Progetto di servizi di presenza in scenari mobili di terza generazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto di servizi di presenza in scenari mobili di terza generazione"

Transcript

1 Tesi di Laurea Progetto di servizi di presenza in scenari mobili di terza generazione Candidato: Renato Contestabile Relatore: Chiar.mo Prof. Salvatore Tucci Correlatore: Dott.ssa Giovanna De Zen Sommario Obiettivi Servizio di presenza Architettura UMTS Presenza nelle reti mobili Progetto Concetto di contesto Scenario di rete Architettura del Context Server Conclusioni e Sviluppi futuri

2 Obiettivi Adattamento del servizio di presenza in ambiente mobile Estensione del concetto di presenza verso quello di contesto Sistema per il recupero, la gestione e la distribuzione di informazioni dinamiche con caratteristiche di: Estendibilità Privatezza Servizio di Presenza Nato con l Instant Messaging (ICQ, AOL, MSN Messenger,...) Permette ad un utente di avere alcune informazioni utili (presenza in rete, emotions, ) su un insieme di persone prescelte (buddy list) Servizio ben accettato dagli utenti Internet Problemi legati all interoperabilità tra applicazioni di vendors diversi Successo nel mondo Internet Interesse del mondo Mobile

3 Standards Internet Engineering Task Force (IETF) Protocollo SIMPLE Presence Information Data Format Soluzione Wireless Village (Motorola, Nokia ed Ericsson) Specifiche su: Architettura di Instant Messaging e Presenza Protocolli Soluzione 3GPP Architettura di riferimento Protocollo SIMPLE dell IETF PAM Forum Presence and Availability Management Architettura UMTS Application Servers Services Service enablers SCS Application Servers GMSC/Transit MSC Server SGSN HLR/AuC/EIR Server Control PSTN/ ISDN WCDMA MGW Backbone switches/routers Connectivity MGW GGSN Internet Intranets GSM/GPRS Control User data

4 IP Multimedia Subsystem Application Server S-CSCF IMS IP Multimedia Subsystem consente: l interoperabilità tra reti mobili e rete Internet una più elevata integrazione dei servizi. Permette l instaurazione di: Comunicazioni multimediali real time su IP Comunicazione tra applicazioni eterogenee Integrazione tra comunicazioni real time e non real time Presenza nelle reti mobili Visited Network Home Network Presenza Internet 1. Servizio Push 2. Servizio Pull 3. Servizi Comunicazione Altre Reti

5 Concetto di contesto Caratterizzare da un punto di vista dinamico l utente e le sue preferenze Presenza Capacità del terminale Caratteristiche della connessione (bearer) Stato della connessione Mezzo di comunicazione preferito Location Community Ambiente circostante Attributi di presenza e contesto identificati Attributi Valori Elemento Subscriber s Status Availability MM State Utente/SGSN Network Status Network Provided Location MS Radio Access MS Network Capability Communication Means Contact Address PDP Type QoS Subscribed QoS Requested QoS Negotiated Text CS/PS/IMS Current/Last Know + Age 900/1800/UMTS Informazione sulle capability del terminale relative al GPRS , SMS, Instant Messaging, Telefono SIP URL, Instant Message Address, IP Address PPP o IP Possono essere definiti vari tipi di parametri appartenenti alle seguenti classi: Traffic Class, Delay Class, Throughput Testo Libero HLR/HSS/S-CSCF VLR/MSC/SGSN User Agent User Agent User Profile User Profile/SGSN SGSN SGSN SGSN SGSN User Agent

6 Formato informazioni di contesto Organizzare le informazioni in modo estendibile Presence Information Data Format CPIM Working Group IETF XML Presence Info Data Format Presence Unit Presence Tuple 1 Stato Willing/Not Willing Attached/Detached Communication address Communication Means Contact Address (URI) Presence Tuple 1 Altri markups Informazioni di Contesto

7 Access list Rappresentano le regole di accesso alle informazioni di contesto definite dall utente Associazioni tra gruppi di utenti e informazioni di contesto Blocking Personal Services Public Access List Attributi = Colleghi indicati << Watcher List >> dal servizio << Tuple List >> 1. Comunicazione Non possono Tuple 1 Informazioni 2. accedere Community ad alcuna Tuple 2 pubbliche informazione Access List = Famiglia << Watcher List >> << Tuple List >> Tuple 2 Tuple 3 Tuple 1 Status = Willing Communication Means = Contact address = Status = Willing Communication Means = telephone Contact address = 555/ Tuple 3 Location = Roma Text = I m working Scenario di Rete SIP REGISTER SIP SUBSCRIBE SIMPLE SIP S-CSCF IMS HSS Context Server Utenti SIP NOTIFY Internet UPM 1. Servizi di comunicazione 2. Servizi PUSH

8 Architettura del Context Server SIP REGISTER SIP SUBSCRIBE SIP NOTIFY SIP NOTIFY SIP SUBSCRIBE PresenceSIPHandler WatcherSIPHandler Presence Manager Watcher Manager Access Manager Notification Manager DataManager DBMS nativo XML CONTEXT SERVER Conclusioni e sviluppi futuri Estensione del concetto di presenza verso quello di contesto Definizione di un sistema in grado di gestire il servizio di presenza e contesto garantendo l estensibilita (soluzione basata su TAMINO -native XML DBMS-) Supporto per l utilizzo delle informazioni di contesto da parte di qualsiasi servizio (service list) Implementazione di un prototipo basato su TAMINO Integrazione di un servizio di push che sfrutta le informazioni di presenza Pubblicazioni G. De Zen Service Personalization and beyond FITCE 2002 M. Cianfanelli, R. Contestabile, G. De Zen Context Aware mobile services in 4G wireless system ECWT 2002

