PROPOSTA DI UNA SESSIONE YOGA PER BAMBINI SULLA BASE DEL RACCONTO IL VIAGGIATORE DI DAREN SIMKIN

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROPOSTA DI UNA SESSIONE YOGA PER BAMBINI SULLA BASE DEL RACCONTO IL VIAGGIATORE DI DAREN SIMKIN"

Transcript

1 A.I.Y.B. ASSOCIAZIONE ITALIANA YOGA BAMBINI MASTER SEDE DI NOVARA ESAME INTERMEDIO SABATO 11 APRILE 2015 PROPOSTA DI UNA SESSIONE YOGA PER BAMBINI SULLA BASE DEL RACCONTO IL VIAGGIATORE DI DAREN SIMKIN Tribù composta da: MICHELA ADILETTA: Dolce Suono EMANUELA CALDAROLA : Aquila Liberata FAUSTA CARRERA: Dolce Sorriso GIADA COLOMBO: Diamante Nero MARIELLA DARIA: Madhuri ANTONELLA RAINERI: Alba Chiara 1

2 2

3 IL VIAGGIATORE DI DAREN SIMKIN. C era una volta un bambino di nome Charlie. La sua mamma e il suo papà lo amavano moltissimo. Aveva molti amici con cui giocare, tra cui una bambina con un bel sorriso, e un cane che lo portava in giro a passeggio. Ma Charlie non era del tutto felice, perché la vita non gli sembrava perfetta. Dopotutto, i genitori gli facevano fare le faccende gli amici a volte gli rompevano i giocattoli, e perfino il cane gli aveva attaccato due volte le pulci. Cosi, un giorno, Charlie ebbe un idea. Sali in soffitta e tiro fuori una valigia. Era pesante, aveva cinture robuste ed era in grado di contenere moltissime cose importanti. Charlie la spolverò e la trascinò nella sua cameretta. A cosa ti serve la valigia, Charlie? chiesero la mamma e il papà. Sto per chiuderci tutto il mio tempo disse Charlie, e viaggerò fin quando non troverò qualcosa di perfetto per occuparlo. Sei sicuro? domandarono preoccupati i suoi genitori, Si, disse Charlie. E a impacchettare il suo tempo si mise; iniziando dai grandi, voluminosi decenni, per passare agli anni rotondi e schiacciati, i quadrati, soffici mesi, le triangolari, luccicanti settimane e i giorni sfilacciati un sacco di morbide ore di seta e i minuti sgualciti. Charlie spinse dentro anche un mucchio di minuscoli secondi per il viaggio, benché non sembrava che volessero partire. Chiuse la sua valigia e strinse forte le cinghie. Il giorno dopo all alba, Charlie trascinò la valigia di sotto. Arrivederci mamma. Arrivederci, papà. Arrivederci, Charlie, risposero i suoi genitori con le lacrime agli occhi. Per favore prendi il mio berretto, gli disse la sua amica carina, che s era affrettata per vederlo. E cosi Charlie se ne andò a cercare qualcosa di perfetto che lo rendesse felice. Camminava e camminava, dormiva e dormiva con la sua pesante valigia accanto che lo faceva sentire felice. Perché poteva dire a se stesso: Il mio tempo è al sicuro nella valigia, non posso proprio sbagliarmi. Troverò presto qualcosa di perfetto per trascorrerlo tutto! Una mattina Charlie camminava accanto a una bella foresta. Api ronzanti, scoiattoli a far provviste e tacchini gloglottanti, e persino qualche daino con gli occhi sbarrati, uscirono per vedere se lui voleva trascorrere il suo tempo con loro. Charlie posò la valigia e si mise a pensare. Ma in quel momento senti un ramo cadere, e non voleva farsi male. Allora la foresta non era del tutto perfetta, e Charlie scosse la testa, raccolse la valigia e si rimise in viaggio. Camminava e camminava, dormiva e dormiva con la sua pesante valigia accanto che lo faceva sentire felice. Perché poteva dire a se stesso: Il mio tempo è al sicuro nella valigia, non posso proprio sbagliarmi Troverò presto qualcosa di perfetto per trascorrerlo tutto! Un giorno Charlie camminava attraverso un deserto ventoso. Cammelli sputacchianti, lucertole striscianti e lepri saltellanti e perfino una pacifica volpe si avvicinarono per osservarlo prendere la sua decisione. Charlie posò la valigia e pensò. Ma il sole bruciava intensamente, e Charlie preferiva l ombra. Neanche il deserto era del tutto perfetto, e Charlie scosse la testa, raccolse la valigia e si rimise in viaggio. Camminava e camminava, dormiva e dormiva con la sua pesante valigia accanto che lo faceva sentire felice. 3

