IL MESSAGGIO.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL MESSAGGIO. egizia.marzocco@unicam.it"

Transcript

1 IL MESSAGGIO

2 It s ok? Any questions?

3 La differenza tra informazione e comunicazione è che quest ultima è a due vie, costituisce cioè una relazione, uno scambio: ci sono un emittente e un ricevente. Saper ascoltare significa essere concretamente disposti ad accogliere l idea degli altri, se è migliore della nostra

4 LA COMUNICAZIONE ESTERNA Le parole chiave dei linguaggi di comunicazione esterna: INFORMARE COMUNICARE PUBBLICIZZARE IL MEZZO E IL MESSAGGIO

5 LE CARATTERISTICHE DEL MESSAGGIO A)OBIETTIVITA C) PERSUASIVITA B) RICONOSCIBILITA D) CREDIBILITA E) ACCESSIBILITA F) CHIAREZZA G) TEMPESTIVITA

6 PERCORSO DEL MESSAGGIO INDIVIDUAZIONE DELL OBIETTIVO DEFINIZIONE DEL PUBBLICO SCELTA DEL CONTENUTO SCELTA DEL MEZZO SCELTA DEL LINGUAGGIO ASCOLTARE E VALUTARE LE REAZIONI DEL DESTINATARIO VERIFICA DEL RISULTATO NON BISOGNA MAI DIMENTICARE CHE OGNI MESSAGGIO AVRA MAGGIORI POSSIBILITA DI SUCCESSO SE TRA EMITTENTE E RICEVENTE AUMENTERA IL GRADO DI FIDUCIA!!

7 La FIDUCIA è fondamentale: pensate al PARACADUTE! Prima di un lancio, fareste preparare il Paracadute a vostra suocera? J

8 I nuovi linguaggi invadono il mondo E sempre più difficile farsi capire. I giovani, ad esempio, hanno stimoli comunicativi ovunque, sempre diversi, sempre nuovi! (Ki6? J, ecc.) Gli slogan abbondano (La mia banca è differente ) Viviamo in un momento di DILUVIO comunicativo. Come si fa a rendere la nostra comunicazione efficace?

9 Mi chiedono cosa metto nella mia arte per scolpire: non metto nulla, levo il superfluo. Dentro la pietra c è la statua. Michelangelo Bonarroti

10 Occorre semplificare, togliere le inutili sovrastrutture Una comunicazione efficace, è d impatto, ma semplice.

11 RICORDIAMOCI: L efficacia della comunicazione si misura all arrivo Ciò che abbiamo comunicato è ciò che l altro ha capito. Se non riusciamo a colpire il bersaglio, purtroppo la colpa non è mai del bersaglio!

12

13

14

15

16

17

18

19 PROVIAMO A CREARE UN ALFABETO DELLA COMUNICAZIONE EFFICACE : CAMBIAMO COLORE

20 A come ANALISI

21 Quando si ha a che fare con qualsiasi attività di comunicazione (dalla relazione al capo alla lista della spesa) è bene sempre analizzare il contesto, i trend, i pubblici di riferimento sotto quattro aspetti: i punti di forza, i punti di debolezza, le opportunità, le minacce. Occorre, cioè, fare un analisi di ciò che in gergo chiamiamo : STRENGHT (Punti di forza) S.W.O.T. WEAKNESS (Punti di debolezza) OPPORTUNITY (Opportunità) THREAT (Minacce)

22 Nel caso di una relazione scritta, ad esempio, avremo questa esemplificazione, ispirandoci ad una swot per i piani di comunicazione d impresa: Punti di Forza Il ruolo istituzionale, l autorevolezza. Opportunità Provare ad essere modello di riferimento. Mostrare il proprio valore senza.. sbavature Punti di Debolezza Il ritardo nell applicare una comunicazione efficace, l eccessiva lunghezza. Minacce L eccessivo burocratese, uno stile non proprio impeccabile.

23 B come BENCHMARKING

24 Bench mark= punto di riferimento Benchmarking= confronto con i MIGLIORI DELLA CLASSE (Best-in-Class) Un po di storia. Nel 1979 Robert Camp, attaccato dalla concorrenza giapponese che aveva dapprima imitato e poi migliorato le performances dei prodotti Xerox, reagì applicando in modo vincente la stessa tecnica della concorrenza! CIOE : Inutile fare la fatica di riscoprire ciò che già viene fatto, dagli altri, meglio di noi Ma questo NON VUOL DIRE COPIARE!!

25 Per fare un corretto benchmarking occorre: individuare i propri punti deboli scoprire chi fa meglio di noi utilizzare questa prassi, migliorandola. Cioè occorre chiedersi non COME FACCIO?, ma COME POSSO FARE MEGLIO?, guardando con attenzione a CHI LO FA MEGLIO DI ME

26 C come COMPLESSITA

27 Occorre ridurre la COMPLESSITA!!! Essere o non essere? La risposta di oggi è esserci. La nostra società ha portato in auge l apparire rispetto all essere, quindi: sempre più presenzialismo, sempre più eccessi. Insomma: il diluvio informativo. Il miglior modo di ridurre la complessità è quello di non aggiungere rumore, bensì portare soluzioni! PER OGNI PROBLEMA, 3 SOLUZIONI!

28 D come DIALOGO

29 La differenza tra informazione e comunicazione, come abbiamo visto, è che quest ultima è a due vie, costituisce cioè una relazione, uno scambio. Saper ascoltare significa essere concretamente disposti ad accogliere l idea degli altri, se è migliore della nostra.

30 E come ETIMOLOGIA

31 Diapositiva tratta dalle lezioni del Prof.Cogno al corso di specializzazione per responsabili Urp e Uffici Stampa di FERPI-Maggioli

32 F come FEED BACK

33 Abbiamo visto che l efficacia della comunicazione si misura all arrivo. Ciò che abbiamo comunicato è ciò che l altro ha capito.

34 G come GOVERNARE

35 Una comunicazione efficace richiede il governo delle relazioni (GO.REL.) con i suoi pubblici influenti ASCOLTO ATTUAZIONE PROGETTAZIONE

36 I come INFLUENTI

37 Le persone «INFLUENTI»: STAKEHOLDER: è chi sa di avere titolo e interesse a dialogare con l organizzazione INFLUENTE: è chi l organizzazione ritiene influente sul raggiungimento dei suoi obiettivi DECISORE: è chi detiene il potere di decidere in funzione degli obiettivi dell organizzazione Sono soggetti talvolta, ma non sempre, sovrapposti e richiedono sovente l applicazione di modelli relazionali diversificati.

38 Newsletter per gli stakeholder: un MUST!

39 L come LIBERA

40 Comunicazione Libera: Le libertà sono tutte solidali. Non se ne offende una senza offenderle tutte. La libertà è come il potere: non si dona, si conquista. Solo una comunicazione libera può essere efficace.

41 M come MEMORABILE

42 Se gli altri non ricordano quello che abbiamo comunicato, non abbiamo comunicato.

43 N come NOTIZIA

44 Nell epoca dell apparire fanno notizia gli aspetti legati ai grandi tabù culturali, le cose interdette che iniziano con la S: Successo, Soldi, Sesso, Salute. Ma ogni eccesso stanca: ora si può invertire la tendenza e fare notizia con la cultura, l innovazione, l aggiornamento professionale, l efficacia della comunicazione.

45 O come OBIETTIVI

46 Non vanno confuse le finalità (che sono generiche) con gli obiettivi, che sono specifici e misurabili. Se non è misurabile non chiamatelo obiettivo. Per poterlo misurare, un obiettivo deve essere formulato secondo due parametri: 1) Tempo 2) Quantità.

47 Esempio: Ottenere entro 3 mesi che il 50% del target group consideri migliorata l efficienza del servizio erogato. Un sondaggio ex ante/ex post può fornire gli estremi per la misurazione del raggiungimento dell obiettivo

48 P come PERSUASIONE

49 Potete portare il cavallo alla fontana sperando che beva, ma non potete obbligarlo a bere Più avanti vedremo come fare per provare a persuadere i nostri interlocutori

50 Q come QUALITA

51 Il punto più alto della qualità di una comunicazione è dato dal livello più basso della sua qualità. L anello più debole regola la forza di tutta la catena. In un coro di 100 persone la sola presenza di un corista stonato rende stonati anche gli altri 99 bravi coristi.

52 R come ROVESCIAMENTO

53 Se esiste l ombra, c è la luce. Rovesciando il negativo, si ottiene il positivo. Da un errore può nascere una soluzione creativa, com è stato per la scoperta del vaccino di Pasteur, del pallone aerostatico e per il Post It della 3M. L innovazione si ottiene smettendo di fare le cose come si sono sempre fatte, spesso agendo per dicotomia: lento/ veloce, push/pull, lungo/corto, ecc.

54 S come SINTESI

55 RICORDIAMOCI DI MICHELANGELO!!!

56 T come TECNOLOGIA

57 Possiamo considerare la tecnologia come la grande modificatrice della fine del secondo millennio. Ha apportato: velocità, interconnessione, dialogo, approfondimento, ricerca. E sempre più necessaria una maggiore semplificazione. In una parola: più usabilità.

58 U come USABILITA

59 L USABILITA deve essere intesa come: semplificazione del linguaggio approccio amichevole rimando ad altra parte per gli approfondimenti (nel web: tramite l ipertesto, nei testi cartacei: tramite dei richiami a fondo pagina) SE NON E CHIARO, E FATTO MALE

60 V come VOLERE

61 Viva il verbo VOGLIO, abbasso il verbo DEVO. Dovere significa obbligo, coercizione. Volere significa motivazione, slancio, energia, volontà: sono i pre-requisiti di un lavoro ben fatto.

62 W come WEB

63 Nelle Lezioni Americane (1985) Calvino già indicava i 5 punti essenziali della scrittura web: 1) Leggerezza 2) Rapidità 3) Esattezza 4) Visibilità 5) Molteplicità.

64 LA SCRITTURA ON LINE Ricordarsi che la video-lettura è più lenta del 25% In una pagina usare massimo caratteri, divisi in blocchi di 20 righe (in Verdana) Ogni tre blocchi usare un sotto-titolo Fare blocchi autonomi (niente collegamenti: Pertanto, Ecco perché ) Per gli approfondimenti usare un link Attenti alla revisione: (Vi piocerebbe ricetere una pena di erori solo perch+ è stata scritte in freta?)

