Il 31 dicembre gli amici di Via Nizza 18b hanno voluto concludere insieme, in spirito dì amore, gioia e fratellanza, il 1986 e si sono riuniti nel

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il 31 dicembre gli amici di Via Nizza 18b hanno voluto concludere insieme, in spirito dì amore, gioia e fratellanza, il 1986 e si sono riuniti nel"

Transcript

1 Il 31 dicembre gli amici di Via Nizza 18b hanno voluto concludere insieme, in spirito dì amore, gioia e fratellanza, il 1986 e si sono riuniti nel salone di Via Brugnone, dove Padre Mulassano ha celebrato la Santa Messa, seguita da un rinfresco e da tanti auguri sinceri, spontanei, allegri e chiassosi. Eravamo in tanti, c eravamo quasi tutti: amici, obiettori, suonatori, cantanti, suore (con Suor Teresa e Suor Vincenza in testa!), volontari... e tutti con un solo augurio, un solo grande desiderio nel cuore:

2 continuare ad esserci vicini l un l altro, ad aiutarci reciprocamente, a ringraziare il Signore del grande dono che ci ha fatto di farci incontrare, camminare insieme per mano. Abbiamo bisogno gli uni degli altri e abbiamo bisogno che in mezzo a noi rimanga sempre Lui, come oggi, Cristo! Un esempio dello spirito fraterno che ci unisce sono le preghiere spontanee fatte durante la Santa Messa. MURANO: prega per gli ammalati, per gli uomini di colore, per le persone benestanti e non...e soprattutto per Suor Teresa. PEPPINO: chiede a Dio di perdonare chi l ha offeso e di far ravvedere i peccatori. Da parte sua, è felice di essere riuscito a mantenere una promessa fatta durante uno dei nostri primi incontri del venerdì. UN AMICO: si augura che nascano istituzioni più sensibili verso le situazioni dei poveri. ANNAMARIA: Vorrebbe che ognuno sentisse che chi ci è vicino ci vuol bene, anche quando non ci dà ragione, come una madre sgrida il figlio, non certo per mancanza di amore, ma solo per aiutarlo a correggersi e a migliorare. Padre MULASSANO: spera che nessuno incominci il nuovo anno con le mani in tasca, domandando agli altri il compito di fare qualcosa. A tutti noi il Suo augurio di accettarci come siamo, senza desideri di vendetta, anzi con immenso spirito di fratellanza. Suor Teresa: ci esorta, anche lei, ad accettarci gli uni agli altri. Ci augura una pace così grande da poter essere trasmessa a tutti gli amici vicini, in particolare a quelli in maggior difficoltà. Ricorda che nessuna vita è così buia come quella di chi ha dimenticato Dio e Maria. Ed ecco una magnifica preghiera che segue la S. Comunione: SIGNORE, DACCI IL CORAGGIO DI PERDONARE, DI SEGUIRTI, DI CAMMINARE CON TE. SIGNORE, HO BISOGNO DI TE, NON SONO NULLA, MA CON TE, ANCHE SE POVERO, SONO RICCO. La Messa è finita, il rinfresco anche, gli auguri sono stati tanti, però non ci lasciamo; incominciamo insieme un nuovo anno di amore e fratellanza, tenendo Dio ben stretto tra Noi!!

3 Portiam con gioia e pazienza I pesi e le sofferenze gli uni degli altri Comprensione. E molteplici mense Vi sia radiante unione E cordialità immense. Portiam pazientemente Uni d altri stanchezza Così fraternamente Rinfreschiamo l asprezza. Gallo Michele L onere del fratello Stanco, ramingo, errante, Essendo mio fardello, Venga meno pesante. Sì sperduto rancore malignità fugando, ci affratelli amore l un l altro pace dando. Sintonia amorosa Di concordia fraterna, mescolanza operosa d alma pace eterna. Così tra via Brugnone

4 Mi hanno detto che venerdì 2 gennaio 1987 c è stata in Via Nizza l8b una bellissima riunione tra amici. Purtroppo, con mio gran dispiacere, non ho potuto parteciparvi, ma ho pregato chi ha assistito di riferirmi l argomento della conversazione. Vi racconto ciò che mi pare di aver capito, con la preghiera di chiarirmi le idee, se ho compreso male qualcosa, perché il mio più gran desiderio è seguire sempre attentamente il cammino che facciamo insieme. Confido nel vostro aiuto, nelle vostre correzioni, nei vostri suggerimenti! Non posso citare i nomi di chi ha parlato, perché non li so, però, se voi li sapete, ditemeli... GRAZIE!! L argomento mi pare di aver capito è stato quello dell onestà, dettato dal fatto che, nel nostro ambiente, si sono verificati recentemente alcuni furti. È chiaro ed è naturale che ognuno desideri possedere almeno il necessario per vivere decorosamente, ma sappiamo che tra noi c è chi non possiede neanche il minimo indispensabile per la sua sopravvivenza. Ed è questo il nostro fratello più caro, quello che accogliamo con maggior amore nella nostra famiglia. Talvolta però proprio questo fratello, spinto dalle condizioni disperate in cui vive, è portato all esasperazione e si ribella anche contro chi gli apre le braccia per aiutarlo. Ma cosa ottiene costui comportandosi violentemente e disonestamente proprio nell ambito della nostra famiglia? Crea caos, disordine, impedisce di aiutare lui e gli altri, poveri come- lui. Alla porta bussano tanti malati, tante persone afflitte da profonde crisi. Cerchiamo di capirle e di dar loro una mano senza far differenza tra razze, religioni, situazioni sociali! Collaboriamo tutti, non cerchiamo di vedere ingiustizie ovunque: se qualcuno ci passa davanti, pensiamo che può essere più bisognoso di noi. La nostra è una famiglia e tutti dobbiamo quindi lavorare insieme per aiutare i componenti più deboli. Non irritiamoci se Suor Teresa non è disponibile per noi nel momento in cui vogliamo parlarle: se non può venire da noi è perché sta assistendo un fratello più disperato. Ella è come una madre che sta vicina al figlio più bisognoso. Invece di sentirci offesi, aiutiamola, collaboriamo con lei.. Seminiamo con lei il granello della bontà e la nostra famiglia camminerà sempre più sicura nel cammino dell amore e della fede.

5 Il nostro incontro di venerdì 9 gennaio 1987 ci vede ancora una volta numerosi, attenti e partecipi. Tutti noi sappiamo, infatti, che in via Nizza 18b ognuno può esprimere liberamente il proprio parere, anche in contrasto con quello degli altri, nella certezza di essere rispettato ed ascoltato con attenzione e con la sicurezza di ricevere una risposta. Siamo fortunati! Non esistono molti posti in cui si valorizzi così la dignità dell Uomo, riconoscendogli la piena libertà di espressione. Padre MULASSANO apre l incontro leggendo il brano del Vangelo in cui Matteo parla del Battesimo di Gesù : Gesù dalla Galilea venne fino al fiume Giordano e si avvicinò a Giovanni per farsi battezzare da lui... Appena battezzato, Gesù uscì dall acqua. All improvviso il cielo si aprì ed egli vide lo Spirito Santo di Dio il quale, come una colomba, scendeva su di Lui. E dal cielo venne una voce: questo è il figlio mio, che io amo. Io l ho mandato. Siamo tutti invitati a riflettere su questo brano e sul sacramento del Battesimo. ORAZIO osserva che Gesù ha battezzato tutti, anche se Lui è stato battezzato da Giovanni Battista. LUIGI però ribatte di essere stato battezzato da un prete, e non da Gesù. Padre MULASSANO spiega che Cristo ha

6 delegato alcune persone ad amministrare tale Sacramento e, prime fra tutte, i preti. LUIGI è certo che il battesimo possa essere somministrato da tutti, e non solo dai preti, particolarmente in caso di pericolo. Luigi è ben preparato ed ha ragione. Glielo dice Padre MULASSANO, il quale spiega anche la diversità tra il battesimo somministrato da Giovanni e quello che viene somministrato a noi, dopo la venuta di Gesù. Giovanni predicava nel deserto, convertiva i peccatori e li esortava a chiedere perdono delle loro colpe: l acqua era il segno del perdono ricevuto. Poi Dio ci ha mandato il suo Figlio, Colui che ama; affinché sia la nostra guida: seguiamolo!. GIOVANNI V. appena arrivato tra noi, sente parlare di battesimo e dice di non essere battezzato. Molti amici vorrebbero che egli si battezzasse quanto prima e lo esortano in questo senso, ma Giovanni V. si oppone perchè vuole rimanere coerente con le idee dei suoi genitori che non hanno voluto fargli somministrare il Sacramento. Sorge un animata discussione sul significato del Battesimo e sullo spirito con cui un adulto deve riceverlo. Padre MULASSANO cerca di chiarirci le idee. Fa un paragone: se un uomo ricco diventa improvvisamente povero a causa di un fallimento, anche i suoi figli, se pur non colpevoli, saranno poveri e parteciperanno della miseria del padre. Così noi, figli di Adamo ed Eva, paghiamo la loro colpa, senza esserne stati partecipi e la loro colpa si traduce per noi in dolore, fatica ad essere buoni, a perdonare, a camminare seguendo le proposte di Cristo. Il Battesimo però cancella nell uomo il peccato originale, lo introduce in una famiglia nuova, dove tutti sono figli di uno stesso Padre, Dio, e dove tutti quindi sono fratelli: è la famiglia Cristiana. È chiaro che entrare a far parte di questa famiglia dà dei diritti, ma richiede il rispetto di doveri ben precisi: il dovere di accostarsi alla S. Comunione, di amare ed aiutare gli altri fratelli in Cristo, di portare serenamente con Gesù la sua Croce... Se chi si accosta al Battesimo è un bimbo, sono i genitori a sostituirsi a lui, alla sua volontà, garantendo di educarlo secondo la religione in cui è stato battezzato. Se però chi vuole ricevere il Battesimo è un adulto, è lui che deve prendersi ogni responsabilità in prima persona e deve compiere il passo senza leggerezza, in piena coscienza degli impegni che si assume. È chiaro che egli, in quanto uomo, potrà sempre sbagliare, ma Dio ci ha dato nella sua bontà il Sacramento della Confessione, per cancellare i nostri peccati ed è a questo Sacramento che ogni battezzato può e deve ricorrere nel momento

7 della debolezza. GIOVANNI V. si ribella violentemente all idea che la Confessione sia riservata ai soli battezzati. È dunque una bestia chi, non avendo ricevuto il battesimo, non può confessarsi? Non esiste perdono per lui? Padre MULASSANO lo rassicura: è vero che la Confessione è un Sacramento, la cui porta è aperta dal Battesimo, ma è anche vero che la prima condizione per essere perdonato da Dio è riconoscere, con cuore sincero, di aver sbagliato e proporsi di non ricadere nell errore. Dio accoglie sorridendo e a braccia aperte i pentimenti sin ceri e i buoni propositi di tutti i figli, battezzati e non. GEROLAMO ci racconta una storia un po amara, ma con un bel finale: i suoi genitori lo hanno fatto battezzare, ma per le convinzioni di suo padre, egli non ha potuto, da ragazzo, né fare la prima Comunione, né ricevere la Cresima. Ricorda che per questa ragione il Parroco del suo paese, che ben lo conosceva, lo allontanava dalle lezioni di religione, benché egli desiderasse assistervi. L amarezza del ricordo è accresciuta dalla considerazione che lo stesso trattamento non era riservato al figlio del vicesindaco, pure lui non cresimato a causa del credo politico del padre. Non si può quindi pensare che il Sacerdote agisse nel rispetto della volontà dei genitori dei suoi allievi; come qualcuno di noi suggerisce. Ecco però il finale che ci apre il cuore: spontaneamente e in piena coscienza, Gerolamo, prima del periodo di leva, decide di accostarsi alla Comunione e di ricevere la Cresima e lo fa con una convinzione a cui, ancor oggi, rimane coerente. Ci stringiamo a lui con gioia. Padre MULASSANO è come tutti noi felice della conclusione, meno soddisfatto invece è del comportamento del parroco, che, a parer suo, avrebbe dovuto aiutare il ragazzo a maturare nella religione poiché egli stesso lo desiderava. Ritorna poi sul tema del Battesimo, chiedendo ad ognuno di noi quale impegno sentiamo di aver assunto con questo Sacramento. ORAZIO ritiene che il Battesimo sia la prima pietra, sulla quale saranno costruite le altre: Comunione, Cresima. FORTUNATO: racconta di aver fatto la Prima Comunione quand era militare, senza quasi rifletterci. Padre MULASSANO: osserva che la Comunione presuppone uno stato d animo particolare, una buona preparazione, una confessione.

8 GIOVANNI V.: dice che anche chi non è battezzato, come lui, sente di avere degli impegni e che egli ringrazia Dio ogni mattino di essere ancora vivo. Padre MULASSANO è molto soddisfatto di questa preghiera, che egli definisce preziosa. Con il ringraziamento ci si avvicina a Dio. IGNAZIO: dice di far sempre il segno della Croce, al mattino e alla sera, e di sentirsi così amico di tutti e felice. JOLE: è colpita dall osservazione di Ignazio, perché essa è una chiara dimostrazione della gioia che prova chi si sente parte della famiglia cristiana. La gioia nasce nel cuore del credente dalla certezza che Dio lo ama anche quando egli sbaglia, l errore quindi non lo schiaccia, ma lo spinge a migliorarsi, a guardare con nuova forza e nuovo entusiasmo al compito che gli è stato affidato, a ciò che Cristo vuole da lui. Ognuno di noi su questa terra ha un grande compito e Dio gli ha dato le forze per portarlo a termine, nonostante i cedimenti e le difficoltà. Questa certezza, comune a tutti i Cristiani è fonte di gioia. Padre MULASSANO: osserva che, infatti, i primi Cristiani erano gioiosi proprio perchè Cristiani. Suor Teresa: è felice di aver parlato oggi insieme a noi del Battesimo. Ella ha ricevuto il Sacramento da piccola, ma dice di averne scoperto il

9 vero significato da adulta, in Africa, in quella splendida Chiesa, viva e ancor nuova di forze e di entusiasmo. Lì chi doveva ricevere il Battesimo, si preparava per ben 4 anni: 4 anni di gioia intensa, nella consapevolezza di stare per diventare figlio di Dio. Il Cristiano è gioioso anche nelle sofferenze, perché anche, e soprattutto, nel momento del dolore egli è figlio di Dio e sente il Padre vicino. I doveri di un Cristiano sono tanti, ma grande è la pace che Dio dà a chi si mette nelle sue mani con fiducia filiale. Cristo è morto in croce per lasciarci questa pace e questa gioia e la parola gioia ritorna un infinità di volte nel Vangelo. Proviamo questa settimana a sentirci ognuno figlio di Dio e a ricevere la Sua gioia! Proviamo a recitare questa settimana il Padre Nostro in questo spirito di gioia, ricordando che Dio è nostro padre grazie al Battesimo!! QUALI SENTIMENTI RISVEGLIA IN TE, FRATELLO, QUESTA PREGHIERA E QUESTA MEDITAZIONE?

10 Il nostro incontro del 23/1/1987 riprende il discorso sul Battesimo, incominciato il 9 gennaio. All inizio ricordiamo, a grandi linee, ciò che avevamo detto in quell occasione; un particolare è rimasto impresso nella mente e nel cuore di ognuno di noi: il fatto che il nostro amico Giovanni V., purtroppo oggi non presente, non sia mai stato battezzato. Ricordiamo che molti di noi gli hanno suggerito di farsi battezzare subito, ma che egli ha rifiutato di accettare il nostro consiglio affettuoso, convinto di rimanere in tal modo coerente con la decisione dei suoi genitori, che non vollero mai fargli somministrare tale Sacramento. Noi, che siamo tutti battezzati, ci riteniamo più fortunati di lui? GIOVANNI ne è certo, poiché il mondo è un nulla senza il Battesimo, la Cresima e gli altri Sacramenti. MICHELE (che, fra l altro, è l autore della splendida poesia che possiamo leggere in questo numero del giornalino) è d accordo con Giovanni: il Battesimo dà uno scopo al la nostra vita e ci aiuta a non tremare davanti alla morte. QUALCUNO solleva il problema dell importanza dei padrini, non sempre all altezza del compito che si assumono. VITTORIO ritiene che sia meglio ricevere il

11 Battesimo quando si è adulti, cioè maturi, tuttavia egli, se non fosse stato battezzato da bimbo, si farebbe battezzare oggi Padre MULASSANO gli fa osservare che ciò significa che egli ritiene il Battesimo un Sacramento importante e spiega, con un paragone, la ragione per cui è bene farlo somministrare ai bimbi. Egli chiede: Se un neonato riceve in regalo un milione, crescendo si rammaricherà di possedere tale cifra o sarà lieto di poterla usare?. ANTONELLA è certa di aver ricevuto un grande dono con il Battesimo, anche se all inizio non se ne rendeva conto. L indifferenza verso la fede è stata, per lei, fonte di infelicità; invece la presa di coscienza di far parte della famiglia cristiana, grazie al Battesimo, è stata ed è sorgente di gioia e di pace. PEPPINO, come sempre, fa una riflessione bella e commovente, che si riferisce alla sua esperienza. Anche chi è stato battezzato ed ha avuto una buona educazione cristiana può sbandare, come è successo a lui, però poi torna sulla buona strada, perché è come un albero ben piantato e ben puntellato, appena nato: quindi, non può che cresce re bene. PIERLUIGI contesta l abitudine di far somministrare il Battesimo ai neonati, la ritiene quasi una moda, a meno che non esistano gravi motivi di salute da parte del bimbo, come nel caso di una sua figlia, per altro ora arrivata felicemente sanissima all età di 12 anni. A suo parere tale Sacramento deve implicare l impegno, quanto mai serio e consapevole, di una vita cristiana, impegno che non va assunto dai genitori o padrini, ma solo dal diretto interessato, in prima persona. RENATA non è d accordo con lui ed è ben lieta di aver fatto battezzare i propri figli quando ancora erano neonati, perché è persuasa che, avendoli introdotti fin d allora nella famiglia di Cristo, ha dato loro l opportunità di percorrere la giusta via, guidati da Gesù ed aiutati dai fratelli. Le cadute ci saranno, causate dalle debolezze umane, ci sarà però sempre la mano di Cristo che risolleva ed una famiglia pronta ad accogliere, a perdonare ed ad aiutare. PIERLUIGI allora chiede che sorte tocchi ai bambini non battezzati. Padre MULASSANO fa una lunga spiegazione,

12 illuminata da diversi paragoni, per chiarire tutti i problemi nati nel corso dell in contro, imperniato su un argomento assai difficile. Il Battesimo è una vita nuova, è una nuova nascita. Al bimbo i genitori danno la vita; egli non lo capisce e non è in grado di difenderla, perché non è autosufficiente, ma non per questo la vita cessa di essere un dono Anche il Battesimo introduce in una nuova vita, che inserisce chi la riceve nel Corpo di Cristo. Il bimbo, ancora. una volta, non ne ha coscienza, ma riceve un dono grandissimo. Non ci si può pentire dei doni che ci fanno, si può solo rimpiangere quelli che ci negano! È chiaro che tutti sono figli di Dio, anche coloro che, non per loro colpa, non hanno ricevuto il Battesimo al Fonte Battesimale. Non dimentichiamo che esiste un Battesimo di desiderio, di sofferenza... Quanti battezzati nel sangue ha visto Suor Teresa nelle missioni in Africa! Un ultimo paragone: Cristo è la pianta, noi siamo gli innesti selvatici. Con il Battesimo noi ci inseriamo in Lui e viviamo la nuova vita. Suor Teresa ribadisce il concetto: Siamo i tralci della vite ma per esserlo dobbiamo unirci a lei... noi, tralci, siamo i battezzati e la vite è Cristo. La Chiesa è una grande famiglia, e da Lei ricaviamo serenità e pace.

13 IN FONTE DI GRAZIA Su terra nasce creatura, Creta in terra vagante, Anima stanca impura Sol di pace anelante. Ma dalla fede presa Subito battezzata, Acquisita da Chiesa, È salvata, è rinnovata. Proprio ieri è morto il nostro amico Jannantuoni; Suor Teresa era accanto a lui quando ha aperto gli occhi per l ultima volta... erano occhi sereni, pieni di pace, la pace che Dio dà ai suoi figli. Tutti insieme preghiamo per lui. e per Suor Serafina, ritornata anche ella al Signore in queste ore e ci sentiamo quanto mai una famiglia, unita nel dolore, ma anche, e soprattutto, nella speranza e nell anelito a Cristo. Così del Padre figli Al Salvatore riuniti Viviamo come gigli Da santità rapiti. Indirizzati al bene Così subitamente, Tolta atavica pena Operiam giustamente. Spento alito di vita Visionar Salvatore Terminar nostra gita In splendor d Amore. Gallo Michele

14 Tutte le genti vengono a Te o Padre! Tu che nascendo hai creato nel cuore profondo un amore giocondo. Tu che morendo Hai donato nella nostra coscienza La tua salvezza! Tu che risorgi potendo salvare I nostri disagi Riuscendo a lottare Per i nostri peccati Crobelli Paolo Abbiamo saltato qualche nostro appuntamento, perché Padre Mulassano si è recato a Roma per un incontro con il Papa, ma non si è dimenticato di noi; infatti ci ha inviato un bigliettino che pubblichiamo: Carissimi, fra pochi giorni sarò a Torino. Il tempo passato fuori è stato lungo anche perché non ho potuto essere con voi alla conversazione del venerdì. Sono certo che vi siete radunati lo stesso e avete detto belle cose, come sempre. Le vostre riflessioni sono sempre molto valide, perché vengono da cuori molto provati dalla sofferenza. Le vostre non sono parole vuote. Per questo vi dico di non mancare mai alle riunioni, e venire per parlare col cuore in mano. Non immaginate quanto bene fate anche a me. Non dimenticate che il Signore vi ama, vi è vicino. Fatevi sempre più convinti di questo e ditelo a tutti quelli che soffrono come voi e più di voi, ditelo a quelli che vengono alla riunione, ditelo anche a me. Vi ricordo nella preghiera e anche voi pregate per me. Padre Giacomo Mulassano

15

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE.

MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. MEDITAZIONE SULL AVVENTO, NATALE ED EPIFANIA, TEMPO DELLA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE. Oh Dio, suscita in noi la volontà di andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che viene, perchè egli ci chiami

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo Domenica, 15 novembre 2009 Dov'è il tuo zelo Apocalisse 3:14-22- All'angelo della chiesa di Laodicea scrivi: queste cose dice l'amen, il testimone fedele e veritiero, il principio della creazione di Dio:

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata portare vita piena agli altri Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata del Terz Ordine Regolare di San Francesco d Assisi Luglio 2013 #2 La Missione di Gesù Carissime/i, dopo aver presentato

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo PREGHIERA La Tua Parola, Signore, è Verità perenne, la Tua Parola è vita piena, immortale. Nella tua sequela camminerò, nella luce che emana dalla tua Presenza dirigerò spedito i miei passi. Alla tua sorgente

Dettagli

L ALFABETO DELLA LEGALITA

L ALFABETO DELLA LEGALITA L alfabeto, che sta alla base dell acquisizione di ogni lingua, diventa, in questo nostro giornalino, il punto di partenza per la conoscenza di quei valori fondamentali che è indispensabile interiorizzare

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

La Sacra Bibbia (testo CEI 2008) Versione non commerciabile. E gradita invece la riproduzione a fine di evangelizzazione www.laparola.

La Sacra Bibbia (testo CEI 2008) Versione non commerciabile. E gradita invece la riproduzione a fine di evangelizzazione www.laparola. La Sacra Bibbia (testo CEI 2008) Versione non commerciabile. E gradita invece la riproduzione a fine di evangelizzazione www.laparola.it LETTERA AGLI EFESINI 1 1 Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà

Dettagli

Incontrare il Signore in famiglia.

Incontrare il Signore in famiglia. temi pastorali Incontrare il Signore in famiglia. GIAMPAOLO DIANIN* Padova Se la fede è la storia di un grande amore, è nella famiglia - in cui oggi si vive una sorta di indifferenza - che essa deve essere

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Veglia nella notte del S. Natale 2012 Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Il Santo Padre ha dedicato quest'anno liturgico alla Fede e noi in questa veglia che precede la S. Messa di Natale

Dettagli

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 Dal Vangelo secondo Giovanni 9, 1.6-9.13-17.34-38 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita. Sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò

Dettagli

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE UNO DEI SOLDATI GLI COLPÌ IL FIANCO CON LA LANCIA E SUBITO NE USCÌ SANGUE ED ACQUA NASCITA DEL SACRAMENTO CHIESA NELLA MOLTEPLICITA DEI SUOI DONI DI SALVEZZA. 1. TESTO

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

Vita Abbondante. Corrado Salmé. Un giorno Gesù ha detto: «Io sono venuto affinché abbiano vita e l abbiano in abbondanza» (Giovanni 10:10).

Vita Abbondante. Corrado Salmé. Un giorno Gesù ha detto: «Io sono venuto affinché abbiano vita e l abbiano in abbondanza» (Giovanni 10:10). Vita Abbondante Corrado Salmé Un giorno Gesù ha detto: «Io sono venuto affinché abbiano vita e l abbiano in abbondanza» (Giovanni 10:10). Nessuno uomo ha mai potuto dire queste parole, perché nessun uomo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43)

Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43) Parrocchia S. M. Kolbe Viale Aguggiari 140 - Varese Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43) 1. PREGHIAMO INSIEME Salmo 80 (79) 1 Al maestro del coro. Su «Il giglio della testimonianza».

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

3a domenica di avvento 11 dicembre 2005

3a domenica di avvento 11 dicembre 2005 Mi ha mandato a portare il lieto annuncio ai poveri a promulgare l anno di misericordia del Signore PACE CON GLI UOMINI compassione e giustizia 3a domenica di avvento 11 dicembre 2005 ACCOGLIENZA Nel nome

Dettagli

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 filemame: 42-18-18.evang.odt 3636 parole di Marco defelice, RO, mercoledì, 6 giugno, 2007 -- cmd -- La Bibbia è la Parola di Dio. È più attuale di quanto lo sia il giornale

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

LA "PASQUA SETTIMANALE" DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1

LA PASQUA SETTIMANALE DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1 LA "PASQUA SETTIMANALE" DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1 Spunti per la meditazione personale e per la riflessione agli alunni Fr. Donato Petti 1. Perché cercate tra i morti

Dettagli

"In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18)

In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi (I Tessalonicesi 5:18) "In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18) Rendere grazie a Dio, sempre, in ogni circostanza, in qualsiasi momento, in qualunque

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO-

Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO- DOV'È TUO FRATELLO? Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO- RE». Poi partorì ancora Abele, fratello di lui. Abele fu pastore

Dettagli

SPERARE CONTRO OGNI SPERANZA

SPERARE CONTRO OGNI SPERANZA SPERARE CONTRO OGNI SPERANZA 1 INCONTRO LA PAROLA: dal Vangelo secondo Luca 23, 33-49 La domanda che nasce spontanea dalla lettura del testo sembra quasi banale: Ma come puoi tu portare salvezza, portare

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio.

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. 1 È BELLO LODARTI 2 CANTERÒ IN ETERNO 5 NOI VENIAMO A TE 6 POPOLI TUTTI È bello cantare il tuo amore, è bello lodare il tuo amore, è bello cantare il tuo amore, e bello lodarti Signore, è bello cantare

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO

Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO www.josemariaescriva.info/opus_dei/novenalavoro.pdf 1 giorno LAVORO, cammino di santità Siamo venuti a richiamare di nuovo l'attenzione sull'esempio di Gesù che visse

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

Dicembre 1995 - Dicembre 2005. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese. Don Ugo Proserpio. da anni Parroco a Novate.

Dicembre 1995 - Dicembre 2005. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese. Don Ugo Proserpio. da anni Parroco a Novate. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese Dicembre 1995 - Dicembre 2005 Don Ugo Proserpio 10 da anni Parroco a Novate Dicembre 2005 10 anni tra noi di don Ugo 11 La comunità delle suore Serve

Dettagli

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio Preghiera per le vocazioni Ti preghiamo, Signore, perché continui ad assistere e arricchire la tua Chiesa con il dono delle vocazioni. Ti preghiamo perché molti vogliano accogliere la tua voce e rallegrino

Dettagli

COREA. Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo

COREA. Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo COREA Il Mazzarello Center: una comunità terapeutica che vive lo spirito del Sistema preventivo Breve presentazione del contesto sociale in cui si lavora Il contesto socio-culturale della Corea sperimenta

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello?

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello? Giovedì 13/11/2014 Un ora con Dio Dov'è tuo fratello? Canto d inizio: Invochiamo la tua presenza Invochiamo la tua presenza, vieni Signor Invochiamo la tua presenza, scendi su di noi. Vieni luce dei cuori,

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo Obiettivo generale: L'incontro di questa domenica è incentrato sul cammino del discernimento della

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Testimoni di Dio VEGLIA MISSIONARIA ADORAZIONE EUCARISTICA. 27 ottobre 2011 BENEDIZIONE. CANTO: Ho toccato il fuoco

Testimoni di Dio VEGLIA MISSIONARIA ADORAZIONE EUCARISTICA. 27 ottobre 2011 BENEDIZIONE. CANTO: Ho toccato il fuoco BENEDIZIONE Parrocchia Natività di Maria Vergine - Gorle CANTO: Ho toccato il fuoco Ho toccato il fuoco con le mani: era il vecchio sogno di un bambino, sono io colui che accende i fuochi, sono il vento

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli