IL MESSAGGIO.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL MESSAGGIO. egizia.marzocco@unicam.it"

Transcript

1 IL MESSAGGIO

2 It s ok? Any questions?

3 La differenza tra informazione e comunicazione è che quest ultima è a due vie, costituisce cioè una relazione, uno scambio: ci sono un emittente e un ricevente. Saper ascoltare significa essere concretamente disposti ad accogliere l idea degli altri, se è migliore della nostra

4 LA COMUNICAZIONE ESTERNA Le parole chiave dei linguaggi di comunicazione esterna: INFORMARE COMUNICARE PUBBLICIZZARE IL MEZZO E IL MESSAGGIO

5 LE CARATTERISTICHE DEL MESSAGGIO A)OBIETTIVITA C) PERSUASIVITA B) RICONOSCIBILITA D) CREDIBILITA E) ACCESSIBILITA F) CHIAREZZA G) TEMPESTIVITA

6 PERCORSO DEL MESSAGGIO INDIVIDUAZIONE DELL OBIETTIVO DEFINIZIONE DEL PUBBLICO SCELTA DEL CONTENUTO SCELTA DEL MEZZO SCELTA DEL LINGUAGGIO ASCOLTARE E VALUTARE LE REAZIONI DEL DESTINATARIO VERIFICA DEL RISULTATO NON BISOGNA MAI DIMENTICARE CHE OGNI MESSAGGIO AVRA MAGGIORI POSSIBILITA DI SUCCESSO SE TRA EMITTENTE E RICEVENTE AUMENTERA IL GRADO DI FIDUCIA!!

7 La FIDUCIA è fondamentale: pensate al PARACADUTE! Prima di un lancio, fareste preparare il Paracadute a vostra suocera? J

8 I nuovi linguaggi invadono il mondo E sempre più difficile farsi capire. I giovani, ad esempio, hanno stimoli comunicativi ovunque, sempre diversi, sempre nuovi! (Ki6? J, ecc.) Gli slogan abbondano (La mia banca è differente ) Viviamo in un momento di DILUVIO comunicativo. Come si fa a rendere la nostra comunicazione efficace?

9 Mi chiedono cosa metto nella mia arte per scolpire: non metto nulla, levo il superfluo. Dentro la pietra c è la statua. Michelangelo Bonarroti

10 Occorre semplificare, togliere le inutili sovrastrutture Una comunicazione efficace, è d impatto, ma semplice.

11 RICORDIAMOCI: L efficacia della comunicazione si misura all arrivo Ciò che abbiamo comunicato è ciò che l altro ha capito. Se non riusciamo a colpire il bersaglio, purtroppo la colpa non è mai del bersaglio!

12

13

14

15

16

17

18

19 PROVIAMO A CREARE UN ALFABETO DELLA COMUNICAZIONE EFFICACE : CAMBIAMO COLORE

20 A come ANALISI

21 Quando si ha a che fare con qualsiasi attività di comunicazione (dalla relazione al capo alla lista della spesa) è bene sempre analizzare il contesto, i trend, i pubblici di riferimento sotto quattro aspetti: i punti di forza, i punti di debolezza, le opportunità, le minacce. Occorre, cioè, fare un analisi di ciò che in gergo chiamiamo : STRENGHT (Punti di forza) S.W.O.T. WEAKNESS (Punti di debolezza) OPPORTUNITY (Opportunità) THREAT (Minacce)

22 Nel caso di una relazione scritta, ad esempio, avremo questa esemplificazione, ispirandoci ad una swot per i piani di comunicazione d impresa: Punti di Forza Il ruolo istituzionale, l autorevolezza. Opportunità Provare ad essere modello di riferimento. Mostrare il proprio valore senza.. sbavature Punti di Debolezza Il ritardo nell applicare una comunicazione efficace, l eccessiva lunghezza. Minacce L eccessivo burocratese, uno stile non proprio impeccabile.

23 B come BENCHMARKING

24 Bench mark= punto di riferimento Benchmarking= confronto con i MIGLIORI DELLA CLASSE (Best-in-Class) Un po di storia. Nel 1979 Robert Camp, attaccato dalla concorrenza giapponese che aveva dapprima imitato e poi migliorato le performances dei prodotti Xerox, reagì applicando in modo vincente la stessa tecnica della concorrenza! CIOE : Inutile fare la fatica di riscoprire ciò che già viene fatto, dagli altri, meglio di noi Ma questo NON VUOL DIRE COPIARE!!

25 Per fare un corretto benchmarking occorre: individuare i propri punti deboli scoprire chi fa meglio di noi utilizzare questa prassi, migliorandola. Cioè occorre chiedersi non COME FACCIO?, ma COME POSSO FARE MEGLIO?, guardando con attenzione a CHI LO FA MEGLIO DI ME

26 C come COMPLESSITA

27 Occorre ridurre la COMPLESSITA!!! Essere o non essere? La risposta di oggi è esserci. La nostra società ha portato in auge l apparire rispetto all essere, quindi: sempre più presenzialismo, sempre più eccessi. Insomma: il diluvio informativo. Il miglior modo di ridurre la complessità è quello di non aggiungere rumore, bensì portare soluzioni! PER OGNI PROBLEMA, 3 SOLUZIONI!

28 D come DIALOGO

29 La differenza tra informazione e comunicazione, come abbiamo visto, è che quest ultima è a due vie, costituisce cioè una relazione, uno scambio. Saper ascoltare significa essere concretamente disposti ad accogliere l idea degli altri, se è migliore della nostra.

30 E come ETIMOLOGIA

31 Diapositiva tratta dalle lezioni del Prof.Cogno al corso di specializzazione per responsabili Urp e Uffici Stampa di FERPI-Maggioli

32 F come FEED BACK

33 Abbiamo visto che l efficacia della comunicazione si misura all arrivo. Ciò che abbiamo comunicato è ciò che l altro ha capito.

34 G come GOVERNARE

35 Una comunicazione efficace richiede il governo delle relazioni (GO.REL.) con i suoi pubblici influenti ASCOLTO ATTUAZIONE PROGETTAZIONE

36 I come INFLUENTI

37 Le persone «INFLUENTI»: STAKEHOLDER: è chi sa di avere titolo e interesse a dialogare con l organizzazione INFLUENTE: è chi l organizzazione ritiene influente sul raggiungimento dei suoi obiettivi DECISORE: è chi detiene il potere di decidere in funzione degli obiettivi dell organizzazione Sono soggetti talvolta, ma non sempre, sovrapposti e richiedono sovente l applicazione di modelli relazionali diversificati.

38 Newsletter per gli stakeholder: un MUST!

39 L come LIBERA

40 Comunicazione Libera: Le libertà sono tutte solidali. Non se ne offende una senza offenderle tutte. La libertà è come il potere: non si dona, si conquista. Solo una comunicazione libera può essere efficace.

41 M come MEMORABILE

42 Se gli altri non ricordano quello che abbiamo comunicato, non abbiamo comunicato.

43 N come NOTIZIA

44 Nell epoca dell apparire fanno notizia gli aspetti legati ai grandi tabù culturali, le cose interdette che iniziano con la S: Successo, Soldi, Sesso, Salute. Ma ogni eccesso stanca: ora si può invertire la tendenza e fare notizia con la cultura, l innovazione, l aggiornamento professionale, l efficacia della comunicazione.

45 O come OBIETTIVI

46 Non vanno confuse le finalità (che sono generiche) con gli obiettivi, che sono specifici e misurabili. Se non è misurabile non chiamatelo obiettivo. Per poterlo misurare, un obiettivo deve essere formulato secondo due parametri: 1) Tempo 2) Quantità.

47 Esempio: Ottenere entro 3 mesi che il 50% del target group consideri migliorata l efficienza del servizio erogato. Un sondaggio ex ante/ex post può fornire gli estremi per la misurazione del raggiungimento dell obiettivo

48 P come PERSUASIONE

49 Potete portare il cavallo alla fontana sperando che beva, ma non potete obbligarlo a bere Più avanti vedremo come fare per provare a persuadere i nostri interlocutori

50 Q come QUALITA

51 Il punto più alto della qualità di una comunicazione è dato dal livello più basso della sua qualità. L anello più debole regola la forza di tutta la catena. In un coro di 100 persone la sola presenza di un corista stonato rende stonati anche gli altri 99 bravi coristi.

52 R come ROVESCIAMENTO

53 Se esiste l ombra, c è la luce. Rovesciando il negativo, si ottiene il positivo. Da un errore può nascere una soluzione creativa, com è stato per la scoperta del vaccino di Pasteur, del pallone aerostatico e per il Post It della 3M. L innovazione si ottiene smettendo di fare le cose come si sono sempre fatte, spesso agendo per dicotomia: lento/ veloce, push/pull, lungo/corto, ecc.

54 S come SINTESI

55 RICORDIAMOCI DI MICHELANGELO!!!

56 T come TECNOLOGIA

57 Possiamo considerare la tecnologia come la grande modificatrice della fine del secondo millennio. Ha apportato: velocità, interconnessione, dialogo, approfondimento, ricerca. E sempre più necessaria una maggiore semplificazione. In una parola: più usabilità.

58 U come USABILITA

59 L USABILITA deve essere intesa come: semplificazione del linguaggio approccio amichevole rimando ad altra parte per gli approfondimenti (nel web: tramite l ipertesto, nei testi cartacei: tramite dei richiami a fondo pagina) SE NON E CHIARO, E FATTO MALE

60 V come VOLERE

61 Viva il verbo VOGLIO, abbasso il verbo DEVO. Dovere significa obbligo, coercizione. Volere significa motivazione, slancio, energia, volontà: sono i pre-requisiti di un lavoro ben fatto.

62 W come WEB

63 Nelle Lezioni Americane (1985) Calvino già indicava i 5 punti essenziali della scrittura web: 1) Leggerezza 2) Rapidità 3) Esattezza 4) Visibilità 5) Molteplicità.

64 LA SCRITTURA ON LINE Ricordarsi che la video-lettura è più lenta del 25% In una pagina usare massimo caratteri, divisi in blocchi di 20 righe (in Verdana) Ogni tre blocchi usare un sotto-titolo Fare blocchi autonomi (niente collegamenti: Pertanto, Ecco perché ) Per gli approfondimenti usare un link Attenti alla revisione: (Vi piocerebbe ricetere una pena di erori solo perch+ è stata scritte in freta?)

65 Z come ZAPPING

66 La mania di saltare da un canale televisivo all altro ha determinato una frenesia ricettiva che ha ridotto la fruibilità della comunicazione. Di conseguenza, o si è fortemente attrattivi, o i nostri interlocutori (mentalmente), cambiano canale e cercano una nuova immagine. A proposito di immagini.

67 L utilizzo dell immagine nella comunicazione Specchio, specchio delle mie brame

68 Quando l immagine è parte di un racconto e ne diventa strumento L importanza della comunicazione verbale

69 E dai, racconta lo STORYTELLING per la comunicazione sul web

70 Cieco dalla nascita Un cieco riceveva poche elemosine. Passò di lì un pubblicitario che gli modificò il cartello. Poiché le offerte fioccavano, il cieco, quando lo incontrò nuovamente, volle sapere cosa avesse scritto. Il messaggio è lo stesso, ho solo cambiato la strategia di comunicazione. E cosa hai scritto?

71 E il primo giorno di primavera, e non posso vederlo. Da E.Cogno Semplificare senza Impoverire. Roma, AICUN

72 Noi ricordiamo ciò che ci emoziona. E facile ricordare la prima volta che abbiamo incontrato il nostro partner. Non altrettanto rammentare i numeri di telefono che abbiamo fatto quel giorno. Le memoria labile viene cancellata, la memoria emozionale è eterna. La comunicazione efficace usa le emozioni, sentimenti, parla alla testa, ma anche al cuore.

73 Se gli altri non ricordano quello che abbiamo raccontato, non abbiamo comunicato. Se dobbiamo gridare evidentemente il messaggio è debole. Se dobbiamo ripeterlo, è perché non siamo stati chiari la prima volta: quante volte dovete dire Corri a casa tua, che sta bruciando?

74 Potete portare il cavallo alla fontana sperando che beva, ma non potete obbligarlo a bere Potete sperare che il vostro racconto persuada, ma non potete obbligare gli altri ad essere persuasi. La persuasione è una difficile conquista, ma se una comunicazione non persuade, a cosa serve?

75 Come fare? Proviamo insieme ad individuare qualche piccola regola Non parlare, ma farsi ascoltare. Non scrivere, ma farsi leggere.

76 In sostanza: comunicare (mettere in comune) condividere, scambiare

77 Per qualsiasi pubblico, la chiave per comunicare è anzitutto l esempio. Quando ci si rivolge ad un pubblico per comunicare è bene sempre mettere PRIMA l esempio e poi il postulato

78 BANALE ma VERO! Le frasi lunghe (con più di 25 parole) che contengono parole lunghe (con molte sillabe) sono più difficili da comprendere rispetto alle frasi brevi con parole corte.

79 AIUTINO: Indice GULPEASE e test GUNNING S FOG Il primo è un indice di leggibilità utilizzando la lunghezza delle parole in lettere anziché in sillabe E consigliabile raggiungere Un indice compreso tra 60 e 70, in una scala Con val. max=0 Il secondo classifica la leggibilità del testo In base ai livelli della scuola superiore USA E consigliabile raggiungere un indice compreso Tra 7 e 8.

80 Non utilizzare MAI gergo tecnico Il gergo trae origine dai codici criptati per la difesa delle corporazioni. La sua natura è difensiva: non-comunicativa

81 Cambiare il contesto del messaggio: Un inizio, banale per un racconto, è innovativo per l inizio di un discorso. (C era una volta ) Il verso di una canzone, può essere l incipit di una lettera. (Caro amico ti scrivo..) Un messaggio pubblicitario, può essere l ironico finale di un articolo. (Perché l italiano non compra mai a scatola chiusa..) Il titolo di un articolo può essere un claim pubblicitario.

82 In definitiva, le parole sono tutto quello che abbiamo, perciò è meglio che siano quelle giuste, con la punteggiatura nei posti giusti, in modo che possano dire quel che devono dire, nel modo migliore Raymond Carver, Il mestiere di scrivere Vi assicuro: non è sempre così!! Qualche esempio

83 Il fonogramma La mancanza di W.C. Il bicchiere scagliato

84 Occorre esprimersi in maniera chiara: Farsi capire, eliminando i disturbi della comprensione Parole semplici e comuni Linearità del discorso: poche subordinate Smontare il linguaggio burocratico: frasi fatte, i gerghi, i luoghi comuni, l antilingua!

85 Usate espressioni dirette Tutte le volte SEMPRE Nel caso in cui SE In relazione a SU Nel momento in cui QUANDO In data odierna OGGI In un futuro molto prossimo PRESTO Di natura confidenziale CONFIDENZIALE Occorre ricordare quella che è LA RAGIONE E la ragione E nostro intendimento INTENDIAMO

86 La forma? Meglio personale E contemplata l istituzione di una commissione preposta alla valutazione dell effettivo raggiungimento degli obiettivi previsti e allo svolgimento di apposite verifiche finalizzate al servizio del cittadino Tradurre, prego!! Il brigadiere e l antilingua

87 Organizzare la struttura Potenziate la struttura del testo scritto o della relazione in base all obiettivo: INFORMARE? NEGOZIARE? CONVINCERE?

88 Organizzare la struttura BLOB: Bottom line on the bottom BLIM: Bottom line in the middle BLOT: Bottom line on the top

89 Vola solo chi osa farlo! (L.Sepulveda)) Buon lavoro!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Corso di formazione avanzata L ADDETTO STAMPA NELL ERA CROSSMEDIALE Programma formativo 2012 Indice 1. Obiettivi 2.

Dettagli

La semplicità di formare i lavoratori in somministrazione

La semplicità di formare i lavoratori in somministrazione La semplicità di formare i lavoratori in somministrazione un catalogo di offerta formativa multimediale MiFORMOeLAVORO è il progetto, lanciato da Adversus in collaborazione con Skilla, che ha l obiettivo

Dettagli

Ideare e gestire una newsletter

Ideare e gestire una newsletter Ideare e gestire una newsletter Se correttamente gestita, una newsletter può diventare uno strumento davvero utile per tenere informati i visitatori di un sito e conquistare la fiducia e la fedeltà, dei

Dettagli

n LA RACCOLTA FONDI n E n LA COMUNICAZIONE n per le piccole associazioni 15-16 maggio 2010 Per un fundraising efficace, la comunicazione è necessaria per far conoscere la Buona Causa dell associazione

Dettagli

Ricerca attiva del lavoro

Ricerca attiva del lavoro Ricerca attiva del lavoro La ricerca attiva in tre fasi 1 3 2 CONSAPEVOLEZZA STRUMENTI INFORMAZIONI Fase 1: Consapevolezza Io cosa offro? Bilancio di competenze Strumenti: Domande individuali: cosa so

Dettagli

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO!

7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! MONDO GRAFICA 7mas ti aiuta a entrare nel mondo della grafica PASSO DOPO PASSO! IL MATTONE di ogni comunicazione Grafica La pubblicità è quella forma di comunicazione che raggruppa la diffusione di messaggi

Dettagli

IL LINGUAGGIO PUBBLICITARIO

IL LINGUAGGIO PUBBLICITARIO IL LINGUAGGIO PUBBLICITARIO Annunziata Gemma PREMESSA La pubblicità è una forma di comunicazione che ha lo scopo di indurre i potenziali acquirenti alla scelta di un prodotto o di un servizio o ad accrescere

Dettagli

Come costruire un CV vincente. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2014

Come costruire un CV vincente. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2014 Come costruire un CV vincente Laura Robustini EURES Adviser 04 Marzo 2014 L EUROPA E I GIOVANI Come rendo il mio cv visibile? Entra nel sito EURES: http://ec.europa.eu/eures/ Ricerca passiva: è possibile

Dettagli

I 5 errori più frequenti

I 5 errori più frequenti I 5 errori più frequenti degli ottici su di Mauro Gamberini In questo report scoprirai: i 5 errori più frequenti commessi dagli Ottici su FB Qual è l errore principale e perché non commetterlo i 5 motivi

Dettagli

Il Curriculum Vitae e la rete dei contatti personali. Materiali di Orientamento Giugno 2014

Il Curriculum Vitae e la rete dei contatti personali. Materiali di Orientamento Giugno 2014 Il Curriculum Vitae e la rete dei contatti personali Materiali di Orientamento Giugno 2014 Il Network (rete personale) La mia RETE di conoscenze e relazioni con persone che possono interessarsi alla mia

Dettagli

Ascolta e comprende testi orali "diretti" o "trasmessi" dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo.

Ascolta e comprende testi orali diretti o trasmessi dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo. Classe seconda scuola primaria G.Giacosa Caluso Insegnanti: Actis Oreglia Luigina, Praolini Cristiana Tematiche trasversali ( didattica per competenze-competenze digitali) Progetto didattico secondo il

Dettagli

David Berti. davebe@inbox.com. Comunicarsi sul Web

David Berti. davebe@inbox.com. Comunicarsi sul Web David Berti davebe@inbox.com Comunicarsi sul Web Comunicare?? Comunicare deriva dal verbo di origine latina communicare che significa condividere Comunicare Condividere dati linguistici (informazione)

Dettagli

L USO DELLA PNL IN AZIENDA: COME, QUANDO E PERCHE

L USO DELLA PNL IN AZIENDA: COME, QUANDO E PERCHE L USO DELLA PNL IN AZIENDA: COME, QUANDO E PERCHE LA SCIENZA Se si cerca programmazione neurolinguistica O PNL si hanno questi risultati ( tantissimi ) Definire la PNL, Programmazione Neuro Linguistica

Dettagli

Tecniche di buona comunicazione in posta elettronica

Tecniche di buona comunicazione in posta elettronica MERCATI E TENDENZE Tecniche di buona comunicazione in posta elettronica di Saverio RubinI 1 Molto più posta che navigazione Chi si avvicina a un computer per collegarsi in Internet, è portato a pensare

Dettagli

Costruire l identità di marca La comunicazione sul web

Costruire l identità di marca La comunicazione sul web Costruire l identità di marca La comunicazione sul web MariaClaudia Brucculeri mcbrucculeri@unipa.it Struttura fondamentale della Chi? Dice cosa? A chi? comunicazione Attraverso quale canale? emittente

Dettagli

Come scrivere una lettera di presentazione. micidiale! (Seconda edizione)

Come scrivere una lettera di presentazione. micidiale! (Seconda edizione) Come scrivere una lettera di presentazione micidiale! (Seconda edizione) INDICE Introduzione... 4 Le basi della lettera di vendita vincente... 6 Se vuoi fare business, devi sapere come vendere...6 Cosa

Dettagli

Comunicazione di massa

Comunicazione di massa Persuadere per prevenire: tecniche di comunicazione nelle campagne di prevenzione. Fiorenzo Ranieri 1 Le campagne di prevenzione in Italia sono fortemente condizionate dalla impostazione legislativa. Le

Dettagli

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI

IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Titolo documento: IL LINGUAGGIO NELLE RELAZIONI GENITORI FIGLI Relatore/Autore: DON. DIEGO SEMENZIN Luogo e data: S. FLORIANO, 22 APR. 2001 Categoria Documento: Classificazione: Sintesi/Trasposizione di

Dettagli

Riflessione sulla lingua Situazioni comunicative ed elementi della comunicazione Marino Martignon

Riflessione sulla lingua Situazioni comunicative ed elementi della comunicazione Marino Martignon iflessione sulla lingua Situazioni comunicative ed elementi della comunicazione Marino Martignon SITUAZIONI COMUNICATIV D LMNTI DLLA COMUNICAZION Le varie forme della comunicazione Molte persone identificano

Dettagli

Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo

Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo Catalogo 2010 Terzo settore e Associazionismo PRESENTAZIONE CORSI PER LE ORGANIZZAZIONI DEL TERZO SETTORE Strategie di marketing, Comunicazione e Fund Raising: Una sfida e una necessita per le organizzazioni

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Scrivere per il web in modo corretto ed efficace

Scrivere per il web in modo corretto ed efficace Scrivere per il web in modo corretto ed efficace Presentazione linee guida editoriali per il web Giovedì 29 gennaio 2015 Servizio Comunicazione Scrivere per il web Linee guida editoriali per il web Cosa

Dettagli

I social network, come sfruttarli al meglio per comunicare tra i colleghi

I social network, come sfruttarli al meglio per comunicare tra i colleghi I social network, come sfruttarli al meglio per comunicare tra i colleghi www.aioroma.it Intervista a Maurizio Patitucci A cura di Michelangelo Marino Buongiorno Maurizio, sono ormai diversi anni che insieme

Dettagli

La PNL nel settore assicurativo

La PNL nel settore assicurativo La PNL nel settore assicurativo I Principi della Programmazione Neuro Linguistica pagina 1 Cosa è la Programmazione Neuro Linguistica (PNL) La programmazione neuro linguistica è una metodologia formativa

Dettagli

2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio. A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.

2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio. A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara. 2.0: Facebook per dialogare con i clienti e promuovere un territorio A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Novembre 2015 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB

Dettagli

Stevie Jordan. Informazioni sul copyright

Stevie Jordan. Informazioni sul copyright Informazioni sul copyright 2013. Tutti i diritti riservati. Questo ebook, il suo titolo, e l'e-book design e il layout, sono di esclusiva proprietà dello stesso Autore. Tutte le altre illustrazioni e le

Dettagli

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome Guida NetPupils Un social network è un sito che dà la possibilità alle persone di entrare in contatto e condividere informazioni. I social network si basano su quella che viene definita amicizia : concedendo

Dettagli

Franco Taggi Reparto Ambiente e Traumi Dipartimento Ambiente e connessa Prevenzione Primaria Istituto Superiore di Sanità

Franco Taggi Reparto Ambiente e Traumi Dipartimento Ambiente e connessa Prevenzione Primaria Istituto Superiore di Sanità Il metodo del Rispondente Cancellato (ERM) per i controlli su strada della guida sotto l influenza di alcol o sostanze (e non solo): un paradigma illustrativo. Franco Taggi Reparto Ambiente e Traumi Dipartimento

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 20 Come scegliere il gestore telefonico CHIAVI In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni sulla scelta del gestore telefonico parole relative alla scelta del gestore telefonico

Dettagli

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE Scopri come Creare e Vendere viaggi online! Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE La 5 cose che devi fare per avere successo in questa attività! Sai cosa fa la differenza tra una formula di successo e

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

AGENDA DIGITALE RAVENNA

AGENDA DIGITALE RAVENNA FOCUS GROUP AZIENDE 3 Sala Maraldi 19/11/2013 AGENDA PARTECIPANTI: 11 uditori (3 tecnici del Comune di Ravenna +1 Lepida + Assessore Cameliani) GENERE: 10 uomini e 1 donna ETA MEDIA: 47 NAZIONALITA : italiana

Dettagli

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1

Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Relazione finale Progetto : NOI, AMICI SPECIALI ins. Gallo Maria classe L1 Quando si è trattato di definire un progetto da realizzare per la conclusione del primo anno DOL ho cercato d focalizzare le caratteristiche

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO

ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO Scuola dell Infanzia di Brusnengo PREMESSA: La programmazione annuale si sviluppa attraverso sette unità di apprendimento. Il presente compito di

Dettagli

Liberi di esprimere al meglio il nostro talento e investire nel nostro futuro. A chi si rivolge

Liberi di esprimere al meglio il nostro talento e investire nel nostro futuro. A chi si rivolge Week End Training con la Comunicazione Professione: Comunicatore in Azienda Linee guida, tecniche e segreti di un mestiere che richiede competenze e passione Come diventare esperti del mestiere? Come migliorare

Dettagli

EMAIL MARKETING E NEWSLETTER

EMAIL MARKETING E NEWSLETTER Registro 5 EMAIL MARKETING E NEWSLETTER Consigli sull uso strategico della posta elettronica TIPS&TRICKS DI ALESSANDRA FARABEGOLI INDEX 3 5 9 13 19 Introduzione Email marketing e dominio Il contenuto è

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

Il software completo per la comunicazione della tua scuola

Il software completo per la comunicazione della tua scuola Bacheca Scuola Interattiva Il software completo per la comunicazione della tua scuola Bacheca Scuola Interattiva è uno strumento ricco di funzionalità per gestire e condividere le informazioni della tua

Dettagli

LA FILOSOFIA GESTIONALE DEL MARKETING

LA FILOSOFIA GESTIONALE DEL MARKETING COMMENTO FRASI LA FILOSOFIA GESTIONALE DEL MARKETING Il management deve convincersi non di fabbricare prodotti, ma di fornire soddisfazioni che creano valore per i clienti (Levitt) - mission del mkt è

Dettagli

Lezioni di spicce Fotografia

Lezioni di spicce Fotografia Lezioni spicce di fotografia Lezioni di spicce Fotografia 1 Introduzione L idea di queste pagine, un po spicce, vagamente sbrigative, nascono da una conversazione in chat, perché anche io chatto, con un

Dettagli

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING!

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING! I PRIMI PASSI NEL NETWORK MARKETING Ciao mi chiamo Fabio Marchione abito in brianza e sono un normale padre di famiglia, vengo dal mondo della ristorazione nel quale ho lavorato per parecchi anni. Nel

Dettagli

50 cose da sapere sull email marketing Nicholas Di Maggio INTRODUZIONE

50 cose da sapere sull email marketing Nicholas Di Maggio INTRODUZIONE INDICE INTRODUZIONE.. 3 I VANTAGGI DELL EMAIL MARKETING... 4 PROGETTARE UNA CAMPAGNA DI EMAIL MARKETING. 6 COME SCRIVERE UN MESSAGGIO. 10 GLI ERRORI DA EVITARE 16 PER APPROFONDIRE 20 CONCLUSIONE...23 LICENZA

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

COMUNICAZIONE:IL FILO CHE CI COLLEGA AL MONDO LA COMUNICAZIONE è LA MODALITA ATTRAVERSO la quale GLI ESSERI UMANI ENTRANO IN RELAZIONE E SI

COMUNICAZIONE:IL FILO CHE CI COLLEGA AL MONDO LA COMUNICAZIONE è LA MODALITA ATTRAVERSO la quale GLI ESSERI UMANI ENTRANO IN RELAZIONE E SI COMUNICAZIONE:IL FILO CHE CI COLLEGA AL MONDO LA COMUNICAZIONE è LA MODALITA ATTRAVERSO la quale GLI ESSERI UMANI ENTRANO IN RELAZIONE E SI INFLUENZANO La comunicazione è una abilità fondamentale nella

Dettagli

Fate clic per aggiungere testo. kjiijijijji

Fate clic per aggiungere testo. kjiijijijji Fate clic per aggiungere testo kjiijijijji SEMINA COME UN ARTISTA AUSTIN KLEIN Queste slides sono il riassunto del libro SEMINA COME UN ARTISTA di AUSTIN KLEON VENGONO RIPORTATI SOLAMENTE I PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

e-mail marketing tips & tricks migliora le performance delle tue campagne in 5 semplici mosse

e-mail marketing tips & tricks migliora le performance delle tue campagne in 5 semplici mosse e-mail marketing tips & tricks migliora le performance delle tue campagne in 5 semplici mosse Semina un pensiero e raccoglierai un azione, semina un azione e raccoglierai un abitudine, semina un abitudine

Dettagli

www.notiziedalcomune.com

www.notiziedalcomune.com La comunicazione pubblica Appunti dal libro di Alessandro Rovinetti Diritto di Parola. Strategie, professioni, tecnologie della comunicazione pubblica - (Il Sole 24 Ore), 2002 Nel 2000, con la legge 150,

Dettagli

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi''

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi'' J.AThePowerOfSponsorship Di Giuseppe Angioletti http://www.segretidei7uero.altervista.org ''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza

Dettagli

MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT

MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT CHE COS È IL MARKETING BRANCA DELL ECONOMIA CHE UNISCE PRODUTTORI CONSUMATORI PER UNO SCAMBIO RECIPROCAMENTE VANTAGGIOSO E IL MARKETING MIX

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

Alcune strategie utili per ridurre i costi della tua campagna e lanciare il tuo business con un piccolissimo investimento.

Alcune strategie utili per ridurre i costi della tua campagna e lanciare il tuo business con un piccolissimo investimento. Seminario gratuito in 5 lezioni: Scopri cos'è e come funziona Google AdWords, lo strumento più efficace per farti trovare 24 ore su 24 da potenziali clienti interessati ad acquistare i tuoi prodotti e

Dettagli

Materiale didattico del corso di Marketing e Comunicazione d Impresa

Materiale didattico del corso di Marketing e Comunicazione d Impresa Il processo di comunicazione Generalmente si ritiene che nel processo di comunicazione avvenga il semplice trasferimento di un messaggio già dotato di determinati significati. Comunicare Informare Il termine

Dettagli

FACILITAZIONE E SEMPLIFICAZIONE

FACILITAZIONE E SEMPLIFICAZIONE Ferrara, 14 aprile 2014 FACILITAZIONE E SEMPLIFICAZIONE LA SEMPLIFICAZIONE DEL PARLATO di Tania Pasqualini «Ogni lingua dice il mondo a modo suo» Rudolf Steiner LA SEMPLIFICAZIONE L insegnante, da un lato,

Dettagli

C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O

C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O Ciao sono Alessio Giampieri, web marketer e consulente da 5 anni. Ho scritto questa guida con

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 20 Come scegliere il gestore telefonico In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni sulla scelta del gestore telefonico parole relative alla scelta del gestore telefonico la

Dettagli

COME PREPARARE UNA PRESENTAZIONE ORALE IN POWERPOINT

COME PREPARARE UNA PRESENTAZIONE ORALE IN POWERPOINT COME PREPARARE UNA PRESENTAZIONE ORALE IN POWERPOINT Da: http://mappingcompanysuccess.com CPC LOCARNO INTRODUZIONE Una presentazione orale efficace si basa su un processo di quattro fasi: PIANIFICARE PREPARARE

Dettagli

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting

La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro. Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro Corso a cura di Agape Consulting La comunicazione per il successo nella vita e nel lavoro La capacità di comunicare e di negoziare è il principale

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

ABILITÀ E PERSUASIONE DELLA COMUNICAZIONE NON VERBALE

ABILITÀ E PERSUASIONE DELLA COMUNICAZIONE NON VERBALE ABILITÀ E PERSUASIONE DELLA COMUNICAZIONE NON VERBALE Come convincere abilmente l'altro con 5 semplici mosse Sguardo, Voce, Corpo, Postura, Abbigliamento Abilità e Persuasione della Comunicazione NON Verbale

Dettagli

Indici di Leggibilità

Indici di Leggibilità Leggibilità: il problema Indici di Leggibilità Giuseppe Di Modica Corso di Elaborazione del Linguaggio Naturale Negli ultimi decenni il problema della leggibilità dei testi ha acquistato una crescente

Dettagli

Catalogo Be training

Catalogo Be training Catalogo Be training AREA COMMERCIALE TELEFONARE PER VENDERE LA VENDITA IPNOTICA IL CUORE VITALE DELL AZIENDA: L UFFICIO COMMERCIALE TOP SALES MANAGEMENT IL RUOLO DEL FRONT LINE AREA ABILITA PERSONALI

Dettagli

Cosa non e il Network Marketing?

Cosa non e il Network Marketing? Cosa non e il Network Marketing? 1. Il Network Marketing non è una piramide del tipo illegale. Non è una specie di catena di Sant Antonio o una lotteria illegale dove una persona guadagna spingendo altre

Dettagli

Portale Unife Corso per referenti web del sito Unife. Scrivere per il web

Portale Unife Corso per referenti web del sito Unife. Scrivere per il web Scrivere per il web Sul web, come sulla carta, la comunicazione deve essere efficace Una comunicazione è efficace quando stimola nel lettore la reazione voluta (capire una procedura, eseguirla, acquistare,

Dettagli

..parlattare tra genitori

..parlattare tra genitori 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE..parlattare tra genitori Cari amici e care amiche, vi presentiamo una chiacchierata che abbiamo avuto il piacere di raccogliere dai genitori che partecipano a Parlattando

Dettagli

1_ http://www.anconanord.it Evitare la semplice autoreferenzialità. Provare a documentare i processi piuttosto che i semplici prodotti. Trova il tempo per aggiornarlo costantemente 02_http://www.assisi2circolo.it

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA IL COMUNICATORE NELL ERA CROSSMEDIALE

FORMAZIONE AVANZATA IL COMUNICATORE NELL ERA CROSSMEDIALE FORMAZIONE AVANZATA IL COMUNICATORE NELL ERA CROSSMEDIALE INDICE Obiettivi Destinatari Metodologia didattica Coordinamento scientifico Programma Regolamento Obiettivi Valorizzare la comunicazione scritta,

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

Datti Un Opportunità. Sperimentazione di un modello nuovo per affrontare l esperienza lavorativa. Gianluigi

Datti Un Opportunità. Sperimentazione di un modello nuovo per affrontare l esperienza lavorativa. Gianluigi Datti Un Opportunità Sperimentazione di un modello nuovo per affrontare l esperienza lavorativa Gianluigi Datti Un Opportunita è lo slogan che associo ad un modello alternativo (perchè poco praticato...

Dettagli

Judgment. Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement.

Judgment. Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement. Judgment Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement.com 2014 Hogan Assessment Systems PERSONALITÀ E DECISIONI I problemi

Dettagli

ECONOMY WEB SITI RESPONSIVE CREAZIONE SITI WEB VIDEO MARKETING GRAFICA PUBBLICITARIA E-COMMERCE

ECONOMY WEB SITI RESPONSIVE CREAZIONE SITI WEB VIDEO MARKETING GRAFICA PUBBLICITARIA E-COMMERCE ECONOMY WEB CREAZIONE SITI WEB VIDEO MARKETING SITI RESPONSIVE GRAFICA PUBBLICITARIA E-COMMERCE PRESENTAZIONE DELL AGENZIA CHI SIAMO La nostra passione é creare, inventare, stupire e dare emozioni attraverso

Dettagli

FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi

FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi UN DISEGNO PER DIRE Terza tappa Il percorso Fiori per dire e raccontare prende avvio dal dono di un fiore che ogni bambino della

Dettagli

Comunicare la scuola sul web

Comunicare la scuola sul web AIART UCIIM 18 marzo 2009 comunicare rendere partecipi, entrare in relazione con gli altri scuola come istituzione, luogo di lavoro, attività di insegnamento, educazione e trasmissione dell insegnamento

Dettagli

Comunicazione d impresa

Comunicazione d impresa Comunicazione d impresa Lorenza Rossini Anno 2005-2006 Programma I concetti fondamentali Le aree della comunicazione d impresa Gli strumenti e i mezzi della comunicazione Il piano di comunicazione Alcuni

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Noi e Oratio parliamone

Noi e Oratio parliamone Comunicare in Pubblico ovvero Noi e Oratio parliamone CNA Impresa Donna Grand Hotel di Rimini, Parco Federico Fellini 7 8 9 Maggio 2010 1 RICORDA: - Il Cervello inizia a lavorare nel momento in cui sei

Dettagli

melascrivi Il Content Marketplace

melascrivi Il Content Marketplace melascrivi Il Content Marketplace Consigli pratici per gli utenti di Melascrivi LO SCRITTORE SEI TU Vogliamo realizzare una raccolta di consigli per gli scrittori del web. Un piccolo catalogo con gli accorgimenti

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai.

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Prima di tutto voglio farti i complimenti per l apertura mentale che ti ha portato a voler scaricare questo mini ebook. Infatti, non è da

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento OBIETTIVI, STRATEGIE E TATTICHE DI MARKETING ON-LINE: L INTERNET MARKETING PLAN ORGANISMO BILATERALE

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di.

COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di. COME COMUNICARE? La violenza verbale, da una parte e dall altra, è indice di. Vorrei partire da un assunto, o meglio una constatazione: è impossibile non comunicare: la comunicazione è una proprietà del

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

4, 5 ANNO DELLA SCUOLA PRIMARIA

4, 5 ANNO DELLA SCUOLA PRIMARIA ASCOLTO E PARLATO Intervenire nel dialogo e nella conversazione in modo pertinente. Interagire nello scambio comunicativo formulando domande e risposte adeguate al contesto. Esprimere il proprio punto

Dettagli

DONARE. Fa parte dei bisogni primari dell uomo e lo fa sentire bene

DONARE. Fa parte dei bisogni primari dell uomo e lo fa sentire bene PERSONE DONARE Fa parte dei bisogni primari dell uomo e lo fa sentire bene DONATORI Fonte: ricerca Italiani Solidali, Doxa, maggio 2013 TREND DONATORI IN ITALIA Fonte: ricerca Italiani Solidali, Doxa,

Dettagli

LA ROSA DEI SETTE DESIDERI

LA ROSA DEI SETTE DESIDERI Carlo Scataglini LA ROSA DEI SETTE DESIDERI Il mio quaderno degli esercizi SERIE BLU Prime letture: fino a 1000 parole Erickson Indice 7 Introduzione 11 PRIMA SEZIONE Ecco i personaggi della storia 15

Dettagli

10 errori e-mail da evitare!

10 errori e-mail da evitare! 10 errori e-mail da evitare! Dal sito PILLOLE DI MARKETING WEB Le e-mail sono parte integrante dell attività di business come mezzo di contatto e di relazione e come tali diffondono l immagine di aziende

Dettagli

CONSIGLI PER POTENZIARE L APPRENDIMENTO DELLA LINGUA

CONSIGLI PER POTENZIARE L APPRENDIMENTO DELLA LINGUA CONSIGLI PER POTENZIARE L APPRENDIMENTO DELLA LINGUA Possiamo descrivere le strategie di apprendimento di una lingua straniera come traguardi che uno studente si pone per misurare i progressi nell apprendimento

Dettagli

Pillole di eventi di fundraising

Pillole di eventi di fundraising Pillole di eventi di fundraising Forlì, 11-12 settembre 2014 Mara Garbellini IL POTERE DEGLI EVENTI: TOCCARE CON MANO LA TUA ORGANIZZAZIONE Gli eventi sono occasioni reali, tangibili per donare e per partecipare

Dettagli

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI IL GIORNALE Il termine giornale deriva da giorno. Tra i giornali distinguiamo i periodici (settimanali, quindicinali, mensili, trimestrali ecc.) e i quotidiani (dal latino cotidie che significa ogni giorno

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

Lezione nr. 3. >> Le basi della tecnologia PHP per scrivere applicazioni per il web.

Lezione nr. 3. >> Le basi della tecnologia PHP per scrivere applicazioni per il web. Lezione nr. 3 >> Le basi della tecnologia PHP per scrivere applicazioni per il web. Ciao, spero tu abbia installato l editor di testo preferito o quello che ti ho consigliato e che tu sia riuscito a creare

Dettagli