LA BIBBIA. Storia del popolo di Israele secondo la Bibbia. Progetto aperto. Conversazioni guidate. Domande/Risposte

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA BIBBIA. Storia del popolo di Israele secondo la Bibbia. Progetto aperto. Conversazioni guidate. Domande/Risposte"

Transcript

1 LA BIBBIA 1 Storia del popolo di Israele secondo la Bibbia Rivisitazione di Episodi e Personaggi che hanno ispirato artisti di tutti i tempi, accompagnata da alcune riflessioni di tipo filosofico, etico e poetico. Progetto aperto Conversazioni guidate Domande/Risposte Programma del Corso a) Introduzione. Metodologia b) L Autore: Filosofia, Cosmologia, Religione Scienza e Fede c) Il Libro: storicità-composizione d) Brevissima presentazione dei libri e) Fatti e Personaggi 1

2 INTRODUZIONE BIBBIA IL LIBRO +LETTO +DIFFUSO LIBRO SACRO Ebrei.. Cristiani?Musulmani? IN PRINCIPIO inizio AMEN fine SIGNIFICATO 2

3 a)teologia (rivelazione) b) Scienze Umane Cosmologia Astronomia Archeologia Filosofia Storia Letteratura Testo quando fu redatto? da chi? originale? come si compone? Testi canonici: a) canone ebraico b) canone cristiano (cattolico - protestante ortodosso) Non si può parlare della Bibbia senza porsi alcune domande preliminari e senza chiarirsi con quale chiave di lettura ci si debba accostare al Libro. La Bibbia è un insieme di testi di alta Poesia, di Storia raccontata nei modi e nei termini in uso 3000/2000 anni fa, alternati a testi/brani letterariamente meno impegnativi. 3

4 E una Storia ricca di Personaggi affascinanti, ma è, prima di tutto, un LIBRO SACRO Chi è l AUTORE? autori o redattori? E la PAROLA DI DIO? Si nomina dio e subito si pongono vari problemi: 1) Creazione (trascendenza) o Immanenza? 2) Evoluzione Causalità o Casualità 4

5 Scienza e Fede Scienza (Filosofia) o Fede? Scienza sperimentale e Fede? Scienza e Fede Religione e Laicismo Da dove veniamo? Che cosa siamo? Dove andiamo? Perché porsi tante domande? a) possiamo non pensare? Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza (dice Dante) Rinunciare a pensare non equivale forse a rinunciare alla nostra dignità di uomini? b) Dobbiamo però prendere atto della nostra limitata intelligenza. State contenti, umana gente, al quia che se potuto aveste veder tutto mestier non era parturir Maria (dice ancora Dante) 5

6 L uomo è intelligenza, autocoscienza; ha libertà di scelta (libero arbitrio). La libertà è dignità, dono, pregio, grandezza o condanna? L uomo non è che una fragile canna, ma una canna pensante. L'homme n'est qu'un roseau le plus faible de la nature; mais c'est un roseau pensant. Il ne faut pas que l'univers entier s'arme pour l'écraser. Une vapeur, une goutte d'eau suffit pour le tuer. Mais quand l'univers l'écraserait, l'homme serait encore plus noble que ce qui le tue ; parce qu'il sait qu'il meurt; et l'avantage que l'univers a sur lui, l'univers n'en sait rien. Ainsi toute notre dignité consiste dans la pensée. C'est de là qu'il faut nous relever, non de l'espace et de la durée... Travaillons donc à bien penser. voilà le principe de la morale. (Blaise Pascal) Dobbiamo pensare ; dobbiamo cercare. Questo è il nostro destino. Troveremo mai la risposta? Con la sola Intelligenza NO! Siduri rispose: - Gilgameš, non troverai mai la Vita che cerchi. Quando gli dèi crearono l'uomo, gli diedero in fato la Morte, ma tennero la Vita per loro. Quanto a te, Gilgameš, riempi il tuo ventre di cose buone; giorno e notte danza e sii lieto, banchetta e rallègrati. Rendi felice tua moglie e abbi caro il fanciullo che ti tiene per mano. Perché questo, questo, è il fato dell'uomo. 6

7 No, Gilgamesh! Dopo affannose ricerche e pericolose insidie, tu troverai sì la famosa pianta della immortalità, ma, prima ancora di potertene servire, la perderai per sempre. Allettato da una fresca sorgente, vorrai dare ristoro al tuo corpo affaticato bagnandoti nelle sue pure acque. Poserai la pianta in terra e le volterai la schiena. Un serpente, odorato il profumo della pianta, la rapirà e subito muterà la pelle e riacquisterà la gioventù. Tu resterai a mani vuote e piangerai. Rassegnati! Neanche tu puoi mutare il destino di tutta l'umanità! (Saga sumerica di Gilgamesh XVIII sec. a.c.) Giobbe si chiede perché tutto non succeda secondo la logica (umana): sei buono, dovresti avere un premio; solo i malvagi dovrebbero essere puniti. Giobbe chiama Dio in giudizio e viene redarguito. Il Signore rispose a Giobbe di mezzo al turbine: Chi è costui che oscura il consiglio con parole insipienti? Cingiti i fianchi come un prode, io t'interrogherò e tu mi istruirai. Dov'eri tu quand'io ponevo le fondamenta della terra? Dillo, se hai tanta intelligenza! Chi ha fissato le sue dimensioni, se lo sai, o chi ha teso su di essa la misura? Dove sono fissate le sue basi o chi ha posto la sua pietra angolare, mentre gioivano in coro le stelle del mattino e plaudivano tutti i figli di Dio? Chi ha chiuso tra due porte il mare, quando erompeva uscendo dal seno materno, quando lo circondavo di nubi per veste e per fasce di caligine folta? Poi gli ho fissato un limite e gli ho messo chiavistello e porte e ho detto: 7

8 "Fin qui giungerai e non oltre e qui s'infrangerà l'orgoglio delle tue onde". Da quando vivi, hai mai comandato al mattino e assegnato il posto all'aurora, perché essa afferri i lembi della terra e ne scuota i malvagi? Si trasforma come creta da sigillo e si colora come un vestito. È sottratta ai malvagi la loro luce ed è spezzato il braccio che si alza a colpire. Sei mai giunto alle sorgenti del mare e nel fondo dell'abisso hai tu passeggiato? Ti sono state indicate le porte della morte e hai visto le porte dell'ombra funerea? Hai tu considerato le distese della terra? Dillo, se sai tutto questo! Per quale via si va dove abita la luce e dove hanno dimora le tenebre perché tu le conduca al loro dominio o almeno tu sappia avviarle verso la loro casa? Certo, tu lo sai, perché allora eri nato e il numero dei tuoi giorni è assai grande! Sei mai giunto ai serbatoi della neve, hai mai visto i serbatoi della grandine, che io riserbo per il tempo della sciagura, per il giorno della guerra e della battaglia? Per quali vie si espande la luce, si diffonde il vento d'oriente sulla terra? Chi ha scavato canali agli acquazzoni e una strada alla nube tonante, per far piovere sopra una terra senza uomini, su un deserto dove non c'è nessuno, per dissetare regioni desolate e squallide e far germogliare erbe nella steppa? Ha forse un padre la pioggia? O chi mette al mondo le gocce della rugiada? Dal seno di chi è uscito il ghiaccio e la brina del cielo chi l'ha generata? Come pietra le acque induriscono e la faccia dell'abisso si raggela. Puoi tu annodare i legami delle Plèiadi o sciogliere i vincoli di Orione? 8

9 Fai tu spuntare a suo tempo la stella del mattino o puoi guidare l'orsa insieme con i suoi figli? Conosci tu le leggi del cielo o ne applichi le norme sulla terra? Puoi tu alzare la voce fino alle nubi e farti coprire da un rovescio di acqua? Scagli tu i fulmini e partono dicendoti: "Eccoci!"? Chi ha elargito all'ibis la sapienza o chi ha dato al gallo intelligenza? Chi può con sapienza calcolare le nubi e chi riversa gli otri del cielo, quando si fonde la polvere in una massa e le zolle si attaccano insieme? Vai tu a caccia di preda per la leonessa e sazi la fame dei leoncini, quando sono accovacciati nelle tane o stanno in agguato fra le macchie? Chi prepara al corvo il suo pasto, quando i suoi nati gridano verso Dio e vagano qua e là per mancanza di cibo? Agostino di Ippona: Tolle iactantiam, quid est homo, nisi homo? Avicenna, filosofo arabo-persiano, nel X secolo commenta la Logica e la Metafisica di Aristotele e conclude: 9

10 Principio di ogni filosofia è dio, come essere necessario, da cui emanano in ordine gerarchico le Intelligenze e quindi gli esseri materiali. Dio, come essere necessario, è identità di soggetto e oggetto, di intelletto intelligente e oggetto dell intellezione. Da dio procede l universo spirituale e materiale. L uomo ha un posto particolare in questa struttura universale: la sua anima (spirito) non può conoscere che gli oggetti dei sensi, eppure, attraverso questi, ha accesso agli intelligibili. L anima potrà raggiungere la conoscenza pura di questi ultimi solo quando sarà separata dal corpo. Separata dal corpo, l anima può meglio unirsi all intelletto attivo e proseguire senza intralci nella conoscenza. Questa più intima unione, che si realizza normalmente dopo la morte, è già in atto durante la vita nei sogni e nelle visioni dei profeti. In sintesi, per Avicenna, l intelligenza umana, tramite l esperienza, può conoscere solo la realtà materiale. Attraverso l astrazione ha accesso alle realtà immateriali. Solo dopo la morte, o in vita attraverso l esperienza mistica, può raggiungere la vera conoscenza superiore. 10

11 La prova determinante, convincente, razionale dell esistenza di Dio non esiste. Dobbiamo dunque decidere? Siamo uomini, non possiamo esimerci dal fare una scelta, dal prendere una decisione. atto della volontà scelta morale Pensare e decidere, sia chiaro, non significa essere d accordo, essere convinti delle tesi che sostiene la Bibbia; significa piuttosto riflettere per prendere una decisione illuminata (morale, atto della volontà) quale che sia. LA BIBBIA 2 Elemento distintivo dell uomo non è l intelligenza, in quanto tale, ma il libero arbitrio. Se l intelligenza portasse ad operare necessariamente sarebbe solo un istinto più elevato. Il ben pensare deve portare al libero agire. 11

12 I quesiti fondamentali che dobbiamo affrontare sono: a) Creazione o Immanenza? b) il creato, si evolve per: Causalità o Casualità? c) se l evoluzione è causale, - c è interazione tra Creatore e Creato? - oppure il Creato è abbandonato a se stesso? In sostanza si deve affrontare il problema dell origine dell universo secondo la Filosofia la Scienza la Fede Prima di affrontare i temi filosofici prendiamo in mano il Testo e vediamo di cosa si tratta: Per prima cosa quando ci si accosta ad un testo ci si chiede a) chi è l autore? b) di cosa si parla? (contenuto) c) quando è stato scritto? d) abbiamo in mano un originale o una traduzione? Trattandosi di testi antichi: quanto sono fedeli all originale? 12

13 AUTORE La Bibbia è un insieme di testi redatti da uomini ispirati da Dio Dettatura tutto è parola di Dio (Corano) Ispirazione li Creatore non abbandona il creato; stringe un patto con una creatura, dotata di autocoscienza; a questa creatura ripropone, attraverso i profeti, verità, principi, valori non accertabili con la ragione. IL CONTENUTO Bibbia Storia dell Universo Dal Principio alla Fine 13

14 a) Dio è Creatore dell Universo b) secondo un progetto e con delle regole in esso connaturate c) l uomo prende coscienza della sua posizione di creatura e delle regole d) l uomo, conosciute le regole, è libero di rispettarle o violarle d) Di fatto l uomo pretende di essere come dio, di decidere le regole e) Dio lo richiama all ordine con messaggi e punizioni, ma promette che alla fine ristabilirà l ordine iniziale. La promessa fatta al primo uomo, Adamo, viene tenuta viva attraverso i patriarchi e rinnovata con Abramo (padre di Isacco/Israele capostipite del popolo eletto e di Ismaele capostipite del popolo del deserto). Attraverso il popolo eletto arriverà il messia il restauratore dell ordine iniziale. Alla creatura che pretende di decidere ciò che è bene e ciò che è male, sconvolgendo col suo atto l armonia dell universo, trascinando con sé tutto il creato in una valle di sofferenza, il Creatore promette guida, assistenza, fino a quando riporterà tutto nell ordine originario. 14

15 Per i Cristiani il Messia è arrivato. Per gli ebrei il Messia deve ancora venire, ma la rivelazione di Dio si è conclusa con il profeta Neemia. Maometto ha ripreso il Libro e ha cercato, in un primo momento, di riunire in una sintesi i popoli del Libro ma quando si parla di fede è impossibile unificare. La bibbia racconta questa storia: a) l ordine iniziale b) lo sconvolgimento dell ordine c) il patto d) le infedeltà, le punizioni e) i pentimenti f) la realizzazione della promessa La Bibbia è un insieme di testi che racconta la storia dell universo dal punto di vista religioso. Essenza della Religione è: - credere che Dio esiste - che gli uomini sono solo uomini - che Dio ha stabilito le regole - in base alle quali giudicherà gli uomini 15

16 Quale è la regola che l uomo deve rispettare e in base alla quale sarà giudicato? Io sono il Signore, vostro Dio. Non rivolgetevi agli idoli. (Lv. 19,1) Amerai il tuo prossimo come te stesso. (Lv.19,18) "Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua forza e con tutta la tua mente e il prossimo tuo come te stesso". (Lc. 10,27) BIBBIA Antico testamento + Nuovo testamento 16

17 Testamento significa patto, alleanza tra il Creatore e l unica tra le sue creature cui sono stati dati l autocoscienza e il libero arbitrio. E possibile che vi siano altri esseri intelligenti nell universo? Non è escluso!!! Rispondo con la frase di Maometto: E più facile dire sia fatto dal nulla e il mondo fu, oppure IL TESTO Autenticità L'Antico Testamento in ebraico che leggiamo oggi è quello trascritto in un documento del X secolo d.c. che può essere confrontato con la traduzione greca chiamata Septuaginta o LXX (scritta dal 220 a.c. al 150 a.c. ca). Esistono altri manoscritti incompleti che risalgono al 325 d.c. ca. La scoperta dei rotoli del mar Morto avvenuta tra il 1947 e il 1956 (manoscritti datati dal 200 al 100 a.c.) è stata estremamente importante. Dopo aver confrontato i testi ebraici più vecchi con quelli più recenti, sono state rilevate solo alcune piccole discrepanze, nessuna delle quali cambia il significato di un brano. 17

18 Grotte di Qunram I manoscritti sono stati scoperti nel 1947 in una grotta. Nel 1951 furono avviati gli scavi nelle zone circostanti il luogo della scoperta. Si trovarono altre dieci grotte contenenti manoscritti. Oggi i reperti sono conservati in parte nel Museo d'israele e nel Museo Rockefeller, entrambi a Gerusalemme, in parte ad Amman, altri alla Biblioteca Nazionale di Parigi. Vari frammenti sono poi in possesso di istituzioni o di privati. La grande maggioranza dei testi di Qumran è scritta in lingua ebraica, ma un considerevole numero di essi è stato redatto in aramaico, una lingua strettamente connessa con l'ebraico e usata dalla maggioranza dagli ebrei di Palestina negli ultimi due secoli a.c. e nei primi secoli d.c. Nelle grotte 4 e 7 sono stati rinvenuti anche testi dell'antico Testamento in greco. Manoscritti di Masada Nella fortezza maccabica, erodiana e poi romana (che fu occupata dagli zeloti nel 66) sono stati rinvenuti un rotolo con i Salmi e una copia ebraica del Siracide. Manoscritti di Murabba at Nelle Grotte, utilizzate durante la II rivolta guidaica durata dal 132 al 135, sono stati rinvenuti frammenti ebraici dei Profeti Minori. I LIBRI della Bibbia 18

19 Tre sono le religioni monoteiste direttamente o indirettamente legate al Libro tra le quali solo il dialogo di buona volontà è possibile ed auspicabile. Giovanni Paolo II ai giovani Musulmani Antico Testamento Al tempo di Gesù l'antico Testamento accettato dai Giudei si chiudeva con il libro di Malachia, vissuto nel 430 a.c. ca. Il canone dell'antico Testamento accettato ai tempi di Cristo è quello usato ancora oggi dagli Ebrei, e non contiene un gruppo di 14 libri (deuterocanonici) scritti dopo Malachia e aggiunti all'antico Testamento all'inizio del secondo secolo a.c. dagli Ebrei della diaspora. Canone Ebraico LA LEGGE Genesi, Esodo, Levitico, Numeri, Deuteronomio I PROFETI I profeti anteriori: Giosuè, Giudici, Samuele (1 e 2), Re (1 e 2) I profeti posteriori: Isaia, Geremia, Ezechiele, I Dodici (profeti minori) GLI SCRITTI Libri poetici: Salmi, Proverbi, Giobbe I cinque rotoli (Megilloth): Cantico dei cantici, Rut, Lamentazioni, Ecclesiaste, Ester. Libri storici: Daniele, Ezra-Neemia, Cronache (1 e 2). Canone Cristiano Ne esistono tre: Quello protestante, (simile, per l A.T. a quello ebraico) Quello cattolico che per l A.T. compende 14 libri aggiuntivi Quello ortodosso che accetta altri 3 libri oltre quello cattolico 19

20 La Bibbia cosidetta dei Settanta comprende anche i testi prodotti durante la diaspora alessandrina, complessivamente tra il IV-II secolo a.c., chiamati nella tradizione cattolica deuterocanonici (apocrifi in quella protestante): Giuditta Tobia Primo libro dei Maccabei Secondo libro dei Maccabei Sapienza Siracide (Ecclesisatico) Baruc Lettera di Geremia testo aggiunto a Daniele testo aggiunto a Ester Esiste una versione più ampia, quella degli ortodossi. Rispetto al canone cattolico quello ortodosso aggiunge: Primo libro di Esdra Terzo libro dei Maccabei Quarto libro dei Maccabei Per quanto riguarda il Nuovo Testamento gli studiosi del testo hanno concluso che la totalità del testo originale è stato ritrovato. Il canone neotestamentario è unico per tutti I cristiani. I testi fondamentali da cui deriva la versione attuale della Bibbia sono: Septuaginta (Esapla) Vulgata Testo Masoretico 20

21 La versione dei Settanta (Septuaginta in latino, indicata anche, secondo la numerazione latina, con LXX ), è la versione della Bibbia in lingua greca, che la tradizione vuole tradotta direttamente dall'ebraico da 70 saggi ad Alessandria d'egitto nel III sec. A.C. L'origine della traduzione è narrata leggendariamente dalla Lettera di Aristea a Filocrate. Secondo tale racconto, il sovrano egiziano ellenista Tolomeo II Filadelfo (regno a.c.) in persona commissionò alle autorità religiose del tempio di Gerusalemme una traduzione in greco del Pentateuco per la neonata biblioteca di Alessandria. Il sommo sacerdote Eleazaro nominò 72 eruditi ebrei, sei scribi per ciascuna delle dodici tribù di Israele, (secondo altre versioni 70), che si recarono ad Alessandria e vennero accolti con grande calore dal sovrano. Stabilitisi nell'isola di Faro completarono la traduzione in 72 giorni in maniera indipendente. Al termine del lavoro, comparando fra loro le versioni, si accorsero con meraviglia che le rispettive traduzioni erano identiche. La traduzione dei Settanta era molto fedele al testo, ma era una traduzione, con qualche concessione alle interpretazioni. Perciò fu spesso osteggiata dalla casta sacerdotale di Gerusalemme. VULGATA Quando Gerolamo tradusse la Bibbia in latino (Vulgata) aveva a disposizione copie dei testi originali in ebraico, aramaico, greco e l'allora autorevolissima traduzione greca dell'antico Testamento detta Settanta. 21

22 38 libri dell'antico Testamento, eccetto i Salmi, furono tradotti exnovo dal testo ebraico. Il libro dei Salmi è stato oggetto di una triplice versione: la prima, nota come Versio Romana, fu realizzata da Gerolamo già nel 382; è una revisione di una precedente traduzione latina adattata al testo della Settanta. La seconda, nota come Versio Gallicana, fu realizzata tra il 386 e il 391 a partire dal testo greco della Esapla di Origene. Divenne la versione prevalente nelle tarde edizioni manoscritte della Vulgata. La terza versione fu realizzata tra il 398 e il 405 a partire dal testo originale ebraico. I libri deuterocanonici di Giuditta e Tobia sono una traduzione ex-novo dal testo orginale greco della Settanta. Gli altri 6 libri deuterocanonici greci sono una revisione di precedenti versioni latine dei testi della septuaginta. Tra le centinaia di antiche edizioni a stampa, quella sicuramente più nota è la cosiddetta Bibbia Gutenberg, realizzata nel 1455 da Johann Gutenberg, l'inventore della stampa a caratteri mobili. 22

23 GLI STILI L analisi accurata degli stili letterari ha permesso di stabilire con certezza in quali periodi sono stati redatti i testi scritti che ci sono pervenuti. Gli stili sono 4 Javista X secolo Dio Creatore. Caratteri: realismo antropomorfismo. Eloista IX VIII secolo Dio appare nei sogni e si manifesta attraverso un Angelo. Deuteronimista VII secolo Patto - violazione punizione pentimento (fini didattici) Sacerdotale VI secolo Regole - Riti La Masorah 23

24 La parola ebraica masorah («tradizione») è presa da Ez 20,37 e vuol dire letteralmente «catena». Si pensava giustamente che il consolidamento del testo avesse la natura di un legame, di un vincolo. Quando la Masorah è diventata una disciplina, il termine è stato collegato con il verbo trasmettere per tradizione e gli è stato dato il significato di tradizione. Nell'antichità classica gli scribi erano pagati per il loro lavoro secondo il numero di stichi copiati. I libri della Bibbia, in prosa, mal si prestavano a ciò, e gli scribi iniziarono a contare le lettere. Da questa usanza si sviluppò nel tempo la Masorah numerica, che conteggia e raggruppa i vari elementi del testo. Così, il Levitico (8:23) Testo masoretico: tradizionale annotato, con pronuncia e significato originale Masoretico masorà = catena sono state inserite le vocali mancanti C S (CoSo, CoSa, CaSa,CaSo) 24

25 L ESAPLA DI ORIGENE L'Esapla fu composta da Origene ( ). Secondo Epifanio di Salamina ( ) essa conteneva su sei colonne sei distinte versioni del Vecchio Testamento (il testo ebraico, la trascrizione del testo ebraico in caratteri greci, le versioni di Aquila,(Letterale) di Simmaco (Scorrevole), dei Settanta e di Teodozione (ripulitura dei Settanta). Esisteva un unica copia dell Esapla composta da circa 50 volumi che andò interamente perduta dopo la distruzione della biblioteca di Cesarea, avvenuta nel 653 d. C. per opera degli invasori arabi. Dell opera non esistono quindi copie ma solo testimonianze (soprattutto da parte di Eusebio di Cesarea e di Gerolamo) e piccoli frammenti dispersi negli scritti di alcuni Padri della Chiesa. Le diverse traduzioni sarebbero state originate anche dal fatto che i testi ebraici a disposizione dei traduttori greci erano solo consonantici (vocali e punteggiatura furono successivamente aggiunte dai masoreti), e dunque legittimamente aperti a più interpretazioni. 25

26 in Isaia 7,14 il termine ebraico almah, giovane donna, venne reso col greco parthènos, vergine; in Salmi 16,10 (15,10 LXX) shàhat, sepolcro, divenne diafthoràn, corruzione: al tuo santo non farai vedere la corruzione ; Nei primi secoli i cristiani fecero prevalente ricorso alla Bibbia dei Settanta per l evangelizzazione e per lo studio delle profezie. Per tutto il I secolo la Settanta godette di grande autorità presso i giudei ed i cristiani. Apostoli e Padri della chiesa la citarono spesso e la diffusero soprattutto tra i gentili ed i pagani. In alcuni casi però la Settanta traduceva in modo estremamente libero il testo originale. LE LINGUE DELLA BIBBIA L'Antico Testamento (AT) (la Bibbia ebraica) è stato scritto in lingua ebraica nei secoli X-III a.c. (alcune parti tardive usano l'aramaico, che ha lo stesso alfabeto ebraico). L'A.T. ebraico non contiene i libri Deuterocanonici (DC). L'A.T. è stato tradotto in greco nel sec. III a.c., questa versione (Septuaginta, LXX) contiene i testi DC. Il Nuovo Testamento (NT) è stato scritto in greco negli anni d.c.. Testo Masoretico, Settanta e Vulgata sono stati i testi ufficiali delle varie religioni (Ebraica e Cristiana) fino a circa il 1950, quando a Qunram, sul mar morto furono fatte le importanti scoperte cui abbiamo accennato precedentemente. 26

27 Oggi i testi di rierimento della Bibbia sono: La "Bible de Jérusalem", traduzione del 1956 fatta sotto la direzione della Scuola Biblica Domenicana di Gerusalemme La TOB (Traduction Oecuménique de la Bible), traduzione ecumenica del 1975, revisionata nel 1982 e nel La Versione TILC,(Traduzione interconfesionale Lingua Corrente) del BIBBIA 3 Torniamo alle domande fondamentali D où venons-nous? Que sommes-nous? Où allons-nous? 27

28 I quesiti fondamentali che dobbiamo affrontare sono: a) Creazione o Immanenza b) il creato, si evolve per Causalità o Casualità? c) se l evoluzione è causale, - c è interazione tra Creatore e Creato? - oppure il Creato è abbandonato a se stesso? Perché porci queste domande prima di leggere la Bibbia? Perché la Bibbia pretende di dare risposte a questi quesiti già nelle prime dieci parole del testo. Se cerchiamo la verità scientifica, non leggiamo la Bibbia. Se cerchiamo la verità filosofica, dobbiamo essere disposti a metterci in discussione. Scienza e fede Scienza (Filosofia) o Fede? Scienza sperimentale e Fede? Scienza = Fede? Religione e Laicismo Tre tipi di verità che non possono essere in contrasto, ma si completano su piani diversi a) scientifica: è la più bassa, quella, pratica sperimentale mutevole b) filosofica: teorica, visionaria, ma relativa, vincolata dallo strumento che usiamo: il nostro cervello e dalla logica c) rivelata, non altrimenti raggiungibile, incontestabile per chi crede 28

29 Metodi per raggiungere la conoscenza, stabilire la? verità.? a) induttivo: osservo molti fenomeni ne ricavo un principio b) deduttivo: intuisco un principio che, se è vero, rende necessariamente vere tutte le conseguenze Processo induttivo (astrazione) Uno dei primi filosofi a ricorrere a questo concetto metodolicamente fu Aristotele, il quale, attribuendo a Socrate il merito di averla scoperta, sosteneva che l'induzione fosse, il procedimento che dai particolari porta all'universale L'induzione è "inferenza (conclusione) ampliativa ma solo probabile", Ho visto un corvo ed era nero; Ho visto un secondo corvo ed era nero; Ho visto un terzo corvo ed era nero; Conclusione: Il prossimo corvo che vedrò sarà (probabilmente) nero e fino a prova contraria dirò che i corvi sono neri.. La deduzione è definita come una "inferenza (conclusione) non ampliativa ma necessaria". 29

30 Mentre è impossibile che la conclusione di un ragionamento deduttivo sia falsa se le sue premesse sono vere, in un argomento induttivo questa certezza si riduce a un certo grado di probabilità La conclusione è sempre la stessa: l uomo non è in grado di raggiungere la Verità assoluta. Deve accontentarsi di verità relative e spesso contradditorie. Dubbi sulla possibilità di conoscere la verità. Filosofi scettici Zenone e i suoi Quattro Paradossi. (Achille e la tartaruga. La freccia. Lo Stadio, Pluralità infinita delle parti..) L ORIGINE DELL UNIVERSO a) La Scienza Teorica (filosofia) b) La Scienza pratica 30

31 FILOSOFIA IMMANENZA (Eternità del creato)? o TRASCENDENZA (Creazione)? Sartre nella sua Critica della ragione dialettica usa l espressione composta immanenza-trascendenza, nei seguenti termini: è immanente ciò che è interno all essere di una realtà e non rinvia, né per la sua esistenza né per la sua esplicazione, né per il suo valore, ad alcun principio esterno o superiore, cioè a nessun principio trascendente. Questo concetto può essere riassunto nell enunciato tutto è interno a tutto. Con l immanenza si afferma che il mondo è dio causa di se stesso, eterno Con la trascendenza si afferma che esiste un essere (dio), esterno all universo, trascendente, non causato, causa e origine di tutto il resto Anche se non mancano filosofi e scienziati che sostengono l immanentismo, la tesi più comune filosoficamente e scientificamente accettata è che ci sia un ente non causato che è origine e causa dell universo. 31

32 LA SCIENZA e L Origine dell Universo BIG BANG 13 miliardi e 700 milioni di anni fa IL PROBLEMA: COSA E SCOPPIATO? Nulla viene dal Nulla Energia pura? Mondo immateriale? La Scienza che era sperimentale per natura (metodo induttivo) (Provando e Riprovando) ha ora imboccato la strada del metodo Deduttivo. Uno scienziato intuisce un principio, lo qualifica come verità su cui costruisce la sua cosmologia. Né la Scienza, né la filosofia sono in grado di dare una risposta convincente sull origine dell universo Anzi 32

33 Sia la Scienza che la Filosofia partono da ipotesi, cioè atti di fede, fede nel senso di credere in qualcosa che non si dimostra. Approfondiamo ciò che dice la Scienza attuale: La fisica delle particelle è la branca della fisica che studia i costituenti fondamentali e le interazioni fondamentali della materia. MODELLO STANDARD Oggi gli scienziati pensano che tutte le cose siano fatte dalle particelle che si vedono in questo disegnino: i quark e i leptoni, che si combinano tra loro come in un gioco delle costruzioni (un protone per esempio è costituito da due quark up e un quark down, un neutrone da due quark down e un quark up). Questi costituenti elementari si parlano scambiandosi delle altre particelle messaggere, che sono i fattorini delle forze fondamentali della natura: il fotone (la luce in tutte le sue forme) trasporta la forza elettromagnetica, che è quella responsabile di tutta la chimica e le interazioni di tutti i giorni; 33

34 I gluoni scambiano la forza forte, che tiene insieme i quark e i nuclei degli atomi; le particelle W e Z si occupano di scambiare la forza debole, che è quella responsabile della radioattività. Bene, dunque gli scienziati sanno tutto, abbiamo tutti gli ingredienti della materia e pure i collanti per tenerla insieme. La teoria che descrive i componenti fondamentali di tutte le cose (la chiamano il Modello Standard, ed è stato formalizzato negli anni 70 del secolo scorso) funziona veramente molto bene, ma ha un piccolo difetto: Il Modello Standard presuppone che le particelle non debbano avere massa. Nessuna massa, particelle senza peso! E un bel controsenso, perché noi sappiamo benissimo che le cose hanno massa, e dunque massa devono avere le particelle che le compongono. Il problema è che se nella teoria aggiungiamo a mano la massa delle particelle, le equazioni vengono distrutte e non funzionano più (i fisici teorici dicono che l invarianza di gauge della teoria non è rispettata). Un bel dilemma, no? Negli anni 60 il signor Peter Higgs saltò su dicendo: Io avrei una possibile soluzione!. Supponiamo che le particelle in effetti non abbiamo massa di per sé, ma che nell universo esista un campo che pervade tutto, una sorta di melassa cosmica che le particelle devono attraversare quando si muovono. Questa melassa frenerebbe in modo diverso ogni particella rendendola più o meno pesante. Tradotta in equazioni l idea funzionava: le particelle acquisivano massa e le equazioni della teoria rimanevano valide senza spappolarsi. Eureka! Ma Cos è il bosone di Higgs: Particella mai osservata ma essa darebbe massa a tutte le particelle elementari, incluso lo stesso bosone di Higgs. 34

Babilonia. Dalla creazione dell uomo al diluvio universale

Babilonia. Dalla creazione dell uomo al diluvio universale MAAT CONOSCERE LA STORIA PER CREARE IL FUTURO - MAAT Babilonia Dalla creazione dell uomo al diluvio universale www.maat.it/maat4 1 INDICE Dèi lavoratori e non lavoratori Creazione dell uomo Diluvio universale

Dettagli

In principio... Verona, Teatro Nuovo

In principio... Verona, Teatro Nuovo In principio... Interazioni sulla Genesi Tre quadri e un epilogo Verona, Teatro Nuovo 21 maggio 2015, ore 20:30 In collaborazione con Con il patrocinio di Ideazione: Alteritas - Interazione tra i popoli

Dettagli

L inizio della tristezza dell Uomo

L inizio della tristezza dell Uomo Bibbia per bambini presenta L inizio della tristezza dell Uomo Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: M. Maillot; Tammy S. Tradotta da: Lorena Circiello Prodotta da:

Dettagli

DINAMICHE E LABORATORI RITIRO BIZONALE

DINAMICHE E LABORATORI RITIRO BIZONALE DINAMICHE E LABORATORI RITIRO BIZONALE Dal libro della Genesi In principio Dio creò il cielo e la terra. Ora la terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l'abisso e lo spirito di Dio aleggiava

Dettagli

Attività di potenziamento e recupero

Attività di potenziamento e recupero Attività di potenziamento e recupero 7. Dio e l uomo Dio e l uomo (attività e verifiche) 1 ATTIVITA DI POTENZIAMENTO Utilizzando un motore di ricerca in Internet, o materiale fornito dal tuo insegnante,

Dettagli

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Contiene tre tipi di letteratura: Apocalisse: «Rivelazione (αποκαλυψις) di Gesù Cristo, che Dio gli diede per mostrare ai suoi servi le cose che devono avvenire tra

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Levitico. fu eretto il Tabernacolo) al 20 Maggio (giorno della partenza dal monte Sinai) Esodo 40:2-17. www.chiesaolgiata.

Levitico. fu eretto il Tabernacolo) al 20 Maggio (giorno della partenza dal monte Sinai) Esodo 40:2-17. www.chiesaolgiata. VAVVICH RAH Levitico Egli chiama Parla dell'appello di Dio ai credenti per entrare in comunione con Lui ed alla santificazione del corpo, dell'anima e dello Spirito. Queste istruzioni furono date a Mosè

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO

BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO Il patto matrimoniale con cui l uomo e la donna stabiliscono di vivere insieme per tutta la vita, per sua natura ordinato al bene dei coniugi ed alla procreazione

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 1 Oleggio 08/02/2009 V Domenica del Tempo Ordinario Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 Il compito dell evangelizzazione. Giobbe fa esperienza di

Dettagli

D Illustrare la natura e le conseguenze del peccato. D Apprezzare l'opera di Cristo per togliere il peccato dell'uomo.

D Illustrare la natura e le conseguenze del peccato. D Apprezzare l'opera di Cristo per togliere il peccato dell'uomo. 'II peccato Immaginate che un caro amico vi regali un palazzo pieno di splendidi oggetti. È tutto vostro e potete godervelo! In cambio Egli vi chiede una sola cosa: "Per piacere, non gettarti dal torrione

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Tipologia Obiettivi Linguaggio suggerito Setting Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Una celebrazione

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella Cristianesimo, Ebraismo e Islam Sofia Tavella Che cos è una religione? Ritenendo che il termine RELIGIO derivi dal verbo latino RE-LIGARE che significa legare insieme, la religione indica il RAPPORTO tra

Dettagli

L AGNELLO E I SETTENARI DEI SIGILLI E DELLE TROMBE

L AGNELLO E I SETTENARI DEI SIGILLI E DELLE TROMBE Parrocchia Maria Ss. Assunta - LIBRO DELL APOCALISSE L AGNELLO E I SETTENARI DEI SIGILLI E DELLE TROMBE (cc 4-11) 1 Schema di Ap. 1-16 1 16 1. Prologo (cap. 1): Introduzione: intento: rivelazione contenuto:

Dettagli

Pietro Ciavarella Ebrei 11:4 P 1/9

Pietro Ciavarella Ebrei 11:4 P 1/9 Pietro Ciavarella Ebrei 11:4 P 1/9 Sermone 25 Testo: Ebrei 11:4 Data predicato: 3 novembre 2013 Titolo: La fede di Abele *Per favore, aiutate Mirko e Simona. Grazie! Per capire in che modo, ecco il link

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi

Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi Il GPS di Dio Schema riassuntivo del messaggio e domande per i Piccoli Gruppi Matteo 5:6 Beati quelli che sono affamati e assetati di giustizia, perché saranno saziati. Giovanni 10:27 Le mie pecore ascoltano

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

VITTORIA SUL ACCUSATORE DEI FRATELLI 2

VITTORIA SUL ACCUSATORE DEI FRATELLI 2 (Da Revisionare) Apocalisse 12:7 E ci fu una battaglia nel cielo: Michele e i suoi angeli combatterono contro il dragone. Il dragone e i suoi angeli combatterono, 8 ma non vinsero, e per loro non ci fu

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

La chiamata alla speranza

La chiamata alla speranza La chiamata alla speranza Preghiera mensile Dicembre 2015 1.- Introduzione L'Avvento è un tempo per rispondere alla "chiamata alla speranza". La nostra è la speranza che abbiamo nella nascita di Cristo,

Dettagli

RADIO MARIA MARTEDI 10 MAGGIO 2011 ESERCIZI SPIRITUALI IGNAZIANI PRIMA SETTIMANA

RADIO MARIA MARTEDI 10 MAGGIO 2011 ESERCIZI SPIRITUALI IGNAZIANI PRIMA SETTIMANA RADIO MARIA MARTEDI 10 MAGGIO 2011 ESERCIZI SPIRITUALI IGNAZIANI PRIMA SETTIMANA LA CONVERSIONE: DIO RIVELA ALL UOMO LA REALTA DEL PECCATO (1^ parte). Lode e gloria a Te, Signore Gesù. Il peccato è un

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Conoscere Gesù di Nazaret, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani.

RELIGIONE CATTOLICA. Conoscere Gesù di Nazaret, Emmanuele e Messia, crocifisso e risorto e come tale testimoniato dai cristiani. RELIGIONE CATTOLICA Classi 1 che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l'uomo Identità personale relazione con l'altro: la famiglia, gli amici, la scuola, il mondo. Racconto biblico della

Dettagli

Classe prima,seconda,terza,quarta, quinta.

Classe prima,seconda,terza,quarta, quinta. DIREZIONE DIDATTICA 1 CIRCOLO MARSCIANO Piazza della Vittoria,1 06055- MARSCIANO (PG)- C.F.800005660545 Centralino/Fax 0758742353 Dirigente Scolastico 0758742251 E.mail:pgee41007@istruzione.it Sito Web:

Dettagli

Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore?

Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore? Parrocchia Gesù Crocifisso VAJONT Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore? INCONTRO CEB E GRUPPI FAMILIARI Marzo 2012 Presso fam. Via giorno Ore Introduzione Tutti abbiamo una grande sete di amore,

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012

Carissimi amici. Bellissima Primavera a voi! N 2 Gennaio-Marzo 2012 Newsletter Essena N 2 Gennaio-Marzo 2012 Carissimi amici Bellissima Primavera a voi! Siamo molto felici di ritrovarvi in occasione di questa nuova stagione che sta per fiorire fra qualche tempo e che abbiamo

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli

ANDO, SI LAVO E TORNO CHE CI VEDEVA - Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

ANDO, SI LAVO E TORNO CHE CI VEDEVA - Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM IV QUARESIMA 30 marzo 2014 ANDO, SI LAVO E TORNO CHE CI VEDEVA - Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Gv 9,1-41 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita e i suoi discepoli lo

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Preghiera per la Fede Paolo VI

Preghiera per la Fede Paolo VI Preghiera per la Fede Paolo VI Signore, io credo: io voglio credere in Te. O Signore, fa che la mia fede sia piena, senza riserve, e che essa penetri nel mio pensiero, nel mio modo di giudicare le cose

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

C'è della muffa in casa tua?

C'è della muffa in casa tua? Domenica, 16 novembre 2008 C'è della muffa in casa tua? Levitico 14:33-48- Il Signore parlò ancora a Mosè e ad Aaronne, e disse: Quando sarete entrati nel paese di Canaan, che io vi do come vostro possesso,

Dettagli

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª

ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª ISC RODARI- MARCONI-PORTO SANT ELPIDIO SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015 2016 PIANO DI LAVORO ANNUALE - IRC Classe 1ª 1 ª UA - Dio Creatore e amico 1 Bim. Ott-Nov Scoprire che per la religione cristiana Dio è

Dettagli

La decima e le offerte di digiuno

La decima e le offerte di digiuno La decima e le offerte di digiuno Placeholder «P ortate tutte le decime alla casa del tesoro e mettetemi alla prova in questo, dice l Eterno degli eserciti; e vedrete s io non v apro le cateratte del cielo

Dettagli

LE GRANDI VERITA DELLA BIBBIA!

LE GRANDI VERITA DELLA BIBBIA! 1 LE GRANDI VERITA DELLA BIBBIA! (Studio 1 ) Dopo aver constatato nella parte precedente, come la Bibbia sia la Parola di Dio,continuiamo il nostro studio mettendo in risalto quanto segue: Le Sacre Scritture,

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO

ISTITUTO COMPRENSIVO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA ASIGLIANO VERCELLESE Scuola primaria Antonelli VIA VEZZOLANO, 20 - TORINO Anno scolastico 2009/2010 RELIGIONE CATTOLICA classe 1^ Scoprire la grandezza dell

Dettagli

(Patrick Geddes, 1919)

(Patrick Geddes, 1919) "Ogni città è in fondo una città sacra: perché un nocciolo di sentimenti religiosi è sempre rintracciabile all'origine delle sue attività e dei suoi spazi collettivi, e quindi della sua stessa esistenza,

Dettagli

CERCARE CRISTO PIÙ DI OGNI ALTRA COSA (Filippesi 3:4-11)

CERCARE CRISTO PIÙ DI OGNI ALTRA COSA (Filippesi 3:4-11) CERCARE CRISTO PIÙ DI OGNI ALTRA COSA (Filippesi 3:4-11) Introduzione: Sermone Filippesi 3:4-7. Nell ultimo sermone in Filippesi, in 3:1-3, abbiamo visto che ci sono falsi insegnanti, che predicano la

Dettagli

EUCARISTIA, DONO DI AMORE

EUCARISTIA, DONO DI AMORE EUCARISTIA, DONO DI AMORE Voce guida La nostra processione, quest'anno, sarà accompagnata dalla lettera enciclica di Benedetto XVI, sul tema dell'amore di Dio come fondamento e sviluppo della nostra vita

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania IL PECCATO LA CADUTA e L ORIGINE DUE SPECIE DI PECCATO IL PECCATO ATTUALE IL PECCATO ORIGINALE Il peccato

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43)

Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43) Parrocchia S. M. Kolbe Viale Aguggiari 140 - Varese Il Regno dato a gente che ne produca i frutti (Mt 21,43) 1. PREGHIAMO INSIEME Salmo 80 (79) 1 Al maestro del coro. Su «Il giglio della testimonianza».

Dettagli

ISTITUTO S. GIULIANA FALCONIERI Anno Scolastico 2013-2014

ISTITUTO S. GIULIANA FALCONIERI Anno Scolastico 2013-2014 I LICEO EUROPEO FINALITA FORMATIVE: L alunno deve riconoscere che la domanda di assoluto è presente in ogni uomo e quindi come la religione sia fortemente ancorata alla dimensione esistenziale dell uomo

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

DISCIPLINA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA

DISCIPLINA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA SCOPRIRE CHE PER LA RELIGIONE CRISTIANA DIO E' CREATORE E PADRE E CHE FIN DALLE ORIGINI HA VOLUTO STABILIRE UN'ALLEANZA CON L'UOMO CONOSCERE GESU' DI NAZARETH, EMMANUELE E MESSIA, CROCIFISSO

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO 18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI Vergine Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo La spiritualità della Santa, centrata in Gesù presente nell Eucaristia, e la sua santità di vita, sono forte

Dettagli

CHI E L UOMO? Queste esigenze che ci costituiscono le chiamiamo sinteticamente con una parola che usa la Bibbia: cuore

CHI E L UOMO? Queste esigenze che ci costituiscono le chiamiamo sinteticamente con una parola che usa la Bibbia: cuore CHI E L UOMO? Prima di affrontare il problema religioso occorre domandarsi: perché il fenomeno religioso è solo umano? Perché l uomo è diverso da ogni altra forma presente nella realtà? Occorre guardare

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

La chiesa cattolica a confronto con la Bibbia

La chiesa cattolica a confronto con la Bibbia La chiesa cattolica a confronto con la Bibbia da uno scritto di Claudia Guiati "Noi non siamo infatti come quei molti che falsificano la parola di Dio; ma parliamo mossi da sincerità, da parte di Dio,

Dettagli

Breve storia della Palestina e Israele

Breve storia della Palestina e Israele Breve storia della Palestina e Israele Nel III millennio a.c. territorio tra Siria e Palestina coincideva con la regione di Canaan commercia con Egitto Anatolia Terra dei Mesopotamia Si insediano popoli

Dettagli

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. È un cam m ino di preghiera m olto presente nella tradizione della Chiesa: essa aiuta i credenti a far m em oria della passione del Salvatore per rendere presente il suo am ore salvifico nella loro vita

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA ELABORATO DAI DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DIDATTICA 5 CIRCOLO anno scolastico 2012-2013 RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA

Dettagli

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO

Parlare in famiglia. Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Parlare in famiglia Annella Bartolomeo s.p.a.e.e. Università Cattolica Milano 26 febbraio 2015 CUGGIONO Perché è importante? IMPORTANZA DEL DIALOGO IN FAMIGLIA stili educativi: autoritario, democratico,

Dettagli