Codice di comunicazione commerciale: Luglio 2008 Indice

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Codice di comunicazione commerciale: Luglio 2008 Indice"

Transcript

1 Codice di comunicazione commerciale: Luglio 2008 Indice Introduzione Principi fondamentali Prevenire l interesse da parte di coloro che non hanno l età legale per il consumo di alcolici Assunzione responsabile di bevande alcoliche Contenuto alcolico Prestazioni fisiche Aspetti salutari Violenza e comportamenti antisociali Successo nella sfera sociale/sessuale Vendita promozionale; Articoli promozionali ed espositivi Messaggi responsabilizzanti Siti web Nomi commerciali

2 Introduzione Lo scopo del nostro messaggio pubblicitario è di promuovere particolari marche ad individui di età legale per il consumo di alcolici. Il punto di partenza per qualunque messaggio pubblicitario è la consapevolezza che le bevande alcoliche sono diverse dagli altri prodotti. La SABMiller ha sei principi basilari sull alcol, che sono: 1 La nostra birra aumenta il piacere della vita per la stragrande maggioranza dei nostri clienti. 2 Prendiamo in attenta considerazione gli effetti nocivi di un consumo irresponsabile. 3 Coinvolgiamo gli interlocutori sociali e lavoriamo assieme a loro per affrontare il consumo irresponsabile. 4 Il consumo di alcolici riguarda gli adulti ed è una questione di giudizio e responsabilità individuali. 5 Le informazioni fornite ai consumatori riguardo il consumo di alcol dovrebbero essere accurate ed obiettive. 6 Ci aspettiamo che i nostri dipendenti mirino ad adottare alti livelli di condotta in relazione al consumo di alcol. Nel valutare i materiali e le attività di marketing in relazione a questo Codice, l SMCC (Sales and Marketing Compliance Committee) dovrebbe prendere in considerazione la sensibilità del grande pubblico, e non solo del pubblico obiettivo delle marche. Le seguenti Note orientative servono ad aiutare l SMCC a valutare l accettabilità di un messaggio pubblicitario conformemente alla Politica della SABMiller sulla Comunicazione Commerciale. Ogni messaggio pubblicitario deve essere preso in considerazione nel suo pieno contesto, ed è responsabilità dell SMCC compiere tale ruolo. Principi fondamentali 01 Il messaggio pubblicitario deve: essere legale, decorosa e veritiera, e conforme ai principi approvati di concorrenza leale e di una corretta attività commerciale essere ideata con un giusto senso di responsabilità sociale attenersi a tutte le condizioni legislative e normative non essere immorale, né contestare la dignità o l integrità umana essere attenta alle sensibilità riguardanti i valori culturali, il sesso, la razza, l orientamento sessuale e la religione non impiegare temi, immagini, simboli o figure che possono essere considerati offensivi, dispregiativi, umilianti o denigratori.

3 Prevenire l interesse da parte di coloro che non hanno l età legale per il consumo di alcolici 02 Il messaggio pubblicitario non può essere diretto a persone che non hanno l età legale per il consumo di alcolici (o a persone al di sotto dei 18 anni di età in quei paesi che non hanno un età legale per il consumo di alcolici). 03 Gli attori o i modelli utilizzati nel messaggio pubblicitario devono essere maggiori di almeno tre anni rispetto all età legale per il consumo di alcolici adottata dal paese in cui tale messaggio viene trasmesso. Se un paese non ha un età legale per il consumo di alcolici, gli attori o i modelli utilizzati dovranno avere almeno 21 anni. 04 Il messaggio pubblicitario non può impiegare cartoni animati, personaggi o elementi che hanno lo scopo di richiamare l attenzione di persone al di sotto dell età legale per il consumo di alcolici. 05 Il messaggio pubblicitario può essere trasmesso solamente tramite carta stampata, radio, televisione, internet o messaggi telefonici, là dove ci si aspetta ragionevolmente che il 70% del pubblico sia costituito da persone di età legale per il consumo di alcolici (o di 18 anni in caso di mancanza di un età legale precisa). Il messaggio può essere trasmesso se i dati sulla composizione del pubblico esaminati prima della sua trasmissione siano stati giudicati conformi ai criteri di trasmissione, e ritenuti i migliori dati disponibili per il mezzo di comunicazione scelto. Assunzione responsabile di bevande alcoliche 06 Il messaggio pubblicitario non può rappresentare situazioni in cui le bevande alcoliche vengono consumate in maniera rapida, in grandi quantità, involontariamente, come parte di un gioco, o come risultato di una sfida. 07 Il messaggio pubblicitario non può presentare persone che hanno perso, totalmente o in parte, il controllo del loro comportamento, dei loro movimenti, delle loro capacità visive o di linguaggio, a seguito del consumo di bevande alcoliche, o che in un modo o nell altro possano suggerire che l ubriachezza è una condizione accettabile. 08 Il messaggio pubblicitario non può rappresentare in maniera negativa il rifiuto, l astinenza o il consumo moderato delle bevande alcoliche.

4 09 Il messaggio pubblicitario non può rappresentare il consumo di bevande alcoliche prima o durante attività che, per ragioni di sicurezza, richiedono un alto grado di prontezza, giudizio, precisione o coordinazione. Contenuto alcolico 10 Il messaggio pubblicitario non può incoraggiare la scelta di una marca enfatizzando il suo maggior contenuto alcolico o l effetto inebriante delle bevande alcoliche in generale. Dove la legge lo consente, sono bene accette informazioni reali sul contenuto alcolico di tale marca stampate sull etichetta. Prestazioni 11 Il messaggio pubblicitario non può lasciare intendere che il consumo di bevande alcoliche ha come risultato un aumento dell abilità, potenza o forza fisica. Gli atleti e gli attori non possono essere ritratti mentre bevono birra prima o durante un qualunque evento sportivo o altri tipi di sforzi che richiedono eccezionali abilità, potenza o forza fisiche. Sono accettabili sponsorizzazioni sportive che reclamizzino loghi di marche, a patto che non vi sia alcuna indicazione che il consumo di alcolici contribuisca al successo sportivo. Aspetti salutari 12 Il messaggio pubblicitario non può presentare o includere donne in gravidanza. 13 Il messaggio pubblicitario non può sostenere che le bevande alcoliche possiedono qualità curative, né presentarle esplicitamente come prodotti stimolanti, sedativi o tranquillanti. 14 Il messaggio pubblicitario non può suggerire che le bevande alcoliche debbano essere consumate per ottenere potenziali benefici salutari. 15 Il messaggio pubblicitario può includere informazioni fattuali come ad esempio l apporto calorico o il contenuto di zuccheri, a patto che tale indicazione non sia associata ad affermazioni di carattere salutistico.

5 Violenza e comportamenti antisociali 16 Il messaggio pubblicitario non può avere alcuna associazione con immagini o comportamenti violenti o antisociali, o con sostanze illecite o attività associate all impiego di droghe. Successo nella sfera sessuale/sociale 17 Il messaggio pubblicitario non può lasciar intendere che il consumo di bevande alcoliche sia essenziale per avere successo negli affari, negli studi o nella sfera sociale. 18 Il messaggio pubblicitario non può ritrarre personaggi nudi o suggerire che le bevande alcoliche possano contribuire in maniera diretta al miglioramento delle proprie capacità seduttive o all ottenimento di successi nella sfera sessuale. I modelli o gli attori utilizzati nel messaggio pubblicitario non possono essere ritratti in posizioni esplicitamente sessuali. 19 L abbigliamento dovrebbe essere appropriato al contesto generale del messaggio pubblicitario. Vendita promozionale; Articoli promozionali ed espositivi 20 Nessuna vendita promozionale può essere diretta a persone al di sotto dell età legale per il consumo di alcolici. 21 Tutte le campagne e i materiali promozionali devono rispettare gli standard culturali di buon gusto, e non incoraggiare un consumo irresponsabile di alcolici. Non sono permessi giochi che richiedono il consumo di alcolici. I partecipanti dovrebbero essere incoraggiati ad assumersi la responsabilità personale di decidere se bere o non bere alcolici. 22 Le bevande alcoliche non devono essere fornite a persone già visibilmente ubriache. Gli addetti della ditta devono essere ben preparati, preferibilmente attraverso un programma certificato se disponibile. Devono essere disponibili sia bevande analcoliche che acqua; si raccomanda anche la distribuzione di alimenti. 23 Tutti i materiali sponsorizzati con i loghi della ditta o della marca devono essere conformi agli altri provvedimenti di questo Codice delle comunicazioni commerciali. Gli articoli promozionali non dovranno attrarre l interesse delle persone al di sotto dell età legale per il consumo di alcolici (ad esempio, giocattoli per bambini). 24 Le vendite al dettaglio non possono essere commercializzate con articoli espositivi diretti particolarmente ad un pubblico di persone al di sotto dell età legale.

6 Messaggi responsabilizzanti 25 Dove non è imposto dalla legge, bisognerebbe inserire, ogni qual volta lo si ritenga opportuno, un messaggio responsabilizzante in ogni tipo di comunicazione commerciale. Per quel che riguarda il confezionamento, bisogna inserire un messaggio responsabilizzante nelle etichette del prodotto. L inserimento di messaggi responsabilizzanti nelle etichette deve avvenire alla prima sostituzione della confezione nel normale svolgimento degli affari. Siti web 26 Tutti i siti web del marchio di fabbrica che svolgono funzioni di commercializzazione, devono includere una finestra di verifica della data di nascita dell utente alla pagina d entrata del sito stesso. Ulteriori prompt di verifica dell età dovrebbero essere posizionati all interno di sezioni del sito in cui gli utenti possono acquistare la merce (si veda la nota esplicativa c) nel paragrafo Prevenire l interesse da parte di coloro che non hanno l età legale per il consumo di alcolici ). Nomi commerciali 27 Le confezioni, le etichette, i nomi dei prodotti e i nomi dei domini internet dovrebbero descrivere prodotti di qualità senza utilizzare nomi colloquiali dispregiativi (ad esempio, alcopop ) o trasmettere insinuazioni sessuali o un consumo irresponsabile di alcolici.

CODICE DI MARKETING DI JÄGERMEISTER

CODICE DI MARKETING DI JÄGERMEISTER CODICE DI MARKETING DI JÄGERMEISTER PREAMBOLO I liquori rappresentano una risorsa culturale e il loro consumo è una tradizione secolare: ogni giorno in tutto il mondo milioni di adulti ne fanno un uso

Dettagli

DIAGEO MARKETING CODE Codice DIAGEO per le attività di Marketing INTRODUZIONE

DIAGEO MARKETING CODE Codice DIAGEO per le attività di Marketing INTRODUZIONE DIAGEO MARKETING CODE Codice DIAGEO per le attività di Marketing INTRODUZIONE In qualità di leader mondiale nel mercato delle bevande alcoliche premium, DIAGEO è consapevole del ruolo positivo e, talvolta,

Dettagli

Le politiche del settore birrario per il consumo responsabile di alcol. Deruta, 26 settembre 2008

Le politiche del settore birrario per il consumo responsabile di alcol. Deruta, 26 settembre 2008 Le politiche del settore birrario per il consumo responsabile di alcol Deruta, 26 settembre 2008 1 Il settore birrario e il consumo responsabile ASSOBIRRA, l Associazione degli Industriali della Birra

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIREZIONE GENERALE PER L IGIENE E LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E LA NUTRIZIONE UFFICIO V Linee di indirizzo per la Comunicazione Commerciale relativa ai prodotti alimentari e alle

Dettagli

CURRICULUM EDUCAZIONE AL BEN ESSERE SCUOLA SECONDARIA CLASSE 1ˆ

CURRICULUM EDUCAZIONE AL BEN ESSERE SCUOLA SECONDARIA CLASSE 1ˆ CURRICULUM EDUCAZIONE AL BEN ESSERE SCUOLA SECONDARIA CLASSE 1ˆ PERIODO TEMATICA DALLA CARTA DELLA TERRA 1 q. ED. ALIMENTARE Sviluppo di una coscienza alimentare. Conoscere e riconoscere i sapori. Apprezzare

Dettagli

DISPOSIZIONI IN TEMA DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE SQUADRE NAZIONALI

DISPOSIZIONI IN TEMA DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE SQUADRE NAZIONALI DISPOSIZIONI IN TEMA DI MARKETING E COMUNICAZIONE PER LE SQUADRE NAZIONALI PREMESSA Il presente Regolamento integra le disposizioni del Regolamento Federale sul Team Italia e si applica ad atleti e tecnici

Dettagli

NATI PER COMPRARE. (sogni e bisogni di piccoli e grandi consumatori) Dott.ssa Lisa De Simone TARANTO 12 febbraio 2011

NATI PER COMPRARE. (sogni e bisogni di piccoli e grandi consumatori) Dott.ssa Lisa De Simone TARANTO 12 febbraio 2011 NATI PER COMPRARE (sogni e bisogni di piccoli e grandi consumatori) Dott.ssa Lisa De Simone TARANTO 12 febbraio 2011 I bambini sono consumatori a pieno titolo il canale tra il mercato del consumo e la

Dettagli

Il codice di autodisciplina della comunicazione commerciale della birra

Il codice di autodisciplina della comunicazione commerciale della birra Il codice di autodisciplina della comunicazione commerciale della birra Alice Artom - Giovanna Roggero 1.- Le finalità L idea di adottare un Codice di autodisciplina sulla pubblicità della birra risponde

Dettagli

CODICE ETICO AZIENDALE

CODICE ETICO AZIENDALE 1.0 Missione Policart di Aquino G. & V. snc produce rotoli in carta ed etichette autoadesive per misuratori fiscali, calcolatrici, bilance e stampanti. 1.1 Il Codice Etico Aziendale Le responsabilità etiche

Dettagli

Codice di Condotta. Osservanza alla legge. Concorrenza e Antitrust. Pagamenti e/o regali a pubblici ufficiali. Compravendita di azioni della Società

Codice di Condotta. Osservanza alla legge. Concorrenza e Antitrust. Pagamenti e/o regali a pubblici ufficiali. Compravendita di azioni della Società Codice di Condotta ArcelorMittal ha una reputazione di onestà ed integrità nella sua attività di gestione ed amministrazione così come in tutte le sue attività commerciali. È di fondamentale importanza

Dettagli

CODICE ETICO S.p.A. Birra Peroni

CODICE ETICO S.p.A. Birra Peroni CODICE ETICO S.p.A. Birra Peroni INDICE 1. PRINCIPI GENERALI 2. DESTINATARI DEI PRINCIPI ETICI 3. PRINCIPI DI CONDOTTA NELL ATTIVITÀ D IMPRESA 3.1 Premessa 3.2 Scopo 3.3 Ambito di applicazione 3.4 Principi

Dettagli

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Stimato fornitore di Colgate, nel corso degli anni, Colgate-Palmolive Company ha costruito la sua reputazione di organizzazione che ha utilizzato

Dettagli

Codice Etico. per le società del gruppo Liebherr e rispettivi collaboratori

Codice Etico. per le società del gruppo Liebherr e rispettivi collaboratori Codice Etico per le società del gruppo Liebherr e rispettivi collaboratori Indice I. Oggetto e Campo di Applicazione 4 II. Osservanza del Diritto Vigente 5 III. Collaboratori 6 IV. Concorrenza Sleale 6

Dettagli

CONDIZIONI PER L ACCETTAZIONE DELLE IMMAGINI PERSONALIZZAZIONE GRAFICA DEL SUPPORTO PLASTICO DELLA CARTA

CONDIZIONI PER L ACCETTAZIONE DELLE IMMAGINI PERSONALIZZAZIONE GRAFICA DEL SUPPORTO PLASTICO DELLA CARTA CONDIZIONI PER L ACCETTAZIONE DELLE IMMAGINI PERSONALIZZAZIONE GRAFICA DEL SUPPORTO PLASTICO DELLA CARTA L immagine selezionata e caricata a sistema dal cliente verrà sottoposta alla verifica da parte

Dettagli

Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE

Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE Codice Etico INDICE INTRODUZIONE I PRINCIPI GENERALI RELAZIONI CON GLI STAKEHOLDER SALVAGUARDIA AMBIENTALE PRESCRIZIONI SPECIFICHE COMITATO DI CONTROLLO DEL CODICE ETICO DENUNCIA DELLE VIOLAZIONI 2 3 3

Dettagli

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Stimato fornitore, Hill s Pet Nutrition incarna una tradizione di sollecitudine verso gli animali che ebbe inizio nel 1939 con un eccezionale

Dettagli

Il consumo di alcol nell Azienda Ulss 19

Il consumo di alcol nell Azienda Ulss 19 Il consumo di alcol nell Azienda Ulss 19 I dati del sistema di sorveglianza PASSI anni 2011-2012 Rapporto a cura di: Annamaria Del Sole (Coordinatore Aziendale PASSI Dipartimento di Prevenzione AULSS 19),

Dettagli

Introduzione all Azione professionale

Introduzione all Azione professionale Introduzione all Azione professionale Introduzione all Azione professionale L affiliazione al Rotary si basa sulle capacità professionali dei suoi soci, ed ogni club si sforza di creare un microcosmo del

Dettagli

1. Introduzione. 2. Principi di Etica professionale

1. Introduzione. 2. Principi di Etica professionale Codice di Condotta Contenuti 1. Introduzione 2. Principi di etica professionale 3. Rapporti esterni 4. Rapporti interni a. Documenti e registrazioni contabili b. Conflitti di interesse c. Beni e risorse

Dettagli

1.0 MISSIONE 1.1 IL CODICE ETICO AZIENDALE 1.2 APPLICAZIONE 1.3 PRINCIPI GENERALI

1.0 MISSIONE 1.1 IL CODICE ETICO AZIENDALE 1.2 APPLICAZIONE 1.3 PRINCIPI GENERALI Approvato il 12-05-2010 1.0 MISSIONE WebGenesys S.r.L. sviluppa soluzioni ICT innovative, utilizzando Know-how specialistico e un team di risorse d eccellenza con un repertorio di caratteristiche fortemente

Dettagli

Codice Etico Aziendale

Codice Etico Aziendale Codice Etico Aziendale INDICE!" INTRODUZIONE 3 1.1 L Azienda 3 1.2 Il Codice Etico Aziendale 3 1.3 Riferimenti 3 1.4 Destinatari e Campo d Applicazione 3 1.5 Principi Generali 4 2. ETICA DEI RAPPORTI DI

Dettagli

Codice Nestlé di Condotta Aziendale

Codice Nestlé di Condotta Aziendale Codice Nestlé di Condotta Aziendale Introduzione Dalla sua fondazione, Nestlé ha adottato prassi aziendali rette da integrità, onestà, correttezza e dal rispetto di tutte le leggi applicabili. I dipendenti

Dettagli

POLITICA AZIENDALE SULLE SOSTANZE ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERESARA-MEDOLE-SOLFERINO

POLITICA AZIENDALE SULLE SOSTANZE ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERESARA-MEDOLE-SOLFERINO POLITICA AZIENDALE SULLE SOSTANZE ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERESARA-MEDOLE-SOLFERINO SCOPO E OBIETTIVI L obiettivo aziendale di realizzare e mantenere per i dipendenti un ambiente di lavoro sicuro, sano

Dettagli

Il Villaggio del Benessere

Il Villaggio del Benessere XII Edizione Il Villaggio del Benessere Convegni Checkup Show Cooking e Ingresso gratuito 20-21 22 novembre 2015 Palazzo dei Congressi Piazzale Kennedy, 1 Roma, Eur Con il patrocinio di Rappresentanza

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER INSERIMENTO DI SPAZI PUBBLICITARI SULLA FINESTRA DI ACCESSO AGLI HOTSPOT PUBBLICI GESTITI DAL COMUNE DI BORGO SAN DALMAZZO

SCHEMA DI CONTRATTO PER INSERIMENTO DI SPAZI PUBBLICITARI SULLA FINESTRA DI ACCESSO AGLI HOTSPOT PUBBLICI GESTITI DAL COMUNE DI BORGO SAN DALMAZZO SCHEMA DI CONTRATTO PER INSERIMENTO DI SPAZI PUBBLICITARI SULLA FINESTRA DI ACCESSO AGLI HOTSPOT PUBBLICI GESTITI DAL COMUNE DI BORGO SAN DALMAZZO Premessa. Con il termine Cliente o Sponsor riportato nel

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Telecom Italia S.p.A. Piazza degli Affari, 2 20123 - Milano www.telecomitalia.com

Telecom Italia S.p.A. Piazza degli Affari, 2 20123 - Milano www.telecomitalia.com CODICE ETICO E DI CONDOTTA DEL GRUPPO TELECOM ITALIA 3 Ottobre 2013 Telecom Italia S.p.A. Piazza degli Affari, 2 20123 - Milano www.telecomitalia.com SOMMARIO Principi Generali 6 I nostri Valori 7 I nostri

Dettagli

Codice Etico Ducati. I rapporti di Ducati con le istituzioni pubbliche sono basati sulla trasparenza, la correttezza e la collaborazione.

Codice Etico Ducati. I rapporti di Ducati con le istituzioni pubbliche sono basati sulla trasparenza, la correttezza e la collaborazione. Codice Etico Ducati Premessa Ducati 1 è una realtà a vocazione internazionale che opera all insegna della costante ricerca del primato, nelle piste e nell innovazione tecnologica, così come nel rispetto

Dettagli

UL STANDARD GLOBALI DI CONDOTTA DEI FORNITORI

UL STANDARD GLOBALI DI CONDOTTA DEI FORNITORI Pagina 1 di 9 UL STANDARD GLOBALI DI CONDOTTA DEI FORNITORI Pagina 2 di 9 INDICE 1.0 SCOPO... 4 2.0 AMBITO... 4 3.0 DEFINIZIONI... 4 4.0 PRATICHE DI IMPIEGO... 5 4.1 LAVORO FORZATO... 5 4.2 LAVORO MINORILE...

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA I CONFERENZA NAZIONALE SULL ALCOL Più salute meno rischi Costruire alleanze per il benessere e la sicurezza SCHEDA ALCOL: L ATTIVITA

Dettagli

- Alcol + Gusto 2007

- Alcol + Gusto 2007 A. Ulss n.6 campagna di Vicenza prevenzione - Alcol + Gusto 27 APRILE, mese dedicato alla prevenzione alcologica Già da alcuni anni in Italia, come in molti altri paesi occidentali, il mese di APRILE è

Dettagli

GRUPPO LVMH CODICE DI CONDOTTA

GRUPPO LVMH CODICE DI CONDOTTA GRUPPO LVMH CODICE DI CONDOTTA I II III PREMESSA PRINCIPI APPLICAZIONE 1 I. PREMESSA Il Gruppo LVMH ( LVMH ) intende essere il leader indiscusso nel settore dei beni di lusso. Il suo sviluppo e il suo

Dettagli

Il presente testo è la traduzione di un documento in lingua inglese e viene fornito esclusivamente per agevolare la consultazione. Diritti e obblighi

Il presente testo è la traduzione di un documento in lingua inglese e viene fornito esclusivamente per agevolare la consultazione. Diritti e obblighi Il presente testo è la traduzione di un documento in lingua inglese e viene fornito esclusivamente per agevolare la consultazione. Diritti e obblighi dovranno conformarsi sotto tutti gli aspetti al testo

Dettagli

ESSERE PRUDENTI ON-LINE

ESSERE PRUDENTI ON-LINE ESSERE PRUDENTI ON-LINE LINEE GUIDA PER UN CORRETTO USO DI INTERNET Per non rischiare una brutta avventura, prendi nota delle seguenti regole relative all'utilizzo di internet. Avvicinarsi al computer

Dettagli

IstItuto d IstruzIone statale CamIllo GolGI professionale

IstItuto d IstruzIone statale CamIllo GolGI professionale IstItuto d IstruzIone superiore statale CamIllo GolGI tecnico e professionale ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE Camillo Golgi INDIRIZZO PRODUZIONI INDUSTR. E ARTIGIANALI IstruzIone professionale

Dettagli

Codice Etico e Comportamentale Stagione Sportiva 2015-2016

Codice Etico e Comportamentale Stagione Sportiva 2015-2016 Codice Etico e Comportamentale Stagione Sportiva 2015-2016 Pag. 1 di 10 CODICE ETICO E COMPORTAMENTALE Piacenza Calcio 1919 Premessa Il Codice Etico della Società reca norme sostanziali e comportamentali

Dettagli

COMMUNICATION ON PROGRESS 2012

COMMUNICATION ON PROGRESS 2012 COMMUNICATION ON PROGRESS 2012 Questa Communication on Progress vuole descrivere sinteticamente come sono stati espressi dall Automatic Service Srl nel 2012 i Principi del Global Compact. L Automatic Service

Dettagli

sustainable Codice di condotta del settore tessile e della moda tedesco

sustainable Codice di condotta del settore tessile e della moda tedesco sustainable Codice di condotta del settore tessile e della moda tedesco Premessa Le aziende del settore tessile e della moda tedesco professano la propria responsabilità com-merciale a prescindere del

Dettagli

La Strategia Comunitaria sull alcol: le raccomandazioni di EUROCARE

La Strategia Comunitaria sull alcol: le raccomandazioni di EUROCARE Workshop ALCOHOL PREVENTION DAY MESE DI PREVENZIONE ALCOLOGICA Roma 12 aprile 2007 La Strategia Comunitaria sull alcol: le raccomandazioni di EUROCARE Tiziana Codenotti, Vice Presidente EUROCARE Breve

Dettagli

SONO I DETTAGLI A FARE LA DIFFERENZA

SONO I DETTAGLI A FARE LA DIFFERENZA Marcel Duchamp, L.H.O.O.Q., 1919 Marcel Duchamp, L.H.O.O.Q., 1919 SONO I DETTAGLI A FARE LA DIFFERENZA Quest opera paradigmatica, capitale non solo per lo sviluppo dell arte moderna, ma anche e soprattutto

Dettagli

Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale della Birra

Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale della Birra Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale della Birra PARTE PRIMA TITOLO I PRINCIPI E SCOPI - Il Codice trova il suo fondamento nei principi indicati dall art. 15 della Direttiva 89/552/CEE

Dettagli

UNITED TECHNOLOGIES CORPORATION CODICE DI CONDOTTA DEL FORNITORE. Introduzione. Rispetto delle leggi applicabili. Qualità, salute, sicurezza, ambiente

UNITED TECHNOLOGIES CORPORATION CODICE DI CONDOTTA DEL FORNITORE. Introduzione. Rispetto delle leggi applicabili. Qualità, salute, sicurezza, ambiente Introduzione United Technologies Corporation (di seguito denominata "UTC"), incluse le sue consociate, divisioni e business unit, si impegna a rispettare i più rigorosi standard di condotta etica e professionale.

Dettagli

Danfoss Power Solutions Codice mondiale di condotta aziendale etica e legale

Danfoss Power Solutions Codice mondiale di condotta aziendale etica e legale Codice mondiale di condotta aziendale etica e legale (Revisione del _ marzo 2014) Premessa La condotta etica è la base di un rapporto d affari professionalmente sano e legalmente corretto. Per questo motivo,

Dettagli

Monitoraggio svizzero delle dipendenze

Monitoraggio svizzero delle dipendenze Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Unità di direzione sanità pubblica Monitoraggio svizzero delle dipendenze Alcol L'essenziale in breve Ottobre 2012 Il

Dettagli

CODICE ETICO AZIENDALE

CODICE ETICO AZIENDALE CODICE ETICO AZIENDALE Rev. 3 dd. 05/02/2015 INDICE 1. INTRODUZIONE.. 3 1.1 Missione. 3 1.2 Il.. 3 1.3 Riferimenti e Approvazione 3 1.4 Applicazione... 3 1.5 Principi Generali. 3 2. ETICA DEI RAPPORTI

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1301 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI FALLICA, BERNARDO, CARLUCCI, CATONE, CICU, COLUCCI, D IPPOLITO VITALE, GERMANÀ, GIAMMANCO,

Dettagli

ORGANIZZATORI Il Contest, alla sua prima edizione, è promosso da La Scuola di Zucchero www.lascuoladizucchero.it.

ORGANIZZATORI Il Contest, alla sua prima edizione, è promosso da La Scuola di Zucchero www.lascuoladizucchero.it. Cake Design Lucca Contest E Primavera IL CONTEST Il Contest dal tema E Primavera, si rivolge ai Cake Designers non professionisti e a tutti coloro che con farina, zucchero e tanta passione fanno delle

Dettagli

Testo redatto dalla Commissione ad hoc ex DD.RR. di nomina 477 e 524 /2011 CODICE ETICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE

Testo redatto dalla Commissione ad hoc ex DD.RR. di nomina 477 e 524 /2011 CODICE ETICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE Testo redatto dalla Commissione ad hoc ex DD.RR. di nomina 477 e 524 /2011 CODICE ETICO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI ROMA TRE in attuazione della Legge 240/2010, art. 2, comma 4 Preambolo 1. Correttezza

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

PUBBLICITÀ REGRESSO. L IMPATTO DELLA PUBBLICITÀ DI BEVANDE ALCOLICHE SUI GIOVANI

PUBBLICITÀ REGRESSO. L IMPATTO DELLA PUBBLICITÀ DI BEVANDE ALCOLICHE SUI GIOVANI PUBBLICITÀ REGRESSO. L IMPATTO DELLA PUBBLICITÀ DI BEVANDE ALCOLICHE SUI GIOVANI F. Costamagna 1, F.Beccaria 2 1. Dottore in Scienze della comunicazione, consulente Ecletica, Torino 2. Sociologa e dottore

Dettagli

REGOLE DI COMPORTAMENTO

REGOLE DI COMPORTAMENTO REGOLE DI COMPORTAMENTO Missione e valori La Finprest Srl, agente in attività finanziaria con iscrizione BANCA D ITALIA nr. A7739, opera nel settore del credito al consumo mediante concessione di finanziamenti

Dettagli

LA PUBBLICITA NEL MARKETING. A cura di Francesco Paolone, PhD student

LA PUBBLICITA NEL MARKETING. A cura di Francesco Paolone, PhD student LA PUBBLICITA NEL MARKETING A cura di Francesco Paolone, PhD student Indice Cenni sulla pubblicità Aspetti legali Modello promozionale Pubblicità come parte integrante del marketing mix Componenti di una

Dettagli

Codice di Comportamento Sportivo del TREVIGLIO RUGBY

Codice di Comportamento Sportivo del TREVIGLIO RUGBY PREMESSA TREVIGLIO A.S.D. la quale opera, in conformità al relativo Statuto, nel settoro sportivo, ricreativo e culturale, con lo scopo di sviluppare e diffondere il rugby inteso come mezzo di formazione

Dettagli

(Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI

(Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI 5.1.2008 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 3/1 I (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 3/2008 DEL CONSIGLIO del 17 dicembre

Dettagli

CARTA EUROPEA DELLO SPORT

CARTA EUROPEA DELLO SPORT CONSIGLIO D EUROPA CDDS Comitato per lo Sviluppo dello Sport 7^ Conferenza dei Ministri europei responsabili dello Sport Rodi, 13 15 maggio 1992 CARTA EUROPEA DELLO SPORT Articolo 1 Scopo della Carta Articolo

Dettagli

Ai Termini di Utilizzo del Sito delle Interfacce API Preva si applicano esclusivamente le seguenti definizioni:

Ai Termini di Utilizzo del Sito delle Interfacce API Preva si applicano esclusivamente le seguenti definizioni: TERMINI DI UTILIZZO DEL SITO DELLE INTERFACCE API PREVA Tutte le disposizioni dei Termini di Utilizzo Preva si applicano anche ai presenti Termini di Utilizzo del Sito delle Interfacce API Preva. In caso

Dettagli

CODICE ETICO DEL GRUPPO CAMPARI

CODICE ETICO DEL GRUPPO CAMPARI CODICE ETICO DEL GRUPPO CAMPARI Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. il 26 febbraio 2004 e successivamente modificato il 18 marzo 2009 e il 12 marzo 2012. INDICE PREMESSA...

Dettagli

Apple Music. Linee guida identità per affiliati. Giugno 2015

Apple Music. Linee guida identità per affiliati. Giugno 2015 Informazioni generali La musica migliore si merita il miglior marketing. Il segreto per un ottima campagna di marketing è un messaggio chiaro e efficace. Per soddisfare tutti i requisiti Apple e ottenere

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA PER L OFFERTA DEI SERVIZI A SOVRAPPREZZO E LA TUTELA DEI MINORI

CODICE DI CONDOTTA PER L OFFERTA DEI SERVIZI A SOVRAPPREZZO E LA TUTELA DEI MINORI CODICE DI CONDOTTA PER L OFFERTA DEI SERVIZI A SOVRAPPREZZO E LA TUTELA DEI MINORI Premesso che: 1. gli operatori di comunicazioni mobili riconoscono l importanza di informare in maniera trasparente ed

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE SOCIETA

REGOLAMENTO PER LE SOCIETA REGOLAMENTO PER LE SOCIETA Regolamento per il controllo della pubblicità Introduzione: Questo Regolamento viene applicato, nelle competizioni nazionali, per il controllo della pubblicità su: Indumenti

Dettagli

S P E M Y THE CODE OF BUSINESS CONDUCT J E P N S S I

S P E M Y THE CODE OF BUSINESS CONDUCT J E P N S S I N T R E S P E O J E M Y THE CODE OF BUSINESS CONDUCT C T P N A E S S I N O UN MESSAGGIO A TUTTI I NOSTRI DIPENDENTI HEINEKEN è diventata il produttore di birra più internazionale al mondo e il brand Heineken

Dettagli

LA RESPONSABILITA SOCIALE DELLE IMPRESE

LA RESPONSABILITA SOCIALE DELLE IMPRESE LA RESPONSABILITA SOCIALE DELLE IMPRESE Il concetto di responsabilità socialedelle imprese vienedefinito come: L integrazione su basevolontaria, da parte delle imprese, dellepreoccupazioni sociali ed ecologichenelleloro

Dettagli

Codice Etico Aziendale

Codice Etico Aziendale Codice Etico Aziendale INDICE 1. INTRODUZIONE...4 1.1 Missione... 4 1.2 Il Codice Etico Aziendale... 4 1.3 Riferimenti e Approvazione... 4 1.4 Applicazione... 4 1.5 Principi Generali... 4 2. ETICA DEI

Dettagli

ARTE E COMUNICAZIONE VISIVA LA PUBBLICITA

ARTE E COMUNICAZIONE VISIVA LA PUBBLICITA ARTE E COMUNICAZIONE VISIVA LA PUBBLICITA Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine I.C. di Balsorano (AQ) - Scuola Secondaria di I Grado La pubblicità è l arte di convincere i consumatori La pubblicità

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE S.

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE S. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE S. Grandis C U N E O Istituto Professionale Statale Commerciale, Socio-Sanitario,Meccanico, Elettrico, Elettronico Istituto Tecnico per il Turismo Sezione Associata I.P.S.S.C.T.

Dettagli

Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari per prevenire sovrappeso e obesità

Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari per prevenire sovrappeso e obesità Servizio Igiene Provincia di Oristano Ufficio Scolastico Provinciale degli Alimenti e Nutrizione Assessorato alle Politiche Sociali di Oristano Ufficio studi Tre regole base sulle corrette abitudini alimentari

Dettagli

MILLENIUM SISTEMA AMBIENTE srl. Via Tiberina 98/N 06053 Deruta - PG. Codice Etico

MILLENIUM SISTEMA AMBIENTE srl. Via Tiberina 98/N 06053 Deruta - PG. Codice Etico MILLENIUM SISTEMA AMBIENTE srl Via Tiberina 98/N 06053 Deruta - PG Codice Etico Millenium Sistema Ambiente Srl Codice Etico Introduzione Il presente codice etico rappresenta l enunciazione dei valori aziendali,

Dettagli

Le insegne a LED rendono immediatamente riconoscibile un esercizio commerciale nel panorama cittadino.

Le insegne a LED rendono immediatamente riconoscibile un esercizio commerciale nel panorama cittadino. GUIDA PRATICA AI DISPLAY LUMINOSI A MESSAGGIO VARIABILE Che cosa sono, come funzionano e perché possono aumentare il fatturato di un esercizio commerciale LE INSEGNE A MESSAGGIO VARIABILE Le insegne luminose

Dettagli

PROPOSTE DI SECONDE PROVE E DI GRIGLIE DI VALUTAZIONE

PROPOSTE DI SECONDE PROVE E DI GRIGLIE DI VALUTAZIONE GRUPPO IPSSEOA GIORNATA DI FORMAZIONE Istituto Avogadro - Torino 25 FEBBRAIO 2015 Dirigente Scolastico: prof. Franco Zanet PROPOSTE DI SECONDE PROVE E DI GRIGLIE DI VALUTAZIONE 1 ESAME DI STATO 2015 Istituti

Dettagli

PREMESSA... 3 PARTE PRIMA...

PREMESSA... 3 PARTE PRIMA... CODICE ETICO pag. 1 PREMESSA...3 PARTE PRIMA...4 La missione aziendale...4 La visione aziendale...4 I valori di riferimento...5 PARTE SECONDA...6 Rapporti esterni...6 La clientela... 6 I fornitori... 7

Dettagli

Codice Etico v 1.0 del 09/12/2014 CODICE ETICO CODICE ETICO

Codice Etico v 1.0 del 09/12/2014 CODICE ETICO CODICE ETICO CODICE ETICO CODICE ETICO Sommario DESTINATARI DEL CODICE... 3 ETICITA DEL LAVORO... 4 ETICITA VERSO IL MERCATO... 5 ETICITA VERSO L AMBIENTE... 7 ATTUAZIONE DEL CODICE ETICO... 8 DESTINATARI DEL CODICE

Dettagli

A cura di Elena Barbera, Elisa Ferro, Claudio Tortone DoRS Regione Piemonte (Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute)

A cura di Elena Barbera, Elisa Ferro, Claudio Tortone DoRS Regione Piemonte (Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute) PROGETTARE MATERIALE COMUNICATIVO EFFICACE DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE: PRE-TEST SPERIMENTALE DI UNA BROCHURE BASATA SU TEORIE SPECIFICHE PER AUMENTARE LE CONOSCENZE J.R.D. Whittingham 1, R.A.C. Ruiter 1,

Dettagli

Biologica. Una Guida per Azionisti, Agricoltori, Trasformatori e Distributori. Contatti. www.organic-farming.europa.eu

Biologica. Una Guida per Azionisti, Agricoltori, Trasformatori e Distributori. Contatti. www.organic-farming.europa.eu Commissione europea Agricoltura e Sviluppo rurale Contatti Servizi audiovisivi della Commissione Europea http://ec.europa.eu/avservices/home/index_en.cfm. Sito web sull agricoltura biologica della Commissione

Dettagli

RACCOMANDAZIONE SUI SISTEMI NAZIONALI DI PROTEZIONE SOCIALE DI BASE DEL 2012 1

RACCOMANDAZIONE SUI SISTEMI NAZIONALI DI PROTEZIONE SOCIALE DI BASE DEL 2012 1 Raccomandazione 202 RACCOMANDAZIONE SUI SISTEMI NAZIONALI DI PROTEZIONE SOCIALE DI BASE DEL 2012 1 La Conferenza generale della Organizzazione Internazionale del Lavoro, convocata a Ginevra dal Consiglio

Dettagli

Banner Header piccolo Appare in alto a destra, allineato al motore di ricerca, in posizione visibile all apertura di ogni pagina.

Banner Header piccolo Appare in alto a destra, allineato al motore di ricerca, in posizione visibile all apertura di ogni pagina. FORMATI STANDARD Banner Header Appare in alto a destra, in posizione visibile all apertura di ogni pagina. Formato : W: 368 px; H: 60 px; Tipologia Gif o flash, peso massimo 10Kb Banner Header espandibile

Dettagli

Aspetti di Marketing Sportivo

Aspetti di Marketing Sportivo Aspetti di Marketing Sportivo Università di Ferrara Corso di Laurea in Scienze Motorie Economia e gestione delle imprese sportive Cesare Mattei Definizione: IL MARKETING E UN INSIEME DI ATTIVITA PROGRAMMATE,

Dettagli

Lo Schema BIAS FREE. Uno strumento pratico per identificare ed eliminare il pregiudizio sociale nella ricerca sulla salute.

Lo Schema BIAS FREE. Uno strumento pratico per identificare ed eliminare il pregiudizio sociale nella ricerca sulla salute. Lo Schema BIAS FREE Uno strumento pratico per identificare ed eliminare il pregiudizio sociale nella ricerca sulla salute di Mary Anne Burke Global Forum for Health Research Ginevra, Svizzera e Margrit

Dettagli

I PROBLEMI RISCONTRATI NELLA GESTIONE DELLE MANIFESTAZIONI A PREMIO A DUE ANNI DALLA RIFORMA

I PROBLEMI RISCONTRATI NELLA GESTIONE DELLE MANIFESTAZIONI A PREMIO A DUE ANNI DALLA RIFORMA I PROBLEMI RISCONTRATI NELLA GESTIONE DELLE MANIFESTAZIONI A PREMIO A DUE ANNI DALLA RIFORMA Manifestazioni escluse e vietate La disciplina vigente in materia di manifestazioni a premio (D.P.R. 430/2001)

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE C 463/4 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 23.12.2014 Conclusioni del Consiglio e dei Rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, su un piano di lavoro per la cultura

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 2016 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori GRECO, TOMASSINI e PELLICINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 23 GENNAIO

Dettagli

Educazione fisica COMPETENZE CHIAVE EUROPEE

Educazione fisica COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Educazione fisica COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Consapevolezza ed espressione culturale riguarda l importanza dell espressione creativa di idee, esperienze ed emozioni in un ampia varietà di mezzi di comunicazione,

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Medici e Giornalisti per la deontologia dell informazione

Medici e Giornalisti per la deontologia dell informazione CARTA DI TORINO 2008 Medici e Giornalisti per la deontologia dell informazione Il testo è stato redatto dal Consiglio dell Ordine dei Giornalisti del Piemonte e dal Consiglio dell Ordine dei Medici Chirurghi

Dettagli

Le pubbliche relazioni e le tradizioni

Le pubbliche relazioni e le tradizioni CONSIGLIO DEI FIDUCIARI DEI SERVIZI MONDIALI_ BOLLETTINO #25 Le pubbliche relazioni e le tradizioni Ciò che segue non sono delle linee guida emesse dal Consiglio dei Fiduciari dei Servizi Mondiali; ha

Dettagli

CODICE ETICO FACCHINI FRANCESCO SPA. Rev. 00 09/01/2015 secondo la norma internazionale SA8000: 2008 e il D. Lgs. 231/2001 e s.m.i.

CODICE ETICO FACCHINI FRANCESCO SPA. Rev. 00 09/01/2015 secondo la norma internazionale SA8000: 2008 e il D. Lgs. 231/2001 e s.m.i. FACCHINI FRANCESCO SPA CODICE ETICO Rev. 00 09/01/2015 secondo la norma internazionale SA8000: 2008 e il D. Lgs. 231/2001 e s.m.i. 2014 FACCHINI FRANCESCO S.p.A..- Tutti i diritti di diffusione e riproduzione

Dettagli

Approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 3 luglio 2008

Approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 3 luglio 2008 Approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 3 luglio 2008 1 INDICE Premessa 1. Principi generali 1.1 Correttezza ed onestà 1.2 Imparzialità 1.3 Professionalità e valorizzazione delle risorse

Dettagli

Chiara Catellani, Raffaele Di Tolve, Giacomo Boni

Chiara Catellani, Raffaele Di Tolve, Giacomo Boni Chiara Catellani, Raffaele Di Tolve, Giacomo Boni CHE COSA SONO? Parte di mercato che la concorrenza non ha ancora raggiunto. Le nicchie sono in genere degli spazi piccoli, spesso ricercati da piccole

Dettagli

d iniziativa delle senatrici AMATI, GRANAIOLA, VALENTINI, PUGLISI, FABBRI e FEDELI

d iniziativa delle senatrici AMATI, GRANAIOLA, VALENTINI, PUGLISI, FABBRI e FEDELI Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 694 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa delle senatrici AMATI, GRANAIOLA, VALENTINI, PUGLISI, FABBRI e FEDELI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 22 MAGGIO 2013 Misure in

Dettagli

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Stimato fornitore di Hill s, Hill s Pet Nutrition incarna una tradizione di cura della salute degli animali che iniziò nel 1939 grazie all

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

Lezione 16. Come rendere la tua comunità amica del bambino

Lezione 16. Come rendere la tua comunità amica del bambino Lezione 16. Come rendere la tua comunità amica del bambino Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado: Discutere la politica sanitaria nazionale o locale sull allattamento al

Dettagli

Linee di indirizzo per la Comunicazione Commerciale dei giochi con vincita in denaro

Linee di indirizzo per la Comunicazione Commerciale dei giochi con vincita in denaro Linee di indirizzo per la Comunicazione Commerciale dei giochi con vincita in denaro INTRODUZIONE Il presente documento detta le linee di indirizzo per la Comunicazione Commerciale dei giochi con vincita

Dettagli

CODICE ETICO KODAK S.P.A.

CODICE ETICO KODAK S.P.A. MARZO 2014 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE... 4 1.1 La missione di Kodak e il rapporto di fiducia con i Portatori d Interesse... 4 1.2 Reciprocità... 4 1.3 Destinatari e ambito di applicazione del Codice Etico...

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO VERBALE N. 88 DEL 10.05.2011 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: INDIRIZZI IN ORDINE ALLA REALIZZAZIONE DI UN SITO INTERNET PER LA

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

Alcol, quando è troppo? Ausilio alla traduzione per l opuscolo adattato per migranti

Alcol, quando è troppo? Ausilio alla traduzione per l opuscolo adattato per migranti Alcol, quando è troppo? Ausilio alla traduzione per l opuscolo adattato per migranti 1 Bere privo di rischi significa bere con moderazione «Quanto alcol posso bere senza mettere a repentaglio la mia salute

Dettagli

IL COMUNE DI BRINDISI

IL COMUNE DI BRINDISI AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONI DI INTERESSE ALLA SPONSORIZZAZIONE DI EVENTI E MANIFESTAZIONI SPORTIVE ORGANIZZATE A BRINDISI NELL AMBITO DI BRINDISI - CITTA EUROPEA DELLO SPORT 2014. IL COMUNE DI BRINDISI

Dettagli

CODICE ETICO. DI ACI Informatica SPA

CODICE ETICO. DI ACI Informatica SPA CODICE ETICO DI ACI Informatica SPA Versione 2 approvata dal Consiglio di Amministrazione di ACI Informatica S.p.A. il 16/11/2009. I riferimenti del Codice Etico a ACI Informatica o Società o Azienda si

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE La comunicazione nelle lingue straniere condivide essenzialmente le principali abilità richieste per la comunicazione nella madrelingua:

Dettagli