I limiti della pubblicità televisiva

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I limiti della pubblicità televisiva"

Transcript

1 Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici di comportamnto ch stabiliscono i limiti quantitativi di mssaggi pubblicitari risptto all intra programmazion. Il principal rifrimnto normativo è la Lgg 223/90, in alcun parti modificata intgrata dalla più rcnt Lgg Gasparri (Lgg 112/2004) poi confluita nl Tsto Unico pr la Radiotlvision (D.Lgs. 177/2005). A qusto si aggiungono alcun lggi rlativ a spcifici argomnti, il Codic di Autorgolamntazion tv Minori il Codic di Autodisciplina Pubblicitaria. Il problma dll ingombro pubblicitario in tlvision è comunqu un argomnto smpr oggtto di discussioni intrprtazioni più o mno rstrittiv ch coinvolg molti soggtti intrssi contrapposti. Dal punto di vista dl mrcato, l affollamnto pubblicitario tlvisivo costituisc un problma s mtt in discussion la distribuzion dll risors pubblicitari con l altr form di comunicazion principalmnt con la stampa. Dal punto di vista dl consumator, il punto critico sta nlla fruibilità dl mzzo tlvisivo, val a dir nlla possibilità di sguir in modo continuativo il programma prsclto. È chiaro ch a volt qusta fruibilità vin a mancar: è il caso di partit di calcio o film intrrotti, o di programmi all intrno di quali l ingombro pubblicitario è tal da rndrn sgradvol la vision. È principalmnt pr un problma di fruibilità dlla tlvision da part dl consumator ch Altroconsumo ha dciso di svolgr uno spcifico studio sull argomnto. Lo studio è stato svolto in collaborazion con l Ossrvatorio di Pavia con lo scopo di quantificar l ingombro pubblicitario di vrificar l insrimnto di mssaggi pubblicitari all intrno di particolari programmi; in qust ottica sono, quindi, stati monitorati la prsnza la durata di minispot all intrno di manifstazioni sportiv, la prsnza l ntità di pubblicità durant i programmi di cartoni animati la prsnza di pubblicità di alcolici supralcolici in fascia prottta o nll vicinanz di programmi rivolti a minori. Lo studio ha avuto una durata di undici msi (da sttmbr 2005 a luglio 2006): pr ogni ms abbiamo sclto un giorno, nll arco di qusta giornata, abbiamo monitorato dall 7 di mattina all 23 di sra tutti i programmi tlvisivi Lucia Canzi Michl Cavuoti Altroconsumo Associazion Indipndnt di Consumatori numro 1/2007 Consumatori in cifr Mrcato

2 trasmssi dall tlvisioni nazionali (Rai Uno, Rai Du, Rai Tr, Canal 5, Italia 1, Rt 4 La7). Il monitoraggio, quindi, è stato di 16 or al giorno pr un total di 176 or complssiv. Ingombro pubblicitario risptto di limiti La quantità di mssaggi pubblicitari proposti ogni giorno al tlspttator è uno di punti più critici dlla programmazion tlvisiva. In qust ottica abbiamo calcolato il tmpo ddicato alla pubblicità risptto all intra programmazion. I risultati sono contnuti nlla Tab. 1. Tab. 1 Prcntual di tmpo ddicata alla pubblicità Giorno monitorato Emittnt Rai Tr Rai Du Rai Uno La7 Rt 4 Canal 5 Italia 1 Tutt 7 sttmbr 5% 8% 11% 18% 23% 24% 23% 16% 8 ottobr 5% 9% 9% 20% 23% 22% 23% 16% 2 novmbr 6% 8% 11% 21% 25% 26% 24% 17% 7 dicmbr 5% 7% 9% 19% 24% 24% 24% 16% 5 gnnaio 5% 7% 12% 20% 25% 23% 24% 17% 8 fbbraio 6% 8% 11% 20% 25% 25% 24% 17% 8 marzo 6% 8% 10% 18% 24% 24% 25% 16% 6 april 5% 7% 11% 18% 26% 26% 25% 17% 10 maggio 6% 7% 9% 19% 22% 24% 23% 16% 9 giugno 5% 7% 9% 19% 25% 24% 23% 16% 8 luglio 5% 7% 7% 18% 24% 23% 23% 15% Tutti i giorni 5% 8% 10% 19% 24% 24% 24% 16% Complssivamnt il 16% dl tmpo di programmazion è ddicato alla pubblicità. Notvoli, tuttavia, sono l diffrnz tra l mittnti, in particolar tra l pubblich l privat. La rt pubblica con minor incidnza di pubblicità è Rai Tr (5% di ingombro), sguita da Rai Du (8%) Rai Uno (10%). Tra l privat spicca in positivo La7 con un 19%, mntr l tr rti Mdiast hanno risultati idntici pari al 24%. Qusto significa ch in qust ultimo caso, s guardiamo la tlvision pr un ora circa, un quarto d ora sarà ddicato alla pubblicità. Fino a qui possiamo dir ch la prcntual di programmazion ddicata alla pubblicità è quindi molto lvata. La domanda da porsi a qusto punto è la sgunt: i limiti di affollamnto pubblicitario stabiliti dalla lgg sono rispttati? numro 1/2007 Consumatori in cifr Mrcato 135

3 La normativa di rifrimnto è la Lgg 223/90, modificata succssivamnt dalla Lgg Gasparri poi riprsa nl Tsto Unico pr la Radiotlvision. In sintsi, gli spot non possono suprar il limit dl 12% dlla programmazion oraria pr la concssionaria pubblica il 18% pr l concssionari privat. La lgg prvd, inoltr, ch ci sia una possibilità di sforamnto dall suddtt prcntuali pr un massimo dl 2%, rcuprabil nll ora prcdnt o in qulla succssiva. Da ossrvar ch qusti limiti di affollamnto pubblicitario riguardano solo gli spot (com spcificato dalla Lgg Gasparri), quindi, dal calcolo vngono sclus tutt l altr form di pubblicità com tlvndit, tlpromozioni spazi ddicati agli sponsor. I risultati dl nostro monitoraggio sono riassunti nlla Tab. 2. Tab. 2 Numro sforamnti rilvati durant il monitoraggio Giorno monitorato Emittnt Rai Tr Rai Du Rai Uno La7 Italia 1 Rt 4 Canal 5 7 sttmbr ottobr novmbr dicmbr gnnaio fbbraio marzo april maggio giugno luglio Tutti i giorni Nssuna violazion pr Rai Du Rai Tr, du violazioni pr Rai Uno pr La7. Molto più critica la situazion dll rti Mdiast: 40 violazioni pr Italia 1, 44 pr Rt 4 45 pr Canal 5. Qusto significa ch circa in un quarto di casi rilvati (176 or pr ciascuna mittnt), l rti Mdiast hanno sforato i limiti di affollamnto pubblicitario, quindi, hanno violato sistmaticamnt i limiti orari pubblicitari stabiliti pr lgg. Pr rndr ancora più chiaro il conctto, possiamo dir ch il 2% di mssaggi pubblicitari trasmssi nl corso dl monitoraggio dall rti Mdiast è frutto dgli sforamnti. Pr risolvr il problma dll frqunti violazioni di ttti è ncssario ch siano comminat rgolarmnt l sanzioni ch tali sanzioni siano di ntità tal da indurr l mittnt a non sforar i ttti di lgg. numro 1/2007 Consumatori in cifr Mrcato

4 Un altro disincntivo al ritrarsi dll violazioni di lgg può ssr la pubblicità dll sanzioni comminat, in modo tal ch ciascuna mittnt si snta in fftti controllata non solo dall Autorità prposta, ma da tutti, consumatoriutnti comprsi. Prsnza durata dlla pubblicità durant i programmi di cartoni animati La catgoria ch maggiormnt dv ssr tutlata dall trasmissioni pubblicitari è qulla di minori, mno critici, quindi, più influnzabili dai mssaggi tlvisivi. Pr qusto nl corso dl monitoraggio abbiamo prso in considrazion i programmi contnitor di cartoni animati, cioè qui programmi in cui i cartoni animati (anch di divrsi soggtti) si sussguono snza ssr intrrotti da altri tipi di trasmissioni (s non pubblicitari). La lgg vita in raltà l insrimnto dlla pubblicità all intrno di cartoni animati. È, tuttavia, ormai invalsa l intrprtazion scondo la qual sarbb possibil insrir la pubblicità tra un pisodio l altro di cartoni animati, frmo rstando il divito di insrirla all intrno di un singolo pisodio: i bambini, pr smpio, vdranno la pubblicità tra Braccio di Frro Tom & Jrry, ma non all intrno dll pisodio di Braccio di Frro o di Tom & Jrry. Qusta intrprtazion, ccssivamnt prmissiva, rischia di tradursi in sostanza in un abrogazion tacita dl divito di far pubblicità durant i cartoni animati. Ragionando al contrario, infatti, risultrbb comunqu risibil irralistica l ipotsi di pubblicità ch intrrompano singoli cartoni animati, solitamnt dlla durata di du o tr minuti. La vra tutla di minori prndrbb sostanza solo s foss riaffrmato con chiarzza il divito di pubblicità anch tra un carton animato il succssivo non solo all intrno dl singolo carton animato. Consgunza dll intrprtazion ccssivamnt prmissiva dlla lgg è un affollamnto pubblicitario ch raggiung in alcuni casi un quinto dll intro programma di cartoni. In Tab. 3 si possono lggr i risultati dl nostro monitoraggio. Nlla tablla si può ossrvar ch la situazion rlativa all affollamnto pubblicitario ni programmi di cartoni animati è molto trogna. Il monitoraggio di Rai Tr Rai Uno ci fa vdr ch non sono mai stat insrit pubblicità all intrno di cartoni nppur tra un carton l altro. Rai Du è in una situazion intrmdia: molto limitata la pubblicità ni programmi mattutini pomridiani, mntr in qullo sral è più frqunt, visto ch la mdia è dll 11%, con una punta massima dl 27% rgistrata l 8 fbbraio. Tra l rti Mdiast è Italia 1 la prposta ai programmi di cartoni; qui l prcntuali di ingombro dlla pubblicità sono molto lvat vanno dal 9 al 23%. numro 1/2007 Consumatori in cifr Mrcato 137

5 Tab. 3 Prcntual di tmpo ddicata alla pubblicità ni programmi contnitor di cartoni animati Giorno di rilvazion Rt Priodo dlla giornata rang orario indicativo 7 Sttmbr 8 Ottobr 2 Novmbr 7 Dicmbr 5 Gnnaio 8 Fbbraio 8 Marzo 6 April 10 Maggio 9 Giugno 8 Luglio Tutti Rai Uno prima mattina (6.30-9) 0% 0% Rai Du Rai Tr Italia 1 prima mattina (6.30-9) 2% 3% 0% 1% 1% 2% 2% 1,6% 2% 1% mattina ( ) 0% 0% 0% 4% 0% 1% 1% tardo pomriggio (17-18) 3% 0% 1,5% sral (19-21) 18% 0% 0% 25% 0% 27% 20% 0% 13% 14% 9% 11% mattina ( ) 0% 0% tarda mattinata ( ) 0% 0% 0% primo pomriggio ( ) 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% pomriggio ( ) 0% 0% 0% 0% 0% prima mattina (6.30-9) 11% 21% 19% 22% 21% 18% 18% 21% 19% 15% 19% mattina ( ) 22% 22% tarda mattinata ( ) 22% primo pomriggio ( ) 14% 12% 13% 9% 13% 11% 13% 13% 12% 13% 12% pomriggio ( ) 19% 21% 23% 17% 17% 17% 14% 9% 14% 17% Si tratta di prcntuali molto alt, spci s si considra ch nl calcolarl non sono stat prs in considrazion l pubblicità appna prima o subito dopo la trasmission di cartoni. Ma quali sono l pubblicità rivolt ai bambini? Lo abbiamo vrificato nl corso dl monitoraggio di dicmbr, val a dir nl priodo prcdnt il Natal. Chiaramnt in qusto priodo la pubblicità di giocattoli risulta ssr prpondrant: pr Rai Du la prcntual di pubblicità di giochi sul total è stata intorno al 30% (29% pr un contnitor 33% pr l altro), mntr pr Italia 1 l prcntuali raggiungono valori molto più lvati, partndo dal 13% dl contnitor dl primo pomriggio arrivando all 80% dl programma mattutino. In qusti casi, quindi, si tratta di pubblicità dirttamnt rivolt ai bambini, ch hanno lo scopo di indurr il dsidrio all acquisto. 138 numro 1/2007 Consumatori in cifr Mrcato

6 L pubblicità di alcolici supralcolici Oggtto dl monitoraggio sono stat anch l pubblicità di bvand alcolich supralcolich. In Tab. 4 si può ossrvar il numro di pubblicità di qusto gnr trasmss nl corso dl monitoraggio. Tab. 4 Numro di mssaggi pubblicitari di alcolici supralcolici Giorno monitorato Numro mssaggi pubblicitari 7 sttmbr 4 8 ottobr 11 2 novmbr 36 7 dicmbr 90 5 gnnaio 10 8 fbbraio 14 8 marzo 32 6 april maggio 45 9 giugno 64 8 luglio 58 Tutti i giorni 468 In total sono stat trasmss 468 pubblicità di alcolici supralcolici, suddivis in modo difform tra i vari giorni di rilvazion: i giorni con più spot sono stati il 7 dicmbr (90 spot) il 6 april (104 spot), in concomitanza probabilmnt con l fst natalizi pasquali. Tuttavia più ch il numro di pubblicità di bvand alcolich supralcolich è intrssant la loro ubicazion all intrno dl palinssto. Sono a ridosso o all intrno di programmi rivolti a minori? Sono insrit in fascia prottta? In qusto snso, la normativa di rifrimnto è la Lgg 125/01, la qual stabilisc ch: la pubblicità di supralcolici è vitata in fascia prottta, al di fuori di ssa, ni programmi rivolti ai minori ni 15 minuti prcdnti succssivi alla trasmission dgli stssi; la pubblicità di alcolici è vitata all intrno di programmi dirttamnt rivolti ai minori ni 15 minuti prcdnti succssivi alla trasmission dgli stssi. Inoltr il Codic di Autorgolamntazion a qusto proposito stabilisc ch in fascia oraria di protzion spcifica ( ) si dbba vitar la pubblicità in favor di bvand supralcolich alcolich, qust ultim all intrno di programmi dirttamnt rivolti a minori nll intrruzioni pubblicitari immdiatamnt prcdnti succssiv. numro 1/2007 Consumatori in cifr Mrcato 139

7 Infin una rcnt modifica alla Lgg Gasparri prvd ch «è vitata ogni forma di comunicazion pubblicitaria avnt com oggtto bvand contnnti alcool all intrno di programmi dirttamnt rivolti ai minori nll intrruzioni pubblicitari immdiatamnt prcdnti succssiv». Ch cos è possibil ddurr dallo studio di Altroconsumo? Notvoli sono stat nl corso dl monitoraggio l violazioni riscontrat, alcun particolarmnt rilvanti, in quanto rlativ a bvand supralcolich. È ncssario ossrvar ch solo in un caso lo spot di un alcolico è stato trasmsso a ridosso di un programma di cartoni animati. D altro canto, l intrprtazion scondo la qual pr programmi rivolti a minori si dbbano intndr solo l trasmissioni di cartoni animati ci smbra poco ralistica. In fftti, visto ch pr minori si intndono i ragazzi fino ai 14 anni, ci smbra più corrtto considrar com rivolti ai minori anch qui programmi (di intrattnimnto, documntari tlfilm) di cui di fatto i minori sono spttatori. Prsnza durata di minispot all intrno di manifstazioni sportiv Un altro oggtto di rilvazion dl monitoraggio è stato la prsnza di minispot all intrno dll partit di calcio. La norma (Dlibra n. 250/04/CSP) prvd ch l intrruzioni pubblicitari possono avvnir nll paus dl gioco o ngli arrsti suscttibili di ssr aggiunti alla durata rgolamntar dl tmpo. In altr parol, l intrruzioni possono ssr insrit o ngli intrvalli o nll intrruzioni di gioco dtrminat, pr smpio, da punizioni o sostituzioni di calciatori. In Tab. 5 sono contnuti i dati rlativi all dici partit monitorat: tr non sono stat intrrott da minispot, quattro sono stat intrrott da 6 minispot, una da 7 una da 8. Tab. 5 Numro di minispot trasmssi durant l partit 140 Giorno Numro minispot Partita Emittnt monitorato totali finiti ad azion riprsa 7 sttmbr Bilorussia-Italia Rai Uno ottobr Italia-Slovnia Rai Uno novmbr Juvntus-Bayrn Italia dicmbr Rapid Vinna-Juvntus Italia dicmbr Bari-Palrmo Rai Du marzo Milan-Bayrn Italia april Milan-Lion Canal maggio Midlsbrough-Siviglia Rt giugno Grmania-Costarica Rai Uno luglio Grmania-Portogallo Rai Uno 0 0 numro 1/2007 Consumatori in cifr Mrcato

8 Com si può ossrvar l partit andat in onda in sttmbr ottobr contnvano un numro maggior di minispot. Qusto è dovuto al fatto ch il 24 novmbr 2005 è ntrata in vigor una modifica al rgolamnto dll AGCOM (Dlibra 105/05/CSP), ch ha stabilito ch non possono ssr insriti più di 6 minispot all intrno di tmpi rgolamntari di ogni partita di calcio smpr all intrno dll intrruzioni di gioco. Dall ntrata in vigor di tal norma, il monitoraggio di Altroconsumo non ha mai riscontrato violazioni. In raltà siamo dll opinion ch non dbba ssr concssa la possibilità di trasmttr minispot ch dbba rstar la possibilità di far pubblicità solo ngli intrvalli vri propri dll partit. L altr paus, infatti, sono dl tutto imprvdibili sia rlativamnt al momnto in cui si vrificano sia pr la loro durata, pr cui l intrruzioni costituiscono un limit alla possibilità dl consumator di godr intgralmnt dlla partita. In qusto snso, si è sprssa anch la Commission uropa, sostnndo ch paus naturali dgli vnti sportivi non dvono ssr l paus accidntali non prvdibili (com un calcio d angolo, una punizion o la sostituzion di un giocator), ma l intrruzioni programmat. Criticità mrs possibili soluzioni Dallo studio sulla pubblicità tlvisiva sono mrs alcun criticità. Analizzandol abbiamo crcato di individuar alcun soluzioni. La prima criticità riguarda l ingombro pubblicitario, ch abbiamo vrificato non solo ssr ingnt, ma prsino al di fuori di limiti disposti pr lgg. Un sistma pr disincntivar la diffusa pratica dllo sforamnto di ttti pubblicitari consist nl punirli sistmaticamnt con ingnti sanzioni. Inoltr, qust sanzioni dovrbbro ssr rs pubblich in modo tal ch tutti l possano constatar. Una sconda ossrvazion mrita la modalità di calcolo di ttti pubblicitari orari giornaliri: attualmnt in bas alla lgg vignt si tin conto solo dgli spot, mntr si scludono l altr form di pubblicità. Noi crdiamo ch qusta division dbba ssr suprata: scludr tlvndit tlpromozioni significa, infatti, allargar ultriormnt i già ampi margini dll mittnti. La sconda criticità riguarda l intrprtazion dlla normativa rlativa alla pubblicità all intrno di programmi di cartoni animati. In fftti l intrprtazion attual dlla lgg a noi par troppo prmissiva: la pubblicità dv ssr vitata anch tra un pisodio di cartoni animati l altro non solo all intrno di uno stsso spisodio (ch spsso dura solo qualch minuto). Il fin dlla norma è la tutla dl minor, ch non ha ancora sviluppato l capacità critich di valutazion dll adulto ch, quindi, è maggiormnt sposto all prssioni srcitat dalla pubblicità. E la tutla non è pinamnt srcitata s la pubblicità vin insrita tra un pisodio l altro di cartoni. numro 1/2007 Consumatori in cifr Mrcato 141

9 Anch pr quanto riguarda l pubblicità rlativ ad alcolici supralcolici ci sono margini di miglioramnto, anch solo con il smplic risptto dlla lgg dl Codic di Autorgolamnazion tv Minori. Sottoliniamo, inoltr, ch pr programmi rivolti ai minori non possono ssr considrati solo i cartoni animati, ma tutt l trasmissioni ch hanno un pubblico di minori. Qusta intrprtazion è in lina con la dfinizion di minor ch lo stsso Codic di Autorgolamntazion tv Minori stabilisc: si tratta di ragazzi fino ai 14 anni, ch non possiamo ragionvolmnt pnsar guardino solo cartoni animati ch, in raltà, costituiscono il pubblico più snsibil alla sollcitazion all acquisto di qusto gnr di prodotti. Infin, con rifrimnto ai programmi sportivi, ritniamo ch l intrruzioni pubblicitari, in particolar modo all intrno dll partit di calcio, dbbano ssr limitat agli intrvalli vri propri dlla partit. Insrir minispot in qull paus accidntali imprvdibili (com un calcio d angolo, una punizion o la sostituzion di un giocator) significa limitar il consumator nlla vision intgral dlla partita, in spcial modo s l intrruzion pubblicitaria trmina (com possibil, vista la sua imprvdibilità) a gioco già riprso. Tutt l criticità ch abbiamo riscontrato nl corso dl nostro studio ch abbiamo crcato qui di sinttizzar hanno un punto in comun: si tin conto troppo poco dl tlspttator, ch dovrbb potr accdr a un srvizio tlvisivo fruibil adatto ai programmi ch scgli di sguir. E qusto non è dtto ch avvnga s un quarto dl tmpo è ddicato alla pubblicità, s l partit sono intrrott da minispot s i programmi di cartoni animati sono pini di spot. 142 numro 1/2007 Consumatori in cifr Mrcato

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI wb Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil wb è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado di

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi.

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi. IT I Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil 1 è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori Altroconsumo Finanza: 10 anni di indic dlla fiducia di risparmiatori Pitro Cazzaniga L indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori è nato nl 2002 all intrno dll associazion consumristica

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

Europa: la nuova etichetta alimentare è legge

Europa: la nuova etichetta alimentare è legge Argomnti Europa: la nuova tichtta alimntar è lgg Emanula Bianchi Dopo quasi quattro anni di continui confronti è stato pubblicato il nuovo rgolamnto uropo dstinato a modificar l tichtt di prodotti alimntari.

Dettagli

L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo

L acqua del rubinetto è buona, ma non ci fidiamo Argomnti L acqua dl rubintto è buona, ma non ci fidiamo Massimo Labra Maurizio Casiraghi Ch rapporto hanno gli italiani con l acqua? Molti prfriscono qulla in bottiglia. Cosa li guida nlla sclta? Il gusto

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

dossier a cura di Alessandro Massari

dossier a cura di Alessandro Massari I REFERENDUM REGIONALI ABROGATIVI, CONSULTIVI, PROPOSITIVI dossir a cura di Alssandro Massari PREMESSA... 2 1. RIMBORSI SPESE... 2 2. REFERENDUM PREVISTI NELLE DISPOSIZIONI STATUTARIE DELLE REGIONI A STATUTO

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E

M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E Ministro dlla Giustizia Dipartimnto Giustizia Minoril Cntro pr la Giustizia Minoril pr la Lombardia M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E Rapporto sulla Giustizia Minoril in Lombardia anno 2009

Dettagli

la mente cosciente... oltre i neuroni?

la mente cosciente... oltre i neuroni? la mnt coscint... oltr i nuroni? smbra ch ci sia un problma insolubil pr la scinza! com puo il mondo fisico produrr qualcosa con l carattristich dlla mnt coscint? un problma cosi difficil ch qualcuno lo

Dettagli

Opuscolo sui sistemi. Totogoal

Opuscolo sui sistemi. Totogoal Opuscolo sui sistmi Totogoal Più info Conoscnz calcistich pr vincr Jackpot alti Informazioni dttagliat costantmnt aggiornat sul Totogoal, sui programmi Toto sui risultati rpribili su Tltxt, a partir dalla

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE Esrcitazioni dl corso di trasmissioni numrich - Lzion 4 6 Fbbraio 8 ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENE I du sgnali passa basso di figura sono utilizzati pr la trasmission di simboli binari quiprobabili

Dettagli

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali 2.2 L analisi di dati: valutazioni gnrali Di sguito (figur 7-) vngono riportat l informazioni più intrssanti rilvat analizzando globalmnt la banca dati dll tichtt raccolt. Considrando ch l tichtta nutrizional

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

Cod. 01. Laboratorio di Didattica Museale Museo Civico di Rieti a cura del Museo Civico di Rieti e dell Associazione Culturale ReArte

Cod. 01. Laboratorio di Didattica Museale Museo Civico di Rieti a cura del Museo Civico di Rieti e dell Associazione Culturale ReArte Cod. 01 Laboratorio di Didattica Musal a cura dl dll Associazion Cultural RArt La musica di Orfo ATTIVITÀ: Visita guidata laboratorio didattico. FASCIA DI ETÀ: 5/10 anni N. BAMBINI: Da dfinir in bas alla

Dettagli

La legge italiana per la tutela dei non fumatori dal fumo passivo

La legge italiana per la tutela dei non fumatori dal fumo passivo La lgg italiana pr la tutla di non fumatori dal fumo passivo Prof. Girolamo Sirchia La limitazion al diritto di fumar è stata una dll poch battagli vint dal lgislator pr condizionar comportamnti privati

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO EUROSCUOLA ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI BIANCHI SCUOLE PARITARIE PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO CLASSI MATERIA PROF. QUARTA TURISMO Matmatica Andra Brnsco Làvor ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

0 < a < 1 a > 1. In entrambi i casi la funzione y = a x si può studiare per punti e constatare che essa presenta i seguenti andamenti y.

0 < a < 1 a > 1. In entrambi i casi la funzione y = a x si può studiare per punti e constatare che essa presenta i seguenti andamenti y. INTRODUZIONE Ossrviamo, in primo luogo, ch l funzioni sponnziali sono dlla forma a con a costant positiva divrsa da (il caso a è banal pr cui non sarà oggtto dl nostro studio). Si possono allora vrificar

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29 - Rpubblica di Malta - Rpubblika ta' Malta - Rpublic of Malta - LEGGE pr il riconoscimnto la rgistrazion dl gnr di una prsona pr rgolar gli fftti di tal cambiamnto, nonché il riconoscimnto la tutla dll

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

Allegato D - ELENCO DEI COSTI - COMPUTO DEI SERVIZI E. Settore Tecnico DETERMINAZIONE DELL'IMPORTO D'APPALTO

Allegato D - ELENCO DEI COSTI - COMPUTO DEI SERVIZI E. Settore Tecnico DETERMINAZIONE DELL'IMPORTO D'APPALTO C I T T À DI SQUILLACE -Prov. di Catanzaro- (Piazza Municipio, 1 88069 SQUILLACE- tl. 0961/912040-fax 0961/914019) -mail:utsquillac@libro.it-partita I.V.A 00182160796) Sttor Tcnico PROGETTO DI IGIENE URBANA

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

Dalla Tv analogica al digitale terrestre

Dalla Tv analogica al digitale terrestre Dalla Tv analogica al digital trrstr Marco Bulfon Il sistma di trasmission dl sgnal tlvisivo italiano sta volvndo da una tcnologia analogica a una digital. È un procsso ch coinvolgrà il nostro pas pr oltr

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

La revisione dell acquis comunitario sui consumatori

La revisione dell acquis comunitario sui consumatori Argomnti La rvision dll acquis comunitario sui consumatori Liliana Rossi Carlo Con il rcnt Libro Vrd sulla Rvision dll acquis rlativo ai consumatori, la Commission uropa compi un primo, piccolo passo pr

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

Decoder per locomotive MX61 model 2000 e MX62

Decoder per locomotive MX61 model 2000 e MX62 ZIMO Manual istruzioni dl Dcodr pr locomotiv MX61 modl 2000 MX62 pr il formato di dati NMRA-DCC nll vrsioni MX61R (con connttor mdio) MX61F (connttor piccolo) MX62W (con 7 cavtti snza connttor) MX62R (

Dettagli

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini Libralizzazion dl commrcio: fors ci siamo? Luca Pllgrini Pr la gran part dlla attività commrciali la libralizzazion è finalmnt arrivata. Ma rsta ancora qualch ara di protzion ingiustificata in alcuni comparti

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

COMUNE di SOLAROLO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di SOLAROLO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di SOLAROLO Vrbal Numro 8 OGGETTO: DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI SOLAROLO E L'ASSOCIAZIONE VOLONTARI SOLAROLO "MONS.G.BABINI". Priodo 1.1.2010-31.12.2014. MODIFICA

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente Rsponsabilità dl postggiator diritti dll utnt Danil Monsi Qusto articolo tratta dlla qualificazion giuridica dl contratto atipico di postggio dlla sua assimilabilità al contratto di dposito. La rsponsabilità

Dettagli

3 Corso di Formazione per Operatori Volontari per Centri di Primo Soccorso e Centri di Recupero Animali Selvatici Feriti o in difficoltà.

3 Corso di Formazione per Operatori Volontari per Centri di Primo Soccorso e Centri di Recupero Animali Selvatici Feriti o in difficoltà. Corpo di Polizia Provincial 3 Corso di Formazion pr Opratori Volontari pr Cntri di Primo Soccorso Cntri di Rcupro Animali Slvatici Friti o in difficoltà. (Opratori da impigar prsso il Cntro di Rcupro Animali

Dettagli

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane La lunga crisi di consumi dll famigli italian Fdl D Novllis La fas di bassa crscita di consumi in Italia ch si è prodotta dall inizio dl dcnnio dipnd dalla mancata crscita dl rddito dll famigli. Qusta

Dettagli

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli.

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli. VERSO LA COSTRUZIONE CONDIVISA DEL PIANO DIDATTICO DI SCUOLA 21 s. Istituto Tcnico Commrcial L'obittivo dl prsnt documnto è qullo di smplificar la compilazion dl Piano Didattico di Scuola 21 ch è riportato

Dettagli

Il Rgistro E-PRTR (Europan Pollutant Rlas and Transfr Rgistr) Attuazion dl Rgolamnto (CE) n. 166/06 LA DICHIARAZIONE PRTR Dlgs 46/2014 (rcpimnto IED), con l art. 30 introduc pr la prima volta l sanzioni

Dettagli

1) La probabilità di ciascun evento elementare è non negativa. 2) La somma delle probabilità di tutti gli eventi elementari vale 1.

1) La probabilità di ciascun evento elementare è non negativa. 2) La somma delle probabilità di tutti gli eventi elementari vale 1. CAPITOLO SECONDO CALCOLO DELLE PROBABILITÀ Spazi di probabilità, vnti smplici d vnti composti Indichiamo con S lo spazio dgli vnti. Esso è un insim, i cui lmnti sono dtti vnti. Nl lancio di un dado, lo

Dettagli

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo Il Codic di dontologia in tma di crditi al consumo Fabio Picciolini La rfrnza crditizia riguarda tutti i cittadini l imprs poiché, a front di ogni richista di aprtura di un rapporto crditizio, gli opratori

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione UNITÀ FUNZINI E LR RAPPRESENTAZINE Tst di autovalutazion 0 0 0 0 0 50 60 70 80 90 00 n Il mio puntggio, in cntsimi, è n Rispondi a ogni qusito sgnando una sola dll 5 altrnativ. n Confronta l tu rispost

Dettagli

Unità didattica: Grafici deducibili

Unità didattica: Grafici deducibili Unità didattica: Grafici dducibili Dstinatari: Allivi di una quarta lico scintifico PNI tal ud è insrita nllo studio dll funzioni rali di variabil ral. Programmi ministriali dl PNI: Dal Tma n 3 funzioni

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

Le problematiche processuali dell azione collettiva. Giulio Cataldi

Le problematiche processuali dell azione collettiva. Giulio Cataldi L problmatich procssuali dll azion collttiva Giulio Cataldi Un lungo dibattito parlamntar ch ha attravrsato du lgislatur, intrssando a più riprs anch la dottrina, è stato alla fin bruscamnt intrrotto dalla

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

Regolamento per il controllo della pubblicità

Regolamento per il controllo della pubblicità Rgolamnto pr il controllo dlla Rgolamnto pr il controllo dlla pu bbliciià. Introduzion: Qusto Rgolamnto vin applicato pr il controllo dlla pubbliciti su: Indumnti d quipaggiamnto di ginnasti, giudici diuignti;

Dettagli

Si comunica che verrà attivato un corso coni figc, al raggiungimento del numero minimo di 35 iscritti, presso la delegazione di Milano.

Si comunica che verrà attivato un corso coni figc, al raggiungimento del numero minimo di 35 iscritti, presso la delegazione di Milano. 1) CORSI CONI FIGC STAGIONE 2011 2012 Bando Corso CONI FIGC MILANO Si comunica ch vrrà attivato un corso coni figc, al raggiungimnto dl numro minimo di 35 iscritti, prsso la dlgazion di Milano. Potranno

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1 Argomnti Conciliazion dll controvrsi: il ruolo dll associazioni di consumatori 1 Pitro Pradri Il CNCU (Consiglio Nazional di Consumatori Utnti) ha approvato il documnto con il qual si chid al Ministro

Dettagli

Detrazione fiscale e risparmio energetico

Detrazione fiscale e risparmio energetico Consumatori in cifr Dtrazion fiscal risparmio nrgtico Giampaolo Valntini I risultati L dtrazioni fiscali dl 55%, 1 in vigor dal gnnaio 2007, hanno costituito il più gnroso sistma di incntivi mai msso in

Dettagli

Coordinamento tra le protezioni della rete MT del Distributore e la protezione generale. degli Utenti MT.

Coordinamento tra le protezioni della rete MT del Distributore e la protezione generale. degli Utenti MT. Coordinamnto tra l protzioni dlla rt MT dl Distributor la protzion gnral 1. PREMESSA. dgli Utnti MT. ll rti di distribuzion a mdia tnsion (MT), l unico organo di manovra automatico è l intrruttor di lina

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

Anna Soru e Cristina Zanni

Anna Soru e Cristina Zanni Consumatori in cifr L prospttiv occupazionali di laurati in Lombardia Anna Soru Cristina Zanni La CCIAA di Milano Unioncamr Lombardia, attravrso Formapr con il coinvolgimnto dll dodici univrsità dlla Lombardia,

Dettagli

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis La ricchzza dll famigli: confronto intrnazional 1 Riccardo D Bonis L articolo confronta la ricchzza dll famigli italian con qulla di altri si Pasi industrializzati. L famigli italian occupano una posizion

Dettagli

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO Abbiamo iniziato a lggr in class Nonno Tano la casa dll strgh. Lo scopo ra ascoltar comprndr. Sguir la mastra ch dava sprssività alla lttura imparar da lla a lggr.

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

Esercizio 1. Cov(X,Y)=E(X,Y)- E(X)E(Y).

Esercizio 1. Cov(X,Y)=E(X,Y)- E(X)E(Y). Esrcizi di conomtria: sri 4 Esrcizio Siano, Z variabili casuali distribuit scondo la lgg multinomial di paramtri n, p, p, p p p.. Calcolar la Covarianza tra l variabili d. Soluzion Dat du variabili dinit

Dettagli

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano?

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano? Argomnti Abolizion dl contributo di ricarica nlla tlfonia mobil: i consumatori ci guadagnano? Maria Rosa Battaggion, Nicoltta Corrochr, Lornzo Zirulia L liminazion dl contributo di ricarica sull cart prpagat

Dettagli

Per tutte le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti si rimanda al relativo Foglio Informativo

Per tutte le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti si rimanda al relativo Foglio Informativo Foglio Comparativo sull tipologi mutuo ipotcario/fonario pr l acquisto dll abitazion principal (sposizioni trasparnza ai snsi dll art. 2 comma 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Pr tutt l conzioni conomich contrattuali

Dettagli

ARCHIVIA Plus per Studi Commerciali. Archiviazione e conservazione sostitutiva documenti fiscali

ARCHIVIA Plus per Studi Commerciali. Archiviazione e conservazione sostitutiva documenti fiscali ARCHIVIA Plus pr Studi Commrciali Archiviazion consrvazion sostitutiva documnti fiscali ARCHIVIA Plus pr Studi Commrciali Archivia Plus Archivia Plus è il softwar pr la consrvazion sostitutiva ch consnt

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli