INFORMATIVA SULLA SITUAZIONE COMPLESSIVA DEI RECLAMI DELL ANNO 2012

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFORMATIVA SULLA SITUAZIONE COMPLESSIVA DEI RECLAMI DELL ANNO 2012"

Transcript

1 INFORMATIVA SULLA SITUAZIONE COMPLESSIVA DEI RECLAMI DELL ANNO 2012 ESTRATTO DALLA RELAZIONE DELLA FUNZIONE DI CONTROLLO DI CONFORMITA SULL ATTIVITA SVOLTA NEL INFORMAZIONI GENERALI Banca Mediolanum, ha adottato, conformemente alle disposizioni normative vigenti, un processo strutturato e codificato per la gestione dei reclami della clientela, consapevole che la piena soddisfazione dei propri clienti oltre ad essere elemento prioritario della propria strategia costituisce un importante fattore per sviluppare e diffondere una buona immagine aziendale all interno del mercato. A tal proposito, il processo di gestione dei reclami è stato impostato nell ottica non solo di adempiere alle disposizioni vigenti, ma di trarre importanti informazioni per il miglioramento continuo dei servizi prestati. Con questa finalità, si evidenzia che, ad inizio anno è stato costituito, il Settore Customer Relationship Management, cui è affidato, tra l altro, il presidio dell offerta commerciale e del servizio offerto ai clienti, nonché della qualità della relazione con i medesimi, rispetto all offerta aziendale. A tale Settore compete, in particolare, l analisi e la registrazione dei reclami della clientela nel registro ufficiale dei reclami, classificandoli coerentemente alle disposizioni normative vigenti e alle esigenze di analisi commerciale e indirizzandoli alle unità organizzative deputate all istruttoria e alla gestione operativa degli stessi. La procedura di gestione dei reclami adottata da Banca Mediolanum permette di registrare gli elementi essenziali di ciascun reclamo ricevuto, nonché delle misure adottate a favore del cliente per risolvere il problema sollevato. Pertanto a ciascun reclamo pervenuto, distintamente per servizio prestato, è assegnato un codice numerico che ne consenta l identificazione univoca e progressiva su base annua. Il Settore provvede, inoltre, a monitorare lo scadenziario dei reclami, nel rispetto delle disposizioni normative interne ed esterne vigenti, e ad analizzare i riscontri forniti alla clientela, al fine di verificarne la completezza e chiarezza, identificando eventuali azioni di miglioramento sui servizi prestati. Resta fermo il presidio complessivo sulla corretta gestione dei reclami da parte della Funzione Compliance & Risk Control, cui compete, tra l altro, la valutazione, a seguito delle analisi delle anomalie segnalate, dell opportunità di adottare eventuali interventi di mitigazione della rischiosità nei processi o nelle procedure della Società. Le valutazioni oggetto della presente rendicontazione sono effettuate con riferimento all anno solare, precisando che un reclamo si ritiene composto quando è stato superato il motivo della lamentela avanzata dal cliente, in quanto l intermediario ha fornito completo ed esaustivo riscontro nei termini previsti dalle procedure interne e dalla normativa vigente ed il cliente non ha presentato ulteriori lamentele, aventi ad oggetto il medesimo prodotto/servizio. Si ritiene altresì composto il reclamo sul quale si sia raggiunto un accordo transattivo o di soluzione bonaria della vicenda con il cliente.

2 2 ANALISI DEI RECLAMI PERVENUTI E COMPOSTI NEL 2012 E NEI TRE ANNI SOLARI PRECEDENTI L analisi dei reclami pervenuti nel 2012, illustrata di seguito, tiene conto di tutti quelli ricevuti per iscritto, tramite fax, lettera, o telegramma da clienti o potenziali clienti di Banca Mediolanum aventi ad oggetto servizi bancari, d investimento e di intermediazione assicurativa prestati dalla stessa. Nel 2012, sono pervenuti complessivamente reclami, di cui trattabili e 35 non trattabili, in quanto carenti degli elementi essenziali per poter essere gestiti. A mero titolo esemplificativo, sono considerati non trattabili quei reclami che non consentono di identificare il soggetto reclamante o il prodotto oggetto di lamentela. Per completezza, si evidenzia inoltre che i reclami riaperti a fronte di clienti che non hanno ritenuto soddisfacente la risposta ricevuta in prima istanza sono stati pari, nel 2012, a 573, di cui 572 trattabili e 1 non trattabile. Anno di riferimento 2012 TRATTABILI NON TRATTABILI TOTALE Reclami Riaperture Totale Complessivo Il grafico sotto riportato evidenzia l andamento mensile dei reclami trattabili ricevuti nell anno 2012.

3 bancari e intermediazione assicurativa consob L andamento mensile dei reclami ricevuti pone in evidenza una maggior concentrazione di reclami nei primi mesi dell anno anche in considerazione delle rendicontazioni trasmesse ai clienti che possono alimentare la richiesta di chiarimenti o approfondimenti da parte dei medesimi. Esaminando i soggetti che nell anno 2012 hanno formalizzato un reclamo, si registra, oltre all iniziativa diretta del cliente, anche una quota di reclami presentati da legali, associazioni di consumatori e family banker, coinvolgendo per i citati reclami trattabili. Tipologia proponente Totale % distribuz. Diretto interessato ,9% Legale 428 8,8% Promotore Finanziario 52 1,1% Altro 34 0,7% Associazione consumatori / soggetti portatori di interessi collettivi 24 0,5% Totale complessivo % Analizzando l esito dell istruttoria, a fronte di reclami trattabili ricevuti sono stati composti nell anno 2012, di cui 815 sono stati accolti dalla Banca (circa il 18%); di questi, 20 sono stati oggetto di atto transattivo con il cliente. Nel 2012 i tempi medi di risposta ai Clienti si sono confermati, come per l anno 2011, a 30 giorni.

4 Nella tabella che segue, si riporta il totale dei soli reclami trattabili ricevuti e composti nei 3 anni solari precedenti, alla data del 31 dicembre Colonna1 Reclami Ricevuti % di incremento annuo Reclami composti % reclami composti su ricevuti nell'anno Anno % % % % % % Anno % % % % % % Anno % % % % % % Anno nr % nr % nr % La flessione dei reclami registrata nel 2012, pari al 25%, è in primo luogo riconducibile al rientro dei picchi registrati lo scorso anno in seguito alle disfunzioni e alle complessità operative associate al lancio del nuovo conto deposito InMediolanum nonché delle nuove modalità di classificazione delle mail ricevute dalla clientela adottate dall Ufficio Reclami, che escludono quelle a contenuto prettamente informativo, per le quali non risulta ottimale attivare il consueto iter di trattazione dei reclami, in considerazione della maggior tempestività di gestione insita in tali richieste.

5 Numero reclami trattabili pervenuti per anno Nr. Reclami attinenti la prestazione di altri servizi (bancari e di intermediazione assicurativa) Nr. Reclami attinenti la prestazione di servizi di Laddove l esito del reclamo non abbia soddisfatto completamente la richiesta avanzata dal cliente, è previsto il ricorso ai sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie (ADR), che operano in modo alternativo rispetto all autorità giudiziaria ordinaria, consentendo una trattazione più rapida ed economica delle questioni oggetto di giudizio. Ai reclami ricevuti e trattabili evidenziati in precedenza, si aggiungono quindi: n.11 ricorsi presentati all Arbitro Bancario e Finanziario, di cui 4 sono stati chiusi nel 2012 a seguito della decisione assunta dal Collegio e 7 sono in attesa di delibera; n.11 esposti presentati all Ombudsman Conciliatore Bancario, di cui 8 sono stati chiusi nel 2012 a seguito della decisione assunta dal Collegio e 3 sono in attesa di delibera; n.156 istanze di mediazione, di cui 15 conciliazioni avvenute, 9 conciliazioni non avvenute, 5 accordi transattivi raggiunti dopo l incontro di mediazione e 4 pratiche ancora in istruttoria. In 123 casi la Banca ha ritenuto opportuno non partecipare all incontro di mediazione, poiché a seguito degli approfondimenti condotti internamente non ha ravvisato i presupposti per addivenire ad una soluzione bonaria. 4 - EVENTUALI CARENZE PROCEDURALI, ORGANIZZATIVE E COMPORTAMENTALI Dall esame dei reclami pervenuti nell anno 2012 non sono emerse carenze procedurali, organizzative e comportamentali tali da essere comunicate all Alta Direzione e al Collegio Sindacale. Gli approfondimenti condotti dalla Funzione Compliance & Risk Control sui reclami hanno portato, in limitati casi, a definire specifici interventi migliorativi sui processi e le procedure interne. Basiglio, marzo 2013 * * * * * Settore Compliance

INFORMATIVA SULLA SITUAZIONE COMPLESSIVA DEI RECLAMI DELL ANNO 2015

INFORMATIVA SULLA SITUAZIONE COMPLESSIVA DEI RECLAMI DELL ANNO 2015 INFORMATIVA SULLA SITUAZIONE COMPLESSIVA DEI RECLAMI DELL ANNO 2015 ESTRATTO DALLA RELAZIONE DELLA FUNZIONE DI CONTROLLO DI CONFORMITA SULL ATTIVITA SVOLTA NEL 2015 1 Informazioni generali Banca Mediolanum

Dettagli

INFORMATIVA SULLA SITUAZIONE COMPLESSIVA DEI RECLAMI DELL ANNO 2014

INFORMATIVA SULLA SITUAZIONE COMPLESSIVA DEI RECLAMI DELL ANNO 2014 INFORMATIVA SULLA SITUAZIONE COMPLESSIVA DEI RECLAMI DELL ANNO 2014 ESTRATTO DALLA RELAZIONE DELLA FUNZIONE DI CONTROLLO DI CONFORMITA SULL ATTIVITA SVOLTA NEL 2014 1 Informazioni generali Banca Mediolanum

Dettagli

RENDICONTO SULLA GESTIONE DEI RECLAMI ANNO 2016

RENDICONTO SULLA GESTIONE DEI RECLAMI ANNO 2016 RENDICONTO SULLA GESTIONE DEI RECLAMI ANNO 2016 Le disposizioni della Banca d Italia sulla Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari Correttezza delle relazioni tra intermediari e

Dettagli

Rendiconto annuale sull attività di gestione dei reclami

Rendiconto annuale sull attività di gestione dei reclami Rendiconto annuale sull attività di gestione dei reclami Anno 2015 Indice 1. Introduzione pag. 3 2. Assetto organizzativo/procedurale dell Ufficio Reclami pag. 4 3. Reclami pervenuti nell esercizio 2015

Dettagli

Alkimis SGR S.p.A. Procedura trattazione dei reclami

Alkimis SGR S.p.A. Procedura trattazione dei reclami Alkimis SGR S.p.A. Procedura trattazione dei reclami (Approvata dal CdA 28/10/2015) 1 Sommario 1. Normativa di riferimento... 3 2. Contenuto della procedura e informativa alla clientela... 4 3. Reclamo:

Dettagli

TRATTAZIONE DEI RECLAMI PRESSO BANCA POPOLARE DI SONDRIO

TRATTAZIONE DEI RECLAMI PRESSO BANCA POPOLARE DI SONDRIO TRATTAZIONE DEI RECLAMI PRESSO Edizione 8 10/01/2017 Trattazione dei reclami (Edizione 10/01/2017) S.O.S.I. APS Pagina 1 di 5 PREMESSA Il presente documento, finalizzato ad informare la clientela sulle

Dettagli

PROCEDURA ORGANIZZATIVA PO17 GESTIONE DEI RECLAMI DELLA CLIENTELA

PROCEDURA ORGANIZZATIVA PO17 GESTIONE DEI RECLAMI DELLA CLIENTELA PROCEDURA ORGANIZZATIVA PO17 GESTIONE DEI RECLAMI DELLA CLIENTELA Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 4 novembre 2015 Sommario 1 PREMESSA... 3 2 DEFINIZIONI... 3 3 DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA...

Dettagli

INFORMATIVA SU RECLAMI, MODALITÀ DI PRESENTAZIONE E RICORSO A STRUMENTI DI RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE

INFORMATIVA SU RECLAMI, MODALITÀ DI PRESENTAZIONE E RICORSO A STRUMENTI DI RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE La BCC Monte Pruno di Roscigno e Laurino pone la massima attenzione alla soddisfazione della propria clientela ed all'ascolto delle sue esigenze. Nel caso in cui un cliente non rimanga soddisfatto della

Dettagli

RENDICONTO RECLAMI. - Principali Evidenze Anno

RENDICONTO RECLAMI. - Principali Evidenze Anno RENDICONTO RECLAMI - Principali Evidenze Anno - Funzione Reclami - Customer Care Dir. Commerciale RENDICONTO SULL ATTIVITA DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L ANNO. Pag. 2 Le disposizioni della Banca d Italia

Dettagli

RENDICONTO SULL'ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L'ANNO 2014

RENDICONTO SULL'ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L'ANNO 2014 RENDICONTO SULL ATTIVITA DI GESTIONE DEI RECLAMI pag. 1 di 9 RENDICONTO SULL'ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L'ANNO 2014 Nel Gruppo UBI Banca, l attività orientata al progressivo miglioramento dei

Dettagli

RENDICONTO RECLAMI. - Principali Evidenze Anno

RENDICONTO RECLAMI. - Principali Evidenze Anno RENDICONTO RECLAMI - Principali Evidenze Anno 2012 - Funzione Reclami - Customer Care Dir. Commerciale RENDICONTO SULL ATTIVITA DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L ANNO 2012. Pag. 2 Le disposizioni della Banca

Dettagli

La BCC di Buccino pone la massima attenzione alla soddisfazione della propria clientela ed all'ascolto delle sue esigenze.

La BCC di Buccino pone la massima attenzione alla soddisfazione della propria clientela ed all'ascolto delle sue esigenze. La BCC di Buccino pone la massima attenzione alla soddisfazione della propria clientela ed all'ascolto delle sue esigenze. Nel caso in cui un cliente non rimanga soddisfatto della soluzione/risposta ad

Dettagli

Informativa su reclami, modalità di presentazione e ricorso a strumenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie -versione ottobre 2016

Informativa su reclami, modalità di presentazione e ricorso a strumenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie -versione ottobre 2016 La Cassa Rurale ed Artigiana Banca di Credito Cooperativo di Battipaglia e Montecorvino Rovella soc. coop. pone la massima attenzione alla soddisfazione della propria clientela ed all'ascolto delle sue

Dettagli

Informativa su reclami, modalità di presentazione e ricorso a strumenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie 9 maggio 2017

Informativa su reclami, modalità di presentazione e ricorso a strumenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie 9 maggio 2017 Informativa su reclami, modalità di presentazione e ricorso a strumenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie La BCC TERRA di LAVORO S.Vincenzo de Paoli, (di seguito anche BCC) pone la massima

Dettagli

Rendiconto sull attività di gestione dei reclami per l anno 2016

Rendiconto sull attività di gestione dei reclami per l anno 2016 Rendiconto sull attività di gestione dei reclami per l anno 206 Premessa Il presente documento viene pubblicato in ottemperanza alle disposizioni della Banca d Italia del 29 luglio 2009 (e successive modifiche

Dettagli

RENDICONTO SULL'ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L'ANNO 2016

RENDICONTO SULL'ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L'ANNO 2016 pag. 1 di 5 RENDICONTO SULL'ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L'ANNO 2016 Il Gruppo UBI Banca pone il cliente al centro della propria attenzione e si impegna a sviluppare un dialogo costante con la

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI RECLAMI

PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI RECLAMI PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI RECLAMI Approvato dal CdA in data 28/03/2017 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. INVIO RECLAMI... 3 3. IL RESPONSABILE PER LA GESTIONE DEI RECLAMI....4 4. REPORTISTICA E FLUSSI INFORMATIVI

Dettagli

Informativa su reclami, modalità di presentazione e ricorso a strumenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie

Informativa su reclami, modalità di presentazione e ricorso a strumenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie La BCC dei Comuni Cilentani pone la massima attenzione alla soddisfazione della propria clientela ed all'ascolto delle sue esigenze. Nel caso in cui un cliente non rimanga soddisfatto della soluzione/risposta

Dettagli

Regolamento per la trattazione dei Reclami

Regolamento per la trattazione dei Reclami Regolamento per la trattazione dei Reclami VERSIONE: Approvato con delibera C.d.A. del 04/02/2016 1 Regolamento per la trattazione dei Reclami SOMMARIO PREMESSA... 2 1. SCOPO DEL DOCUMENTO E NORMATIVA

Dettagli

Procedura di reclamo e composizione stragiudiziale delle controversie

Procedura di reclamo e composizione stragiudiziale delle controversie Procedura di reclamo e composizione stragiudiziale delle controversie Gentile cliente! Attraverso una efficiente e competente gestione dei reclami ricevuti, la Cassa Raiffeisen di Lagundo persegue l obiettivo

Dettagli

Gestione dei Reclami

Gestione dei Reclami Gestione dei Reclami Adottata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/01/2012 1 di 7 Sommario 1. Obiettivi... 3 2. Ambito normativo... 3 3. Definizioni... 4 4. Descrizione della procedura...

Dettagli

COME EFFETTUARE UN RECLAMO

COME EFFETTUARE UN RECLAMO COME EFFETTUARE UN RECLAMO La ChiantiBanca - Credito Cooperativo pone la massima attenzione alla soddisfazione della propria clientela ed all'ascolto delle sue esigenze. In questa ottica ha stabilito specifiche

Dettagli

Regolamento per la trattazione dei Reclami

Regolamento per la trattazione dei Reclami Regolamento per la trattazione dei Reclami VERSIONE: Approvato con delibera C.d.A. del 21/12/2016 1 Regolamento per la trattazione dei Reclami SOMMARIO PREMESSA... 2 1. SCOPO DEL DOCUMENTO E NORMATIVA

Dettagli

Gestione dei Reclami. Premessa. Principi generali

Gestione dei Reclami. Premessa. Principi generali Gestione dei Reclami Premessa In conformità a quanto previsto dalla Sezione XI delle Disposizioni in materia di trasparenza, la Banca ha adottato specifiche procedure per la trattazione e gestione dei

Dettagli

MPS Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. Informativa sulle Modalità di Trattamento dei reclami della clientela

MPS Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. Informativa sulle Modalità di Trattamento dei reclami della clientela MPS Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. Informativa sulle Modalità di Trattamento dei reclami della clientela La presente comunicazione, volta ad informare la clientela sulle modalità e i tempi

Dettagli

Rendiconto attività di gestione dei reclami. Veneto Banca. Anno 2016

Rendiconto attività di gestione dei reclami. Veneto Banca. Anno 2016 Rendiconto attività di gestione dei reclami Veneto Banca Anno 2016 APRILE 2017 1 TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI CORRETTEZZA DELLE RELAZIONI TRA INTERMEDIARI E CLIENTI (Provvedimento

Dettagli

Linee Guida sulla trattazione dei reclami della clientela

Linee Guida sulla trattazione dei reclami della clientela Linee Guida sulla trattazione dei reclami della clientela Approvate dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 04/10/2016 con verbale n. 525 Edizione Ottobre 2016 Protezione del diritto di autore

Dettagli

RENDICONTO SULL ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L ANNO 2016

RENDICONTO SULL ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L ANNO 2016 RENDICONTO SULL ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L ANNO 2016 Le Disposizioni di Vigilanza della Banca d Italia del 29 luglio 2009 riguardanti la Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e

Dettagli

Metodi di risoluzione delle controversie alternativi al ricorso al Giudice

Metodi di risoluzione delle controversie alternativi al ricorso al Giudice 1 Metodi di risoluzione delle controversie alternativi al ricorso al Giudice L Arbitro Bancario Finanziario Andrea PITTARELLO studio legale associato BSVA 2 L Arbitro Bancario Finanziario L ABF è un sistema

Dettagli

RENDICONTO SULLA GESTIONE DEI RECLAMI 2015 Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari di Banca d Italia

RENDICONTO SULLA GESTIONE DEI RECLAMI 2015 Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari di Banca d Italia RENDICONTO SULLA GESTIONE DEI RECLAMI 2015 Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari di Banca d Italia Le Disposizioni delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari e le Disposizioni

Dettagli

Rendiconto sull attività di gestione dei reclami per l anno 2016

Rendiconto sull attività di gestione dei reclami per l anno 2016 Rendiconto sull attività di gestione dei reclami per l anno 2016 Premessa Il presente documento viene predisposto in ottemperanza alle disposizioni della Banca d Italia del 29 luglio 2009 (e successive

Dettagli

Collegio di Roma, 12 novembre 2010, n.1307

Collegio di Roma, 12 novembre 2010, n.1307 Collegio di Roma, 12 novembre 2010, n.1307 Categoria Massima: Mutuo / Rate e interessi Parole chiave: Anno commerciale, Calcolo dei dietimi, Mutuo, Piano di rimborso Laddove in base alla documentazione

Dettagli

La Relazione sull attività dell Arbitro Bancario Finanziario nel 2015

La Relazione sull attività dell Arbitro Bancario Finanziario nel 2015 Magda Bianco e Margherita Cartechini Servizio Tutela dei clienti e antiriciclaggio Banca d Italia La Relazione sull attività dell Arbitro Bancario Finanziario nel 2015 Outline Relazione sull attività dell

Dettagli

COMPITI E RESPONSABILITÀ DELLA COMPLIANCE Estratto Reclami

COMPITI E RESPONSABILITÀ DELLA COMPLIANCE Estratto Reclami COMPITI E RESPONSABILITÀ DELLA COMPLIANCE Estratto Reclami N A.4 Approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 24/02/2016 Data di efficacia: 24/02/2016 INDICE 1 PREMESSA... 3 2 DEFINIZIONI...

Dettagli

Procedure di reclamo e composizione stragiudiziale delle controversie

Procedure di reclamo e composizione stragiudiziale delle controversie Gentile Cliente, da sempre la nostra Cassa Raiffeisen persegue l obiettivo di svolgere le operazioni con piena soddisfazione della clientela. Qualora non sia possibile risolvere eventuali divergenze con

Dettagli

Aspetti evolutivi dei sistemi di controllo: l'esperienza di BancoPosta e Poste Italiane

Aspetti evolutivi dei sistemi di controllo: l'esperienza di BancoPosta e Poste Italiane Aspetti evolutivi dei sistemi di controllo: l'esperienza di BancoPosta e Poste Italiane Milano 17 giugno 2008 Roberto Russo Responsabile Revisione Interna BancoPosta Versione:1.0. Premessa 2 L evoluzione

Dettagli

Procedura di reclamo e composizione stragiudiziale delle controversie

Procedura di reclamo e composizione stragiudiziale delle controversie Procedura di reclamo e composizione stragiudiziale delle controversie Gentile Cliente, da sempre la nostra Cassa Raiffeisen persegue l obiettivo di svolgere le operazioni con piena soddisfazione della

Dettagli

INFORMAZIONI IN BASE AL CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE E AL REG. ISVAP 5/2006 CONFORMI AL C.D. ALLEGATO N. 7B

INFORMAZIONI IN BASE AL CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE E AL REG. ISVAP 5/2006 CONFORMI AL C.D. ALLEGATO N. 7B INFORMAZIONI IN BASE AL CODICE DELLE ASSICURAZIONI PRIVATE E AL REG. ISVAP 5/2006 CONFORMI AL C.D. ALLEGATO N. 7B IL PRESENTE DOCUMENTO CONTIENE LE INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE

Dettagli

RENDICONTO SULLA GESTIONE DEI RECLAMI 2016 Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari di Banca d Italia

RENDICONTO SULLA GESTIONE DEI RECLAMI 2016 Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari di Banca d Italia RENDICONTO SULLA GESTIONE DEI RECLAMI 2016 Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari di Banca d Italia Le Disposizioni delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari e le Disposizioni

Dettagli

VIT NUOVA VITANUOVA S.R.L. GESTIONE RECLAMI PROCEDURA. Verona li 21 novembre PREVIDENZA & PROTEZIONE

VIT NUOVA VITANUOVA S.R.L. GESTIONE RECLAMI PROCEDURA. Verona li 21 novembre PREVIDENZA & PROTEZIONE Telefono +39 045 4937515 E-mail: info@vitanuova.eu Sito web: VITANUOVA S.R.L. GESTIONE RECLAMI PROCEDURA Verona li 21 novembre 2016 Telefono +39 045 4937515 E-mail: info@vitanuova.eu Sito web: La procedura

Dettagli

La raccolta delle sanzioni e decisioni delle Autorità

La raccolta delle sanzioni e decisioni delle Autorità La raccolta delle sanzioni e decisioni delle Autorità La linea ABICS Una linea di servizi a supporto di tutte le fasi del processo di compliance Monitoraggio continuo dell'evoluzione normativa Analisi

Dettagli

Da inviarsi a mezzo raccomandata, fax ( ), o da consegnarsi presso il recapito di cui sopra

Da inviarsi a mezzo raccomandata, fax ( ),  o da consegnarsi presso il recapito di cui sopra Allegato A [scrivere in stampatello] ISTANZA DI CONCILIAZIONE per la risoluzione extra-giudiziale delle controversie insorte tra i Clienti e la Società VERITAS ENERGIA S.p.A. Alla Segreteria di Conciliazione

Dettagli

Percorso Professionalizzante per la Compliance in banca. Modulo 4 La relazione di annuale di compliance e i flussi informativi. Milano, 31 maggio 2012

Percorso Professionalizzante per la Compliance in banca. Modulo 4 La relazione di annuale di compliance e i flussi informativi. Milano, 31 maggio 2012 Percorso Professionalizzante per la Compliance in banca Modulo 4 La relazione di annuale di compliance e i flussi informativi Milano, 31 maggio 2012 Sede ABI - Via Olona, 2 La Delibera Consob 17297 Gli

Dettagli

Policy di gestione dei conflitti di interesse

Policy di gestione dei conflitti di interesse Policy di gestione dei conflitti di interesse approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 01 marzo 2017 Policy gestione conflitti di interesse 2 / 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 2. SOGGETTI RILEVANTI...

Dettagli

Policy sulla trattazione dei Reclami della Clientela

Policy sulla trattazione dei Reclami della Clientela 13 Settembre 2016 1. Premessa ed obiettivi La Banca di Credito Popolare (di seguito la Banca ), quale Banca del Territorio, vanta da sempre una forte conoscenza e sensibilità nei confronti della propria

Dettagli

Rendiconto sull attività di gestione dei reclami Anno 2015

Rendiconto sull attività di gestione dei reclami Anno 2015 Rendiconto sull attività di gestione dei reclami Anno 2015 Le disposizioni della Banca d Italia del 29.07.2009 in tema di Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ( 3, sez. XI),aggiornate

Dettagli

Determinazione per l'anno 2016 dei parametri previsti dall'art. 89-quater del regolamento n /1999 e successive modifiche

Determinazione per l'anno 2016 dei parametri previsti dall'art. 89-quater del regolamento n /1999 e successive modifiche Delibera n. 19703 Determinazione per l'anno 2016 dei parametri previsti dall'art. 89-quater del regolamento n. 11971/1999 e successive modifiche LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA VISTA

Dettagli

POLICY Gestione Conflitti di Interesse

POLICY Gestione Conflitti di Interesse POLICY Gestione Conflitti di Interesse [ Pagina Bianca ] Gestione dei conflitti di interesse 1 INDICE Introduzione... 3 Identificazione dei conflitti di interesse... 4 Politica di gestione dei conflitti

Dettagli

PROCEDURA CONCILIATIVA

PROCEDURA CONCILIATIVA PROCEDURA CONCILIATIVA PROTOCOLLO D INTESA tra Findomestic Banca S.p.A, con sede legale in Via J. Da Diacceto, 48 50128 Firenze (di seguito Findomestic ) e le Associazioni di Consumatori Adiconsum, Adoc

Dettagli

Politica di classificazione della clientela adottata da Banca Mediolanum

Politica di classificazione della clientela adottata da Banca Mediolanum Politica di classificazione della clientela adottata da Banca Mediolanum Edizione ottobre 2008 Versione 2.0 Indice INDICE... 2 1 PREMESSA... 3 2 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO... 3 3 REGOLE DI CLASSIFICAZIONE

Dettagli

Associazioni dei Consumatori veronesi

Associazioni dei Consumatori veronesi Protocollo di Intesa per la Conciliazione Paritetica tra Acque Veronesi scarl, Azienda Gardesana Servizi spa e Associazioni dei Consumatori veronesi Protocollo d intesa conciliazione paritetica rev_06_08_2015

Dettagli

(qualora il prodotto sia offerto fuori sede)

(qualora il prodotto sia offerto fuori sede) Pag. 1 / 5 Foglio informativo 219 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari (D.LGS. 385 del 1/9/93 Delibera C.I.C.R. del 4/3/2003) Linea libera e linee vincolate Informazioni sulla

Dettagli

Azienda Socio Sanitaria Territoriale ASST di Vimercate. Servizio Ispettivo Aziendale

Azienda Socio Sanitaria Territoriale ASST di Vimercate. Servizio Ispettivo Aziendale Azienda Socio Sanitaria Territoriale ASST di Vimercate Servizio Ispettivo Aziendale Relazione attività di verifica anno 2016 Servizio Ispettivo Aziendale Relazione attività di verifica anno 2016 Pagina

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi REGOLAMENTO INTEGRATIVO contenente disposizioni inerenti alle modalità e ai termini relativi alla

Dettagli

Report Controversie ProFamily

Report Controversie ProFamily Report Controversie ProFamily Andamento annuo comparato -15 Milano, 25 Gennaio 1 Indice 1 Premessa e obiettivi 2 3 4 5 6 Andamento pratiche a registro reclami Esito pratiche lavorate Motivazioni controversie

Dettagli

Compliance in Banks 2010

Compliance in Banks 2010 Compliance 2010 Compliance in Banks 2010 Metodologie ed esperienze a supporto dell attività di compliance nei servizi di investimento Giulio Giorgini Senior Partner BEE TEAM Il Sistema dei controlli della

Dettagli

REGOLAMENTO EMITTENTI MODALITA E TERMINI DEL CONTROLLO SULL INFORMAZIONE FINANZIARIA DIFFUSA DA EMITTENTI AZIONI (ART.

REGOLAMENTO EMITTENTI MODALITA E TERMINI DEL CONTROLLO SULL INFORMAZIONE FINANZIARIA DIFFUSA DA EMITTENTI AZIONI (ART. REGOLAMENTO EMITTENTI MODALITA E TERMINI DEL CONTROLLO SULL INFORMAZIONE FINANZIARIA DIFFUSA DA EMITTENTI AZIONI (ART. 118-BIS DEL TUF) DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE 2 marzo 2007 Le osservazioni al presente

Dettagli

POLITICA SULLA GESTIONE DEI CONFLITTI DI INTERESSE. Innovazione Finanziaria Sim S.p.A. Versione 1.0

POLITICA SULLA GESTIONE DEI CONFLITTI DI INTERESSE. Innovazione Finanziaria Sim S.p.A. Versione 1.0 POLITICA SULLA GESTIONE DEI CONFLITTI DI INTERESSE Innovazione Finanziaria Sim S.p.A. Versione 1.0 Innovazione Finanziaria SIM S.p.A. Sede Legale: Via F. Casati, 1/A - 20124 Milano, Italia Sede Operativa:

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore]

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] IL COLLEGIO DI ROMA composto dai signori: Dott. Giuseppe Marziale..... Presidente Avv. Bruno De Carolis. Membro designato dalla Banca d'italia Avv. Giuliana Scognamiglio.. Membro designato dalla Banca

Dettagli

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.901

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.901 Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.901 Categoria Massima: Trasparenza / Consegna di copia della documentazione Parole chiave: Art. 119 comma 4 TUB, Consegna documentazione, Contratti bancari in genere,

Dettagli

Procedura interna Gestione dei Reclami

Procedura interna Gestione dei Reclami Procedura interna Gestione dei Reclami (adottata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 21/05/2010 in ottemperanza della sezione XI paragrafo 3 delle Disposizioni di Vigilanza in materia di

Dettagli

Regolamento per la TRATTAZIONE DEI RECLAMI. presso la BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CASTAGNETO CARDUCCI

Regolamento per la TRATTAZIONE DEI RECLAMI. presso la BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CASTAGNETO CARDUCCI Regolamento per la TRATTAZIONE DEI RECLAMI presso la BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CASTAGNETO CARDUCCI Versione dicembre 2014 Sommario 1. Premessa... 4 2. Come presentare il reclamo... 4 3. Arbitro

Dettagli

LA CONFORMITA ED IL SISTEMA DEI CONTROLLI

LA CONFORMITA ED IL SISTEMA DEI CONTROLLI LA CONFORMITA ED IL SISTEMA DEI CONTROLLI LE NUOVE SFIDE PER I CONFIDI Luiss Business School - Roma, 21 novembre 2012 1 Rischio di non conformità La funzione di conformità (compliance) ha avvio nel settore

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL SESTO ARGOMENTO DELL ASSEMBLEA. Adeguamento del corrispettivo della società di revisione

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL SESTO ARGOMENTO DELL ASSEMBLEA. Adeguamento del corrispettivo della società di revisione RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SUL SESTO ARGOMENTO DELL ASSEMBLEA Adeguamento del corrispettivo della società di revisione Signori Azionisti, l Assemblea ordinaria degli azionisti del 27 aprile

Dettagli

Guida ai reclami di BPER Banca.

Guida ai reclami di BPER Banca. Guida ai reclami di BPER Banca. Aggiornamento giugno 2017 La Guida è stata redatta in collaborazione con 1. L importanza dei Reclami in BPER Banca La sopravvivenza e il successo di ogni azienda dipendono

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo a: CREDITI DI FIRMA

FOGLIO INFORMATIVO. relativo a: CREDITI DI FIRMA INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a: CREDITI DI FIRMA Banca di Credito Cooperativo di Gaudiano di Lavello Società Cooperativa Sede legale: Via Roma, 81/83 85024 Lavello (PZ) Telefono:

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 26 DELIBERAZIONE 18 giugno 2012, n. 525

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 26 DELIBERAZIONE 18 giugno 2012, n. 525 27.6. - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 26 DELIBERAZIONE 18 giugno, n. 525 Linee di indirizzo per il controllo ufficiale delle soggette a registrazione ai sensi del regolamento emanato

Dettagli

GARANZIA BCC Cambiano Riqualificazione immobili FIDI TOSCANA S.P.A.

GARANZIA BCC Cambiano Riqualificazione immobili FIDI TOSCANA S.P.A. GARANZIA BCC Cambiano Riqualificazione immobili FIDI TOSCANA S.P.A. INFORMAZIONI SU FIDI TOSCANA S.p.A. INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO Nome: FIDI TOSCANA S.p.A. Indirizzo: Viale Mazzini n 46 50132 Firenze

Dettagli

Gestione dei reclami. Schema della procedura interna

Gestione dei reclami. Schema della procedura interna Gestione dei reclami Schema della procedura interna In ottemperanza della sezione XI paragrafo 3 delle Disposizioni di Vigilanza in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 23/004 relativo alle operazioni di SCONTO INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO N. 23/004 relativo alle operazioni di SCONTO INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

SITO WEB RECLAMI. Come comunicare un reclamo. Gentile Utente,

SITO WEB RECLAMI. Come comunicare un reclamo. Gentile Utente, SITO WEB RECLAMI Come comunicare un reclamo Gentile Utente, il Provvedimento IVASS n. 46 del 3 Maggio 2016 ( Procedura di presentazione dei reclami all Isvap e la gestione dei reclami da parte degli intermediari

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA FOGLIO INFORMATIVO relativo al CERTIFICATO DI DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA SOC. COOPERATIVA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. P.O.S. (Point of Sales)

FOGLIO INFORMATIVO. P.O.S. (Point of Sales) FOGLIO INFORMATIVO P.O.S. (Point of Sales) INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811 Fax: 0535/83112

Dettagli

Direzione Centrale Entrate e Recupero Crediti Direzione Centrale Organizzazione e Sistemi Informativi Coordinamento Generale Legale.

Direzione Centrale Entrate e Recupero Crediti Direzione Centrale Organizzazione e Sistemi Informativi Coordinamento Generale Legale. Direzione Centrale Entrate e Recupero Crediti Direzione Centrale Organizzazione e Sistemi Informativi Coordinamento Generale Legale Roma, 05-07-2017 Messaggio n. 2799 Allegati n.1 OGGETTO: Ricorsi amministrativi

Dettagli

Comunicazione congiunta Banca d Italia Consob. Oggetto: Processo di valutazione dei beni immobili dei fondi comuni di investimento.

Comunicazione congiunta Banca d Italia Consob. Oggetto: Processo di valutazione dei beni immobili dei fondi comuni di investimento. Comunicazione congiunta Banca d Italia Consob Oggetto: Processo di valutazione dei beni immobili dei fondi comuni di investimento. La regolamentazione vigente prevede che, per la valutazione dei beni immobili

Dettagli

Comunicazione congiunta Banca d Italia Consob. Oggetto: Processo di valutazione dei beni immobili dei fondi comuni di investimento.

Comunicazione congiunta Banca d Italia Consob. Oggetto: Processo di valutazione dei beni immobili dei fondi comuni di investimento. Comunicazione congiunta Banca d Italia Consob Oggetto: Processo di valutazione dei beni immobili dei fondi comuni di investimento. La regolamentazione vigente prevede che, per la valutazione dei beni immobili

Dettagli

Principi di revisione nazionali SA 250B e SA 720B

Principi di revisione nazionali SA 250B e SA 720B Roma, 4 marzo 2015 L adozione dei principi professionali in materia di revisione ISA Italia: quale ruolo nella regolamentazione del mercato dei servizi di revisione? Prof. Raffaele D Alessio (Presidente

Dettagli

SOCIETÀ CONSORTILE A R. L. LANGHE MONFERRATO ROERO

SOCIETÀ CONSORTILE A R. L. LANGHE MONFERRATO ROERO SOCIETÀ CONSORTILE A R. L. LANGHE MONFERRATO ROERO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2016-2017-2018 OTTOBRE 2015 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Indice INTRODUZIONE...

Dettagli

Procedure relative al sistema di controllo interno sull informativa finanziaria

Procedure relative al sistema di controllo interno sull informativa finanziaria ALLEGATO RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA Premessa. Le risposte alle domande della presente sezione Controllo interno sull

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA FOGLIO INFORMATIVO. relativo al servizio CESSIONE IN USO DI CASSETTE DI SICUREZZA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA FOGLIO INFORMATIVO. relativo al servizio CESSIONE IN USO DI CASSETTE DI SICUREZZA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA FOGLIO INFORMATIVO relativo al servizio CESSIONE IN USO DI CASSETTE DI SICUREZZA Data emissione: 01.07.2011-1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO

Dettagli

Le controversie finanziarie sino ad euro Il nuovo Arbitro presso la Consob

Le controversie finanziarie sino ad euro Il nuovo Arbitro presso la Consob Le controversie finanziarie sino ad euro 500.000. Il nuovo Arbitro presso la Consob Gennaio 19, 2017 Maurizio Tidona Avvocato Corrispondenza: m.tidona@tidona.com Indice: 1. Il nuovo arbitro per le controversie

Dettagli

FASE DI GESTIONE DEI RECLAMI SCHEMA DELLA PROCEDURA INTERNA

FASE DI GESTIONE DEI RECLAMI SCHEMA DELLA PROCEDURA INTERNA FASE DI GESTIONE DEI RECLAMI SCHEMA DELLA PROCEDURA INTERNA INDICE DELLE REVISIONI REV MOTIVO REVISIONE APPROVATO DA 00 Prima emissione in ottemperanza della sezione XI paragrafo 3 delle Disposizioni di

Dettagli

Foglio informativo n Servizi bancari. Crediti di firma.

Foglio informativo n Servizi bancari. Crediti di firma. Foglio informativo n. 2.02.31 Servizi bancari. Crediti di firma. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo Private Banking S.p.A. Sede Legale e Amministrativa: Via Hoepli 10 20121 Milano Sito Internet:

Dettagli

GOVERNANCE DEI CONTROLLI: LA FUNZIONE COMPLIANCE

GOVERNANCE DEI CONTROLLI: LA FUNZIONE COMPLIANCE LE IMPRESE DI ASSICURAZIONI OLTRE SOLVENCY II PRESIDIO DEI RISCHI, ORGANIZZAZIONE, SISTEMI DI CONTROLLO GOVERNANCE DEI CONTROLLI: LA FUNZIONE COMPLIANCE Avv. Claudio Cola, Roma 15 marzo 2016 0 Qualità

Dettagli

SCHEMA DELLA PROCEDURA INTERNA GESTIONE DEI RECLAMI

SCHEMA DELLA PROCEDURA INTERNA GESTIONE DEI RECLAMI BCC DI BUONABITACOLO SCHEMA DELLA PROCEDURA INTERNA GESTIONE DEI RECLAMI Processo Gestione dei Reclami redatto da: Servizio Organizzazione verificato da: Ufficio Compliance approvato da: Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Relazione sugli esiti dell Autovalutazione del Collegio Sindacale della Banca di Udine Credito Cooperativo

Relazione sugli esiti dell Autovalutazione del Collegio Sindacale della Banca di Udine Credito Cooperativo Relazione sugli esiti dell Autovalutazione del Collegio Sindacale della Banca di Udine Credito Cooperativo 1 SINTESI... 2 2 CONTESTO NORMATIVO DI RIFERIMENTO... 2 3 METODOLOGIA UTILIZZATA PER CONDURRE

Dettagli

Tit del 18/03/2015. La Responsabile del Servizio Corecom

Tit del 18/03/2015. La Responsabile del Servizio Corecom DETERMINAZIONE Determinazione n. 3/2015 DEFC.2015.3 Tit. 2012.1.10.21.666 del 18/03/2015 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA TRA X E NGI X La Responsabile del Servizio Corecom Vista la legge 14 novembre

Dettagli

Oggetto: Schema di Protocollo d intesa tra la Regione Lazio ed il Tribunale di Roma per la istituzione di un punto informativo sulla conciliazione.

Oggetto: Schema di Protocollo d intesa tra la Regione Lazio ed il Tribunale di Roma per la istituzione di un punto informativo sulla conciliazione. Oggetto: Schema di Protocollo d intesa tra la Regione Lazio ed il Tribunale di Roma per la istituzione di un punto informativo sulla conciliazione. LA GIUNTA REGIONALE Su proposta dell Assessore alla Tutela

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLE AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLE AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE Pagina 1 di 8 REGIONE TOSCANA PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLE AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE DISTRIBUZIONE CONTROLLATA NON CONTROLLATA COPIA N DESTINATARIO 00 15-12-2014 Prima emissione Rev. Data Descrizione

Dettagli

OMBUDSMAN-GIURI BANCARIO Regolamento per la trattazione dei reclami e dei ricorsi in materia di servizi e attività di investimento

OMBUDSMAN-GIURI BANCARIO Regolamento per la trattazione dei reclami e dei ricorsi in materia di servizi e attività di investimento Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie - ADR OMBUDSMAN-GIURI BANCARIO Regolamento per la trattazione dei reclami e dei ricorsi in materia di servizi e attività

Dettagli

N. Prot.: CIR/UNS/GNRD/03/2016 Data: Provvedimento IVASS n. 46/2016 recante modifiche al Regolamento ISVAP 24/2008 in tema di Reclami

N. Prot.: CIR/UNS/GNRD/03/2016 Data: Provvedimento IVASS n. 46/2016 recante modifiche al Regolamento ISVAP 24/2008 in tema di Reclami N. Prot.: CIR/UNS/GNRD/03/2016 Data: 31.10.2016 Annulla / Sostituisce: Oggetto: Emittente: Provvedimento IVASS n. 46/2016 recante modifiche al Regolamento ISVAP 24/2008 in tema di Reclami Gestione Normativa

Dettagli

Relazione illustrativa. al piano di rimodulazione estiva degli Uffici Postali ANNO 2016

Relazione illustrativa. al piano di rimodulazione estiva degli Uffici Postali ANNO 2016 Relazione illustrativa al piano di rimodulazione estiva degli Uffici Postali ANNO 2016 Roma, 29 aprile 2016 1 RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL PIANO DI RIMODULAZIONE ESTIVA DEGLI UFFICI POSTALI ANNO 2016 I criteri

Dettagli

L'AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. NELLA SUA ADUNANZA del 23 febbraio 2011; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

L'AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. NELLA SUA ADUNANZA del 23 febbraio 2011; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; L'AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 23 febbraio 2011; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la legge 10 ottobre 1990, n. 287; VISTA la legge 28 dicembre

Dettagli

Gestione dei reclami. Schema della procedura interna

Gestione dei reclami. Schema della procedura interna Gestione dei reclami Schema della procedura interna VERSIONE: 1.2 DELIBERA DEL: 28/06/2012 ATTUAZIONE DEL: 02/07/2012 VERSIONE: 1.3 DELIBERA DEL: 11/10/2012 ATTUAZIONE DEL: 11/10/2012 VERSIONE: 1.4 DELIBERA

Dettagli

ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO

ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL COMMERCIALISTA E IL CONTENZIOSO D IMPRESA: OPPORTUNITÀ E STRATEGIA SUGLI STRUMENTI ADR ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO PAOLA SALERNO 14 Settembre 2012 - ODCEC

Dettagli

Roma, 5 dicembre 2016 CIRCOLARE N. 100 / 2016

Roma, 5 dicembre 2016 CIRCOLARE N. 100 / 2016 Roma, 5 dicembre 2016 CIRCOLARE N. 100 / 2016 Prot. 1817 AC/AS Ai Presidenti e Direttori Generali degli Enti Associati LAVORI PUBBLICI ENTI PUBBLICI ECONOMICI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI OGGETTO D.lgs.

Dettagli

REGOLAMENTO N. 24 DEL 19 MAGGIO L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 24 DEL 19 MAGGIO L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 24 DEL 19 MAGGIO 2008 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DEI RECLAMI ALL ISVAP DI CUI ALL ARTICOLO 7 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE 2005, N. 209 CODICE DELLE ASSICURAZIONI

Dettagli

Modulo DOMANDA CONGIUNTA DI MEDIAZIONE ai sensi del D.Lgs. n. 28/10

Modulo DOMANDA CONGIUNTA DI MEDIAZIONE ai sensi del D.Lgs. n. 28/10 1 ASSOCIAZIONE IMMEDIATA-ADR Organismo di mediazione Iscritta al n. 49 del Registro degli organismi di mediazione del Ministero della Giustizia per gestire dei tentativi di mediazione finalizzati alla

Dettagli