TankMaster WinSetup User s Guide

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TankMaster WinSetup User s Guide"

Transcript

1 TankMaster WinSetup User s Guide

2 Saab TankMaster WinSetup User s Guide Seconda edizione Copyright Agosto 2001 Saab Marine Electronics AB Ref. no It

3 Copyright Agosto 2001 Saab Marine Electronics AB Contenuti, descrizioni e specifiche riportate in questo manuale possono cambiare senza alcuna comunicazione. Saab Marine Electronics AB declina ogni responsabilità per eventuali errori contenuti nel presente manuale. Marchi di fabbrica TankMaster è un marchio di Saab Marine Electronics AB. HART è un marchio registrato di HART Communication Foundation. Modbus è un marchio registrato di Modicon. Pentium è un marchio registrato di Intel Corporation. Windows95/98, Windows NT e MS Excel sono marchi di Microsoft Corporation. Acrobat è un marchio di Adobe Sistems Incorporated. 2 Seconda edizione, Agosto 2001

4 Contenuti Contenuti 1 Per iniziare Cos è Saab TankMaster? Pacchetto Software TankMaster Installazione del software TankMaster Requisiti di sistema Moduli Software installati Procedura di installazione Installazione di un sistema di misura del livello La finestra principale di WinSetup Menus Barra degli strumenti Barra di stato Spazio di lavoro (Workspace) Visualizzazione Tanks e Devices Workspace Icone Gestione Utenti Accesso al TankMaster Gestione di User Account Modifica del livello di protezione di finestre singole Modifica della Password Modifica del tempo di inattività (Inactivity Timeout) Installazione di un sistema di misura del livello Panoramica Setup del Protocollo di Comunicazione Configurazione del Master Protocol Channel Configurazione di Slave Protocol Channel Preferenze Unità di misura Inserimento prefissi Tag Elenco grandezze visualizzate (Tank View Layout) Seconda edizione, Agosto

5 Contenuti 3.4 Installazione di una unità di comunicazione di campo FCU Panoramica Procedura di installazione Installazione Tank Panoramica Avvio della procedura (wizard) di installazione Tank Installazione di un nuovo serbatoio (New Tank) Riepilogo dell installazione e configurazione Tank Modifica della configurazione del Tank Disinstallazione di un Tank Installazione del Device Panoramica Avvio della procedura di installazione dello strumento (device) Installazione di un RTG TRL e una DAU Passo 1: Avvio della procedura di installazione device Passo 2: Selezione del tipo di Device Passo 3: Setup di comunicazione Passo 4: Configurazione RTG Passo 5: Tank Distances (Distanze di riferimento Radar/serbatoio) Passo 6: RTG Geometry Passo 7: Configurazione DAU Passo 8: Riepilogo Installazione di un singolo RTG TRL2 senza DAU Installazione di una singola IDAU TRL2 senza RTG Installazione di un REX Passo 1: Avvio della procedura di installazione Device Passo 2: Selezione del tipo di Device Passo 3: Setup della Comunicazione Passo 4: Configurazione Trasmettitore Passo 5: Tank Distances Passo 6: Geometria RTG Passo 7: Riepilogo Installazione di un TankRadar REX e una DAU Installazione di un ILS Installazione di un TRL PU Installazione di un Enraf CIU Installazione di un Endress& Hauser MDP Seconda edizione, Agosto 2001

6 Contenuti 3.17 Installazione di un misuratore per LPG/LNG Preparazione Configurazione LPG Calibrazione Aggiustamento Manuale Uso della funzione Calibrate Modifica della configurazione dello strumento Disinstallazione di uno strumento Visualizzazione delle Statistiche del Canale di Protocollo Registrazione della comunicazione del canale Visualizzazione della comunicazione Salvataggio di Communication Log su File Ricerca degli strumenti connessi Visualizzazione dati serbatoio Visualizzazione dati di un solo serbatoio Molti serbatoi Visualizzazione dello Stato degli Allarmi Visualizzazione di Input e Holding Registers Per modificare Holding Registers Salvataggio e carico dei Registri di Database Per caricare il Database di uno strumento Per salvare i Registri dello Strumento Carico di un nuovo Software Trasmettitore REX Funzioni di Service Controllo manuale Relè Stato degli stumenti HART Conversione da Resistenza a Temperatura con caratteristica Utente Con tabella di linearizzazione Uso di una Formula Matematica Seconda edizione, Agosto

7 Contenuti 15. TankMaster Administrator Autostart Backup File Version Information Processi Menu Items File View Service (REX 3900) Tools Help Index Seconda edizione, Agosto 2001

8 Capitolo 1 Per iniziare 1 Per iniziare 1.1 Cos è Saab TankMaster? Saab TankMaster è un pacchetto software per l installazione e la configurazione dei misuratori di livello prodotti da Saab Marine Electronics AB. Il pacchetto software TankMaster è un potente mezzo, di facile uso, per l installazione e configurazione dei dispositivi di misura del livello, come trasmettitori radar (RTG), unità di acquisizione dati (DAU) e unità di comunicazione di campo (FCU). TankMaster è progettato per essere usato in ambiente Windows NT di Microsoft garantendo un facile accesso ai dati di misura alla rete locale (LAN). Saab TankMaster permette l uso di vari protocolli, come Saab TRL/2 Modbus, RS232 e RS485 per la connessione alla rete locale (LAN) e host computers. In ogni momento può essere facilmente modificato l inserimento di protocolli, strumenti e serbatoi. L interfaccia grafico dà una chiara panoramica degli strumenti e dei serbatoi installati. Possono facilmente essere visualizzati i trasmettitori e le unità di acquisizione associate ad ogni serbatoio. I dati di misura sono presentati in tempo reale ed è possibile personalizzare la visualizzazione dei dati di ogni serbatoio secondo le proprie necessità. Caratteristiche Monitoraggio dei dati di misura Chiara supervisione dei serbatoi e degli strumenti installati. Semplice installazione con l uso delle procedure guidate Wizards. Connettibilità aperta. Strumento di facile impiego orientato all Utente con interfaccia grafico. Seconda edizione, August

9 Capitolo 1 Per iniziare 1.2 Pacchetto Software TankMaster Saab TankMaster comprende i seguenti moduli software: WinOpi. WinSetup. Tank Server. Master protocol server. Slave protocol server. TankMaster Setup Saab Tank Server Master Protocol Server Slave Protocol Server COM1 COM2 WinOpi è l interfaccia operatore per il sistema di misura per serbatoi di Saab Tank Control. Comunica con Tank Server e altri protocolli server per monitorare i dati di misura dei serbatoi. WinOpi permette anche la gestione degli allarmi, il resoconto dei lotti, la gestione automatica dei resoconti, il campionamento storico dei dati, i calcoli d inventario come volume, densità osservata ed altri parametri. Il programma WinSetup è l interfaccia grafico utente per installazione, configurazione e service dei dispositivi di misura del livello. 8 Seconda edizione, August 2001

10 Capitolo 1 Per iniziare Il Tank Server comunica con gli strumenti mediante il Master Protocol Server e gestisce i dati di configurazione per tutti i serbatoi e strumenti installati. Il nome del serbatoio e dello strumento, i dati di configurazione come tipo di antenna, numero dei sensori di temperatura collegati, ingressi analogici e molti altri parametri sono memorizzati dal Tank Server. Tank Server raccoglie i dati di misura dagli strumenti collegati e li fornisce all interfaccia utente WinOpi/WinSetup. Il Master Protocol Server trasferisce i dati di configurazione e i dati misurati tra Tank Server e strumenti collegati nel sistema Saab Tank Control. Master Protocol Server è in grado di comunicare con numerosi tipi di strumenti come misuratori di livello Radar (RTG), Unità di comunicazione di campo (FCU) e Unità di acquisizione dati (DAU) per raccogliere i dati misurati di livello, temperatura e pressione. Slave Protocol Server è usato per connettere il sistema TankMaster ad un host computer (DCS). Slave Protocol Server scambia i dati serbatoio tra Tank Server e host computer. Seconda edizione, August

11 Capitolo 1 Per iniziare 1.3 Installazione del software TankMaster Requisiti di sistema Per girare con TankMaster WinSetup è necessario: Sistema operativo: Windows NT 4.0 SP5 o successivi. Hardware: - Processore: Intel Pentium o compatibile 350 MHz. - Hard Disk spazio libero: 4 GB. - Memoria interna (RAM): 128 MB. - Due porte RS Monitor da 17" o maggiore (consigliato). - Scheda grafica: 1024 *768, colori. - Modem di comunicazione FBM 2171 o RS 232/ Moduli Software installati Devono essere installati i seguenti moduli software: Programma TankMaster WinSetup. Programma TankMaster WinOpi. Tank Server. Modbus Master protocol server. Vari Slave protocol server. 10 Seconda edizione, August 2001

12 Capitolo 1 Per iniziare Procedura di installazione Per installare il pacchetto software TankMaster procedere come segue: 1. Inserire il CD-ROM TankMaster. Risposta: parte la procedura di installazione. Attenzione! Se la wizard di installazione non parte automaticamente quando viene inserito il CD-ROM: doppio clic sul file Tmcd.exe o clic sul tasto di Start di Windows, scegli Run quindi il file Tmcd.exe sul CD di installazione TankMaster per far partire l installazione. 2. Clic sul tasto TankMaster per installare il software. 3. Installare il software Acrobat Reader, per poter consultare online la documentazione in formato pdf. Se la corrispondente casella non è evidenziata, Acrobat Reader è già installato nel computer. 4. Fine dell installazione. Seconda edizione, August

13 Capitolo 1 Per iniziare 1.4 Installazione di un sistema di misura del livello La messa in esercizio del sistema TRL/2 è basata su due attività principali: Tank Installation (installazione del serbatoio). Device installation (installazione degli strumenti). Tank Installation Comprende la definizione del tipo di serbatoio, del trasmettitore da associare al serbatoio e quali sorgenti di segnale usare come ingressi per i vari parametri del serbatoio. Device Installation Comprende maschere quali: configurazione o comunicazione con bus di campo, definizione dell altezza del serbatoio e altri parametri geometrici, definizione del tipo di antenna in uso, configurazione dei sensori di temperatura, dei relè, dei sensori di pressione e altri strumenti esterni (se presenti). Wizards Per facilitare il processo di installazione, TankMaster WinSetup guida l utente attraverso le procedure di installazione mediante le procedure guidate chiamate Wizards. Quando una wizard è partita, WinSetup avanza automaticamente passo dopo passo attraverso una procedura che permette di focalizzare i particolari importanti anziché cercare di ricordare cosa fare dopo. L aiuto in linea (Online Help) fornisce informazioni su ogni passo nel caso fosse necessaria ulteriore assistenza. 12 Seconda edizione, August 2001

14 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup 2 La finestra principale di WinSetup La finestra principale (Main Window) di TankMaster comprende il piano di lavoro (Workspace) dove disporre serbatoi (Tanks) e strumenti (Devices), la barra dei menu in alto sullo schermo, la barra di stato (Status) in basso e una serie di tasti nella barra strumenti (Tools). Minimize Maximize Close Menubar Toolbar Workspace Status bar Workspace può essere mosso in ogni posizione della Main window. Può rimanere su l uno o l altro spazio di Main window, o può essere lasciato flottante. Allow Docking per posizionare workspace nella main window. Seconda edizione, Agosto

15 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup 2.1 Menus La barra dei menu, in alto sullo schermo, contiene File, View, Service, Tools e Help. L opzione Service è disponibile anche premendo il tasto destro del mouse. Opzioni differenti sono disponibili in funzione del tipo di oggetto selezionato nella finestra Workspace; per esempio selezionando la cartella Device e premendo il tasto destro del mouse appare: Selezionando un device (trasmettitore radar) e premendo il tasto destro del mouse compare il menu: 14 Seconda edizione, Agosto 2001

16 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup 2.2 Barra degli strumenti La barra Tools contiene tasti che agiscono come scorciatoie per specifiche opzioni menu. Normalmente la barra Tools è visibile. Per nasconderla, aprire il menu View e annullare l opzione Tool. La barra Tool normale comprende le seguenti voci: Per uscire dal modo visualizzazione (View Only). 2 Per accedere a TankMaster come Operator, Supervisor o Amministrator. 3 Per rinominare un serbatoio (Tank). 4 Per cercare un serbatoio (Tank) o un strumento (Device) nella struttura ad albero di Workspace. 5 Apre il dialogo proprietà (Properties). 6 Apre la finestra visualizzazione serbatoi (Tank View). 7 Per installare un nuovo Tank. 8 Per installare un nuovo Device. 9 Per disinstallare un Tank. 10 Per disinstallare un Device. 11 Per aprire e chiudere la finestra spazio di lavoro (Workspace). 12 Riferimenti a WinSetup. Seconda edizione, Agosto

17 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup 2.3 Barra di stato La barra Status è situata alla base della finestra principale di TankMaster. Fornisce informazioni generali sullo stato attuale del sistema. Normalmente la barra Status è visibile; per nasconderla aprire il menu View e annullare la scelta della barra Status. Status bar Quando viene selezionato un Device, Tank o ogni altra voce nella finestra principale di WinSetup, la barra Status visualizza informazioni sul particolare selezionato e ne indica il corrente livello di protezione (View Only, Operator ecc.). 16 Seconda edizione, Agosto 2001

18 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup 2.4 Spazio di lavoro (Workspace) Visualizzazione Tanks e Devices Il piano di lavoro mostra una panoramica di tutti gli strumenti e dei serbatoi. E possibile commutare la scelta sulla panoramica fisica (Physical) o logica (Logical). Clic per la vista Logical Clic per la vista Physical Workspace permette di eseguire numerosi compiti: Installare e configurare Tanks, Devices e Protocols. Rimuovere Tanks e Devices. Modificare configurazione a Tanks e Devices. Vedere Database e Input Registers. Organizzare il tracciato Tank View. Attribuire il nome a Tanks e Devices. Scaricare nel radar nuove applicazioni software. Vedere i dialoghi di comunicazioni. Seconda edizione, Agosto

19 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup Workspace La finestra Workspace mostra Tanks e Devices installati e i protocolli di comunicazione disponibili. Fornisce inoltre informazioni sulla configurazione dei Devices installati. Es. 1 In Logical View tutti i Tanks ed i Devices installati, così come i protocolli di comunicazione disponibili sono organizzati in cartelle separate per dare una chiara visione panoramica del sistema. Es. 2 La cartella Tanks contiene una panoramica dei serbatoi installati. Per ogni Tank sono indicati tutti i Devices ad esso associati. 18 Seconda edizione, Agosto 2001

20 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup Il trasmettitore LT-1 comunica direttamente con This Workstation. l trasmettitore LT-3 comunica via la FCU-1 associata. Es. 3 Workspace fornisce informazioni che riflettono la configurazione del sistema. In questo esempio i simboli indicano che il trasmettitore LT- 3 comunica con questa stazione di lavoro (This Workstation) mediante l unità di campo FCU-1. Il trasmettitore LT-1 comunica direttamente con This Workstation. Il trasmettitore LT-1 è installato con una DAU. Es. 4 Un segno + indica che un trasmettitore è installato con una DAU associata. Se manca il segno + non ci sono strumenti associati al radar RTG. Il trasmettitore LT-5 è installato senza una DAU. Es. 5 I protocolli di comunicazione disponibili sono visualizzati nella cartella Protocols. Seconda edizione, Agosto

21 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup Icone Nella finestra Workspace i differenti Tanks e Devices sono rappresentati mediante le icone sottoriportate. Serbatoio cilindrico verticale Serbatoio con tetto galleggiante Serbatoio sferico Serbatoio cilindrico orizzontale TRL/2 Trasmettitore Radar (RTG) serie 2900 TRL/2 Trasmettitore Radar (RTG) serie REX Unità di comunicazione di campo (FCU) Unità di acqusizione indipendente (IDAU) Unità di acquisizione slave (SDAU) TRL PU ILS Seconda edizione, Agosto 2001

22 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup 2.5 Gestione Utenti TankMaster ha numerosi livelli di protezione che consentono di prevenire variazioni non autorizzate dei parametri. Per cambiare configurazione a Tank e Device, per installare nuovi Tanks e Devices, per calibrare un trasmettitore, per modificare i valori dei registri Holding ecc. è necessario poter accedere a TankMaster. E possibile accedere come Administrator, Supervisor o Operator, dipende dalla variazione da apportare. Nel modo View Only è permesso aprire tutti i dialoghi ma non è consentita alcuna modifica. Sono disponibili i seguenti livelli di protezione: View Only Permette la visualizzazione dei parametri di tank e device ma non permette alcuna variazione o installazione di nuovi tanks o devices. Operator Permette di creare gruppi di tank e allarmi, cambiare i limiti degli allarmi e introdurre parametri per il calcolo d inventario nel TankMaster WinOpi. User name (default): operator Password (default): oper Supervisor Dà tutti i privilegi di Operator e permette la variazione dei parametri di Setup del sistema. Al Supervisor è permesso di installare e configurare tanks e devices e di cambiare la configurazione attuale di protocolli, devices e tanks. User name (default): supervisor Password (default): super Administrator Dà tutti i privilegi di Supervisor e permette la gestione degli utenti accreditati (User Accounts). User name (default): administrator Password (default): admin Seconda edizione, Agosto

23 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup Accesso al TankMaster 1. Dal menu File scegliere Log On o premere sul tasto Log On nella barra Tool di WinSetup. 2. Digitare Username e Password. La Password è sensibile al carattere (maiuscolo e minuscolo), Username no. Attenzione! Entrando 5 volte consecutive nei fails l accredito utente (user account) viene disabilitato e deve essere riabilitato da un administrator. 3. Clic sul tasto OK. Nella barra Status di WinOpi viene indicato l attuale utente e il corrispondente livello di protezione. Username Protection level 22 Seconda edizione, Agosto 2001

24 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup Gestione di User Account TankMaster permette di accreditare numerosi utenti (Users) a differenti livelli di accesso. E necessario accedere come Administrator per aggiungere un nuovo utente o per modificare l elenco esistente. Per aggiungere un nuovo User: 1. Accedere come Administrator. 2. Dal menu Tools>Administrative Tools scegliere User Manager. 3. Nella finestra User Manager selezionare una cella in una riga vuota. 4. Clic sul tasto New. 5. Digitare un nome utente e una password. Volendo, può essere aggiunta una descrizione nella cella Description. 6. Scegliere il livello di protezione voluto e fare clic sul tasto OK. Vedere la descrizione all inizio di questo capitolo per ulteriori informazioni sui livelli di protezione disponibili. Seconda edizione, Agosto

25 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup Usare come predefinito il primo account con livello di accesso dovuto Nuovo account utente aggiunto 7. Accertarsi che il nuovo nome appaia nella finestra User Manager. Marcare la casella Use first account volendo far apparire un nome utente predefinito ogni volta che viene aperto il dialogo Log On. Se la casella non viene marcata, il campo User Name rimane vuoto quando viene aperto il dialogo Log On. 8. Clic sul tasto OK. 24 Seconda edizione, Agosto 2001

26 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup Modifica del livello di protezione di finestre singole TankMaster dà la possibilità di cambiare il livello di protezione di alcune finestre come Properties, Calibrate ecc. Questa funzione è disponibile solo entrando con livello di Administrator. Per modificare il livello di protezione seguire le istruzioni: 1. Posizionare il cursore sull icona nell angolo superiore sinistro e premere il tasto sinistro del mouse. Protection Level 2. Scegliere l opzione Protection Level. Ricordare che è necessario essere entrati come Administrator! 3. Selezionare il voluto livello di protezione dal menu e fare clic sul tasto OK. Ora potranno essere accettate le variazioni solo se formulate con lo specifico livello di protezione. Seconda edizione, Agosto

27 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup Modifica della Password TankMaster permette di cambiare la password in ogni momento: 1. Dal menu Tool/Administrative Tool scegliere l opzione Set Password. 2. Selezionare il server su cui vale il proprio user account. I differenti server possono essere individuati nel workspace di WinSetup. (Se si è già entrati, l attuale server è già selezionato nella finestra Change User Password). 3. Digitare il proprio username se workspace è nel modo View Only. Se l utente è già entrato nel dialogo Log on, nel campo Username appare il corrente nome utente. 4. Digitare la vecchia password e la nuova nei corrispondenti campi. Attenzione! La password è sensibile al carattere (maiuscolo/minuscolo). 5. Conferma la nuova password quindi clic sul tasto OK. 26 Seconda edizione, Agosto 2001

28 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup Modifica del tempo di inattività (Inactivity Timeout) TankMaster WinSetup permette di fissare un tempo (timeout) dopo il quale il corrente utente viene automaticamente escluso. Il periodo di timeout viene ripristinato ogni volta che l utente esegue un attività che richieda un controllo del livello di accesso, per esempio modifica della configurazione di uno strumento o accesso a WinSetup. Impostazione di Inactivity Timeout: 1. Dal menu Tools/Administrative Tools scegliere l opzione Set Inactivity Timeout. (l accesso deve essere come Administrator). 2. Digitare il valore desiderato nel relativo campo. 3. Clic sul tasto OK. Seconda edizione, Agosto

29 Capitolo 2 La finestra principale di WinSetup 28 Seconda edizione, Agosto 2001

30 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 3. Installazione di un sistema di misura del livello 3.1 Panoramica Prima di iniziare ad installare un sistema Saab Tank Gauging assicurarsi che le seguenti informazioni siano disponibili. Un piano di tutti gli strumenti ed i serbatoi. Ricordare che deve essere usato il numero identificativo (Unit Id) e l indirizzo di comunicazione di ogni strumento (Unit Id è l unico identificativo dato dal costruttore ad ogni RTG, FCU e DAU). Tutte le dimensioni relative alle misure, come altezza serbatoi, distanza tra livello Zero e fondo serbatoio, volume a livello zero e massimo ecc. Per installare un sistema di misura di livello seguire la procedura descritta sotto: 1. Setup del Protocollo di comunicazione Indicare i parametri del protocollo di comunicazione: Il Master Protocol guida la comunicazione tra il PC Tank Master e l unità di comunicazione FCU. Lo Slave Protocol è usato per la comunicazione con un host computer. Volendo sorvegliare la comunicazione bus dovranno essere indicati i tipi di errore, codici funzioni ecc. da registrare. 2. Preferenze Indicare unità di misura, sigle di targa per serbatoi e strumenti, parametri da visualizzare come dati dei serbatoi. 3. Installazione e configurazione dell Unità di comunicazione di campo FCU Se il sistema comprende una FCU, questa deve essere installata e configurata prima degli altri devices come RTG e DAU. Per installare una FCU è necessario: Assegnare un indirizzo Per ogni porta di comunicazione, scegliere il protocollo e dare i parametri di comunicazione appropriati. Configurare lo slave database dove fermare informazioni sui devices connessi al bus di campo. Seconda edizione, Agosto

31 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 4. Configurazione Tank e Device Per installare tanks e devices può essere scelta a piacere una delle due alternative: Alternativa 1: Inizio con l installazione dei tanks. In questo caso i devices sono installati come parte della procedura di installazione del tank. Alternativa 2: Inizio con l installazione e configurazione del device. Quando i devices sono installati, continuare con l installazione dei tanks e associare i tanks ai relativi devices. Installazione Tank L installazione include i seguenti passi: Scelta del tipo di Tank Attribuzione sigla Scelta devices Configurazione Selezionare una delle opzioni disponibili: Cylinder (cilindro verticale), Floating roof (tetto galleggiante), Sphere LPG (sfera GPL), Horizontal LPG (sigaro GPL) ecc. Precisare il nome da usare come identificativo in Workspace e altre finestre. Associare gli strumenti al rispettivo serbatoio. Precisare le sorgenti di segnale disponibili per i parametri come Free Water Level (piede d acqua), Vapour Pressure (pressione vapore), Liquid Pressure (pressione liquido). Inserimento valori Installazione Device L installazione include i seguenti passi: Comunicazione Configurazione 5. Calibrazione Volendo sconnettere la misura automatica di un parametro, può essere indicato manualmente il valore da usare in sostituzione. Può essere indicato anche un campo di valori per ogni variabile misurata. Specificare protocollo e indirizzo. Indicare le distanze nel serbatoio, le distanze geometriche relative a trasmettitore, sensori esterni di temperatura ed altri parametri dipendenti dal tipo di strumento installato. Quando un trasmettitore REX 3900 è installato e configurato è necessario aggiustare la Calibration Distance (la Tank Connection Length per il TRL/ 2), per far corrispondere livello misurato e attuale livello del prodotto. Questa calibrazione sarà eseguita una sola volta a fine lavoro dopo una precisa verifica del livello e non sarà necessario ripeterla finchè le condizioni di montaggio non saranno cambiate. 30 Seconda edizione, Agosto 2001

32 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 3.2 Setup del Protocollo di Comunicazione Il protocollo TRL/2 Modbus Master è disponibile come protocollo predefinito quando Saab TankMaster è installato sul computer. Altri protocolli, come TRL/2 Modbus Slave, possono essere disponibili a richiesta. Contattare Saab Tank Control per ulteriori informazioni. Una protocollo porta fino a 8 canali. Per ogni canale precisare la porta di comunicazione del PC (COM) ed i parametri standard di comunicazione come Baud Rate e Stop Bits.communication parameters like Baud Rate and Stop Bits. Master Protocol Server Computer Channel 1 Channel 2 COM 1 Channel 3 Channel 4 Channel 5 Channel 6 Channel 7 Channel 8 Slave Protocol Server Channel 1 Channel 2 COM 2 Channel 3 Channel 4 Channel 5 Channel 6 Channel 7 Channel 8 To Host computer (COM2) (Slave protocol) Field Communication Unit TRL/2 Modbus (COM1) (Master protocol) Field Bus Modem La OPI work station può essere connessa ai trasmettitori in campo e ad un host computer con l uso di protoclli Master e Slave. Seconda edizione, Agosto

33 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Per ogni protocollo può essere configurato: Parametri di comunicazione: COM Port, Baud Rate, stopbits, tipo di modem ecc. Log file: nome del File, dimensione del file, elenco log. Mappatura dei Tank. (Solo per protocolli slave!) Per configurare un protocollo: 1. Aprire la cartella Protocols in Workspace. 2. Selezionare l icona corrispondente al particolare protocollo da configurare (Modbus Master, Modbus Slave ecc.). 1. Seleziona un protocollo 2. Clic su Properties 3. Scegliere Protocols/Properties dal menu Service oppure clic sul tasto destro del mouse e selezione di Properties. Risposta: Si apre la finestra Protocol Properties. 32 Seconda edizione, Agosto 2001

34 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Questa finestra dà la panoramica dei canali di protocollo abilitati e disabilitati. Per configurare un particolare canale di protocollo: 1. Seleziona il canale desiderato. 2. Clic sul tasto Properties. Risposta: Si apre il quadro di Protocol Channel Configuration. 3. Configurare i parametri di comunicazione e definire il file di registrazione. (Per protocolli slave è necessario specificare a quali Tanks portare i dati dal sistema DCS, vedere la sezione Slave Protocol Channel Configuration). 4. Clic su OK. Seconda edizione, Agosto

35 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Configurazione del Master Protocol Channel La tabella Communication consente di configurare i parametri per il controllo della comunicazione tra la stazione di lavoro TankMaster e l Unità di comunicazione di campo FCU. La tabella Log File consente di specificare il tipo di informazione da registrare e salvare sul disco. TRL/2 Modbus Communication Setup Per configurare il TRL/2 Modbus Master protocol channel: 1. Selezionare la tabella Communication. 2. Selezionare la casella Enable per attivare il canale di protocollo quindi clic su OK. 3. Digitare i parametri di comunicazione: Port Scegliere la porta a cui sarà collegata la FBM. Baud Rate 4800 Stop bits 1 Parità None Modem Scegliere FBM se viene usato un Field Bus Modem. Handshaking FBM: RTS/CTS/DTR/DSR RS485: RTS/CTS/DTR/DSR RS232: None Reply timeout 1000 ms Retries 3 Attenzione! Se la comunicazione è interrotta e handshaking comprende DSR, nessuna domanda sarà inviata dal TankMaster Protocol Server. Questo può tradursi in una sospensione di richiesta. 34 Seconda edizione, Agosto 2001

36 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Configurazione Log File Per salvare sul disco le registrazioni delle comunicazioni: 1. Selezionare la tabella Log File. 2. Digitare il nome del file. (Il File di Log è archiviato nella directory /Saab/ Server/Log). 3. Specificare la massima capacità del file. Questa opzione può essere utile volendo copiare su dischetto i file registrati. 4. Nella casella Log Schedule scegliere Automatic e indicare data e ora perché la registrazione parta automaticamente. La registrazione può iniziare anche manualmente premendo il tasto Start. 5. Indicare se si vuol creare uno o molti files di registrazione. Scegliere Several Files volendo, per esempio, ottimizzare dimensioni di file da archiviare su dischetto. Scegliendo questa opzione la registrazione continua creando nuovi files quando la dimensione attuale della registrazione raggiunge il valore massimo Maximum File Size. Il numero massimo di files che sarà creato è dato dal parametro Max Log Files. Attenzione! Se il massimo numero di files è raggiunto, TankMaster inizia a rimpiazzare il contenuto dei file esistenti. Seconda edizione, Agosto

37 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 6. Clic sul tasto Advanced volendo registrare specifici codici funzioni, indirizzi o tipo di errore. Modifica della configurazione di Protocol Channel La configurazione di un canale esistente può essere cambiata in ogni momento: 1. In WinSetup Workspace aprire la cartella Protocols e le appropriate sottocartelle. 2. Selezionare l icona del canale. 3. Clic con il tasto destro del mouse e scegliere Properties - o - dal menu Service scegliere Channels>Properties. 4. Scegliere la tabella appropriata ed eseguire le variazioni volute in accordo a quanto detto precedentemente. 36 Seconda edizione, Agosto 2001

38 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Configurazione di Slave Protocol Channel Un protocollo Slave permette la raccolta dei dati dalla stazione TankMaster a host computer. Attenzione! Deve essere installata una chiave hardware per girare usare uno slave protocol server. Setup di comunicazionetrl/2 Modbus Per configurare il canale di protocollo TRL/2 Modbus Slave: 1. Selezionare il quadro Communication. 2. Digitare i parametri di comunicazione: Port Scegliere la porta COM a cui collegare l host computer. Baud Rate 4800 Stop bits 1 Parità None Modem Handshaking Address Scegliere l interfaccia appropriata. Selezionare FBM se viene usato un Modem Field Bus TRL/2. FBM: RTS/CTS/DTR/DSR RS485: RTS/CTS/DTR/DSR RS232: Vedere le prescrizioni per il software di comunicazione usato dal computer. Inserire l indirizzo usato da host computer per identificare la workstation TankMaster. Attenzione! Se la comunicazione viene interrotta e handshaking comprende DSR, nessuna domanda sarà inviata dal TankMaster Protocol Server. Questo può tradursi in una sospensione di richiesta. 3. Selezionare la casella Enable Channel quindi fare clic sul tasto OK per attivare il canale di protocollo. Seconda edizione, Agosto

39 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Per configurare tempi di ritardo e interruzioni: 1. Clic sul tasto Advanced nel quadro Communication. 2. Usare questi valori predefiniti per TRL/2 Modbus Slave protocol: Ritardo tra domanda e risposta 10 ms. Intervallo tra le domande 100 ms. Timeout lettura domanda 400 ms. Timeout scrittura risposta 400 ms. Tempo max di risposta 800 ms. 38 Seconda edizione, Agosto 2001

40 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Configurazione Log File Vedere il paragrafo Log File Configuration al capitolo Master Protocol Channel Configuration per la descrizione del salvataggio su disco del flusso di comunicazione. Configurazione mappatura serbatoi (Tank mapping) Il protocollo slave permette di inviare dati da un sistema Saab ad un Host computer. Per specificare da quali serbatoi raccogliere i dati, seguire le indicazioni: 1. Selezionare la finestra Tank Mapping. 2. Dall elenco Available Tanks selezionare i serbatoi da connettere. 3. Click sul tasto per muovere il tank selezionato nell elenco Mapped Tanks. Assicurarsi che i tanks appaiano nell ordine richiesto dal sistema host. Quando l host invia una richiesta, TankMaster risponde con l invio dei dati dei tanks nell ordine dato nell elenco Mapped Tanks. L ordine dei serbatoi può essere facilmente scambiato con l ausilio dei tasti. 4. Clic su OK per salvare la corrente configurazione. Seconda edizione, Agosto

41 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 3.3 Preferenze Unità di misura Scegliere le unità di misura da usare per il calcolo di inventario. Notare che queste avranno effetto soltanto sull installazione di nuovi tanks, non hanno effetto sui tanks già installati nel Workspace. Questo significa che volendo cambiare unità per un tank esistente questo deve prima essere disinstallato, quindi installato nuovamente dopo la variazione delle unità di misura nella finestra System Setup. Per cambiare unità di misura: 1. Selezionare il server desiderato (p.e. This Workstation) nel TM workspace. 2. Dal menu Service scegliere Servers/Setup. Risposta: appare la finestra Server Preferences. 3. Scegliere l unità voluta per livello, temperatura, pressione, volume e densità. Le opzioni disponibili per pressione sono: Bar A, Bar G, PSI A, PSI G. 4. Scegliere il sensore da usare come ingresso per la temp. ambiente (Ambient Air Temperature). Nel campo Device può essere definito uno strumento per la connessione dei sensori di temperatura come una DAU o un trasmettitore REX. Nel campo Sensor può essere scelto uno specifico sensore. 5. Specificare la temperatura di riferimento da usare per i calcoli d inventario. Normalmente il valore standard usato è 15 C. 6. Digitare l accelerazione di gravità locale. Questo valore è usato per il calcolo di densità e peso quando viene usato un trasmettitore di pressione addizionale. 40 Seconda edizione, Agosto 2001

42 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 7. Digitare la densità dell aria atmosferica (Ambient Air Density) da usare per il calcolo di Weight in Air (WIA) peso in aria. Vedere WinOpi User s Guide per maggiori informazioni sui parametri di inventario. 8. Scegliere il metodo di calcolo del volume basato sulle tabelle di capacità,tank Capacity Table (TCT). La scelta è tra Raw, International e Northern. Altre informazioni in WinOpi User s Guide Inserimento prefissi Tag TankMaster WinSetup pemette di specificare il prefisso della sigla che sarà usata nell installazione di serbatoi e strumenti. Questo prefisso può essere ignorato e/o sostituito con un altro. Per inserire il prefisso: 1. Dal menu Service scegliere Servers/Preferences. 2. Selezionare la tabella Tag Prefixes. 3. Digitare il prefisso da usare per i nomi di serbatoi e strumenti, quindi clic su OK. Il prefisso può essere cambiato successivamente in ogni momento. I nuovi prefissi non hanno effetto sui nomi di Tanks e Devices esistenti. Seconda edizione, Agosto

43 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Elenco grandezze visualizzate (Tank View Layout) La finestra Setup Tank View è usata per specificare quali variabili includere in Tank View. Può essere creato un nuovo layout tank view da archiviare su disco o può essere caricata una tabella esistente. Per specificare un layout: 1. Dal menu Service scegliere Preferences e selezionare la tabella Setup Tank View. 2. Fare una delle seguenti due operazioni: Click sul tasto Load Table e apertura di una tabella layout esistente - o - Nel riquadro di sinistra, selezionare una variabile trasmettitore da indicare nella finestra Tank View (vedi Viewing Tank Data) e clic sul tasto Move. Ripetere questo per ogni variabile da includer. Clic sul tasto Move All, volendo muovere tutte le variabili al riquadro di destra. 42 Seconda edizione, Agosto 2001

44 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 3. Clic su Save As per salvare la tabella formata nel riquadro. 4. Clic su OK per confermare l inserimento in Tank View. Attenzione! Il setup dei parametri correnti è archiviato nella tabella layout che risulta aperta al momento del clic sul tasto OK. Per vedere i parametri Tank specificati, clic sul tasto di destra del mouse e scelta dell opzione Open Tank View. Seconda edizione, Agosto

45 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 3.4 Installazione di una unità di comunicazione di campo FCU Panoramica L installazione base richiede i seguenti passi: 1. Specifica del tipo e sigla dello strumento. 2. Abilitazione della comunicazione con il PC TankMaster: Selezione del canale di comunicazione. Attribuzione indirizzo. 3. Configurazione della FCU. Definizione tipo di porta (Field Bus/Group Bus), Baud rate, Data bits, Stop bits, Parità. Presenza (o no) di una FCU ridondante. 4. Configurazione di Slave Database: Per gli strumenti collegati alla FCU precisare il tipo, indirizzo, numero di Field Bus (FB1 ), numero dei sensori di temperatura, numero degli ingressi analogici Ain/Cin, Interval 1, Interval Seconda edizione, Agosto 2001

46 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Procedura di installazione Passo 1. Avvio della procedura di installazione (wizard). Come descritto nel capitolo 3.7 Avvio procedura di installazione. Passo 2. Scelta del tipo di strumento. 1. Scelta FCU in Device Type. 2. Specifica un nome per FCU nella casella Tag. Saab TankMaster propone automaticamente la prima parte del nome in accordo con quanto impostato nella pagina Tag Prefixes, vedi capitolo Inserimento prefissi Tag. 3. Clic su Next per continuare. Seconda edizione, Agosto

47 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Passo 3. Setup della comunicazione Selezionare un canale di protocollo comunicazione (per visionare i canali disponibili, aprire la cartella Protocols, selezionare l icona Master Protocol, clic con il tasto destro del mouse e scelta di Properties, vedi cap. 3.2 Setup Protocollo di Comunicazione). Per attribuire un nuovo indirizzo: 1. Nella finestra FCU Communication clic sul tasto Change Address on Device Risposta: viene aperta la pagina Change Address. 2. Comporre il numero di Unit ID e il numero di indirizzo desiderato, quindi clic sul tasto OK. Risposta: la finestra Change Address si chiude. 3. Nella finestra FCU Communication clic sul tasto Verify Communication per assicurarsi che la comunicazione sia stabilita. 4. Clic sul tasto Next per continuare. 46 Seconda edizione, Agosto 2001

48 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Passo 4. Configurazione FCU 1. Controllare che sia selezionata la porta giusta. La FCU ha 6 porte di comunicazione. Normalmente 2 sono configurate come porte di bus di gruppo (Group Bus) e 4 come porte dei bus di campo (Field Bus). Le porte Gruop Bus possono essere connesse alle stazioni TankMaster o a Host Computers. Le porte Field Bus vengono connesse ai radar (RTG) e alle DAU. 2. Verificare che sia selezionato il protocollo corretto. Usare il protocollo di comunicazione MODBUS per le porte Group Bus. Per le porte Field Bus possono essere usati i seguenti protocolli: MODBUS per devices TRL/2 Labko 2000 per ILS 2000 WS 400 per trasmettitori Echowave Per il modem di comunicazione MODBUS fissare i seguenti parametri di protocollo: Baud rate 4800 Databits per carattere 8 Stop bits 1 Parità No 3. Per installazioni standard, assicurarsi che sia selezionato No Redundancy. Vedi il manuale Rex Service per informazioni su come configurare sistemi con FCU ridondanti. 4. Clic sul tasto Next per aprire la finestra FCU Slave Database. Seconda edizione, Agosto

49 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Passo 5. Setup di Slave Database Questa finestra è usata per dare tutte le informazioni che servono ad una FCU al fine di raccogliere informazioni dalle unità connesse. I dati da RTG, DAU e sensori esterni sono inviati alla FCU e distribuiti al PC TankMaster sul Group Bus. Clic sulla riga (1A, 2A, ) nella finestra FCU Configuration, dove devono essere fissati i dati per lo slave da configurare. Per configurare il database slave di FCU: 1. Inserire Slave type. Nella finestra FCU Configuration ci sono 64 posizioni. Le prime 32 posizioni sono dedicate ai trasmettitori RTG 2900, REX, ILS 2000 ed Echowave. Dopo la posizione 32 la numerazione riparte da 1. Il secondo gruppo di 32 posizioni è dedicato soltanto alle DAU. Attenzione! Assicurarsi che misuratore di livello e relativa DAU siano inseriti in posizioni corrispondenti della finestra FCU Slave Database (per esempio 1 A e 1 B). 2. Inserire l indirizzo (Address) dello strumento. Raccomandiamo l indirizzo da 1 a 99 per RTG e da 101 a 199 per DAU. 3. Selezionare il Field Bus al quale è collegato lo strumento slave. Normalmente sono disponibili 4 field bus, vedi il manuale Rex Service per maggiori informazioni. 4. Inserire il numero dei sensori di temperatura. Ad un REX possono essere collegati direttamente max 6 sensori di temperatura; ad un RTG 2900 i sensori di temperatura possono essere collegati soltanto con l ausilio di una DAU. 48 Seconda edizione, Agosto 2001

50 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 5. Inserire il numero degli ingressi analogici da usare. Ad una IDAU (DAU indipendente) possono essere collegati max 4 ingressi analogici. Ad un REX o ad un TRL/2 con scheda Current Loop Card (CLC) possono essere collegati al massimo 2 ingressi analogici. 6. Inserire il numero di HART slave nel campo REX Hin. 7. Inserire il numero di relè di uscita nel campo REX Relays. 8. Int. 1 (intervallo 1): inserire l intervallo tra le richieste dati per livello, ingresso analogico e temperatura. E dato in unità di 1 secondo. Per REX si raccomanda che l intervallo 1 sia di 10 s. 9. Int. 2 (intervallo 2): inserire l intervallo tra le richieste dati per frequenza, ingressi digitali e relè nella DAU. L intervallo 2 è dato in unità di 1 secondo. 10. Level Offset è usato soltanto per trasmettitori Echowave e ILS Clic sul tasto Next. Risposta: si apre la finestra Summary. 12. Clic sul tasto Finish per terminare l installazione FCU. Riepilogo dei campi di ingresso di Slave Database di FCU. Slave type RTG, REX (pos 1-32 A) o DAU (pos B) Address FCU field bus Temperature Analog inputs REX Hin REX Relays Intervallo 1 Intervallo 2 L indirizzo usato per l unità corrente. Per RTG si raccomandano indirizzi da 1 a 99; per DAU indirizzi da 101 a 199. Inserire il numero del fiel bus a cui è collegato lo strumento. Nella configurazione tipica sono disponibili 4 field bus. Numero dei sensori di temperatura del serbatoio. Numero degli ingressi analogici dello RTG o DAU. Numero degli ingressi HART slave. Numero delle uscite relè. Il minimo intervallo di tempo tra le richieste dati di livello, uscita analogica e temperatura. Unità di 1 secondo. Comunicazione normale 1 s; 10 s per il REX. Minimo intervallo di tempo tra le richieste dati per frequenza, ingressi digitali e relè nelle DAU. Unità di 1 secondo. Seconda edizione, Agosto

51 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Esempio E molto importante che lo Slave Database sia configurato propriamente. L esempio seguente mostra la correlazione tra FCU Slave Database e attuale sistema. RTG 1 RTG 2 DAU 1 DAU 2 RTG 1 e DAU 1 sono installati sul Tank 1 e comunicano con una FCU sul Field Bus 1. RTG 1 è equipaggiato con una scheda CLC i cui 2 ingressi analogici sono collegati al trasmettitore. Alla DAU sono collegati 3 sensori di temperatura. RTG 2 e DAU 2 sono installati sul Tank 2 e comunicano con una FCU sul Field Bus 1. RTG 2 non ha la scheda CLC. Alla DAU sono connessi 2 ingressi analogici e 6 sensori di temperatura. RTG 1: Address = 1 A in = 2 DAU1: Address = 101 C in = 0 Field Bus 1 Tank 1 Tank 2 RTG 2: Address = 2 A in = 0 DAU2: Address = 102 C in = 2 50 Seconda edizione, Agosto 2001

52 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Riepilogo di installazione e configurazione di FCU Selezione device tipo FCU Setup della comunicazione Assegnazione dell indirizzo e scelta del canale di comunicazione. Configurazione FCU Specifica dei parametri di comunicazione per ogni porta. Configurazione del database Slave Configurazione di RTG e DAU connessi alla FCU. Seconda edizione, Agosto

53 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 3.5 Installazione Tank Panoramica La procedura base di installazione del serbatoio consiste nell associare un misuratore di livello ad un certo serbatoio. Vi è anche la possibilità di specificare i segnali analogici di ingresso da usare per quantificare alcune variabili, per esempio la pressione dei vapori. Con l uso di wizard di installazione Tank, installare un nuovo Tank è semplice e lineare. Nell installazione del Tank sono compresi i seguenti passi: 1. Specifica tipo di Tank: cilindro verticale od orizzontale, a tetto galleggiante, sferico. 2. Selezione degli strumenti (devices) da associare al tank. 3. Configurazione. Specifica del segnale analogico d ingresso per il piede d acqua FWL (free water lewel), la pressione dei vapori e la pressione del liquido, da usare per i calcoli di inventario. 4. Specifica delle differenti variabili di ingresso del tank: misure automatiche o valori manuali. 5. Sommario: brevi informazioni sul tank installato. 52 Seconda edizione, Agosto 2001

54 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Avvio della procedura (wizard) di installazione Tank La procedura di installazione tank può essere avviata in molti modi: In Workspace/logical view: 1. Selezionare la cartella Tanks. 2. Dal menu File scegliere Install New/Tank. - oppure clic sul tasto destro del mouse e scelta Install New dal menu a tendina. In alternativa: 1. Selezione del server dove è installato il sistema. 2. Dal menu File scegliere Install New/Tank. Seconda edizione, Agosto

55 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello In Workspace/physical view: 1. Selezione del server dove è installato il sistema. 2. Dal menu File scegliere Install New/Tank. Vedi il capitolo per maggiori informazioni sull installazione di un nuovo tank. 54 Seconda edizione, Agosto 2001

56 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Installazione di un nuovo serbatoio (New Tank) Passo1. Avvio della procedura di installazione guidata. Vedi paragrafo per la descrizione di partenza della procedura. Passo 2. Scelta del tipo di tank. Le opzioni disponibili sono: cylinder (cilindro verticale), floating roof (tetto galleggiante), horizontal (cilindro orizzontale) e sphere (sfera). Digitare il nome del tank nel campo Tank Tag. Il prefisso appare in automatico se ne è stato definito uno nella finestra Tag Prefixes, vedi capitolo 3.3 Preferenze. Clic sul tasto Next. Seconda edizione, Agosto

57 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Passo 3. Selezione degli strumenti da associare al serbatoio in questione 1. Seleziona un device 2. Clic su questo tasto 3. Nel campo Devices Selected compaiono i devices selezionati. Fare una delle due cose: Scegliere dalla lista nel campo Available Devices, nel caso ci fossero strumenti già installati oppure. Clic su Install New Device per installare devices da associare con il tank. (Questo darà inizio alla procedura di installazione del device). Vedi capitolo 3.6 Installazione Strumenti per maggiori informazioni su come installare differenti misuratori Radar e DAU. Nota! Assicurarsi che la casella Show FCU Slave Positions non sia marcata. Questa opzione dovrebbe essere usata solo in casi speciali preparando l installazione di devices che non sono connessi con il TRL/2 field bus. Vedi la pagina seguente per maggiori informazioni. 56 Seconda edizione, Agosto 2001

58 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Mostra la Posizione Slave FCU E possible associare un tank ad un device non ancora installato purchè sia configurato nel database slave della FCU. Questo può essere utile se, per esempio, è stato pianificato di installare il device in futuro (o quando un trasmettitore Echowave è connesso alla FCU). 1. Marcare la casella Show FCU Slave Position per mostrare i simboli corrispondenti allo slave database di FCU. 2. Selezionare l icona corrispondente alla posizione di FCU Slave Database in questione. Nell esempio, il simbolo chiamato FCU-1.05 corrisponde alla posizione 5 di FCU Slave Database come illustrato sopra. 3. Spostare la posizione selezionata nel campo Selected Devices mediante un clic sul tasto con freccia appropriato. Nota! Verificare il risultato con clic sul tasto Advanced nella finestra Tank Configuration. Seconda edizione, Agosto

59 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Passo 4. Configura il tank La finestra Tank Configuration permette di specificare i segnali analogici di ingresso per Free Water Level (FWL livello del piede d acqua), Vapour Pressure (pressione dei vapori) e Liquid Pressure (pressione del liquido) da usare per i calcoli di inventario. Il livello del piede d acqua può essere ottenuto, per esempio, da un Saab TRL/2 Water Bottom Sensor 3000 come illustrato sotto. Una IDAU (Independent DAU) può essere equipaggiata con massimo 4 ingressi analogici. Un Radar REX ha 2 ingressi analogici e un Radar TRL/2 munito di scheda CLC può avere 3 ingressi analogici. Free water level C in (0) - C in (3) Pressure 4-20 ma A in (0) - A in (2) Water Bottom Sensor (WBS) 58 Seconda edizione, Agosto 2001

60 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Configurazione avanzata WinSetup permette di modificare la mappatura tra tank e parametri trasmettitori. Questa opzione può essere usata, per esempio, quando il valore Livello è temporaneamente fornito da un altro strumento di misura connesso all ingresso analogico del Radar. E anche possibile connettere sensori di temperatura da differenti tanks ad una sola DAU. Così è possibile configurare tanks che raccolgono valori di temperatura da differenti canali della stessa DAU. Attenzione! Questa opzione dovrebbe essere utilizzata soltanto quando la configurazione normale non può essere usata. Per cambiare la mappatura dei parametri: 1. Clic sul tasto Advanced nella finestra Tank Configuration. Questa finestra permette di modificare la mappatura tra valori misurati e variabili dei Tanks. 2. Posizionare il puntatore del mouse nel campo Output corrispondente alla variabile da configurare (Level, Level rate ecc.). 3. Selezionare la variabile desiderata dall elenco a tendina. 4. Clic sul tasto OK. Può essere cambiata la sorgente di ogni variabile di ingresso del tank. L esempio seguente illustra come una DAU possa essere usata per connettere sensori di temperatura di due differenti tanks: Seconda edizione, Agosto

61 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Esempio TK-1 I Tanks Tk-1 e Tk-5 sono equipaggiati con 3 sensori di temperatura ognuno. Tk-1 ha una DAU (TT-1) configurata per 6 sensori di temperatura. I sensori di temperatura di Tk-1 e Tk-5 sono collegati tutti alla DAU TT-1. TK-5 Configurazione del tank Tk-1 Questo serbatoio ha i 3 sensori di temperatura collegati alla DAU TT-1. I sensori sono mappati dall uscita TT(0) a TT(2). Nota che solo 3 sensori sono collegati, mentre la DAU è configurata con 6 sensori. Configurazione del tank Tk-5 I 3 sensori di temperatura sono collegati alla DAU TT-1. In questo caso i sensori sono mappati dall uscita TT(3) a TT(5). 60 Seconda edizione, Agosto 2001

62 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Passo 5. Value entry Questa finestra può essere usata per disconnettere la misura automatica volendo, per esempio, forzare manualmente dei valori a scopo di prova. Per immettere valori manuali: 1. Scegliere una variabile dalla lista di sinistra. 2. Selezionare Value Source/Manual. 3. Digitare il valore desiderato nella caselle Value. Ora la misura automatica della variabile selezionata è disabilitata. I valori manuali sono marcati in giallo per poterli distinguere dai valori di misura automatica. I parametri Value Range (Minimo e Massimo) sono usati per scalare il bar graphs nella finestra Tank View e nelle altre finestre (sia di WinSetup che di WinOpi) dove i bar graphs sono usati per l indicazione del livello del prodotto. Value range: Min.=0 Max.=12 m Value range: Min.=0 Max.=20 m Seconda edizione, Agosto

63 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Step 6. Summary Nome del Tank corrente Devices associati Questa finestra dà le informazioni relative all installazione del tank corrente. Facendo clic sul tasto Finish, l installazione è completata e il tank appare nel Workspace di WinSetup. Facendo clic sul tasto Cancel l installazione non viene completata. Comunque, se un device è stato installato come parte di un processo di installazione del tank, il device rimane installato e appare nel Workspace nonostante l installazione non sia completata. Nota! Se l installazione di un device è iniziata durante l installazione del tank ma interrotta prima del termine dell installazione, l indirizzo di comunicazione nel device attuale può essere cambiato comunque! 62 Seconda edizione, Agosto 2001

64 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Riepilogo dell installazione e configurazione Tank Tank tipo Scelta dell opzione corrispondente al tipo di tank da installare: Cylinder, Floating Roof, Sphere o Horizontal. Selezione dei Devices associati Scelta del trasmettitore da associare al tank. Se il trasmettitore non è ancora installato, clic sul tasto Install New Device per installare i devices per questo tank. Configurazione del Tank Specifica dei segnali che agiscono come ingressi per Free Water Level (FWL), Vapour Pressure e Liquid Pressure. Ingresso dei valori Questa finestra permette di forzare valori in modo manuale disconnettendo le misure automatiche. E anche possibile impostare la scala per le variabili di misura in bar graphs. Seconda edizione, Agosto

65 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Modifica della configurazione del Tank Dopo aver installato e configurato un tank, i dati di configurazione possono essere modificati in ogni momento aprendo il corrispondente dialogo Properties. Per aprire Properties per un tank agire come segue: 1. Nella finestra Workspace selezionare il tank desiderato. Properties 2. Clic sul tasto destro del mouse e selezione di Properties dal menu a tendina. Ora la finestra properties appare con un numero di tavole che permettono di cambiare la configurazione del tank corrente. Normalmente le tavole corrispondono ai differenti passi della procedura di installazione guidata. Vedi capitolo 3.5 per le descrizioni dettagliate di configurazione tank. 64 Seconda edizione, Agosto 2001

66 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Disinstallazione di un Tank Per rimuovere un tank da Workspace di WinSetup: 1. Nella finestra Workspace selezionare il tank da rimuovere. Disinstalla 2. Clic sul tasto destro del mouse e selezione di Uninstall dal menu a tendina. Notare che un device può essere disinstallato solo se il tank a cui è associato è disinstallato prima. Seconda edizione, Agosto

67 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3.6 Installazione del Device Panoramica Un sistema REX TRL/2 può comprendere i seguenti strumenti (devices): Field Communication Unit (FCU) per raccogliere i dati da misuratori di livello e Data Acquisition Units (DAU). Misuratore di livello del prodotto. Data Acquisition Units (DAU) per connettere sensori di temperatura, strumenti analogici e relè. Devices supportati Il programma WinSetup supporta installazione e configurazione di tutti i tipi di devices che possono essere usati in un sistema TRL/2: RTG 3900 REX RTG 2900 Field Communication Unit (FCU) Independent Data Acquisition Unit (IDAU) Slave Data Acquisition Unit (SDAU) TRL PU ILS 2000 Enraf CIU Endress & Hauser MDP2 Configurazione In una completa installazione di device devono essere configurati i parametri specifici del device e predisposto il device per comunicare con la stazione Saab TankMaster. La configurazione del trasmettitore comprende la specificazione di: Parametri di comunicazione Tipo di antenna Uscite analogiche, ingressi analogici e relè Sensori di temperatura Distanze nel tank Geometria del misuratore radar RTG. La configurazione delle DAU comprende i sensori di temperatura, ingressi di corrente, ingressi digitali e relè. 66 Seconda edizione, Agosto 2001

68 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3.7 Avvio della procedura di installazione dello strumento (device) La procedura di installazione Device può iniziare in modi diversi. In workspace/logical view: 1. Selezione della cartella Devices. 2. Dal menu File scegliere Install New/Device oppure clic sul tasto destro del mouse e scelta di Install New dal menu a tendina. In alternativa può essere usato il metodo seguente: 1. Selezione del server dove è installato il sistema. 2. Dal menu File scegliere Install New/Device. Seconda edizione, Agosto

69 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello In workspace/physical view: 1. Selezione del server dove è installato il sistema. 2. Dal menu File scegliere Install New/Device. Vedi i capitoli per informazioni dettagliate su come installare differenti devices. 68 Seconda edizione, Agosto 2001

70 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3.8 Installazione di un RTG TRL e una DAU Passo 1: Avvio della procedura di installazione device. Partenza come descritto nel capitolo 3.7 Avvio della procedura di installazione Device Passo 2: Selezione del tipo di Device. 1. Scelta del tipo di Device: RTG e SDAU o RTG e IDAU, dipende dal tipo di DAU installata. 2. Specifica del nome per ogni device nella corrispondente casella di ingresso Tag. Saab TankMaster propone automaticamente la prima parte del nome, in accordo a quanto fissato nella finestra Tag Prefixes, vedi paragrafo Inserimento prefissi Tag. 3. Volendo installare un device nel Workspace di WinSetup prima che il device in questione sia collegato al field bus, marcare la casella Install Offline. Questa funzione può essere usata, per esempio, per preparare una installazione prima che il device sia collegato al sistema. 4. Clic sul tasto Next per continuare. Seconda edizione, Agosto

71 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Passo 3: Setup di comunicazione Normalmente un RTG comunica con il PC mediante una unità di comunicazione di campo FCU. E anche possibile il collegamento diretto al PC mediante il modem di bus di campo FBM. Se le FCU sono più di una, scegliere nella casella FCU Tag quale connettere. Il campo Communication Channel indica a quale canale di protocollo è connessa la FCU selezionata (vedi capitolo 3.2 Setup del Protocollo di Comunicazione per maggiori informazioni). Per cambiare indirizzo 1. Nella finestra Communication clic sul tasto Change Address on Devices. 2. Digitare il numero Unit Id e l indirizzo desiderato per ogni strumento. Cambiando l indirizzo il numero di Unit Id è usato come unico identificativo dello strumento e può essere trovato sulla targhetta del device. (Se non c è altro device connesso che usi il medesimo indirizzo del device in questione, è possibile trovare il numero di Unit Id digitando l indirizzo corrente nel campo Address e facendo clic sul tasto Verify Communication nella finestra Communication. 3. Clic sul tasto OK per continuare. 70 Seconda edizione, Agosto 2001

72 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Posizione nella FCU Se il misuratore è connesso ad una FCU, controllare che il campo Position in FCU indichi il numero giusto. Questo numero deve corrispondere alla posizione nello FCU Slave Database, come indicato sotto. L indirizzo del corrente RTG corrisponde all indirizzo in posizione 1 dello FCU Slave Database. Il corrente RTG è configurato in posizione 1 di FCU Slave Database. Seconda edizione, Agosto

73 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Passo 4: Configurazione RTG Misuratore singolo Installando un punto di misura singolo marcare la casella Standalone System. Questo fa in modo che RTG si comporti come master ed invii le informazioni di livello alla DAU associata per la presentazione sul display LCD. Un TRL/2 Standalone system può essere configurato con: Un Radar Tank Gauge (RTG) e una Data Acquisition Unit (DAU). Solo un RTG. - o - Solo una Independent Data Acquisition Unit. LPG Vedi il capitolo 3.17 Installazione di un misuratore per LPG/LNG per informazioni su come configurare il trasmettitore per applicazioni su gas liquido. 72 Seconda edizione, Agosto 2001

74 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Tipo di antenna La scelta è tra tipi di antenna predefiniti: Horn (RTG 2920) Parabolic (RTG 2930) Still Pipe (RTG 2940) LPG (RTG 2960) Ci sono anche altre opzioni per speciali applicazioni: Cone, Cone Chem, Still Pipe Chem ecc. Queste opzioni non devono essere usate senza consultare Saab Tank Control. Win Setup legge e presenta il valore di TCL (Tank Connection Length) correntemente immagazzinato nel datadase Holding Register dello RTG. Assicurarsi che sia usato il corretto valore di TCL per il corrente tipo di antenna.vedi il Passo 6: RTG Geometry di questa guida all installazione per maggiori informazioni su TCL. Installando LPG/LNG (RTG 2960) o Still Pipe (RTG 2940 ) inserire nel campo Pipe Diameter il diametro interno del tubo di calma: Diametro del tubo Usando Horn o Parabolic, il valore di Pipe Diameter è posto automaticamente a zero. Installando LPG/LNG, clic sul tasto Configure LPG e seguire le istruzioni date al capitolo 3.17 Installazione di un misuratore per LPG/LNG. Configura tank LPG/LNG Seconda edizione, Agosto

75 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Configura la scheda CLC Se l RTG è munito della scheda accessoria CLC, marcare la casella Equipped with CLC Card e clic sul tasto Configure CLC : 1. Se RTG comunica mediante una FCU, clic sul tasto Synchronize with FCU. Questo assicura che il numero di ingressi analogici corrisponda alla configurazione FCU Slave database (vedi capitolo 3.4). Un ingresso o una uscita analogica può essere disabilitata in ogni momento smarcando la casella corrispondente. Se sono usate le uscite analogiche, assicurarsi che le caselle corrispondenti siano marcate. 2. Inserire le unità desiderate da usare per la presentazione delle uscite analogiche. Selezionarle dalla lista delle opzioni disponibili. 3. Inserire la scala degli ingressi analogici e delle uscite analogiche. I campi Lower e Upper corrispondono ai segnali 4 ma e 20 ma. Se l uscita analogica va oltre i limiti 4 ma/20 ma, l uscita assume l ultimo valore valido. Nel campo Description di Analog Input può essere digitata la descrizione da indicare nella finestra View Tank del programma interfaccia operatore WinOpi. 4. Dalle opzioni disponibili nella lista Output Value, scegliere a quale variabile associare le uscite analogiche. 5. Clic sul tasto OK per confermare la scelta ed il ritorno alla finestra RTG Configuration. 74 Seconda edizione, Agosto 2001

76 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Passo 5: Tank Distances (Distanze di riferimento Radar/serbatoio) Tank Reference Height (R) La quota di riferimento R è la distanza tra il riferimento superiore della misura manuale ed il punto di livello zero al fondo del serbatoio. RTG Reference Distance (G) La quota di riferimento G è la distanza tra il riferimento superiore della misura manuale e quello del Radar. Il riferimento del Radar è il bordo superiore della flangia impianto o del coperchio del passo d uomo su cui è montato il Radar. Per i Radar su tubo di calma, il riferimento è posizionato alla marca della misura manuale lato Radar. G è positiva se la posizione del riferimento della misura manuale è superiore a quella del riferimento del Radar. Nel caso opposto G è negativa. Minimum Level Distance (C) Normalmente C è uguale a zero. La quota C è definita come distanza tra Livello Zero (punto di riferimento inferiore) e Fondo del serbatoio. Specificando la distanza C il campo di misura viene esteso sotto la posizione di livello zero; in questa zona il livello sarà indicato con valori negativi. Con C = 0, le misure sotto il punto di zero saranno ignorate; il Radar indicherà livello non valido a meno che non venga specificato un Lower Filter Margin (LFM) positivo, vedi il Passo 6 RTG Geometry. Seconda edizione, Agosto

77 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Tank Reference Point RTG Reference Distance, (G) RTG Reference Point Tank Ref Height, (R) Zero Level Minimum Level Distance (C) Minimum Level Tank Height (R) RTG Reference Distance (G) Minimum Level Distance (C) Distanza tra riferimento superiore del Tank e punto di livello zero. Distanza tra riferimento superiore del Tank e riferimento del Radar (RTG). Distanza tra punto di livello zero e fondo Tank. Definizione di Tank Distances G>0 G<0 Definizione di G Distance 76 Seconda edizione, Agosto 2001

78 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Passo 6: RTG Geometry Tank Connection Lenght (TCL) E usata per calibrare il Radar (RTG) compensando le differenze tra le diverse unità a microonde RTG e le antenne. Non corrisponde ad una vera lunghezza materiale. Usare i seguenti valori predefiniti: RTG TCL (m) /0.839* * Questo valore è usato con l antenna parabolica P440. Per un RTG 2960 sono usati differenti valori dipendenti dal tipo di flangia impiegato. TCL (m) Pressure (psi) With ball valve Without ball valve Se i livelli misurati corrispondono bene con quelli osservati (misure manuali) il valore TCL rimane quello di default. Eventuali deviazioni tra le misure di livello manuali e quelle del Radar possono essere annullate variando TCL secondo la formula: Nuovo TCL = Vecchio TCL + DL dove L = livello osservato (manuale) livello Radar. Vedi paragrafo 3.18 Calibrazione per maggiori informazioni. Seconda edizione, Agosto

79 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Hold Off Distance (UFM) La distanza Hold Off, chiamata anche Upper Filter Margin, definisce la distanza massima dal punto di riferimento del Radar entro cui le misure sono ignorate. Normalmente questo valore non dovrebbe essere variato. La distanza Hold Off può essere aumentata per eliminare possibili echi di disturbo causati dal bocchello di montaggio al serbatoio. La misura di livello massima utile non deve entrare nella zona di Hold Off. Lower Filter Margin (LFM) Normalmente è uguale a zero. Può essere posto il valore corrispondente alla distanza tra punto di livello zero e fondo del Tank per eliminare l indicazione di livello negativa al di sotto dello zero ; in questo caso C deve essere uguale a zero. In particolari condizioni di misura LFM può essere usato per aggiustare il campo di misura in modo da evitare misure vicine al fondo serbatoio. RTG Reference Point Hold Off Distance Zero Level Approved Measuring Range Minimum Level Lower Filter Margin (LFM) 78 Seconda edizione, Agosto 2001

80 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Riepilogo delle misure sotto Livello Zero Tre tipiche situazioni possono essere associate a misure vicine al fondo del serbatoio. 1. Non ci sono misure sotto il Livello Zero. In questo caso non è necessario specificare come presentare la misura sotto il Livello Zero. 2. La superficie del prodotto può scendere sotto Livello Zero. E richiesta l indicazione di livello negativa per presentare la reale posizione del prodotto sotto lo zero. 3. La superficie del prodotto può scendere sotto Livello Zero ma non è necessario conoscerne la reale posizione. In questo caso tutti i livelli sotto lo zero sono indicati come uguali a zero. Caso 1. C = 0, LFM = 0 Se non vengono fatte misure sotto Livello Zero, ambedue C e LFM devono essere posti uguali a zero. Gli echi sotto Livello Zero non vengono considerati, il Radar indicherà misura non valida. Caso 2. C > 0, LFM = 0 Usando il parametro C il campo di misura può essere esteso fino al fondo del serbatoio e il livello sotto la posizione di zero (piastra di zero) sarà presentato come negativo. Caso 3. C = 0, LFM > 0 Usando il parametro LFM il campo di misura può essere esteso fino al fondo del serbatoio. In questo caso tutti i livelli sotto Livello Zero (piastra di zero) saranno presentati come uguali a zero. Questo può essere utile se non è richiesta l indicazione della reale posizione del prodotto sotto Livello Zero ma non si desidera l indicazione di misura non valida. Seconda edizione, Agosto

81 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Passo 7: Configurazione DAU Attenzione! Installando una Slave DAU è disponibile alla configurazione soltantol opzione Temperatura. Per configurare la Data Acquisition Unit (DAU) procedere così: 1. Clic sul tasto Syncronize with FCU. Questo aggiornerà il numero degli ingressi di temperatura, di corrente, digitali e delle uscite a relè, secondo i valori specificati nella finestra Slave Database della FCU. 2. Selezionare il segnale di ingresso analogico da presentare sul display locale della DAU. Cin significa ingresso in corrente ad una DAU. Ain significa ingresso in corrente ad un RTG. 3. Per una Independet DAU (IDAU) configurare i sensori di temperatura, gli ingressi in corrente, gli ingressi digitali ed i relè di uscita. Per una Slave DAU (SDAU) sono possibili solo i sensori di temperatura. 80 Seconda edizione, Agosto 2001

82 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Configurazione dei sensori di temperatura Ad una DAU possono essere collegati max 14 sensori di temperatura. Per configurarli procedere così: 1. Nella finestra DAU Configuration, clic sul tasto Configure vicino al campo Number of Temperature Sensors. Sensore tipo Sensore campo Posizione del sensore di temperatura 2. Digitare la posizione di ogni sensore nel relativo campo. 3. Selezionare il tipo di sensore ed il campo di misura appropriato. 4. Marcare la relativa casella Average Exclude per escludere un particolare sensore dal calcolo della temperatura media. Questo è utile quando un sensore è guasto o se la temperatura vicino alla superficie o al fondo serbatoio devia significativamente dalla temperatura del resto del serbatoio. Il sensore risulterà marcato come bloccato anche nel TankMaster WinOpi. 5. Clic su OK per tornare alla finestra DAU Configuration. Configurazione Independent Data Acquisition Unit (IDAU) Installallando una IDAU procedere con la configurazione degli ingressi di corrente, ingressi digitali e relè. Seconda edizione, Agosto

83 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Current Input Configuration 1. Nella finestra DAU Configuration, clic sul tasto Configure vicino al campo Number of Current Inputs. 2. Scegliere l unità di misura (Units) scorrendo tra le opzioni disponibili. 3. Inserire i valori di misura corrispondenti rispettivamente al limite di ingresso inferiore (4 ma) e superiore (20 ma). 4. Digitare la descrizione da indicare nella finestra View Tank (TankMaster WinOpi) o altre finestre dove appaiono gli ingressi di corrente. Clic su OK per tornare alla finestra DAU Configuration. Configurazione ingressi digitali (Digital Input) 1. Nella finestra DAU Configuration clic sul tasto Configure vicino al campo Number of Digital Inputs. 2. Digitare una descrizione nel campo Description. La descrizione sarà visualizzata nella finestra View Tank (programma TankMaster WinOpi). 3. Digitare il testo da visualizzare per lo stato Active e Not Active degli ingressi digitali. Clic su OK per tornare alla finestra DAU Configuration. 82 Seconda edizione, Agosto 2001

84 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Relay Output Configuration 1. Nella finestra DAU Configuration, clic sul tasto Configure vicino al campo Number of Relay Outputs. 2. Scegliere la grandezza a cui associare il relè. 3. Fissare i limiti dove il relè sarà eccitato (Energize) e diseccitato (Deenergize). Notare che i termini Normalmente Aperto e Normalmente Chiuso si riferiscono ai contatti del relè allo stato diseccitato. Vedi alla pagina seguente come fissare i limiti per ottenere una isteresi di intervento. 4. Nel campo Description inserire il testo da mostrare nella finestra View Tank (programma TankMaster WinOpi) o altre finestre dove appare lo stato dei relè. 5. Specificare quale testo usare per lo stato relè eccitato (Active) e diseccitato (Not Active). Per esempio digitando On nel campo Active sarà visualizzato On ogni volta che il relè sarà eccitato. Clic su OK per tornare alla finestra DAU Configuration. Seconda edizione, Agosto

85 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Relè Ad una IDAU possono essere connessi al massimo 4 relè. I relè possono essere attivati dal livello misurato dall RTG associato alla IDAU o da qualunque dei parametri misurati dalla IDAU stessa. Per ogni relè può essere definita una zona di isteresi. In questa zona il relè può risultare attivato o disattivato, dipende dallo stato precedente. Se, per esempio, il parametro di riferimento è il livello ed è stato fissato Energize a 16 m e Deenergize a 18 m, il relè sarà eccitato quando il livello scende sotto 16 m e diseccitato quando il livello raggiunge i 18 m. Ponendo i parametri Energize e Deenergize a valori differenti si otterrà una zona di isteresi entro cui ogni stato del relè sarà possibile, dipendente dallo stato del relè prima che il segnale di riferimento entrasse in questa zona. Nell esempio precedente il relè sarà eccitato tra 16 e 18 m con livello in aumento e diseccitato con livello in diminuzione. Invertendo i valori tra Energize e Deenergize il relè si comporterà in modo opposto. I relè possono essere predisposti su Normally Open o Normally Closed agendo sui ponticelli nella Independent DAU, vedi il manuale TRL/2 Installation Manual ediz. 8. Tank Relay activated Relay status Activated Deactivated Energize Hysteresis zone Level Deenergize Relay deactivated Tank Relay deactivated Relay status Deactivated Activated Deenergize Hysteresis zone Level Energize Relay activated 84 Seconda edizione, Agosto 2001

86 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Passo 8: Riepilogo 1. Nella finestra DAU Configuration clic sul tasto Next per continuare. La finestra Summary dà informazioni sulla attuale installazione del device. Un clic sul tasto Finish completa l installazione e il device installato appare nel WinSetup Workspace. E possibile non completare l installazione con il tasto Cancel. Attenzione! Se l indirizzo di comunicazione è stato cambiato durante la procedura di installazione, questo rimane nel device attuale anche se l installazione del device è stata annullata con il tasto Cancel. 2. Controllare che le informazioni indicate siano esatte quindi clic su Finish per terminare l installazione. Seconda edizione, Agosto

87 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Riepilogo dell Installazione e Configurazione di RTG e DAU Device tipo Selezionare il tipo di RTG e DAU (IDAU) Comunicazione Assegnare un indirizzo ad ogni Device e specificare se la workstation dovrà comunicare direttamente ai devices connessi o mediante una unità di comunicazione di campo (FCU o altra). Configurazione RTG Specificare il tipo di antenna. Configurare ingressi analogici e uscite, quando il trasmettitore è equipaggiato con una scheda CLC. Distanze nel Tank Specificare le distanze nel tank necessarie per convertire la misura di vuoto in livello di prodotto. 86 Seconda edizione, Agosto 2001

88 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Geometria RTG Specificare i parametri ausiliari per la calibrazione e ottimizzazione delle prestazioni di misura. Configurazione DAU Configurazione di strumenti accessori come sensori di temperatura, ingressi digitali, ingressi analogici e relè. Seconda edizione, Agosto

89 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3.9 Installazione di un singolo RTG TRL2 senza DAU Per installare un RTG singolo: 1. Avviare la procedura di installazione device come descritto nel capitolo 3.7: Avvio della procedura di installazione strumento. 2. Scegliere device tipo RTG. 3. Configurare la comunicazione RTG in accordo al capitolo Passo 3: Setup di comunicazione. 4. Configurare l RTG in accordo alle istruzioni dal capitolo Passo 4: Configurazione RTG al capitolo Geometria RTG. 88 Seconda edizione, Agosto 2001

90 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3.10 Installazione di una singola IDAU TRL2 senza RTG Per installare una singola Unità di Acquisizione Dati Indipendente (IDAU): 1. Avviare la procedura di installazione come descritto al capitolo 3.7: Avvio della procedura di installazione guidata Device. 2. Scegliere device tipo IDAU. 3. Configurare la comunicazione DAU in accordo al capitolo Passo 3: Setup di comunicazione. 4. Configurare la DAU in accordo alle istruzioni del capitolo Passo 7: Configurazione DAU. Seconda edizione, Agosto

91 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3.11 Installazione di un REX Passo 1: Avvio della procedura di installazione Device. Avviare la procedura come descritto nel capitolo 3.7 Avvio della procedura di installazione Device Passo 2: Selezione del tipo di Device 1. Scegliere Device Type REX RTG. Attenzione! Questo strumento è chiamato anche RTG Specificare un nome nel campo Tag. Il Saab TankMaster automaticamente attribuisce la prima parte del nome in accordo a quanto fissato nella finestra Tag Prefixes, vedi capitolo 3.3.2: Inserimento Prefissi Tag. 3. Clic su Next per continuare. 90 Seconda edizione, Agosto 2001

92 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Passo 3: Setup della Comunicazione. Inserimento della comunicazione Esistono due modi di connettersi allo RTG: Mediante una unità di comunicazione di campo FCU, oppure Direttamente allo RTG con l ausilio del modem di bus di campo FBM. Selezionare il tasto corrispondente all attuale tipo di connessione. Nello FCU Slave Database ogni device è rappresentato da una riga e da un unico ingresso. Lo Slave Database contiene informazioni su ogni device, come indirizzo, numero dei sensori di temperatura ecc. (vedi capitolo 3.4 Installazione di una FCU). Quando l indirizzo di comunicazione per il device attuale è inserito, controllare che il valore nel campo Position in FCU corrisponda alla posizione desiderata nel Database Slave di FCU. Se la posizione in Slave Database è errata, può significare che è stato inserito l indirizzo sbagliato per il device attuale (vedi anche il Passo 3 al capitolo 3.8.3). Se le FCU presenti sono più di 1, scegliere quella a cui il misuratore è connesso nella casella FCU Tag. Per gli strumenti connessi direttamente con FBM (non via FCU), selezionare il canale al quale è connesso lo FBM, (per controllare quale canale è abilitato, aprire la cartella Protocols, selezionare l icona Master Protocol, clic sul tasto destro del mouse e scegliere Properties). Seconda edizione, Agosto

93 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Modifica dell indirizzo del trasmettitore 1. Clic sul tasto Change Address on Device. 2. Inserire Unit Id dell attuale RTG e scegliere l indirizzo desiderato. 3. Clic sul tasto OK. 4. Nella finestra Communication clic sul tasto Next per aprire la finestra REX Configuration. 92 Seconda edizione, Agosto 2001

94 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Passo 4: Configurazione Trasmettitore Inserire nel campo Number of Temperature Inputs, il numero di sensori di temperatura da collegare al trasmettitore. Ad un trasmettitore REX possono essere collegati direttamente massimo 6 sensori di temperatura. Se il trasmettitore REX ha associata una DAU, i sensori di temperatura devono essere collegati alla DAU e non alla testa del trasmettitore. Attenzione! Assicurarsi che il numero dei sensori di temperatura specificato nel campo Number of Temperature Inputs sia uguale al numero dei sensori connessi al trasmettitore. Sistema singolo Se il misuratore da installare rappresenta un sistema singolo con una Independent DAU, marcare la casella Standalone System. Questo assicura che la DAU associata riceva i dati da presentare sul proprio display LCD. Seconda edizione, Agosto

95 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Tipo di antenna La scelta è tra uno dei predefiniti tipi di antenna, per esempio Parabola o Cone oppure User Defined se l antenna in uso non è disponibile tra i tipi predefiniti. Ad ogni predefinito tipo di antenna sono associati automaticamente numerosi parametri, come TCL e Hold Off (vedi capitolo Passo 6: RTG Geometry), per ottimizzare le prestazioni di misura. Scegliendo User Defined Antenna assicurarsi che il database inserito sia corretto. Selezionare le seguenti antenne per i differenti tipi di misuratori: RTG 3920 RTG 3930 RTG 3940 RTG 3960 (LPG) Cone. 3930P (3930 per i tipi vecchi). User Defined ModeConv Pipe. User Defined Linear Pipe. Per configurare un Antenna User Defined: 1. Scegliere il tipo di antenna appropriato. 2. Per il tubo di calma inserire il diametro interno nel campo Pipe Diameter. 3. Specificare le distanze TCL e Hold Off nella finestra RTG Geometry nello stesso modo che per TRL/2 RTG 2900, vedi capitolo Usando Cone Antenna o Parabolic Antenna, il diametro del tubo è portato automaticamente a 0,1 m perché questo parametro è irrilevante per queste antenne. Attenzione! Ad eccezione dei misuratori Still Pipe, l opzione User Defined deve essere usata soltanto in speciali situazioni dove sono impiegate antenne non standard. Unità display remota RDU 40 Marcare la casella Enable Communication se il trasmettitore è connesso ad una unità display RDU 40. Usando una DAU questa casella non deve essere marcata. Marcare la casella Use System Units volendo che lo RDU 40 usi le unità di misura specificate nella finestra System Setup (vedi capitolo 3.3 Preferences). 94 Seconda edizione, Agosto 2001

96 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Configurazione dei sensori di temperatura Nella finestra REX Configuration clic sul tasto Temp Input per configurare tipo, campo di misura e posizione dei sensori di temperatura. Sensor Type La scelta è tra i seguenti tipi: Spot DIN Pt 100. Cu 100 (misura media) User defined. La caratteristica è specificata mediante una formula matematica o una tabella di linearizzazione. (Vedi capitolo 14 REX Funzioni di Service per maggiori informazioni su come specificare un particolare tipo di sensore). Attenzione! Vedi il manuale REX Service Manual per maggiori informazioni sulla misura di temperatura. Assicurarsi che sia stato scelto il sensore di temperatura corretto. Per termoelementi Single Spot e Multi Spot scegliere il sensore tipo Spot Pt 100 per ottenere un corretto calcolo della temperatura media. Sensore di temperatura User defined Per specificare un sensore non standard fare come segue: 1. Selezionare l icona del misuratore REX nella finestra Workspace. 2. Aprire il menu Service/Devices. Seconda edizione, Agosto

97 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3. Scegliere l opzione User Defined Linearization Table - o - l opzione User Defined Formula, dipende dal tipo di specifica da usare. 4. Specificare le caratteristiche dei sensori inserendo i valori di resistenza relativi alle corrispondenti temperature (tabella di linearizzazione), o i parametri appropriati (formula). Campo di misura dei sensori Campo di temperatura disponibile: C. User Defined. Questa opzione non deve essere usata per sensori standard. Contattare Saab Tank Control per informazioni qualora fosse necessario l uso di sensori di temperatura per campi non standard. Posizione dei sensori I sensori sono numerati dal basso del serbatoio verso l alto. Inserire la posizione di ogni sensore, misurata come la distanza tra Livello Zero e singolo elemento sensore. Usando elementi di temperatura media, inserire la posizione di livello terminante per ogni elemento sensore. Attenzione! Il numero di sensori disponibili è specificato nella finestra REX Configuration. Calcolo della temperatura media Marcare Exclude From Average Calculation per escludere alcuni elementi sensori dal calcolo della temperatura media. Può essere utile se, per esempio, la temperatura vicino alla superfice o al fondo del serbatoio devia in modo significativo dalla temperatura nel resto del serbatoio. L esclusione può essere ottenuta anche inserendo un appropriato valore di Minimum Distance nell apposita casella. Attenzione! Un sensore di temperatura difettoso viene bloccato automaticamente e conseguentemente escluso dal calcolo della temperatura media. 96 Seconda edizione, Agosto 2001

98 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Distanza minima Può essere definita una zona tra la superfice del prodotto e un certo livello sotto di essa, entro cui le misure dei singoli sensori non sono utilizzate per il calcolo della temperatura media. Product surface Superfice del prodotto Questi sensori non sono Inclusi nel calcolo della Temperatura media. L ampiezza di questa zona è definita dalla Minimum Distance. Questa funzione può essere utile se la temperatura dell atmosfera sopra il prodotto devia significativamente dalla temperatura del prodotto stesso provocando un forte gradiente termico in prossimità della superficie del prodotto. Inserendo una Minimum Distance opportuna, gli elementi di misura della temperatura compresi in questa zona possono essere esclusi dal calcolo della temperatura media. Questa funzione può anche essere utile per compensare imprecisioni sulla posizione dei sensori, al fine di essere sicuri che i sensori di temperatura sopra la superficie del prodotto non siano inclusi nel calcolo della temperatura media. Se, per esempio, la posizione dei sensori di temperatura è stata misurata con una imprecisione di 10 mm, inserendo una minimum distance di almeno 10 mm sarà garantito che i sensori sopra la superficie del prodotto non siano inclusi nel calcolo della temperatura media. Seconda edizione, Agosto

99 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Configurazione Ingressi Analogici Per configurare gli ingressi analogici connessi, clic sul tasto Analog Input. HART slave Fino a 3 HART slave possono essere connessi all ingresso analogico 1 usando gli indirizzi 1-2-3, vedi il manuale di installazione TRL/2 ediz. 8. In questo caso la corrente è fissa a 4 ma. Nel funzionamento con variazione di corrente (Analog Current mode) può essere collegato solo un HART slave; l indirizzo deve essere 0. Scala di misura Inserire nei campi Value Range i limiti di misura inferiore e superiore corrispondenti rispettivamente a 4 ma e 20 ma. Limiti di errore Gli Error limits definiscono il limite inferiore e superiore della corrente di ingresso; fuori da essi verrà segnalato errore. Il limite superiore può essere fissato tra 20 e 24 ma e quello inferiore tra 3 e 4 ma. I limiti di errore dovrebbero corrispondere ai limiti di errore dello strumento connesso. Se per esempio uno strumento in condizione di allarme porta il segnale di uscita a 3,8 ma, il limite inferiore dovrà essere fissato a 3,8 ma o più alto. Unità di misura Inserire nel campo Value unit l unità di misura disponibile. La scelta può spaziare tra varie unità per indicare pressione (mbar G, mbar A), livello e corrente. Fattore di filtro Inserendo un opportuno Filter factor possono essere soppresse le variazioni di segnale transitorie. Può essere inserito un valore tra 1 e 200. Il valore di default è Seconda edizione, Agosto 2001

100 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Configurazione Uscite Analogiche Per configurare i segnali analogici di uscita, clic sul tasto Analog Output. Sorgente dell Uscita Analogica Scegliere nel campo AOut Source la grandezza a cui riferire il segnale analogico di uscita. Scegliendo per esempio Level, l uscita analogica fornirà un segnale variabile tra 4 e 20 ma, proporzionale al livello. Stato di vallarme Nel campo Alarm mode indicare il livello che deve assumere il segnale d uscita in presenza di errore di misura o di misura fuori scala: High: la corrente di uscita sale a 22 ma. Low: la corrente di uscita scende a 3,8 ma. Freeze current: la corrente di uscita rimane all ultimo valore valido precedente la condizione di errore. Binary High: in condizioni normali la corrente è 4 ma; con la misura in errore o fuori scala la corrente di uscita sale a 20 ma. Binary Low: in condizioni normali la corrente è 20 ma; con la misura in errore o fuori scala la corrente di uscita scende a 4 ma. Scala di misura Inserire nei campi Range Value il valore minimo e massimo della grandezza di riferimento a cui far corrispondere gli estremi del segnale di uscita 4 e 20 ma. Può essere indicato qualunque valore purchè il valore Upper sia superiore al Lower. Quando il valore misurato esce da questa scala, l uscita si pone nello stato di allarme stabilito al punto precedente. Seconda edizione, Agosto

101 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Configurazione Relè di Uscita Per configurare i relè connessi, clic sul tasto Relay Output. La scheda opzionale Relay Output Card, nella parte inferiore della testa del trasmettitore, permette di usare uno o due relè. Sono previsti due connettori per ogni relè (X2-X3 e X4-X5) che possono essere usati per specificare lo stato Chiuso o Aperto del contatto quando il relè è diseccitato. Se il trasmettitore è connesso ad una FCU, controllare che lo Slave Database sia configurato con il corretto numero di relè. Vedi capitolo 3.4 Installazione di una FCU per maggiori informazioni. Utilizzo del primo/ambedue i punti Scegliere Use Both Points per definire tre zone operative. Scegliere Use Only First Point per definire solo due zone operative. Primo e secondo punto di intervento First e Second point definiscono la transizione tra le Zone 1, 2 e 3. Lo stato dei relè può essere differente in ognuna delle tre zone. Isteresi Quando la variabile di riferimento passa un punto di intervento, il relè commuta da uno stato all altro. Stabilendo una zona di isteresi, il relè rimane nel nuovo stato anche se il segnale torna indietro ad un valore precedente. Grazie a ciò l attuale stato di intervento è dato dalla combinazione del punto di intervento (First point/second point) e dal valore inserito nel campo Hysteresis (vedi Funzioni del Relè più avanti in questo capitolo). 100 Seconda edizione, Agosto 2001

102 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Stati del Relè Sono disponibili tre stati (condizioni): Alarm Normal Toggle In questa condizione il relè è diseccitato. Il contatto sarà aperto o chiuso in funzione del collegamento sulla Relay Output Card: X2 - X3 (relè 1) e X4 - X5 (relè 2). Il contatto definito Normally Open sarà aperto in condizioni di allarme. Il relè configurato Normally Closed avrà il contatto chiuso in condizioni di allarme. In questa condizione il relè è eccitato. Il relè commuta periodicamente tra Normal e Alarm. La scheda relè (ROC) X3 X5 X4 X2 Selezione della sorgente Nella casella Select Source scegliere la variabile del trasmettitore a cui riferire il funzionamento del relè. Ritardo alla commutazione Nella casella Switch Delay indicare il tempo di ritardo con cui il relè entrerà nella condizione di allarme. E il tempo necessario al relè per rispondere ad un allarme. Può essere utile per eliminare falsi allarmi dovuti a transitori di segnale. Intermittenza Quando il relè è nella condizione Toggle, la commutazione tra On e Off avrà un periodo definito dal valore inserito nella casella Toggle Period. Modo di Controllo Manual Auto Disabled Lo stato del relè è controllato manualmente mediante l opzione Manual Control Relay del menu Service/Devices. Lo stato del relè è controllato dalla variabile del trasmettitore indicata nel campo Select Source. La funzione del relè è spenta. Seconda edizione, Agosto

103 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Configurazione uscita a Relè L uscita a relè può essere scelta a piacere Normalmente Aperta o Normalmente Chiusa in funzione della posizione del contatto quando il relè è diseccitato, cioè in condizione di allarme. Collegando il relè 1 al connettore X2 sulla Relay Output Card (ROC), l uscita è normalmente Chiusa; collegandolo al connettore X3 l uscita sarà normalmente Aperta. Vedi il manuale di installazione TRL/2 per maggiori informazioni. La terminologia del relè è così riassunta: Normalmente chiuso Normalmente aperto Chiuso Aperto Aperto Chiuso Diseccitato Eccitato Diseccitato Eccitato Non attivo Attivo Non attivo Attivo Allarme (Reset) Normale Allarme (Reset) Normale Esempio: Il relè 1 deve essere aperto durante il normale lavoro e chiuso in condizione di allarme. Questo significa che il relè sarà diseccitato in condizione di allarme e dovrà essere perciò connesso come Normalmente Chiuso. Sulla Relay Output Card questo corrisponde al connettore X2. Vedi il Manuale di installazione TRL/2 per maggiori informazioni su come connettere i relè del trasmettitore REX. 102 Seconda edizione, Agosto 2001

104 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Funzioni del Relè Per i relè del trasmettitore REX possono essere inseriti uno o due punti di intervento; di conseguenza ci saranno due o tre zone nelle quali lo stato del relè cambia. In ogni zona può essere stabilito ognuno dei tre stati disponibili: Normal, Alarm, Toggle. Per ogni punto di intervento può essere fissata la zona di isteresi. L isteresi previene falsi interventi e falsi ripristini dovuti a piccole variazioni del segnale in prossimità del punto di intervento. Il principio del punto di intervento e zona di isteresi è mostrato nella figura sotto. Notare che in questo esempio sono rappresentati solo due stati del relè. 3 Zone 3 Variable value 2 4 Zone 2 1 Zone 1 Time Relay state 1. Il valore del segnale di riferimento passa il punto di intervento 1, lo stato del relè cambia in accordo a quanto definito per la zona Lo stato del relè ritorna quello della zona 2 quando il segnale esce dalla zona di isteresi del punto di intervento Il segnale supera il punto di intervento 2, lo stato del relè cambia in accordo a quanto definito per la zona Lo stato del relè torna nuovamente quello di zona 2 quando il segnale di riferimento esce dalla zona di isteresi del punto di intervento 2. Seconda edizione, Agosto

105 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Configurazione strumenti HART Per configurare strumenti accessori connessi usando il protocollo HART, fare clic sul tasto HART Devices nella finestra RTG REX Configuration. Un misuratore REX può agire da interfaccia master su massimo tre trasmettitori HART (slave) collegati in parallelo all ingresso analogico 1. Quando sono collegati due o tre HART slave questi devono essere indirizzati 1, 2 o 3. La finestra HART Devices Configuration permette di specificare un identificativo per ogni HART slave. Se il trasmettitore è connesso ad una FCU, controllare che lo Slave Database sia configurato con il giusto numero di HART slave. Vedi il capitolo 3.4 Installazione di una FCU per maggiori informazioni. Per avere informazioni sullo stato dei trasmettitori HART slave connessi, scegliere HART Device Status dal menu Service/Devices. 104 Seconda edizione, Agosto 2001

106 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Passo 5: Tank Distances Tank Reference Height (R) La quota di riferimento R è la distanza tra il riferimento superiore della misura manuale (bocchello fiscale) ed il punto di livello zero al fondo del serbatoio (piastra di zero). RTG Reference Distance (G) La quota di riferimento G è la distanza tra il riferimento superiore della misura manuale e quello del Radar. Il riferimento del Radar è il bordo superiore della flangia impianto o del coperchio del passo d uomo su cui è montato il Radar. Per i Radar su tubo di calma, il riferimento è posizionato alla marca della misura manuale lato Radar. G è positiva se la posizione del riferimento della misura manuale è superiore a quella del riferimento del Radar. Nel caso opposto G è negativa. Minimum Level Distance (C) Normalmente C è uguale a zero. La quota C è definita come distanza tra Livello Zero (punto di riferimento inferiore) e Fondo del serbatoio. Specificando la distanza C > 0, il campo di misura viene esteso sotto la posizione di livello zero; in questa zona il livello sarà indicato con valori negativi. Marcare la casella Show negative level values as zero per indicare sempre con zero tutte le misure di livello della zona C. Con C = 0, le misure sotto il punto di zero saranno ignorate; il Radar indicherà livello non valido. Seconda edizione, Agosto

107 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Tank Reference Point RTG Reference Distance (G) RTG Reference Point Tank Reference Height (R) Zero Level Minimum Level Distance (C) Minimum Level Hold Off Distance Approve Measuring Range Tank Height (R) RTG Reference Distance (G) Minimum Level Distance (C) Hold Off Distance Distanza tra riferimento superiore del Tank e punto di livello zero. Distanza tra riferimento superiore del Tank e riferimento del Radar (RTG). Distanza tra punto di livello zero e fondo Tank. Definisce una zona morta superiore, cioè quanto il livello massimo può essere vicino al Radar Definizione delle distanze Tank. G>0 G<0 Definizione della distanza G. 106 Seconda edizione, Agosto 2001

108 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Passo 6: Geometria RTG Tank Connection Lenght (TCL) E specifico per ogni tipo di antenna. Ogni antenna standard ha un proprio predefinito valore TCL che non corrisponde alla lunghezza fisica della connessione al serbatoio. TCL può essere modificato soltanto per l antenna User Defined (vedi la finestra REX Configuration). Usando una delle antenne predefinite nella finestra REX Configuration, il trasmettitore può essere calibrato aggiustando Calibration Distance. Hold Off Distance (UFM) La distanza Hold Off (H) definisce la distanza massima, dal punto di riferimento del Radar, entro cui le misure sono ignorate. Normalmente Hold Off non dovrebbe essere modificata. La distanza Hold Off può essere aumentata per eliminare possibili echi di disturbo causati dal bocchello di montaggio al serbatoio. La misura di livello massima utile non deve entrare nella zona di Hold Off. Calibration Distance E usata per calibrare la misura del livello data dal Radar con quella manuale. Normalmente un piccolo aggiustamento è necessario quando il misuratore è installato, per esempio, ad una quota non esattamente corrispondente a quella memorizzata nel suo database. Seconda edizione, Agosto

109 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Passo 7: Riepilogo 1. Clic sul tasto Next per continuare. La finestra Summary dà informazioni sull installazione dell attuale device. L installazione viene completata con il clic sul tasto Finish e i devices installati compaiono nel WinSetup Workspace. Per non completare l installazione, clic sul tasto Cancel (anziché Finish). Nota! Se l indirizzo di comunicazione è stato cambiato durante la procedura d installazione, il nuovo indirizzo rimane memorizzato nello strumento attuale anche se l installazione non è stata terminata e lo strumento non è visibile nel WinSetup Workspace! 2. Controllare che le informazioni presentate siano corrette, quindi clic sul tasto Finish per terminare l installazione. 108 Seconda edizione, Agosto 2001

110 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Riepilogo dell Installazione e Configurazione di REX RTG Device tipo Selezionare il tipo di REX (o REX e SDAU se il sistema comprende una DAU slave) Comunicazione Assegnare un indirizzo ad ogni Device e specificare se la workstation dovrà comunicare direttamente al device connesso o mediante una unità di comunicazione di campo (FCU). Configurazione Specificare il tipo di antenna. Configurare i sensori di temperatura e gli accessori come uscite relè, ingressi analogici e HART master. Distanze nel Tank Specificare le distanze nel tank necessarie per convertire la misura di vuoto in livello di prodotto. Seconda edizione, Agosto

111 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello Geometria RTG Specificare i parametri ausiliari per la calibrazione e ottimizzazione delle prestazioni di misura. 110 Seconda edizione, Agosto 2001

112 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3.12 Installazione di un TankRadar REX e una DAU 1. Avviare la procedura di installazione come descritto al capitolo 3.7: Avvio della procedura di installazione guidata Device 2. Scegliere device tipo REX e SDAU. 3. Per la prima parte dell installazione relativa a REX RTG, seguire le istruzioni del capitolo 3.11 Installazione di un REX Per l installazione di una DAU seguire le istruzioni corrispondenti al capitolo 3.8 Installazione di un RTG TRL/ e di una DAU. Seconda edizione, Agosto

113 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3.13 Installazione di un ILS Controllare che il trasmettitore ILS 2000 sia configurato nello Slave Database della FCU (vedi capitolo 3.4). 2. Avviare la procedura di installazione device come descritto al capitolo Scegliere device tipo ILS 2000 nella finestra Select Device. Clic sul tasto Next. 4. Inserire il Probe address desiderato. Facendo clic sul tasto Read from FCU, è possibile controllare che lo Slave Database della FCU contenga un ILS 2000 con l indirizzo scelto. 5. Clic sul tasto Next. 6. Termine dell installazione. 112 Seconda edizione, Agosto 2001

114 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3.14 Installazione di un TRL PU Preparazione Assicurarsi che il connettore RS232 (connesso alla COM port del PC TankMaster) sia ponticellato in modo corretto Ponticelli tra i terminali 1,4 e 6. Ponticello tra i terminali 7 e 8. Controllare la configurazione di Master Protocol (vedi capitolo 3.2.1). Configurare i parametri di comunicazione come sotto: Modem RS232 Handshaking None Baud Rate Vedi Directory 72 sull Unità Display PU Stop Bits - " Parity - " Configurazione 1. Avviare la procedura di installazione come descritto nel capitolo Scegliere device tipo TRL PU e clic sul tasto Next per continuare. 3. Scegliere il canale di comunicazione a cui è connesso il PU. ( Per controllare qual è il canale abilitato, aprire la cartella Protocols, selezionare l icona Master Protocol, clic con il pulsante destro del mouse e scegliere Properties). Seconda edizione, Agosto

115 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 4. Inserire l indirizzo Modbus del TRL PU. L indirizzo può essere visto nella directory 72 sul Display Panel Unit TRL. Normalmente è usato l indirizzo 32 o Clic sul tasto Verify Communication per assicurarsi che sia stata stabilita la comunicazione con l unità TRL PU. Clic su Next per continuare. 6. Assicurarsi che il massimo numero di misuratori sia uguale al numero dei tanks (vedi directory Level All nel Display Panel Unit). 7. Inserire il numero di ingressi di temperatura per ogni misuratore. Usare il Display Panel Unit (DPU) del TRL per vedere in quale ordine i misuratori TRL sono inseriti. (Vedi TRL Operator s Manual per i particolari d uso del DPU). 8. Marcare la casella corrispondente per i misuratori equipaggiati di sensore di pressione. 9. Marcare la casella Level source in cm se il TRL PU è equipaggiato dell opzione per misure in tanks alti oltre 32 metri. 10. Marcare la casella Level rate available se è usata la versione software 1.df o posteriore. La versione software può essere vista nella directiry 60 del DPU. Clic su Next per continuare. 11. Clic su Finish per terminare l installazione di TRL PU. 114 Seconda edizione, Agosto 2001

116 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3.15 Installazione di un Enraf CIU Per installare un CIU: 1. Assicurarsi che il CIU sia connesso ad una delle porte COM del PC TankMaster. 2. Nel workspace di WinSetup selezionare l icona Enraf GPU Master, clic sul tasto destro del mouse e scelta dell opzione Properties. Nella finestra Protocol Properties selezionare il Protocol Channel desiderato quindi clic sul tasto Properties. 3. Controllare che il Protocol Channel sia abilitato e propriamente configurato. Vedi il capitolo 3.2 per maggiori informazioni su come configurare i protocolli di comunicazione in WinSetup. 4. Avviare la procedura di installazione come descritto nel capitolo Scegliere device tipo CIU nella finestra Select Device e digitare la sigla strumento. Clic sul tasto Next. Seconda edizione, Agosto

117 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 6. Selezionare e abilitare il canale di comunicazione. (Per controllare quale canale di comunicazione sia abilitato aprire la cartella protocollo EnrafGPUMaster nel workspace di WinSetup). Clic su Next. 7. Configurare i canali CIU. Selezionare i parametri disponibili (livelli e/o temperature) per ogni canale in uso. Il tasto Set All as Current può essere usato per marcare o smarcare tutte le caselle del quadro in una sola volta. Notare che il quadro selezionato è definito come Current. Clic su Next. 8. Nella finestra Summary clic sul tasto Finish per terminare l installazione di CIU. 116 Seconda edizione, Agosto 2001

118 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 3.16 Installazione di un Endress& Hauser MDP 2 1. Assicurarsi che il device sia connesso ad una delle porte COM del PC TankMaster. 2. Nel workspace di WinSetup selezionare l icona Modbus Master, clic sul pulsante destro del mouse e scelta dell opzione Properties. 3. Nella finestra Protocol Properties selezionare il Protocol Channel desiderato quindi clic sul tasto Properties. 4. Controllare che il Protocol Channel sia abilitato e propriamente configurato per E&H. Vedi il capitolo 3.2 per maggiori informazioni su come configurare i protocolli di comunicazione in WinSetup. 5. Avviare la procedura di installazione come descritto nel capitolo Scegliere device tipo E&H MDP II nella finestra Select Device e digitare la sigla strumento. Clic sul tasto Next. Seconda edizione, Agosto

119 Capitolo 3 IInstallazione di un sistema di misura del liello 7. Selezionare e abilitare il canale di comunicazione configurato per E&H. (Per controllare quale canale di comunicazione è abilitato aprire la cartella protocollo ModbusMaster nel workspace di WinSetup). Clic sul tasto Next. 8. Configurare i canali E&H. Selezionare i parametri disponibili (livelli e/o media temperature) per ogni canale in uso. Usare il tasto Clear per cancellare tutte le caselle in una volta. Clic su Next. 9. Nella finestra Summary clic sul tasto Finish per terminare l installazione di E&H. 118 Seconda edizione, Agosto 2001

120 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 3.17 Installazione di un misuratore per LPG/LNG Preparazione Accertarsi che tutte le installazioni meccaniche siano state eseguite in accordo alle istruzioni Saab Tank Control e che tutti i sensori accessori, come sensori di pressione e temperatura siano correttamente connessi. Accertarsi inoltre che siano note le posizioni delle barrette di riferimento ed il diametro interno del tubo di calma. Prima dell attuale configurazione LPG, installare il Tank ed i corrispondenti Devices nel TankMaster WinSetup come descritto ai capitoli Assicurarsi che siano selezionati gli appropriati tipi di tank e di device e che i sensori di pressione e temperatura siano opportunamente configurati. Controllare che il misuratore comunichi correttamente con il PC TankMaster. Il misuratore LPG è in grado di compensare le deviazioni di misura del livello dovute all influenza dei vapori in pressione sopra la superfice del liquido. L installazione di un misuratore LPG può essere divisa in due attività: 1. Immediatamente dopo l installazione dello strumento, quando il serbatoio è vuoto, configurare e calibrare il trasmettitore per LPG. 2. Lo strumento viene iniziato al metodo di correzione idoneo al tipo di prodotto da contenere nel serbatoio Configurazione LPG Passo 1. Controllo della valvola a sfera. Controllare che la valvola a sfera, accessorio del trasmettitore, sia aperta e che il deviatore TEST OPERATION sia in posizione OPERATION. Nello Workspace di WinSetup selezionare l appropriato tank LPG o il corrispondente device, clic sul pulsante destro del mouse e scelta di LPG Setup. Seconda edizione, Agosto

121 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Passo 2. Scelta di Air Correction Nella finestra LPG Setup clic sul tasto Correction. Scegliere Air Correction Only dalla lista dei metodi di correzione, quindi clic su OK. (Quando la configurazione LPG è terminata il metodo di correzione sarà cambiato con uno che soddisfi il particolare tipo di prodotto in uso. Vedi il passo 7). Passo 3. Scelta Vapor Pressure e Vapor Temperature Source Nella finestra LPG Setup clic sul tasto Pressure e scelta di Vapor Pressure Source. Come grandezza di riferimento può essere scelto uno degli ingressi analogici o una DAU associata, oppure un valore inserito manualmente. Per il misuratore REX è possibile anche scegliere l ingresso da uno strumento HART slave. Attenzione! Per il metodo di correzione One or more known gases, known mixratio (Uno o più gas noti, miscela nota), non è richiesta la pressione. 120 Seconda edizione, Agosto 2001

122 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Nella finestra LPG Setup clic sul tasto Temperature e scelta della sorgente di temperatura desiderata. (Per il trasmettitore RTG 2900 esiste un tasto comune per Pressure e Temperature setup). Sono disponibili opzioni differenti che dipendono dal tipo di trasmettitore installato. Per il trasmettitore REX può essere scelto uno dei singoli sensori di temperatura ad esso collegato, la temperatura media dei sensori sopra la superfice liquida, uno degli ingressi analogici o l ingresso da uno strumento HART slave. Passo 4. Calibrazione Accertarsi che non sia presente liquido sopra il tappo alla fine del tubo di calma. Controllare il valore di Ullage (distanza) misurato dal trasmettitore. Se l Ullage misurato dal trasmettitore non corrisponde alla distanza attuale tra il punto di riferimento dell RTG ed il tappo terminale, aprire la finestra Properties del trasmettitore (clic con il pulsante destro del mouse sull icona device e scelta di Properties), scegliere la tavola RTG Geometry ed aggiustare la Calibration Distance (per RTG 2900 il TCL). Seconda edizione, Agosto

123 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Passo 5. Configurazione dei Reference Pins (barrette di riferimento) Nella finestra LPG Setup clic sul tasto Config Pins. Inserire le posizioni dei Reference Pins. La posizione è misurata dal Punto di Riferimento RTG all attuale punto di montaggio del Pin. Da quando la misura manuale non può essere eseguita sui serbatoi con alta pressurizzazione, Saab Tank Control ha sviluppato un metodo unico per verificarne la misura del livello. Il metodo è basato sulla misurazione di uno speciale modo di propagazione dell onda radar contro riferimenti fissi. Per verificare la misura possono essere montati nel tubo di calma fino a tre riferimenti (Pins). RTG Pin di riferimento Distanza tra riferimento RTG e punto di inserimento Pin di riferimento. RTG Punto di Riferimento 122 Seconda edizione, Agosto 2001

124 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Nota! Il valore da inserire nel campo Nominal Pos si riferisce alla distanza meccanica dal punto di riferimento RTG al Pin di riferimento. Questo valore sarà attivo soltanto come punto di partenza per il successivo processo di verifica nel quale sarà calcolata la corrispondente distanza elettrica. Nella maggior parte dei casi la distanza elettrica devia dala distanza meccanica reale. Assicurarsi che il valore di Threshold sia 500 mv. L ampiezza dell eco del Pin di riferimento deve essere maggiore del valore di Threshold perché possa essere indicato nella finestra LPGVerify (vedi Passo 6). Se per qualche ragione uno dei Pins di riferimento non viene indicato, è possibile inserire un valore di threshold inferiore per quel particolare Pin. Controllare che il livello del prodotto non sia sopra il Pin di riferimento. Commento: Quando la superficie liquida è prossima al Pin di riferimento, l eco radar del riferimento e della superficie prodotto interferiscono e la misura di distanza del riferimento diviene inaccurata. Si raccomanda di non eseguire le verifiche quando la distanza tra riferimento e prodotto è meno di 800 mm. Distanza minima di rispetto 800 mm Barretta di riferimento Seconda edizione, Agosto

125 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Passo 6. Verifica della misurazione 1. Ruotare la leva di calibrazione (Calibration Handle) sul Radar Tank Gauge nella posizione TEST. Solo in questa posizione i Pins di riferimento producono un eco radar visibile. Assicurarsi che i Pins appaiano nella finestra LPG Setup. In the LPG Setup window click the Verify Pins button. 2. Nella finestra LPG Verify Pins clic sul tasto Start per iniziare il processo di verifica. Quando la verifica è finita, la posizione misurata appare nella colonna Measured Position. 3. Notare la posizione dei Pins di riferimento nel campo Measured Position. Se la posizione misurata devia dalla posizione nominale, tornare alla finestra RTG LPG Configure Pins e inserire la posizione misurata nel campo Nominal Position. Attenzione! La posizione nominale inserita la prima volta è riferita alla distanza meccanica. La posizione misurata è riferita alla distanza elettrica la quale è quella vista dal Radar. 4. Nella finestra Verify clic sul tasto Start per iniziare ancora una nuova verifica. Ripetere i passi 3 e 4 finchè la posizione nominale nella finestra RTG LPG Configure Pins non è simile alla posizione misurata nella finestra LPG Verify Pins. Attenzione! Ricordare di mettere la leva di calibrazione del Radar nuovamente sulla posizione OPERATION quando la procedura di verifica è finita. 124 Seconda edizione, Agosto 2001

126 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Passo 7. Scelta del metodo di correzione Sono disponibili numerose possibilità dipendenti dal numero e dal tipo dei prodotti. Clic sul tasto Correction. Scegliere uno dei metodi seguenti: 1. Air Correction. Questo metodo può essere usato soltanto quando nel serbatoio non ci sono vapori, ossia quando il serbatoio contiene solo aria. Questo metodo può essere usato durante la calibrazione del trasmettitore. 2. One known gas. Usare questo metodo quando il serbatoio è destinato ad un solo tipo di gas. Questo, tra gli altri metodi di correzione, assicura la più alta precisione di misura. Notare che anche piccole quantità di altro gas riducono la precisione di misura. 3. One or more unknown gases. Usare questo metodo per idrocarburi, per esempio Propano/Butano, quando l esatta ripartizione della miscela non è nota. 4. Two gases, unknown mixratio. Questo metodo è indicato per miscele di due gas di cui non è nota la proporzione. 5. One or more known gases. Known mixratio. Questo metodo può essere usato quando il serbatoio è destinato ad una miscela di massimo 4 prodotti in proporzioni ben note e costanti. Seconda edizione, Agosto

127 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello 3.18 Calibrazione Normalmente, per ottenere una buona corrispondenza tra livello misurato e livello attuale, è necessaria una piccola regolazione della Calibration Distance (Tank Connection Length per il trasmettitore TRL/2). Una piccolo errore di zero può risultare, per esempio, dalla differenza tra l altezza attuale del serbatoio ed il valore memorizzato nel database del trasmettitore, o dalle differenze tra le unità a microonde e le antenne. E possibile regolare manualmente la Calibration Distance, o consentire a WinSetup di eseguire automaticamente calcolo e calibrazione con la funzione Calibrate, basandosi sui dati di misura provenienti da differenti livelli del prodotto. Attenzione! Quella che segue è una breve descrizione di come calibrare un trasmettitore REX. Per una descrizione completa vedi il manuale REX Service Aggiustamento Manuale Per il REX una calibrazione di massima può essere eseguita mediante un aggiustaggio manuale del parametro Calibration Distance. Per il TRL/ il corrispondente aggiustaggio viene eseguito variando il parametro TCL. (Per il REX il TCL non può mai essere variato tranne che per antenne non standard). Comparando un livello sondato manualmente con il corrispondente livello misurato dal Radar, può essere calcolato un valore di Calibration Distance con la seguente formula: Nuova Calibration Distance = Vecchia Calibration Distance + DL, dove L = livello osservato (manuale) livello misurato dal trasmettitore. La stessa formula è valida anche per il trasmettitore TRL/2 sostituendo Calibration Distance con TCL. 126 Seconda edizione, Agosto 2001

128 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Per modificare la Calibration Distance memorizzata nel trasmettitore: 1. Selezionare l icona del trasmettitore in WinSetup workspace. 2. Clic con il pulsante destro del mouse e scelta dell opzione Properties. Calibration Distance 3. Selezionare la tavola RTG Geometry. 4. Digitare il valore di Calibration Distance nel campo corrispondente, quindi clic sul tasto OK. Vedi il manuale REX Service per maggiori informazioni. Seconda edizione, Agosto

129 Capitolo 3 Installazione di un sistema di misura del livello Uso della funzione Calibrate La funzione Calibrate è uno strumento che serve per ottimizzare le prestazioni di misura dall alto del serbatoio al fondo, minimizzando le differenze tra il livello attuale del prodotto ed il corrispondente valore misurato dal trasmettitore. Per calibrare un trasmettitore: 1. Nella finestra Workspace selezionare il trasmettitore desiderato e scegliere Calibrate dal menu Service/Devices, - o - clic sul pulsante destro del mouse e scelta di Calibrate. 2. Clic sul tasto Calibration Data. Nella finestra Calibration Data inserire i valori di livello manuale ed i corrispondenti valori di livello misurati dal trasmettitore. Clic sul tasto Save Calibration Data in PC Database. La finestra Calibration indica una linea retta passante tra i punti di misura rappresentanti la differenza tra le misure di livello manuali e le corrispondenti dello RTG.Per le antenne per tubo di calma è indicata una linea orizzontale ondulata. 3. Clic sul tasto Write new calibration data to RTG per salvare gli attuali dati di calibrazione. Con l azione del tasto Write new calibration data to RTG viene calcolata una nuova Calibration Distance e ricalcolati i valori di livello Saab nella finestra Calibration Data. Vedi il manuale REX Service per maggiori informazioni sulla calibrazione del trasmettitore di livello radar REX. 128 Seconda edizione, Agosto 2001

130 Capitolo 4 Modifica della configurazione dello strumento 4. Modifica della configurazione dello strumento Dopo aver installato e configurato uno strumento, ogni parametro inserito può essere modificato in ogni momento aprendo il corrispondente dialogo Properties. Per aprire Properties agire come segue: 1. Nella finestra Workspace selezionare il device da riconfigurare. 2. Clic sul pulsante destro del mouse - o - dal menu Service scegliere Devices. Properties 3. Scegliere l opzione Properties. Seconda edizione, Agosto

131 Capitolo 4Modifica della configurazione dello strumento Ora la finestra Properties appare con un numero di tavole per permettere di modificare la precedente configurazione. Di base le tavole corrispondono ai differenti passi della procedura di installazione. Simili dialoghi sono disponibili per altri tipi di strumenti, come FCU e DAU. Vedi capitolo 3 per descrizioni dettagliate su come configurare i vari tipi di device. 130 Seconda edizione, Agosto 2001

132 Capitolo 5 Disinstallazione di uno strumento 5. Disinstallazione di uno strumento Dopo aver installato e configurato un device, questo può essere disinstallato in ogni momento. In ogni caso prima deve essere disinstallato il relativo tank, oppure, se il tank deve essere mantenuto, il device deve essere sconnesso dal tank a cui è associato. Per disinstallare un device: 1. Disinstallare il tank associato. (Vedi capitolo 3.5.6). 2. Selezionare il device desiderato, quindi clic sul pulsante destro del mouse. Uninstall 3. Scegliere l opzione Uninstall. Ora il device è rimosso dal WinSetup workspace. Disinstallazione di un device senza disinstallare il tank. Non volendo disinstallare il tank, p.e. volendolo connettere ad un altro misuratore, sconnetterlo dal device quindi disinstallare il device: 1. Selezionare il tank desiderato, fare clic sul pulsante destro del mouse. Seconda edizione, Agosto

133 Capitolo 5 Disinstallazione di uno strumento 2. Scegliere l opzione Properties e selezionare la tavola Configuration. Change 3. Clic sul tasto Change. Freccia a sinistra 4. Selezionare il device nel riquadro a destra, quindi clic sulla freccia a sinistra. Clic sul tasto OK. Risposta: il tank viene disconnesso dal device associato. a rimozione del segno +Indica che il tank non ha device associati. 5. Nel WinSetup workspace, selezionare il device desiderato, quindi clic sul pulsante destro del mouse. 6. Scegliere l opzione Uninstall. Ora il device è rimosso ma il tank è ancora disponibile nel WinSetup workspace. 132 Seconda edizione, Agosto 2001

134 Capitolo 6 Visualizzazione delle Statistiche del Canale di Protocollo 6. Visualizzazione delle Statistiche del Canale di Protocollo La funzione Protocol Statistics è uno strumento utile per controllare la qualità della comunicazione tra il PC TankMaster e i devices connessi. Per vedere i dati statistici di un canale di protocollo fare come segue: 1. Aprire la cartella Protocols e l appropriata sottocartella protocol. Protocols folder Channel Protocol sub folder Statistics 2. Selezionare il canale desiderato. 3. Clic sul pulsante destro del mouse quindi scegliere l opzione Statistics - o - dal menu Service scegliere Channels/Statistics. Questa finestra mostra un sunto di messaggi e numerosi tipi di errori. Seconda edizione, Agosto

135 Capitolo 6 Visualizzazione delle Statistiche del Canale di Protocollo 134 Seconda edzione, Agosto 2001

136 Capitolo 7 Registrazione della comunicazione del canale 7. Registrazione della comunicazione del canale 7.1 Visualizzazione della comunicazione Per accedere alla comunicazione di un particolare canale di protocollo procedere così: 1. Selezionare l icona del protocol channel. View Log 2. Clic sul pulsante destro del mouse e scelta dell opzione View Log - o - dal menu Service scegliere Channel/View Log. 3. Specifica del profilo di registrazione. Possono essere filtrati alcuni codici funzione e devices così come vari tipi di errore: Function Code Device Address Type of error Un codice funzione definisce una specifica azione o un tipo di dati. Possono essere registrati tutti i codici funzione o soltanto uno specifico codice. Possono essere registrati tutti i devices o uno specifico soltanto. Marcare la casella corrispondente al tipo di errore che si desidera registrare: Time-out, Check Sum o Other Errors. Volendo, possono essere marcate più caselle contemporaneamente. Seconda edizione, Agosto

137 Capitolo 7 Registrazione della comunicazione del canale Number of messages Inserire il numero di messaggi che dovranno essere sommati ogni volta che la finestra Communication Log viene aperta. Se la registrazione viene aggiornata troppo rapidamente, aumentare il Number of messages per ridurre la velocità di aggiornamento. 4. Clic su OK per aprire la finestra Communication Log. La finestra Communication Log è continuamente aggiornata con nuovi valori. Per arrestare l invio di nuovi valori da WinSetup clic sul tasto destro del mouse e scegliere Freeze. Log Setup Save As Freeze Clear L opzione Save As permette di salvare la registrazione dei dati su file. Scegliere l opzione Log Setup volendo cambiare i filtri inseriti. 136 Seconda edizione, Agosto 2001

138 Capitolo 7 Registrazione della comunicazione del canale 7.2 Salvataggio di Communication Log su File Per salvare il log su file: 1. Selezionare l icona del protocol channel. Properties 2. Clic sul tasto destro del mouse e scelta di Properties, - o - dal menu Service scegliere Channels/Properties, 3. Selezionare la scheda File Log. 4. Digitare un nome del log file nel campo File Name. 5. Scegliere registrazione manuale o automatica. Scegliere Automatic per specificare dati e tempo per la partenza della registrazione. Preferendo dare inizio manualmente alla registrazione, selezionare Manual e clic sul tasto Start. 6. Scegliere l opzione One File se si preferisce immagazzinare la registrazione in un singolo file. Scegliere l opzione Several Files volendo dividere la registrazione in più files. Scegliendo Several Files e inserendo il valore di Maximum File Size, è possibile per esempio dare la massima dimensione del file da conservare su dischetti. Seconda edizione, Agosto

139 Capitolo 7 Registrazione della comunicazione del canale 7. Clic sul tasto Advanced per inserire le opzioni di filtro. 8. Marcare la casella Enable Filtering by Function Codes and Addresses volendo limitare la registrazione ad un certo codice funzione e/o ad un certo indirizzo strumento. 9. Scegliere l opzione Selected Function Code volendo registrare una specifica funzione. 10. Scegliere una delle opzioni Device Address. Scegliere Selected Address volendo registrare un certo strumento. 11. Specificare il tipo di errore da registrare marcando la casella corrispondente. Può essere registrato un solo tipo di errore o più tipi. 12. Clic sul tasto OK. 138 Seconda edizione, Agosto 2001

140 Capitolo 8 Ricerca degli strumenti connessi 8. Ricerca degli strumenti connessi E possibile cercare quali siano gli strumenti associati ad un particolare canale di comunicazione: 1. Aprire la cartella Protocols e l appropriata sub cartella. 2. Selezionare il canale di protocollo desiderato. Find Devices 3. Clic sul tasto destro del mouse e scelta dell opzione Find Device - o - dal menu Service scegliere Channels/Find Devices. 4. Digitare i valori opportuni nel campo First e Last address per limitare la ricerca ad un certo campo di indirizzi. Seconda edizione, Agosto

141 Capitolo 8 Ricerca degli strumenti connessi 5. Clic sul tasto Start. Ora viene eseguita la scansione del bus TRL/2 per gli strumenti compresi nel campo di indirizzi specificato. Un elenco mostra nome, tipo, indirizzo, n unità e versione dell applicazione software di ogni strumento trovato nella ricerca. 140 Seconda edizione, Agosto 2001

142 Capitolo 9 Visualizzazione dati serbatoio 9. Visualizzazione dati serbatoio WinSetup permette la visualizzazione dei dati di un singolo serbatoio o di gruppi di serbatoi. 9.1 Visualizzazione dati di un solo serbatoio 1. Selezionare l icona del serbatoio desiderato. Open Tank View 2. Clic sul tasto destro del mouse e scelta dell opzione Open Tank View - o - dal menu Service scegliere Tanks/Open Tank View. Risposta: Appare la finestra Tank View. Seconda edizione, Agosto

143 Capitolo 9 Visualizzazione dati serbatoio 9.2 Molti serbatoi 1. Selezionare la cartella Tanks. 2. Clic sul tasto destro del mouse e scelta dell opzione Summary Tank View. - o - dal menu Service scegliere Tanks/Summary Tank View. Scegliere la scheda All Tanks per indicare tutti i serbatoi. Scegliere la scheda desiderata per vedere uno specifico serbatoio. 142 Seconda edizione, Agosto 2001

144 Capitolo 10 Visualizzazione dello Stato degli Allarmi 10. Visualizzazione dello Stato degli Allarmi WinSetup offre la scelta tra vedere lo stato degli allarmi per un solo serbatoio o per un gruppo di serbatoi. Per vedere lo stato degli allarmi procedere così: 1. Per vedere lo stato degli allarmi di tutti i serbatoi selezionare This Workstation o la cartella Tanks. This workstation Per vedere lo stato degli allarmi di un serbatoio singolo selezionare il serbatoio desiderato nella cartella Tanks. Single tank 2. Dal menu View scegliere Alarms. La finestra Alarm Status presenta un elenco di parametri per un serbatoio singolo o per un gruppo di serbatoi secondo l icona selezionata nella finestra Workspace. Questa funzione permette di provare la presenza della comunicazione e che i valori di misura siano correttamente inviati dal trasmettitore. Seconda edizione, Agosto

145 Capitolo 10 Visualizzazione dello Stato degli Allarmi Stato degli allarmi per un gruppo di serbatoi: Stato degli allarmi per un serbatoio: 144 Seconda edizione, Agosto 2001

146 Capitolo 11 Visualizzazione di Input e Holding Registers 11. Visualizzazione di Input e Holding Registers I dati di misura sono continuamente archiviati negli Input Registers di DAU, RTG e FCU. Il controllo del corretto funzionamento dello strumento è possibile vedendo il contenuto dei suoi imput registers. Gli Holding Registers memorizzano numerosi parametri del trasmettitore usati per controllare le prestazioni di misura. Per vedere input o holding register di uno strumento procedere così: 1. Selezionare lo strumento nella finestra Workspace. 2. Clic sul tasto destro del mouse e scelta dell opzione View Input/Holding Register - o - dal menu Service scegliere Devices/View Input/Holding Registers. 3. Scegliere Predefined per vedere una selezione di registri base. Scegliere l opzione All per vedere un gruppo di registri di propria scelta. Scegliendo l opzione All, specificare il campo di registri inserendo il numero o la descrizione del registro iniziale nella casella Start Register e il totale dei registri da visualizzare nella casella Number of Registers. 4. Clic sul tasto Read. Seconda edizione, Agosto

147 Capitolo 11 Visualizzazione di Input e Holding Registers 11.1 Per modificare Holding Registers La maggioranza degli Holding registers può essere variata semplicemente digitando un nuovo valore nell appropriato campo di inserimento Value. Alcuni holding registers (marcati in grigio nella colonna Value) possono essere variati in una finestra separata; in questo caso la variazione può essere operata scegliendo tra una lista di opzioni o cambiando separatamente i data bits. Per aggiornare un holding register procedere così: 1. Nella colonna Value, posizionare il cursore nel campo che corrisponde al registro da modificare. 2. Digitare il nuovo valore. Alcuni registri sono marcati grigi nella colonna Value. Per variare questi registri: 3. Doppio clic nel campo Value. Risposta: Si apre la finestra Expanded Enumereted o Expanded Bitfield, dipende dal tipo di registro Holding scelto. (Contattare Saab Tank Control per maggiori informazioni sui differenti tipi di registri Holding). 4. Selezionare dalla lista delle opzioni (Expanded Enumereted) o cambiare l opportuno data bit (Expanded Bitfield). 146 Seconda edizione, Agosto 2001

Manuale di configurazione del sistema 300510IT, Rev AA gennaio 2013. Raptor. Sistema di misura per serbatoi. www.rosemount-tg.com

Manuale di configurazione del sistema 300510IT, Rev AA gennaio 2013. Raptor. Sistema di misura per serbatoi. www.rosemount-tg.com Manuale di configurazione del sistema Raptor Sistema di misura per serbatoi www.rosemount-tg.com Manuale di configurazione del sistema Rosemount Raptor Rosemount Raptor Configurazione mediante Rosemount

Dettagli

Manuale di commissioning 308011IT, Edizione 1B ottobre 2007. Manuale di commissioning. ModeloFuoriProduzione. www.rosemount-tg.com

Manuale di commissioning 308011IT, Edizione 1B ottobre 2007. Manuale di commissioning. ModeloFuoriProduzione. www.rosemount-tg.com Manuale di commissioning Manuale di commissioning ModeloFuoriProduzione www.rosemount-tg.com Manuale di commissioning Prima Edizione/Rev.B Copyright Rosemount Tank Radar AB www.rosemount-tg.com Copyright

Dettagli

Utilizzo del modem DC-213/214 con i router wireless Guida all installazione

Utilizzo del modem DC-213/214 con i router wireless Guida all installazione Utilizzo del modem DC-213/214 con i router wireless Guida all installazione La presente guida illustra le situazioni più comuni per l installazione del modem ethernet sui router wireless Sitecom. Configurazione

Dettagli

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni it 2 Informazioni generali Informazioni generali Questo manuale contiene importanti informazioni sulle caratteristiche e sull impiego

Dettagli

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15 Xpress I440I04_15 Software di configurazione e controllo remoto MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 3 3 SETUP... 3 4 PASSWORD... 4 5 HOME PAGE... 4 6 CANALE...

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services)

Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Manuale d uso e manutenzione (client Web e Web services) Rev. 01-15 ITA Versione Telenet 2015.09.01 Versione DB 2015.09.01 ELECTRICAL BOARDS FOR REFRIGERATING INSTALLATIONS 1 3232 3 INSTALLAZIONE HARDWARE

Dettagli

Indice documento. 1. Introduzione 1 1 2 2 2 3 3 3 4 4 4-8 9 9 9 9 10 10-12 13 14 14-15 15 15-16 16-17 17-18 18

Indice documento. 1. Introduzione 1 1 2 2 2 3 3 3 4 4 4-8 9 9 9 9 10 10-12 13 14 14-15 15 15-16 16-17 17-18 18 Indice documento 1. Introduzione a. Il portale web-cloud b. Cloud Drive c. Portale Local-Storage d. Vantaggi e svantaggi del cloud backup del local backup 2. Allacciamento a. CTera C200 b. CTera CloudPlug

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DELOS SYSTEMS 4.02.28

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DELOS SYSTEMS 4.02.28 GUIDA ALL INSTALLAZIONE DELOS SYSTEMS 4.02.28 Requisiti minimi (sistema operativo hardware).... pag. 1 Procedura di disinstallazione e installazione del software Delos Systems 4.02.28.. pag. 2 Salvare

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

Software di gestione pressione sanguigna Istruzioni operative EW-BU60

Software di gestione pressione sanguigna Istruzioni operative EW-BU60 Software di gestione pressione sanguigna Istruzioni operative EW-BU60 Sommario Prima dell uso... 2 Avvio del Software di gestione pressione sanguigna... 3 Primo utilizzo del Software di gestione pressione

Dettagli

Guida rapida: Fiery proserver per EFI VUTEk

Guida rapida: Fiery proserver per EFI VUTEk Guida rapida: Fiery proserver per EFI VUTEk Questo documento è una guida passo per passo alla configurazione e all utilizzo di EFI Fiery proserver con la Stampante EFI VUTEk. In esso sono trattati i seguenti

Dettagli

Wireless Network Broadband Modem/router WL-108. Guida rapida all'installazione

Wireless Network Broadband Modem/router WL-108. Guida rapida all'installazione Wireless Network Broadband Modem/router WL-108 Guida rapida all'installazione La presente guida illustra solo le situazioni più comuni. Fare riferimento al manuale utente presente sul CD-ROM in dotazione

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

Sharpdesk R2.7. Guida dell utente

Sharpdesk R2.7. Guida dell utente Sharpdesk TM R2.7 Guida dell utente Copyright 2000-2003 di Sharp Corporation. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione, l adattamento o la traduzione senza previa autorizzazione scritta, salvo

Dettagli

Software di controllo dell accesso. Manuale utente. Aritech. per MS Windows

Software di controllo dell accesso. Manuale utente. Aritech. per MS Windows Aritech Software di controllo dell accesso Manuale utente per MS Windows MS Windows, Windows e Microsoft sono marchi commerciali di Microsoft Corporation Indice Configurazione manuali...3 Struttura del

Dettagli

Printer Driver. Prima di procedere con l utilizzo del driver stampante, leggere il file Readme. Prima dell utilizzo del software 4-152-267-42(1)

Printer Driver. Prima di procedere con l utilizzo del driver stampante, leggere il file Readme. Prima dell utilizzo del software 4-152-267-42(1) 4-152-267-42(1) Printer Driver Guida per l installazione Questa guida descrive l installazione del driver stampante per Windows 7, Windows Vista, Windows XP e. Prima dell utilizzo del software Prima di

Dettagli

82.BTCF BLUETOOTH CARD ADAPTER

82.BTCF BLUETOOTH CARD ADAPTER LIFE ELECTRONICS S.p.A. MANUALE D USO 82.BTCF BLUETOOTH CARD ADAPTER INFORMAZIONI GENERALI La tecnologia wireless Bluetooth elimina totalmente l uso di cavi per la connessione a qualunque dispositivo portatile

Dettagli

Hosting Applicativo Installazione Web Client

Hosting Applicativo Installazione Web Client Hosting Applicativo Installazione Web Client Utilizzo del portale di accesso e guida all installazione dei client Marzo 2012 Hosting Applicativo Installazione Web Client Introduzione Le applicazioni CIA,

Dettagli

LabelShop 8. Manuale dell amministratore. Admin Guide

LabelShop 8. Manuale dell amministratore. Admin Guide LabelShop 8 Manuale dell amministratore Admin Guide Guida per l amministratore DOC-OEMCS8-GA-IT-02/03/06 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere

Dettagli

Manuale d uso M-bus View

Manuale d uso M-bus View Manuale d uso M-bus View Indice Richieste minime...3 installazione...3 Definizioni...4 Lista Hot-Keys...4 sommario banca dati...5 simboli per l edificio...6 simboli per gli apparecchi...6 Stato di lettura

Dettagli

Guida rapida all installazione

Guida rapida all installazione Guida rapida all installazione Wireless Network Broadband Router 140g+ WL-143 La presente guida illustra solo le situazioni più comuni. Fare riferimento al manuale utente contenuto nel CD-ROM in dotazione

Dettagli

FileMaker Pro 12. Guida di FileMaker Server

FileMaker Pro 12. Guida di FileMaker Server FileMaker Pro 12 Guida di FileMaker Server 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker è un marchio di FileMaker,

Dettagli

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario.

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario. Istruzioni per l uso (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems N. modello DP-800E / 800P / 806P Installazione Sommario Installazione Installazione del driver di

Dettagli

Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery. Guida introduttiva

Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery. Guida introduttiva Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery Guida introduttiva 2009 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

Max Configurator v1.0

Max Configurator v1.0 NUMERO 41 SNC Max Configurator v1.0 Manuale Utente Numero 41 17/11/2009 Copyright Sommario Presentazione... 3 Descrizione Generale... 3 1 Installazione... 4 1.1 Requisiti minimi di sistema... 4 1.2 Procedura

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10 Web Server Guida all impostazione Le informazioni contenute in questo documento sono state raccolte e controllate con cura, tuttavia la società non può essere

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

Note operative per Windows XP

Note operative per Windows XP Note operative per Windows XP AVVIO E ARRESTO DEL SISTEMA All avvio del computer, quando l utente preme l interruttore di accensione, vengono attivati i processi di inizializzazione con i quali si effettua

Dettagli

Registratore Dati Umidità / Temperatura

Registratore Dati Umidità / Temperatura Manuale d Istruzioni Registratore Dati Umidità / Temperatura Modello RHT10 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Registratore di Dati di Umidità Relativa e Temperatura. Questo Registratore

Dettagli

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 MONOGRAFIA DESCRITTIVA Edizione Gennaio 2010 MON. 255 REV. 1.0 1 di 27 INDICE Introduzione alle funzionalità di gestione per sistemi di trasmissioni PDH...

Dettagli

Proteggi ciò che crei. Guida all avvio rapido

Proteggi ciò che crei. Guida all avvio rapido Proteggi ciò che crei Guida all avvio rapido 1 Documento aggiornato il 10.06.2013 Tramite Dr.Web CureNet! si possono eseguire scansioni antivirali centralizzate di una rete locale senza installare il programma

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Rel.2.0 MANUALE UTENTE SOFTWARE DI MONITORAGGIO E. Ver 2.0.0 CONTROLLO DI UNA RETE DI RILEVATORI DI FUMO

Rel.2.0 MANUALE UTENTE SOFTWARE DI MONITORAGGIO E. Ver 2.0.0 CONTROLLO DI UNA RETE DI RILEVATORI DI FUMO PS Remote Control Rel.2.0 Ver 2.0.0 SOFTWARE DI MONITORAGGIO E CONTROLLO DI UNA RETE DI RILEVATORI DI FUMO MANUALE UTENTE di Angrilli Ing. Davide Via Iseo, n.4/b 65010 Spoltore (PE) Tel/fax 0854972260

Dettagli

Installazione di Windows XP Professional

Installazione di Windows XP Professional 35 12/6/2001, 5:50 PM 35 C A P I T O L O 2 Installazione di Windows XP Professional Lezione 1: Introduzione......................................... 37 Lezione 2: Installazione di Windows XP Professional

Dettagli

hottimo procedura di installazione

hottimo procedura di installazione hottimo procedura di installazione LATO SERVER Per un corretto funzionamento di hottimo è necessario in primis installare all interno del server, Microsoft Sql Server 2008 (Versione minima Express Edition)

Dettagli

Configurable CAN System (CCS)

Configurable CAN System (CCS) ISTRUZIONI INTERFACCIA SOFTWARE Configurable CAN System Software Interface FT1130M - FT1137M Configurable CAN System (CCS) Interfaccia software Manuale utente Pag. 1 1 FT1130M - FT1137M Configurable CAN

Dettagli

Hosting Applicativo Installazione Web Client

Hosting Applicativo Installazione Web Client Hosting Applicativo Installazione Web Client Utilizzo del portale di accesso e guida all installazione dei client Versione ridotta Marzo 2012 Hosting Applicativo Installazione Web Client 21 1 - Prerequisiti

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema è un servizio del server di stampa che consente di tenere il software di sistema sul proprio server di stampa sempre aggiornato con gli

Dettagli

Microsoft e Windows sono marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi. Parti di software di filtro grafica sono

Microsoft e Windows sono marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi. Parti di software di filtro grafica sono Microsoft e Windows sono marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi. Parti di software di filtro grafica sono frutto del lavoro di Group 42, Inc. Parti di software di

Dettagli

www.aylook.com MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25

www.aylook.com MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25 MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25 INDICE 1. PRESENTAZIONE SOFTWARE VMS... 3 2. PRIMO COLLEGAMENTO AL VMS... 3 3. LAYOUT DEL PROGRAMMA... 5 3.1 Tabs... 5 3.2 Toolbar... 6 3.3 Status bar...

Dettagli

IN-CHF on line Procedura di Installazione

IN-CHF on line Procedura di Installazione IN-CHF on line IN-CHF on line Procedura di Installazione Heart Care Foundation onlus www.heartcarefound.org Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri www.anmco.it Centro Studi ANMCO Firenze

Dettagli

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map Manuale d uso per i programmi VS Server E-Map Con E-Map Server, si possono creare mappe elettroniche per le telecamere ed i dispositivi I/O collegati a GV-Video Server. Usando il browser web, si possono

Dettagli

Guida introduttiva. Fiery Network Controller per DocuColor 240/250

Guida introduttiva. Fiery Network Controller per DocuColor 240/250 Fiery Network Controller per DocuColor 240/250 Guida introduttiva In questo documento, ogni riferimento a DocuColor 242/252/260 rimanda a DocuColor 240/250. 2007 Electronics for Imaging, Inc. Per questo

Dettagli

> Gestione Invalidi Civili <

> Gestione Invalidi Civili < > Gestione Invalidi Civili < GUIDA RAPIDA ALL'UTILIZZO DEL PRODOTTO (rev. 1.3) INSTALLAZIONE, ATTIVAZIONE E CONFIGURAZIONE INIZIALE ESECUZIONE DEL SOFTWARE INSERIMENTO ANAGRAFICA RICERCA ANAGRAFICA INSERIMENTO

Dettagli

Software testo easyemission. Manuale di istruzioni

Software testo easyemission. Manuale di istruzioni Software testo easyemission Manuale di istruzioni it testo SpA via F.lli Rosselli, 3/2 20019 Settimo Milanese (MI) Telefono: 02/33519.1 Fax: 02/33519.200 E-Mail: info@testo.it Internet: http://www.testo.it

Dettagli

Informazioni più recenti: versione del firmware 5.10

Informazioni più recenti: versione del firmware 5.10 Server di CD/DVD-ROM HP SureStore Informazioni più recenti: versione del firmware 5.10 Nota per gli aggiornamenti Per le versioni del firmware 5.10 e quelle successive, queste Informazioni più recenti

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1 Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Avviare il pc Il tasto da premere per avviare il computer è frequentemente contraddistinto dall etichetta Power ed è comunque il più grande posto sul case.

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file 2.1 L AMBIENTE DEL COMPUTER 1 2 Primi passi col computer Avviare il computer Spegnere correttamente il computer Riavviare il computer Uso del mouse Caratteristiche

Dettagli

GUIDA DI INSTALLAZIONE. AXIS Camera Station

GUIDA DI INSTALLAZIONE. AXIS Camera Station GUIDA DI INSTALLAZIONE AXIS Camera Station Informazioni su questa guida Questa guida è destinata ad amministratori e utenti di AXIS Camera Station e riguarda la versione 4.0 del software o versioni successive.

Dettagli

Printer Driver UP-GR700. Guida all installazione. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver UP-GR700. Guida all installazione. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 3-197-623-32 (1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

INTRODUZIONE AI SISTEMI OPERATIVI

INTRODUZIONE AI SISTEMI OPERATIVI INTRODUZIONE AI SISTEMI OPERATIVI Il sistema operativo è il software che permette l esecuzione di programmi applicativi e lo sviluppo di nuovi programmi. CARATTERISTICHE Gestisce le risorse hardware e

Dettagli

Sartorius ProControl@Inline 3.x

Sartorius ProControl@Inline 3.x Manuale utente Sartorius ProControl@Inline 3.x Programma software Ethernet 98646-002-58 Indice Uso previsto 4 Caratteristiche 4 Tasti di scelta rapida comuni 4 Indicazioni legali 4 Lancio dell applicazione

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

4-530-961-43 (1) Wireless Studio

4-530-961-43 (1) Wireless Studio 4-530-961-43 (1) Wireless Studio Guida dell utente Versione 4.1x Prima dell utilizzo del software, leggere questo manuale con attenzione e conservarlo per riferimento futuro. DWR-R01D/R02D 2013 Sony Corporation

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE

COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE COMUNE DI PESCARA SETTORE TRIBUTI COMUNICAZIONE ICI PROCEDURA DI COMPILAZIONE INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA Requisisti di sistema L applicazione COMUNICAZIONI ICI è stata installata e provata sui seguenti

Dettagli

Capitolo 1 Installazione del programma

Capitolo 1 Installazione del programma Capitolo 1 Installazione del programma Requisiti Hardware e Software Per effettuare l installazione del software Linea Qualità ISO, il computer deve presentare una configurazione minima così composta:

Dettagli

Manuale di installazione e dell utente

Manuale di installazione e dell utente Manuale di installazione e dell utente 16 bit, per Windows 3.1 ii Informazioni sul copyright Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, memorizzata o tradotta in

Dettagli

Xerox 700 Digital Color Press con Integrated Fiery Color Server. Stampa da Windows

Xerox 700 Digital Color Press con Integrated Fiery Color Server. Stampa da Windows Xerox 700 Digital Color Press con Integrated Fiery Color Server Stampa da Windows 2008 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione

Dettagli

SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA

SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS BPT Spa Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma di gestione della fatturazione. BDWinfatture 2007. Versione 6.0

MANUALE OPERATIVO. Programma di gestione della fatturazione. BDWinfatture 2007. Versione 6.0 MANUALE OPERATIVO Programma di gestione della fatturazione BDWinfatture 2007 Versione 6.0 MANUALE OP ERAT I V O BDWinfatture Belvedere Daniele Software Via Petitti, 25 10017 Montanaro (To) info@belvederesoftware.it

Dettagli

Installation Guide. Pagina 1

Installation Guide. Pagina 1 Installation Guide Pagina 1 Introduzione Questo manuale illustra la procedura di Set up e prima installazione dell ambiente Tempest e del configuratore IVR. Questo manuale si riferisce alla sola procedura

Dettagli

SOFTWARE DI GESTIONE PSS

SOFTWARE DI GESTIONE PSS Rev. 1.0 SOFTWARE DI GESTIONE PSS Prima di utilizzare questo dispositivo, si prega di leggere attentamente questo manuale e di conservarlo per future consultazioni. Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta S.

Dettagli

Layout dell area di lavoro

Layout dell area di lavoro Layout dell area di lavoro In Windows, Dreamweaver fornisce un layout che integra tutti gli elementi in una sola finestra. Nell area di lavoro integrata, tutte le finestre e i pannelli sono integrati in

Dettagli

EasyVote v.1.0. Logos Av Com. Manuale d uso

EasyVote v.1.0. Logos Av Com. Manuale d uso EasyVote v.1.0 Logos Av Com Manuale d uso Revisions table Revision Date Author Pages Notes 1.0 05/06/2012 P.A. Aisa 30 First Emission File name EasyVote_UserManual_1.0 Revisions table 2 / 30 Indice 1 INTRODUZIONE

Dettagli

FileMaker 8. Installazione dei driver client FileMaker 8 ODBC e JDBC

FileMaker 8. Installazione dei driver client FileMaker 8 ODBC e JDBC FileMaker 8 Installazione dei driver client FileMaker 8 ODBC e JDBC 2004-2005 Filemaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker

Dettagli

Guida introduttiva. Versione 7.0.0 Software

Guida introduttiva. Versione 7.0.0 Software Guida introduttiva Versione 7.0.0 Software Installazione del software - Sommario Panoramica sulla distribuzione del software CommNet Server Windows Windows Cluster - Virtual Server Abilitatore SNMP CommNet

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

Requisiti per la Configurazione Internet

Requisiti per la Configurazione Internet Requisiti per la Configurazione Internet Per connettere l Access Point all AP Manager, sarà necessario utilizzare i successivi parametri per configurare le impostazioni TCP/IP del computer: Indirizzo IP:

Dettagli

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR PJ-6/PJ-66 Stampante mobile Versione 0 ITA Introduzione Le stampanti mobili Brother, modelli PJ-6 e PJ-66 (con Bluetooth), sono compatibili con numerose

Dettagli

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Base offre la possibilità di creare database strutturati in termini di oggetti, quali tabelle, formulari, ricerche e rapporti, di visualizzarli e utilizzarli in diverse modalità.

Dettagli

Installazione del software - Sommario

Installazione del software - Sommario Guida introduttiva Installazione del software - Sommario Panoramica sulla distribuzione del software CommNet Server Windows Cluster Windows - Virtual Server CommNet Agent Windows Cluster Windows - Virtual

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

Guida rapida all installazione di RobCAD 8.0 per Windows

Guida rapida all installazione di RobCAD 8.0 per Windows Guida rapida all installazione di RobCAD 8.0 per Windows Lo scopo di questo documento é di fornire una guida sintetica all installazione della versione 8.0 di Robcad. AVVERTENZA Non procedere all'installazione

Dettagli

MANUALE DELL UTENTE DELLA SERIE HD PER IL BACKUP

MANUALE DELL UTENTE DELLA SERIE HD PER IL BACKUP MANUALE DELL UTENTE DELLA SERIE HD PER IL BACKUP GRAZIE per avere acquistato il dispositivo Clickfree Backup. Le presenti istruzioni sono state preparate per aiutare l utente ad utilizzare il prodotto,

Dettagli

Manuale InOut DA Console Versione 1.0

Manuale InOut DA Console Versione 1.0 Manuale InOut DA Console Versione 1.0 INOUT AUDIO COMUNICATION SYSTEMS Via nobel, 10 30020 Noventa di Piave Venezia ITALY Tel. +39 0421 571411 Fax +39 0421 571480 web:www.inout-digital.com email:info@inout-digital.com

Dettagli

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS

UPS... 1. 2 2. 3 2.1. 4 2.2. RS : 5 3. UPS Sommario 1. Che cosa è UPS Communicator?... 2 2. Installazione di UPS Communicator... 3 2.1. Server UPS... 4 2.2. RS System : Remote Shell System... 5 3. UPS Diag Monitor... 6 3.1. Connessione e disconnessione

Dettagli

VERITAS Backup Exec 9.1 for Windows Servers Manuale di installazione rapida

VERITAS Backup Exec 9.1 for Windows Servers Manuale di installazione rapida VERITAS Backup Exec 9.1 for Windows Servers Manuale di installazione rapida N109548 Dichiarazione di non responsabilità Le informazioni contenute nella presente pubblicazione sono soggette a modifica senza

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100

Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100 Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100 Revisione 1.4 del 2014/07/24 INDICE PREMESSA... 4 1 - Requisiti di sistema... 5 1.1 Requisiti Hardware... 5 1.2 Requisiti Software... 5 1.3 Connettività...

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

Software centralizzazione per DVR

Software centralizzazione per DVR Software centralizzazione per DVR Manuale installazione ed uso 2 INTRODUZIONE Il PSS (Pro Surveillance System) è un software per PC utilizzato per gestire DVR e/o telecamere serie VKD. Tramite esso è possibile

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Questo argomento include le seguenti sezioni: "Punti preliminari" a pagina 3-17 "Procedura rapida di installazione da CD-ROM" a pagina 3-17 "Altri metodi

Dettagli

CONVERTITORE DA USB A SERIALE

CONVERTITORE DA USB A SERIALE CONVERTITORE DA USB A SERIALE Guida rapida all'installazione Windows 7 DA-70158 Passo 1: Passo 2: Inserite il CD di driver di questo prodotto nel lettore CD-ROM. Collegate il dispositivo ad una porta USB

Dettagli

Supplemento Macintosh

Supplemento Macintosh Supplemento Macintosh Prima di utilizzare il prodotto, leggere attentamente il presente manuale e conservarlo in un posto sicuro in caso di riferimenti futuri. Per un uso corretto e sicuro, leggere le

Dettagli

Interfaccia KNX/IP Wireless GW 90839. Manuale Tecnico

Interfaccia KNX/IP Wireless GW 90839. Manuale Tecnico Interfaccia KNX/IP Wireless GW 90839 Manuale Tecnico Sommario 1 Introduzione... 3 2 Applicazione... 4 3 Menù Impostazioni generali... 5 3.1 Parametri... 5 4 Menù Protezione WLAN... 6 4.1 Parametri... 6

Dettagli

Guida all installazione rapida N600 Wireless Dual Band Gigabit VDSL2/ADSL2+ Modem Router TD-W9980

Guida all installazione rapida N600 Wireless Dual Band Gigabit VDSL2/ADSL2+ Modem Router TD-W9980 N600 Wireless Dual Band Giabit ADSL2+ Modem Router Please select your preferred setup wizard. CD Setup Wizard For Windows users only Web-based Quick Setup Wizard For Mac OS/Linux/Windows users who are

Dettagli

LBR-1001. Manuale software BioTrax

LBR-1001. Manuale software BioTrax LBR-1001 Manuale software BioTrax Indice 1. Introduzione...4 2. Installazione BioTrax...5 2.1 Requisiti del sistema...5 2.2 Installazione BioTrax...5 3. Avvio...8 3.1 Avvio di BioTrax...8 3.2 BioTrax Finestra

Dettagli

Installazione di GFI MailSecurity in modalità gateway

Installazione di GFI MailSecurity in modalità gateway Installazione di GFI MailSecurity in modalità gateway Introduzione Questo capitolo spiega la procedura per installare e configurare la modalità GFI MailSecurity SMTP gateway. In modalità SMTP gateway,

Dettagli

Guida di riferimento rapido

Guida di riferimento rapido introduzione Guida di riferimento rapido INSTALLAZIONE DI DOCUMATIC Versione 7 Soft Works 2000 Manuale utente - 1 introduzione Le informazioni contenute nel presente manuale sono soggette a modifiche senza

Dettagli

Quantum Blue Reader QB Soft

Quantum Blue Reader QB Soft Quantum Blue Reader QB Soft Manuale dell utente V02; 08/2013 BÜHLMANN LABORATORIES AG Baselstrasse 55 CH - 4124 Schönenbuch, Switzerland Tel.: +41 61 487 1212 Fax: +41 61 487 1234 info@buhlmannlabs.ch

Dettagli

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO

SYNERGY. Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO SYNERGY Software di supervisione ed energy management MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 4 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 4 3 SETUP... 4 4 ACCESSO A SYNERGY E UTENTI... 5 4.1 Utenti... 5 4.2

Dettagli

XDCAM Browser. Guida di installazione Prima di usare l'apparecchio, leggere con attenzione questo manuale e conservarlo per riferimenti futuri.

XDCAM Browser. Guida di installazione Prima di usare l'apparecchio, leggere con attenzione questo manuale e conservarlo per riferimenti futuri. 4-261-700-52 (1) XDCAM Browser Guida di installazione Prima di usare l'apparecchio, leggere con attenzione questo manuale e conservarlo per riferimenti futuri. Version 1.1 2010 Sony Corporation Indice

Dettagli

Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press. Guida introduttiva

Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press. Guida introduttiva Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press Guida introduttiva 2011 Electronics For Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente

Dettagli

9243045 Edizione 1 IT. Nokia e Nokia Connecting People sono marchi registrati di Nokia Corporation

9243045 Edizione 1 IT. Nokia e Nokia Connecting People sono marchi registrati di Nokia Corporation 9243045 Edizione 1 IT Nokia e Nokia Connecting People sono marchi registrati di Nokia Corporation Accedere a Zip Manager Pro. Nota: per ulteriori informazioni su funzionamento e manutenzione del Nokia

Dettagli

Installazione MS SQL Express e utilizzo con progetti PHMI

Installazione MS SQL Express e utilizzo con progetti PHMI Installazione MS SQL Express e utilizzo con progetti PHMI Introduzione La nota descrive l utilizzo del database Microsoft SQL Express 2008 in combinazione con progetti Premium HMI per sistemi Win32/64

Dettagli