Potenzialità e servizi della Core Network IMS nella nuova rete integrata di TLC. Rinaldo Negroni

Potenzialità e servizi della Core Network IMS nella nuova rete integrata di TLC. Rinaldo Negroni Potenzialità e servizi della Core Network IMS nella nuova rete integrata di TLC Rinaldo Negroni Servizi TLC PES Multimedia Connectivity VCC Presence Conference Multimedia Conferencing Internet IPTV Streaming

Dettagli

IP Multimedia Subsystem

IP Multimedia Subsystem Introduzione 2 IP Multimedia Subsystem Gli standard tecnologici per la fornitura di servizi VoIP stanno evolvendo verso architetture IP Multimedia Subsystem (IMS) in grado di erogare tramite un unica piattaforma

Dettagli

IP Multimedia Subsystem (IMS)

IP Multimedia Subsystem (IMS) Corso di Fondamenti di Internet Anno Accademico 2005-2006 IP Multimedia Subsystem (IMS) Docente: Prof. Marco Carli A cura di: Ing. Valeria Calcagni Sales Support BP&PD Sommario degli argomenti trattati

Dettagli

2 Architettura logica

2 Architettura logica 2 Architettura logica Come accennato precedentemente, il GPRS è stato progettato in modo da riutilizzare il più possibile gli elementi delle reti GSM esistenti; in particolare, per le chiamate vocali o

Dettagli

FRONTIERE DELLA COMUNICAZIONE

FRONTIERE DELLA COMUNICAZIONE POC (PUSH-TO-TALK OVER CELLULAR): IL SERVIZIO CHE TRASFORMA IL CELLULARE IN UN WALKIE-TALKIE A. Dell Arte- SIEMENS MOBILE Il mio intervento di oggi verterà sul PoC (Push-to-talk over Cellular). Push-to-talk

Dettagli

GPRS: General Packet Radio Service

GPRS: General Packet Radio Service GPRS: General Packet Radio Service Sommario Introduzione Architettura di rete Tecnologia radio Procedure Introduzione Introduzione Internet: trasmissione dati rappresenta una grossa parte del traffico

Dettagli

LE TECNOLOGIE MOBILE e FISSO CONVERGONO: quando convergeranno i servizi?

LE TECNOLOGIE MOBILE e FISSO CONVERGONO: quando convergeranno i servizi? LE TECNOLOGIE MOBILE e FISSO CONVERGONO: quando convergeranno i servizi? Franco Grimaldi (WIND) Pisa 21 Maggio 2005 Evoluzione del concetto di convergenza (1/2) Convergenza di Rete Two phones Two services

Dettagli

NOKIA E61 GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP

NOKIA E61 GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP NOKIA E61 GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP Nokia E61 Guida alla Configurazione EUTELIAVOIP pag.2 INDICE INTRODUZIONE...3 IL SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 L ACCOUNT SIP EUTELIAVOIP...3 CONFIGURAZIONE PARAMETRI

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

L ambiente mobile. Ing. Gianfranco Pontevolpe. Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Programma

L ambiente mobile. Ing. Gianfranco Pontevolpe. Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Programma L ambiente mobile Ing. Gianfranco Pontevolpe Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Programma I sistemi cellulari Lo standard GSM I problemi di sicurezza del GSM Lo standard

Dettagli

Una Soluzione di NAT Traversal per un sistema di comunicazione VOIP per una PMI

Una Soluzione di NAT Traversal per un sistema di comunicazione VOIP per una PMI tesi di laurea Una Soluzione di NAT Traversal per un sistema di comunicazione VOIP per una PMI 2005-2006 relatore Ch.mo prof. Massimo Ficco correlatore Ch.mo prof. Giuseppe Cinque candidato Vincenzo Golia

Dettagli

NOKIA E61 GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE SKYPHO

NOKIA E61 GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE SKYPHO NOKIA E61 GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE SKYPHO pag.2 INDICE INTRODUZIONE...3 IL SERVIZIO VOIP SKYPHO...3 L ACCOUNT SIP SKYPHO...3 CONFIGURAZIONE PARAMETRI SKYPHO PER IL NOKIA E61...4 Configurazione Profilo

Dettagli

Annuncio software IBM per Europa, Medio Oriente e Africa ZP09-0153, 21 aprile 2009

Annuncio software IBM per Europa, Medio Oriente e Africa ZP09-0153, 21 aprile 2009 ZP09-0153, 21 aprile 2009 IBM WebSphere offre nuovi e migliori attivatori di servizi per le telecomunicazioni in grado di supportare una piattaforma di servizi flessibile e modulare Indice 1 In sintesi

