Eleonora Agostini, Alessandro Manetti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Eleonora Agostini, Alessandro Manetti"

Transcript

1 La Cooperazione al cuore del Mediterraneo La Coopération au coeur de la Méditerranée Sistema integrato per il monitoraggio e il controllo dell ambiente marino Schedario procedure e tecnologie di monitoraggio per db Eleonora Agostini, Alessandro Manetti

2 Introduzione Attività Allegato: Realizzazione sistema software on-line per il monitoraggio e il controllo dell ambiente marino

3 Introduzione La Fondazione LEM quale partner del Progetto MOMAR, ha contribuito nel corso dell anno 2010 allo sviluppo del Progetto occupandosi della realizzazione della Fase 2 Azione 1 Attività Schedario procedure e tecnologie di monitoraggio per db mediante la messa a punto di un applicazione finalizzata alla descrizione delle metodologie di campionamento ed analisi utilizzate dai patners scientifici nell ambito del Progetto. L obiettivo che ci si era prefissati prevedeva dopo la raccolta d informazioni presso i partners scientifici relative alla loro attività, l individuazione di quelle voci che permettessero di esprimere in modo semplice ed esaustivo la metodologia di svolgimento temporale e spaziale della sezione scientifica del Progetto. Ciò allo scopo di sviluppare un applicazione di supporto al portale che la Regione Sardegna produrrà per il Progetto MOMAR. La prima fase, ossia la raccolta delle informazioni presso i partners scientifici, è stata realizzata attraverso la predisposizione di un questionario, il cui studio è stato pubblicato nel marzo 2010 sul sito del Progetto MOMAR con il documento Studio del questionario per la realizzazione del database sistemi di monitoraggio e presentato in occasione dell incontro svoltosi a Bonifacio il 9 e 10 giugno La seconda fase, ovvero la realizzazione dell applicazione da sottoporre ai patners per eventuali integrazioni che la potessero rendere completa sotto il profilo della descrizione dell attività scientifica sviluppata all interno del Progetto, è stata presentata in occasione dell incontro svoltosi a Livorno il 9 e 10 dicembre 2010 durante il quale è stata comunicata la procedura per accedere all applicazione via internet. Durante il periodo intercorso tra la realizzazione delle due fasi ha si sono svolti alcuni incontri ristretti al personale incaricato dalla Fondazione LEM in 2

4 relazione al Progetto ed altri allargati agli altri partners per definire al meglio il percorso da seguire per la realizzazione dell applicazione. In particolare, in conseguenza dell incontro svoltosi presso la sede della Fondazione LEM il 28 giugno 2010, il CIBM e il LAMMA hanno fornito la documentazione che ha agevolato un primo inserimento di informazioni e quindi una prima validazione dell applicazione predisposta dalla Fondazione LEM. Durante l incontro del dicembre 2010, in una riunione ristretta tra i rappresentanti della Fondazione LEM e quelli di Sardegna Ricerche incaricati da Regione Sardegna di realizzare il portale, si sono poste le basi per l integrazione tra le attività svolte dai due enti e si è discussa la possibilità di unificazione delle credenziali di accesso ai due sistemi, rimandando ad una successiva riunione da tenersi presso la sede di Sardegna Ricerche, l individuazione della metodologia più adatta per ottenere lo scopo prefisso. Attività Il documento Studio del questionario per la realizzazione del database sistemi di monitoraggio riporta dettagliatamente il percorso che è stato seguito per individuare tutte quelle informazioni che si ritengono sufficienti per descrivere il contributo che ciascuno dei partners scientifici del Progetto MOMAR sta apportando. Per quanto riguarda lo sviluppo dell applicazione, nella figura 1 si riporta l organigramma delle sezioni che ciascun partner può individuare collegandosi al sito del Progetto MOMAR. Si precisa che, al momento, l applicazione è consultabile esclusivamente da parte dei partner di Progetto; per questo motivo l accesso è possibile solo entrando nella sezione riservata del sito Nel documento allegato Realizzazione sistema software on-line per il monitoraggio e il controllo dell ambiente marino viene spiegata in modo dettagliato la modalità di navigazione all interno dell applicazione. 3

5 Autenticazione credenziali Menù delle attività Figura 1 Denominazione Tipologia misura (Puntiforme/areale) SITO Posizione geografica Foce di fiume Tipologia fondale Tipologia Sito marino Tipologia fondo Pressione antropica Tipologia metodo Descrizione metodo Descrizione misura PRELIEVO Durata campagna Unità di misura Data prelievo/telerilevamento Condizioni al contorno Strumentazione Descrizione Metodo standard Codice Tipologia metodo ANALISI Metodo non standard Descrizione metodo Strumentazione Descrizione

6 ALLEGATO Realizzazione sistema software on-line per il monitoraggio e il controllo dell ambiente marino Premesse 1 Introduzione tecnica 1.1 Sicurezza 1.2 Indipendenza dell infrastruttura 1.3 Amministrazione del sistema 1.4 Finalità del progetto 2 Entità e flusso di lavoro previsto 2.1 Entità di base Macrocategorie descrittive 2.2 Entità di base Misure 2.3 Entità di base Macroattività 2.4 Flusso di lavoro 3 Slides esplicative dell interazione del sistema con le Entità e il Flusso Premesse 3.1 Link di riferimento 3.2 Organizzazione delle pagine 3.3 Funzionalità principali Entità di base:siti - menù Surveys -> Sites Managment Entità di base: Campagne - Management Observation -> Campaigns Entità di base: Campagne - Management Observation -> Campaigns- >Campaigns Definition Entità di base: Metodologie - Management Observations -> Method Indicator Entità di base: Metodologie - Management Observations -> Method Instruments 3.4 Flusso di lavoro - Prelievo dei campioni Management 5

7 Observation -> Sampling 3.5 Flusso di lavoro - Analisi dei campioni Management Observation -> Sampling 4 Rev. 2.3 prelievo dei campioni: Telerilevamento 4.1 Definizione dei campioni per il telerilevamento Management Observation -> Sampling 6

8 Premesse Il presente documento definisce le funzionalità e la logica progettate e realizzate per supportare la gestione dei dati del progetto MOMAR Sistema ingrato per il monitoraggio e il controllo dell ambiente marino. In quest ottica la struttura del data base che serve da supporto al software e alle interazioni con l utente deve essere considerato solo per le funzionalità che il sistema offre e non per la propria struttura. Questo vuol dire che deve essere adeguato il sistema nel suo complesso, non il data base con la sua struttura o qualsiasi altra tecnologia di memorizzazione di dati utilizzata. Essendo un progetto completo, seppure in versione beta, all interno del data base sono presenti una serie di tabelle di contorno, la cui spiegazione in questa fase rischia di sviare dall obbiettivo primario che è quello di fare un prodotto realmente utilizzabile. 1 Introduzione tecnica Il sistema è stato sviluppato utilizzando tecnologia Microsoft, frame work.net versione 3.5 e data base in SQL server L interazione con l utente avviene attraverso pagine ASPX, visibili collegandosi al sito del Progetto MOMAR Una volta ottenuto l accesso alla zona riservata ai partners, digitare successivamente le icone links - LEM - Applicazione MOMAR. Si accederà direttamente alla schermata iniziale 7

9 dell applicazione dove, al momento, sono richieste ulteriori credenziali di autenticazione che permettono l accesso alle pagine di gestione dell applicazione. 1.1 Sicurezza Gli aspetti della sicurezza sono stati affrontati utilizzando la catalogazione degli utenti in gruppi e/o singolo user, la cui navigazione nel sistema è impostata attraverso l attribuzione di menù personalizzati. Allo stato attuale tutti gli utenti che ne abbiano accesso possono visualizzare/gestire tutti i dati. Si rimanda al comitato di pilotaggio la decisione di limitare o meno l accesso completo e la gestione dell applicazione solo ad alcune figure. Il sistema è attualmente ospitato in server facenti parte di un cluster con back automatico, questo permette la salvaguarda dei dati inseriti. 1.2 Indipendenza dall infrastruttura Tutta la struttura è trasportabile in qualsiasi altro sistema e server DB, con la sola modifica della stringa di connessione al DB stesso. 1.3 Amministrazione del sistema Il sistema prevede anche una sezione di amministrazione nella quale è possibile definire gli utenti, associarli a uno o più gruppi e quindi definire sia per gli utenti, sia per i gruppi la struttura dei menù di navigazione. Questa parte è già 8

10 stata introdotta nell intervento che la Fondazione LEM ha presentato in occasione dell incontro svoltosi a Bonifacio nel giugno Finalità del progetto Scopo di tutta l architettura è quello di permettere l interazione con il sistema senza la conoscenza specifica del linguaggio SQL o di altri strumenti per l interrogazione delle basi di dati. Per quanto possibile ogni aspetto di interesse deve essere fruibile all interno della piattaforma stessa. L inserimento di ogni dato deve essere completamente via web, quindi indipendente dalla piattaforma software dell utilizzatore. Fanno eccezione solo alcuni aspetti che dovranno essere gestiti una tantum, quindi con interazione diretta con il Data Base. Questa parte è riconducibile alla figura dell amministratore di sistema. 2 Entità e Flusso di lavoro previsto Tutto il sistema è stato progettato intorno alla definizione di un flusso di lavoro, già esposto in alcuni documenti precedentemente prodotti. Scopo di questa parte di relazione è calare il flusso di lavoro all interno dell applicazione e quindi delle varie pagine web pensate per la gestione. 9

11 2.1 Entità di base Macrocategorie Descrittive Per entità di base si intendono le definizioni intorno alle quali ruota l applicazione: Siti e Campagne. Siti Nella fase introduttiva i siti sono localizzazioni geografiche descrittive e morfologicamente caratterizzate. Campagne Le campagne sono programmazioni temporali in determinati siti e con determinate metodologie. 2.2 Entità di base Misure Per entità di base relative alle misure si intende la definizione delle grandezze legate alla metodologia utilizzata. Quindi data una metodologia, si potranno indicare le grandezze che si vogliono misurare, utilizzando un determinato protocollo e se le grandezze misurate sono oggetto della ricerca o condizioni al contorno. Ogni misura effettuata in laboratorio lo è con un determinato strumento. Metodologia Per metodologia si intende l insieme delle misure e dei metodi di gestione (protocollo usato per la misura e metodo usato per il prelievo del campione) del campione da analizzare. 10

12 Ogni metodologia viene specificata dalle grandezze che verranno misurate, che potranno essere oggetto della ricerca o condizioni al contorno che possono influenzare i risultati ottenuti. Protocolli di misura Ogni misura si basa su un campione prelevato da un determinato sito e ha bisogno di fasi di preparazione che influenzano la grandezza rilevata. Per questo motivo ogni grandezza collegata ad una metodologia, lo è tramite un protocollo di trattamento del campione utilizzato. Strumenti Fatte salve le premesse di cui sopra, ogni grandezza misurata è legata allo strumento che è stato utilizzato per rilevarla, quindi alle caratteristiche tecniche proprie dello stesso. 2.3 Entità di base Macroattività La definizione di un risultato passa attraverso diverse attività, che possono essere racchiuse in tre macro aree: definizione della campagna, prelievo dei campioni e misure di laboratorio. Definizione della campagna Per la definizione di campagna vedere punto

13 Prelievo dei campioni Ogni analisi viene effettuata su campioni prelevati in determinati siti 1, geograficamente referenziati, campioni catalogati con un proprio codice che indica il luogo esatto e la modalità di prelievo. Ad ogni sito possono corrispondere campioni diversi per posizione e/o data di prelievo. Analisi dei campioni Premesso che ogni campione è legato al sito e alla campagna, sullo stesso dovrà essere indicata la grandezza misurata correlata allo strumento utilizzato e alla metodologia che si vuole mettere in atto. 2.4 Flusso di lavoro Per flusso di lavoro si intende l organizzazione temporale e le correlazioni logiche fra le tre macro attività. Predisposizione della campagna L amministratore di sistema definisce un nome e una collocazione temporale. Oltre a questo collega la campagna ai siti che verranno monitorati e alle metodologie utilizzate. Se non ancora presenti, vengono inseriti gli strumenti utilizzati per le analisi e le tecniche impiegate per il prelievo del campione. Se non ancora presenti nel sistema, verranno inseriti sia i siti sia le metodologie. Quest ultime potrebbero prevedere delle nuove misure e quindi dei nuovi protocolli. 1 Queste considerazioni devono essere adattate per il telerilevamento. Si veda apposita sezione. 12

14 Tutte le operazioni indicate sono riconducibili a compiti tipici dell amministratore di sistema. Raccolta dei campioni La fase di raccolta dei campioni viene gestita con l inserimento catalogato di ogni campione che sarà prelevato, georeferenziandolo e collocandolo temporalmente. Sarà possibile gestire un campo per indicazioni generiche, il classico campo note. In questa fase, il modulo cartaceo che dovrà essere compilato, dovrà tener conto delle misure delle grandezze al contorno utili alla completa definizione della metodologia che utilizzerà il campione. Analisi dei campioni Per inserire le misure effettuate sui campioni, si dovrà selezionare campagna, sito, metodologia e campione. Fatto questo, poiché le misure da rilevare sono definite dalla metodologia scelta, si dovrà inserire la grandezza misurata, lo strumento utilizzato e la data di misurazione. In questa fase verranno inserite anche le grandezze al contorno rilevate in situ. Le fasi di raccolta e analisi dei campioni sono tipiche dell utilizzatore/ricercatore o utilizzatore/tecnico, in ogni modo non con funzioni di amministratore. 3 Slides esplicative delle interazione del sistema con le Entità e il Flusso Premesse Le slides mostrate rispecchiamo l impostazione sopra esposta. Ovviamente possono essere soggette a variazione, sia in seguito a indicazioni dei partners, 13

15 sia in seguito ai necessari adeguamenti e migliorie per renderle più funzionali. Anche in questo caso è richiesto l apporto dei partners. 3.1 Link di riferimento L applicazione si compone di tre distinte parti, raggiungibili dalla pagina: Scopo di questa serie di screenshot è illustrare le funzionalità della parte di applicazione per la gestione delle campagne con le relative misure. L accesso alle pagine di gestione misure è consentito solo a utenti registrati, quindi tramite nome utente e password. In questa fase del progetto si è preferito concentrarci sulle funzionalità piuttosto che sulla grafica. Questo anche perché si prevedono osservazioni che porteranno ad alcune modifiche. 3.2 Organizzazione delle pagine Dopo l inserimento delle credenziali, e il loro riconoscimento, si accede ad un area di lavoro organizzata come segue: Menù di navigazione: personalizzabile in base all utente e ai gruppi. Area di lavoro: in questa zona compaiono le funzioni selezionate dal menù di sinistra. 14

16 La personalizzazione del menù sulla sinistra dell area di lavoro avviene attraverso alcune funzionalità dell area di amministrazione come riportato nella relazione presentata in occasione dell incontro di Bonifacio. Come da accordi fra i partners del progetto, i termini tecnici sono in lingua inglese così come le voci nelle pagine. 3.3 Funzionalità principali In questa sezione sono riportate le schermate per la gestione delle entità introdotte nelle pagine precedenti. Per semplicità grafica si riportano solo le parti di pagina strettamente necessarie per le spiegazioni introdotte Entità di base: Siti menù Surveys -> Sites Managment In questa pagina si possono inserire nuovi siti, vedere quelli già inseriti e quindi gestire la tipologia degli stessi attribuendo i tre livelli di caratterizzazione e il livello di pressione antropica. 15

17 Questa definizione dei siti è utile per includere i rilevamenti in zone omogenee e quindi valutare in quest ottica i diversi rilievi legati anche a campagne differenti Entità di base: Campagne Management Observation -> Campaigns In questa pagina, in maniera simile a quella dei siti, è possibile gestire l anagrafica delle singole campagne. Questa pagina è dedicata all introduzione di due grandezze quali la data di inizio e fine della campagna. 16

18 3.3.3 Entità di base: Campagne Management Observation -> Campaigns- >Campaigns Definition Contrariamente alla definizione dei siti, la campagna ha ulteriori caratterizzazioni che vengono gestite nella seguente pagina: per ogni campagna si devono indicare i siti sui quali si effettueranno i prelievi dei campioni e le metodologie che verranno applicate. Lo scopo di questa pagina è quello di indicare, data una campagna, in che siti si andrà ad operare e quali metodologie (2.2.1) di analisi verranno utilizzate. 17

19 3.3.4 Entità di base: Metodologie Management Observations -> Method Indicator In questa sezione si definiscono le metodologie che verranno utilizzate, collegando ad ognuna di esse, suddivise per tipologia, le misure acquisite secondo un determinato protocollo. 18

20 3.3.5 Entità di base: Metodologie Management Observations -> Method Instruments In questa sezione si definiscono gli strumenti che verranno utilizzati. Si deve introdurre la marca e il modello dello strumento oltre che una descrizione più estesa per definirne le caratteristiche di base. Le sezioni fin qui definite si possono intendere come fasi preliminari che devono essere impostate prima delle vere e proprie campagne. Quindi è un lavoro che tipicamente si riconduce all amministrazione del sistema. 19

21 3.4 Flusso di lavoro: Prelievo dei campioni Management Observation -> Sampling In questa sezione si registrano i campioni prelevati collegandoli alla campagna. Oltre a georeferenziare il prelievo, è possibile catalogarlo con un proprio codice, definire il metodo utilizzato per prelevarlo, la data e inserire una breve descrizione. 20

22 3.5 Flusso di lavoro: Analisi dei campioni Management Observation -> Analysis In questa sezione si possono misurare le grandezze di interesse riscontrabili sui campioni prelevati. E necessario selezionare la campagna, il sito (se sono presenti più siti nella solita campagna), le misure da inserire riferite alla metodologia utilizzata, il campione sul quale si lavora e lo strumento utilizzato. È possibile anche modificare la misura inserita selezionandola e quindi modificando i valori gestiti: valore rilevato e data. 21

23 4 Rev. 2.3 prelievo dei campioni: Telerilevamento Il telerilevamento prevede un numero di campioni riconducile alla definizione delle immagini elaborate. Le immagini ricevute dal satellite sono definite da una griglia che ha un punto di partenza, sia in latitudine sia in longitudine, e un passo che caratterizza la precisione. 4.1 Definizione dei campioni per il telerilevamento Management Observation -> Sampling Per ogni sito è possibile definire una griglia attraverso il link Insert Array. Questa richiama una pagina per la definizione in concreto di una griglia: 22

24 La griglia è definita con le coordinate di inizio e fine sia in latitudine sia in longitudine, oltre che dallo step differenziabile per le due grandezze. Il resto della schermata segue la definizione standard di campione attribuita dal sistema. 23

SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO (DTPM)

SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO (DTPM) SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO SISTEMA WEB PER LA GESTIONE DEI TEAM DI PROGETTO (DTPM) Giovanni Serpelloni 1),Ermanno Ancona 2), Elisabetta Simeoni 3) 1. Dipartimento delle Dipendenze

Dettagli

INDICE. Guida Introduttiva al Modulo GESTIONE PROGETTO

INDICE. Guida Introduttiva al Modulo GESTIONE PROGETTO Sistema Informativo Progetto BRE.BE.MI. Raccordo Autostradale Diretto BRESCIA BERGAMO - MILANO - GUIDA INTRODUTTIVA - Realease 1.0 MODULO: GESTIONE PROGETTO INDICE 1. L ACCESSO AL MODULO... 3 2. APPLICATIVO:

Dettagli

Nota informativa. MIGRAZIONE A SIATELv2.0 - PuntoFisco

Nota informativa. MIGRAZIONE A SIATELv2.0 - PuntoFisco Nota informativa MIGRAZIONE A SIATELv2.0 - PuntoFisco Il rilascio del nuovo sistema Siatel v2.0 PuntoFisco si articola secondo le seguenti fasi temporali: 1. inibizione delle funzionalità di amministrazione

Dettagli

Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione

Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione Progetto Calore Pulito 2010 - Linee guida per l informatizzazione Premessa Ad oggi le procedure di informatizzazione, con inserimento manuale dei dati di controllo degli impianti termici, regolate attraverso

Dettagli

BluData. The smart eyes over your production system. www.blueng.com info@blueng.com

BluData. The smart eyes over your production system. www.blueng.com info@blueng.com BluData The smart eyes over your production system www.blueng.com info@blueng.com Il Prodotto BluData è il sistema di raccolta dati innovativo e dinamico nato dall esperienza pluriennale di Bluengineering

Dettagli

Manuale Progetto Placement

Manuale Progetto Placement Manuale Progetto Placement V. 5 del 20/06/2013 FUNZIONI PRINCIPALI: Fornire uno strumento per la gestione centralizzata di stage, alternanze e placement. Costruire un database contenente i curriculum degli

Dettagli

AREA STUDENTI. Manuale d'uso. Rielaborazione del. Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti

AREA STUDENTI. Manuale d'uso. Rielaborazione del. Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti AREA STUDENTI Manuale d'uso Rielaborazione del Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti Edizione: 01 Revisione: 00 Release software: 1.8.3 Data: 30/03/2007 ELEARNING SYSTEM ITIS A. Einstein - MANUALE STUDENTI

Dettagli

BUSINESS FILE OGNI DOCUMENTO AL SUO POSTO

BUSINESS FILE OGNI DOCUMENTO AL SUO POSTO BUSINESS FILE OGNI DOCUMENTO AL SUO POSTO Un'azienda moderna necessita di strumenti informatici efficienti ed efficaci, in grado di fornire architetture informative sempre più complete che consentano da

Dettagli

FIDAWORKSTATION: MANUALE UTENTE

FIDAWORKSTATION: MANUALE UTENTE FIDAWORKSTATION: MANUALE UTENTE 1. Introduzione 2 2. Accesso a FIDAworkstation 2 3. Ricerca 4 3.1 Scheda Prodotto 5 4. Clienti 9 4.1 Anagrafica Clienti 9 4.2 Analisi Esigenze 11 4.3 Profilo di Rischio

Dettagli

DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012.

DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. 1. Premessa L art. 13 del DM 161/2012 prevede che al fine di

Dettagli

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a sostegno del reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - ASpI Descrizione del servizio Premessa Questo servizio rende possibile l invio e l istruzione automatica

Dettagli

CAPITOLO 20 AGGIORNAMENTO DEL CODICE DI STOCCAGGIO

CAPITOLO 20 AGGIORNAMENTO DEL CODICE DI STOCCAGGIO CAPITOLO 20 AGGIORNAMENTO DEL CODICE DI STOCCAGGIO 20.1 PREMESSA... 255 20.2 COMITATO DI CONSULTAZIONE... 255 20.3 SOGGETTI TITOLATI A PRESENTARE RICHIESTE DI MODIFICA... 255 20.4 REQUISITI DI RICEVIBILITA

Dettagli

Tecnologia. www.mbm.it

Tecnologia. www.mbm.it Il portale SCM permette di comunicare con il mondo esterno all azienda, in particolare con fornitori e lavoranti esterni, fornendo strumenti e metodologie per un trasferimento veloce e sicuro delle informazioni

Dettagli

Iscrizioni on line. Parte Scuola Personalizzazione e pubblicazione del modulo d iscrizione

Iscrizioni on line. Parte Scuola Personalizzazione e pubblicazione del modulo d iscrizione Iscrizioni on line Parte Scuola Personalizzazione e pubblicazione del modulo d iscrizione Manuale d'uso Iscrizioni on line - Manuale d uso per le scuole Personalizzazione e pubblicazione modulo d iscrizione

Dettagli

SUAP@home. Manuale Sistema Suap2 Cittadino

SUAP@home. Manuale Sistema Suap2 Cittadino [SUAP@home] Evoluzione del sistema informativo Sardegna SUAP per l'erogazione dei servizi in modalità ASP agli Sportelli Unici Attività Produttive SUAP@home Manuale Sistema Suap2 Cittadino Data: 24.04.2012

Dettagli

GUIDA PER IL DOCENTE ALL UTILIZZO DELL APPLICATIVO ONLINE E PORTFOLIO

GUIDA PER IL DOCENTE ALL UTILIZZO DELL APPLICATIVO ONLINE E PORTFOLIO GUIDA PER IL DOCENTE ALL UTILIZZO DELL APPLICATIVO ONLINE E PORTFOLIO http://eportfolio.tqmproject.eu Progetto "TQM Agreement n 2011 1 IT1 LEO05 01873; CUP G72F11000050006 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 PAGINA

Dettagli

I satelliti. Accesso Remoto

I satelliti. Accesso Remoto I satelliti Utilissimi nelle zone senza copertura cablata anche se vincolata alla sola ricezione dati. Mezzi necessari: 1. Parabola 2. Scheda satellitare Velocità di Download Velocità di Upload 400 Kbps

Dettagli

Vittorio Veneto, 17.01.2012

Vittorio Veneto, 17.01.2012 Vittorio Veneto, 17.01.2012 OGGETTO: HELP DESK 2.0 specifiche per l utilizzo del nuovo servizio (rev.01) PRESENTAZIONE SERVIZIO HELP DESK 2.0 Nell ottica di migliorare ulteriormente il servizio offerto

Dettagli

Strumenti E learning. Presentazione tecnica

Strumenti E learning. Presentazione tecnica Strumenti E learning Presentazione tecnica Luglio 2008 Grazie all esperienza del proprio management e alla propria struttura tecnologica, InterAteneo è riuscito a creare un sistema di integrazione, tra

Dettagli

DNNCenter. Installazione standard di DotNetNuke 5. per Windows Vista. Installazione Standard DotNetNuke 5 per Windows Vista

DNNCenter. Installazione standard di DotNetNuke 5. per Windows Vista. Installazione Standard DotNetNuke 5 per Windows Vista DNNCenter Installazione standard di DotNetNuke 5 per Windows Vista Copyright OPSI Srl www.opsi.it Pag. 1 of 28 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 1.1. Pre-requisiti... 3 2. DOWNLOAD DOTNETNUKE... 4 2.1. Download

Dettagli

CONTRACT MANAGEMENT SYSTEM GUIDA AD USO AGENZIA

CONTRACT MANAGEMENT SYSTEM GUIDA AD USO AGENZIA CONTRACT MANAGEMENT SYSTEM GUIDA AD USO AGENZIA RICEZIONE MAIL INFORMATIVA E CREDENZIALI L agenzia di viaggi riceve due diverse mail: La prima, informativa, che annuncia l arrivo del contratto; La seconda,

Dettagli

Manuale Operativo. Istituto Nazionale Previdenza Sociale DIREZIONE CENTRALE SISTEMI INFORMATIVI E TELECOMUNICAZIONI

Manuale Operativo. Istituto Nazionale Previdenza Sociale DIREZIONE CENTRALE SISTEMI INFORMATIVI E TELECOMUNICAZIONI Manuale Operativo Istruzioni per l utilizzo del Software di controllo uniemens aggregato per l invio mensile unificato delle denunce retributive individuali (EMENS) e delle denunce contributive aziendali

Dettagli

nome.cognome@asmepec.it

nome.cognome@asmepec.it C O M U N E D I O L I V A D I Provincia di Catanzaro C.F.850000330796 P.I. 00362830796 E-mail: comuneolivadi@comune.olivadi.cz.it E.mail: comune.olivadi@asmepec.it info@asmepec.it www.comune.olivadi.cz.it

Dettagli

WHITE PAPER e/crm Versione preliminare 02/11/2007

WHITE PAPER e/crm Versione preliminare 02/11/2007 WHITE PAPER e/crm Versione preliminare 02/11/2007 e/crm IL PROGETTO... 3 e/crm MODULO BASE... 4 Piattaforma e/crm 4 Anagrafiche di base 6 e/crm MODULO VENDITE... 9 Piattaforma vendite 9 e/crm MODULO CAMPAGNE...

Dettagli

REGISTRO ELETTRONICO SPAGGIARI. MANUALE OPERATIVO PER I DOCENTI Rev. 00 del 21/11/2012

REGISTRO ELETTRONICO SPAGGIARI. MANUALE OPERATIVO PER I DOCENTI Rev. 00 del 21/11/2012 REGISTRO ELETTRONICO SPAGGIARI MANUALE OPERATIVO PER I DOCENTI Rev. 00 del 21/11/2012 INDICE 1. Accesso alla propria area riservata 2 2. I menu Registri 3 3. Spiegazioni dettagliate dei Registri 4 4. Videata

Dettagli

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a sostegno del reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - NASpI Vers. 1.0 28/04/2015 Descrizione del servizio Premessa Questo servizio rende possibile l invio

Dettagli

Stato d avanzamento del Sottoprogetto B Partner 9 - Provincia di Olbia Tempio: dinamica dei litorali.