65 Z come ZAPPING

66 La mania di saltare da un canale televisivo all altro ha determinato una frenesia ricettiva che ha ridotto la fruibilità della comunicazione. Di conseguenza, o si è fortemente attrattivi, o i nostri interlocutori (mentalmente), cambiano canale e cercano una nuova immagine. A proposito di immagini.

67 L utilizzo dell immagine nella comunicazione Specchio, specchio delle mie brame

68 Quando l immagine è parte di un racconto e ne diventa strumento L importanza della comunicazione verbale

69 E dai, racconta lo STORYTELLING per la comunicazione sul web

70 Cieco dalla nascita Un cieco riceveva poche elemosine. Passò di lì un pubblicitario che gli modificò il cartello. Poiché le offerte fioccavano, il cieco, quando lo incontrò nuovamente, volle sapere cosa avesse scritto. Il messaggio è lo stesso, ho solo cambiato la strategia di comunicazione. E cosa hai scritto?

71 E il primo giorno di primavera, e non posso vederlo. Da E.Cogno Semplificare senza Impoverire. Roma, AICUN

72 Noi ricordiamo ciò che ci emoziona. E facile ricordare la prima volta che abbiamo incontrato il nostro partner. Non altrettanto rammentare i numeri di telefono che abbiamo fatto quel giorno. Le memoria labile viene cancellata, la memoria emozionale è eterna. La comunicazione efficace usa le emozioni, sentimenti, parla alla testa, ma anche al cuore.

73 Se gli altri non ricordano quello che abbiamo raccontato, non abbiamo comunicato. Se dobbiamo gridare evidentemente il messaggio è debole. Se dobbiamo ripeterlo, è perché non siamo stati chiari la prima volta: quante volte dovete dire Corri a casa tua, che sta bruciando?

74 Potete portare il cavallo alla fontana sperando che beva, ma non potete obbligarlo a bere Potete sperare che il vostro racconto persuada, ma non potete obbligare gli altri ad essere persuasi. La persuasione è una difficile conquista, ma se una comunicazione non persuade, a cosa serve?

75 Come fare? Proviamo insieme ad individuare qualche piccola regola Non parlare, ma farsi ascoltare. Non scrivere, ma farsi leggere.

76 In sostanza: comunicare (mettere in comune) condividere, scambiare

77 Per qualsiasi pubblico, la chiave per comunicare è anzitutto l esempio. Quando ci si rivolge ad un pubblico per comunicare è bene sempre mettere PRIMA l esempio e poi il postulato

78 BANALE ma VERO! Le frasi lunghe (con più di 25 parole) che contengono parole lunghe (con molte sillabe) sono più difficili da comprendere rispetto alle frasi brevi con parole corte.

79 AIUTINO: Indice GULPEASE e test GUNNING S FOG Il primo è un indice di leggibilità utilizzando la lunghezza delle parole in lettere anziché in sillabe E consigliabile raggiungere Un indice compreso tra 60 e 70, in una scala Con val. max=0 Il secondo classifica la leggibilità del testo In base ai livelli della scuola superiore USA E consigliabile raggiungere un indice compreso Tra 7 e 8.

80 Non utilizzare MAI gergo tecnico Il gergo trae origine dai codici criptati per la difesa delle corporazioni. La sua natura è difensiva: non-comunicativa

81 Cambiare il contesto del messaggio: Un inizio, banale per un racconto, è innovativo per l inizio di un discorso. (C era una volta ) Il verso di una canzone, può essere l incipit di una lettera. (Caro amico ti scrivo..) Un messaggio pubblicitario, può essere l ironico finale di un articolo. (Perché l italiano non compra mai a scatola chiusa..) Il titolo di un articolo può essere un claim pubblicitario.

82 In definitiva, le parole sono tutto quello che abbiamo, perciò è meglio che siano quelle giuste, con la punteggiatura nei posti giusti, in modo che possano dire quel che devono dire, nel modo migliore Raymond Carver, Il mestiere di scrivere Vi assicuro: non è sempre così!! Qualche esempio

83 Il fonogramma La mancanza di W.C. Il bicchiere scagliato

84 Occorre esprimersi in maniera chiara: Farsi capire, eliminando i disturbi della comprensione Parole semplici e comuni Linearità del discorso: poche subordinate Smontare il linguaggio burocratico: frasi fatte, i gerghi, i luoghi comuni, l antilingua!

85 Usate espressioni dirette Tutte le volte SEMPRE Nel caso in cui SE In relazione a SU Nel momento in cui QUANDO In data odierna OGGI In un futuro molto prossimo PRESTO Di natura confidenziale CONFIDENZIALE Occorre ricordare quella che è LA RAGIONE E la ragione E nostro intendimento INTENDIAMO

86 La forma? Meglio personale E contemplata l istituzione di una commissione preposta alla valutazione dell effettivo raggiungimento degli obiettivi previsti e allo svolgimento di apposite verifiche finalizzate al servizio del cittadino Tradurre, prego!! Il brigadiere e l antilingua

87 Organizzare la struttura Potenziate la struttura del testo scritto o della relazione in base all obiettivo: INFORMARE? NEGOZIARE? CONVINCERE?

88 Organizzare la struttura BLOB: Bottom line on the bottom BLIM: Bottom line in the middle BLOT: Bottom line on the top

89 Vola solo chi osa farlo! (L.Sepulveda)) Buon lavoro!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

n LA RACCOLTA FONDI n E n LA COMUNICAZIONE n per le piccole associazioni 15-16 maggio 2010 Per un fundraising efficace, la comunicazione è necessaria per far conoscere la Buona Causa dell associazione

Dettagli

I 5 errori più frequenti

I 5 errori più frequenti I 5 errori più frequenti degli ottici su di Mauro Gamberini In questo report scoprirai: i 5 errori più frequenti commessi dagli Ottici su FB Qual è l errore principale e perché non commetterlo i 5 motivi

Dettagli

Riflessione sulla lingua Situazioni comunicative ed elementi della comunicazione Marino Martignon

Riflessione sulla lingua Situazioni comunicative ed elementi della comunicazione Marino Martignon iflessione sulla lingua Situazioni comunicative ed elementi della comunicazione Marino Martignon SITUAZIONI COMUNICATIV D LMNTI DLLA COMUNICAZION Le varie forme della comunicazione Molte persone identificano

Dettagli

La semplicità di formare i lavoratori in somministrazione

La semplicità di formare i lavoratori in somministrazione La semplicità di formare i lavoratori in somministrazione un catalogo di offerta formativa multimediale MiFORMOeLAVORO è il progetto, lanciato da Adversus in collaborazione con Skilla, che ha l obiettivo

Dettagli

IL LINGUAGGIO PUBBLICITARIO

IL LINGUAGGIO PUBBLICITARIO IL LINGUAGGIO PUBBLICITARIO Annunziata Gemma PREMESSA La pubblicità è una forma di comunicazione che ha lo scopo di indurre i potenziali acquirenti alla scelta di un prodotto o di un servizio o ad accrescere

Dettagli

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO!

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! MONDO GRAFICA 7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! IL MATTONE di ogni comunicazione Grafica La pubblicità è quella forma di comunicazione che raggruppa la diffusione di messaggi

Dettagli

Indici di Leggibilità

Indici di Leggibilità Leggibilità: il problema Indici di Leggibilità Giuseppe Di Modica Corso di Elaborazione del Linguaggio Naturale Negli ultimi decenni il problema della leggibilità dei testi ha acquistato una crescente

Dettagli

Ideare e gestire una newsletter

Ideare e gestire una newsletter Ideare e gestire una newsletter Se correttamente gestita, una newsletter può diventare uno strumento davvero utile per tenere informati i visitatori di un sito e conquistare la fiducia e la fedeltà, dei

Dettagli

AGENDA DIGITALE RAVENNA

AGENDA DIGITALE RAVENNA FOCUS GROUP AZIENDE 3 Sala Maraldi 19/11/2013 AGENDA PARTECIPANTI: 11 uditori (3 tecnici del Comune di Ravenna +1 Lepida + Assessore Cameliani) GENERE: 10 uomini e 1 donna ETA MEDIA: 47 NAZIONALITA : italiana

Dettagli

Tecniche di buona comunicazione in posta elettronica

Tecniche di buona comunicazione in posta elettronica MERCATI E TENDENZE Tecniche di buona comunicazione in posta elettronica di Saverio RubinI 1 Molto più posta che navigazione Chi si avvicina a un computer per collegarsi in Internet, è portato a pensare

Dettagli

Portale Unife Corso per referenti web del sito Unife. Scrivere per il web

Portale Unife Corso per referenti web del sito Unife. Scrivere per il web Scrivere per il web Sul web, come sulla carta, la comunicazione deve essere efficace Una comunicazione è efficace quando stimola nel lettore la reazione voluta (capire una procedura, eseguirla, acquistare,

Dettagli

Il Curriculum Vitae e la rete dei contatti personali. Materiali di Orientamento Giugno 2014

Il Curriculum Vitae e la rete dei contatti personali. Materiali di Orientamento Giugno 2014 Il Curriculum Vitae e la rete dei contatti personali Materiali di Orientamento Giugno 2014 Il Network (rete personale) La mia RETE di conoscenze e relazioni con persone che possono interessarsi alla mia

Dettagli

Lezioni di spicce Fotografia

Lezioni di spicce Fotografia Lezioni spicce di fotografia Lezioni di spicce Fotografia 1 Introduzione L idea di queste pagine, un po spicce, vagamente sbrigative, nascono da una conversazione in chat, perché anche io chatto, con un

Dettagli

La PNL nel settore assicurativo

La PNL nel settore assicurativo La PNL nel settore assicurativo I Principi della Programmazione Neuro Linguistica pagina 1 Cosa è la Programmazione Neuro Linguistica (PNL) La programmazione neuro linguistica è una metodologia formativa

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

www.notiziedalcomune.com

www.notiziedalcomune.com La comunicazione pubblica Appunti dal libro di Alessandro Rovinetti Diritto di Parola. Strategie, professioni, tecnologie della comunicazione pubblica - (Il Sole 24 Ore), 2002 Nel 2000, con la legge 150,

Dettagli

Ricerca attiva del lavoro

Ricerca attiva del lavoro Ricerca attiva del lavoro La ricerca attiva in tre fasi 1 3 2 CONSAPEVOLEZZA STRUMENTI INFORMAZIONI Fase 1: Consapevolezza Io cosa offro? Bilancio di competenze Strumenti: Domande individuali: cosa so

Dettagli

Come scrivere una lettera di presentazione. micidiale! (Seconda edizione)

Come scrivere una lettera di presentazione. micidiale! (Seconda edizione) Come scrivere una lettera di presentazione micidiale! (Seconda edizione) INDICE Introduzione... 4 Le basi della lettera di vendita vincente... 6 Se vuoi fare business, devi sapere come vendere...6 Cosa

Dettagli

FACILITAZIONE E SEMPLIFICAZIONE

FACILITAZIONE E SEMPLIFICAZIONE Ferrara, 14 aprile 2014 FACILITAZIONE E SEMPLIFICAZIONE LA SEMPLIFICAZIONE DEL PARLATO di Tania Pasqualini «Ogni lingua dice il mondo a modo suo» Rudolf Steiner LA SEMPLIFICAZIONE L insegnante, da un lato,

Dettagli

Come costruire un CV vincente. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2014

Come costruire un CV vincente. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2014 Come costruire un CV vincente Laura Robustini EURES Adviser 04 Marzo 2014 L EUROPA E I GIOVANI Come rendo il mio cv visibile? Entra nel sito EURES: http://ec.europa.eu/eures/ Ricerca passiva: è possibile

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello B1

Università per Stranieri di Siena Livello B1 Unità 4 Fare la spesa al mercato In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni e consigli su come fare la spesa al mercato e risparmiare parole relative agli acquisti e ai consumi gli

Dettagli

Ascolta e comprende testi orali "diretti" o "trasmessi" dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo.

Ascolta e comprende testi orali diretti o trasmessi dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo. Classe seconda scuola primaria G.Giacosa Caluso Insegnanti: Actis Oreglia Luigina, Praolini Cristiana Tematiche trasversali ( didattica per competenze-competenze digitali) Progetto didattico secondo il

Dettagli

David Berti. davebe@inbox.com. Comunicarsi sul Web

David Berti. davebe@inbox.com. Comunicarsi sul Web David Berti davebe@inbox.com Comunicarsi sul Web Comunicare?? Comunicare deriva dal verbo di origine latina communicare che significa condividere Comunicare Condividere dati linguistici (informazione)

Dettagli

Catalogo Be training

Catalogo Be training Catalogo Be training AREA COMMERCIALE TELEFONARE PER VENDERE LA VENDITA IPNOTICA IL CUORE VITALE DELL AZIENDA: L UFFICIO COMMERCIALE TOP SALES MANAGEMENT IL RUOLO DEL FRONT LINE AREA ABILITA PERSONALI

Dettagli

Il telefono in Pediatria:

Il telefono in Pediatria: Il telefono in Pediatria: criteri di efficacia nella comunicazione e nella relazione Mario Maresca mario.maresca@nexolution.it www.nexolution.it Relazione e Comunicazione La comunicazione è un processo

Dettagli

2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio. A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.

2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio. A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara. 2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Novembre 2015 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Corso di formazione avanzata L ADDETTO STAMPA NELL ERA CROSSMEDIALE Programma formativo 2012 Indice 1. Obiettivi 2.

Dettagli

50 cose da sapere sull email marketing Nicholas Di Maggio INTRODUZIONE

50 cose da sapere sull email marketing Nicholas Di Maggio INTRODUZIONE INDICE INTRODUZIONE.. 3 I VANTAGGI DELL EMAIL MARKETING... 4 PROGETTARE UNA CAMPAGNA DI EMAIL MARKETING. 6 COME SCRIVERE UN MESSAGGIO. 10 GLI ERRORI DA EVITARE 16 PER APPROFONDIRE 20 CONCLUSIONE...23 LICENZA

Dettagli

Materiale didattico del corso di Marketing e Comunicazione d Impresa

Materiale didattico del corso di Marketing e Comunicazione d Impresa Il processo di comunicazione Generalmente si ritiene che nel processo di comunicazione avvenga il semplice trasferimento di un messaggio già dotato di determinati significati. Comunicare Informare Il termine

Dettagli

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA MANUALE PER IL docente II EDIZIONE A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA 1 INDICE Il progetto 03 Scambio di generazioni 04 Crescendo si scambia in 4 mosse 05 Certi giochi sono sempre

Dettagli

TECNICHE DI VENDITA E PERSUASIONE

TECNICHE DI VENDITA E PERSUASIONE TECNICHE DI VENDITA E PERSUASIONE IN COMMUNICATIONS www.incommunications.it By Fabio Arrigoni www.fabioarrigoni.it Esperto di comunicazione, formatore e coach slide riassuntive breve introduzione al corso

Dettagli

I social network, come sfruttarli al meglio per comunicare tra i colleghi

I social network, come sfruttarli al meglio per comunicare tra i colleghi I social network, come sfruttarli al meglio per comunicare tra i colleghi www.aioroma.it Intervista a Maurizio Patitucci A cura di Michelangelo Marino Buongiorno Maurizio, sono ormai diversi anni che insieme

Dettagli

Cosa non e il Network Marketing?

Cosa non e il Network Marketing? Cosa non e il Network Marketing? 1. Il Network Marketing non è una piramide del tipo illegale. Non è una specie di catena di Sant Antonio o una lotteria illegale dove una persona guadagna spingendo altre

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Judgment. Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement.

Judgment. Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement. Judgment Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement.com 2014 Hogan Assessment Systems PERSONALITÀ E DECISIONI I problemi

Dettagli

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai.

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Prima di tutto voglio farti i complimenti per l apertura mentale che ti ha portato a voler scaricare questo mini ebook. Infatti, non è da

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

Un Comune dovrebbe lavorare come un orchestra, non somigliare ad un fortino in difesa. Tema per un progetto di qualità. Sommario

Un Comune dovrebbe lavorare come un orchestra, non somigliare ad un fortino in difesa. Tema per un progetto di qualità. Sommario Un Comune dovrebbe lavorare come un orchestra, non somigliare ad un fortino in difesa. Tema per un progetto di qualità. Sommario Il cittadino posto al centro di tutte le attività amministrative. o Coordinare

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO

ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO Scuola dell Infanzia di Brusnengo PREMESSA: La programmazione annuale si sviluppa attraverso sette unità di apprendimento. Il presente compito di

Dettagli

MANAGHAIR. Con Te & Per Te. Lelio lele Canavero PERCORSI FORMATIVI D ECCELLENZA RISERVATI AGLI ACCONCIATORI & ALLE LORO AMBIZIONI

MANAGHAIR. Con Te & Per Te. Lelio lele Canavero PERCORSI FORMATIVI D ECCELLENZA RISERVATI AGLI ACCONCIATORI & ALLE LORO AMBIZIONI MANAGHAIR 2012 Lelio lele Canavero PERCORSI FORMATIVI D ECCELLENZA Con Te & Per Te RISERVATI AGLI ACCONCIATORI & ALLE LORO AMBIZIONI Dal 1996 dedico la parte più importante della mia vita professionale

Dettagli

DOTT.SSA LAURA PEDRINELLI CARRARA

DOTT.SSA LAURA PEDRINELLI CARRARA DOTT.SSA LAURA PEDRINELLI CARRARA Capire i meccanismi comunicativi per relazionarsi meglio Sistemi sensoriali e comunicazione Che cosa è la comunicazione verbale è uno scambio di informazioni tra più persone

Dettagli

melascrivi Il Content Marketplace

melascrivi Il Content Marketplace melascrivi Il Content Marketplace Consigli pratici per gli utenti di Melascrivi LO SCRITTORE SEI TU Vogliamo realizzare una raccolta di consigli per gli scrittori del web. Un piccolo catalogo con gli accorgimenti

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento OBIETTIVI, STRATEGIE E TATTICHE DI MARKETING ON-LINE: L INTERNET MARKETING PLAN ORGANISMO BILATERALE

Dettagli

MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT

MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT CHE COS È IL MARKETING BRANCA DELL ECONOMIA CHE UNISCE PRODUTTORI CONSUMATORI PER UNO SCAMBIO RECIPROCAMENTE VANTAGGIOSO E IL MARKETING MIX

Dettagli

Il processo d acquisto online

Il processo d acquisto online Sitòfono Il processo online Come Sitòfono può inserirsi nel processo e migliorare le performance di vendita di un sito e-commerce? Internet è un ambiente molto competitivo. L utente che vuole fare un acquisto

Dettagli

Giacomo Bruno RENDITE DA 32.400 AL MESE!

Giacomo Bruno RENDITE DA 32.400 AL MESE! Giacomo Bruno RENDITE DA 32.400 AL MESE! Report collegato a: FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE Il programma per inserire annunci pubblicitari su Google - Mini Ebook Gratuito - INVIALO GRATIS A TUTTI I TUOI

Dettagli

Sistemi Web! per il turismo! - lezione 6 -

Sistemi Web! per il turismo! - lezione 6 - Sistemi Web! per il turismo! - lezione 6 - A proposito di social network! Osserviamo due esempi di pagine Facebook." Cercate di pensare a qual è la differenza principale tra queste due pagine." Esempio

Dettagli

Il software completo per la comunicazione della tua scuola

Il software completo per la comunicazione della tua scuola Bacheca Scuola Interattiva Il software completo per la comunicazione della tua scuola Bacheca Scuola Interattiva è uno strumento ricco di funzionalità per gestire e condividere le informazioni della tua

Dettagli

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help

The Leader. Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. Emanuele Radice. Sviluppo personale - self Help Scopri la tua tecnica nella vita. Solleverai qualsiasi peso. The Leader Sviluppo personale - self Help Permettimi di darti un consiglio: Scegli ora di essere tu il tuo LEADER SEMPRE! Sviluppo personale

Dettagli

Indice 1 IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE ------------------------------------------------------------------- 3

Indice 1 IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE ------------------------------------------------------------------- 3 LEZIONE: IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 IL FUNZIONAMENTO INTELLETTIVO LIMITE ------------------------------------------------------------------- 3 2 di

Dettagli

HEADLINE MAGNETICHE La guida definitiva per scrivere senza sforzi titoli efficaci e persuasivi

HEADLINE MAGNETICHE La guida definitiva per scrivere senza sforzi titoli efficaci e persuasivi HEADLINE MAGNETICHE La guida definitiva per scrivere senza sforzi titoli efficaci e persuasivi Copyright 2015 Scriverepervendere.net Tutti i diritti sono riservati Sentiti libero di condividere questo

Dettagli

Comunicazione d impresa

Comunicazione d impresa Comunicazione d impresa Lorenza Rossini Anno 2005-2006 Programma I concetti fondamentali Le aree della comunicazione d impresa Gli strumenti e i mezzi della comunicazione Il piano di comunicazione Alcuni

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

credo nel rumore di chi sa tacere che quando smetti di sperare inizi un po a morire credo al tuo amore, e a quello che mi tira fuori o almeno credo

credo nel rumore di chi sa tacere che quando smetti di sperare inizi un po a morire credo al tuo amore, e a quello che mi tira fuori o almeno credo INTRODUZIONE Queste pagine sono il frutto di un cammino da me iniziato alcuni anni fa e non ancora conclusosi. Un percorso, per molti aspetti doloroso e triste, che mi ha condotto a riflettere e comprendere

Dettagli

EMAIL MARKETING E NEWSLETTER

EMAIL MARKETING E NEWSLETTER Registro 5 EMAIL MARKETING E NEWSLETTER Consigli sull uso strategico della posta elettronica TIPS&TRICKS DI ALESSANDRA FARABEGOLI INDEX 3 5 9 13 19 Introduzione Email marketing e dominio Il contenuto è

Dettagli

La comunicazione, elementi teorici ed aspetti pratici. Anselmo Cro

La comunicazione, elementi teorici ed aspetti pratici. Anselmo Cro La comunicazione, elementi teorici ed aspetti pratici Anselmo Cro LA COMUNICAZIONE I Principi NON SI PUO NON COMUNICARE OGNI COMUNICAZIONE E COMPORTAMENTO OGNI COMPORTAMENTO E COMUNICAZIONE IL SIGNIFICATO

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

Rendite da 32.400 al mese!

Rendite da 32.400 al mese! Giacomo Bruno Rendite da 32.400 al mese! NOTA: puoi ripubblicare gratis questo ebook sul tuo sito o blog, a patto di non modificare il testo, nè l'autore. Mandalo gratis ai tuoi amici. Puoi modificare

Dettagli

10 errori e-mail da evitare!

10 errori e-mail da evitare! 10 errori e-mail da evitare! Dal sito PILLOLE DI MARKETING WEB Le e-mail sono parte integrante dell attività di business come mezzo di contatto e di relazione e come tali diffondono l immagine di aziende

Dettagli

Ogni piccolo miglioramento è un grande miglioramento

Ogni piccolo miglioramento è un grande miglioramento Nei rapporti con le persone che ami, nell essere genitore, nella comunicazione, nel lavoro, nel business e nella vendita devi avere comportamenti eccezionali, saperti distinguere e usare una comunicazione

Dettagli

IL PIANO DI COMUNICAZIONE. - Ismeri Europa -

IL PIANO DI COMUNICAZIONE. - Ismeri Europa - IL PIANO DI COMUNICAZIONE - Ismeri Europa - PREMESSA Per introdurre l argomento in questione è necessario fare alcune premesse che riguardano i processi comunicativi: 1. innanzitutto è importante sottolineare

Dettagli

A) Accenni al fatto che avete frequentato la stessa Università, subito, mentre vi presentate

A) Accenni al fatto che avete frequentato la stessa Università, subito, mentre vi presentate Rispondi al questionario per scoprire quanto sei incisivo nella PERSUASIONE! Per te 10 domande selezionate dal Prof. Robert Cialdini, cattedra di Psicologia e Marketing presso l Università dell Arizona,

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli

Hai trovato interessante conoscere la nostra realtà? No 4 Poco 17 Non so 7 Si 132 Tantissimo 96 Totale 256

Hai trovato interessante conoscere la nostra realtà? No 4 Poco 17 Non so 7 Si 132 Tantissimo 96 Totale 256 Hai trovato interessante conoscere la nostra realtà? No 4 Poco 17 Non so 7 Si 132 Tantissimo 96 Cosa ti ha colpito di quello che faccio? il mio lavoro 64 come siamo organizzati tra bambini il contributo

Dettagli

Le tre dimensioni dell usabilità

Le tre dimensioni dell usabilità Definire l usabilità ISO 9241 Ergonomic requirements for office work with visual display terminals, 1992 Il grado in cui un prodotto può essere usato da particolari utenti per raggiungere certi obiettivi

Dettagli

Uscire dalla violenza si può. Centro Antiviolenza. Thamaia. Guida per le donne che subiscono violenza

Uscire dalla violenza si può. Centro Antiviolenza. Thamaia. Guida per le donne che subiscono violenza Uscire dalla violenza si può Centro Antiviolenza Thamaia Guida per le donne che subiscono violenza SUCCEDE ANCHE A TE? Ti dice continuamente che è tutto suo perchè è lui che guadagna i soldi? Devi giustificare

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE

LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE PROGRAMMAZIONE + COMUNICAZIONE EFFICACE LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA COME STRUMENTO DI PERSUASIONE StudiAssociati 2013 Cos è l assertività? PARLEREMO DI: Perché è difficile comunicare? La forma della comunicazione

Dettagli

Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo

Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo PRESENTAZIONE CORSI PER LE ORGANIZZAZIONI DEL TERZO SETTORE Strategie di marketing, Comunicazione e Fund Raising: Una sfida e una necessita per le organizzazioni

Dettagli

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE Conversazioni e consigli di dieci famiglie italiane Disegni di Alfredo Pompilio Dellisanti MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE (Conversazioni

Dettagli

PROGETTO MUSICALE CON LALLO IL CAVALLO

PROGETTO MUSICALE CON LALLO IL CAVALLO SCUOLA DELL'INFANZIA AD ONORE DEGLI EROI PROGETTO MUSICALE CON LALLO IL CAVALLO Laboratorio bambini di 4/5 anni ANNO SCOLASTICO 2010-11 UNITA DI APPRENDIMENTO: LABORATORIO MUSICALE CON IL CAVALLO LALLO

Dettagli

vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO

vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO vip vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO Viral Idea Project (VIP) è un progetto nato da un team di professionisti

Dettagli

DONARE. Fa parte dei bisogni primari dell uomo e lo fa sentire bene

DONARE. Fa parte dei bisogni primari dell uomo e lo fa sentire bene PERSONE DONARE Fa parte dei bisogni primari dell uomo e lo fa sentire bene DONATORI Fonte: ricerca Italiani Solidali, Doxa, maggio 2013 TREND DONATORI IN ITALIA Fonte: ricerca Italiani Solidali, Doxa,

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Self Publishing - Crea, Promuovi e Vendi il tuo e-book su 102 siti web!!!

Self Publishing - Crea, Promuovi e Vendi il tuo e-book su 102 siti web!!! Copyright 2012 by Roberto Travagliante Email: info@travagliante.com Sito web: http://www.travagliante.com Tutti i diritti sono riservati a norma di legge e a norma delle convenzioni internazionali. Nessuna

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

Modulo 3. Stili a confronto

Modulo 3. Stili a confronto Modulo 3 Stili a confronto FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di incrementare nei ragazzi la conoscenza di sé attraverso l auto-consapevolezza dei propri stili di apprendimento e di lavoro, e di

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

L arte del caffè. un caffè con gli amici per rilassarci e passare il tempo a chiacchierare e con il rituale del caffè il tempo (dilatarsi)

L arte del caffè. un caffè con gli amici per rilassarci e passare il tempo a chiacchierare e con il rituale del caffè il tempo (dilatarsi) Test di controllo (Unità 6-10) Hai fatto progressi? Controlla. Ogni esercizio ripete uno o più argomenti grammaticali, se raggiungi più della metà del totale: BRAVO! In caso contrario ripeti l'argomento

Dettagli

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi Ciao a tutti e benvenuti in Business Tribe, il blog che tratta argomenti di business per aumentare

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 20 Come scegliere il gestore telefonico In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni sulla scelta del gestore telefonico parole relative alla scelta del gestore telefonico la

Dettagli

Ideare e gestire una newsletter

Ideare e gestire una newsletter Le guide di E-mail marketing LAB Ideare e gestire una newsletter E-mail marketing LAB Introduzione Se correttamente gestita, una newsletter può diventare uno strumento davvero utile per tenere informati

Dettagli

PSICOLOGIA DEL DENARO

PSICOLOGIA DEL DENARO PSICOLOGIA DEL DENARO PREMESSA Chiunque vede con chiarezza l importanza che il denaro ricopre nella vita di ognuno, ma pochi si rendono conto che diventare ricchi è possibile e spesso per farlo è sufficiente

Dettagli

Il bambino nella fascia tre-sei anni e il processo di costruzione della propria identità

Il bambino nella fascia tre-sei anni e il processo di costruzione della propria identità RELAZIONE WORKSHOP APPRENDERE A STARE IN GRUPPO DAI 3 AI 5 ANNI Esperienza nella scuola dell infanzia con il Cooperative Learning Ins. Mancinelli Cesarina I.C. Falconara Centro Due anni di formazione mi

Dettagli

LA REPUTAZIONE ON LINE

LA REPUTAZIONE ON LINE LA REPUTAZIONE ON LINE opportunità per il settore ricettivo in prospettiva Expo Vittorio Deotto E-Reputation Specialist Confindustria Verona LA REPUTAZIONE non è un invenzione moderna e anche nel mondo

Dettagli

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II.

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II. Lezione 10 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING!

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING! I PRIMI PASSI NEL NETWORK MARKETING Ciao mi chiamo Fabio Marchione abito in brianza e sono un normale padre di famiglia, vengo dal mondo della ristorazione nel quale ho lavorato per parecchi anni. Nel

Dettagli

C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O

C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O Ciao sono Alessio Giampieri, web marketer e consulente da 5 anni. Ho scritto questa guida con

Dettagli

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT

INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT Introdurre nuove competenze e applicarle rapidamente al ruolo per ottenere risultati rapidi e tangibili sul business:

Dettagli