Dettagli

FRONTIERE DELLA COMUNICAZIONE

FRONTIERE DELLA COMUNICAZIONE EVOLUZIONE VERSO LA MULTIMEDIALITA : SCENARI DI SERVIZIO ED ARCHITETTURE ABILITANTI F. Cerone - ERICSSON - Core Network, Multimedia and Messaging Sono Fabio Cerone e lavoro come Customer Solution Manager

Dettagli

Un approccio innovativo per il delivery di servizi in infrastrutture di nomadic computing

Un approccio innovativo per il delivery di servizi in infrastrutture di nomadic computing Un approccio innovativo per il delivery di servizi in infrastrutture di nomadic computing Relatore Prof. Ing. Stefano Russo Correlatore Ing. Domenico Cotroneo Candidato Armando Migliaccio matr. 41/2784

Dettagli

Università degli studi Roma Tre Dipartimento di informatica ed automazione. Tesi di laurea

Università degli studi Roma Tre Dipartimento di informatica ed automazione. Tesi di laurea Università degli studi Roma Tre Dipartimento di informatica ed automazione Tesi di laurea Reingegnerizzazione ed estensione di uno strumento per la generazione di siti Web Relatore Prof. P.Atzeni Università

Dettagli

Capitolo 1 IP Multimedia Subsystem

Capitolo 1 IP Multimedia Subsystem Capitolo 1 IP Multimedia Subsystem Con la nascita delle reti di nuova generazione, in inglese Next Generation Network (NGN), è avvenuta una vera e propria rivoluzione nella creazione e gestione di servizi

Dettagli

Un architettura di servizi integrati di comunicazione su rete IP per una PMI

Un architettura di servizi integrati di comunicazione su rete IP per una PMI tesi di laurea Un architettura di servizi integrati di comunicazione su rete IP per una Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo Prof. Massimo Ficco correlatore Ch.mo Prof. Stefano Russo candidato Raffaele

Dettagli

Il VoIP nel mondo di Internet e l evoluzione del carrier telefonico. Relatore: Ing. Carrera Marco - Audit Technical Manager Switchward

Il VoIP nel mondo di Internet e l evoluzione del carrier telefonico. Relatore: Ing. Carrera Marco - Audit Technical Manager Switchward Il VoIP nel mondo di Internet e l evoluzione del carrier telefonico. Relatore: Ing. Carrera Marco - Audit Technical Manager Switchward Sommario 1) L evoluzione della comunicazione: dalla rete PSTN alla

Dettagli

VoIP (Voice over IP) Organizzazione del modulo

VoIP (Voice over IP) Organizzazione del modulo VoIP (Voice over IP) Rosario. arroppo ruppo di Ricerca in Reti di Telecomunicazioni (Netroup) wwwtlc.iet.unipi.it Organizzazione del modulo Introduzione alla voce su IP Applicazioni li standard Architettura

Dettagli

Tesi di Laurea. Dispositivi e politiche di switching per cluster di Web server

Tesi di Laurea. Dispositivi e politiche di switching per cluster di Web server Tesi di Laurea Dispositivi e politiche di switching per cluster di Web server Candidato: Massimiliano Antonioli Relatore: Prof. Salvatore Tucci Correlatore: Prof. Michele Colajanni Sommario Siti Web popolari:

Dettagli

Tecnologie GPRS/EDGE e Servizio Push-To-Talk

Tecnologie GPRS/EDGE e Servizio Push-To-Talk Tecnologie GPRS/EDGE e Servizio Push-To-Talk Ing. Vittorio BELOTTI Pavia, 29 Gennaio 2004 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA 1 / 61 Sommario Attività della

Dettagli

Tracciamento e localizzazione per il mercato consumer: elementi costitutivi e prospettive

Tracciamento e localizzazione per il mercato consumer: elementi costitutivi e prospettive Tracciamento e localizzazione per il mercato consumer: elementi costitutivi e prospettive BAMES Group Vimercate Technology Park Ottobre 2008 Struttura Societaria Bartolini After Market Electronics Services

Dettagli

Piattaforme JAVA a supporto di servizi convergenti in reti di nuova generazione (IMS)

Piattaforme JAVA a supporto di servizi convergenti in reti di nuova generazione (IMS) Università degli Studi di Padova DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica Piattaforme JAVA a supporto di servizi convergenti in reti di nuova generazione

Dettagli

Sommario Capitolo 1 Introduzione Capitolo 2 Tecnologie wireless Capitolo 3 La sicurezza

Sommario Capitolo 1 Introduzione Capitolo 2 Tecnologie wireless Capitolo 3 La sicurezza Sommario Capitolo 1 3 Introduzione 3 Capitolo 2 9 Tecnologie wireless 9 2.1. WAP: standardizzazione e Internet 9 2.2. Statistiche e potenzialità: l e-commerce 11 2.2.1. WAP e il mobile commerce 13 2.3.

Dettagli

Le nuove piattaforme per i servizi multimediali

Le nuove piattaforme per i servizi multimediali PIATTAFORME Le nuove piattaforme per i servizi multimediali GRAZIA DE NITTO UMBERTO FERRERO STEFANO MARINO Lo sviluppo delle tecnologie a larga banda rende possibile la creazione di servizi multimediali,

Dettagli

Analisi e sperimentazione della piattaforma Web Service Notification nell ambito del controllo del traffico aereo

Analisi e sperimentazione della piattaforma Web Service Notification nell ambito del controllo del traffico aereo tesi di laurea Analisi e sperimentazione della piattaforma Web Service Notification Anno Accademico 2006/2007 relatore Ch.mo prof. Domenico Cotroneo Correlatore Ing. Christiancarmine Esposito candidato

Dettagli

Tesi di Laurea Specialistica EMULAZIONE DI EFFETTI WAN NELLA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DI SERVER WEB. Candidato Emiliano Zeppa.

Tesi di Laurea Specialistica EMULAZIONE DI EFFETTI WAN NELLA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DI SERVER WEB. Candidato Emiliano Zeppa. Tesi di Laurea Specialistica EMULAZIONE DI EFFETTI WAN NELLA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DI SERVER WEB Candidato Emiliano Zeppa Relatore Chiar.mo Prof. Salvatore Tucci Correlatore Dr. Valeria Cardellini

Dettagli

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione Reti Radiomobili Prof. Antonio Capone Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione 1 - Introduzione al corso Reti Radiomobili

Dettagli

Tesi di Laurea. Cluster di server Web a Qualità del Servizio garantita

Tesi di Laurea. Cluster di server Web a Qualità del Servizio garantita Tesi di Laurea Cluster di Web a Qualità del Servizio garantita Candidato: Marco Orazi Relatore: Chiar.mo Prof. Salvatore Tucci Correlatore: Chiar.mo Prof. Michele Colajanni Sommario Qualità del Servizio

Dettagli

Tendenze dei servizi di telefonia mobile

Tendenze dei servizi di telefonia mobile Estratto del seminario: Internet mobile: tecnologie e servizi Università di Siena 28 Marzo 2003 Ing. Bernardo Marzucchi Multimedia Messaging Service UMTS Tendenze dei servizi di telefonia mobile Multimedia

Dettagli

Realizzazione di interazioni sincrone e asincrone tra applicazioni Web 2.0

Realizzazione di interazioni sincrone e asincrone tra applicazioni Web 2.0 tesi di laurea Realizzazione di interazioni sincrone e asincrone tra applicazioni Web 2.0 Anno Accademico 2008/2009 relatore Ch.mo prof. Porfirio Tramontana candidato Marco Coppola Matr. 534/002312 Obbiettivi

Dettagli

Mediatrix 3000 & Asterisk

Mediatrix 3000 & Asterisk Mediatrix 3000 & Asterisk Release Date: Febbraio 2013 1 / 34 Questo manuale è rilasciato con la licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.5, consultabile all indirizzo http://creativecommons.org.

Dettagli

Dispensa del Corso Comunicazioni Wireless

Dispensa del Corso Comunicazioni Wireless UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA, GESTIONALE E MECCANICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA, GESTIONALE E MECCANICA Dispensa del Corso

Dettagli

NGN ed IMS. Integrazione ed innovazione

NGN ed IMS. Integrazione ed innovazione NGN ed IMS Integrazione ed innovazione 1 2 Next Generation Network Definizione di ITU T (Y.2001) Next Generation Network (NGN): a packet based network able to provide telecommunication services and able

Dettagli

Milano, 20 Ottobre 2006

Milano, 20 Ottobre 2006 Milano, 20 Ottobre 2006 Un nuovo modello di collaborazione Messaggio / Documento Persona Reti private Connessioni discontinue Sistemi e tecnologie proprietarie Web globale "Always on" Sistemi Open Le opzioni

Dettagli

Un applicazione per il trasferimento file in ambiente Symbian

Un applicazione per il trasferimento file in ambiente Symbian tesi di laurea Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Domenico Cotroneo correlatore Ing. Paolo Ascione candidato Barbara Migliaccio Matr. 534/1026 Scenario Applicativo File Transfer via Bluetooth

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

Un sistema di identificazione basato sulla tecnologia RFID

Un sistema di identificazione basato sulla tecnologia RFID tesi di laurea Un sistema di identificazione basato sulla tecnologia RFID Anno Accademico 2005-2006 relatore Ch.mo prof. Stefano Russo correlatore Ch.mo prof. Massimo Ficco candidato Giacomo Scibelli Matr.

Dettagli

D-Link DVG-2001S GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP

D-Link DVG-2001S GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP D-Link DVG-2001S GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP DWG-2001S D-Link Guida alla configurazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SCOPO...3 CONFIGURAZIONE WEB...3 Impostazione NTP Server...4 SIP CONFIGURATION...5

Dettagli

La qualità dell accesso mobile

La qualità dell accesso mobile La qualità dell accesso mobile L accesso mobile ad Internet Guido Riva Area Sistemi Radio Sviluppi recenti dei sistemi mobili Stiamo assitendo a sostanziali modifiche nelle comunicazioni mobili, sia per

Dettagli

l'introduzione a Voice over IP

l'introduzione a Voice over IP Voice over IP (VoIP) l'introduzione a Voice over IP Voice Over IP (VoIP), noto anche come telefonia tramite Internet, è una tecnologia che consente di effettuare chiamate telefoniche tramite una rete di

Dettagli

Work package 1.4. Task. Documento. Versione 1.2. Data 04/12/2009. Autore/i

Work package 1.4. Task. Documento. Versione 1.2. Data 04/12/2009. Autore/i Next Generation Network: standard ITU-T ed ETSI ed aspetti di interconnessione e convergenza dei servizi (executive summary e raccomandazioni per future attività) Work package 1.4 Task Documento All Executive

Dettagli

Ordinanza sulla sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (OSCPT)

Ordinanza sulla sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (OSCPT) Ordinanza sulla sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (OSCPT) Modifica del 2011 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 31 ottobre 2001 1 sulla

Dettagli

Ekiga: telefonare con Gnu/Linux

Ekiga: telefonare con Gnu/Linux Riassunto: introduzione al VoIP (Voice Over IP) panoramica di applicativi VoIP e servizi in ambito Gnu/Linux e non architettura e motivazioni dell'applicazione Gnu/Linux Ekiga in particolare Autori Livio

Dettagli

Centro nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione

Centro nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione Centro nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione SERVIZIO DI REALIZZAZIONE DELLA RETE INTERNAZIONALE DELLE P.A. Allegato H DEFINIZIONI E ACRONIMI 1 Note di carattere generale Il documento

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

Capitolo 6: sommario. Comunicazioni Wireless Caratteristiche canali Wireless, IEEE 802.11 wireless LANs ( wi-fi ) Cellular Internet Access

Capitolo 6: sommario. Comunicazioni Wireless Caratteristiche canali Wireless, IEEE 802.11 wireless LANs ( wi-fi ) Cellular Internet Access 6: Wireless and Mobile 6-1 Capitolo 6: sommario Comunicazioni Wireless Caratteristiche canali Wireless, CDMA IEEE 802.11 wireless LANs ( wi-fi ) Cellular Internet Access architettura standard (es. GSM)

Dettagli

Dopo un lungo periodo di pesante

Dopo un lungo periodo di pesante Reti: voce e video convergono su IP Grazie ad apparati di networking e infrastrutture di ultima generazione cresce la diffusione della banda larga, indispensabile per fornire agli utenti nuovi servizi

Dettagli

Reti: cenni storici. Who s who

Reti: cenni storici. Who s who 1967: DoD ARPAnet 1970: ALOHAnet Reti: cenni storici 1975: TCP/IP model per internetwork 1976: Ethernet 198: TCP/UDP/IP standard per ARPAnet 1987: la rete cresce DNS 1989-1991: web guiding principles:

Dettagli

Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti. Architettura di riferimento

Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti. Architettura di riferimento INDICE Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti Architettura di riferimento La codifica vocale Il trasporto RTP e RTCP QoS in reti IP e requirements La segnalazione H.323 SIP Cenni

Dettagli

Security aspects in Mobile IPv6

Security aspects in Mobile IPv6 Security aspects in Mobile IPv6 IPv6 Italian Task Force Torino, 6 luglio 2005 Implementazione del testbed MIPL6 (1/2) Testbed Mobile IPv6 Wind implementazione del Helsinki University of Technology (HUT)

Dettagli

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia Informatica Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia PARTE 3 - COMUNICAZIONI INFORMATICHE (Internet) Importanza delle comunicazioni Tutti vogliono comunicare Oggi un computer che non è in

Dettagli

Load Balancing dinamico per servizi di presenza

Load Balancing dinamico per servizi di presenza Load Balancing dinamico per servizi di presenza Di Carella Giuseppe Antonio 0000348431 ABSTRACT Negli ultimi anni si assiste sempre più alla nascita di servizi riguardanti la diffusione di informazioni

Dettagli

Voip 2007 Milano 27-28 marzo 2007 Il voip sulla strada dei servizi multimediali

Voip 2007 Milano 27-28 marzo 2007 Il voip sulla strada dei servizi multimediali Voip 2007 Milano 27-28 marzo 2007 Il voip sulla strada dei servizi multimediali Argomenti: 1. Sistemi e terminali di nuova generazione 2. Architettura IMS (IP Multimedia Subsystem) 3. Tecnologia Dual mode

Dettagli

Push-to-X: evoluzione del Push-to-Talk

Push-to-X: evoluzione del Push-to-Talk MOBILE Push-to-X: evoluzione del Push-to-Talk MAURO ROSSOTTO STEFANO SPELTA Pensiamo di voler inviare immagini scattate con il telefono cellulare o documenti presenti su uno smart phone ad un corrispondente

Dettagli

Sommario. Servizi SMS a valore aggiunto per dispositivi mobili. Osservatorio Mobile VAS (Value. Added Service)

Sommario. Servizi SMS a valore aggiunto per dispositivi mobili. Osservatorio Mobile VAS (Value. Added Service) Servizi SMS a valore aggiunto per dispositivi mobili Nicola Provenzano Dip.. di Ingegneria dell Informazione, Pisa nicola.provenzano@iet.unipi.it Mobile VAS Servizi SMS VAS SMS Center Kannel Content Server

Dettagli

SMART WORKING Il nuovo modo di lavorare secondo Telecom Italia TIM.

SMART WORKING Il nuovo modo di lavorare secondo Telecom Italia TIM. SMART WORKING Il nuovo modo di lavorare secondo Telecom Italia TIM. LO SMART WORKING CON TELECOM ITALIA E TIM Grazie anche alle soluzioni ICT e gli avanzati servizi abilitanti rappresentati da connettività,

Dettagli

OSC. OfficeServ Communicator. OfficeServ Communicator è la nuova piattaforma CTI che integra in un unica soluzione differenti tipi di comunicazioni:

OSC. OfficeServ Communicator. OfficeServ Communicator è la nuova piattaforma CTI che integra in un unica soluzione differenti tipi di comunicazioni: OSC è la nuova piattaforma CTI che integra in un unica soluzione differenti tipi di comunicazioni: Voce e Video Instant Messaging Presence L applicazione permette inoltre la gestione e personalizzazione

Dettagli

I rischi e le misure per rendere sicure le reti VoIP. Stefano Sotgiu

I rischi e le misure per rendere sicure le reti VoIP. Stefano Sotgiu VIP(i VoIP (in)security I rischi e le misure per rendere sicure le reti VoIP Stefano Sotgiu Agenda Il VoIP e la rete telefonica tradizionale Il VoIP più in dettaglio (SIP) Le minacce nel VoIP Cosa e come

Dettagli

Un Sistema Informativo per il Monitoraggio di Apparati Radar mediante l uso di Griglie Computazionali

Un Sistema Informativo per il Monitoraggio di Apparati Radar mediante l uso di Griglie Computazionali tesi di laurea Un Sistema Informativo per il Monitoraggio di Apparati Radar Anno Accademico 2008/2009 relatore Ch.mo prof. Stefano Russo correlatore Ing. Generoso Paolillo candidato Vincenzo Carletti Matr.

Dettagli

Nuovi modi per comunicare. Risparmiando.

Nuovi modi per comunicare. Risparmiando. Nuovi modi per comunicare. Risparmiando. Relatori: Fiorenzo Ottorini, CEO Attua S.r.l. Alessio Pennasilico, CSO Alba S.a.s. Verona, mercoledì 16 novembre 2005 VoIP Voice over xdsl Gateway GSM Fiorenzo

Dettagli

SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO. PER LA DISCIPLINA di SISTEMI

SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO. PER LA DISCIPLINA di SISTEMI SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO PER LA DISCIPLINA di SISTEMI L assessorato al turismo di una provincia di medie dimensioni vuole informatizzare la gestione delle prenotazioni degli alberghi associati.

Dettagli

Il VoIP. Ing. Mario Terranova

Il VoIP. Ing. Mario Terranova Il VoIP Ing. Mario Terranova Ufficio Servizi sicurezza e Certificazione Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione terranova@cnipa.it SOMMARIO Le tecnologie La convergenza Problematiche

Dettagli

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone 9 GPRS

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone 9 GPRS Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione Reti Radiomobili Prof. Antonio Capone 9 GPRS GPRS (General( Packet Radio Service) Accesso a INTERNET always ON Il GPRS è un servizio dati a

Dettagli

Vericom Unified Messaging Server (VUMS)

Vericom Unified Messaging Server (VUMS) Vericom Unified Messaging Server (VUMS) VUMS è progettato per integrare ed espandere i sistemi di comunicazione in voce tradizionali con le funzioni applicative dei sistemi di telefonia su IP. Le caratteristiche

Dettagli

Sistemi Web Tolleranti ai Guasti

Sistemi Web Tolleranti ai Guasti Sistemi Web Tolleranti ai Guasti Candidato: Paolo Romano Relatore: Prof. Salvatore Tucci Correlatore: Prof. Bruno Ciciani Sommario Il problema: garantire semantica exactly once alle transazioni Web. Sistema

Dettagli

Studio della sicurezza in OMA SUPL e di una sua implementazione in Java

Studio della sicurezza in OMA SUPL e di una sua implementazione in Java tesi di laurea Studio della sicurezza in OMA SUPL e di una sua implementazione in Java Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Massimo Ficco candidato Nicola Costagliola Matr. 831/165 Obiettivi

Dettagli

Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti. Architettura di riferimento

Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti. Architettura di riferimento INDICE Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti Architettura di riferimento La codifica vocale Il trasporto RTP e RTCP QoS in reti IP e requirements La segnalazione H.323 SIP Cenni

Dettagli

Meccanismi per la redirezione delle richieste in sistemi di server Web distribuiti geograficamente

Meccanismi per la redirezione delle richieste in sistemi di server Web distribuiti geograficamente Tesi di Laurea Meccanismi per la delle richieste in sistemi di server Web distribuiti geograficamente Candidato: Serena Ramovecchi Relatore: Prof. Salvatore Tucci Correlatrice: Ing. Valeria Cardellini

Dettagli

Corso di Red. e Pres. Prog. Inf. Lezione del 20-10-2006 Esercitatore: ing. Andrea Gualtieri. La lezione di oggi

Corso di Red. e Pres. Prog. Inf. Lezione del 20-10-2006 Esercitatore: ing. Andrea Gualtieri. La lezione di oggi La lezione di oggi Analisi dei requisiti RISORSE E INFORMAZIONI Richieste ORGANIZZAZIONE Servizi/ Prodotti PROCESSI E PROCEDURE Analisi dei requisiti: i processi Classificazione secondo Porter: la catena

Dettagli

tesi di laurea Anno Accademico 2004/2005 relatore Ing. Massimo Ficco candidato Pasquale Incarnato Matr. 534/938

tesi di laurea Anno Accademico 2004/2005 relatore Ing. Massimo Ficco candidato Pasquale Incarnato Matr. 534/938 tesi di laurea Anno Accademico 2004/2005 relatore Ing. Massimo Ficco candidato Pasquale Incarnato Matr. 534/938 Obbiettivi del progetto Progettazione ed implementazione di un applicazione, basata su un

Dettagli

Università degli Studi di Milano. Facoltà di Scienze MM.FF.NN.

Università degli Studi di Milano. Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Università degli Studi di Milano Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Corso di laurea triennale in Informatica IMS e JAIN SLEE, un'architettura per lo sviluppo di servizi di telecomunicazione a valore aggiunto

Dettagli

Jabber. Sistema di messaggistica istantanea. Rosario Esposito 1 Francesco Maria Taurino 1,2 Gennaro Tortone 1. INFN - Napoli 1 INFM - UDR Napoli 2

Jabber. Sistema di messaggistica istantanea. Rosario Esposito 1 Francesco Maria Taurino 1,2 Gennaro Tortone 1. INFN - Napoli 1 INFM - UDR Napoli 2 Jabber Sistema di messaggistica istantanea Rosario Esposito 1 Francesco Maria Taurino 1,2 Gennaro Tortone 1 INFN - Napoli 1 INFM - UDR Napoli 2 Workshop CCR 2003 Paestum Messaggi istantanei I sistemi di

Dettagli

GSM - parte III. Argomenti della lezione. EIR, AuC, OMC Aree Pila protocollare

GSM - parte III. Argomenti della lezione. EIR, AuC, OMC Aree Pila protocollare Argomenti della lezione GSM - parte III EIR, AuC, OMC Aree Pila protocollare Architettura del GSM Registro di È una base dati il cui uso è a discrezione dell operatore Contiene l identificativo e le caratteristiche

Dettagli

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni Reti di computer Tecnologie ed applicazioni Da I.T a I.C.T Con I.T (Information Tecnology) si intende il trattamento delle informazioni attraverso il computer e le nuove apparecchiature tecnologiche ad

Dettagli

Wind Unified Communication

Wind Unified Communication Wind Unified Communication UNIFIED COMMUNICATION È un trend di mercato per semplificareed unire tutte le forme di comunicazione aziendale Èbasato su una combinazione di tecnologie che consentono la gestione

Dettagli

Un sistema di identificazione basato su tecnologia RFID

Un sistema di identificazione basato su tecnologia RFID tesi di laurea Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Stefano Russo correlatore Ch.mo prof. Massimo Ficco candidato Alessandro Ciasullo Matr. 831/166 Obiettivo Progettazione ed implementazione

Dettagli

Un ampio concetto di convergenza: voce, dati, applicazioni e multimedialità. Massimo Martoglio

Un ampio concetto di convergenza: voce, dati, applicazioni e multimedialità. Massimo Martoglio Un ampio concetto di convergenza: voce, dati, applicazioni e multimedialità Massimo Martoglio Responsabile Data and Business Protection Solutions NextiraOne Italia Agenda Il bisogno di convergenza Interrogativi

Dettagli

Una panoramica su GSM, GPRS, EDGE e UMTS

Una panoramica su GSM, GPRS, EDGE e UMTS Una panoramica su GSM, GPRS, EDGE e UMTS Luca D Antonio Roma, 7/12/2006 0 Sistemi radiomobili Connettono utenti mobili ad utenti mobili e/o fissi utilizzando la risorsa radio, indipendentemente dalla posizione

Dettagli

Gli Standard applicati alle Soluzioni di Telecontrollo: dal ciclo idrico integrato alla raccolta differenziata, con l orizzonte nella smart community

Gli Standard applicati alle Soluzioni di Telecontrollo: dal ciclo idrico integrato alla raccolta differenziata, con l orizzonte nella smart community Ing. Vittorio Agostinelli Product Manager Factory Automation Gli Standard applicati alle Soluzioni di Telecontrollo: dal ciclo idrico integrato alla raccolta differenziata, con l orizzonte nella smart

Dettagli

Comunicazioni multimediali su reti radiomobili 2.5 e 3 G

Comunicazioni multimediali su reti radiomobili 2.5 e 3 G Capitolo 11 Comunicazioni multimediali su reti radiomobili 2.5 e 3 G 11.1 Introduzione La maturitá delle tecnologie di trasmissione e commutazione utilizzate nei sistemi radio mobili 2.5 e 3 G, e l efficienza

Dettagli

Il Codice della PA digitale Evolvere verso la mobilità e la convergenza

Il Codice della PA digitale Evolvere verso la mobilità e la convergenza Il Codice della PA digitale Evolvere verso la mobilità e la convergenza Raimondo Anello Responsabile Marketing Enterprise & Public Safety Ericsson in Italia Mobilità e convergenza Ericsson per la PA ForumPA

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE A INTERNET - 1 Internet: nomenclatura Host: calcolatore collegato a Internet ogni host

Dettagli

Le comunicazioni integrate:

Le comunicazioni integrate: Le comunicazioni integrate: come la convergenza cambia il modo di comunicare Danilo Ciscato Direttore Business Development e Marketing Cisco Systems Italy 1 Come cambiano I bisogni di Comunicazione Globalizzazione,

Dettagli

Lezione 9. Applicazioni tradizionali

Lezione 9. Applicazioni tradizionali Lezione 9 Applicazioni tradizionali Pag.1 Sommario Concetti trattati in questa lezione: SQL nel codice applicativo Cursori API native ODBC Pag.2 SQL nel codice applicativo I comandi SQL possono essere

Dettagli

VoIP. (L implementazione AdR-BO) Franco Tinarelli

VoIP. (L implementazione AdR-BO) Franco Tinarelli VoIP (L implementazione AdR-BO) Voice over IP: definizioni VoIP è l acronimo di Voice over IP (Voce trasportata dal Protocollo Internet). Raggruppa le tecnologie, hardware e software, in grado di permettere

Dettagli

3.3 - GPRS-EDGE. Architetture e Protocolli per Reti Wireless - R. Bolla 1. Università di Genova Facoltà di Ingegneria. dist. Prof.

3.3 - GPRS-EDGE. Architetture e Protocolli per Reti Wireless - R. Bolla 1. Università di Genova Facoltà di Ingegneria. dist. Prof. Università di Genova Facoltà di Ingegneria 3. Reti Radio-mobili Cellulari 3.3 GPRS-EDGE Prof. Raffaele Bolla Architetture e Protocolli per Reti Wireless dist La trasmissione dati su reti radio mobili cellulari

Dettagli

Unified Communication & Collaboration: semplicità e forza dell azienda virtuale

Unified Communication & Collaboration: semplicità e forza dell azienda virtuale Unified Communication & Collaboration: semplicità e forza dell azienda virtuale Unified communication & collaboration Collaborare e comunicare in ogni occasione Il successo delle aziende di oggi è strettamente

Dettagli

IP-PBX ASTERISK INFORMAZIONI TECNICHE. IP-PBX_Asterisk_Informazioni_Tecniche.doc

IP-PBX ASTERISK INFORMAZIONI TECNICHE. IP-PBX_Asterisk_Informazioni_Tecniche.doc P ROGETTO V.O.C.I. IP-PBX ASTERISK INFORMAZIONI TECNICHE N O M E F I L E: IP-PBX_Asterisk_Informazioni_Tecniche.doc D A T A: 09/10/2009 A T T I V I T À: S T A T O: U R L: AUTORE/ I : Gruppo VoIP Abstract:

Dettagli

L utilizzo del protocollo standard IEC60870-104, via GPRS su reti VPN, come risposta alle esigenze di telecontrollo nel settore idrico.

L utilizzo del protocollo standard IEC60870-104, via GPRS su reti VPN, come risposta alle esigenze di telecontrollo nel settore idrico. L utilizzo del protocollo standard IEC60870-104, via GPRS su reti VPN, come risposta alle esigenze di telecontrollo nel settore idrico. Ing. Vittorio Agostinelli Product Manager Factory Automation Phone:

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Corso ECDL Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Modulo 1 Le reti informatiche 1 Le parole della rete I termini legati all utilizzo delle reti sono molti: diventa sempre più importante comprenderne

Dettagli

Prototipazione di un componente di elaborazione dei piani di volo in un sistema di Traffic Management

Prototipazione di un componente di elaborazione dei piani di volo in un sistema di Traffic Management tesi di laurea in un sistema di Traffic Management Anno Accademico 2006/2007 relatore Ch.mo prof. Domenico Cotroneo correlatore Ing. Antonio Strano candidato Giuseppe Diodato Mottola Matr. 534/2115 Obiettivo

Dettagli

Voce su IP e Telefonia su IP

Voce su IP e Telefonia su IP Voce su IP e Telefonia su IP Mario Baldi Politecnico di Torino mario.baldi[at]polito.it staff.polito.it/mario.baldi VoIP - 1 M. Baldi: see page 2 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto

Dettagli

TELEASSISTENZA COME FARE E COSA SCEGLIERE

TELEASSISTENZA COME FARE E COSA SCEGLIERE System Manual ESEMPI INTEGRAZIONE PRODOTTI TELEASSISTENZA COME FARE E COSA SCEGLIERE SM_0000 Definizione supporti elettrici: RS232: è un supporto fisico (elettrico) di connessione di tipo punto-punto;

Dettagli

tesi di laurea Anno Accademico relatore Ch.mo prof. Stefano Russo correlatore Ing. Generoso Paolillo candidato Marco Leoni Matr.

tesi di laurea Anno Accademico relatore Ch.mo prof. Stefano Russo correlatore Ing. Generoso Paolillo candidato Marco Leoni Matr. tesi di laurea Progetto di un servizio distribuito di video streaming per Anno Accademico relatore Ch.mo prof. Stefano Russo correlatore Ing. Generoso Paolillo candidato Marco Leoni Matr. 534/431 Contesto:

Dettagli

Tecniche di Comunicazione Multimediale

Tecniche di Comunicazione Multimediale Tecniche di Comunicazione Multimediale Standard di Comunicazione Multimediale Le applicazioni multimediali richiedono l uso congiunto di diversi tipi di media che devono essere integrati per la rappresentazione.

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi A1_1 V1.6. Riassunto: reti IP

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi A1_1 V1.6. Riassunto: reti IP Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi A1_1 V1.6 Riassunto: reti IP Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli