fresco. Cosa si vede attraverso la finestra? Cosa si vede attraverso la fotografia? Ciò che a Barrera interessa è il gioco della messa in scena all interno di una riflessione estremamente interessante su spazio, sguardo, mezzo fotografico, rapporto tra chi guarda e chi viene guardato. [...] num. opere: 3 stampa: digitale supporto: pvc luogo: Ex Convento dei Teatini - Corso Vittorio Emanuele II, 16 (Gioia Perrone)

24 II Bitume Grand Tour Giorgio BARRERA Attraverso la finestra

25 II Bitume Grand Tour Julia BORISSOVA DOM (Document. Object. Model) Julia Borissova ha intrapreso una ricerca concettuale che dura da soli cinque anni, ma il suo amore per l immagine fotografica ha inizio molto tempo fa quando prese a fotografare i paesaggi familiari che la circondavano. La storia della sua patria, e il rapporto-dialogo che lei stessa ha con il Tempo è un aspetto fondante della sua ricerca. Ideatrice, curatrice ed editor dei suoi progetti, Borissova riesce a far ascoltare il flusso del tempo attraverso le sue stesse produzioni, costruzioni, l utilizzo dei materiali fragili che ricerca e utilizza con cura per poi farne restare solo le visioni, solo il succo primo del processo che innesca, una danza di specchi e ricostruzioni intorno al ricordare. Per DOM (Document. Object. Model), progetto nato nel 2013, l autrice ha costruito dei micro-set esterni (le case di cartone, che ha riempito di terra diventando anche fioriere ), ed interni, con l utilizzo di vari tipi di carta, collage, materiali originali anni 60, come le foto acquistate nei mercatini, e risalenti appunto a quel che in Russia hanno definito periodo del disgelo. L autrice: Io non miro a creare un immagine realistica, ma piuttosto il contrario, sono attratta dalla possibilità di riflettere sulla mia interpretazione del tempo. Di alcuni periodi ricordo solo i raggi del sole attraverso le tende, il suono del tram la mattina presto e l odore di neve, e mia mamma nello specchio quando si stava ancora facendo l acconciatura con le forcine. Dove finiscono i ricordi e comincia la fantasia? Il viaggio di Borissova è attraverso gli specchi ed i rimandi di questi modellini, e quindi attraverso la scatola magica della sua macchina fotografica, uno sguardo che dall esterno, dalla documentazione del paesaggio e della terra di Russia, si proietta in un interno immaginifico che conserva, come unico appiglio, pezzetti di immagini vintage, sguardi sconosciuti che si ergono a simbolo del rapporto tra tempo, storia e intima immaginazione. num. opere: 2 stampa: digitale supporto: pvc luogo: B&B Suites Chiesa Greca - Piazzetta Chiesa Greca, 11 (Gioia Perrone)

26 II Bitume Grand Tour Julia BORISSOVA DOM (Document. Object. Model)

27 II Bitume Grand Tour Andrea BOTTO Ka-boom Secondo Francesco Zanot Le fotografie di Andrea Botto sono il frutto (o la misura) di un attesa. Lo scatto non avviene nel momento esatto dell esplosione, ma appena dopo. È una questione di pochi secondi, forse anche meno, eppure la differenza è sostanziale. Perché si possa vedere un esplosione, infatti, deve essere già avvenuta. È come un suono udibile esclusivamente attraverso la sua eco. Le fotografie di KA-BOOM rappresentano la causa attraverso il suo effetto, evidenziando una caratteristica tanto banale quanto spaventosa di qualsiasi processo di questo tipo: l irreversibilità. Dal 2008 Botto costruisce questa serie fotografica dedicata alle esplosioni e a come l esplosivo viene usato in diversi ambiti civili, dalla demolizione, alla bonifica ambientale, fino alla pirotecnica. La parola irreversibilità utilizzata da Zanot fa molto riflettere sulla natura del mezzo fotografico, il rapporto con il tempo che esso ha insegnato e modificato fin dalla sua nascita, incuneando nei sogni, nei desideri, nelle fascinazioni dell uomo contemporaneo il concetto di frammento staccato dal flusso temporale. Ai tanti appassionati di fotografia questo discorso sul tempo potrebbe far pensare inevitabilmente al celebre attimo decisivo di Henri Cartier Bresson, ma lungi dall interessarsi a quel tipo di decisività del tempo, Botto sottolinea come tutto ciò che lo interessa è cosa accade e cosa c è tra questi momenti decisivi. Le esplosioni di Botto fermano processi di demolizione, cancellazione, limite, margine tra fine di qualcosa e inizio di qualcos altro. Tutto è cancellato ma è anche segnato, tracciato, reso voragine-cicatrice. Le stesse stratificazioni lasciate da questi processi fanno parte di quel paesaggio reale e metafisico che Botto insegue con la sua macchina grande formato 4 x 5 pollici, e che, come natura fotografica vuole, ricrea un mondo, fornendo una visione cristallina e pur viva e brulicante del sentimento contemporaneo dell attesa. num. opere: 2 stampa: digitale supporto: pvc luogo: Palazzo Tamborino Cezzi - Via Guglielmo Paladini 50 (Gioia Perrone)

28 II Bitume Grand Tour Andrea BOTTO Ka-boom

29 II Bitume Grand Tour Michele CERA Dust Dust è un lavoro fotografico, lungo 10 anni, dedicato al volto dell Albania. O in realtà, a tutti i volti dell Albania ritratti lungo quella striscia polverosa di terra affacciata sul Mediterraneo. Michele Cera decostruisce l ideologia del racconto lineare per restituirci in un unico frame l universo umano del popolo albanese. Nella geometria del quadrato la figura umana non solo vi abita, ma è resa unica e tattile nel continuo rimando tra uomo e paesaggio circostante, entrambi assolutamente presenti ma precari. Mentre le città scompaiono nell universale anonimato topografico così come i soggetti si sottraggono allo sguardo deciso della camera questi fotogrammi prendono in considerazione l ambiente urbano innanzitutto come ambiente umano e poi come terreno di un gioco di partecipazione tra l autore e il paesaggio, attivandolo di compresenza e compenetrazione. Questa forte immersione del narratore onnisciente è giustificata e difesa dalla volontà dello stesso Cera di consegnarsi alla memoria dei suoi nonni che hanno cresciuto i genitori in Italia dopo la seconda guerra mondiale. Dust è anche un libro con un corpus di 37 fotografie ma un ampia letteratura concernente la questione della marginalità, geofisica e antropica in totale mimetismo. Ha vinto il premio Open Your Books assegnato ad autori di libri fotografici autoprodotti al SI Fest E stato pubblicato lo scorso novembre dall editore tedesco Kehrer con il supporto di Lab Laboratorio di Fotografia di Architettura e Paesaggio, con cui da qualche edizione Michele Cera addestra lo sguardo di numerosi fotografi e appassionati. num. opere: 2 stampa: digitale supporto: pvc luogo: Palazzo Turrisi Palumbo - Via Marco Basseo, 1 (Valentina Isceri)

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado Fondazione Pirelli Educational 2015 2016 Laboratori Fondazione Pirelli Per l anno scolastico 2015-2016 la Fondazione organizza un programma gratuito di percorsi didattici e creativi rivolto alle scuole

Dettagli

Abitare. le metropoli ", le foto e il libro di Basilico. AlMaxxi " ritratto da Toni Thorimbert. Basilico MAXXI. L ' anticipazione a pag.

Abitare. le metropoli , le foto e il libro di Basilico. AlMaxxi  ritratto da Toni Thorimbert. Basilico MAXXI. L ' anticipazione a pag. Diffusione : 189861 Pagina 1: AlMaxxi " Abitare le metropoli " le foto e il libro di Basilico L anticipazione a pag. 21 LUIGI MORETTI Due scatti della mostra che ha inaugurato il museo nel maggio 2010

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

Le nove opere esposte a Matera sono ispirate all equilibrio che nell essere umano si stabilisce

Le nove opere esposte a Matera sono ispirate all equilibrio che nell essere umano si stabilisce Venerdì 18 luglio 2014 dalle ore 19 alle ore 20 nella sala meeting di Palazzo Gattini a Matera l artista Smerakda Giannini presenta Entità. Una personale di opere che ritraggono il lavoro di una fotografa

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Trento, novembre 2015. Alessandro Franceschini

Trento, novembre 2015. Alessandro Franceschini La storia delle città è molto spesso una storia di lente stratificazioni e l immagine che oggi abbiamo di esse non è altro che l ultima, provvisoria, tappa di un lungo lavoro di costruzione e ricostruzione.

Dettagli

NON BASTA GUARDARE OCCORRE GUARDARE CON OCCHI CHE VOGLIONO VEDERE Galileo Galilei

NON BASTA GUARDARE OCCORRE GUARDARE CON OCCHI CHE VOGLIONO VEDERE Galileo Galilei NON BASTA GUARDARE OCCORRE GUARDARE CON OCCHI CHE VOGLIONO VEDERE Galileo Galilei A cosa serve, secondo te, la fotografia? Per una famiglia che ha passato le vacanze in un luogo, una fotografia può servire

Dettagli

CORSO SUPERIORE PROFESSIONALE 2 anno

CORSO SUPERIORE PROFESSIONALE 2 anno CORSO SUPERIORE PROFESSIONALE 2 anno Guardiamoci intorno. Siamo circondati da immagini. Che raccontano, che descrivono, che suscitano emozioni. Che comunicano. Nella società dell immagine il ruolo del

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

Mimmo Jodice, perdersi a guardare

Mimmo Jodice, perdersi a guardare Professione Mimmo Jodice, perdersi a guardare Riflessioni sulla fotografia: cos è la fotografia? Cos è la luce? Perché la scelta del bianconero? Cosa cambia con la fotografia digitale? Come avvicinarsi

Dettagli

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI

I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI I LABORATORI ESPRESSIVI: CREATIVITA E METODOLOGIA. EDUCAZIONE VISIVA IL LINGUAGGIO DELLE IMMAGINI Nel laboratorio vengono presentati e analizzati, attraverso la sperimentazione di materiali e tecniche

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola

Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola Riflessioni sul valore dell amicizia Ogni uomo è un isola - Nessun uomo è un isola La frase, tratta da un noto film con Hugh Grant ( About a boy ), apre la strada a importanti riflessioni sul valore a

Dettagli

c o n t e m p o r a n e i

c o n t e m p o r a n e i P e r c o r s i c o n t e m p o r a n e i PROGETTO SCUOLE CHI SIAMO Rovescio è un associazione culturale non profit e una comunità con l obiettivo di coinvolgere chiunque desideri intraprendere a Roma

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

Oh che bello! 14 15 Dicembre 2013 dalle 11.00 alle 17.00. Nuovo parco pubblico di CityLife Piazza Giulio Cesare ang. via Senofonte

Oh che bello! 14 15 Dicembre 2013 dalle 11.00 alle 17.00. Nuovo parco pubblico di CityLife Piazza Giulio Cesare ang. via Senofonte Oh che bello! 14 15 Dicembre 2013 dalle 11.00 alle 17.00 Nuovo parco pubblico di CityLife Piazza Giulio Cesare ang. via Senofonte Un tendone e due giorni di giochi, laboratori, saltimbanchi, libri e botteghe

Dettagli

Intervista ad Anke Merzbach

Intervista ad Anke Merzbach Intervista ad Anke Merzbach a cura di Giorgio Tani Seravezza Fotografia, iniziata da alcuni anni, si è affermata, per le proposte che vengono fatte, come una delle più interessanti manifestazioni nazionali.

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

scritto e diretto da daniel gol

scritto e diretto da daniel gol ASSOCIAZIONE CULTURALE NON DIRLO A NESSUNO minuscolo viaggio segreto interpretato da laura marchegiani e alessandro nosotti scritto e diretto da daniel gol DESCRIZIONE Una città minuscola, luogo di segreti

Dettagli

testo di Roberto Mutti 10 aprile - 4 maggio 2008

testo di Roberto Mutti 10 aprile - 4 maggio 2008 F L O R E N C E D I B E N E D E T T O S T R E E T W I S E M A N H A T T A N testo di Roberto Mutti 10 aprile - 4 maggio 2008 I L S O L E A R T E C O N T E M P O R A N E A V O L U M E XI NEW YORK, UN PALCOSCENICO

Dettagli

Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche

Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche CMC CENTRO CULTURALE DI MILANO Inaugurazione mostra Eventi umani eventi urbani Opere fotografiche Intervengono: Giovanni Chiaramonte fotografo Joel Meyerowitz fotografo Milano 10/11/1999 CMC CENTRO CULTURALE

Dettagli

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga,

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, Saggistica Aracne Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, missionario Oblato di Maria Immacolata.

Dettagli

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA QUADRI D AUTORE Gianna Campigli, Anna Castellacci, Seminario nazionale, Cidi Firenze, 8 maggio 2011 Dal percorso per la terza classe L autobiografia Il percorso sull autobiografia

Dettagli

Stefano Guindani Mariavittoria Rava Mariavittoria Rava.

Stefano Guindani Mariavittoria Rava Mariavittoria Rava. LO STRAORDINARIO REPORTAGE FOTOGRAFICO DI STEFANO GUINDANI, REALIZZATO IN OLTRE DUE ANNI IN NOVE PAESI DELL AMERICA LATINA PER NPH, ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE IN AIUTO ALL INFANZIA RAPPRESENTATA IN

Dettagli

Alla cortese attenzione del Dirigente scolastico e dei docenti METIS OPEN SCHOOL. Diciotto idee di progetti e servizi per le scuole 2015/16

Alla cortese attenzione del Dirigente scolastico e dei docenti METIS OPEN SCHOOL. Diciotto idee di progetti e servizi per le scuole 2015/16 Alla cortese attenzione del Dirigente scolastico e dei docenti METIS OPEN SCHOOL Diciotto idee di progetti e servizi per le scuole 2015/16 Open School è un insieme di progetti rivolti a studenti, insegnanti

Dettagli

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica.

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Comune di Brentonico Provincia autonoma di Trento Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Collaborazione Istituto comprensivo Scuola primaria Brentonico

Dettagli

Augurando una positiva conclusione dell anno scolastico, porgiamo distinti saluti. Per l Associazione Euro Diracca

Augurando una positiva conclusione dell anno scolastico, porgiamo distinti saluti. Per l Associazione Euro Diracca Spett. DIRIGENTI SCOLASTICI COLLEGI DOCENTI della SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO di San Daniele del Friuli OGGETTO: proposta di attività di didattica

Dettagli

Il suo background di creatività emerge in modo evidente

Il suo background di creatività emerge in modo evidente ELENA PARISI EMOZIONI senza TEMPO Elena Parisi nasce in una famiglia d'arte, essendo figlia di Paola e Marcello Parisi (il noto fashion designer che ha disegnato tessuti per i più importanti stilisti dell'alta

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

GIOCANDO D ARTE. Realizzato in collaborazione con. Il girotondo dell arte. di DANIELA AMATI e SARA CRIPPA

GIOCANDO D ARTE. Realizzato in collaborazione con. Il girotondo dell arte. di DANIELA AMATI e SARA CRIPPA PROGETTO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2009/10 GIOCANDO D ARTE Realizzato in collaborazione con Il girotondo dell arte di DANIELA AMATI e SARA CRIPPA IL GIROTONDO DELL ARTE snc (laboratori didatticiartistici,

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

DA GRANDE ITALIA A IL MONDO IN SCALA WORKSHOP STUDENTI di Micol Metzinger e Antonella Panico

DA GRANDE ITALIA A IL MONDO IN SCALA WORKSHOP STUDENTI di Micol Metzinger e Antonella Panico DA GRANDE ITALIA A IL MONDO IN SCALA WORKSHOP STUDENTI di Micol Metzinger e Antonella Panico il primo giorno era un po strano tra noi ragazzi c era molto silenzio poi la situazione è migliorata penso che

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

En plein air. Paolo Meoni

En plein air. Paolo Meoni En plein air Paolo Meoni Volume realizzato in occasione della mostra En Plein air PAOLO MEONI 19 aprile 19 giugno 2012 Die Mauer Arte Contemporanea, Prato Dryphoto Arte Contemporanea, Prato Ringraziamenti

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di.

COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di. COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di. Vorrei partire da un assunto, o meglio una constatazione: è impossibile non comunicare: la comunicazione è una proprietà del

Dettagli

SalernoFotografia.it è felice di presentare il suo 3 CORSO BASE DI FOTOGRAFIA.

SalernoFotografia.it è felice di presentare il suo 3 CORSO BASE DI FOTOGRAFIA. SalernoFotografia.it è felice di presentare il suo 3 CORSO BASE DI FOTOGRAFIA. L obiettivo finale di questo Corso sarà quello di portare i partecipanti ad una completa comprensione dell uso di una reflex.

Dettagli

LA SCUOLA IN CAMERA. Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16

LA SCUOLA IN CAMERA. Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16 LA SCUOLA IN CAMERA CAMERA - centro italiano per la fotografia Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16 Camera - Centro Italiano per la Fotografia aprirà al pubblico nell autunno del 2015, istituendo

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 1 Parlami del cuore, raccontami una storia una filastrocca che si impari a memoria. Scaccia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Insegnante Damiani Elena L INSEGNAMENTO

Dettagli

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY Tensioni Max Pedretti NEL NOME DEL MALE copyright 2010, caosfera www.caosfera.it soluzioni grafiche e realizzazione Max Pedretti NEL NOME DEL MALE PROLOGO

Dettagli

Ernesto Bazan. La fotografia un aspetto essenziale della mia esistenza. Fotogiornalista dice di no. Fotografo di strada, forse.

Ernesto Bazan. La fotografia un aspetto essenziale della mia esistenza. Fotogiornalista dice di no. Fotografo di strada, forse. Ernesto Bazan La fotografia un aspetto essenziale della mia esistenza Fotogiornalista dice di no. Fotografo di strada, forse. Ernesto ama definirsi piuttosto "Fotografo Poeta" e basta davvero poco per

Dettagli

Leggere, ascoltare, navigare

Leggere, ascoltare, navigare Leggere, ascoltare, navigare L AMORE CONTA di Maurizio Ermisino Fausto Podavini ha seguito per due anni una coppia: un marito malato di Alzheimer, una moglie che l ha seguito con devozione. È nato così

Dettagli

Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione

Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione 1 Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione di Erika Barbato Andrea Carnevali CEO di Republic+Queen e Co-Founder di Wannabe, Agenzia specializzata in Strategia e Advertising

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

COLORI, SAPORI, ODORI MISCELA DEL CONOSCERE

COLORI, SAPORI, ODORI MISCELA DEL CONOSCERE PROGETTO ANNUALE COLORI, SAPORI, ODORI MISCELA DEL CONOSCERE ISTITUTO COMPRENSIVO SCIALOIA SCUOLE DELL INFANZIA SCIALOIA P. ROSSI ANNO SCOLASTICO 20115/2016 IL CURRICOLO NELLA SCUOLA DELL INFANZIA Il curricolo

Dettagli

UNA COMUNITA IN CRESCITA

UNA COMUNITA IN CRESCITA UNA COMUNITA IN CRESCITA Proposte di formazione per bambini, ragazzi, insegnanti e genitori 2008-2009 2009 La Bottega dei Ragazzi Cooperativa Sociale Onluss Via Tintoretto 41 35020 Albignasego (PD) Tel.

Dettagli

Ninetta e le altre Lettura ad alta voce e Laboratorio di scultura della fiaba con materiali poveri

Ninetta e le altre Lettura ad alta voce e Laboratorio di scultura della fiaba con materiali poveri Cantarteatrando nella didattica interculturale I laboratori di FOCUS - Casa dei Diritti Sociali Ninetta e le altre Lettura ad alta voce e Laboratorio di scultura della fiaba con materiali poveri Progetto

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

L UMANITA E I SUOI ARCHETIPI

L UMANITA E I SUOI ARCHETIPI IL LINGUAGGIO URBANO Il concetto di arte scivola un pò sempre a secondo dei tempi e delle mode culturali. Oggi scivola malamente anche in nome di uno scaltro mercato creando confusione e spaesamento. Come

Dettagli

Remo Alessandro Piperno

Remo Alessandro Piperno La non arte quella astratta, surrealista, non tocca il Ferretti perchè egli ama restare nel concreto, ama la fisica e non la metafisica. Il mondo iperuranio, oggetto di favola mistica per primitivi, selvaggi

Dettagli

www.domgarga.com/wedding domenico@domgarga.com +39 335 54 53 557

www.domgarga.com/wedding domenico@domgarga.com +39 335 54 53 557 www.domgarga.com/wedding CHI SONO Curioso, amante del bello e dell essenziale, tra i cinque sensi sento la vista come quello predominante. La fotografia è la mia forma espressiva inevitabile. Caparbio,

Dettagli

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech Dopo il Silenzio Di Pietro Grasso Presentazione di regia Di Alessio Pizzech Dopo la significativa esperienza di Per non Morire di mafia, tratto dall omonimo libro, che dopo il fortunato battesimo Spoletino

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

Programmazione didattica

Programmazione didattica Programmazione didattica di italiano IN BASE AL LIVELLO LOGICO COGNITIVO ESPRESSIVO DELLA CLASSE E DEI PROCESSI INTELLETTIVI E PSICODINAMICI DELL ETÀ EVOLUTIVA, SI INDIVIDUANO: GLI OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

Modi di essere. Lo spazio matematico e lo spazio scientifico

Modi di essere. Lo spazio matematico e lo spazio scientifico PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO Scuole dell Infanzia I.C. Igea Marina Anno scolastico 2014/2015 Modi di essere. Lo spazio matematico e lo spazio scientifico una scuola è uno spazio speciale in cui gli esseri

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Titolo: Confronto tra fiabe: Pinocchio e le fiabe di paesi lontani Possibili discipline coinvolte - Italiano, Lingua2 (inglese,

Dettagli

Caro Sindaco, ti scrivo...

Caro Sindaco, ti scrivo... a cura di Nadia Mazzon e Francesco Vivacqua Caro Sindaco, ti scrivo... I bambini si rivolgono al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia www.culturasolidarieta.it Indice. Prefazione. Analisi pedagogica. Analisi

Dettagli

testo di Giorgia Calò

testo di Giorgia Calò G I A N P A O L O R A B I T O C I T T À S I L E N T E testo di Giorgia Calò 15 aprile - 14 maggio 2011 I L S O L E A R T E C O N T E M P O R A N E A VOLUME XXIV Città silente Giorgia Calò Il lavoro di

Dettagli

Non parlerò mai di storia come di una cosa già tutta fatta, ma come di una cosa che si fa e che si cerca

Non parlerò mai di storia come di una cosa già tutta fatta, ma come di una cosa che si fa e che si cerca Non parlerò mai di storia come di una cosa già tutta fatta, ma come di una cosa che si fa e che si cerca M. Bloch Tipologie di fonti Ogni epoca si dà le fonti che rispondono ai propri bisogni (M.Vovelle)

Dettagli

gaetano grazia orizzonti SPAZIO ARTE DEI MORI Venice International

gaetano grazia orizzonti SPAZIO ARTE DEI MORI Venice International gaetano grazia orizzonti SPAZIO ARTE DEI MORI Venice International SPAZIO ARTE DEI MORI Venice International Cannaregio 3384/b Campo dei Mori 30121 Venezia www.spazioartedeimori.com info@spazioartedeimori.com

Dettagli

La Movida. Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura

La Movida. Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura Alla C.A. del dirigente scolastico Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura Da realizzarsi nel corso dell anno scolastico 2013-2014 Foto di gruppo Salone internazionale

Dettagli

Deutsche Bank presenta le opere di Elena Lattanzi, 20 Maggio 2006. Omaggio a Monopoli

Deutsche Bank presenta le opere di Elena Lattanzi, 20 Maggio 2006. Omaggio a Monopoli Deutsche Bank presenta le opere di Elena Lattanzi, 20 Maggio 2006. Omaggio a Monopoli Monopoli è una città sul mare che vive di campagna, una città comunità che abbraccia confini e territori non segnati

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

RACCONTATO DA FRANCESCA TILIO

RACCONTATO DA FRANCESCA TILIO PINK PROJECT RACCONTATO DA FRANCESCA TILIO Il vestito rosa di mia madre è il primo ricordo della mia vita. In tante foto indossa quell abito con me piccolissima in braccio. Nasco il 5 aprile del 1975.

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI

PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI BARBARA PISCINA Animatrice pedagogica cell. 3286766227 e-mail barbara.piscina@fastwebnet.it PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI Il percorso di formazione vuole essere l occasione per riflettere

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA

TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA DOCUMENTAZIONE E NARRAZIONE DEL PAESAGGIO. ALCUNE OPPORTUNITÀ DEL WEB. A cura di Roberta Di Fabio e Alessandra Carfagna roberta.difabio@hotmail.it alessandra.carfagna@email.it

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI ARTE E IMMAGINE

CURRICOLO DISCIPLINARE DI ARTE E IMMAGINE A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Palena-Torricella Peligna Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Palena (CH) SCUOLA PRIMARIA

Dettagli

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (dalle INDICAZIONI NAZIONALI) IL SE E L ALTRO: Il bambino gioca

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

una distribuzione presenta una produzione

una distribuzione presenta una produzione una distribuzione presenta una produzione Un documentario in dieci capitoli che racconta attraverso un viaggio in auto i sogni e le visioni della Rockstar italiana. Sarà presentato alla 72a Mostra Internazionale

Dettagli

una distribuzione presenta una produzione

una distribuzione presenta una produzione una distribuzione presenta una produzione Un documentario in dieci capitoli che racconta attraverso un viaggio in auto i sogni e le visioni della Rockstar italiana. Sarà presentato alla 72a Mostra Internazionale

Dettagli

Istituto SANTA TERESA Scuola dell Infanzia paritaria

Istituto SANTA TERESA Scuola dell Infanzia paritaria Istituto SANTA TERESA Scuola dell Infanzia paritaria Via Palazzo di Città, 5 10023 CHIERI (TO) tel. 011-9472245 fax 011-9473410 email: infanzia@santateresachieri.it sito web: www.santateresachieri.it Educare

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Inaugurazione mostra "Phobia, la paura sei tu": intervista a Milly Macis

Inaugurazione mostra Phobia, la paura sei tu: intervista a Milly Macis Inaugurazione mostra "Phobia, la paura sei tu": intervista a Milly Macis Milly Macis, nota tatuatrice cagliaritana si racconta in un intervista, poco prima dell inaugurazione della mostra Phobia la paura

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO SEI UN TESORO! TERRA, ACQUA E SEMI

LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO SEI UN TESORO! TERRA, ACQUA E SEMI LA CASA PIÙ GRANDE DEL MONDO Dai disegni dei bambini e dal loro concetto di casa, spazio vissuto o luogo magico, inizia l esplorazione del palazzo che, così importante per dimensioni e storia, è stato

Dettagli

Presentazione attività

Presentazione attività Il re dei Confini - a cura di Alessandro Carboni L'arte, il paesaggio e l'architettura per bambini Presentazione attività Il Re dei confini è un progetto che promuove attività per bambini sull arte, l

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PREMESSA La società attuale non solo ci invita a pensarci e a pensare in termini di globalità e di globalizzazione, ma ci chiede anche

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO ALESSANDRO MANZONI SAMARATE SCUOLA DELL INFANZIA BRUNO MUNARI

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO ALESSANDRO MANZONI SAMARATE SCUOLA DELL INFANZIA BRUNO MUNARI ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO ALESSANDRO MANZONI SAMARATE SCUOLA DELL INFANZIA BRUNO MUNARI PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE CURRICOLO delle ATTIVITA EDUCATIVE Della SCUOLA DELL INFANZIA Anno Scolastico 2012.13

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

Progetto 5 anni. Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco. Premessa

Progetto 5 anni. Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco. Premessa Progetto 5 anni Premessa Alla scoperta degli elementi della vita: Acqua, Aria, Terra, Fuoco L esplorazione di questi elementi così diversi tra loro rappresenta un occasione per stimolare l immaginazione

Dettagli

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado

Fondazione Pirelli Educational. Scuola secondaria di I grado Fondazione Pirelli Educational 2013 2014 Laboratori Fondazione Pirelli La Fondazione Pirelli si occupa di conservare e valorizzare il patrimonio storico prodotto dall azienda in oltre 140 anni di attività.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

I CONTESTI DELL INFANZIA AGLI OCCHI DEI BAMBINI ANALISI DEI DISEGNI E DELLE INTERVISTE INDIVIDUALI. Vincenza Pellegrino

I CONTESTI DELL INFANZIA AGLI OCCHI DEI BAMBINI ANALISI DEI DISEGNI E DELLE INTERVISTE INDIVIDUALI. Vincenza Pellegrino I CONTESTI DELL INFANZIA AGLI OCCHI DEI BAMBINI ANALISI DEI DISEGNI E DELLE INTERVISTE INDIVIDUALI Vincenza Pellegrino Definire il costrutto di contesti ( sentirsi in relazione ) Il campo da calcio mentre

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3, 4, 5 ANNI

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3, 4, 5 ANNI PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3, 4, 5 ANNI 3 anni IL SÉ E L ALTRO Supera il distacco dalla famiglia Prende coscienza di sé Sviluppa

Dettagli