Stato d avanzamento del Sottoprogetto B Partner 9 - Provincia di Olbia Tempio: dinamica dei litorali. P.O. Italia-Francia Marittimo 2007-2013 Stato d avanzamento del Sottoprogetto B Partner 9 - Provincia di Olbia Tempio: Centro transfrontaliero per lo studio della Dr. Fabrizio Ferraro Direttore di Progetto

Dettagli

Piattaforma per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato. Guida all utilizzo della piattaforma

Piattaforma per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato. Guida all utilizzo della piattaforma Piattaforma per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro correlato Guida all utilizzo della piattaforma Percorso di accesso alla sezione Focus Stress Lavoro correlato dal sito www.inail.it

Dettagli

Guida all uso dei servizi Mail:

Guida all uso dei servizi Mail: Guida all uso dei servizi Mail: - Install. certificato digitale - Outlook Web Access (OWA) - Configurazione di Outlook - Configurazione palmare V 1.0 Installazione del Certificato Digitale Fare doppio

Dettagli

S.I.L.O.S Sito Internet con Logica ad Oggetti Standard

S.I.L.O.S Sito Internet con Logica ad Oggetti Standard S.I.L.O.S Sito Internet con Logica ad Oggetti Standard Manuale utente V 1.0 del 29/11/2005 Redazione a cura di Uniteam SpA Indice 0. Glossario dei termini...3 1. Introduzione...4 1.1. Prerequisiti...4

Dettagli

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PORTALE WEB NELL AMBITO DELLA MISURA 2.6. DEL POI ENERGIA FESR 2007 2013

Dettagli

REGIONE LIGURIA Ufficio Politiche abitative e Lavori Pubblici MANUALE UTENTE SEND. Sistema informativo Edilizia Notifiche Dematerializzate

REGIONE LIGURIA Ufficio Politiche abitative e Lavori Pubblici MANUALE UTENTE SEND. Sistema informativo Edilizia Notifiche Dematerializzate REGIONE LIGURIA Ufficio Politiche abitative e Lavori Pubblici MANUALE UTENTE SEND Sistema informativo Edilizia Notifiche Dematerializzate 9 Luglio 2015 vers. 6 Sommario Sommario Capitolo 1... 2 Introduzione...

Dettagli

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com 2015 Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO http://www.liveboxcloud.com Iniziamo ad utilizzare LiveBox LiveBox è un software di private cloud che permette di memorizzare, condividere e modificare i documenti

Dettagli

Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line

Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Via Borromini,

Dettagli

Turbodoc. Archiviazione Ottica Integrata

Turbodoc. Archiviazione Ottica Integrata Turbodoc Archiviazione Ottica Integrata Archiviazione Ottica... 3 Un nuovo modo di archiviare documenti, dei e immagini... 3 I moduli di TURBODOC... 4 Creazione dell armadio virtuale... 5 Creazione della

Dettagli

A T I C _W E B G U I D A AL L A N A V I G A Z I O N E S U L S I T O D E L G R U P P O. Rev. 2.1

A T I C _W E B G U I D A AL L A N A V I G A Z I O N E S U L S I T O D E L G R U P P O. Rev. 2.1 G U I D A AL L A N A V I G A Z I O N E S U L S I T O D E L G R U P P O A T I C _W E B Rev. 2.1 1 1. ISCRIZIONE Le modalità di iscrizione sono due: Iscrizione volontaria Iscrizione su invito del Moderatore

Dettagli

Analisi funzionale della Business Intelligence

Analisi funzionale della Business Intelligence Realizzazione di un sistema informatico on-line bilingue di gestione, monitoraggio, rendicontazione e controllo del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Francia Marittimo finanziato dal

Dettagli

Caratteristiche Applicabilità. Piattaforma Logistica

Caratteristiche Applicabilità. Piattaforma Logistica Caratteristiche Applicabilità Piattaforma Logistica Versione 2.0-2011 Azioni semplici o strutturate Risorse umane e materiali Tempi e Luoghi La Piattaforma WOLT è una soluzione progettata per rispondere

Dettagli

Software PhD ITalents GUIDA ALLA PIATTAFORMA DI CANDIDATURA DA PARTE DELLE IMPRESE

Software PhD ITalents GUIDA ALLA PIATTAFORMA DI CANDIDATURA DA PARTE DELLE IMPRESE Software PhD ITalents GUIDA ALLA PIATTAFORMA DI CANDIDATURA DA PARTE DELLE IMPRESE Questa breve guida intende fornire un aiuto nella procedura di inserimento dei dati richiesti per la candidatura al Bando

Dettagli

(Rev. 1) DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012.

(Rev. 1) DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. (Rev. 1) DISCIPLINARE ISPRA PER LA DEFINIZIONE DELLE INFORMAZIONI DEGLI STANDARD E DELLE MODALITÀ DI TRASMISSIONE DI CUI ALL ART. 13 DEL DM161/2012. 1. Premessa L art. 13 del DM 161/2012 prevede che al

Dettagli

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online

SUITE PAGHE 2.0. Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 Il software per compilare le tue paghe online SUITE PAGHE 2.0 L EFFICIENZA DELLA TECNOLOGIA SI UNISCE ALLA FUNZIONALITÀ DELLA PRATICA Il software Paghe 2.0 Un servizio per la gestione del

Dettagli

1 SCOPO DEL DOCUMENTO...4 2 PREMESSA...4 3 ARCHITETTURA DELLA APPLICAZIONE...5 4 ACCESSO ALL APPLICAZIONE...8 5 LA INBOX...9

1 SCOPO DEL DOCUMENTO...4 2 PREMESSA...4 3 ARCHITETTURA DELLA APPLICAZIONE...5 4 ACCESSO ALL APPLICAZIONE...8 5 LA INBOX...9 Manuale Utente CRM 1 SCOPO DEL DOCUMENTO...4 2 PREMESSA...4 3 ARCHITETTURA DELLA APPLICAZIONE...5 3.1 Applicazione... 5 3.2 Gruppo... 5 3.3 Utente... 7 4 ACCESSO ALL APPLICAZIONE...8 4.1 Apertura dell

Dettagli

Finalità della soluzione... 3. Schema generale e modalità d integrazione... 4. Gestione centralizzata in TeamPortal... 6

Finalità della soluzione... 3. Schema generale e modalità d integrazione... 4. Gestione centralizzata in TeamPortal... 6 Finalità della soluzione... 3 Schema generale e modalità d integrazione... 4 Gestione centralizzata in TeamPortal... 6 Dati gestiti dall Anagrafica Unica... 8 Gestione anagrafica... 9 Storicizzazione...

Dettagli

Joomla e l interfaccia Back end Modifiche Credenziali di accesso di Super Amministratore

Joomla e l interfaccia Back end Modifiche Credenziali di accesso di Super Amministratore Joomla e l interfaccia Back end Joomla e l interfaccia Back end Modifiche Credenziali di accesso di Super Amministratore Abbiamo già spiegato nel paragrafo precedente la procedura di accesso all interfaccia

Dettagli

Requisiti. Sistema operativo supportato. Windows XP o superiori (Windows 7 consigliato). Requisiti Hardware

Requisiti. Sistema operativo supportato. Windows XP o superiori (Windows 7 consigliato). Requisiti Hardware Aggiornamento di : venerdì 14 Marzo 2014 Infocar Repair Touch Manuale d uso del prodotto. Tutto il materiale contenuto nel presente documento è di proprietà di Editoriale Domus S.p.A. e dalle Società a

Dettagli

Descrizione delle funzioni COSA È COME SI CONSULTA

Descrizione delle funzioni COSA È COME SI CONSULTA Descrizione delle funzioni Trasparenza e Servizi nella Pubblica Amministrazione IL PORTALE CARTOGRAFICO COMUNALE IN INTERNET Un servizio di per i Comuni COSA È È un portale ideato per consentire a tutti

Dettagli

USER GUIDE. Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1

USER GUIDE. Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1 USER GUIDE Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1 SOMMARIO Introduzione... 3 Sensore BioHarness... 3 OVERVIEW BIOHARNESS 3.0 BT/ECHO... 4 OVERVIEW

Dettagli

Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell Umbria e delle Marche

Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell Umbria e delle Marche VIsualizzazione Esami Web (VIEW) Regolamentazione accesso VIEW (VIsualizzazione Esami Web) Regolamentazione accesso Pagina 1 di 7 Indice Generalità e regolamentazione accesso... 3 Profilo di accesso...

Dettagli

RILEVAZIONE CAMPIONARIA SULLE AZIENDE LEGNOSE AGRARIE. Manuale d uso. Versione 1 10 luglio 2012 INDICE

RILEVAZIONE CAMPIONARIA SULLE AZIENDE LEGNOSE AGRARIE. Manuale d uso. Versione 1 10 luglio 2012 INDICE RILEVAZIONE CAMPIONARIA SULLE AZIENDE LEGNOSE AGRARIE SGR-ILA: SISTEMA DI GESTIONE DELLA RILEVAZIONE Manuale d uso. Versione 1 10 luglio 2012 INDICE Introduzione... 3 Sistema di autenticazione... 4 OPERATORI...

Dettagli

Allegato6 - Manuale operativo

Allegato6 - Manuale operativo Allegato6 - Manuale operativo (versione di riferimento: PI 2.00.02) Nel documento: il riferimento ai tasti non contenenti icone è indicato scrivendone la descrizione tra parentesi quadre - es. [Lista trovati]

Dettagli

PRELIEVO LICENZE D USO PROGRAMMI TEAMSYSTEM ANNO 2015

PRELIEVO LICENZE D USO PROGRAMMI TEAMSYSTEM ANNO 2015 PRELIEVO LICENZE D USO PROGRAMMI TEAMSYSTEM ANNO 2015 La presente per comunicarvi che sono presenti sul nostro sito le licenze d uso dei programmi Teamsystem per l anno 2015. I clienti che NON utilizzano

Dettagli

PROGETTO Easytender. Il primo sistema di ricerca tender interamente in lingua Italiana. DEMO del Servizio offerto

PROGETTO Easytender. Il primo sistema di ricerca tender interamente in lingua Italiana. DEMO del Servizio offerto PROGETTO Il primo sistema di ricerca tender interamente in lingua Italiana DEMO del Servizio offerto Accedervi è Easy L accesso al sistema avviene tramite interfaccia web. - Utenti Registrati Per gli utenti

Dettagli

Al fine di pubblicare le informazioni di un condominio sul WEB è necessario che l amministratore proceda con le seguenti fasi:

Al fine di pubblicare le informazioni di un condominio sul WEB è necessario che l amministratore proceda con le seguenti fasi: CONDOMINI SUL WEB Cosa si intende per condomini sul Web? Dalla versione 1.45 del programma Metodo Condomini l amministratore ha la possibilità di rendere fruibili via WEB ai condòmini (proprietari e conduttori)

Dettagli

BLU.Energy Tecnologia & Servizi gestiti

BLU.Energy Tecnologia & Servizi gestiti BLU.Energy Tecnologia & Servizi gestiti Il vantaggio competitivo derivante da una scelta tecnologicamente avanzata Tecnologia e Servizi gestiti Sommario ü Obiettivi del documento ü Caratteristiche tecniche

Dettagli

Servizi intelligenti per l utente mobile: un esempio in applicazioni turistiche

Servizi intelligenti per l utente mobile: un esempio in applicazioni turistiche Servizi intelligenti per l utente mobile: un esempio in applicazioni turistiche Liliana Ardissono Gruppo di Intelligent User Interfaces Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino liliana@di.unito.it

Dettagli

Organizzazione di dati fenologici in un database relazionale: l'esempio della banca dati del Progetto Finalizzato Phenagri

Organizzazione di dati fenologici in un database relazionale: l'esempio della banca dati del Progetto Finalizzato Phenagri CAPITOLO 6 Organizzazione di dati fenologici in un database relazionale: l'esempio della banca dati del Progetto Finalizzato Phenagri A. Calì, G. Dal Monte 6.1 - Introduzione Le informazioni provenienti

Dettagli

Lyra CRM WebAccess. Pag. 1 di 16

Lyra CRM WebAccess. Pag. 1 di 16 Lyra CRM WebAccess L applicativo Lyra CRM, Offer & Service Management opera normalmente in architettura client/server: il database di Lyra risiede su un Server aziendale a cui il PC client si connette

Dettagli

Operazioni Preliminari

Operazioni Preliminari Operazioni Preliminari Registrarsi Per poter assolvere agli obblighi connessi al Contributo di Soggiorno occorre essere in possesso delle credenziali (Nome utente e Password) per operare sul portale di

Dettagli

NOTA TECNICA UTILIZZO REGISTRO ONLINE

NOTA TECNICA UTILIZZO REGISTRO ONLINE NOTA TECNICA UTILIZZO REGISTRO ONLINE Informazioni generali Il questionario cartaceo relativo alla rilevazione dati delle associazioni e dei relativi progetti è stato informatizzato ed è stata realizzata

Dettagli

BUSINESS FILE OGNI DOCUMENTO AL SUO POSTO

BUSINESS FILE OGNI DOCUMENTO AL SUO POSTO BUSINESS FILE OGNI DOCUMENTO AL SUO POSTO I MODULI DI BUSINESS FILE Nella versione Net di BUSINESS FILE sono disponibili i seguenti moduli: > BF_K Software development kit > BF01 Archiviazione, visualizzazione,

Dettagli

Piattaforma integrata gestione portafoglio assicurativo. Caratteristiche principali

Piattaforma integrata gestione portafoglio assicurativo. Caratteristiche principali Piattaforma integrata gestione portafoglio assicurativo Caratteristiche principali INDICE 1. CARATTERISTICHE PRODOTTO... 3 1.1. DESCRIZIONE DELLA SOLUZIONE... 3 1.2. ARCHITETTURA APPLICATIVA... 6 1.2.1.

Dettagli

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 :: RNDT repertorio nazionale dei dati territoriali 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 I dati territoriali della Pubblica Amministrazione 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 2 Codice dell Amministrazione Digitale

Dettagli

ALBO FORNITORI MEDIASET

ALBO FORNITORI MEDIASET e-procurement TMP-018_11 MEDIASET ALBO FORNITORI MEDIASET Manuale_BUYER_vOnline.doc Pagina 1 di 46 e-procurement TMP-018_11 Sommario MEDIASET... 1 ALBO FORNITORI MEDIASET... 1 INTRODUZIONE... 4 STRUTTURA

Dettagli

TUO HOTEL. Manuale operativo. Ver. 1.0.0.31. Pagina 1 di 41

TUO HOTEL. Manuale operativo. Ver. 1.0.0.31. Pagina 1 di 41 TUO HOTEL Manuale operativo Ver. 1.0.0.31 Pagina 1 di 41 SOMMARIO Il programma... 3 Accesso... 4 L interfaccia... 5 TABLEAU... 5 Calendario... 7 Principale... 8 Gestione Clienti... 9 Gestione agenzie...

Dettagli

Sistema Informativo Gestione Fidelizzazione Clienti MANUALE D USO

Sistema Informativo Gestione Fidelizzazione Clienti MANUALE D USO Sistema Informativo Gestione Fidelizzazione Clienti MANUALE D USO Login All apertura il programma controlla che sia stata effettuata la registrazione e in caso negativo viene visualizzato un messaggio.

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Manuale d uso Event Bureau

Manuale d uso Event Bureau Manuale d uso Event Bureau step by step Agenda Premessa Accesso a Event Bureau Inserimento Nuovo Evento Generico o primo step: anagrafica evento o secondo step: organizzatori o terzo step: relatori interni

Dettagli

PRELIEVO LICENZE D USO PROGRAMMI TEAMSYSTEM ANNO 2015 FASE 1 PRELIEVO LICENZE DAL SITO

PRELIEVO LICENZE D USO PROGRAMMI TEAMSYSTEM ANNO 2015 FASE 1 PRELIEVO LICENZE DAL SITO PRELIEVO LICENZE D USO PROGRAMMI TEAMSYSTEM ANNO 2015 La presente per comunicarvi che sono presenti sul nostro sito le licenze d uso dei programmi TeamSystem per l anno 2015. Per il caricamento è necessario

Dettagli

Introduzione ai database I concetti fondamentali Database e DBMS Per comprendere appieno cos'è un Database e quali sono i vantaggi legati al suo impiego, soprattutto nel settore gestionale, è necessario

Dettagli

GUIDA ALL USO. www.sparepartsvehicle.com

GUIDA ALL USO. www.sparepartsvehicle.com Sparepartsvehicle rappresenta una nuova possibilità. Quella di ampliare i propri orizzonti nel modo di affrontare un mercato sempre più dinamico che richiede, a tutti gli attori che ne vogliono prendere

Dettagli

K-Archive. Conservazione Sostitutiva

K-Archive. Conservazione Sostitutiva K-Archive per la Conservazione Sostitutiva Descrizione Prodotto Per informazioni: MKT Srl Corso Sempione 33-20145 Milano Tel: 02-33104666 FAX: 20-70039081 Sito: www.mkt.it Email: ufficio@mkt.it Copyright

Dettagli

Creazione e gestione di indagini con Limesurvey. Sito online: www.limesurvey.org/en/

Creazione e gestione di indagini con Limesurvey. Sito online: www.limesurvey.org/en/ Creazione e gestione di indagini con Limesurvey Sito online: www.limesurvey.org/en/ Cos è Limesurvey? Il Software Limesurvey è un'applicazione open source che consente ai ricercatori (o a chiunque voglia

Dettagli

Software NEWAGRI Guida rapida all utilizzo

Software NEWAGRI Guida rapida all utilizzo Software NEWAGRI Guida rapida all utilizzo Versione: 1 Autore: Andrea Bondi Data: 10/11/2009 1 Sommario Sommario... 2 1. Introduzione... 3 2. Caratteristiche tecniche ed architettura del sistema... 3 3.

Dettagli

LABORATORIO. 2 Lezioni su Basi di Dati Contatti:

LABORATORIO. 2 Lezioni su Basi di Dati Contatti: PRINCIPI DI INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE BIOLOGICHE Gennaro Cordasco e Rosario De Chiara {cordasco,dechiara}@dia.unisa.it Dipartimento di Informatica ed Applicazioni R.M. Capocelli Laboratorio

Dettagli

Fruibilità dell Informazione Ambientale

Fruibilità dell Informazione Ambientale Fruibilità dell Informazione Ambientale Nicoletta Sannio, Mariano Casula Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Difesa Ambiente, Sevizio S.A.V.I Abstract Il Sistema Informativo Regionale Ambientale

Dettagli

PROTEL Gestione del Protocollo Elettronico

PROTEL Gestione del Protocollo Elettronico PROTEL Gestione del Protocollo Elettronico Il Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445 (Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa)

Dettagli

ALLEGATO L ELENCO PROGRAMMI IN USO DI CUI BRIANZACQUE E PROPRIETARIA DEL CODICE SORGENTE

ALLEGATO L ELENCO PROGRAMMI IN USO DI CUI BRIANZACQUE E PROPRIETARIA DEL CODICE SORGENTE ALLEGATO L ELENCO PROGRAMMI IN USO DI CUI BRIANZACQUE E PROPRIETARIA DEL CODICE SORGENTE 1 Come descritto nell allegato D nel corso degli ultimi 5 anni sono stati sviluppati ad hoc una serie di software

Dettagli

TOOL PSCL FUNZIONALITÀ E PROCEDURE DI UTILIZZO

TOOL PSCL FUNZIONALITÀ E PROCEDURE DI UTILIZZO TOOL PSCL FUNZIONALITÀ E PROCEDURE DI UTILIZZO 2014 INDICE 1. FINALITÀ DEL TOOL PSCL 3 2. UTILIZZATORI DEL TOOL PSCL. 5 3. PROCEDURA STANDARD DI UTILIZZO DEL TOOL PSCL..7 4. MODALITÀ OPERATIVE DI UTILIZZO

Dettagli

[NOIGEST.IT REV.02] GUIDA ALLA NUOVA INTERFACCIA WEB DELL APPLICATIVO DI GESTIONE DI CIRCOLI E ORATORI

[NOIGEST.IT REV.02] GUIDA ALLA NUOVA INTERFACCIA WEB DELL APPLICATIVO DI GESTIONE DI CIRCOLI E ORATORI 2013 [NOIGEST.IT REV.02] GUIDA ALLA NUOVA INTERFACCIA WEB DELL APPLICATIVO DI GESTIONE DI CIRCOLI E ORATORI 1 GUIDA ALLA NUOVA INTERFACCIA WEB DELL APPLICATIVO DI GESTIONE DI CIRCOLI E ORATORI INTRODUZIONE

Dettagli

Internet e le reti. Navigare in rete. Un po di confusione sui termini. Internet WWW Web Servizi i Internet Sito Internet. Sinonimi?!?

Internet e le reti. Navigare in rete. Un po di confusione sui termini. Internet WWW Web Servizi i Internet Sito Internet. Sinonimi?!? Internet e le reti Navigare in rete Un po di confusione sui termini Internet WWW Web Servizi i Internet t Sito Internet Sinonimi?!? E che relazione c è con altri strumenti come la posta elettronica? Corso

Dettagli

Code Architects S.r.l. SWOP Semantic Web-service Oriented Platform B2SO201

Code Architects S.r.l. SWOP Semantic Web-service Oriented Platform B2SO201 UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO IL LAVORO E L INNOVAZIONE Modello M14 Allegati RTA POR PUGLIA 2007-2013 - Asse I Linea 1.1 Azione 1.1.2

Dettagli

1. Hard Real Time Linux (Laurea VO o specialistica)

1. Hard Real Time Linux (Laurea VO o specialistica) 20/9/06 Elenco Tesi Disponibili Applied Research & Technology Dept. La Società MBDA La MBDA Italia è un azienda leader nella realizzazione di sistemi di difesa che con i suoi prodotti è in grado di soddisfare

Dettagli

Portale Sintesi Procedure Base e di Registrazione

Portale Sintesi Procedure Base e di Registrazione Provincia di Lecce Settore Politiche Culturali, Sociali, di Parità e del Lavoro Servizio Formazione e Lavoro Portale Sintesi Procedure Base e di Registrazione Versione 1.0 Marzo 2012 Sommario Portale Sintesi...3

Dettagli

Guida alla procedura informatica per la Presentazione di proposte formative nell ambito della GARANZIA GIOVANI - AZIONI DENOMINATE FORMAZIONE MIRATA

Guida alla procedura informatica per la Presentazione di proposte formative nell ambito della GARANZIA GIOVANI - AZIONI DENOMINATE FORMAZIONE MIRATA Guida alla procedura informatica per la Presentazione di proposte formative nell ambito della GARANZIA GIOVANI - AZIONI DENOMINATE FORMAZIONE MIRATA ALL INSERIMENTO LAVORATIVO PERCORSO B INDICE 1. ACCESSO

Dettagli

AZIONI DENOMINATE APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E PER IL DIPLOMA PROFESSIONALE PERCORSO C

AZIONI DENOMINATE APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E PER IL DIPLOMA PROFESSIONALE PERCORSO C Guida alla procedura informatica per la Presentazione di proposte formative su AZIONI DENOMINATE APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E PER IL DIPLOMA PROFESSIONALE PERCORSO C Ottobre 2014 INDICE 1. ACCESSO

Dettagli

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia BANDO ACQUISIZIONI Prodotti Software ALLEGATO 6 Capitolato Tecnico Allegato 6: capitolato tecnico Pag. 1 1 Introduzione Il presente Capitolato Tecnico disciplina gli aspetti tecnici della fornitura a Tecnopolis

Dettagli

Sistemi Informativi e Basi di Dati

Sistemi Informativi e Basi di Dati Sistemi Informativi e Basi di Dati Laurea Specialistica in Tecnologie di Analisi degli Impatti Ecotossicologici Docente: Francesco Geri Dipartimento di Scienze Ambientali G. Sarfatti Via P.A. Mattioli

Dettagli

Progetto ittorario Anno scol. 2013-2014

Progetto ittorario Anno scol. 2013-2014 PROGETTO ittorario Scopo: Creazione di una pagina web che mostri l orario di un docente, della classe della materia o dell aula a discrezione dell utente. Sviluppatori: Progetto sviluppato dalla classe

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Comunicazioni DIPARTIMENTO PER LE COMUNICAZIONI Il modello di calcolo del digital divide infrastrutturale: applicazione al case study Farmacie Alessandro

Dettagli

Il seguente documento viene rilasciato per presentare le principali novità dell innovativa release 2011 della Enterprise Contact Pro di Sysman.

Il seguente documento viene rilasciato per presentare le principali novità dell innovativa release 2011 della Enterprise Contact Pro di Sysman. Premessa Il seguente documento viene rilasciato per presentare le principali novità dell innovativa release 2011 della Enterprise Contact Pro di Sysman. La release definisce grandissime novità nel prodotto

Dettagli

Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi

Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi Versione 1.0 Strumenti e metodi per la redazione della carta del pericolo da fenomeni torrentizi Corso anno 2011 B. MANUALE DI UTILIZZO DEL GRIGLIATORE Il pre processore Grigliatore è composto da tre macro

Dettagli

Analisi dei Requisiti

Analisi dei Requisiti Analisi dei Requisiti Pagina 1 di 16 Analisi dei Requisiti Indice 1 - INTRODUZIONE... 4 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...4 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...4 1.3 - RIFERIMENTI...4 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...4

Dettagli

OGGETTO: Convenzione fornitura siti internet

OGGETTO: Convenzione fornitura siti internet Cliente Ordine degli Avvocati di Trento Largo Pigarelli, 1 38100 Trento (TN) OGGETTO: Convenzione fornitura siti internet A seguito della Vostra richiesta ci pregiamo sottoporvi la nostra migliore offerta

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti COMITATO CENTRALE PER L ALBO NAZIONALE DELLE PERSONE FISICHE E GIURIDICHE CHE ESERCITANO L AUTOTRASPORTO DI COSE PER CONTO DI TERZI Bollettini online Guida

Dettagli

> P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni

> P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni > P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni Guida rapida all utilizzo del software (rev. 1.4 - lunedì 29 ottobre 2012) INSTALLAZIONE, ATTIVAZIONE E CONFIGURAZIONE INIZIALE ESECUZIONE DEL SOFTWARE DATI

Dettagli

Linee guida sulla piattaforma tecnologica di supporto alla Garanzia Giovani

Linee guida sulla piattaforma tecnologica di supporto alla Garanzia Giovani Linee guida sulla piattaforma tecnologica di supporto alla Garanzia Giovani Introduzione... 1 1. Il portale per la Garanzia Giovani... 2 2. La presa in carico dei giovani... 3 3. Monitoraggio e valutazione...

Dettagli

GPEWEB UTENTE INTESTATARIO/PROFESSIONISTA

GPEWEB UTENTE INTESTATARIO/PROFESSIONISTA GPEWEB UTENTE INTESTATARIO/PROFESSIONISTA GPEWEB è il sistema che consente l accesso all archivio delle pratiche edilizie via Internet, ed è indirizzato agli Enti Locali che utilizzano GPE CS (Client/Server)

Dettagli

Applicazione DBToolsSync Manuale Utente

Applicazione DBToolsSync Manuale Utente Applicazione DBToolsSync Manuale Utente L applicazione DBToolsSync pubblica dei dati su Web, mantenendoli sincronizzati. Il manuale è strutturato come segue: Presentazione generale dell applicazione Capitolo

Dettagli

CAPITOLO VI. Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express

CAPITOLO VI. Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express CAPITOLO VI Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express 45 46 INTERNET INTERNET è un collegamento in tempo reale tra i computer

Dettagli

Ed. febbraio 15. Manuale del Sistema Codice Unico di Progetto (CUP) - utente Generatore -

Ed. febbraio 15. Manuale del Sistema Codice Unico di Progetto (CUP) - utente Generatore - Ed. febbraio 15 Manuale del Sistema Codice Unico di Progetto (CUP) - utente Generatore - 1 MANUALE UTENTE 1 INTRODUZIONE... 4 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 1.2 STRUTTURA E CONTENUTI... 4 1.3 GUIDA ALLA

Dettagli