Dialogo con Notenstein, giugno Professor Reiner Eichenberger, Investire per piacere?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dialogo con Notenstein, giugno 2012. Professor Reiner Eichenberger, Investire per piacere?"

Transcript

1 Professor Reiner Eichenberger, Investire per piacere? L andamento dei corsi non è pronosticabile. Ecco perché si può investire secondo il principio del piacere, ma non senza osservare una serie di regole. Notenstein: Nel nostro settore l atto di investire è inteso come qualcosa di razionale, che richiede possibilmente mente fredda quando si prendono le decisioni d investimento. Alcuni l associano persino a una questione puramente quantitativa. Nella teoria, investire è un problema di ottimizzazione matematico nel quale apparentemente non sembra esserci spazio per l istinto e l intuizione, il divertimento e la passione. Chi si lasciasse guidare da queste sensazioni verrebbe prontamente etichettato come irresponsabile. Lei però è l artefice della tesi dell investire per piacere. Cosa significa? Reiner Eichenberger: Sui mercati finanziari innumerevoli attori cercano di predire i corsi e di realizzare utili con un abile gioco di compravendita. I corsi di oggi riflettono tutte queste attività e quindi includono tutte le informazioni e le aspettative attualmente presenti. I corsi si muovono soltanto se si rendono disponibili nuove informazioni o se gli investitori le interpretano ex novo. «Nuovo» significa sempre «non pronosticabile», poiché se lo fosse, qualsiasi nuova informazione dovesse affiorare non sarebbe realmente nuova e sarebbe già scontata dai corsi odierni. Ne consegue che anche l evoluzione dei corsi non è pronosticabile e deve essere casuale, per cui non c è modo di battere il mercato. Con questa teoria dei mercati efficienti è possibile confrontarsi da angolature molto diverse: primo, la si può accettare e investire passivamente, quindi seguire la strategia «buy and hold» e diversificare quanto ampiamente possibile i rischi. Secondo, la si può ignorare e tentare comunque di sovraperformare il mercato; ma nel lungo periodo una strategia attiva perde sistematicamente il confronto con una strategia passiva, giacché la prima non consente di battere il mercato e vi sono costi di transazione da sostenere. Una terza variante consiste nel respingere la teoria argomentando che i mercati non sono pienamente efficienti. È giusto, ma non è importante. I mercati finanziari non sono ovviamente mai perfettamente efficienti, ma sono così efficienti che di fatto nessuno può praticamente formulare previsioni sui corsi che promettano guadagni sistematici nel breve o medio periodo. La mia tesi dell investire per piacere invita a fare ciò che diverte. Oppure, esiste una quarta alternativa: rompere gli schemi della teoria convenzionale, postulando quindi che, se con una strategia attiva non è possibile sovraperformare il mercato, non è neppure possibile fare peggio, a prescindere dai costi di transazione! La mia tesi dell investire per piacere invita dunque a fare ciò che diverte, non costa nulla! Le azioni di società sapientemente gestite con aspettative di utile strepitose non offrono un rendimento migliore delle azioni di aziende gestite male con modeste prospettive di guadagno, perché tutte le aspettative positive e negative sono già scontate dagli odierni corsi azionari. Per questo non bisogna interrogarsi su quali sono le società particolarmente floride, bensì in quali si investe volentieri. Il tutto è applicabile anche a livello set- 1

2 toriale e nazionale, tenendo presente quattro aspetti: naturalmente occorre in primis diversificare adeguatamente i rischi, compito che diventa più arduo se l investire per piacere sfocia in grandi rischi. In second ordine il piacere andrebbe vissuto solo con titoli negoziati in borsa, altrimenti si corre il rischio di cascare su prodotti che un consulente offre «per appetitosi», ma che sono intesi piuttosto a soddisfare il suo appetito di gustose commissioni. Terzo, anche gli investitori più attenti al piacere dovrebbero detenere i loro titoli il più a lungo possibile al fine di minimizzare i costi di transazione. Occorre quindi riflettere bene per quali investimenti batte il cuore anche nel lungo periodo. Quarto, andrebbero vissuti appieno appetiti e desideri possibilmente personali: se molti coltivano gli stessi desideri, i corsi dei rispettivi titoli vengono spinti al rialzo e di riflesso al ribasso i rendimenti attesi. Notenstein: Ma non si corre il rischio che il vivere preferenze soggettive possa indurre nell investitore un comportamento impulsivo? Investire per piacere non risveglia la cupidigia o anche la paura? Le preferenze personali per determinate azioni, settori o temi si mescolano facilmente con la speranza di realizzare utili spettacolari e nell euforia che ne consegue i segnali di allarme, le voci critiche e le controargomentazioni vengono ignorati. Investire per piacere è l opposto di investire con avidità. Non bisogna proprio puntare ai profitti immediati. Reiner Eichenberger: L avidità porta solo svantaggi nell investire. Gli avidi negoziano troppo attivamente, il che genera costi di transazione, e spesse volte acquistano titoli non quotati in borsa. Ma è solo finché si investe in borsa che si è protetti dal suo pricing efficiente. A margine delle borse sono in agguato le trappole delle commissioni e i predatori che attendono con gioia nuove vittime. Per questo occorre usare particolare prudenza. Investire per piacere è l opposto di investire con avidità. Non bisogna proprio puntare ai profitti immediati, ma acquistare e tenere in portafoglio ciò che fa piacere. E naturalmente occorre astenersi dal cambiare a ciclo continuo la strategia, poiché ciò genera costi di transazione. Notenstein: Lei sostiene dunque che ogni investitore è destinato a fallire nel tentativo di opporsi al mercato. Gli rimane solo la scelta tra investire passivamente e per piacere, fermo restando che con entrambe le varianti può incamerare solo il rendimento di mercato (ma pur sempre neppure meno). Nel primo caso è sufficiente acquistare e detenere investimenti indicizzati quanto più ampiamente possibile diversificati, quindi per così dire inserire il pilota automatico. A questo punto l investitore può tranquillamente risparmiarsi i bollettini dei mercati finanziari, consigli di borsa e colloqui con il consulente; tempo e fatica potrebbero essere investiti in altro modo. La seconda variante, ovvero investire per piacere, sembra di primo acchito rendere altrettanto obsoleto il consulente d investimento. Come ha anticipato, anche nell investire per piacere occorre però tenere in debita considerazione numerosi aspetti, di modo che in questa opzione e anche nell investimento passivo intravediamo nitidamente un compito per la gestione patrimoniale. Non basta investire semplicemente il proprio patrimonio in un indice azionario, poiché si lasciano interrogativi da risolvere: quale indice? Paese industrializzato o emergente? Europa o America? Non servono forse anche obbligazioni? Come la mettiamo con il cash? E con le materie prime? Investitori svizzeri: in buona parte sottodiversificati Quota dei portafogli 35% 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% Diversificazione >30 Numero di azioni in portafoglio Fonte: Cocca, T.D., Volkart, R. & Schmid, S. (2006). Equity Ownership in Switzerland Propria illustrazione Nota: circa il 55 per cento degli investitori interpellati investe al massimo in tre azioni. Riepilogando, il compito fondamentale a cui è chiamato il gestore patrimoniale consiste nel tradurre la situazione squisitamente personale del cliente in una strategia d investimento congeniale. Secondo studi scientifici, questa allocazione strategica è l artefice dell ottanta per cento del rendimento espresso dall investimento, mentre la selezione dei titoli totalizza soltanto il venti per cento del risultato. Il consulente deve tematizzare, insieme al cliente, la sua capacità e la propensione al rischio nonché l orizzonte temporale dell investimento e, sulla base di questi riscontri, mettere a punto un profilo d investimento individuale, tenendo in opportuna considerazione l intero patrimonio e tutti gli impegni dell investitore come pure aspetti di carattere previdenziale e fiscale. Dopo la ripartizione strategica del patrimonio su varie classi di attività, si procede all attuazione. È solo in un secon- 2

3 do tempo che si pone l interrogativo dell investire passivamente o per piacere. Se si opta per la variante del piacere, ci si espone subito al rischio di una insufficiente diversificazione. Purtroppo l antichissimo principio che consiglia di non mettere tutte le uova nello stesso paniere viene troppo spesso disatteso. Il nostro grafico mostra che la sottodiversificazione è un problema diffuso. Chi evita i grandi rischi in ordine a singoli titoli, settori, paesi ma anche controparti, elude molte potenziali avversità, ossia nella peggiore delle ipotesi la perdita totale del suo patrimonio. Investire per piacere d accordo, ma senza mettere tutto il denaro in un azione prediletta. Abbiamo riflettuto a lungo sul nostro ruolo di gestori patrimoniali e siamo incappati nell immagine della guida alpina, che deve conoscere bene il suo cliente e valutarne le condizioni fisiche e psichiche prima di compiere un escursione. I punti chiave dell escursione possono essere superati? La guida deve conoscere i pericoli della montagna e sapersi orientare e destreggiare alla perfezione. Deve essere in grado di valutare correttamente le condizioni meteorologiche del momento, ma anche avere la flessibilità di decidere in tempi brevi un cambiamento di percorso o l interruzione dell arrampicata. In un mondo complesso il consulente d investimento come la guida alpina è l opposto del pilota automatico. Come nella gestione patrimoniale, si tratta soprattutto di evitare a ogni costo i gravi errori e di soppesare i rischi e le opportunità. Cliente e guida alpina sono legati da una fune ed entrambi hanno un interesse fondamentale a che l altro stia bene. Infine, per una buona guida alpina si è anche disposti a pagare un prezzo adeguato. In un mondo complesso la guida è l opposto di un autopilota. Nell insieme, la ragion d essere della gestione patrimoniale ci sembra dunque data anche se la teoria dei mercati efficienti descrive correttamente la realtà sui mercati finanziari. Stante il sempre più incalzante susseguirsi di esagerazioni, l oscillare tra ebbrezza e delusione, anche noi di quando in quando nutriamo dubbi sulla reale efficienza dei mercati finanziari. Peraltro anche le implicazioni dell indicizzazione per l ipotesi dell efficienza dei mercati sono poco chiare. Poniamo che un investitore attento alla sicurezza investa in un fondo obbligazionario a gestione passiva. Abbiamo la sgradevole sensazione che gli attuali indici obbligazionari siano composti sempre più da pessimi debitori. I debitori «sani» vivono per definizione una situazione finanziariamente confortevole, il loro fabbisogno di capitali è contenuto; viceversa, i cattivi debitori devono indebitarsi sempre più pesantemente. Siccome un indice riproduce l intero mercato, le obbligazioni di questi debitori trovano rapidamente la via verso il rispettivo indice. L investitore, che in teoria sta facendo tutto giusto acquistando l indice, si ritrova all improvviso proprietario di un portafoglio zeppo di titoli spazzatura. I sostenitori dell ipotesi dell efficienza replicherebbero a questo punto che la cattiva qualità dei debitori è nota e sarebbe subito scontata. Ma per questo occorrono operatori che agiscano di conseguenza. Se però tutti investono solo passivamente, il correttivo non funziona più. Come valuta il problema dell indicizzazione «cieca»? Reiner Eichenberger: In linea generale i mercati finanziari potrebbero anche funzionare in regime di efficienza, se oltre la metà del denaro venisse investito passivamente. I mercati non sono efficienti perché tutti gli operatori agiscono razionalmente, ma bensì perché il più delle volte è sufficiente una minoranza di utenti razionali. Tuttavia: come si è già evidenziato, gli attuali mercati finanziari non sono naturalmente del tutto efficienti. Ma per gli investitori conta soltanto sapere in che misura i corsi sono sistematicamente pronosticabili, e nei mercati reali di oggi lo sono altrettanto poco che nei mercati perfetti, giacché i fenomeni tipici dei mercati reali come le mode, il panico, il comportamento gregario e così via sono pressoché imprevedibili. A posteriori nell evoluzione dei corsi si ravvisano sempre modelli che non sembrano frutto del caso o di un «random walk». Ma i modelli non si possono pronosticare in anticipo, e se tuttavia uno scienziato rileva un anomalia di mercato che consente di guadagnare denaro sistematicamente, essa sparirà rapidamente perché innumerevoli operatori cercheranno di sfruttarla, con l effetto di azzerarla. Appena un investitore su mille batte il mercato per dieci anni consecutivi. Questi fortunelli sono spesso vittime di un illusione del controllo. Naturalmente molti investitori e consulenti ritengono di poter comunque sovraperformare il mercato, ma dovrebbero tenere presenti due aspetti: in primo luogo, anche a fronte di un andamento puramente casuale del mercato la metà degli investitori attivi realizza una performance annua migliore rispetto al mercato globale, al lordo dei costi di transazione. Un quarto batte il mercato per due anni consecutivi, un ottavo per tre anni ecc. Appena uno su mille sovraperforma il mercato persino per dieci anni consecutivi. Questi fortunelli sono spesso vittime di un illusione del controllo: credono di avere un sistema con il quale possono vincere il mercato, ignorando che i loro successi casuali non significano assolutamente nulla per il futuro. Viceversa, gli altrettanto numerosi 3

4 scalognati rimasti vari anni alle spalle del mercato affidano volentieri il loro patrimonio a consulenti che superano poi prontamente l indice con il cinquanta per cento di probabilità. Questi investitori tendono spesso a sviluppare e riporre una fiducia eccessiva nei loro consulenti. Probabilità di un rendimento superiore casuale per anni consecutivi Probabilità 60% 50.0% Uno su due! 50% 40% 30% 25.0% 20% 12.5% Uno su mille! 10% 6.3% 3.1% 1.6% 0.8% 0.4% 0.2% 0.1% 0% Anno Fonte: propria illustrazione Nota: la probabilità di realizzare casualmente un rendimento superiore per anni consecutivi diminuisce rapidamente, ma rimane apprezzabile. I dati si fondano su un esperimento randomizzato. In secondo luogo esistono forse persone in grado di «leggere» e pronosticare il mercato, ma sono molto rare. Purtroppo è molto più improbabile essere un simile genio che cadere vittima di un illusione del controllo. Questi «superpronosticatori» sarebbero peraltro dei consulenti d investimento inarrivabili, ma sfortunatamente sono molto più rari dei normali consulenti o, peggio ancora, dei ciarlatani. È qualcosa di simile alla rinascita. Forse esistono realmente singoli casi documentati, ma è certo che ci sono molte più persone che credono semplicemente o sostengono di essere state rigenerate. Per questo nutro verso i consulenti che predicono le evoluzioni di mercato la stessa fiducia che ho nei rinati. Verso i consulenti che predicono le evoluzioni di mercato nutro la stessa fiducia che ho nei rinati. Ma torniamo alla buona consulenza d investimento come la intende lei. L investire per piacere non la rende obsoleta, bensì più sofisticata. Finora il suo ruolo principale è consistito nel mettere a punto la giusta diversificazione del portafoglio. Per riuscirvi, il consulente deve possedere ottime conoscenze di tutte le posizioni patrimoniali del cliente, premessa naturalmente inscindibile da un particolare rapporto di fiducia. Per investire per piacere con successo la consulenza è altrettanto importante. Un investimento per piacere significa spesso un impegno in settori o paesi particolari. Naturalmente si offrono a scelta vari prodotti a cui si accompagnano commissioni e conseguenze fiscali maggiori o minori e gli investimenti selettivi richiedono una diversificazione ad hoc compensativa dei rischi. A proposito della buona consulenza d investimento nella sua ottica: l investire per piacere non la rende obsoleta, bensì più sofisticata. Ancora più interessante è il fatto che l investire per piacere rompe i rigidi schemi dell efficienza di mercato, la cui importante implicazione il rendimento atteso corretto per il rischio di ogni investimento è uguale vale soltanto se gli investitori non provano alcun piacere a investire miratamente. Se invece numerosi investitori privilegiano gli stessi investimenti, i loro prezzi sono alti e i rendimenti finanziari modesti. Accanto ai redditi finanziari gli investitori realizzano anche redditi psichici. L arte di investire sapientemente consiste poi nel massimizzare la somma dei redditi finanziari e psichici, e a questo riguardo il consulente deve conoscere molto bene anche le preferenze d investimento dei suoi clienti. Notenstein: Di fatto il compito di diversificare ad hoc i rischi dei clienti, che verosimilmente estrinsecano i loro appetiti (o timori) un po troppo unilateralmente, è lungi dall essere banale. In proposito, uno dei migliori esempi a noi ben noto è dato dall investitore ultraconservatore, che nel suo estratto patrimoniale vorrebbe sempre leggere lo stesso importo maggiorato di un provento d interessi costante. A prima vista questa predilezione soggettiva per una presunta sicurezza assoluta può essere soddisfatta soltanto con obbligazioni di debitori ineccepibili nella moneta nazionale. Ma le circostanze odierne fanno sì che un provento d interessi costante significhi un reddito pari pressoché a zero. E ciò che è più grave, il tasso d interesse reale (tasso nominale al netto del tasso d inflazione), sostanzialmente la sola variabile rilevante, è da più parti persino negativo, a significare che l investitore perde costantemente potere d acquisto e per lo stesso denaro può permettersi sempre meno. In ordine alla sicurezza si pone quindi la seguente domanda: sicurezza riferita a che cosa? A possibilmente nessuna oscillazione dei corsi o piuttosto alla conservazione del potere d acquisto? Nel nostro ruolo di consulenti d investimento coscienziosi dobbiamo raddrizzare il timone ed essere in grado di spiegare in modo credibile al nostro cliente ultraconservatore che le sue preferenze soggettive forse non lo porteranno all obiettivo. Nel nostro esempio un equilibrio verrebbe raggiunto aggiungendo strumenti i cui corsi possono senz altro oscillare, ma che promettono rendi- 4

5 menti più sostenuti. Basti pensare ai titoli a dividendo, che attualmente evidenziano spesso rendimenti interessanti superiori al tre per cento, e all aggiunta di valori patrimoniali che in tempi avversi conservano molto probabilmente il potere di acquisto, come l oro. Da più parti vigono tassi d interesse reali negativi In % Tassi d interesse reali Svizzera Tassi d interesse reali Stati Uniti Tassi d interesse reali Eurozona Tassi d interesse reali GB Fonte: Bloomberg, propria illustrazione Osservazione: tassi d interesse reali a breve termine (Libor a 3 mesi meno tasso d inflazione) particolarmente dibattuti. Da un lato lo scenario probabile «attesa», che non è altro che la prosecuzione degli eventi attuali: una congiuntura «stop and go» globale, un lento risanamento dei disavanzi strutturali di bilancio, un riacutizzarsi erratico e disomogeneo della crisi del debito, massicci interventi della banca centrale come pure un riassetto solo in lenta progressione del settore bancario. In linea generale, in questo scenario saremmo confrontati con prezzi stabili a fronte di un economia nel complesso piuttosto stagnante. Dall altro, già da tempo ci stiamo dedicando al pericoloso scenario «abisso rosso», un autentico scenario catastrofico che, seppur improbabile, avrebbe ricadute disastrose per l economia mondiale e gli investitori. Le conseguenze si tradurrebbero in un elevata inflazione o persino un iperinflazione e in un tracollo dell economia. Questo scenario muove dalla visione di una politica monetaria che alimenta l inflazione senza ravvivare la congiuntura, di un escalation della crisi del debito, una disintegrazione dell unione monetaria europea come pure una crisi bancaria che si estende al sistema finanziario mondiale. In breve, un abisso davvero profondo. Ma torniamo alle implicazioni dell impronosticabilità dei mercati. Naturalmente non desideriamo figurare tra coloro che si illudono di poter leggere e predire il mercato, tuttavia abbiamo riflettuto su come comportarci e cosa fare. L approccio di Notenstein consiste nell operare con vari scenari dai quali si derivano poi concrete strategie d investimento. A causa appunto dell imponderabilità di numerosi fattori ci sembra opportuno preparare i nostri clienti in prospettiva di vari potenziali sviluppi e prevenire il loro patrimonio, se non da tutte, almeno dalle eventualità che riteniamo importanti. Siccome il portafoglio «ognitempo», capace di generare ricchezza in ogni contesto di mercato, non esiste proprio, ne componiamo uno per lo scenario più probabile e uno per quello più pericoloso. Siccome il portafoglio «ognitempo», capace di generare ricchezza in ogni contesto di mercato, non esiste proprio, ne componiamo uno per lo scenario più probabile e uno per quello più pericoloso. In riferimento al nostro approccio potremmo anche parlare di una diversificazione ampliata. Il nostro grafico mostra cinque scenari con i quali stiamo attualmente lavorando. Tutti gli scenari possono essere riprodotti a titolo semplificativo come combinazioni delle due grandezze macroeconomiche «crescita» e «inflazione». Due scenari vengono oggi da noi Gli scenari si prestano per affrontare l impronosticabilità dei mercati Abisso rosso Recessione Adeguamento doloroso Attesa Fonte: Notenstein, propria illustrazione Inflazione Gestione continua Deflazione Oriente dorato Crescita Nel primo scenario, un investitore che pratica una strategia d investimento passiva non dovrebbe sbagliare, fintantoché la strategia corrisponde al profilo di rischio del cliente. Ciò malgrado, riteniamo in ossequio al principio di precauzione nostro dovere trovare soluzioni che consentano all investitore di tutelare al meglio il suo patrimonio in prospettiva dello scenario catastrofico, ad esempio con investimenti che privilegiano i valori reali. I due scenari illustrati «attesa» e «abisso rosso» sono comprensibilmente poco piacevoli, ma torniamo al nostro tema principe dell investire per piacere. È difficile immaginare come si possa investire per piacere nel contesto attuale. Oggigiorno esistono realmente ancora investimenti che riescono a divertire? 5

6 Reiner Eichenberger: Le sue riflessioni mostrano quanto sia importante una buona consulenza anche in presenza di mercati finanziari efficienti. Un adeguata diversificazione del portafoglio non significa ripartire quanto più ampiamente possibile gli investimenti, bensì equilibrarli miratamente e ad arte in prospettiva degli scenari più eterogenei. L approccio tradizionale suggerirebbe di attribuire delle probabilità ai vari scenari e di diversificare il portafoglio in modo che apporti all investitore il massimo rendimento atteso tenuto conto delle probabilità di scenario e della sua avversione al rischio. Tuttavia, qui il problema è dato dal fatto che le probabilità di scenario sono poco o per nulla chiare, ma significa anche che i costi e i benefici oggettivi di puntare su singoli scenari o di cautelarsi dai medesimi sono decisamente vaghi. E quindi torniamo all investire per piacere. Meno chiari diventano i rendimenti oggettivi delle v arie strategie d investimento, più è conveniente soddisfare le proprie preferenze soggettive. Un adeguata diversificazione del portafoglio non significa ripartire quanto più ampiamente possibile gli investimenti, bensì equilibrarli miratamente e ad arte in prospettiva degli scenari più eterogenei. Cosa questo significhi, sulle prime è spesso poco chiaro. Ad esempio per molti investitori sarebbe rassicurante il fatto di detenere singoli investimenti sicuri anche a fronte degli scenari più terrificanti. Ma quali sono questi investimenti? L oro? Forse, ma non titoli su oro che non sono integralmente coperti da autentico metallo giallo! O solo oro fisico? Ma non grossi lingotti, con cui in tempi di crisi non si può fare nulla! Allora forse monete o persino catenine d oro, le cui singole componenti si possono staccare con una forbice e usare nel momento del bisogno anche per pagare piccoli importi? Evidentemente queste decisioni necessitano di una buona consulenza personale. E ancora una volta il prezzo per soddisfare preferenze diffuse è alto, per cui occorre puntare a predilezioni il più possibile personali. Chi ad esempio è sempre stato attratto dalle belle, vecchie monete d oro, ma riteneva eccessivo il loro aggio al di sopra del valore dell oro, può oggi soddisfare questa sua preferenza a prezzi convenienti come non mai. Molti pezzi storicamente interessanti costano solo pochissimo più del valore dell oro e rappresentano quindi di fatto un autentico investimento per piacere, senza trascurare che il loro valore da collezione li mette praticamente al riparo da un crollo del prezzo del metallo giallo. In linea generale si può affermare che gli investimenti nelle cose belle della vita come antichità, oggetti d arte, ma anche il consumo di preziosi, sono raramente così convenienti come oggi, se si giudicano così poco edificanti gli scenari dei mercati finanziari come fa lei. Nondimeno, anche l attuale mercato finanziario offre grandiose possibilità di investire per piacere. Ad esempio parecchi investitori apprezzano i dividendi generosi. Nella prospettiva storica, oggi i rendimenti da dividendi reali di numerose azioni svizzere sono a dir poco colossali. Naturalmente si potrebbe obiettare che rendimenti da dividendi così cospicui possono essere indicativi di gravi rischi sul mercato. Giusto. Per questo anche non consiglio in generale di privilegiare adesso questi titoli, ma per gli amanti dei dividendi sono perfetti. Per chi si reputa più abile e saggio della grande maggioranza e riesce però anche ad accettare che non sia sempre così, i valori finanziari sono oggi ideali. Raramente un opinione è stata così negativa nei confronti di un settore come quella nutrita oggi per i valori finanziari, per cui vi sono buone possibilità di essere a posteriori più accorti degli altri. Coloro che amano il progresso tecnologico possono acquistare oggi con particolare piacere azioni automobilistiche, poiché il progresso tecnologico attualmente offerto dall industria automobilistica è semplicemente impressionante. E chi sostiene volentieri le persone operose e vive il loro ottimismo può oggi acquistare con soddisfazione azioni spagnole. La Spagna è un paese dal grande potenziale, visto che per lo sviluppo economico a lungo termine è cruciale il grado di decentramento effettivo. La Spagna è già relativamente decentralizzata, solo poco efficacemente. Una situazione che però può essere facilmente corretta, a grande differenza di Grecia, Portogallo o anche la Francia, che sono eccessivamente centralizzate. Sono i redditi a lungo termine a essere importanti. Se la situazione attuale è davvero negativa, allora offre in generale anche buone possibilità d investimento. Non solo: sono i redditi a lungo termine a essere importanti. Se la situazione attuale è davvero negativa, allora offre in generale anche buone possibilità d investimento. Pensi ad esempio al crac del 1987 e a tutti i tracolli precedenti. Ritiene che oggi i corsi sarebbero più alti se allora non fossero crollati? Non credo proprio. L evoluzione nel lungo periodo dei corsi non dipende dalle crisi a breve, per cui agli investitori con un orizzonte temporale a lungo termine si aprono prospettive molto interessanti. Raramente molte azioni sono state così convenienti come oggi. Notenstein: Professor Eichenberger, la ringraziamo per questo interessante colloquio. 6

7 Conclusioni di Notenstein La sfida che siamo chiamati a raccogliere in quanto gestori patrimoniali consiste nell applicare nella realtà pratica quanto emerso da questo dialogo. Ecco un riepilogo delle principali affermazioni: Gli andamenti dei corsi sono poco o nient affatto prevedibili, e ciò a prescindere che i mercati vengano considerati efficienti o non perfettamente efficienti. Se il mercato non può essere sovraperformato, è possibile investire passivamente o per piacere, quindi fare ciò che diverte. Vanno tuttavia osservati i seguenti punti: diversificazione, limitazione a titoli negoziati in borsa, lungo periodo di detenzione e esclusione delle tendenze di moda. Il ruolo del gestore patrimoniale è importante, anche se non è possibile formulare previsioni attendibili. Il suo compito risiede nel tradurre la situazione personale dell investitore in una strategia d investimento consona, tenendo in opportuna considerazione vari scenari macroeconomici. Lavorare con gli scenari è una soluzione ragionevole per ovviare all impronosticabilità dell andamento dei corsi. Sono uno strumento per la diversificazione mirata del patrimonio e la chiave per conservarlo efficacemente a lungo termine. Operare con gli scenari mette in luce la qualità di una consulenza d investimento seria e dedicata. Appunto agli investitori orientati a lungo termine le situazioni difficili offrono sempre anche delle opportunità. Molte azioni sono oggi oggetto di una valutazione vantaggiosa e presentano spesso rendimenti da dividendi decisamente superiori al tre per cento. Interlocutore di Notenstein Il Prof. Dr. Reiner Eichenberger è professore di teoria della politica economica e finanziaria all Università di Friborgo e direttore della ricerca del CREMA (Center for Research in Economics, Management and the Arts). *1961, dissertazione 1990 e abilitazione nel 1997 all Università di Zurigo. Le sue priorità di ricerca si articolano nella politica finanziaria ed economica, nell analisi economica della politica nonché nella deregolamentazione del processo politico. È autore di tre libri, di oltre un centinaio di studi scientifici e di numerosi articoli per organismi non accademici. Tra l altro è anche coeditore di Kyklos, una prestigiosa rivista accademica per l economia originale, e membro della Commissione federale delle comunicazioni (ComCom), l autorità indipendente che regola il mercato delle telecomunicazioni. Interlocutori per Notenstein Il Dialogo con Notenstein è stato condotto dal Dr. Michael Zurkinden, Consulenza d investimento e gestione patrimoniale, in collaborazione con il Dr. Ivan Adamovich, responsabile Clientela privata internazionale e membro della Direzione Generale, Martin Schenk, responsabile Clientela privata svizzera e membro della Direzione Generale, Rolf Kaufmann, Consulenza d investimento e gestione patrimoniale, e Oliver Forrer, Negoziazione e comunicazione. Dialogo con Notenstein Il Dialogo con Notenstein vuole stimolare a interrogarsi e a riflettere sulle tendenze economiche e sociali più significative del nostro tempo e a tematizzarne le possibili implicazioni per gli investitori. A scadenza bimestrale gli esperti di Notenstein si intrattengono a colloquio con una personalità del mondo economico o scientifico invitandola al dibattito e al confronto con i nostri riscontri e le nostre tesi con l obiettivo dichiarato di generare una conoscenza che possa, in ultima analisi, trovare applicazione anche nella pratica. Siamo aperti alle opinioni controverse che sono la linfa dello scambio di idee. Il Dialogo con Notenstein si svolge in forma di colloquio scritto sull arco di più giorni. Questa modalità di scambio consente di esplorare serenamente e a fondo argomenti d interesse, in un epoca spesse volte connotata da una sovrabbondanza disorientante di informazioni. Sigla editoriale Edizione Dialogo con Notenstein n. 2, giugno 2012 Editore Notenstein Banca Privata SA, Bohl 17, casella postale, CH-9004 San Gallo, Servizio lettori Il Dialogo con Notenstein può essere ascoltato in podcast sul nostro sito. Feedback e ordinazioni vanno inoltrati al sito o per posta. Oltre al Dialogo, Notenstein Banca Privata SA pubblica il commento giornaliero NotensteinBrunch (in lingua tedesca) e cinque volte all anno la rivista d informazione Focus Asia. ISSN Summa summarum, istinto, divertimento e passione hanno assolutamente il loro spazio nell investire. Il consulente non diventa una figura obsoleta, ma il suo ruolo si fa più sofisticato. Uno dei riscontri incoraggianti emersi dal presente Dialogo con Notenstein conferma che investire può essere un piacere anche nell odierno contesto difficile. In concreto i titoli a dividendo ci sembrano attualmente un interessante possibilità d investimento. Infine, ma non per questo meno importante, continueremo a coltivare e ampliare il pensiero per scenari. 7

8 SAN GALLO BASILEA BERNA CHIASSO COIRA GINEVRA LOC ARNO LOS ANNA L UCERNA LUGANO SCIAFFUSA WINTERTHUR ZURIGO

Capitolo 23. Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S.

Capitolo 23. Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali. Principi di economia (seconda edizione) Robert H. Frank, Ben S. Capitolo 23 Mercati finanziari e flussi internazionali di capitali In questa lezione Sistema finanziario e allocazione del risparmio a usi produttivi: sistema bancario obbligazioni e azioni Ruolo dei mercati

Dettagli

Considerazioni a confutazione degli argomenti del Comitato d iniziativa «Salvate l oro della Svizzera (Iniziativa sull oro)»

Considerazioni a confutazione degli argomenti del Comitato d iniziativa «Salvate l oro della Svizzera (Iniziativa sull oro)» Dipartimento federale delle finanze DFF Considerazioni a confutazione degli argomenti del Comitato «Salvate l oro della Svizzera (Iniziativa sull oro)» Stato: settembre 2014 L oro è stato venduto a seguito

Dettagli

PAX-FondsInvest. Affinché il Vostro capitale sia in buona compagnia

PAX-FondsInvest. Affinché il Vostro capitale sia in buona compagnia PAX-FondsInvest Affinché il Vostro capitale sia in buona compagnia Investimenti di previdenza con performance Ogni investitore vuole ottenere un rendimento il più pos sibile attrattivo con una grande liquidità

Dettagli

2013 Rapporto semestrale

2013 Rapporto semestrale Rapporto semestrale 2013 2 Rapporto sull andamento degli affari Investimento nel futuro La banca privata Notenstein poggia su basi solide e punta negli anni a venire a una crescita sostenuta nei settori

Dettagli

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE

DANTON INVESTMENT SA. Equilibrium. Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE Equilibrium Il futuro non si prevede SI COSTRUISCE 2 Gestioni Patrimoniali Computerizzate Grazie ai notevoli investimenti realizzati negli anni, la DANTON INVESTMENT SA può oggi vantare di possedere uno

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 2

Economia monetaria e creditizia. Slide 2 Economia monetaria e creditizia Slide 2 Le attività e i mercati finanziari Oltre alla moneta, un altra istituzione consente di ridurre i costi di transazione negli scambi: i mercati Si tratta dei contesti

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva

Info finanza. e previdenza. Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Allianz Suisse Casella postale 8010 Zurigo www.allianz-suisse.ch Info finanza 01 YDPPR267I e previdenza Edizione 01 / Marzo 2013 ECCEDENZE LPP Anche nel 2013 interessante remunerazione complessiva Senza

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

Capitolo Quarto. Analisi di scenario

Capitolo Quarto. Analisi di scenario Capitolo Quarto Analisi di scenario 1. Distinzione tra politica economica e politica monetaria La politica economica studia l insieme degli interventi del soggetto pubblico sull economia, atti a modificare

Dettagli

I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI?

I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI? I MOLTIPLICATORI FISCALI SONO EFFICACI CONTRO LA CRISI? Il testo riprende Cozzi T. (2013), La crisi e i moltiplicatori fiscali, in Moneta e credito, n. 262, i dati sono invece aggiornati e resi disponibili

Dettagli

LA VARIABILE CHE NON TI ASPETTI: LA DINAMICA DEI FLUSSI

LA VARIABILE CHE NON TI ASPETTI: LA DINAMICA DEI FLUSSI LA VARIABILE CHE NON TI ASPETTI: LA DINAMICA DEI FLUSSI In questa seconda parte affronteremo il vero problema che attanaglia tutti quei professionisti che fanno della raccolta e della relazione il loro

Dettagli

UBS Gold Key Per trarre vantaggio dalle oscillazioni dell oro.

UBS Gold Key Per trarre vantaggio dalle oscillazioni dell oro. UBS Gold Key Per trarre vantaggio dalle oscillazioni dell oro. Protezione del capitale Ottimizzazione del rendimento Certificati Prodotti con effetto leva Puntate dritti all oro. Con UBS Gold Key gestite

Dettagli

gestione patrimoniale Attiva, professionale e responsabile

gestione patrimoniale Attiva, professionale e responsabile gestione patrimoniale Attiva, professionale e responsabile chi siamo e da dove veniamo La Banca Migros apre i battenti nel 1958 come piccola banca senza pretese al 3 piano del palazzo Migros, sulla Limmatplatz

Dettagli

Investire. Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più.

Investire. Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più. Investire Costituzione del patrimonio zweiplus Trarre vantaggio dai fondi. E di più. Unbenannt-3.indd 1 27.1.2009 14:12:11 Uhr E il suo denaro rende di più. La consulenza della bank zweiplus. Stimata investitrice,

Dettagli

Investire in periodi di Financial Repression

Investire in periodi di Financial Repression 6 Smart Risk Update III/2013 Investire in periodi di Financial Repression L attuale contesto di bassi tassi d interesse spinge gli investitori ad intraprendere soluzioni di investimento innovative. Con

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Andamento affari e occupazione nel settore bancario

Andamento affari e occupazione nel settore bancario Andamento affari e occupazione nel settore bancario Franco Citterio Direttore ABT Vezia, 15 febbraio 2007 Swiss Market Index (Fonte: UBS) 15.02.2007 2 Massa patrimoniale gestita dalle banche in Svizzera

Dettagli

GIORNALE INFORMATIVO MONETA INTERA dicembre 2015

GIORNALE INFORMATIVO MONETA INTERA dicembre 2015 GIORNALE INFORMATIVO MONETA INTERA dicembre 2015 Cara Lettrice, caro Lettore, Festeggiamo un evento storico: grazie a più di 110 000 cittadini, la Svizzera potrà decidere in votazione chi ha il diritto

Dettagli

La politica monetaria

La politica monetaria Lezione 27 1 consiste nelle decisioni delle autorità monetarie che influenzano il tasso di interesse. Come abbiamo visto, le banche centrali mediante le operazioni di mercato aperto possono influenzare

Dettagli

IL SISTEMA FINANZIARIO ED EFFICIENZA DEI MERCATI. Docente: Prof. Massimo Mariani

IL SISTEMA FINANZIARIO ED EFFICIENZA DEI MERCATI. Docente: Prof. Massimo Mariani IL SISTEMA FINANZIARIO ED EFFICIENZA DEI MERCATI Docente: Prof. Massimo Mariani 1 SOMMARIO Il sistema finanziario I mercati finanziari La comunicazione finanziaria L efficienza dei mercati finanziari Anomalie

Dettagli

Quali strategie per superare la crisi dei mercati finanziari Il ruolo degli investitori e quello dei gestori. Novembre 2007

Quali strategie per superare la crisi dei mercati finanziari Il ruolo degli investitori e quello dei gestori. Novembre 2007 Quali strategie per superare la crisi dei mercati finanziari Il ruolo degli investitori e quello dei gestori Novembre 2007 Premessa L ipotesi che l economia americana debba conoscere alcuni trimestri di

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

DOMANDE di RIEPILOGO

DOMANDE di RIEPILOGO DOMANDE di RIEPILOGO UNITA A - ANALISI ECONOMICA DELL IMPRESA Lez 3 Aspetti organizzativi dell impresa Natura e forme istituzionali Quali sono le caratteristiche dell impresa come istituzione gerarchica

Dettagli

Possiamo calcolare facilmente il valore attuale del bond A e del bond B come segue: VA A = 925.93 = 1000/1.08 VA B = 826.45 = 1000/(1.

Possiamo calcolare facilmente il valore attuale del bond A e del bond B come segue: VA A = 925.93 = 1000/1.08 VA B = 826.45 = 1000/(1. Appendice 5A La struttura temporale dei tassi di interesse, dei tassi spot e del rendimento alla scadenza Nel capitolo 5 abbiamo ipotizzato che il tasso di interesse rimanga costante per tutti i periodi

Dettagli

ABC DEGLI INVESTIMENTI. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC DEGLI INVESTIMENTI. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC DEGLI INVESTIMENTI Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity International Specializzazione e indipendenza Fidelity International è una società

Dettagli

Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012

Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012 Money Expert Diario di Bordo 27 settembre 2012 Le azioni non premiano più? A proposito dell equity premium Tutti a dieta (di asset) Con buona pace dell equity premium La parola ai guru L equity premium

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario AREA FINANZA DISPENSA FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA Strumenti

Dettagli

CAPITOLO 4 La moneta e l inflazione

CAPITOLO 4 La moneta e l inflazione CAPITOLO 4 La moneta e l inflazione Domande di ripasso 1. La moneta ha tre funzioni: riserva di valore, unità di conto e mezzo di scambio. In quanto riserva di valore, la moneta rappresenta un modo per

Dettagli

Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV

Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV Cos è un Fondo Comune d Investimento/SICAV Un Fondo Comune può essere paragonato ad una cassa collettiva dove confluiscono i risparmi di una pluralità di risparmiatori. Il denaro che confluisce in questa

Dettagli

L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve

L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve News sulla previdenza 1/2012 Swisscanto Fondazione collettiva L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve 2011: Un anno all insegna del consolidamento, dell estensione e dell innovazione 2 Cifre

Dettagli

Crescita della moneta e inflazione

Crescita della moneta e inflazione Crescita della moneta e inflazione Alcune osservazioni e definizioni L aumento del livello generale dei prezzi è detto inflazione. Ultimi 60 anni: variazione media del 5% annuale. Effetto: i prezzi sono

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

La soluzione di investimento a tutto tondo

La soluzione di investimento a tutto tondo È perfetto. Swisscanto Portfolio Funds La soluzione di investimento a tutto tondo Swisscanto: un Asset Manager leader Swisscanto è uno dei principali emittenti di fondi di investimento e gestori patrimoniali

Dettagli

Investire in semplicità e relax. Fondi di investimento strategici

Investire in semplicità e relax. Fondi di investimento strategici Investire in semplicità e relax Fondi di investimento strategici Swisscanto: un leader nell Asset Management Swisscanto è uno dei principali emittenti di fondi di investimento e gestori patrimoniali e

Dettagli

Introduzione. La parte introduttiva affronta gli obiettivi della funzione finanza dal punto di vista teorico.

Introduzione. La parte introduttiva affronta gli obiettivi della funzione finanza dal punto di vista teorico. Introduzione L aspetto finanziario della gestione aziendale riveste un ruolo strategico nella conduzione della moderna impresa ed è argomento di rilevante interesse anche dal punto di vista scolastico.

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione

Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione Capitolo 8 Moneta, prezzi e inflazione Francesco Prota Piano della lezione Le funzioni della moneta La teoria quantitativa della moneta Inflazione La domanda di moneta Moneta, prezzi e inflazione I costi

Dettagli

Per investitori italiani. Presentazione degli ETF ishares

Per investitori italiani. Presentazione degli ETF ishares Per investitori italiani Presentazione degli ETF ishares Perché scegliere gli ETF? Vantaggi degli ETF Gli Exchange Traded Fund (ETF) hanno rivoluzionato il modo in cui gli investitori gestiscono il proprio

Dettagli

Scegliete i fondi d investimento più adatti

Scegliete i fondi d investimento più adatti Scegliete i fondi d investimento più adatti Un investimento intelligente soddisfa sempre le vostre esigenze i vostri obiettivi. Affidatevi ai nostri fondi d investimento per la previdenza libera e vincolata.

Dettagli

La gestione del rischio: se i meno contano più dei più

La gestione del rischio: se i meno contano più dei più 1 La gestione del rischio: se i meno contano più dei più Aggiornato il 20/02/2008 Introduzione Quanti di noi si metterebbero al volante di un auto essendo consapevoli che i freni sono guasti? Probabilmente

Dettagli

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio 2014/2015: Retrospettiva e prospettive future Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio Retrospettiva 2014 La comunicazione relativa a una riduzione solo graduale degli acquisti di

Dettagli

Indicizzazione intelligente. Swisscanto SmartCore. Edizione Svizzera

Indicizzazione intelligente. Swisscanto SmartCore. Edizione Svizzera Indicizzazione intelligente Swisscanto SmartCore Edizione Svizzera La sfida i fondi indicizzati tradizionali si basano su ipotesi troppo semplificate Che cos'ha il globo terrestre in comune con le azioni?

Dettagli

Consulenza a pagamento: perché e come lanciare il servizio

Consulenza a pagamento: perché e come lanciare il servizio Financial Services Banking Consulenza a pagamento: perché e come lanciare il servizio Enrico Trevisan, Sara Zanichelli www.simon-kucher.com 1 Introduzione Storicamente la consulenza finanziaria è sempre

Dettagli

1. acquisire piena consapevolezza dei propri bisogni finanziari prioritari e delle risorse (presenti e future) disponibili per raggiungerle;

1. acquisire piena consapevolezza dei propri bisogni finanziari prioritari e delle risorse (presenti e future) disponibili per raggiungerle; Adotta un metodo Come già detto precedentemente ancor prima di valutare la validità di un investimento si rende necessaria maturare la chiarezza degli intenti che ci prefiggiamo e la modalità da adottare

Dettagli

Dividendi e valore delle azioni

Dividendi e valore delle azioni Dividendi e valore delle azioni La teoria economica sostiene che in ultima analisi il valore delle azioni dipende esclusivamente dal flusso scontato di dividendi attesi. Formalmente: V = E t=0 1 ( ) t

Dettagli

SALVARE IL CAPITALISMO di Alfred Rappaport. di Giancarlo Forestieri pag. 9. di John C. Bogle. Parte prima Le cause e le conseguenze della veduta corta

SALVARE IL CAPITALISMO di Alfred Rappaport. di Giancarlo Forestieri pag. 9. di John C. Bogle. Parte prima Le cause e le conseguenze della veduta corta Indice SALVARE IL CAPITALISMO di Alfred Rappaport Prefazione all edizione italiana di Giancarlo Forestieri pag. 9 Prefazione di John C. Bogle Ringraziamenti Introduzione» 19» 25» 27 Parte prima Le cause

Dettagli

RISPARMIO E CONSUMO NELLE FAMIGLIE ITALIANE

RISPARMIO E CONSUMO NELLE FAMIGLIE ITALIANE RISPARMIO E CONSUMO NELLE FAMIGLIE ITALIANE Sommario: 1. Ruolo economico del risparmio 2. La ricchezza delle famiglie 3. La propensione al risparmio 4. Invecchiamento della popolazione, sistemi pensionistici,

Dettagli

La macroeconomia dei sistemi economici aperti

La macroeconomia dei sistemi economici aperti La macroeconomia dei sistemi economici aperti Testo di studio raccomandato: Mankiw, Principi di Economia, 3 ed., 2004, Zanichelli Capitolo 31 Lo studio delle economie aperte Cosa si intende per economia

Dettagli

Prodotti e servizi d investimento e assicurativi FUTURA. Gestione patrimoniale Filosofia e visione

Prodotti e servizi d investimento e assicurativi FUTURA. Gestione patrimoniale Filosofia e visione Prodotti e servizi d investimento e assicurativi FUTURA Gestione patrimoniale Filosofia e visione Indice Editoriale 5 Gestione patrimoniale BancaStato 6 Mandato di gestione patrimoniale 7 La situazione

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

Rapporto Economico e Sociale 2014 L Umbria nella lunga crisi. Risparmi e bilanci delle famiglie umbre

Rapporto Economico e Sociale 2014 L Umbria nella lunga crisi. Risparmi e bilanci delle famiglie umbre Rapporto Economico e Sociale 2014 L Umbria nella lunga crisi Risparmi e bilanci delle famiglie umbre Loris Nadotti Università degli Studi di Perugia Valeria Vannoni Università degli Studi di Perugia Perugia,

Dettagli

Macro Volatility. Marco Cora. settembre 2012

Macro Volatility. Marco Cora. settembre 2012 Macro Volatility Marco Cora settembre 2012 PERDITE E GUADAGNI Le crisi sono eventi con bassa probabilità e alto impatto - La loro relativa infrequenza non deve però portare a concludere che possano essere

Dettagli

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI www.effemagazine.it NOVEMBRE 2014 MENSILE - ANNO 4 - NUMERO 11 - NOVEMBRE 2014 POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MI 5,00 EURO 4,00 EURO TORNA L AVVERSIONE AL RISCHIO ECCO

Dettagli

Decisioni in condizioni di rischio. Roberto Cordone

Decisioni in condizioni di rischio. Roberto Cordone Decisioni in condizioni di rischio Roberto Cordone Decisioni in condizioni di rischio Rispetto ai problemi in condizioni di ignoranza, oltre all insieme Ω dei possibili scenari, è nota una funzione di

Dettagli

Lezione 1 Introduzione

Lezione 1 Introduzione Lezione 1 Introduzione Argomenti Cosa è l Economia politica I principi fondamentali dell Economia politica Cosa studia l Economia politica Perché studiare l Economia politica 1.1 COSA È L ECONOMIA POLITICA

Dettagli

IL RISCHIO DI INVESTIRE IN AZIONI DIMINUISCE CON IL PASSARE DEL TEMPO?

IL RISCHIO DI INVESTIRE IN AZIONI DIMINUISCE CON IL PASSARE DEL TEMPO? IL RISCHIO DI INVESTIRE IN AZIONI DIMINUISCE CON IL PASSARE DEL TEMPO? Versione preliminare: 1 Agosto 28 Nicola Zanella E-mail: n.zanella@yahoo.it ABSTRACT I seguenti grafici riguardano il rischio di investire

Dettagli

Macroeconomia 9 gennaio 2014 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO

Macroeconomia 9 gennaio 2014 SCRIVI NOME E COGNOME SU OGNI FOGLIO Macroeconomia 9 gennaio 2014 Il punteggio di ogni domanda è fissato in uno o due asterischi. Il punteggio intero viene dato solo Non consegnare se non sei convinto di aver realizzato almeno 7 punti. 1.

Dettagli

La penultima spiaggia

La penultima spiaggia 6 Giugno 2014 La penultima spiaggia Come avevamo previsto lo scorso aprile (si veda Solo questione di tempo 4 aprile 2014), la BCE ha deciso di ricorrere ad una serie di misure sia convenzionali che di

Dettagli

La trappola della stagnazione

La trappola della stagnazione Conversazione con Michael Spence e Kemal Dervis La trappola della stagnazione 52 Aspenia 66 2014 ASPENIA. La crisi finanziaria esplosa nel 2008, divenuta una crisi economica semiglobale, si è negli anni

Dettagli

PER INVESTITORI ITALIANI PRIMA DELL ADESIONE LEGGERE IL PROSPETTO. Presentazione degli ETF e di ishares

PER INVESTITORI ITALIANI PRIMA DELL ADESIONE LEGGERE IL PROSPETTO. Presentazione degli ETF e di ishares PER INVESTITORI ITALIANI PRIMA DELL ADESIONE LEGGERE IL PROSPETTO Presentazione degli ETF e di ishares Perché scegliere gli ETF? Gli Exchange Traded Fund (ETF) hanno rivoluzionato il modo in cui gli investitori

Dettagli

Le tipologie di rischio

Le tipologie di rischio Le tipologie di rischio In ambito fi nanziario il rischio assume diverse dimensioni, a diversi livelli. La distinzione principale da delineare è fra rischio generico e rischio specifi co, valida per tutti

Dettagli

Mercati finanziari e valore degli investimenti

Mercati finanziari e valore degli investimenti 7 Mercati finanziari e valore degli investimenti Problemi teorici. Nei mercati finanziari vengono vendute e acquistate attività. Attraverso tali mercati i cambiamenti nella politica del governo e le altre

Dettagli

L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve

L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve News sulla previdenza 1/2012 Swisscanto Supra L'esercizio commerciale 2011: L'essen ziale in breve 2011: Un anno all insegna del consolidamento 2 Cifre indicative 2011 3 Investimenti del patrimonio 4 Performance:

Dettagli

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana

79 a Giornata Mondiale del Risparmio. Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana 79 a Giornata Mondiale del Risparmio Intervento di Maurizio Sella Presidente dell Associazione Bancaria Italiana Roma, 31 ottobre 2003 Signor Ministro dell Economia, Signor Governatore della Banca d Italia,

Dettagli

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income

Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura economica Gli effetti dell aumento della curva dei tassi nel mercato del fixed income Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA - Milano

Dettagli

Lezione 13. Moneta e inflazione. Leonardo Bargigli

Lezione 13. Moneta e inflazione. Leonardo Bargigli Lezione 13. Moneta e inflazione Leonardo Bargigli La Moneta La moneta è tutto ciò che viene accettato come mezzo di acquisto di beni e servizi. E il medium dello scambio che consente di superare il baratto

Dettagli

«Sono delle teste dure!» ma è proprio vero?

«Sono delle teste dure!» ma è proprio vero? «Sono delle teste dure!» ma è proprio vero? Consigli per motivare al comportamento sicuro sul lavoro Forse vi è già capitato di trovarvi nei panni di questo allenatore di hockey e di pensare che i vostri

Dettagli

Mercato Immobiliare e Finanziamenti

Mercato Immobiliare e Finanziamenti Mercato Immobiliare e Finanziamenti Fase di consolidamento in vista della ripresa Nel corso del 2015 il mercato immobiliare italiano e quello europeo dovrebbero lasciarsi alle spalle definitivamente le

Dettagli

Banca nazionale e politica monetaria Fondazione e compiti. 1.3 Altri compiti

Banca nazionale e politica monetaria Fondazione e compiti. 1.3 Altri compiti Fondazione e compiti 1.3 Altri compiti In qualità di banca della Confederazione, la Banca nazionale svolge inoltre i seguenti compiti: si occupa dei pagamenti per la Confederazione amministra i titoli

Dettagli

ECONOMIA POLITICA. R.H. Frank, B.S. Bernanke, M. McDowell e R. Thom, Principi di Economia, McGraw-Hill, Milano, Terza Edizione, 2010

ECONOMIA POLITICA. R.H. Frank, B.S. Bernanke, M. McDowell e R. Thom, Principi di Economia, McGraw-Hill, Milano, Terza Edizione, 2010 ECONOMIA POLITICA TESTO R.H. Frank, B.S. Bernanke, M. McDowell e R. Thom, Principi di Economia, McGraw-Hill, Milano, Terza Edizione, 2010 (capp. 2,3,4,5,6,7,8,9,12,13,14,16,17,20,23) introduzione alla

Dettagli

Pension Solutions 2013

Pension Solutions 2013 Pension Solutions 2013 PORTAFOGLIO D INVESTIMENTI HELVETIA PIANO DI GARANZIA GESTIONE INDIVIDUALE DELLA GARANZIA I prodotti finanziari menzionati nel presente documento sono strumenti finanziari derivati.

Dettagli

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 CONGIUNTURA & APPROFONDIMENTI Report n. 7 Maggio 2015 La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 A cura dell Area Studi e Sviluppo Economico Territoriale

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

Lezione 12 Applicazioni: Internet stock, fusioni ed acquisizioni

Lezione 12 Applicazioni: Internet stock, fusioni ed acquisizioni Lezione 12 Applicazioni: Internet stock, fusioni ed acquisizioni Analisi degli Investimenti 2014/15 Lorenzo Salieri Internet Stock In concomitanza alla crescente popolarità del settore Internet osservata

Dettagli

Helvetia Svizzera. Conto d esercizio 2014. Assicurazione vita collettiva. La Sua Assicurazione svizzera.

Helvetia Svizzera. Conto d esercizio 2014. Assicurazione vita collettiva. La Sua Assicurazione svizzera. Helvetia Svizzera Conto d esercizio 2014 Assicurazione vita collettiva. La Sua Assicurazione svizzera. 2014: sono necessarie riforme e trasparenza! Care lettrici e cari lettori, è incontestabile: il nostro

Dettagli

Le nostre soluzioni d investimento. Offerte individuali e vantaggiose per accumulare un patrimonio

Le nostre soluzioni d investimento. Offerte individuali e vantaggiose per accumulare un patrimonio Le nostre soluzioni d investimento Offerte individuali e vantaggiose per accumulare un patrimonio Siamo al vostro fianco per aiutarvi a raggiungere gli obiettivi d investimento che vi siete prefissi.

Dettagli

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI

PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI COMUNICATO STAMPA PRESENTATA OGGI A TORINO DA INTESA SANPAOLO E DAL CENTRO EINAUDI L INDAGINE SUL RISPARMIO E SULLE SCELTE FINANZIARIE DEGLI ITALIANI 2014 Cresce la propensione al risparmio. Le famiglie

Dettagli

La ricchezza Private in Italia

La ricchezza Private in Italia La ricchezza Private in Italia Il contesto attuale, lo scenario futuro, le prossime sfide: una leva per la sostenibilità del sistema e la solidità del paese 14 giugno 2011 Indice 1. La ricchezza Private

Dettagli

International Consulting & Asset Management

International Consulting & Asset Management International Consulting & Asset Management CHI SIAMO ICAM Group, International Consulting & Asset Management SA, è nata nel Luglio 2004, dall idea e dall unione di un gruppo di professionisti giá attivi

Dettagli

HELVETIA PIANO DI VERSAMENTO PORTAFOGLIO DELLE QUOTE GESTIONE INDIVIDUALE DELLA GARANZIA

HELVETIA PIANO DI VERSAMENTO PORTAFOGLIO DELLE QUOTE GESTIONE INDIVIDUALE DELLA GARANZIA PENSION SOLUTIONS 2013 HELVETIA PIANO DI VERSAMENTO PORTAFOGLIO DELLE QUOTE GESTIONE INDIVIDUALE DELLA GARANZIA I prodotti finanziari menzionati nel presente documento sono strumenti finanziari derivati.

Dettagli

Conto d esercizio 2010. Assicurazione vita collettiva.

Conto d esercizio 2010. Assicurazione vita collettiva. Conto d esercizio 2010. Assicurazione vita collettiva. 2010 Semplice. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia.ch Trasparenti per convinzione, vincenti per lungimiranza. sul modello dell assicurazione

Dettagli

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione III trimestre 214 Rapporto in sintesi Secondo l ultimo Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione, in diversi Paesi l inflazione attesa dai

Dettagli

Indice. 1 Definizione di moneta ------------------------------------------------------------------------------------ 3

Indice. 1 Definizione di moneta ------------------------------------------------------------------------------------ 3 INSEGNAMENTO DI ECONOMIA POLITICA LEZIONE VII IL SETTORE MONETARIO PROF. ALDO VASTOLA Indice 1 Definizione di moneta ------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari

Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Rischio e rendimento degli strumenti finanziari Capitolo 15 Indice degli argomenti 1. Analisi dei rendimenti delle principali attività

Dettagli

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa

Economia. La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa Economia La parola economia viene dal Greco antico oikos nomia: le regole che governano la casa DIECI PRINCIPI DELL ECONOMIA Così come in una famiglia, anche in una economia si devono affrontare molte

Dettagli

Il concetto di rischio

Il concetto di rischio Il concetto di rischio Il rischio si presenta in forma simmetrica: vi è la possibilità di ottenere un risultato inferiore a quello più probabile ma anche di ottenere un risultato superiore. Si può guardare

Dettagli

In termini di rischio le conclusioni a cui giunge il modello possono riassumersi nelle seguenti proposizioni:

In termini di rischio le conclusioni a cui giunge il modello possono riassumersi nelle seguenti proposizioni: b) Il capital Asset Pricing Model (CAPM) Il modello del CAPM è stato elaborato agli inizi degli anni 60 da tre studiosi americani: Sharpe, Lintner e Mossin. Le ipotesi semplificatrici alla base del modello

Dettagli

Strategie di gestione di una asset class azionaria

Strategie di gestione di una asset class azionaria Strategie di gestione di una asset class azionaria Premessa: Il mercato azionario rappresenta la risorsa di investimento potenzialmente più remunerativa almeno tanto quanto la sua potenziale capacità di

Dettagli

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione?

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Prima di provare a rispondere a questa domanda mi pare indispensabile una premessa che contestualizzi l attuale situazione. Perché a

Dettagli

Gli strumenti di base della Finanza

Gli strumenti di base della Finanza 27 Gli strumenti di base della Finanza ECONOMIA FINANZIARIA L Economia Finanziaria studia le decisioni degli individui sulla allocazione delle risorse e la gestione del rischio VALORE ATTUALE Con il termine

Dettagli

L immigrazione: un importante fonte di nuove leve per l economia

L immigrazione: un importante fonte di nuove leve per l economia Avvocati e notai Lawyers Newsletter Zurigo, gennaio 2013 L immigrazione: un importante fonte di nuove leve per l economia A partire dal 2002 è stata progressivamente introdotta la libera circolazione delle

Dettagli

I rischi sono più vicini di quello che sembrano

I rischi sono più vicini di quello che sembrano Attenzione! I rischi sono più vicini di quello che sembrano 9 maggio, 2011 Dopo un eccezionale rally dell euro, in cui la moneta unica è passata dal livello di 1,25 dollari a 1,5 dollari, le preoccupazioni

Dettagli

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO (Relazione al Convegno: Fondazioni e Banche: i sistemi economici locali Fondazione Cassa di Risparmio

Dettagli

CAPITOLO 13 L offerta aggregata e il trade-off di breve periodo tra inflazione e disoccupazione

CAPITOLO 13 L offerta aggregata e il trade-off di breve periodo tra inflazione e disoccupazione CAPITOLO 13 L offerta aggregata e il trade-off di breve periodo tra inflazione e disoccupazione Domande di ripasso 1. In questo capitolo abbiamo esaminato tre modelli della curva di offerta aggregata di

Dettagli

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008 Comunicato Stampa Bologna, 17 Luglio 2008 Compravendite in diminuzione del 10% rispetto allo scorso anno. Nel 2007 si sono vendute 40 mila case in meno, nel 2008 si prevede un ulteriore calo di almeno

Dettagli

IL CONTROLLO DEL RISCHIO NELLA VALUTAZIONE DEL PORTAFOGLIO

IL CONTROLLO DEL RISCHIO NELLA VALUTAZIONE DEL PORTAFOGLIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La congiuntura Economica IL CONTROLLO DEL RISCHIO NELLA VALUTAZIONE DEL PORTAFOGLIO ALESSANDRO BIANCHI 20 Novembre 2014 Indice Introduzione: cosa intendiamo

Dettagli

Zurich Invest Select Portfolio

Zurich Invest Select Portfolio Una gestione patrimoniale ottimale Zurich Invest Select Portfolio Un investimento di capitale presuppone fiducia: la fiducia in una consulenza seria e in decisioni competenti. Poiché vi potete fidare della

Dettagli

Le 7 Frodi Capitali dell Economia Neoliberista (parte 1di 7) (di Marco Cavedon, postato il 04-02-2014).

Le 7 Frodi Capitali dell Economia Neoliberista (parte 1di 7) (di Marco Cavedon, postato il 04-02-2014). Le 7 Frodi Capitali dell Economia Neoliberista (parte 1di 7) (di Marco Cavedon, postato il 04-02-2014). Questo documento si ispira al libro Le 7 Innocenti Frodi Capitali della Politica Economica, scritto

Dettagli

OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA. Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi 46 BASICS

OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA. Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi 46 BASICS 46 BASICS INVESTORS supplemento Salone del Risparmio 2015 OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi Il problema principale che abbiamo

Dettagli