Il 31 dicembre gli amici di Via Nizza 18b hanno voluto concludere insieme, in spirito dì amore, gioia e fratellanza, il 1986 e si sono riuniti nel

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il 31 dicembre gli amici di Via Nizza 18b hanno voluto concludere insieme, in spirito dì amore, gioia e fratellanza, il 1986 e si sono riuniti nel"

Transcript

1 Il 31 dicembre gli amici di Via Nizza 18b hanno voluto concludere insieme, in spirito dì amore, gioia e fratellanza, il 1986 e si sono riuniti nel salone di Via Brugnone, dove Padre Mulassano ha celebrato la Santa Messa, seguita da un rinfresco e da tanti auguri sinceri, spontanei, allegri e chiassosi. Eravamo in tanti, c eravamo quasi tutti: amici, obiettori, suonatori, cantanti, suore (con Suor Teresa e Suor Vincenza in testa!), volontari... e tutti con un solo augurio, un solo grande desiderio nel cuore:

2 continuare ad esserci vicini l un l altro, ad aiutarci reciprocamente, a ringraziare il Signore del grande dono che ci ha fatto di farci incontrare, camminare insieme per mano. Abbiamo bisogno gli uni degli altri e abbiamo bisogno che in mezzo a noi rimanga sempre Lui, come oggi, Cristo! Un esempio dello spirito fraterno che ci unisce sono le preghiere spontanee fatte durante la Santa Messa. MURANO: prega per gli ammalati, per gli uomini di colore, per le persone benestanti e non...e soprattutto per Suor Teresa. PEPPINO: chiede a Dio di perdonare chi l ha offeso e di far ravvedere i peccatori. Da parte sua, è felice di essere riuscito a mantenere una promessa fatta durante uno dei nostri primi incontri del venerdì. UN AMICO: si augura che nascano istituzioni più sensibili verso le situazioni dei poveri. ANNAMARIA: Vorrebbe che ognuno sentisse che chi ci è vicino ci vuol bene, anche quando non ci dà ragione, come una madre sgrida il figlio, non certo per mancanza di amore, ma solo per aiutarlo a correggersi e a migliorare. Padre MULASSANO: spera che nessuno incominci il nuovo anno con le mani in tasca, domandando agli altri il compito di fare qualcosa. A tutti noi il Suo augurio di accettarci come siamo, senza desideri di vendetta, anzi con immenso spirito di fratellanza. Suor Teresa: ci esorta, anche lei, ad accettarci gli uni agli altri. Ci augura una pace così grande da poter essere trasmessa a tutti gli amici vicini, in particolare a quelli in maggior difficoltà. Ricorda che nessuna vita è così buia come quella di chi ha dimenticato Dio e Maria. Ed ecco una magnifica preghiera che segue la S. Comunione: SIGNORE, DACCI IL CORAGGIO DI PERDONARE, DI SEGUIRTI, DI CAMMINARE CON TE. SIGNORE, HO BISOGNO DI TE, NON SONO NULLA, MA CON TE, ANCHE SE POVERO, SONO RICCO. La Messa è finita, il rinfresco anche, gli auguri sono stati tanti, però non ci lasciamo; incominciamo insieme un nuovo anno di amore e fratellanza, tenendo Dio ben stretto tra Noi!!

3 Portiam con gioia e pazienza I pesi e le sofferenze gli uni degli altri Comprensione. E molteplici mense Vi sia radiante unione E cordialità immense. Portiam pazientemente Uni d altri stanchezza Così fraternamente Rinfreschiamo l asprezza. Gallo Michele L onere del fratello Stanco, ramingo, errante, Essendo mio fardello, Venga meno pesante. Sì sperduto rancore malignità fugando, ci affratelli amore l un l altro pace dando. Sintonia amorosa Di concordia fraterna, mescolanza operosa d alma pace eterna. Così tra via Brugnone

4 Mi hanno detto che venerdì 2 gennaio 1987 c è stata in Via Nizza l8b una bellissima riunione tra amici. Purtroppo, con mio gran dispiacere, non ho potuto parteciparvi, ma ho pregato chi ha assistito di riferirmi l argomento della conversazione. Vi racconto ciò che mi pare di aver capito, con la preghiera di chiarirmi le idee, se ho compreso male qualcosa, perché il mio più gran desiderio è seguire sempre attentamente il cammino che facciamo insieme. Confido nel vostro aiuto, nelle vostre correzioni, nei vostri suggerimenti! Non posso citare i nomi di chi ha parlato, perché non li so, però, se voi li sapete, ditemeli... GRAZIE!! L argomento mi pare di aver capito è stato quello dell onestà, dettato dal fatto che, nel nostro ambiente, si sono verificati recentemente alcuni furti. È chiaro ed è naturale che ognuno desideri possedere almeno il necessario per vivere decorosamente, ma sappiamo che tra noi c è chi non possiede neanche il minimo indispensabile per la sua sopravvivenza. Ed è questo il nostro fratello più caro, quello che accogliamo con maggior amore nella nostra famiglia. Talvolta però proprio questo fratello, spinto dalle condizioni disperate in cui vive, è portato all esasperazione e si ribella anche contro chi gli apre le braccia per aiutarlo. Ma cosa ottiene costui comportandosi violentemente e disonestamente proprio nell ambito della nostra famiglia? Crea caos, disordine, impedisce di aiutare lui e gli altri, poveri come- lui. Alla porta bussano tanti malati, tante persone afflitte da profonde crisi. Cerchiamo di capirle e di dar loro una mano senza far differenza tra razze, religioni, situazioni sociali! Collaboriamo tutti, non cerchiamo di vedere ingiustizie ovunque: se qualcuno ci passa davanti, pensiamo che può essere più bisognoso di noi. La nostra è una famiglia e tutti dobbiamo quindi lavorare insieme per aiutare i componenti più deboli. Non irritiamoci se Suor Teresa non è disponibile per noi nel momento in cui vogliamo parlarle: se non può venire da noi è perché sta assistendo un fratello più disperato. Ella è come una madre che sta vicina al figlio più bisognoso. Invece di sentirci offesi, aiutiamola, collaboriamo con lei.. Seminiamo con lei il granello della bontà e la nostra famiglia camminerà sempre più sicura nel cammino dell amore e della fede.

5 Il nostro incontro di venerdì 9 gennaio 1987 ci vede ancora una volta numerosi, attenti e partecipi. Tutti noi sappiamo, infatti, che in via Nizza 18b ognuno può esprimere liberamente il proprio parere, anche in contrasto con quello degli altri, nella certezza di essere rispettato ed ascoltato con attenzione e con la sicurezza di ricevere una risposta. Siamo fortunati! Non esistono molti posti in cui si valorizzi così la dignità dell Uomo, riconoscendogli la piena libertà di espressione. Padre MULASSANO apre l incontro leggendo il brano del Vangelo in cui Matteo parla del Battesimo di Gesù : Gesù dalla Galilea venne fino al fiume Giordano e si avvicinò a Giovanni per farsi battezzare da lui... Appena battezzato, Gesù uscì dall acqua. All improvviso il cielo si aprì ed egli vide lo Spirito Santo di Dio il quale, come una colomba, scendeva su di Lui. E dal cielo venne una voce: questo è il figlio mio, che io amo. Io l ho mandato. Siamo tutti invitati a riflettere su questo brano e sul sacramento del Battesimo. ORAZIO osserva che Gesù ha battezzato tutti, anche se Lui è stato battezzato da Giovanni Battista. LUIGI però ribatte di essere stato battezzato da un prete, e non da Gesù. Padre MULASSANO spiega che Cristo ha

6 delegato alcune persone ad amministrare tale Sacramento e, prime fra tutte, i preti. LUIGI è certo che il battesimo possa essere somministrato da tutti, e non solo dai preti, particolarmente in caso di pericolo. Luigi è ben preparato ed ha ragione. Glielo dice Padre MULASSANO, il quale spiega anche la diversità tra il battesimo somministrato da Giovanni e quello che viene somministrato a noi, dopo la venuta di Gesù. Giovanni predicava nel deserto, convertiva i peccatori e li esortava a chiedere perdono delle loro colpe: l acqua era il segno del perdono ricevuto. Poi Dio ci ha mandato il suo Figlio, Colui che ama; affinché sia la nostra guida: seguiamolo!. GIOVANNI V. appena arrivato tra noi, sente parlare di battesimo e dice di non essere battezzato. Molti amici vorrebbero che egli si battezzasse quanto prima e lo esortano in questo senso, ma Giovanni V. si oppone perchè vuole rimanere coerente con le idee dei suoi genitori che non hanno voluto fargli somministrare il Sacramento. Sorge un animata discussione sul significato del Battesimo e sullo spirito con cui un adulto deve riceverlo. Padre MULASSANO cerca di chiarirci le idee. Fa un paragone: se un uomo ricco diventa improvvisamente povero a causa di un fallimento, anche i suoi figli, se pur non colpevoli, saranno poveri e parteciperanno della miseria del padre. Così noi, figli di Adamo ed Eva, paghiamo la loro colpa, senza esserne stati partecipi e la loro colpa si traduce per noi in dolore, fatica ad essere buoni, a perdonare, a camminare seguendo le proposte di Cristo. Il Battesimo però cancella nell uomo il peccato originale, lo introduce in una famiglia nuova, dove tutti sono figli di uno stesso Padre, Dio, e dove tutti quindi sono fratelli: è la famiglia Cristiana. È chiaro che entrare a far parte di questa famiglia dà dei diritti, ma richiede il rispetto di doveri ben precisi: il dovere di accostarsi alla S. Comunione, di amare ed aiutare gli altri fratelli in Cristo, di portare serenamente con Gesù la sua Croce... Se chi si accosta al Battesimo è un bimbo, sono i genitori a sostituirsi a lui, alla sua volontà, garantendo di educarlo secondo la religione in cui è stato battezzato. Se però chi vuole ricevere il Battesimo è un adulto, è lui che deve prendersi ogni responsabilità in prima persona e deve compiere il passo senza leggerezza, in piena coscienza degli impegni che si assume. È chiaro che egli, in quanto uomo, potrà sempre sbagliare, ma Dio ci ha dato nella sua bontà il Sacramento della Confessione, per cancellare i nostri peccati ed è a questo Sacramento che ogni battezzato può e deve ricorrere nel momento

7 della debolezza. GIOVANNI V. si ribella violentemente all idea che la Confessione sia riservata ai soli battezzati. È dunque una bestia chi, non avendo ricevuto il battesimo, non può confessarsi? Non esiste perdono per lui? Padre MULASSANO lo rassicura: è vero che la Confessione è un Sacramento, la cui porta è aperta dal Battesimo, ma è anche vero che la prima condizione per essere perdonato da Dio è riconoscere, con cuore sincero, di aver sbagliato e proporsi di non ricadere nell errore. Dio accoglie sorridendo e a braccia aperte i pentimenti sin ceri e i buoni propositi di tutti i figli, battezzati e non. GEROLAMO ci racconta una storia un po amara, ma con un bel finale: i suoi genitori lo hanno fatto battezzare, ma per le convinzioni di suo padre, egli non ha potuto, da ragazzo, né fare la prima Comunione, né ricevere la Cresima. Ricorda che per questa ragione il Parroco del suo paese, che ben lo conosceva, lo allontanava dalle lezioni di religione, benché egli desiderasse assistervi. L amarezza del ricordo è accresciuta dalla considerazione che lo stesso trattamento non era riservato al figlio del vicesindaco, pure lui non cresimato a causa del credo politico del padre. Non si può quindi pensare che il Sacerdote agisse nel rispetto della volontà dei genitori dei suoi allievi; come qualcuno di noi suggerisce. Ecco però il finale che ci apre il cuore: spontaneamente e in piena coscienza, Gerolamo, prima del periodo di leva, decide di accostarsi alla Comunione e di ricevere la Cresima e lo fa con una convinzione a cui, ancor oggi, rimane coerente. Ci stringiamo a lui con gioia. Padre MULASSANO è come tutti noi felice della conclusione, meno soddisfatto invece è del comportamento del parroco, che, a parer suo, avrebbe dovuto aiutare il ragazzo a maturare nella religione poiché egli stesso lo desiderava. Ritorna poi sul tema del Battesimo, chiedendo ad ognuno di noi quale impegno sentiamo di aver assunto con questo Sacramento. ORAZIO ritiene che il Battesimo sia la prima pietra, sulla quale saranno costruite le altre: Comunione, Cresima. FORTUNATO: racconta di aver fatto la Prima Comunione quand era militare, senza quasi rifletterci. Padre MULASSANO: osserva che la Comunione presuppone uno stato d animo particolare, una buona preparazione, una confessione.

8 GIOVANNI V.: dice che anche chi non è battezzato, come lui, sente di avere degli impegni e che egli ringrazia Dio ogni mattino di essere ancora vivo. Padre MULASSANO è molto soddisfatto di questa preghiera, che egli definisce preziosa. Con il ringraziamento ci si avvicina a Dio. IGNAZIO: dice di far sempre il segno della Croce, al mattino e alla sera, e di sentirsi così amico di tutti e felice. JOLE: è colpita dall osservazione di Ignazio, perché essa è una chiara dimostrazione della gioia che prova chi si sente parte della famiglia cristiana. La gioia nasce nel cuore del credente dalla certezza che Dio lo ama anche quando egli sbaglia, l errore quindi non lo schiaccia, ma lo spinge a migliorarsi, a guardare con nuova forza e nuovo entusiasmo al compito che gli è stato affidato, a ciò che Cristo vuole da lui. Ognuno di noi su questa terra ha un grande compito e Dio gli ha dato le forze per portarlo a termine, nonostante i cedimenti e le difficoltà. Questa certezza, comune a tutti i Cristiani è fonte di gioia. Padre MULASSANO: osserva che, infatti, i primi Cristiani erano gioiosi proprio perchè Cristiani. Suor Teresa: è felice di aver parlato oggi insieme a noi del Battesimo. Ella ha ricevuto il Sacramento da piccola, ma dice di averne scoperto il

9 vero significato da adulta, in Africa, in quella splendida Chiesa, viva e ancor nuova di forze e di entusiasmo. Lì chi doveva ricevere il Battesimo, si preparava per ben 4 anni: 4 anni di gioia intensa, nella consapevolezza di stare per diventare figlio di Dio. Il Cristiano è gioioso anche nelle sofferenze, perché anche, e soprattutto, nel momento del dolore egli è figlio di Dio e sente il Padre vicino. I doveri di un Cristiano sono tanti, ma grande è la pace che Dio dà a chi si mette nelle sue mani con fiducia filiale. Cristo è morto in croce per lasciarci questa pace e questa gioia e la parola gioia ritorna un infinità di volte nel Vangelo. Proviamo questa settimana a sentirci ognuno figlio di Dio e a ricevere la Sua gioia! Proviamo a recitare questa settimana il Padre Nostro in questo spirito di gioia, ricordando che Dio è nostro padre grazie al Battesimo!! QUALI SENTIMENTI RISVEGLIA IN TE, FRATELLO, QUESTA PREGHIERA E QUESTA MEDITAZIONE?

10 Il nostro incontro del 23/1/1987 riprende il discorso sul Battesimo, incominciato il 9 gennaio. All inizio ricordiamo, a grandi linee, ciò che avevamo detto in quell occasione; un particolare è rimasto impresso nella mente e nel cuore di ognuno di noi: il fatto che il nostro amico Giovanni V., purtroppo oggi non presente, non sia mai stato battezzato. Ricordiamo che molti di noi gli hanno suggerito di farsi battezzare subito, ma che egli ha rifiutato di accettare il nostro consiglio affettuoso, convinto di rimanere in tal modo coerente con la decisione dei suoi genitori, che non vollero mai fargli somministrare tale Sacramento. Noi, che siamo tutti battezzati, ci riteniamo più fortunati di lui? GIOVANNI ne è certo, poiché il mondo è un nulla senza il Battesimo, la Cresima e gli altri Sacramenti. MICHELE (che, fra l altro, è l autore della splendida poesia che possiamo leggere in questo numero del giornalino) è d accordo con Giovanni: il Battesimo dà uno scopo al la nostra vita e ci aiuta a non tremare davanti alla morte. QUALCUNO solleva il problema dell importanza dei padrini, non sempre all altezza del compito che si assumono. VITTORIO ritiene che sia meglio ricevere il

11 Battesimo quando si è adulti, cioè maturi, tuttavia egli, se non fosse stato battezzato da bimbo, si farebbe battezzare oggi Padre MULASSANO gli fa osservare che ciò significa che egli ritiene il Battesimo un Sacramento importante e spiega, con un paragone, la ragione per cui è bene farlo somministrare ai bimbi. Egli chiede: Se un neonato riceve in regalo un milione, crescendo si rammaricherà di possedere tale cifra o sarà lieto di poterla usare?. ANTONELLA è certa di aver ricevuto un grande dono con il Battesimo, anche se all inizio non se ne rendeva conto. L indifferenza verso la fede è stata, per lei, fonte di infelicità; invece la presa di coscienza di far parte della famiglia cristiana, grazie al Battesimo, è stata ed è sorgente di gioia e di pace. PEPPINO, come sempre, fa una riflessione bella e commovente, che si riferisce alla sua esperienza. Anche chi è stato battezzato ed ha avuto una buona educazione cristiana può sbandare, come è successo a lui, però poi torna sulla buona strada, perché è come un albero ben piantato e ben puntellato, appena nato: quindi, non può che cresce re bene. PIERLUIGI contesta l abitudine di far somministrare il Battesimo ai neonati, la ritiene quasi una moda, a meno che non esistano gravi motivi di salute da parte del bimbo, come nel caso di una sua figlia, per altro ora arrivata felicemente sanissima all età di 12 anni. A suo parere tale Sacramento deve implicare l impegno, quanto mai serio e consapevole, di una vita cristiana, impegno che non va assunto dai genitori o padrini, ma solo dal diretto interessato, in prima persona. RENATA non è d accordo con lui ed è ben lieta di aver fatto battezzare i propri figli quando ancora erano neonati, perché è persuasa che, avendoli introdotti fin d allora nella famiglia di Cristo, ha dato loro l opportunità di percorrere la giusta via, guidati da Gesù ed aiutati dai fratelli. Le cadute ci saranno, causate dalle debolezze umane, ci sarà però sempre la mano di Cristo che risolleva ed una famiglia pronta ad accogliere, a perdonare ed ad aiutare. PIERLUIGI allora chiede che sorte tocchi ai bambini non battezzati. Padre MULASSANO fa una lunga spiegazione,

12 illuminata da diversi paragoni, per chiarire tutti i problemi nati nel corso dell in contro, imperniato su un argomento assai difficile. Il Battesimo è una vita nuova, è una nuova nascita. Al bimbo i genitori danno la vita; egli non lo capisce e non è in grado di difenderla, perché non è autosufficiente, ma non per questo la vita cessa di essere un dono Anche il Battesimo introduce in una nuova vita, che inserisce chi la riceve nel Corpo di Cristo. Il bimbo, ancora. una volta, non ne ha coscienza, ma riceve un dono grandissimo. Non ci si può pentire dei doni che ci fanno, si può solo rimpiangere quelli che ci negano! È chiaro che tutti sono figli di Dio, anche coloro che, non per loro colpa, non hanno ricevuto il Battesimo al Fonte Battesimale. Non dimentichiamo che esiste un Battesimo di desiderio, di sofferenza... Quanti battezzati nel sangue ha visto Suor Teresa nelle missioni in Africa! Un ultimo paragone: Cristo è la pianta, noi siamo gli innesti selvatici. Con il Battesimo noi ci inseriamo in Lui e viviamo la nuova vita. Suor Teresa ribadisce il concetto: Siamo i tralci della vite ma per esserlo dobbiamo unirci a lei... noi, tralci, siamo i battezzati e la vite è Cristo. La Chiesa è una grande famiglia, e da Lei ricaviamo serenità e pace.

13 IN FONTE DI GRAZIA Su terra nasce creatura, Creta in terra vagante, Anima stanca impura Sol di pace anelante. Ma dalla fede presa Subito battezzata, Acquisita da Chiesa, È salvata, è rinnovata. Proprio ieri è morto il nostro amico Jannantuoni; Suor Teresa era accanto a lui quando ha aperto gli occhi per l ultima volta... erano occhi sereni, pieni di pace, la pace che Dio dà ai suoi figli. Tutti insieme preghiamo per lui. e per Suor Serafina, ritornata anche ella al Signore in queste ore e ci sentiamo quanto mai una famiglia, unita nel dolore, ma anche, e soprattutto, nella speranza e nell anelito a Cristo. Così del Padre figli Al Salvatore riuniti Viviamo come gigli Da santità rapiti. Indirizzati al bene Così subitamente, Tolta atavica pena Operiam giustamente. Spento alito di vita Visionar Salvatore Terminar nostra gita In splendor d Amore. Gallo Michele

14 Tutte le genti vengono a Te o Padre! Tu che nascendo hai creato nel cuore profondo un amore giocondo. Tu che morendo Hai donato nella nostra coscienza La tua salvezza! Tu che risorgi potendo salvare I nostri disagi Riuscendo a lottare Per i nostri peccati Crobelli Paolo Abbiamo saltato qualche nostro appuntamento, perché Padre Mulassano si è recato a Roma per un incontro con il Papa, ma non si è dimenticato di noi; infatti ci ha inviato un bigliettino che pubblichiamo: Carissimi, fra pochi giorni sarò a Torino. Il tempo passato fuori è stato lungo anche perché non ho potuto essere con voi alla conversazione del venerdì. Sono certo che vi siete radunati lo stesso e avete detto belle cose, come sempre. Le vostre riflessioni sono sempre molto valide, perché vengono da cuori molto provati dalla sofferenza. Le vostre non sono parole vuote. Per questo vi dico di non mancare mai alle riunioni, e venire per parlare col cuore in mano. Non immaginate quanto bene fate anche a me. Non dimenticate che il Signore vi ama, vi è vicino. Fatevi sempre più convinti di questo e ditelo a tutti quelli che soffrono come voi e più di voi, ditelo a quelli che vengono alla riunione, ditelo anche a me. Vi ricordo nella preghiera e anche voi pregate per me. Padre Giacomo Mulassano

15

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli.

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. (Atti degli Apostoli, capitolo 5 versetto 12) Questo libretto è di: Un sacramento cos è? Come l acqua purifica,

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

1. una scelta responsabile

1. una scelta responsabile 1.a tappa : preparazione al Battesimo Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 1. una scelta responsabile Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Coloro che li sentivano raccontare

Dettagli

WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC

WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC ctüüévv{ t w fa TÇwÜxt Parrocchia di S. Andrea Sommacampagna féååtvtåñtzçt Domenica 21 marzo 2010 WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC 12 BRUCIAMO I BIGLIETTINI Bruciamo i nostri peccati, con il perdono non ci sono

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli

COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli Parrocchia S.Maria della Clemenza e S. Bernardo COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli Si consiglia una lettura graduale, riflettendo su una o due domande

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 1. Io non so pregare! È una obiezione comune; tuttavia, se vuoi, puoi sempre imparare; la preghiera è un bene importante perché chi impara a pregare impara a

Dettagli

EUCARESTIA E SANTA MESSA

EUCARESTIA E SANTA MESSA EUCARESTIA E SANTA MESSA Cari figli, Gesù, così come è nei Cieli, è anche qui sulla Terra, presente nell Eucarestia. Gesù è presente nell Eucarestia per fortificare lo spirito di ognuno di voi. Rendete

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Doc. 11 di Don Salvatore Conte

Doc. 11 di Don Salvatore Conte Doc. 11 LETTERE A NUCCIA di Don Salvatore Conte Taranto 19 / 12 / 1969 ho ricevuto la tua gradita lettera e ti ringrazio del ricordo e delle preghiere. Anche io sento il disagio della lontananza che mi

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia La Voce della Parrocchia Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10 Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: Poste Italiane s.p.a. Sped. in Abb. Postale

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare) ore 18.00 7.30-11.30 (prime comunioni) (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare) Celebriamo la Messa vigiliare della quarta domenica di Pasqua. È così grande

Dettagli

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE RITI DI INTRODUZIONE S - Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. A - Amen. S - La Grazia e

Dettagli

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo.

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. Preghiere a Maria - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. - Santa Maria intercedi per noi, tu sai grazie! Cuore immacolato di Maria rifugio delle anime. - Cara Mamma aiutami

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Corso Scegli Gesù SG01 Lezione 1 IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Troppo difficile? Antiquato? Solo per persone molto religiose? No! Ti dimostreremo che sono solo pregiudizi. LA NOSTRA GENERAZIONE È INSICURA

Dettagli

CHE COSA E PER ME IL BATTESIMO?

CHE COSA E PER ME IL BATTESIMO? Parrocchia santi Giacomo e Filippo ORATORIO SAN GIOVANNI BOSCO www.oratoriocornaredo.it anno pastorale 2007/2008 Primo incontro di riflessione per i genitori di Terza elementare CHE COSA E PER ME IL BATTESIMO?

Dettagli

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO I C1 INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO Per il celebrante e l'équipe battesimale Monizioni Accoglienza Siamo radunati sulla soglia della chiesa è un luogo altamente simbolico, poiché evoca l

Dettagli

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 1. RITO ORDINARIO RITI INIZIALI 60. Il ministro, entrando dal malato, rivolge a lui e a tutti i presenti un fraterno saluto.

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Il solo male che in questa terra possa

Il solo male che in questa terra possa Vincere la passione e fuggire le occasioni Il solo male che in questa terra possa veramente meritare questo nome è il peccato. Se potessimo vedere lo stato di un anima in peccato, sarebbe impossibile per

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

FEDE IN DIO. La Scrittura ci dice che senza la fede è impossibile piacere a Dio.

FEDE IN DIO. La Scrittura ci dice che senza la fede è impossibile piacere a Dio. FEDE IN DIO A) CO S'E' LA FEDE? La fede si nutre della conoscenza che si acquisisce di una persona. In questa senso la fede può essere grande o piccola, debole o forte. La nostra fede dipende interamente

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

Sacramento del. I segni importanti del Battesimo sono:

Sacramento del. I segni importanti del Battesimo sono: Sacramento del Il Battesimo è la purificazione dal peccato originale e il dono della Nuova Vita, come amati e prediletti Figli di Dio, appartenenti alla famiglia della Chiesa per mezzo dello Spirito Santo.

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Anno Internazionale del Fanciullo

Anno Internazionale del Fanciullo Anno Internazionale del Fanciullo COMUNICATO DEL CONSIGLIO PERMANENTE In occasione dell'anno internazionale del fanciullo, sono molte le iniziative che si prendono da ogni parte anche nel nostro paese.

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale

SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale) E nato per noi un bambino, un figlio ci è stato donato (antifona). Pochi giorni dopo l'apertura della porta Santa che ci ha visti accorrere numerosi per vivere la

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA C O M U N I T A E C C L E S I A L E D I S A N C A T A L D O ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA PREGHIERA PER IL SINODO SULLA FAMIGLIA IN COMUNIONE CON IL SANTO PADRE FRANCESCO E LA CHIESA SPARSA NEL MONDO San

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015)

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015) La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015) INCONTRO CON IL CLERO, I RELIGIOSI, LE RELIGIOSE ED I SEMINARISTI DISCORSO

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di.

Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di. Schede operative per fanciulli dai 3 ai 6 anni Libricino di. Le schede sono divise in due sezioni: La prima riporta la frase del Vangelo propria della domenica, il disegno da colorare relativo all opera

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare) 18 novembre 2012 prima di avvento anno C ore 18.00 ore 10.00 18.00 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che inizia la processione all altare) Oggi è una domenica speciale: oggi inizia l Avvento.

Dettagli

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Signore Gesù, come vuoi che sia la tua Chiesa? Chiesa intesa come una famiglia, dove ognuno deve sentirsi partecipe e vivo, ricordandosi che ognuno di noi è

Dettagli

3. Rito della benedizione senza la Messa

3. Rito della benedizione senza la Messa 3. Rito della benedizione senza la Messa INIZIO 500. Quando la comunità è già riunita, si può cantare il Salmo 33 (34) o eseguire un altro canto adatto. Terminato il canto, tutti si fanno il segno della

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA.

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA. PREPARAZIONE ALLA PRIMA COMUNIONE LA SANTA MESSA ANNO CATECHISTICO 2008/09 NOME E COGNOME 1 DOMENICA: perché? Tutti i popoli hanno dei giorni di festa. Il popolo ebraico, a cui apparteneva Gesù, aveva

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

Dopo-Cresima Semplicemente... una proposta

Dopo-Cresima Semplicemente... una proposta ... e t Dopo-Cresima n e em c i l p m e S una prop osta A questa semplice parola possono essere attribuiti svariati significati: ciascuno la riempie a modo suo.... naturalmente il catechismo. Ci si libera

Dettagli

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Parrocchia della B.V. del Carmine Udine IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Incontro di riflessione e preghiera VENERDÌ 23 MAGGIO 2014 PRESENTAZIONE DELL INCONTRO Ci troviamo insieme stasera per prepararci

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO PREGHIERA PER LA CANONIZZAZIONE Signore Gesù, che per riscattarci hai voluto incarnarti a Nàzaret, nascere a Betlemme e morire a Gerusalemme, degnati di ricordarti che la

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la preghiere Associazione Ragazzi del Cielo Ragazzi della Terra 1 guardando di la Madre di tutte le madri Vergine Maria, madre di tutti i figli, madre di tutte le madri e di tutti i padri. Noi, famiglie dei

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

2 lectio di quaresima

2 lectio di quaresima 2 lectio di quaresima 2014 GESU E LA SAMARITANA Sono qui, conosco il tuo cuore, con acqua viva ti disseterò. sono io, oggi cerco te, cuore a cuore ti parlerò. Nessun male più ti colpirà il tuo Dio non

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

11 ottobre 18 ottobre 25 ottobre 1 novembre 8 novembre 15 novembre 22 novembre 29 novembre. Il segno dell Acqua. La comunità cristiana

11 ottobre 18 ottobre 25 ottobre 1 novembre 8 novembre 15 novembre 22 novembre 29 novembre. Il segno dell Acqua. La comunità cristiana Parrocchia Santi Giacomo - Schema per la catechesi dei Fanciulli: Tappa 11 ottobre 18 ottobre 25 ottobre 1 novembre 8 novembre 15 novembre 22 novembre 29 novembre 30 novembre I segni di Primo Anno Ci accoglie

Dettagli

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA GIUBILEO DELLA MISERICORDIA INIZIO DELL ANNO GIUBILARE NELLE COMUNITÀ PARROCCHIALI 13 dicembre 2015 Terza Domenica di Avvento 1 Nella terza domenica di Avvento, detta Gaudete, in ogni chiesa cattedrale

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

Per il nostro incontro mensile ho riflettuto su alcune intuizioni che, nella preghiera, hanno preso corpo pensando a voi:

Per il nostro incontro mensile ho riflettuto su alcune intuizioni che, nella preghiera, hanno preso corpo pensando a voi: 1 Lettera di don Fausto alle GIOVANI COPPIE Carissimi amici, mi capita spesso di pensare a voi, di affidare al Signore qualche vostra confidenza, di condividere con voi la gioia e la fatica e questo mi

Dettagli

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE PER LA CORONA DEL DISCEPOLO A 33 GRANI Editrice Shalom 31.05.2015 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile

Dettagli