Gemme artificiali ed imitazioni

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gemme artificiali ed imitazioni"

Transcript

1 Gemme artificiali ed imitazioni p. 1 Gemme artificiali ed imitazioni Tradizionalmente le gemme sono state imitate e/o soggette a vari tipi di trattamento allo scopo di migliorarne le caratteristiche. In questo senso distinguiamo le imitazioni che, quando non dichiarate, rivestono il carattere di truffa dai trattamenti che sono, almeno in parte, accettati. Possiamo distinguere: Imitazioni vere e proprie - possono essere intenzionali e quindi vanno considerate una truffa o accidentali e in questo caso vanno inquadrate nel contesto in cui si sono verificate. Per accidentali si intende lo scambio o l errata attribuzione di un nome ad una pietra. Ad es. anticamente molte pietre rosse venivano chiamate rubini anche se in realtà erano granati, spinelli o vetri colorati.

2 Gemme artificiali ed imitazioni p. 2 Esempi di pietre composite usate per simulare pietre di valore molto più elevato. Si possono suddividere in doppiette e triplette. Alcune doppiette sono state utilizzate semplicemente per ottenere pietre di maggiori dimensioni. In altri casi si imita una pietra preziosa ricorrendo ad uno strato colorato (doppietta di quarzo con strato di colore verde per imitare lo smeraldo o vetro rosso + granato per imitare il rubino. Se la pietra è opportunamente montata l effetto è difficilmente smascherabile.

3 Gemme artificiali ed imitazioni p. 3 Le imitazioni possibili sono moltissime ed alcune estremamente ingegnose. Ad. es: Montare una pietra incolore su di un substrato colorato (topazio incolore su sfondo rosa) Doppietta di opale nobile su opale incolore

4 Gemme artificiali ed imitazioni p. 4 Metodi di intensificazione del colore. Oltre al montaggio delle pietre su uno sfondo colorato o riflettente, per alcuni materiali si applica una colorazione superficiale (agata, diaspri) per applicazione di coloranti. Le agate in particolare vengono tinte per ottenere una vasta gamma di colorazioni Impregnazione con resine, oli, cere; la funzione di questi materiali è di riempire fratture superficiali. Nel caso dello smeraldo ad esempio è una procedura molto diffusa. Diventa una pratica al limite dell illecito l uso di impregnanti colorati. Il limite di questi trattamenti deriva dal fatto che gli oli possono essere rimossi e rivelare le vere condizioni della pietra. Per i rubini viene usato un olio rosso che rende le pietre grezze più attraenti ad un esame superficiale. Per gli smeraldi viene usato anche una resina (opticon)

5 Gemme artificiali ed imitazioni p. 5 Trattamenti termici I trattamenti termici delle gemme sono stati usati da molto tempo in maniera del tutto empirica. Solo dopo la conoscenza della struttura cristallina si sono compresi i meccanismi fisici coinvolti. In generale il trattamento termico si è rivelato molto utile per ottenere gemme colorate a partire da materiali incolori o con cattiva colorazione. Esempi principali Quarzo: per trattamento di ametista a 450 si ottie ne quarzo giallo (q. citrino, talvolta spacciato per topazio) o verde (prasiolite). Zircone: riscaldamento a 1000 in atmosfera riducen te blu Berillo verde / blu-verde acquamarina Vi sono molti altri esempi più o meno documentati.

6 Gemme artificiali ed imitazioni p. 6 I trattamenti termici più importanti sono a carico del corindone per l ovvia esigenza di ottenere pietre di buon colore. Zaffiro: il colore blu caratteristico viene ottenuto o migliorato per trattamento a 1600 in condizioni riducenti od ossidanti. Si ott iene la conversione Fe 2 O 3 FeO e viceversa. In questo modo il colore può essere intensificato o schiarito. Un caso particolare sono gli zaffiri geuda che sono essenzialmente corindoni lattiginosi di scarsissimo valore commerciale. Per trattamento termico complesso (e coperto da segreto commerciale) si ottengono zaffiri con uno splendido colore blu.

7 Gemme artificiali ed imitazioni p. 7 Diffusione superficiale Corindoni incolori o debolmente colorati possono essere trasformati in rubini o zaffiri per cottura ad elevata temperatura (solo di poco inferiore al punto di fusione) in presenza di ossidi coloranti e condizioni appropriate. Per il rubino si usa Cr 2 O 3 e per lo zaffiro FeO + TiO 2. Mantenendo le pietre per alcuni giorni ad elevata temperatura si ha la diffusione superficiale di questi elementi. Le pietre devono essere rilucidate e vi è sempre il rischio di fratturazione. Gli zaffiri sono quasi sempre trattati termicamente per la difficoltà di reperire pietre del colore migliore.

8 Gemme artificiali ed imitazioni p. 8 Tecniche di irraggiamento L irraggiamento con radiazioni ad alta energia quali elettroni accelerati, raggi gamma o neutroni può indurre la comparsa di centri di colore. Il trattamento per irraggiamento sembra avere una certa importanza per il diamante ma in alcuni casi si è riscontrata una certa radioattività residua potenzialmente pericolosa. Laser drilling Questa tecnica viene usata per eliminare inclusioni scure da diamanti. Una volta perforato un sottilissimo canale, il diamante viene trattato con acidi per rimuovere l inclusione e quindi si riempie con vetro. Si tratta di una procedura al limite della truffa e le pietre trattate in questo modo subiscono un forte deprezzamento.

9 Gemme artificiali ed imitazioni p. 9 Sintesi delle gemme Da sempre si è cercato di ottenere pietre sintetiche e le prime imitazioni sono state ottenute con vetri opportunamente colorati. In questo contesto distinguiamo pietre sintetiche = del tutto equivalenti a materiali naturali salvo la genesi imitazioni = materiali artificiali che simulano una pietra in alcune (ma certamente non tutte!) proprietà fisiche Le prime pietre artificiali ottenute sono state sicuramente dei rubini, ottenuti per cristallizzazione con fondente, verso la seconda metà dell 800. Dopo altre esperienze di sintesi, il primo vero metodo industriale venne escogitato dal francese Verneuil che escogitò il metodi di fusione alla fiamma.

10 Gemme artificiali ed imitazioni fornace Verneuil in questa fornace si ottiene la fusione di polvere di Al 2 O 3 + coloranti tramite una fiamma invertita di H + O 2 che consente di ottenere elevate temperature. Si ottengono delle carote di corindone colorato dette boules. Questa sintesi è molto economica ma produce pietre con difetti legati al meccanismo di crescita

11 Gemme artificiali ed imitazioni p. 11 esempi di boules come agenti coloranti si usano rubino ossido di cromo zaffiro ossidi di ferro + Ti zaffiro giallo ossido di nickel zaffiro rosa manganese zaffiro blu scuro ossido di cobalto zaffiro verde-blu rame come si può notare si possono ottenere praticamente tutte le colorazioni. I rubini verneuil sono usati principalmente per cuscinetti per orologi, vetri per orologi, applicazioni in meccanica ecc. Oltre al corindone si producono spinelli colorati e SrTiO 3 usato in passato per imitare il diamante

12 Gemme artificiali ed imitazioni p. 12 Metodo di Czochralski Questo metodo detto di crystal pulling consiste nel crescere un cristallo a partire da un seme che viene estratto con estrema lentezza e mantenuto a contatto di una superficie fusa del materiale da cristallizzare. Con questo metodo vengono prodotti grossi rubini e cristalli speciali per elettronica quali ad esempio granati YAG o GGG. Anche l alessandrite è stata sintetizzata con questo metodo.

13 Gemme artificiali ed imitazioni p. 13 Sintesi da fondente nella sintesi da fondente si usano soluzioni fuse di sali per portare in soluzione i materiali da crescere e si raffredda con estrema lentezza il crogiolo. I tempi di crescita possono essere molto lunghi (anche alcuni mesi) ed i costi elevati per la necessità di utilizzare crogioli di Pt

14 Gemme artificiali ed imitazioni p. 14 con le tecniche di crescita da fondente si ottengono ottime pietre in particolare rubini e smeraldi

15 Gemme artificiali ed imitazioni p. 15 Sintesi idrotermale

16 Gemme artificiali ed imitazioni p. 16

17 Gemme artificiali ed imitazioni fornace per fusione a teschio ( skull melting ) Il materiale da fondere (ZrO2 + Zr + stabilizzatori) viene posto nel teschio costituito da tubi metallici raffreddati tramite circolazione di acqua. Il riscaldamento si ottiene per radiofrequenza.

18 Gemme artificiali ed imitazioni p. 18

19 Gemme artificiali ed imitazioni p. 19 Sintesi del diamante La sintesi del diamante rappresenta un industria molto importante per la produzione di abrasivi. le prime notizie risalgono al 1953 quando la società svedese ASEA dichiarò di essere riuscita nella sintesi. A partire dalla fine degli anni 50 la produzione indistriale del diamante inizia e anche se i dettagli non sono del tutto noti si basa sulla dissoluzione di grafite in un fuso metallico e sulla successiva applicazione di elevate pressioni tramite un cilindro di pirofillite riscaldato al oltre 3000 C. Il metallo fuso agisce da catalizzatore e consente la conversione in tempi piuttosto rapidi (pochi minuti). Successivamente i diamanti vengono recuperati dissolvendo la massa metallica con acidi

Argomenti del corso di gemmologia

Argomenti del corso di gemmologia INTRODUZIONE ALLE LEZIONI DI GEMMOLOGIA Argomenti del corso di gemmologia 1. Cosa intendiamo per gemme e pietre preziose 2. Origine delle gemme naturali e principali metodi di sintesi 3. Proprietà fisiche

Dettagli

Vicenza, 20 giugno 2008

Vicenza, 20 giugno 2008 Vicenza, 20 giugno 2008 Profondi mutamenti nel mondo dei materiali gemmologici durante gli ultimi 20 anni Nuove tecnologie hanno permesso lo sviluppo di: nuove sintesi affinazione dei metodi di sintesi

Dettagli

Luce e colore: linfa delle gemme Alessandro Pavese Dipartimento Scienze della Terra Università degli Studi di Milano

Luce e colore: linfa delle gemme Alessandro Pavese Dipartimento Scienze della Terra Università degli Studi di Milano Luce e colore: linfa delle gemme Alessandro Pavese alessandro.pavese@unimi.it Dipartimento Scienze della Terra Università degli Studi di Milano GEMME, GEMMOLOGIA, SETTORE OG DIAMANTE E LUCE PIETRE DI COLORE

Dettagli

CORSO GLOBALE DI ANALISI GEMMOLOGICA SULLE GEMME DI COLORE

CORSO GLOBALE DI ANALISI GEMMOLOGICA SULLE GEMME DI COLORE CORSO GLOBALE DI ANALISI GEMMOLOGICA SULLE GEMME DI COLORE CORSO SULLE PERLE Il corso tratta tutti gli aspetti gemmologici relativi alle gemme di colore, loro imitazioni, trattamenti e sintesi. E previsto

Dettagli

RICONOSCIMENTO degli ELEMENTI PRESENTI in un CAMPIONE INCOGNITO

RICONOSCIMENTO degli ELEMENTI PRESENTI in un CAMPIONE INCOGNITO RICONOSCIMENTO degli ELEMENTI PRESENTI in un CAMPIONE INCOGNITO OBIETTIVO: individuare gli elementi presenti in un campione solido inorganico di composizione incognita. Approccio al problema: l analisi

Dettagli

Applicazioni industriali di tecniche XRD (diffrazione da raggi X) ad alta risoluzione da luce di sincrotrone

Applicazioni industriali di tecniche XRD (diffrazione da raggi X) ad alta risoluzione da luce di sincrotrone Applicazioni industriali di tecniche XRD (diffrazione da raggi X) ad alta risoluzione da luce di sincrotrone e ESEM (microscopia a scansione in condizioni ambientali nello sviluppo di pigmenti ceramici

Dettagli

scuola secondaria di primo grado istituto gianelli Tecnologia prof. diego guardavaccaro i metalli u.d. 03

scuola secondaria di primo grado istituto gianelli Tecnologia prof. diego guardavaccaro i metalli u.d. 03 scuola secondaria di primo grado istituto gianelli Tecnologia prof. diego guardavaccaro i metalli u.d. 03 11 i metalli minerale del ferro e altoforno Il ferro è il metallo più abbondante all'interno della

Dettagli

MATERIALI METALLICI. Piombo ( Pb ) Nichel ( Ni ) al carbonio o comuni

MATERIALI METALLICI. Piombo ( Pb ) Nichel ( Ni ) al carbonio o comuni MATERIALI METALLICI Sono i materiali costituiti da metalli e loro leghe, ricavati dalla lavorazione di minerali attraverso dei processi metallurgici. Sono caratterizzati da una struttura chimica cristallina

Dettagli

Attrezzi Color Spray e Colori

Attrezzi Color Spray e Colori PRISMA COLOR VERNICE SPRAY Diverse tinte RAL, vernice acrilica a rapida essiccazione con alto potere di copertura e brillantezza. Adatta per uso interno e esterno. Con valvola autopulente, Contenuto: 400ml

Dettagli

Pelli Metal Free: REALTA ATTUALE E SVILUPPO TECNOLOGICO

Pelli Metal Free: REALTA ATTUALE E SVILUPPO TECNOLOGICO Pelli Metal Free: REALTA ATTUALE E SVILUPPO TECNOLOGICO Influenza dei coloranti da botte e relative problematiche Influenza della rifinizione con pigmenti inorganici UNI EN 15987:2012 3.2.2.3 cuoio senza

Dettagli

This material is Open Game Content, and is licensed for public use under the terms of the Open Game License v1.0a.

This material is Open Game Content, and is licensed for public use under the terms of the Open Game License v1.0a. This material is Open Game Content, and is licensed for public use under the terms of the Open Game License v1.0a. Tabella: Valore del tesoro per incontro Livello di Incontro Tesoro per incontro ---------------

Dettagli

Problemi ad alta temperatura: Creep (scorrimento viscoso a caldo) Ossidazione

Problemi ad alta temperatura: Creep (scorrimento viscoso a caldo) Ossidazione Problemi ad alta temperatura: Creep (scorrimento viscoso a caldo) Ossidazione Acciai al carbonio Possono essere impiegati fino a 450 C C 0.20% Mn 1.6% Si tra 0.15 e 0.50% S e P 0.040% Per combattere invecchiamento

Dettagli

SVILUPPO DEL RIUTILIZZO IN CERAMICA DI TERRE RARE E MINERALI CRITICI DI RECUPERO. Dr. Marco Visentin Dr. Sergio Marcaccioli Dr.

SVILUPPO DEL RIUTILIZZO IN CERAMICA DI TERRE RARE E MINERALI CRITICI DI RECUPERO. Dr. Marco Visentin Dr. Sergio Marcaccioli Dr. SVILUPPO DEL RIUTILIZZO IN CERAMICA DI TERRE RARE E MINERALI CRITICI DI RECUPERO Dr. Marco Visentin Dr. Sergio Marcaccioli Dr.ssa Sabina Baraldi ESMAR - ATLANTIS 1 TERRE RARE - MINERALI CRITICI R E C U

Dettagli

Influenza della concentrazione dei reagenti e dei prodotti sull equilibrio chimico. Influenza della temperatura sull equilibrio chimico.

Influenza della concentrazione dei reagenti e dei prodotti sull equilibrio chimico. Influenza della temperatura sull equilibrio chimico. Esperienza n. 5 Influenza della concentrazione dei reagenti e dei prodotti sull equilibrio chimico. Influenza della temperatura sull equilibrio chimico. una provetta da saggio, porta provette, spruzzetta

Dettagli

LA COTTURA VARI METODI PER LA COTTURA DELLA CERAMICA

LA COTTURA VARI METODI PER LA COTTURA DELLA CERAMICA LA COTTURA VARI METODI PER LA COTTURA DELLA CERAMICA PRINCIPI Nel processo di cottura avviene la trasformazione di alcuni materiali in altri, detti di neoformazione, che impartiscono le proprietà al manufatto

Dettagli

MINERALOGIA APPLICATA. RAGIONI DI UNA DISCIPINA -Enormi quantità di minerali s.l. sono usati ogni giorno dalla società industriale

MINERALOGIA APPLICATA. RAGIONI DI UNA DISCIPINA -Enormi quantità di minerali s.l. sono usati ogni giorno dalla società industriale MINERALOGIA APPLICATA RAGIONI DI UNA DISCIPINA -Enormi quantità di minerali s.l. sono usati ogni giorno dalla società industriale -Molte cose hanno derivazione da minerali o connessione con minerali. -

Dettagli

Tecnologie dei vetri e dei

Tecnologie dei vetri e dei Tecnologie dei vetri e dei polimeri organici PROPRIETA DEI VETRI Per i processi di formatura è importante conoscere il comportamento viscositàtemperatura del vetro. La lavorabilità del vetro dipende dalla

Dettagli

ELETTROLISI TRASFORMAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA IN ENERGIA CHIMICA

ELETTROLISI TRASFORMAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA IN ENERGIA CHIMICA ELETTROLISI TRASFORMAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA IN ENERGIA CHIMICA L elettrolisi è una reazione non spontanea ( G>0) di ossidoriduzione provocata dal passaggio di corrente tra due elettrodi immersi in

Dettagli

Corso di Mineralogia

Corso di Mineralogia Corso di Mineralogia Scienze Geologiche A.A. 2016 / 2017 Proprietà fisiche II (pdf # 09) (2) - Mineralogia 2016/2017_proprietà fisiche II Proprietà fisiche dei minerali I minerali, come tutte le sostanze,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA D UFFICIO DI DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DI PREZIOSI

RELAZIONE TECNICA D UFFICIO DI DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DI PREZIOSI TRIBUNALE CIVILE DI ROMA Sezione Mobiliare DOTT.ssa Valeria BELLI RELAZIONE TECNICA D UFFICIO DI DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DI PREZIOSI R.G. 26930/2012 Gemmologo Perito in Preziosi del Tribunale Civ. e

Dettagli

Greco " Cheramos " = Argilla

Greco  Cheramos  = Argilla LA TERRACOTTA LA CERAMIICA E LA PORCELLANA Greco " Cheramos " = Argilla Piccola Guida a cura di Francesco Mian La porcellana appartiene al gruppo delle ceramiche e per ceramica si deve intendere ogni oggetto

Dettagli

Con questo gioco da tavolo scoprirai gli ingredienti dei più diffusi minerali: attento a non fare indigestione!

Con questo gioco da tavolo scoprirai gli ingredienti dei più diffusi minerali: attento a non fare indigestione! SCOPRI IL MINERALE Ogni minerale è composto da diversi ingredienti, proprio come una ricetta di cucina. Gli ingredienti sono gli elementi chimici, che possono combinarsi in modi diversi dando origine a

Dettagli

CORSO GEMME DI COLORE

CORSO GEMME DI COLORE CORSO GEMME DI COLORE WWW.ACCADEMIAORAFAITALIANA.IT CORSO GEMME DI COLORE Il corso tratta tutti gli aspetti gemmologici relativi alle gemme di colore, loro imitazioni, trattamenti e sintesi. E previsto

Dettagli

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI DEFINIZIONE DI VETRO LO STATO VETROSO È QUELLO DI UN SOLIDO BLOCCATO NELLA STRUTTURA DISORDINATA DI UN LIQUIDO (FASE AMORFA) SOLIDO:ORDINE A LUNGO RAGGIO

Dettagli

SIRT Prodotti per fonderie Grafiti - Quarzi - Graniglie - Attrezzature e macchinari - Materiali refrattari ed ausiliari

SIRT Prodotti per fonderie Grafiti - Quarzi - Graniglie - Attrezzature e macchinari - Materiali refrattari ed ausiliari GRANIGLIE (shots & grits) GRANIGLIE per SABBIATURA - PALLINATURA di tipo SFERICO con durezza 450-540 Vickers (~ 46-51 Rc) 480-550 Vickers (~ 48-52 Rc) tipo GP di tipo ANGOLOSO con durezza 570-650 Vickers

Dettagli

RECUPERO POLVERI DI FONDERIA MEDIANTE BRICCHETTATURA E RIUTILIZZO NEL CICLO PRODUTTIVO

RECUPERO POLVERI DI FONDERIA MEDIANTE BRICCHETTATURA E RIUTILIZZO NEL CICLO PRODUTTIVO XXXIII CONGRESSO DI FONDERIA 10-11 novembre 2016 Museo Mille Miglia, Brescia RECUPERO POLVERI DI FONDERIA MEDIANTE BRICCHETTATURA E RIUTILIZZO NEL CICLO PRODUTTIVO G. Giannantonio, Prof. Ing. G. Moriconi

Dettagli

MATERIALI CERAMICI Classificazione e caratteristiche generali

MATERIALI CERAMICI Classificazione e caratteristiche generali MATERIALI CERAMICI Classificazione e caratteristiche generali I materiali ceramici sono materiali inorganici non metallici, costituiti da elementi metallici e non metalici legati fra loro prevalentemente

Dettagli

FUOCHI D ARTIFICIO I colori nella pirotecnica

FUOCHI D ARTIFICIO I colori nella pirotecnica Università degli Studi di Genova Dipartimento di chimica e chimica industriale Progetto Lauree Scientifiche Laboratori Regionali 2009-2010 Scienza dei Materiali FUOCHI D ARTIFICIO I colori nella pirotecnica

Dettagli

Produzione di titanio metallico puro.

Produzione di titanio metallico puro. Leghe di Titanio Produzione di titanio metallico puro. Il titanio e le sue leghe sono classificati in tre grandi categorie in base alle fasi predominanti presenti nella microstruttura a temperatura ambiente.

Dettagli

Ricottura. rimozione degli sforzi residui. genesi di sforzi residui. coeff. di dilatazione termica. temperatura media

Ricottura. rimozione degli sforzi residui. genesi di sforzi residui. coeff. di dilatazione termica. temperatura media Ricottura rimozione degli sforzi residui coeff. di dilatazione termica genesi di sforzi residui raffreddamento Fig.1 riscaldamento Fig.2 temperatura media Introduction to ceramics, W. D. Kingery, H. K.

Dettagli

Materiali metallici. Materiali ceramici Materiali polimerici

Materiali metallici. Materiali ceramici Materiali polimerici Materiali metallici Materiali ceramici Materiali polimerici Materiali ceramici Materiali inorganici non metallici Ceramici cristallini Distribuzione regolare e ripetitiva di una unità strutturale di base

Dettagli

KIT RINNOVA MARMO FOR DUMMIES

KIT RINNOVA MARMO FOR DUMMIES KIT RINNOVA MARMO FOR DUMMIES Se avete acquistato un kit Rinnova Marmo senza prima averne verificato bene l'utilizzo, considerate che: LE PLACCHETTE DIAMANTATE Non vanno strofinate dalla parte morbida

Dettagli

Sorgenti di ioni negativi

Sorgenti di ioni negativi Sorgenti di ioni negativi Fabio Scarpa INFN Laboratori Nazionali di Legnaro Fabio Scarpa 1 Argomenti Trattati Cenni di richiamo sugli ioni Affinità elettronica Metodi e procedure di ionizzazione Sputtering

Dettagli

LEGHE SOSTITUTIVE AL RAME-BERILLIO PER OCCHIALERIA

LEGHE SOSTITUTIVE AL RAME-BERILLIO PER OCCHIALERIA LEGHE SOSTITUTIVE AL RAME-BERILLIO PER OCCHIALERIA ZONA: BRESCIA (ITALIA) VIA BADIA, 48/50 25060 CELLATICA (BS) CONTATTI: +39 030 320071 METALSILCAR@VIRGILIO.IT FALETTI CARLO: +39 335 679 6637 FALETTICARLO@VIRGILIO.IT

Dettagli

OGGETTO: nuova collezione METALPOWERED

OGGETTO: nuova collezione METALPOWERED VML Verniciatura Metalli Lecco s.r.l. Via per Airuno, 27 238833 Brivio LC tel.039/53.20.313 - commerciale@vmlbrivio.it INFORMATIVA AI CLIENTI OGGETTO: nuova collezione METALPOWERED Uno dei principi della

Dettagli

1. Le forze intermolecolari 2. Molecole polari e apolari 3. Le forze dipolo-dipolo e le forze di London 4. Il legame a idrogeno 5. Legami a confronto

1. Le forze intermolecolari 2. Molecole polari e apolari 3. Le forze dipolo-dipolo e le forze di London 4. Il legame a idrogeno 5. Legami a confronto Unità n 12 Le forze intermolecolari e gli stati condensati della materia 1. Le forze intermolecolari 2. Molecole polari e apolari 3. Le forze dipolo-dipolo e le forze di London 4. Il legame a idrogeno

Dettagli

Capitolo 12 Le forze intermolecolari e gli stati condensati della materia

Capitolo 12 Le forze intermolecolari e gli stati condensati della materia Capitolo 12 Le forze intermolecolari e gli stati condensati della materia 1. Le forze intermolecolari 2. Molecole polari e apolari 3. Le forze dipolo-dipolo e le forze di London 4. Il legame a idrogeno

Dettagli

BRASATURA E SALDOBRASATURA

BRASATURA E SALDOBRASATURA BRASATURA E SALDOBRASATURA Il termine brasatura indica l unione di due metalli, simili o diversi, senza fusione degli stessi, mediante l apporto di una terza parte detta lega, composta generalmente da

Dettagli

Chimica Sistematica: Calcogeni

Chimica Sistematica: Calcogeni Chimica Sistematica: Calcogeni Chimica Generale ed Inorganica Chimica Inorganica 1 prof. Dario Duca aspetti generali O 2, incolore, costituisce ca. il 20% dell atmosfera terrestre e il 46% in peso della

Dettagli

SOSTANZE ORGANICHE NON AZOTATE SOLUBILI IN ACQUA. A) FENOMENI VISIBILI CON CLORURO FERRICO (FeCl 3 )

SOSTANZE ORGANICHE NON AZOTATE SOLUBILI IN ACQUA. A) FENOMENI VISIBILI CON CLORURO FERRICO (FeCl 3 ) SSTANZE RGANIE NN AZTATE SLUBILI IN AQUA A) FENMENI VISIBILI N LRUR FERRI (Fel 3 ) A) FENMENI VISIBILI N LRUR FERRI (Fel 3 ) 1) Resorcina 2) Acido salicilico 3) Vanillina 4) Acido benzoico 1) Resorcina

Dettagli

minerale roccia cristallo Abito cristallino Punto di fusione La durezza La sfaldatura

minerale roccia cristallo Abito cristallino Punto di fusione La durezza La sfaldatura Minerali e rocce Un minerale è un composto chimico che si trova in natura, come costituente della litosfera, che ha una ben determinata composizione ed una struttura cristallina ben definita. Ad oggi sono

Dettagli

PROPRIETA FISICHE. Si riferiscono alle caratteristiche generali dei materiali, e il loro comportamento in relazione agli agenti esterni

PROPRIETA FISICHE. Si riferiscono alle caratteristiche generali dei materiali, e il loro comportamento in relazione agli agenti esterni PROPRIETA FISICHE Si riferiscono alle caratteristiche generali dei materiali, e il loro comportamento in relazione agli agenti esterni ( es. il calore, la gravità, l elettricità ecc.) Le principali proprietà

Dettagli

Altri tipi di Concia

Altri tipi di Concia Altri tipi di Concia 1 Altri tipi di concia Oltre alla tradizionale concia al vegetale ed alla più recente concia con sali di cromo trivalente esistono numerosi altri prodotti in grado di stabilizzare

Dettagli

Laboratorio di onde II anno CdL in Fisica

Laboratorio di onde II anno CdL in Fisica Laboratorio di onde II anno CdL in Fisica Misura 6 Materiali e rifrazione L obiettivo è individuare il materiale che costituisce un oggetto trasparente alla luce visibile studiando la rifrazione di un

Dettagli

Processo CORDIS. Sistema legante inorganico per azzerare le emissioni in formatura e in colata. Dr. MINGARDI Cesare

Processo CORDIS. Sistema legante inorganico per azzerare le emissioni in formatura e in colata. Dr. MINGARDI Cesare Processo CORDIS Sistema legante inorganico per azzerare le emissioni in formatura e in colata SUPERNOVA Brescia - 2 ottobre 2015 Introduzione I sistemi leganti utilizzati in fonderia per la formatura delle

Dettagli

Corso con Certificazione I.G.I.

Corso con Certificazione I.G.I. Corso con Certificazione I.G.I. CORSO GLOBALE DI ANALISI GEMMOLOGICA SULLE GEMME DI COLORE Il corso tratta tutti gli aspetti gemmologici relativi alle gemme di colore, loro imitazioni, trattamenti e sintesi.

Dettagli

Matteo Strano - Tecnologia Meccanica Processi di fonderia - 2 FONDERIA

Matteo Strano - Tecnologia Meccanica Processi di fonderia - 2 FONDERIA Matteo Strano - Tecnologia Meccanica Processi di fonderia - 1 Matteo Strano - Tecnologia Meccanica Processi di fonderia - 2 FONDERIA Nella tecnica di fonderia il metallo, fuso nei forni, viene colato o

Dettagli

VARIAZIONE TERMICA PER RIFRAZIONE DELLA RADIAZIONE INFRAROSSA DA PARTE DI PANNEL PLUS Report N. 157 Codice campione: R

VARIAZIONE TERMICA PER RIFRAZIONE DELLA RADIAZIONE INFRAROSSA DA PARTE DI PANNEL PLUS Report N. 157 Codice campione: R Advanced Laboratory for Analysis Research and Nanotechnology Castello d Argile, 26.04.2016 VARIAZIONE TERMICA PER RIFRAZIONE DELLA RADIAZIONE INFRAROSSA DA PARTE DI PANNEL PLUS Report N. 157 Codice campione:

Dettagli

LAVORAZIONE DEI POLIMERI I processi per trasformare granuli e pastiglie in prodotti finiti sono numerosi.

LAVORAZIONE DEI POLIMERI I processi per trasformare granuli e pastiglie in prodotti finiti sono numerosi. LAVORAZIONE DEI POLIMERI I processi per trasformare granuli e pastiglie in prodotti finiti sono numerosi. Generalmente i polimeri non vengono trasformati allo stato puro, ma miscelati con additivi che

Dettagli

Scheda n. 6. La brillantatura dell alluminio

Scheda n. 6. La brillantatura dell alluminio Scheda n. 6 La brillantatura dell alluminio 1 Scheda n. 6 La brillantatura dell alluminio Il processo di brillantatura dell alluminio consiste nell attaccare la superficie del metallo con un bagno speciale,

Dettagli

GUIDA AI MATERIALI PER LA STAMPA 3D

GUIDA AI MATERIALI PER LA STAMPA 3D GUIDA AI MATERIALI PER LA STAMPA 3D Le due principali tecnologie utilizzate per la stampa desktop 3D sono quella a deposizione di filamento () e la stereolitografia (). Per chi è nuovo alla stampa 3D,

Dettagli

Metodi analitici dei geomateriali che sfruttano raggi X

Metodi analitici dei geomateriali che sfruttano raggi X Metodi analitici dei geomateriali che sfruttano raggi X Lo studio dei geomateriali attraverso raggi X è sicuramente stato oggetto del corso di «Mineralogia» nel quale enfasi viene data alle tecniche diffrattometriche

Dettagli

La transizione vetrosa. Lezioni d'autore di Claudio Cigognetti

La transizione vetrosa. Lezioni d'autore di Claudio Cigognetti La transizione vetrosa Lezioni d'autore di Claudio Cigognetti LA SOLIDIFICAZIONE DEL TIOSOLFATO DI SODIO PENTAIDRATO (I) Un esperienza di fisica e di chimica è lo studio della fusione e della solidificazione

Dettagli

Saldatura TIG. SALDATURA ELETTRICA AD ARCO (tungsten inert gas TIG)

Saldatura TIG. SALDATURA ELETTRICA AD ARCO (tungsten inert gas TIG) SALDATURA ELETTRICA AD ARCO (tungsten inert gas TIG) GENERALITA Il processo di saldatura TIG, è un processo di saldatura per fusione, autogeno. L'arco elettrico scocca tra l'elettrodo infusibile, che si

Dettagli

I.I.S. Morea Vivarelli --- Fabriano. Disciplina: SCIENZE TECNOLOGIE APPLICATE. Modulo N. 1 _ MATERIALI DA COSTRUZIONE

I.I.S. Morea Vivarelli --- Fabriano. Disciplina: SCIENZE TECNOLOGIE APPLICATE. Modulo N. 1 _ MATERIALI DA COSTRUZIONE I.I.S. Morea Vivarelli --- Fabriano Disciplina: SCIENZE TECNOLOGIE APPLICATE Classe 2^ C.A.T. Modulo N. 1 _ MATERIALI DA COSTRUZIONE Questionario N. 2d - Materiali Plastici, Legno, Vetro, Isolanti e relative

Dettagli

3- alfabeti per soggetto minerale

3- alfabeti per soggetto minerale 3- alfabeti per soggetto minerale Vari sono stati i tipi di supporto (la materia e la tecnica) su cui le immagini/segni sono diventati alfabeti e scrittura rappresentanti il linguaggio: supporti minerali

Dettagli

IL LEGAME METALLICO 1

IL LEGAME METALLICO 1 IL LEGAME METALLICO 1 Non metalli Metalli Metalloidi Proprietà dei metalli Elevata conducibilità elettrica; Elevata conducibilità termica; Effetto fotoelettrico; Elevata duttilità e malleabilità; Lucentezza;

Dettagli

Unitre Soletta: Corso di Fisica Pratica

Unitre Soletta: Corso di Fisica Pratica Unitre Soletta: Corso di Fisica Pratica Soletta 10 novembre 2015 I buchi neri La morte di una stella Per poter capire come muore una stella, bisogna capirecomehavissutoeinparticolarmodoquanto grande era.

Dettagli

RESISTORI. Un resistore è un blocco di materiale che limita il flusso della corrente. Più grande è la resistenza più piccola è la corrente.

RESISTORI. Un resistore è un blocco di materiale che limita il flusso della corrente. Più grande è la resistenza più piccola è la corrente. RESISTORI Un resistore è un blocco di materiale che limita il flusso della corrente. Più grande è la resistenza più piccola è la corrente. Legge di Ohm R = V/I R= ρ l/s 1) Coefficiente di temperatura α

Dettagli

Il tipo di legame chimico influenza in maniera fondamentale le caratteristiche macroscopiche del materiale.

Il tipo di legame chimico influenza in maniera fondamentale le caratteristiche macroscopiche del materiale. Il tipo di legame chimico influenza in maniera fondamentale le caratteristiche macroscopiche del materiale. 1 Nei materiali si distinguono cinque tipi di legame. Nei ceramici solo tre sono importanti:

Dettagli

SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO A CAPPOTTO. Proteggi la tua casa con il sistema NUOVA SIGA THERM

SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO A CAPPOTTO. Proteggi la tua casa con il sistema NUOVA SIGA THERM SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO A CAPPOTTO Proteggi la tua casa con il sistema NUOVA SIGA THERM NUOVA SIGA THERM SUGHERO Il sughero viene ricavato dalla corteccia della quercia da sughero, una pianta che

Dettagli

KLINGER Graphite-laminate, in fogli

KLINGER Graphite-laminate, in fogli KLINGER Graphite-laminate, in fogli Perforato PSM ; Perforato PDM ; Liscio SLS ; Liscio H/HL Klinger, leader nel mercato delle guarnizioni e dei materiali per tenuta, offre, accanto alla famosa gamma di

Dettagli

IL FERRO E LE SUE LEGHE

IL FERRO E LE SUE LEGHE IL FERRO E LE SUE LEGHE Il ferro e le sue leghe (ghise e acciai) costituiscono circa il 95% della produzione di metalli nel mondo, grazie al basso costo e alle ottime caratteristiche di resistenza. Vengono

Dettagli

Analisi del cemento. Progetto sostieni una classe. 4A a.s.2015/2016

Analisi del cemento. Progetto sostieni una classe. 4A a.s.2015/2016 Analisi del cemento Progetto sostieni una classe 4A a.s.2015/2016 Progetto sostieni una classe Il progetto nasce come collaborazione tra l azienda Cementirossi e il nostro Istituto al fine di integrare

Dettagli

Cristalli, minerali e loro proprietà

Cristalli, minerali e loro proprietà Cristalli, minerali e loro proprietà 1 2.1 Elementi e composti naturali Un elemento è una sostanza che non può essere separata in tipi più semplici di materia con normali processi chimici. Otto tra gli

Dettagli

CATALOGO LINEA CRISTALLOTERAPIA DA INDOSSARE. Surya Paola Andreoli

CATALOGO LINEA CRISTALLOTERAPIA DA INDOSSARE. Surya Paola Andreoli ~ 1 ~ CATALOGO LINEA CRISTALLOTERAPIA DA INDOSSARE by Surya Paola Andreoli ~ 2 ~ SERIE Cuori QUARZO ROSA Euro 20.00 - Cod. A01 LAPISLAZZULI E QUARZO ROSA Euro 18.00 - Cod. A02 ~ 3 ~ TURCHESE Euro 16.00

Dettagli

Niplate 500 Nichelatura chimica alto fosforo

Niplate 500 Nichelatura chimica alto fosforo Niplate 500 Nichelatura chimica alto fosforo Niplate 500 è un rivestimento di nichelatura chimica alto fosforo (10-13% in P). È preferito agli altri rivestimenti Niplate nel caso di contatto con alimenti

Dettagli

Plastica. Carta. Vetro. Minerali. Selezione della. Tecnica di selezione a sensori Selezione della. Selezione della.

Plastica. Carta. Vetro. Minerali. Selezione della. Tecnica di selezione a sensori Selezione della. Selezione della. www.redwave.com IT Il vostro partner affidabile nel settore della: Plastica Tecnica di selezione a sensori Carta REDWAVE è un marchio della società BT-Wolfgang Binder GmbH, impiegato nel campo della tecnica

Dettagli

PREPARAZIONE DELLE SUPERFICI E SCELTA PER LE DIVERSE APPLICAZIONI

PREPARAZIONE DELLE SUPERFICI E SCELTA PER LE DIVERSE APPLICAZIONI PREPARAZIONE DELLE SUPERFICI E SCELTA PER LE DIVERSE APPLICAZIONI (PRIMA PARTE) Pubblichiamo il testo realizzato da Condoroil per il corso di formazione dedicato agli addetti al trattamento delle superfici

Dettagli

Applicazioni degli Acceleratori di Particelle Applicazioni industriali

Applicazioni degli Acceleratori di Particelle Applicazioni industriali Gli acceleratori industriali sono acceleratori di particelle cariche che producono fasci di elettroni od ioni per applicazioni diverse da quelle di ricerca o mediche. Le energie e le correnti dei fasci

Dettagli

c o l l e z i o n i VOLUME 4

c o l l e z i o n i VOLUME 4 c o l l e z i o n i VOLUM 4 art. 2058 art. 2058 art. 2057 art. 2056 art. 3677 art. 3677 art. 3677 PSSIONL 2 IN OTO: - S azzurro - S arancio - S rosa - S ametista - S tormalina - S fucsia G - S giallo H

Dettagli

L offerta formativa dell Istituto Gemmologico del Diamante LT si articola in tre corsi corrispondenti a tre livelli, l uno propedeutico all altro.

L offerta formativa dell Istituto Gemmologico del Diamante LT si articola in tre corsi corrispondenti a tre livelli, l uno propedeutico all altro. Formazione L offerta formativa dell Istituto Gemmologico del Diamante LT si articola in tre corsi corrispondenti a tre livelli, l uno propedeutico all altro. Gli scopi di tali corsi sono: 1. fornire conoscenze,

Dettagli

5 - MINERALI Sostanze solide, naturali, inorganiche, con una struttura interna ordinata e una limitata varietà di composizione chimica

5 - MINERALI Sostanze solide, naturali, inorganiche, con una struttura interna ordinata e una limitata varietà di composizione chimica 5 - MINERALI Sostanze solide, naturali, inorganiche, con una struttura interna ordinata e una limitata varietà di composizione chimica sono i costituenti elementari delle rocce ROCCE: Miscele solide, naturali,

Dettagli

IL LEGAME METALLICO. Metalli

IL LEGAME METALLICO. Metalli IL LGAM MTALLICO 1 Non metalli Metalli Metalloidi Proprietà dei metalli levata conducibilità elettrica; levata conducibilità termica; ffetto fotoelettrico; levata duttilità e malleabilità; Lucentezza;

Dettagli

I materiali e le loro proprietà Lezione 1

I materiali e le loro proprietà Lezione 1 I materiali e le loro proprietà Lezione 1 CONTENUTI 1. L origine dei materiali 2. Le proprietà dei materiali ATTIVITÀ Di quale materiale è fatto? Quale tipo di proprietà? 3. Le proprietà fisiche e chimiche

Dettagli

Il colaggio è usato in genere per produrre oggetti cavi o dalle forme complicate. La sospensione (DPS>1; volume solido 50%) di partenza viene posta

Il colaggio è usato in genere per produrre oggetti cavi o dalle forme complicate. La sospensione (DPS>1; volume solido 50%) di partenza viene posta Il colaggio è usato in genere per produrre oggetti cavi o dalle forme complicate. La sospensione (DPS>1; volume solido 50%) di partenza viene posta nello stampo poroso (in gesso o in resina polimerica)

Dettagli

STAMPA 3D. Jacopo corallo

STAMPA 3D. Jacopo corallo STAMPA 3D Jacopo corallo cronologia storica Nel 1982 Chuck Hull inventa la stereolitografia e nasce la 3D Systems prima azienda produttrice di stampanti 3D Nel 1988 venne brevettata la stampa con materiale

Dettagli

Guida ai Materiali RODIO

Guida ai Materiali RODIO Guida ai Materiali RODIO Questo metallo estremamente raro e prezioso è di colore argenteo ed è comunemente utilizzato per le sue proprietà riflettenti. Ha un punto di fusione molto alto e una straordinaria

Dettagli

E= mc2 Nel 1905 Einistein enunciò la sua teoria tra energia e materia, espressa dalla formula E=mc2

E= mc2 Nel 1905 Einistein enunciò la sua teoria tra energia e materia, espressa dalla formula E=mc2 ENERGIA NUCLEARE URANIO L uranio è un metallo di colore bianco argenteo che pesa più del doppio del ferro. si ricava dall uranite. E un minerale che contiene due tipi di elementi 1. Uranio 238 non fissile

Dettagli

Trasmissioni con cinghie. della trasmissione

Trasmissioni con cinghie. della trasmissione Tecnologia della trasmissione Trasmissioni con cinghie 1 2 Trasmissioni con cinghie Cinghie piane ad anello continuo 6.4.1 ESBAND Cinghie termosaldabili per il 6.4.4 trasporto in PUR Cinghie tonde ad anello

Dettagli

SERATA GEMMOLOGICA. A cura di Bogni dott. Giorgio in collaborazione del gruppo GAMMAR

SERATA GEMMOLOGICA. A cura di Bogni dott. Giorgio in collaborazione del gruppo GAMMAR SERATA GEMMOLOGICA A cura di Bogni dott. Giorgio in collaborazione del gruppo GAMMAR RUOLO E SCOPI DELLA GEMMOLOGIA Il gemmologo utilizza una serie di strumentazioni allo scopo di riconoscere aspetti e

Dettagli

Tecnologia Meccanica prof. Luigi Carrino. Solidificazione e

Tecnologia Meccanica prof. Luigi Carrino. Solidificazione e Solidificazione e Difetti Cristallini nei Solidi FONDERIA Nella tecnica di fonderia il metallo, fuso nei forni, viene colato in una forma cava della quale, solidificando, assume la configurazione e le

Dettagli

Prove di corrosione di vari acciai in miscele ternarie di nitrati fusi. E. Veca, M. Agostini, P. Tarquini. Report RdS/PAR2013/249

Prove di corrosione di vari acciai in miscele ternarie di nitrati fusi. E. Veca, M. Agostini, P. Tarquini. Report RdS/PAR2013/249 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Prove di corrosione di vari acciai in miscele ternarie di nitrati fusi E. Veca,

Dettagli

MASSETTO EPOSSIDICO. cementizi tradizionali e pavimentazioni in ceramica.

MASSETTO EPOSSIDICO. cementizi tradizionali e pavimentazioni in ceramica. INDUSTRIA Rivestimento in resina epossidica di spessore compreso tra i 6 e i 15 mm ad alta resistenza alle sollecitazioni meccaniche ed agli aggressivi chimici, impermeabile ad oli e vapori, resistente

Dettagli

NNKOMNM. =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. áå`çêáë=km. fëíêìòáçåá=çdìëç. fí~äá~åç

NNKOMNM. =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w. áå`çêáë=km. fëíêìòáçåá=çdìëç. fí~äá~åç =kìçîç=~=é~êíáêé=ç~w NNKOMNM áå`çêáë=km fëíêìòáçåá=çdìëç fí~äá~åç Indice Sirona Dental Systems GmbH Indice 1 Dati tecnici... 3 2 Indicazioni per la lavorazione... 4 2.1 Lavorazione... 4 2.2 Rivestimento...

Dettagli

STAMPAGGIO PER COMPRESSIONE o COMPRESSION MOLDING

STAMPAGGIO PER COMPRESSIONE o COMPRESSION MOLDING Tecnologie a Stampo Chiuso STAMPAGGIO PER COMPRESSIONE o COMPRESSION MOLDING SCHEMATIZZAZIONE VANTAGGI SVANTAGGI tempi ciclo alquanto bassi (tipici da 1 a 6 minuti) elevati volumi di produzione qualità

Dettagli

Il ferro Il ferro in natura minerali di ferro Il ferro (Fe) minerali ferrosi Magnetite Ematite rossa Limonite Siderite Pirite

Il ferro Il ferro in natura minerali di ferro Il ferro (Fe) minerali ferrosi Magnetite Ematite rossa Limonite Siderite Pirite Le leghe ferrose Il Ferro I termini ferro, acciaio e ghisa definiscono tre prodotti siderurgici assai diversi per aspetto e proprietà tecnologiche, ma molto simili per composizione chimica. FERRO Il ferro

Dettagli

NEWSLETTER LUGLIO 2011 NEWS PER IL SETTORE ORAFO BANDO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MILANO. ultimi voucher per la certificazione delle pietre preziose

NEWSLETTER LUGLIO 2011 NEWS PER IL SETTORE ORAFO BANDO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MILANO. ultimi voucher per la certificazione delle pietre preziose NEWSLETTER LUGLIO 2011 NEWS PER IL SETTORE ORAFO BANDO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI MILANO ultimi voucher per la certificazione delle pietre preziose Finanziamenti a fondo perduto, pari al 55% del costo

Dettagli

Andrea Nella Michela Mazzucchi Diego Galli Milo Galli

Andrea Nella Michela Mazzucchi Diego Galli Milo Galli Andrea Nella Michela Mazzucchi Diego Galli Milo Galli Le rocce formano la parte solida del nostro pianeta. Come vedremo, esse si sono formate attraverso processi diversi, la cui durata può andare da pochi

Dettagli

Attrezzi. Pr isma Co l o r l a Ck SPr ay Produced by ISO 9002 Reg. No Certiquality IQ/NET no. IT 9811

Attrezzi. Pr isma Co l o r l a Ck SPr ay Produced by ISO 9002 Reg. No Certiquality IQ/NET no. IT 9811 Prisma Color vernice spray diverse tinte RAL, vernice acrilica ad essiccazione rapida con alto potere coprente e brillantezza. Idonea per interni ed esterni. Con valvola autopulente. Classe di pericolosità:

Dettagli

Fotovoltaico: etimologia. photo dal Greco φῶς (Luce) + volt elettricità dalla luce.

Fotovoltaico: etimologia. photo dal Greco φῶς (Luce) + volt elettricità dalla luce. Fotovoltaico: etimologia photo dal Greco φῶς (Luce) + volt elettricità dalla luce. Fotovoltaico: cos è È la tecnologia che permette di produrre energia elettrica mediante la conversione diretta della luce

Dettagli

SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO

SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO MODULO : UNO UNITA : TRE SCAFI IN ACCIAIO La necessità di costruire navi sempre più grandi e con una certa rapidità, ha portato ad abbandonare il legno

Dettagli

IL COLORE DELLE CERAMICHE (CORPO INTERNO) Dipende dagli ossidi di metalli presenti e dal loro stato di ossidazione.

IL COLORE DELLE CERAMICHE (CORPO INTERNO) Dipende dagli ossidi di metalli presenti e dal loro stato di ossidazione. IL COLORE DELLE CERAMICHE (CORPO INTERNO) Dipende dagli ossidi di metalli presenti e dal loro stato di ossidazione. Di frequente sono presenti ossidi di ferro(iii): ematite (a-fe 2 O 3 ), magnemite (g-fe

Dettagli

APPUNTI DI TECNOLOGIA

APPUNTI DI TECNOLOGIA APPUNTI DI TECNOLOGIA LA PLASTICA Classificazione e tipi Fabbricazione Riciclaggio DOWNLOAD MAPPA CONCETTUALE published by Danilo Eandi 2013 NOTA dell autore Prof. Danilo Eandi, docente di Tecnologia presso

Dettagli

Le lavorazioni: la formatura. Le lavorazioni: la formatura. Le lavorazioni industriali. Il processo di fusione. La fusione in forma transitoria

Le lavorazioni: la formatura. Le lavorazioni: la formatura. Le lavorazioni industriali. Il processo di fusione. La fusione in forma transitoria Le lavorazioni: la formatura Le lavorazioni: la formatura Le lavorazioni industriali Il processo di fusione La fusione in forma permanente La formatura dei polimeri Esercizi sulla fusione 2 2006 Politecnico

Dettagli

La smussatura di ingranaggi con grande modulo

La smussatura di ingranaggi con grande modulo La smussatura di ingranaggi con grande modulo I metodi di smussatura normalmente usati per ingranaggi di modulo fino a 6-8 mm prodotti in lotti non troppo piccoli, usano utensili che lavorano per compressione

Dettagli

STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA

STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA Informazioni sulla struttura interna della Terra si possono ottenere con metodi diretti e indiretti. metodi diretti dalle miniere (3000 m di profondità) dalle trivellazioni

Dettagli

la saldatura è il processo che realizza l unione di elementi mediante l azione del calore, con o senza materiale d apporto.

la saldatura è il processo che realizza l unione di elementi mediante l azione del calore, con o senza materiale d apporto. LA la saldatura è il processo che realizza GENERALITA : l unione di elementi mediante l azione del calore, con o senza materiale d apporto. Vi sono moltissime tecniche di saldatura che si possono raggruppare

Dettagli

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI

PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI PREPARAZIONE E CARATTERIZZAZIONE DEI VETRI COLORATI Cos è un vetro? COS È UN VETRO? SOLIDO? LIQUIDO? ALTRO? GLI STATI DELLA MATERIA Volume specifico Liquido Vetro Tg CAMBIAMENTO DI VOLUME Tf Tf =TEMPERATURA

Dettagli

ZINCATURA LAMELLARE GEOMET 321. Caratteristiche e prestazioni * Norme Internazionali:

ZINCATURA LAMELLARE GEOMET 321. Caratteristiche e prestazioni * Norme Internazionali: GEOMET 321 Il Geomet 321 è utilizzato per proteggere dalla corrosione gli elementi di fissaggio e tutti i pezzi metallici, in numerosi settori dell industria. Si adatta ad una vasta gamma di frizioni con

Dettagli