NoSQL nosql-database.org/ Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NoSQL http://nosql. nosql-database.org/ Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A."

Transcript

1 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A NoSQL nosql-database.org/ Eufemia TINELLI

2 Cosa è NoSQL? 1998 il termine NoSQL è usato per la prima volta per indicare una base di dati relazionale open source che non utilizzava un interfaccia SQL 2009 il termine NoSQL è usato per indicare un sistema di archiviazione dati open-source distribuito Successivamente il termine NoSQL rappresenta l insieme delle tecnologie che non potevano identificarsi precisamente nel paradigma relazionale spesso si riferisce anche a questa classe di tecnologie con il termine NoREL oppure Structured Storage Le features dei database NoSQL variano molto da implementazione a implementazione, un possibile insieme comune è il seguente: de-normalizzati scalabili orizzontalmente supporto alla replicazione dei dati bastati su protocolli HTTP/REST o con API semplici

3 Un passo indietro DBMS relazionali Nati negli anni '70 Supporto efficace ed efficiente per applicazioni di tipo "gestionale" (contabilità, prenotazioni, gestione personale, ) con requisiti persistenza, condivisione, affidabilità dati a struttura semplice, con dati di tipo numerico/simbolico transazioni concorrenti interrogazioni complesse Il mondo relazionale è costituito da due grandi famiglie di applicazioni, con requisiti molto diversi OLTP OLAP

4 Limiti del modello relazionale Accesso ai dati lunga attesa per completare un'operazione Scalabilità Grandi volumi di dati Accesso multi-utente Incompatibilità dei modelli

5 Scalabilità e Consistenza Architetture per DB Shared-memory (più processori condividono RAM e dischi) - Scalano in modo limitato, perché l'accesso alla memoria è un collo di bottiglia Shared-disk (più processori condividono dischi) - I buffer e i lock vanno coordinati (scalabilità limitata) Shared-nothing (più processori ciascuno con RAM e dischi propri) - Scalano meglio (se i dati sono partizionabili e distribuibili automaticamente in modo da avere accessi bilanciati e le operazioni sono "localizzabili") Livelli di consistenza Strong consistency - Gli esiti di una scrittura sono correttamente visibili da tutte le letture successive Weak consistency - Non è garantito che gli esiti di una scrittura siano visibili dalle letture (immediatamente successive) Eventual consistency "Prima o poi" gli esiti di una scrittura sono visibili a tutte le letture

6 CAP theorem Un sistema distribuito non può soddisfare contemporaneamente le tre proprietà: Consistency - In un sistema che abbia repliche, queste debbono essere aggiornate tutte prima di permettere accessi Availability - Un sistema disponibile deve avere repliche Partition-tolerance - Se le repliche sono su nodi diversi, questi possono essere isolati l'uno dall'altro Es. vere PA e non C se abbiamo partition-tolerance e in ciascuna partizione si può leggere senza interruzione (availability), allora non possiamo avere consistency, perché gli aggiornamenti non possono propagarsi LAN - il rischio di partizionamenti è basso e quindi si può rinunciare alla partition tolerance WAN le repliche sono usate soprattutto per disaster recovery, ma i disastri sono rari, nel qual caso diventa (quasi) accettabile la rinuncia alla availability

7 Categorie di database NoSQL Coloumnfamily: i dati sono organizzati in righe e colonne, ma le righe possono avere quante colonne si vogliono e non c è bisogno di definire le colonne come prima cosa. Key/Value (Map): in questo caso i dati vengono immagazzinati in un elemento che contiene una chiave assieme ai dati veri e propri, questo metodo è il più semplice da implementare, ma anche il più inefficiente se la maggior parte delle operazioni riguardano soltanto una parte di un elemento. Document store: è l evoluzione del metodo key/value, rispetto ai normali database relazionali invece che immagazzinare i dati in tabelle con dei campi fissi, questi vengono messi in un documento che può contenere illimitati campi di illimitata lunghezza Graph-based: i dati vengono immagazzinati sotto forma di strutture a grafi, rendendo più performante l accesso a questi da applicativi orientati agli oggetti

8 CAP theorem e i data storage NoSQL

9 Graph-based Model I Graph-based model vengono utilizzati nelle applicazioni in cui le informazioni sull interconnettività dei dati o la topologia è importante quanto i dati stessi. L utilizzo di Graph DB presenta in tal senso diversi vantaggi: Modellazione dei dati. Strutture a grafo sono visibili all utente e consentono in modo naturale la gestione dei dati nelle applicazioni. I grafi hanno il vantaggio di essere in grado di mantenere tutte le informazioni su un'entità in un singolo nodo e mostrare informazioni correlate attraverso archi connessi a essa. Linguaggio di interrogazione. Associate ai grafi ci sono specifiche operazioni sui grafi come trovare i percorsi più brevi, determinazione di alcuni subgraphs e così via che consentono agli utenti di esprimere una query a un elevato livello di astrazione. Implementazione. I graph-db possono fornire strutture specializzate per l archiviazione dei grafi e efficienti algoritmi sui grafi per realizzare operazioni specifiche

10 Graph-based Model Modelli in cui le strutture dati per lo schema e le istanze sono modellate come grafi o generalizzazioni di essi (ipergrafo) e la manipolazione dei dati è espressa tramite operazioni orientate alla struttura del grafo ipergrafo è un grafo dove un arco, detto iperarco, può collegare un qualsiasi numero (> 0) di vertici(nodi)

11 HypergraphDB Database a grafo open source (LPGL) che supporta ipergrafi generalizzati dove gli archi possono puntare ad altri archi Creato, in particolare, per progetti di intelligenza artificiale e per il Semantic Web L'unità di base di una rappresentazione viene chiamata atomo. Ogni atomo ha una tupla associata di atomi, chiamata target set. La dimensione del target set viene chiamata grado(o cardinalità) dell'atomo. Atomi di grado 0 sono chiamati nodi e gli atomi di grado > 0 sono detti collegamenti Ad ogni atomo è associato un valore fortemente tipizzato. I valori sono di tipi arbitrari, e i tipi stessi sono a loro volta atomi Gli atomi sono le entità semantiche che formano la struttura dell ipergrafo, mentre i valori sono i dati che possono essere strutturati o no. Il valore di un atomo può essere modificato o sostituito con un valore di tipo diverso, pur conservando una identica struttura di collegamento

12 HypergraphDB: : Architettura a 2 livelli L'architettura a due strati definisce un'astrazione dell effettiva archiviazione dell ipergrafo: Livello di Archiviazione Primitivo (Primitive Storage Layer) è suddiviso in due array associativi LinkStore ID List < ID > DataStore ID List < byte > è costituito da un grafo di identificatori e da un insieme di dati grezzi. Ogni identificatore mappa sia una tupla di identificatori e sia un array di byte Il Livello del Modello (Model Layer) è dove risiede l'astrazione di atomo, insieme con il sistema dei tipi, caching, servizi di indicizzazione e di query e viene implementato formalizzando il layout del livello primitivo di archiviazione: AtomID [TypeID, ValueID, TargetID,, TargetID] TypeID AtomID TargetID AtomID ValueID List < ID > List < byte >

13 Cassandra Inizialmente sviluppato all'interno di Facebook (per potenziare la ricerca all'interno del sistema di posta) e successivamente, dal marzo 2009, è entrato a far parte del progetto Incubator di Apache Software Foundation Adotta un approccio ibrido tra una DB orientato alle colonne e uno key/value I dati sono automaticamente duplicati su più nodi Durante le operazioni di read/write, è possibile esplicitare il livello di consistenza che si vuole mantenere passando alla funzione di lettura/scrittura due parametri che indicano il comportamento atteso Es. modalità di esecuzione per le funzioni di write: esegue tutte le operazioni in asincrono e conseguentemente non verifica l'effettiva scrittura del dato; scrive e verifica la scrittura almeno sulla metà + 1 del numero di nodi indicati dalle impostazioni di fault-tolerance; scrive e verifica la scrittura su ogni nodo Il modello dati: si tratta essenzialmente di un aggregato di Hash e Array che però rivestono, a seconda della loro posizione, ruoli e funzioni ben distinte

14 { name: "telephone number", value: { { name: "prefix", value: "349", timestamp: }, { name: "number", value: " ", timestamp: } } } User = { bill: { age: "22", gender: "male", username: "mvol" }, jack: { age: "20", job_title: "professional biker" } } Cassandra: column e supercolumn, columnfamily e supercolumnfamily

15 Vantaggi e Svantaggi di NoSQL Vantaggi Limitazione o eliminazione totale delle operazione di join Semplicità scalabilità orizzontale L object-relational mapping non è più necessario Svantaggi Semplicità mancanza dei controlli per l integrità dei dati Mancanza di uno standard per l accesso ai dati Mancanza di strumenti di ottimizzazione per l interrogazione e implementazione di nuovi tipi di dati Work in progress

NoSQL: concetti generali

NoSQL: concetti generali NoSQL: concetti generali Paolo Atzeni 30/05/2011 Il solito primo lucido DataBase Management System (DBMS) Sistema che gestisce collezioni di dati: grandi persistenti condivise garantendo privatezza affidabilità

Dettagli

Linee di evoluzione dei Database

Linee di evoluzione dei Database Linee di evoluzione dei Database DB NoSQL Linked Open Data Semantic Web Esigenze e caratteristiche Presenza di grandi volumi di dati..crescenti Struttura non regolare dei dati da gestire Elementi relativamente

Dettagli

Diego GUENZI Rodolfo BORASO

Diego GUENZI Rodolfo BORASO Diego GUENZI Rodolfo BORASO NOSQL Movimento che promuove una classe non ben definita di strumenti di archiviazione di dati Un nuovo modo di vedere la persistenza Si differenziano dai RDBMS: Non utilizzano

Dettagli

Big Data. Davide Giarolo

Big Data. Davide Giarolo Big Data Davide Giarolo Definizione da Wikipedia Big data è il termine usato per descrivere una raccolta di dati così estesa in termini di volume, velocità e varietà da richiedere tecnologie e metodi analitici

Dettagli

Informatica Documentale

Informatica Documentale Informatica Documentale Ivan Scagnetto (scagnett@dimi.uniud.it) Stanza 3, Nodo Sud Dipartimento di Matematica e Informatica Via delle Scienze, n. 206 33100 Udine Tel. 0432 558451 Ricevimento: giovedì,

Dettagli

CORSO I.F.T.S TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI DATABASE

CORSO I.F.T.S TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI DATABASE CORSO I.F.T.S TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI DATABASE Ing. Mariano Di Claudio Lezione del 24/09/2014 Indice 1. Aspetti di Data Management CouchBase 2. Aspetti Architetturali Infrastruttura

Dettagli

"_id": "555ae00a475a9b259281b21a", "name": "Nicola Galgano", "alias": "alikon", "gender": "maschile", "work": consulente software bancario",

_id: 555ae00a475a9b259281b21a, name: Nicola Galgano, alias: alikon, gender: maschile, work: consulente software bancario, 1 } { "_id": "555ae00a475a9b259281b21a", "name": "Nicola Galgano", "alias": "alikon", "gender": "maschile", "work": consulente software bancario", "company": sto cercando ", "email": "info@alikonweb.it",

Dettagli

Implementazione del File System

Implementazione del File System Implementazione del file system Implementazione del File System Struttura del file system. Realizzazione del file system. Implementazione delle directory. Metodi di allocazione. Gestione dello spazio libero.

Dettagli

Organizzazione degli archivi

Organizzazione degli archivi COSA E UN DATA-BASE (DB)? è l insieme di dati relativo ad un sistema informativo COSA CARATTERIZZA UN DB? la struttura dei dati le relazioni fra i dati I REQUISITI DI UN DB SONO: la ridondanza minima i

Dettagli

Alla scoperta dei Graph Database

Alla scoperta dei Graph Database Alla scoperta dei Graph Database Matteo Pani 24 ottobre 2015 One size doesn t fit all Modellare le relazioni I Graph Database Il Labeled Property Graph Model I Graph-DBMS Neo4j Neo4j Internals Cypher Interagire

Dettagli

File e indici. Tecnologia delle BD: perché studiarla? Le basi di dati sono grandi e persistenti. DataBase Management System DBMS

File e indici. Tecnologia delle BD: perché studiarla? Le basi di dati sono grandi e persistenti. DataBase Management System DBMS 1 Tecnologia delle BD: perché studiarla? File e indici I DBMS offrono i loro servizi in modo "trasparente": per questo abbiamo potuto finora ignorare molti aspetti realizzativi abbiamo considerato il DBMS

Dettagli

MongoDB. Un database NoSQL Open-Source

MongoDB. Un database NoSQL Open-Source MongoDB Un database NoSQL Open-Source Database Relazionali I dati sono divisi in tabelle. Ogni tabella è composta da diverse colonne fisse. Le tabelle possono avere riferimenti tra loro. A.C.I.D. I database

Dettagli

Cassandra Introduzione

Cassandra Introduzione Introduzione Nasce inizialmente all'interno di Facebook per gestire le ricerche fra i messaggi. Attualmente open-source, è uno dei database NoSQL più diffusi. E' incluso tra i database NOSQL Column family

Dettagli

Studio delle principali Tecnologie No-SQL

Studio delle principali Tecnologie No-SQL Facoltà di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica Elaborato finale in Basi di Dati Studio delle principali Tecnologie No-SQL Anno Accademico 2010/2011 Candidato: Giovanni Trotta matr. N46/000047

Dettagli

Object-Relational Mapping

Object-Relational Mapping Object-Relational Mapping Versione Preliminare Antonella Poggi Dipartimento di informatica e Sistemistica Sapienza Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico 2008-2009 Questi

Dettagli

Indice. settembre 2008 Il File System 2

Indice. settembre 2008 Il File System 2 Il File System Indice 4. Il File System 5. Vantaggi del FS 6. Protezione 7. Condivisione 8. I file - 1 9. I file - 2 10. Attributi dei file 11. Directory 12. Livelli di astrazione - 1 13. Livelli di astrazione

Dettagli

INTRODUZIONE. Motivazioni e Obbiettivi

INTRODUZIONE. Motivazioni e Obbiettivi INTRODUZIONE Motivazioni dei sistemi distribuiti Caratteristiche generali Alcuni richiami sui database centralizzati Standardizzazione dei dati (ANSI/SPARC) Funzioni dei DBMS relazionali Problematiche

Dettagli

Basi di dati. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Canale di Ingegneria delle Reti e dei Sistemi Informatici - Polo di Rieti

Basi di dati. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Canale di Ingegneria delle Reti e dei Sistemi Informatici - Polo di Rieti Basi di dati Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Canale di Ingegneria delle Reti e dei Sistemi Informatici - Polo di Rieti Anno Accademico 2008/2009 Introduzione alle basi di dati Docente Pierangelo

Dettagli

LABORATORIO di INFORMATICA

LABORATORIO di INFORMATICA Università degli Studi di Cagliari Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio LABORATORIO di INFORMATICA A.A. 2010/2011 Prof. Giorgio Giacinto INTRODUZIONE AI SISTEMI DI BASI

Dettagli

Introduzione all Architettura del DBMS

Introduzione all Architettura del DBMS Introduzione all Architettura del DBMS Data Base Management System (DBMS) Un DBMS è uno strumento per la creazione e la gestione efficiente di grandi quantità di dati che consente di conservarli in modo

Dettagli

Sistemi di gestione delle basi di dati. T. Catarci, M. Scannapieco, Corso di Basi di Dati, A.A. 2008/2009, Sapienza Università di Roma

Sistemi di gestione delle basi di dati. T. Catarci, M. Scannapieco, Corso di Basi di Dati, A.A. 2008/2009, Sapienza Università di Roma Sistemi di gestione delle basi di dati 1 Cos è un DBMS? Una collezione integrata molto grande di dati Modella organizzazioni del mondo reale Entità (ad esempio studenti, corsi) Relazioni (ad esempio, Madonna

Dettagli

Corso di Basi di Dati e Conoscenza

Corso di Basi di Dati e Conoscenza Corso di Basi di Dati e Conoscenza Gestione dei Dati e della Conoscenza Primo Emicorso - Basi di Dati Roberto Basili a.a. 2012/13 1 Obbiettivi Formativi Scenario Le grandi quantità di dati accumulate nelle

Dettagli

Poi dissero: «Venite, costruiamoci una città e una torre, la cui cima tocchi il cielo e facciamoci un nome, per non disperderci su tutta la terra»

Poi dissero: «Venite, costruiamoci una città e una torre, la cui cima tocchi il cielo e facciamoci un nome, per non disperderci su tutta la terra» Il sistema informativo sulle professioni: passato, presente e futuro. di SOLO GLI IGNORANTI SONO SICURI DI QUELLO CHE DICONO E DI QUESTO NE SONO CERTO Tim Berners-Lee. A lui si deve il World Wide Web (termine

Dettagli

Big ed Open Data, nosql e..

Big ed Open Data, nosql e.. Big ed Open Data, nosql e.. Quadro d insieme Tecnologie interconnesse ed interoperanti Big Data Software Open Open Data Mobile Internet delle Cose Dispositivi indossabili Social Network e Search Metodologie

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Introduzione. File System Distribuiti. Nominazione e Trasparenza. Struttura dei DFS. Strutture di Nominazione

Introduzione. File System Distribuiti. Nominazione e Trasparenza. Struttura dei DFS. Strutture di Nominazione File System Distribuiti Introduzione Nominazione e Trasparenza Accesso ai File Remoti Servizio Con/Senza Informazione di Stato Replica dei File Un esempio di sistema Introduzione File System Distribuito

Dettagli

File System Distribuiti

File System Distribuiti File System Distribuiti Introduzione Nominazione e Trasparenza Accesso ai File Remoti Servizio Con/Senza Informazione di Stato Replica dei File Un esempio di sistema 20.1 Introduzione File System Distribuito

Dettagli

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ 1. BASI DI DATI: GENERALITÀ BASE DI DATI (DATABASE, DB) Raccolta di informazioni o dati strutturati, correlati tra loro in modo da risultare fruibili in maniera ottimale. Una base di dati è usualmente

Dettagli

PROGRAMMAZIONE MODULARE. Periodo mensile. Ore previste

PROGRAMMAZIONE MODULARE. Periodo mensile. Ore previste PROGRAMMAZIONE MODULARE Indirizzo: INFORMATICA SIRIO Disciplina: INFORMATICA Classe: QUINTA Ore previste: 16 di cui 66 ore di teoria e 99 ore di laboratorio. N. modulo Titolo Modulo Titolo unità didattiche

Dettagli

Memorizzazione dei dati: Dischi e File

Memorizzazione dei dati: Dischi e File Memorizzazione dei dati: Dischi e File Query\update Query plan Execution Engine richieste di indici, record e file Index/file/record Manager comandi su pagine Query Compiler Buffer Manager Lettura/scrittura

Dettagli

Basi di Dati. Introduzione ai sistemi di basi di dati. K.Donno - Introduzione ai sistemi di basi di dati

Basi di Dati. Introduzione ai sistemi di basi di dati. K.Donno - Introduzione ai sistemi di basi di dati Basi di Dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Gestione dei Dati Una prospettiva storica File system verso DBSM Vantaggi di un DBMS Modelli dei dati Utenti

Dettagli

10. Interfaccia del File System

10. Interfaccia del File System 10. Interfaccia del File System 10.1 Il concetto di File 10.2 Metodi di accesso 10.3 Struttura delle Directory 10.4 Protezione (Leggere) 10.5 Semantica della Consistenza (Leggere) Un File System consiste

Dettagli

Introduzione ai sistemi di basi di dati

Introduzione ai sistemi di basi di dati Basi di Dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Alessandro.bardine@gmail.com alessandro.bardine@iet.unipi.it Introduzione ai sistemi di basi di dati Gestione dei Dati Una prospettiva storica File

Dettagli

SISTEMI DISTRIBUITI. Criteri classificazione DBMS distribuiti

SISTEMI DISTRIBUITI. Criteri classificazione DBMS distribuiti SISTEMI DISTRIBUITI Criteri di classificazione dei sistemi distribuiti Autonomia, distribuzione, eterogeneità Architetture per DBMS distribuiti Client/server Peer-to-peer Multi-database Regole di Date

Dettagli

Introduzione alle basi di dati. Gestione delle informazioni. Gestione delle informazioni. Sistema informatico

Introduzione alle basi di dati. Gestione delle informazioni. Gestione delle informazioni. Sistema informatico Introduzione alle basi di dati Introduzione alle basi di dati Gestione delle informazioni Base di dati Modello dei dati Indipendenza dei dati Accesso ai dati Vantaggi e svantaggi dei DBMS Gestione delle

Dettagli

Base di dati e sistemi informativi

Base di dati e sistemi informativi Base di dati e sistemi informativi Una base di dati è un insieme organizzato di dati opportunamente strutturato per lo svolgimento di determinate attività La base di dati è un elemento fondamentale per

Dettagli

BASE DI DATI: introduzione. Informatica 5BSA Febbraio 2015

BASE DI DATI: introduzione. Informatica 5BSA Febbraio 2015 BASE DI DATI: introduzione Informatica 5BSA Febbraio 2015 Di cosa parleremo? Base di dati relazionali, modelli e linguaggi: verranno presentate le caratteristiche fondamentali della basi di dati. In particolare

Dettagli

Panoramica dei più diffusi NoSQL Database

Panoramica dei più diffusi NoSQL Database Scuola Politecnica e delle Scienze di Base Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Elaborato finale in Basi di Dati Panoramica dei più diffusi NoSQL Database Anno Accademico 2013/2014 Candidato: Buonocore

Dettagli

Aspetti applicativi e tecnologia

Aspetti applicativi e tecnologia Aspetti applicativi e tecnologia Premessa Architetture usate per i database Le prime applicazioni erano definite monolitiche, cioè un unico computer (mainframe) gestiva sia le applicazioni che i dati,

Dettagli

Indice Prefazione... 1 1 SQL Procedurale/SQL-PSM (Persistent Stored Modules)... 3 Vincoli e Trigger... 9

Indice Prefazione... 1 1 SQL Procedurale/SQL-PSM (Persistent Stored Modules)... 3 Vincoli e Trigger... 9 Prefazione... 1 Contenuti... 1 Ringraziamenti... 2 1 SQL Procedurale/SQL-PSM (Persistent Stored Modules)... 3 1.1 Dichiarazione di funzioni e procedure... 3 1.2 Istruzioni PSM... 4 2 Vincoli e Trigger...

Dettagli

Indice. Ringraziamenti dell Editore

Indice. Ringraziamenti dell Editore Prefazione Autori Ringraziamenti dell Editore XVII XXI XXIII 1 Introduzione 1 1.1 Sistemi informativi, informazioni e dati 1 1.2 Basi di dati e sistemi di gestione di basi di dati 3 1.3 Modelli dei dati

Dettagli

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale Lezione 1 Introduzione e Modellazione Concettuale 1 Tipi di Database ed Applicazioni Database Numerici e Testuali Database Multimediali Geographic Information Systems (GIS) Data Warehouses Real-time and

Dettagli

Big Query, nosql e Big Data

Big Query, nosql e Big Data Big Query, nosql e Big Data Ma c'è veramente bisogno di gestire tutti questi dati? Immaginiamo che.. L'attuale tecnologia Database e Web Services fosse disponibile già DA ANNI Cosa cambierebbe nella Vita

Dettagli

INTRODUZIONE. Data Base Management Systems evoluzione tecniche gestione dati

INTRODUZIONE. Data Base Management Systems evoluzione tecniche gestione dati INTRODUZIONE Accesso ai dati tramite DBMS Livelli di astrazione Modello dei dati: schema / istanza / metadati Alcuni modelli dei dati Linguaggi per DBMS Architettura di base di un DBMS cesarini - BDSI

Dettagli

Basi di Dati. prof. Letizia Tanca. Le transazioni e il database server, cenni sui nuovi sistemi per Big Data

Basi di Dati. prof. Letizia Tanca. Le transazioni e il database server, cenni sui nuovi sistemi per Big Data Basi di Dati prof. Letizia Tanca Le transazioni e il database server, cenni sui nuovi sistemi per Big Data (lucidi parzialmente tratti dal libro: Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Introduzione alle Basi

Dettagli

L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE

L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE Roccatello Ing. Eduard L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE Agenda Presentazione docente Definizione calendario Questionario pre corso

Dettagli

Che cos è un DBMS? Capitolo 1. Perché usare un DBMS? DBMS. Descrizioni dei dati nei DBMS. Modelli di dati

Che cos è un DBMS? Capitolo 1. Perché usare un DBMS? DBMS. Descrizioni dei dati nei DBMS. Modelli di dati Che cos è un DBMS? Capitolo 1 Introduzione ai sistemi di basi di dati Una collezione integrata molto grande di dati Modella organizzazioni del mondo reale Entità (ad esempio studenti, corsi) Relazioni

Dettagli

Informatica Introduzione alle basi di dati

Informatica Introduzione alle basi di dati Informatica Introduzione alle basi di dati Prof. Giovanni Giuffrida e-mail: giovanni.giuffrida@dmi.unict.it 27 November 2014 Basi di Dati - Introd. - Prof. G. Giuffrida 1 Materiale didattico Atzeni,Ceri,Paraboschi,Torlone,

Dettagli

Informatica Generale Andrea Corradini. 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati

Informatica Generale Andrea Corradini. 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati Informatica Generale Andrea Corradini 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati Sommario Concetti base di Basi di Dati Il modello relazionale Relazioni e operazioni su relazioni Il linguaggio SQL Integrità

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Modellazione e valutazione delle prestazioni di database NoSQL

POLITECNICO DI MILANO Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Modellazione e valutazione delle prestazioni di database NoSQL POLITECNICO DI MILANO Facoltà di Ingegneria dell Informazione Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria Modellazione e valutazione delle

Dettagli

Tecnologie NoSQL: HBase

Tecnologie NoSQL: HBase Scuola Politecnica e delle Scienze di Base Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Elaborato finale in Basi di Dati Tecnologie NoSQL: HBase Anno Accademico 2014/2015 Candidato: Daniela Bianco matr. N46001409

Dettagli

Considera tutti i requisiti funzionali (use cases) NON deve necessariamente modellare i requisiti non funzionali

Considera tutti i requisiti funzionali (use cases) NON deve necessariamente modellare i requisiti non funzionali Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Progettazione OO E. TINELLI Punto di Partenza Il modello di analisi E una rappresentazione minima del

Dettagli

Facoltà di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica Basi di Dati Graph Database MARCO DE MASI matr. N46000365

Facoltà di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica  Basi di Dati Graph Database MARCO DE MASI matr. N46000365 Facoltà di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica Elaborato finale in Basi di Dati Graph Database Anno Accademico 2012/2013 Candidato: MARCO DE MASI matr. N46000365 Indice Introduzione 4

Dettagli

Archivi e database. Lezione n. 7

Archivi e database. Lezione n. 7 Archivi e database Lezione n. 7 Dagli archivi ai database (1) I dati non sempre sono stati considerati dall informatica oggetto separato di studio e di analisi Nei primi tempi i dati erano parte integrante

Dettagli

SVILUPPO ONTOLOGIE PER LA GESTIONE DOCUMENTALE E LORO INTEGRAZIONE ALL INTERNO DI UNA PIATTAFORMA WEB

SVILUPPO ONTOLOGIE PER LA GESTIONE DOCUMENTALE E LORO INTEGRAZIONE ALL INTERNO DI UNA PIATTAFORMA WEB Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica SVILUPPO ONTOLOGIE PER LA GESTIONE DOCUMENTALE E LORO INTEGRAZIONE ALL INTERNO DI UNA PIATTAFORMA WEB Relatore Chiarissimo

Dettagli

Architettura SW Definizione e Notazioni

Architettura SW Definizione e Notazioni Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Stili Architetturali E. TINELLI Architettura SW Definizione e Notazioni Definizione ANSI/IEEE Std Std1471-2000

Dettagli

Struttura del File-System! Implementazione del File System! Filesystem!

Struttura del File-System! Implementazione del File System! Filesystem! Struttura del File-System Implementazione del File System Struttura dei File Unità logica di memorizzazione Collezione di informazioni correlate File control block (inode) struttura dati per le informazioni

Dettagli

Archivi e Basi di Dati

Archivi e Basi di Dati Archivi e Basi di Dati A B C File Programma 1 Programma 2 A B C File modificati Programma 1 DBMS DB Programma 2 Informatica Generale (CdL in E&C), A.A. 2000-2001 55 Problemi nella gestione di archivi separati

Dettagli

Algoritmi per protocolli peer-to-peer

Algoritmi per protocolli peer-to-peer Algoritmi per protocolli peer-to-peer Introduzione Livio Torrero (livio.torrero@polito.it) 09/2009 Approccio client-server (1/2) Client 1 Client 3 Server Client 2 Client 4 Paradigma molto comune Un client

Dettagli

Tecnologia dei Sistemi Informativi. architettura s.i. 1

Tecnologia dei Sistemi Informativi. architettura s.i. 1 Tecnologia dei Sistemi Informativi architettura s.i. 1 Sistema Informativo comprende risorse umane è fortemente integrato con il sistema organizzativo è essenziale per il funzionamento dell'azienda architettura

Dettagli

CONFRONTO TRA DBMS RELAZIONALI, A COLONNE E NOSQL

CONFRONTO TRA DBMS RELAZIONALI, A COLONNE E NOSQL CONFRONTO TRA DBMS RELAZIONALI, A COLONNE E NOSQL Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari di Modena Corso di Laurea in Ingegneria Informatica (L.270/04)

Dettagli

Algebra e calcolo relazionale. Ripasso. Le 7 Virtù del DBMS persistenza affidabilità volume condivisione riservatezza efficienza efficacia

Algebra e calcolo relazionale. Ripasso. Le 7 Virtù del DBMS persistenza affidabilità volume condivisione riservatezza efficienza efficacia Algebra e calcolo relazionale Ripasso Le 7 Virtù del DBMS persistenza affidabilità volume condivisione riservatezza efficienza efficacia I 4 Livelli di astrazione Le Tabelle Livello fisico (o interno)

Dettagli

L architettura di un DBMS

L architettura di un DBMS L architettura di un DBMS sources: Lucidi del corso di Lucidi del corso di Laboratorio di Basi di dati e sistemi informativi, Montesi, Magnani, Corso di laurea in Informatica per il management, Scienze

Dettagli

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE.

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. INFORMATICA Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. APPLICAZIONI WEB L architettura di riferimento è quella ampiamente diffusa ed

Dettagli

Introduzione al data base

Introduzione al data base Introduzione al data base L Informatica è quella disciplina che si occupa del trattamento automatico dei dati con l ausilio del computer. Trattare i dati significa: raccoglierli, elaborarli e conservarli

Dettagli

Basi di Dati prof. A. Longheu. 5 Progettazione fisica

Basi di Dati prof. A. Longheu. 5 Progettazione fisica Basi di Dati prof. A. Longheu 5 Progettazione fisica Progettazione Fisica Per effettuare la progettazione fisica, ossia l implementazione reale del modello logico creato nella fase della progettazione

Dettagli

Basi di dati. Basi di dati = database. Basi di dati

Basi di dati. Basi di dati = database. Basi di dati Basi di dati Da leggere: Cap. 6 Sawyer, Williams (testo A) Basi di dati = database Sono una delle applicazioni informatiche che hanno avuto il maggiore utilizzo in uffici, aziende, servizi -> oggi anche

Dettagli

Sistemi Informativi e Basi di Dati

Sistemi Informativi e Basi di Dati Sistemi Informativi e Basi di Dati Laurea Specialistica in Tecnologie di Analisi degli Impatti Ecotossicologici Docente: Francesco Geri Dipartimento di Scienze Ambientali G. Sarfatti Via P.A. Mattioli

Dettagli

LABORATORIO. 2 Lezioni su Basi di Dati Contatti:

LABORATORIO. 2 Lezioni su Basi di Dati Contatti: PRINCIPI DI INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE BIOLOGICHE Gennaro Cordasco e Rosario De Chiara {cordasco,dechiara}@dia.unisa.it Dipartimento di Informatica ed Applicazioni R.M. Capocelli Laboratorio

Dettagli

Introduzione al mondo della persistenza. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com

Introduzione al mondo della persistenza. Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com Hibernate Introduzione al mondo della persistenza Dott. Doria Mauro doriamauro@gmail.com La questione della persistenza Il modo dei database è complesso e le tecniche e le tecnologie sono molte. Per anni

Dettagli

Facoltà di Farmacia - Corso di Informatica

Facoltà di Farmacia - Corso di Informatica Basi di dati Riferimenti: Curtin cap. 8 Versione: 13/03/2007 1 Basi di dati (Database, DB) Una delle applicazioni informatiche più utilizzate, ma meno conosciute dai non informatici Avete già interagito

Dettagli

8 Tecniche di recovery

8 Tecniche di recovery 8 Tecniche di recovery Se viene sottomessa una transazione T, o tutte le operazioni di T sono completate ed il loro effetto è registrato permanentemente nel DB, o T non ha nessun effetto né sul DB né su

Dettagli

SQL, NoSQL, o entrambi?

SQL, NoSQL, o entrambi? Introduzione Nella prima parte di questo corso abbiamo fatto una prima introduzione sul quando e come scegliere un database per risolvere un determinato problema. In questa parte finale vedremo attraverso

Dettagli

DB NoSQL Analisi prestazionale

DB NoSQL Analisi prestazionale DB NoSQL Analisi prestazionale 1 I database NoSQL... 2 1.1 Perché NoSQL? Il teorema di CAP e il No-SQL data model... 2 1.2 Un confronto tra le famiglie di DB NoSQL... 5 1.3 I database document-oriented

Dettagli

Architetture Distribuite

Architetture Distribuite Architetture Distribuite Capitolo 3 Basi di dati Architetture e linee di evoluzione P. Atzeni, S. Ceri, P. Fraternali, S. Paraboschi, R. Torlone 1 Sommario Architetture client-server Basi di dati distribuite

Dettagli

DEFINIZIONI FONDAMENTALI

DEFINIZIONI FONDAMENTALI Consorzio per la formazione e la ricerca in Ingegneria dell'informazione DEFINIZIONI FONDAMENTALI Per vincere ci vuole una buona partenza... Docente: Cesare Colombo CEFRIEL colombo@cefriel.it http://www.cefriel.it

Dettagli

Sperimentazione del file system distribuito HDFS in ambiente grid

Sperimentazione del file system distribuito HDFS in ambiente grid Sperimentazione del file system distribuito HDFS in ambiente grid Giovanni Marzulli INFN Bari Tutor: dott. Domenico Diacono 4 Borsisti Day 13/09/2013 Outline Cosa è HDFS Attività svolta nel 2012 Test e

Dettagli

Transazioni. Architettura di un DBMS. Utente/Applicazione. transazioni. Transaction Manager. metadati, statistiche.

Transazioni. Architettura di un DBMS. Utente/Applicazione. transazioni. Transaction Manager. metadati, statistiche. Query/update Query plan Execution Engine richieste di indici, record e file Index/file/record Manager comandi su pagine Query Compiler Buffer Manager Lettura/scrittura pagine Architettura di un DBMS Utente/Applicazione

Dettagli

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Navigare verso il cambiamento La St r a d a p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Le caratteristiche tecniche del software La Tecnologia utilizzata EASY è una applicazione Open Source basata sul

Dettagli

Basi di dati. Informatica. Prof. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it

Basi di dati. Informatica. Prof. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Medicina e Chirurgia 18 marzo 2010 Un esempio di (semplice) database Quando si pensa ad un database, generalmente si immagina

Dettagli

TEORIA sulle BASI DI DATI

TEORIA sulle BASI DI DATI TEORIA sulle BASI DI DATI A cura del Prof. Enea Ferri Cos è un DATA BASE E un insieme di archivi legati tra loro da relazioni. Vengono memorizzati su memorie di massa come un unico insieme, e possono essere

Dettagli

Sistemi Operativi IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM. Implementazione del File System. Struttura del File System. Implementazione

Sistemi Operativi IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM. Implementazione del File System. Struttura del File System. Implementazione IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM 9.1 Implementazione del File System Struttura del File System Implementazione Implementazione delle Directory Metodi di Allocazione Gestione dello spazio libero Efficienza

Dettagli

Sistemi Operativi IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM. D. Talia - UNICAL. Sistemi Operativi 9.1

Sistemi Operativi IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM. D. Talia - UNICAL. Sistemi Operativi 9.1 IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM 9.1 Implementazione del File System Struttura del File System Implementazione Implementazione delle Directory Metodi di Allocazione Gestione dello spazio libero Efficienza

Dettagli

DATABASE. www.andreavai.it

DATABASE. www.andreavai.it Cos'è un database? Quando si usa? Differenze con i fogli elettronici Le tabelle: record, campi, tipi di dati Chiavi e indici Database relazionali (R-DBMS) Relazioni uno-a-uno Relazioni uno-a-molti Relazioni

Dettagli

DATABASE RELAZIONALI

DATABASE RELAZIONALI 1 di 54 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI DISCIPLINE STORICHE ETTORE LEPORE DATABASE RELAZIONALI Dott. Simone Sammartino Istituto per l Ambiente l Marino Costiero I.A.M.C. C.N.R.

Dettagli

Basi di dati (3) Ing. Integrazione di Impresa A.A. 2007/08

Basi di dati (3) Ing. Integrazione di Impresa A.A. 2007/08 Università di Modena e Reggio Emilia Panoramica Basi di dati (3) Ing. Integrazione di Impresa A.A. 2007/08 Docente: andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: struttura SQL Server (1.0)! Componenti! Edizioni!

Dettagli

Accesso ai dati in C++ moderno

Accesso ai dati in C++ moderno Accesso ai dati in C++ moderno Correttezza, sicurezza e altre cose da nulla Nicola Gigante C++ User Group Udine Italian C++ Meetup - Pordenone - 7 febbraio 2015 Chi siamo C++ User Group Udine Nato alla

Dettagli

Le Basi di Dati. Le Basi di Dati

Le Basi di Dati. Le Basi di Dati Le Basi di Dati 20/05/02 Prof. Carlo Blundo 1 Le Basi di Dati Le Base di Dati (database) sono un insieme di tabelle di dati strutturate in maniera da favorire la ricerca di informazioni specializzate per

Dettagli

Introduzione ai sistemi di basi di dati

Introduzione ai sistemi di basi di dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Basi di dati 1 Introduzione ai sistemi di basi di dati Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine Introduzione ai sistemi di basi

Dettagli

Introduzione ai database I concetti fondamentali Database e DBMS Per comprendere appieno cos'è un Database e quali sono i vantaggi legati al suo impiego, soprattutto nel settore gestionale, è necessario

Dettagli

Basi di dati. Gabriella Trucco gabriella.trucco@unimi.it

Basi di dati. Gabriella Trucco gabriella.trucco@unimi.it Basi di dati Gabriella Trucco gabriella.trucco@unimi.it Esempio Quando si pensa ad un database, generalmente si immagina una tabella contenente grandi quantità di informazioni, sulla quale è possibile

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Programmazione su Basi di Dati: Framework Hibernate Parte b versione 1.0 Questo lavoro è concesso in uso secondo i termini di una licenza Creative Commons (vedi ultima

Dettagli

Motore di riempimento DB (generatore dati per simulazione)

Motore di riempimento DB (generatore dati per simulazione) SISTEMI DISTRIBUITI prof. S.Pizzutilo Motore di riempimento DB (generatore dati per simulazione) Studente: Alessandro Balestrucci 617937 Corso di Laurea: Informatica Magistrale Dipartimento di Informatica

Dettagli

TRANSAZIONI DISTRIBUITE TRANSAZIONI

TRANSAZIONI DISTRIBUITE TRANSAZIONI TRANSAZIONI DISTRIBUITE Transazioni distribuite Atomicità di una transazione distribuita Protocollo Two-Phase Commit Gestione dell affidabilità Fallimenti durante il 2PC Gestione della concorrenza Serializzabilità

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2010-2011

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2010-2011 Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2010-2011 2011 Docente: Gigliola Vaglini Docente laboratorio: Alessandro Lori 1 Obiettivi del corso Imparare

Dettagli

Sistema di Gestione di Basi di Dati DataBase Management System DBMS

Sistema di Gestione di Basi di Dati DataBase Management System DBMS Base di dati (accezione generica) collezione di dati, utilizzati per rappresentare le informazioni di interesse per una o più applicazioni di una organizzazione (accezione specifica) collezione di dati

Dettagli

Progettazione di Sistemi Interattivi. Gli strati e la rete. Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni)

Progettazione di Sistemi Interattivi. Gli strati e la rete. Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni) Progettazione di Sistemi Interattivi Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni) Docente: Daniela Fogli Gli strati e la rete Stratificazione da un altro punto di vista: i calcolatori

Dettagli

PIANO DI LAVORO EFFETTIVAMENTE SVOLTO IN RELAZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PIANO DI LAVORO EFFETTIVAMENTE SVOLTO IN RELAZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Istituto di Istruzione Secondaria Superiore ETTORE MAJORANA 24068 SERIATE (BG) Via Partigiani 1 -Tel. 035-297612 - Fax 035-301672 e-mail: majorana@ettoremajorana.gov.it - sito internet: www.ettoremajorana.gov.it

Dettagli

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL Università Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. di Laurea in Matematica di Informatica Generale 1 Linguaggio SQL Marco (liverani@mat.uniroma3.it) Sommario Prima parte: le basi dati relazionali Basi di dati:

Dettagli

Introduzione Ai Data Bases. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San giovanni

Introduzione Ai Data Bases. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San giovanni Introduzione Ai Data Bases Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San giovanni I Limiti Degli Archivi E Il Loro Superamento Le tecniche di gestione delle basi di dati nascono

Dettagli