4 Perché poteva dire a se stesso:il mio tempo è al sicuro nella valigia, non posso proprio sbagliarmi. Troverò presto qualcosa di perfetto per trascorrerlo tutto! Un pomeriggio Charlie camminava lungo un oceano scintillante. Balene giganti, foche spruzzanti e anguille sguscianti e perfino il minuscolo plancton fecero capolino dall acqua per vedere ciò che faceva. Charlie lasciò andare la valigia e rifletté. Ma vide l acqua profonda, e non sapeva nuotare. Nemmeno l oceano era del tutto perfetto, e Charlie scosse la testa, raccolse la valigia e si rimise in viaggio. Camminava e camminava, dormiva e dormiva con la sua pesante valigia accanto che lo faceva sentire felice. Perché poteva dire a se stesso: Il mio tempo è al sicuro nella valigia, non posso proprio sbagliarmi Troverò presto qualcosa di perfetto per trascorrerlo tutto! Man mano che Charlie camminava passava in rassegna un sacco di lavori migliaia di libri, innumerevoli cinema e strumenti musicali da suonare, ogni sorta di passatempo e tipo di sport, molte lingue straniere e le meraviglie del mondo. Ma nulla era esattamente ciò che stava cercando. Niente era perfetto. Cosi teneva il tempo chiuso e continuava a viaggiare. Finché una notte, era ormai un uomo anziano e stanco, Charlie capi che era solo. Più di ogni altra cosa al mondo, aveva bisogno di qualcuno con cui parlare. Aveva viaggiato nell oscurità, s era arrampicato al chiaro di luna e aveva camminato sotto le stelle. E alla fine giunse a casa. Anche la ragazza carina, che era ancora la più carina che Charlie avesse mai visto, ora era anziana. Lei vide il suo berretto e sorrise. Charlie posò la valigia e le disse: Ho deciso di utilizzare il mio tempo, i miei decenni, gli anni, i mesi, le settimane e i miei giorni, le ore, i minuti e anche i secondi. Sono pronto a usarli tutti, e voglio farlo a casa, con gli amici. Con te. Slacciò la valigia che aveva contenuto il suo tempo tanto a lungo e la svuotò. Ma solo un quadrato, soffice mese cadde in terra. Dove è andato a finire tutto il mio tempo? gridò Charlie. Benché scuotesse la valigia e cercasse in ogni angolo, ruzzolarono fuori solo minuscoli secondi. E possibile che il mio tempo sia scivolato fuori dalla mia valigia?, chiese. Sicuramente non i decenni, erano cosi grandi e voluminosi! E i miei anni! Non capisco!. Charlie, non è la valigia il problema, gli disse l amica. Non puoi conservare il tempo. Ma, insisté Charlie, il mio era chiuso per bene... e s interrupe. E davvero questo tutto il tempo che mi è rimasto?, chiese. Si rispose lei. Charlie non sapeva che fare. Vieni a sederti vicino a me, gli disse l amica. Gli fece posto di fianco a sé tra un gruppo di amici di fronte a un fuoco scoppiettante. Allora Charlie si sedette. Gli amici parlavano di tutte le cose meravigliose con le quali avevano passato il proprio tempo: Belle foreste, deserti ventosi e oceani scintillanti, lavori, libri, film e musica, hobby, sport, lingue e meraviglie. Ma Charlie, che se le era fatte tutte sfuggire, non disse nulla. Perché sono qui?, Pensava. Tutti gli altri hanno utilizzato il proprio tempo. Io no. Ma proprio allora qualcuno chiese: Chi lo sa come sarebbe la vita se si fosse conservato tutto il tempo? Ci fu un gran silenzio nel gruppo. Nessuno degli altri lo aveva fatto, perciò nessuno conosceva la risposta. Ma Charlie si. L amica lo incoraggiò a parlare dei suoi viaggi. Lui lo fece. Tutti gli posero un mucchio di domande, a cui loro risposero. E tutti risero, gioirono e scherzarono e urlarono, gridarono e si abbracciarono mentre il mese svaniva. E mentre Charlie dedicava i suoi ultimi minuscoli secondi ai suoi amici, era amato. E amava. Forse non era stato perfetto, ma era felice. 4

5 SIGNIFICATO YOGICO DELLA FIABA IL VIAGGIATORE La storia di Charlie non è una fiaba per bambini, ma per adulti. Non solo: per adulti che si trovano su un certo sentiero. Quello che compie il protagonista, è l ordinario, superficiale e illusorio percorso di vita compiuto dalla maggior parte delle persone, sottoforma di una bellissima e colorita metafora studiata per arrivare ai bambini. Egli è mosso nel suo viaggio, da ciò che muove l intero genere umano: la ricerca della felicità. Tutti i grandi sentieri spirituali, soprattutto dell Oriente, tra i quali il Buddismo e lo Yoga, si sono sviluppati partendo da un elemento comune e cioè la constatazione della condizione di INFELICITÀ o per meglio dire di SOFFERENZA (DUHKHA) del genere umano. Il primo elemento che si evidenzia, infatti, è proprio quello. Charlie possedeva tutto per essere felice: la sua mamma e il suo papà lo amavano moltissimo. Aveva molti amici con cui giocare tra cui una bambina con un bel sorriso, e un cane che lo portava in giro a passeggio. Quello sarebbe il suo tempo per essere felice, perché ama ed è amato, ma non lo è, non lo sa, e così si muove, viaggia a cercare la vita perfetta. Ma su quale piano si muove il protagonista per cercare la felicità? O per meglio dire, su quale piano si muove l Uomo per trovare la felicità? Metaforicamente nella storia si parla di foreste, di deserti, di oceani, ma il significato di ciò è che la sua ricerca si rivolge lontano da sé, all esterno, in quella realtà che lo circonda e che vede, così come la mente e i sensi gliela fanno apparire: una realtà fenomenica, sensoriale, materiale e assolutamente di superficie e impermanente. E lì che l uomo si illude di trovarla: in un oggetto (una macchina nuova, un vestito nuovo e alla moda, un telefonino di ultima generazione ecc.), in un evento o in una persona (un viaggio, un figlio, un divorzio o un matrimonio, un cambio di lavoro, quando se ne andrà il capoufficio, ecc. ecc. ecc.). Analogamente Charlie: passava in rassegna un sacco di lavori, migliaia di libri, innumerevoli cinema,strumenti musicali da suonare, ogni sorta di passatempo e di sport, molte lingue straniere e le meraviglie del mondo. Sempre proiettato fuori, all esterno, lontano da sè. Ma, secondo lo yoga, tutto ciò che è impermanente non può che dare una felicità temporanea. Finito quel momento di entusiasmo iniziale, di gratificazione che puntualmente si scambia per felicità, tutto tende a scemare e ci si ritrova di nuovo in viaggio, sulla spinta del DESIDERIO di qualcos altro, e così via, a volte fino alla fine della vita. L uomo (Charlie) non sa di vivere come in un incantesimo, in una situazione di illusorietà (MAYA) a cui si lega quella che è considerata la prima e più importante causa fra le cinque (Klesa) della sofferenza umana e cioè l ignoranza (AVIDYA), non certo da intendersi come mancanza di sapere, bensì proprio come fraintendimento, il confondere, per esempio la realtà con ciò che percepiscono i sensi, il credere imperituro ciò che invece non lo è (ad es.: vivere pensando che si vivrà in eterno, che gli oggetti o le persone sono nostri, o che la felicità sia da ricercarsi nelle cose e manifestazione del mondo sensoriale). A tutto questo si lega un secondo elemento che ritroviamo anche nella storia e cioè che Charlie, in ogni situazione che si trova a vivere, scopre esserci sempre un qualcosa di negativo, pericoloso,che non gli piace, che non va e da cui fugge: i genitori gli facevano fare le faccende, gli amici a volte gli rompevano i giocattoli, e perfino il cane gli aveva attaccato due volte le pulci Ma il sole bruciava intensamente, e Charlie preferiva l ombra Ma in quel momento sentì un ramo cadere, e non voleva farsi male Ma vide l acqua profonda, e non sapeva nuotare. 5

6 Egli fugge continuamente la sofferenza, le situazioni spiacevoli credendo di poter trovare, da qualche parte, una condizione di perfezione. Allo stesso modo l uomo continuamente è spinto verso ciò che sente procurargli felicità, gratificazione, e che cerca di replicare, reiterare, e fugge, invece, da ciò che considera essere un ostacolo a questa ricerca. Attrazione/avversione: sono altri due Klesa, altre due cause della sofferenza umana che dipendono da Avidya (l Ignoranza). In questo immenso inganno di Maya si palesa all uomo una VISIONE DUALE DELLA REALTÀ (mi piace/non mi piace, bene/male, bello/brutto, buono/cattivo, ecc.) che è manifestazione di una coscienza imbrigliata nelle maglie della mente, per sua natura limitata e condizionata. L infelicità dell uomo, quindi, è il prodotto della mente condizionata che produce una visione separata della realtà, e che tiene in ostaggio la coscienza (la quale esiste prima della mente, secondo lo Yoga), per poter perpetuare il suo inganno. Scopo dell uomo, per lo yoga, è il superamento dei condizionamenti della mente allo scopo di liberare la coscienza e permetterle così di accedere ai piani più elevati ed intuitivi della Realtà, dove TUTTO È UNO. Il mezzo per giungere a questa LIBERAZIONE (Moksa) è la CONSAPEVOLEZZA. E Charlie al termine della sua vita, si ritrova da dove era partito, nello stesso luogo da cui era fuggito, a casa, dalla sua amica, dai suoi amici e comprende che la vera fonte della felicità sta dentro di sé ed è l AMORE: E mentre Charlie dedicava i suoi ultimi minuscoli secondi ai suoi amici era amato. E amava. Forse non era stato perfetto, ma era felice. Il luogo era lo stesso, gli amici erano gli stessi, ma lui no. Anche se solo da vecchio Charlie è stato fortunato perché ha potuto comprendere quale è il significato della vita per l uomo: amare ed essere amati. Ma ha anche compreso quello che nello yoga costituisce uno tra i dieci valori etici fondamentali da perseguire (divisi in Yama, regole sociali e Nyama, regole individuali) e cioè la capacità di essere contenti di quello che abbiamo (Santosha, accontentarsi), senza aspettare di perdere qualcosa per scoprire che lo eravamo. Santosha, quindi, è la consapevolezza che abbiamo molto di più di quello che effettivamente ci serve e cercare così di semplificare il nostro stile di vita. Il vero viaggio che l uomo può compiere verso la Felicità non è fuori, ma dentro sé stesso. Non è importante quanto è lungo il tempo che ci è dato di vivere, è importante con quale pienezza riusciamo a vivere ogni istante della nostra vita. Da essa non possiamo eliminare il dolore, la sofferenza, ma possiamo decidere se disperarci soltanto in questi momenti oppure provare a comprendere davvero in profondità che fanno parte della vita stessa e del suo mistero e che a volte possono rappresentare non solo sofferenza ma anche opportunità di comprensione e di crescita. Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell avere nuovi occhi. Marcel Proust Andai nei boschi perché volevo vivere con saggezza e in profondità e succhiare tutto il midollo della vita, sbaragliare tutto ciò che non era vita e non scoprire in punto di morte che non ero vissuto. Henry David Thoreau Shanti Path: Asato ma sad gamaya, Dalle Tenebre conducimi alla Luce Tamaso ma jyotir gamaya, Dall Irreale conducimi al Reale Mrityor ma hamritam gamaya Dalla Morte conducimi all Immortalità 6

7 IL VIAGGIATORE SPIEGATO AI BAMBINI Che cosa ci insegna la storia di Charlie? Charlie è un bambino contento o scontento? Pensate un po : all inizio della storia Charlie ci viene descritto come un bambino che ha tante cose belle per essere felice. Vi ricordate quali sono? Una mamma e un papà che gli vogliono bene, che è la cosa più importante, un cane che gli fa compagnia, un amica del cuore. Ma pur avendo così tante cose Charlie non è felice ma insoddisfatto e scontento, vuole di più ma non sa che cosa. Non solo, egli è convinto di poter fermare il tempo, chiudendolo dentro una valigia, così da tirarlo fuori e utilizzarlo nel momento in cui pensa di aver trovato la felicità perfetta. Da questa insoddisfazione inizia il suo viaggio che lo porterà in luoghi meravigliosi, farà tante esperienze, tante scoperte, conoscerà tante cose belle, ma alla fine Charlie è ancora il bambino che era partito da caso o no? No, ormai è diventato un uomo anziano, e questo ci fa capire che Charlie non era riuscito a fermare il tempo, anzi era trascorso, eccome! E a quel punto scopre che per quanto abbia cercato e cercato, la felicità perfetta non esiste. E che cosa succede dopo? Succede che ritorna a casa, nello stesso luogo da cui si era allontanato, e proprio lì riscopre l affetto dei suoi amici a cui anche lui voleva tanto bene e capisce che la cosa che davvero ci può rendere felici nella vita non è un oggetto, un viaggio, un luogo si, certo, queste cose possono renderci contenti, darci una felicità temporanea, che non dura per sempre ma ciò che ci può regalare una gioia più profonda e duratura è la capacità di amare e di essere amati. La storia di Charlie quindi ci insegna tante cose. La prima è che dobbiamo cercare di essere CONTENTI di quello che già abbiamo (nello yoga si chiama Samtosa, e vuol dire proprio accontentarsi ) e non pensare che ci manchi sempre qualcosa per esserlo. Chissà quante volte vi siete sentiti tristi perché volevate a tutti i costi un giocattolo nuovo, o una qualsiasi cosa che desideravate tanto pensando che sareste stati felici con quella cosa. E ogni volta che siete stati accontentati da papà e mamma nelle vostre richieste eravate davvero felici, contenti ma poi dopo un po, vi siete stancati di quel giocattolo e ne avete voluto un altro. Allora quando vi succede di desiderare tanto una cosa provate a pensare a quante cose belle già avete e a quanti bambini poveri non hanno nemmeno uno dei giocattoli che voi già possedete a casa e malgrado ciò riescono ad essere felici lo stesso. E allora capite, se riflettete un attimo, quanto siete fortunati! E a proposito di questo, dobbiamo anche pensare che le cose veramente importanti e che ci possono dare gioia non si toccano con le mani e sono il rispetto, la gentilezza, la generosità, la comprensione il cercare di volere bene. Questa è la seconda cosa importante che ci insegna la storia. Anche Charlie, il nostro protagonista, comprende questo, ma troppo tardi, quando ormai è già anziano. Se lo avesse capito prima, la sua vita sarebbe stata più felice. E poi capiamo un ultima cosa importante che riguarda il tempo: il tempo non si può fermare, le lancette dell orologio corrono sempre e la storia di Charlie ce lo insegna. Allora dobbiamo ricordarci che ogni momento della nostra vita, ogni giorno, ogni ora, persino ogni secondo, anche quello che state trascorrendo adesso è come una piccola pepita d oro, è molto prezioso e dobbiamo averne cura e non fare come Charlie che il tempo gli è sfuggito via senza che se ne accorgesse. Solo alla fine si è accorto, quando si ritrova con gli amici a raccontare, che la sua vita sarebbe stata bella se avesse imparato prima ad apprezzare quello che aveva, invece di rincorrere una felicità perfetta che non esiste. La vita è un bene prezioso, e dobbiamo essere consapevoli di questo e vivere perciò ogni momento come un dono che ci viene fatto. Emanuela 7

8 PERCHE RACCONTARE I bambini, per poter crescere in modo armonioso ed equilibrato, hanno bisogno di essere guardati, ascoltati, compresi, accolti e amati, avendo la possibilità di vivere le emozioni e con l aiuto dell adulto riconoscerle e dare loro un nome. Varie sono le esperienze che possono essere proposte: una di queste è certamente la lettura di fiabe, racconti e storie. Nella trasmissione orale primitiva il mito, la leggenda, la fiaba, il racconto si intrecciano e si compenetrano con gli elementi della visione religiosa, della tradizione rituale e dell istruzione tecnica [ ] Attraverso le vicende dei protagonisti le fiabe preannunciano le future tappe dell esistenza, con le difficoltà che si potranno presentare e le maniere in cui superarle. In questo senso sono un corso completo di formazione alla vita. Non è un caso che i bambini amino particolarmente una certa fiaba, in un determinato periodo e vogliono sentire solo quella, la ascoltino, la riascoltino e non si stanchino mai di sentirsela raccontare; le altre fiabe non interessano. In quel momento quella è la loro fiaba, è quella che parla del problema che al presente li riguarda. (da Raccontare una fiaba di Paola Santagostino) La fase della storia come rassicurazione profonda attraverso il linguaggio. [ ]L onnipotenza magica è una risorsa favolosa per allontanare l angoscia ed affermare la propria esistenza. Durante il racconto della storia il bambino non può pensare ad altro è dentro ad una globalità di emozioni. (da Il metodo Aucouturier di Bernard Aucouturier) Questi autorevoli spunti teorici ci fanno comprendere l importanza della narrazione per il bambino: possiamo infatti affermare che stimola la creatività, la capacità di rielaborare, di fare collegamenti logici e di connessioni, di allenarsi alle sequenze temporali del prima e dopo, sulle relazioni di causa - effetto e così via. Inoltre il bambino viene accompagnato nel riconoscere, denominare e verbalizzare anche le proprie emozioni, nel momento stesso in cui le vive. Vari spunti di riflessione sono offerti dalla storia di Charlie, un bambino che in apparenza ha tutto: la sua mamma e il suo papà lo amavano moltissimo. Aveva molti amici con cui giocare tra cui una bambina con un bel sorriso, e un cane che lo portava in giro a passeggio Ma sta vivendo un disagio: non è FELICE ne SODDISFATTO, non si accontenta di quello che ha. Quante volte questo atteggiamento lo riscontriamo nei nostri alunni; soddisfatto un desiderio se ne presenta subito un altro. Non si accontentano, vogliono sempre qualcosa di nuovo. La famiglia e la società non aiutano: in molti casi rinforzano questa visione della vita troppo materialista. Non insegnano a prendere le distanze dalle cose e a ringraziare di quello che si ha. Nessuno potrà insegnargli ad essere felici, perché la vera felicità la troveranno solo dentro di loro. i genitori gli facevano fare le faccende, gli amici a volte gli rompevano i giocattoli, e perfino il cane gli aveva attaccato due volte le pulci. [ ]Ma il sole bruciava intensamente, e Charlie preferiva l ombra. [ ]Ma in quel momento sentì un ramo cadere, e non voleva farsi male. [ ]Ma vide l acqua profonda, e non sapeva nuotare [ ]. Charlie sente il bisogno di mettersi alla ricerca di qualcosa di perfetto. 8

9 La sua storia è quella di un viaggio affettivo, metafora dell esperienza che fanno tutti i bambini nel loro percorso di crescita. L'identità del bambino si costruisce attraverso un vero e proprio viaggio, durante il quale si fanno incontri, si instaurano relazioni, si scoprono luoghi diversi. Un viaggio, carico di emozioni e conoscenze, di difficoltà ed avventure. Viaggiare ed esplorare, contengono un forte potenziale educativo e pedagogico: il viaggio è metafora di crescita ed apprendimento, tale da facilitare il dialogo e l espressività del bambino, in tutte le sue forme. Anche in questa storia l adulto può riconosce il bisogno dei bambini di esplorazione, di scoperta, di autonomia e di indipendenza. Se i bambini riusciranno ad assumere l atteggiamento del viaggiatore, sapranno gestire l imprevisto, essere aperti al nuovo e al diverso da sé, non avranno paura del confronto, sapranno essere disponibili a rischiare, a scoprire, a RINNOVARSI. E mentre Charlie dedicava i suoi ultimi minuscoli secondi ai suoi amici era amato. E amava. Forse non era stato perfetto, ma era felice. Un viaggio che si conclude con la grande gioia di ritrovare gli amici e non essere più da SOLO; la meravigliosa sensazione di amare e di sentirsi AMATO. Bisogni fondamentali per ogni essere umano dal momento che si affaccia alla vita e che lo accompagneranno in tutto il suo percorso esistenziale. Si personne, jamais, ne nous avait touches nous serions des infirmes. Si personne, jamais, ne nous avait parlé nous serions des muets. Si personne, jamais, ne nous avait souri, et regardé nous serions des aveugles Si personne, jamais, ne nous avait aimés nous ne serions <<personne>> Paul Baudiquey Traduzione: << Se nessuno ci avesse toccato, saremmo infermi. Se nessuno ci avesse mai parlato saremmo muti. Se nessuno ci avesse mai sorriso e guardato saremmo ciechi. Se nessuno ci avesse mai amato, non saremmo persone>>. 9

10 BREVE DESCRIZIONE DEL PERCORSO Gruppo di 6/8 bambini/e dai 6 ai 10 anni. Si racconta la storia di Charlie mettendo in evidenza il fatto di essere un bambino scontento, insoddisfatto di ciò che aveva; è la sua insoddisfazione o infelicità che lo porta a cercare qualcosa di PERFETTO; egli è convinto di poter fermare il tempo per usarlo in un momento ideale di felicità perfetta. Da qui inizia il suo viaggio; che lo riporterà a casa dopo un lungo peregrinare perché ciò che cercava era già lì: L AMORE (leggere la storia sul libro). Tutti i bambini compiono il Viaggio di Charlie insieme ad una Voce Narrante (l insegnante). Il viaggio avviene secondo la traccia di massima del testo di Daren Simkin. Il viaggio viene compiuto seguendo il metodo Giocayoga, composto da: 1. un rito di apertura 2. il riscaldamento muscolare 3. preparazione al viaggio 4. un breve momento di raccoglimento prima di iniziare il viaggio 5. Asana, alternate ad una serie di ritualità (il ritornello) 6. rilassamento con piccola meditazione e breve visualizzazione sul tema di Charlie e il suo viaggio. 7. rito di chiusura coloritura di un Mandala AMBIENTI 1.Foresta 2.Deserto 3.Oceano Per ogni ambiente abbinare delle ASANA: 1 che simboleggi l ambiente 3 che rappresentino gli animali MATERIALI Cartoncini di varie forme per rappresentare il TEMPO: strisce, carta stropicciata, fogli grandi e pezzetti piccoli. Sacchetti di stoffa: uno per bambino Metronomo Musiche. Tappetini Mandala ALTRI POSSIBILI PERCORSI CORRELATI Attività pittoriche, per la realizzazione di fondali che rappresentino i 3 ambienti descritti nella storia. Riconoscere le emozioni emerse nel racconto; le possiamo rappresentare con i movimenti del corpo, la voce, la traccia grafica. Riconosciamo le nostre emozioni. MODALITA DI LAVORO Il gruppo si è riunito più volte; ognuno a messo a disposizione la propria esperienza, le proprie competenze. In un clima di condivisione si sono fatte varie riflessioni utilizzate poi per l elaborazione della tesina. 10

11 RITUALE D INGRESSO L insegnante accoglie i bambini e ricorda che stanno per entrare in uno spazio pensato e preparato per loro: uno spazio speciale dove nessuno verrà giudicato, ma dove nella massima libertà potranno vivere delle esperienze che li porteranno a conoscere meglio se stessi e a rispettare gli spazi degli altri. Importante è il rispetto di alcune regole: Avere cura delle proprie cose. Non farsi male. Non fare male agli altri. Il silenzio. Il potere di parola lo conferisce il BASTONE DELLA PAROLA. Per raggiungere la sala i bambini devono percorrere un breve tragitto: una strada delimitata dai pezzi di carta, alcuni bianchi e altri colorati, che rappresentano il tempo. I bambini entrano nella sala dopo aver suonato la campana tibetana e detto il nome si siedono su un tappetino disposti a raggiera. IL TG DELLE BUONE NOTIZIE I bambini dicono una buona notizia utilizzando il bastone della parola. L insegnante per prima dà una buona notizia. RISCALDAMENTO MUSCOLARE VOCE NARRANTE: C era una volta un bambino di nome Charlie. La sua mamma e il suo papà lo amavano moltissimo. Aveva molti amici con cui giocare, tra cui una bambina con un bel sorriso, e un cane che lo portava in giro a passeggio. (I bambini iniziano ad alzarsi) Ma Charlie non era del tutto felice, perché la vita non gli sembrava perfetta. Dopotutto, i genitori gli facevano fare le faccende gli amici a volte gli rompevano i giocattoli, e perfino il cane gli aveva attaccato due volte le pulci. Base musicale: Jump di Van Hallen GIOCO DEL PITTORE. Lo utilizziamo per simboleggiare: le faccende: spolverare le pareti, lavare il pavimento, togliere le ragnatele dal soffitto Ci passiamo tutto il corpo per togliere le pulci. Dopo il momento dinamico facciamo vivere ai bambini un momento di ascolto del respiro e del battito del cuore. 11

12 PREPARAZIONE AL VIAGGIO E a impacchettare il suo tempo si mise; iniziando dai grandi, voluminosi decenni, per passare agli anni rotondi e schiacciati, i quadrati, soffici mesi, le triangolari, luccicanti settimane e i giorni sfilacciati un sacco di morbide ore di seta e i minuti sgualciti. Charlie spinse dentro anche un mucchio di minuscoli secondi per il viaggio, benché non sembrava che volessero partire. Base musicale: metronomo Viene posizionato il metronomo in funzione a simboleggiare IL TEMPO. I bambini assumono la posizione del QUADRATO (la valigia). Lasciano la posizione e vanno a prendere il TEMPO (pezzi di cartoncino) e li mettono nel sacchetto poi tornano sul tappetino. ASANA: IL QUADRATO BREVE MOMENTO DI RACCOGLIMENTO Chiuse la sua valigia e strinse forte le cinghie. L ultima notte prima di iniziare il viaggio Si siedono sul tappetino e mettono il sacchetto sulle cosce e assumono la posizione della PINZA (il tempo chiuso nella valigia). Momento di silenzio ogni bambino può riporre il suo tempo in un sacchetto. Viene spento il metronomo e spostato in un angolo della stanza. ASANA: LA PINZA 12

13 INIZIA IL VIAGGIO Il giorno dopo all alba, Charlie trascinò la valigia di sotto. Arrivederci mamma. Arrivederci, papà. Arrivederci, Charlie, risposero i suoi genitori con le lacrime agli occhi. Per favore prendi il mio berretto, gli disse la sua amica carina, che s era affrettata per vederlo. E cosi Charlie se ne andò a cercare qualcosa di perfetto che lo rendesse felice. I bambini lasciano il cerchio e si dispongono in fila dietro la voce narrante, si muovono seguendo i movimenti del ritornello. RITORNELLO Base musicale: Paradise dei Coldplay VOCE NARRANTE Camminava e camminava Dormiva e dormiva Con la sua pesante valigia accanto Che lo faceva sentire felice Perché poteva dire il mio tempo è al sicuro nella valigia camminare nello spazio mettere le mani come fossero un cuscino appoggiare prima una guancia poi l altra far finta di avere in mano la maniglia della valigia alzare le braccia al cielo, mani aperte che si muovono, testa leggermente all indietro e guardare le mani. appoggiare sulle spalle le mani incrociate e muoversi leggermente dx e a sx Troverò presto qualcosa di perfetto abbassarsi e far finta di raccogliere qualcosa per trascorrerlo tutto! rialzarsi srotolando la schiena. Portare una mano dietro la schiena e l altra in avanti come se contenesse qualcosa in questa posizione fare un giro su se stessi. 13

14 PRIMA TAPPA DEL VIAGGIO FORESTA Base musicale: Il bosco da Suoni e Natura VOCE NARRANTE: Una mattina Charlie camminava accanto a una bella FORESTA. Api ronzanti, scoiattoli a far provviste e tacchini gloglottanti, e persino qualche daino con gli occhi sbarrati, uscirono per vedere se lui voleva trascorrere il suo tempo con loro. Charlie posò la valigia e si mise a pensare. Ma in quel momento senti un ramo cadere, e non voleva farsi male. Allora la foresta non era del tutto perfetta, e Charlie scosse la testa, raccolse la valigia e si rimise in viaggio. ASANA: RITORNELLO Base musicale: Paradise dei Coldplay VOCE NARRANTE Camminava e camminava Dormiva e dormiva Con la sua pesante valigia accanto Che lo faceva sentire felice Perché poteva dire il mio tempo è al sicuro nella valigia camminare nello spazio mettere le mani come fossero un cuscino appoggiare prima una guancia poi l altra far finta di avere in mano la maniglia della valigia alzare le braccia al cielo, mani aperte che si muovono, testa leggermente all indietro e guardare le mani. appoggiare sulle spalle le mani incrociate e muoversi leggermente dx e a sx Troverò presto qualcosa di perfetto abbassarsi e far finta di raccogliere qualcosa, poi rialzarsi srotolando la schiena per trascorrerlo tutto! Portare una mano dietro la schiena e l altra in avanti come se contenesse qualcosa in questa posizione fare un giro su se stessi. 14

15 15

16 SECONDA TAPPA DEL VIAGGIO DESERTO Base musicale: No man s land di Hevia VOCE NARRANTE: Un giorno Charlie camminava attraverso un DESERTO VENTOSO. Cammelli sputacchianti, lucertole striscianti e lepri saltellanti e perfino una pacifica volpe si avvicinarono per osservarlo prendere la sua decisione. Charlie posò la valigia e pensò. Ma il sole bruciava intensamente, e Charlie preferiva l ombra. Neanche il deserto era del tutto perfetto, e Charlie scosse la testa, raccolse la valigia e si rimise in viaggio. ASANA: RITORNELLO Base musicale: Paradise dei Coldplay VOCE NARRANTE Camminava e camminava Dormiva e dormiva Con la sua pesante valigia accanto Che lo faceva sentire felice camminare nello spazio mettere le mani come fossero un cuscino appoggiare prima una guancia poi l altra far finta di avere in mano la maniglia della valigia alzare le braccia al cielo, mani aperte che si muovono, testa leggermente all indietro e guardare le mani. Perché poteva dire il mio tempo è al sicuro nella valigia appoggiare sulle spalle le mani incrociate e muoversi leggermente dx e a sx Troverò presto qualcosa di perfetto abbassarsi e far finta di raccogliere qualcosa, poi rialzarsi srotolando la schiena per trascorrerlo tutto! Portare una mano dietro la schiena e l altra in avanti come se contenesse qualcosa in questa posizione fare un giro su se stessi. 16

17 17

18 TERZA TAPPA DEL VIAGGIO OCEANO Base musicale: Oltremare di Einaudi VOCE NARRANTE: Un pomeriggio Charlie camminava lungo un OCEANO SCINTILLANTE. Balene giganti, foche spruzzanti e anguille sguscianti e perfino il minuscolo plancton fecero capolino dall acqua per vedere ciò che faceva. Charlie lasciò andare la valigia e rifletté. Ma vide l acqua profonda, e non sapeva nuotare. Nemmeno l oceano era del tutto perfetto, e Charlie scosse la testa, raccolse la valigia e si rimise in viaggio. ASANA: RITORNELLO Base musicale: Paradise dei Coldplay VOCE NARRANTE Camminava e camminava Dormiva e dormiva Con la sua pesante valigia accanto Che lo faceva sentire felice Perché poteva dire il mio tempo è al sicuro nella valigia camminare nello spazio mettere le mani come fossero un cuscino appoggiare prima una guancia poi l altra far finta di avere in mano la maniglia della valigia alzare le braccia al cielo, mani aperte che si muovono, testa leggermente all indietro e guardare le mani. appoggiare sulle spalle le mani incrociate e muoversi leggermente dx e a sx Troverò presto qualcosa di perfetto abbassarsi e far finta di raccogliere qualcosa, poi rialzarsi srotolando la schiena per trascorrerlo tutto! Portare una mano dietro la schiena e l altra in avanti come se contenesse qualcosa in questa posizione fare un giro su se stessi. 18

19 19

20 VOCE NARRANTE I bambini durante la narrazione: continuano a camminare e si guardano in giro, vanno a riprendere i sacchetti con il tempo e li portano sul tappetino. Man mano che Charlie camminava passava in rassegna un sacco di lavori migliaia di libri, innumerevoli cinema e strumenti musicali da suonare, ogni sorta di passatempo e tipo di sport, molte lingue straniere e le meraviglie del mondo. Ma nulla era esattamente ciò che stava cercando. Niente era perfetto. Finché una notte, era ormai un uomo anziano e stanco, Charlie capi che era solo. Più di ogni altra cosa al mondo, aveva bisogno di qualcuno con cui parlare. Aveva viaggiato nell oscurità, s era arrampicato al chiaro di luna e aveva camminato sotto le stelle. E alla fine giunse a casa dove trovò i suoi amici, pronto a trascorrere il suo tempo rimasto a casa e con loro I bambini si salutano, si abbracciano, sorridono, sono attorno al metronomo. Si abbassano riprendono i sacchetti e li svuotano facendo cadere il tempo sopra al metronomo. RILASSAMENTO: Si distendono su un fianco e guardano il tempo ASANA: IL BUDDA DORMIENTE E poi arriva la sera e Charlie si addormenta felice... Tutti distesi (shavasana). VISUALIZZAZIONE E PICCOLA MEDITAZIONE SUL VIAGGIO DI CHARLIE VOCE NARRANTE E mentre Charlie dedicava suoi ultimi minuscoli secondi ai suoi amici, era amato. E amava. Forse la vita di Charlie non era stata perfetta, ma era felice. Base musicale: Meditation deep relaxation da Musiche per yoga Bambini.. adesso vi sdraiate.se volete potete chiudere gli occhi come se voleste fare un sonno.sentite il vostro corpo come fosse un sacco di sabbia pesantissimo.e caldo abbandonato sul tappeto.sentite la forma che gli avete fatto assumere un po ricorda la forma di una stellina.ora con la mente facciamo una breve passeggiata sul nostro corpo per rilassare meglio tutte le sue parti.cerco di sentire quali punti del corpo stanno toccando il tappeto.non preoccupatevi se non conoscete alcune parti del corpo.e allora, partendo dai piedi, posso sentire il contatto dei talloni rilasso bene tutte e due i piedi e le caviglie.passeggiando un po più in su con la mente sento l appoggio 20

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega :

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : 1. Il titolo del racconto che leggerai è UNA STRANA STREGA, segna nel seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : Avere il naso aquilino Si no Possedere un pentolone Si no Essere sempre

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita.

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita. Perché non ballate? In cucina si riversò da bere e guardò la camera da letto sistemata sul prato davanti a casa. Il materasso era scoperto e le lenzuola a righe bicolore erano piegate sul comò, accanto

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare. È Natale ogni volta che... di Madre Teresa di Calcutta

Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare. È Natale ogni volta che... di Madre Teresa di Calcutta Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare Nell antica Grecia, Socrate era stimato avere una somma conoscenza. Un giorno, un conoscente incontrò il grande filosofo e disse: "Socrate, sapete

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli