FRIUU NEI MONDO I MENSILE A CURA DELL'ENTE "FRIULI NEL MONDO,, 1 DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE: UDINE - VIA MISSIONARI. 2 - TELEFONO 55.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FRIUU NEI MONDO I MENSILE A CURA DELL'ENTE "FRIULI NEL MONDO,, 1 DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE: UDINE - VIA MISSIONARI. 2 - TELEFONO 55."

Transcript

1 FRIUU NEI MONDO Settembre 1963 Anno.XII - Num. 118 Spedizione in abbonam. postale - Gruppo III I MENSILE A CURA DELL'ENTE "FRIULI NEL MONDO,, 1 DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE: UDINE - VIA MISSIONARI. 2 - TELEFONO Abbonam. annuo L. 600 Una copia > 50 Estero» Aereo» BENVENUTO AGLI EMIGRATI Forse mai tanto alto come quest'anno è stato il numero degli emigrati friulani che hanno fallo ritorno alle loro case per trascorrervi il periodo delle ferie e- slive. Gli uffici delffmte «Friuli nel mondo» sono siali visilati da un'aulenlica folla di nostri conterranei che hanno voluto esprimere di persona i loro sentimenti di affetto e di graliludine per l'altività della nostra istituzione, e si è addirittura verificato il caso davvero unico nella vita ultradecennale dell'ente che fra gli ospiti dovessimo registrare l'intero Consiglio direttivo di un «F'ogolàrii: quello di Basilea. Era pertanto naturale che, un po' dovunque nella nostra regione, venissero inilcllc, a cura di varie islituzioni, manifestazioni di benvenuto agli emigrati. Anche la semplice enumerazione di tutte rifliicderebbe uno spazio di cui, purtroppo, lamentiamo l'avarizia ; ci limilcrcmo perciò a regislrare quella cui l'enlc ha dato il proprio patrocinio e quelle cui i dirigenti della nostra istituzione hanno partecipalo. Ma rileviamo con soddisfazione che dapperlutto le cerimonie hanno assunto l'aspetto di un affettuoso, plebiscitario omaggio delle popolazioni ai fratelli lornati di lontano al paese natale. A Clodig Il presidente e il direttore dell'ente Il Friuli nel mondo», Ottavio Valerio e doli. Ermete Pellizzari, hanno presenziato il 28 luglio, unitamente alle maggio-.i autorità della provincia di Udine, alla «Prima festa dell'emigrante delle Valli del Nalisone» tenutasi a ("lodig, capoluogo del Comune di (Jrimacco. Dopo che nella chiesa parrocchiale di S. Maria in Licssa un rito religioso era stalo officialo da mons. Francesco Venuti, il quale al V angelo ha rivolto la sua parola di plauso e di esortazione alle centinaia di emigranti presenli ed ha onoralo i numerosissimi assenli che lanlo onore apportano all'italia e al Friuli con il loro ingegno e la loro capacità, si è formato un corteo aperto da tre minatori in tuta che recavano la bandiera e una corona d'alloro che è slata deposla dinanzi al monumenlo ai Caduli. Dopo il salolo ri- \iilto ai presenli dal sindaco di (ìrimaccii. sig. (iiuseppe Clodig, il parlaiiienlarc friulano on. Mario Toros di cui è largamcnlc noia la compelenza nei problemi relativi ahemigrazionc ha pronunciato il discorso ufficiale. L'oratore ha Iral- Icggiato la differenza tra l'emigrazione anteriore al «transoceanica e avventuriera >i. e quella compresa tra la fine della prima guerra mondiale e il e ha poi delineato gli aspetti dell'emigrazione nel secondo dopoguerra : «un'emigrazione egli ha detto necessaria in una prima fase. limitate essendo le offerte di lavoro contro l'enorme numero delle richieste, ma piii ordinata e meno necessaria più tardi, tanto che si prevede che essa abbia a scomparire in futuro. per dar posto alla libera circolazione della manodopera, secondo le previsioni e gli ordinamenti del MEC». Successivamente, canti palriottici e folcloristici sono stali eseguiti dal gruppo corale «A- quilèe11 di Basiliano, diretto dal m." Brunii Sebaslianutlo. Ad Anduins Altra manifestazione in onore degli e- migrali il 4 agosto nella conca del Monte Zueehi. sopra.anduins. in occasione della seconda edizione della «festa della montagna «e nella ricorrenza della Madonna della Neve. Lassii, nell'amena conca che fa da propaggine a Monle Pala, sì erge una cappellina creila il 5 agosto 1916 dalla fede e dall'unanime prestazione della buona e laboriosa popolazione di.anduins, a scioglimcnlo d'un voto formulato quasi venl'anni or sono, quando si temeva che il paese venisse dalo alle fiamme dai ledeschi; e la.ssii, cenlìnaia di emigrati tornati da tutta Europa nella loro fresca, incantevole Val d'.arzino, villeggianti e popolazione hanno sostato in comunione di spirito, in semplicità e in armonia. Il lungo seiitii'- rii che da.anduins si snoda sino a.vlontc Zueehi era lelleralmenle punleggialo da bandierine multicolori alternate ai vessilli della Patria, e dalla graziosa, linda eappella emanava un profumo di fiori montanini ( la sera precedente, la chiesina dal cui poggio si.spazia sino al mare, abbracciando un panorama che non ha l'uguale per bellezza e suggestione era slata illuminala con lanla dovizia di luci da sembrare ravvolta in una torcia enorme). Tulio il maleriale necessario alla buona riuscita della festa che era stala organizzata dalla «Pro Loco della Val d'.arzino» - sezione di Anduins. presieduta da qucircntusiastico cultore della friulanità che é il rag. Paolo l.ualdi era stalo lassii portalo dai giovani del luogo, che hanno istituito persino un fornitissimo Il posto di ristoro» e hanno plebiscitariamente preso parte a tutte le manifestazioni della giornata. Iji mattina, alle B e alle 10, assistito dal parroco don Floriduz, mons. Luigi Perissulli. nalivo di.anduins e altuale arciprete di Pordenone, ha celebrato due Messe, rivolgendosi in particolare agli e- migrali di cui ben conosce i sacrifici per esser stato egli stesso lavoratore all'cst-'- ro prima di abbracciare il sacerdozio ; il celebrante ha anche ricordato l'opera ddl'enlc II Friuli nel mondo», jier il quale ha avulo parole di simpalieo apprezzamento. Mons. Perissutli ha ]ioi rievocalo le infauslc giornate dell'ultima guerra, quando.anduins visse sotto rincubo della distruzione, ed ha auspicalo giorni ili pace per tutto il mondo nella luce dell' insegnamento di Papa Giovanni X.XIII. la cui luminosa figura ha trovalo nelle sue parole plastica evidenza. Dopo la seconda Messa, in uno spiazzo erboso a ridosso d'una baila ha parlalo ad una folla di olire 500 persone d'ogni età e d'ogni condizione sociale il presidente dell'ente (I Friuli nel nionilo». Olla- \ io N'alcrio. il quale ha porto agli emigrali della Val d'.arzino il saluto affettuoso lidia nostra isliluzione ed ha esaltalo le iloti d'ingegno e di lalioriosilà di nostra genie, esprimendo l'augurio che il Friuli possa al più presto essere in grado di dare a tutti i suoi figli lonla- (Continua in 2" pagittii) (Juestit fotografia, scullula dalvalto. riproduce il centro d'una dei piii ucciigliciiti jiue.si del nasini Friuli: Tricesimo. CONGRESSO DELLA FILOLOGICA IL 15 SETTEMBRE A CORDENONS il 40" congresso della Società filologica friulana, che come abbiamo annunciato si svolgerà a Ciirdenons, è stalo fissato per il 15 settembre. Intanto, nella sede municipale cordenonese si sono riuniti i capigruppo del ('omilalo organizzatore e i componenti la presidenza della Filologica; ha presieiluto il sindaco, cav. Marcello Gardonio. ])residentc del (^Ululalo organizzatore composto dai sigg. Renalo Appi. per. Carlo Bcrner. geoni. cav. Gaiolli. ing. Guido Liberali. Manfredi Manfrin. cav. Maranzana. ing. Enrico Vlarsilio. don Piero Vlarlin. Remigio Paier. cav. Ermes Piccoli. Allilio.Sacher. Remigio V^ivian e Silvio Zaramdla. A termine della riunione è sialo stilalo il seguente programma di massima :.Sabato 14 settembre : ore 21, «serata di friulanità». organizzata dallo scrillore Renato Appi, nella sala del cinema Verdi, genlilmenle concessa dal sig. Ambrogio De Anna ; vi prenderanno parte poc- SI Friburgo (Svizzera).Abbonato da diversi anni a Il Friuli nel mondo». ne leggo sempre le jiagine con crescente ]>iacere ed entusiasmo. Sopratlullo mi sono gradile le <i (^ualri cjàcaris sol la nape». e piii ancora la «Posta senza francobollo», dove mi è caro trovare i miei compaesani di (iemona in ogni continente. Li saluto tulli con tutto il cuore. GIUSEPPE MADILE ti e narratori e il Quartetto corale «Stella a1 iiiia» di Cordcnons. Dantenica Vi settembre: ore 10, rieevimcnlo delle autorità nell'edificio delle scuole e deposizione d'una corona dinanzi al monumenlo ai Caduli: ore 10,30. inizio del congresso nella sala del cinema Verdi : saluto del sindaco e del presidente della Filologica: offerta d'una meilaglia d'oro agli ex presidenti dell'istituzione, sen. l'iziano Tessitori e prof. Michele (jortani, e al Comune di Cordcnons : premiazione dei vincitori del concorso per una monografia sul Friuli: discorso ufficiale del glottologo prof. Benvenuto Terracini, dell'università di Torino, sul tema «Lingue e dialetti» ; ore 13. pranzo sociale; ore 15,30, visita alle varie moslre (rassegna dei prodotti industriali, agricoli ed artigianali di Cordenoiis; mostra di pittura, dei cimeli sto rici e di archeologia, curate rispettiva mente dal pittore G. Del Zollo, dall'ing G. Liberali e dal conte G. di Ragogna); ore 16, spettacolo folcloristico con la liartecipazlone dei danzcrini di Aviano e di rarcenlo. del Quartetto corale «Stella al iina» e del complesso bandistico di.sulrio; ore S. Vlessa ; ore 21, spettacolo di fuochi artificiali «Mille luci a C!iirdenons». dedicato agli emigranti. Per l'occasione del 40" congresso di (Cordcnons dove la Filologica rilorna dopo Irent'anni esatti, avendovi tenuto il suo congresso nel 1933 sarà pubblicalo, a cura di Renalo Appi, un «numero unico» che si annuncia particolarmente ricco ed interessante.

2 I ag. FRIULI.NEL MONDO Settembre 1963 LIBER.I IlIRCOMOXE DELIA MAiDOPEBA mi' AMBITO DELIA COMIJiTA' Desideriamo, con questo scritto, tracciare un quadro abbastanza preciso non solo delle condizioni dei nostri emigranti, ma eiii che è più importante delle ragioni vere che hanno spinto e siiingono i lavoratori ad incamminarsi per le strade del mondo. Le espressioni che sostituiscono, oggi, il termine «emigrante» avrebbero un senso di ipocrisia e di menzogna se non stessero ad indicare la ferma volontà nostra di trasformare il lavoratore che circola in una persona del nostro tempo, sul piano non solo culturale o professionale, ma anche e sopratlullo dell'educazione civile, sociale e politica. In quest'opera che vogliamo realizzare, rifuggiamo, iicrii, da qualsiasi retorica per guardare alla realtà : realtà sociale e politica in particolare. (!oslrello dal bisogno o spinili dal desiderio di migliorare la propria posizione, il lavoratore oggi non solo puii circolare liberamente, ma in questo è )rolello dalla legge e da isliluzioni che lo assistono nel suo peregrinare nelf ambito della Comunità europea che egli deve prepararsi a considerare la Patria secondo una nuova, più vasta concezione della comunità nazionale. Via per un valido inserimento del lavoralorc nella civillà industriale le leggi e le isliluzioni non bastano. Quale che sia la città ove il lavoratore si dirige vuoi Milano, o Torino, o Parigi, in Germania o in Svizzera (non muta per il luogo il nostro concello) - non deve egli trovarsi ai margini della vita civile, ma deve inserirsi responsabilmente e portare il contributo delle proprie e- sperienze e delle proprie esigenze. Secondo alcuni. la circolazione del lavoratore risponde esclusivamenle a leggi economiche concatenate, inscindibili, addirillura, dal progresso della tecnica e dall'espansione industriale: ed in tal senso, per queste considerazioni, è un fenomeno temilo in secondo ordine o recriminalo come un inevitabile male del nostro tempo. Il male esisterebbe e sarebbe reale solo se noi ci perdessimo nel compilare statistiche, mentre sotto i nostri occhi, con un ritmo a volte frenetico e caotico, osserviamo i contadini lasciare la terra che. si dice, non renderà più, e gli operai abbandonare il posto di ;ivom Patria per emigrare, dietro la spinta di lulla una serie di circostanze e di situazioni che vanno ben al di là di una semplice aspirazione a migliorare il Irallamenlo eco ni unico. Non è solo una questione salariale che spesso spinge il lavoratore ad emigrare, ma la sua aspirazione a salire nella scala sociale, a veder riconosciuti i valori, troppo spesso dimenticali, della dignità personale e della libertà sostanziale, che pure sente di poter possedere. Ecco come si spiega nella maggioranza dei casi l'ansia dei conladini a lasciare la campa-.'!na per inserirsi in una rcallà industriale, e da qui. spinti da un senso di disagio che proviene dalla mancanza di preparazione, di formazione, di conoscenza del mondo che li ha accolti, solilamentc emigrare per cercare di migliorare la propria posizione. Per queste considerazioni, bisogna guardarsi bene dal considerare la circolazione della mano d'opera come un fenomeno che scaturisce direllamente dal bisogno economico perchè altre eause, di altra natura, concorrono ad accentuarlo ed a caratterizzarlo aggravandone gli a- sileni, in alcuni casi, quando non si riuscisse a garantire a tulli i cittadini una efficiente sicurezza sociale..accanto alla prejiarazione professionale, all'islruzione generale, alla crescila culturale, civile, politica dei lavoratori, è necessario preoeciiparsi anche di creare quelle slrullure che riducano i molivi ili prolesla del lavoralore e gli garanliscano quella sicurezza del lavoro e quella Iranquillilà familiare che si raggiunge anche attraverso una decorosa abitazione, che sono in ultima analisi le grandi a- sjiìrazioni di tutti i lavoratori. Infine non bisogna dimenticare che, per ridurre sensibilmente gli squilibri che l'emigrazione comporta, è necessario affermare ancora che l'emigrazione nel VISITA IN FRIULI DI MONS. LIGUTTI Gradilo ospite del Friuli è stale per un breve soggiorno nella terra degb ri. l'illustre prelato mons. Luigi Ligniti, JSservalore permanente della Santa Sede presso la FAO, l'organizzazione delle Nazioni Unite cui è demandato lo studio dei problemi inerenti l'agricoltura. l Ila visita mons. Ligniti ha compiuto innanzitutto al proprio paese natale. Riimans di V'armo, da cui si allontanò all'età di 12 anni per raggiungere un seminario negli Stati Uniti d'america, dove compi gli studi e dove celebrò la sua prima Messa, prendendo successivamente dimora nella cillà di Des Moines, lòwa. Le accoglienze tributate da Romans di Varmo al suo illustre figlio sono slate festosissime: nel paese, ove sono rimasti alcuni dei suoi familiari e dove conta numerose conoscenze, erano convenuti anche diversi amici, i quali gli si sono stretti intorno in una calda manifestazione d'omaggio. Va dello, per inciso, che mons. Luigi Ligniti, nei suoi frequenti viaggi in tulli i Paesi del mondo per i compiti inerenti il suo alto ufficio, ha avulo modo di ìneonlrare molli noslrì corregionali, ai quali non ha mancato di recare aiuto morale (ed anche maleriale) e verso i quali ha mantenuto inallerala nel lempo la propria affettuosa simpatia. Va aggiunto anche che due anni or sono, a mons. Lìgutli che è pure direttore eseculivo della «Nalional Calholic Rural Life Conference» ed uno degli esponenli del «National Calholic Rcsettlemenl CounciI» fu conferito dalla «Calholic Association for International Peace» il Premio della pace a riconoscimento della «sjilendida opera volta alla pace da lui compiuta nel eorso del 1961, durante le sue missioni in Europa, Asia e Africa, avvalorando ì ]irincipi cristiani di giustizia e carità che devono permeare la vita inlernazionale»..a mons. Ligniti, amico affezionato e lettore assiduo di «Friuli nel mondo», e che si è incontralo con i dirigenli della iioslra istituzione, formuliamo l'augurio più fervido per la sua attività a favore delle Nazioni depresse nel campo dcll'agricollura. nostro pensiero e sempre stata concepita come circolazione non di unità lavoratidi unità familiare, e ciò per evi- va. ma lare Io sgretolarsi di quella dirittura modi quella fermezza di princijii che rale sono alla base della vita civile e inestimabile patrimonio di ognuno..sono questi alcuni problemi che il potere pubblico è impegnalo ad esaminare a fondo e a risolvere cdermenle per riportare anche nel mimilo ilell'emigrazione --- oggi più propriamente della circolazione della mano d'opera la serenità e la tranquillità. MARIO TOROS La piazzu centrale di Be frazione del Camiiiie di Cailraipa. BENVENUTO AGLI EMIGRATI (Continua dalla 1^ pagina) ni il lavoro in patria che essi anelano. Oliavio Valerio si è rivolto soprattutli> ai ^invanì, additando loro l'esempio di lenaeia e di rettitudine dei vecchi emi- «irali (da rilevare particolare commovente che rottantaqiiattrenne I)<»inenico Bellini, detto «Il furlàn». il quale ha hattuto a lun<:o le vie del mondo, aveva affrontato anch'c^li l'impervio sentiero che in un'<)ra di cammino porta da -Anduins alla conca del Monte Zueehi), ed esortandoli airatlaccamento alla Patria, al Friuli, al focolare domestico, alle sane e helle tradizioni di nostra gente. Tali cimcettì Ottavio Valerio ha ribadito e approfondito prendendo nuovamente la parola nel ponieri^iii<». dopn che la folla dei convenuti si era sparsa sulle alture per c(tnsumare il pranzo al sacco, così come si usava nelle sapre apresti d'un tempo, e dopo che. sotto la direzione dell'infalicahile rap. Lualdi. si erano svolti piochi popolari in un'atmosfera di fresca e.sana inpenuilà. A sera, quale comniialo alla festa, si è levalo un toccante. Ricevuto (lai prefetto dott. Vecchi il Direttivo (lei ((Man) di Basilea Accompagnali dai dirigenti dell'ente «Friuli nel mondo». il presidente e i consiglieri ilei «Fogolàr furlàn» di Basilea, giunti nella loro terra natale jicr un periodo di ferie, hanno compiuto una visita di cortesia al prefetto di Udine, dott. Vecchi, intendendo con tale gesto rendere anche doveroso omaggio a tutte le autorità della provincia. Con il presiilenle del sodalizio, geom. Armando Colonnello, erano presenti il vicepresidente Felice Pczzol. il segretario Domenico Marangone, il vicesegrelario Giuseppe Colonnello, il cassiere Lodovico Poiani. i consiglieri Igino Callarossi. Adelchi CIocchialli. Arsicro Ermacora. Franco Perloldi. Giovanni Ronco, Antonio Bros. Romano (Mocchialti. Ito Mecchia, (iuglielmo Sani e Tomaso Tomasini. nonché i revisori dei conli : Elio Micclli. (rcrmano Tosolini e Pielro Ursigh, e la gentile signorina Comand, animatrice del (rriippo dei danzcrini friulani di Basilea. L'incontro dei componenli il Direttivo del II Fogolàr» di Basilea con il dott. Vecchi, che ha ricevuto i gradili ospiti NOBILI INTENDIMENTI DEGLI "AMICI DEL FRIULI Gli «itnlci del Friuli», riunitisi domeiiicu 11 agosto in una nota località turistica della Carnia, hanno tratto occasione per ricapitolare l'attività svolta dall'associiizione in questi ultimi anni. E' stata, in particolare, confermata la formula associativa, la quale chieite agli u- derenli soltanto ed esclusivamente contributi di litvora. di consulenza e di propaganda.,\e//«cirroslanza, gli «Amici del Friuli» Ituitna tribiiliila un amaggio di particolare graliludine alla memoria del socio fondatore Luigi Oscar Meneghini, dopa di che si sona lungamente soffermali nella considerazione della necessità di ritlimettsianare non soltanto gli arietitamenli locali che, fin troppa spesso, anziché valorizzare i reali valori di civiltà e di costume derivanti dalla storia e dalla tradizione del Friuli, indulgano ad improvvisazioni esteriori d'un folclorismo prettamente superficiale, ma anche e soprattutto nel quadro della nascente Regione Friuli-Venezia Giulia - i contributi degli Enti publtlici alle iniziative > ) meritevoli, i quali non possono ovviamente considerare le qualunquistiche manifestazioni del «divismo» alla moda, ma invece debbono suggerire, aiutare e valorizzare i motivi concreti scaturenti dalla radice pili prafattilit e genuina della friulanità tvogiti tempo. In prapasila. gli «.Amici del Friuli» si sana impegnati ad una più diffusa campagna di perstia.sione affinchè, senza personalistici narcisismi e senza superati provincialismi, le genti friiilatte vengano ricondalle a un'effettiva conoscenza della propria starili, tielle proprie costumanze e delle proprie concrete passibilità canlingenli : a contribuire nel migliar moda possi Itile alla solidarietà regionale versa i friulani sparsi nel mondo; a contribuire con studi e suggerimenti, reperimenti e iniziative dirette all'ormai prossima celeltraziane del centenario della restituzione del Friuli alvitalia, nonché alla riattivazione del progetto, d'accordo con le autorità poittelibane. per un matttintento mi Arturo Zardini. nel suo ufficio, è stalo improntato alla piii viva cordialità. Il presiilcntc del sodalizio, geom. Colonnello, ha espresso al rappresentante del (ioverno il desiderio dei friulani nella cillà dvelica desiderio che è quello di lanli allri nostri corregionali in tutto il mondo di poter trovare quanto prima un'idonea e adeguatamente remunerata sistemazione nel- M'trfield (Inghilterra).Sono lielissimo di riceve il magnifico «Friuli nel mondo». che leggo sempre con grande interesse e vivo piacere icrchè mi fa sentire vicino alla mia cara Patria e al mio indinienlieabile Friuli. In particolare le due pagine in lingua friulana, «Quatri cjàcaris sol la nape». mi divertono moltissimo e spesso mi fanno rivivere ricordi e amene storie d'infanzia. «Friuli nel mondo» fa un bene immenso ai friulani sparsi in tutti i ciintinenli perchè è come un richiamo continuo alle nostre belle e antiche tradizioni di fede, di laboriosità e ili onestà. Auguro a questo giornale, mio carissimo a- micii. grande successo e larga diffusione tra i nostri connazionali. Al direttore e ai collaboralori di «Friuli nel mondo» saluti cordialissimi e voti di ogni bene nel Signore. Padre ENZO TAVANO la terra natale, augurandosi che il Friuli possa sempre piii svilupparsi in ogni settore per far si che la loro aspirazione si traduca in realtà. Il (irefcllo doli. Vecchi, dopo aver ringrazialo gli ospiti per la cortese visita eil essersi dichiaralo oltremodo lieto per Fineonlrii con un cosi qualificalo gruppo di lavoralori che all'estero tengono alto il prestigio e il buon nome dell'italia e del Friuli, ha espresso il suo vivo elogio per la coslanle prova di dignità, di serietà, di rettitudine e di capacità lavorativa di tulli gli emigrati friulani, e si è unito nell'auspicio che la «piccola patria», grazie al suo inces.sanle sviluppo e ai benefici che deriveranno dall'ente Regione, possa nuovamenlc accoglierli in un prossimo fuluro e offrire loro adeguale condizioni di vila e di lavoro. armoniosissimo coro : in quel calilo sboccialo dalle labbra e dal cuore d'un gruppo di donne era chiuso lullo l'affetto e tulio l'augurio per gli emigrali della \ al d'.arzino. A San Leonardo Parlicolarmenle significativa qiiest' anno, il 16 agosto, la festa del jialmno del Comune di.san Leonardo: per la prima volta, la sagra dei valligiani del Cosizza è stata falla coincidere per iniziali\a ddl'.associazione turistica «Pro Valli del.nalisone», con il patrocinio dell'ente Il Friuli nel mondo» l'iin una manifestazione in onore degli emigrali. Nella amena frazione di Osgnetlo, ai la- \ oratori del luogo tornati dall'estero per le ferie eslive è stalo porlo il lienvenuto dal loro sindaco e dai dirigenli dell'enlc. accanto ai f iiali avevano volulii essere i sindaci delle ('iin\alli, varie personalità e una rappresenlanza ile! «Fogolàr furlàn» di Torino, composla dal \ icepresidenle del sodalizio ing. Bruno Vlissio. dagli ex presidenli conini..antonio Piceo e cav. Licurgo Dalmasson, dall'assistente sociale signorina Iolanda Di Vora e dal sig. Saulle Piani. F'riulanità schietta in riva al Cosizza. anche per le esibizioni del complesso folcloristico di Villa Sanlìna. direno dal m." Ernesto Dario, che ha eseguilo applaudite danze e villolle. Fa manifestazione si è a- perta con brevi e belle espressioni del sindaco di.s. Leonardo, m." Egidio Scaunich. il quale, dopo aver porlo il saluto ildl'.amniinislrazione comunale e della popol.azione lulla agli emigrati, ed essersi dello fiero della prova di relliludine. di intraprendenza e di laboriosità.sempre data dai valligiani sparsi dovunque, ha sotlolìnealo come l'enlc «Friuli nel mondo», sorlo nel quando più doloroso e massiccio era l'esodo dei lavoralori friulani, sia mirabilmenle riuscilo a tradurre in luminosa realtà il lodevole intento di tener legali alla grande e alla piccola patria migliaia di cuori. Otta- \ io V alerio, in una calda, appassionata allocuzione, ha rilevalo come il suo cuore esultasse di gioia nel conslalare che, con il rilorno alle loro case per il meritalo riposo, i lavoratori all'cslero del Comune di.s. Leonarilo avevano dimostralo di non aver dimenticato le piazze e le strade, la chiesa e la.scuola, le campagne e il ciniitero dei loro paesi. Dopo aver sostenulo la necessilà che Ira gli emigrali friulani regni una sponlanca quanlo affelluosa solidarielà, il presidente dell'ente ha concluso formulando l'auspicio che in un non lontano domani i valligiani del Cosizza possano definilivamenle rimpatriare, trovando nella terra natale un adegualamenle remuneralo lavoro. SEMPRE BENVENUTO Limbe (.yyasaland) Tu sei sempre il benvenulo fra noi. caro «Friuli nel mondo», e di cuore li auguriamo che con te arrivi ovunque il profumo della nostra terra. Ringrazio lutli i tuoi collaboratori, e a ciascuno auguro ogni bene. MARIA MICHELI

3 Settembre FRIULI NTL MONDO Pag. 3 UH ANNUARIO DI GISO FIOR Il gruppo dei danzertiit del «Fagalur ftirlàn» (// Maiilreul. diretto dalla sig. Giulia Mion. durante un'esibizione nel corso della cena sociale del sodalizio. HA FONDATO IN NEW YORK UNA NOTA DITTA DI MOSAICI /)«Mete 1 ora-. Ving. Ruggero I aliar ci scrive : Tra coloro che hanno la.sciato il Friuli per portare all'estero la capacità del proprio lavoro, va ricordato il sig. Domenico Magnan. il quale con le sue opere nel campo dell'industria del terrazzo e del mosaico fa onore a sé. all'italia e al Friuli. Nativo di Meduno. dopo aver completalo gli sludi presso la scuola per mosaicisli «Irene da Spilimbergo», emigrò negli Stati Uniti: quando, nel giunse a New York era ancora ragazzo, ma non gli facevano difetto né intelligenza né buona volontà. Con tenacia e con coraggio affrontò privazioni e sacrifici, lavorando come operaio presso note imprese di terrazzo e di mosaico, dislinguendosi ovunque per capacità e serietà. Dotalo di una forza di volontà non coiiuiiie. dedicava le ore serali allo studio onde perfezionare il proprio lavoro e migliorare le proprie condizioni. Ben presto, cosi, divenne capo operaio e poi assistente, finché era il 1946 fondò la propria ditta di mosaico : la «Domenico Magnan & Co.». che in pochi anni, sotto la sua guida intdligenle e infaticaliile. ha compiuto enormi progressi, qualificandosi fra le maggiori e più moderne del genere in NeW' York. Oggi la sua opera è conosciuta, stimala e richiesla. per la serietà e la qualità del lavoro, in tutta l'immensa metropoli stalunilense: manufatti della «Domenico Magnan & Co.» abbelliscono gran parie delle nuove costruzioni lanlo pubbliche che privale. Affabile ed oneslii. il sig. Domenico Magnan ha conservalo l'animo semplice e buono del friulano, restando attaccato al Friuli e alle sue tradizioni, tanto da esser sempre presente a tutte le manifestazioni della «Famèe furlane» di New York e da seguire da vicino tutti gli avvenimenti della sua lontana e mai dimenticata u piccola patria». La quasi totalità degli operai della sua ditta (una sessantina) è friulana: e per essi egli è più amico che padrone : ama la loro compagnia, si interessa dei loro problemi, c'irciindato dalla simpatia e dal rispetto di tulli. E' anche padre affelluoso di sette figli (uno di essi lavora con lui), che educa con saggezza e relliludine e ai quali, con il proprio sacrificio, ha preparalo un cairmino meno duro di quello da lui percorso. Una parola d'elogio va anche alla sua gentile consorte, signora Nel "Fogolàr,, bonarense Queste le nuove cariche sociali in semi al «Fogolàr furlàn» di Buenos Aires (.Argentina): presidente. Primo Malisani: vicepresidente, Juan Toppazzini : i^ejiretario. Valentin (fermano : vicesegreluriii. Hiimero Castellani : tesoriere. Dante.Marega: vicelesoriere. Daniel Romanini ; consiglieri effettivi : Remo.Sabbadini. Dario D'.Agoslini..Augusto A. Eabris. Palilo Di Genova. Juan Pillini. Eugenio Mvian ; consiglieri supplenli : Vicenle.Salon. Toribio Lanzi. Luis Duri. Rito R. De (aiuto: revisori dei conli: Guillermo Beltrame, ing. Domenico Calligaro ed Beclor Casasola. Nelsa Coletti, che con le sue premure e il suo affetto lo ha sostenulo e incoragopraltutto negli anni piii gialli. difficili. Nali\a ha imparalo friulano, che preferita. del (!ailore. in brevissimo tempo parlare correllamente il ili\cnlata la sua lingua (àmie non lugurare al si^ Domenico Magnan e alla sua s ditta un -empre più prospero av\enire IL FRIULI ATTIVO A xmilano L'amore che le^a il pubblicista Giso Fior al Friuli natale {e i nostri lettori hanno, di tale amore, frequente testimonianza attraverso le n4).^tre cokmne, cui (iiso Fi(tr collahora fedelmente da anni) lo ha -spinto a portare a termine una davvero ardua fatica: a stendere la prima e- di/ione di un annuario dal titolo // Friuli <ithvn a Milano,.stampato con i nuo- M^^itni tipi «Klvetica» della Scu()la Grah<.1 \rti<riancllì. Al volume ha dettato nii.i lusiniihirra prefazione il presidente <l( ir Xinniinistrazìone provinciale di Udine, prof. Lui^i Burtulo. e ha disejjnato un'efficace copertina Spartaco Jacobuzio. L'n annuario: si tratta dunque di una raccolta (una prima, cui seguirann(» altre, con più orjranica distribuzione e con mafiftiore dovìzia e precisione di dati) di nominativi e di indirizzi di friulani opcraimi a Milan*» e in altri centri d'italia: un ampio quadro delle professioni, delle ditte, società, isliluzioni. Per i noslrì lettori sarà intorcisanlc apprendere che nelle palline dell'annuario sono elencati in beltordine tutti i «Fofiolàrs furlàns» in [Kitria e all'estero, i nomi dei parlamentari della Regione, dei consiijlieri provinciali, dei sindaci dei Comuni delle Ire l»ro\ incc. e che il volume è corredato da belle illustrazioni delle più caratteristiche località nostrane. Naturalmente, l'annuario non sì esaurisce qui: perchè esso offre un quadn» assai ampio di tutte le attività dei friulani nella metropoli lombarda e in altre città. L na fatica, questa di (iis(> Fior, di cui il Friuli deve essergli jrralo. L'annuari*) potrà essere richiesto presso i seiiuenti recapiti in Milano: vìa Sacconi 9. via della Sila 7. La fticdatu ilellit.sette del «Fagiili'tr furlàn» di Cordoba (.Argentina). L'ASSEMBLEA ANNUALE DEL ''FOGOLÀR,, DI BASILEA La stima e la simpatia che circondano il (( Foifolàr furlàn» di Hasilca (Svizzera ) sono stale manifestate ancora una volta in occasione dell'a.ssemldea annuale del sodalizio, svtdtasì lo scorso 2.'} giuirno nella sala del ristorante Heuwa^e. e alla quale hanno presenziato più di un centinaio di soci e di simpatìz/anli. Da sollfdineare che oltre la ccmsueta cordialità deirand>iente. che contraddistìngue tutte le riunioni del «Fog<dàr». per cui ciascuno si sente in famiglia una nota nuova ha caratterizzato i hivorì dell'assemblea, e cioè il cospicuo e ordinalo OTTIMO COMPLESSO CORALE PER IL «FOGOLÀR» DI WINDSOR // sig..amelia Pez. presidente del «Fagoliir furiati» ili If'inilsar (Citttitdit), ci catntinicu : Il 12 maggio scorso il «Fogolàr furiali» di Windsor ha festeggiato il secondo anniversario della sua fonilazione. E" siala veramente una lesta alla ii furlana n. con panini e bevande, e con resecuzione di canti da parte del coro, da poco fondalo, del soiializio. Era gli scopi della manifestazione, che è slata distinta dal più schietto spirilo di solidarietà fra i soci, ce n'era principalmente uno; svolgere opera di persuasione in tulli i friulani residenti in Vi indsor ad entrare a far jiarle della nostra grande famiglia. E c'è da confidare che l'esortazione non «ia eadula nel vuoto. Il presidenle del n Fogolàr» ha lenulo una concisa relazione intorno airalti\ità svolta in que- Dontra soniin... Donlra simun che' fanlatis che no san fregili cianlà? Ti samèin lauti 'savatis che tal aga fan «qua qua». fi illatta popolare) sii due anni : è stato un lavoro proficuo, estrinsecatosi in tutta una serie di iniziative, e condotto a buon esilo sia per la solerzia dei componenti il Consiglio dirci 1 ivo, sia per la fattiva collaborazione prestata dai soci. A termine della relazione il presidente ha rivolto ai presenli la esortazione a manlenere sempre vive le tradizioni dei niislri avi, a nutrire sempre piii profondo amore per la terra natale. Ed ora alcuni brevi cenni sul complesso corale, che ha assunto la denominazione di ce Fogolàr furlàn» e che è eomposto di soli demenli maschili. Siamo riusciti a formarlo in poco piii di sei mesi, e va dello che. pur in cosi breve arco di lempo. esso ha con.seguito non solo progressi notevoli ma addirillura risultali insperali. Direno dal prof, don l mberlo Rizzi, della parrocchia n Suor Angela Merici» di Vi indsor. il quale ha prodigato tutta la propria passione e competenza, il coro è ora avviato lungo la \ ia del successo. Certo, non sono mancali sacrifici: ma a tutti i 'JO componenti il complesso non fa difello la buona volontà e il desiderio di far bene. -y.-.sso ""i nir liei (( Fogolàr furlàn» dì ^ indsor. ( luni'i-i II 1' luglio, tra Windsor e Detroit, si celebra il " Fridiim Festival». la festa lidia libertà. Il nostro coro ha rappresentalo l'italia e il Friuli. La prima soddisfazione il eoni ilcsso del «l'ogolàr» l'ha avuta il.ili giugno, al «("leary Auditoliuin» di Vi indsor: era la prima volta che vi si esibiva un coro italiano, e le acciiglienze sono stale feslosissinie. di gran lunga superiori ad ogni più rosea attesa. Il pubblico, cerio, non comprendeva le parole delle nostre villolle. ma è strilo trascinato dall'armonia dei molivi e dai nitore dell'esecuzione. Il 2 e.'ì luglio, esibizione al «Ford.Audilorium» di Uetroil, Il programma del complesso era breve, ma la maestria degli esecutori è st;;ta tale e tanta da suscitare l'cnlusiasmii del inibblico. che applaudiva a non finire. A lermine della serata, sono state senza numero le persone gente mai vista, di tulli i celi sociali che si sono congratulale con noi. che ci stringevano,le mani, che rinnovavano il plauso e il consenso. Sono risullati. questi, che ci spronano a conlinuare. a far sempre più e sempre meglio. Opera di una impresa iiilervenlo dei soci nel formulare proposte per le allivilà del sodalizio (gite, assistenza, offerta d'un'opera artistica in mosaico all'erigenda chiesa della Missione callolica. a ricordo della presenza dei friulani in Basilea) e nel prender parte aperta e serena alle discussioni suscitale dalla relazione del Consiglio direttivo uscente e presentala in modo chiaro ed esauriente dal presidente sig. Giovanni Bonco. La relazione che è stata una concisa ma esalla messa a punto delle iniziative intraprese in campo assislenziale. ricrealivo. associalivo e amministrativo, nonché del vigile interessamento prestalo ai problemi dell'emigrazione (pili volle, nell'esposizione, è ricorso il nome dellenle II Friuli nel mondo», con il quale il sodalizio ha intrattenuto costanti, affelluosi rapporti ) è stata approvala con unanime plauso per l'operalo del Direllivo. L'assemblea ha anche manifestalo un vivo senso di fiducia che la Begione speciale Friuli-V'enezia (iiulia, di limssinia attuazione, possa mitigare, se non risolvere del tulio, il doloroso dramma dcircmigraziiine friulana..si sono svolle quindi le elezioni per il rinnovo delle cariche sociali in seno al sodalizio. In base ai voli espressi dai soci, il nuovo ("onsiglio direttivo del Il Fogolàr furlàn» di Basilea risulta cosi l'iimposio : presidente, geom. Armando ('oloundlo: vicepresidenle. Felice Pczzol; segretario. Domenico Vlarangone; vicesegretario, (fiusejipe ('olonndlo ; cassiere. Lodovico Poiani ; consiglieri effettivi : Igino Callarossi, Adelchi Clocchiatti, Giusepiie Colonnello..Arsiero Ermacora, Franl'ii Perloldi. (Fiovanni Ronco. Anlonio Bros; consiglieri supplenti; Romano (iloccbìalli. Ilo VIecchia. (iuglidmo.sant. Tomaso Tomasini ; revisori dei conti : Elio Micelli. (iermano Tosolini. Pielro l'rsigh. friulana il primo grattacielo di Cordoba Nel numero di agtislo del nostro pcrit»- dico abbiamo pubblicato la lettera che il sig. D(»menico Facchiu. emigrato in Cord<»ba, ci ha indirizzala in oecasione della consegna del premio conferitogli nel I9f>2 dalla (Camera dì commercio di V'diin' su pnqmsla deufnle «Friuli ìiel mondo». Come reso noto, la mimlaglia d'oro e il diplonui di benemerenza per la lunga fedeltà al lavoro vennero assegnali al sig. Facchin in considera/ione del l'atto che. emigralo in Argentina come semplice lavoratore, dt.po anni di tluri sacrifìci diede vita in (!(»rdoba ail ima rinomala impresa di costruzioni. Ouasi conlemporaneamente alla pubblicazione di ( uclla ri(d>ile missiva, ci è giunta da parie di un nostro C4>nnazionale residente in ('ordoba, il sig. Augusto Massa (qui cordialmente lo ringraziamo), la segnalazione che il sig. Donu-nico Facchin reca alto da cdtrc un trentennio il buon nome del Friuli in Argentina, dedicandosi con passione all'opera dì u- nione dei nostri conlerranci inlorno all'ideale fiamma del «fogidàr» e riaffermando con la propria caj>acità di costruttore le belle doti di laboriosità della nostra gente. \ quest'ultimo proposilo, il sig. Massa ci comunica che si deve proprio all'impresa «Fratelli Facchin» la costruzione, or ora ultimata, del primo grattacielo nella città di Cordoba. L'imponente edificìi). che reca il signi- (icalivo nome di «(ialcria Italia», consta <Ii II mila metri di superfìcie coperta e raggiunge un'altezza di 78 metri e mezzo; esso è dotato di cinque modernissimi ascensiiri. di razionali impiantì dì aria condizionata, calda e fredda, e dì tulli 1 comfort che la vita d'oggi fa sue necessarie prerttgalìve. 11 maestoso edificio, che si impone airammìrazione anche per la sua arnioniitsa struttura architettonica e a cui hann(t dalo il loro contributo di lavoro numerose ditte italiane e argentine, non solo costituisce un legittimo vanto della città di Cordoba, ma è anche consideralo come una delle maggiori realizzazioni che la Repul)l>lìca Argentina vanti nel campo dell'edilizia moderna. Ancora una \(dla friulani, dunque, in una realizzazi(me d'avanguardia nel Paese che li ospita. \e siamo fieri : ma non ce ne stupiamo: la «piccola patria» è sempre stata terra dì costruttori tanto valenti quanto silenziosi.

4 Pag, 4 FRIULI NEL MONDO Sellembre 1963 DAL CARSO AI COLLI FRIULANI CON I GRANDI TOCAI E MERLOT La regione a stalulo speciale Friuli- V'enezia Giulia, fosse costituita esclusivamente nel riguardo dei vini che vi si producono, sarebbe una regione perfetta. Vlai tanta corrispondenza di gusti e di a- romi, di sapidezze e di abboccati, ha ritrovato e trova riscontri co.si puntuali nell'arco di tre distinte province come sono quelle di Udine, di Gorizia e di Trieste..A legarli cosi bene sono i viticci che in ogni primavera escono a sorreggere gli slerminati pampini verzicanti lungo la fascia solatia del pedemonte e dei colli Ira Isonzo e Judriii. fra Nalisone e Torre: ariosi chilometri di vigneti dove annualmente malurano. come il locai e il nierlol. il sauvignon e il cabernet, vini fuor di discussione fra i migliori del mondo. (;ià le estreme propaggini del Carso custodiscono una loro specialità, il terrano, un vino rosso carico, intenso, che un poco nel senso buono sa veramente di terra: il suo «habitat» discende dalla costiera petrosa fino al vallone di Doberdò verso Gorizia. E già (iorizia ostenta un suo anello turistico di rilevarne inleresse. la cosiddella ii strada del vino e delle ciliege» che. salendo dal ponte di Piuma sull'isonzo, raggiunge Oslavia e quindi il rustico casldlo di San Floriano per ridiscendere lungo il \ albine delle.acque. Ivi comincia il C.ollio che. girando sopra Cormòns, va a finire sul lieve greto del Judrio. DIGRADANTI PAESAGGI I/ilinerario è raccomandabilissimo anche per i suoi digradanli paesaggi, per le memorie d'una guerra assai duramcnle comballuta, per l'esclusività dei pmdolli di uva e di frulla, per l'accoglienza che vi si Irova in ciascuna delle varie sparse sorridenti ombrose rustiche trattorie. Questa è terra di vini sopra tutto bianchi. La natura eocenica del terreno imprime ai prodotti della vigna qualità organolettiche tulle parlicolari. Vi si Irova il locai di color giallo citrino, di delica- MemGiìi DA E' slato gradito ospite degli uffici dell'ente Il Friuli nel mondo» il si-i. l'oribio Lanzi, nativo di Tarcento, cui la i( Società friulana» di Buenos.Aires aveva affidato l'incarico di consegnarci un nastro magnetofonico recante incisi i saluti che i nostri corregionali emigra'.i nella capitale della Repubblica.Argenlin i hanno inviato ai familiari in Friuli: saluti che vennero registrati in risposta ai messaggi inviati dalle famiglie, attraverso la nostra istituzione, in occasione della Pasqua. I messaggi corlcsemenle inviatici sono siali falli ascollare, nella nostra sede, a tulli gli interessati : e la commozione e la gioia sono stale come sempre, in siffalle occasioni profonde. Mentre ci facciamo interpreti, presso ia «.Società friulana» bonarense. della graliludine di tulli indistinlamenle i deslinalari dei messaggi, rivolgiamo un senlilo ringraziamcnlo al presidenle del sodalizio sig. Primo Malisani per l'affeltuoso saluto all'indirizzo dell'ente, e di una particolare attestazione di riconoscenza facciamo segno il console generale d'italia in Buenos Aires, dott. Diego Simonetli, il quale,ha avulo per l'opera nostra espressioni estremamente nobili e lusinghiere. Del bellissimo, gradito saluto del console Simonelli - al quale, con il grazie più sincero, ricambiamo i voti fervidi di o- gni bene siamo lieti di riprodurre qui di seguito il lesto integrale: Friulano di nascita e di ascettilenza ris(o che sono nato a bdine e che la mie famiglia è di Gemona e da oltre vent'iinni in gira per il mondo, mi pas-.10 a giusto titola annoverare tra i friulani all'estero. Come tale, dunque, oltre che come console generale iv Italia in Buenos.Aires, ha anch'io un messaggia e un cardiale saluto da inviare all'ente «Friuli nel mondo». Ho teste assistila, nella sede della 11 Società friulana» di Buenos Aires. alvascolto dei messaggi provenienti dal Friuli. Volti tesi nella sforzo di non perdere una sillaba, occhi lucidi, spesso rossi di lacrime non nascolo profumo, di sapore asciullo, caldo, pieno, ainamgnolo ( ricorda un poco il sapore delle manilorle ), da dodici gradi in media (può raggiungere anche i quindici), e non conviene mollo invecchiarlo. Vi si trova il pinot bianco, circa tredici gradi, di color giallo paglierino, di delicato profumo caralterislico. di sapore asciullo. rotondo, aromatico, tulio speciale: iillimo per l'invecchiamento. E il pinot grigio, fratello forse maggiore ildl'allro, anche lui sui tredici gradi di media, giallo dorato, di profumo speciale, di sapore asciullo. armonico, pieno: anche lui da invecchiare perché cosi acquista un colore più carico ed un ]irofumo jiiii intenso ed etereo. Un altro vino bianco caralleristico della zona (e della stessa provincia di L dine ) è il sauvignon. iillìmo a differenza dei già citali che sono preferibili nell'accompagnamcnto di pialli di pesce ( cosi come il riesling italico, dodici gradi, giallo doralo chiaro, profumo caralterislico, sapore asciullo, armonico, anche lui in\eccliiabilc ) per fine tavola. E' di dodici gradì in media, di color giallo ]iaglierino intenso, di profumo aromatico, di sapore asciutto, corposo, fresco, speciale. Fra (iorizia e Farra..San Floriano e Dolegna si produce anche l'amabile malvasia, dolcigna, undici gradi e mezzo; e inoltre, un po' do\unque. il cosiddello bianco dei colli goriziani, mescolanza di \arie u\e. undici gradi, buono da pasto, paglierino, un po' frizzante, abbastanza corposo. Fra i rossi, il nierlol. La sua uva carallerislii-a. oltre che su terreni eocenici, matura anche su alcuni di origine alluvionale. E' da undici a tredici gradi, di color rosso rubino i-oii schiuma rossa, leggermcnle profumalo, di sapore vagamente amarognolo, corposo, armonico: ottimo. se non ancora pari al merlo! piii caralleristico della provincia di Udine, per gli airosti. Il cabernet, invece, di gradazione più intensa, ro.sso rubino, schiuma chiara, [irofiimo gradevole, sapore a.sciutsle e fis.si laitlatta ad aiutare il ricordo d'un risa caro da cui separa una distanza non salo di migliaia e migliaia di chilometri, ntii spessa ili molti e molli anni. Chiuniiue iibliia assistito a una di queste scene, si rende subito canto, se ve ne fosse bisogna, di quunla felice sia l'ormai stattitita iniziatica delvente «Friuli nel mondo» di far varcare i monti e gli oceani nei due.sensi u questi nastri magnetici che sembrano essere cos'i insignificanti nei loro piccoli rotati, ma che cantengana un cosi grande tesoro d'untore e di nostalgici ricordi. Possano pili, questi piccoli nastri, mantenere vivi i legami d'affetto con l'italia e col Friuli che non chilogrammi di carta stampala e decine di itiscarsi. Per questo mi è assai grattila l'occasione di servirmi di questa stesso mezzo per pliitiitire all' opera ilclvente «Friuli nel tnotttla» e per inviitre un cordiale saluto al sua presidenle. Ollacio l alerio. ed ai suoi valenti collubaralari. lo rotondo armonico, adatto per l'invecchiamento, è più caratterizzalo del suo confratello dei colli friulani \eri e propri. Infine, specialità goriziana, il ])inol rosso, da dodici a quindici gradi, rosso rullino vivo, profumo marcato, sapore aniam-ammatico gradevole, mediamenle corposo. E' preferibile un po' vecchiouo, quando acquista un suo color di mallone: buono da arrosti, un po' meno per pasli salati e )iccanli. UNA LOTTA INUTILE riillc queste specialilà sono pralicainenle pmdolle. salvo le eccezioni di Farra, Angoris. Vlariano, Eralla e Romans, nel Irallo Ira Isonzo e Judrio racchiuso a monle dal confine jugoslavo e a valle dalla ferrovia per l'dine, il cui cenlrii geografico è la cillà di Cormòns. In provincia di l'dine gli itinerari del vino si dilatano in tre specifici comprensori : la zona collinare eocenica, la zona ghiaiosa del VIedio Friuli e la zona argillosa e litoranea, (Quest'ultima entrerà, piii avanti, nell'itinerario iiadrialico» fra Isonzo e Po), Qui siamo, comunque, nella zona classica dei «grandi vini», fra cui primeggiano il locai e il merini. Un locai friulano impareggiabile eiinlro il quale inulilmenle louii la socielà ungherese 11 VIonimpex» per l'omonimia della denominazione; la nostra dirle di ('as.sazione il.?() aprile 1962 slabili che i due vini erano troppo diversi fra di loro in L'Usto, gradiizione ed altre earatleristielie perchè il consumatore potesse essere tratto in inganno, e cosi il diritto al nome venne concesso in modo definitivo. E' un merlot di sapidezza stupenda, piii alciiolico e corposo e aromatico di quello goriziano, un vino veramente da rilevanti occasioni, da pranzi di gran riguardo. I vini friulani hanno caratteristiche tulle parlicolari, ed è per questo che la loro rinomanza viene insidiala da qualeht* grossista di pochi scrupoli e persino ila qualche cantina sociale che si vale della sua posizione geografica per vendere, con appellativi locali, vini di tult'allra specie. C'è da dire di più: c'è da dire che già i vini correnti, i cosiddetti sottoprodotti della viticoltura friulana, sono migliori, senz'altro migliori, di molti vini CI di marca» prodotti altrove. Eppure, non ostante il Consorzio provinciale per la viticoltura e la enologia di Udine conti quattromila soci iscritti, qui non si è ancora riusciti a specifiche valorizzazioni e tutele del prodotto. Di chi la colpa? La colpa è nella difficoltà associativa del carattere dei friulani. Tulli i vini già citati e intravisti sulle colline ilei Goriziano esistono anche in provincia di Idine. specie nella fascia collinare orientale e centrale, solitamente ancor meglio caratterizzali; e vi primeggiano i due II campionissimi» già lodati. Fra i bianchi pregiati, al locai de. ve essere aggiunto il verduzzo, di colore ambrato, di buon profumo aromatico, di sapore corposo, rotondo, asciullo e amabile nel contempo, di circa dodici gradi, il quale ha la sua più squisita raffinatezza nel piccolit. pressoché inlrovabile quanlii mirabile, la cui lavorazione è mollo coslosa essendo lavoralo su un'uva bianca dagli acini piccolissimi (dal che. appunlo, il nome), Tiicai e verduzzo sono in Friuli poco meno della mela dei vini pregiali in produzione, menlre il Un aspella del saliine ilellit «Società friulana» di Buenos.Aires tliirnitle l'iiitdiziaiie dei messaggi pervenuti dui familiari. merlili viene lavoralo nella misura del sessanla per eenlo. Altri buoni vini bianchi sono la ribolla (dolcigna). il riesling. il Iraminer. il sylvaner (secchi) e i già citati. Fra i rossi, olire ai noti, deve essere aggiunlo il refosco, carico, sapido, di iliscrela gradazione aleoolica. In provincia di l dine si iuo girare tranquillamente ovunque siano vili al sole. Ma più propriamente raccomandabili sono le zone collinose fra Manzano e C.ividale, su per Corno di Hosazzo e Rocca Bernarda, o Dolegnano e Ipplis, con particolare riguardo sulla slrclla del Nalisone a luoghi come Spessa, Preputto e ogni altro paese a solatio; o verso Bullrio a sperone sul Torre sopra la slrada per Filine; o nel pcdemonle per Faedis. Allimis. \iiiii-. Haniandolo e i colli di Tarcenlo. Ivi la produzione di alla qualità un poco rallenta, pur conliniiando sulle morene da Tricesimo a.san Daniele, da Moruzzo a Fagagna e a Ri\c d'arcano e più in basso ancora - da Ccrvignano a Bcrliolo, da C.odriii iii a Hausccilo. da Casarsa a Pordenone e a l'orcia. VIVAI FORMIDABILI Pilo jiarere curioso che vini di tanto alla qualilà. cosi come sono asseriti, siano pressoché sconoseiuli. non oslanle la i-anlina sociale di Cormims in prii\ ineia di (rorìzia e non oslanle le dodici esislenli in provincia di L'dine ( Bcrliolo. Casarsa. (^ervignano. ('odroipo, I.alisana. Porcia. Kaniiiseello. Kaiiscedo..Sacile, S, Giorgio della Kieliinvdda, Tarcenlo), In realtà le cantine più attive non sono quelle elle pmiliicono il sino migliore: inollre l'assorbimenlo ilei prodollo a\\ iene pressoché inleramenle sul poslo. I friulani sono gente che beve furie: il clima della regione, che d'inverno è parlicolarmenle aspro e ventoso (anche se molto asciutto), induce a islìnli\i rifornimenti di calorie, tanto che il consumo del vino é localmenle molto maggiore della sua produzione, e sensibile è l'importazione di pmilolli lult'allro che pregiati, i quali trovano smercio fra la clieiileta che bada più alla convenienza del prezzo che a quella della qualità. Il vino friulano viene venduto in Friuli al suo prezzo giusto: sensibile è, infalli, la pcrccnlualc dei bcvilori che desidera deguslare bicchieri buoni anche se coslano. II II lajùl» (Fu ombra». direbbero i veneti ) é in questa terra di prescrizione per tulli, secondo un rituale che comincia jirinia ilei tlue jiasli principali e nel quale sì accomunano, nei bar, nei caffé, nelle botliglierie e nelle oslerie vere e proprie, uomini d'ogni celo ed eslrazione. lulli uguali davanti al calice di bianco di cui sanno espertaniclite a>.sapiirare la qualità. Deputali e operai, insegnanti e manovali, preti e priifessionisli si accomunano con estrema naturalezza in questa degustazione da cui chi. per caso, preferisca uno degli aperitivi che normalmcnle si consumano al- Imve viene scostalo non senza legittima suspicione..a lume di questi dati di fallo non sono pochi coloro i quali pensano che la viticoltura friulana potrebbe e dovrebbe essere moltiplicata, specie in considerazione che proprio nella provincia esistono vivai formidaliili. capaci ili produrre annualmente da scile a olio milioni di barlialellc inneslale di vili, vendule quindi in Pieinonle. in Emilia, in To.scana e nel Fazio, olire che in lerra vene- 'a, nonché circa quindici milioni di iiw- 'ri lineari di legno americano da innesto che so ira tutto \a a finire in.auslria e in Germania. Le colline della zona meiilcnlale del Friuli non hanno vigne, pur non differendo gran che da quelle dive invece la vile viene coltivala inlensivamenle. Si pensa, dunque, che in qiidl" zone (paesi dove tutta la gente cniigia ) tale redditizio tipo di produzione agricola potrebbe e ilovrebbc legare al siioio. oltre che le liarbatelle pili adatte, anche numerosi futuri vignaioli. Per scompensii. invece, sono stati po- -ti in esportazione ufficiale (sembra da Triesic ) un u moscaio» e un «alealico del Friuli " che non esislono affano: a l dine i vilicollorì ne appaiono mollo seccali. Ma sono nuvole di passaggio, si spera. In ogni modo e in ogni caso ogni itinerante del vino troverà in F"riuli. e in lulla la regione nord-oricnlale facente capo a Trieste, accoglienze di straordinaria cordialità, trallandosi di una lerra dove chi ama il vin buono diviene immedialamenle 11 dei nostri». un amico di casa. E nemmeno si dispiacerà di constatare con quanto rispetto il figlio dell'uva venga quivi considerato: umor generoso del sole, amabile conforto a una giornata Il ad una settimana dì intenso lavoro, disinlossicaiite il'ogni cattivo consìglio. E. sia egli in sosta in un locale di città oppure sotto una pergola d'osteria paesana, gli capiterà anche di godere di quel che il vino sa donare ai suoi amici fiirlanì : la gioia ilei canto in coro, la serena consolazione d'una villotta, la tenerezza d'un motivo melodico che tutte le altre voci conduce armoniosamente a lodare la poc-^ia umile della vita. LEONE COMINI (Da «// Gazzettino») Pubblicando l'ittteres.saitte arlicala di Leone Camini, siamo lieti di annundure ut nostri lettori che ul valoroso giornalista friulano è slato assegnata la scorso Ittglii). e.v acquo con Alessandra Massaili. il Premio internazionale USTI {Unione slampii turistica italiana) che per il 1062 era dedicato al Friuli, sul tema ispirata ulta frase di Ippolito Nievo «! riuli. piccalo compendio delv universa». L'articolo del collega Camini è stata pubblicato dalla rivista del CIT «Costnoruma». sotto il titolo, appunto, di Il Friuli, piccola compendia dell' universa 11. " Vrittli nel monda» saluta con gioia la tiuavu affermazione di Leone Camini: un affermazione che ricompensa una lunga, affelttitisit. intelligente e coraggiosa opera di divalguziane delle bellezze e del lavora della nostra terra: un'opera che merita l'appellativo di dedizione..al caro collega ed amico, con il plauso e il rallegramento pili sinceri, giunga Vaugtiria pii: fervida, che gli porgiamo anche a nome dei nostri corregionali emigrati. Importante al card. ufficio Antoniutti ('on firo/ondd sodifisfdzionc i Ir'iuhini fiiinno appreso la notizia clic S.,S. Paolo VI ha chiamato il cani. Ildebrando.intoniutti (ilvitnporlaiilc ufficio di Prefetto della ('oiif^rcgazione dei religiosi. L'illustre porporato friulano (e nato il 'i afiosto 1898 a Nimis) succede al card, Valeri, recentemente scomfiarso. nel delicato compito di seguire e dirigere le migliaia di anime che hanno dalo la loro esistenza per se/iuire in dedizione totale i consifili evaniielici. La fjersoiialitii dell'eminente porporato nostrano, la sua liin^a e noia esperienza diplomatica, l'apfìrofoiidita conoscenza di Paesi e di popoli.sono sicure premes.se per iin'iitliviti't intensa e ricca di frutti. Al card. Ildebrando.Antoniutti. che ci onora della sua stima e della sua simpatia, l'augurio deferente dell'ente «Friuli nel mondo 11 e di tutti i nostri corregionali nei cinque continenti. RADIO FESTIVAL 1963 DELLA CANZONE FRIULANA Nella suggestiva cornice del Parco Giacomelli, si è svolta a Pradamano la quarta edizione del «Festival della canzone friulana», cui è arriso un lusinghiero successo, anche perché come ebbe a scrivere il compianto giornalista Enzo Grazzìni caratteristica precipua di questo festival è quella di essere 11 innocente, alla buona, casalingo, pulito». Ballili II Friuli nel mondo 11 ha trasportato i suoi microfoni ndl'accoglienle parco al fine di registrare, per i nostri emigrati, i migliori motivi della manifestazione canora: e ora. quale 119" trasmissione della.serie, metle in onda, a cura ili Ermete Pellizzari. le canzoni classificatesi al primo e al secondo posto del Festival :» L'alpin» e «I liei voi». I nostri fralelli all'estero polranno a- scollarc le due canzoni in duplice versione; la prima con l'orcheslra direlta dal (>uidii (!ergoli. e la.seconda con l'orcheslra direna dal m.o Franco Russo. Il I'alpìn». di Romano Donalo e di Beppino Lodolii. è cantala da Beppino Lodiilo : 11 1 liei vói». di Olinlo (^onlardo e dello slesso Lodolo, è inlerprelala da Edda Pinzana.

5 Settembre 1963 r FRIULI NEL MONDO Oiiatri cjàcai^is sot la nape 0 VOI PREDI Jo e INisie si vcvc dui agn di diferenze e si lave dispès a puartà il lat insieme, che si jere a sta lonlanuz de latarie: qualchi voile cui buinz. un tocul di strade paromp. Meni Passon. ch'ai jere un stupidat, co nus viodeve a passa, nus diseve simpri; Quant si maridaiso, vualtris dui? Jo, in che volte, 'o vevi dis agn. Une sere, che si jere siet o vot fruz intropàz a zujà di «sanlestriehe». dopo fate la pinilinze si tabajave dal mistir che si vcvc di impara. Jo 'o disei: Chest més di ulubar jo 'o voi a Civìdàl : 'o voi a fa la prime Ialine... Lu disei cun tun grum di ande. Nisie mi cjalave come une stupide, e dopo un moment 'e disé : Alore no si maridìn! '0 alzai lis spalis: No bazzili di maridàmi, jo! Mi visi ch'o soi làt predi une gnot di siarade, che la Iiuerc jcnfri i ramàz, invezzi di cisicà, 'e sivilave. Nissuii dui a lassa che puare cjasc viere e piardiide tes braidis; nissuu diìl a bandonà lis braidis bielzà dispueadis pe prime zilugne. Il mès di ulubar al è limp di maluserie, in miez ai cjamps; veiiilcmade la ile. finìz i miluz. i spiàrsui. i fijs. ce restial di meli sol i dine"' '0 parlìrin, ch'ai jere sul fa di lune: un scùr dui ràmpil e un gran erica di stelis par dui il cìl. Si jere, gno pari, un allri fruì ch'ai jenlrave in Seminari cun me. ma jo lu cognossevi pòc, un cjaval ad impresi e la neslrc carde : di chés carelis a carinlian vie. che si use ve su pa l'.alle..su la carde due' i grabalui dal nestri puar «coredo» e un pueslut par sta insenlàz nò iliii ; gnu pari deiiant, cui pìs su la paledie. Si calculave di sta des sìs es siet oris, par riva a Cividàt : par chel si parti ch'a saran stadis dós o póc plui. Passanl par un jiaisot, che no m'impensi quàl ch'ai podeve jessi, gno pari al iialnià une cafetarie, ch'c vcvc bielzà impiai il lusòr e viarie la puarle. Nus puarlà dentri a scjaldà il stomi cun tun buzzulul di sgnapc : parcé che, sentàz su la carde, si jere due' ingrisigniz. Quan'elic al lacà a sclarì, si passave par une strade a madrac. tal miez dai pràz; al jere stài jusle seàt il mujart e une sborfadule di zilugne 'e imbarlumive i stocs. Si di.smonlà par disgropà i vuèz. e si lacà a cjaminà denanl de carele. par parà-vie il frèl. Cun chel closlri di cjaval che si veve. noi jere fregul pericul di reslà indaiir; par fai movi il trol noi varcs bastài naneje meli il pèvar sol la code. '0 rivàrin a Cividàt, ch'a saran stadis ilis. In che volte "o scomenzai a sinti un grop tal sgrasalàr. Mi faseve sudizìon chel fabricàl cussi grani, niil, cidin che a chès oris, noi jere rivai dibot nissun dulà che la vós 'e rimbombave pai curidòrs sciìrs e no.si cucave altri che qualchi ombre nere di predi a passa in premure, cence vós. E po' mi visi lanl ben che mai 'o vevi un grani pinsir che mi pesave dentri vie: chel di scugni mangjà simpri e dui cu lis possadis, di che di indenant : mai un fregul di polente e fiirmadi di podè tignilo in man! Par me, chès manovris di piron e curlis mi vevin simpri parùt une robe di plui,.se no si Irate di qualchi locjo. Dopo 'o sin làz a gusta in lune locande ch'o savarès cjatàle ancjmò: une purizion di vigjel in umil. cui piron e cui curlis! No vévie di vigni voe di vai. Ma jo 'o ài lignùl dùr: il grop su e jù pai glutidór, che no mi lassave passa la bol'jade. ma lagrimìs nujc. E dopo no mi ricuardi plui ce che si à fai. 'O sai che gno pari al veve premure di torna a partì par no riva a cjasc di straoris ; e che jo, quan'ehe lui. dopo di ve slàl a fevclà cui relór, al mi cirl par saludàmi, 'o vevi bielzà cjalade companie e fa le cunvigne cun altris fruz e si veve aneje lacàl a curisi daiir. Al mi clama sun lune puarle e al scomenzà a fami ricomandazions. F) jo 'o spcsseavi a di di si. di si e no viodcvi l'ore ch'ai finis, di torna a zujà. Al mi lassa qualchi cjarte di dis: 'e jere inoncde in che volle! E cence sta a sinti altris resons. jo 'o raurmujai un: Vlandi. papà! - e vie le cori a zujà cun chealtris. Dopo lui, rivai a cjasc, al è làt a conta a me mari che jo 'o vevi lanl ilìl che 'a saludàs e che fevdanl di jè mi vignivmi lis lagrimi>^ gruessis come coculis e che al ultin moment 'o jeri restai ingussit. Bausìis, sar pari : 'o ài risejàt un moment a piardimi di spiri parvie dal piron e dal curlis... Ma vait jo no ài! Naneje par Nisie. che si è maridade islés: 'e à ejolt Min Padicle, senssr. E jo l'iniloman 'o ài tacade la jirinic latine! (,Il SEPPE MARCHETTI In monui^iia... In montagna al ùl menami chel strupiàt di un monlagnar: Jo gi ài diti che no ài vola d'inglazzàmi chist unviàr. (Villana popolare) l. ittgelo nel (.ululili di l itine, simlialo della «piccola patria» per lutti i Irtulaiii emigrati, in un'artistica fotografìa ili Davide Don. Malandrei di un purzìt Une di ci Signor e san Pieri li.son par riva in t'iiii pai.s. Dui in l'iin, fi'ir di lina ciarande al salle ffir un biel purzìt gras come un ufièl. San Pieri al pcle un sallin di gu.st e i ven l'aglie in boce. Signor. Signor, ze salanip.s; cuniò pò ve*, no "corarà che jo ledi puarle par puarle a bàlile. Ze pirsìiz, Signor, e ze sglonfadi,*! Il (!ia-cia. chel chitùt»... Cjò. Pieri, no jè mingili tò. che béstie culil No "1 è mio, no 'I e mio, ehel purzcl; ma savcso djmi di cui che "I è'r* Dunce al podarès jesisi ance mio. Eh no. Pieri, di prin tu de- \ is.savè che no 1 e di nissùn. pò indalore "pene tu podaràs tigiiilii ance par te! Ma..Signor, e ziim'it jiuédio.save jo'/! Si'ntimi pò ben! Va la chel Uno scorcio di l'ittilara. in ('arnia: in alta. a sini.stra. la chiesa parrocchiale. pais : las.se cà el purzìt par intani din me, e metili a.sberla «Jai cialàt un piirzìl. jai cialàl un purzìt 11 Capide.' Va ben, Signor, va ben! No Mì'l ve pafjre, no! «Spicle tu, i la peli ben biele jo: jo, jjiardi che béstie ali, che 1 gote jù el gras immò \i\e!». E frcansi lis mans di giist al ti rive ilrcnli lai paìs. E '1 tacile lui, e 1 lire el cuci come un gial par sberla plui a fuart «Jai cialàt» ma pò a planciìt, mastiànt in boce II un (lurzil». E Ionie a fuart, lui : Il Jai cialàt» e sol vós Il un purzìt». La ini si tire su lis puartis e sui barcòns e dis : AI e un mal chel vidi là, un mal di leà! In chel. lanl jù pa vile, san Pieri li incuintre une l'emine cun t'unc cialdérie e ti ten in man un setibul di paiiole. Pieri la vualnie. al capis. al dà tiri sberlòn ancemò r. dui conlènt, vie lui indaùr là dal Signor, conlènt di véle fate francc. Vé.so vìudiìt. Signor, se no jè vere. Jai sherlàt che sói ràuc ancemò e nissùn nissùn ancemò... El Signor lu eiale cu la code dal \oli e lu viót a riduzzà sol coz. Pieri, eiól cun te el purzìt e nln insieme! Pieri ze boi tal cùr! Ti van. Jliste in chel si fàs in cà che fémine cu la cialdérie in man. «Cia-cia, griòt biel», e vie lui el purzìt là di je. Grazis di vèmi tornade la béstie! Ma... no sés vó i dis je a san Pieri chel che prime al sberlavc «Jai ciatàt» senze dì nuj'allri zc? No..Signor, US zuri : jai dìt, jai dit. magari set vós, ina jai dìt... Pieri. Pieri, viót ze pari che tu jas fai: viódistu. ziiniìt che si reste, se si ven cialàz sul fai a vuarc imbrojà. Tégnilc ben a menz chiste cà : o prin o lart salte fùr la bausie! depositi fiduciari (Q O N o e o S 6 >8 SÉ _ o a» o u a in a) zz -D a. 0) (fl DOLFO ZORZUT Pag. S "A mum.j Clieste le à contade Dino Virgili, il mès di Setembar dal 1962, iiitant che si leve a Ortisei pai Congres dai Ladins. Doi amis, Tite e Toni, lant-vie pastrade. a' viòdin da lontan un gobo. \ iostu chel gobo'/ j dis Ti le a Toni. Lu viót! Al è un gno cusin dret! Ancje cheste le à contade Dino Virgjli, sigurant ch'e je vere. Un so.seuelàr puar, sui nùf àìns (Dino al è ineslri di scuele), al vigni ve a scuclc simpri mài in arnès : cui scarpez ch'a sbeleavìn o cui zòcui, secont il limp; cui bragons imblecaz. Par chel i compàins a gjoldevin a menalu pai boro. Une di al capita a scuele cun lune gjachete largje e lungje che j rivave fin ai zenói. I compàins a" tacàrin a ridi : (ijalait Toni, ch'ai à inetùt su la gjachete di so pari! i\o pò. no pò! al dis lui. (.'e nò. ve"! chei altris. l'i ridi, E lui, ros : - 'E je me. invezzi, e no di gno pari, che noi à mai vùt gjachetis gno pari! * * * In chei timps a Biliris a' jcrin sì e nò tre famèis ch'a podevin cjólsi il lusso di copà un gjal ad an : i Mucs, i Gjns, i Scjecàz. Un an, però, "e riva a copànt un ancje la Luziane di Pàscul. il dì de sagre, a buinore. Copàt che lu à, "e salte fùr su la puarle tigninlu pai cuel. a pcndolon. lune, cui braz indevant, e "e dame Zaneto dai Cucs ch'ai sta di cja.se tal stes curtil. Zaneto, oh Zaneto!. ven fùr, par plasé..sàtu dimi trop ch'ai à sunàt di Messe'/ E 'e va spacant il gjal su e jù. E Zaneto : Sì, Luziane, 'o ài viodùt, "o ài viodùt! OTMAR M UZZOLI NI BANCA CATTOLICA DEL VENETO STITUTO DI CREDITO CON SEDI E FILIALI NEI PRINCIPALI CENTRI DELLA REGIONE UFFICI IN FRIULI: Ampezzo - Basiliano - Bertiolo - Buia - Cervignano - Clvidale - Claut Codroipo - Comegliani - Cordenons - Fagagna - Fiume Veneto - Fornì Avoltri - Gemona - Gorizia - Latisana - Maiano - Maniago - Manzano - Moggio - Mortegliano - Nimis - Osoppo - Palmanova - Paluzza - Pontebba - Pordenone - Rivignano - Sacile - San Daniele del Friuli - San Giorgio - San Leonardo - San Pielro - Sedegliano - Spilimbergo - Talmassons - Tarcento - Tarvisio - Tolmezzo - Tricesimo - Udine - Villasantina - Zoppola OPERAZIONI IMPORT-EXPORT Banca agente per il commercio dei cambi Istituto abilitalo 'esercizio diretto del credilo agrario EMIGRATI per le rimesse del Vostri risparmi servitevi delia BANCA CATTOLICA DEL VENETO

6 Pag. 6 FRIULI NEL MONDO Settembre 1963 La crodia Al se.s'cjatava, na sera de diihcmbre. al vecje ÌS'ani de Nanet in te "n stél fora par al Furlàn. Polli afari l'èva fat in chel dì : piuma noi gneva ne vendù ne s'cjaté, e Leva pilo.st uinera. A scùr. in tal stél, al spilava prima d"indhorinentliesse in le la grigna. ch"i dhìs a fa filò, o almanco che j gè portàs ale da mangjé. Finalmente al riva lui. un dhoven. a vcjglie del vecjot : e '1 gc disi: Mangjarcssieo poleinla con un toc de crorlia? F "1 vecje : Ce ejlo sta crodia? Adès ve la pori e vedaréi se la ve piès. Al vecje al.seva bejn ce che l'era la crodia, ma al fi le ineravee parci da elicla famea al se spilava ale di mie de la crodia. Co Tavì fenì dì mangjé, spordhendoglie '1 piai al dhoven, al vecje al gè disi : Adès me iiiangjarés ajii un toc de salam. Verdha, verdha, al fi al dhoven ignant noi seva ce che l'era la crodia. e adès al sa ajn ce ch'ai é al salam! (Parlata di Erto). O.SVALDO MARINELLI La purlula di Erta ì» liitguislicamciite interessantissima, in iiiianlo vi si fondono, in caratteristica unità, elementi friulani con elementi ilei ladino centrale, del Cadore e delta Xaldana. E' malta.scar-. iamenlc diffusa da scritti pubblictiti pei le stampe : siamo perciò lieti di offrire ai nostri lettori questo brevissimo saggia che presenta la singolare fisionomia diuletlute di quest'estremo limile del Friuli. Bii'la tenga Finirà la razza sclava, la franata e dut al resi, ma in FriiiI la hiela lenjia sarà simpri tal su puesl. Questa villotta fu raccolta da Francesco Spessot a Gorizia prima della guerra L n su^fiestint. Sfrenante scorcio di l'usine in l alroninna. Une peraule! Denanl da l'oslarie de «Biele Bionde», sul stradon. riisaris di machi^nis d'opni fate a" ias.»avin di svuàl dui il dì: chés pizzulis in lun sivil di ajar ch'ai inurivc siiliil. chès grandis in tun sdriinilrnamcnl ili feràzc che ur ciireve daùr ilisludansi liinlan. un póc a la viilte. Lis cjasis inclucidis ca e là ililnnc fùr de strade, a' reslavin simpri cidinis, cence visàsi di chel sfrissi di vile imhuride: nome Foslarie e parevc come scjassade di qualchi so;risuliin, une volte ogni tant, mas.sime su la gniil. ( uan'chc la liis zaiutc di un fcràl che si ni/ailave siit di un cjàr. 'e liulave sul catram scùr dal stradon nmliris di sane. L'uslìr al jere Marlin: un iim > ruspiós e un fregul fùr di squarc..\ncjc i aventórs a' jerin. ce póc ce trop, fùr di squarc. vadi parcè che a' vivevin in chès cjasis raris. ciilìnìs. pojadis ca e là lai ijamps dilinlór n sul òr de strade, in rie. Ma Linde mi jere strambe: 'e jere la temine dal uslir.martin. Linde 'e jere squasi biele. e quan'ehe 'e faseve bocje ila ridi 'e jere propri biele ; ma no faseve mai boeje da ridi. Dnngje di chel limp che noi diseve naneje «Hnndi» e ch'ai viarzeve la bocjc sì e no tre vollis in tune ziirnade. Linde 'e viveve par so coni, laviirant pini che piideve par dismenteàsi di jessi in chest moni. Lu veve cjolt di póc. cussi po'... par no reslà vedrane : 'e veve squasi trentccine agn e di zovine si jere fate cjacarà. Marlin al jere un biel omp : jè 'e scrupulavc che il so lemperament siaràl al dipendés di qualchi displasè sepulìt dentri r. l'ul limp a là, 'e pensave di cjatà la fale di disgropàlu. Lnngjs. lungjs zornadis a* jerin passadis cussi, une daùr che altre, come lis filis des maehignis sul stradon..martin no! viarzeve la bocje. noi diseve mai nuje. Sualt e Querin a' jerin invezzi doi aventòrs cjacarons. ma noi jere gust a fevelà con lór parvie ch'ai pareve che vessin simpri pòre cui sa mai di ce; il lòr disciiri al jere une tiessiilure di blestemìs. indulà che il fil ogni lanl al si rompeve in tun slavuàc di vin. ('hei al- Iris aventòrs (chel Nini lune e Iilanc cun chel ancl le man zalc e la giilarine sfiliade; '.'^ef ch'ai semeave simpri palafàt un moment prime...) chei allris aventòrs 'e jerin nome ombris coladìs là dentri cui sa donlri e in ce mùl. Lungjs. lungjs zornadis 'e jerin passadis. Dopo une selemane di lavòr al jere biel podè melisi la domenie dongje dal balcon cu la gucje in man e cialà, insomp dal stradon, lis monz fermis, che no si scomponevin des maehignis in corse né da l'oslarie; Linde, in chès oris slraehis. 'e gucjave e lis cjalave e po' 'e lornave a dìsbassà il cjàf su la vóre. * *.\' jerin Ire quatri dis che Linde 'e veve ale..\ no ve mai nuje, ale al è ale! Linde "e jere contente. No rideve, no ejantave, ma 'e jere contente istès. Si voltava di boi co' un aveniòr al domandave di bevi o di pajà ; e il vin, tal bocàl. lu misurave squasi bondant. V, une di si dismovc adore cun che di dijal : salacór parvie che un bar di nùl al veve cjanlàt ilifùr dal baleon e al jere sordi. J al di.sarai usgnol 'e pensa dut il di. E dut il dì "e fevelà cui aventòrs: aneje cun chel de golarine sfiliade. Siarade l'oslarie a' siaravin lòr dis a' eenàrin come simpri. lòr doi di bessoi. disore. Maehignis a' passavin da ràr sivilant o sdrondenant : ma Linde 'e veve nome pòre che qualchidune 'e pas-.sàs propri intani che jè 'e fevelave. 'E lava la massarìe. la mele sul disgoteplàz. Il gjal al si jere inlnrzolàt in lun cjanton. Lui al jere cuiet e al sbisiave plancul ilaprùf di un campanel eletric. Marlin! Martin!! IL TESTAMENT Drin. drin, drindrindin... Priinlo! Cui fcvèlial? 'O soi jò. siòr dolor, 'n fe\eli di... Ben. ce uèlial':' 'E je culi une puare femine une viire inaladc ch'e vorès fi lesi, ("hai fasi il piasi' di vigni subii: ma. prime, eh al legni a cja."e me. numar voi. diingje la glesie. che lu eompagnarai jò. Ch'ai no slei a \è pòre... pes spcsis... Basic ch'ai fasi sveli. 'O cjapi une machine e \ le. 'O rivi a... mi fàs insegna dulà ch'ai slave di ijase chel siòr. E jere une cjase di miey.e bigiigne : 'ii suni il campanel e 'o sint un uacainenl ili cjans Iremcnt. Mi ven a \iarzi une siiire che mi dis: - Oh! è lui il signor itatuio. cassi comodi. Si. siiire : ma sino sigùrs":* Oh. non volto':* Cuti die abulia non tnortle. ma cassi comodi qui nel lineila... che prenderà il caffi* di iliaca. \ mi fàs jentrà in lun linei, pien di quadris e di fotografiis. flòrs di cjarte e niil pezzoz ingrumàz sul laulin e 'te \ctrinc. Si sinlive par dut un odor di niiisar e di pissìn di cjan ch'ai intosseavc : lini cjanuz spelàz e grinlòs pene che mi àn viodùt a' son saltàz sul sofà e mi uaeàvin euinlri come scjadenàz. - Fate cusso... cassi comodi. Siorule. *o ài premure. Indulà èsc la \iele ch'e à di fa le>t? Oh. sissignar italaia. ctimìj ctimii al veti mia marito. I adii a prenderli il cafì'. ' Si si, ma ch'a mi meni vie e'iei cjans... La squadri un mnmenl : còlulis curlis. e ce polpetisl... cjavei lajàz a la bebé, miez gris e miez piluràz. muse paslriiejaile ili cere e di ciprie, cun lun x'istìt di lane color solferin che j segnave ilu- No cussi... Un om al veva da monta a muss. ma sicomo ch'ai era vècju carainpaii a" noi ]iofleva. F prova che ti prova, al \ iòni ch'il noi e misteir par lui. F alora al dis : «Sant'Antoni bencdél. San Florean abate, iudainii ch'i monti a muss! «. Finida la preièra. gobùt gobùl al cjajia la corsa, al salta e al va jù di clic altra banda. Al cjàla il muss. al cjàla il cìl e al dis ai Sanz : «No cussi, bcnedéz. no véis di poca due' in tun colp!». REFI I.FNMIDON (;i.s() Flou le la bondanze di une zoventùt slagjonade di un piez. Finalmenlri al \en il eafc e ancje su in a ri l. Ce bràf. siòr dolor, ce sveli ch'ai à fai a vigni... 'O soi stài eumò là de vide : 'e je ben disponude... dui sia in lui... il predi lu elainarin dopo. Cemùl':* Si. 'o MiUni di ch'a si lassarà eonseà di lui... Oh va ben I Jè no capis lanl, sàjal... 'E à un cjampul, quatri pezzoz e une piore... Viiiiljal : nissùn al viót di jè, 'o sin nome nò che j lindìn ogni di... 'e je in afil ili nò. e po' jè nus ùl ben, e nò dal --igùr j fasarìn di lis messis che ùl ; dal vigùr che i siei nevòz a' mangjarèssin la robe senze fàj dì un requiem... E po' ancje jè e à dit ch'e à ìnlenzion di lassa] la robe a me femine... 1) ài capii dui. Ben. ch'ai sinti: ilulà ésc la \ielc? AjaI cjalàz i quatri li'slemonis*/ I leslemiinis'^.. e al mi cjale cun lanl di vói, par sol dai ocjai di aur dublé. cun che muse di rimpin a pél ros che no mi plaseve nule. I teslenionis'^ Ce ciivénlino':' No bastin jò... Ch'ai mi dami quatri testemonis, ih'al mi meni là de vide, e lui al starà a spietàmi a bas de sejalis... Ch'ai scusi, sàjal. ma ése priipil jiensà! PropriI cussi. Mi raciimandi. iiòr dolor. In prei... al sa... Va ben. \a ben: che noi slei a pensa I 'O cjati la \iele piene di pòre ch'e slenlave a tira fiat : j doi coragio e alore jé. eemùl ch'e polline, mi fàs une lirilere su chei siòrs... Ma vò sès libare di dispimi de uestre robe eemùl ch'o olès... - Oh, che Din In benedissi, siòr nudar! Alore II uei cussi, cussi e eus.sì... J spieghi, 'o.scrif. 'o lei, 'o fàs firma, la lassi eonlenle e la saludi..abas des sejalis. o cjati chel siòr. dut gnarvòs, ch'ai mi domande: (iemùl isc lade. po'... Henon j rispuint ch'ai stedi iiinlenl... La spese dal test e de machine e je lanl... Orpo. mi par ma.^se... Ma mi dàjai alniàneul une copie ilal test? Esal mal'/ Ch'ai slei coment e basic. Plui di cussi no pucs dij. 1 testemonis, 'o.seomet il cjàf, naneje iniezore dopo a' Jan di ve pandude la Miliinlàt de vide par dui il paìs. 'O sui -igiir. parceché pòs dis dopo 'o ài ineiin- Iràl par Ldin chèi siòr, e noi mi à naneje cjalàl in muse... PIETRO.SOMEDA DE MARCO Il Evoluzione l'jo'ì >i i- il titola ilell'iirigiitule scttllttrit (qui ne rtpriidiictumii il bozzetto) die verrà pasta nel giitrditta esterna della sliibilitnettlo «Dixi ii di Le Lode, in Svizzera, che costruisce mucch'tne di precisione. Dell'opera in acciaio inossidubile e ulta lien () metri circa - i> autore lo scullare buiese Pietro Gallina, largamente affermatasi tiellu Canlcderazione elvetica dove e emigrata ita anni. Il sua bozzetto ì' stato prescelto tra quelli di numerasi concorrenti svizzeri. Marlin, 'o ài un fruì! Lui alza i voi. la cjalà un moment e al lornà a remenà plancul iniòr dal so argagn : e al pare\e che noi ves sìntùt nuje di nuje. Jè 'e zigà a fuart : 'O ài un fruì! Lui al lornà a cjalàle un lic plui a lune: ma dopo al disbassà un'altre volte il ejàf su ehel impreslul. 'O ài un fruì. Marlin. *o ài un fruì. Il ài... 'E core a spalanca un balenìi su la strade e butani fùr la vós "e sberla : Fn fruì, un fruì! l'n' si volta e lu cjalà. "E valve. Si buia par tiare vaint : L'ne pcraulcl 'e scunzurase vaint une peraule!... Ce aslu'? al domanda Martin. Un lusór al rivave su [>al slradon sdrondenant ; la fasse di lùs che no finive in ni.ssun sii 'e passa sul sofit come une scove e si dislontanà imburide. LELO CJANTON d^uaide e musét:' FRIULANI NEL MONDO! VOLETE RIVIVERE TUTTA L'INTIMITÀ DEL FOCOLARE FRIULANO? CHIEDETE "BRUADE E MUSET,,- CONFEZIONE IN SCATOLA DI LATTA - CHE VI PORTA L'ODORE E IL SAPORE DEL VECCHIO FRIULI INDUSTRIA CONSERVIERA ENNIO VIDONI SPEOIALITÀ FRIULANE Slab.: SELVUZZIS Di PAVIA Di UDINE - TeL 8208 Abil.: UDINE - Via Tolmezzo n Tei

7 Settembre 1 ")fi3 FIUULI NEL MONDO Pag. 7 NOTIZIE IN BREVE DA TUTTO IL FRIULI AlVombra del castello IL CONSICI.K) superiore dei Lavori pubblici ha approvato nella sua ultima riunione il piano regolatore della cillà di L'dine. con alcune prescrizioni rispetto al piano apprmalo dal Consiglio comunale e dal Provveililiiralo regionale OO. PP. Con tale decisione, il piano regolatore dì L'dine è dìmmilalo legge. L.4 CITTA' è stala sede, quesl'anno. del X Congresso ddl'lnione della stampa turistica italiana : avvenimento, questo, di parlìcolare importanza per la nostra terra, anche perché si é proceduto alla consegna del iiremio ii USTI - Friuli vinili ex acquo come riferiamo in altra parte dai colleghi Leone Comini e Alessandro.Vlossotti..Ai parleeipantl al congresso una sellantina haiinn ri\iillo il benvenulo il sindacii ]irof. Bruno t!ailellri e il presidente ddl'e.p.t.. on. Faustino Barbina. 1 i:ongressisti hanno successivamente visilalo.aqiiileìa. (/rado, Lignano. Ci\iilale. /uglio (!arnico e Piano d'.arla. dove è avvenuta la cerimonia della premiazione, l na medaglia doni è siala offerta ilalfe.p.t. ili Udine al presidenle ddi'llnionc slainpa turistica italiana. Vittorio.Amedeo Caravaglios. ANCHE QUE.ST'ANNO. a cura dcll'f.m.l.. sarà realizzalo Formai tradizionale Il Sellembre udinese i>. Nel calendario sono comprese tre grosse manifestazioni : il concorso ippico nazionale, cui hanno dato la loro adesione i migliori cavalieri italiani e che si terrà, in diurna e in niillurna. al campo Morelli: la Mostra della casa moderna, che giunge cosi alla sua.\i edizione: la Quintana, che si svolgerà il 2'> settembre in piazza I Maggio, rievocando i fasti della Udine trecentesca (la nianifeslazione raccolse l'anno scorso, alla sua prima edizione, le più enlusiasliche accoglienze di lutli i friulani ). A queste Ire manireslazloni si aggiungeranno una serata di Icalro di prosa, la inoslra fotografica «Friuli l''63» e il IX Festival Irivenelo del eineamalore. organizzali dal (!ine (filili l dine, un raduno di gruppi foldorislici friulani, la Iratliziimale mostra filatelica, una «personale 11 d'un miiilerno pittore italiano, un lorneii internazionale di pallavolo, gare di acriinioddlismo. DALLA SOCIETÀ'.< Aulovie Vende sono siale inviale le lellere d'invito alle dille proposte per la gara d'appalto relativa a due nuovi lotti di lavori sull'anlostrada Triesle-Venezia con diramazione a Palmanova per Filine. I lavori, per uni spesa di un miliardo e.'ìoo milioni, riguardano il Irallo dalla destra del fiume Torre a Palmanova e il nodo in corrispondenza di Palmanova..Sebbene dal Minislerii dei I.L. PP. non vi sia stata ancora una iliihiarazionc ufficiale e definitiva sulla larghezza di 21 metri, la cosa si ritiene ormai seonlala. in quanto anche per i due liilli di prossima realizzazione, come )or quelli in corso, l'ordine d'esecuzione è a ipuntii per 24 metri a quallro corsie, '\ulla é slato invece risolto in nierilo al richiesto stralcio dal progello generale del Irallo di circa fi chilometri entro l'abitato di.mestre..siamo così giunti alla terza fase dell'.iiiloslraila Tricsle-\ enezia. La prima fase s'era int/iala nel novembre 1962 con l'a\"- vio ai lavori dei primi ilue lotti, eai'nprendenti i ponti sul Torre e suìf'ioiizo e il loro raccordo che entra in lerrilorio di V illesse..successivamente seconda fase erano stati apnallati i lavori dei line Ioli! sul Livcn/a e sul Piave, a ca- \allo di.san Dona. ALL'ETÀ' di ini anni si è spento il gr. uff. Emilio Pico, che per gli udinesi costituiva una sorta ili bandiera, anche [icrchè egli, nell'età più vigorosa, fu un a\\edulii e seiupoloso amminislratore e [lerché al suo nome vanno legale tanle iniziative, fra cui la valorizzazione della spiaggia di lignano. Fu assessore anziano dd Comune dal 1899 al I9()R e assessore sullo l'amminislraziiine di Ire sindaci, eiinsiglieie eomunale fino al e per alcun lempo [iresiilcnle ddl'ospeilale. eommissarìii governativo della (Camera di commercio, consigliere dell'officina eiiniunale del gas. vicepresidenle della.socielà alpina friulana. Alla memoria del lienemerilo cilladino. il eomiiinsso salmo ildl'fnle «Frinii nel mollilo n. Li: piazza litlitoliilii u Giirilialdi ndvaperasa centra di Coltigna. DALLE VALLI CARNICHE TOLMEZZO Con l'appoggio finanziario del Consiglio d'amminislrazione dei Raeini iniliriferi. sì sia eiiiii ilelanilii la sislemazione dd maleriale del Museo eariiico di arie paesana nd restauralo palazzo Campeis. sede della Comunilà carniea. Il Consiglio ddl'fiile Museo ha deciso di dedicare la sala delle maschere al nome del compianto pillnre Joannes Pellis. che. sullo la guida del prof. Michele (rorlanì. raccolse per molli anni diverso materiale etnografico. ]irii\ eniente in massima parie da Sauris. Collina e Forni di Sotto. Ora. la signora (.ina Pellis. per rispettare ed onorare la volontà del marito, ha donalo al.museo slesso un centinaio di oggetti di nolevole interesse. Ira i quali nove maschere lignee carnclalesche. molle parli di vestiario, artislili iiggelli in ferro baltulo. strumenli musicali ed altro. TOLMEZZO Come vuole una Iradizione ullradccennale. nella caserma Il Del Din n sono siale dislribuitc a fiali Dalla Bassa MAH AMI I.A(;i N.AHE Con il conliirno ili numerose manifestazioni, tra cui l'inaugurazione della sezione dei donatori di sangue, si é svolta il 16 agosto la «(riornala dell'emigrante >i. curala dal lucale A.ssociaziiine delle.acli. CEKVIGNANO Per l'inizio ddl'annii seiilaslico sarà ripristinalo l'edificio delle scuole demenlari. rimasto gravemente danneggialo il 27 gennaio scorso in seguilo ad un incendio. s. (,ior(;io DI \O(;AKO II 1,5 agosto sono siale inaugurale le tre nuove campane della parrocchia di Zdiina. rispellivamentc dedicale a S. Antonio, a.s. Hobcrlo e ali'.a.ssunla. LI(;NAN0 Ralluto ogni record nel settore delle presenze. Le slalisliche dicono elle nello scorso mese di luglio si sono avule sulla spiaggia friulana a Lignano Sabbiadoro. Pineta. City e Sud. ben presenze : un vero primato, che gli stessi esperii turistici non immaginavano di poter raggiungere in un solo mese. ptte^e di siitlufficiali dell'oliavo.alpini sci borse ili sluilio della Fondazione «doli. Allilio liuffi 11. l'eroico ufficiale caduto nd lontano 1916 a Malga Pozze in un assalto contro le posizioni nemiche. FOKM DI SOPRA Per il solerte inleressanienlo del presidente dcu'azienila aulonoma dì soggiorno, cav. Carmine.Speranza, il Comune ha ottenuto dal Coniilato interministeriale per gli impianti sportivi un mutuo dì 6 milioni dì lire per il potenziamento delle attrezzature siiorlìve ( eainjii di tennis e di calcio). RAVEO Molle importanti opere e- ililìzie sono in fase di realizzazione nel ( oinune. La strada provinciale die unisce Ilaveo alla statale \ al Deganii, asfaltata, retlifìcala e già aperta al traffico da aleiini mesi, è ora ultimala: si stanno in- -lallandii le pietre miliari e i segnali stradali ; in breve si avrà l'inaugurazione ufficiale. Per l'alluazìone di questa grande opera la Provincia di Idine ha speso la somma di HH milioni. Con l'apertura di Ire canlierì di lavoro, concessi dal Ministero eiimpctenle. è in corso la sislemazione lidia slrada intercomunale Colza di Fneinonzo-Uaveo : cosi il Comune verrà eongiunlo direllamente con la slata- I.' della Mauria. Sono pure ultimali i due l'anali eullettori per lo spurgo delle fognature eoinunali : il primo scarica le acque nd Ilio.Saeli. il secondo nel torrente (Jiiarsii. Per la tldiniliva sislemazione delle fognature del capoluogo e della frazione di Fseimm di.sopra il Comune ha iliiesio. sin dal un mutuo di L'i iiiilioiii: tale opera riveste un'importanza particolare, perché é premessa indispen.sabile per F asfallatura della slrada dd ccniro ahìtato..sitrio Ancora maggior ammirazione che nd passalo ha suscitato quest'anno l'ormai tradizionale Mostra del mobile, che si é rivelata come un jianorama sempre più vasto della produzione degli artigiani locali, ai quali va dato il nierilo di aver impresso uno stile, un'impronta earallerisliea ai loro manufatti. RAVASCLETTO Quanto mai lusinghiero l'esito delle tradizionali manifestazioni agostane: alla popolazione si sono uniti, in festosa partecipazione, i numerosi villeggianti dell'ameno cenlrii della Valcalda. Nutriti applausi hanno salutalo le esibizioni foldnrisliche e la dizione di ciimponimenli jmetiei. ARTA Nella sala dell'albergo «Savoia 11 é stala allestita una mostra collelliva degli artisti camici, organizzata dal Comune e dall'associazione turistica locale, per onorare la memoria del pittore Cdeslino Trdcanì, roeenlemente.scomparso, elle fu validissimo animatore di tutte le iiianifeslazioni d'arie tenutesi in ('arnia e In particolare nella valle del Bùi. VEKZF(,MS Si é restosamente -volta ni agosto la «festa dei marmi». Numerose comitive hanno raggiunto Sella Chianzulan. a quasi mille metri di quota, allraverso un'arteria panoramica che dal laghetlo di Verzegnis risale la vallata in una cornice di boschi e di paseiili. e di qui hanno arrancalo sino alla cava ili marmo, dove è siala celebrata una Messa per i minatori e per i turisti. E' stata questa l'occasione per apprezzare una delle poche risorse della lerra carnica : il marmo, e soprallulto quello rosso di Monle Verzegnis. destinato ad essere ullcriorniente valorizzalo sìa in campo nazionale che estero. CFIfClVKNTO - A cura del Consorzio ili bonìfica montana tldl'allo Taglìamentii e con le provvidenze del «piano verde» si sono iniziali i lavori della strada che porla alle località Casali. V idal e Chianildìn. Il jirimo tronco comprende una spesa di 10 milioni di lire. VILLA SANTINA Rinnovato.successo del Festival della canzone e della rassegna del dilellante..si sono esibiti il Quarletlo corale di Cordenons, il gruppo dei canliiri ili.arnoldstein (('arinzia) e il rormidabilc complesso di Jesenice (Slovenia) le cui danze, musiche e canzoni hanno dato vita ad uno spetlai-olo folcloristico di prìm'ordine. ISONTINO (TOKIZLA La cillà ha celebrato il 17" anniversario della sua redenzione, alla presenza della medaglia d'oro geli. Aurelio Barnzzi che fu il iirimii fante italiano (allora era sollolenenle della Urigala H Casale» ) ail entrare il 9 agosto 1916 in (Gorizia, attraverso il sottopassaggio ferroviario che oggi porta il suo nome. Dopo una Messa, le.associazioni comballenlistiche. iiairìollìche e d'arma, con vessilli e labari, sì sono recale in corteo a deporre una grande corona d'alloro sul miinnmenlo ai ('aduli, al Pareo della Ilimemliranza. Corone siiiiii stale anche deposte dinanzi all'erma di Vittorio Locehi. il poeta de «La sagra di Santa Gorizia 11. dinanzi alla lapide che ricorda i volontari goriziani, ilìnanzi al monumenlo ad Enrico Toli. L na suggestiva cerimonia si é svolta nella caserma Montesanto, dove le reclute dd I 14 ' F'anterìa Il Mantova» hanno giurato fedeltà alla Patria. REDIPLGLl.A Con una solenne cerimonia è stata ricollocata nel Sacrario del cimitero della Terza.Armala la ruota della liicidella di Enrico Totì, che ne era stala rimossa per essere issata, a Novara, in cima al monumento del bersagliere, inaugurato in quella città. Ne! suo viaggio da Novara a Redijiuglia. lo storico cimelio che era slato collocato su un autocarro coperto di fiori e di rami d'alloro e scortalo da rappresentanze di bersaglieri in congedo e in armi è stalo iiggetlo di devoto omaggio da parte delle popolazioni piemontesi, lombarde, venete e friulane. SA(;RAD0 Nella sede centrale ddl'a.n.a.s., in Roma, si é svolta Fasta per l'aggiudicazione della slrada.sagrado- \ illaorba. che attraversa il territorio dì (tradisca e dì Mariano del Friuli. Nel progello é previsto l'allargamento del ponte sul torrente Versa a Mariano, eausa frequente dì incidenti stradali anelie gravissimi. II progello prevede una spesa di I.')4 milioni di lire. FRIULI CENTRALE LA MOTA STORICA IL PATRIARCATO A CORMÒNS POZZUOI.O - Ndla zona dì Cargnacco. Terenzano e.sammardcndiìa. c'è di nuovo la febbre dell'ii oro nero». cioè dd petrolio: una febbre che da un paio il'anni viene e passa, a seconda che si presentino o meno ì tecnici delf.alilp. Ora. in una località sita a 500 metri da (.argnacco e a circa un chilomclro da Terenzano. l'alilp sia apprestando una nuo- L'espressione veramente non é esalla. in quanto che il Patriarcato, come simbolo di potere spirituale e polìtico, mantenne sempre il nume della località d'origine. Qui si tratta della persona fisicamente inlesa del Patriarca. Aniieametile la cìlladìna era un «caslellum» che dalla ilomìnazione romana passò a quella lnngobarda. E quivi decise di Irasferirsi. nell'anno 628. il Pa- Iriare-i Forliinalo. A lale determinazione egli era stato indulto dal fallo che il liliirale aquilcicse si era trasformato in u- na zona acquitrinosa e malsana. Il Collio offriva il beneficio d'un'aria salubre e di più sicure vìe di comunicazione. Molle volle, però, il sabato. Il Presule si recava ad Aquìleia, per la edebrazione dei riti religiosi della domenica. Il suo passaggio veniva segnalalo da paese in paese con il suono ilei le campane, a doppio. I ragazzi sì incaricavano di ripulire le strade e le piazze: a qualche finestra appariva, a foggia di tappeto, una tovaglia candida, con ricami, e, sopra, il verde dei gerani..non é cancellato il ricordo degli anni non mollo lonlani. quando, in alcuni paesi, verso le ore 14 dì ogni sabato, si usava ripetere il suono a doppio delle campane, quasi eco vibrante di tempi perduti nd tempo. SERAFINO SLOBBE va torre per la trivellazione. Sono già arrivati a Pozzuolo alcuni tecnici, ed é già stala ollcnuta la concessione dal ('oiiiune per il passaggio carraio. (,)uanto prima ìiiìzieranno i lavori di sondaggio; inumili, si nutrono le speranze. TALMAS.SONS Il Consiglio comunale ha approvato l'assunzione d'un mutuo di 25 milioni per il eomplelamenlo ddl'asfaltalura di alcune strade comunali. La deliberazione é slata accolta con jiarlicolarc favore dalla popolazione della frazione di Flambro. Frattanto, volgono al termine ì lavori per l'installazione di un più moilerno sistema d'ìllumìnaziiine lungo la strada provinciale Palmanova- Codriiipo die attraversa il territorio dd ('iimiine. LESTIZZ.A Con il I" ottobre, inizio dell'anno scolastico gli alunni saranno accolli nei nuovi locali delle scuole elementari. Il lavori di costruzione veri e propri sono stali ultimali: mancano sollanto le rifiniture interne e l'arredamento delle aule, per l'acquisto del quale é già slato ottenuto il mutuo necessario. S. MARIA LA l.on(,a.sono slati appallali ì lavori dell'ultimo lotto delle fognature a.merelo di Capitolo. S. Stefano Udinese e Ronchettìs. Le opere, che eomjiorlano una spesa dì quasi 6 milioni di lire, sono assistile dal contributo statale. Con quest'ultimo lotto di lavori sarà jiossibile attuare il progello. già in corso dì elaborazione. per l'asfallatura delle vie principali: a lai fine sono stati chiesti mutui per complessivi 38 milioni. PKFCFNICCO Alla presenza di aiilorilà priivineiali e comunali é siala inaugurata la nuova sede postale. L'ufficio, ubicalo in un ampio vano al pianoterra della sede municipale, é stato arredalo modernamente e attrezzato in modo da soddisfare tutte le esigenze del pubblico. MORTEGLIANO La Cassa DD. PP. ha concesso al Comune un mutuo di 25 milioni dì lire per l'esecuzione dì lavori publilìcì. TERZO 1)1 AQIIILEÌA A cura del- 1.Amministrazione cìvica, sono in corso i lavori di sislemazione di via 2 (iìugno, l'arteria principale del Comune.

8 Pag. 8 FRIULI NEL MONDO Settembi 1963 DAL DEL CANAL FERRO T.ARVISIO La stazione centrale farà presto ammodernala secondo ì dettami della tecnica più progredita : potrà in tal modo affrontare con maggior facilità le crescenli esigenze del traffico internazionale ( non si deve dimenticare, infatti, che la stazione dì Tarvisio figura al secondo posto in llalia. dopo quella dd Brennero, per volume di traffici ). L'Amministrazione delle Ferrovie dello Stalo ha decìso lo slanziamcnto di oltre 800 milioni di lire per la costruzione del nuovo fabbricalo per ì viaggiatori e di allri edifici sussidiari di nolevole mole. In sostanza, sarà quasi complelamente demolilo 1 altuale vetusto fabbricato (resterà in piedi il solo edificio della dogana, di recente costruzione) e sull'arca liberata si procederà all'edificazione d'un moderno e funzionale complesso, servizi e apparali centrali compresl PON TFlìBA Cinque giovani di Pietralagliata ((Jiacomo Del Ross. I.eonardino F'ilafcrro e fratello. Severino Zanin e (riovanni Buzzi ) hanno issato sulla sommità del «Zuc dal Biir». a quota una croce da loro stessi costruita, alta m il cui Cristo é slato donalo dal parroco dì S. Leopoldo. Il piazzamento della croce rientra nel quadro delle manifeslazìoni per il centenario del Club alpino italiano, di cui i cinque giovani sono soci. MOG(;iO UDINESE Nel quadro delle inanifcstazioni per il centenario del C.W. è sialo inaugurato il rifugio «Graiizaria. a quota a circa metà strada fra (I Gaserà Flop» e il ii F'iiran de la gjaline». di fronte ai vertiginosi strapiombi del gruppo della dolomitica Creta (irauzaria. Una larga in bronzo, collocala a fianco dell'ingresso, ricorda che il rifugio é dedicalo alla memoria della medaglia d'oro Fmberlo Tinivdla. moggeso di adozione, caduto sul fronte grecoalbanese nel e alla memoria dello scalatore udinese Renzo Slabile, precipitato dalla 11 Creste dei gjai» nd nel lenlativo di aprire una nuova via sulla (»rauzarìa. HF.SI.A Sono iniziali i lavori di sislemazione di alcuni tronchi di strade comunali, che unitamente a quelli sulla slrada provinciale porteranno un indubbio benefìcio non solo al traffico ma anche al turismo della vallala. Con una spesa dì circa 42 milioni verranno sistemate e successivamente bitumate le strade per le frazioni di (iniva. Oseacco. Slolvìzza e S. Giorgio. Convalli del CIVIDALE La Giunta comunale ha stabilito di concedere graluitamente appezzamenti di terreno ad enti o privali che faranno sorgere industrie artigiane ed industriali in città. Una dilla ha già fruito del beneficio impiantando in loco una fabbrica di sedie. (INIDALE Esito lusinghiero ha a- vutii il Festival notlurno sul Natisone. L'ultima serata, delle tre in programma, ha registrato l'affluenza di oltre 5 mila persone. S. PIETRO AL NAT. Il Consiglio comunale ha approvato il seguente ii.il. g. : progetto per il potenziamento dcll'aciiuedotto di.sotlovcrnassino : adesione ufficiale all' Associazione turìstica «Pro Valli ilei [Natisone ii e relativo tributo annuo ilei Comune: concessione di un conlribulo per il servizio d'assistenza sociale e alflnione italiana ciechi: assunzione in affitto dei locali per la lavorazione delle sedie quale contributo a una dilla di Manzano che ha inizialo sul posto tale attività: asfaltalura di strade comunali interne. SAN LEONARDO II Consiglio comunale ha approvalo lo statuto della Pro \ alli dd Nalisone (l'associazione fondata per Io sviluppo del Civ idalesc ) e ha deliberalo l'assunzione d'un mutuo dì tre niiliiini e mezzo di lire, assistilo da contributo statale. ]icr il miglioramento e l'ampliamento dell'impianto d'illuminazione elettrica, approvando nel contempo il progetto esecutivo dell'opera. E' stato anche dato incarico ad un tecnico di redigere il progetto per la costruzione della rete idrica di distribuzione del Comune. Infine, é stala prospellala l'opportunità di costituire una socielà agraria di tipo semplice per la realizzazione di opere di miglioramento fondiario, con il // cuinpitiiile e lu cltìesa di Sun I ila di Fitgligiia. ( Fd. \la/,ziieealii ) Dalla Pedemontana S. DANIELE Si è rinnovata quest'anno, a fine agosto, la «Mostra della pantofola». che é un'autentica rassegna ildl'operosilà locale, in quanto la proiluziiine delle calzature nei suoi sessanl'anni di esislenza - ha raggiunto un'importanza quasi vitale ndlcciinomia sandanidese..alla Mostra hanno esposto ben 16 aziende, presentando il meglio della produzione dell'intera zona. MAJANO - Alla presenza del solliisegrelario alla Difesa, sen. (iuglidmo Pelizzo, in rappresenlanza del (foverno. e ili quasi lulli ì )iarlainenlarì ilei Friuli, e stata inaugurala la Mostra ddl'artigìanalo e dell'arie, die quest'anno ha raccolto la produzione d'una plaga che si estende sino ad Osoppo e che ha dato la misura più probante lidio spirilo di laboriosità e d'iniziativa della nostra gente. DESTRA TAGLIAMENTO PORDENONE 11 Consìglio dei delegali e la Consulta del Consorzio di bonifica Cdlina-Meduna, riuniti sotto la presidenza ddl'avv. (!esare Malallia. hanno approvalo opere irrìgue, strade e aci uedolti nelle sezioni di pianura e di montagna. I lavori già attuati o jirevislì nel comprensorio - comporlano lina spesa di 400 milioni. PORDENONE In un articolo sull'eiiinomia italiana iuliblicato dal «Eiiianeial Times» di Londra, che é consìderalii uno dei massimi organi dì slampa del miiiiilii per le questioni economiche, sono rivolli calorosi dogi all'industria Zanussi. Il giornale inglese scrìve testualmente: Il Merito particolare del sig. Lino Zanussi. uno dei maggiori fabbricanti dd mondo di frigorìferi ed altri apparecchi eleltriidoiiiestici. é quello di dare ai ennsiimalorì i vantaggi dei miglioramenti tecnici e costruttivi nei costi, mediante la riduzione dei prezzi». PORDENONE II Consorzio Interl'oiiUinale per la strada Pordenone-Oderzo ha approvato il progetto per l'esecuzione del sesto lotto dì lavori (completamento del Irallo dalla città sino al e infine con la provincia di Treviso, escluda l'asfallatura) per un imporlo dì 125 milioni di lire. Nei lavori sono comprosi il ponte sul Meiluna fra \ isinale e Praia e il cavalcavia sulla slrada comunale Prata-Porcìa. Natisone eontribiilo statale previsto per l'agricoltura. TORREANO Dallo Stalo é.stala disposta l'erogazione d'un mutuo di 10 milioni per il ripristino e Fammoilernamenlo lidia pubblica illuminazione del capoluogo e delle frazioni. PREPOTTO ^ (,li organi eoinunali hanno ajiprovalo il collaudo ildl'acquedollii che. con la spesa di quasi 7 milioni, ha allaccialo le frazioni di Mezzomonte..Squarzulis e (iialla. S. (;iovannl AL NAT. Diciannove milioni di lire é la cifra che F.Amininistrazìonc civica ha deliberalo d'impiegare prossimamente per la costruzione di strade comunali. L'agile I iititpuiiile ddlit cltie.su di San Lorenza, a Marsitre. SACILE Festosissima, e allietata dal piii lusinghiero successo, la 690''i u sagra dei osci», unica e conoseiutissima in tulio il mondo. Sulle rive della Livenza si -Olio dati convegno amatori dei pennuti e chioccolalori. turisti e curiosi: attivissime le contrallaziiini. ottimi i commenti. Nd quadro della pluriseeolare sagra, manifestazioni varie: arie, artigianato, folclore. SACILE 11 ('onsiglio comunale ha ap iriivalo la s iesa di 4 milioni e mezzo di lire per l'impianto di riscaldamento nelfeiiificio delle scuole medie, e il progello per la costruzione di nuovi loculi nel eimitcro di Cavillano per un imporlo di 5 milioni e mezzo. F.ANNA Anche quest'anno, per Ferragosto, si é svolta la tradizionale ii Giornata dell'emigrante». con l'intervento di numerosi lavoratori loriiall dall cslerii. dd loro familiari, delle aiilorilà. Per roeeasione, sono stati celebrali rili religiosi nel santuario di Madonna di Strada (parlicolarnienle suggestiva la sosta dinanzi al miinunienlo ai dispersi in guerra della zona) e si sono svolli trallcnimenli iiipiilari. Commoventi allestazioni dì affetto all'indirizzo dei suoi molti emigrali tornali dall'estero per un breve perìodo di riposo ha Iribulalo anche la popolazione di Cavasso.\uova. AVl.ANO E' stato festosamente inaugurato il nuovo caseifieio della frazione di Marsure, che ha comportato una spesa di 40 milioni. L'edificio, che sostituisce quel lo fondato nel 1911 diventalo insufficiente per le necessità degli agricoltori della zona, é dolalo di modernissime attrezzature ed è in grado di lavorare 70 ellolilrì di latte al giorno. SESTO AL REGHENA Il problema del rifornimenlo idrico di Mure é finalmente risolili: l'acqua è arrivala ndla frazione. Ora. a completamento dd jirogetlii del Consorzio acqiieilollo. restano da eseguire le distributrici di parte di via I.evada e di Fraticelle, che seguiranno a non lunga scadenza. l'asi ANO II Consiglio comunale ha deliberato l'accensione d'un mutuo di 50 milioni con la Cassa DD. PP. per la pavimentazione delle strade comunali. FORCARLA Sull'altopiano di Monle Prat si è svolta una grande adunata alpina, in oecasione dell'inaugurazione del monumenlo ai Caduli di tutte le guerre. Con le numerosissime «penne nere» l'onvenute da lulla la Destra Tagliamento erano jiresenli la fanfara deirottavo.alpini e la cucina rotabile militare del 3" Artiglieria da mnnlagna. MANlA(;n Per iniziativa della locale sezione del CAI é stato inaugurato il 25 agosto il rifugio a Maniago». che sorge ai piedi del gruppo del Duranno. VIVARO Prima ddl'ago.slo 1961 il ]iacsc avrà acqua alibcinilante che sgorgherà da tulli i rubinetti delle case: con una spesa di 40 milioni, il cui finanziamento è stalo assicurato tramite il Consorzio Cdlina-Meduna. si darà corso all'attuazione d'un progello che prevede l'ampliamenlo dei tubi di [ircsa alla sorgente e la ripartizione delle condutlure in modo imiipenilenle fra i tre (.omiini del Consorzio acquedotto (Fauna. Arba e Vivaro). Altra buona notizia per la popolazione di Vivaro:.sono slati appaltali i lavori d'asfallalura delle straile interne del paese. CA.STELNUOVO E' deceduta alla vigilia dd compimento del secolo la nonnina dd paese, signora Santa Ridoli veti. Dd Tatto. S. GIOIKilO KICIl. Sono siali appallati i lavori di compleij'iieiilo della fognatura del capoluogo p.'r un importo di 10 milioni di lire. SEQU.ALS Largo compiaiilo ndla popolazione ha siiseilalo la scomparsa della lieiieinerita insegnante elementare signorina Luigia Segnafiori. \ m DEL TORRE dipendenze dei vescovi per prestare la TARCENTO ^ Il Ministero dei La- opera in campo medico, scolastico e vori piilililiei. per interessamento ddl'iin. artigiano. Lorenzii Biasutti. ha concesso il conlribulo statale sulla spesa di 30 milioni per sione della festa ddl'.assunla e di quella \RTF.GNA.A Ferragosto, in occa li. sislemazione delle strade comunali interne. é svolta - all'ombra del maniero dei di S. Rocco, compatrono della pieve, si NTMLS E" pervenuta milizia ai sindaci ili Nimis. Allimis. Faedis e Tiirreanii conti.savorgnan di Osoppo e sotto la prolezione deirangdo sovrastante la chiesa tldl'avvenulo finanziamento e appal di S. Martino, eretta in cima all'omoni to, da parte ddl'anas. dei lavori d'asfallalura del Irallo stradale.attimis-monlc Croce di Nimis per l'importo di 136 milioni di lire. ma collina la tratlizionalc sagra del paese. Tra le manìrestazionì. pesca di beneficenza prò asilo, benedizione degli automezzi, gare sportive, folclore. T.AIPAN.A Sono iniziati i lavori di asfallatura della strada che dal fondovalle porla a Taipana. E' giunta pure notizia che il Ministero dei LL. PP. ha concesso il ciinlribulii slalale del 5 per cento sull'importo di 10 milioni per la sistemazione del tratto stradale che dal bivio per 'l'aipana porla al ponte.sambo, oltre la frazione di Debdlis. Vastissima la gamma dei prodolli esposi! : panlolole e materie plastiche lavorale, serramenli e laterizi, mobili e giocattoli, tessuli e fotografie: una diu-umentazione superba di quanto gli industriali e gli artigiani di Majanii e della zona hanno saputo realizzare all'insegna della perfezione. Nd quadro della rassegna che é siala la sintesi di un continuo proaresso si sono svolte interessanti manifestazioni di contorno: particolarmente applaudita è stala Rita Pavone, la nuova e giovanissima «diva» della canzone. MAJANO Tra le ddiberc adottale dal Consiglio eomunale segnaliamo l'assunzione d'un mutuo di 13 milioni con la Cassa DD. PP. per la coslruzione delle fognature nelle frazioni di Farla e.s. Tomaso. (iemon.a Con decorrenza 1" ollnlire 1963 comincerà a funzionare, con le classi prime, la nuova scuola media slalale unificata. OSOPPO A Milano, nel corso di una festosa cerimonia, al cav. Anlonio l'alcschini, nolo studioso di cose osopjiane e fervido cultore della civiltà di Furlania. é stato conferito un ambito riconoscimento al merito educativo. Rallegramenti ed auguri. VENDO(iLlO Una commovente cerimonia di commiato si è svolta nella chiesa di V endoglio. affollala di fedeli: è stato consegnalo il crocifisso ad una missionaria laica di Carvaceo. Renza.Spizzo, che prossimamente raggiungerà il vescovado di Kilvva. nel Kalanga..Si tratta della prima friulana entrata a far parte delle ausiliari laiche per le Missioni, che costituiscono una nuova manifestazione ildl'attìvità della (Chiesa. Tali giovani che si consacrano a Dio sono alle S. VITO DI FAGA(;NA L'arcivescovo mons. Zaffonato ha inaugurato i lavori che la parrocchia ha eseguito all'interno della chiesa e sul piazzale del tempio. Il Presule ha benedetto il magnifico pavimento in marmo pregialo e l'impianto di riscaldamento, nonché la scalinata esterna, anch'essa in marmo, e i marciapiedi in piastrelle. FRIULANI - ITALIANI NEL MONDO chiedere sempre quesra marca, la sola che VI qaranlisce il formaggio delle migliori laverie del Friuli RAPPRESENTANZE ALL'ESTERO TODARO BROS. 555 Second Avenue NEW YORK Stati Uniti PASQUALE BROS. LTD. 79 Wingold Ave. - TORONTO Canada A. ROSA i.<i C. 562 Victoria Drive - VANCOUVER Canada CHARLES RIBET 7 Rue De Birague - PARIGI Francia AUGUSTO RESINELLI S. A. Viale Stazione - BELLINZONA Svizzera DARIO LFNARDUZZI Calle Marino Sur 76 - MARACAY Venezuda NEIL FULl.ER PTY. LTD. 24 Ferry Road GLEBE-SYDNEY Australia JARVIS DISTRIBUTOR Ptj Ltd - CARLTON - MELBOURNE Faraday St.

9 .Settembre 1963 FRIULI NEL MONDO Pag. 9 POSTA SENZA FRANCOBOLLO AFIIICA TAGLIALEGNA Dino - UMKOMAAS (Sud Afr. ) - Grazie di cuore per averci comunicato il cambio d'indirizzo e per il saldo ildl'abb e 63 in qualità di sostenit. Infiniti saluti augurali. TALO'ITI Biagio - CAPE TO\S N (Sud Afr.) La sterlina la fa nostro abb. sostenit. per l'anno in corso. Vivissime grazie e lanli saluti affelluosi da Arta. TESOLIN Giovanni - COPILE (Congo) - I.a.sua gentile consorte, signora.ada. ci ha cortesemente spedilo la quota dell'alili e 63 per l'invio del "iornale «via mare». Infinite grazie, e cordiali salmi da.s. Vito al Tagliamento. TKAN(;0N1 Carlo e (iiulio - NAIRO BI ( Kenia ) - 11 sig. Carlo, facendoci corlese e graditissima visita, ci ha versalo la quota a saldo ddl'abb e 63 per sé (via aerea) e la quota 1963 a favore dd fratello (iiulio. (Jrazie a tutt'e due, e saluti cari e colmi di augurio. TRAINERÒ Daniele e Decio - ADDIS ABEBA (Etiopia) - Il saldo ddl'abb a vostro favore ci è sialo gentilmente corrisposto dalla sorella.antonia, che vi invia i suoi più affettuosi saluti, ai quali, ringraziando, cordialmente ci associamo. TRINCO Augusto - TROYE VILLE (Sud Afr.) - Ben volentieri.salutiamo per lei.andrcis natale, i suoi familiari e gli amici lutli. Grazie per la sterlina, che ha saldato l'abb in qualità di sostenit. TROMBETTA Silvestro - JOHANNE- SBUK(; (Sud Afr.) - l quattro rand saldano l'alili e 64 in qualilà di sostenit. (Grazie infinite, e auguri cari da (Isoppo che ricambiano i suoi graditissimi saluti. AVSTKilLlA BEVILACQUA G. B. - HERRIMA (N.S.W.) - Ringraziando per il saldo le inviamo cordiali saluti da Meduno. FO(;OLAR FURLÀN di GRIFFITH - Abbiamo ricevuto la quota d'abb. per i seguenti signori: R. Plus. G. Vian, V^ Borgnolo, P. Beltrame (tulli per il 196.3). e De Luca ed E. Pividori (entramlii per ìì essendo stala saldata la quota per l'anno in corso), (irazie a tutti e a ciascuno. Rinnoviamo la raccomandazione di indicare sempre, chiaramente, il nome degli abbonali, e non la i:ula iniziale. Auguri cari a tulli i soci del sodalizio. MANIAS Ettore - CHESTER HILL (Sydney) - Da Toronto (Canada), l'amicii sig. Angelo Tonus ci ha spedilo due dollari a saldo ddl'abb per lei. \ ive grazie a tult'e due. e auguri cordiali. NETTO Lorenzo - HAMILTON (N. S.W. ) - Ben volenlieri salutiamo per lei Vagnut dal Ciscjel e lutti gli appassionati di boxe del Friuli. Ringraziando per il saldo 1963 ricambiamo a lei e famiglia il mundi più cordiale. TA\ AN Primo - PARRAMATTA (N. S.W.) - (irazie di cuore: ci sono regolarmente pervenuti tanto il tagliando i uanto la sterlina a saldo ddl'abb Salutiamo per lei.andrcis, familiari ed amici. TAMANl Raffaele - GIRU - e Joc - MA.SCOT - Al saldo ddl'abb per vili ha provveduto Io zio, che affetluosainentp vi.saluta allraverso le nostre colonne. Da noi. infinite grazie e cordialità. SALIIMEHIA 11. S14, 2 IVO. AVU. NIBW fuhk Ulretto importmtora di formaggio di Tappo del Frinii. e Salami importitll d'llalia. Proaclntto di San Dkniala. Preiii modici. Si padisca lo tatti gli Stati Daitl a in Canada. FODERO Arturo - WE.ST KOGA- RAH (Sydney) - La quota ddl'abb. 1**63 a suo favore ci é stata corrisposta dalla cugina.santina, che con viva cordialità le invia.saluti ed auguri. Grazie a tutt'e due. e tante cose caro da Toppo di Travesio. TOMBA Silvano Giorgio - SOUTH OAKLEIGII (Vie.) Salutiamo caramente per lei.s. (riorgio ili Nogaro e i familiari della sua gentile consorte in Sesto al Rcgbcna. Grazie jier la sterlina a saldo dell'alili l'ome' Dante - YARRA\^ (INGA - La rimessa di L la fa nostro abbonato sostenit. per il essendo già stalo salilato l'alili, per l'anno in corso. Cordiali saluti, eoli vive grazie. TONITTO Aurdia - NEVtCASTI.E - Grazie per il saldo Ben volenlieri salutiamo per lei Toppo natale. TONITTO Giovanni - PEAKHURST (N..S.W.) - Le siamo grati per le cortesi esjiressioni e per gli auguri, che di cuore ricambiamo, nonché per il saldo Saluti cordiali da Toppo, TONIZZO Elsa - PERTIl - Con saluti cari da Ldinc e dall'angelo del castello, grazie per il saldo Ricambiamo i graditissimi auguri. TO.SOLINl Alviero - ADELAIDE - (irazie : il 1963 è a posto. Voti fervidi di ogni bene. TREVISAN Enrico - EUCUMBENE (N..S.%.) -.Abbiamo fedelmente assolili l'incarico affidatoci: versata l'offerta alla Basilica delle (irazie e pagata la S. Messa (in tutto, L. 3720). Le rimanenti 3000 lire sono andate a.saldo ddl'abb e 64 del giornale, in qualità di soslenil. Le auguriamo di tornare presto in Friuli, perché comprendiamo perfettamente la noslalgia che lei prova per Sivigliano e per lulli i suoi cari. Grazie di lullo, e mille affettuosi voti di prosperità e salute. TUTI Lino - BRISBANE - Da Roma, la signora \ itioria Morelli ci ha ciirlesemenle spedilo vaglia di L quale abb. due. sostenit per lei. (irazie a tutt'e e auguri cari dal Friuli. ll'ai>ia TABOGA Ada - NOLE CANAVESE (Torino) - Infinite grazie per il saldo 1963 e fervidi auguri di bene. TONCHLA prof, don Davide - MILA NO - Rinnovandole il nostro cordiale ringraziamento per la gradila, cortese visita, accusiamo ricevuta del saldo Fn caro mandi. TONINI geom. Alberto - MILANO - Il saldo 1963 a suo favore ci è stalo ciirrisposlo dalla figlia, venula a far gradila visita ai nostri uffici. Grazie, cordialità. TONINO Pietro - MILANO - Grazie: il 1963 é a posto..auguri cari. TRAVALNl prof. doli. Longino - TO RINO - Le sue cortesi espressioni di slima e di ammirazione ci sono giunte particolarmente gradile, e con particolare cordialità la ringraziamo. Grazie anche per il saldo ddl'abb TREU brig. Ferruccio - CESANA TO- RINE.SE - Il vaglia cortesemente invialoei salda l'abb (irazie di cuore; saluti augurali. TURCO (.iovanni - FURATE CACCI- \ IO (Como) - -A mezzo del sig. Della Putta, resid. in Varese, abbiamo ricevuto il saldo 1963 a suo nome. Grazie a tutt'e due. e auguri cari. Ringraziamo anche i seguenti signori, lutti residenti in Friuli e tutti abbonali per il 1963: Bian Rosa (J. B.. Cava.sso Nuovo (sostenit.. a mezzo del sig. Francesco Trainonlin. resid. in US.A ) : Brun del Re Romano, Fauna; Giavilii Anacleto, Pordenone; Nalolino Maria, S. Daniele (a mezzo dd familiare Romeo, resid. in Canada): Nimis (Giovanni. Nimis: Niigara doti. ing. (Giovanni. Udine: Pisehiutla Anna. Villanova di S. Daniele (a mezzo del sig. Romeo Natolino, resid. in Canada); Tamburlini comm. rag..antonio. Torviscosa : Tavagnacco Achille. Giassico di Cormòns; Tcrcnzani Guido. Pozzuoli! (sostenit.. a mezzo del figlio Leonardo, resid. in Svizzera, che gli raccomanda prudenza nell'uso della scaletta, causa della frattura di due costole, perché come ci scrive l'emigrato «a 73 anni c'è poco da fare il Tarzan u ) : Toffolctti Antonio. Tarcenlo (1963 a mezzo di mons..morelli, 1964 a mezzo del doli. Pellizzari); Tomadini Maria, S. Odorico di Flaibano ; Tonchia geom. Pietro, Tarcento : Torre Albino, (Gorizia. IIKLCIKI BA.S.SI Umberlo - BRUXELLES - Con.saluti cari da Ileana del Roiale, grazie per il saldo NOACCO Silvio - GII.I.Y - Rinnovate grazie j)er la cortese, graditissima visita e per il saldo Un caro mandi. TAVANO Domenico - LOT (Hrabanl ) - I cenili franchi saldano l'abb. l''63. (Grazie di cuore e infiniti, fervidi auguri di bene. TOSOiN Lidie - ST. SERVAIS - li vaglia estero, pari a L ha saldato le quote 1962 e 63. (irazie, e mille voti augurali. FBAKCIA BIANCOl.INO Ugo - LE CANON - Grazie jier il saldo 1963 e mille cordiali auguri da Moggio ldine.se. Ben volenlieri saluliamo per lei tulli i compaesani in patria e all'estero. BONIN G. B. - LE (;RANID QUE- VlLl.Y -.Saldato il 1963: grazie di cuore. Tanti saluti augurali da Lestans di Sequals. BORTOLUZZI Luigi - SAINT-M.AS-.MES - Vivamente grati per le gentili espressioni, saluliamo per lei il fratello, le sorelle, gli zii e i cugini, nonché gli amici liei suo bel paese natale :.S. Pielro ili Ragosna. (irazie per il salilo RIZZI Livio - MIEU.SSY (Alia Savoia) - A posto l'alili Grazie. Cortlialilà augurali da Studena Ba.ssa di Pontebba. NADALI Luciano - ST. OUEN - Si abbia i saluti cordiali e gli auguri fervidi ilei fratello, che ha provveduto a saldarci per lei l'alili Da noi. con vive grazie, cordialità. TISIN Giovanni - TRIBFHOI (Manche) - Ben volentieri Irasmelliamo i suoi ciirlesi saluti a lulli i compaesani di Travesio sparnizzi'iz pai moni. Ringraziamenti vivissimi per il.-ialdo TOLAZZI Andrea - LHAV-I.ES-RO- SES (.Spine) - (irazie: il 1963 é a poslo. Saluti e auguri cari. TOMBAZZI Francesco - LA MADE- LEINE (Nord) - Da Cordenons. la gentile signora Luigina Brunella ci ha spedito vaglia di L a saldo ddl'abb per lei. (Grazie vivissime e voti di bene. TO.MMA.SINI Ugo - DIGIONE - Le rinnoviamo il nostro ringraziamento per la gentile, gradila visita e per il saldo 1963 e 64 in qualilà di sostenit. TONIUTTI (iiuseppe - VOREPPE (Isére) - Con saluti cari da lìodeano Basso, grazie per il.saldo TRAMONTIN Marino - MULHOUSE DORNACH - Esaudiamo senz'altro il suo desiderio trasmettendo i saluti alla famiglia residente in S. (Giorgio della Richinvelda. (irazie di euore per il saldo TREU Alda - BENESTROFF (Moselle) - Saldato il Grazie. Salutiamo per lei Moggio Udinese e Gemona. VATTOI.O Domenico - SAINT-PIER- RF,-I.E-NEMOURS. Grazie infinite: saldato il Un caro mandi. ZANUTTO Osvaldo - ETAIN (Meuse) - Rinnovate grazie per la cortese visita ai nostri uffici e per il saldo del'abbonani ( l'anno in corso era già stato sistemato). An revoir! INGHILTERRA BELTRAME Emidio LONDRA - II sig. (>ian Mario.Sommarti, suo caro a- Un gruppo di ottimi lavarutari friulutti emigrati in Venezueln. qui effigiati con il parroco di.araure {Portuguesu), Pudre Luigi Gasparini, nativo di.s. Pietro al \atisonc fil secando da destra, itella fata). Sul lavala fanno bella mastra di se un fiasca di dna e una grossa palenla: fanno onore al cibo il proprietario del- Vhotel II Rama». sig. Benito Gerametta. da Anduins. che calca con fierezza il vecchia cappella alpina, la sua gentile consorte e tu figlioletta Olivu: il sig, Guerrina Di Bernarda. da Venzoite: il sig. Romeo l'apinulli da Gemona: il sig. Giovanni Pasqualis. da.anduins: il sig. \ irgilio Mticor, da Tarcenla : il corrispondente consolare sig..andrea Cunlani. da t enzone. Tutti inviano il loro affettuosa saluto alle famiglie in Friuli e cordiali auguri ai corregionali. mico. residente a Charleroi (Belgio), le fa cordiale omaggio ddl'abb al nostro giornale. \ ivissime grazie a tutt'e due. e fervidi auguri di bene. QUAS Bartolomeo - BOURNEMOUTU ll.ants - Con mille.saluti cari da Poffabro natale, grazie cordiali per la sterlina che salda l'abb in qualilà di sostenit. TOSON Ferruccio - LONDRA - La sterlina la fa nostro abbonalo sostenit. per il Grazie infinite..saluti cordiali da Sequals. Ll'SSKIMBVHCiO TRIGATTl Lino - E.SCH-ALZETTE - Da (iallerianii di Leslizza. mille saluti cordiali e fervidi auguri, con il più sentilo grazie per il saldo ddl'abb ZURLNl Vittorio -.STEINFORT - I cento franchi belgi saldano l'abb Infinite grazie e saluti cari da Bueris. J>»%IZZIiHA ANGELI Luigi - APPLES (Vaud) -.Sahlati) il 1963 in qualità di sostenit. (irazie: saluti da Tesis di Vivaro. BERTOLl.Mario - ALLSCHWILL - (irazie per le cortesi espressioni e per il saldo 1963 (sostenit.). Auguri cari da Fagagna. BOSOPPI Angdo -.STANSTAD - A posto l'alili (sostenit.). Grazie. Cordialità da Ragogna. BRUN DEI, RE cav. Vittorio - HER- N.A - II familiare sig. Romano ha provveduto al saldo 1963 per lei. Vive grazie a tutt'e due. Cordialità augurali a lei e a tutti i soci del «Fogolàr» di Berna. FOGOLÀR FURLÀN di BASILEA - Ricevuto il saldo 1963 a favore dei sigg. Pielro Ursigh ed Elio Micelli. che salu- BANCA DEL FRIULI Società per azioni fondala nel 1873 SEDE.SOCIALE E DIREZIONE GENERALE: Via V. Veneto, 20 - Udine SEDE CENTRALE: Via Prefettura. 11. Udine - Tel AGENZIE DI CITTA': N. 1 - Via Ermes di Colloredo, 5 (Piazzale Osoppo) - Tel N. 2 - Via Poscolle, 8 (Piazza del Pollame) - Tel N. 3 - Via Roma, 54 (Zona Stazione Ferroviaria) - Tel N. 4 - Via Pracchiuso, 83 (Piazzale Cividale) Tel Capitale sociale L Riserve L FILIALI : Artegna, Aviano, Azzano X. Buia, Caneva di Sacile, Casarsa della Delizia, Cervignano del Friuli, Cividale dd Friuli, Codroipo, Conegliano, Cordenoni, Cordovado, Cormòns, Fagagna, Gemona del Friuli, Gorizi.n, Gradisca d' Isonzo, Grado, Latisana, Lido di Jesolo, Lignano Sabbiadoro, Maniago, Merelo di Tomba, Moggio Udinese, Monfalcone, Montereale Valcellina, Mortegliano, Ovaro, Pagnacco, Palmanova, Paluzza, Pavia di Udine, Pieve di Cadore, Porcia, Pordenone, Porlogruaro, Praia di Pordenone, Sacile, S. Daniele del Friuli, S. Dona di Piave, S. Giorgio di Livenza, S. Giorgio di Nogaro, S. Vito al Tagliamento, Spilimbergo, Talmassons, Tarcento, Tarvisio. Tolmezzo. Torviscosa, Tricesimo, Trieste, Valvasone, Vittorio Veneto. RECAPITI : Bibìone (stagionale), Clauzetto, Faedis, Meduno, Lignano Pineta (stagionale), Polccnigo, Travesio, Venzone. ESATTORIE CONSORZIALI: Aviano, Meduno, Moggio Udinese, Nimis, Ovaro, Paluzza, Pontebba, Pordenone, S. Daniele del Friuli, S. Giorgio di Nogaro, S. Vito al Tagliamento. Torviscosa. FONDI AMMINISTRATI: FONDI FIDUCIARI: OLTRE 56 MILIARDI OLTRE.50 MILIARDI FRIULANI, domiciliate presso le Filiali della BANCA DEL FRIULI le vostre rimesse in Patria! liamo rispettivamente da Rizzolo di Reana e da Orgnano. ringraziando. Un caro mandi a lutli. NADIG doli. avv. Giacomo - BERNA - Da (arate Brianza (Milano), il familiare sig..anilrca ci ha spellilo assegno di L a saldo dell'alili per lei. (ìrazie a tutt'e due. e fervidi auguri di bene. TARMOLD Lilia - RIDDES - e Vtally - ECUBLENS - II fraldlo. sig. Danilo, il quale vi saluta con vivissimo affetto, ha provveduto a saldare l'abb per Lilia e l'abb e 64 per Wally. A tutti e tre, il nostro più sentito grazie e il più fervido voto di prosperità e salute. TERE.NZAN Leonardo - SEUZACH - Le siamo grati per le cortesi espressioni e per il saldo 1963 a favore dei suoi genitori residenti in Pozzuolo. Mille cordialità augurali. TLSOT Claudio - ZURIGO -.Abbonato sostenitore per il Grazie di cuore..saluti cari da Sedealiano. TOLU.SSO. famiglia - WII.LISAU - l dicci franchi la fanno nostro abbonalo sostenitore per il Grazie infinite e un cordiale mandi. TOM ADA Luciano - ESHLIKON - Si abbia i saluti affelluosi della sua buona e cara mamma, che ci ha versato il saldo 1963 per lei. Da noi, grazie ed auguri cordiali. TUMZ Marisa - SIEBNFN - Con saluti ed auguri fervidi da Torvi.scosa, grazie per il saldo 1963 (sostenitore). TIRCO Dino e Luigi - (^lubiasco - Vivissime grazie per il vaglia, che ha saldato l'abb in qualità di sostenitore, e auguri cari da.sedegliano. XOHU CAiHADA AAIEHICA BAIANO Giovanni - VUUCAN - Ben volentieri, ringraziando per il saldo salutiamo per lei tutti i compaesani di Miinlenars in jiatria e all' estero. Mille cordialità augurali. BAI.ETTO Aristide - LONDON (Ont.) - (grazie per il saldo 1963 e infiniti saluti cari da Travesio. BAZZOCCIII Franco e VENUTO Attilio - WLNNIPEG (Man.) - Ringraziamo di cuore il caro amico sig. Bazzocchi per il saldo 1963 (sostenit.) inviatoci a nome di entrambi, e porgiamo il cordiale benvenuto al nuovo abbonato sig. Allilio Venuto. Con affello ricambiamo saluti ed auguri. BERTOIA Bonaventura - NORD BURN.ABY (B.C.) - A posto l'abb Saluti e voti fervidi di ogni bene da S. Lorenzo di Arzene. BRANDOLINI.Sante - VANCOUVER - La generosa rimessa di L la fa nostro abbonalo sostenit. per il Infinite grazie e un affettuoso mandi colmo dì augurio. BKl.SSA Egidio - 'WINDSOR (Ont.) - I due dollari saldano l'abb Grazie ; cordiali voli di felicità e salute. BINA Renata e Gianni - LONDON (Ont.) - Grati per le cortesi espressioni e per averci notificato il nuovo indirizzo, ringraziamo per il saldo Saluti cari da Colloredo di Monlalbano e da S. Quirino di Pordenone. TITON Danilo - SUDBURY -.Saldato il 1963: grazie..saluti cari da.san Odorico. TOFFOLETTI Giacomo - TORONTO - Il.saldo ddl'abb per lei ci è stato versato dal m.o.scaunich. mentre il sig..anacleto (jiavilo ci ha spedito da Pordenone successivo vaglia a suo favore, che pertanto sta a saldo dell'abbonamento (ìrazie vivissime e cordiali auguri.

10 Pag. 10 FRIULI NEL MONDO Settembre 1963 TOFFOl.O Antonio e MARINI Pielro - KITCHENER (Ont.) - Ringraziamo il sig. Toffolo per averci spedilo il saldo 1963 a favore di entrambi..saluli cari, rispettivamente, da Arba e da Ospcdalctlo di Genuina. TOMADA Mario - GALT (Ont.) - Mentre salutiamo con affetto per lei il natio paese di Campoformido. la ringraziamo per il saldo ddl'abb TOMADINI Adelina e GIACOMUZZI Maria - BI.AIMORE - Grazie cordiali a tutt'e due: saldato il Infiniti saluti e voti di bene. TOMAT Renzo e Uva - TORONTO - Vi siamo grati per la cortese, diffusa lettera e jitu; il saldo Per aecontentare lai'gentile signora Uva. abbiamo spedilo a parte una copia del numero dd nostro giornale in cui é riprodotto il bel campanile di Morlegliano. Siamo sicuri, con ciò. di avervi fallo cosa gradita. Confidiamo di vedervi presto in Friuli, e di stringervi cordialmente la mano. Mandi TONUS Angelo - TORONTO - Con saluli cordiali da.azzano X, grazie per il saldo 1963 (sostenit.) a suo favore e per lo stesso 1963 a favore del sig. Ettore Manias. residente in Australia..Wimdi, con augurio. TOPPAZZINI Giuseppe - FORT ERIE (Ont.) - Saldalo il Grazie. Saluli cari da S. Daniele. TOROSSI Assunta ed Achille - ^ IN NI PF(; - 11 saldo 1963 Jier voi ci é slato versalo dal cugino.amedeo che con affetto vi saluta. Da noi. grazie e cordialilà. TORRESAN Angela - MONTREAL - Con saluti cordiali da Cordenons. grazie per il saldo TOR'l'Ol.O Cipriano e (iiacomo - TO RONTO - (irazie vivissime per la gradila, eorlcse lettera e per i saluli che il doti. Pellizzari lordialmcnle ricambia. I cinque dollari saldano l'abb per entrambi, in qualità di sostenilori. l n caro mandi. TOSON Antonio - TORONTO - Il 1963 é saldato. Grazie: auguri di bene. TRAMONTIN Quintino - SUDBL RV - Le siamo grati due volle: per il lusinghiero apprezzamento e per il saldo 1963 in qualità di sostenitore. F^na cordiale stretta di mano. TRAMONTIN Sergio - MONTREAL - Essendo già sistemalo l'abbonam i due dollari corlesemcnle inviatici saldano il (Grazie: saluli cari da C.lauzellii. TRAMONTIN Siro Ivo - TORONTO - (jrazie cordiali per l'abb per lei e per i sigg. Tarcisio ed Aurora Qualizza. Un caro mandi. TRUANT Santo - KELOA^ NA (B.C.). (Jrazie dd saldo Saluli ed auguri da.aurava di S. (Giorgio della Richinvclila. TRUANT Valentino e Iole - CRAN- BR()OK (B.C.) - Con vive grazie per il saldo saluli augurali da S. Martino al Tagliamento e Spilimbergo. TI BARO Dallo - SUDBURY - Siamo profondamente grati a lei e ai suoi familiari per le cortesi espressioni. (Grazie anche per i selle dollari (quattro prima, tre poi): per il 1963 il giornale le viene spedilo Jier jiosta aerea..si consideri, pertanto, nostro sostenitore. Ln affettuoso mandi da Iiilizzo di Coilroipo. AFNIFR Agostino - TORONTO - dm cordiali saluti da Camino al Tauliamcnto, grazie per il saldo ddl'abb ZANNIER Vittorio - BEFFE RIVER - Al saldo ddl'abb ier lei ha provveduto la sorella Giovanna, che con tutto l'affetto invia saluli ed auguri. Da noi. con mille grazie, cordialità. ZORZI prof. Olga - DOWN.SVIEW (Ont.) - 1 lille dollari cortesemente invi i- tiei saldano l'abb. 1964, essendo già stalo regolarizzato quello per 1 anno in corso, (irazic. auguri cari. Questa armoniosa, artistica fontana, e opera ili un lavaralare friulana, attuaimente in pensione : il sig. Colomba Atiilretizzi (nella foto), residente a IVItitestane, negli US.A. L'ha costruita nel giardino del figlio, non essenila capace - come egli ci scrive di stare neppure un minuta in ozio. NOZZE D'ORO A BUFFALO Il 1.') giugno scarsa sana siali festeggiati dai figli, da amici, canoscenti e compaesani, i coniugi Annibale e Maria Ceccato, nativi di Rivolto e residenti a Buffalo (US.A), in occiisiotte del 30" anniversario del loro mutrimania, avvenuto net ad ìlum'illon (Cannila). La celebrazione delle nozze d'oro e stala resa pili festosa e memorabile dalla presenza e. Buffalo del nipote dei festeggiati, don Ermes Ceccato. da Rivallo, il quitte ha affidato la S..Messa per gli zii. Con i figli.alda, Angeline,.Siidie e Dora - - erano presenti i nipoti Alberta e Dina Cecciita. le cognate Irene e Santina Cappellarn. il cognato Bruna Cecutli da Fi- Itidelfiu. i sigg. Enrica Marchetti. Erme- HTAVt l'kiti ANIAT Rita - NEW YORK - (Jrazie: i tre dollari saldano il 1963 in qualilà di sostenit. Saluli cari da Fauna. AVON (,uido - LOS ANGELES - dm i tre dollari, saldalo il 1964 (soslcnil.): l'abbonam. per l'anno in corso era già stalo sistemalo. Grazie anche per le cortesi espressioni e per i saluti che di cuore ricambiamo. BARRETT Aldo G. - NASHVILLE (Tenn.) - Con cordialità augurali da l'anna, grazie per il saldo MAZANI Costante - CLINTON (Ind.) - La rimessa di L a mezzo di vaglia inlernazionale salda, in qualità di sostenit.. l'abb (Jrazie cordiali e saluti cari. BELLINA Eva - JAMAICA - Regolarmente pervenulo il saldo 1963 (e a suo tempo quello per l'anno decorso). (Jrazie di cuore. Mille saluli augurali da Paluzza. BIDINO Alvise - CLEVELAND (Ohio) - Ben volentieri saluliamo per lei Udine e Rodeano Allo. (Jrazie per il saldo 1963 a suo nome e a nome del sig..alberto (/uliana. resid. in Parma. Un affettuoso mandi. BIER Elvia - FILADELFIA (Pa.) - Con lanli saluli cari da Navarons di.meduno. grazie jier il saldo itegildii liitldn.'..^t. Gilda I iini'i.^'iera. Luigi Gumbiii. l'ozia Pere.'iani,.Attilia Perasa, Giovanni '/.orniti,.alfredo I.iivetli,.Attilia De Spiri, Egidio Manias, Lidia Forulitta, tlirigenti del «Cini) friulana». rappresentanti di varie.associazioni regiantivt italiane. Il sig. Annibale Ceccato ha luvorula nel campo delle costruzioni, quale specialista del cemento, e con inesattslu lenaeia riusci a creare una propria dilla c- dilizia. (tra i due «sposi d'aro» giidona la meritala quiescenza, circondati dall'affetto dei quattro figli, dei nave nipoti, dei II II tu erasi pur enti ed amici che attraversa le nostre colonne - rinnovano laro Vaugiiria di «ini miiltos aiinos». e per l'invio del saldo Saluli augurali da Tesis di \ ivarii. TOMBAZZI Maria - CLEVELAND (Ohio) - I cinque dollari corteseme ite inviatici saldano l'abb e 64 in qualilà di sostenitrice. Grazie: saluti cari da ('ordcnons. TOM MASI NI Antonio - PITTSBURGH - Il saldo 1963 icr lei ci é stato gentilmente versato dal sindaco di Vivaro, ai cordiali saluli ilei quale, ringraziando, ci associamo. TONEATTI Fausto - BRONX (N. Y.) - Il 1963 é a posto. (Jrazie. saluti, auguri. TO.SCIII Alice BRONX (N. Y.) - Grazie: saldalo il Voli di ogni bene, che ricambiano le sue cordiali c- spressioni. lotis Angelo - CINCINNATI - Dd saldo )ier lo scorso anno le abbiamo dato comunicazione nel numero di aprile 1962 : eviilenlemenle le righe dcilieale a lei e alla signora Elda le sono sfuggite. Qui accusiamo ricevuta dd saldo Auguri cari da Fauna. TRAMONTIN Francesco - RICHMOND (Va.) - (Jrazie per il saldo dell'alili (sostenit.) per lei e a favore del sig. G. B. Bian Rosa, residente in Cavasso Nuovo. Mandi! TREVISAN Domenico - SECANE (Pa.) - I cinr)ue dollari hanno saldalo il 1963 in qualità di sostenit. Infinite grazie e vivissimi auguri. Cordialità da.sequals. BOR'I'OLI Pielro - FII.ADFFFIA - A posto il Grazie. Rieanibiamo centuplicati i graditissimi saluti ed auguri. TRINATO Anna - NEW YORK - Volentieri salutiamo per lei.s. Daniele, i fa BRAVIN Annibale - ALTOONA (Pa.) - Il 1963 é a posto. Grazie, saluti, auguri d'ogni bene. miliari, gli amici e i compaesani. Grazie per il saldo BRIN Antonio - NEW YORK - Grazie: il 1963 é sistemalo. Cordialità au (Mass.) - l due dollari hanno saldato ZAMPROGNO louise - HYDE PARK gurali. l'abb Infinite grazie e fervidi auguri da Gemona. (,UBANA Alberto - PARMA (Ohio) - Il saldo 1963 per lei ci è stato cortesemente corrisposto dal comune amico ZORATTI Gene - FORT LAUDER- DALE (Eia.) - Mille grazie per le cortesi espressioni e per i 7 dollari a saldo sig. Alvise Bidino. resid. in Cleveland. ddl'abb. 1962, 63 e 64 (sostenit.)..saluti cari da Ciconicco. Benvenulo nella famiglia dei nostri leitori!.aiiunri. auguri di euore. MION Mano - DECATFR - Grazie per il saldo 1963 e saluli augurali da Fauna. MORA Angelo - FILADELFIA - Ben volenlieri. ringraziando per i due dollari a saldo del salutiamo per lei.sequals e i suoi cari. DOMI\ICA\'A TOSSUT Luciano - PUERTO PEATA NARDI ZZI Beppi ed Elsa - SANTA - Da.S. Giovanni di Casarsa. la sorella ROSA (Calif. ) - Con mille saluti affettuosi Paola ci ha geiitiliiiente spedilo vaglia da S. Daniele, grazie per il saldo di I a saldo ddl'abb e 63 per posta aerea. Grazie infinite ad entrambi, NA.SSIVERA Carlo - FRENCH CAMP e auguri e saluli affettuosi. (Calif.) - Regolarmente jicrvenuto il dollaro, a saldo liei irimii semestre (jrazie. saluti cari. NIGRIS Angelina ed.antonio - MIL WAUKEE (Vtisc.) - (Jrazie cordiali: l'abbonamento 1963 é a poslo. Saluti e voti AR<>f:XTI.\'A A(JO.STO Fioravante - AVELLANEDA di bene. (B. A.) - Rinnovale grazie per la cortese SOTFRO ardi. Enrico - WASHING visita e per il saldo In caro TON - Il saldo 1963 per lei ci é stato mandi. spellilo dalla gentile signora (Jioconda BONETTO Antonio - SAN PEDRITO Ferrarin. resid. in Trentun. Grazie a tutl'e - II saldo 1963 a suo favore ci é stato due. Saluti cari da Lestans. corrisposto dal nipote sig. Rossi, a nome TOFFOLO John - CLINTON (Ind.) - dd quale cordialmente salutiamo. Da (rrazic infinilc per la bella lettera e per noi. grazie e voli di ogni bene. il salilo Da Fauna, dove risiede CANDOTTI Italico - CASEROS (B. la sorella, tanti auguri. F. uno zaino di A.) pesiis. pari a! saldano saluti» scarponi». l'abbonamento per il 1963 e 64. TOLI.S.SO Egidio - ATLANTA - E' Grazie e saluli cari da Preone. prematuro dire se una «crociera dell'amore FOGOFAR FURLÀN di CORDOBA» negli F.SA sarà p<i.<siliile: ma Fini- - La rimcs.sa di L salda Fabbona- ziativa e tull'altro che accantonata. Grazie meiito 1963 per i sigg. Eugenio Lucalo. per averci avvertito del «doppione» Emilio Cesaratlo e Luigi Pravisani. A ciascuno dei tre, ringraziamenti e saluti; a tutti del sodalizio, affettuosi auguri. NOGARO Lino - SAN JUAN - Siamo lieti di trasmetterle i saluti cordiali dell'amico sig. Elio Venchiarulli. il quale i ha versalo per lei la quota d'abbuiamento ("on tanle enrdialilà. grazie ed auguri. TOMAT ing. Leo - BUENOS AIRES - Il nipolc sig. l.eopolilo Comorcllo. che le invia affelluosi saluti e fervidi auguri, ci ha versalo la quiila d'abb ier lei. Grazie, e vive cordialità. TOSONI Luigi - BUENOS AIRES - Il SIL'. Loris Bianchi, da lei inc:iriealii. ha fedelmente assolto il compito affiliatogli : egli ci ha l'orrisiioslo per lei il saldo 1963 e 61. Grazie ail entrambi, e auguri cari. TRIGATTl.Santina - NOGOYA (En- Ire Riiis) - Saldalo il 1963: ha iirovveduto per lei la nipote Rosa, che attraverso le nostre colonne le invia affettuosi saluti ai quali, ringraziando, cordialmente ci associamo. TURCO (Jiovanni - CORDOBA - Si abbia i saluti cordialissimi del nipote sig. Ettore Cecchini, il quale ci ha corrisposto il saldo 1963 per lei. Grazie a luti e due, e un'augurale stretta di maini. C'HILE BITTAZZONI Giocomla - \ALP\- RAISO - I quallro dollari cortesemente inviatici la fanno nostra abbonata sostenitrice per il Grazie infinite. Rilambiamo di tutto cuore gli auguri più lerviili ili bene, prosperità e salute. COI.O.MRIA ZIFI\N1 Oreste - ZARAGOZA - ( \nlioquia) - Al saldo ddl'abbonam per lei ha provveiliilo il sig. Sticolli, ai saluti del quale ci associamo di nulo euore. Infinilc grazie: mundi. PKIIll N\RI)IZZ1 Liberio - HI ANUCO - Ringraziandola di tutto euore per il salilo dell alili. 1"63. le inviamo infiniti salini da S. Daniele. VV.XV.WX'Kti\ BORTOI.ir.SSI Severino. BOCONO' - Il suo caro pa ià. sig. Alfonso, venuto a farci cortese e graditissima visita in oecasione del suo rimpatrio in Friuli, ci ha versalo il saldo 1962 e 63 per lei per I invio dd giornale a mezzo di posta aerea. (Jrazie vivissime. Il babbo ci ha anche pregati di salutarla a nome suo e di lulla la famiglia. Da noi. caro amico. si abbia mille ringraziamenti e una cordiale stretta di mano. (JASPARINl P. Luigi - ARAURE - I dieci dollari genlilmenle spedilici vanno a saldo ddl'abb. I'I63 (soslcnil.) per via aerea. Infinite grazie e mille «aiuti da noi e dal fratello Silvano, nostro caro amico, iiondiè dalla natia Valle del Nalisone. GRUPPO -FIMIIARC- ITALIA IOI>. If» -CilllOtMIIICt oi> II» rtcìmce 'Vi'li.-lliiili'M VDu. runiui. DTUMO CUIIENU tusiuiu vm uvuk. UMuiu coh&o uncu (Gino ISIAfU LIBtNO. SUill SlfCU ami ncoii Mti MER*. Muufli lieijt ninisl SICIIIA SARDEGNA CORSICA MAlll MAKSIGUA SPAGNA NORD EUROTA UFFICIO RAPPKESENTAIilZA D O I \' B Firn Utreatonocdll^. Il - TsL TOMADA Amilcare - BARQUISIME- TO - Si abbia i cordiali saluli del cognato, il quale ci ha corrisposto il saldo ddl'abb per lei. Con vive grazie a tutte due. voti di ogni bene. jacchet Pietro - BARQIISIMETO - Ben volentieri salutiamo a nome della sua famiglia, attraverso queste colonne, lutli i parenti e gli amici disseminali nd vasto mondo. C.'i é gradilo comunicarvi che al saldo 1963 e 64 (grazie) hanno provveduto i sigg. Tomada. che con noi vi ricordano caramente. ERMETE Direttore PELLIZZARI responsabile Tipografìa G. B. Doretti Udine Autorizz. Trih. Udine UDINE - Palazzo della Sede centrale n. Ile La CASSA di RISPARMIO di UDINE FONDATA NEt 1876 è il salvadanaio dei risparmiatore friulano PER LE VOSTRE RIMESSE PER I VOSTRI DEPOSITI SERVITEVI DI NOI Patrimonio, Depositi fiduciari DATI AL 30 GIUGNO 1963 Beneficenza erogata nell'ultimo decennio 1'» FILIAr.I 4 AGENZIE DI CITTA' L » » ESATTORIE

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

3. Rito della benedizione senza la Messa

3. Rito della benedizione senza la Messa 3. Rito della benedizione senza la Messa INIZIO 500. Quando la comunità è già riunita, si può cantare il Salmo 33 (34) o eseguire un altro canto adatto. Terminato il canto, tutti si fanno il segno della

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^ FRASI DI NATALE - BELLE FRASI DI AUGURI DI NATALE Scegli le migliori Frasi di Natale per fare tanti Auguri di Buon Natale Prepara il tuo sorriso migliore, a Natale tutti vogliono essere felici. Regala

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

Doc. 11 di Don Salvatore Conte

Doc. 11 di Don Salvatore Conte Doc. 11 LETTERE A NUCCIA di Don Salvatore Conte Taranto 19 / 12 / 1969 ho ricevuto la tua gradita lettera e ti ringrazio del ricordo e delle preghiere. Anche io sento il disagio della lontananza che mi

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor!

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015 Canto d'inizio: 1 TERRA TUTTA DÀ LODE A DIO R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! 1. Servite Dio nell allegrezza, 2. Sì, il Signore

Dettagli

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro I giovani non sono otri da riempire ma lampade da accendere Igino Petrone Federazione Maestri del lavoro d Italia Consolato Regionale del Molise Il Progetto Pianeta Giovani in tutto il suo percorso, è

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno È lieta di presentarvi LA VOCE DEGLI ANTA Numero 10, Ottobre 2015 Autunno La terra si veste del giallo delle foglie in autunno. Il vento raccoglie i sussurri dei trepidi uccelli e gioca coi rami avvizziti

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti

apertamente, scambiarsi idee, ragionare sui valori, allargare i propri orizzonti, raccontare la propria giornata e perché no? anche pregare tutti Presentazione Diventare genitori è sicuramente un immenso dono di Dio, da accogliere con partecipazione e buona volontà. Purtroppo nessuno insegna ad una coppia di neo-genitori come educare i propri figli;

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA C O M U N I T A E C C L E S I A L E D I S A N C A T A L D O ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA PREGHIERA PER IL SINODO SULLA FAMIGLIA IN COMUNIONE CON IL SANTO PADRE FRANCESCO E LA CHIESA SPARSA NEL MONDO San

Dettagli

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI Ricordami Sempre 7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI FORMATI 9 x 13 cm APERTO 9 x 13 cm CHIUSO FORMATI FORMATI 10 x 15 cm APERTO FORMATI 10 x 15 cm CHIUSO ARTE 001_AR 002_AR 003_AR ARTE 004_AR ARTE

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte:

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte: Sant Allucio 2015 «Beato l uomo che trova grande gioia nei tuoi comandamenti» perché i comandamenti del Signore sono gioia, perché il comando del Signore è amare e la gioia più grande di ogni cuore è proprio

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore Lettera ai Sacerdoti, ai Membri dei Consigli pastorali parrocchiali, ai Membri dei Consigli per gli Affari economici, ai Membri del Consiglio pastorale decanale del Decanato di Monza Carissimi, è ancora

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

di Lendinara serate del

di Lendinara serate del a 35 sorriso del sagra cucina buona della e di Lendinara dal 10 al 15 luglio 2015 serate del PESCE: 10 11 12 serate del RISOTTO: 13 14 15 2 35 a Sagra paesana di RASA - 10-15 luglio 2015 Cari concittadini,

Dettagli

Al carissimo Bernardo Ciddio Michele di Thunder Bay

Al carissimo Bernardo Ciddio Michele di Thunder Bay GRIMALDI 2000 Ottobre/Novembre 2005 Società 8 Al carissimo Bernardo Ciddio Michele di Thunder Bay Michele carissimo, ho ricevuto la mensa folla di parenti ed amici erano lì to, la stima per il grande coraggio

Dettagli

Preghiera per la beatificazione della Venerabile Serva di Dio. ISABELLA de ROSIS Fondatrice delle Suore Riparatrici del S. Cuore

Preghiera per la beatificazione della Venerabile Serva di Dio. ISABELLA de ROSIS Fondatrice delle Suore Riparatrici del S. Cuore Cenni Biografici Madre Isabella de Rosis appartiene a quella schiera di anime elette, che, nel secolo scorso, mentre si diffondevano tante teorie contrarie alla fede, diedero vita a non pochi Istituti

Dettagli

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI Diocesi San Marco Argentano-Scalea Parrocchia Santa Maria del Piano VERBICARO Solenni Festeggiamenti in onore di MARIA SANTISSIMA DELLE GRAZIE - PATRONA DI VERBICARO 23 giugno-3 luglio 2013 Cari Verbicaresi,

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

V i g n a i o l i D e n t r o.

V i g n a i o l i D e n t r o. Vignaioli Dentro. Quattro parole chiave. Zegla Zegla è una manciata di declivi che salgono dal Collio Friulano alla Slovenia. È più di un Cru: è il giardino dei grandi, levigati bianchi di questa terra.

Dettagli

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO La mia mamma La mia mamma con la giacca in mano, sempre pronta a portarmi ovunque sia, con gli occhioni color terra. Io la guardo e penso a tante

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 21 giugno 2014

Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 21 giugno 2014 Istituto Paritario S. Giuseppe Via Bazzini 10 20131 Milano Anno 21 giugno 2014 Al Papa il 10 maggio ho portato la mia gratitudine per i 35 anni di insegnamento all Istituto San Giuseppe Andare dal Papa

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare) 18 novembre 2012 prima di avvento anno C ore 18.00 ore 10.00 18.00 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare) Oggi è una domenica speciale: oggi inizia l Avvento.

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008

Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008 Formazione montuosa Sierra peruviana Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008 In questo numero: Seconda domenica di maggio: Festa della Mamma Volontari in azione! Alcune poesie dedicate alla

Dettagli

e r i v a c l I www.madremisericordia.it/finestre/3stelle.asp

e r i v a c l I www.madremisericordia.it/finestre/3stelle.asp a c l I s l te lo dei tuoi an n i v e r d i ARCHIVIO www.madremisericordia.it/finestre/3stelle.asp 1 Stai per addentrarti in un affascinante viaggio alla scoperta di 3 Stelle. Come in ogni favola non può

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

Reverendo Arciprete, Reverendo Vicario Foraneo, Reverendi Padri. Carmelitani, Parroci e Clero tutti, Autorità Civili e Militari,

Reverendo Arciprete, Reverendo Vicario Foraneo, Reverendi Padri. Carmelitani, Parroci e Clero tutti, Autorità Civili e Militari, Reverendo Arciprete, Reverendo Vicario Foraneo, Reverendi Padri Carmelitani, Parroci e Clero tutti, Autorità Civili e Militari, concittadini carissimi; permettetemi, anzitutto, di rivolgere un pensiero,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

PALIO DEI CASTELLI XL

PALIO DEI CASTELLI XL PALIO DEI CASTELLI XL Dal 1972 al 2015 // Intro Carissimi Soci ed Amici, la Pro Loco Castiglione Olona è lieta di festeggiare la quarantesima edizione del Palio dei Castelli con tutti Voi, che in questi

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Credo che i miei vini possano parlare per me rappresentano pienamente il mio carattere

Credo che i miei vini possano parlare per me rappresentano pienamente il mio carattere CA SELVA - VINI Credo che i miei vini possano parlare per me rappresentano pienamente il mio carattere Paolo Bergamo > Ca Selva Uno spirito giovane, un carattere forte ma senza eccessi Paolo Bergamo rappresenta

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARROCCHIALE Madonna di Fatima Via Don Pietro Cozza GAZZOLO D'ARCOLE (VR) IRC: I DONI DI DIO

SCUOLA DELL INFANZIA PARROCCHIALE Madonna di Fatima Via Don Pietro Cozza GAZZOLO D'ARCOLE (VR) IRC: I DONI DI DIO SCUOLA DELL INFANZIA PARROCCHIALE Madonna di Fatima Via Don Pietro Cozza GAZZOLO D'ARCOLE (VR) IRC: I DONI DI DIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 L insegnamento della Religione Cattolica, IRC, nella scuola dell

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 3 3 Ad Emmaus si canta che è una bellezza S O M M A R I O In Prima 1 Caro amico 2 ti scrivo Eventi 3 Articolo 4 Fashion Lavelli 5 LA SETTIMANA SCORSA

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

SPETTACOLO DI NATALE 2014

SPETTACOLO DI NATALE 2014 Sabato 20 Dicembre 2014 SPETTACOLO DI NATALE 2014 TUTTO IL MONDO FESTEGGIA IL NATALE Carissime famiglie, mamme, papà, fratelli, sorelle, nonni, zii Benvenuti a tutti! Eccoci anche quest anno alle porte

Dettagli

Alcuni esempi di lettere

Alcuni esempi di lettere Alcuni esempi di lettere (si riporta soltanto l inizio e la fine della lettera) 1. Ad una sorella Gent.ma Signorina Anna Bianchi Via Arno, 7 50100 Firenze Anna carissima, ho ricevuto con molto ritardo

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

IL PERDONO DI ASSISI

IL PERDONO DI ASSISI IL PERDONO DI ASSISI Il Perdono di Assisi è una manifestazione della Misericordia infinita di Dio e un segno della passione apostolica di San Francesco Indulgenza della Porziuncola 2 AGOSTO Festa della

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia. GESU rimani sempre in mezzo a noi, Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di

Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia. GESU rimani sempre in mezzo a noi, Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia GESU rimani sempre in mezzo a noi, per aiutarci a volerci bene, come TU vuoi a tutti noi. Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di 12 Iniziamo

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli Liturgia Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli C è un piacere nel credere e del credere insieme La fede non è solo un offerta

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

RITUALE DEL MATRIMONIO CATTOLICO CAPITOLO TERZO

RITUALE DEL MATRIMONIO CATTOLICO CAPITOLO TERZO RITUALE DEL MATRIMONIO CATTOLICO CAPITOLO TERZO RITO DEL MATRIMONIO TRA UNA PARTE CATTOLICA E UNA PARTE CATECUMENO O NON CRISTIANO 147. Quando contraggono Matrimonio una parte cattolica con una parte catecumeno

Dettagli

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco)

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco) INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA (Nepi Veneto Grugliasco) ASSISI, 3 5 aprile 2009 Dal 3 al 5 aprile 09 ci siamo ritrovati ad Assisi come Laici Missionari della Consolata di Nepi,

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO I C1 INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO Per il celebrante e l'équipe battesimale Monizioni Accoglienza Siamo radunati sulla soglia della chiesa è un luogo altamente simbolico, poiché evoca l

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli