Indice. y e z 86 ECZEMA 87 EMICRANIA 89 EMORROIDI 91 ERITEMA 93 ERNIA IATALE. y F z 96 FARINGITE 97 FIBROMIALGIA 98 FLEBITE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice. y e z 86 ECZEMA 87 EMICRANIA 89 EMORROIDI 91 ERITEMA 93 ERNIA IATALE. y F z 96 FARINGITE 97 FIBROMIALGIA 98 FLEBITE"

Transcript

1 Indice 7 Premessa 9 Introduzione y A z 40 ACNE 42 ALITOSI 43 ALLERGIE 45 ANSIA 48 ARTRITE E ARTROSI y B z 52 BLEFARITE 54 BORSITE 56 BRONCHITE y c z 60 CANDIDOSI 62 CEFALEA 63 CELLULITE 66 CISTITE 68 COLESTEROLO ALTO 71 COLON IRRITABILE 73 CONGIUNTIVITE y d z 76 DEPRESSIONE 78 DIABETE 80 DIARREA 82 DIGESTIONE DIFFICILE 83 DISTORSIONE y e z 86 ECZEMA 87 EMICRANIA 89 EMORROIDI 91 ERITEMA 93 ERNIA IATALE y F z 96 FARINGITE 97 FIBROMIALGIA 98 FLEBITE y G z 102 GASTRITE 104 GENGIVITE 105 GOMITO DEL TENNISTA 106 GOTTA y H z 110 HERPES GENITALE 111 HERPES SIMPLEX 112 HERPES ZOSTER y I z 116 INAPPETENZA 117 INCONTINENZA 119 INFLUENZA 120 INSONNIA 123 INTOLLERANZE ALIMENTARI Encicolopedia Fitoterapia.indd 5 20/12/12 11:10

2 y Indice z 124 IPERTENSIONE 127 IPOTENSIONE y L z 130 LABIRINTITE 132 LARINGITE y M z 136 MAL D AUTO 137 MAL DI DENTI 139 MAL DI SCHIENA 142 MEMORIA (disturbi della) 144 MENOPAUSA (disturbi della) 146 METEORISMO 148 MORBILLO y N z 152 NAUSEA 153 NEVRITE E NEVRALGIA 155 NEVROSI y O z 158 ORECCHIONI 159 ORZAIOLO 161 OSTEOPOROSI 162 OTITE y P z 166 PALPITAZIONI 167 PERTOSSE 169 PIORREA 171 PROSTATA (disturbi della) 173 PRURITO 174 PSORIASI y Q z 178 QUINTA MALATTIA y R z 182 RAFFREDDORE 184 RAGADI 185 REUMATISMI 187 RITENZIONE IDRICA 190 ROSACEA 191 ROSOLIA 193 RUGHE 194 RUSSAMENTO y S z 198 SCARLATTINA 200 SCOTTATURE 201 SINDROME PREMESTRUALE 204 SINGHIOZZO 205 SINUSITE 207 SMAGLIATURE 208 SOVRAPPESO 211 STANCHEZZA 213 STITICHEZZA 216 STOMATITI 219 STRAPPO MUSCOLARE 220 STRESS 223 SUDORAZIONE ECCESSIVA 224 SVENIMENTO y T z 228 TENDINITE 229 TOSSE 232 TRIGLICERIDI ALTI y V z 236 VARICELLA 237 VARICI 241 Il tuo armadietto fitoterapico: rimedi di pronto intervento Encicolopedia Fitoterapia.indd 6 20/12/12 11:10

3 8 Erbe medicinali

4 introduzione: cos è la fitoterapia y un po di storia z Il rapporto tra essere umano e piante è cominciato tanto tempo fa, quando un nostro lontanissimo progenitore iniziò a nutrirsi con frutti ed erbe di vario genere. Si potrebbe supporre che, cibandosi di un particolare elemento vegetale, egli abbia notato un senso di benessere diffuso o il miglioramento di un disturbo che lo affliggeva. In un secondo tempo, il nostro antenato ricorse ancora a quell elemento del regno vegetale per ottenere lo stesso beneficio. Nasce così l impiego terapeutico delle erbe. Già gli abitanti delle palafitte conoscevano le proprietà medicinali del sambuco e del prugnolo, come dimostrano i semi ritrovati nei siti archeologici di Varese e di Parma e nelle zone delle palafitte di Casale. Secondo gli antichi, molte piante medicinali vennero però scoperte osservando proprio gli animali. Plutarco sosteneva che l Arum maculatum era utile per disintossicare l organismo, perché aveva notato che gli orsi appena usciti dal letargo invernale se ne nutrivano per ripulire l intestino. Le cerbiatte, secondo Cicerone, prima di partorire mangiano il Seseli montanum, mentre Aristotele racconta che l uso del dittamo per curare le ferite venne suggerito all uomo dalle capre. Ebrei, egizi, greci e romani conoscevano centinaia di piante medicamentose, e fino allo sviluppo della chimica moderna, la maggior parte dei medicinali era ricavata dai vegetali. 9

5 y introduzione z La teoria delle segnature Durante il Rinascimento, quando le scienze naturali ebbero un grande sviluppo, la descrizione più dettagliata delle erbe officinali portò a una loro conoscenza sempre più precisa e ampia. In questo periodo si sviluppò la teoria della segnatura, secondo cui le erbe medicamentose possono essere individuate per analogia morfologica tra la pianta e l organo o la malattia da curare. Fu Matteo Silvatico (XV sec.), detto il Pandettario, a diffondere per primo questa idea; per esempio, egli raccomandava il frutto rosso del Ruscus aculeatus per facilitare le mestruazioni. Fu, però, Paracelso ( ) medico, filosofo e alchimista il vero teorico della segnatura, sostenendo che il medico dovesse porre particolare attenzione alla forma dei semplici, termine con cui all epoca si indicavano le piante, poiché Dio, per aiutare l uomo, ha marcato con segni indelebili le erbe medicamentose. Così l erba di San Giovanni grazie alle sue foglie perforate, ha proprietà cicatrizzanti, mentre la pulmonaria con le foglie macchiate di bianco che ricordano i polmoni, cura proprio questi e altri organi della respirazione. Alchimia o chimica? Paracelso affermava che scoprire le virtù medicamentose dei semplici non basta, occorre infatti isolarne la quintessenza. Il termine alchemico quintessenza potrebbe indicare i principi attivi delle piante, quelli che la chimica moderna ha scoperto e isolato con il nome di aldeidi, chetoni, terpeni, saponine ecc. In realtà con questo termine gli alchimisti indicavano anche una parte più sottile, energetica, della pianta, in grado di comunicare con la parte energetica dell essere umano che la introduce nel suo organismo; in questo modo il rimedio agisce in modo armonico e controllabile, mentre l impiego del solo principio attivo risulta 10

6 y Cos è la fitoterapia z più brutale e incontrollato nei suoi effetti collaterali. Il dottor H. Leclerc, uno dei maestri della moderna fitoterapia francese, affermava che: «Nulla è meno semplice di un semplice», a evidenziare che nella pianta sono presenti numerosi elementi che non è sempre possibile estrarre senza una loro conseguente alterazione. Per questo motivo, oggi si sta tornando all impiego delle piante medicinali così come sono offerte dalla natura, sia per la prevenzione sia per il trattamento di numerosi disturbi e malattie. Occorre tuttavia sottolineare che ciò non è sempre possibile, e che in alcuni casi è di fondamentale importanza il ricorso ai farmaci di sintesi da assumere sempre sotto il controllo del medico. y Conoscere le piante z Le piante descritte in questa enciclopedia hanno tutte un corpo nettamente differenziato in tre parti fondamentali, radice, fusto e foglia, e producono infiorescenze, frutti e semi. LA Radice La radice fissa la pianta al terreno e assorbe da questo l acqua e le sostanze minerali che contiene. Non possiede né gemme né foglie. Può essere fascicolata, ossia costituita da un insieme di radici più o meno della stessa lunghezza, che si diramano dal colletto della pianta formando un fascio; fittonante, quando si presenta come un prolungamento più o meno ramificato del fusto che discende verticalmente nel terreno; tuberosa, quando risulta molto ingrossata e carnosa, circondata da rade e sottili ramificazioni. I peli posti sulle parti più sottili delle radici succhiano il nutrimento necessario alla pianta; da qui poi le sostanze nutritive passano alle parti più grosse della radice fino ad arrivare al fusto e alle foglie. 11

7 A p o y introduzione z 12 I I a L m c n e q f m I p p p d è p

8 y Cos è la fitoterapia z LE Foglie Le foglie sono un elemento fondamentale delle piante, in quanto esercitano una funzione di capitale importanza. In particolare, le foglie, con l azione della luce e il concorso della clorofilla, partendo dall acqua che arriva dalle radici e dall anidride carbonica che captano dall aria, sintetizzano i carboidrati che forniscono energia alla pianta. È importante sapere però che esistono anche piante prive di clorofilla, che perciò devono vivere come parassite, ovvero sottraendo le sostanze necessarie alla loro vita ad altre piante che al contrario possiedono la clorofilla. Il vischio è invece una pianta semiparassita, che vive in parte a spese di altre piante, ma allo stesso tempo conserva foglie verdi capaci di funzione clorofilliana. Le foglie si possono distinguere in base alla disposizione delle loro nervature sopra la superficie fogliare. Si osservano foglie con nervature parallele, altre con nervature pennate, altre ancora con nervature reticolate o, come nel caso del ginepro, con una nervatura unica. Le foglie si differenziano in base ad alcuni elementi. Alla loro collocazione sul fusto: si definiscono alterne, quando ce n è una per ogni nodo; oppure opposte, se sono due frontali; verticillate, nel caso in cui ogni nodo sia circondato da una corona di foglie; a rosetta, se le foglie sono disposte a circolo presso il colletto della pianta. Alla forma: rotonde, ellittiche, ovali od ovate (con la parte più appuntita in cima), obovate (con la parte più appuntita verso il picciolo), filiformi, aghiformi ecc. Al margine: intero (senza incisioni); seghettato, dentato, lobato, ondulato, spinoso. Inoltre, vi è un altra divisione tra le foglie che possono essere semplici o composte da diverse foglioline. In quest ultimo caso prendono il nome di imparipennate o paripennate, a seconda che le foglioline ai lati dell asse centrale siano pari o dispari, e palmate o digitate, quando si posizionano e dispongono come le dita di una mano. 13

9 y introduzione z I Fiori e LE infiorescenze Si può affermare che i fiori sono formati da foglie che hanno subito una metamorfosi. In un fiore completo si distinguono quattro parti che partendo dall esterno all interno sono: il calice, formato da foglioline di colore verde, chiamate sepali, che svolgono una funzione protettiva; la corolla, composta da foglie variamente colorate che servono da richiamo per gli insetti impollinatori, chiamate petali; l androceo, che è la parte maschile del fiore, formato da foglie profondamente trasformate chiamate stami; e il gineceo, la parte femminile costituita da uno o più organi chiamati pistilli, posti di solito nella parte centrale del fiore. Quando le foglie del calice e quelle della corolla sono di forma e colore uguali e non possono essere differenziate, prendono il particolare nome di tepali. Il fiore non è sempre completo in tutte le sue parti, alcune di queste possono mancare o presentarsi sotto aspetti inconsueti. Molte piante recano un solo fiore, altre portano numerosi fiori isolati, in cima ai rami, al fusto o all ascella delle foglie. In altre piante i fiori sono riuniti in infiorescenze e distribuiti su un asse chiamato rachide, che può essere di forma semplice o ramificata. Le infiorescenze più comuni sono la spiga, con i fiori inseriti lungo l asse centrale; il racemo o grappolo, con fiori sostenuti da peduncoli di uguale lunghezza e collocati lungo un asse centrale; l ombrella, con numerosi fiori retti da peduncoli che partono tutti dallo stesso punto e sono lunghi uguale; il corimbo, simile all ombrella, ma con i fiori che, pur raggiungendo la stessa altezza, non hanno i peduncoli di uguale lunghezza; il capolino raccoglie numerose spighe riunite in un ricettacolo, così da dare l impressione di un unico fiore; la cima scorpioide, si presenta con i fiori inseriti unilateralmente su di un asse ricurvo a spirale. 14

10 y Cos è la fitoterapia z I Frutti e I semi Dopo che il fiore è stato fecondato, gli ovuli contenuti nei pistilli crescono e si modificano diventando semi, e nel contempo cresce anche l ovario (la parte del pistillo dove sono contenuti gli ovuli), dando origine al frutto. Come le foglie e i fiori, anche i frutti e i semi si presentano sotto forme molto diverse tra loro. I frutti si possono dividere in due grandi categorie: frutti secchi e frutti carnosi. I frutti secchi si distinguono a loro volta in deiscenti, ovvero quando raggiungono la maturità si aprono lasciando liberi i semi (capsula, legume o baccello, follicolo, siliqua); oppure indeiscenti, ovvero quando anche maturi non si aprono e i semi vengono liberati solo dalla decomposizione del frutto o perché questo viene aperto o distrutto dall uomo o dagli animali (achenio, samara, cariosside). I principali frutti carnosi sono: la drupa (prugne, pesche, ciliegie, olive), le bacche (mirtilli, ribes, vischio), l esperidio (arance e limoni), il sicono o siconio (fico), la balausta o balaustia (melagrana), il peponio o peponide (zucca) ecc. Esistono anche frutti carnosi complessi, formati da piccoli frutti uniti insieme, come le more, e falsi frutti, quando non derivano esclusivamente dall ovario, come la fragola e la mela. Fragole 15

11 y colesterolo alto z trattamento con i macerati glicerici Cistite cronica: assumere 40 gocce di macerato glicerico di Zea mais 3 volte al giorno; versare le gocce in una tazza di decotto di mais preparato facendo bollire per 5 minuti un cucchiaino di stimmi in una tazza e mezzo di acqua, filtrare e unire le gocce di macerato. Proseguire il trattamento per 1-2 mesi consecutivi. Cistiti croniche dovute ad autoinfezioni che originano nell intestino: assumere Calluna vulgaris, macerato glicerico, 50 gocce in un po di acqua, 3 volte al giorno, 15 minuti prima dei pasti, per 2 mesi. IL CONSIGLIO IN PIÙ In caso di cistiti in fase acuta assumere: Rame: 1 fiala 2-3 volte al dì, per 10 giorni. Nelle forme recidivanti: Manganese-Rame: 1 fiala 3 volte a settimana. Rame-Oro-Argento: 1 fiala una volta a settimana. Il trattamento va proseguito per un ciclo di 3 mesi, ripetibile al bisogno. y colesterolo alto z È l aumento del colesterolo nel sangue. Il colesterolo non è di per sé una molecola nociva, anzi svolge importantissime funzioni per l organismo (per esempio, partecipa alla sintesi degli ormoni sessuali maschili). Quindi, un valore di colesterolo totale nel sangue superiore alla norma non è di 68

12 y colesterolo alto z per sé preoccupante. Occorre però distinguere tra colesterolo cattivo legato alle lipoproteine LDL (Low Density Lipoprotein), che provocano il depositarsi del colesterolo sulle pareti delle arterie e colesterolo buono legato alle HDL (High Density Lipoprotein), che rimuovono l eccesso di colesterolo dalle arterie. Non è possibile, in linea generale, indicare un valore unico, universalmente accettato come limite massimo di normalità per la colesterolemia, perché gli studi continuamente approfondiscono le conoscenze su questa sostanza e sui suoi differenti e possibili effetti: orientativamente, tuttavia, si può oggi indicare in 200 mg per 100 ml di sangue un valore ritenuto ancora accettabile. A determinare il livello di colesterolo nel sangue contribuiscono diversi fattori endogeni (o fisiologici) ed esogeni (o alimentari). Tra i fattori alimentari che influenzano la colesterolemia, i più importanti sono certamente la natura e la quantità di grassi consumati. Rimedi fitoterapici consigliati Per un azione depurativa del fegato: assumere 30 gocce di TM di carciofo, con poca acqua, al mattino e 30 gocce alla sera per almeno un mese. Per un azione regolatrice delle funzioni biliari ed epatiche e fluidificante del sangue, in caso di sovrappeso e per coloro che fumano e bevono alcolici: assumere 20 gocce di TM di fumaria con poca acqua naturale, 3 volte al dì, per 2 mesi. In caso di ipercolesterolemia accompagnata da ritenzione e alta pressione sanguigna: assumere 30 gocce di TM di betulla, da diluire in poca acqua minerale naturale, al mattino, e 30 gocce alla sera, per 2 mesi consecutivi. In caso di ipercolesterolemia accompagnata da osteoporosi e per le donne in menopausa: assumere 20 gocce di TM di equiseto con poca acqua, per 3 volte al giorno, per due mesi. 69

13 y colesterolo alto z In caso di ipercolesterolemia accompagnata da anemia, acidi urici e/o ritenzione: assumere 30 gocce di TM di ortica con poca acqua, per 2 volte al giorno, per due mesi. È utile soprattutto in primavera per la sua azione depurativa e rivitalizzante. trattamento con i macerati glicerici In caso di ipercolesterolemia accompagnata da glicemia elevata e ipertensione: assumere 50 gocce di macerato glicerico di olivo, con poca acqua, 15 minuti prima dei pasti principali, per 3 volte al giorno, per 2-3 mesi. In caso di ipercolesterolemia causata da stress, con digestione lenta: assumere 50 gocce di macerato glicerico di rosmarino con poca acqua, per 3 volte al giorno, 15 minuti prima dei pasti principali, per due mesi. I rimedi a base di rosmarino non sono indicati in presenza di ipertensione. In caso di ipercolesterolemia accompagnata da sovrappeso: assumere 50 gocce di macerato glicerico di Fagus sylvatica diluite in poca acqua minerale naturale, da bere 2 volte al giorno, preferibilmente 15 minuti prima di pranzo e di cena. IL CONSIGLIO IN PIÙ È utile abbinare al trattamento fitoterapico prescelto l impiego degli oligoelementi più indicati. Manganese-Cobalto: 1 fiala 3 volte a settimana, a digiuno (Lu-Me-Ve). Zolfo: 1 fiala 3 volte a settimana, 5 minuti dopo l oligoelemento precedente. Zinco-Nichel-Cobalto: 1 fiala 3 volte a settimana, sempre a digiuno (Ma-Gi-Sa). È utile un integrazione con olio di pesce, ricco di acidi grassi essenziali Omega 3 che contribuiscono alla pulizia delle arterie: 1-2 perle al giorno. 70

14 y influenza z y INFLUENZA z L infezione si manifesta bruscamente e spesso si accompagna a disturbi come cefalea, febbre, malessere generale, dolori muscolari e alle ossa, brividi, sensazione di freddo associati a infiammazione delle alte vie respiratorie (faringe, laringe, trachea) e tosse secca. Nella persona senza altre patologie di solito la malattia si risolve spontaneamente e senza necessitare di cure particolari e invasive entro 3-7 giorni. Negli anziani, nei bambini, nei cardiopatici, nei portatori di malattie croniche, l indebolimento delle difese dovuto all influenza può portare ad altre infezioni, generalmente di origine batterica, quali polmoniti e broncopolmoniti. Rimedi fitoterapici consigliati Per rinforzare il sistema immunitario: assumere Echinacea angustifoglia, nella dose di 20 gocce di estratto idroalcolico, diluite in poca acqua minerale naturale, 2-5 volte al giorno, per un periodo non superiore ai 2 mesi consecutivi. È importante non somministrare il rimedio indicato in precedenza in contemporanea con altri farmaci di sintesi ad azione immunomodulatrice. Trattamento con i macerati glicerici In tutti i casi di influenza: assumere il macerato glicerico di Ribes nigrum, 50 gocce; il macerato glicerico di Betula pubescens, 50 gocce; il macerato glicerico di Alnus glutinosa, 50 gocce. Assumere i diversi gemmoderivati ogni 2 ore, alternandoli, per alcuni giorni. Ricordarsi di diluire il macerato glicerico in poca acqua minerale naturale. 119

15 y insonnia z IL CONSIGLIO IN PIÙ È utile abbinare al trattamento fitoterapico prescelto l impiego degli oligoelementi più indicati. Manganese-Rame: 1 fiala a digiuno, 2 volte a settimana. Il trattamento va iniziato in autunno e deve proseguire durante la stagione invernale, in modo da consentire il rafforzamento del terreno. Trattamento in fase acuta: Rame: 1 fiala 2-4 volte al dì per 5-7 giorni, calibrando la posologia a seconda della risposta del soggetto. Rame-Oro-Argento: 1 fiala 3 volte a settimana, per soli 7 giorni. Continuare con il solo Manganese-Rame, 2 volte a settimana, per tutto l inverno. y insonnia z Con il termine insonnia si intende la difficoltà ad addormentarsi, i risvegli frequenti durante la notte, i risvegli anticipati al mattino. Esistono due differenti tipologie d insonnia, la primaria e la secondaria. L insonnia primaria non ha cause scatenanti apparenti, ma potrebbe essere comunque riconducibile, in massima parte, ad ansia, depressione, paura, eccitazione. L insonnia secondaria, invece, che consegue a disturbi o malattie, può avere cause fisiche e psichiche, come malattie cardiocircolatorie; apnee notturne causate da polipi nasali, sinusiti ecc.; problemi digestivi; sindrome premestruale; 120

16 y mal di schiena z trattamento con i macerati glicerici Come cura preventiva: per i bambini, si consiglia invece il macerato glicerico Abies pectinata, 20 gocce al giorno per cicli di due mesi. IL CONSIGLIO IN PIÙ Nel corso dell anno, si consigliano tre cicli di trattamento, della durata di un mese ciascuno, in cui è opportuno assumere, distanziate di tre giorni una dall altra, una fiala di Fluoro, una di Rame-Oro- Argento, una di Manganese, oligoelementi. y mal di schiena z Il più diffuso è quello localizzato nella zona lombare, ma il dolore può manifestarsi anche nella zona dorsale, oppure in quella cervicale. Può essere determinato da fattori diversi: contrattura dei muscoli che muovono la colonna vertebrale in seguito a un infiammazione oppure posture scorrette o ancora può essere la conseguenza di infortuni. In particolare, la lombosciatalgia, detto anche colpo della strega è una sintomatologia dolorosa localizzata alla parte bassa della schiena, sopra i glutei. A seconda dell intensità, ci possono essere difficoltà di movimento della parte inferiore della colonna, impossibilità a piegarsi in avanti e, soprattutto, una contrattura dolorosa dei muscoli che scorrono lungo la colonna lombare. Perlopiù è dovuta a movimenti e posture scorrette, traumi muscolari, artrosi delle vertebre lombari. Le cause più frequenti però sono due: un movimento maldestro in un momento di tensione; uno sforzo eccessivo, ad esempio il sollevamento di un peso. 139

17 y mal di schiena z Rimedi fitoterapici consigliati Per un azione antinfiammatoria (qualsiasi sia l origine del mal di schiena): è indicata la tintura madre (TM) di artiglio del diavolo, 50 gocce in un po di acqua, 2 volte al giorno, per un periodo di 2 mesi. Per un azione sedativa: è indicata la TM di passiflora, 50 gocce diluite in poca acqua minerale naturale, 2 volte al giorno fino a che persiste il dolore. Per un azione antinfiammatoria e immunostimolante, per esempio quando il mal di schiena si presenta con l influenza: è adatta la TM di Uncaria tomentosa, 50 gocce in un po di acqua, 2 volte al giorno, per almeno un mese. In caso di mal di schiena accompagnato da artrite: assumere 30 gocce di TM di salsapariglia, in un po di acqua, 3 volte al giorno, per 2 mesi. Ripetere il trattamento, se necessario, dopo un mese di interruzione. In caso di mal di schiena accompagnato da dolori articolari in genere: assumere l estratto secco di guggul titolato al 10% in guggulsteroni, in un assunzione di 250 mg 3 volte al giorno, per un periodo non superiore a 4-5 mesi consecutivi. In alternativa, prendere 4-16 g al giorno di polvere di resina (non purificata), da dividersi in 3 singole dosi. Stati infiammatori cronici: assumere 500 mg di polvere di uncaria in compresse 3 volte al giorno, per 1-3 mesi. I bambini, invece, possono prendere 250 mg di polvere di uncaria 1-3 volte al giorno. Come trattamento locale: applicare sulla zona interessata una crema a base di arnica o di artiglio del diavolo. Trattamento con i macerati glicerici Se la persona affetta da mal di schiena soffre anche di reumatismi: è indicato il salice bianco (Salix alba, scorza di giovane ramo), 30 gocce di macerato glicerico, in un po di 140

18 y mal di schiena z acqua, per 2-3 volte al giorno, per cicli di due mesi. Il salice contiene acido acetilsalicilico e quindi va evitato in caso di allergia all aspirina. In presenza di sovrappeso: è indicato il macerato glicerico di frassino (Fraxinus excelsior), 50 gocce in poca acqua 1-2 volte al giorno, per cicli di due mesi. IL CONSIGLIO IN PIÙ È utile abbinare al trattamento fitoterapico prescelto l impiego degli oligoelementi più indicati: Manganese-Rame: 1 fiala 2 volte a settimana (Lu-Gi). Fluoro: 1 fiala 2 volte a settimana, al pomeriggio (Lu-Gi). Magnesio: 1 fiala 2 volte a settimana, a digiuno (Me-Sa). Fosforo: 1 fiala 2 volte a settimana, a digiuno (Ma-Ve). Questo trattamento va iniziato possibilmente fin dall età giovanile, a cicli di 3 mesi (con pause di 2-3 settimane) e protratto per molto tempo, associando una sistematica igiene fisioterapica. In caso di sciatica, la cura migliore consiste nella somministrazione di vitamine del gruppo B e acido alfa-lipoico, che rigenerano la guaina del nervo che provoca dolore. Da assumere seguendo le indicazioni riportate sulla confezione per almeno 2 mesi. Controlla la postura: mantieni la schiena dritta e la faccia rivolta in avanti quando stai in piedi; se stai seduto tieni la schiena appoggiata allo schienale e usa una sedia provvista di sostegno all altezza dei reni. In ogni caso evita di stare a lungo seduto; se lo devi fare poggia i piedi su uno sgabello basso. 141

Struttura della foglia

Struttura della foglia Struttura della foglia La struttura delle foglie varia per grandezza e forma apice nervatura lamina fogliare base stipole picciolo Forma della lamina fogliare a squama ad ago lineare ellittica ovale lanceolata

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

IL MONDO DELLE PIANTE

IL MONDO DELLE PIANTE PROVINCIA DI BERGAMO Settore Politiche Sociali e Salute IL MONDO DELLE PIANTE 2010 Realizzato dall Istruttore Educativo: Colella Anna 1 INDICE Classificazione delle piante pag. 3 Le parti della pianta

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

A COSA SERVONO LE FOGLIE?

A COSA SERVONO LE FOGLIE? A COSA SERVONO LE FOGLIE? Le foglie fabbricano il cibo della pianta, trasformando aria e acqua in glucosio (zucchero). Una foglia è formata da: Di solito la foglia è formata LAMINA da una parte appiattita

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

IL SEME ED IL FRUTTO

IL SEME ED IL FRUTTO IL SEME ED IL FRUTTO Semi e frutti sono senza dubbio una importante fonte di cibo per gli esseri umani e gli altri animali. Da un punto di vista biologico, i semi sono ovuli maturi che contengono le nuove

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute Ergonomia in uffi cio Per il bene della vostra salute Ogni persona è unica, anche per quanto riguarda la struttura corporea. Una postazione di lavoro organizzata in modo ergonomico si adatta a questa individualità.

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Infortunio sul lavoro:

Infortunio sul lavoro: Infortunio sul lavoro: evento che determina un danno alla persona, che si verifica per causa violenta in occasione di lavoro nell ambiente di lavoro, in un breve periodo di tempo (< 8 ore lavorative) Malattia

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) SOC

REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) SOC SOC REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) TOTALE PERC Esami diagnostici Pressione arteriosa ridotta 1 0.2% Patologie cardiache Cianosi 2 0.4% Bradicardia 1 0.2% Tachicardia 9 1.9% Extrasistoli

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che

Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che Le muffe fanno parte, insieme ai lieviti e ai funghi a cappello sia mangerecci sia velenosi, di un vastissimo quanto eterogeneo gruppo di organismi,

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.»

Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.» E di z i o ne //// 1/ 2 0 14 Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.» Fatti riguardanti l apnea da sonno In Svizzera circa 150 000 persone soffrono di apnea da sonno. I sintomi

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un

La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un COME FUNZIONA UN ALBERO di Mario Carminati e Massimo Ranghetti La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un albero è che si tratta di un essere vivente, proprio come noi. È un fatto scontato, certo,

Dettagli

MOMENT 200 mg compresse rivestite Ibuprofene

MOMENT 200 mg compresse rivestite Ibuprofene PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che può essere usato per curare disturbi lievi e transitori facilmente

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

AIUTA TE STESSO CON DYNAMIND di Serge Kahili King

AIUTA TE STESSO CON DYNAMIND di Serge Kahili King AIUTA TE STESSO CON DYNAMIND di Serge Kahili King Traduzione di Paola Dianetti La Tecnica Dynamind Forma base 1. Scegliete un problema fisico, emotivo o mentale su cui lavorare. 2. Avvicinate le mani unendo

Dettagli

Che cos è l ergonomia

Che cos è l ergonomia norme ergonomiche per le attrezzature di lavoro, il posto di lavoro e l ambiente di lavoro. Che cos è l ergonomia La parola ergonomia deriva dal greco ergo, che significa lavoro, e nomos che significa

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org Lo scopo di questa scheda informativa è illustrare alle persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ai loro amici e familiari il modo migliore per poter vivere una vita normale con

Dettagli

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta - WELKOME FITNESS 2013 Evoluzione e ricerca nel mondo degli integratori Vitamina D3: aggiornamenti e nuove applicazioni Dott Marco Neri: Comitato Tecnico Nazionale FIPCF/CONI Comitato scientifico Federazione

Dettagli

Ogni giorno dopo i pasti

Ogni giorno dopo i pasti Ogni giorno dopo i pasti Se si facesse un sondaggio su che cosa la gente porti, abitualmente, nella borsa, uno degli oggetti più quotati sarebbe: medicinali. Non dico gli anziani, ma sapete quanti adolescenti

Dettagli

Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età

Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età Anni d argento, anni di valore. Piccoli consigli per vivere al meglio la terza e quarta età Beata vecchiaia. Nel nostro paese è in corso una grande sfida: trasformare la vecchiaia in un periodo della vita

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa

50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa 50 domande e risposte sul tema ipertensione arteriosa Gruppi di N Domanda Risposta argomenti Sintomi 1. Ho 52 anni e sono iperteso. Ultimamente vedo meno bene e l ottico mi ha prescritto degli occhiali.

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli